Cistifellea cavità omogenea di cosa si tratta

Trattamento

L'ecografia della cistifellea viene eseguita separatamente o con una diagnosi ecografica completa della cavità addominale. È visto in caso di sospetta malattia del calcoli biliari e altre patologie. Tra i termini di base che saranno indicati nelle forme con i risultati dell'ecografia, si può trovare la definizione di "contenuto anecoico della cistifellea". Devo dire che lo specialista in diagnostica ad ultrasuoni non fa una diagnosi, può solo descrivere i dati che vede sullo schermo. La decodifica degli indicatori sarà trattata dal medico curante.

Cos'è l'ecogenicità?

loading...

Per capire di cosa può parlare l'anecogenicità della cistifellea, è necessario comprendere la definizione e le proprietà degli ultrasuoni. Alcuni fatti che aiuteranno a capire l'essenza delle onde ultrasoniche:

  • L'ultrasuono è un'oscillazione elastica di particelle del mezzo, che si propagano sotto forma di un'onda longitudinale.
  • Può esistere in mezzi liquidi, gassosi o solidi, ma finisce nel vuoto.
  • Alcuni animali lo usano come mezzo di comunicazione, ma non sono udibili dall'orecchio umano.

È usato nella diagnosi di malattie interne a causa delle sue proprietà. Le onde ultrasoniche vengono assorbite dai tessuti molli e vengono riflesse dalle irregolarità.

Il processo di acquisizione delle immagini dall'apparato ultrasonico avviene in due fasi:

  • radiazione dell'onda nei tessuti studiati;
  • ricevere i segnali riflessi, sulla base dei quali viene creata sullo schermo un'immagine degli organi interni.

A causa della diversa struttura e densità dei tessuti e degli organi interni, riflettono le onde ultrasoniche in modi diversi. Inoltre, questa proprietà cambia in varie patologie, che consente di identificare molte malattie, tra cui la cistifellea. Per descrivere l'immagine risultante, viene utilizzata una terminologia speciale, che dovrebbe essere familiare non solo agli specialisti dell'ecografia, ma anche ai medici generici.

Secondo questa caratteristica, si possono distinguere diversi tipi di tessuto:

  • oggetti iperecogeni (ossa, gas, collagene) - sono strutture che riflettono un gran numero di raggi ultrasonici, appaiono sullo schermo come tasche di colore bianco brillante;
  • ipoecoico (tessuto molle) - parzialmente riflettente il raggio ultrasonico, sono varie tonalità di grigio;
  • anecoico (liquido): si tratta di aree che non riflettono gli ultrasuoni e sembrano lesioni nere.

Da ciò possiamo concludere che i contenuti anecoici nella cistifellea sono fluidi. Per fare una diagnosi, è necessario capire come questo organo dovrebbe normalmente guardare agli ultrasuoni e quale potrebbe essere la presenza di fluido nella sua cavità.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

Come si presenta la cistifellea all'ecografia?

loading...

La cistifellea ha una forma a pera. Nella sua struttura ci sono 3 elementi principali:

  • in basso - un ampio margine che sporge leggermente oltre i limiti del fegato;
  • il corpo è la sua parte principale;
  • collo - il restringimento della bolla alla sua uscita.

La cistifellea è un organo cavo, ha un muro e una cavità dove si accumula la bile. Come altri organi simili, è costituito da tessuto muscolare rivestito internamente da membrane mucose con un gran numero di pieghe e ghiandole. Fuori, è parzialmente coperto da una membrana sierosa.

La necessità di un serbatoio per la bile nasce dal fatto che entra nell'intestino non è costante, ma solo nel processo di digestione. La diagnostica ad ultrasuoni viene eseguita a stomaco vuoto (è addirittura vietato bere acqua prima del test) in modo che la bile si accumuli nella vescica ed è stato possibile esaminarne il contenuto e le pareti.

La bile viene prodotta nel fegato e scorre lungo il dotto epatico nella cistifellea. Se è immediatamente necessario, si sposta ulteriormente lungo il dotto biliare nel duodeno. Se questo non è necessario, i sfinteri si contraggono e non rilasciano la bile dalla vescica. Fino a quando il cibo non entra nello stomaco, si accumula nella cistifellea e ne distende le pareti. Non appena inizia il processo di digestione, i muscoli delle pareti della vescica si contraggono e, al contrario, i muscoli dello sfintere e del dotto biliare si rilassano. Pertanto, con gli ultrasuoni dopo aver mangiato una bolla sarà vuota e non sarà possibile determinarne con precisione la dimensione e la natura del contenuto.

Gli indicatori normali della cistifellea saranno i seguenti:

  • forma a pera;
  • Dimensioni: 8-14 mm di lunghezza, 3-5 mm di larghezza;
  • la posizione è intraepatica, solo il fondo della vescica si estende oltre il fegato;
  • i contorni sono lisci e chiari;
  • spessore della parete - fino a 3 mm;
  • contenuto anecoico omogeneo.

Qualsiasi anomalia indica la presenza di patologia. Così, le pareti della vescica si addensano durante i processi infiammatori, e la struttura anomala della vescica ostacolerà il flusso della bile, e si accumulerà nella sua cavità in grandi quantità. Il contenuto viene esaminato per la presunta colelitiasi e altre malattie, in tali casi diventa ecogeno.

Contenuto ecogeno della cistifellea

loading...

La cistifellea è un serbatoio per la bile. Oltre a ciò, normalmente non ci può essere liquido nella cavità della vescica. Se il contenuto cessa di essere ecologico, cioè nero omogeneo, ciò suggerisce che ci sono oggetti estranei.

Dalla natura del cambiamento in eco può essere:

  • focale (elminti, pietre);
  • diffuso (sedimento, pus o sangue).

La cistifellea e il tratto biliare possono essere un luogo di invasione dei parassiti. Tali malattie sono più spesso diagnosticate durante l'infanzia. Gli ultrasuoni mostrano ispessimento e infiammazione delle pareti, processi stagnanti quando i dotti sono bloccati dagli elminti, così come i parassiti stessi sotto forma di inclusioni ecogene brillanti. Tali studi sono condotti sulla base di segni clinici: deterioramento generale della salute, disturbi digestivi, gonfiore della pelle e delle mucose. Dopo aver assunto farmaci antiparassitari, l'immagine viene normalizzata e il contenuto della vescica diventa anecoico.

Il posto principale nelle malattie della cistifellea è occupato da pietre. Possono avere un'origine, una composizione chimica, una forma e una dimensione diverse e apparire diversi sugli ultrasuoni. Nella composizione, possono essere colesterolo, calcareo, pigmentato e complesso (di origine mista). Su ultrasuono è impossibile determinare, è necessario effettuare prove dopo l'estrazione di pietre.

In base ai risultati della diagnostica ecografica, si distinguono diversi tipi di pietre:

  • leggermente ecogeno;
  • ecogenicità media;
  • altamente ecogeno;
  • pietre che danno un'ombra acustica generale.

Le pietre debolmente ecogene hanno una struttura sciolta, molto spesso si rivelano colesterolo. Tali formazioni sono ben suscettibili alla distruzione da preparazioni speciali, e il processo di trattamento è monitorato dagli ultrasuoni nelle dinamiche. Tali pietre dovrebbero essere distinte dai polipi della cistifellea e dalle placche di colesterolo, quindi il paziente cambia posizione del corpo durante la procedura. Se i sassi rimangono nella cavità della bolla e galleggiano nel suo contenuto, i polipi vengono attaccati alle pareti e non cambiano la posizione.

Le pietre di media ed alta ecogenicità sono spesso indicate come pigmento o calce. Sembrano chiari punti luminosi nella cavità della bolla e non pongono alcuna difficoltà per la diagnosi. Durante lo studio, un sensore altamente sensibile può rilevare che proiettano un'ombra.

Una fase separata della malattia del calcoli biliari è la formazione di pietre che danno un'ombra acustica generale. Questo modello è osservato in presenza di una singola pietra grande o di molti piccoli che ostruiscono completamente il lume della cistifellea. L'immagine può essere confusa con i gas che sembreranno anche punti luminosi. Per un'immagine più completa, al paziente possono essere dati due tuorli da bere e ripetere il test. Quando i processi digestivi iniziano, i gas scompariranno e le pietre rimarranno nella cavità della cistifellea.

I cambiamenti diffusi nell'ecogenicità sono rari. Questi includono vari sedimenti, pus o sangue - sostanze che riflettono i raggi ultrasonici e sono distribuiti uniformemente, mescolando con la bile. Possono essere riconosciuti dalle seguenti caratteristiche:

  • Il sedimento si trova nella parte inferiore della cistifellea in uno strato uniforme e al di sopra è normale bile anecoica.
  • Se c'è del pus nella cavità, sembra prima un sedimento. L'unica differenza è che quando la posizione del paziente cambia, si mescola con la bile. Nel processo purulento cronico, può formare setti caratteristici nella cavità della vescica, che sono visibili agli ultrasuoni.
  • Anche il sangue deve essere differenziato dai sedimenti e da altre inclusioni diffuse. Col passare del tempo, si piega e forma grumi leggermente ecogenici che assomigliano a pietre o polipi in apparenza.

Nella cavità della cistifellea possono essere rilevate inclusioni ecogene, che poi si rivelano essere tumori. La loro differenza è che crescono dal muro e non si muovono quando la posizione del paziente cambia. I tumori possono essere benigni e non crescere attraverso le pareti. Se a un paziente viene diagnosticato un tumore maligno, ciò significa che interessa tutti gli strati della cistifellea. Nel corso del tempo, il corpo cessa di essere rilevato sugli ultrasuoni a causa della necrosi della sua parete.

Regole per l'ecografia della cistifellea

loading...

Per i risultati dello studio sono stati i più affidabili, la preparazione è meglio iniziare in anticipo. All'esame iniziale, il medico stabilirà la data dell'esame e ti dirà come prepararlo adeguatamente. Le eccezioni sono casi di emergenza quando vi è il rischio di blocco dei passaggi biliari con pietre o è necessaria un'operazione urgente.

Per un'ecografia pianificata, il paziente deve seguire alcune semplici regole:

  • una settimana prima dell'ecografia, escludere la loro dieta alcolica, cibi grassi e quelli che causano una maggiore separazione dei gas (bevande gassate, pane di lievito, frutta e verdura crude, legumi);
  • Si consiglia di iniziare 3 giorni con l'assunzione di farmaci (Mezim, Espumizan e simili);
  • prima che lo studio non possa mangiare per 8 ore.

Se l'ecografia è programmata per la prima metà della giornata, dovresti rinunciare a colazione e acqua. La cena della vigilia deve avvenire non oltre le 19.00. Se la procedura si terrà la sera, è possibile fare colazione intorno alle 7 del mattino.

Il contenuto anecoico nella cistifellea è un indicatore normale. Dice che la bolla è piena di bile, in cui non ci sono sedimenti o sostanze estranee. Questo è un fattore importante nella diagnosi dell'elmintiasi, della malattia del calcoli biliari e di altre patologie. Inoltre, l'ecografia della cistifellea è inclusa nell'esame pianificato della cavità addominale. Oltre a questo indicatore, fai attenzione alle dimensioni e alla forma del corpo, allo spessore e all'uniformità delle sue pareti. Gli indicatori sono scritti sul modulo e trasferiti al medico curante, che poi li interpreta sulla base di segni clinici.

Contenuto omogeneo della cistifellea - Blog online

loading...

Dimmi quali sono gli stessi sintomi della pancreatite oltre al dolore. E avevo paura di mangiare a causa di un sacco di cose spaventose sulla pancreatite acuta che leggevo e non sapevo se l'avessi o meno. E il terapeuta ha detto che questa è una condrosi perché mi fa male toccare l'area delle spalle e delle spalle. Il lato formicolio è ancora periodicamente, ieri non ha fatto di nuovo male, ma la spalla fa ancora male

Buonasera, Irina! Quando la riacutizzazione della pancreatite è preoccupata per la nausea, dolore abbastanza intenso nella parte superiore dell'addome, flatulenza, feci grasse e instabili. La caratteristica della sitofobia è la paura di mangiare. Per quanto riguarda l'osteocondrosi, prova a sfregare unguento "condroxide", "chetonal".

Benvenuto! Presto dovrò fare un'ecografia della cistifellea, e subito dopo non potrò andare da un gastroenterologo. Ma per valutare se tutto è in ordine, voglio immediatamente. Specificare come deve apparire la frequenza degli ultrasuoni della cistifellea e quali deviazioni sono possibili da essa.

Lo studio della cistifellea conduce alla respirazione silenziosa del bambino, durante il quale la parete addominale anteriore compie un'escursione minima. Abbastanza spesso, il fondo della cistifellea è ricoperto da anelli intestinali pieni di gas. In tale situazione, al fine di vedere completamente la cistifellea, al paziente viene offerto di trattenere il respiro per un respiro profondo o per "gonfiare" lo stomaco. Quando si utilizzano morsetti dall'apparecchio diagnostico a raggi X "X-ray - D", al bambino viene assegnata una posizione con la testa sollevata. Poiché la larghezza del fascio di ultrasuoni è compresa tra 3 e 5 mm, i dotti biliari hanno l'aspetto di punti rotondi senza differenziazione del lume; le loro pareti sottili non sono visibili. Di solito determinano i dotti biliari cistici e comuni, come il più grande. Viene descritta l'immagine del dotto cistico sotto forma di una linea contorta. Il dotto biliare comune può avere una larghezza da I - 2 a 6-8 mm, indipendentemente dall'età.

Lo studio della cistifellea deve essere eseguito per tutta la sua lunghezza, sia in lunghezza che in larghezza. Per fare ciò, il sensore viene spostato dal punto iniziale su e giù o verso destra e sinistra di 3-5 mm fino a quando la cistifellea non è visibile. Si raccomanda di contrassegnare il luogo in cui la bolla è diventata visibile sulla pelle del paziente esaminato con un pennarello. La marcatura aiuta ulteriormente nello studio delle proprietà dinamiche della cistifellea. Durante lo studio, vengono prese le misure. Quindi, il diametro della bolla deve essere misurato nella parte più ampia, ma per trovarlo, è necessario fare diverse "fette" e misure. Lo stesso è fatto nel determinare il longitudinale.

Il contenuto della cistifellea in una persona sana ha una struttura negativa dell'eco (

). L'esame ecografico della cistifellea consente di diagnosticare anomalie congenite (doppia cistifellea,

presenza di un setto, ecc.), tumore (

) e polipi di colesterolo (

a) sotto forma di formazioni ecopositive di media o alta densità, provenienti dalla parete dell'organo, calcoli, alterazioni infiammatorie, manifestarsi come ispessimento del muro (oltre 0.4

), e durante un lungo processo di compattazione, accompagnato da un aumento della sua struttura di eco (

La sonografia è il metodo diagnostico più affidabile per l'ittero ostruttivo. Per identificare la localizzazione e la natura degli ostacoli, si consiglia di condurre uno studio sugli strumenti in tempo reale. Il livello del blocco (sia esterno che intraepatico) può essere determinato dall'espansione delle vie biliari (sintomi di "doppio bariletto" e "tre braccia"). Un segno di ittero ostruttivo può anche essere una cistifellea ingrandita - il cosiddetto ultrasuono

). Segni ecografici di ittero subepatico possono essere utilizzati nella diagnosi differenziale dal fegato, in cui non si osserva l'espansione delle vie biliari.

Il pancreas dalle proprietà acustiche del tessuto è vicino al fegato (

). Nella pancreatite acuta, un aumento dell'organo, un indebolimento della struttura dell'eco, un povero

splenico (passando lungo la superficie posteriore della ghiandola) e le vene portale (

). Segni di pancreatite cronica (

) servono come aumento del corpo, disuguaglianza, a volte offuscamento dei contorni, aumento disomogeneo dell'ecostruttura, espansione del dotto pancreatico (normalmente non visibile), formazione di pseudocisti sotto forma di zone con ridotta ecogenicità.

La milza sullo scanogramma ha normalmente una forma a mezzaluna, un'ecostruttura omogenea, a differenza del fegato contiene meno inclusioni eco-positive. Lo studio è utilizzato in splenomegalia per rilevare la causa di un aumento dell'organo - tumori, cisti, ematomi, ecc.

L'esame ecografico dello stomaco e dell'intestino viene effettuato principalmente per chiarire lo stato delle loro pareti, che è importante soprattutto per l'individuazione di tumori, così come per una serie di altre malattie, come il morbo di Crohn.

sui sonogrammi rappresentano una formazione a forma di anello, il cui bordo ha una ridotta ecogenicità e corrisponde alla parete dell'organo cavo, e la parte centrale - eco-positiva, corrisponde al suo lume (il cosiddetto sintomo della coccarda). Lo spessore normale della parete su un sonogramma non supera 1

Possibili cambiamenti nel fegato.

  1. Epatite grassa La decodifica del risultato dipende dalla fase del processo. Il numero e la dimensione dei segnali di eco aumentano uniformemente, la struttura dell'eco viene migliorata. La dimensione del fegato è aumentata, l'angolo inferiore del lobo sinistro è più di 45 gradi. Nella maggior parte dei casi, non è possibile identificare la vena porta. Al terzo stadio, ha un denso parenchima, la sua forma è rotonda, i vasi del portale non sono codificati.
  2. Cirrosi epatica. I segni diretti, che mostrano l'ecografia del fegato e degli organi addominali, includono un cambiamento di dimensioni, ecostrutture, contorni irregolari, il bordo arrotondato inferiore, l'elasticità e la conduttività del suono sono ridotti. Segni indiretti: si ingrandisce la milza, si ingrandiscono il portale e le vene spleniche e si sviluppa l'ascite. I parametri nelle fasi iniziali sono aumentati in quasi tutti i casi a causa del lobo sinistro. Le fasi terminali sono caratterizzate da una diminuzione delle dimensioni. La struttura del parenchima cambia, quindi ci sono echi più frequenti e più grandi. In più della metà dei casi di cirrosi, la decodifica mostrerà un aumento dei parametri della milza.
  3. Fegato stagnante Le caratteristiche principali: aumento delle dimensioni, bordi arrotondati. Segno patognomonico - cavità inferiore dilatata e vene epatiche. Quest'ultimo ramo con un angolo di 90 gradi. In caso di stasi, la vena cava inferiore non può cambiare il diametro del suo lume durante i movimenti respiratori.
  4. Cambiamenti focale L'ecostruttura viene ridotta o cambiata localmente, i parametri dell'organo sono aumentati o diminuiti focali, quindi i contorni sono irregolari e convessi. Se i processi patologici sono piuttosto voluminosi, allora possono provocare una compressione dei dotti biliari e lo sviluppo di ittero ostruttivo. L'interpretazione di un'ecografia addominale fornisce una grande quantità di informazioni sul fegato, in particolare per le lesioni focali.

È importante che un medico conosca le seguenti sottigliezze nella diagnosi della malattia epatica durante un'ecografia degli organi addominali.

Pertanto, l'aspetto della sospensione nella colecisti può essere considerato uno dei sintomi della colecistite cronica e un prerequisito per la comparsa della colelitiasi.

Risposta: "Solo una corretta alimentazione ed esercizio fisico"

I condotti destinati alla comunicazione della colecisti, del fegato e del duodeno sono numerosi, ma per la diagnosi è importante stimare il diametro del condotto comune, normalmente questo indicatore è di 6-9 mm.

Un aumento delle dimensioni della cistifellea può indicare un eccesso di fluido biologico in esso, una diminuzione della discinesia biliare in forma iper-motoria.

Contenuto di acqua in kg e in% per le donne:


I dati sono tratti dal libro "Equilibrio idrico ed elettrolitico, fisiologia umana", professore all'Istituto di fisiologia dell'Università di Innsbruck, Austria, P. Detyen.

2. Ultrasonografia della cavità addominale e del tratto gastrointestinale

Immagine normale di ultrasuoni addominali:

Il fegato non è ingrandito (dimensioni normali del fegato negli adulti: il lobo destro - fino a 14 cm, a sinistra - 4-7 cm). I contorni del fegato sono uniformi, chiari, la struttura del parenchima è omogenea, l'eco è normale. L'angolo del lobo sinistro è acuto. I dotti intraepatici non sono dilatati, le pareti dei dotti biliari intraepatici di normale ecogenicità. La vena porta non è dilatata, il diametro è di circa 1 cm (normalmente il diametro non supera 13-15 mm). La parte visibile del dotto biliare comune: lunghezza 3,0 cm, diametro - 0,3 cm, le pareti sono pari, l'ecogenicità della cavità oculare è normale, il lume è omogeneo.

La cistifellea non è ingrandita (le dimensioni sono normali: la lunghezza va da 4 a 9,5 cm, la larghezza è fino a 3-3,5 cm), le pareti di normale ecogenicità non sono ispessite (fino a 1,5-2 mm), in condizioni normali il contenuto della vescica è uniforme, omogenea.

Il pancreas immodificato ha una struttura omogenea, a volte con inclusioni. Spessore, ad es. la dimensione antero-posteriore della testa è 2,5-3,0 cm, il corpo è -1,5-1,7 cm e la coda è fino a 2,0 cm Normalmente, il dotto Wirsung può essere visualizzato, il suo diametro nel corpo della ghiandola in individui sani non eccede 1 mm e nella testa - 2 mm. I contorni del pancreas sono normalmente chiari e uniformi.

Milza. Il parenchima della milza ha l'aspetto di una formazione omogenea avente una struttura interna a grana fine, la sua ecogenicità è sostanzialmente inferiore a quella del fegato e leggermente superiore al parenchima renale. Normalmente, la lunghezza della milza non supera 11-12 cm, lo spessore - 4-5 cm, l'area - 50 sq. Cm. Il diametro della vena splenica nella zona del cancello è di 5-7 mm.

I reni normalmente hanno le seguenti dimensioni: lunghezza - 7,5-12,0 cm, larghezza - 4,5-6,5 cm, e la differenza di lunghezza di entrambi i reni non supera 1,5-2,0 cm I contorni sono pari, il parenchima spessore normale. La differenziazione cortico-modulare è espressa. L'ecogenicità del parenchima è normale. L'area del seno renale è normale, la struttura è diffusamente omogenea, senza inclusioni estranee. CLS non è esteso.

Ecografia dell'immagine normale del tubo digerente:

Se desideri ricevere una risposta garantita a tutte le domande durante il giorno, usa la consultazione a pagamento in clinica o visita la nostra clinica. Registrati chiamando il numero (044) 558-34-28.

Contenuti omogenei della cistifellea

loading...

Contenuto omogeneo e anecoico della cistifellea

loading...

Ecogenicità si riferisce alla capacità dei tessuti di assorbire le onde ultrasoniche. Questo concetto viene utilizzato quando si descrivono i risultati della diagnosi ecografica. Per la procedura utilizzando un dispositivo speciale con cui viene visualizzata l'immagine degli organi interni. Grazie a questo metodo di ricerca, è possibile determinare la presenza di processi patologici o la loro assenza.

Contenuto omogeneo e anecoico della cistifellea

Tipi di ecogenicità

Se l'organo ha normale ecogenicità, allora è consuetudine parlare di iso-ecogenicità. Ha organi della sfera sessuale e della ghiandola. Nell'immagine, che fornisce gli ultrasuoni, l'educazione iso-genetica ha una tonalità grigia.

Le aree ipoecogene o anecoiche nell'immagine si riflettono nel nero. Se esistono, non è sempre consuetudine parlare del processo patologico. Solo queste aree non riflettono gli ultrasuoni. Con ogni diagnosi ecografica, possono cambiare la loro posizione.

Ci sono anche formazioni iperecogene. Al contrario, sono in grado di riflettere gli ultrasuoni. Sullo schermo sono bianchi.

Se il corpo è sano e ha un contenuto omogeneo, sullo schermo avrà un colore uniforme. Quando nell'immagine appaiono delle cavità bianche o nere, ciò indica che è possibile osservare processi anomali.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno identificato il modo migliore per ripristinare la cistifellea. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo letto attentamente, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.

Esame della cistifellea

La diagnosi ecografica consente di riconoscere la presenza di processi infiammatori e di altro tipo. Per controllare la cistifellea, è necessario osservare diverse raccomandazioni entro pochi giorni. Se il paziente non esclude prodotti che aumentano la formazione di gas dalla dieta, questo renderà difficile la diagnosi e la diagnosi corretta.

Esame della cistifellea

Se la cistifellea è sana, allora avrà una struttura a forma di eco, una forma a forma di pera. Allo stesso tempo, le pareti dell'organo non sono visualizzate, poiché vi è una transizione del parenchima epatico nel lume anecoico della cistifellea.

In alcune situazioni, la cistifellea ha contenuti anecoici sotto forma di un leggero oscuramento. Ciò suggerisce che nella regione posteriore vi è un precipitato di bile.

I dotti biliari non sono visibili in condizioni normali. Ma se c'è anche un leggero aumento di essi, essi vengono visualizzati, mentre è consuetudine dire che il paziente sviluppa colestasi e ittero.

Presenza di formazioni

Anche nella cistifellea si possono osservare altre neoplasie nella forma:

  • Pietre. Questo tipo di patologia è più comune. Il contenuto della cistifellea si trasforma in pietre. Sullo schermo vengono analizzati come neoplasie ecogeniche chiarite, che hanno un aspetto e una dimensione diversi. L'ombra acustica viene lasciata indietro. Hanno una composizione chimica diversa, con il risultato che sarà consuetudine secernere colesterolo, pigmento, calcare e pietre complesse.
  • Fango di bile. Questo tipo di patologia comporta l'accumulo di sedimento biliare sul fondo della cistifellea. Tali formazioni hanno un'elevata ecogenicità, quindi appaiono come macchie bianche sull'immagine. In alcune situazioni, la bile ha una struttura viscosa, a causa della quale l'organo può cambiare forma ogni volta e ha una forte somiglianza con il fegato.
  • Polipi di colesterolo Istruzione che può raggiungere quattro millimetri. Allo stesso tempo all'interno del polipo c'è una struttura omogenea. La base dell'educazione è ampia e la struttura è uniforme.

Anche in pratica ci sono cambiamenti diffusi nel contenuto della cistifellea. Questi includono la formazione di sedimenti, pus e sangue.

Il precipitato nell'immagine ha una struttura leggera, sopra la quale è la bile. Può formare piccole formazioni debolmente anecoiche. Possono muoversi e cambiare l'organo, in modo che possano essere distinti dai polipi del colesterolo.

Il contenuto purulento si trova in casi estremi. In apparenza, assomiglia a un sedimento, ma ha una differenza nella forma di spostare il contenuto insieme alla bile. Se il processo è cronico, allora c'è una disposizione casuale delle partizioni. A poco a poco, la cistifellea è piena di vari contenuti anecoici, a causa dei quali l'organo assomiglia alla milza o al fegato. Se c'è sangue nell'organo o si osserva sanguinamento, allora la cistifellea ha un contenuto omogeneo. Quando il sangue viene raccolto in grumi, questi appaiono nell'immagine sotto forma di inclusioni ecogene, che hanno un aspetto e una dimensione diversi. È molto importante fare una diagnosi differenziale per distinguere i coaguli di sangue dai calcoli e dai polipi del colesterolo.

Neoplasie di forme benigne e maligne

Adenoma, fibromi e papillomi sono di solito riferiti a formazioni tumorali benigne. Nell'immagine, assomigliano a neoplasie rotonde di piccole dimensioni. Non hanno ombre acustiche e sono strettamente associate alla parete della cistifellea.

Riconoscere immediatamente la natura benigna del tumore di difficile. È importante fare una diagnosi differenziale e distinguerla da pietre, polipi e tumori maligni.

I tumori maligni portano gradualmente a un cambiamento nella forma del corpo. In primo luogo, i contorni della cistifellea diventano irregolari e quindi non si differenziano affatto. La formazione del tumore si trova su una delle pareti della cistifellea. Quando si modifica la posizione dell'istruzione del corpo non si sposta di lato e rimane sul posto.

  • Molti modi provato, ma nulla aiuta.
  • E ora sei pronto per approfittare di ogni opportunità che ti darà una sensazione di benessere tanto attesa!

Esiste un trattamento efficace per la cistifellea. Segui il link e scopri cosa consigliano i medici!

Cosa mostra l'ecografia addominale

loading...

Avendo il risultato di un esame ecografico degli organi addominali, puoi in modo indipendente, usando le raccomandazioni sulle normali caratteristiche di alcuni organi, per fare un quadro preliminare dello stato del tuo corpo.

Cosa mostra questo studio?

La scansione ad ultrasuoni mostra tutti gli organi addominali, la loro posizione, condizione, struttura, analizza la conformità con i parametri normali. Organi investigati: fegato, pancreas, milza, vasi sanguigni, linfonodi (osservati in patologia), cistifellea, condotti.

cistifellea

Percentuale di ultrasuoni per questo organo: formazione eco-negativa, localizzata sotto il lobo destro del fegato. Di solito il fondo della cistifellea sporge leggermente da sotto il bordo del fegato di 1-1,5 cm, la sua lunghezza non è superiore a 10 cm, la larghezza normale è da 3 a 4 cm, la forma fisiologica è allungata, a forma di pera, rotonda o ovale. I contorni sono chiari e uniformi, il contenuto è omogeneo, senza sedimenti o calcoli. Allo stesso tempo, il medico misura la dimensione dei dotti: epatica comune da 3 a 5 mm di diametro e bile comune - da 4 a 6 mm. Piccoli dotti localizzati intraepatici, non rilevati durante l'ecografia della cavità addominale.

Possibili cambiamenti nella cistifellea

  1. Colecistite acuta. Una caratteristica tipica di un'ecografia è un ispessimento della parete dell'organo fino a 4 mm o più. Dimensioni normali o leggermente aumentate, salvo rare eccezioni. Struttura a eco ridotta delle pareti, soprattutto dall'interno. Contorni sfocati si osservano con colecistite flemmonica.
  2. Colecistite cronica, senza pietre. La decodifica dei dati sulla malattia di solito avviene senza difficoltà. Durante la remissione della colecistite cronica, la cistifellea è di dimensioni normali o ridotta. Un segno affidabile è un muro addensato e un aumento della sua densità di eco. Si differenzia dalla forma acuta dalla presenza di contorni chiari. Per la colecistite cronica è caratterizzata da cambiamenti strutturali: deformazione, flessione, retrazione delle sezioni di parete. La diagnosi finale è fatta sulla base di una varietà di sintomi.
  3. Malattia da calcoli biliari. Questa è la patologia principale della cistifellea. La decodifica si basa su caratteristiche di due categorie: diretta e indiretta. Per dirigere includere: struttura eco-negativa della bile, l'amplificazione del segnale di eco, che corrisponde alla posizione del calcolo. La posizione delle pietre quando si esamina un paziente in posizione orizzontale: nel collo dell'organo e lungo la superficie dorsale. Un segno importante è lo spostamento delle pietre durante il movimento del corpo. Dalla pietra è un'ombra, se il suo diametro supera i 4 mm. È chiamato il percorso acustico ed è il risultato dell'assorbimento delle onde ultrasoniche da parte di una pietra. Segni indiretti: aumentare la bolla fino a 5 cm nelle dimensioni trasversali e più di 10 cm nell'originale. Le pareti sono ispessite, i contorni non sono uniformi. Uno dei segni principali della colecistite calcicola è lo spostamento delle pietre quando la posizione del corpo cambia. Quando il paziente si alza, le pietre sembrano rotolare sul fondo della vescica. Piccole pietre di solito non vengono rilevate dall'ecografia addominale degli organi addominali, la loro presenza è indicata dal dotto dilatato (l'espansione si trova prossimale al sito di ostruzione).

fegato

La norma per gli indicatori con ultrasuoni: la struttura del parenchima è omogenea, i bordi sono uniformi, chiari.

Per un trattamento efficace dei problemi con il tratto gastrointestinale, i nostri lettori consigliano GASTRO TEA.. La collezione comprende solo ingredienti naturali con la massima efficienza. Lo strumento non ha controindicazioni, l'efficacia e la sicurezza del farmaco è confermata da molti medici. Oggi la commissione viene venduta con uno sconto del 50%. Saperne di più "

La decodifica in dimensioni fornisce solo una parte delle informazioni per il medico e la diagnosi deve essere supportata da metodi aggiuntivi.

  1. La parte sinistra della misura anteriore-posteriore non è più di 7 cm.
  2. La giusta proporzione della misura anteriore - posteriore non è superiore a 12,5 cm.
  3. Il diametro del dotto biliare comune da 0,6 a 0,8 cm.
  4. Vena porta, diametro fino a 13 mm.

Possibili cambiamenti nel fegato.

  1. Epatite grassa La decodifica del risultato dipende dalla fase del processo. Il numero e la dimensione dei segnali di eco aumentano uniformemente, la struttura dell'eco viene migliorata. La dimensione del fegato è aumentata, l'angolo inferiore del lobo sinistro è più di 45 gradi. Nella maggior parte dei casi, non è possibile identificare la vena porta. Al terzo stadio, ha un denso parenchima, la sua forma è rotonda, i vasi del portale non sono codificati.
  2. Cirrosi epatica. I segni diretti, che mostrano l'ecografia del fegato e degli organi addominali, includono un cambiamento di dimensioni, ecostrutture, contorni irregolari, il bordo arrotondato inferiore, l'elasticità e la conduttività del suono sono ridotti. Segni indiretti: si ingrandisce la milza, si ingrandiscono il portale e le vene spleniche e si sviluppa l'ascite. I parametri nelle fasi iniziali sono aumentati in quasi tutti i casi a causa del lobo sinistro. Le fasi terminali sono caratterizzate da una diminuzione delle dimensioni. La struttura del parenchima cambia, quindi ci sono echi più frequenti e più grandi. In più della metà dei casi di cirrosi, la decodifica mostrerà un aumento dei parametri della milza.
  3. Fegato stagnante Le caratteristiche principali: aumento delle dimensioni, bordi arrotondati. Segno patognomonico - cavità inferiore dilatata e vene epatiche. Quest'ultimo ramo con un angolo di 90 gradi. In caso di stasi, la vena cava inferiore non può cambiare il diametro del suo lume durante i movimenti respiratori.
  4. Cambiamenti focale L'ecostruttura viene ridotta o cambiata localmente, i parametri dell'organo sono aumentati o diminuiti focali, quindi i contorni sono irregolari e convessi. Se i processi patologici sono piuttosto voluminosi, allora possono provocare una compressione dei dotti biliari e lo sviluppo di ittero ostruttivo. L'interpretazione di un'ecografia addominale fornisce una grande quantità di informazioni sul fegato, in particolare per le lesioni focali.

È importante che un medico conosca le seguenti sottigliezze nella diagnosi della malattia epatica durante un'ecografia degli organi addominali.

  1. Se il fegato ha dimensioni normali e caratteristiche ecografiche, questo non indica l'assenza di patologia.
  2. "Parlare" in modo affidabile della patologia dei cambiamenti diffusi o focali nel parenchima.
  3. I risultati ottenuti durante l'ecografia non consentono di giudicare il grado di cirrosi, degenerazione grassa o forma di epatite in modo affidabile.
  4. I cambiamenti diffusi sono indicazioni per la verifica istologica della diagnosi.
  5. I cambiamenti focali nella maggior parte dei casi sono soggetti a verifica mediante biopsia mirata e ulteriore verifica istologica.

pancreas

L'ecografia del pancreas è indicata in presenza dei seguenti sintomi:

  1. dolori epigastrici che persistono per lungo tempo o si ripetono costantemente;
  2. All'esame, il medico ha scoperto una massa palpabile nella regione epigastrica, può essere dolorosa alla palpazione;
  3. Con la diagnosi di "acuta" o "pancreatite cronica", vengono eseguiti gli ultrasuoni per rilevare complicazioni nel tempo (ascesso, cisti, necrosi);
  4. se si sospetta una tale patologia, vengono eseguiti gli ultrasuoni degli organi addominali: ascessi, tumori, cisti;
  5. la deformazione della parete interna dello stomaco rivelata durante la gastroscopia;
  6. se la radiografia mostrava un cambiamento nei cappi e nella forma del duodeno.

Prima di esaminare il pancreas, uno specialista analizzerà grandi vasi: la vena cava inferiore, l'aorta, il portale e le vene spleniche, le vene e le arterie mesenteriche superiori. Un tale ordine di ispezione degli organi permetterà di determinare con precisione la posizione del pancreas, tronco celiaco. Inoltre, il medico riceve informazioni sulla posizione della ghiandola rispetto ai vasi, sulla colonna vertebrale, rivela anomalie nella forma e nelle dimensioni, la sua ecostruttura, lo stato del suo condotto principale (pancreas) e possibili cambiamenti focali.

Indicatori della frequenza ultrasonica: la struttura dell'eco della ghiandola invariata assomiglia a quella del fegato. Tra gli echi predominanti ci sono quelli piccoli che sono equamente distribuiti in tutto il parenchima della ghiandola. Nelle persone anziane, la densità dell'eco è leggermente migliorata, poiché sono già stati rilevati cambiamenti nel tipo di fibrosi e di deposizione di grasso.

  1. Ci sono segni diretti che indicano una malattia della ghiandola. Si tratta di un aumento diffuso delle dimensioni (con edema durante l'infiammazione), aumento focale (con cisti, tumori). I contorni oleaginosi sono osservati con edema e irregolare - con malattie oncologiche e pancreatite cronica. Con le cisti, il bordo sarà liscio e convesso. L'ecostruttura dell'organo è rafforzata nella pancreatite cronica, diminuita durante l'edema e nei tumori, le cisti risultano essere eonegative.
  2. I segni indiretti includono un aumento dello spazio aorto-epatico in tutte le situazioni in cui la dimensione della ghiandola è più grande del normale. Le impressioni localizzate sulla superficie dorsale del fegato parlano di un processo volumetrico. Il dislocamento e la compressione della vena cava inferiore e dell'aorta indicano una malattia di natura tumorale. L'aumento del diametro del dotto Wirsung è il risultato di tali malattie: tumori, pancreatite cronica e reattiva.

milza

L'ecografia della milza deve essere eseguita in caso di sospetto di varie malformazioni congenite. Questo può essere il luogo sbagliato, la sua assenza, una forma modificata, la milza errante o accessoria, così come le lesioni d'organo, che si verificano in più del 20% dei casi di trauma addominale. Inoltre, la milza risponde attivamente allo stato del fegato. Gli ultrasuoni mostrano infarto, ascesso, tumori, calcificazioni, cambiamenti caratteristici nella patologia del sangue.

L'interpretazione di ultrasuoni addominali, la loro norma per la milza contribuirà a fare un quadro preliminare della sua condizione:

  1. la lunghezza va da 11 a 12 cm;
  2. larghezza circa da 6 a 8 cm;
  3. spessore normale da 4 a 5 cm;
  4. la forma della milza può essere leggermente diversa nei diversi pazienti, se la sua dimensione normale non è cambiata, allora questo è considerato normale;
  5. diametro dell'arteria splenica da 1 a 2 mm;
  6. il diametro di una vena epatica è da 5 a 8 mm;
  7. la struttura del tessuto della milza è omogenea, se non ci sono formazioni patologiche e cambiamenti focali.

Malattie della cistifellea - ecografia

loading...

È molto raro, lo stadio finale di una lunga infiammazione della cistifellea.

Inizialmente, l'echokartin della colecisti calcificata assomiglia al quadro della colesterosi focale con l'unica differenza che con l'ialinocalcinosi, l'ecogenicità dei depositi focali nella parete della vescica è molto più alta rispetto alla colesterosi focale e talvolta nella fase iniziale di sviluppo è possibile individuare una via ecografica negativa causata da un fenomeno, una causa, una causa, una causa di colesterosi. alta riflessione delle onde ultrasoniche da calcificazione.

Con un danno totale al muro, calcificazione pronunciata, chiamata anche cistifellea di porcellana, il pattern di eco è rappresentato da un forte assorbimento dell'eco, che dà un'ombra acustica, non è diverso dal modello di eco della bolla, completamente riempito di pietre.

Malattie parassitarie

Insieme ad altri organi, la cistifellea e il tratto biliare sono invasi dai vermi e dalle loro larve. La sconfitta dei vermi è più comune durante l'infanzia e porta a vari disturbi funzionali e infiammatori. Gli elminti hanno un effetto tossico, allergico e meccanico sulla cistifellea e sui dotti biliari.

Quando gli effetti tossicologici possono essere presenti ecocardiografia, ipocotoria, discinesia, cistifellea congestizia, così come colecistite acuta catarrale reattiva, colangite.

Sotto l'azione meccanica, gli elminti o le loro larve dal duodeno possono entrare nei comuni dotti epatici comuni e nella cistifellea. Il loro accumulo sotto forma di glomeruli può portare a ostruzione ostruttiva, che a volte può dare ittero meccanico. Sull'ecogramma nei dotti biliari, i vermi e le loro larve possono essere localizzati come singoli o gruppi di inclusioni eco-positive. Oltre alla non specificità degli schemi eco, ci sono sempre segni clinici, come la distensione addominale, il dolore alla palpazione e un ingrossamento del fegato. Va notato che l'uso di farmaci antielmintici porta rapidamente alla normalizzazione dei segni clinici ed ecografici, in particolare il contenuto della cistifellea diventa anecoico.

Contenuto della cistifellea

Le variazioni nel contenuto della cistifellea, a seconda del grado di eco, possono essere suddivise in focali e diffuse.

I cambiamenti focali più comuni nei contenuti della cistifellea includono le pietre. La formazione di calcoli nella cistifellea ha un'eziologia complessa ed è uno dei punti principali nell'incidenza complessiva della cistifellea. L'incidenza della malattia, soprattutto tra la popolazione femminile, è elevata. Secondo i nostri dati, gli uomini soffrono nel 9,3% dei casi, le donne - nel 13%. Va notato che i calcoli della cistifellea sono abbastanza comuni in giovane età, fino a 16 anni, e nei gruppi di 17-29 anni, il tasso di prevalenza tra i pazienti di sesso maschile è del 10%, e nelle donne - 22%. È estremamente raro che nel feto vengano rilevate pietre della cistifellea sotto forma di inclusioni eco-positive senza la presenza di un'ombra acustica. Nella nostra pratica, sono state trovate pietre in 14 feti all'età gestazionale di 30-40 settimane. In uno studio dinamico, hanno continuato a essere rilevati in 5 bambini nati e in 9 dopo il parto non sono stati rilevati.

Le pietre della cistifellea sono localizzate come formazioni di luce echoic di varie forme e dimensioni, ci sono pietre singole e multiple, che lasciano un'ombra acustica senza di essa, e possono essere posizionate in diverse parti della cistifellea. Per composizione chimica, le pietre della cistifellea si dividono in colesterolo, pigmento, calcareo e complesso (colesterolo-pigmento-calcareo). Tuttavia, va notato che la composizione chimica delle pietre ha scarso effetto sul grado della loro ecogenicità. Ciò è confermato dalla loro analisi chimica postoperatoria.

A seconda del grado di intensità delle pietre echeggianti della cistifellea possono essere suddivisi in:

- pietre di riflessione debolmente ecogenica (bassa densità acustica) - colesterolo giovane, che non lascia ombra acustica. Di solito sono soggetti a distruzione e, pertanto, i pazienti dovrebbero essere sottoposti a controllo ecografico dinamico. Le pietre del colesterolo dovrebbero essere differenziate dalle placche e dai polipi del colesterolo. Di solito, quando cambi la posizione del corpo, pietre di qualsiasi dimensione vengono messe in movimento e cambiano la loro posizione, ma i polipi no.

- pietre di riflessione eco-media (densità acustica aumentata ma non uniforme). Questi includono pigmento e età calcareo. Queste pietre, con una dimensione di 5-7 mm, quando si usano i sensori ad alta frequenza (5 MHz) possono produrre un'ombra acustica;

Vedi anche: esame ecografico dei reni

- pietre di riflessione altamente ecogenica (alta densità acustica).

Queste pietre, soprattutto se sono grandi, lasciano sempre l'acustica e non presentano difficoltà per la diagnostica ecografica;

-pietre, dando un'ombra acustica generale. Tale modello di eco può essere osservato quando la colecisti è piena di pietre o in presenza di una grossa pietra ad alta densità. Occupare quasi l'intera cavità della cistifellea, oltre a pareti significativamente calcificate nella cosiddetta cistifellea di porcellana, che è molto rara. Un simile schema di eco può essere osservato in presenza di gas nella cistifellea in pazienti con anastomosi duodenocellulare, presenza di un agente di contrasto dopo colecistografia, presenza di gas nell'angolo epatico, intestino trasversale e forma gangrena-enfisomatosa di colecistite acuta e altri. condurre ricerche, cambiare la posizione del corpo del paziente, o dargli da bere due tuorli, che contribuisce a un aumento dell'escrezione biliare e della motilità intestinale, come risultato l'ombra del gas cambia forma, posizione o scompare completamente, mentre l'ombra delle pietre rimane stabile nella forma e nella posizione.

Nonostante il metodo altamente informativo per identificare i calcoli della cistifellea (secondo i nostri dati, è 100%), a volte durante lo studio si presentano alcune difficoltà diagnostiche: piccoli sassi (1-3 mm) e sabbia con una cistifellea parzialmente ridotta (dopo aver preso cibo), con discinesie ipomotorie, varie deformità, presenza di diverticoli, con una pietra colpita nel collo della vescica nella tasca di Hartmann (a causa della mancanza di bile intorno alla pietra), su uno sfondo di diffusa lesione delle pareti della cistifellea, con adenomiomatosi, crescita del tumore endofitico e altre condizioni.

Per aumentare il contenuto informativo del metodo per l'identificazione di piccole pietre e sabbia, devono essere effettuati studi dinamici ripetuti con una buona preparazione del paziente in diverse posizioni del corpo.

Un buon risultato può essere ottenuto riducendo artificialmente la cistifellea (uso della colazione coleretica), mentre le piccole pietre che si trovano nelle pieghe o attaccate alle pareti della cistifellea, quando viene ridotta, vengono schiacciate nella cavità e, quando sono riempite, vengono sospese in uno stato sospeso.

Informazioni preziose sulla presenza di pietre piccole e medie possono essere ottenute dopo l'applicazione di un mezzo di contrasto per la colecistografia. In questo caso, l'agente di contrasto si deposita sulla superficie delle pietre, aumentandone l'ecogenicità.

Risultati ottimali per il rilevamento di sabbia e piccole pietre possono essere ottenuti con una combinazione di diversi sensori e metodi di scansione. I migliori risultati sono dati dai sensori ad alta frequenza a fuoco stretto (5 MHz).

I cambiamenti diffusi nel contenuto della cistifellea sono rari, includono la presenza di sedimenti, pus e sangue.

Il precipitato si trova come una massa luminosa con un confine orizzontale caratteristico, al di sopra del quale si trova la zona anecoica (bile). Il sedimento può formare formazioni rotondeggianti, leggermente ecogene, che, cambiando la posizione del corpo, si muovono bene, che è un segno che distingue il precipitato dai polipi del colesterolo.

La bile purulenta è rara. Inizialmente, l'ecocarding non è diverso dalla presenza di sedimenti, l'unica differenza è che quando si modifica la posizione del corpo, il pus si mescola con tutta la bile. Nel processo purulento cronico nella cavità della vescica, possono formarsi molte partizioni posizionate caoticamente che creano un'immagine della colecisti trabecolare. In futuro, la cavità della cistifellea può essere riempita con una massa di diversa ecogenicità, simile alla pseudostruttura del fegato o del parenchima splenico.

Sangue, emorragia massiva nella cavità della cistifellea, è estremamente raro. Con sanguinamento fresco, il contenuto della cistifellea è localizzato come una massa omogenea con una debole intensità di segnali di eco. Successivamente, durante la formazione di coaguli, sono localizzate inclusioni ecogene di varie forme e dimensioni che cambiano la loro posizione quando cambia la posizione del corpo, è molto difficile differenziarle da grumi di pus, pietre di colesterolo e polipi.

Storia correttamente raccolta, presentazione clinica e test di laboratorio aiutano a capire ogni caso.

Tumori della cistifellea

I tumori della colecisti sono divisi in benigni e maligni.

Benigni includono adenomi, fibromi, fibromi e papillomi. Sull'ecogramma, sono definiti come ecogenicità rotonda o bassa o media (diametro 0,3-3 cm). I tumori sono sempre associati alla parete della cistifellea e non lasciano ombre acustiche. A volte quando si esaminano pazienti in posizioni diverse, è possibile vedere una gamba stretta del tumore.

Vedi anche: esame ecografico del fegato

La diagnosi ecografica di tumori benigni è difficile, può essere molto difficile differenziarli dalla forma focale di colesterosi, polipi di colesterolo, calcoli di colesterolo, adenomiomatosi focale, da coaguli di pus e sangue, ecc. È difficile fare una diagnosi differenziale tra tumori benigni e maligni, specialmente nelle fasi iniziali, pertanto, tali pazienti dovrebbero essere sottoposti a controllo ecografico dinamico (una volta al mese). I tumori benigni in uno studio dinamico possono dare un piccolo aumento o rimanere delle stesse dimensioni, mentre la dinamica di crescita dei tumori maligni è sempre positiva. Per una differenziazione più accurata e rapida, una biopsia puntura del tumore deve essere eseguita sotto controllo ecografico.

Cancro alla cistifellea

L'ecodiagnosi del carcinoma primario della cistifellea è molto difficile, poiché non vi sono segni ecografici specifici della differenza tra tumori benigni e maligni. Il grado della loro differenziazione dipende dall'esperienza del ricercatore. A seconda della natura della direzione di crescita del tumore, la cistifellea può essere divisa in due tipi: esofitica ed endofitica.

Tipo esofitico - la crescita del tumore si verifica nella cavità della cistifellea e comprende 4 fasi.

Per la diagnosi, questa fase presenta grandi difficoltà, poiché le pareti della cistifellea non sono cambiate, i contorni esterni sono pari, di ecogenicità usuale, se il processo non si verifica sullo sfondo di colecistite ipertrofica o atrofica. Su una delle pareti della vescica, il tumore si trova come una piccola formazione strutturale sporgente nella cavità della vescica, più spesso una forma ovale o di forma ovale allungata, di maggiore ecogenicità, non lasciando un'ombra acustica, a volte il fenomeno di riflessione dell'eco è presente. Quando cambi la posizione del corpo, il tumore non si muove. Questo stadio del cancro non è diverso da un polipo e da altre formazioni tumorali benigne, l'unica differenza è che quando osservato in dinamica, almeno una volta al mese, il tumore dà una rapida crescita e il polipo è lento (o la sua dimensione può stabilizzarsi).

Le pareti della cistifellea sono ancora differenziate, ecogeniche, i contorni sono uniformi.

Nella cavità della cistifellea sulla gamba larga, si trova la formazione strutturale di diversa ecogenicità, che è collegata al muro e occupa 1/2 - 2/3 della cavità della cistifellea. Oltre alla massa strutturale, vi si trova una piccola quantità di bile liquida.

I contorni della cistifellea sono irregolari, a volte convessi, le pareti sono scarsamente o parzialmente differenziate. La cavità della bolla è riempita con una massa strutturale di ecogenicità eterogenea. Una zona altamente ecogenica di infiltrazione del cancro del fegato si trova intorno alla vescica. Ci possono essere metastasi nel fegato e può verificarsi ittero meccanico.

I contorni della cistifellea non sono differenziati. Al suo posto, si trova una formazione informe con un'ecostruttura mista, sullo sfondo del quale possono essere localizzate regioni debolmente o anecogene con contorni irregolari (necrosi).

In questa fase, molte metastasi si trovano nel parenchima epatico, che ostacolano in modo significativo la diagnosi differenziale tra il tumore maligno della cistifellea e il fegato. Il processo coinvolge entrambi i dotti intraepatici ed extraepatici, portando a ittero ostruttivo stabile.

Tipo di cancro endofitico

In questa forma di cancro all'inizio del processo, la parete esterna della cistifellea viene interessata sotto forma di un sigillo diffuso. Il modello di eco e il tasso del decorso clinico dipendono dal sito della lesione del muro. Va notato che nel tipo esofitico, un tumore della parete della cistifellea si infiltra rapidamente nel parenchima epatico, verso il cancello, bloccando il dotto comune e portando rapidamente a ittero ostruttivo. Il tipo esofitico di cancro viene diagnosticato solo nel terzo e nel quarto stadio, i primi due stadi solitamente non vengono diagnosticati, in quanto sono spesso presi per una forma focale o diffusa di colesterosi e una forma diffusa di adenomiomatosi.

Il rapido sviluppo del quadro clinico con i suddetti segni ecografici indica la diagnosi di cancro.

Metastasi della cistifellea

Ci sono estremamente rari, più spesso con melanoma e adenocarcinoma del pancreas. È estremamente raro che le metastasi penetrino nella cistifellea dall'intestino e colpiscano sia le pareti interne che quelle esterne. L'ecocardiografia delle metastasi non è diversa da quella del cancro primario, in particolare con la sua crescita endofitica. Per chiarire e differenziare la diagnosi, dovrebbero essere eseguiti studi complessi sugli organi addominali (è possibile una metastasi della colecisti).

Cistifellea disconnessa

Prima della radiologia c'era sempre una domanda difficile: determinare il motivo per cui non si rilevava la cistifellea (scollegata). La sonografia ci permette di vedere la colecisti con grande precisione e di determinare i fattori che influenzano questa condizione patologica. Possono essere divisi in due gruppi: extraepatico e intraepatico.

Vedi anche: Complicazioni del primo trimestre - Ultrasuoni

Extraepatici - coledocolitiasi, testa tumore del pancreas con compressione del dotto biliare comune, formazione di tumori del dotto biliare comune, cancro dello sfintere di Oddi, ingrossamento dei linfonodi nella epatico, cisti idatidee, fegato disposto nella porta, e altri.

Sull'ecogramma, quando i dotti biliari extraepatici principali sono scollegati, la cistifellea viene ingrandita e l'ittero meccanico è presente. A seconda della durata del processo, tutti i dotti intraepatici possono essere espansi.

Intraepatica - tumore della cistifellea o pieno di pietre, edema, cicatrici o cancro del dotto cistico, carta cervicale cistifellea cistifellea dormire, colecistite acuta distruttivo, atrofica colecistite cronica, porcellana cistifellea, hydrocholecystis espressi sotto forma adenomiomatoza et al.

A seconda del motivo che ha portato alla disconnessione della cistifellea, sull'ecogramma abbiamo le corrispondenti immagini ecografiche, descritte in dettaglio e presentate sopra.

In conclusione, è sicuro dire che l'ecografia è esattamente il metodo che può rispondere rapidamente a quasi tutte le domande relative ai fattori che portano alla disconnessione della cistifellea.

Cistifellea non funzionante

Sull'ecogramma, una cistifellea non funzionante di solito ha una piccola dimensione, i suoi contorni nella loro ecogenicità sono chiaramente distinti dal tessuto epatico circostante. I contenuti sono altamente ecogenici, a causa dell'assenza di bile liquida nella cavità del muro, sono poco differenziati o difficilmente differenziati.

Cambiamenti secondari nelle pareti della cistifellea

L'ittero è un segno clinico di una serie di malattie degli organi interni, è molto difficile per un medico determinare la causa e differenziare i tipi di ittero. La sonografia è uno dei metodi per fornire preziose informazioni sui principali tipi di ittero.

  • emolitico (sopraepatico), apparso come risultato dell'intensa ripartizione dei globuli rossi e della produzione di bilirubina indiretta nell'ipersplenismo primario e secondario (anemia emolitica);
  • parenchimale (epatico), le cui cause possono essere epatite virale, cirrosi epatica, avvelenamento con alcuni tipi di veleni;
  • meccanico (ostruttiva, ostruttiva), che si sviluppa in seguito a parziale o completa ostruzione del tratto biliare dovuta coledocolitiasi, stenosi papillare, testa del pancreas e tumori del tratto biliare, linfonodi o formazione di tumori al fegato e altro cancello.

La sonografia si è rivelata uno dei metodi più istruttivi e preziosi di diagnosi differenziale di ittero ostruttivo. La nostra osservazione di 23 anni di tali categorie di pazienti suggerisce che ecografia essere considerato il metodo di scelta nella valutazione iniziale dei pazienti con ittero a causa del suo alto contenuto di informazioni rispetto alle tecniche invasive, che nella maggior parte dei casi non solo controindicato, ma poche informazioni. La sonografia consente di differenziare in modo abbastanza accurato l'ittero causato da lesione intraepatica o ostruzione extraepatica.

Per chiarire le cause dell'evento e la differenziazione degli itteri, si consiglia di utilizzare le seguenti regole:

- se i condotti intra ed extraepatici della colecisti non sono espansi, ittero è parenchimatosa, la causa potrebbe essere epatite virale acuta, cirrosi, molteplici fattori che determinano emolisi, come veleni emolitiche, assorbimento nei prodotti di degradazione sangue di vasta vasto ematoma, etc..;

- se la cistifellea viene ingrandita e non si restringe sotto l'influenza di una colazione di prova o di un colagogo, l'ittero è meccanico, la causa è l'alto livello di otturazione a livello dei dotti epatici comuni;

- se l'intero sistema dei dotti biliari (extra-e intraepatica dotti, cistifellea) ampliato e non risponde alla bile significa che è un ittero meccanico che è causato da ostruzione extraepatica (coledocolitiasi, stenosi papillare, tumore delle vie biliari, testa tumore pancreatico).

Si noti che in pratica è più facile diagnosticare l'ittero emolitico. La diagnosi e la differenziazione di ittero parenchimale e meccanico presentano grandi difficoltà anche per specialisti esperti, poiché qui, soprattutto quando le cause che portano all'ittero non si manifestano chiaramente, sono necessarie una profonda conoscenza della clinica e la complessità della tecnica.

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Come dovrebbe essere l'ecografia della cistifellea?

loading...

Orari di apertura Lavoriamo nei fine settimana! Una rete di cliniche in tutta Mosca. Appuntamento senza giorni di ferie. Effettuiamo tutti i tipi di analisi

  • Ricevimento di dottori di varie direzioni e qualsiasi analisi nella clinica ea casa
  • Rete di centri medici multidisciplinari a Mosca
  • Tutti i tipi di diagnostica ecografica in clinica ea casa
  • Trattamento secondo gli standard europei
  • Licenze del Dipartimento della salute di Mosca
  • Cliniche vicino a casa tua

Domanda del 18/04/2014, 15:35:

Benvenuto! Presto dovrò fare un'ecografia della cistifellea, e subito dopo non potrò andare da un gastroenterologo. Ma per valutare se tutto è in ordine, voglio immediatamente. Specificare come deve apparire la frequenza degli ultrasuoni della cistifellea e quali deviazioni sono possibili da essa.

Secondo i risultati dell'esame ecografico della cistifellea, come dopo ogni altro studio, il medico compila un protocollo in cui riflette tutte le caratteristiche strutturali di questo organo visto. Per ogni persona, possono essere parzialmente diversi, ma c'è un certo intervallo.

Se i dati ottenuti si adattano ad esso, è considerata la norma. Di norma, vengono forniti i seguenti valori:

  • Le pareti dovrebbero essere lisce, uniformi, senza ispessimento, della stessa ecogenicità con bordi chiari. Il loro spessore è di circa 3-4 millimetri.
  • La lunghezza della cistifellea può variare da 6 a 10 centimetri, larghezza - da 3 a 5. La forma è a forma di cono oa pera, senza nodi e girovita.
  • Valutare separatamente i dotti biliari. Quindi il diametro interno del condotto comune può essere 6-8 millimetri, i dotti biliari lobari - 2-3 millimetri.
  • I condotti segmentali e subsegmentali non dovrebbero essere visibili.
  • Il contenuto della cistifellea dovrebbe essere uniforme, senza scurimento, sigilli e formazioni evidenti.

Questa immagine è l'ecografia normale della cistifellea. Allo stesso tempo, ci possono essere numerose deviazioni da esso:

  • L'ispessimento delle pareti può indicare l'infiammazione della cistifellea.
  • L'aumento dell'ecogenicità delle pareti della cistifellea può essere un segno del loro ispessimento, che è un sintomo di colecistite cronica.
  • La presenza di aree con maggiore ecogenicità all'interno della cistifellea può indicare la presenza di sabbia e sedimenti. Quando cambi la posizione del corpo, anche queste aree si muoveranno.
  • Le pietre sembrano formazioni sparse di aumentata ecogenicità, che si muovono quando la posizione del corpo cambia.
  • La patologia è anche un cambiamento nella forma della cistifellea: la presenza di curve, striscioni, sporgenze delle pareti.
  • I polipi sono spesso formati dalla mucosa della cistifellea. Sembrano escrescenze sui muri di un eco con esso. La loro dimensione è estremamente importante: più di un centimetro - da rimuovere a causa della probabilità di degenerazione in un tumore canceroso. Osservazione meno dinamica

Vale la pena notare che il concetto di "ecografia normale della cistifellea" è piuttosto arbitrario. Pertanto, dovrebbero essere interpretati da un gastroenterologo che ti ha indirizzato a lui, basandosi anche su altri dati: il risultato del sondaggio, della palpazione e della diagnostica di laboratorio biochimica.

Fai la tua domanda

La lunghezza della domanda deve essere di almeno 250 caratteri!