È vero che l'epatite C non esiste?

Diete

"L'epatite C non esiste", con questo titolo puoi trovare spesso articoli sulla stampa e su Internet. È davvero così? Cosa mette in discussione i pazienti e parte della comunità medica? Vale la pena di considerare questo problema in modo più dettagliato, perché è proprio questa malattia praticamente incurabile che "spaventa" molti pazienti. Quindi è davvero lui? L'epatite C esiste in natura?

Perché sorgono dubbi

Epatite C: verità o finzione? Una parte significativa della comunità medica convince i suoi pazienti che questa malattia non esiste in natura. Tuttavia, ci sono alcuni medici che non sono sicuri di questo. Perché sorgono tali dubbi? Quali momenti sono considerati sospetti?

Studiando tutta la verità sull'epatite C, i medici dubbiosi sottolineano quanto segue:

  1. Prima di tutto, stiamo parlando di sintomi. La malattia è considerata pericolosa per la salute, portando alla cirrosi epatica. Allo stesso tempo, non ci sono praticamente sintomi evidenti.
  2. Difficile da diagnosticare. Per dimostrare la presenza della malattia è possibile solo dopo un'analisi speciale specifica per l'epatite C. Questo studio è effettuato per analogia con la rilevazione dell'HIV (virus dell'immunodeficienza umana).
  3. Secondo gli studi, l'epatite C si trova principalmente nelle persone in giovane età fino a trenta anni. Un certo numero di medici ha una domanda: se la malattia è causata da un virus, allora perché è raro nei pazienti più anziani?
  4. Secondo la comunità medica, l'infezione "get" è possibile solo attraverso il sangue. Per questo motivo, una percentuale significativa di pazienti sono tossicodipendenti o persone che sono state trasfuse. La possibilità di infezione è molto bassa. In questo sondaggio mostra un numero piuttosto elevato di pazienti. Tra questi ci sono quelli che non sono tossicodipendenti e non hanno ricevuto trasfusioni di sangue.
  5. La questione se sia vero che l'epatite C non esiste, deriva anche dal fatto che è stata scoperta di recente. Solo 20-30 anni fa non hanno sentito parlare di una tale malattia. Alcune persone hanno una domanda, ma il virus non l'ha infettato prima.

Il trattamento della malattia descritta non è sempre richiesto. In alcuni casi, il virus patogeno è inattivo. Il paziente può semplicemente essere il suo portatore.

E ci sono molti "sospetti". Ad oggi, altri tipi di epatite sono aperti. Anche questo è fuorviante. Questo è il motivo per cui molti pazienti dubitano della loro diagnosi, e in particolare della necessità di un trattamento costoso, che può danneggiare significativamente il fegato.

Come è stata identificata la malattia

L'epatite è una pericolosa malattia del fegato. I medici hanno imparato la sua esistenza di recente.

Fino agli anni settanta del secolo scorso, la comunità medica identificò i seguenti due tipi di epatite:

  • tipo A. In questo caso, la malattia si verifica a causa di infezione con un virus speciale. L'agente patogeno entra nel fegato dall'acqua o dal cibo. Pertanto, questa malattia si verifica nelle persone in condizioni insalubri;
  • tipo B. Questa malattia è causata da un altro virus appartenente alla famiglia degli hepadnavirus. Qui l'infezione avviene attraverso il sangue.

Entrambi i tipi di epatite sono curabili. Allo stesso tempo, il tipo B spesso non richiede nemmeno l'uso di farmaci speciali. La malattia può essere conquistata dal paziente "spontaneamente".

Negli anni settanta del secolo scorso negli Stati Uniti ha iniziato a parlare di un nuovo tipo di epatite. Dopo studi su pazienti in alcuni di loro non ha rivelato la presenza di nessuno dei virus conosciuti, patogeni. Di conseguenza, hanno iniziato a parlare della presenza del terzo tipo - epatite C.

Il virus stesso, che porta alla comparsa di questa malattia, è stato così identificato e non lo è stato. Nel 1987 furono condotti studi sugli scimpanzé nel laboratorio di San Francisco. Dopo aver analizzato il fegato delle scimmie malate, non sono stati identificati virus dell'epatite A e B. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato la presenza di RNA estraneo o acido ribonucleico.

Come viene descritta la malattia

Ogni malattia ha i suoi segni. Secondo le osservazioni dei medici, la malattia descritta può durare anni senza manifestazioni e sintomi evidenti. Il paziente potrebbe non essere ammalato per molto tempo.

Secondo il parere di medici che sono fiduciosi nell'esistenza dell'epatite di tipo C, le seguenti caratteristiche sono inerenti a questa malattia:

  1. Di norma, il periodo di incubazione dura da uno a tre mesi. Ma anche dopo questo, la malattia non può manifestarsi. Durerà asintomaticamente finché non inizieranno processi irreversibili nel fegato.
  2. Secondo le statistiche mediche, il 10-15% delle persone infette può essere curato senza intervento medico. La malattia passa da sola senza gravi conseguenze per il corpo. Nell'85-90 percento dei casi si sviluppa una forma cronica della malattia. In questo caso, i sintomi si osservano in rari casi.
  3. In rari casi, la malattia può manifestarsi in diverse fasi del suo sviluppo.

Se i sintomi vengono osservati, sono spesso impliciti. Molto spesso tali manifestazioni vengono prese per segni di malattie respiratorie acute. Quindi, il paziente può sentire debolezza, dolore ai muscoli, affaticamento.

Segni evidenti indicativo di problemi epatici con epatite C sono molto rari. Solo in casi isolati, il paziente può iniziare l'ittero e altre manifestazioni cliniche. In una tale situazione, il paziente ha solitamente fretta di consultare un medico e la malattia viene rapidamente guarita. Nella maggior parte dei casi, la malattia viene trasportata sulle gambe.

Il virus viene trasmesso attraverso il sangue. Allo stesso tempo, secondo la maggior parte dei rappresentanti della comunità medica, l'agente patogeno può anche ottenere da una persona che non ha l'epatite. Il virus può essere nel corpo per molto tempo e non causa la malattia stessa.

Identificazione della malattia

La diagnosi dell'epatite di tipo C è piuttosto difficile. Identificare la malattia, i test semplici non possono.

Per la diagnosi utilizzare tecniche speciali, vale a dire:

  • saggio immunoenzimatico per l'individuazione di anticorpi contro il virus dell'epatite C. Queste sostanze si formano 2-5 mesi dopo l'infezione. In questo caso, gli anticorpi possono essere nel corpo del paziente per tutta la sua vita, anche dopo la completa guarigione;
  • test di rilevazione delle immunoglobuline. Come risultato di questa analisi, viene determinato il livello di anticorpi del gruppo M. Queste sostanze compaiono un mese dopo che il virus entra nel fegato. Il secondo stadio della comparsa degli anticorpi di questo gruppo è la transizione della malattia alla forma cronica;
  • analisi per rilevare la presenza di RNA estraneo nel corpo. Questo metodo, chiamato reazione a catena della polimerasi, è considerato il più efficace in termini di diagnosi dell'epatite di tipo C;
  • elastometry. Questo è un metodo diagnostico moderno. Nel processo di sviluppo dell'epatite di tipo C cambia significativamente la struttura del fegato. Inoltre, c'è uno sviluppo di alcune sostanze. Tutte queste modifiche e risolve il dispositivo chiamato Fibroscan;
  • vengono anche utilizzati altri metodi diagnostici. Ad esempio, il medico prescrive spesso un'ecografia (ecografia) del fegato o esegue una biopsia.

L'identificazione di qualsiasi malattia dovrebbe essere effettuata in istituti medici. Impegnarsi nell'autodiagnosi, specialmente nel trattamento, è impossibile. Tutto ciò porta a gravi conseguenze per la salute.

Le moderne tecnologie mediche consentono l'uso di test rapidi. Un campione di sangue viene inserito in una cassetta speciale. Dopo alcune manipolazioni, il dispositivo produce un risultato della presenza o assenza di anticorpi contro il virus dell'epatite di tipo C.

Vale la pena trattare la malattia

Un gran numero di medici e pazienti ritengono che l'esistenza dell'epatite di tipo C sia una bugia. Da qui la domanda se valga la pena ricorrere al trattamento di questa malattia, se la diagnosi è fatta.

Vale la pena notare immediatamente, come detto sopra, che appena il 15% dei pazienti ha superato la malattia da solo, senza nemmeno ricorrere ai farmaci. Il resto degli infetti ha una scelta: curare la malattia o lasciare tutto com'è.

Qui dovresti ascoltare l'opinione del medico curante. Il fatto è che anche i medici che considerano la presenza di un virus del genere non sempre raccomandano di ricorrere ai farmaci.

Tale trattamento, che di solito è complesso e duraturo, causa i seguenti effetti collaterali:

  1. Anemia o diminuzione del livello dei globuli rossi. Ciò è dovuto all'uso nel trattamento della ribavirina.
  2. L'uso di interferone pegilato porta a una violazione di alcune delle funzioni importanti per il lavoro dell'intero organismo, in particolare della ghiandola tiroidea.
  3. In alcuni casi i farmaci applicati provocano una parziale perdita di capelli.
  4. Dopo l'iniezione di interferone, un numero di pazienti mostra sintomi simili all'esordio dell'influenza. Il paziente avverte dolori muscolari, brividi, debolezza e mal di testa.
  5. Inoltre, alcune droghe influenzano lo stato emotivo. Il paziente può "ottenere" l'insonnia. Nella metà dei casi, l'irritabilità e la depressione sono osservate, la persona smette di godere di cose o azioni che gli hanno dato gioia prima di assumere i farmaci.
  6. Se il paziente ha il diabete o ipertensione, allora il trattamento soffre di visione.

Fa davvero l'epatite C

Non è giusto condannare alcuni scienziati che hanno semplicemente intimidito l'umanità con la minaccia dei virus. Dagli autori della "Matrix" ai medici ordinari, tutti affermano che questi microrganismi sono pronti a distruggere la nostra civiltà. Teoricamente, questo è possibile, anche se non è stato giudicato dall'influenza suina o dall'HIV. Un bel po 'di dottori parlano della minaccia del virus dell'epatite C. La malattia che causa è considerata molto insidiosa. E il virus stesso è tutto il tempo quasi vicino a ciascuno di noi. Scoprirai casualmente che hanno un vicino con cui festeggi tutte le vacanze, un impiegato, suocero o patrigno. E diventa anche peggio. Compaiono molte domande... Abbiamo cercato di accumularle e trovare risposte logiche da scienziati di fama mondiale. Forse la tua opinione su questo virus cambierà in seguito.

Perché questo virus è così spaventato, forse invano, e il clamore è benefico per i produttori di farmaci praticamente inefficaci?

L'hype è davvero utile. Ma lei non è irragionevole. Il fatto è che la caratteristica principale del virus dell'epatite C (HCV) è la sua variabilità genetica, la pronunciata capacità di mutare. Esistono 6 genotipi principali del virus dell'epatite C. Tuttavia, a causa dell'attività mutazionale del virus, circa quattro dozzine di sottotipi di HCV possono essere presenti nel corpo umano, sebbene all'interno dello stesso genotipo. Il sistema immunitario umano semplicemente non è in grado di controllare la produzione degli anticorpi desiderati - purché gli anticorpi siano prodotti per determinati virus - i loro discendenti con differenti proprietà antigeniche sono già formati.

Quanto è comune l'epatite C?

La prevalenza nei paesi sviluppati raggiunge il 2%. Il numero di persone infettate dal virus dell'epatite C nel mondo può raggiungere i 500 milioni: ogni anno l'incidenza dell'epatite C nei diversi paesi è in crescita. Si ritiene che questo aumento sia associato ad un aumento della tossicodipendenza: il 38-40% dei giovani con epatite C viene infettato quando i farmaci vengono iniettati per via endovenosa.

Qual è il meccanismo di infezione?

Affinché un virus dell'epatite C venga infettato, è necessario che un materiale contenente un virus (il sangue di una persona infetta) entri nel flusso sanguigno di un'altra persona. Così i virus con il sangue scorrono nel fegato, dove penetrano nelle cellule dell'organo e cominciano a moltiplicarsi lì.

I danni alle cellule del fegato possono verificarsi sia a causa dell'attività dei virus stessi, sia durante una reazione immunologica - la risposta dell'organismo che invia cellule dei linfociti immuni a distruggere cellule epatiche infette contenenti materiale genetico estraneo.

Dove posso ottenere l'epatite C?

Puoi diventare infetto quando esegui piercing, tatuaggi. Tuttavia, sono più spesso infetti in luoghi in cui si verifica l'uso congiunto di droghe iniettabili. Alto rischio di infezione nelle carceri.
Il personale medico può essere infettato al lavoro (in un ospedale, in una clinica) se è ferito mentre lavora con sangue infetto. Le trasfusioni di sangue (trasfusioni di sangue) sono ora raramente causa di infezione nei pazienti, il loro "contributo" non supera il 4%. Spesso, con l'epatite C, non è possibile stabilire l'esatta fonte di infezione. La trasmissione sessuale dell'epatite C è di scarsa rilevanza. Con il contatto sessuale non protetto con un vettore di virus, la probabilità di trasmissione è del 3-5%.

L'epatite C viene trasmessa da madre a figlio?

Da una madre infetta al feto, il virus viene raramente trasmesso, non più del 5% dei casi. L'infezione è possibile solo durante il parto durante il passaggio del canale del parto. Prevenire l'infezione oggi non è possibile.

La trasmissione dell'epatite C si verifica nei normali contatti domestici?

L'epatite C non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria (quando si parla, starnutisce, con la saliva, ecc.), Quando si stringono le mani, si abbracciano, si usano utensili, cibo o bevande comuni. Se nella vita di tutti i giorni si è verificata una trasmissione di infezione, una particella ematica da un paziente o un portatore di virus dell'epatite C deve entrare nel sangue della persona infetta (in caso di lesioni, tagli, abrasioni, ecc.).

Quali test stabiliscono il fatto dell'infezione?

La prima analisi, che di solito si consiglia di fare, è la determinazione degli anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV). Viene eseguito in istituzioni mediche specializzate. Ad esempio, nell'epatocentro, i laboratori del reparto di malattie infettive. Questa analisi stabilisce solo il fatto dell'infezione nel presente o nel passato. Inoltre, per varie ragioni, l'analisi può dare falsi positivi (l'analisi è positiva, ma l'infezione non c'è) e risultati falsi-negativi (l'analisi è negativa, ma l'infezione è effettivamente lì). Pertanto, per una diagnosi accurata dell'epatite C viene eseguito un esame più complesso.

Posso contrarre il virus dell'epatite C e non ammalarmi?

Puoi contrarre l'infezione e guarire dall'epatite C, ad es. guarisci La probabilità di questo è di circa il 10-20%.
Puoi diventare infetto e diventare un portatore del virus dell'epatite C. I virus si moltiplicano nel corpo dell'ospite, ma non causano il maggior danno. Cambiamenti negli esami del fegato e segni di epatite durante la biopsia epatica non sono rilevati in queste persone. Tuttavia, è anche possibile una progressione latente.

Tuttavia, una volta infettato dal virus dell'epatite C, la maggior parte delle persone infette acquisisce l'epatite C cronica. La probabilità è di circa il 70%. Tutti i soggetti infetti necessitano di una costante supervisione medica, perché il rischio di attivare la malattia che hanno.

Qual è il decorso dell'epatite C?

L'epatite C può essere acuta e cronica. L'epatite C acuta viene diagnosticata molto raramente e più spesso per caso. Esistono tre scenari: opzioni per gli eventi che si verificano dopo l'epatite C acuta:

  • recupero entro 6-12 mesi con la scomparsa dei marcatori di epatite C. Questo è circa il 20% di quelli infetti;
  • trasferimento dell'infezione al cosiddetto stato portatore del virus dell'epatite C, quando i sintomi e i segni di laboratorio della malattia epatica scompaiono e gli esami mostrano la presenza del virus nel sangue (persistenza). Tali casi (fino al 20%) possono essere rilevati per la prima volta con un esame "non speciale", "casuale".

La transizione dell'epatite C acuta alla cronica avviene gradualmente e non dipende dal grado di manifestazione della fase acuta. Nel corso di diversi anni, il danno alle cellule epatiche è in aumento e la fibrosi si sta sviluppando. La funzionalità epatica può essere mantenuta a lungo.

E quanti anni aspettare la cirrosi e il cancro?

E nessuno lo sa. I medici stanno ancora sperimentando una carenza di osservazioni. L'epatite C cronica può verificarsi per decenni. Nei pazienti con un ciclo attivo di epatite, il rischio di trasformazione in cirrosi entro 20 anni raggiunge il 20%. Nel 5% dei pazienti con cirrosi, si può sviluppare un carcinoma epatico primario.

L'infezione non presenta altre "sorprese"?

Ci sono cosiddette manifestazioni extraepatiche di epatite C cronica. Sono molto probabilmente causate da processi autoimmuni. Durante l'epatite, le cellule del sistema immunitario "si abituano" a combattere con i tessuti del proprio corpo. Le manifestazioni extraepatiche dell'epatite C includono la glomerulonefrite (danno ai tubuli dei reni e ad alcune altre malattie) che possono prendere una rotta piuttosto severa.

I punteggi della funzione epatica possono rimanere normali?

Can. L'epatite C cronica è caratterizzata da fluttuazioni periodiche negli indicatori di funzionalità epatica. L'attività delle transaminasi può crescere e diminuire, tornando ai valori normali e rimanendo a lungo per loro. Tuttavia, la malattia continua. È necessario valutare regolarmente lo stato della funzione epatica (almeno 1 volta all'anno con una diminuzione a lungo termine dell'attività delle transaminasi).

Qual è l'attuale strategia terapeutica per l'epatite C cronica?

La base del trattamento dell'epatite C - terapia antivirale combinata. Gli studi internazionali e la pratica clinica hanno dimostrato che al momento la combinazione di due farmaci, l'interferone alfa e la ribavirina, si è dimostrata la più efficace. Individualmente, sono meno efficaci. Tuttavia, in casi particolari della malattia (ad esempio, controindicazioni alla nomina di uno dei farmaci), può essere prescritta una monoterapia con un singolo farmaco. È vero, queste droghe sono solo denaro selvaggio.

Gli epatoprotettori (Essentiale, phosphoglive, acido lipoico, Silymar, ecc.) Non hanno un effetto antivirale, sono farmaci di supporto, migliorano alcune funzioni delle cellule epatiche. La somministrazione di immunomodulatori aiuta a stimolare le singole unità nella risposta immunitaria, consentendo al corpo di combattere più efficacemente le infezioni (Echinacea). Di norma, si raccomanda la dieta n. 5 con la limitazione dei grassi nei cibi e nelle sostanze che aumentano la secrezione dei succhi digestivi (salati, speziati, fritti, conservanti, ecc.).

sondaggio:

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Condividi il post "Infettati dal virus dell'epatite C. La verità sul virus dell'epatite C"

Sette miti sull'epatite C

Le congetture e le voci su questa malattia non si stanno riducendo. E cosa veramente?

Questa primavera, per la prima volta nel mondo, è stata adottata una strategia internazionale per combattere l'epatite virale, alla 67a Assemblea Mondiale della Sanità, è stata approvata da rappresentanti di 193 paesi, inclusa la Russia. Sulla base di questa strategia, ogni paese, a sua volta, dovrebbe sviluppare il proprio piano di azioni concrete. La portata dei compiti è impressionante: fino al 2030, l'incidenza dell'epatite dovrebbe essere ridotta del 90%, la mortalità - del 60%. E quasi l'80% dei pazienti sottoposti a trattamento dovrebbe essere in grado di riceverlo.

I nostri esperti, Vladimir Chulanov, MD, Capo del Centro di riferimento per il monitoraggio dell'epatite virale del Rospotrebnadzor e Aleksey Buyeverov, professore presso la prima Università Statale di Mosca intitolata a I.M., discutono dei miti associati all'epatite e ai moderni metodi di trattamento. Sechenov, uno dei dipendenti principali di MONIKI

Mito 1

"L'epatite C è certamente spiacevole, ma la malattia non è così grave. Sentiamo molto di più sull'HIV! "

Infatti, negli Stati Uniti e in Europa, ad esempio, anche più persone muoiono per complicazioni causate dall'epatite C che da malattie correlate all'HIV. Quasi 10 volte!

Oggi in Russia, da 3 a 5 milioni di persone soffrono di virus dell'epatite C, anche se, secondo Vladimir Chulanov, per il momento molte persone non ne sono a conoscenza. Spesso il rilevamento della malattia avviene per caso. Secondo alcuni rapporti, quasi un quarto dei casi di cirrosi e cancro del fegato è il risultato di epatite C trascurata. A proposito, questa malattia virale è più comune negli uomini. Il 70% delle persone infette sono persone di età compresa tra 17 e 45 anni.

Mito 2

"Se hai già un vaccino contro l'epatite A e B, proteggerà anche contro l'epatite C"

Sfortunatamente, l'epatite ha molti "individui", tutti i tipi di questa malattia differiscono tra loro e la forma di trasmissione e metodi di prevenzione, trattamento, ecc. Oggi sono disponibili solo i vaccini per l'epatite A e B. Non esiste ancora un vaccino per l'epatite C.

Mito 3

"Epatite C - un'infezione trasmessa sessualmente"

Il virus dell'epatite C viene trasmesso principalmente attraverso il contatto con il sangue di una persona già infetta. Esiste anche il rischio di infezione attraverso il contatto sessuale, ma è molto inferiore, ad esempio, se il partner ha l'epatite B.

Mito 4

"Puoi anche prendere l'epatite C attraverso cibi e bevande contaminati"

L'infezione da epatite C, confermata da tutti gli esperti, avviene per contatto con sangue infetto. Ma l'epatite E in epoca sovietica non è stato per niente che la chiamavano "malattia delle mani sporche" - le persone infette in questo modo possono ammalarsi per diversi mesi, ma di solito guariscono completamente e senza gravi conseguenze per il fegato.

Mito 5

"Solo chi fa tatuaggi o usa droghe ha il rischio di contrarre l'epatite C."

Questo virus può anche essere ottenuto per contatto con prodotti sanguigni non testati e apparecchiature mediche non sterili. Tuttavia, dal 1992, il sangue per la trasfusione, organi destinati al trapianto, sono appositamente testati per i virus. L'epatite C non viene trasmessa da tosse, starnuti o contatto quotidiano: abbracciare o stringere la mano a una persona già infetta.

Mito 6

"Se niente mi fa male e sembro abbastanza sano - di che tipo di epatite C possiamo parlare?"

I sintomi dell'epatite C cronica, - afferma Alexey Buyever, - potrebbero non apparire fino a 30 anni! Solo in 1 su 5 pazienti la malattia si manifesta nei primi sei mesi. Tuttavia, febbre, costante affaticamento, perdita di appetito, nausea, dolore addominale e persino ittero non possono immediatamente allertare. L'unico modo per identificare il virus dell'epatite C è passare un esame del sangue speciale.

Mito 7

"L'epatite C è incurabile!"

Infatti, oggi è l'unica malattia virale cronica che può essere, come dicono i medici, "virologicamente guarita". Ciò significa che dopo aver completato l'intero ciclo di trattamento, il virus dell'epatite C non viene più rilevato nel sangue del paziente. Tuttavia, anche una cura completa non può proteggere dal rischio di essere nuovamente infetti.

Alexey Bueverov, professore alla Prima Università Statale di Mosca intitolato a I.M. Sechenov, uno dei dipendenti principali di MONIKI:

"Nella regione di Mosca, 10-11 mila persone si sono ufficialmente registrate con l'epatite C, ma uno studio condotto da dipendenti MONIKI durante le giornate di salute - determinazione degli anticorpi anti epatite C per saliva (il paziente è asportato in modo anonimo dalle gengive) ha mostrato che la vera prevalenza stimata dell'epatite C è 9 volte sopra. Cioè, invece di 11, quasi 100 mila persone. Tutte queste persone sono come la parte subacquea di un iceberg...

Certamente, la stragrande maggioranza dei pazienti (nella mia esperienza - quasi il 95 percento) viene per il trattamento, perché hanno trovato anticorpi. Ad esempio, prima del ricovero è necessario eseguire esami del sangue appropriati - per la sifilide, l'HIV, l'epatite B e C.

Tuttavia, è molto peggio quando i pazienti arrivano dopo l'insorgenza dei sintomi clinici - fino alla cirrosi e scompensati: ha già ittero, ascite (accumulo di liquido nello stomaco), sanguinamento, disturbi del sonno, ecc. Queste sono già fasi avanzate in cui le possibilità terapeutiche per aiutare un paziente di questo tipo sono già significativamente limitate. Le persone sono state registrate da anni, bevono tonnellate di epatoprotettori con cui sono fabbricati scaffali per farmacia - e che non hanno nulla a che fare con il trattamento dell'epatite virale. Alcuni di loro hanno le loro indicazioni - ma per il trattamento dell'epatite C, ad esempio, solo i farmaci ad azione diretta sono diretti direttamente alla causa della malattia, cioè al virus stesso.

Per quanto riguarda il trattamento stesso, si può affermare che negli ultimi anni nel mondo stiamo assistendo a una vera rivoluzione. Il virus dell'epatite C è stato scoperto nel 1989 e il suo trattamento è iniziato dall'inizio degli anni '90. E sono stato fortunato: ho costantemente affrontato tutte le fasi di questo percorso. Iniziato con il trattamento con interferone, che appartiene al gruppo di immunomodulatori. Influiscono sull'immunità antivirale. Quali sono stati i risultati? A seconda del genotipo del virus, una risposta stabile (ovvero, quando il virus non viene rilevato per almeno sei mesi dopo la fine del corso, che equivale al recupero) varia dal 5 al 20 percento. Poi, all'inizio degli anni 2000, sono comparsi nuovi farmaci che hanno significativamente migliorato l'effetto di questi interferoni già esistenti. La percentuale di recupero è salita al 40 - 60 percento.

Dal 2012-13 sono stati aggiunti i primi farmaci ad azione antivirale diretta. Hanno agito in aggiunta ai regimi di trattamento con interferone. Abbiamo ricevuto i risultati del trattamento nell'80-90% dei casi, ma sfortunatamente questi farmaci di prima generazione hanno avuto una quantità enorme di effetti collaterali. Spesso i farmaci dovevano essere cancellati, poiché gli effetti collaterali diventavano più difficili della stessa malattia.

Infine, nel 2015 sono stati registrati regimi terapeutici con agenti antivirali diretti di una nuova generazione in Russia, già utilizzati senza interferone e la loro azione è volta a sopprimere il meccanismo di riproduzione di un virus specifico. I risultati sono stati incantevoli! In primo luogo, il successo della terapia ha superato il 90%, anche nella fase della cirrosi, quando solo un trapianto di fegato poteva aiutare i pazienti, nel migliore dei casi,... Ora questi pazienti diventavano possibili da trattare. Ed è anche emerso che nel 50 per cento dei pazienti con cirrosi, sullo sfondo di completa eradicazione del virus, la cirrosi smette di progredire e il rischio di un suo sviluppo nel cancro del fegato diminuisce drasticamente, e in circa alcune decine di per cento vediamo addirittura uno sviluppo inverso, fino ad un completo ripristino della normale struttura del fegato.. Il numero di effetti collaterali con la nuova terapia non supera il 5%.

Come si svilupperà ulteriormente la nostra terapia? Il 100 percento sarà mai guarito? Lo farei, ovviamente. Anche se, mi sembra, questo non è molto reale. È in corso anche il lavoro per ridurre il corso del trattamento stesso: se prima era di almeno sei mesi, ora sono 10-12 settimane, il passo successivo è un ciclo ancora più breve, fino a 8 settimane di terapia, e allo stesso tempo mirato a tutti i genotipi del virus.

La cosa più importante da capire è che l'epatite C è una malattia trattabile. A proposito, conosco solo due malattie croniche che possono essere completamente guarite: queste sono l'epatite C e l'ulcera peptica. Sono diventati curabili, perché in entrambi i casi sono stati trovati metodi per influenzare efficacemente la causa della malattia. Eliminando la causa, vediamo che la malattia non solo smette di progredire, ma in molti casi inizia anche il movimento inverso dei processi - in questo caso nel fegato...

- "SP": cosa deve essere fatto da una persona che ha rilevato anticorpi contro l'epatite C?

-Devi andare all'istituzione direttamente coinvolta nel trattamento dell'epatite. Secondo me, questa dovrebbe essere un'istituzione pubblica. L'epatite può essere curata da medici infettivologi, gastroenterologi, in alcuni paesi e nella nostra, incluso (nella regione di Mosca, per esempio) c'è una posizione come epatologo.

Puoi andare attraverso la tua clinica, nella direzione, o in modo indipendente attraverso un ricevimento a pagamento - ora è relativamente economico. E poi il medico deve mostrare tutte le opzioni di trattamento: dalla velocità, dal costo, dagli effetti collaterali, in modo che il paziente possa già scegliere l'opzione che gli si addice. Secondo la nostra legislazione, il paziente ha il diritto di ricevere informazioni e l'ospedale deve fornirglielo. Il paziente deve sapere quali benefici ha diritto, se è possibile accedere al programma regionale e almeno parzialmente compensare il costo del trattamento a spese del bilancio locale o essere trattato a proprie spese.

L'unica cosa che non può mai essere fatta è quella di essere trattati su Internet. Di tanto in tanto si propongono di curare la stessa epatite C in due giorni con l'urina di gatto, per esempio. Inoltre, l'uso incontrollato di diversi farmaci può causare la mutazione del virus e non sarà affatto sensibile ai farmaci, indipendentemente dall'efficacia.

- "SP": quanto è oggi il trattamento dell'epatite C con i nuovi farmaci?

- Oggi, per curare completamente questa malattia mortale richiede circa un milione di rubli. Ma come appaiono i farmaci seguenti, il prezzo diminuirà, come di solito è il caso.

- "SP": c'è qualche possibilità di ottenere questo trattamento gratuitamente?

- In linea di principio, questo è possibile. Se il paziente è un beneficiario federale, ad esempio, la commissione medica può decidere di acquistare il farmaco a spese di uno o un altro budget. Un'altra opzione (per i beneficiari regionali) è cercare di entrare in uno dei programmi regionali. Un tale programma, ad esempio, si trova nella regione di Mosca. Prendono prima di tutto i pazienti che già hanno una cirrosi o uno stadio molto vicino a una cirrosi. La logica qui è chiara. Sfortunatamente, non ci sono abbastanza soldi in nessun paese del mondo per trattare tutti loro gratuitamente con i farmaci più aggiornati. Un'altra opzione è quella di prendere parte alle sperimentazioni cliniche, quando i farmaci che hanno superato molte fasi di test vengono confrontati in termini di efficacia del trattamento con altri farmaci. Fortunatamente, ci sono opzioni.

Vladimir Chulanov, MD, capo del Centro di riferimento per il monitoraggio dell'epatite virale del Rospotrebnadzor:

- Se non entri nei dettagli, il modo principale per prevenire l'epatite C è evitare il contatto con il sangue di qualcun altro. Anche nella tua famiglia, hai solo il tuo set di manicure, il tuo spazzolino da denti, accessori per la rasatura e altri articoli per l'igiene personale. Queste sono cose semplici e banali che funzionano. E in generale, non bisogna sottovalutare l'importanza della consapevolezza, la comprensione dell'essenza del problema. Se una persona è a conoscenza delle conseguenze e del pericolo che questa malattia a lungo termine rappresenta per la salute, sarà trattato diversamente e potrebbe non commettere molti errori.

La seconda parte del problema è la congestione in unità ambulatoriale, problemi organizzativi. Sì, e gli esperti non sono in ogni clinica. Dopo tutto, come funziona questo schema: quando viene rilevata una malattia, il Rospotrebnadzor trasferisce le informazioni sul caso rilevato alla clinica nel luogo di residenza - ed è così che succede. Ma, sfortunatamente, questa informazione è spesso lì e si deposita. Il policlinico dovrebbe, a sua volta, contattare il paziente, invitarlo a un ulteriore esame, ecc. Invitare i parenti, identificare se sono infetti... L'intero meccanismo esiste, è registrato e raggiunge la clinica. Ma poi arriva con difficoltà e questo è principalmente dovuto al sovraccarico dei terapeuti e all'intero livello del policlinico.

Ci sono anche situazioni assurde quando il paziente non viene prontamente informato sul virus rilevato in lui. Ed è solo dopo un anno o due che accidentalmente scopre che non può essere un donatore, per esempio. La mancanza di consapevolezza dei pazienti, la loro incredulità nelle possibilità della nostra medicina e problemi organizzativi - questo è ciò che dobbiamo prima superare.

A proposito

È già stato dimostrato che il rischio di contrarre diabete di tipo 2 è 3 volte maggiore nelle persone infette da epatite C. Il rischio di sviluppare aterosclerosi aumenta più volte, con tutte le conseguenze per il sistema cardiovascolare, alcuni tumori maligni - ad esempio, il sistema linfatico, così come l'ultimo dati - tumori della testa e del collo. Pertanto, un trattamento tempestivo previene non solo lo sviluppo di complicazioni dell'epatite C stessa (cirrosi e cancro del fegato), ma è anche una misura preventiva per un numero di malattie complesse.

5 miti e idee sbagliate più comuni sull'epatite C

Sconto del 10% se acquisti un divano da 12 settimane + anatra o divano + ghiaccio! Per i dettagli, si prega di chiamare 8 499 40 40 900

.

Come molte altre malattie, l'epatite C è avvolta in molti miti e segreti.

Con questa malattia si associa un numero enorme di opinioni ed errori errati, che spesso interferiscono con il normale trattamento. Successivamente, consideriamo e dissipiamo alcuni dei miti più comuni sulla malattia.

Mito 1: l'epatite C non è trattata, tale diagnosi è una frase.

Il malinteso principale e più pericoloso su questo disturbo. Molti pazienti che hanno ricevuto tale diagnosi rifiutano deliberatamente il trattamento, sostenendo che i loro sforzi saranno vani. In realtà, la situazione è radicalmente diversa.

Non tutti i pazienti hanno l'epatite C in forma cronica, che in alcuni casi provoca cirrosi epatica, meno spesso - oncologia, e quindi porta a un esito fatale. Il 93% dei pazienti che sono stati diagnosticati con questo, con il diritto e, cosa più importante, ha subito iniziato il trattamento in grado di superare la malattia. Ma non va dimenticato che l'esito positivo del trattamento dipende non solo direttamente dal corso di terapia prescritto, è estremamente importante seguire una dieta e condurre uno stile di vita sano, oltre a seguire tutte le raccomandazioni dei medici.

L'epatite C non entra tutti nella fase cronica - il 15-25% di quelli infetti può essere curato da solo. Perché questo accada è ancora sconosciuto. Forse dipende dal sistema immunitario umano o da fattori genetici.

Con l'avvento di farmaci antivirali di nuova generazione, come Harvoni, Sofosbuvir e Daclatasvir, l'epatite C ha cessato di essere una frase. Tutti dovrebbero sapere che oggi questa malattia viene trattata con molto successo. Lo specialista competente e il trattamento opportunamente selezionato garantiscono un altissimo grado di cura.

Mito 2: solo i tossicodipendenti si ammalano di epatite.

Questo stereotipo è stato formato per caso. Infatti, le persone che usano regolarmente droghe costituiscono il principale gruppo di rischio. E la questione non è solo nell'effetto distruttivo delle droghe sul corpo, ma anche nella banale negligenza e negligenza: i tossicodipendenti usano spesso la stessa siringa e, di conseguenza, si verifica un'infezione.

Ma non si può sostenere che l'epatite C sia pericolosa solo per i gruppi sociali svantaggiati della popolazione. È pieno di grande pericolo per la persona media. Il rischio di contrarre l'infezione è sempre presente, anche in luoghi apparentemente innocui come la poltrona odontoiatrica o la sala manicure. Puoi contrarre l'infezione ovunque: in un moderno studio dentistico, dove hanno trascurato la sterilizzazione degli strumenti, nel salone per le unghie, o il riempimento di un altro tatuaggio. Molte persone non sospettano nemmeno di essere malate, perché prima del 1989 non c'erano test per la definizione di questo virus. Pertanto, tutte le persone che hanno donato il sangue o sono state sottoposte a un intervento chirurgico devono superare un test per l'epatite C.

Mito 3: l'epatite C può essere infettata attraverso il contatto sessuale, nella vita di tutti i giorni o attraverso una puntura d'insetto

La prima parte di questa affermazione non è del tutto errata. Il fatto è che HCV (virus dell'epatite C) può effettivamente essere trasmesso durante i rapporti sessuali, anche se questa modalità di trasmissione non è abbastanza tipica per questo. Molto più pericoloso a questo proposito è il contatto con il sangue di una persona infetta, e non i suoi fluidi intimi. L'infezione durante il rapporto sessuale è estremamente rara.

Per quanto riguarda la modalità domestica di infezione da epatite, ad esempio, attraverso l'uso di cose comuni, abbracci, strette di mano, comunicazione, questo è un malinteso completo. Il virus non viene trasmesso attraverso la saliva. Ancora una volta, vale la pena ricordare che la principale modalità di trasmissione è attraverso il sangue.

I morsi di insetto non possono essere infettati. Ad oggi, non è stato registrato un singolo caso di trasmissione del virus dell'epatite C attraverso una puntura di insetto.

Ci può anche essere una domanda sulla sicurezza dell'uso di oggetti domestici comuni. Teoricamente, possono rimanere sul sangue, se una persona si fa male e macchia un asciugamano, danneggia le gengive con uno spazzolino da denti o addirittura pettina il cuoio capelluto con un pettine. Ma la statistica afferma: il numero di infezioni in questo modo rimane minimo, ma possono essere contate tra le eccezioni.

Pertanto, se vivi insieme o sei obbligato a comunicare regolarmente con una persona infetta, è sufficiente seguire le precauzioni di base per proteggersi dal problema.

Mito 4: il più grande pericolo è l'alta carica virale

La frase del dottore su un'alta carica virale nel corpo spesso immerge molti pazienti nel panico: è questa manifestazione della malattia che è considerata la più pericolosa. Ma anche un'opinione del genere è sbagliata. Il fatto è che un elevato contenuto del virus nel sangue non è sempre associato alla gravità dei sintomi e al grado di danno epatico. In altre parole, non si dovrebbe pensare che maggiore è la carica virale, più negativa è la prognosi.

Inoltre, gli esperti notano spesso casi del genere quando un paziente con un alto contenuto di virus nel sangue non ha alcun cambiamento patologico nel fegato. Insieme a questo, ci sono anche situazioni inverse.

Vale anche la pena notare che una diminuzione della quantità di virus nel sangue non indica sempre un miglioramento generale nel quadro clinico.

In generale, non è necessario un indicatore di carica virale per determinare quanto sia grave il quadro clinico. In base ai risultati di tale studio, gli specialisti determinano se l'HCV è effettivamente presente nel sangue del paziente e se il corpo risponde alla terapia antivirale.

Mito 5: l'epatite C viene efficacemente trattata con la radioterapia e con i rimedi popolari.

Se il virus viene trasmesso attraverso il sangue, quindi, può essere "ucciso" dall'irraggiamento. Tale ragionamento è errato e pericoloso, dal momento che il flusso sanguigno trasmette solo HCV al fegato, dove rimane e continua a distruggere l'organo. La radioterapia in questo caso è inefficace, poiché semplicemente non "arriva" alla lesione principale.

Per quanto riguarda una varietà di integratori alimentari, integratori, droghe tradizionali e altri mezzi di medicina alternativa, gli specialisti hanno sviluppato un atteggiamento ambiguo nei loro confronti. Con assoluta certezza che l'uso di tali metodi è privo di qualsiasi significato è impossibile, perché a volte dimostrano la loro efficacia. Ma usare la terapia tradizionale come metodo principale di trattamento è anche poco pratico e pericoloso per la salute. Solo i farmaci antivirali moderni sono in grado di far fronte alla malattia. Il trattamento dell'epatite con "metodi della nonna" aggrava solo la situazione. Prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di guarire e meno possibilità di danneggiare il fegato.

Il trattamento dell'epatite C deve essere eseguito in modo completo, accuratamente selezionato da uno specialista e accompagnato da una dieta e un rifiuto completo di alcol, fumo e altre cattive abitudini.

C'è l'epatite C?

I dati ufficiali suggeriscono che il virus dell'epatite C infetta il fegato trasmettendo attraverso il sangue. Che ci sia davvero l'epatite C e se davvero influenzi il fegato è un problema che richiede sempre più persone su ciò che stanno discutendo molto vivace in molti forum e su ciò che numerosi articoli stanno scrivendo.

L'epatite C negli ultimi anni ha portato grandi profitti ai cacciatori di virus. Va detto che l'epatite è una condizione veramente grave, simile nei sintomi all'influenza e che progredisce a più sintomi - ingiallimento della pelle e febbre alta. Delle tre specie di tepitite, A, B e C, i primi due sono virus comuni. Il terzo tipo, l'epatite C, fu trovato tra alcolizzati, eroinomani e pazienti con trasfusioni di sangue negli anni '70. I test sui casi riscontrati non hanno rivelato tracce di epatite A o di epatite B.

Oggi, questo tipo di malattia si chiama epatite C. Non ha le proprietà di una malattia infettiva, è limitata alle persone di un certo gruppo e non si applica ai medici o al resto della popolazione. Tuttavia, i virologi hanno gli occhi su questa malattia, sperando di trovare un virus lì. E il misterioso virus è stato trovato - nel 1987 nel laboratorio del centro di ricerca della corporazione Chiron, in America. Nelle scimmie sperimentali è stato trovato acido ribonucleico (RNA), che non apparteneva all'ospite. Gli scienziati hanno concluso che questo frammento di RNA alieno deve essere l'informazione genetica di un virus sconosciuto. Tuttavia, il tessuto epatico contiene anche questa sostanza in una quantità non specificata. E solo la metà di tutti i pazienti con epatite C può trovare questo raro acido rononucleico alieno, inoltre, coloro che hanno hanno una sola molecola di RNA per ogni dieci cellule epatiche, che non può essere una causa plausibile della malattia.

Al giorno d'oggi, l'ipotesi virale dell'epatite C contiene ancora più paradossi. La maggior parte delle persone, che sono risultate positive al virus dell'epatite C stimato, non ha presentato alcun sintomo della malattia, nonostante l'attività del "virus" nel sangue. Inoltre, secondo la ricerca su vasta scala, le persone con segni di questa "infezione" vivono fino a quando non hanno un virus. Ma nonostante questo fatto indiscutibile, gli scienziati continuano a sostenere che il virus dell'epatite C spettrale ha il suo periodo di latenza, che può durare per decenni.

Tali paradossi non riguardano coloro che cacciano i virus: le "piogge" in denaro di ciascuna ipotesi del nuovo virus sono così forti che non importa quanto sia assurda tale ipotesi. Chirone e il suo team hanno brevettato il test dei virus e avviato una campagna pubblica per potenti alleati. E tutto ruota intorno a un virus che non è mai stato veramente isolato.

L'epatite virale C è una malattia che non esiste?

Sostenitori della cospirazione mondiale

L'umanità ha più volte assistito all'accettazione di false informazioni da parte della società come verità. In alcuni paesi, viene creato un hype creato artificialmente attorno a un'epidemia per distogliere l'attenzione dei cittadini dai problemi politici.

Ci sono stati casi di cospirazione da parte di aziende farmaceutiche e funzionari governativi, quando a livello legislativo gli interessi della compagnia sono stati influenzati per arricchire entrambe le parti, mentre gli interessi dei cittadini non sono stati presi in considerazione. La divulgazione di tali incidenti è inevitabile, fermerà questo scandalo e conferma la possibilità di organizzare una cospirazione globale.

La questione di esporre solo nel tempo, esperimenti sociali, è stato dimostrato che più persone sono coinvolte in tali intrighi, meno tempo ci sarà una truffa. Per quanto riguarda l'epatite C, non vi è alcun motivo per affermare che non vi sia alcuna malattia. Tuttavia, i giornalisti che sono avidi di scandali di volta in volta cercano di trovare argomenti che l'HCV non esiste. Per trovare dove acquistare sofosbuvir, puoi seguire il link.

L'argomento della medicina ufficiale

Comprendere la causa della malattia fino ad oggi rimane un mistero, che indebolisce la posizione delle fonti ufficiali. Gli eventi che sono in dubbio includono:

  • I portatori del virus non sempre si ammalano, la percentuale di questi casi è piuttosto alta e ammonta a circa il 15-20%;
  • I pazienti non hanno sintomi chiari, per molti anni, a parte i test, non dicono nulla sulla malattia. Perdita di forza, malessere può apparire negli ultimi stadi della malattia;
  • Per capire come infetto, e determinare il tempo approssimativo della malattia non può tutti. È naturale che il paziente abbia una domanda sull'affidabilità dello studio. Credi che ora devono convivere con la malattia, nessuno vuole.

Dati affidabili

I portatori di HCV non sempre diventano pazienti diagnosticati con HCV. Le regolarità di tale processo non sono state ancora osservate, quindi è impossibile comprendere in modo univoco le cause. Sono condotti studi genetici che mostrano quali persone hanno maggiori probabilità di liberarsi del virus.

Mentre è stato possibile determinare che le donne sono meglio in grado di recuperare rispetto agli uomini. Per quanto riguarda la razza, è stato osservato che era molto più facile per un europeo sbarazzarsi completamente del virus di un rappresentante della razza negroide o di un asiatico. L'assenza di sintomi viene semplicemente spiegata: l'HCV è innocuo per l'uomo. Ma significa che la sua presenza è completamente al sicuro?

Al contrario, il nostro corpo percepisce una struttura aliena ad essa come una minaccia e rilascia intensivamente il collagene. Da esso è formata la formazione fibrosa, che sposta le cellule del fegato. Tale processo non può essere invertito. In questa fase dello sviluppo della scienza, è possibile ripristinare solo parzialmente le funzioni di un organo, per consentirgli di svolgere funzioni.

Conseguenze dell'epatite C

Secondo le statistiche ufficiali, l'epatite C oggi ha colpito un gran numero di persone - circa 150 milioni. Questa cifra, ovviamente, è lontana dalla realtà, perché non tiene conto dei portatori di virus che non conoscono la loro malattia e non vanno dal medico. Il numero di casi ogni giorno aumenta rapidamente. Ogni anno, le complicanze dell'epatite C causano la morte in 500 mila persone.

Nonostante lo sviluppo della medicina e dei metodi di ingegneria genetica, non è stato ancora possibile sviluppare un vaccino contro l'infezione. Ciò è dovuto alla capacità del virus di mutare e modificare la sua struttura. Per questa ragione, l'immunità non può costituire una difesa potente contro l'agente patogeno.

La malattia ha sei genotipi di agenti patogeni e più di 30 delle loro sottospecie. Finché il sistema immunitario produce anticorpi specifici contro l'infezione, riesce a cambiare struttura e sfuggire all'attacco protettivo. Pertanto, il virus supporta il decorso lento della patologia e il sistema immunitario è impotente nei suoi confronti. Una grave complicazione della malattia è la cirrosi, che è la base per la formazione di una lesione maligna nel fegato.

In questo articolo daremo uno sguardo dettagliato al decorso della malattia e scopriremo anche se l'epatite C è pericolosa.

Modi per diffondere l'infezione

Il contenuto massimo di agenti patogeni è registrato nel sangue. Significativamente meno concentrazione nello sperma e nelle secrezioni vaginali. Per quanto riguarda la saliva, il sudore e le feci, il numero di virus in essi contenuti è così piccolo che non è abbastanza per infettare gli altri.

È importante ricordare che la carica virale aumenta in modo significativo durante la fase acuta della malattia. Quindi, i percorsi di trasmissione di agenti patogeni:

  • con intimità. Ciò è particolarmente vero per i sostenitori di rapporti sessuali non protetti, frequenti cambi di partner, così come per gli amanti del sesso aggressivo, quando la mucosa genitale viene ferita. In confronto all'epatite B, il rischio di infezione attraverso lo sperma e le perdite vaginali con "C" è molto più basso;
  • durante trasfusioni di sangue o emodialisi;
  • quando si usano aghi infetti. Questo è vero per l'iniezione di tossicodipendenti;
  • l'epatite è pericolosa per il neonato se, durante il travaglio, la sua membrana mucosa o la sua pelle sono danneggiate (ad esempio, quando si usa il forcipe). Di conseguenza, si verifica il contatto con il sangue della madre e la trasmissione di agenti patogeni al bambino;
  • quando si applica un tatuaggio, si esegue il piercing o si manicure con strumenti contaminati dal sangue;
  • se persone vicine usano articoli di igiene condivisi con un vettore di virus. Questo include forbici, salviette, asciugamani, spazzolini da denti e rasoi;
  • in istituzioni mediche con sterilizzazione insufficiente di strumenti chirurgici, ginecologici e dentali.

L'infezione del feto durante la gravidanza non si verifica, poiché l'agente patogeno non può superare la barriera placentare. Il rischio di infezione aumenta con un aumento della carica virale.

Cosa succede nel corpo dopo l'infezione?

Dopo che l'HCV entra nel corpo, il periodo asintomatico può durare fino a sei mesi, durante i quali il vettore del virus non nota i sintomi clinici e continua a vivere una vita normale. Questa forma di malattia è estremamente pericolosa, perché una persona infetta non conosce l'epatite e può infettare le persone sane. Ogni persona che lo circonda rischia di rimanere in stretto contatto con il paziente o usare i suoi prodotti per l'igiene.

L'agente patogeno, penetrando nel corpo, viene trasferito con il flusso sanguigno agli epatociti (cellule epatiche). Ha un effetto citotossico diretto, che è accompagnato dalla loro distruzione e dal rilascio di enzimi all'esterno. In laboratorio si manifesta con un aumento delle transaminasi (ALT, AST).

La riproduzione intensiva dei patogeni porta alla progressione della malattia e ad un aumento del numero di cellule morte di organi. Pertanto, il lento processo infettivo predispone un aumento dell'insufficienza epatica.

Le conseguenze dell'epatite C dipendono dall'efficacia della terapia farmacologica, dalla presenza di comorbidità e dallo stadio in cui è stata diagnosticata la malattia. Prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di superare l'infezione e l'epatite.

Le principali manifestazioni della malattia

La durata del periodo di incubazione va da uno a sei mesi. In questo momento, i sintomi sono assenti e le condizioni generali della persona rimangono quasi invariate. Solo nel 20% dei casi ci sono malessere, dispepsia e disturbi del sonno.

Lo stadio acuto si manifesta con ittero, stati subfebrilitici, dolori articolari e muscolari, oltre ad aumentare la debolezza. Inoltre, lo stato psico-emotivo del paziente cambia. Diventa depresso, irritabile e riluttante a contatto con gli altri.

In caso di cronicizzazione di un focolaio infiammatorio-infettivo, nel fegato si osserva un andamento ondulato della patologia. Durante i periodi di remissione, i sintomi clinici sono assenti. Per esacerbazioni quadro caratteristico della forma acuta della malattia.

Le complicanze dell'epatite C derivano dalla progressione dell'insufficienza epatica e dall'aumento dell'attività dei virus.

Cosa è pericoloso per l'epatite C per gli altri?

Per capire se l'epatite C è pericolosa per gli altri, dobbiamo ricordare i modi in cui si diffonde l'infezione. Quindi, una persona sana può essere infettata nei seguenti casi:

  1. con intimità, specialmente in presenza di erosioni sui genitali;
  2. quando si bacia, se l'integrità della mucosa orale è compromessa;
  3. una donna può infettare un partner durante il sesso sullo sfondo delle mestruazioni;
  4. nella vita di tutti i giorni quando si utilizzano oggetti personali del vettore virus.

Inoltre, nelle istituzioni mediche in cui non vengono rispettate le regole per il trattamento degli strumenti medici, vi è il rischio di infezione di persone sane dopo aver servito il vettore del virus.

Grazie ad un attento esame di coloro che vogliono diventare donatori, oggi il rischio di infezione attraverso la trasfusione di sangue non è così alto. Il paziente non sarà in grado di donare il sangue, dal momento che durante la diagnosi verrà rilevato marcatori di epatite.

complicazioni

Gli effetti dell'epatite C possono essere condizionalmente divisi in epatici, così come le complicanze associate alla disfunzione di altri organi interni. Il primo gruppo comprende:

  1. degenerazione del fegato cirrotico. Dopo la distruzione, ciascun epatocita viene sostituito dal tessuto connettivo, aggravando così l'insufficienza d'organo. Con il progredire della malattia, aumenta il numero di cellule non funzionanti, che stimola lo sviluppo della cirrosi;
  2. malignità dei tessuti. Il fatto è che la cirrosi si riferisce a malattie che predispongono alla trasformazione maligna delle cellule. La patologia è espressa sotto forma di carcinoma epatocellulare, che dà una prognosi sfavorevole per la vita;
  3. Un'altra conseguenza dell'epatite pigra è l'ipertensione portale. Le sue manifestazioni includono ascite, pleurite (accumulo di liquido nelle cavità addominali e pleuriche), lesioni varicose delle vene esofagee e vene varicose;
  4. aumento del sanguinamento Sullo sfondo del deficit proteico, il lavoro del sistema di coagulazione è disturbato, che si manifesta con frequenti sanguinamenti delle gengive e difetti ulcerativi del tratto gastrointestinale. Gli effetti dell'epatite C nelle donne sono rappresentati da una prolungata mestruazione, che riduce l'emoglobina, e ci sono segni di anemia.

Le complicanze extraepatiche comprendono:

  • danno alla parte periferica del sistema nervoso;
  • La sindrome di Sjogren;
  • disfunzione renale sullo sfondo della glomerulonefrite;
  • patologia endocrina, che è espressa dal diabete mellito e dalla disfunzione tiroidea. Le fluttuazioni nel livello degli ormoni sessuali sono accompagnate da una diminuzione della libido e delle mestruazioni irregolari.

Metodi diagnostici

Sulla base del quadro clinico, è impossibile diagnosticare con precisione l'epatite C, poiché è spesso osservata come asintomatica. Per rilevare un agente patogeno nel sangue, è richiesto un test di laboratorio, durante il quale viene effettuata una ricerca di marcatori specifici.

Gli anticorpi prodotti contro l'infezione possono essere rilevati non prima della sesta settimana dopo l'infezione di una persona. Non sono un indicatore affidabile della malattia, in quanto potrebbero essere presenti dopo il recupero, indicando un precedente contatto con il virus.

Per una diagnosi più approfondita, è necessaria un'analisi per determinare il materiale genetico del patogeno nel sangue. A tal fine, il medico prescrive una reazione a catena della polimerasi, durante la quale viene rilevato HCV RNA.

Oltre alla diagnosi di laboratorio richiede un ultrasuono. Permette di valutare le dimensioni, la struttura, la forma del fegato e di visualizzare ulteriori focolai (se presenti). Inoltre, è necessario analizzare il flusso sanguigno e le condizioni dei vasi sanguigni.

Per stabilire lo stadio dei cambiamenti cirrotici, è necessaria l'elastografia o una biopsia epatica. Quest'ultima tecnica si riferisce a invasiva, quindi richiede anestesia locale. Nel processo di diagnosi è il campionamento del materiale, che è sottoposto ad analisi istologica.

La fibroscopia è oggi considerata un'alternativa alla biopsia, poiché non è assolutamente inferiore nell'informatività e allo stesso tempo non richiede anestesia.

Trattamento della malattia

La prevalenza dell'epatite C sta costringendo gli esperti a fare i conti con la ricerca sull'HCV. Esistono vari farmaci antivirali che aiutano a bloccare la riproduzione dei patogeni e a ridurre il tasso di progressione della malattia. Il regime di trattamento standard è Ribavirina e Interferone-alfa.

Le conseguenze del trattamento dell'epatite C con questi medicinali possono essere espresse in vari gradi di gravità della disfunzione d'organo. Riguardano lesioni del sistema cardiovascolare, nervoso, urinario e digestivo. La durata della terapia antivirale è di 24-48 settimane, che dipende dal genotipo dell'agente patogeno.

Dovrebbe essere detto del nuovo farmaco, che è usato per l'epatite C, vale a dire, su Sovaldi. È una medicina originale ed è prodotta negli Stati Uniti. Il suo meccanismo d'azione è quello di bloccare l'enzima responsabile della sintesi dell'RNA virale. L'efficacia della terapia di associazione con Daclatasvir è del 100%. L'unico limite all'utilizzo diffuso del farmaco è il suo alto costo. Il prezzo di una pillola è di circa $ 1000 e l'intero ciclo di trattamento può raggiungere centinaia di migliaia di dollari.

Detto questo, molti paesi, ad esempio, l'India ha iniziato a produrre farmaci generici, cioè analoghi alla droga dell'originale. Questi produttori sono autorizzati a produrre farmaci antivirali emessi da una società americana. Il prezzo di questi farmaci è più accessibile, il che consente a molti trasportatori di virus di completare un corso terapeutico completo senza costi materiali elevati.

Non tutti i paesi hanno ricevuto il permesso di produrre generici, ma sono ancora impegnati nella loro liberazione. A questo proposito, non sono responsabili della qualità dei prodotti e il processo non sempre soddisfa i requisiti dell'OMS.

Prevenzione delle complicanze

Per rallentare la progressione della malattia e ritardare il tempo di insorgenza di complicanze, è necessario rispettare le seguenti regole:

  1. osservare rigorosamente la dose di farmaci antivirali e non interrompere il trattamento in modo autonomo;
  2. attenersi al cibo dietetico. Implica il rifiuto delle varietà grasse di carne e prodotti a base di pesce, così come sottaceti, dolci, cottura fresca, cibi pronti e condimenti piccanti;
  3. rinunciare completamente all'alcool;
  4. smettere di prendere farmaci epatotossici Se questo porta ad una esacerbazione di malattie concomitanti, il medico dovrebbe eseguire un aggiustamento della dose o sostituire il farmaco con un fegato meno aggressivo;
  5. rifiutare gli stupefacenti;
  6. evitare lo stress, in quanto una violazione dello stato psico-emotivo è irto della progressione della patologia;
  7. controllare la gravità dell'attività fisica;
  8. regolarmente sottoposti ad esame, che è necessario per valutare la carica virale e determinare il rischio di complicanze.

È importante ricordare che qualsiasi sovraccarico può causare esacerbazione dell'epatite. A tale riguardo, il vettore del virus dovrebbe cambiare radicalmente il proprio stile di vita e aderire alle raccomandazioni preventive per la vita.

Articolo Successivo

Cibo per l'epatite C