Steatosi epatica

Trattamento

La steatosi del fegato è una patologia caratterizzata da una violazione del metabolismo nelle cellule di questo organo, con conseguente accumulo di grasso. Le donne spesso soffrono di steatosi epatica non alcolica (NAFLD) e negli uomini, al contrario, si riscontra spesso una steatosi alcolica. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD-10) questo disturbo ha un codice - K70-K77.

Ci sono diverse cause del disturbo, che sono divisi in base al suo tipo. Il danno epatico alcolico è causato dal consumo regolare di alcol. L'emergere di forme non alcoliche può contribuire a un gran numero di ragioni. I sintomi principali di questo disturbo sono l'insorgenza di dolore, gravità e disagio nell'ipocondrio destro, mancanza di appetito, grave debolezza del corpo e comparsa di una sfumatura giallastra sulla pelle.

La diagnosi della malattia si basa su un esame fisico approfondito del paziente, test di laboratorio e tecniche di esame strumentale, in particolare ecografia e biopsia. È possibile trattare la malattia con l'aiuto della terapia farmacologica e la nomina di una dieta per la steatosi epatica. Eliminare la malattia aiuterà i rimedi popolari, che possono essere utilizzati solo quando si prescrive un medico.

eziologia

Le cause della steatosi epatica o dell'epatosi grassa sono molte. Il tipo alcolico della malattia si verifica sullo sfondo dell'uso regolare di bevande contenenti alcol, che si riscontra spesso negli uomini. NAFLD si verifica sullo sfondo di un gran numero di fattori predisponenti:

  • diabete;
  • la presenza di una massa corporea eccessivamente alta;
  • disturbi del metabolismo dei grassi e del rame;
  • digiuno prolungato;
  • iniezioni di insulina;
  • avvelenamento o uso a lungo termine di alcuni farmaci, ad esempio, farmaci ormonali, citostatici, antibiotici e farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • operazioni sul tratto gastrointestinale;
  • abuso di sostanze;
  • alti livelli ematici di ormoni surrenali;
  • epatite virale in natura.

specie

Esistono diverse classificazioni della steatosi del fegato, la più comune delle quali comporta la separazione della malattia man mano che il processo patologico si diffonde:

  • focale - a che i piccoli accumuli grassi su un fegato sono trovati;
  • steatosi diffusa - caratterizzata dalla sconfitta di tutto il corpo.

A seconda della dipendenza da bevande alcoliche, la malattia è suddivisa in:

  • steatosi non alcolica o NAFLD;
  • steatosi epatica alcolica.

La classificazione della malattia in base ai fattori di formazione:

  • primario - espresso sullo sfondo di un metabolismo improprio, spesso innato, come accade durante lo sviluppo fetale;
  • secondario - è una conseguenza o complicazione di altre malattie o fattori predisponenti.

A seconda dei cambiamenti nelle cellule rilevati all'esame microscopico, una malattia simile è caratterizzata da:

  • obesità di piccole dimensioni - il grado iniziale di malattia, durante il quale iniziano a verificarsi processi patologici, ma durante l'esame non vi è alcun danno alle cellule del fegato;
  • obesità grossolana - si verifica un danno cellulare pronunciato, così come il processo della loro morte.

Inoltre, ci sono diversi gradi di steatosi epatica:

  • il grado iniziale - ci sono alcune chiazze grasse, ma la struttura del fegato non è rotta;
  • grado moderato - caratterizzato dall'accumulo di grassi, ma il loro numero non può innescare processi distruttivi irreversibili;
  • grave - è caratterizzato dalla formazione di una varietà di cisti grasse nel tessuto epatico, che comporta gravi cambiamenti nelle cellule dell'organo interessato.

C'è anche un altro tipo di steatosi - focale. Spesso indica la presenza di una neoplasia benigna nel fegato.

Indipendentemente dalla classificazione, il trattamento della steatosi epatica ha lo scopo di eliminare le cause della formazione e prevenire la progressione del processo distruttivo. Questo può essere ottenuto prendendo farmaci, dieta e usando la medicina tradizionale.

sintomi

Il NAFB e il danno epatico alcolico spesso si verificano senza manifestazione dei sintomi e vengono rilevati casualmente, con la diagnosi ecografica di patologie completamente diverse. Con lo sviluppo della malattia si possono esprimere segni quali:

  • dolore, pesantezza e disagio nell'ipocondrio destro. Spesso, il dolore si estende a tutto l'addome. L'insorgenza di dolore non ha alcuna connessione con l'assunzione di cibo;
  • diminuzione o completa mancanza di appetito;
  • periodi di nausea che finiscono con il vomito. Spesso non si trovano solo particelle di cibo nel vomito, ma anche muco o bile;
  • acquisizione della pelle del corpo, delle mucose degli occhi e della bocca di una tonalità giallognola;
  • ridotto sistema immunitario, sullo sfondo del quale il paziente è soggetto a frequenti raffreddori;
  • prurito della pelle.

Quando si esamina un paziente, si riscontra un aumento delle dimensioni del fegato, un po 'meno frequentemente nella milza. Inoltre, si può osservare un cambiamento nel colore del fegato. Il corpo diventa giallo o rosso. Tali sintomi interni indicano la presenza di steatosi grassa. Alcune delle suddette manifestazioni cliniche possono essere eliminate con l'aiuto di rimedi popolari.

complicazioni

Se ignori i sintomi della NAFLD o della steatosi alcolica, così come nei casi di terapia scorretta o incompleta, c'è la possibilità di alcune complicanze. Questi includono:

  • la formazione di infiammazione del fegato;
  • la graduale diffusione del tessuto connettivo;
  • La cirrosi è una malattia in cui i cambiamenti si verificano nei tessuti dell'organo interessato sostituendo l'epitelio normale con il tessuto connettivo.

Inoltre, la formazione di complicazioni può servire come un tentativo indipendente di eliminare il disturbo dei rimedi popolari, senza le raccomandazioni di uno specialista.

diagnostica

La steatosi epatica viene diagnosticata attraverso test di laboratorio e esami strumentali del paziente. È obbligatorio per lo specialista familiarizzare con la storia medica del paziente, nonché per accertare la presenza e l'intensità dei sintomi. Dopo di che viene eseguito un esame fisico completo del paziente e la palpazione dell'addome e dell'ipocondrio destro. Inoltre, l'ispezione aiuterà a determinare il NAFLD o il danno epatico alcolico, per odore caratteristico, gonfiore, tremori alle mani.

Gli studi di laboratorio sono nello studio generale e biochimico del sangue. Questo è necessario per l'individuazione dell'anemia, così come la rilevazione di un'alta concentrazione di enzimi epatici, che è particolarmente caratteristica di tale patologia.

  • Ultrasuoni e TAC del fegato - che aiuteranno a determinare a quale tipo di affetto appartiene questo organo;
  • biopsia - viene eseguita per quei pazienti che non sono stati stabiliti come fattore nell'insorgenza della malattia. Inoltre, questa procedura aiuta a differenziare tale disturbo da altre malattie del fegato;
  • elastografia: consente di determinare l'elasticità del fegato e di eliminare la fibrosi e la cirrosi.

Dopo aver studiato tutti i risultati delle misure diagnostiche, il medico prescrive la terapia più efficace e fa una dieta speciale per la steatosi epatica.

trattamento

Il compito principale della terapia della malattia è quello di eliminare le cause della formazione della malattia, poiché molto spesso questo disturbo è reversibile. Questo è il motivo per cui il trattamento farmacologico della steatosi epatica è prescritto individualmente per ciascun paziente. Ma assolutamente in tutti i casi prescritti farmaci per migliorare il metabolismo dei lipidi, antibiotici ed epatoprotettori, così come altre sostanze volte ad eliminare i sintomi. I pazienti sono vivamente invitati a:

  • fare sport o nuotare, specialmente per le persone con obesità o diabete;
  • abbandonare completamente l'uso di bevande alcoliche, solo dopo si può iniziare la terapia farmacologica;
  • limitazione all'assunzione di quei farmaci che hanno causato NAFLD.

Trattare questa malattia può essere con l'aiuto di una corretta alimentazione. La dieta per la steatosi del fegato implica il rifiuto di cibi grassi, fritti e piccanti, nonché una diminuzione del consumo di grassi animali. Inoltre, per eliminare alcuni dei sintomi della malattia possono medicina popolare rimedi.

prevenzione

Le misure preventive contro la steatosi epatica consistono nella tempestiva eliminazione delle malattie che hanno portato alla formazione della malattia principale. Inoltre, la prevenzione è:

  • mantenere uno stile di vita sano;
  • controllare il peso corporeo normale;
  • correzione dei disturbi metabolici;
  • rifiuto completo dei farmaci che hanno causato una tale malattia.

La prognosi della malattia dipende interamente dallo stadio di NAFLD e dal danno epatico alcolico. Al primo stadio, è possibile ottenere il recupero completo e il ripristino dei tessuti dell'organo interessato. Nel secondo stadio, la terapia complessa dà buoni risultati. Nella terza fase della steatosi, si osserva la formazione di processi irreversibili. La terapia si basa sulla prevenzione di un'ulteriore disintegrazione del fegato.

Steatosi epatica: trattamento e sintomi. Farmaci per la malattia

Un altro nome per questa malattia è l'epatosi grassa del fegato. La malattia di solito si verifica a causa di disturbi metabolici, la comparsa di cambiamenti distrofici negli epatociti (cellule epatiche). La patologia secondo ICD-10 è il codice K70 o K76.0, a seconda del tipo di malattia.

Cos'è la steatosi

Questo concetto include varie patologie che portano alla formazione di grasso intervallato nel parenchima epatico, ad esempio, infiltrazione grassa del fegato, epatite alcolica o non alcolica, ecc. Per coloro che vogliono sapere cos'è la steatosi, dovrebbe essere chiaro che questo disturbo può si differenziano per forma, si distinguono per due: diffusi e focali. Quest'ultimo è caratterizzato da inclusioni di grasso affollate, che si trasformano in un punto grasso di varie dimensioni. Diffusa steatosi epatica, al contrario, ha una dispersione di distrofia su tutta la superficie dell'organo.

La malattia può svilupparsi a qualsiasi età, a volte viene diagnosticata nei bambini. È più comune nelle persone dopo 45 anni, che è associato all'accumulo di altri fattori negativi dal corpo. È più probabile che alle donne venga diagnosticata una steatosi non alcolica a causa dell'obesità. Negli uomini, di regola, c'è un aspetto alcolico, che è associato con l'abuso di alcol. La patologia può svilupparsi indipendentemente o essere una complicazione di un'altra malattia. Gli specialisti ora considerano la malattia come uno stadio e steatoepatite di diversa eziologia.

Fasi e complicanze della steatosi

C'è una certa classificazione di questa malattia. A seconda dei segni e dei sintomi, ci sono diverse fasi e complicanze della steatosi:

  1. Elementare. Manifestati sotto forma di obesità, le chiazze cominciano a formarsi nel fegato, ma gli epatociti sono ancora interi.
  2. Obesità seguita da necrosi delle cellule del fegato, le cisti si formano nei tessuti dell'organo.
  3. Condizione predcyrrhagic. La crescita del tessuto connettivo si verifica intorno alle cisti, che sposta il parenchima, che porta all'interruzione dell'integrità strutturale.

Degenerazione grassa (steatosi) non passa senza lasciare traccia. Una delle complicanze più gravi della malattia è la rottura del parenchima epatico, sanguinamento dovuto al grande accumulo di grasso nelle cellule. Dopo questo, gli epatociti non vengono ripristinati e le cellule adipose vengono immediatamente raccolte in punti di rottura, che limitano le funzioni del fegato. Se non si inizia a trattare la patologia in tempo, può portare a cirrosi e morte.

Sintomi e cause della steatosi epatica

Questa patologia non si verifica immediatamente, c'è un lungo stadio di sviluppo. Di seguito verranno considerati i sintomi e le cause della steatosi epatica, in modo che una persona possa iniziare a curare la malattia nel tempo. Le prime manifestazioni della malattia possono essere asintomatiche per il paziente. Rileva la distrofia grassa può durante altre manipolazioni. Sintomi specifici iniziano a verificarsi quando la steatosi epatica cattura una vasta area dell'organo. Il paziente sente:

  • nausea;
  • la debolezza;
  • spremitura nel giusto ipocondrio.

A volte ci sono dolori di origine sconosciuta che non sono associati al mangiare. Questi cambiamenti portano alla distruzione del sistema immunitario del corpo, una persona che soffre di steatosi, spesso esposta al raffreddore. La compromissione della funzionalità epatica porta al deflusso ostruito della bile, che può svilupparsi in colestasi (ristagno). Questa patologia porta ad ingiallimento della sclera degli occhi, la pelle che inizia a prudere. In alcuni casi, c'è vomito con una miscela di bile.

La causa della steatosi è un disturbo metabolico o abuso di alcool. Per il primo caso, c'è un surplus caratteristico nel grasso corporeo, che non vengono utilizzati. La maggior parte dei pazienti con patologia non alcolica presenta problemi di sovrappeso. La steatosi primaria si verifica a causa di:

  • diabete;
  • l'obesità;
  • iperlipidemia.

La base di questo tipo di patologia diventa una violazione dei carboidrati, il metabolismo dei grassi, quindi la diagnosi identificherà altre malattie che provocano lo sviluppo della steatosi primaria. Il tipo secondario della malattia deriva dall'uso di alcuni farmaci, ad esempio:

  • metotressato;
  • estrogeno sintetico;
  • tetraciclina;
  • glucocorticoidi;
  • farmaci anti-infiammatori (alcuni).

Un'altra causa di steatosi secondaria può essere la sindrome da malassorbimento che si verifica dopo l'imposizione di anastomosi, gastroplastica, stomia, manipolazioni sull'intestino tenue. La malattia può verificarsi sullo sfondo di perdere peso troppo veloce, l'alimentazione prolungata dello stesso cibo, senza il set necessario di componenti alimentari. Numerosi studi dimostrano che la malattia può essere trasmessa geneticamente, un gene che fallisce nelle persone con questa patologia è stato isolato.

Steatosi epatica

La steatosi del fegato (nota anche come infiltrazione grassa, epatosi grassa) è un sottotipo di ipocrosi, una malattia del fegato che si verifica a causa di un disturbo metabolico e dello sviluppo di alterazioni distrofiche negli epatociti, le cellule del fegato.

La steatosi è causata dalla distrofia grassa - eccessivo accumulo di molte inclusioni grasse negli epatociti. Ci sono steatosi epatica focale ed estesa (diffusa). La malattia è diagnosticata, di regola, in uomini di età media e pensionabile. La gravità del processo patologico può essere determinata dal livello di infiltrazione grassa. Inizialmente, il grasso (principalmente sotto forma di trigliceridi) è localizzato intracellularmente e sposta il nucleo. Con una significativa infiltrazione di grasso, le cellule del fegato si romperanno - si verificherà una formazione extracellulare di cisti grasse.


A seconda del quadro microscopico complessivo delle cellule del fegato, è consuetudine isolare l'obesità del fegato grasso a piccole gocce e grandi gocce. Le gocce di grasso delle cellule del fegato, stranamente, non danneggiano, ma in alcuni casi (quando la malattia non è associata all'alcol) possono causare cambiamenti infiammatori simili all'epatite alcolica. Forse lo sviluppo della steatoepatite non alcolica, che è uno stato pre-cirrotico. Alla fine, il grasso può formare così tanto che le cellule del fegato cominceranno a rompersi, e il grasso si accumulerà nello spazio tra le cellule sotto forma di cisti che interromperà la struttura del fegato.


La malattia si verifica anche nei bambini, ma in misura maggiore, come notato sopra, le persone sono inclini ad esso dopo 45 anni. Le donne, nella maggior parte dei casi, soffrono di steatosi non alcolica e di steatosi, che si è sviluppata a causa dell'abuso di alcol. La steatosi può agire come patologia indipendente o come sintomo di alcune malattie primarie (ad esempio diabete mellito di primo e secondo tipo).


Cause della malattia

Oggi i medici identificano due cause principali dello sviluppo di tali malattie come la steatosi epatica. Questa è una violazione del metabolismo dei grassi e dei carboidrati o dell'abuso di alcol. Attualmente, nella maggior parte dei casi, è fissato un tipo di malattia non alcolica. Lo sviluppo della forma non alcolica è principalmente associato all'eccessivo apporto di grassi nel corpo umano, che, naturalmente, è caratteristico delle persone che soffrono di obesità. Inoltre, molti medici notano l'influenza di fattori genetici sulla presenza di steatosi - il suo rischio aumenta notevolmente se la famiglia ha un caso di questa malattia, così come l'obesità in larga misura e il diabete.


La steatosi può iniziare a svilupparsi sotto l'influenza di alcuni farmaci che una persona sta assumendo da molto tempo (tipo di droga della malattia). Questi possono essere: antibiotici del complesso tetraciclina, farmaci citostatici e corticosteroidi.


Sintomi di steatosi epatica

La steatosi è una malattia che si sviluppa per un tempo incredibilmente lungo, è caratterizzata da una forma cronica e lenta del corso. La steatosi del fegato, i cui sintomi possono essere assenti in linea di principio, può essere rilevata abbastanza per caso. Ad esempio, se un sondaggio viene condotto per qualsiasi motivo. I sintomi più comuni della steatosi, che si manifestano esternamente, possono essere attribuiti a nausea e debolezza, a un aumento delle dimensioni del fegato, alla comparsa di una sensazione di pressione e pesantezza nell'ipocondrio destro.


Inoltre, il paziente può avvertire un dolore aspro e inaspettato nell'ipocondrio destro. Un altro sintomo della malattia è una forte suscettibilità al raffreddore e ad altre infezioni, causata da una forte diminuzione dell'immunità. La steatosi può portare a una violazione del deflusso della bile, nel qual caso i sintomi standard della colestasi (stasi della bile estesa) si uniscono ai suoi sintomi: prurito della pelle, gonfiore della pelle, forte dolore nel giusto ipocondrio, vomito e nausea con una notevole aggiunta di una grande quantità di bile.


Sviluppo e complicanze della steatosi

La malattia si sviluppa in caso di assunzione eccessiva di grassi negli epatociti (cellule epatiche). Inizialmente, solo le cellule del fegato singole sono coinvolte nel processo (epatite adiposa disseminata), seguite da gruppi di cellule epatiche (obesità locale) e alla fine la steatosi coprirà tutto il tessuto epatico (completa obesità diffusa). I grassi si accumulano negli epatociti, dopo di che le gocce di grasso inizieranno a crescere in modo così grande che le cellule del fegato si romperanno sotto pressione, provocando la formazione di una ciste grassa. Allo stesso tempo, i segni di steatosi epatica possono non apparire affatto.


Una cisti grassa influenza il tessuto circostante del fegato, causando una reazione a cellule mesenchimali che comporterà la compattazione del tessuto intorno alla cisti e la sua degenerazione in tessuto fibroso normale. Questo può essere considerato l'inizio dello sviluppo della cirrosi - uno stato negativo, che in alcuni casi può essere fatale.


Ci sono tre fasi della malattia.:

  1. Obesità normale Depositi di grasso si accumulano all'interno delle cellule del fegato. Gli epatociti saranno intatti;
  2. Obesità, che è combinata con necrobiosi degli epatociti. Le grandi cisti grasse si formano nel tessuto epatico, si verifica una reazione cellulare mesenchimale che innesca alcuni processi negativi;
  3. Stadio pre-cirrotico. Piccole aree di proliferazione del tessuto fibroso iniziano a svilupparsi intorno alle cisti grasse appena formate, che interrompono la struttura del fegato.


Diagnosi di steatosi

La diagnosi di una malattia è spesso un compito molto difficile, anche per i medici esperti e altamente qualificati. Questo perché i test di laboratorio spesso non mostrano grandi cambiamenti che sono caratteristici dei processi infiammatori degli organi interni (in particolare il fegato). Il medico può porre una diagnosi preliminare sulla base dei sintomi della steatosi, tenendo conto della storia (diabete, obesità, abuso di alcool).


Per confermare la diagnosi, è necessaria la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica. La diagnosi può essere confermata solo dopo che il paziente ha effettuato una biopsia mirata nel processo di tomografia computerizzata. Il rilevamento di gocce di grasso e di diverse aree del tessuto connettivo fungerà da segno diagnostico dell'insorgenza e dello sviluppo della malattia.


Trattamento della steatosi epatica

Se viene diagnosticata la steatosi epatica, il trattamento della malattia consiste, prima di tutto, nella pronta eliminazione della causa che ha causato la distrofia grassa, così come nella successiva normalizzazione del metabolismo. In caso di esacerbazione della steatosi, il trattamento deve essere effettuato in ospedale. Al paziente vengono prescritti il ​​riposo a letto obbligatorio, la terapia dietetica e la terapia farmacologica. Dopo che i fenomeni acuti si sono attenuati, il paziente può essere dimesso a casa, quindi un ulteriore trattamento sarà eseguito su base ambulatoriale.


A causa del fatto che la malattia è direttamente correlata all'assunzione eccessiva di grassi, la dieta svolge un ruolo dominante nel trattamento della steatosi. Il contenuto di grassi dovrebbe essere bruscamente limitato e si dovrebbe dare la preferenza ai prodotti lattiero-caseari e vegetali. Inoltre, viene prestata particolare attenzione alla normale quantità di proteine ​​(preferibilmente facilmente digeribili). Si raccomanda di assumere del cibo in piccole porzioni per ridurre il carico sul fegato. Il paziente, tra le altre cose, deve rispettare un regime parsimonioso, con uno stress emotivo, mentale e fisico limitato. Al di fuori della fase di esacerbazione, sono consigliati esercizi fisici leggeri che contribuiranno alla normalizzazione del metabolismo.


Il trattamento con farmaci richiede la nomina di un corso sufficientemente lungo di farmaci lipotropici che contribuiscono alla scissione del grasso: acido lipoico, vitamina B12, Essentiale, metionina, steroidi anabolizzanti steroidei, ecc. Inoltre, vengono utilizzati effetti fisioterapici: terapia ad ultrasuoni, mantenimento della biocamera, ozonoterapia.


In generale, il trattamento avrà successo se il trattamento è adeguato, completo e tempestivo. Lo sviluppo inverso di processi patologici è osservato piuttosto rapidamente dopo che la terapia efficace è stata iniziata. Un'eccezione è la steatosi del fegato del terzo stadio, in cui il tessuto fibroso si è già formato nel parenchima dell'organo. Questo stadio della malattia è considerato irreversibile, ma l'eliminazione di fattori dannosi e adeguate misure terapeutiche, così come la stretta aderenza a tutte le prescrizioni, contribuirà a fermare l'ulteriore degenerazione del fegato e il possibile sviluppo della cirrosi.


Dieta per la steatosi epatica

A causa del fatto che la sconfitta delle cellule epatiche è la causa del disturbo dell'appetito, il cibo per coloro che soffrono di steatosi deve essere facilmente digeribile e gustoso. In caso di conferma della diagnosi, l'alcol è escluso in qualsiasi concentrazione. Inoltre, vietato mangiare :

  • Legumi e cipolle;
  • Cibi marinati, affumicati e fritti;
  • Condimenti piccanti: senape, rafano, pepe;
  • Prodotti di cacao e cacao;
  • congelati;
  • Succo di pomodoro;
  • Pubblicazioni contenenti grassi contenenti la confetteria: dolci e torte con crema;
  • Noci.

La dieta per la steatosi epatica prevede l'uso obbligatorio dei seguenti prodotti.:

  • Pesce stufato e bollito;
  • Latte e altri prodotti lattiero-caseari;
  • Piatti di verdure, qualsiasi frutto;
  • Prodotti di farina (non di pasticceria);
  • Dolci: marmellata, miele, marshmallow, marmellata.

Steatosi epatica - che cos'è e quali farmaci vengono usati per il trattamento?

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo, svolge molte funzioni vitali, quindi il minimo difetto di organo è estremamente negativo per la salute umana. Oggi parleremo di steatosi epatica e quali farmaci sono meglio utilizzati nel trattamento di questa patologia.

Cos'è la steatosi?

Steatosi - un fegato grasso, specie fegato grasso che si sviluppa in conseguenza di disturbi metabolici ed è accompagnata da cambiamenti distrofici in epatociti (cellule del fegato). Nel registro di steatosi epatica, ICD10 è nella sezione K70-K77.

L'accumulo di grasso nel parenchima epatico può essere causato da vari motivi: da effetti tossici a gravi comorbidità. Normalmente, il fegato di una persona non deve contenere più del 5-7% di grasso. Con la steatosi, questo rapporto può aumentare fino al 10-50%, vale a dire, nei casi più gravi, metà delle cellule del fegato si rigenerano nel tessuto adiposo.

L'infiltrazione grassa del fegato si sviluppa spesso nelle donne dopo 45 anni, che è associata ad aumento di peso e cambiamenti ormonali nel corpo durante la menopausa. La steatosi epatica alcolica è principalmente diagnosticata negli uomini di età media e di pensionamento. In medicina, ci sono due forme di infiltrazione grassa:

  1. Steatosi epatica focale - i depositi di grasso sono concentrati in un'area specifica dell'organo.
  2. Steatosi diffusa: le zone grasse sono distribuite uniformemente su tutta la superficie del fegato.

Come si sviluppa il fegato grasso? Inizialmente, il grasso in eccesso (principalmente sotto forma di trigliceridi) è localizzato all'interno degli epatociti, spingendo il nucleo della cellula verso il bordo. Quando si accumula troppo grasso, le cellule epatiche si degradano e il grasso si accumula nello spazio intercellulare sotto forma di cisti che modificano la struttura dell'organo e ne interrompono le funzioni.

La steatosi del fegato è solitamente caratterizzata da un decorso cronico non progressivo. Ma se il processo patologico è complicato da fenomeni infiammatori, può portare allo sviluppo di conseguenze così gravi come la fibrosi epatica, la steatoepatite o la cirrosi.

Cause di steatosi

Le principali cause di infiltrazione del fegato grasso sono:

  • abuso abituale di alcol;
  • violazione del metabolismo dei carboidrati e dei lipidi nel fegato causato da patologie endocrine o ereditarie.

Inoltre, i seguenti fattori provocatori possono innescare il meccanismo dell'obesità epatica:

  • Dieta squilibrata e malsana, avitaminosi. Causa interruzione dei processi metabolici del fegato può essere eccesso di cibo, o l'osservanza di severe diete e digiuno prolungato. Mancanza di proteine ​​nella dieta, la prevalenza nella dieta di carboidrati "veloci", dolci, grassi acuta, cibi fritti, prodotti con conservanti, coloranti chimici e altri componenti dannosi - promuove la formazione di grasso nel parenchima epatico.
  • L'influenza di fattori tossici. L'abuso di alcol, il fumo, non sistematico, e l'uso prolungato di alcuni farmaci, intossicazione alimentare, regolare contatto con sostanze tossiche (sali di metalli pesanti, acidi, vernici, solventi, ecc.)
  • Malattie concomitanti (disordini metabolici, obesità, diabete, problemi alla ghiandola tiroidea).
  • Malattie croniche del tratto gastrointestinale associate ad alterato assorbimento e assorbimento del cibo (colecistite, pancreatite, colite ulcerosa, gastrite, ulcera gastrica).
  • Disturbi ormonali (sindrome di Itsenko-Cushing), in cui vi è un'eccessiva produzione di ormoni da parte delle ghiandole surrenali.

In alcuni casi, l'impulso allo sviluppo della steatosi dà ipossia (carenza di ossigeno nei tessuti), che si sviluppa in individui con malattie dell'apparato respiratorio e insufficienza cardiaca.

forma

La steatosi può manifestarsi in diverse forme:

  1. steatosi epatica grassa porta ad un aumento delle dimensioni del corpo, le cellule epatiche (epatociti) vengono gradualmente distrutte nei tessuti grassi formate cisti cellule normali progressivamente sostituiti da tessuto connettivo e il corpo non può svolgere appieno la sua funzione. Questo porta ad intossicazione del corpo, alterata digestione e processi metabolici.
  2. Steatosi diffusa: questa diagnosi viene effettuata quando il grasso corporeo cattura più del 10% del tessuto epatico. In questo caso, l'intera superficie del corpo è influenzata in modo uniforme da zone grasse. E se nelle fasi iniziali della malattia l'accumulo di grasso non danneggia il parenchima, poi con il progredire della malattia, i tessuti iniziano gradualmente a morire e questo processo irreversibile cattura i lobi principali del fegato.
  3. La steatosi alcolica del fegato si sviluppa a causa del consumo regolare di bevande alcoliche. L'intossicazione costante del fegato con prodotti di degradazione dell'alcol innesca un processo patologico e provoca un cambiamento nella struttura dell'organo e un metabolismo lipidico alterato. Più spesso una persona consuma alcol, più veloce è la distruzione del fegato e la degenerazione delle sue cellule nel tessuto adiposo. Nell'alcolismo, il processo patologico progredisce rapidamente e porta a gravi conseguenze (cirrosi o cancro del fegato). Tuttavia, se una persona smette di bere e inizia a essere curata, le cellule del fegato alla fine si riprenderanno, poiché questo è l'unico organo dotato di potenti capacità rigenerative e capacità di guarire se stesso.
  4. La steatosi epatica non alcolica o cronica si forma principalmente in presenza di malattie concomitanti (diabete, disturbi endocrini e ormonali, patologie del tratto gastrointestinale) o di altri fattori associati a effetti tossici (farmaci, avvelenamento, contatto con sostanze chimiche). Il trattamento dell'epatosi grassa dovrebbe iniziare ai primi sintomi, altrimenti la malattia progredirà in futuro, il che potrebbe comportare lo sviluppo di fibrosi, cirrosi e altre complicanze.

Il grado di infiltrazione grassa del fegato

  1. Steatosi epatica 1 grado. Questo processo è accompagnato dalla comparsa di piccole chiazze di grasso nei tessuti del fegato. La struttura del corpo non è disturbata, i sintomi della malattia sono assenti.
  2. La steatosi di grado 2 è caratterizzata dall'insorgenza di cambiamenti irreversibili nelle cellule del fegato. Gli accumuli di grasso distruggono gradualmente gli epatociti, i grassi entrano nello spazio extracellulare e formano più cisti. In questa fase, i sintomi caratteristici dell'epatosi adiposa associata a disfunzione del fegato.
  3. Nella fase 3 della steatosi, si verifica la disintegrazione delle cellule del fegato, peggiora le condizioni del paziente, aumenta il rischio di sviluppare fibrosi o cirrosi.
sintomi

Nella fase iniziale, la malattia è asintomatica, quindi i pazienti cercano un aiuto medico in ritardo, quando il fegato cambia con il progredire della steatosi e provoca il deterioramento della condizione. Nelle fasi successive della malattia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • debolezza generale, affaticamento, stanchezza elevata;
  • costante dolore sordo nel giusto ipocondrio, che aumenta dopo aver bevuto alcolici o cibi grassi e piccanti;
  • mancanza di appetito, sapore amaro in bocca, eruttazione;
  • disturbi dispeptici (nausea, sensazione di pesantezza, brontolio o gonfiore, flatulenza, stitichezza o diarrea);
  • placca sulla lingua, gengive sanguinanti, alitosi;
  • un aumento delle dimensioni del fegato.

Nella terza fase della steatosi, irritabilità, sonnolenza diurna, disturbi del sonno durante la notte, sindrome del dolore accresciuta, stati depressivi, attacchi di vomito, prurito, pelle gialla e sclera degli occhi si uniscono a queste manifestazioni.

Possono verificarsi disturbi del ritmo cardiaco, memoria e problemi respiratori. Questi sintomi indicano un aumento dell'intossicazione del corpo, perché il fegato non affronta il suo compito e non può eseguire completamente la funzione di pulizia. Le tossine e altre sostanze nocive si accumulano gradualmente nel corpo, influenzando negativamente il sistema nervoso, il sistema cardiovascolare e le funzioni cerebrali.

Quando compaiono i primi sintomi allarmanti, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a una visita medica, in base al quale il medico selezionerà un regime di trattamento e vi dirà come trattare la steatosi del fegato.

diagnostica

Non è affatto facile fare una diagnosi corretta in caso di steatosi epatica. Questo è un compito difficile anche per specialisti esperti e qualificati, poiché l'infiltrazione grassa di solito non ha un processo infiammatorio e esami del sangue e delle urine in laboratorio non mostrano un aumento significativo degli enzimi epatici, della bilirubina o del colesterolo. Pertanto, per chiarire la diagnosi di opzioni più informative utilizzando metodi diagnostici strumentali. Queste sono procedure come:

  • Ultrasuoni del fegato. Un metodo indolore e informativo, che determina la dimensione dell'organo, la struttura e l'ecogenicità dei tessuti, rivela cisti grasse e altre lesioni del parenchima.
  • TAC o risonanza magnetica del fegato. I più moderni metodi diagnostici che consentono al medico di vedere l'organo malato in diverse proiezioni, identificare i minimi cambiamenti nella sua struttura e determinare l'estensione della lesione.

Nei casi più gravi, il medico può riferire il paziente per laparoscopia o una biopsia epatica. Nel primo caso viene eseguito un esame endoscopico dell'organo, nel secondo viene perforata una cavità addominale e viene prelevata una parte del fegato per ulteriori indagini. La biopsia epatica è un metodo molto doloroso, quindi è prescritto in casi estremi in cui vi è il sospetto di un processo tumorale.

Trattamento della steatosi epatica

Le fasi iniziali della steatosi rispondono bene al trattamento. Il regime di trattamento scelto correttamente consente di ripristinare quasi completamente le funzioni dell'organo anche quando la malattia passa nel secondo stadio. Con un'adeguata aderenza alle raccomandazioni del medico, la regolazione dello stile di vita e della nutrizione, è possibile normalizzare il lavoro del fegato e accelerare il processo di rigenerazione degli epatociti. Al terzo stadio della malattia, viene effettuato un trattamento di supporto, che consente di rallentare il processo di scomposizione del tessuto epatico e prevenire lo sviluppo di cirrosi e altre gravi conseguenze.

La terapia farmacologica della steatosi si basa sull'uso di farmaci che migliorano il metabolismo dei grassi nelle cellule del fegato. A tale scopo vengono prescritti preparati contenenti acido folico e lipoico, colina, vitamine B, C ed E. Statine e preparati dal gruppo di induttori di fibrati e tiazoline (Pioglitazone, Rosiglitazone), medicinali con acido alfa lipoico (Espaz Lipon, tiogamma), metformina.

Per mantenere le funzioni del fegato nel regime di trattamento includono fosfolipidi essenziali, epatoprotettori, preparati a base di componenti vegetali e amminoacidi. Elenchiamo i farmaci che sono più spesso utilizzati nel complesso trattamento:

L'elenco dei farmaci con effetti epatoprotettivi è ampio. Solo uno specialista può scegliere l'opzione di trattamento migliore, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente, della gravità dei sintomi, dello stadio della malattia, della presenza di patologie concomitanti e delle controindicazioni. Il corso del trattamento è piuttosto lungo, per tutta la sua durata è necessario seguire scrupolosamente le istruzioni del medico, prescritti dosaggi e regole per assumere i farmaci.

Oltre alla terapia medica, il medico può prescrivere un corso di procedure fisioterapiche: ozono terapia, permanenza nella camera a pressione, terapia a ultrasuoni, visita a una sauna a bassa temperatura.

Questa strategia di trattamento dà buoni risultati e avvia processi reversibili di recupero e rigenerazione delle cellule epatiche. Ma l'efficacia della terapia farmacologica diminuisce drasticamente se la malattia passa al terzo stadio, quando il tessuto connettivo si forma sul sito del parenchima interessato. In questo caso, l'obiettivo del trattamento è prevenire un'ulteriore rottura cellulare, portando allo sviluppo della cirrosi. Se, tuttavia, l'epatosi grassa è ancora complicata dalla cirrosi, la prognosi è deludente, poiché la maggior parte dei pazienti muore entro 5-10 anni.

Trattamento di rimedi popolari

Il trattamento farmacologico può essere completato con rimedi popolari. Un buon effetto terapeutico nel trattamento della steatosi è dato dall'uso di crusca al vapore con acqua bollente. Il trattamento con crusca aiuta il fegato a sbarazzarsi dei depositi di grasso. È necessario iniziare con piccole dosi (1 cucchiaino) e aumentare gradualmente il volume della crusca a 2 cucchiai. l. al giorno

Brodi di piante medicinali (seta di mais, radici di tarassaco, foglie di calendula, elecampane, piantaggine, celidonia) contribuiranno a migliorare la circolazione del sangue nel fegato e accelerare i processi di metabolismo dei lipidi. Le tasse vegetali possono essere acquistate in farmacia. Sono prodotti in comode sacche filtranti che vengono semplicemente prodotte come il tè. Si consiglia di bere un decotto terapeutico 2-3 volte al giorno prima dei pasti. Ciò contribuirà a stabilire i processi metabolici nel fegato e a migliorare la digestione a causa delle proprietà coleretiche e antiossidanti delle erbe medicinali.

Eccellente effetto terapeutico dà l'uso di farina o latte Olio di cardo. Questo componente fa parte di molti farmaci per il trattamento del fegato. Pasto preparato con acqua bollente, insistere qualche minuto e bere sotto forma di calore, a piccoli sorsi. L'olio di cardo mariano viene utilizzato secondo le istruzioni indicate sulla confezione. Un buon risultato aiuta a ottenere un decotto di menta, motherwort, equiseto o elecampane.

Il miglioramento si nota dopo un mese di assunzione regolare di decotti alle erbe. Ma al fine di ottenere un risultato positivo stabile dal trattamento, i rimedi a base di erbe dovrebbero essere consumati per un lungo periodo di tempo, non meno di un anno.

Dieta e alimentazione corretta con steatosi

La steatosi epatica si verifica spesso a causa di disordini metabolici e obesità associata. Pertanto, il compito principale è la selezione di una dieta a basso contenuto calorico, basata sulla limitazione del consumo di grassi e carboidrati e un aumento della quantità di proteine ​​nella dieta. L'obiettivo principale di una dieta con steatosi è il seguente:

  • normalizzazione dei processi metabolici (in particolare, metabolismo dei lipidi nel fegato);
  • stimolare la produzione di acidi biliari, accelerando la disgregazione dei grassi;
  • miglioramento dei processi digestivi;
  • ripristino della funzionalità epatica a causa della rigenerazione degli epatociti.

Nella dieta di un paziente con diagnosi di steatosi, la quantità di grasso animale dovrebbe essere ridotta al minimo. Inoltre, dovresti abbandonare i carboidrati "veloci", che sono ricchi di dolciumi. Con l'assunzione eccessiva di carboidrati, il fegato non ha il tempo di utilizzarli, il che contribuisce alla formazione accelerata di depositi di grasso.

Elenco dei prodotti vietati:

  • carni e pesce grassi;
  • salsicce, carne affumicata, strutto;
  • grassi animali, margarine, salse grasse;
  • latticini ad alto contenuto di grassi (panna, panna acida, formaggio);
  • piatti grassi, speziati e speziati;
  • soda dolce;
  • sottaceti, sottaceti;
  • dolci da forno, confetteria;
  • cioccolato, dolciumi;
  • caffè, cacao;
  • gelato;
  • marmellata, miele;
  • noci.

Gli alimenti fritti dovrebbero essere esclusi dalla dieta, dando la preferenza a tali metodi di trattamento termico come cucinare, stufare, cuocere al forno, cuocere a vapore.

Prodotti consentiti:

Foto: carne magra magra

  • carne magra
  • frutti di mare, pesce magro;
  • zuppe di verdure e cereali;
  • frutta e verdura fresca;
  • verdi;
  • cereali (grano saraceno, farina d'avena, miglio);
  • contorni di verdure;
  • insalate di verdure fresche con olio vegetale:
  • bevande a base di latte magro (kefir, yogurt, yogurt);
  • tè verde e alle erbe.

In caso di danno epatico, l'alcol deve essere completamente escluso. I pasti dovrebbero essere frazionari (5-6 volte al giorno), il cibo dovrebbe essere preso in una forma calda, in piccole porzioni. Il rispetto di una dieta povera di grassi con epatite grassa dovrebbe essere uno stile di vita. Dovresti monitorare costantemente il peso corporeo, non permettendone l'aumento. Si raccomanda di ridurre al minimo la quantità di sale nella dieta. Per fare questo, i piatti pronti devono essere leggermente salati già sul tavolo e non aggiungere sale durante il processo di cottura.

È importante non consentire la disidratazione e osservare il bilancio idrico. Il giorno in cui hai bisogno di bere almeno 1,5 - 2 litri di liquido. Questo volume comprende acqua potabile e minerale, succhi, composte, bevande alla frutta, tè e altre bevande.

Se si rispettano tutte le raccomandazioni, abbandonare cattive abitudini, aumentare l'attività fisica, regolare lo stile di vita, fare attività fisica (fare jogging, nuotare), fare esercizio aerobico - è possibile affrontare il problema, prevenire un'ulteriore progressione della malattia, migliorare la salute generale e migliorare la salute.

Steatosi epatica: sintomi, trattamento, prognosi

Steatosi di un organo interno - eccessivo accumulo di tessuto adiposo in esso o la sua infiltrazione nel parenchima sotto l'influenza di fattori esterni o processi metabolici alterati all'interno del corpo. L'obesità può essere osservata in tutti gli organi non cavi (cuore, milza, reni), ma la steatosi del fegato è più comune, dal momento che è questo organo che svolge il ruolo di un deposito di grasso.

La steatosi epatica è un processo malsano che viene provocato artificialmente nel corpo di oche, il cui fegato è destinato alla produzione di una delicatezza di foie gras. I cattivi uccelli vengono alimentati forzatamente attraverso una sonda con cibi ipercalorici, causando infiltrazioni grasse del tessuto epatico.

Cause della steatosi

Il fegato dei mammiferi è un organo multifunzionale unico. Oltre ai compiti principali - la filtrazione dei veleni che entrano nel corpo e la produzione di bile - svolge anche attività secondarie ma non meno importanti. Gli scienziati hanno contato più di 500 funzioni che il fegato umano svolge durante lo sviluppo fetale e l'intera vita umana.

La base del fegato è il parenchima - il cosiddetto tessuto di tutti gli organi interni non cavi: i reni, il pancreas, il fegato. La maggior parte delle cellule del parenchima epatico sono epatociti che svolgono le funzioni di barriera che salvano il corpo dall'avvelenamento. Insieme agli epatociti nel tessuto ci sono le cosiddette cellule Ito. Il loro ruolo è quello di servire da deposito di grasso, in cui il glucosio in eccesso viene convertito in glicogeno, creando una riserva nutrizionale strategica per le emergenze. Nel corpo femminile delle cellule grasse del fegato più che nel maschio. La natura decretò che la futura mamma, in caso di carestia, disponesse di riserve di grasso sufficienti non solo per se stessa ma anche per il feto.

In condizioni normali, tutte le cellule del parenchima coesistono pacificamente, ognuna con le proprie funzioni. Tuttavia, in determinate condizioni, l'equilibrio è disturbato e lo strato grasso del fegato inizia a crescere più intensamente del necessario. Questo può accadere, come in quelle povere oche, a causa di una dieta malsana, e può anche essere causato da fattori più maligni:

  • disturbi cronici del metabolismo dei carboidrati (prima di tutto, diabete mellito di secondo tipo, obesità, iperglicemia);
  • violazione dei processi di assorbimento nell'intestino;
  • mancanza di lipasi lisosomiale;
  • Sindrome di Itsenko-Cushing (ipersecrezione dell'ormone cortisone da parte della corteccia surrenale).

È curioso che l'accumulo di grasso nel fegato possa causare non solo l'eccesso di nutrizione, ma anche la dieta e il digiuno! Se nel primo caso l'organismo rinvia ciò che non è in grado di assimilare, allora nel secondo fa una riserva per il caso, e improvvisamente sarà anche peggio. Di conseguenza, c'è una degenerazione grassa del fegato. Anche qui, c'è una certa discrepanza tra terminologia medica e coscienza di massa, in cui la distrofia è sinonimo di estremo esaurimento. La distrofia epatica è una situazione paradossale quando il fegato è pieno di grassi, ma questo grasso impedisce alle principali cellule funzionanti di funzionare e svilupparsi e di filtrare il sangue dai veleni.

Oltre ai fattori nutrizionali, autoimmuni e ormonali, la malattia del fegato grasso può anche essere scatenata da una serie standard di epatopatogeni: alcol, veleni domestici e industriali, farmaci, epatite virale. Tuttavia, più spesso a causa dell'impatto di questi fattori, nel fegato si verificano disturbi più gravi, che trasformano immediatamente le cellule Ito generalmente benefiche in tenaci e mortali per il tessuto connettivo del fegato. Questi processi sono la fibrosi e la cirrosi del fegato, che appartengono anche al gruppo dell'epatosi, ma rappresentano una vera minaccia per la salute e la vita.

La steatosi epatica è la più delicata, ma non del tutto innocua, è una bomba a orologeria che può esplodere in qualsiasi momento. Un paziente che ha sviluppato una steatosi diffusa del fegato ha molte più probabilità di ricevere la fibrosi o anche la cirrosi epatica come dono in una situazione sfavorevole (avvelenamento acuto, malattia infettiva o endocrina, immunità ridotta). Allo stesso tempo, il suo fegato sarà completamente pronto per una rapida rinascita, come il fegato di un'oca, all'ultimo momento evitando di essere inviato alla fabbrica di foie gras.

Tipi di obesità epatica

Gli epatologi stimano che un quarto della popolazione mondiale soffre di questa o quella forma di distrofia del fegato grasso. La steatosi alcolica del fegato non occupa un primo posto chiaro, come nel caso della cirrosi, anche se il consumo regolare di bevande alcoliche non passa per il fegato senza lasciare traccia e certamente contribuisce allo sviluppo della distrofia. L'obesità indotta dall'alcol è di solito causata bevendo bevande deboli - birra e vino - perché gli alimenti con un alto contenuto di etanolo provocano un effetto più dannoso sul parenchima e portano direttamente alla fibrosi e alla cirrosi. A proposito, il contenuto di zucchero nel vino, contrariamente all'opinione che i vini dolci sono particolarmente dannosi per il fegato, non influisce direttamente sullo sviluppo dell'obesità, poiché lo zucchero deve subire un modo piuttosto complicato di scissione, trasformandosi in glucosio e lattosio e ulteriormente sintetizzando il glicogeno, che riempie le cellule di Ito. L'eccesso di zucchero nel vino non è semplicemente benefico per l'organismo nel suo insieme e in combinazione con l'alcol etilico crea un grave carico sul tratto digestivo.

Molto spesso la steatosi e l'epatite C sono combinati e il sintomo è fissato anche nelle fasi iniziali di un'infezione virale. Sfortunatamente, questo "tenero assassino", se non preso misure urgenti, molto rapidamente provocherà una patologia molto più grave nel fegato - la cirrosi. Nell'epatite, la terapia antivirale è importante. A proposito, diversi tipi di virus provocano l'obesità del fegato in misura maggiore o minore.

Secondo le statistiche, il tipo più comune di steatosi del pianeta è la steatosi epatica non alcolica, che nella tradizione russa è abbreviata in NAFLD. Questa condizione è presente in almeno un miliardo di persone sulla Terra e la stragrande maggioranza dei pazienti non ne è nemmeno a conoscenza. I sintomi della steatosi epatica sono estremamente sfocati o non espressi affatto. Nel frattempo, in assenza di trattamento e misure preventive, esacerbazione dello stato del parenchima epatico a causa di nutrizione irrazionale e squilibrata, consumo di alcool episodico, esposizione a scarsa ecologia, infezioni parassitarie, uso sistematico di farmaci epatotossici e steroidi anabolizzanti NABSP si trasforma in fibrosi in circa il 30% dei casi, e nel 10% - perfino in cirrosi con tutte le sue conseguenze irreversibili.

Diagnosi di steatosi

I sintomi della steatosi epatica sono molto sfocati e sono quasi impossibili da rilevare a seguito di un sondaggio e persino di un esame approfondito del paziente. Il fegato e la milza sono leggermente ingrossati dalla palpazione, non ci sono tubercoli e noduli, le tipiche reazioni cutanee (ittero, eritema, vene varicose) sono assenti. Il paziente può lamentare solo occasionalmente dolori di comparsa nel giusto ipocondrio, che sono aggravati dal camminare, correre, praticare sport, bere alcolici.

Anche gli ultrasuoni, l'elastometria e la risonanza magnetica non sono sempre in grado di rilevare la distrofia. Più o meno con sicurezza, la diagnosi può essere fatta solo eseguendo un esame del sangue speciale o prendendo una biopsia del tessuto epatico con una puntura sottile dell'ago sotto controllo a ultrasuoni.

I fattori di rischio che insieme aumentano significativamente la probabilità di diagnosi di steatosi sono:

  • obesità significativa;
  • la presenza di diabete;
  • ipersecrezione di cortisone;
  • trasferito epatite di qualsiasi eziologia;
  • qualsiasi stadio di alcolismo;
  • predisposizione genetica;
  • età 45+
  • sesso femminile.

Se nella cirrosi gli uomini diventano i principali bersagli della malattia, allora la steatosi epatica è più caratteristica del gentil sesso. Ciò è dovuto alle peculiarità del corpo femminile, che si deposita nel grasso del fegato non solo per un uso futuro, ma anche per portare la prole. Quando durante il periodo della menopausa la natura "decide" che la funzione riproduttiva di una donna è soddisfatta, le riserve di grasso nel fegato possono giocare uno scherzo non molto buono con il loro proprietario. Perché non dovrebbe dimenticare le signore che sono venute sulla soglia della menopausa.

Come trattare la steatosi?

Fortunatamente, la distrofia del fegato grasso non è una condizione fatale e reversibile, nella maggior parte dei casi suscettibile di correzione mediante semplice eliminazione della causa che lo ha causato. La normalizzazione della nutrizione e dello stile di vita, il rifiuto delle cattive abitudini, una dieta equilibrata con steatosi epatica consentono di riportare il filtro naturale alla normalità entro pochi mesi.

I farmaci coleretici sono prescritti per attivare il metabolismo epatico, i citostatici sono farmaci che impediscono la crescita del tessuto connettivo, epatoprotettori che proteggono le cellule sane e sane del parenchima epatico. È obbligatorio trattare le comorbidità che possono contribuire allo sviluppo della degenerazione grassa - diabete, gastrite cronica, enterocolite, pancreatite, processi infiammatori della cistifellea e dei dotti biliari, malattie del sistema cardiovascolare, che causano il ristagno della circolazione venosa epatica.

Cibo con steatosi

Un paziente che vuole curare la steatosi del fegato dovrebbe attenersi a una dieta e rifiutare carni grasse, speziate, fritte, salate e affumicate. Il cibo dovrebbe essere assunto almeno 5-6 volte al giorno. L'eccesso di cibo e la fame prolungata non sono permessi, anche con un significativo eccesso di peso corporeo.

Tra gli alimenti più benefici per il fegato sono:

  • mele, contengono pectina, che riduce il livello di colesterolo nei vasi del fegato;
  • frutta secca - contiene anche pectina;
  • barbabietole - purifica il fegato grazie a una speciale betaina enzima;
  • verdi (tranne spinaci e acetosella) - neutralizza i sali di metalli pesanti.

Le spezie non sono molto buone per il fegato, ad eccezione della curcuma. Scoraggia una persona dalla brama di grassi e dolci - i principali nemici del fegato.

Dai cibi proteici alla salute del nostro filtro biologico è più utile la carne magra e il formaggio.

Nella fase iniziale, la steatosi epatica non può essere definita completamente una malattia, ma è una condizione borderline, causata da vari fattori esterni e autoimmuni. In circostanze sfavorevoli e la disattenzione del paziente alla propria salute, l'infiltrazione grassa aumenta, circonda aree di tessuto sano, comprime e blocca i vasi sanguigni e i dotti biliari. La densità del tessuto adiposo è inferiore alla densità del tessuto costituito da epatociti, quindi questa situazione potrebbe non portare a conseguenze negative per lungo tempo. Tuttavia, nel corso del tempo, la fame di ossigeno inizia nei tessuti sani, i processi infiammatori e le cellule Ito sono rigenerate nel tessuto connettivo - si verifica una fibrosi epatica. Anche questo stato è ancora reversibile, ma richiede già l'adozione di misure urgenti. Se non vengono presi, la fibrosi alla fine si trasforma in cirrosi, che non può essere curata senza trapianto di fegato.