Qual è l'infiammazione pericolosa dei linfonodi nel petto e come combatterla

Sintomi

L'infiammazione dei linfonodi in qualsiasi parte del corpo è una sorta di segnale che qualcosa non va nel corpo. Pertanto, è estremamente pericoloso ignorare tali messaggi. L'infiammazione del linfonodo sul petto (o come viene chiamata dai medici - linfoadenopatia), specialmente in combinazione con sintomi associati (come tosse, febbre, dolore al petto), può essere una manifestazione di una malattia grave.

Perché infiammato linfonodo mediastino

Lo spazio all'interno del torace è chiamato mediastino. Qui ci sono diversi gruppi di linfonodi, attraverso i quali la linfa passa principalmente dagli organi situati nel petto. Ma il fluido dalla cavità addominale e gli organi pelvici si muove anche attraverso di loro. Pertanto, nel caso di processi infiammatori o infezioni che sono penetrati in questi organi, essi sono immediatamente segnalati da un linfonodo ingrandito. Per varie cause di linfoadenite, possono essere osservati linfonodi di dimensioni e densità diverse.

L'infiammazione può anche essere accompagnata da dolore al petto, febbre. Uno dei frequenti segni di accompagnamento è la tosse. L'aumento della temperatura è un chiaro segnale che è necessario consultare un medico.

In effetti, l'infiammazione può anche verificarsi per motivi banali, ad esempio, per un raffreddore e un'infezione simile recentemente sperimentata. Provoca il processo e la terapia: alcuni tipi di antibiotici, preparati a base di oro, sulfonamidi.

Ma spesso l'infiammazione nel mediastino può essere la causa dello sviluppo di tali malattie:

  • sarcoidosi polmonare;
  • la tubercolosi;
  • linfoma;
  • tumore mediastinico (il più delle volte cancro ai polmoni).

In rari casi, i linfonodi reagiscono in modo simile ai tumori maligni delle ghiandole mammarie, del tratto gastrointestinale.

I pazienti che mostrano i segni rilevanti, nella maggior parte dei casi, ricevono una diagnosi primaria chiamata linfadenopatia mediastinica.

Cos'è la linfoadenopatia mediastinica

La diagnosi stessa può essere spaventosa. Dopo tutto, la parola "linfoadenopatia" può combinare tutto ciò che è, tipi di patologie dei linfonodi. Questo nome si riferisce ai seguenti tipi di modifiche ai linfonodi:

  • aumento primario;
  • una conseguenza della comparsa di un tumore maligno;
  • danno agli organi nel mediastino (ad esempio durante l'infezione);
  • pseudotumor.

L'aumento primario può essere riconosciuto da tali segni: non infastidisce più di due settimane e di solito non è accompagnato da altri sintomi. Questo è il tipo più innocuo di patologia, che non è pericoloso e praticamente non causa disagio.

Sintomi pericolosi nell'infiammazione dei linfonodi

Ma se sono trascorse due settimane, e non solo l'infiammazione è rimasta, ma anche il dolore e il disagio sono stati aggiunti, questo può essere considerato il primo segnale che la causa della linfoadenopatia sia sufficientemente grave.

Con un marcato aumento del linfonodo nel mediastino, è importante prestare attenzione alle condizioni generali del corpo. Ci sono segni in base ai quali si può determinare che un aumento avverte dello sviluppo di una malattia grave.

Il principale di questi sintomi sono:

  • debolezza generale del corpo;
  • dolori al petto acuti;
  • dolori al petto che si estendono fino al collo;
  • tosse;
  • gonfiore degli arti;
  • sudorazione eccessiva;
  • respira pesantemente e deglutisce;
  • infiammazione purulenta;
  • febbre, febbre.

La combinazione di questi segni suggerisce che un urgente bisogno di essere esaminati da un medico. In nessun caso non si può ignorare l'infiammazione purulenta, che può causare lo sviluppo di tromboflebiti, sepsi.

Con la tosse persistente e il dolore al petto, è necessario reagire rapidamente - nella maggior parte dei casi è un sintomo dello sviluppo della tubercolosi, ma può anche essere un indicatore del cancro bronchiale.

Malattie dell'infiammazione dei linfonodi

Come già accennato, il più delle volte una reazione simile del corpo è una sorta di segnale sulle violazioni, che può causare infezioni, infiammazioni e persino metastasi. La causa più comune di noduli ingrossati è la tubercolosi e i tumori del mediastino.

Tubercolosi dei linfonodi intratoracici

Questa forma di tubercolosi primaria è la più comune. I bambini e i giovani sotto i 25 anni ne soffrono molto spesso. All'età di tre anni, la malattia è spesso accompagnata da gravi complicanze. Oltre all'infiammazione dei linfonodi del mediastino, i suoi sintomi sono espressi come segue:

  • debolezza generale, pallore, stanchezza;
  • alta temperatura (di solito 38-39 gradi);
  • tosse, peggio di notte, prima tosse secca, poi con espettorato;
  • sonno notturno inquieto;
  • sudorazione eccessiva.

Questa malattia tende a svilupparsi in modo brusco e graduale. È molto importante prestare attenzione se la persona con i segni ha mostrato il contatto con la tubercolosi già malata. Linfonodi in questa malattia leggermente ingrossati, inattivi, densi.

Tumori mediastinici

Nel cancro del polmone, nella maggior parte dei casi c'è un processo infiammatorio nei linfonodi su un lato. Sintomi di metastasi linfonodali:

  • tosse;
  • espettorato con pus;
  • debolezza generale;
  • pelle del viso e del collo tinta bluastra;
  • dolore al petto al sito di nodi aumentati.

Un linfonodo, se i tumori si sviluppano, può essere denso, ma non doloroso. Dapprima la tosse è secca, a poco a poco completata dalle secrezioni mucose.

pseudotumor

La cosiddetta educazione, che può verificarsi a causa di difetti nello sviluppo di grandi navi. La causa del loro sviluppo sono gravi malattie virali e infezioni.

Chi contattare

Con un aumento prolungato dei linfonodi, prima di tutto, si possono e devono scartare tutti i pensieri di autotrattamento e contattare un medico generico: un medico generico, un pediatra o un medico di famiglia. Solo lui sarà in grado di nominare un esame competente e, possibilmente, indirizzarlo a uno specialista specializzato: un medico della tubercolosi, un oncologo, un chirurgo.

Se sospetti che la linfoadenopatia sia ora prescritta da esami convenzionali e specializzati:

  • Raggi X;
  • tomografia computerizzata del torace;
  • esami del sangue;
  • Ultrasuoni degli organi interni;
  • se si sospetta un test di Mantoux per tubercolosi;
  • in caso di sospetta sarcoidosi, il test di Kveim;
  • biopsia del linfonodo.

È consigliabile passare attraverso tutti gli esami offerti dai medici. Se la causa della patologia è davvero una malattia grave, è meglio rilevarla in una fase precoce.

Trattamento e prevenzione

La prevenzione, che escluderebbe completamente la possibilità che si verifichi questa patologia, non esiste. Ma, naturalmente, se mangi correttamente, vai in onda più spesso e fai sport, la probabilità di molte malattie si riduce.

Il trattamento è prescritto da un medico in base ai risultati degli esami e tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente. Puoi essere trattato con rimedi popolari, ma solo dopo aver consultato un medico. Con lo sviluppo della tubercolosi VHF, oltre al trattamento standard, può essere prescritta anche una dieta contenente una grande quantità di proteine ​​e vitamine.

L'auto-trattamento in questi casi è severamente proibito e può solo avviare processi irreversibili nel corpo.

conclusione

Se c'è infiammazione del linfonodo sul petto, non trascurare questa patologia. Questa non è una malattia separata, ma una sorta di segnale che il corpo dà. Può essere semplicemente una conseguenza di un raffreddore o di una bronchite e può indicare la presenza nel corpo di problemi gravi, principalmente legati agli organi situati nel petto. Ma non spaventarti prima del tempo. Se trovi questo problema, devi prestare attenzione ai seguenti punti.

  1. Il processo infiammatorio dura più di due settimane?
  2. Ci sono sintomi associati: tosse, dolore toracico, febbre.
  3. I sigilli sono dolorosi?
  4. Ci sono stati contatti con persone infette da una malattia infettiva (in particolare la tubercolosi)?

Se la maggior parte di questi punti può essere risolta positivamente, è meglio non posticipare una visita dal medico.

Linfonodi ingrossati nel torace: cause, meccanismi e tattiche diagnostiche

La reazione infiammatoria e non infiammatoria del sistema linfatico a malattie localizzate o sistemiche è uno dei sintomi chiave che la rendono sospetta patologia. La diagnosi delle malattie del torace è causata da una costola densa e una struttura muscolare, che impedisce la palpazione accessibile e richiede l'uso di metodi strumentali. I linfonodi parasternali ingranditi su raggi X o tomogrammi sono un probabile sintomo di anomalie della parete o degli organi della parete toracica, che richiedono una terapia adeguata.

contenuto

Linfonodi del torace: anatomia, classificazione e funzione

Il deflusso del fluido, la linfa dagli organi del torace viene effettuata utilizzando strutture complesse del sistema linfatico. Quest'ultimo è rappresentato da una serie di vasi che si chiudono ciecamente ai tessuti, sono interrotti lungo i linfonodi e collegati al letto venoso del sistema circolatorio.

Le strutture di questo sistema forniscono protezione immunitaria e meccanica utilizzando la struttura reticolare del tessuto linfoide di un nodo come filtro biologico. Inoltre, la formazione di cellule immunitarie avviene nei linfonodi, che aumentano la produzione di anticorpi in risposta agli antigeni provenienti dall'ambiente esterno (virus, batteri, protozoi, funghi).

Il numero totale di linfonodi nel torace va da 40 a 70 formazioni. Ci sono due grandi gruppi:

  • Interno (viscerale): raccoglie la linfa dal cuore, dai polmoni, dai bronchi, dall'esofago e da altri organi.
  • Parietale (parietale) - dai muscoli, dalla fascia, dalla pelle della parete toracica.

La classificazione anatomica e l'area di drenaggio linfatico di ciascun gruppo sono presentati nella tabella.

  • Okologrudinnye (parasternal) - situato lungo l'arteria toracica interna lungo il bordo esterno dello sterno.
  • Intercostale - localizzato vicino alle teste delle costole vicino alla giunzione costale-vertebrale.
  • Diaframmatico superiore - situato sul diaframma vicino al foro dell'aorta.
  • Prepericardico - Sulla superficie del pericardio
  • Prevertebrati - sulla superficie anteriore dei corpi vertebrali.
  • Prigrudnye
  • Pericardio.
  • Pleura.
  • Parete anteriore della cavità toracica.
  • La superficie diaframmatica del fegato.
  • Ghiandola mammaria

Parietale (localizzato un piccolo anello intorno agli organi cavi - l'esofago, la trachea, il collare polmonare)

  • periesofageo
  • paratracheale
  • tracheobronchiale
  • Broncopolmonare (superficiale e profondo)
  • I quadranti mediani del seno.
  • Esofago.
  • Trachea.
  • Bronchi.
  • Tessuto polmonare
  • Cuore (miocardio ed endocardio)

I linfonodi sono formazioni arrotondate fino a 3 mm di dimensione, disposte simmetricamente su entrambi i lati e normalmente non causano alcun disagio al petto. A una radiografia di indagine degli organi della cavità toracica - i linfonodi non sono rilevati.

È importante! Con un aumento significativo delle dimensioni, il gruppo dei linfonodi parasternali è palpabile lungo il bordo dello sterno.

Cause di un aumento dei linfonodi del torace

Il segno più comune di coinvolgimento nel processo patologico dei linfonodi è un aumento delle dimensioni del corpo.

Esistono diversi meccanismi per il verificarsi della proliferazione patologica del tessuto dei linfonodi toracici:

  • Proliferazione patologica del tessuto del nodo senza segni di infiammazione (linfoadenopatia). Molto spesso, questa condizione si verifica in violazione del processo di divisione cellulare, che è caratteristica dei tumori maligni.
  • Lesione metastatica - la crescita del linfonodo si verifica a causa dell'ingresso di tessuto tumorale dal fuoco primario e dall'ulteriore divisione di cellule atipiche.
  • Risposta infiammatoria (linfoadenite). In presenza di un processo infiammatorio locale o sistemico con una maggiore concentrazione di mediatori nel sangue, si verifica un aumento della permeabilità della parete vascolare. Il plasma che penetra nel tessuto linfonodale causa gonfiore e ingrossamento dell'organo. Il meccanismo più caratteristico per le malattie infettive.

Inoltre, può verificarsi una conservazione a lungo termine delle dimensioni di un linfonodo ingrandito dopo aver sofferto di una malattia a causa della sostituzione del tessuto linfoide - denso connettivo o calcificazione (deposizione di sali di calcio).

È importante! È probabile che il coinvolgimento dei linfonodi parietali nel torace (intercostale, parasternale e altri) nel processo di malattie dermatologiche o patologie chirurgiche purulente dei tessuti molli del torace.

Manifestazioni cliniche di linfoadenopatia nel petto

I pazienti con linfonodi toracici ingrossati spesso soffrono di effetti indiretti della linfoadenopatia (mediante spremitura di strutture adiacenti):

  • Tosse - con coinvolgimento nel processo dei linfonodi tracheobronchiali o polmonari.
  • Mancanza di respiro
  • Gravità del torace con un aumento significativo in un gruppo di nodi o danno sistemico delle strutture linfoidi.
  • Disfagia e disturbi della deglutizione nella sconfitta del gruppo peri-esofageo dei linfonodi.
  • Dolore al cuore - in violazione del deflusso di sangue attraverso i linfonodi peredperikardialny danneggiati.
  • Gonfiore degli arti inferiori attraverso la spremitura delle vene cave, che si trovano vicino al gruppo prevertebrale dei linfonodi.

Nel caso di un processo infiammatorio, il quadro clinico è accompagnato da un aumento della temperatura (da 38 ° C), da una debolezza generale, da mal di testa e gonfiore dei tessuti molli della parete toracica.

Malattie che si verificano con un aumento dei linfonodi intratoracici

Ci sono molte patologie che causano cambiamenti reattivi nei linfonodi del torace. Le più comuni malattie in cui i linfonodi intratoracici vengono risucchiati nel processo:

  • La polmonite è un'infiammazione dei polmoni. Patologia terapeutica causata da infezione del tessuto polmonare con batteri (Str. Pneumoniae) o virus. Accompagnato da febbre, alta intossicazione, tosse e respiro indebolito.
  • Pleurite - una malattia in cui la membrana sierosa si infiamma, rivestendo la parete toracica - la pleura. Ci sono varianti secche ed essudative (con l'accumulo di liquido libero). Molto spesso, la patologia è una complicazione dei processi purulento-infiammatori nel tessuto polmonare.
  • Bronchiectasie - una condizione caratterizzata da una violazione dell'elasticità dei bronchioli e protrusione patologica di quest'ultimo. Negli spazi dilatati, il drenaggio dei fluidi è disturbato, si sviluppano processi infiammatori purulenti.
  • La tubercolosi polmonare è una patologia infettiva causata da M. tuberculosis, che viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Il tessuto polmonare è più spesso affetto dalla formazione di un complesso tubercolare primario - una lesione polmonare, una linfangite (infiammazione dei vasi linfatici) e una linfoadenite.
  • La pneumoconiosi (silicosi, antracosi, asbestosi) è un accumulo patologico di salici del tessuto polmonare di particelle di polvere estranee che penetrano nel tratto respiratorio dei lavoratori che lavorano in condizioni di lavoro pericolose. Il più delle volte, questa condizione è registrata negli uomini tra i 25 ei 50 anni che lavorano nelle miniere di carbone e di minerale di ferro.
  • La mastite è una patologia purulenta-infiammatoria della ghiandola mammaria che si verifica nelle donne in età riproduttiva a seguito della penetrazione della flora batterica in condizioni favorevoli (ad esempio durante la lattostasi - ristagno di latte).

I linfonodi ingrossati nella cavità toracica senza segni di infiammazione si verificano più spesso nelle neoplasie maligne:

  • Carcinoma polmonare: centrale, periferico, atipico.
  • Cancro dell'esofago.
  • Cancro al seno
  • Mesotelioma - un tumore maligno della pleura.
  • Metastasi nei tumori primari dello stomaco, del fegato o delle ossa.
  • La linfogranulomatosi è un cancro sistemico con danni al sistema linfocitario e al tessuto linfoide dei nodi. È caratterizzato da una distribuzione generalizzata con il coinvolgimento graduale di tutti i gruppi di linfonodi (stabilendo lo stadio della malattia - in base al numero di gruppi).

È importante! Anche la miocardite, la pericardite e gli ascessi epatici possono essere accompagnati da un'infiammazione dei linfonodi nel torace.

Ricerca necessaria e consulenza di esperti con linfonodi mammari ingranditi

I pazienti che hanno infiammato i linfonodi del torace, hanno raccomandato un esame completo di specialisti, a seconda del quadro clinico e delle caratteristiche della malattia:

  • Terapeuta - in presenza di febbre, tosse, mancanza di respiro, che si manifestò acutamente.
  • Cardiologo - se c'è dolore al cuore, sensazione di spremitura, mancanza di respiro, edema agli arti inferiori.
  • Phthisiatrician - in caso di sospetto di tubercolosi: febbre bassa (37-38 ° C), tosse prolungata.
  • Chirurgo - in presenza di arrossamento, aumentare la temperatura locale della pelle sulla ghiandola mammaria. Inoltre, il medico si occupa del trattamento chirurgico delle bronchiectasie, della rimozione del versamento pleurico nella pleurite essudativa.
  • Oncologo - nel caso di una lunga temperatura subfebrilare, perdita di peso, lentamente aumentando i sintomi di depressione al petto.

Per stabilire la diagnosi e stabilire la causa primaria di linfoadenopatia o linfoadenite, sono necessari i seguenti studi clinici:

  • Emocromo totale (determinare il numero di leucociti, la formula del sangue e il valore di ESR, che aumenta con i processi infiammatori e oncologici).
  • Esame del sangue biochimico per i marcatori tumorali per escludere neoplasie maligne.
  • Fibrogastroduodenoscopia - al fine di escludere le patologie dell'esofago come causa di infiammazione reattiva dei linfonodi.
  • Radiografia o tomografia computerizzata (TC) del torace - un metodo visualizza l'obiettivo principale nelle malattie tumorali, polmonite, bronchiectasie, tubercolosi e pneumoconiosi.
  • Biopsia linfonodale (durante l'intervento chirurgico) - per verificare la diagnosi di una neoplasia maligna o di una lesione metastatica.

L'appuntamento di terapia adeguata è effettuato dal medico generico essente presente dopo aver analizzato i dati ottenuti, la diagnosi differenziale e la diagnosi clinica. I metodi di trattamento sono diversi per ogni patologia, quindi non è raccomandato il ricorso all'autoterapia, che può peggiorare le condizioni generali del paziente.

Linfonodi ingrossati: cause e trattamento

Un sintomo apparentemente semplice, come un aumento dei linfonodi (LN), può essere un segno di malattie non banali. Alcuni di loro sono solo spiacevoli, mentre altri possono portare a gravi complicazioni e persino a un risultato tragico. Non ci sono molte malattie che portano alla comparsa di questo sintomo, ma tutti richiedono una diagnosi ponderata e un trattamento attento, a volte molto lungo.

Quali sono i linfonodi?

I linfonodi sono piccoli grappoli di tessuto linfatico sparsi in tutto il corpo. La loro funzione principale è la filtrazione della linfa e una sorta di "stoccaggio" degli elementi del sistema immunitario che attaccano sostanze estranee, microrganismi e cellule tumorali che entrano nella linfa. I nodi possono essere paragonati alle basi militari, dove in tempo di pace le truppe sono di stanza, pronti ad agire immediatamente per combattere il "nemico" - l'agente causale di qualsiasi malattia.

Dove sono i linfonodi

I linfonodi sono una specie di collezionisti che raccolgono linfa da certe aree del corpo. Questo fluido scorre verso di loro attraverso la rete di vasi. Ci sono linfonodi superficiali e interni, situati nelle cavità del corpo umano. Senza l'uso di metodi strumentali di visualizzazione per rilevare un aumento di quest'ultimo è impossibile.

I linfonodi delle seguenti localizzazioni si distinguono dalla superficie, a seconda della posizione:

  • popliteo, situato sulla superficie posteriore del ginocchio;
  • inguinale superficiale e profonda, localizzata nelle pieghe inguinali;
  • occipitale - nella transizione del collo al cranio;
  • orecchio e parotide, situati davanti e dietro il padiglione auricolare;
  • sottomandibolare, che giace approssimativamente nel mezzo dei rami della mascella inferiore;
  • Mento, situato a pochi centimetri dietro il mento;
  • una rete di LU cervicali densamente disseminati lungo le superfici frontali e laterali del collo;
  • gomito - sulla superficie anteriore della giuntura con lo stesso nome;
  • ascellare, un gruppo di cui è adiacente alla superficie interna dei muscoli pettorali, e l'altro si trova nello spessore della fibra della regione ascellare.

Così, ci sono molti posti in cui è possibile rilevare un aumento dei linfonodi, e un attento medico sicuramente li testerà al fine di ottenere ulteriori informazioni su una possibile malattia.

Cause di linfoadenopatia

Non ci sono ragioni naturali per l'aumento di LU. Se diventano più grandi, significa che deve esserci una specie di patologia nel corpo. L'aspetto di questa funzione indica il verificarsi di:

  1. infezioni:
    • virale;
    • batterica;
    • fungine.
  2. Invasione parassitaria
  3. Lesione autoimmune
  4. Cancro del sistema linfatico.
  5. Lesioni metastatiche della LN nel processo tumorale.

Caratteristiche dell'aumento dei linfonodi in varie patologie

In varie malattie, i linfonodi crescono in modi diversi. Oltre alle dimensioni, tali indicatori come:

  • la struttura della superficie, che può rimanere liscia o diventare irregolare;
  • mobilità - in alcune malattie le LU sono saldate tra loro o ai tessuti circostanti;
  • consistenza: denso, morbido;
  • la condizione della pelle su di loro - con l'infiammazione della LU, la pelle può diventare edematosa, diventare rosso.

E ora ha senso considerare un aumento dei linfonodi in relazione alle malattie che più spesso causano questo sintomo.

linfoadenite

Questa malattia si distingue per la sintomatologia più vivida da parte del LN, che in questo caso aumenta significativamente di dimensioni, diventa bruscamente doloroso, immobile. La pelle sopra di loro diventa rossa, c'è un gonfiore locale. Con il progredire della malattia, la temperatura aumenta sempre di più, appaiono brividi e aumentano gli effetti dell'intossicazione.

L'evento più comune di linfoadenite è preceduto da una malattia purulenta dell'area interessata:

I microbi dalla fonte dell'infezione attraverso i vasi linfatici entrano nel linfonodo, provocando una reazione infiammatoria in esso, prima catarrale (senza pus) e poi purulenta. Lo sviluppo estremo della linfoadenite è adeno-flemmone - in effetti, una complicazione di questa malattia. Allo stesso tempo, il pus permea il tessuto adiposo che circonda la LU.

Altre complicanze della linfoadenite purulenta sono tromboflebiti purulente, tromboembolia polmonare, sepsi.

Il pediatra racconta la linfoadenite nei bambini:

Trattamento della linfoadenite

Nella catarrale linfoadenite, la principale malattia purulenta viene trattata per prima. Con un intervento tempestivo un'alta probabilità di attenuazione del processo acuto nel linfonodo.

Con lo sviluppo di linfadenite purulenta o adenoflegmon è richiesto un intervento chirurgico - apertura dell'ascesso, pulizia con l'uso di antisettici e agenti antimicrobici, drenaggio della cavità ascesso.

Malattie respiratorie

Questo gruppo di malattie è la causa più comune di linfonodi ingrossati. Questo sintomo si manifesta più chiaramente in varie forme di tonsillite (tonsillite). Insieme con l'aumento di LU, c'è una febbre alta, mal di gola durante la deglutizione, grave debolezza e indisposizione.

Un po 'meno spesso i linfonodi aumentano di dimensioni con l'infiammazione faringea - faringite. La sintomatologia di questa malattia è simile al quadro clinico della tonsillite, sebbene sia inferiore nella luminosità delle manifestazioni.

Con le infezioni respiratorie, l'UL diventa denso al tatto, moderatamente doloroso, e la loro mobilità durante la palpazione rimane.

Trattamento di infezioni respiratorie

La tattica del trattamento dipende dal tipo di agente patogeno che ha causato la malattia. Pertanto, con la natura batterica della patologia, vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro, con terapia virale, sintomatica, con funghi, con agenti antimicrobici specifici. In parallelo, eseguono misure generali di rafforzamento con la somministrazione simultanea di immunomodulatori.

Infezioni specifiche

Molto spesso, un aumento dei linfonodi è accompagnato da infezioni specifiche come la tubercolosi e la sifilide.

Lesione da tubercolosi

Nella tubercolosi polmonare, i linfonodi intratoracici sono inizialmente colpiti. Senza metodi di ricerca speciali, è impossibile identificare il loro aumento. Se non trattato, il processo tubercolare può diffondersi in tutto il corpo, influenzando anche l'UL superficiale:

Nella fase iniziale c'è il loro aumento e il dolore moderato. Quando il processo infiammatorio si accende, i linfonodi si assottigliano tra loro e con i tessuti che li circondano, trasformandosi in un denso conglomerato, che poi si insidiano formando una fistola non guaritrice.

trattamento

Poiché l'aumento di LU qui è causato dalla malattia principale, la tubercolosi, è lei che viene curata. Speciali farmaci anti-TB sono usati secondo regimi speciali.

sifilide

In caso di sifilide, le UBA crescono di dimensioni solo pochi giorni dopo l'inizio della sifilide primitiva, noto come hard chancre. A causa del fatto che il luogo di origine principale del chancre sono i genitali, spesso i nodi inguinali sono ingranditi.

Tuttavia, con la chankramigalitis (mal di gola sifilitico), ad esempio, un sintomo può apparire sulla parte dei nodi sottomandibolari o subnodulari.

Importante: quando la sifilide LU può raggiungere la dimensione del dado, mantenendo la sua consistenza, rimanendo indolore e non saldata ai tessuti. Spesso nello stesso momento c'è lymphangitis - l'infiammazione dei vasi linfatici, che sono sentiti come una corda, qualche volta con ispessimento lungo la sua lunghezza.

trattamento

La sifilide in qualsiasi momento risponde bene alla terapia antibiotica. I preparati di penicillina sono principalmente utilizzati. Con lo sviluppo di complicazioni, il trattamento dell'infezione può essere significativamente ritardato.

rosolia

Con la rosolia, questo sintomo appare uno dei primi, molte ore prima dell'eruzione. Molto spesso, i nodi occipitali, cervicali e parotidei sono ingranditi, diventando dolorosi, tuttavia, senza saldature ai tessuti circostanti.

Un'eruzione cutanea con rosolia non complicata può rimanere l'unico sintomo preminente, anche se a volte c'è una febbre (moderata) e un naso che cola insieme ad essa.

trattamento

Un paziente con rosolia viene isolato e il trattamento sintomatico viene prescritto se necessario. Eventi gravi si svolgono solo con lo sviluppo di complicazioni. Ad esempio, con lesioni delle articolazioni, vengono prescritti farmaci antinfiammatori e con encefalite, corticosteroidi, diuretici, anticonvulsivanti, ecc. La rosolia appartiene a infezioni relativamente benigne e nella maggior parte dei casi scompare senza alcun trattamento.

Infezione da HIV

Con questa malattia più pericolosa, i linfonodi di tutti i siti possono aumentare. Spesso, è questo sintomo che induce il medico a sospettare un'infezione da HIV, che a lungo potrebbe non manifestarsi in altro modo.

Quando la malattia entra nello stadio dell'AIDS, l'aumento di LU diventa permanente, la loro infiammazione si unisce.

trattamento

È noto che non esistono metodi in grado di curare definitivamente una persona con infezione da HIV. I medici indirizzano tutti gli sforzi per sopprimere l'attività del virus, per il quale vengono utilizzati speciali farmaci antiretrovirali. Parallelamente, vengono curate le infezioni di accompagnamento, il cui sviluppo causa spesso la morte di persone con AIDS.

Linfonodi nelle malattie autoimmuni

Un processo autoimmune è un gruppo di malattie in cui il sistema immunitario cessa di considerare "le sue" cellule di vari organi. Prendendoli per una sostanza estranea, il corpo attiva meccanismi protettivi per distruggere l'"aggressore". Una delle manifestazioni di questa attività è l'aumento delle LU regionali.

Il processo autoimmune può interessare quasi tutti gli organi, dalle articolazioni alle ghiandole endocrine e persino al sistema nervoso. Tali malattie sono caratterizzate da un lungo decorso cronico e sono piuttosto difficili da trattare, portando il paziente a una disabilità ea volte fino alla morte.

trattamento

Nel trattamento delle malattie autoimmuni, i farmaci vengono utilizzati per sopprimere l'eccessiva attività del sistema immunitario - immunosoppressori e agenti che bloccano determinate reazioni chimiche nelle cellule del sistema linfocitico.

L'aumento dei linfonodi nelle patologie tumorali

Gli oncologi usano questo sintomo come uno dei criteri diagnostici per il processo tumorale. I LN aumentano solo nei tumori maligni nel caso in cui le cellule tumorali siano separate dal sito del focus primario e con una corrente di linfa entri nel nodo. Qui vengono "attaccati" dalle difese del corpo cercando di impedire al processo di "irrompere negli spazi aperti" del corpo. L'aspetto di questo sintomo è un segno sfavorevole che indica la diffusione del processo tumorale.

Tuttavia, ci sono anche tumori maligni che colpiscono il sistema linfatico stesso:

  • Linfoma di Hodgkin, altrimenti chiamato linfogranulomatosi;
  • I linfomi non Hodgkin sono un gruppo di oltre 80 tipi di tumori originati dal tessuto linfatico e con grandi differenze nel corso della malattia, così come nelle sue cause e meccanismi di sviluppo.

trattamento

Nella lotta contro la patologia del cancro si usano diversi metodi:

  1. chemioterapia citostatica con farmaci che bloccano la crescita del tumore;
  2. irradiazione dei linfonodi con radiazioni ionizzanti:
    • Raggi X;
    • radiazioni gamma e beta;
    • fasci di neutroni;
    • flusso di particelle elementari;
  3. terapia immunosoppressiva con potenti agenti ormonali.

Sono stati sviluppati schemi speciali per l'uso di complessi di vari tipi di trattamento, che consentono di sopprimere il processo tumorale e prolungare la vita del paziente.

Nota: bisogna ricordare che un aumento dei linfonodi è solo un sintomo di varie malattie. Pertanto, è inaccettabile impegnarsi nell'auto-trattamento e ancora di più nell'usare metodi tradizionali, invece di andare da un medico. Il ritardo nella diagnosi e nel trattamento di alcune malattie può costare la vita del paziente.

Puoi ottenere maggiori informazioni sulle possibili cause di infiammazione dei linfonodi osservando questa recensione:

Gennady Volkov, commentatore medico, medico d'urgenza.

73.144 punti di vista totali, 1 visualizzazioni oggi

Un mediastino linfonodale ingrandito

Il ruolo dei vasi sanguigni e dei vasi capillari linfatici è quello di assorbire e deviare il liquido proteico dal letto dei capillari sanguigni e restituirlo alla circolazione venosa. Nel corso del sistema linfatico, vicino ai vasi sanguigni, grandi vene, i linfonodi sono raggruppati (ce ne sono più di 600 nel corpo umano) - formazioni tondeggianti o ovali grigio-rosate di circa 0,5-50 mm, incluso nel torace mediastino - mediano, dove si trovano gli organi umani più importanti: cuore, bronchi, polmoni, arterie e vene polmonari, ecc. Sono una specie di camera di filtrazione per la linfa e servono da barriera per varie infezioni. Un linfonodo ingrandito del mediastino o linfoadenopatia è una risposta al processo patologico che si verifica nei polmoni o una conseguenza di tumori maligni negli organi anatomicamente adiacenti: la ghiandola mammaria, la laringe, la ghiandola tiroidea, il tratto gastrointestinale.

epidemiologia

Secondo le statistiche, la linfoadenopatia del mediastino è accertata nel 45% dei pazienti. Poiché questa malattia è associata a diagnosi come cancro, polmonite, sarcoidosi, i dati relativi a queste patologie danno anche un'idea dell'epidemiologia di un aumento dei linfonodi mediastinici. Ci sono più di 14 milioni di persone con cancro al polmone registrate nel mondo e circa 17 milioni all'anno con polmonite. La sarcoidosi in diversi paesi non è uniforme, quindi in 40 casi su 100 mila. una persona è identificata in Europa e 1-2 in Giappone.

Cause di un aumento dei linfonodi mediastinici

La ragione per l'aumento dei linfonodi mediastinici sta nell'ingestione di microbi patogeni, che attivano i globuli bianchi che combattono l'infezione. Primarie in questo sono broncopolmonite, tubercolosi, sarcoidosi e tumori maligni. I linfomi che colpiscono non solo i linfonodi del mediastino, ma anche altre aree, le metastasi dei carcinomi - i tumori dei tessuti epiteliali, sono patologie maligne.

Linfonodi ingrossati nel cancro del polmone

Il cancro del polmone è un tumore maligno, nel 95% dei casi si sviluppa negli strati epiteliali di bronchi e bronchioli. Meno comunemente, le neoplasie infettano le cellule della pleura o i tessuti ausiliari dei polmoni. Di tutti i tumori, questa è la causa più comune di morte nelle persone di tutto il mondo. Quattro stadi del cancro sono determinati in base alla dimensione del tumore, alla sua diffusione ai tessuti vicini e alla presenza di metastasi nei linfonodi e in altri organi. Allo stadio 1 del tumore, i linfonodi non sono coinvolti nel processo patologico. L'aumento dei linfonodi nel cancro del polmone è osservato dallo stadio 2. Innanzitutto, bronchiale, è interessato il lato opposto mediale del lato mediastinico, sullo stadio 3b, i linfonodi broncopolmonari del lato opposto sono collegati.

Linfonodi ingranditi del mediastino dopo broncopolmonite

La broncopolmonite è una malattia infettiva acuta che colpisce le pareti dei bronchioli. Spesso si verifica dopo aver sofferto di SARS, ma può anche essere la malattia primaria. L'aumento dei linfonodi dopo broncopolmonite si verifica a causa del coinvolgimento nel processo infiammatorio del sistema linfatico e vascolare, compresi i linfonodi del mediastino. Di regola, con questa malattia, sono moderatamente aumentati.

Fattori di rischio

I fattori di rischio per un aumento dei linfonodi mediastinici includono il fumo, l'esposizione prolungata a sostanze chimiche, fumi nocivi, aria polverosa e inquinata e gas. L'ipotermia porta ad una diminuzione dell'immunità e varie infezioni virali che possono essere complicate dalla polmonite. Non esclude un fattore ereditario nel verificarsi della malattia, così come l'esposizione a lungo termine a vari farmaci.

patogenesi

Nodi linfotici esistono per filtrare vari agenti infettivi dai tessuti del nostro corpo, quindi, si trovano in punti strategici del corpo. Una volta in queste "trappole", vengono attivati ​​i globuli bianchi, che combattono l'infezione che è penetrata. La patogenesi della malattia sta nella maggiore riproduzione dei linfociti - cellule protettive per migliorare la lotta contro elementi estranei, se quelli esistenti non ce la fanno. Di conseguenza, c'è un aumento dei linfonodi, il loro sigillo.

Sintomi di un mediastino linfonodale ingrossato

I sintomi di un linfonodo ingrandito del mediastino hanno un quadro clinico chiaramente definito.

I primi segni si manifestano con dolori al petto intensi e acuti, a volte possono essere dati alla spalla e al collo. C'è raucedine, tosse, pupille degli occhi sono dilatate, il bulbo oculare può cadere, c'è rumore nelle orecchie e mal di testa. Forse il gonfiore delle vene nel collo, il passaggio del cibo è difficile. La progressione cronica della malattia è caratterizzata da febbre, tachicardia, gonfiore degli arti, debolezza, sudorazione.

palcoscenico

In base al decorso temporale della malattia, ci sono tre fasi nello sviluppo della malattia:

Quest'ultimo è associato a un riemergere della malattia.

Linfonodi ingrossati nella radice polmonare

Un linfonodo ingrossato alla radice del polmone è una delle patologie più frequenti di questa parte dell'organo. Le lesioni unilaterali sono più spesso causate da broncoadenite tubercolare, metastasi tumorali e linfomi maligni, stadio bilaterale - sarcoidosi 1, che è caratterizzato dalla formazione di granulomi nei linfonodi.

Aumento dei linfonodi intratoracici nei polmoni

Uno dei motivi per l'aumento dei linfonodi intratoracici dei polmoni, come nelle loro radici, è la tubercolosi polmonare. Il tessuto linfoide cresce e il linfonodo aumenta di conseguenza. Poi compaiono i segni di una specifica infiammazione.

Un lieve aumento dei nodi (fino a 1,5 cm) viene chiamato bronchoadenitis. Quando si verifica un'infiammazione nella circonferenza della lesione, si verifica una bronchoadenite infiltrativa, che è localizzata principalmente su un lato. Anche con una disposizione a due lati, è asimmetrico. La morte di tessuto nella forma di una cagliata è caratteristica di un bronchoadenitis simile a un tumore o a un tumore.

Un'altra causa della linfoadenopatia polmonare è una malattia benigna - la sarcoidosi, che è caratterizzata dalla formazione di granulomi epitelioidi nei linfonodi. Questa patologia colpisce più donne di età compresa tra 20 e 40 anni. La natura di questa malattia non è abbastanza chiara oggi, alcuni scienziati associano la sua presenza a agenti patogeni infettivi, altri con un fattore genetico.

Un aumento dei linfonodi intratoracici del polmone può anche essere innescato da una lesione d'organo.

Complicazioni e conseguenze

Poiché l'ingrossamento dei linfonodi del mediastino è più spesso secondario e si sviluppa sullo sfondo di un certo numero delle suddette malattie, le conseguenze e le complicazioni dipendono dalla patologia sottostante. Un linfonodo ingrandito del mediastino può portare a tromboeibolitis dell'arteria polmonare, sepsi. In ogni caso, la diagnosi precoce di un problema, anche nei tumori maligni, li rende meno minacciosi per la vita di una persona rispetto agli stadi successivi della malattia.

Diagnosi di un mediastino linfonodale ingrossato

La diagnosi di un aumento dei linfonodi mediastinici viene effettuata sulla base della storia della malattia, test, diagnosi strumentale e differenziale, perché i linfonodi visivi all'interno del torace non sono disponibili.

analisi

Per la conferma di laboratorio della diagnosi proposta, viene effettuato un esame del sangue generale e biochimico, viene eseguita microreazione del sangue (test per la sifilide). Viene eseguita anche una biopsia del linfonodo. In caso di neoplasie maligne, leucocitosi, una diminuzione del numero totale dei linfociti, un aumento della VES e l'anemia sono rilevati nel sangue.

Assumendo linfogranulomatosi o leucemia, il midollo osseo è perforato. Sospettando la tubercolosi, analizzano l'espettorato. La sarcoidosi apporta anche modifiche all'analisi generale del sangue e delle urine, biochimica, compresi i livelli ridotti di globuli rossi, aumento dei monociti, linfociti, eosinofili, ESR. Per questa malattia, ci sono test specifici: un aumento significativo dell'enzima ACE nel sangue venoso o calcio nelle urine conferma la presenza di patologia.

Diagnostica strumentale

Oltre all'esame a raggi X del mediastino, che è caratterizzato da un'immagine piatta bidimensionale e non è in grado di fornire un quadro completo di tutti i suoi organi, anche a causa della mancanza di contrasto del display, esistono altri metodi di diagnostica strumentale.

Raggi X: uno studio moderno ed efficace che mostra un'immagine tridimensionale più accurata. Aiuta a chiarire la struttura e i contorni del blackout, se si tratta di una neoplasia: il grado della sua germinazione nel mediastino, la relazione con altri organi. I metodi informativi sono la tomografia computerizzata, la risonanza magnetica, gli ultrasuoni.

La broncoscopia è un metodo con l'aiuto di un endoscopio per ottenere materiale per la ricerca biologica in caso di sospetta tubercolosi, per esaminare la trachea e i bronchi. L'endoscopia viene utilizzata quando si esaminano i linfonodi ingranditi.

Linfonodi ingranditi su radiografia mediastinica

In assenza di un processo patologico nei polmoni i linfonodi non sono visibili nella foto. Un linfonodo ingrandito sulla radiografia di uno sredostenium sembra una "ombra patologica" e dà un'idea della localizzazione del nidulo tumorale, della sua forma, della sua forma, della mobilità e dell'interconnessione con gli organi vicini. Un aumento dei linfonodi può essere indicato da un indurimento, espansione delle radici dei polmoni nella foto. Questo modello è tipico di bronchite, infiammazione dei polmoni e dei polmoni. La tubercolosi dei linfonodi intratoracici viene determinata utilizzando una radiografia e il quadro clinico dipende dall'entità del loro danno, come evidenziato dall'ombra della radice del polmone, dai contorni del suo contorno esterno e da altre caratteristiche. Per uno studio più accurato dell'anatomia del mediastino, vengono utilizzati vari metodi di fluoroscopia a contrasto: pneumomediastinografia (introducendo gas per puntura), angiocardiografia (utilizzando iodio), broncografia (vari agenti di contrasto) e ricerca esofagea con bario.

Cosa hai bisogno di esaminare?

Diagnostica differenziale

Il compito della diagnosi differenziale è quello di riconoscere correttamente la patologia tra tutte le possibili diagnosi: tubercolosi, tumori, sarcoidosi, leucemia linfatica, linfogranulomatosi, infezioni virali, polmonite e altre malattie che portano ad un aumento dei linfonodi nel mediastino.

Chi contattare?

Trattamento di un mediastino linfonodale ingrossato

Il trattamento dei linfonodi ingrossati del mediastino dipende direttamente dalla diagnosi. Considerare il trattamento delle patologie più possibili. Pertanto, il trattamento della sarcoidosi è efficace con l'aiuto di inalazione di steroidi. Il trattamento della tubercolosi comporta un lungo periodo (fino a sei mesi) e viene effettuato in ospedale, dopo di che fino a un anno e mezzo continua su base ambulatoriale. La terapia antitubercolare comprende una combinazione di 3-4 farmaci antitubercolari in combinazione con immunomodulatori, terapia metabolica, terapia fisica. Vari tumori richiedono spesso un intervento chirurgico in combinazione con chemioterapia e radioterapia. In caso di linfoma del mediastino e stadio tardivo dei tumori, viene utilizzato solo un trattamento conservativo.

medicina

Inizialmente, prednisone è usato per trattare la sarcoidosi.

Il prednisolone è un analogo sintetico degli ormoni cortisone e idrocortisone. È un farmaco anti-infiammatorio, anti-tossico, anti-allergico. Disponibile in compresse e fiale. La dose viene determinata individualmente, ma di solito iniziano a 20-30 mg al giorno durante un'esacerbazione. In corso cronico - 5-10 mg. Possono essere prima somministrati per via endovenosa (30-45 mg) e, in caso di dinamica positiva, passare a una dose ridotta in compresse. Gli effetti collaterali sono talvolta espressi da eccessiva crescita dei capelli, obesità, formazione e perforazione delle ulcere. Il prednisolone è controindicato in gravidanza, in età avanzata, con ipertensione, lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale.

Per inalazione usare grandi dosi di fluticasone, budesonide. Se la patologia non è curabile, prescrivere azatioprina, criszanolo, ciclosporina.

Azatioprina: si riferisce a farmaci che correggono i processi immunitari. Rilascio di forma - pillole Al giorno si consiglia di assumere 1-1,5 mg per chilogrammo di peso. Possibile nausea, vomito, epatite tossica. Ha una controindicazione per leucopenia.

Il trattamento combinato della tubercolosi può comprendere le seguenti combinazioni di farmaci: isoniazide, pirazinamide, rifampicina o isoniazide, rifampicina, etama butolo. Durante il trattamento fuori dall'ospedale, viene prescritta una combinazione di due farmaci: isoniazide con etambutolo, o con etionamide o con pirazinomide.

Isoniazide è prescritto per il trattamento di tutte le forme e localizzazioni della tubercolosi, sia negli adulti che nei bambini. Disponibile in compresse, polveri, soluzioni. I metodi della sua somministrazione sono diversi: per via orale, intramuscolare, endovenosa, intracavernosa, con inalazione. La dose per ciascun caso è individuale, in media, fino a 15 mg una volta al giorno, 1-3 volte al giorno. Gli effetti collaterali sono possibili sotto forma di nausea, vomito, vertigini, epatite indotta da farmaci, aumento delle ghiandole mammarie negli uomini e sanguinamento nelle donne. Controindicato nei pazienti con epilessia, pressione alta, malattia epatica, malattia coronarica, ecc.

La rifampicina è un antibiotico ad ampio spettro, nella rete farmaceutica è presentato in capsule e fiale con una massa porosa. Le capsule vengono bevute a stomaco vuoto mezz'ora prima del pasto, somministrate per via endovenosa solo agli adulti, utilizzando acqua sterile e glucosio per preparare la soluzione. Per gli adulti, la dose giornaliera è di 0,45 g, per i bambini 10 mg / kg. Il corso del trattamento è di un mese e si svolge sotto la stretta supervisione dei medici, perché ci possono essere reazioni allergiche, abbassamento della pressione sanguigna, indigestione, disturbi del fegato e dei reni. Non prescritto per donne in gravidanza, bambini fino a 3 anni, con ipersensibilità al farmaco.

vitamine

Un linfonodo ingrandito nel mediastino, qualunque sia la causa, richiede una dieta bilanciata ricca di vitamine e oligoelementi. L'elenco dei prodotti sani è molto ampio, tra cui carni magre, verdure (zucchine, carote, asparagi, sedano, cavoli, cetrioli, melanzane, cipolle, aglio, peperoni), frutta fresca e secca, noci, cereali, ricotta, yogurt, succhi di frutta freschi e altri prodotti. Estratti di rosa canina, fegato di manzo, burro, agrumi contribuiranno a migliorare l'immunità. Per la sarcoidosi c'è una limitazione nell'assunzione di calcio, ma le vitamine E, D, C, omega-3 sono necessarie per il corpo malato.

fisioterapia

Non viene utilizzato il trattamento fisioterapico con la natura tumorale dell'aumento dei linfonodi mediastinici. La terapia EHF sulla ghiandola del timo è efficace per i pazienti con sarcoidosi. La tubercolosi polmonare viene trattata con laser, ultrasuoni, induttotermia. Questi metodi aumentano la circolazione sanguigna nei polmoni, aumentando così l'effetto dei farmaci anti-tubercolosi. Controindicato nel decorso acuto della malattia, emottisi, processi tumorali.

Trattamento popolare

Erbe, prodotti delle api, grassi animali e vegetali, noci, ecc. Sono utilizzati nelle ricette per il trattamento popolare di varie malattie polmonari. Ecco alcuni di loro:

  • mescolare il lardo interno di maiale (200 g), il burro (50 g), il miele (un cucchiaio), il cacao (50 g), i tuorli d'uovo (4 pezzi), la panna (300 g). La massa risultante viene montata in un frullatore e fatta bollire in uno stato di crema densa. Bere in una forma raffreddata 1 cucchiaio 3 volte al giorno;
  • 2 cucchiai. cucchiaio lykopodiya e un pacchetto di burro ammorbidito aggiunto a mezzo litro di miele, mescolare accuratamente. Prendi più volte al giorno per un cucchiaio;
  • succo di barbabietola, aloe, miele, vino "Cahors" (100 g ciascuno), un cucchiaio di grasso di maiale mescolato e infuso per 2 settimane, una dose giornaliera di 40-50 g al giorno;
  • a una temperatura, le compresse di rafano strofinato e sfregamento con aceto sono efficaci;
  • inalazione, utilizzando aghi di pino e olio di eucalipto.

Medicina di erbe

In natura, ci sono molte erbe che possono aiutare in combinazione con il trattamento farmacologico. Se un aumento dei linfonodi mediastinici è associato a malattie infettive, polmonite, tubercolosi, sarcoidosi, allora puoi tranquillamente usare tè e decotti con fiori di tiglio, fiori di sambuco, madre e matrigna, liquirizia, piantaggine, salvia, celidonia, ortica, calendula. Nella rete di farmacie vengono vendute erbe speciali, in cui tutti i componenti necessari sono bilanciati per combattere i focolai patologici.

omeopatia

L'omeopatia viene spesso affrontata quando sono stati provati vari altri metodi e il risultato non è stato raggiunto. Il trattamento omeopatico per il cancro utilizza sostanze biologicamente attive scoperte in tempi diversi da diversi scienziati allo scopo di stimolare la resistenza del corpo e attivare meccanismi antitumorali. Se tutti i metodi noti di trattamento sono stati esauriti, ma l'effetto non è stato raggiunto, ricorrere ad un autonome - un autovaccinato omeopatico, prodotto utilizzando dosi ultralurate di tossine e veleni. Tali farmaci sono individuali e sono costituiti dal sangue, dall'urina o dalla saliva del paziente in base a una soluzione alcolica.

Nel trattamento della tubercolosi ricorrere anche a rimedi omeopatici. A seconda dei sintomi, prescrivi questo o quel farmaco. Quindi, durante l'espettorato prolungato, il fosforo viene scaricato in diverse diluizioni (a 6, 12, 30); dispnea - adonis vernalis, apotsinum, digitale; emottisi - millefolium, ferrum aceticum, amamelide; febbre - aconito, beladonna, gelzemium, ferrum phosphoricum; tosse - sodio fosforoso, natrium sulfuricum.

Apotsinum - fatto di radice di kutra rossa, utilizzato in diluizioni 3, 6, 12, 30. Gli effetti collaterali e le controindicazioni non sono descritti.

Millefolium - farmaco anti-infiammatorio e venotonico in gocce. Si consiglia di assumere 10-15 gocce tre volte al giorno prima dei pasti. Non sono stati identificati effetti collaterali.

Aconite - ha un effetto combinato, riduce la secrezione di espettorato nei bronchi, riduce la temperatura, ha proprietà antisettiche, antinfiammatorie, anestetiche. Consuma mezz'ora prima dei pasti o un'ora dopo. Durante il periodo di esacerbazione, mettere 8 granuli sotto la lingua 5 volte al giorno, riducendo gradualmente a tre dosi. Dopo 2 settimane, ridurre la frequenza di ricezione fino a 2 volte, continuare per altre due settimane. Le manifestazioni allergiche sono possibili, ma il trattamento non deve essere interrotto. Controindicato nelle donne in gravidanza, ipotensivo, ipersensibile.

Amamelide - per il trattamento dei polmoni viene utilizzato in granuli, la dose è determinata dall'omeopata individualmente. La consultazione di un ginecologo è necessaria per l'uso da parte di donne in gravidanza.

Trattamento chirurgico

Per il trattamento chirurgico fatto ricorso a tumori e cisti del mediastino, e questo dovrebbe essere fatto il più presto possibile. Nel caso di tumori maligni, un approccio individuale è nell'ultima fase, il metodo radicale non ha senso. Indicazioni per l'intervento chirurgico nella tubercolosi è l'assenza di dinamica positiva entro 1,5-2 anni. La sarcoidosi richiede raramente un intervento chirurgico, tale necessità può sorgere per salvare la vita di una persona con varie complicazioni.

Articolo Successivo

Dolore al fegato