Epatite virale (B15-B19)

Metastasi

Se necessario, specificare la causa dell'epatite post-trasfusionale, utilizzare un codice aggiuntivo (Classe XX [V01-Y98]).

Non comprende:

  • epatite da citomegalovirus (B25.1)
  • epatite da herpes simplex (B00.8)
  • effetti dell'epatite virale (B94.2)

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione (ICD-10) è stata adottata come documento normativo unico per spiegare l'incidenza, le cause delle chiamate pubbliche alle istituzioni mediche di tutti i reparti, le cause del decesso.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il territorio della Federazione Russa nel 1999 per ordine del Ministero della Sanità della Russia, datato 27 maggio 1997. №170

Il rilascio di una nuova revisione (ICD-11) è pianificato dall'OMS in 2017 2018.

Xp virale epatite B codice 10

EPATITE B (codice su ICD-10 - B16

Malattia epatica acuta (o cronica) causata da un virus contenente DNA per via parenterale. L'epatite B (HB) si presenta spesso in forma moderata e grave, spesso protratta e cronica (5-10%). Il problema dell'HBV è di particolare rilevanza a causa della crescente tossicodipendenza tra i bambini più grandi e gli adolescenti.

Fig. 1. Epatite B. Modello di diffrazione elettronica del virus

Il periodo di incubazione è da 2 a

6 mesi. Gli aspetti caratteristici delle manifestazioni cliniche dell'HBV acuta tipica sono una sindrome epatolitica marcata ad insorgenza graduale, la conservazione e persino un aumento dei sintomi di intossicazione durante il periodo itterico della malattia, un graduale aumento dell'ittero con successiva stabilizzazione in altezza ("plateau icterico"), e quindi il periodo itterico può abbattere a 3

Fig. 2. Istologia del fegato nell'epatite acuta B. Colorata con ematossilina eosina

5 settimane, occasionalmente rash papuloso-papulare sulla pelle (sindrome di Janotti-Krost), prevalenza di forme moderate e gravi della malattia, e nei bambini del 1 ° anno di vita il possibile sviluppo di una forma maligna di epatite B.

La rilevazione dell'antigene di superficie sierica del virus dell'epatite B - HB $ A§ - utilizzando l'ELISA è fondamentale per la diagnosi. È importante notare che nel decorso acuto della malattia, HB $ A§ di solito scompare dal sangue entro la fine del primo mese dall'inizio dell'itterizia. A lungo, più di 6 mesi, l'identificazione di HB $ A indica un decorso cronico della malattia. La replicazione attiva del virus dell'epatite B conferma il rilevamento nel sangue mediante ELISA di HBeA e HBV DNA mediante PCR. Degli altri marcatori sierici, il rilevamento nel sangue con l'aiuto di ELISA anti-HBc 1§M nel periodo pre-ittero, durante l'intero periodo di ittero e nella fase iniziale di recupero è importante. Titoli elevati di anti-HBc 1§M sono osservati in tutti i pazienti, indipendentemente dalla gravità della malattia, nei primi periodi e durante la fase acuta della malattia, anche nei casi in cui HB $ A2 non viene rilevato a causa di una diminuzione della sua concentrazione, come nel caso dell'epatite fulminante o dell'ammissione tardiva in ospedale. D'altra parte, l'assenza di anti-HBc 1g in pazienti con segni clinici di epatite acuta esclude in modo affidabile l'eziologia HB-virale della malattia.

Nel diagnosticare forme lievi e moderate della malattia, i pazienti sono attivi

3. Epatite. Eruzione di epatite B

modalità mezza-letto e ricevere un trattamento sintomatico. Prescrivere il tavolo del fegato, bere molta acqua [5% soluzione di destrosio (glucosio), acqua minerale], un complesso di vitamine (C, BP ​​B2, B6) e, se necessario, farmaci coleretici: immortelle sabbiose (flamen), berberina, raccolta coleretica, ecc. Oltre alla terapia di base, gli ormoni corticosteroidi sono prescritti in un breve periodo (prednisone al ritmo di 3-5 mg / kg per 3 giorni, seguito da una riduzione di 1/3 della dose somministrata

2-3 giorni, quindi diminuisce di un altro 1/3 da quello iniziale e viene somministrato per 2-3 giorni, seguito da annullamento) e vengono eseguite anche le iniezioni di gocciolamento endovenoso di un antiossidante multicomponente della soluzione di alfa al 1,5%.

Fig. 6. Necrosi del fegato. Istologia del fegato

e citoprotettore metabolico, iitoflavalina, destrano (reopolyglucine), soluzione di destrosio (glucosio), albumina umana; il liquido viene somministrato in ragione di non più di 50 ml / kg al giorno. Nel caso di una forma maligna, il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva, dove viene successivamente prescritto prednisone fino a 10-15 mg / kg in dosi ev in 4 ore senza interruzione durante la notte, albumina (10-15 ml / kg), glucosio 10%, citofago - valanghe (non più di 100 ml / kg di tutte le soluzioni di infusione contemporaneamente, con controllo della diuresi), inibitori della via orale: aprotinina (tras e l ol), orgoglio, contraccezione nella dose di età, nonché ossidi di coperchio (lasix) 1-2 mg / kgimannitol

Getti da 1,5 g / kg ma, lentamente, eparina 100-300 DB / kg con una minaccia di sindrome D B C a, antibiotici ad ampio spettro. Con l'inefficacia della terapia (coma TT), la plasmaferesi viene eseguita in un volume di 2-3 volumi di sangue circolante (BCC) 1-2 volte al giorno prima di lasciare il coma.

Misure importanti sono l'interruzione delle vie di trasmissione: l'uso di siringhe monouso e altri strumenti medici, la corretta sterilizzazione degli strumenti dentali e chirurgici, il test del sangue e dei suoi prodotti per virus dell'epatite con metodi altamente sensibili, l'uso di guanti di gomma da parte del personale medico e il rispetto rigoroso delle norme di igiene personale. Di particolare importanza è la profilassi specifica, ottenuta mediante immunizzazione attiva con monovaccini ricombinanti e vaccini combinati, a partire dall'infanzia, secondo uno schema secondo il calendario vaccinale nazionale.

Vaccini Combiotech (Russia), Regevak B (Russia), Endzheriks B (Russia), NV-Uakh II (USA), Shvank V (India), ecc. Sono utilizzati per la vaccinazione contro l'epatite B nel nostro paese.

Epatite virale cronica (B18)

La diagnosi differenziale viene eseguita allo stesso modo di altre epatiti virali. Il quadro clinico - vedi epatite cronica, cirrosi epatica. L'epatite B cronica non è una controindicazione alla gravidanza.

L'epatite C virale è stata scoperta solo nel 1989. La malattia è pericolosa, è quasi asintomatica e non si manifesta clinicamente. L'epatite C virale cronica negli ultimi 5 anni si è posizionata al primo posto in termini di incidenza e gravità delle complicanze. Ci sono 6 genotipi principali del virus dell'epatite C e più di 40 sottotipi. L'epatite C cronica è uno dei motivi principali che portano a un trapianto di fegato.

Nei contatti di tutti i giorni è impossibile essere infettati dal virus dell'epatite C. L'epatite C virale cronica si verifica, di regola, con scarsa presentazione clinica e livelli transaminasi transitori. Analisi biochimica del sangue nell'epatite C: la sindrome citolitica riflette l'attività delle transaminasi (ALT e AST). Tuttavia, i loro valori normali non escludono l'attività citologica dell'epatite.

  • K73 Epatite cronica, non classificata altrove.

Test sierologici per l'epatite C: il principale marker per la presenza del virus dell'epatite C nel corpo 8212; HCV-PHK. I pazienti ad alto rischio di cirrosi, definiti da caratteristiche biochimiche e istologiche, devono essere trattati per l'epatite cronica C. Lo schema di farmacoterapia dell'epatite C dipende dal genotipo dell'HCV e dal peso corporeo del paziente.

Con la cirrosi compensata del fegato nel risultato dell'epatite C cronica, il trattamento antivirale viene eseguito secondo i principi generali.

Epatite virale cronica (B18)

L'incidenza della cirrosi epatica con il suo tipico ciclo di epatite C cronica raggiunge il 20-25%.

Si ritiene che il virus dell'epatite C (HS) sia la causa principale della formazione di epatite cronica, cirrosi ed epatocarcinoma. Epatite virale A (epatite infettiva, epatite epidemica, malattia di Botkin) # 8212; Malattia virale acuta di una persona con un meccanismo fecale-orale di trasmissione del patogeno. La causa dell'epatite A è la penetrazione del virus nelle cellule del fegato, nella maggior parte dei casi attraverso alimenti contaminati. La seconda via di infezione è l'acqua inquinata dai rifiuti (acque).

I sintomi dell'epatite A

Il livello di bilirubina, che si trova nelle cellule del fegato, aumenta, penetra nel sangue, dipingendo la pelle in un ittero caratteristico dell'epatite. Le cellule infette muoiono, provocando un processo infiammatorio, anormale funzionalità epatica ed epatite stessa.

La diagnosi di epatite A comprende la raccolta della storia, l'ispezione visiva del paziente, la palpazione della regione destra dell'ipocondrio. La diagnosi di epatite A può essere difficile nel decorso asintomatico della malattia (forma anterterica). Tuttavia, il virus dell'influenza è caratterizzato da sintomi neurotossici e catarrale e l'epatite tende a manifestare epatomegalia e cambiamenti nelle funzioni del fegato.

Gli altri visitatori del sito ora stanno leggendo:

Vaccinazione dell'ICD 10: cosa è necessario sapere sui codici di vaccinazione

Affinché le istituzioni mediche possano monitorare adeguatamente varie malattie e prevenirle, esiste una moderna classificazione internazionale delle malattie. È noto come ICD 10 e contiene molti codici diversi, ciascuno dei quali viene assegnato a un'infezione oa un virus specifico, oltre alle vaccinazioni che devono essere fatte da loro.

Per diverse vaccinazioni in individui, la reazione è diversa, che è anche presa in considerazione nell'ICD 10 e riflessa nella descrizione dettagliata dei singoli codici. Pertanto, prima di consegnare un vaccino o un vaccino, un bambino (e un adulto) può conoscere in modo indipendente l'attuale lista di classificazione e sapere cosa ti aiuterà nel tuo caso particolare.

Al momento, ICD 10 è ancora un elenco aggiornato di codici, ma è previsto di pubblicare l'ICD 11 in un anno, al quale andranno tutte le istituzioni mediche di tutto il mondo.

Vaccinazione sui codici ICD 10: cosa è necessario sapere su questi numeri incomprensibili

I codici per la vaccinazione nel sistema ICD 10 sono piuttosto diversi e per comprenderli è necessaria una tabella valida, in base alla quale è necessario consultare, verificare i valori e quindi leggere direttamente la malattia o il vaccino, a seconda delle informazioni necessarie. Ad esempio, possiamo citare alcuni codici e categorie che sono più comuni al momento:

  • La vaccinazione della tubercolosi ICD 10 viene effettuata con i codici da A15 a A19. Allo stesso tempo, ogni codice ha le sue categorie, decimi, ad esempio A15.8 o A17.3. Ogni categoria in sé significa un particolare tipo di tubercolosi (nel nostro esempio). Ad esempio, A15 significa tubercolosi degli organi respiratori e A17 significa tubercolosi del sistema nervoso. Piccole categorie, decimi, indicano una malattia specifica. Ad esempio, A17.9 non è specificato tubercolosi del sistema nervoso o A16,4 è tubercolosi della laringe e della trachea. Quindi, conoscendo il codice necessario, puoi facilmente capire che cos'è il vaccino esattamente per quello che ti è stato prescritto o quale particolare malattia dovrebbe essere curata;
  • La vaccinazione ICD 10 può essere dello stesso tipo addominale, dalla dissenteria, dall'epatite C o da altre malattie infettive e virali pericolose che dovrebbero essere evitate con tutti i mezzi. A seconda della necessità di un vaccino, il medico scriverà sicuramente alcuni codici sulla lista malata. Puoi semplicemente andare con loro per la vaccinazione o a casa nel catalogo ufficiale dei codici letto su di loro in modo più dettagliato. Nel nostro articolo, appena sotto, anche questo sarà discusso;
  • Ad esempio, è ancora possibile dare codici non alfabetici, ma digitali, ad esempio, da 100 a 102 sono malattie del sistema sanguigno del corpo, in particolare - febbri reumatiche acute, ma da 170 a 179 - malattie della stessa categoria, ma riguardanti arterie, capillari e altri nodi simili nel corpo.

Come puoi vedere, ogni malattia ha il suo codice e i vaccini vengono spesso realizzati secondo questa designazione, ad esempio 189.7 o B24.1.

Quali codici di vaccinazione è necessario conoscere e come riconoscere scritti da un medico

Naturalmente, è impossibile ricordare tutti i codici di vaccinazione come un ricordo - nessuno lo sa e tutti sono guidati dai tavoli ufficiali. La vaccinazione di ICD viene effettuata secondo i codici appropriati, ognuno dei quali, come abbiamo già scritto sopra, indica una specifica malattia, virus o infezione che deve essere trattata. Ma se i codici stessi non hanno bisogno di essere conosciuti, allora è desiderabile ricordare le loro categorie - in questo modo, puoi scoprire cosa ti accade esattamente anche se il medico si oscura e non dice nulla. Quindi, secondo ICD 10 ci sono vari codici e in questo sistema dovrebbe essere evidenziato quanto segue:

  • I codici di vaccinazione ICD possono essere suddivisi in 22 categorie principali. Ognuno di loro è responsabile di alcune malattie di certe parti del corpo. I codici stessi, a loro volta, sono anche divisi in diverse sezioni, maggiori dettagli su cui è opportuno apprendere sul portale ufficiale, dove si trovano. Questi sono tavoli grandi, ma non è difficile da navigare in essi - tutto viene fatto in uno stile ad albero, con una navigazione comoda;
  • I codici possono essere divisi in alfabeto della lingua inglese - da A00 a Ogni codice in ogni categoria indica una malattia specifica. Più spesso in una categoria ci sono circa 100 codici, per ogni lettera ci sono da 80 a 99 unità di codici. Ogni lettera indica un'area specifica della malattia;
  • I più comuni a questo proposito sono i vaccini batterici, che di solito sono classificati come codice: questi sono i vaccini più comuni contro il colera, la peste, il tetano, la febbre tifoide e altre malattie. I codici di vaccinazione ICD possono essere trovati direttamente in queste tabelle, ma molto probabilmente saranno tutte le posizioni su Y58 direttamente da Y58.0 a Y58.9 - solo 9 pezzi.

Di conseguenza, è molto facile trovare il codice di vaccinazione desiderato anche se il medico ha scritto solo una malattia specifica o ha prescritto una vaccinazione profilattica, ma non ha annotato il numero. Utilizzando il catalogo ufficiale dei codici ICD 10, puoi facilmente determinare il vaccino di cui hai bisogno.

Qual è la reazione più probabile alla vaccinazione per l'ICD 10?

Parlando della reazione ai codici di vaccinazione, l'ICD 10 è difficile dire qualcosa di specifico e definito. Ogni persona ha un singolo organismo che funziona secondo certe leggi e solo il medico curante sarà in grado di determinare quali vaccinazioni possono essere iniettate e quali sono indesiderabili o proibite.

La reazione ai vaccini nel corpo umano può essere molto varia, dalla sua completa assenza a complicazioni abbastanza serie. La reazione sarà peggiore, più seriamente il corpo è malato, quindi, in caso di malattie croniche o acute, non è consigliabile fare la vaccinazione secondo l'ICD 10 - non ne uscirà nulla di buono. Tuttavia, in alcuni casi, il medico può fare un'eccezione, ad esempio, per una donna incinta e determinare il vaccino più benigno in modo che possa migliorare la sua salute e proteggere il suo corpo da possibili malattie nelle fasi del parto.

Ma sapere la risposta esatta alla vaccinazione può essere fatta solo per la prima volta, dal momento che l'effetto del corpo su varie vaccinazioni, anche sui codici ICD 10, può essere diverso.

Classificazione dell'ICD-10 dell'epatite - codici di malattia

Tipicamente, l'epatite (codice per l'ICD-10 dipende dall'agente patogeno ed è classificata nell'intervallo di B15-B19), che è una malattia epatica infiammatoria polietiologica, è di origine virale. Oggi l'epatite virale occupa il primo posto nella struttura delle patologie di questo organo. Gli epatologi infettanti trattano questa malattia.

Eziologia dell'epatite

La classificazione della malattia è complessa. L'epatite è divisa in 2 grandi gruppi in base al fattore eziologico. Queste sono patologie non virali e virali. La forma acuta include diverse opzioni cliniche con cause diverse.

In pratica, si distinguono i seguenti tipi di malattia non virale:

  1. Il carattere necrotico infiammatorio ha un danno epatico progressivo nella variante autoimmune, cioè se si sviluppa un'epatite autoimmune. La propria immunità distrugge il fegato.
  2. A causa dell'irradiazione prolungata a dosi superiori a 300-500 rad nell'arco di 3-4 mesi, si sviluppa una variante di radiazione dell'infiammazione del tessuto epatico.
  3. Spesso si ha necrosi con epatite tossica (codice ICD-10 K71). Il tipo colestatico è associato ai problemi del ritiro della bile - una grave malattia del fegato.
  4. L'epatite non specificata è determinata nella struttura di questa patologia. Tale malattia si sviluppa inosservata. Questa è una malattia che non si è evoluta in cirrosi epatica. Inoltre non completa entro 6 mesi.
  5. Sullo sfondo delle malattie infettive, le patologie gastrointestinali sviluppano un danno alle cellule del fegato di natura infiammatoria e distrofica. Questa è un'epatite reattiva (codice ICD K75.2).
  6. Tossico o ittero è diviso in forma medicinale o alcolica, che si verifica a seguito dell'abuso di bevande o droghe dannose. Si sviluppa epatite farmacologica o alcolica (codice ICD-10 K70.1).
  7. Una malattia di eziologia sconosciuta è considerata un'epatite criptogenetica. Questo processo infiammatorio è localizzato e progredisce rapidamente nel fegato.
  8. La conseguenza dell'infezione con la sifilide, la leptospirosi è l'infiammazione batterica del tessuto epatico.

Malattie virali

Diversi tipi di parassiti intracellulari più piccoli nel corpo causano una versione virale della patologia. Tutti i tipi di agenti patogeni provocano gravi infiammazioni del fegato. Attualmente, gli scienziati che hanno condotto la ricerca, hanno trovato 7 varietà di virus dell'epatite. I nomi delle lettere sono stati assegnati a tali forme di malattia del fegato: A, B, C, D, E, F e G. Negli ultimi anni sono state scoperte anche lesioni come TTV. Ciascuna delle lettere determina la malattia specifica e l'agente patogeno specifico.

Al momento, l'eziologia di ciascuno di questi agenti patogeni viene studiata in dettaglio. In ogni tipo di malattia sono stati trovati genotipi - sottospecie di virus. Ognuno ha le sue caratteristiche distintive.

Il vettore del virus o la persona malata è la fonte della malattia. La penetrazione del parassita nel sangue di una persona sana è la principale via di infezione, ma non è considerata l'unica. Per questo motivo, i percorsi di trasmissione delle patologie virali vengono esaminati dagli scienziati moderni. Il periodo di incubazione della malattia può durare fino a 4 settimane.

I virus A ed E sono i meno pericolosi. Tali agenti infettivi sono trasmessi attraverso cibo e cibo contaminati, mani sporche. Un mese o mezzo è il periodo di cura per questi tipi di ittero. I più pericolosi sono i virus B e C. Questi agenti patogeni insidiosi dell'ittero sono trasmessi sessualmente, ma più spesso attraverso il sangue.

Ciò porta allo sviluppo di un'epatite B cronica grave (codice ICD-10 V18.1). L'ittero C di origine virale (CVHS) è spesso asintomatico fino a 15 anni. Il processo distruttivo si verifica gradualmente nel corpo del paziente con epatite C cronica (codice ICD B18.2). L'epatite non specificata dura per almeno sei mesi.

Se un processo infiammatorio patologico si sviluppa per più di 6 mesi, viene diagnosticata una forma cronica della malattia. Allo stesso tempo, il quadro clinico non è sempre chiaramente espresso. L'epatite virale cronica procede gradualmente. Questa forma spesso porta allo sviluppo della cirrosi, se non esiste un trattamento adeguato. L'organo descritto del paziente aumenta, c'è l'apparenza del suo dolore.

Meccanismo e sintomi della malattia

Le principali cellule multifunzionali del fegato sono gli epatociti, che svolgono un ruolo importante nel funzionamento di questa ghiandola della secrezione esterna. Diventano l'obiettivo dei virus dell'epatite e sono influenzati dagli agenti causali della malattia. Sviluppa danni funzionali e anatomici al fegato. Ciò porta a gravi disturbi nel corpo del paziente.

Un processo patologico in rapido sviluppo è l'epatite acuta, che è nella classificazione internazionale delle malattie della decima revisione con i seguenti codici:

  • forma acuta A - B15;
  • forma acuta B - B16;
  • forma acuta C - B17.1;
  • forma acuta di E - B17.2.

Nell'analisi del sangue caratterizzato da un alto numero di enzimi epatici, la bilirubina. In brevi periodi di tempo, compare l'ittero, il paziente sta sperimentando segni di intossicazione. La malattia termina con il processo di recupero o di cronizzazione.

Manifestazioni cliniche della forma acuta della malattia:

  1. Sindrome epatolienale. In termini di dimensioni, la milza e il fegato stanno rapidamente aumentando.
  2. Sindrome emorragica. A causa di una violazione dell'omeostasi, si sviluppa un'emorragia vascolare maggiore.
  3. Sintomi dispeptic. Questi problemi manifestano una violazione della digestione.
  4. Cambiando il colore dell'urina, delle feci. Caratterizzato dal colore bianco-grigiastro della sedia. L'urina diventa oscura. Acquisire una mucosa dalle tonalità gialle, la pelle. Nella forma itterica o anicterica può verificarsi una forma di epatite acuta, che è considerata tipica.
  5. Sindrome astenica gradualmente formata. Questo è uno squilibrio emotivo, stanchezza.

Pericolo di ittero virale

Di tutte le patologie del sistema epatobiliare, il tipo virale della malattia porta più spesso allo sviluppo di cancro o cirrosi epatica.

A causa del rischio di formazione di quest'ultimo, l'epatite rappresenta un pericolo particolare. Il trattamento di queste patologie è estremamente difficile. La morte in caso di epatite virale è spesso osservata.

Test diagnostici

Lo stabilimento del patogeno della patologia, identificando le cause dello sviluppo della malattia, è lo scopo del sondaggio.

La diagnostica include il seguente elenco di procedure:

  1. Studi morfologici Biopsia dell'ago Un ago sottile è fatto per perforare il tessuto per studiare campioni bioptici.
  2. Test strumentali: risonanza magnetica, ecografia, CT. Studi di laboratorio: reazioni sierologiche, test di funzionalità epatica.

Effetti terapeutici

Gli esperti, sulla base dei risultati dei test diagnostici, prescrivono un trattamento conservativo. La terapia etiologica specifica è finalizzata all'eliminazione delle cause della malattia. Al fine di neutralizzare le sostanze tossiche, è necessaria la disintossicazione.

Gli antistaminici sono indicati per vari tipi di disturbi. Assicurati di aver bisogno di una terapia dietetica. Una dieta equilibrata e delicata è essenziale per l'epatite.

Al primo segno di problemi, è importante contattare prontamente uno specialista esperto.

Codice cronico dell'epatite C virale secondo ICB 10

Il codice virale dell'epatite C ICD 10 è una malattia infettiva che ha principalmente un impatto negativo e colpisce il tessuto epatico, la tiroide e il midollo osseo. Penetrando nel corpo umano, il virus per molto tempo non si manifesta affatto, e quindi minaccia che durante questo periodo di tempo possa portare a conseguenze irreversibili nel corpo.

Modi di infezione

Penetrare il virus dell'epatite C nel corpo umano può essere modi completamente diversi. Questo succede fondamentalmente come segue:

  • parenterale;
  • strumentale;
  • sessualmente;
  • da madre a figlio.

Se si basa su informazioni specificate nei protocolli locali, l'epatite C si verifica in seguito ai seguenti motivi:

  • durante le trasfusioni di sangue da un donatore infetto;
  • durante i rapporti sessuali;
  • come risultato dell'uso ripetuto dell'ago per la produzione di iniezioni;
  • durante la gravidanza, se alla madre viene diagnosticata una forma acuta della malattia;
  • nel parrucchiere o salone di bellezza, se non si osservano determinate regole di attrezzatura antisettica o di sterilizzazione.

Il virus dell'epatite C può penetrare nel corpo umano in modi completamente diversi.

Ma come dimostra la pratica di molti anni, in quasi la metà dei casi diagnosticati, non è ancora possibile scoprire la causa che è diventata fondamentale.

sintomi

Per quanto riguarda i segni caratteristici che indicano l'epatite virale cronica con un codice su mcb 10, possono apparire e scomparire sistematicamente e avere anche vari gradi di gravità. I sintomi principali sono i seguenti:

  • il verificarsi di nausea ricorrente;
  • la comparsa di dolore nella regione epigastrica;
  • dolori articolari e muscolari;
  • stati apatici;
  • febbre;
  • varie reazioni allergiche;
  • diarrea;
  • propensione a raffreddori e malattie virali;
  • perdita di appetito, con conseguente perdita significativa di peso corporeo.

Ma, come dimostra la pratica, tutti i sintomi di cui sopra hanno una forte manifestazione solo se la malattia è in forma acuta. Per quanto riguarda la fase cronica, in questo caso i sintomi non hanno una gravità pronunciata e possono verificarsi di volta in volta.

In alcune situazioni, l'epatite C virale cronica può innescare la crescita del carcinoma epatocellulare, che si manifesta nel corpo umano dai seguenti sintomi:

  • l'aspetto del dolore nel fegato;
  • sintomi di intossicazione generale;
  • sentimenti sistematici di debolezza e rapida stanchezza;
  • significativa perdita di peso corporeo;
  • epatomegalia in rapido aumento.

Nelle fasi più avanzate, lo sviluppo del tumore provoca la comparsa di ittero, così come l'aspetto delle vene sulla superficie dell'addome e la comparsa di ascite. Inoltre, in alcune situazioni, i pazienti hanno un significativo aumento della temperatura corporea.

diagnostica

Una caratteristica dell'epatite C è che la malattia è spesso completamente asintomatica, quindi a volte è problematico diagnosticarla.

Per fare una diagnosi accurata, il paziente deve sottoporsi a una diagnosi completa. Quando un paziente si reca in una struttura medica, il medico parla in modo confidenziale con lui. Questo è fatto al fine di scoprire la causa possibile che potrebbe portare a infezioni. Durante una conversazione, una persona dovrebbe essere estremamente onesta, poiché la sua salute e una prognosi favorevole per il recupero dipendono principalmente da questo.

Dopo la conversazione, il medico controllerà necessariamente il paziente con la palpazione. Sulla base di questi dati, verranno identificate ulteriori procedure diagnostiche che aiuteranno a confermare o negare la diagnosi preliminare.

Per fare una diagnosi accurata, il paziente deve sottoporsi a una diagnosi completa.

Le seguenti procedure dovrebbero essere seguite per confermare:

  • Test ELISA per antigeni e immunoglobuline;
  • Test PCR;
  • passare un esame del sangue generale e biochimico;
  • passare attraverso un coagulogramma;
  • esame ecografico;
  • Raggi X;
  • CT e RM;
  • biopsia epatica.

Sulla base dei risultati di tutti gli studi di cui sopra, uno specialista sarà in grado di fare una diagnosi accurata e selezionare il trattamento più efficace a seconda della negligenza del processo patologico. Va tenuto presente che nell'identificare l'epatite C, in nessun caso può auto-medicare, poiché ciò porterà alla progressione della malattia e allo sviluppo di conseguenze gravi e irreparabili.

trattamento

Il trattamento dell'epatite C virale deve essere eseguito in modo completo, solo in questo caso è possibile sbarazzarsi della patologia in un breve periodo di tempo e senza danni all'organismo. La terapia combinata include l'uso di droghe e dieta. Dovrebbe essere ricordato sul trattamento delle malattie concomitanti, così come sulla necessità di controllare l'attività fisica e l'equilibrio emotivo.

Per rallentare lo sviluppo della patologia, ai pazienti viene prescritta una terapia antivirale, poiché è lei che regredisce e stabilizza in modo assoluto tutti i cambiamenti patologici nel fegato. A sua volta, in questo modo è possibile prevenire la formazione di cirrosi, così come il carcinoma epatico primario. Vorrei anche notare che è una terapia antivirale volta a migliorare la qualità della vita del paziente.

Il trattamento dell'epatite C virale è richiesto in modo integrato.

Fai attenzione! La terapia antivirale per l'epatite C è indicata solo per i pazienti adulti con danno epatico confermato in laboratorio e strumentalmente.

Il trattamento dell'epatite cronica è l'uso dei seguenti farmaci:

  • farmaci che hanno attività antivirale, come l'interferone;
  • uso di immunosoppressori come il prednisone o l'azatioprina;
  • uso di droghe combinate;
  • uso di farmaci patogeni.

Per quanto riguarda lo scopo dell'interferone, dovrebbero essere seguiti corsi. Questo dovrebbe tenere conto del fatto che è vietato prescrivere se il paziente ha le seguenti malattie o anomalie:

  • se il paziente ha trapiantato organi donatori;
  • ci sono frequenti episodi di epilessia;
  • ci sono gravi malattie del cuore o dei vasi sanguigni;
  • crampi si verificano sistematicamente;
  • c'è una tendenza alla trombosi;
  • ci sono stati depressivi o disturbi mentali;
  • diagnosticato con cirrosi epatica scompensata.

Inoltre, il trattamento dell'epatite C cronica può essere effettuato utilizzando la terapia etiotropica, che mira a sopprimere l'attività virale, così come la completa rimozione del virus dal corpo. In un dato periodo di tempo, il metodo più efficace di tale terapia è l'uso combinato di interferone peghilato e ribavirina. La durata di tale terapia è scelta dal medico curante in ogni singolo caso e varia approssimativamente da mezzo anno a un anno.

Vari medici specialisti sono impegnati nel trattamento di tali malattie come l'epatite c, a seconda della sua forma. In questo caso, se ti è stata diagnosticata una forma acuta di patologia, allora in questo caso dovresti cercare aiuto da uno specialista di malattie infettive e, se la patologia ha acquisito una forma cronica, in tale situazione, un epatologo o un gastroenterologo sarà coinvolto nel trattamento.

Il corso del trattamento in qualsiasi forma della malattia dura per circa ventuno giorni, durante i quali il paziente deve sempre seguire tutte le raccomandazioni del suo medico curante.

È assolutamente necessario modificare l'orario dei pasti.

Tutti i pazienti con diagnosi di forma cronica di epatite C sono tenuti a seguire una dieta per tutta la vita, poiché solo in questo modo il funzionamento del fegato può essere notevolmente facilitato. In una tale situazione, i pazienti sono invitati a seguire la quinta tabella dietetica.

Inoltre, è imperativo cambiare l'orario dei pasti e dare la preferenza ai pasti frazionari. Mangiare circa sei volte al giorno in piccole porzioni. Anche il bilancio idrico dovrebbe essere monitorato. Per fare questo, bere giornalmente circa due litri di liquido.

Affinché il trattamento porti risultati, si raccomanda che una persona abbandoni completamente tutte le cattive abitudini.

I seguenti alimenti dovrebbero essere esclusi dalla dieta:

  • noci;
  • fagioli;
  • carne e pesce grassi;
  • pesce e carne in scatola;
  • latticini grassi e grassi animali;
  • carne affumicata;
  • piatti fritti e salati;
  • cibi piccanti e in salamoia;
  • uova di gallina;
  • brodi di carne;
  • salsicce;
  • muffin e cioccolato;
  • prodotti con aggiunta di coloranti e conservanti;
  • bevande gassate

Metodi di prevenzione

Al fine di prevenire il verificarsi di epatite C, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • smettere di usare droghe narcotiche;
  • eliminare il sesso promiscuo;
  • utilizzare sempre i propri prodotti per l'igiene personale;
  • durante i rapporti sessuali, assicurati di usare il preservativo;
  • monitorare la sterilità degli strumenti nei saloni di manicure e nei saloni di parrucchiere.

Aderendo a queste semplici regole sarete in grado di evitare l'infezione da epatite, ma per evitare che il processo patologico vada in una forma cronica, dovreste visitare sistematicamente un istituto medico per la prevenzione. Quando compaiono i primi sintomi, in nessun caso non automedicare e consultare immediatamente un istituto medico. Durante il trattamento, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico curante, non sostituire i farmaci con analoghi e non modificare il dosaggio.

Epatite virale con codice MKB 10

EPATITE B (codice su ICD-10 - B16

Malattia epatica acuta (o cronica) causata da un virus contenente DNA per via parenterale. L'epatite B (HB) si presenta spesso in forma moderata e grave, spesso protratta e cronica (5-10%). Il problema dell'HBV è di particolare rilevanza a causa della crescente tossicodipendenza tra i bambini più grandi e gli adolescenti.

Fig. 1. Epatite B. Modello di diffrazione elettronica del virus

Il periodo di incubazione è da 2 a

6 mesi. Gli aspetti caratteristici delle manifestazioni cliniche dell'HBV acuta tipica sono una sindrome epatolitica marcata ad insorgenza graduale, la conservazione e persino un aumento dei sintomi di intossicazione durante il periodo itterico della malattia, un graduale aumento dell'ittero con successiva stabilizzazione in altezza ("plateau icterico"), e quindi il periodo itterico può abbattere a 3

Fig. 2. Istologia del fegato nell'epatite acuta B. Colorata con ematossilina eosina

5 settimane, occasionalmente rash papuloso-papulare sulla pelle (sindrome di Janotti-Krost), prevalenza di forme moderate e gravi della malattia, e nei bambini del 1 ° anno di vita il possibile sviluppo di una forma maligna di epatite B.

La rilevazione dell'antigene di superficie sierica del virus dell'epatite B - HB $ A§ - utilizzando l'ELISA è fondamentale per la diagnosi. È importante notare che nel decorso acuto della malattia, HB $ A§ di solito scompare dal sangue entro la fine del primo mese dall'inizio dell'itterizia. A lungo, più di 6 mesi, l'identificazione di HB $ A indica un decorso cronico della malattia. La replicazione attiva del virus dell'epatite B conferma il rilevamento nel sangue mediante ELISA di HBeA e HBV DNA mediante PCR. Degli altri marcatori sierici, il rilevamento nel sangue con l'aiuto di ELISA anti-HBc 1§M nel periodo pre-ittero, durante l'intero periodo di ittero e nella fase iniziale di recupero è importante. Titoli elevati di anti-HBc 1§M sono osservati in tutti i pazienti, indipendentemente dalla gravità della malattia, nei primi periodi e durante la fase acuta della malattia, anche nei casi in cui HB $ A2 non viene rilevato a causa di una diminuzione della sua concentrazione, come nel caso dell'epatite fulminante o dell'ammissione tardiva in ospedale. D'altra parte, l'assenza di anti-HBc 1g in pazienti con segni clinici di epatite acuta esclude in modo affidabile l'eziologia HB-virale della malattia.

Nel diagnosticare forme lievi e moderate della malattia, i pazienti sono attivi

3. Epatite. Eruzione di epatite B

modalità mezza-letto e ricevere un trattamento sintomatico. Prescrivere il tavolo del fegato, bere molta acqua [5% soluzione di destrosio (glucosio), acqua minerale], un complesso di vitamine (C, BP ​​B2, B6) e, se necessario, farmaci coleretici: immortelle sabbiose (flamen), berberina, raccolta coleretica, ecc. Oltre alla terapia di base, gli ormoni corticosteroidi sono prescritti in un breve periodo (prednisone al ritmo di 3-5 mg / kg per 3 giorni, seguito da una riduzione di 1/3 della dose somministrata

2-3 giorni, quindi diminuisce di un altro 1/3 da quello iniziale e viene somministrato per 2-3 giorni, seguito da annullamento) e vengono eseguite anche le iniezioni di gocciolamento endovenoso di un antiossidante multicomponente della soluzione di alfa al 1,5%.

Fig. 6. Necrosi del fegato. Istologia del fegato

e citoprotettore metabolico, iitoflavalina, destrano (reopolyglucine), soluzione di destrosio (glucosio), albumina umana; il liquido viene somministrato in ragione di non più di 50 ml / kg al giorno. Nel caso di una forma maligna, il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva, dove viene successivamente prescritto prednisone fino a 10-15 mg / kg in dosi ev in 4 ore senza interruzione durante la notte, albumina (10-15 ml / kg), glucosio 10%, citofago - valanghe (non più di 100 ml / kg di tutte le soluzioni di infusione contemporaneamente, con controllo della diuresi), inibitori della via orale: aprotinina (tras e l ol), orgoglio, contraccezione nella dose di età, nonché ossidi di coperchio (lasix) 1-2 mg / kgimannitol

Getti da 1,5 g / kg ma, lentamente, eparina 100-300 DB / kg con una minaccia di sindrome D B C a, antibiotici ad ampio spettro. Con l'inefficacia della terapia (coma TT), la plasmaferesi viene eseguita in un volume di 2-3 volumi di sangue circolante (BCC) 1-2 volte al giorno prima di lasciare il coma.

Misure importanti sono l'interruzione delle vie di trasmissione: l'uso di siringhe monouso e altri strumenti medici, la corretta sterilizzazione degli strumenti dentali e chirurgici, il test del sangue e dei suoi prodotti per virus dell'epatite con metodi altamente sensibili, l'uso di guanti di gomma da parte del personale medico e il rispetto rigoroso delle norme di igiene personale. Di particolare importanza è la profilassi specifica, ottenuta mediante immunizzazione attiva con monovaccini ricombinanti e vaccini combinati, a partire dall'infanzia, secondo uno schema secondo il calendario vaccinale nazionale.

Vaccini Combiotech (Russia), Regevak B (Russia), Endzheriks B (Russia), NV-Uakh II (USA), Shvank V (India), ecc. Sono utilizzati per la vaccinazione contro l'epatite B nel nostro paese.

B 18.1 - "Epatite B cronica senza un agente delta";

B 18.0 - "Epatite B cronica con agente Delta".

Il corso naturale dell'infezione cronica da HBV

Nei pazienti con HBV, l'incidenza cumulativa di CP entro 5 anni va dall'8 al 20%, nei prossimi 5 anni la possibilità di scompenso è del 20%. Con la cirrosi compensata, la probabilità di sopravvivenza del paziente per 5 anni è dell'80-86%. Con la CPU decompensata, il tasso di sopravvivenza per 5 anni è estremamente basso (14-35%). L'incidenza annuale del carcinoma epatocellulare in pazienti con una diagnosi accertata di cirrosi nel risultato di CHB è del 2-5% e varia in un certo numero di regioni geografiche.

Ci sono 4 fasi del decorso naturale dell'infezione cronica da HBV:

fase di tolleranza immunitaria,

fase di clearance immunitaria

fase di controllo immunitario.

Fase di tolleranza immunitaria. di regola, è registrato nei giovani infettati durante l'infanzia. Si tratta di pazienti con elevata carica virale, HBeAg-positivi, con normale attività enzimatica epatica, mancanza di fibrosi epatica e minima attività necroinfiammatoria.

La fase immunoattiva dell'epatite cronica HBeAg-positiva può svilupparsi in tre scenari.

I- possibile sieroconversione spontanea di HBeAg. e la transizione della malattia nello stato di portatore inattivo di HBsAg.

II - il corso continuo di epatite B HBeAg-positiva cronica con un alto rischio di sviluppare CP.

III - Trasformazione dell'epatite HBeAg-positiva in epatite cronica HBeAg-negativa come risultato di mutazioni nella zona centrale dell'HBV e cessazione della produzione di "HBeAg classico" Le forme mutanti dell'HBV iniziano gradualmente a dominare la popolazione con la successiva piena prevalenza di questa variante virale.

La fase del controllo immunitario è un'infezione da HBV persistente senza un pronunciato processo necro-infiammatorio nel fegato e nella fibrosi.

Nel 15% dei pazienti, è possibile riattivare l'infezione da HBV e sviluppare un pronunciato processo infiammatorio-necrotico nel fegato. È possibile (0,06%) formare cirrosi e lo sviluppo del carcinoma epatocellulare, che giustifica la necessità di un monitoraggio dinamico permanente di questo gruppo di pazienti. Allo stesso tempo, l'eliminazione spontanea di HBsAg avviene in "portatori inattivi di HBsAg" (1-2% all'anno), e nella maggior parte di questi pazienti gli anti-HBs sono successivamente registrati nel sangue.

La fase di riattivazione dell'infezione da HBV è possibile sullo sfondo dell'immunosoppressione. In questo caso, l'alta viremia, l'aumentata attività ALT e l'epatite B attiva, confermata istologicamente, vengono nuovamente rilevate. In alcuni casi, è possibile una reversione di anti-HBe / HBeAg.

Minacce per la trasformazione dell'HBV acuta in cronica:

decorso protratto dell'epatite (più di 3 mesi);

ICD-10: il codice A è:

riferimenti

  • Capitolo I. Alcune malattie infettive e parassitarie (A00-B99) (inglese). Classificazione statistica internazionale delle malattie e problemi di salute correlati. 10a revisione. Versione per il 2007. Organizzazione mondiale della sanità (04/05/2006). Controllato l'11 aprile 2009.
  • Classe I: alcune malattie infettive e parassitarie. Classificazione internazionale delle malattie ICD-10. Versione elettronica Sviluppato da un team di programmatori della clinica Demost. Controllato l'11 aprile 2009.
  • Classe I. Alcune malattie infettive e parassitarie (A00-B99). Classificazione internazionale delle malattie ICD-10. Server di informazioni mediche. Controllato l'11 aprile 2009.

Wikimedia Foundation. 2010.

Guarda cosa è ICD-10: Codice A in altri dizionari:

ICD-10: Codice B - Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD 10) Classe I Alcune malattie infettive e parassitarie Classe II Neoplasie Classe III Malattie del sangue, degli organi che formano il sangue e di alcuni disturbi che coinvolgono il meccanismo immunitario Classe... Wikipedia

ICD-10: Codice E - Elenco di classificazione della Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione Classe I. Alcune malattie infettive e parassitarie Classe II. Neoplasma di classe III. Malattie del sangue, degli organi che formano il sangue e di alcuni disturbi che coinvolgono il sistema immunitario 8230;... Wikipedia

ICD-10: Classe IV - Elenco delle classi della Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione Classe I. Alcune malattie infettive e parassitarie Classe II. Neoplasma di classe III. Malattie del sangue, degli organi che formano il sangue e di alcuni disturbi che coinvolgono il sistema immunitario 8230;... Wikipedia

ICD-10: Classe E - Elenco di classificazione della Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione Classe I. Alcune malattie infettive e parassitarie Classe II. Neoplasma di classe III. Malattie del sangue, degli organi che formano il sangue e di alcuni disturbi che coinvolgono il sistema immunitario 8230;... Wikipedia

La lista delle abbreviazioni è # 160; # 160; Questa è la # 160; la lista ufficiale degli articoli creati per coordinare i lavori sullo sviluppo dell'argomento. # 160; # 160; Questo avviso non è installato su elenchi di informazioni e glossari... Wikipedia

Schizofrenico - Schizofrenia Eigen Bleuler (1857-1939) usò per la prima volta il termine "schizofrenia" nel 1908. ICD 10 F20. ICD 9... Wikipedia

Schizofrenia - Ci sono altri significati in questo termine, vedi Schizofrenia (significati). Questo articolo è # 160; o # 160; disturbo psicotico (o gruppo di disturbi). Circa 160, le sue forme cancellate, vedi # 160; disturbo schizotipico; o # 160; disturbo di personalità # 8230;... Wikipedia

Disturbi alimentari - Disturbi alimentari ICD 10 F50.50. ICD 9 307,5 ​​307,5 ​​MeSH... Wikipedia

Epatite virale cronica C negli adulti

L'incidenza dell'epatite C nella Federazione Russa è in costante aumento. La peculiarità dell'epatite cronica C è un sintomo debole per molti anni. Più spesso, tali pazienti vengono rilevati per caso, quando si recano presso istituzioni mediche per altre malattie, prima di un intervento chirurgico, mentre si sottopongono a una visita medica di routine. A volte i pazienti vanno dal medico solo se ci sono serie complicazioni a causa della malattia. Pertanto, è importante diagnosticare l'epatite C virale in tempo e iniziare il trattamento.

L'epatite C virale è una malattia infettiva. È caratterizzato da un decorso lieve (fino a quello asintomatico) con una forma acuta. Molto spesso, la malattia acquisisce lo stato di cronica, che comporta lo sviluppo di gravi complicanze - cirrosi e carcinoma epatico.

L'unica fonte di virus dell'epatite C è una persona malata.

L'HCV nel mondo è stimato in circa 170 milioni di persone.

Nella classificazione internazionale delle malattie dell'ultima revisione (ICD-10) l'epatite C virale ha i codici:

  • B17. 2 - epatite acuta C.
  • B18. 2 - epatite cronica C.

L'agente eziologico della patologia è il virus dell'epatite C (HCV). La particolarità di questo virus è la sua alta capacità di mutare. La variabilità del genotipo consente al virus dell'epatite C di adattarsi alle condizioni del corpo umano e di funzionare a lungo in esso. Esistono 6 varietà di questo virus.

Stabilire un tipo genetico di un virus in un caso specifico di infezione non determina l'esito della malattia, ma l'identificazione di un genotipo consente di fare una previsione sull'efficacia del trattamento e influenza la sua durata.

L'epatite C è caratterizzata dal meccanismo di trasmissione del patogeno a contatto con il sangue. L'implementazione del meccanismo avviene naturalmente (quando si trasmette il virus dalla madre al feto - verticale, contatto - quando si usano oggetti domestici e durante i contatti sessuali) e modi artificiali.

La via artificiale dell'infezione avviene attraverso la trasfusione di sangue infetto e dei suoi componenti, durante procedure mediche e non mediche, che sono accompagnate da una violazione dell'integrità della pelle e delle mucose, durante la manipolazione di strumenti contenenti sangue infetto.

La suscettibilità delle persone al virus è alta. L'insorgenza di infezione dipende in gran parte da quanto dell'agente patologico è entrato nel corpo.

L'epatite C acuta è asintomatica, rendendo difficile la diagnosi. Pertanto, in quasi l'82% dei casi, si verifica l'epatite C cronica.

La peculiarità del decorso cronico della malattia negli adulti è rappresentata dai sintomi attenuati o addirittura dall'assenza di sintomi. L'aumentata attività degli enzimi epatici, l'individuazione di marcatori virali nel siero per un periodo di sei mesi sono indicatori di questa malattia. Spesso i pazienti arrivano dal medico solo dopo l'insorgenza di cirrosi epatica e la manifestazione delle sue complicanze.

L'infezione cronica da HCV può essere accompagnata da un'attività completamente normale degli enzimi epatici dopo ripetuti esami durante l'anno.

In alcuni pazienti (15% o più), un biologo serio della struttura dell'organo si trova nella biopsia epatica. Le manifestazioni extraepatiche di questa malattia si verificano, secondo la comunità medica scientifica, in più della metà dei pazienti. Determineranno i dati prognostici della malattia.

Il decorso della malattia è complicato da tali disturbi extraepatici come la produzione di anormali proteine ​​del sangue, lichen planus, gluculonefrite, porfiria cutanea, reumatismi. Il ruolo del virus nello sviluppo del linfoma a cellule B, la trombocitopenia, il danno delle ghiandole interne (tiroidite) e la secrezione esterna (ghiandole salivari e lacrimali), il sistema nervoso, gli occhi, la pelle, le articolazioni, i muscoli sono stati stabiliti.

Per confermare la diagnosi di epatite C cronica, vengono utilizzati metodi di interrogazione ed esame, determinazione dei parametri biochimici del sangue e delle urine in dinamica, e la presenza di anti-HCV e HCV RNA nel siero del sangue. Lo standard per la diagnosi dell'epatite virale cronica C è una biopsia puntura del fegato, mostrata a tutti i pazienti che hanno i criteri diagnostici per un processo infiammatorio cronico in questo organo. Gli obiettivi della biopsia sono stabilire il grado di attività dei cambiamenti patologici nel tessuto epatico, chiarire la stadiazione della malattia in base alla forza dei cambiamenti fibrosi (determinazione dell'indice di fibrosi). Attraverso la biopsia è la valutazione dell'efficacia del trattamento.

Sulla base dell'istologia del fegato, determinare il piano di trattamento del paziente, le indicazioni per la terapia antivirale e prevedere l'esito della malattia.

Esiste uno standard chiaro per l'esame di un paziente che era sospettato di epatite C virale. Il piano d'esame comprende test di laboratorio e diagnostica strumentale.

Prove diagnostiche di laboratorio obbligatorie:

  • emocromo completo;
  • analisi biochimica del sangue (bilirubina, ALT, AST, test timolo);
  • analisi immunologica: anti-HCV; HBS Ag;
  • analisi delle urine.

Ulteriori test diagnostici di laboratorio:

  • biochimica del sangue;
  • coagulazione;
  • gruppo sanguigno, fattore Rh;
  • studio immunologico aggiuntivo;
  • analisi del sangue occulto fecale.
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • ECG;
  • radiografia del torace;
  • biopsia epatica percutanea;
  • esofagogastroduodenoscopia.

Il trattamento dell'epatite C virale dovrebbe essere completo. Questo implica una terapia di base e antivirale.

La terapia di base include la dieta (tabella n. 5), l'uso del corso di farmaci che supportano l'attività del tratto gastrointestinale (enzimi, epatoprotettori, farmaci coleretici, bifidobatteri).

È necessario ridurre l'attività fisica, osservare l'equilibrio psico-emotivo, non dimenticare il trattamento delle malattie associate.

Lo scopo del trattamento etiotropico dell'epatite C cronica è la soppressione dell'attività virale, la completa rimozione del virus dal corpo e la conclusione del processo infettivo patologico. La terapia antivirale è la base per rallentare la progressione della malattia, si stabilizza e regredisce i cambiamenti patologici nel fegato, previene la formazione di cirrosi e carcinoma epatico primario e migliora la qualità della vita.

Secondo le raccomandazioni, il trattamento con farmaci antivirali viene effettuato solo in pazienti adulti con epatite cronica C, con presenza di HCV RNA nel sangue e con danno epatico confermato istologicamente.

Attualmente, l'opzione migliore per il trattamento etiotropico dell'epatite C virale cronica è l'uso di una combinazione di interferone alfa-2 pegilato e ribavirina da 6 mesi a 1 anno (a seconda del genotipo del virus che ha causato la malattia).