I sintomi della malattia del fegato

Trattamento

Ci sono circa dieci varietà nosologiche comuni di malattie del fegato che si trovano spesso nella pratica clinica.

Secondo le caratteristiche morfologiche, è razionale distinguere i segni di lesioni alcoliche, infiammatorie, tossiche, fibrose, cirrotiche del tessuto epatico.

La natura della nosologia determina i tipi di dolore al fegato in una persona, che aiuta a sospettare il danno subito e iniziare un trattamento tempestivo.

Sintomi di danno epatico alcolico acuto e cronico

La funzione principale del fegato: la distruzione di sostanze tossiche che cadono dall'esterno o si formano nel corpo. Quando l'alcol viene abusato nel sangue, i metaboliti dell'alcol si accumulano, l'acido acetico e l'acetaldeide, che sono il risultato dell'alcool etilico che viene processato dalle cellule del fegato (epatociti). L'accumulo di queste sostanze è la fonte di alcuni sintomi clinici:

  • letargia;
  • Mal di testa;
  • Perdita di attività riflessa;
  • irritabilità;
  • Diminuzione del tono muscolare;
  • Encefalopatia.

Le manifestazioni sono dovute al gonfiore del cervello.

Dopo l'insorgenza di encefalopatia alcolica con l'aiuto di metodi di laboratorio e clinico-strumentali, l'epatite tossica viene diagnosticata in una persona, procedendo in un tipo acuto o cronico.

Con una clinica attiva c'è una pesantezza nell'ipocondrio destro a causa di un aumento delle dimensioni del fegato. La violazione della produzione di acidi biliari provoca dolore sotto le costole a destra. Un blocco pronunciato della bile porta ad ittero, in cui la pelle e l'occhio sclera diventano ittero.

I sintomi cronici della malattia epatica si verificano gradualmente:

  • Debolezza costante, affaticamento, dolore alle articolazioni - manifestazioni di un aumento della quantità di tossine nel sangue;
  • Dolore addominale, stitichezza e diarrea si verificano con la sindrome dispeptica associata a una violazione della bile nell'intestino.

Il processo infiammatorio cronico nel fegato durante l'attività prolungata porta alla comparsa di siti di distruzione del parenchima, nel luogo in cui cresce il tessuto fibroso non funzionale. Un gran numero di alcolizzati con epatite cronica sviluppa gradualmente la cirrosi. Il processo di proliferazione di tessuto connettivo al sito del parenchima danneggiato, epatologi si divide in 2 fasi - «segni epatici piccoli e grandi».

La prima forma si verifica nel 75% dei pazienti. Accompagnato dalla diffusione sulla pelle della telangiectasia, l'eritema, un aumento delle ghiandole mammarie. Ultrasuoni diagnostica un fegato ingrossato con un bordo acuto doloroso. L'insorgenza di cirrosi non dovrebbe essere consentita, poiché il trattamento della nosologia è solo sintomatico. Lo sviluppo di insufficienza epatica porta all'avvelenamento graduale del cervello e degli organi interni.

Segni di scompenso epatico in un alcolizzato cronico:

  • L'arrossamento del viso (rosacea) è una conseguenza dell'espansione dei vasi periferici durante la stimolazione dei recettori delle pareti dei capillari da parte dei metaboliti dell'alcol. La condizione non riflette il grado di compromissione epatica, ma è specifica per l'alcolismo cronico;
  • Allergia all'orticaria - insufficienza epatica dovuta all'accumulo di prodotti tossici nel sangue.

Si noti che le malattie del fegato nelle donne che consumano alcol etilico si verificano più acutamente. La bassa tolleranza genetica all'alcol nel gentil sesso porta più rapidamente a cirrosi e insufficienza epatica.

I primi segni di un fegato malato

L'individuazione dei primi segni di distruzione degli epatociti e una terapia qualificata consente di prevenire complicazioni pericolose. Il trattamento eziologico non è sempre possibile, perché l'umanità non ha imparato a combattere i virus e la morte del parenchima con la crescita eccessiva di focolai distruttivi di fibre del tessuto connettivo non funzionale è una condizione irreversibile. Se è possibile eliminare la causa della malattia nella fase iniziale, la morte viene prevenuta, poiché gli epatociti hanno un'alta capacità di auto-guarigione.

I primi segni di un fegato malato in donne e uomini:

  1. Il rapido cambiamento delle caratteristiche della pelle è una manifestazione dell'eliminazione delle tossine attraverso i pori della pelle quando gli epatociti falliscono. La diagnosi viene eseguita quando la pelle era bagnata e asciutta, o viceversa;
  2. La formazione di lipomi è un segno della produzione di colesterolo "cattivo" da parte delle cellule del fegato. Wen può apparire nella fase latente della patologia quando non si rileva infiammazione, fibrosi o cirrosi. Localizzata per via sottocutanea o all'interno del corpo, rilevata dagli ultrasuoni;
  3. Fragilità delle unghie, perdita di capelli è osservata con una mancanza di vitamine del gruppo di antiossidanti prodotti dalle cellule del fegato (A, E, D);
  4. Espansione dei vasi sanguigni, la comparsa di "stelle" sull'addome è un segnale inquietante di intossicazione o di un disturbo emorragico;
  5. I sintomi importanti della malattia del fegato nelle donne sono disturbi mestruali, accompagnati da irregolarità, sanguinamento eccessivo o mancanza di menarca;
  6. Disturbi costanti di arti freddi con occasionali crampi muscolari.

La diagnosi della condizione deve essere eseguita con la comparsa di uno qualsiasi dei sintomi descritti.

Come funziona la fibrosi epatica

La fibrosi è cicatrizzante che non progredisce. Si verifica in qualsiasi organo nel sito del tessuto distrutto. Il pericolo per la salute non è, in quanto non è una condizione progressiva. Le fibre fibrose riempiono i difetti degli organi che si formano durante ascessi (cavità limitata con contenuto purulento), emangiomi. La fibrosi non progredisce. Quando ha problemi al fegato, i sintomi che sono caratterizzati da singole manifestazioni sulla pelle, le mucose, non possono essere visti da una persona.

Solo un epatologo qualificato sarà in grado di identificare questa nosologia. Il trattamento eziologico del parenchima epatico fibrotico non viene effettuato. Se necessario, vengono prescritti farmaci sintomatici.

Manifestazioni cliniche della cirrosi epatica

A differenza della fibrosi, la proliferazione cirrotica è una condizione progressiva. Le fibre del tessuto connettivo si formano sul sito di difetti epatici. La longevità dipende dal grado di attività della cirrosi. Più è attiva la nosologia, più si avvicina la morte. Se la cirrosi si sviluppa lentamente (per diversi anni), gli epatociti sani con un'alta propensione all'autoguarigione prenderanno il sopravvento sulla funzionalità perduta.

Quali sono i sintomi del danno epatico suggeriscono l'insufficienza epatica nello stadio di scompenso:

  • Diverse sfumature di giallo su tutto il corpo - da giallo-rosso a giallo-pallido. Per differenziare il pericolo di patologia nell'ittero, gli specialisti usano il concetto di "sub-tertericità" quando è interessata solo la sclera. Quando il processo si sposta su un'altra pelle, il livello di bilirubina è superiore a 34 μmol / l. In caso di cirrosi, l'ittero è localizzato prevalentemente sugli arti inferiori, vicino all'ombelico;
  • Il prurito è una delle manifestazioni specifiche della cirrosi con il giallo. La gravità dei sintomi determina il grado di compensazione dell'insufficienza epatica.

Contemporaneamente alla cirrosi, vengono determinate una serie di complicazioni da altri organi: espansione delle vene splenica e portale, aumento della pressione portale, accumulo di liquido all'interno dell'addome, aumento dell'ammoniaca nel sangue, vari disturbi elettrolitici.

Il complesso descritto di violazioni porta a coma, encefalopatia. All'occorrenza di complicazioni la terapia nelle condizioni di un ospedale è richiesta. L'intossicazione grave è spesso accompagnata da insufficienza renale, pertanto il paziente potrebbe dover essere pulito mediante emodialisi (passando attraverso il sistema di filtraggio del sangue).

Segni di infiammazione virale del fegato

Nelle prime fasi dell'infiammazione, la maggior parte delle persone non sviluppa sintomi clinici a causa dell'elevata attività rigenerativa delle cellule. Esiste un elenco definito di segni di diagnosi precoce dell'epatite virale:

  • Pesantezza nella testa e riluttanza ad alzarsi dal letto al mattino;
  • Sapore amaro in bocca dopo aver mangiato;
  • Prurito e secchezza della mucosa orale;
  • La formazione di "stelle" vascolari;
  • Espansione singola delle arterie della pelle;
  • Disagio dopo la digestione;
  • Oscuramento delle urine, scolorimento delle feci - se ci sono pietre nel fegato, cistifellea;
  • La severità e il disagio sotto le costole a destra;
  • Gonfiore dell'addome e degli arti inferiori.

Qualsiasi sintomo epatico di epatite virale dovrebbe essere la base per uno studio approfondito della condizione umana. Il prurito intenso porta a gravi graffi (escoriazione), che possono essere piuttosto profondi. La particolarità delle manifestazioni cutanee durante l'infiammazione è l'assenza di vescicole e papule.

Emangiomi vascolari (accumulo anomalo di glomeruli di vasi sanguigni) hanno un aspetto specifico. Gli epatologi li chiamano "aracnidi". La manifestazione indica un corso sfavorevole di patologia. Localizzazione di "ragni" - petto, spalle, sezioni frontali del cranio. Emangioma stellare ha una dimensione di circa 2 mm, tonalità ciliegia.

Quando si preme sulla formazione di un vetrino o di una penna, c'è una pulsazione centrale della formazione. Gli esperti attribuiscono l'aspetto delle formazioni aracnidiche allo squilibrio di alcuni ormoni e mediatori che si verificano quando gli epatociti sono danneggiati.

Differenziare le "stelle" vascolari hanno bisogno di nevi, teleangiectasia, angiocheratoma.

Danni ai vasi sanguigni in cirrosi possono manifestarsi come un'espansione vivo-reticolare, a forma di anello o ad albero della rete vascolare.

Con gravi danni, si verificano numerose emorragie. La maggior parte dei pazienti lamenta emorragia nasale. Quando la pietra della colecisti, l'attività del danno al fegato aumenta in modo significativo. In questo contesto, si verificano spesso xantelasma e xantoma, un eccessivo accumulo di lipidi all'interno dei tessuti. Le formazioni si verificano a causa del metabolismo dei grassi alterato, i depositi di colesterolo in eccesso. Se il rapporto tra grassi "utili" e "nocivi" viene disturbato, si formano macchie lipidiche piatte (xantomi).

Grandi nodi (fino a 8 mm di diametro) si trovano in tutto il corpo, più sui glutei, sulle parti estensori delle articolazioni del ginocchio e del gomito.

Specie separate sono gli xantomi tendinei e tuberosi, che non sono associati a lesioni cirrotiche del parenchima epatico, ma assomigliano a depositi lipidici in cirrosi in apparenza.

La diagnosi di danni al fegato in fase di esecuzione non è difficile, ma il compito principale è quello di identificare la patologia in una fase precoce. Studiare attentamente i segni di danno epatico al fine di consultare prontamente un medico.

Quali sono i sintomi di un ingrossamento del fegato?

Il fegato allargato è una preoccupazione importante. Il fenomeno potrebbe significare che c'è un malfunzionamento del fegato e violato molte delle funzioni vitali del corpo.

Secondo l'ICD-10 (classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione), un aumento del fegato è registrato sotto i codici R16, R16.1, R16.2.

Cos'è un fegato ingrossato?

Prima di tutto, va sottolineato che un aumento del fegato non è, direttamente, una malattia, ma piuttosto il suo sintomo. Questo fenomeno è chiamato epatomegalia. È consuetudine parlarne quando il fegato raggiunge le seguenti dimensioni: all'intersezione dell'organo con la linea medioclavicolare destra - da 12 cm, e il lobo sinistro sulla palpazione è sentito nella regione epigastrica, e il peso può essere di 10 kg incredibili.

Anche al primo esame, può essere fatta una diagnosi. Ad esempio, se durante la palpazione si sente un fegato duro, anche pietroso, si può presumere che ci sia un tumore nei tessuti del fegato e, se l'esame è accompagnato da dolore, dovresti pensare all'epatite, all'epatosi o alla malattia di Budd-Chiari.

Le ragioni per cui il fegato aumenta

Per provocare un aumento del fegato (epatomegalia) nello stato dei seguenti motivi:

Infezione del fegato; Lesione alcolica delle cellule degli organi; Intossicazione da droghe; l'epatite; cirrosi; Epatosi grassa e colestatica; Blocco della vena epatica; Disturbi del metabolismo dei lipidi; Insufficienza cardiaca; Cisti e altre crescite benigne; emocromatosi; Neoplasie maligne; parassiti; Malattia da calcoli biliari.

Inoltre, questi motivi dell'aumento in se stessi necessitano necessariamente di un trattamento urgente e adeguato, che dovrebbe nominare solo uno specialista di profilo professionale.

sintomi

Vale la pena dare l'allarme e contattare il medico il più presto possibile con sospetto di un ingrossamento del fegato (epatomegalia) nel caso in cui si avvertano tali sintomi:

Severità e disagio nella parte destra, sotto le costole; Instabilità emotiva, pianto, aggressività; Bruciore di stomaco frequente con nausea, eruttazione; Scolorimento delle feci e delle urine; Ittero.

Vorrei richiamare l'attenzione sulla necessità di vedere presto un medico. Questa condizione non può passare senza conseguenze, quindi, per non mettere a rischio noi stessi e i nostri cari, non è consigliabile ritardare la visita dal medico.

Conseguenze di epatomegalia

Le conseguenze più pericolose per il corpo dell'ingrossamento del fegato sono l'insufficienza epatica e l'ulteriore progressione della malattia, che, di fatto, ha causato questa condizione. Tra questi, i più pericolosi, senza dubbio, sono oncologia e cirrosi epatica. Inoltre, nel caso del cancro, l'ipocarcinoma, in particolare, è estremamente importante che un trapianto di organi venga eseguito presto per ritardare la morte per molti anni.

diagnostica

Un fegato ingrandito è stabilito dai seguenti studi:

Esami del sangue (generali, biochimici con indicatori di ALT e AST); Ultrasuoni (CT) o tomografia computerizzata (CT); Terapia di risonanza magnetica (RM), incaricata di valutare le condizioni delle vie biliari; Una biopsia che viene prescritta per confermare o escludere l'oncologia o depositi di grasso nei tessuti dell'organo.

Fegato ingrandito in un bambino

Un aumento del fegato di un bambino non sempre significa la presenza di patologie o malattie gravi. Così, nei neonati e nei bambini dei primi mesi di vita, il fenomeno parla di ittero di un neonato, che non rappresenta un pericolo per un organismo fragile e passa rapidamente, anche se, allo stesso tempo, non devono essere escluse le lesioni alla nascita, il diabete e la distruzione della tiroide della madre.

Per un bambino la cui età non raggiunge i 7 anni, i sintomi visivi di un ingrossamento del fegato sono considerati normali condizioni fisiologiche del corpo, e il limite della dimensione del fegato non deve estendersi oltre i bordi delle costole di 1, massimo 2 cm. Tuttavia, escludere le malattie come cause di epatomegalia, può solo un dottore.

E le seguenti malattie possono contribuire ad un aumento del fegato:

Infezione TORCIA; Disturbi metabolici; Intossicazione del corpo; Blocco dei dotti biliari, loro funzionamento alterato; Tumori, sia benigni che maligni, entrambi di dimensioni impressionanti e di piccole dimensioni; Metastasi da cancro di un altro organo.

Un'urgente necessità di consultare un medico in una situazione in cui il bambino ha i seguenti sintomi:

La temperatura elevata; Mancanza di appetito; Nausea e vomito; ittero; Eruzione cutanea pruriginosa; Perdita di peso; Pattern venoso sull'addome; Feci schiarenti e urine scure.

Trattamento del fegato ingrossato

Il trattamento di un fegato allargato avviene secondo la sua causa dell'aumento. Quando, fortunatamente, non sono state rilevate malattie del corpo, ma i limiti della dimensione del fegato sono ancora lontani dalla norma, il medico consiglia di rivedere lo stile di vita, mangiare, abbandonare le cattive abitudini e, se necessario, perdere peso. È anche importante evitare situazioni stressanti per il corpo (inedia, stress nervoso), per allocare correttamente il tempo per il lavoro e il riposo, per fare un lavoro fisico fattibile.

Il trattamento può essere prescritto sulla base di tre fattori:

Preparati al fegato - epatoprotettori e farmaci coleretici; dieta; Oltre a limitare i carichi.

epatoprotettori

Nei casi in cui il fegato è ingrandito, un certo numero di determinati farmaci, epatoprotettori, contribuirà a ripristinare la sua struttura e ad alleviare i sintomi locali.

Legalon

Capsule marroni con una polvere di colore giallo scuro all'interno, costituita da estratto di semi di cardo mariano. In una capsula c'è 140 mg di silimarina. Le capsule non possono essere aperte, perché La silimarina viene distrutta dall'esposizione alla luce solare e, in questo caso, l'assunzione del farmaco può essere priva di significato.

Adolescenti da 12 anni e adulti, se viene diagnosticata l'epatomegalia, 1 capsula di Legalon viene prescritta tre volte al giorno per migliorare la condizione. Il corso è determinato dal medico individualmente.

Rezalut Pro

Come parte di Resalut Pro - fosfolipidi polinsaturi derivati ​​dalla lecitina di soia. Il dosaggio con un aumento del fegato viene regolato dal medico personalmente, ma la dose standard è di 2 capsule, somministrate 3 volte al giorno, prima dei pasti.

Il corso del trattamento è individuale.

Essentiale

Un prodotto unico contenente fosfolipidi essenziali derivati ​​dalla soia. Le capsule sono presentate sotto forma di un guscio color kaki con contenuto viscoso che assomiglia al miele.

Disponibile anche sotto forma di soluzione iniettabile.

I sintomi di epatomegalia possono essere trattati con 2 capsule prese 3 volte al giorno durante i pasti.

La durata del trattamento dovrebbe essere di almeno 3 mesi.

Galstena

Rimedio omeopatico con un'azione antinfiammatoria, epatoprotettiva e coleretica pronunciata, inoltre, Galsten serve come antispasmodico.

In 1 ml di soluzione ci sono 25 gocce.

Gli adolescenti dai 12 anni e gli adulti in caso di diagnosi di ingrossamento del fegato sono prescritti nella quantità di 10 gocce, che possono essere bevute sia in forma pura sia diluite in un cucchiaio d'acqua.

Gepabene

Capsule Il gepabene è un guscio di gelatina contenente una polvere marrone chiaro o scuro all'interno, che è eterogeneo e ha macchie bianche o giallastre. La polvere sarà ottenuta da estratti secchi di fumo e cardo mariano.

L'epatomegalia negli adulti è trattata con 1 capsula di epabene, tre volte al giorno.

Liv-52

Preparato vegetale combinato contenente estratti di cicoria, cassia, achillea, nightshade, ravanello, emblica, dymyanki, nonché ossido di ferro e altri componenti.

Adulti e adolescenti che hanno raggiunto l'età di 14 anni, con un aumento del fegato, assumere 2 compresse, tre volte al giorno.

Ovesol

Rimedio combinato a base di erbe con estratti di avena, menta, immortelle e polvere di curcuma. Disponibile sotto forma di compresse e soluzione alcolica.

La soluzione è prescritta dal medico due volte al giorno in una quantità da 15 a 50 gocce.

Si consiglia di assumere compresse anche il 1 °, anche due volte al giorno.

Il corso generale di trattamento per le malattie del fegato è di un mese.

Farmaci ausiliari

Come ulteriore aiuto alla digestione, i farmaci Mezim e Allohol possono essere raccomandati da un medico.

Mezim

Mezim contiene polvere di pancreatina da enzimi pancreatici prelevati da maiali.

Nominato nel caso di malattie del tratto gastrointestinale, accompagnato da disturbo nella digestione, nella quantità di 1 o 2 compresse prima dei pasti e da 1 a 4 direttamente durante il pasto.

allohol

Il farmaco si basa su estratti biliari condensati di ortica e aglio, oltre a carbone attivo. Si consiglia di ricevere dopo un pasto sotto forma di 1 o 2 compresse tre volte o quattro volte al giorno per 3 settimane.

dieta

Per riportare il fegato ingrossato alla normalità, è importante cambiare la dieta e lo stile di vita, in generale. La dieta è considerata una misura non meno efficace del trattamento del fegato rispetto ai farmaci.

È importante che il fegato venga ingrandito, almeno al momento del trattamento, per escludere dalla dieta quotidiana di un adulto o di un bambino:

Piatti fritti, speziati, salati; Varietà di carne e di pesce considerate grasse; Alimenti in scatola, cibi pronti e fast food; Salse piccanti e speziate; Latte grasso e latte acido; Dessert alla crema; Pasticceria

L'assunzione di cibo dovrebbe essere frazionale e totale 5 o 6 volte un colpo. In dettaglio per rendere il menu e una dieta nel suo complesso aiuterà il medico-epatologo e il nutrizionista.

Menu di esempio con un aumento del fegato per una settimana

Il secondo pasto: biscotti d'avena e succo di mela.

Pranzo: il primo - borscht vegetariano, il secondo - cotolette di vapore e purea di verdure, composta.

Pranzo: gnocchi pigri con crema acida a zero grassi.

Cena: vitello stufato con stufato di verdure.

Prima di andare a letto, bevi un bicchiere di kefir.

La seconda colazione: frittata di proteine ​​del vapore.

Pranzo: primo - zuppa di verdure, secondo - soufflé di carne, succo di mela.

Pranzo: ricotta grassa 0,1-0,3%, condita con panna acida simile.

Cena: polpette con purea di verdure, tisane.

Ora di andare a letto: un bicchiere di yogurt magro.

La seconda colazione: biscotti d'avena, tè.

Pranzo: prima - zuppa di verdure, purea di vitello, succo di mela.

Pranzo: cheesecake al forno al forno, composta.

Seconda colazione: casseruola di ricotta, tisana.

Pranzo: in un primo momento - zuppa di manzo, al secondo - stufato di verdure, succo appena spremuto di mele e carote.

Cassaforte, frittata a vapore.

Cena: pesce al forno, tè leggero.

Ora di andare a letto: un bicchiere di yogurt magro.

La seconda colazione: biscotti galetny, composta.

Pranzo: sicuramente un piatto liquido, per esempio, zuppa di cavolo non acida, per la seconda - quaglia di filetto di pesce al vapore, succo fresco.

Pranzo: casseruola di verdure.

Cena: mousse di frutta o marmellata.

Prima di andare a letto: un bicchiere di kefir.

La seconda colazione: marshmallow, composta di frutta secca.

Pranzo: il primo piatto - zuppa di petto di pollo e verdure, il secondo - polpette di carne al vapore, succo appena spremuto di carote e mele.
Sicuro: zuppa di latte con piccoli tagliolini.

Cena: soufflé di carne, composta.

Prima di andare a letto: un bicchiere di yogurt magro.

'Alt = "quali sono i sintomi con un ingrossamento del fegato">

Articoli e recensioni del nostro sito sono di carattere consultivo e informativo. Per l'applicazione di tutti i metodi di trattamento e prevenzione è necessario consultare il proprio medico!

Chi ha detto che curare il fegato è difficile?

Sei tormentato dalla sensazione di pesantezza e dolore sordo nella parte destra... E l'odore sgradevole dalla bocca non aggiunge confidenza... E in qualche modo è una vergogna se il tuo fegato ancora causa interruzioni nella digestione... Inoltre, le medicine raccomandate dai medici per qualche motivo sono inefficaci nel tuo caso...

Esiste un rimedio efficace per le malattie del fegato... Segui il link e scopri come Olga Krichevskaya ha guarito e purificato il fegato in 2 settimane!

Ai primi segni di un aumento del fegato, è necessario, prima di tutto, identificare la causa o la malattia.

Cosa significa ingrandimento del fegato?

Un ingrossamento del fegato non è una malattia, ma un sintomo di un problema al fegato. In medicina, questo fenomeno è chiamato epatomegalia e significa che il fegato cessa di svolgere le sue funzioni. L'epatomegalia, se non trattata, può portare allo sviluppo di una malattia fatale - insufficienza epatica. Per rilevare un aumento del fegato, è sufficiente un esame fisico di routine.

Per identificare le cause sarà necessaria una ricerca e un'analisi più approfondite:

Ultrasuoni o tomografia per determinare con precisione le dimensioni del fegato e valutare le condizioni generali.

Risonanza magnetica - mostrerà accuratamente la condizione dei dotti biliari.

Esami del sangue Necessario per l'esame degli enzimi epatici, la presenza di infezioni virali e altri disturbi.

Biopsia. Questo studio è stato prescritto per sospetto cancro o malattia adiposa.

Cause dell'ingrossamento del fegato

Epatosi grassa (un gran numero di cellule grasse nel fegato).

Epatite colestatica (violazione del deflusso della bile)

Infezioni virali o batteriche

Malattie ereditarie associate a disturbi metabolici

Malattie associate a disturbi circolatori:

Blocco della vena epatica

Disturbi del metabolismo dei grassi

Sintomi di ingrossamento del fegato

L'ingrandimento del fegato può essere determinato indipendentemente dall'aspetto di tali sintomi:

Disagio nell'ipocondrio destro, sensazione di pesantezza

Disturbi dispeptici - nausea, bruciore di stomaco, alterazioni delle feci, eruttazione, accompagnati da un odore sgradevole.

Decolorazione della pelle - caratteristica del giallo dell'epatomegalia.

Cambiamenti comportamentali - nervosismo, irritabilità, sonnolenza o insonnia.

Poiché i suddetti segni possono indicare altri disturbi nel corpo, per una diagnosi accurata, è necessario consultare uno specialista. Non è necessario ritardare una visita dal medico - in tempo le misure adottate aiuteranno ad evitare gravi conseguenze.

Fegato ingrandito in un bambino

Nei neonati, un fegato ingrossato può essere associato ad ittero del neonato. Non ha bisogno di cure, perché passa tra un mese. Le cause di questa condizione possono essere trauma alla nascita, diabete e altri disturbi nel sistema endocrino della madre.

Un bambino di età inferiore ai 7 anni, l'epatomegalia è un fenomeno fisiologico del tutto normale. È considerato normale se il fegato del bambino sporge leggermente oltre i bordi delle costole (1-2 cm). Quando il bambino cresce, il fegato diventa di dimensioni normali. In ogni caso, il medico determinerà con maggiore precisione se il bambino ha bisogno di cure.

Nei bambini, un fegato ingrossato può indicare le seguenti malattie:

Processi infiammatori nel corpo.

Infezioni TORCH congenite

La sconfitta del fegato con tossine o droghe.

Patologia metabolica

Disturbi delle vie biliari, blocco dei dotti biliari

Metastasi o tumori

Un motivo di preoccupazione è un aumento del fegato nei bambini in combinazione con altri "segnali di pericolo": febbre, rete venosa addominale, vomito, eruzione cutanea, perdita di peso, perdita di appetito e mucose gialle. Quando questi segni compaiono, il pediatra pianificherà un consulto con un epatologo, uno specialista in malattie infettive e un gastroenterologo. Per identificare la causa esatta di un aumento del fegato, sono necessari una serie di test e ultrasuoni.

Dieta con aumento del fegato

Una dieta adeguatamente organizzata aiuterà il fegato a far fronte all'epatomegalia. La dieta con un aumento del fegato elimina cibi piccanti, salati e grassi. Nella dieta devono essere presenti proteine, vitamine, minerali e fibre. Il cibo deve essere ingerito in piccole porzioni per non sovraccaricare il fegato malato. Si raccomanda di consumare pasti frazionati (6-7 volte al giorno) per una migliore digestione. Maggiori informazioni su cosa puoi mangiare e cosa non puoi per le malattie del fegato.

Menu di esempio con un aumento del fegato per una settimana

Lunedi.

1 ammissione - porridge di riso al latte senza l'aggiunta di burro e zucchero, tè verde con miele o brodo fianchi.

2 reception - Un bicchiere di succo di mela appena spremuto, biscotti d'avena

3 reception - Pesce di fiume bollito

4 ammissione - Carote bollite, grattugiate

5 reception - Piatto di verdure al vapore (senza sale e spezie)

6 reception - frutta fresca

martedì

1 reception - Omelette da un uovo (senza tuorlo), brodo di rosa canina o tè verde, biscotti dietetici

2 ingressi - frutta secca (albicocche secche, prugne secche, uvetta), acqua bollente pre-versata.

3 ammissione - brodo di vitello o pollo, pane di crusca

4 reception - Succo di carota fresco, biscotti d'avena

5 reception - ricotta a basso contenuto di grassi

6 reception - Insalata di verdure e cetrioli

mercoledì

1 ricevimento - kefir o ricotta a basso contenuto di grassi

2 reception - brodo fianchi con miele, biscotti d'avena

3 reception - Crocchette di vapore

4 reception - purea di zucca, tisana

5 reception - torte al formaggio con l'aggiunta di frutta secca

6 reception - succo di frutta fresca, biscotti d'avena

giovedi

1 ricevimento - Farina d'avena con latte, tè verde con miele e limone

2 reception - Composta con frutta secca, biscotti dietetici

3 reception - pesce di fiume, al vapore, pane alla crusca

4 reception - Succo di frutta fresca, biscotti d'avena

5 reception - casseruola di verdure, pane di crusca

6 reception - Tisana

venerdì

1 reception - Maccheroni bolliti in piccola quantità

2 reception - Un bicchiere di succo di mela appena spremuto, biscotti in galette

3 ricevimento - zuppa di grano saraceno dietetico, pane di crusca

4 trucco - frutta secca, imbevuta di acqua bollente

5 reception - porridge di latte, biscotti dietetici

6 reception - Tè verde con miele, biscotti d'avena

sabato

1 ricevimento - porridge di grano saraceno, bollito in acqua senza sale e zucchero, tisana

2 ingressi - vassoio di frutta

3 ammissione - brodo di vitello o pollo, pane di crusca

4 reception - Insalata di crauti

5 reception - marmellata di frutta o di pastiglie

domenica

1 reception - Cheesecake con frutta secca, cotta nel forno, tè verde con miele e limone

2 reception - succo di frutta o verdura, biscotti galetny

3 ingressi - Vitello o tacchino, bollito e passato in purè di patate con l'aggiunta di carote bollite o di zucca

4 ammissione - decotto di rosa canina, pane di crusca

5 reception - Kefir o formaggio cottage, biscotti d'avena

6 ingressi - Insalata di frutta o verdura

È anche necessario osservare intervalli uguali tra i pasti. Qualsiasi dieta dovrebbe essere discussa con un medico che fornirà tutte le raccomandazioni necessarie. Con un fegato ingrossato, la nutrizione dovrebbe essere bilanciata in modo ottimale. Pertanto, periodicamente è necessario adeguare e diversificare la dieta. Con un forte aumento del fegato, i succhi di frutta e verdura sono preferibilmente diluiti con acqua bollita in un rapporto di 1: 1. Alcol, caffè, cioccolato, dolciumi, sale, pepe, aceto - i principali nemici del fegato. Per qualsiasi malattia del fegato, i legumi sono controindicati in qualsiasi forma, noci, bevande gassate.

Per argomento: le migliori ricette e prodotti popolari che ripristinano le cellule del fegato

Trattamento di aumento del fegato

Se l'esame non ha rivelato alcuna malattia e il fegato è ingrossato, un cambiamento dello stile di vita aiuterà a riportare rapidamente il fegato alla normalità. Molto spesso, per ripristinare le dimensioni normali, è necessario perdere peso e abbandonare cattive abitudini. È necessario cambiare completamente la routine quotidiana, per rivedere il cibo. Al minimo accenno ad un aumento del fegato, è meglio rinunciare immediatamente all'alcool e al fumo, per limitare il consumo di cibi piccanti, salati e grassi. Una corretta distribuzione dell'attività fisica, una quantità sufficiente di tempo per dormire e riposare, camminare ed esercitare - tutto ciò contribuirà a ripristinare il normale funzionamento del fegato.

Il trattamento di un ingrossamento del fegato deve comunque avvenire sotto stretto controllo medico. I moderni metodi di trattamento includono l'uso a lungo termine di farmaci e farmaci omeopatici, la dieta, limitando lo sforzo fisico.

Farmaci per il trattamento del fegato ingrossato

Ovesol. Contiene un gran numero di componenti vegetali - estratto di avena, foglie di menta piperita, radici di curcuma, fiori di immortelle e altre erbe. Migliora la funzione delle vie biliari, purifica il fegato dalle tossine.

Legalon o analoghi (Kars, silibor). La composizione contiene estratto di cardo mariano. Il farmaco viene utilizzato nel trattamento di eventuali malattie del fegato. Migliora la digestione, normalizza il metabolismo, riduce il rischio di processi infiammatori. prendere legalon ha un effetto benefico sulla resistenza del corpo.

Essentiale. Il farmaco contiene un complesso di vitamine del gruppo B e fosfolipidi. Nominato per ripristinare le cellule del fegato in epatite, necrosi e cirrosi. Riduce significativamente il livello di colesterolo nel sangue, contribuisce al corretto funzionamento del sistema cardiovascolare.

Essliver. Ripristina le cellule del fegato, normalizza il metabolismo.

Hepatamin. Un mezzo per normalizzare le funzioni del fegato. Gli ingredienti attivi sono ottenuti dal fegato del bestiame. È prescritto come agente protettivo quando si assumono antibiotici.

Taglia il Pro. Epatoprotettore sulla base di semi di soia. È prescritto per le malattie croniche del fegato, ripristina le cellule, riduce il colesterolo.

Galstena. Medicina omeopatica, che viene utilizzata nel trattamento del fegato ingrossato nelle malattie da epatite e calcoli biliari. Non ha restrizioni di età e controindicazioni.

Liv - 52. Stimola il fegato, protegge dalle tossine. È prescritto come rimedio aggiuntivo per l'epatite e la cirrosi. Contiene estratti di erbe - cicoria, capperi, achillea.

Gepabene. È prescritto per danni epatici tossici ed epatite. Contiene ingredienti vegetali - cardo mariano, dymnyanku.

Tsikvalon. Droga sintetica che ha un potente effetto anti-infiammatorio.

Ursofalk. Il farmaco è a base di acido ursodesossicolico. Nominato con un aumento del fegato a causa di epatite, lesioni tossiche. Migliora l'attività del dotto biliare.

Questi farmaci da soli non possono curare un ingrossamento del fegato. Per una completa guarigione, devi liberarti del principale "provocatore". Il trattamento viene effettuato sulla base di un quadro clinico completo del paziente, test di laboratorio e sotto la supervisione di un medico.

Per ripristinare rapidamente il lavoro del fegato, è necessario monitorare attentamente il lavoro del sistema digestivo. Per aiutare il fegato, possono essere prescritti farmaci appropriati:

Allohol, cholenyme. Normalizza il lavoro del tratto gastrointestinale, aiutando così il fegato a far fronte al carico. Migliora il flusso della bile.

Mezim (pancreatina) è un farmaco contenente enzimi che aiuta la digestione e migliora il pancreas e l'intestino.

Correlato: Elenco dei migliori epatoprotettori per il recupero del fegato

Autore dell'articolo: Gorshenina Elena Ivanovna, gastroenterologa

Un ingrossamento del fegato, o epatomegalia, è caratterizzato da un allargamento patologico dell'organo. La medicina ha conosciuto casi in cui il peso del fegato ha raggiunto i 15 chilogrammi. Se questo sintomo non viene prontamente eliminato, allora lo sviluppo di una malattia che è pericolosa per la vita di una persona - insufficienza epatica. Va notato che la presenza di questo sintomo non sempre indica patologie nella zona del fegato. Molto spesso, la manifestazione di questa caratteristica può indicare lo sviluppo di processi patologici in altri organi e sistemi del corpo.

eziologia

Il fegato ingrandito può essere osservato con tali processi patologici:

cirrosi epatica; epatite grassa; violazione del deflusso della bile, malattia calcoli biliari; epatite virale; infezioni virali o batteriche.

Va anche notato le ragioni per l'aumento del fegato, che non sono direttamente correlate al funzionamento di questo organo:

insufficienza cardiovascolare; malattie genetiche; blocco delle vene; violazione del metabolismo dei grassi e del funzionamento del metabolismo; emocromatosi; processi oncologici; tumori benigni; cisti; esposizione a tossine, tra cui alcoliche e medicinali.

Separatamente, è necessario identificare i fattori che possono portare ad un aumento del fegato di un bambino:

processi infiammatori; avvelenamento da sostanze tossiche con metalli pesanti, composti chimici, veleni; sepsi; sviluppo anormale dei dotti biliari; patologie metaboliche; alimentazione scorretta del bambino, che può portare a obesità o sindrome del fegato grasso; infezioni congenite; malattia del fegato congestizia.

Va notato che l'aumento del fegato di un bambino può essere un segnale di una malattia del sangue - leucemia, anemia emolitica, ecc. Pertanto, se il bambino ha un aumento del fegato, è urgente cercare un aiuto medico. Ritardare in questa situazione può portare a invalidità o morte.

sintomatologia

Va notato che il fegato è uno dei pochi organi che non ha terminazioni nervose. Pertanto, nella maggior parte dei casi, il paziente non osserva alcun sintomo. Qualsiasi patologia associata a questo organo viene diagnosticata negli stadi successivi, quando la causa sottostante colpisce altri organi o sistemi corporei, il che, a sua volta, porta a un'intensa manifestazione del quadro clinico.

Nelle fasi iniziali di un aumento del fegato non si manifesta. Occasionalmente il paziente può essere disturbato da dolore o fastidio nell'area dell'organo. A mano a mano che la malattia sottostante peggiora, il quadro clinico può manifestarsi come segue:

disagio nella zona destra dell'ipocondrio; sensazione di pesantezza, anche con una quantità minima di cibo o assunzione di liquidi; eruttazione, che è accompagnato da un odore sgradevole; bruciori di stomaco; anomalie nel funzionamento del tratto gastrointestinale - frequente stitichezza, attacchi di diarrea senza apparente motivo; nausea, raramente con attacchi di vomito; ingiallimento della pelle e delle mucose; "Palmi epatici"; irritabilità, sbalzi d'umore; disturbo del sonno - sonnolenza o, al contrario, insonnia.

Se un aumento del fegato è dovuto all'insufficienza cardiovascolare, i seguenti segni caratteristici possono essere aggiunti al quadro clinico complessivo:

ipertensione; aumento della sudorazione; tachicardia; dolore al petto, una sensazione di costrizione.

Spesso, un ingrossamento del fegato è un segno di malattia calcoli biliari. In questo caso, potrebbero verificarsi i seguenti sintomi:

pesantezza nell'ipocondrio destro; dolore al petto; vomito di bile, che non porta sollievo; le masse fecali sono scolorite, spesso contengono particelle alimentari non digerite; ingiallimento della pelle.

È anche necessario capire che i sintomi non sempre indicano accuratamente un disturbo particolare. È possibile determinare esattamente quale malattia sia un particolare sintomo e perché il fegato sia ingrandito, solo dopo la diagnosi. Pertanto, è impossibile confrontare in modo indipendente i sintomi e intraprendere un trattamento, poiché ciò può solo aggravare il decorso della malattia e condurre a processi patologici irreversibili.

diagnostica

Se il fegato è ingrandito, il medico effettua un esame completo per chiarire la causa alla radice di questo sintomo, stabilire la diagnosi e prescrivere il trattamento corretto.

Il programma diagnostico può consistere nelle seguenti attività:

esame fisico con palpazione (se il fegato è molto ingrandito, sarà ben visto), chiarificazione dei disturbi, storia della malattia e vita; analisi del sangue generale e biochimica; urinalysis e feci; identificazione dei marcatori dell'epatite virale; biopsia dell'organo colpito; ultrasuoni; Raggi X; studi immunologici.

Il programma diagnostico può essere regolato in base ai sintomi attuali, alle condizioni del paziente, alla storia della malattia e alla vita del paziente.

trattamento

La terapia di base dipenderà dalla causa sottostante. In generale, la terapia farmacologica può includere quanto segue:

antibiotici; antivirali; farmaci anti-infiammatori non steroidei; immunomodulante; steroidi; complessi vitaminici e minerali.

Se la causa di questo sintomo è una malattia ereditaria, il processo metabolico viene corretto con la terapia sostitutiva. Assicurati di usare complessi vitaminici e minerali.

Nei processi oncologici, l'intervento chirurgico viene effettuato con la chemioterapia e il successivo corso di riabilitazione.

Nella colelitiasi vengono utilizzati metodi di trattamento radicale, nella maggior parte dei casi, cioè la rimozione chirurgica della cistifellea.

A prescindere dal fattore eziologico, i segni indicano cibo speciale. Una dieta con un ingrossamento del fegato implica quanto segue:

esclusione dalla dieta di bevande grasse, salate, fritte, in salamoia e alcoliche; il cibo dovrebbe essere bollito, cotto a vapore o cotto senza grasso; la consistenza dei piatti dovrebbe essere liquida o purea; i pasti dovrebbero essere frequenti, in piccole porzioni, ma con un intervallo di almeno 3 ore tra le dosi.

La tabella dietetica è determinata sulla base della malattia principale.

L'automedicazione o l'uso della medicina tradizionale, in questo caso, è inaccettabile. Dovrebbe attenersi rigorosamente alle raccomandazioni del medico in merito all'assunzione di medicinali, alimentazione e stile di vita.

prevenzione

I metodi di prevenzione mirati includono quanto segue:

corretta alimentazione; smettere di fumare e bere alcolici; esercizio moderato; normalizzazione del peso; trattamento tempestivo di tutti i mali.

Inoltre, va ricordato l'importanza e l'efficacia dei controlli regolari con i medici.

L'epatite C è visibile sull'ecografia del fegato: indicazioni e conclusioni dopo lo studio

L'epatite C è una malattia infiammatoria del fegato della genesi virale, trasmessa attraverso il sangue, che scorre in forma acuta o cronica, spesso con un decorso grave e che spesso termina con conseguenze incurabili.

L'esame ecografico del sistema epatobiliare è una procedura necessaria nella diagnosi delle malattie del fegato. Quali segni ecografici di infiammazione del fegato esistono ed è possibile rilevare l'epatite C sugli ultrasuoni?

Ultrasuoni e infiammazione

L'ecografia è un metodo diagnostico altamente informativo che la medicina moderna offre. Serve come una valutazione dello stato degli organi interni, aiuta a determinare la diagnosi esatta e fornisce l'opportunità di monitorare l'efficacia del processo di trattamento. La ricerca ecografica è ampiamente utilizzata nella diagnosi della patologia epatica.

Il fegato è un organo parenchimale non appaiato e consiste interamente di tessuto epatico. Il parenchima si basa su segmenti ghiandolari circondati da sangue collaterale e dotti biliari. Un tessuto sano ad ultrasuoni sembra una struttura omogenea, leggermente ecogenica, contro cui vasi e condotti sono chiaramente visibili.

La dimensione e la densità del corpo possono riflettere bene le onde ultrasoniche, quindi è ben scansionata con un dispositivo ad ultrasuoni. Per valutare l'infiammazione che si verifica con l'epatite, misurare i suoi parametri, lo spessore della parete, valutare la struttura del parenchima e lo stato del flusso sanguigno. La ricerca ecografica è necessariamente inclusa nella diagnosi completa di tutte le patologie epatobiliari.

Le indicazioni per gli studi ecografici del sistema epatobiliare sono:

  1. Prove anormali della funzionalità epatica (che indicano un declino della funzione).
  2. Ittero (ingiallimento della pelle e delle mucose).
  3. Lesioni e malattie della cavità addominale.
  4. Problemi della cistifellea.
  5. L'assunzione di un processo oncologico.
  6. Stato febbrile di natura oscura.

Gli ultrasuoni rilevano cambiamenti diffusi, tra cui fibrosi, ipertrofia, sclerosi, gonfiore del parenchima o della sua distrofia. Tali manifestazioni sono caratteristiche di numerose patologie, pertanto la ricerca ecografica completa pienamente il concetto di salute.

L'ecografia aiuta a identificare varie anomalie

Quali segni ecografici ci sono per l'epatite ed è sempre sufficiente fare una diagnosi di un singolo ultrasuono?

Il danno virale provoca infiammazione del tessuto epatico e compromissione funzionale. A seconda della causa etiotropica e della gravità dell'infiammazione, i sintomi possono essere pronunciati (acuti) o sfocati (cronici). Il processo infiammatorio porta al gonfiore del corpo e aumenta le sue dimensioni, aumenta la milza.

All'ecografia, questo si manifesterà in una diminuzione dell'ecogenicità (capacità di condurre gli ultrasuoni). Sul monitor dello strumento, la ghiandola dell'edema infiammata apparirà scura o quasi nera (a seconda del grado di infiammazione).

La forma acuta della malattia si manifesta con sintomi luminosi tipici: febbre, tenerezza nell'ipocondrio destro, alterazione della funzione.

Il sintomo principale dell'epatite C acuta è l'ingiallimento della pelle e delle mucose, un aumento caratteristico del sangue degli enzimi endogeni ALT, AST e bilirubina, il colpevole di "ingiallimento". Ci sono marcatori specifici di epatite C.

Caratteristico ma non specifico

È possibile vedere l'epatite C acuta sull'ecografia del fegato?

Si può assumere che: l'ecografia mostrerà un aumento dell'organo infiammato a causa del suo gonfiore, questo sintomo è tipico, ma non specifico. Un problema completamente diverso può provocare un'immagine simile. L'insorgenza della malattia, il suo decorso lieve, non può influire sul monitor a ultrasuoni.

La diagnosi di epatite C acuta viene effettuata sulla base di reclami clinici, esami del paziente, anamnesi e risultati di analisi biochimiche.

Come si presenta l'epatite C cronica all'ecografia?

È possibile trarre una conclusione sull'infiammazione cronica del fegato in base ai risultati di uno studio ecografico? In teoria, è possibile, ma non sempre, il danno iniziale alla ghiandola da parte di tale studio non è sempre possibile vedere, sono necessarie ulteriori analisi.

Sono necessari ulteriori test per diagnosticare con precisione la malattia.

In alcune forme della malattia, il fegato può leggermente aumentare, ma il suo tessuto rimane invariato. Dato che alcuni parametri dipendono dal sesso, dall'età, dall'altezza e dalla costituzione, un aumento moderato all'inizio, senza cambiamenti diffusi, può essere considerato come la norma.

La forma cronica ha spesso un andamento latente e si manifesta quando i cambiamenti nella struttura sono già abbastanza pronunciati e evidenti sugli ultrasuoni.

Qual è lo scopo dell'ecografia per l'epatite virale?

Al fine di determinare lo stato del corpo in questo momento, la progressione della malattia o per trarre conclusioni sull'efficacia del trattamento.

  • Se c'è un sigillo focale, tessuto fibroso alterato, irregolarità e tuberosità del fegato, suggeriscono l'insorgenza della cirrosi.

Aumento dell'ecogenicità (fegato leggero) indica una degenerazione grassa del parenchima epatico. Epatite grassa

Durante lo studio, i parametri sono stimati: la forma, le dimensioni, la struttura e le condizioni dei dotti e dei collaterali epatici.

I risultati ottenuti sono confrontati con gli standard e la conclusione è fatta.

Elenchiamo i principali punti ad ultrasuoni che coinvolgono l'epatite.

Segno non permanente e non specifico, all'inizio della malattia e con un decorso lieve della malattia, la dimensione non può cambiare. Un aumento nell'organo può essere osservato in altre patologie, in particolare malattie cardiache e vascolari. Per la forma acuta della malattia è caratterizzata da un aumento del lobo destro.

Un segno di epatite è l'ingrossamento del fegato.

  • Diminuzione dell'ecogenicità.

Indicatore caratteristico, ma non specifico che indica il gonfiore dell'organo infiammato. Sul monitor, questo si manifesta con l'oscuramento, in conclusione sarà contrassegnato con le frasi: ipoecogenicità o anecogenicità (fegato nero). Un fenomeno simile si osserva nell'insufficienza cardiaca cronica (fegato congestizio).

  • Eterogeneità del parenchima epatico.

Non sempre indica l'epatite virale, tali cambiamenti possono indicare colangite sclerosante, trasformazione grassa del tessuto epatico, cirrosi ed epatite di natura autoimmune.

La conseguenza del gonfiore dei tessuti infiammati, sullo sfondo "scuro" di cui i vasi diventano chiaramente visibili, è un indicatore frequente ma non costante.

"Cron" pericoloso

La forma cronica si manifesta impercettibilmente, all'inizio della malattia i sintomi sono praticamente assenti. Quando l'esame ecografico del fegato sembra normale, non si osservano deviazioni nella sua struttura. Ci può essere un leggero aumento delle dimensioni, che non è un motivo per fare una diagnosi. In questo caso, la ricerca biochimica è importante.

L'apparizione di segni visibili di "chroni" è osservata con l'ulteriore progressione dell'infezione virale. La ragione di preoccupazione è identificare quando si esamina l'ecografia:

  1. Un notevole aumento delle dimensioni del fegato (entrambi i lobi).
  2. L'apparizione di irregolarità dei suoi bordi, la sfocatura del loro contorno (un segno caratteristico di cirrosi).
  3. Arrotondamento del bordo inferiore, aumento dell'ecogenicità dei tessuti (progressione).
  4. L'eterogeneità.
  5. Impoverimento graduale del modello vascolare.
  6. La diminuzione della conduttività del suono indica la crescita nel parenchima del tessuto connettivo denso, onda di nodo poco conduttiva.

Sulla base di un singolo esame ecografico del fegato, è impossibile diagnosticare l'epatite C, per una conclusione finale, è necessario esaminare e intervistare un paziente e importanti studi biochimici del suo sangue. La definizione di un determinato tipo di virus deve essere confermata con metodi di laboratorio, inclusa l'analisi PCR (reazione a catena della polimerasi).

Dolore al fegato di epatite C

L'epatite C è una malattia grave che spesso si trasforma in cirrosi e persino nella morte. Sospettando lo sviluppo di una tale patologia in se stessi, una persona pone una domanda logica sulla possibilità di dolore. Con una tale diagnosi, il dolore nel fegato accade, ma il disagio non riguarda l'organo stesso, ma piuttosto nella zona in cui si trova.

Segni di malattia, cause di dolore

Tutti possono avere l'epatite C, l'infezione si verifica attraverso il sangue, lo sperma, la saliva. Pertanto, qualsiasi contatto con una persona malata può trasformarsi in conseguenze spiacevoli.

I sintomi con questa diagnosi non sempre si verificano. A volte la malattia si sviluppa senza alcun disagio entro pochi mesi. Tutto questo tempo nel corpo è il processo patologico, colpisce il tessuto sano del fegato, riduce le sue prestazioni.

Se compaiono i sintomi, la persona di solito si lamenta dei seguenti problemi:

  • apatia e mancanza di appetito;
  • mal di testa;
  • disagio a destra sotto le costole;
  • nausea e vomito;
  • ingiallimento della pelle.

Molte persone pensano che se c'è una sensazione spiacevole a destra sotto le costole, significa che il fegato fa male. Tuttavia, l'organo stesso non ha terminazioni nervose sensibili, quindi non può ammalarsi. Il disagio si verifica a causa dell'allungamento della capsula del fegato, che a sua volta ha terminazioni nervose. Perché la cosiddetta capsula del glisson si allunga? Ciò accade perché il processo patologico si sviluppa man mano che il fegato cresce di dimensioni.

L'epatite C è una malattia che colpisce non solo le cellule del fegato, ma anche gli organi vicini. Quindi, sullo sfondo di problemi nel fegato, possono sorgere problemi con il funzionamento delle vie biliari. La formazione di calcoli nei dotti biliari o la loro infiammazione porta inevitabilmente alla comparsa di forti dolori.

La milza situata vicino al fegato può crescere di dimensioni, ma questo accade solo nelle ultime fasi dello sviluppo dell'epatite, quando la malattia si trasforma in cirrosi.

La natura del dolore

Il dolore dell'epatite C nel fegato non è il sintomo più comune. Il fatto è che questa malattia insidiosa si sviluppa spesso senza alcun sintomo e questo complica notevolmente la diagnosi. Possibile disagio:

  1. Sfregandosi nel fegato, sentendosi gonfio.
  2. Il dolore sta tirando e il carattere noioso.
  3. La gravità spesso si estende dall'ipocondrio destro allo stomaco.

Le sensazioni spiacevoli possono aumentare se una persona non segue una dieta o assume l'alcol. Il cibo grasso, salato, troppo piccante contribuisce solo all'aumento delle dimensioni del fegato. Se una persona assume bevande alcoliche, indipendentemente dalla sua forza, la malattia inizia a progredire più velocemente. Sullo sfondo di questi fattori stimolanti, la capsula epatica si allunga, causando sensazioni estremamente spiacevoli.

Negli stadi successivi della malattia, l'ascite può essere aggiunta ai sintomi.

Questo sintomo è difficile da confondere con qualsiasi cosa, perché l'ascite comporta l'accumulo di liquido nella cavità addominale. Per questo motivo, l'addome aumenta di dimensioni e qualsiasi pressione su di esso provoca dolore.

Spesso i pazienti con epatite acuta lamentano forti pruriti e ingiallimento della pelle. Nei luoghi di ingiallimento, la pelle diventa estremamente sensibile, e quindi qualsiasi impatto, anche un tocco leggero, può causare disagio.

Malattie caratterizzate da dolore al fegato

I pazienti chiedono cosa fare se fa male sul lato destro sotto le costole. Il primo consiglio che il medico dà sempre è: non farsi prendere dal panico e non avere fretta di fare una diagnosi. Il fegato non è spesso disturbato dall'epatite C, quindi possiamo parlare dello sviluppo di altre complicanze.

A volte il forte disagio che si sviluppa in onde, si verificano a causa dello sviluppo di malattia calcoli biliari. Quando lo spasmo delle vie biliari avviene colica epatica, che causa dolore acuto.

Sensazioni spiacevoli sotto le costole sulla destra possono verificarsi quando si piega o si fa un respiro profondo. Ciò è dovuto al fatto che una persona sviluppa osteocondrosi, infiammazione dei nervi periferici o danni alle radici destra del midollo spinale. Con l'epatite C, il dolore sorge improvvisamente, è noioso e doloroso e non è aggravato da alcun movimento.

Se c'è qualche sospetto di epatite C, è meglio passare tutti i test necessari. Di solito i medici eseguono esami del sangue biochimici, screening per PCR, biopsia e ecografia. Queste misure aiuteranno non solo a identificare correttamente la malattia, ma anche a conoscere la fase del suo sviluppo.

È meglio trattare l'epatite C nelle sue fasi iniziali, mentre il fegato non è stato seriamente danneggiato. Ecco perché una persona dovrebbe prestare attenzione a quei sintomi allarmanti che manda il suo corpo.