Ascite con cirrosi epatica

Sintomi

L'ascite o nel modo popolare "l'idropisia dell'addome" non è una malattia separata. L'accumulo di versamento nella cavità peritoneale con conseguente aumento dell'addome è una delle manifestazioni di scompenso dei meccanismi adattativi del corpo umano.

Nel decorso clinico di varie patologie, l'ascite è considerata un sintomo regolare e una conseguenza di disturbi o di una seria complicanza. L'ascite con cirrosi epatica si verifica nel 50% dei pazienti entro 10 anni, e tra le cause di questa malattia è ¾ di tutti i casi di idropisia.

Poiché la maggior parte dei casi di cirrosi epatica sono associati all'alcolismo e colpiscono gli uomini (75-80%), l'ascite è anche più spesso osservata nel sesso più forte.

È quasi impossibile curare l'ascite, dal momento che non ci sono farmaci ad azione radicale che ripristinano il metabolismo disturbato dalla cirrosi. Un malato deve lottare con la formazione di liquidi in eccesso fino alla fine della sua vita.

Quali disordini nella cirrosi causano ascite?

Nella patogenesi dell'ascite sullo sfondo della cirrosi epatica per lungo tempo il ruolo principale è stato dato a due tipi di cambiamenti:

  • aumento della pressione nella vena porta (ipertensione portale), che si estende all'intera rete venosa e linfatica regionale;
  • una brusca diminuzione della funzionalità epatica dovuta alla sintesi proteica dovuta alla sostituzione di una parte di cellule con un tessuto fibroso.

Di conseguenza, le condizioni necessarie per il rilascio della parte liquida del sangue e del plasma compaiono nei vasi della cavità addominale:

  • la pressione idrostatica aumenta in modo significativo, che spreme il liquido;
  • La pressione oncotica diminuisce, che viene principalmente mantenuta dalla frazione di albumina delle proteine ​​(dell'80%).

Nella cavità addominale c'è sempre una piccola quantità di liquido per prevenire l'adesione degli organi interni, scivolamento intestinale. È aggiornato, l'eccesso viene assorbito dall'epitelio. Con la formazione di ascite, questo processo è terminato. Il peritoneo non è in grado di assorbire un grande volume.

La gravità dell'ascite dipende interamente dal grado di perdita degli epatociti. Se, in caso di epatite (infiammazione), è possibile sperare nella rimozione del processo e nel completo ripristino delle funzioni, allora sezioni del tessuto cicatriziale cirrotico non possono più trasformarsi in cellule epatiche. Le attività di trattamento supportano solo la rimanente fornitura di epatociti e compensano le funzioni perse. Senza un trattamento costante il paziente non può vivere.

Ulteriori cause compaiono in risposta a una diminuzione del volume ematico circolante:

  • il meccanismo di compensazione della carenza di ossigeno nei tessuti (rilascio di ormone antidiuretico e aldosterone), che contribuiscono alla ritenzione di sodio, è collegato: secondo le leggi della chimica, l'acqua è attaccata alle sue molecole;
  • aumenta gradualmente l'ipossia del muscolo cardiaco (miocardio), diminuisce la forza di espulsione del sangue, che porta al ristagno nella vena cava inferiore, edema alle gambe a causa di un ritardo nel sangue alla periferia.

Vista moderna sullo sviluppo dell'ascite

Ipertensione portale, disturbi dell'emodinamica e regolazione neuro-ormonale sono considerati dagli scienziati moderni come fattori scatenanti nello sviluppo dell'ascite. I disordini patogenetici sono considerati come una combinazione di diversi livelli del processo progressivo. Tutti i suddetti motivi sono classificati come sistemici o generali. Ma più importanza è attribuita ai fattori locali.

  • aumento della resistenza vascolare all'interno dei lobuli epatici, possono essere reversibili e irreversibili (blocco completo);
  • il blocco intraepatico favorisce la formazione della linfa, filtra attraverso la parete vascolare e la capsula epatica direttamente nella cavità addominale o "allaga" la vena porta e il dotto linfatico toracico;
  • l'accumulo di sostanze non stabili con effetto vasodilatatore (vasodilatatori di tipo glucagone) nel sangue dei pazienti, che porta all'espansione delle arterie periferiche, a shunt artero-venosi aperti negli organi e nei tessuti, e di conseguenza il riempimento del sangue arterioso diminuisce, la gittata cardiaca aumenta e l'ipertensione portale aumenta simultaneamente;
  • il riflesso è depositato una parte significativa del plasma nei vasi della cavità addominale;
  • l'effetto dei vasodilatatori aumenta con la produzione insufficiente di ossido nitrico da parte del fegato.

È dai sinusoidi che il fluido scorre nelle vene e nei vasi linfatici. Aumentare la pressione all'interno dei lobuli porta alla sua penetrazione nello spazio quasi sinusoidale e quindi nel peritoneo.

I sintomi della malattia

Dal momento che descriviamo le condizioni del paziente in ascite causata dalla cirrosi del fegato, tutti i sintomi dovrebbero essere suddivisi in cirrosi dipendenti o determinanti ascite. Nella terminologia medica, viene utilizzato il nome generico "sindrome edematoso-ascitica", che include tutti i disturbi in caso di cirrosi.

I sintomi della cirrosi comprendono un dolore sordo nel quadrante superiore destro o una sensazione di pesantezza dopo aver mangiato, specialmente cibi grassi e piccanti, alcol, lavoro fisico, amarezza costante o un sapore sgradevole in bocca, nausea, vomito raro.

Ci sono lamentele di debolezza, gonfiore e brontolii nello stomaco, sgabelli sciolti, drastiche perdite di peso. Il paziente soffre di prurito della pelle, pallore, pelle giallastra secca. L'impotenza e la crescita delle ghiandole mammarie negli uomini, così come la compromissione della funzione mestruale e la capacità di rimanere incinta nelle donne sono possibili complicazioni della patologia.

Gli esperti diagnosticano un cambiamento nello stato della lingua. Si chiama "laccato" a causa di arrossamenti e gonfiori. Appaiono stelle vascolari, che si formano sul viso (naso, palpebre) possono sanguinare, aumentando di tanto in tanto la temperatura.

La comparsa di lividi a causa di una violazione della coagulazione del sangue, cambiamenti nelle urine (diventa scuro e torbido), e le feci illuminano - cambiamenti concomitanti. All'esame, il medico trova un fegato ingrossato e doloroso.

I sintomi immediati dell'ascite si verificano sullo sfondo delle manifestazioni già presenti di cirrosi, quando il volume del liquido accumulato supera un litro. Per diversi giorni, il paziente nota un aumento significativo dell'addome. La pelle diventa tesa, liscia, con tratti (strisce bianche) ai lati, l'ombelico si gonfia verso l'esterno. Le vene ingrandite si intrecciano nella rete attorno all'ombelico, formando un'immagine della "testa di medusa".

Caratterizzato da un cambiamento nella forma dell'addome in una diversa posizione del paziente: in piedi in tondo visibile, pendente verso il basso, sdraiato sulla schiena - lo stomaco si allarga ai lati, sembra una rana. I pazienti hanno dolori più vicini allo sterno (ristagno nel lobo sinistro del fegato).

La pressione sulla cupola del diaframma porta ad una diminuzione dello spazio polmonare. Il paziente ha respiro affannoso, che aumenta nella posizione prona. Diventa impossibile addormentarsi senza un poggiatesta o un cuscino alti. La stagnazione simultanea nei polmoni si manifesta con la tosse della flemma, la cianosi delle labbra.

La costante pressione sullo stomaco è accompagnata da una sensazione di pesantezza, anche quando si mangia una piccola quantità di cibo, bruciore di stomaco, eruttazione. Vomito di cibo, bile, contenuti intestinali appare meno frequentemente.

La violazione delle feci si manifesta con diarrea e costipazione prolungata con l'ostruzione intestinale della clinica. Il paziente nota fenomeni disurici: minzione frequente, impulso doloroso. Malattie infiammatorie dei reni, unione della vescica. Sui piedi e sulle gambe si forma un gonfiore dovuto all'aggiunta di scompenso cardiaco, ristagno linfatico.

Se l'accumulo di liquido ascitico raggiunge 15-20 l, appare il paziente:

  • ernia della linea bianca, inguinale o ombelicale;
  • espansione delle vene emorroidarie con esacerbazione di emorroidi, sanguinamento;
  • gonfiore visibile delle vene intorno al collo a causa dell'aumentata pressione nella vena giugulare;
  • nel 6-7% dei pazienti, si crea un ulteriore versamento nella cavità pleurica destra (idrotorace).

Oltre al fegato ingrossato e denso durante l'esame, il medico esegue un test di fluttuazione: spingendo lo stomaco con una mano, l'altra mano avverte l'onda in arrivo. La percussione nei punti di massima accumulazione di liquidi è determinata dalla ottusità. Cambia quando si gira il paziente dall'altra parte.

Stage ascites

La grave malattia ha un effetto di moderazione su una persona che beve. Comincia a preoccuparsi della domanda se sia possibile curare la malattia. Sfortunatamente, mentre esiste una reale possibilità solo per rallentare il corso dei fenomeni irreversibili, se l'ascite e la cirrosi vengono rilevate in una fase precoce.

Il primo o il primo stadio - il paziente non accumula più di 3 litri di liquido, lo stomaco è leggermente ingrossato, caratterizzato da una prognosi favorevole, i pazienti vivono più a lungo di altri pazienti quando seguono le raccomandazioni del medico.

Il secondo si forma quando ci sono 4-10 litri di liquido nella cavità addominale, tutte le manifestazioni cliniche sono pronunciate e l'insufficienza renale è possibile.

Il terzo - il volume dell'addome raggiunge una grande dimensione, la quantità di liquido nel peritoneo è superiore a 10 litri. Le condizioni del paziente si stanno deteriorando rapidamente. Segni di difficoltà respiratorie, scompenso cardiaco. L'edema si è diffuso in tutto il corpo.

Il valore della diagnosi di ascite

All'esame, il medico può rilevare solo più di 1,5 litri di liquido mediante percussione dell'addome con il paziente che gira da una parte all'altra e un'onda da jogging. Nella diagnosi differenziale tenere conto che la peritonite adesiva con tubercolosi e cisti ovarica è spesso confusa e non cambia il suono durante la percussione.

Se ci sono incertezze nella diagnosi, allora la laparocentesi diagnostica viene mostrata con esame citologico e biochimico completo del fluido. Condotto una recinzione da 50 a 200 ml. Indicazioni più accurate per la tecnica:

  • ascite, prima scoperta;
  • diagnosi differenziale di cirrosi con un tumore maligno;
  • la necessità di eliminare la peritonite batterica.

Quando si analizza nel fluido ascitico, determinare:

  • proteine ​​totali e frazioni;
  • il glucosio;
  • colesterolo e trigliceridi;
  • bilirubina;
  • attività di amilasi;
  • reazione dei leucociti e globuli rossi;
  • cellule atipiche.

Fare seminare sulla microflora, determinare la sensibilità agli antibiotici. Si raccomanda di calcolare il gradiente di albumina sierica ascitica, che è uguale alla differenza tra il livello di albumina nel siero del sangue del paziente e nel liquido. Un indicatore di 1.1 è a favore dell'ipertensione portale.

Come trattare l'ascite nella cirrosi epatica?

Il trattamento dell'ascite in caso di cirrosi epatica è necessariamente combinato con la terapia della lesione principale. Pertanto, si distinguono la terapia di base e il diuretico. Nel trattamento di base comprende tutti i modi per supportare il fallimento funzionale del fegato, compensare la riduzione dei livelli di proteine, l'equilibrio elettrolitico.

Il paziente è raccomandato riposo a letto, perché è noto che in una posizione orizzontale diminuisce l'influenza del sistema nervoso simpatico, la produzione di angiotensina e renina, i processi di filtrazione nei tubuli renali sono migliorati.

Per supportare i rimanenti epatociti, utilizzare:

  • epatoprotettori (Kars, acido ursodesossicolico, Phosphogliv, Essentiale);
  • coleretico (allohol);
  • amminoacidi (ornitina e metionina).

In consultazione con il medico, viene prescritta la somministrazione del corso di farmaci antivirali (Pegasys, Ribaverin, Adefovir), steroidi anti-infiammatori, la soluzione di albumina viene aggiunta a gocce. La terapia diuretica viene effettuata combinando due gruppi di farmaci:

  • diuretici dell'ansa (furosemide, acido etacrinico, bumetanide);
  • Spironolattone, Triamteren.

Questa combinazione ti consente di risparmiare potassio nel sangue, la massima produzione di sodio e acqua.

Per controllare la quantità di liquido ascitico il paziente viene pesato giornalmente. La perdita di peso accettabile è:

  • in caso di ascite con edema - non più di 1 kg;
  • se l'ascite non è accompagnata da edema - 0,5 kg.

Dopo l'eliminazione dell'ascite, vengono prescritte le dosi di mantenimento. In assenza di una risposta alla terapia, parlano di ascite refrattaria (stabile). Quindi il trattamento applica laparocentesi con la rimozione del fluido attraverso il drenaggio. Una volta è possibile rimuovere da 4 a 10 litri sotto controllo della dinamica emodinamica (possibile caduta di pressione, svenimento).

Tali pazienti sono mostrati chirurgia di bypass per eliminare l'ipertensione nella vena porta. Allo stesso tempo, la patologia principale non viene eliminata e non vi è alcuna garanzia di miglioramento a lungo termine. Il trapianto di fegato può risolvere tutti i problemi.

Il trattamento con qualsiasi rimedio popolare sotto grave restrizione di liquidi è impossibile e inutile. Raccomandazioni per l'uso delle tasse diuretiche dovrebbero essere trattate con cautela.

Nutrizione del paziente

Nella dieta dei pazienti devono seguire le regole:

  • cucinando senza sale (singolarmente, il dottore può permettere di usare per attaccare nel piatto da 0,5 a 2 g);
  • quantità sufficiente di proteine ​​(non inferiore a 70 g);
  • frequente alimentazione frazionale;
  • mancanza di cibi e piatti fritti, affumicati, salati;
  • divieto categorico di bevande alcoliche;
  • restrizione del fluido a 750-1000 ml;
  • fornendo calorie da 1500 a 2000 kcal.

Vietato includere:

  • muffin e dolci;
  • cibo in scatola;
  • piatti a base di carne grassa;
  • prodotti con funghi;
  • margarina e grassi da cucina;
  • condimenti piccanti, tra cui maionese;
  • caffè e bevande gassate.

Il menu giornaliero è consigliato per includere:

  • cereali (farina d'avena, grano saraceno, riso) e casseruole di cereali;
  • frutta e verdura fresca;
  • latticini, ricotta;
  • carne e pesce magro;
  • pane di segale;
  • albumi d'uovo;
  • decotto di rosa selvatica.

Decorso complicato della malattia

La più frequente complicanza acuta dell'ascite è la peritonite batterica (secondo diversi autori si verifica nell'8-32% dei casi). È causato dalla tendenza del fluido ascitico a collegare un'infezione. Finisce letale.

Meno comuni sono le emorroidi pronunciate con emorragia dalle vene intestinali, versamento di liquido nella cavità pleurica, reflusso gastroesofageo, quando il contenuto dello stomaco viene rigettato nell'esofago, così come l'ernia del diaframma.

La previsione accurata di quante persone con ascite possono vivere non darà alcun dottore. Il decorso della malattia è molto individuale. Alcuni autori indicano una sopravvivenza a 10 anni. Altri prestano attenzione a un periodo di cinque anni senza un trapianto di fegato.

Lo stile di vita del paziente, una risposta adeguata del corpo al trattamento, svolge un ruolo significativo. In metà dei pazienti entro due anni ci sono complicazioni da cui una persona muore. L'ascite con la cirrosi del fegato appesantisce significativamente il corso della patologia. Anche l'implementazione di tutte le possibili prescrizioni non è in grado di fermare la malattia sottostante.

Febbre con cirrosi e altri sintomi della malattia

La temperatura della cirrosi del fegato aumenta spesso. Questo è uno dei segni della malattia. Aumenta anche con complicazioni della cirrosi. Tuttavia, questo non è l'unico sintomo che accompagna la malattia.

Cirrosi epatica: informazioni sulla malattia

La cirrosi è una malattia del fegato che è progressiva e porta a cambiamenti nella struttura del fegato. Come risultato di questo processo, si verificano disfunzioni organiche e nel tempo si sviluppano insufficienza epatica e ipertensione portale.

La malattia si sviluppa a causa di diversi motivi. I più comuni sono i seguenti:

  1. Epatite virale in natura. Più spesso, la distruzione del fegato si verifica nell'epatite C e nel delta.
  2. Epatite natura autoimmune. È caratterizzato dal fatto che il corpo non prende cellule native in quanto tali.
  3. L'alcolismo. La dipendenza perniciosa porta alla distruzione del fegato in 10 - 15 anni dopo abusi regolari di alcol.
  4. Disordini metabolici Questi includono patologie come la malattia di Wilson-Konovalov, l'emocromatosi, ecc.
  5. Effetto tossico delle sostanze. Ad esempio, farmaci epatotossici.
  6. Malattie delle vie biliari. Si tratta di ostruzione del tratto biliare extra-intraepatico e intraepatico.
  7. Congestione venosa nel fegato In particolare, stiamo parlando di pericardite costrittiva, malattia veno-esclusione, insufficienza cardiaca.

In alcuni casi, la causa dello sviluppo della cirrosi rimane sconosciuta. In questo caso viene diagnosticata la cirrosi criptogenica, cioè la cirrosi, la cui causa è incomprensibile.

Fasi di sviluppo e sintomi della cirrosi epatica

La malattia è caratterizzata da segni che consentono di effettuare una diagnosi preliminare.

La manifestazione di determinati sintomi dipende dallo stadio della malattia.

  1. Cirrosi iniziale o di classe A. La malattia non provoca ancora complicazioni. Se rilevi la malattia e identifica le cause che hanno provocato il suo sviluppo, puoi prevenire un'ulteriore distruzione dell'organo ed evitare gravi complicazioni. Se una persona rifiuta le cattive abitudini, inizia a condurre uno stile di vita sano, ha tutte le possibilità di preservare un organo che non è stato ancora completamente distrutto e distrutto. Il fegato è un organo in grado di riparare se stesso e le cellule sane possono funzionare sia per se stesse sia per quelle cellule che vengono distrutte dalla malattia.
  2. Cirrosi di classe B. Cominciano ad apparire i seguenti sintomi: l'addome aumenta di volume, le reazioni comportamentali cambiano, le gengive sanguinano.
  3. Cirrosi di classe C. In questa fase, non solo aumenta la manifestazione dei precedenti sintomi, ma ne vengono aggiunti altri. Questi includono i seguenti:
  • stanchezza;
  • perdita di peso;
  • coscienza disturbata;
  • deterioramento della concentrazione;
  • disturbo del sonno (sonnolenza diurna e insonnia notturna);
  • mancanza di appetito;
  • distensione addominale, pesantezza dopo aver mangiato;
  • segni di ittero: sclera e pelle assumono una colorazione giallastra;
  • decolorazione delle feci (diventano più chiare o completamente incolori);
  • scolorimento delle urine (diventa scuro);
  • sanguinamento dal naso, tratto gastrointestinale, natura emorroidaria;
  • emorragie sotto la pelle;
  • suscettibilità alle infezioni batteriche;
  • diminuzione della libido;
  • segni di ginecomastia (ingrossamento del seno negli uomini).

Le modifiche sono osservate sulla parte del corpo del paziente:

  • le sue dimensioni cambiano, e in qualsiasi direzione;
  • il fegato è condensato;
  • dolore al fegato, opaco o dolorante in natura, che diventa più intenso dopo l'esercizio fisico o una violazione della dieta;
  • segni di dispepsia: vomito, diarrea, nausea;
  • prurito;
  • "stelle" vascolari sulla pelle;
  • arrossamento della pelle sui palmi;
  • la lingua assume una tonalità cremisi.

Tutti questi segni indicano che la cirrosi sta progredendo ed è già riuscita a dare complicazioni a tutto il corpo.

Aumento della temperatura come segno di cirrosi

Sia nell'epatite C che nella cirrosi epatica, la temperatura corporea aumenta spesso. Ciò è spiegato dall'attività e dallo scompenso della cirrosi. La temperatura può essere subfebrile (37-37,5 ° C) o febbrile. Può durare molto a lungo: da alcuni giorni a diverse settimane. Allo stesso tempo, può alzarsi, o cadere nella norma, o risorgere.

Questo modello è caratteristico di qualsiasi tipo di cirrosi, sebbene per alcuni tipi sia più caratteristico, mentre per altri è inferiore:

  1. Cirrosi di natura virale. Accompagnato da un significativo aumento di temperatura e brividi. Allo stesso tempo l'esame del sangue mostra un aumento del livello di bilirubina.
  2. Cirrosi biliare secondaria. Quando aumenta anche significativamente la temperatura, ci sono i brividi. Inoltre, la condizione è accompagnata da sensazioni dolorose nell'ipocondrio superiore sinistro, pronunciata ittero, prurito, aumento delle dimensioni della milza e del fegato. Un esame del sangue mostra anche un aumento dei livelli di leucociti, bilirubina e acidi biliari. Le malattie che sono la causa principale dello sviluppo della malattia sono anche accompagnate dallo stesso sintomo. Questi includono colangite, colelitiasi, oncologia.

Di solito, una temperatura elevata è un'indicazione diretta per la diagnostica, il cui scopo è quello di rilevare qualsiasi altra malattia (concomitante), come ad esempio:

  • cancro al fegato;
  • infezione batterica;
  • patologia del sangue;
  • trombosi nel sistema portale.

La temperatura della cirrosi epatica può aumentare per vari motivi.

Le ragioni per l'aumento della temperatura

I motivi più comuni includono quanto segue:

  1. Necrosi di epatociti, cioè cellule epatiche. In questo caso, ittero diagnosticato e pronunciato, livelli elevati di leucociti nel sangue, così come ALT e AST, aumentano l'attività della fosfatasi alcalina.
  2. Pirogeni batterici I batteri intestinali possono passare attraverso l'organo interessato, che non può neutralizzare. Da soli, questi batteri possono causare un organismo a reagire sotto forma di un aumento della temperatura corporea. Se il fegato funziona correttamente, questo non succede. Ma con la cirrosi, il fegato non soddisfa questa funzione cruciale.

La temperatura non può essere abbattuta con antibiotici e altri farmaci. La temperatura ritorna normale solo se migliora il funzionamento del fegato.

L'aumento della temperatura corporea in caso di cirrosi è un'indicazione che il processo di distruzione del fegato è in fase attiva. Questo indica l'infiammazione e la distruzione di un gran numero di cellule del fegato, a causa della quale il corpo non è in grado di eseguire un numero crescente di funzioni assegnate ad esso.

Cirrosi complicata e febbre

Se non tratti la malattia, può dare serie complicazioni. A loro volta, molti di loro sono accompagnati da un forte aumento della temperatura corporea. In particolare, stiamo parlando di complicazioni di natura infettiva.

Con la cirrosi progressiva, il sistema immunitario soffre. Si indebolisce, a causa della quale diventa sempre più difficile per il corpo resistere agli attacchi di batteri patogeni e infezioni. Prima o poi, il corpo smette di resistergli e l'accesso alle infezioni avviene facilmente e rapidamente. Ciò significa che una persona soffre spesso di malattie virali e infettive, che sono sempre accompagnate da febbre alta.

Un'altra complicazione che si sviluppa con la cirrosi è la peritonite batterica. È accompagnato da un forte aumento della temperatura. Questa è una condizione pericolosa causata da un'infezione (di solito E. coli) che entra nel liquido ascitico nell'addome. La peritonite può essere diagnosticata per diversi motivi:

  • un forte aumento della temperatura sopra i 39 ° C;
  • brividi;
  • ipotensione (bassa pressione sanguigna);
  • dolore acuto e intenso nell'addome;
  • ridotta motilità intestinale;
  • aumento del tono muscolare addominale;
  • diminuzione nell'encefalopatia epatica, fino a uno stato di coma;
  • alto numero di globuli bianchi.

Nell'80% dei casi e oltre, la condizione è fatale. Pertanto, se il paziente ha cirrosi la temperatura sale bruscamente, è necessario consultare immediatamente un medico per evitare la peritonite.

Un'altra complicazione è l'ascite. La condizione si sviluppa quando il fluido entra nella cavità pleurica (il processo è chiamato idrotorace). È possibile che questo fluido sia infetto, il che può innescare lo sviluppo di empiema pleurico, cioè suppurazione delle foglie interpleurali. I sintomi di questa condizione sono simili alla peritonite batterica:

  • un forte aumento della temperatura ad altezze elevate;
  • dolore al petto;
  • un brusco deterioramento delle condizioni generali del paziente;
  • riduzione dell'encefalopatia;
  • segni di leucocitosi.

Le cause di empiema sono di solito E. coli, enterococco, Klebsiella, pseudomonadi. La condizione può svilupparsi sia indipendentemente che in combinazione con peritonite batterica.

Come per la peritonite, in questo stato, la prognosi per il paziente non è la più confortante. Pertanto, è anche necessario consultare urgentemente un medico.

La temperatura in caso di cirrosi epatica?

La febbre con la cirrosi è un sintomo abbastanza comune. Può sorgere sia in connessione con il processo stesso nel fegato, sia in connessione con il verificarsi di varie complicanze.

L'aumento della temperatura nella cirrosi epatica di solito si verifica nelle prime fasi del processo. Sorge leggermente nel range di 37-37,5 ⁰C. Questa temperatura corporea è chiamata subfebrile.

La cirrosi epatica e molte altre patologie (incluso il cancro) sono caratterizzate da una prolungata condizione di subfebilità.

In una tale situazione, la temperatura aumenta periodicamente, quindi arriva ai valori normali. Questo aumento della temperatura è associato alla necrosi (distruzione) delle cellule epatiche - epatociti.

Molto spesso, il periodo di aumento della temperatura corporea in caso di cirrosi epatica è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • Ittero ad alta intensità
  • Elevazione dei leucociti nel numero totale di emocromi
  • Aumento di AST, AlT
  • Aumento dell'attività della fosfatasi alcalina

Pertanto, la condizione subfebrilare nella cirrosi epatica indica che il processo si è spostato nella fase attiva. Ciò significa che gli epatociti vengono distrutti in grandi quantità, il fegato gradualmente cessa di svolgere le sue funzioni.

In questo vedono un'altra ragione per l'alta temperatura in caso di cirrosi epatica: il fegato cessa di neutralizzare i batteri intestinali, che causano una reazione di temperatura.

I farmaci antibatterici prescritti per altre malattie o per la cirrosi non influiscono sui valori della temperatura corporea. Diminuisce solo dopo che lo stato del fegato è normalizzato.

Tipi eziologici di cirrosi che si verificano con l'aumento della temperatura

In generale, si osserva un'alta temperatura in tutti i tipi di cirrosi. Ma alcuni fattori eziologici possono produrre un aumento della temperatura da soli.

Anche per alcuni tipi di cirrosi, una temperatura elevata è più caratteristica che per gli altri.

Pertanto, la cirrosi virale è caratterizzata da un aumento della temperatura a valori elevati, brividi. In questo caso, l'alta temperatura è combinata con ittero, opaco, ma piuttosto persistente, prolungato aumento della bilirubina nel sangue, che non è influenzata dal trattamento che viene condotto.

Per la cirrosi biliare secondaria è caratterizzata da alta temperatura corporea. Le malattie stesse che portano a questo tipo di cirrosi possono anche essere accompagnate da febbre.

Tali processi patologici includono la colelitiasi, la colangite (processi infiammatori nei dotti biliari), i tumori cancerosi (sebbene siano una causa rara di questo tipo di cirrosi).

La temperatura nella cirrosi biliare secondaria è accompagnata da brividi.

Inoltre, ci sono altri segni: dolore nell'ipocondrio destro, intenso ittero, prurito, ingrossamento del fegato e della milza, cambiamenti nel test del sangue biochimico e generale (leucocitosi, aumento della bilirubina, acidi biliari).

Alta temperatura con complicata cirrosi epatica

Alcune complicazioni che si sviluppano a seguito di cirrosi sono accompagnate da febbre. Queste sono complicazioni di natura infettiva.

La cirrosi in sé facilita l'attaccamento di varie infezioni. Ciò è dovuto al fatto che negli stadi successivi il sistema immunitario di una persona malata è indebolito.

Pertanto, varie infezioni virali e batteriche sono frequenti, per le quali, di norma, è caratterizzata da febbre.

Inoltre, le complicanze, il cui sviluppo è associato al processo nel fegato, possono diventare la causa della temperatura elevata nella cirrosi epatica. Prima di tutto, è la peritonite batterica.

Questa grave condizione si sviluppa a causa dell'infezione nel liquido ascitico nella cavità addominale. La peritonite è un processo urgente che richiede cure mediche immediate.

Il più delle volte, è causato da E. coli. Quindi, i segni di peritonite batterica in ascite sono:

  • Un forte aumento della temperatura a numeri elevati (39 C o più), brividi
  • La comparsa di dolore acuto e grave nell'addome
  • Bassa pressione sanguigna
  • Diminuzione della motilità intestinale, mancanza di rumore intestinale
  • Affaticamento muscolare addominale
  • Deterioramento dell'encefalopatia epatica fino al coma in alcuni casi
  • Leucocitosi alta

La morte in questa situazione si verifica molto spesso, oltre l'80% dei casi. Ecco perché con un forte aumento della temperatura corporea in caso di cirrosi epatica, è necessario contattare uno specialista.

C'è un'altra complicazione, che è anche accompagnata da febbre ed è anche associata alla presenza di ascite.

Se la cirrosi epatica sviluppa idrotorace (cioè, ingresso fluido nella cavità pleurica), questo fluido può anche essere infettato e portare allo sviluppo di empiema pleurico (suppurazione tra i fogli pleurici).

I segni di questa condizione sono simili ai segni di peritonite batterica:

  • Forte aumento della temperatura
  • Dolore al petto
  • Deterioramento dell'encefalopatia e delle condizioni generali
  • leucocitosi

Molto spesso, l'empiema è causato da Escherichia coli, enterococco, pseudomonadi, Klebsiella. Spesso l'empiema è combinato con la peritonite, ma può svilupparsi isolatamente.

In connessione con una prognosi negativa, si sospettano complicazioni infettive dell'idrotorace epatico per qualsiasi aumento della temperatura corporea.

Temperatura nella cirrosi epatica: un sintomo allarmante

Temperatura nella cirrosi epatica: un sintomo allarmante

L'alta temperatura in caso di cirrosi epatica è piuttosto frequente in questa malattia. Può sorgere per diverse ragioni, sia che sia innescato dai processi nell'organo stesso sia quando si verificano certe complicazioni.

La temperatura inizia a salire nei primi stadi della progressione della malattia, gli indici non sono alti, non superano i 37,5 ° C. Questo fenomeno si chiama temperatura subfebbrile. Molti tumori e cirrosi sono accompagnati da lunghe condizioni di subfebilità. In questo caso, la temperatura salta da normale a critica.

Per cominciare, per capire perché la temperatura cambia i suoi dati, è necessario decidere cos'è la cirrosi, quali fattori causano tali salti e quale dovrebbe essere il trattamento.

Essenza della malattia

È una malattia che progredisce in ogni fase e cambia le caratteristiche strutturali del fegato, a causa della quale perde la capacità di funzionare correttamente, che porta all'insufficienza epatica e all'ipertensione e successivamente alla morte.

I principali fattori di accadimento:

  • Epatite virale, il gruppo più comune C;
  • Epatite autoimmune, ad es. rifiuto di cellule native;
  • Dipendenza dall'alcol: l'etanolo distrugge le cellule dell'organo;
  • Disturbi metabolici, ad esempio emocromatosi;
  • Effetti tossici causati da vari farmaci;
  • Congestione venosa vicino all'organo;
  • Problemi con le vie biliari.

Se i medici non riuscivano a capire i fattori sottostanti della cirrosi, allora si chiama criptogenico, poiché non tutte le cause sono state identificate in medicina. Il trattamento, in questo caso, si sviluppa tenendo conto delle sfumature di ciascuna specie.

I sintomi dipendono dalla fase in cui si trova la malattia:

Lo stadio iniziale - non ci sono praticamente sintomi, la persona si sente bene. Solo i test speciali possono rilevare anomalie e necrosi incipiente.

Appaiono solo i sintomi standard:

  • Mal di testa;
  • Malessere generale;
  • Basse prestazioni;
  • Mancanza di appetito;
  • Emetic sollecita;
  • temperatura;
  • diarrea;
  • Whining dal lato destro.

Il secondo stadio - la malattia si fa sentire, manifestata in:

  • Aumento delle dimensioni dell'addome;
  • Gengive sanguinanti, epistassi;
  • Gli ematomi compaiono anche con un impatto minore.

Il terzo stadio è caratterizzato dall'intensificazione di tutti i sintomi di cui sopra e dalla comparsa di nuovi:

  • Una persona perde peso;
  • L'attività cosciente è interrotta;
  • Cattivo sonno;
  • Ittero, ad es. le membrane mucose e la pelle assumono una colorazione giallastra;
  • Le masse fecali perdono colore;
  • L'urina, al contrario, si scurisce;
  • Sanguinamento dall'ano;
  • Il desiderio sessuale è diminuito drasticamente;
  • Le ghiandole mammarie iniziano a crescere di dimensioni;
  • prurito;
  • Nella regione dell'ipocondrio destro c'è un dolore di carattere noioso;
  • Stelle vascolari

Temperatura - un indicatore di problemi al fegato?

L'epatite C e la cirrosi si verificano spesso con la febbre, che si spiega con il progredire della malattia. Come già accennato, la temperatura è suddivisa in subfebbrile e febbrile, vale a dire che vanno da 38 ° C e fino a 39 ° C. Per la durata, può durare diversi giorni o anche settimane. A volte c'è un declino, poi un brusco salto.

Tutto questo è dovuto a diversi fattori:

  1. Processi necrotici che si verificano nell'organo filtrante, che sono caratterizzati dalla morte di epatociti. Insieme a questo, viene diagnosticata anche l'ittero, alti livelli di leucociti, ALT e AST, che sono accompagnati da ascite.
  2. Sostanze batteriche Il corpo perde la maggior parte delle sue funzioni, riducendo così il grado di protezione del corpo dagli effetti di vari fattori esterni e interni. In questa situazione, questo tipo di pirogeni può facilmente passare attraverso il fegato, e lei, a sua volta, non è in grado di affrontarli. Passando attraverso il corpo senza problemi, aumentano istantaneamente la temperatura corporea, che avrebbe potuto essere prevenuta se non fosse stato per la malattia.

In una tale situazione, il trattamento con antibiotici e vari farmaci non aiuterà a ridurre la temperatura. Si stabilizza solo quando si verifica un miglioramento nel lavoro di un organo, anche se solo leggermente.

La temperatura suggerisce che lo sviluppo della malattia è in uno stadio di diffusione accelerata. L'infezione e il collasso delle cellule del corpo portano al fatto che il fegato non può più svolgere le funzioni di protezione del corpo umano.

Un aumento della temperatura è un sintomo universale di ogni tipo di cirrosi, in alcuni è l'indicatore principale, in altri uno minore.

Quindi, considerali:

  1. Cirrosi virale - si sviluppa con il salto più forte della temperatura e delle condizioni del freddo. Vengono anche rilevati livelli di ittero e alti livelli di bilirubina.
  2. Cirrosi biliare secondaria: tutti gli stessi processi si manifestano come nel caso di malattie virali. Allo stesso tempo, il dolore acuto severo nell'ipocondrio destro, l'ittero accompagnato da ascite, prurito della pelle, fegato e milza sono ingranditi. Secondo l'analisi, aumento del numero dei leucociti, la bilirubina. Il trattamento deve essere aggressivo.
  3. La vista compensata è il tipo di malattia più invisibile. Il fegato, senza complicazioni, svolge tutte le sue funzioni, sufficienti per la normale vita umana. La malattia, molto spesso, viene rilevata per caso, durante il passaggio di esami medici approfonditi o durante un intervento chirurgico, ma per una ragione diversa. Con la progressione della malattia, la temperatura di una persona aumenta, il dorso della mano si arrossa, il sangue dal naso, l'ittero (in casi molto rari). Una tale visione consente a una persona di vivere per decine di anni senza introdurre seri problemi.
  4. Postnecrotic - è una conseguenza di complicata epatite B. In alcuni casi, è una conseguenza della cirrosi biliare o alcolica. Il tasso di sviluppo della malattia è impensabile. Se non vengono prese misure urgenti, una persona può sviluppare insufficienza epatica. I sintomi includono: febbre, ascite, forte dolore addominale, ittero.

Oltre a questi tipi, c'è una forma di cirrosi scompensata, che si manifesta in:

  • Malessere nella zona del fegato;
  • Un forte aumento della temperatura;
  • ittero;
  • Stato di dispepsia;
  • Sanguinamento (dalle gengive, dal naso, dall'ano, dall'utero);
  • Perdita di peso drammatica;
  • L'appetito scompare;
  • Il colore della sclera è brunastro;
  • I palmi assumono una tonalità rossa;
  • Eruzione, come orticaria;
  • Ruote dentate e sistemi vascolari in tutto il corpo;
  • Allargamento degli organi interni, che porta ad un aumento delle dimensioni dell'addome.

La cirrosi attiva è il tipo in cui l'aumento della temperatura è uno dei segni principali, che è accompagnato dalla diffusione delle vene varicose in tutto il corpo. Anche l'ittero si manifesta in tutte le mucose e nella pelle.

Le temperature possono anche accompagnare malattie che possono verificarsi in parallelo con la cirrosi:

  1. Cancro al fegato, che tende ad accompagnare la cirrosi.
  2. Malattie infettive di patogenesi diversa.
  3. Patologie del sistema circolatorio, innescate da cambiamenti nel fegato.
  4. Trombosi registrata nel sistema portale.

Temperatura, come indicatore delle complicazioni della malattia

La cirrosi - una malattia che non viene da sola, può in seguito portare a una serie di complicazioni, ognuna delle quali è accompagnata da febbre. Questa malattia può essere attribuita ai problemi di natura infettiva.

La malattia indebolisce così il sistema immunitario e la persona nel suo complesso, che le infezioni non sono difficili da unire. Il sistema immunitario è sottoposto all'attacco più forte nelle fasi finali, quando è più indebolito. Per questo motivo, le infezioni virali e batteriche che accompagnano la malattia nelle fasi successive si manifestano insieme alla febbre alta.

Inoltre, nel fegato stesso possono essere effettuati processi che provocano un aumento della temperatura.

Tali complicazioni includono la peritonite batterica, una malattia che si sviluppa a causa dell'ingresso di batteri nel liquido ascitico nella cavità addominale.

Questa è una di quelle malattie che possono portare alla morte, senza l'intervento immediato di specialisti.

Se parliamo delle sue cause, quindi più spesso, è E. coli, ma ce ne sono diversi segni:

  • La temperatura fulminante salta oltre i limiti;
  • Ottimo freddo;
  • A volte, un dolore forte e acuto appare nell'addome;
  • Gocce di sangue;
  • Muscoli addominali in tensione costante;
  • Esacerbazione dei sintomi di encefalopatia, che può portare al coma;
  • Aumento del numero dei globuli bianchi.

Se tutti i sintomi iniziano a progredire, la probabilità di morte raggiunge l'85%. Ecco perché, se in presenza di cirrosi epatica, la temperatura aumenta bruscamente e appare la condizione di brividi, dovresti consultare immediatamente un medico.

La seconda complicazione che può verificarsi in combinazione con ascite e alta temperatura è l'idrotorace. Questo è un problema causato dall'ingresso di liquidi nella regione pleurica, in alcuni casi può essere infetto, portando a empiema. Quest'ultimo significa la comparsa di pus nella cavità tra i fogli pleurici, per i quali dovrebbe essere prescritto un trattamento separato.

I principali segni di complicazioni:

  1. Il salto più forte nella temperatura del corpo umano.
  2. Allungamento del dolore nello sterno.
  3. I tassi di encefalopatia stanno peggiorando.
  4. Alto numero di globuli bianchi.

Un fattore comune nella comparsa di empiema è E. coli e Klebsiella.

Una malattia può svilupparsi isolatamente, ma una situazione è più pericolosa di una combinazione di peritonite ed empiema semplicemente non può essere. Ecco perché è necessario un aiuto urgente con medici altamente qualificati.

La cirrosi con complicanze ha una prognosi piuttosto miserabile della vita, quindi, per qualsiasi aumento della temperatura corporea, dovrebbe essere urgentemente prescritto un trattamento adeguato.

È importante capire che l'auto-trattamento non è un'opzione. Indubbiamente, puoi aiutare te stesso con vari rimedi popolari, perché un approccio integrato alla risoluzione di un problema è un'opzione ideale per il trattamento.

Maggiori informazioni sull'argomento: http://alcogolizm.com/pechen/temperatura-pri-cirroze-pecheni.html

Cause di aumento della temperatura nella cirrosi epatica

L'aumento della temperatura nella cirrosi epatica è uno dei segni chiave dello sviluppo della malattia. La febbre indica la presenza di processi patologici caratterizzati dalla sostituzione di epatociti da parte delle cellule del tessuto connettivo.

I guasti nei processi di termoregolazione sono spesso associati al fatto che il fegato interessato non è in grado di neutralizzare i batteri intestinali che lo attraversano.

La normalizzazione della temperatura è possibile solo nel caso di miglioramento delle funzioni degli organi di formazione della bile.

I moderni farmaci offrono una varietà di farmaci antipiretici (antipiretici), con i quali è possibile abbattere il caldo. Tuttavia, la maggior parte di loro crea un carico eccessivo sugli organi di disintossicazione, che includono il fegato.

In connessione con la violazione delle sue funzioni, l'uso sistematico di farmaci può peggiorare il benessere del paziente e accelerare i processi degenerativi dell'organo.

Dall'articolo apprenderete i motivi dell'aumento della temperatura durante la cirrosi, nonché i metodi fisioterapeutici e medici per ripristinare la normale termoregolazione.

Febbre di basso grado come segno di cirrosi

La cirrosi epatica è una malattia cronica caratterizzata da processi irreversibili dell'organo. L'aumento della temperatura (febbre) è spiegato da scompenso di cirrosi, vale a dire.

disfunzione d'organo, che è associata alla sostituzione delle cellule epatiche normali (epatociti) con tessuto fibroso. La violazione dei processi di termoregolazione porta spesso a un leggero aumento della temperatura - 37,2-38 ° C (febbre bassa).

Ma in alcuni casi, il termometro si avvicina ai segni di 38,1-39 ° C (temperatura febbrile).

Lo stato subfebrillare è caratteristico di molti tipi di malattie del fegato, ma il più delle volte si osserva una violazione dei processi di termoregolazione con questi tipi di cirrosi:

  • virale - accompagnato da febbre, malessere e brividi;
  • secondaria biliare - è caratterizzata da sensazioni di disagio nell'ipocondrio destro, febbre di basso grado e grave ittero;
  • compensato - è quasi asintomatico, ma con il progredire della malattia, i pazienti possono lamentare febbre alta e debolezza muscolare.

Si sconsiglia di ridurre la febbre a basso grado con i farmaci da farmacia, poiché ciò può portare a una diminuzione dell'immunità e a una maggiore distruzione del fegato.

Le principali ragioni della violazione dei processi di termoregolazione nella cirrosi epatica includono:

  1. Necrosi epatocitaria La degenerazione delle cellule del fegato porta alla disfunzione dell'intero organo e, di conseguenza, all'accumulo di sostanze tossiche nel corpo. Uno dei sintomi chiave dell'intossicazione è la febbre subfebbrile, la nausea e il malessere;
  2. Pirogeni batterici La febbre di basso grado è spesso associata al passaggio di microbi intestinali (pirogeni) attraverso il fegato. In assenza di guasti nel corpo, vengono rapidamente neutralizzati. Ma con la disfunzione della ghiandola, gli agenti patogeni spesso provocano processi infiammatori che sono accompagnati da febbre;
  3. Complicazioni infettive La cirrosi è una malattia che è spesso accompagnata dallo sviluppo di patologie avverse. La disfunzione epatica indebolisce così tanto la difesa immunitaria che in seguito porta a complicazioni infettive - peritonite, ascite, ecc. Complicazioni infettive nel 96% dei casi sono accompagnate da febbre febbrile, diminuzione della motilità intestinale, taglio addominale e brividi.

Una febbre con cirrosi è un sintomo allarmante che può indicare lo sviluppo di complicanze infettive nel corpo. Secondo le osservazioni pratiche, il trattamento tardivo delle comorbidità nell'80% dei casi termina con la morte.

Farmaci antipiretici

Quando le violazioni delle funzioni del sistema epatobiliare, è necessario monitorare attentamente lo stato di salute e il grado di aumento della temperatura corporea.

È importante capire che un fegato sano è in grado di neutralizzare sostanze tossiche e principi attivi contenuti in vitamine e medicinali.

Ma quando gli epatociti degenerano, le sue funzioni sono compromesse, quindi i farmaci irrazionali possono peggiorare lo stato di salute.

Esistono farmaci che possono essere utilizzati per la cirrosi epatica? I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono tra gli antipiretici più sicuri.

Non solo ripristinano i processi di termoregolazione, ma eliminano anche il dolore negli organi colpiti. Tuttavia, gli esperti avvertono che con la disfunzione della ghiandola digestiva, ad es.

i fallimenti epatici si verificano nel metabolismo epatico.

Secondo i risultati degli esami di laboratorio, nella cirrosi epatica anche il "Paracetamolo" nel fegato viene metabolizzato di circa il 40-60%. Ciò significa che parte delle sostanze contenute nel preparato sono convertite in prodotti di decomposizione tossici. In altre parole, l'uso irrazionale di antipiretici porta all'accumulo di metaboliti nel corpo e, di conseguenza, all'avvelenamento.

Principi di trattamento

Il trattamento del fegato è il modo migliore per ripristinare i processi di termoregolazione nel corpo. Come già accennato, nella maggior parte dei casi il subfebrile si verifica a causa del passaggio di pirogeni attraverso il fegato, che provoca un aumento della temperatura. È possibile migliorare le condizioni del corpo e ripristinare le sue funzioni quando si sottopone a un trattamento conservativo.

La durata della terapia dipende dalla gravità dei processi patologici che si verificano nella ghiandola digestiva. Il corso minimo di trattamento è di 14-21 giorni, durante i quali il paziente deve assumere medicinali prescritti da uno specialista. Con una forte distruzione di epatociti e lo sviluppo di complicanze infettive, la terapia viene eseguita in ambiente ospedaliero.

Disintossicazione del corpo

La disintossicazione è il processo di elaborazione e neutralizzazione delle sostanze tossiche, il cui accumulo porta all'avvelenamento del corpo. Per ridurre la concentrazione di tossine nei tessuti, vengono utilizzati diversi metodi:

  • diuresi forzata - il processo di introduzione di una grande quantità di liquidi nel corpo, stimolando l'escrezione di sostanze nocive nelle urine;
  • lavanda gastrica - l'introduzione nel tratto gastrointestinale di una soluzione di soda debolmente concentrata, con la quale le tossine e i metaboliti dei farmaci vengono escreti dal corpo;
  • Plasmapheresis - purificazione hardware del plasma sanguigno dai prodotti di decadimento di preparati farmaceutici e metaboliti di microrganismi patogeni.

La diuresi forzata non viene utilizzata per il trattamento di pazienti affetti da insufficienza renale.

La disintossicazione ha un effetto benefico sul funzionamento del sistema epatobiliare, a seguito della quale la temperatura corporea si normalizza successivamente. Questo metodo è spesso usato per trattare pazienti che soffrono non solo di cirrosi, ma anche di epatite o colangite.

epatoprotettori

Gli epatoprotettori sono farmaci che hanno un effetto benefico sul funzionamento del fegato. I loro componenti "proteggono" gli epatociti dalla rinascita, che possono essere dovuti all'accumulo di sostanze tossiche nel corpo. In caso di cirrosi, i farmaci a base di erbe sono inclusi nel regime di trattamento, in quanto hanno un effetto terapeutico pronunciato:

  • ripristinare la funzione proteina-sintetica del fegato colpito;
  • proteggere gli epatociti dagli effetti negativi delle droghe sintetiche e dell'alcool;
  • avere un effetto coleretico.

Flamin, LIV-52 e Kars sono epatoprotettori derivati ​​dalle piante più comunemente usati nel trattamento della cirrosi epatica.

Tra gli epatoprotettori vegetali, non ci sono farmaci che creino un carico eccessivo sugli organi di disintossicazione. Con l'uso razionale dei farmaci nel fegato, i processi degenerativi sono rallentati, il che influenza indirettamente i processi di termoregolazione.

Farmaci lipotropi

Malfunzionamenti del fegato nel tempo portano a una violazione del metabolismo dei lipidi. A questo proposito, i depositi di grasso iniziano ad accumularsi nell'organo interessato, il che accelera il processo di distruzione della ghiandola digestiva. Per ripristinare la normale attività del fegato utilizzando i cosiddetti farmaci lipotropici:

I farmaci in questo gruppo prevengono i cambiamenti distrofici nel corpo e, di conseguenza, la violazione delle sue funzioni. Secondo osservazioni pratiche, la degenerazione grassa del fegato è spesso accompagnata da una condizione di subfebbrile. Con l'uso tempestivo di sostanze lipotropiche, la quantità di infiltrati di grasso nella ghiandola diminuisce, riducendo così la temperatura corporea.

Raccomandazioni generali

Per ridurre la temperatura nella cirrosi è possibile senza l'uso di droghe. Tuttavia, sono tutti volti a eliminare il sintomo stesso e non la causa del suo verificarsi.

È impossibile ignorare le manifestazioni della malattia, in quanto possono indicare lo sviluppo di malattie laterali e complicanze infettive.

Se, durante l'esame di un epatologo, non ci fossero evidenti disturbi nel funzionamento degli organi del sistema epatobiliare, le procedure fisioterapiche aiuteranno ad eliminare le febbri subfebrillari e febbrili.

Clima interno speciale

Se il termometro è vicino a 38-38,5 ° C, è necessario occuparsi della creazione di un microclima adatto in casa.

Riducendo la temperatura nella stanza a 18-19 ° C migliorerà lo scambio di calore del corpo con l'ambiente, in modo che la febbre passerà. In inverno, si consiglia di aerare la stanza almeno 4-5 volte al giorno.

Allo stesso tempo, il paziente deve vestirsi abbastanza facilmente, poiché i vestiti troppo caldi mantengono il corpo caldo, a causa del quale la temperatura sale.

In estate, l'aria condizionata e i ventilatori vengono utilizzati per ridurre la temperatura della casa. In assenza di una tecnologia adeguata, basta tenere chiuse le tende e le persiane. Forse, tali misure sembreranno a qualcuno improduttivo, ma oltre il 35% del calore entra nella casa attraverso le finestre.

Bagno fresco

In caso di forte calore, si consiglia di fare bagni freschi. L'acqua è un buon conduttore di calore, attraverso il quale è possibile ridurre la temperatura corporea di 2-3 ° C. Per evitare un carico grave sul sistema cardiovascolare, durante la procedura è necessario tenere conto di alcune importanti sfumature:

  1. riempire il bagno con acqua fredda (temperatura non superiore a 20 ° C);
  2. lavati i piedi prima di tuffarti;
  3. durante il bagno, massaggiare la pelle con una salvietta (maggiore microcircolazione del sangue assicurerà il primo scambio di calore con l'ambiente);
  4. Se ti senti meglio, completa la procedura.

Impacco freddo

L'impacco freddo è uno dei metodi più facili e sicuri per eliminare la febbre di basso grado. Per ripristinare la temperatura normale si consiglia di applicare impacchi umidi su polsi, zona inguinale, fronte e muscoli del polpaccio. Le compresse fredde hanno effetti antipiretici e analgesici. Per far fronte alla febbre con cirrosi epatica, devi fare quanto segue:

  1. avvolgere la garza è un pezzo di cotone abbastanza grande;
  2. inumidire il materiale preparato in acqua fredda;
  3. mettere un impacco sulla fronte, parte inferiore della gamba, regione interscapolare;
  4. Mentre l'impacco si riscalda, immergerlo in acqua fredda.

Mettere le compresse sul cuore non può essere, in quanto ciò può portare allo spasmo delle arterie e alla rottura della normale circolazione sanguigna. Per migliorare l'effetto antipiretico della compressa, puoi imporre la sua area con grandi vasi: succlavia, inguinale, ascellare, ecc. Controindicazioni all'uso di impacchi freddi sono malattie infettive e della pelle.

conclusione

L'aumento della temperatura nella cirrosi è più spesso il risultato di autoavvelenamento del corpo, la degenerazione delle cellule epatiche e lo sviluppo di complicazioni infettive.

Un fegato normalmente funzionante deve convertire metaboliti di farmaci e agenti patogeni in componenti innocui.

Il fallimento del corpo porta inevitabilmente all'accumulo di tossine nei tessuti e, di conseguenza, alla comparsa di segni di intossicazione, che includono la febbre.

Per ridurre la temperatura dei farmaci in caso di cirrosi epatica non è raccomandato, in quanto ciò aggraverà solo lo stato di salute. Normalizzare i processi di termoregolazione nel caso di ripristino delle funzioni della ghiandola digestiva. Le procedure di disintossicazione (diuresi forzata, scambio plasmatico), epatoprotettori a base di erbe e farmaci lipofilici sono utilizzate per il trattamento del fegato.

Nel caso di un forte aumento della temperatura corporea, si raccomanda di limitarsi al trattamento fisioterapico. Eliminare la febbre possono essere bagni freddi, impacchi umidi, ecc. Se il termometro si avvicina al segno di 40 ° C, si consiglia di assumere una dose singola di farmaci antipiretici - Ibuprofene, Paracetamolo o Nurofen.

I nostri lettori raccomandano

Cirrosi e febbre alta

Un sintomo comune dell'insorgenza del danno al tessuto epatico è un aumento degli indicatori di temperatura sotto l'ascella. L'aumento della temperatura nella cirrosi epatica appare per diversi motivi.

Più spesso, è innescato dai processi che si verificano nei tessuti del fegato, così come lo sviluppo di complicanze. In entrambi i casi, la temperatura è accompagnata da una serie di altri segni che consentono di determinare il problema.

Le fluttuazioni di temperatura e i suoi indicatori sono caratteristici della cirrosi e possono parlare del processo del decorso della malattia e delle sue forme.

La temperatura come sintomo di cirrosi

La temperatura corporale subfebrilare (37-37,5 ° C) o febbrile è caratteristica delle lesioni epatite C del fegato Le fluttuazioni degli indicatori dipendono dal grado di scompenso della cirrosi sviluppato sullo sfondo dell'epatite.

L'aumento della temperatura è breve, ma critico, e può essere subfebrillante e lungo - di solito da 2-3 giorni a 1-2 mesi.

La più caratteristica è la frequenza di questo stato con un aumento a 38 ° C e un calo degli indicatori al livello della norma.

Il sintomo accompagna spesso tutti i tipi di cirrosi, ma in alcuni casi è più pronunciato e in altri meno, ad esempio:

  • In caso di cirrosi di tipo virale, si osserva un aumento della temperatura corporea bruscamente, ai massimi livelli. La condizione è spesso accompagnata da febbre e brividi. Al ricevimento dei risultati delle analisi del sangue è emersa una concentrazione critica di bilirubina.
  • Nella lesione biliare secondaria delle cellule epatiche, si osserva anche un forte aumento degli indici di temperatura e dei brividi. Inoltre, ci sono sensazioni dolorose nell'ipocondrio destro, grave giallo della pelle e sclera degli occhi e prurito. Quando palpate l'addome, si avvertono una milza e un fegato ingrossati. Nell'analisi del sangue, viene rilevato un eccesso della norma nei leucociti, nella bilirubina, negli acidi biliari. Le malattie che sono le cause alla radice di questa forma di cirrosi, come la colangite, la malattia del calcoli biliari, lo sviluppo del tumore, sono accompagnate da un quadro clinico simile.
  • Con la cirrosi compensata, di solito c'è un minimo di sintomi che sono spesso confusi con malessere lieve e superlavoro. Durante questo periodo, il fegato è ancora in grado di svolgere le sue funzioni principali e non si osservano complicazioni, pertanto, il normale funzionamento di una persona non viene compromesso. Questa forma della malattia viene rilevata per caso durante un esame approfondito, un intervento chirurgico o con la progressione della malattia. Il passaggio alla forma attiva della cirrosi compensata è accompagnato da:

Le fluttuazioni della temperatura corporea nella malattia del fegato possono verificarsi con sanguinamento dal naso, rossore o ingiallimento delle mani e altre parti del corpo.

  1. aumento della temperatura a indicatori subfebrilari o febbrili;
  2. arrossamento dei palmi;
  3. aumento del sanguinamento nasale;
  4. il giallo della pelle, che è raro.

La fase compensata inattiva consente a una persona di vivere in pace con una diagnosi di più di 10 anni.

  • Nella cirrosi postnecrotica, c'è uno sviluppo istantaneo della patologia con la manifestazione dell'intero quadro clinico durante la notte. Negli umani, ci sono:
  1. febbre;
  2. ascite progressiva (accumulo di liquidi nei tessuti e negli organi);
  3. dolore addominale lancinante;
  4. grave ittero.

Questa forma di malattia è una conseguenza dell'epatite B complicata, meno frequente - cirrosi primaria biliare o alcolica del fegato. Con cure mediche ritardate aumenta il rischio di insufficienza epatica o coma.

Il cambiamento degli indicatori di temperatura al di sopra della norma può dare un segnale sull'inizio del processo patologico nel corpo. Pertanto, è necessaria una diagnosi approfondita delle cause di tale sintomo. Oltre alla cirrosi, è possibile identificare tali comorbidità come:

  • tumori maligni nel fegato;
  • infezione batterica dei tessuti del fegato;
  • patologia del sangue;
  • trombosi della vena porta.

motivi

I provocatori più comuni aumentano la temperatura nella cirrosi epatica:

  • Necrosi di cellule del fegato - epatociti. Il segno principale - fa male il lato destro nell'ipocondrio. Come sintomo ausiliario nella diagnosi del problema sono:
  1. pronunciato giallo della pelle e dell'occhio sclera;
  2. alta concentrazione di leucociti, ALT, AST nel siero;
  3. aumento dell'attività della fosfatasi alcalina.
  • Riproduzione di pirogeni batterici. Un organo indebolito con cirrosi diventa suscettibile a vari batteri intestinali che "passano" attraverso di esso. In caso di cirrosi, il fegato non è in grado di neutralizzarli a causa di disfunzioni, pertanto, il sistema immunitario del corpo prende misure indipendenti per distruggere i patogeni aumentando la temperatura corporea. Durante il normale funzionamento del fegato, questa reazione non si verifica. La particolarità dello stato sta nel fatto che la temperatura non va fuori strada con antipiretici o antibiotici. Stabilizzare le sue prestazioni è possibile solo con un migliore funzionamento delle cellule epatiche. Allo stesso tempo, il fegato danneggiato fa male.
  • Transizione della cirrosi nella fase attiva. Il processo è sempre accompagnato da un aumento degli indicatori di temperatura sullo sfondo della rapida diffusione dell'infiammazione con la morte della maggior parte delle cellule epatiche. Di conseguenza, il corpo perde le sue funzioni, che minaccia di insufficienza epatica e coma.

Complicazioni e temperatura

In assenza di trattamento del danno cirrotico al fegato, si sviluppano gravi complicanze, che sono sempre accompagnate da un forte brusco aumento della temperatura corporea e da altri sintomi specifici. Più spesso, le variazioni di temperatura si osservano con complicanze infettive.

Le principali complicazioni che causano un peggioramento del calore del paziente sono:

  • Infezione secondaria A causa della progressione della cirrosi del fegato indebolisce notevolmente il sistema immunitario. Di conseguenza, il corpo diventa più suscettibile agli attacchi di batteri patogeni e virus. L'adesione di infezioni avviene molto rapidamente e facilmente a causa della ridotta resistenza del corpo. Pertanto, le persone più spesso soffrono di forme gravi di infezioni respiratorie acute, infezioni virali respiratorie acute, influenza, accompagnate da febbre, febbre e brividi.

Un fegato malato peggiora lo stato di immunità generale e la malattia può essere ulteriormente causata da altre infezioni.

  • Peritonite batterica La patologia si manifesta sempre con un forte aumento della temperatura a valori critici (40-42 ° C). Lo stato è pericoloso e minaccia la vita umana in assenza di misure di emergenza. La principale causa di infezione è l'infezione da E. coli, che penetra nel liquido ascitico accumulato nei tessuti del peritoneo.

La diagnosi di peritonite è possibile per i seguenti motivi:

  1. dolore acuto e forte, e lo stomaco fa male sia fuori che dentro;
  2. calore (fino a 42 ° C);
  3. brividi;
  4. ridotta attività peristaltica intestinale;
  5. debole pressione sanguigna;
  6. livelli criticamente elevati di globuli bianchi, che parlano di infiammazione su larga scala;
  7. diminuzione della funzionalità epatica (fino al coma).

L'80% di tutti i casi è letale. Pertanto, con un forte aumento della temperatura in un paziente con cirrosi epatica, è necessario consultare urgentemente un medico per escludere la peritonite batterica.

  • Ascite. La complicazione è caratterizzata dall'accumulo di liquidi e sali in eccesso nella cavità pleurica. Il processo di accumulazione è chiamato idrotorace. A causa della ridotta immunità e della funzione purificante del fegato, il rischio di infezione del substrato liquido nella pleura aumenta con lo sviluppo di empiema, cioè suppurazione delle foglie peritoneali.

Il quadro clinico dello stato è simile alla peritonite batterica e si manifesta:

L'empiema può causare E. coli, enterococchi, Klebsiella, pseudomonas. Le complicanze possono apparire indipendentemente o in combinazione con la peritonite batterica. La prognosi è sfavorevole, quindi è necessario un appello urgente a un medico ai primi segni dell'inizio dell'infiammazione.

Perché la temperatura aumenta con la cirrosi

La temperatura nella cirrosi epatica indica lo sviluppo di complicanze nel corso della malattia. L'alto tasso è dovuto a molti fattori provocatori, tra cui neoplasie maligne, intossicazione generale del corpo e completa insufficienza d'organo.

È interessante notare che la temperatura sale nelle primissime fasi della patologia. Ciò è dovuto al processo infiammatorio in rapido sviluppo, che copre il corpo.

Come la distruzione dei suoi tessuti e cellule, la situazione peggiora, portando allo sviluppo di sintomi secondari, incluso un indice di alta temperatura.

La temperatura nella cirrosi epatica indica lo sviluppo di complicanze nel corso della malattia.

Perché la temperatura aumenta

L'aumento della temperatura in caso di cirrosi epatica o condizione subfebrilare è una caratteristica della maggior parte dei processi patologici che coprono la struttura dell'organo. Il rapido salto dell'indicatore è fissato per i seguenti tipi di malattia:

  • virale. Accompagnato da temperature fino a 38 gradi, il paziente si lamenta di malessere generale e brividi;
  • biliare. La malattia è caratterizzata dalla comparsa di disagio generale nell'ipocondrio destro, i segni di epatite non sono esclusi;
  • compensata. Patologia procede senza manifestazioni cliniche pronunciate. L'unica lamentela dei pazienti è la temperatura fino a 39 gradi e la debolezza muscolare.

Per i tipi di malattia del fegato presentati, la temperatura è considerata normale. Interruzione del funzionamento del corpo porta ad una diminuzione delle funzioni immunitarie del corpo, che influisce negativamente sulle loro prestazioni. Gli esperti identificano una serie di altri fattori provocatori che portano a una violazione della termoregolazione. Questi includono:

La sconfitta dei microbi intestinali è uno dei fattori della violazione della termoregolazione

  • necrosi delle cellule epatiche. La cirrosi è accompagnata dalla trasformazione di cellule sane in cicatrici o tessuto connettivo. Questo processo porta alla disfunzione dell'organo e alla morte di tessuti sani.

Il fegato non è in grado di far fronte alle sue responsabilità dirette, che provocano una generale intossicazione del corpo, a seguito della quale la temperatura inizia a salire.

  • sconfiggere i microbi intestinali. La febbre spesso porta al passaggio di batteri pirogeni attraverso l'organo. Se il fegato funziona normalmente, vengono immediatamente neutralizzati.

    In presenza di disturbi, gli agenti batterici contribuiscono allo sviluppo di processi infiammatori acuti, che è accompagnato da un aumento dell'indice di temperatura;

  • complicanze infettive. Quando la malattia del fegato rimane ad alto rischio di reazioni avverse e complicazioni.

    La violazione dello scopo funzionale del corpo indebolisce le funzioni protettive del corpo, che aumenta la sua suscettibilità alla penetrazione di agenti batterici. Tutte le complicazioni sono accompagnate da subfebrilitet.

  • Principi generali della terapia medica

    Per ripristinare i processi di termoregolazione ed eliminare le manifestazioni cliniche concomitanti, è consigliabile eliminare prontamente la malattia del fegato. Il motivo principale per l'alto tasso è un grave danno al corpo e all'organo con agenti infettivi. Per migliorare la condizione generale, l'effetto terapeutico si basa sul seguente algoritmo:

    È impossibile abbassare la temperatura con il paracetamolo in caso di cirrosi.

    • assumere farmaci antipiretici;
    • disintossicazione del corpo dagli effetti tossici;
    • ripristino dello scopo funzionale del corpo;
    • ripristino del metabolismo lipidico.

    La durata del trattamento dipende dalle condizioni generali del paziente, dallo stadio della cirrosi epatica e dai fattori correlati (complicazioni). In media, il corso della terapia va da 2-3 settimane. Questo tempo è sufficiente per ripristinare il corpo.

    Se ci sono problemi acuti con il fegato, la terapia viene eseguita in un ospedale.

    Farmaci antipiretici

    Secondo gli esperti, è consigliabile effettuare un trattamento con l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). Hanno un impatto negativo minimo sul corpo, neutralizzando le tossine.

    L'utilizzo dei FANS (Diclofenac, Nimesil, Nimid) consente di eliminare il processo infiammatorio, riducendo al contempo l'indice di temperatura generale. Tuttavia, i farmaci incontrollati in caso di cirrosi epatica possono portare a un netto deterioramento.

    Gli esperti raccomandano di seguire il regime di trattamento prescritto e di non superare il dosaggio da soli.

    I farmaci antipiretici sono ampiamente diffusi, sono caratterizzati da un pronunciato effetto antipiretico. Ha un effetto benefico sul corpo nel suo complesso. Tra questo gruppo di farmaci, acetaminofene e metamizolo sono i più popolari.

    Pulizia del corpo dalle tossine

    Per problemi al fegato, la pulizia o la disintossicazione del corpo è il modo migliore per ripristinare la salute di tutti gli organi e sistemi. Le sostanze tossiche accumulate provocano l'avvelenamento, che può essere fatale. Secondo lo standard, il trattamento mediante disintossicazione viene eseguito secondo il seguente algoritmo:

    • diuresi di tipo forzato. Le tossine del corpo vengono escrete nelle urine, mentre il paziente assume speciali farmaci diuretici (Furosemide, Nefropil);
    • procedura standard di lavaggio gastrico. Viene effettuato utilizzando la soluzione di soda o una grande quantità di acqua. Oltre alla terapia, gli specialisti prescrivono tossine e metaboliti, in particolare Regidron;
    • purificazione del plasma sanguigno.

    La temperatura in caso di cirrosi epatica può essere eliminata in vari modi. La scelta del metodo di disintossicazione dipende dalle condizioni generali del paziente e dalla gravità della patologia.

    Recupero della funzionalità epatica

    Gli epatoprotettori sono prescritti per ripristinare il fegato.

    Cosa fare con danni al fegato? Una procedura importante è il ripristino del suo scopo funzionale. A tal fine, il medico prescrive l'uso di epatoprotettori (Flamin e Kars).

    Questo è un gruppo speciale di farmaci che ha un effetto protettivo sulle cellule sane dell'organo. In presenza di insufficienza epatica, gli epatoprotettori ripristinano la struttura del corpo, le sue funzioni e migliorano il flusso della bile.

    Uso corretto e razionale dei farmaci, rallenta i processi degenerativi, che contribuisce a bloccare l'aumento dell'indice di temperatura.

    Restauro del metabolismo lipidico

    Lo stadio finale della terapia è il ripristino del metabolismo dei lipidi. I problemi al fegato sono accompagnati da accumulo di grasso corporeo in esso. È causato dalla distruzione della ghiandola digestiva. Per ripristinare il metabolismo dei lipidi vengono utilizzati farmaci specializzati, in particolare colina e inositolo.

    L'uso di farmaci in questa categoria aiuta a eliminare l'insufficienza epatica e ripristinare il suo scopo funzionale. L'uso tempestivo di farmaci garantisce la riduzione degli infiltrati nel corpo, che ha un effetto benefico sul benessere generale di una persona.

    Normalizzazione della temperatura: raccomandazioni generali

    È possibile abbassare la temperatura in caso di malattie del fegato senza influenza farmacologica. Attenzione: un approccio non convenzionale è appropriato se le condizioni del paziente sono soddisfacenti e l'aumento dell'indice di temperatura non è associato allo sviluppo di gravi complicanze. I principali metodi non medicinali includono:

    • la creazione di un microclima speciale nella stanza;
    • applicazione a bagno freddo;
    • usa gli impacchi freddi.

    Se la temperatura aumenta periodicamente, i metodi non convenzionali possono normalizzarne il livello. Sono ampiamente usati nella pratica, ma solo dopo l'approvazione del medico curante. Il loro uso è appropriato se non vi è alcun rischio di complicanze.

    Microclima interno

    Per ridurre la temperatura nella stanza, utilizzare l'aria condizionata.

    Dare farmaci non è sempre appropriato, prima devi cercare di normalizzare il microclima nella stanza.

    L'indicatore della temperatura ottimale nell'appartamento dovrebbe essere di 18-19 gradi. Per fare ciò, è necessario ventilare costantemente la stanza ed eseguire la pulizia a umido.

    Il modo migliore per ridurre la temperatura dell'appartamento è usare condizionatori e ventilatori.

    Se hai problemi con il fegato, è opportuno fare un bagno o una doccia fredda. La loro azione è volta a ripristinare la termoregolazione del corpo e ridurre il carico sul sistema cardiovascolare.

    L'indicatore della temperatura dell'acqua non dovrebbe essere più di 20 gradi, prima di fare il bagno inizialmente lavato i piedi. Durante la procedura, la persona dovrebbe agire sulla pelle con un asciugamano.

    Questa tecnica consente di attivare i recettori sottocutanei, influenzando in tal modo il processo di termoregolazione.

    Usa gli impacchi freddi

    Uno dei modi più semplici per ripristinare l'indicatore della temperatura è l'uso di compresse fredde. Devono essere applicati al polso, nella zona inguinale (negli uomini), sulla fronte e sui muscoli del polpaccio. Comprimi ti consente di normalizzare l'indice di temperatura ed eliminare il dolore.

    conclusione

    Un indicatore di alta temperatura può essere dovuto all'intossicazione del corpo o alla degenerazione di cellule sane.

    Questi processi hanno un impatto negativo sulla condizione generale del paziente, causando lo sviluppo di complicanze. Il fallimento del corpo nella cirrosi è un evento comune.

    Quando compare uno strano quadro clinico, il paziente deve cercare immediatamente l'aiuto di un istituto medico.