"Non dimenticheremo mai la primavera della vittoria!"

Metastasi

16+

Quanti anni sono passati da
Come la terra bruciava sotto i miei piedi!
Non ci sono molti veterani di guerra,
Ma li ricordiamo, sono con noi.
E sfogliando gli album in famiglia,
All'improvviso qualcuno lo noterà involontariamente:
La guerra era in agguato nell'angolo
Nella foto ingiallita.
Con foto guardando con un sorriso
Quelli che non hanno risparmiato la loro vita,
In quelle lontane feroci battaglie
Ha difeso il paese dai nazisti.
La loro gloria non svanirà nei cuori
Il ricordo si rafforza nel corso degli anni
Le persone vivranno per secoli
Colui che ha combattuto crudelmente con i suoi nemici.

Raisa Kulikova

Il 3 maggio, alla vigilia della festa più luminosa e più sacra - Victory Day, nella biblioteca numero 20 per i membri del club "Inspiration" è avvenuta una serata di ricordi "Per sempre non dimenticheremo la primavera della Vittoria!".

In questi giorni, quando la natura prende vita, sentiamo acutamente quanto è bella la vita! Quanto cara è per noi! E capiamo che tutto ciò che abbiamo - la vita e una vacanza in esso - dobbiamo a coloro che hanno combattuto, sono morti, sono sopravvissuti in quelle condizioni infernali, quando sembrava che fosse impossibile sopravvivere.

Non abbiamo il diritto di dimenticare gli orrori di quella guerra, in modo che non accada di nuovo. Non abbiamo il diritto di dimenticare quei soldati che sono morti in modo che ora viviamo. Dobbiamo ricordare tutto.

Il tempo ha dimostrato che le pagine della Grande Guerra Patriottica non vengono cancellate dalla memoria non solo da coloro che hanno avuto la possibilità di combattere davanti e dietro, ma anche da coloro che sono rimasti dopo la guerra: figli di guerra, nipoti e pronipoti. Sempre meno resti sulla terra dei veterani, passano alla storia. Il nostro dovere è di preservare tutto ciò che hanno fatto per noi nei nostri cuori, nella nostra memoria.

I partecipanti all'evento festivo hanno ricordato la loro dura infanzia militare e gli anni del dopoguerra con l'eccitazione e le lacrime agli occhi. Per tutta la serata sono state suonate poesie calde e toccanti, canzoni e filmati.

Poesie sulla guerra (seconda guerra mondiale, 1941-1945)


Poesie sulla Grande Guerra Patriottica (1941-1945) stanno scoppiando in lacrime. Sono adatti per i bambini delle scuole elementari, per la competizione dei lettori e aiuteranno a conoscere meglio quel momento terribile. Vedi anche i versi per il 9 maggio.

Poesie sull'inizio della guerra

Credi nella vittoria

Concentrarsi contro gli scaffali
Il nemico ha attaccato un paese pacifico.
Notte bianca, la notte più bianca
Ha iniziato questa guerra nera!

2. Sfilata nel quarantunesimo

Probabilmente, compagni, non invano,
Ammirando l'esercito di passi inseguiti,
Ricorda sempre i veterani
Un altro - severo - la festa di ottobre.
La tormenta di Mosca è stata spazzata,
Al Mausoleo mangiavano insensibili,
E la guerra era sulla Piazza Rossa -
Stanco, in un soprabito sparato.
Quindi i battaglioni arrivarono dalla prima linea
I soldati delle trincee hanno marciato verso la parata.
Aerostati nei cieli difficili
Testa allungata oscillante.
Hanno torturato il corpo del fossato della regione di Mosca,
Ha ucciso la neve sepolta soffice
Strinse la gola della prima linea di Mosca
Trincee dei fascisti che avanzano.
E i battaglioni venivano dalla prima linea
I soldati delle trincee hanno marciato verso la parata!
Nessuna meraviglia che i palloncini nel cielo
Scossero la testa per la sorpresa!
Chi può sconfiggere un tale popolo.

3. A. Surkov

Ti ricordi, Alyosha, le strade di Smolensk,
Come c'erano infiniti, malvagi piogge,
Come le lame ci portavano donne stanche
Premendo, come i bambini, dalla pioggia al loro seno,

4. 22 giugno

Giugno. Russia. Domenica.
Alba tra le braccia del silenzio.
Momento fragile rimasto
Prima dei primi colpi di guerra.

5. 22 giugno

In quel terribile giorno, la terra si precipitò nel cielo.
Dal ruggito di sangue congelato nelle sue vene.
Giugno sboccia immediatamente nel dimenticatoio,
E la morte, improvvisamente, ha spinto la vita, l'amore.

6. 22 giugno

Esulta la mattina... Ed è chiaro
Distanza solare trasparente
Oggi è il primo giorno di guerra.
Anche se non lo sapevamo ancora.

7. La guerra è iniziata

1.
Le nostre pistole hanno ricominciato a parlare!
Il nemico ha attaccato. Abbiamo combattuto!
La gagliardina glorifica la flottiglia,
Come i gabbiani si librano sopra l'acqua.

8. Il giorno più lungo dell'anno.

Quel giorno più lungo dell'anno
Con il suo tempo senza nuvole
Ci è stato dato un problema comune
A tutti, per tutti e quattro gli anni.
Ha premuto una traccia del genere
E così tante persone stabilite,
Che cosa è di venti anni e trenta anni
Vivo non credere, quello vivo.
E raddrizzato il biglietto per i morti,
Tutto viene da qualcuno vicino
E il tempo si aggiunge alle liste
Qualcun altro, qualcuno no.
(K. Simonov)

9. 22 giugno

Non ballare oggi, non cantare.
In prima serata pensosa ora
Attendi silenziosamente alle finestre
Ricorda i morti per noi.

10. Addio, ragazzi!

Ah guerra, cosa volevi dire:
I nostri cantieri sono diventati silenziosi,
I nostri ragazzi hanno alzato la testa,
Sono maturati per il momento,

11. Quella prima notte

Più di quella notte i giochi sono stati sognati dai bambini
Ma un formidabile ruggito, non un gioco vuoto,
Il cielo notturno squarciato all'alba,
Gli aerei sono andati a est.
Loro build

12. Il tredicesimo giorno della guerra rimbomba

Rattling tredicesimo giorno di guerra.
Non c'è tregua né di notte né durante il giorno.
Le esplosioni sono ansanti, i razzi sono accecati,
E non c'è un secondo per il silenzio.

13. Respingeremo il nemico

allarme
oltre il paese.
Nemico progressista
Come un ladro di notte.
Fascisti nere orde
Non entrerà nelle nostre città.
E respingeremo il nemico così
Poiché il nostro odio è forte,
Quali sono le date degli attacchi attuali
Le persone glorificano da secoli.
(A. Barto)

14. Guerra 41 anni

Le nuvole si riempirono di polvere
Piombo versato dal cielo.
"Non un passo indietro e non un pollice di terra."
- Riguarda ogni plotone.

15. 22 giugno 1941

"La guerra è iniziata..." -
Bloccato nel cuore
Una terribile freccia avvelenata.
E nel mondo
Tutto è cambiato.
E ansia
Alzato
In tutto il paese

16. Prima dell'attacco

Quando vanno a morte - cantano,
E prima di quello
puoi piangere.
Dopo tutto, l'ora peggiore in battaglia -
Ora in attesa di un attacco.

Poesie in memoria della guerra

Giorno della Vittoria

Gli anni passano, ma le ferite sanguinano,
I nemici inflitti in battaglia,
Grazie, cari veterani,
Per i giovani la mia incurante!
Per non sparare con le mitragliatrici,
Quelle miniere non fanno saltare il silenzio,
Eri giovane, non colpevole di nulla,
Perché il fato ti ha preparato alla guerra?

18. Ovunque andassi, non andavi.

Ovunque andassi, non andavi,
Ma fermati qui,
Tomba di questo tesoro
Adora con tutto il tuo cuore.
Chi saresti - un pescatore,
minatore,
Scienziato il pastore -
Ricorda per sempre: qui mente
Il tuo migliore amico
Sia per te che per me
Ha fatto tutto ciò che poteva:
Non si è pentito in battaglia,
E ho salvato la mia patria.
(M. Isakovsky)

19. Madre

Spesso la incontrerai sulla strada,
Dove i riccioli, la polvere si alza.
Non abbattuto dal dolore, dall'ansia
Il vento si piega davanti a lei l'erba.

20. Tomba del Milite Ignoto

Tomba del Milite Ignoto!
Oh, quanti di loro dal Volga ai Carpazi!
Nel fumo delle battaglie di un tempo scavato
Sapper spala i soldati.

21. Veterani

Poco a sinistra di coloro che sono in battaglie
Andato a Berlino mezzo mondo -
Nel gelo e nella tormenta, attraverso il dolore e la paura.
Lascia che ricordino cose viventi a riguardo.

22. Il Milite Ignoto

È morto della sua famiglia,
E la sua morte è sconosciuta per noi.
Alla tomba del Milite Ignoto
I soldati famosi si avvicinarono.
Manteniamo ancora questa immagine -
Torturato dal piombo distende il ragazzo
E non c'era un libro militare con lui -
È morta in battaglia con lui.
Supponiamo che non conosciamo il suo cognome, -
Era - lo sappiamo - fedele fino alla fine.
E ci inchiniamo al silenzio della testa
Prima dell'impresa immortale del combattente.
E l'amicizia dei guerrieri è sacra irremovibile,
Lei non muore mai!
Siamo in armi fratello
Ha eretto un monumento per molti anni!
Connetti gli stessi veri cuori
E diciamo, non importa quanto sia grande la perdita, -
Lascia che non ci sia cognome dal nostro combattente, -
C'è il titolo del soldato russo!
(M. Svetlov)

23. Gloria ai veterani

Quanti anni sono passati, da allora
Mentre la terra bruciava sotto i miei piedi,
Non ci sono molti veterani di guerra,
Ma li ricordiamo, sono con noi.

24. Nastro di San Giorgio

Nastro di San Giorgio - e polvere da sparo e fuoco
E l'amarezza delle lacrime e la gioia della vittoria.
Non solo un simbolo orgoglioso, ma una tracolla di seta,
Per il buon mondo che abbiamo avuto i nostri nonni.

25. Siamo venti milioni

Dall'ignoto al famoso
Per uccidere quali anni non sono liberi,
Siamo venti milioni indimenticati,
Ucciso, non tornando dalla guerra.

26. Soldato sconosciuto

I giorni volavano come stazioni,
Dov'è, quaranta neri il primo anno?
Cavalli, carri armati attaccanti,
Sopra Mosca brucia il cielo?
E le nevi sono bianche come il camuffamento
E la neve è viola, come bende,
I soldati sconosciuti stanno cadendo
Vicino all'altezza senza nome.
La ferita non sta già fumando,
Una nuvola scompare alla bocca.
Solo forse lei non è senza nome.
Piccola questa altezza?
Non è chiamata immortalità.
Nuovi tempi sono arrivati
Profondamente nei pozzi di oblio,
Ma la guerra non è dimenticata.
Da nessuna parte del passato non se ne va
Ancora una volta, la guerra bussa a noi
Brucia, brucia il cuore
Nobiltà con dolore a metà.
(Y. Drunina)

27. Il ricordo del quarantunesimo

Oh, l'alba dopo una notte insonne,
E l'erba è in rugiada di stagno,
E la barriera, come un coltello, ha portato
Sopra il collo agitato dell'autostrada.

28. Soldato sconosciuto

Le stelle luminose stanno bruciando,
E nel giardino del Cremlino
Soldato sconosciuto
Dormire in bella vista.
Sopra la lastra di granito
La luce eterna non si spegne mai.
L'intero paese è orfano
Lei si chinò su di lui.
Non ha superato la macchina
E il suo cappello.
Soldato sconosciuto
È caduto in una feroce battaglia.
Soldato sconosciuto
Il figlio o il fratello di qualcuno
Lui non viene mai dalla guerra
Non tornerà indietro.
Le stelle luminose stanno bruciando,
E nel giardino del Cremlino
Soldato sconosciuto
Dormire in bella vista.
Abbiamo acceso la luce a lui
Sotto il muro del Cremlino,
E la sua tomba è
Tutta la terra, tutta la terra.
(Y. Korinets)

29. Arco ai veterani della Grande Guerra Patriottica

Il cuore sembrava bruciato
Grigio nei templi.
Il passato ha navigato via,
Ma l'anima è in lacrime.
Nella battaglia per i soldati della madrepatria
Siamo andati passo dopo passo.
Credevano nella vittoria santa -
Non rompere il loro nemico.
Ston si trovava in tutta la Russia:
Fame, tortura, paura.
Morte di persone falciate
Nei villaggi, nelle città.
Ritirato a quarantuno
Con orrore nel mio petto:
- Automatico, carri armati, dove sei?
Qual è la battaglia da fare?
Sono morti nel tritacarne:
Fritz ha camminato contro il muro...
Ma i tedeschi non conoscevano il russo,
Ho aspettato il loro terribile combattimento.
Per betulla e poggio,
Per la cara casa.
Per il Caucaso, Kuban e Volga,
Per il grande Don.
Tutti i soldati che hanno combattuto
Basso il nostro arco
Per i soldati nella battaglia dei caduti, -
Campanello che squilla.
(Y. Drunina)

30. Anno 41 ° - anno 45 °.

E nel quarantunesimo,
E nel quarantacinquesimo
Ragazzi di guerra
Ho preso i soldati

31. I soldati ricordano il gusto della guerra.

I soldati ricordano il gusto delle strade,
Ingestione di fuliggine, fumi e polvere.
Tracce di stivali stanchi,
Le guerre hanno scritto una storia cattiva.

32. Perché le betulle sono macchiate?

Perché le betulle sono macchiate?
Quelle rughe,
Il fato ha paralizzato il sigillo.
Perché le betulle sono macchiate?
Crogiolo:
Il dolore della memoria con la felicità non è piacevole.

33. Nella foto sul giornale.

Sulla foto sul giornale
Fuzzy raffigurato
Combattenti, ancora quasi bambini,
Eroi della guerra mondiale.
Sono stati uccisi prima del combattimento -
Nell'abbraccio dei quattro nella fossa.
E il cielo era blu,
C'era erba verde.
Nessuno conosce il loro cognome,
Non ci sono canzoni su di loro, niente libri.
Ecco il figlio di qualcuno e il tesoro di qualcuno,
E il primo studente di qualcuno.
Sono andati sul campo di battaglia,
I principianti vivono a malapena
E il cielo era blu,
C'era erba verde.
Dimentica quell'amaro lungo anno
Non potremmo mai
In tutta la Russia, obelischi,
Come anime, precipitatevi da terra.
. Hanno coperto le loro vite con se stessi,
I principianti vivono a malapena
Che il cielo era blu,
C'era erba verde.
(R. Kazakova)

34. Mentre il ricordo è vivo!

Le raffiche delle nostre pistole sono morte molto tempo fa
E nel cratere della bomba è erba-formica.
Ma la gente dura non ha dimenticato la guerra
E ridi tra le lacrime,
Dopo tutto, la memoria è viva!

35. Che le persone non dimentichino questo giorno!

Quattro anni di terribili prove.
Perdite, vittime, destino paralizzato.
Guerra. e migliaia di sofferenze umane.
NOME EROI - NON DIMENTICARTI MAI.

36. Testamento

Salendo sul letto,
Nell'ora della morte
Per il figlio dettato:
"Ti do la mia terra natale,
Che ho vinto di nuovo.
Quindi come non osato
Nessuno l'ha offesa,
Tu, continuando il percorso glorioso del padre,
Crescere grande
Per vederla tutta
Per capire la sua anima fino alla fine.
Scrivi, sorella, scrivi...
La nostra terra è innevata,
Dove sei nato?
Quindi scrivi, -
Sai come amare
Amore infinito
Sai come amare
Tutta la tenerezza dell'anima.
Guarda mio figlio
Goccia a goccia,
Ma, vita e lavoro,
E la gloria dell'amore,
Impari il coraggio
E non sperare
Quello che qualcuno penserà per te.
Il tempo verrà
E cara primavera
Agitando erba prato
Andrai alla vita
Non uscire senza una canzone,
Non abbassare la testa divertente.
Non è un regalo dall'alto,
Sapere come vivere e superare tutto
Ho fatto tutto
Per sentirla
L'ho imparato e sono riuscito a vincere.
In modo che in un'ora difficile
Qualsiasi test
Non hai ripagato la lealtà nel tuo petto...
Ho scritto in un momento di chiara consapevolezza
E nella pienezza della mia forza spirituale. "
(V. Fedorov)

37. Ricorda

Ricorda come tuonarono i tuoni,
Come i soldati sono morti nel fuoco
A quarantuno,
Quarantacinquesimo
I soldati sono andati per la verità a combattere.

38. Nel parco di Treptow...

Nel parco di Treptow, betulla bianca,
Come le vedove russe, alzati
E le lacrime scendono,
Non rugiada
Sulle tombe di soldati fraterni.
Oh betulla!
Sei il dolore della Russia,
Voglia di nostalgia ineludibile
Attraverso il maltempo, pieno di dolore,
Portato qui da lontano.
ha portato,
Metti per sempre
Ai gradini del lugubre silenzio.
Da allora, non sei palpebre adiacenti,
Fai sognare i soldati.
Sognano la distesa di Ryazan,
Astrakhan canne lisce
E rinvigorire il cuore per noi al dolore
Silenzioso orologio del mattino silenzio.
Oh betulla,
Betulla bianca!
Parte della Russia,
Parte della mia anima!
Il sole non spegnerà le tue lacrime,
La brezza delle foglie non frulla...
Lastre di terreno pesante
E severo come l'acciaio della retribuzione.
Figlio di Russia con granito rosso
Attraverso te guarda alla sua lontana natia.
Vede la Russia prima di Vilyuisk,
Sente il suo stesso discorso...

39. Alyoshenka

Madre anziana in trent'anni
E non ci sono notizie dal figlio e no.
Ma lei continua ad aspettare
Perché lei crede, perché madre.

40. Canzone del dopoguerra

I fuochi dei cannoni sono soffocati
Nel mondo del silenzio,
Sulla terraferma una volta
La guerra finì.
Vivremo, incontreremo albe,
Credi e ama.
Non dimenticarlo,
Non dimenticarlo,
Basta non dimenticare!

41. La memoria è la nostra coscienza

Guerra di nuovo
Di nuovo il blocco.
O forse ci dimentichiamo di loro?

42. Alla fiamma eterna

Ne scrivo sempre di paura:
La vita visse in silenzio acuto
Per dedicare le tue parole alla bellezza
Persone che non sono tornate dalla guerra.

43. Sepolture di massa

Sulle fosse comuni non si mettono croci
E la vedova non piange per loro.
Qualcuno porta loro un mazzo di fiori.
E la fiamma eterna si accende.
Qui il terreno è cresciuto,
E ora lastre di granito.
Non ce n'è uno
destino personale -
Tutto il destino in un singolo si è fuso.
E nella fiamma eterna vedi un carro armato lampeggiare,
Calda capanna russa,
Burning Smolensk e masterizzazione del Reichstag,
Il cuore ardente di un soldato.
Le fosse comuni non hanno vedove in lacrime -
Le persone vanno qui più forti.
Sulle fosse comuni non si mettono croci
Ma è più facile?
(V. Vysotsky)

44. Lodiamo i nostri veterani

Lodiamo i nostri veterani,
Degno di onore e amore!
Fai meno ferite alle ferite,
Lunghi usignoli cantano,
Lascia che i loro anni scorrono leggeri
E vivono bene.
(I. Yavorovskaya)

45. Happy Victory Day, veterano!

E 'stata una dura guerra
E c'era un paese in fiamme
Lotta difficile, ariete notturno,
Buon giorno della vittoria, veterano!

Scatola metodica

Informazioni sul progetto

Inno della Russia

Proverbi sulla madrepatria

Vacanze russe

Russia misteriosa

VERSI DI EROI DELLA GUERRA

VERSI SULLA GUERRA E LA PACE

(Poesie sulla grande guerra patriottica del 1941-1945)

Quando una guerra viene dimenticata, ne inizia una nuova.

La memoria è il principale nemico della guerra.
(Aristotele)


Per darci il diritto di vivere in questo mondo,
Sei andato a combattere, petto al nemico,
Madri, mogli, bambini ti aspettavano a casa...
Mantenere il calore del focolare...
Per il fatto che le stelle nel cielo ci brillano,
Per il fatto che la primavera è sbocciata nel cortile,
Hai combattuto e "perché il prezzo non reggeva"
Ma il prezzo è proibitivamente alto...


E ogni anno in primavera, all'inizio di maggio,
La vacanza unisce l'intero paese
Guardandoti, non capisco ogni volta
Per quale destino hai preparato una guerra.
E le lacrime ogni volta stanno in una nebbia
Pronto a fare una doccia di tristezza dagli occhi,
Grazie, cari veterani,
A tutti voi! Separatamente a ciascuno di voi...


Come il sangue, i tulipani rossi brillano,
Appostato alla fiamma eterna,
Grazie, cari veterani,
Per i giovani la mia incurante...
Non ci credo mai, non mi stanco mai
Per le tue imprese, grazie a tutti,
Grazie, cari veterani,
Per questa possibilità di vivere sotto un cielo sereno!

Ovunque andassi, non andavi.


Ricorda come la terra ha tremato e accecato
Mentre l'alba sorgeva dalle ceneri,
Thunder Guns
Non dimenticare
Siamo con te.


Ricorda: un terribile tornado sulla terra nel cielo blu -
Questa è la morte nera di Hiroshima,
A Hiroshima,
Nel cielo è blu -
Cenere nera nei cuori per sempre.


Ricorda, non dimenticare le facce bruciate -
Questo potrebbe accadere di nuovo.
Non dimenticare
Questo, gente
Mai.


Ricorda, nel nostro potere e nei nostri temporali, e vento,
Siamo per la felicità e le lacrime in risposta,
Sul pianeta
I nostri bambini -
La generazione di giovani vite.


Ricorda che i germogli primaverili frusciavano,
Non dimenticare questi terribili anni!
La nostra strada è difficile
Alzare le persone
La vita sta chiamando!

La memoria è la nostra coscienza

Guerra di nuovo
Di nuovo il blocco.
O forse ci dimentichiamo di loro?


A volte sento:
"No,
Non c'è bisogno di riaprire le ferite.
È vero che sei stanco
Siamo da storie sulla guerra
E riguardo al blocco capovolto
Poesie abbastanza.


E può sembrare:
Hanno ragione
E parole convincenti.
Ma anche se è vero,
Tale verità
Non giusto!


Così di nuovo
Sul pianeta terreno
Non è successo quell'inverno
Abbiamo bisogno
Ai nostri bambini
Questo è ricordato,
Come siamo!


Non sono invano preoccupato
Per non dimenticare quella guerra:
Dopotutto, questo ricordo è la nostra coscienza.
lei
Come potere, abbiamo bisogno.
(Y. Voronov)

Saluta i veterani della Grande Guerra Patriottica

Il ricordo dei quaranta prima


Nella foto sul giornale.


Sulla foto sul giornale

Fuzzy raffigurato
Combattenti, ancora quasi bambini,
Eroi della guerra mondiale.
Sono stati uccisi prima del combattimento -
Nell'abbraccio dei quattro nella fossa.
E il cielo era blu,
C'era erba verde.
Nessuno conosce il loro cognome,
Non ci sono canzoni su di loro, niente libri.
Ecco il figlio di qualcuno e il tesoro di qualcuno,
E il primo studente di qualcuno.
Sono andati sul campo di battaglia,
I principianti vivono a malapena
E il cielo era blu,
C'era erba verde.
Dimentica quell'amaro lungo anno
Non potremmo mai
In tutta la Russia, obelischi,
Come anime, precipitatevi da terra.
. Hanno coperto le loro vite con se stessi,
I principianti vivono a malapena
Che il cielo era blu,
C'era erba verde.
(R. Kazakova)

È morto della sua famiglia,
E la sua morte è sconosciuta per noi.
Alla tomba del Milite Ignoto
I soldati famosi si avvicinarono.
Manteniamo ancora questa immagine -
Torturato dal piombo distende il ragazzo
E non c'era un libro militare con lui -
È morta in battaglia con lui.
Supponiamo che non conosciamo il suo cognome, -
Era - lo sappiamo - fedele fino alla fine.
E ci inchiniamo al silenzio della testa
Prima dell'impresa immortale del combattente.
E l'amicizia dei guerrieri è sacra irremovibile,
Lei non muore mai!
Siamo in armi fratello
Ha eretto un monumento per molti anni!
Connetti gli stessi veri cuori
E diciamo, non importa quanto sia grande la perdita, -
Lascia che non ci sia cognome dal nostro combattente, -
C'è il titolo del soldato russo!
(M. Svetlov)

Tomba del Milite Ignoto


Tomba del Milite Ignoto!
Oh, quanti di loro dal Volga ai Carpazi!
Nel fumo delle battaglie di un tempo scavato
Sapper spala i soldati.

Siamo venti milioni


Dall'ignoto al famoso
Per uccidere quali anni non sono liberi,
Siamo venti milioni indimenticati,
Ucciso, non tornando dalla guerra.

(R. Gamzatov, traduzione di J. Kozlovsky)

Servire l'Unione Sovietica!

Finché la memoria è viva!


Ricordano le escursioni e i paesi lontani,
E semplice, dal cuore, il popolo della parola.
Ricorda i volti di amici che se ne sono andati così presto.
Le loro parole e sorrisi -
Dopo tutto, la memoria è viva!


Ricordano la primavera del 45 ° anno.
Filato dalla felicità, allora capo!
Non le hanno riconosciuto chi è morto nelle campagne,
Ma tutti ricordano i loro amici,
Dopo tutto, la memoria è viva!


Questo ricordo con le radici diventa più profondo,
E frusciare sui rami, più verde, fogliame.
Il suo tempo libero non affogherà mai!
Dopotutto, l'anima è giovane,
Finché la memoria è viva!

Il 41 ° anno è il 45 ° anno.

I soldati ricordano il gusto della guerra

Che la gente non dimentichi questo giorno!


Poco a sinistra di coloro che sono in battaglie
Andato a Berlino mezzo mondo -
Nel gelo e nella tormenta, attraverso il dolore e la paura.
Lascia che ricordino cose viventi a riguardo.

Nastro di San Giorgio - e polvere da sparo e fuoco
E l'amarezza delle lacrime e la gioia della vittoria.
Non solo un simbolo orgoglioso, ma una tracolla di seta,
Per il buon mondo che abbiamo avuto i nostri nonni.

LiveInternetLiveInternet

-categorie

  • 1. NOI CONGRATULATI (139)
  • 2. NOTIZIE COMUNITARIE (331)
  • -Domande e risposte (6)
  • -banca del gioco (10)
  • -dei moderatori (188)
  • -piani soo (73)
  • RULES SOO (5)
  • 3. BIBLIOTECA (43)
  • PER DISEGNO (42)
  • AVATARIANI (45)
  • GRAZIE (28)
  • FRATELLI (79)
  • VIDEO (14)
  • VISITA (88)
  • MOSTRE (512)
  • -mostra di opere di maestri (320)
  • -mostre di opere per principianti (92)
  • LIBRO OSPITI per blog (33)
  • LIBRO DEGLI OSPITI DELLA COMUNITÀ (29)
  • DESIGN LJ (98)
  • ORDINI (65)
  • BOTTONI (22)
  • COLLAGE (996)
  • CONCORSO (393)
  • -competition AUCTION (20)
  • -concorso LOTTERY (25)
  • -vincitori di concorsi (34)
  • -il lavoro dei vincitori (32)
  • CONCORSO STAND (106)
  • competition-DUELI (9)
  • -colpi (1)
  • -argomenti (6)
  • competition-MARATHON 1 (10)
  • competizione-MARATHON 2 (12)
  • MASTER CLASS (39)
  • -contest di novizio (13)
  • -supervisione (3)
  • -primi passi NOVICHKOV (11)
  • CARTE (461)
  • - buon compleanno (25)
  • -23 febbraio (8)
  • -8 marzo (28)
  • -Teacher's Day (7)
  • -per te (13)
  • -biglietto di auguri musicali (206)
  • -capodanno (46)
  • -Pasqua (2)
  • GIOCATORI (8)
  • BENVENUTO sul blog (463)
  • -epigrafi di primavera (32)
  • -epigrafi invernali (69)
  • -Summer Epigraphs (70)
  • -epigrafi da uomo (15)
  • -Epigrafi d'autunno (61)
  • -epigrafi diverse (161)
  • FRAME (2776)
  • -"roba da donne" (39)
  • -cottage (38)
  • -stanza dei bambini (25)
  • -inverno (191)
  • -caffetterie (160)
  • -culinario (291)
  • -estate (108)
  • -amore (144)
  • -medicina (9)
  • -mare (17)
  • -per gli uomini (38)
  • -musical (80)
  • -autunno (145)
  • -semplice (195)
  • -cornici video (63)
  • -religione (56)
  • -retro (14)
  • -cucito (15)
  • -With a girl (863)
  • -floreale (382)
  • HOLIDAY FRAME (516)
  • -1 maggio (1)
  • -23 febbraio (4)
  • -8 marzo (22)
  • -9 maggio (14)
  • -Palm Sunday (16)
  • -San Valentino (70)
  • -Teacher's Day (8)
  • -Battesimo (16)
  • -Maslenitsa (32)
  • -capodanno (110)
  • -Pasqua (51)
  • -congratulazioni (146)
  • -Natale (27)
  • -Spasi (9)
  • -Halloween (3)
  • SCHEMI (936)
  • -schemi 14 febbraio (37)
  • -schemi di primavera (74)
  • -Scheme City (14)
  • -schemi invernali (120)
  • -schemi inverno-anno nuovo (17)
  • -schemi interni (4)
  • -modelli di caffè (27)
  • -schemi estivi (124)
  • -mens scheme (35)
  • -schemi musicali (6)
  • -schemi autunnali (95)
  • -schema di pasqua (8)
  • -Religione (6)
  • -schemi per le ragazze (135)
  • -schemi di animali (26)
  • -schemi di texture (83)
  • -Schemi di fiori (262)
  • INCONTRI CREATIVI (8)
  • Flash (339)
  • OROLOGI (22)
  • CLIP (43)
  • -HTML (7)
  • -lesson player (1)
  • -Frames Lessons (9)
  • -lezioni di photoshop (21)

-applicazioni

  • Sempre non c'è dialogo disponibile ^ _ ^ Ti permette di inserire un pannello con un codice Html arbitrario nel tuo profilo. Puoi posizionare banner, contatori, ecc.

-tag

-Citazioni

Il tuo testo il tuo testo

, IL TUO TESTO IL TUO TESTO

, LA TUA TEKSTVASHA MUSIC LA TUA MUSICA TEKSTVASHA

, IL TUO TESTO IL TUO TESTO

Alcuni lavori hanno utilizzato elementi decorativi di Flash Magic. Con amore per te e benedizioni.

Forum dell'epatite

Condivisione della conoscenza, comunicazione e supporto per le persone con epatite

Feat del popolo nella seconda guerra mondiale

Feat del popolo nella seconda guerra mondiale

Messaggio di Marika "24 marzo 2015 22:00

Ri: I pionieri sono eroi della Grande Guerra Patriottica.

Il messaggio di Marika "24 marzo 2015 22:04

Ri: I pionieri sono eroi della Grande Guerra Patriottica.

Il messaggio di Marika "24 marzo 2015 22:13

Ri: I pionieri sono eroi della Grande Guerra Patriottica.

Il messaggio TsvyatOchek »25 mar 2015 13:14

Re: Bambini eroi della seconda guerra mondiale.

Il messaggio di Marika "25 marzo 2015 18:31

Quanti anni sono passati da allora

Eco della guerra nella mia famiglia

Quanti anni sono passati da

Mentre la terra bruciava sotto i miei piedi,

Non ci sono molti veterani di guerra,

Ma li ricordiamo, sono con noi.

Il mio nonno materno, Ogilets Anatoly Panteleevich, nacque il 2 luglio 1918 nella città di Makhachkala, Daghestan ASSR.

Come il nonno ha detto a mia madre, si è diplomato in 3 classi e in un corridoio. Ma d'altra parte, era un artigiano, amava lavorare come aereo, fino al 1941 era impegnato in lavori di falegnameria. Questo mestiere ha insegnato a suo figlio.

Nel 1939, un volontario andò alla costruzione della città di Komsomolsk-on-Amur.

La mattina presto del 22 giugno 1941, la Germania fascista attaccò la nostra patria. La Grande Guerra Patriottica iniziò. È durato quattro lunghi anni. I fascisti volevano conquistare la nostra patria e schiavizzare la nostra gente. Ma il nostro popolo ha difeso la sua esistenza.

Il nonno di Tolya fu chiamato in guerra nel 1941 da Komsomolsk-on-Amur, poi compì 23 anni.

Dal momento che era basso, fu mandato a servire come segnalatore. Ha combattuto in prima linea - sul fronte occidentale vicino a Mosca, in posizione di artiglieria, sulle istruzioni del comando che ha inviato ai punti di tiro nella parte posteriore del nemico, ha riferito alla radio le loro coordinate.

In artiglieria senza comunicazione in alcun modo. Telefoni e un'enorme bobina da 20 chilogrammi con una lunghezza del cavo da 50 a 100 metri di cavo. Più bobine portate su di voi, più allungherete la connessione. E lungo la strada, lui ei suoi commilitoni hanno tirato innumerevoli chilometri di linee di comunicazione in modo che la connessione non si interrompesse per un secondo. Ma costruire una connessione non è la cosa più difficile. Era molto più difficile mantenerlo senza intoppi durante la battaglia. I segnalatori dovevano fornire comunicazioni sotto il fuoco nemico, in qualsiasi momento, giorno e notte, in qualsiasi condizione atmosferica.

Spostato principalmente a gattoni. Quanti chilometri in avanti dovevano misurare la propria pancia, non contano.

Secondo mio nonno, era molto spaventoso quando i tedeschi lanciarono barili di ferro forati in diversi punti dagli aerei, e quando caddero fecero un suono terribile e insopportabile. E 'stato il più forte attacco psichico. "Siamo" premuti nel terreno per non sentire ".

All'inizio del 1943, il nonno fu ferito nella sua mano destra. Era di stanza per lesioni, tornato a casa da un invalido del gruppo II, da allora la mano era come paralizzata, e il pugno non si sciolse. In tempo di pace, la ferita si fece sentire.

Per merito militare il nonno ricevette la medaglia "Per la vittoria sulla Germania nella Grande Guerra Patriottica del 1941-1945".

Quando è stato curato nell'ospedale di evacuazione n. 5458 del villaggio del territorio di Ladoga Krasnodar in estate dopo essere stato ferito nel 1943, il nonno di Tolya ha incontrato la sua futura moglie, Solovyova Raisa Ivanovna. Ben presto si sposarono, un anno dopo nacque il figlio Peter.

Negli anni del dopoguerra, portò la famiglia in patria nella capitale della Repubblica del Daghestan - la città di Makhachkala. Ha lavorato presso il conservificio del Caspio nella protezione. E nel 1955 nacque mia madre Lyubov Ogilets.

Nel 1960, il nonno e la nonna Paradise ei loro figli arrivarono nel Kuban nel villaggio di Ust-Labinsk.

Il nonno non amava ricordare le difficoltà che cadevano nella sua generazione, a malincuore disse ai suoi figli della guerra.

Mia madre ricorda ancora come, da bambina, portava un triangolo ingiallito - la lettera di suo padre dalla casa di fronte.

Quando nel 1973 lui e la sua famiglia erano nella città di Volgograd su Mamayev Kurgan, il nonno pianse. Ha detto che "tutto è riprodotto in modo molto naturale - esplosioni di mitragliatrici, esplosioni, lamenti dei feriti...". I ricordi pesanti del passato militare si sono dileguati.

Nonostante non abbia visto il nonno di Tolya, perché è morto prima della mia nascita, vive nel mio cuore, vivo nel ricordo di mia madre: una persona gentile, premurosa, semplice e amorevole padre. La mamma mi disse che erano ovunque insieme: andavano a pescare, giocavano a dama e domino per lunghe sere e spesso si sedevano a leggere libri divertenti. Amava molto anche KVN.

Le ferite frontali si fecero sentire, e il 17 maggio 1979, il nonno morì. Anatoly Panteleevich fu sepolto a Ust-Labinsk, nel territorio di Krasnodar.

Ricordiamo! Siamo orgogliosi! Suo padre, nonno e bisnonno! È l'eroe della nostra grande famiglia! E lo ringraziamo per quella vittoria!

Sei vivo, nonno! Quanto sono vivi tutti quelli che possono essere chiamati i nostri antenati!

Autore:

Nipote Svishcheva (Ermolenko) Elena

Operatore di comunicazione fotografica - da Internet,

Ust-Labinsk, Territorio di Krasnodar

Scheda di file di poesie per bambini in età prescolare per il Giorno della Vittoria

CARTE DI VERSI PER L'ETÀ PRESCOLARE SENIOR

Abbiamo bisogno di pace: tu ed io,

E tutto nel mondo per i bambini.

E deve esserci un'alba tranquilla

Che incontreremo domani.

Abbiamo bisogno di pace, erba in rugiada,

Abbiamo bisogno di un mondo, un mondo bellissimo,

Con conseguente l'eredità!

Dobbiamo correre, saltare, cantare

E parla con l'altro.

Qualcosa da dire -

A proposito di giochi e divertimento,

Sulle motociclette, sui film

E dei coraggiosi cowboy.

Chi ha interferito con questo mondo -

Con i fiori sul bordo?

Chi è in questo mondo, un mondo meraviglioso,

Mira da un cannone?

E saremo tutti felici.

Quando tutti i proiettili e i proiettili spariscono sulla Terra.

Fiorisce nel cielo

Come scintille di luce

Ogni volta che tutti sono nuovi!

L'intero globo sotto i piedi,

Ma nella memoria è sempre con me

Quello che devo loro - lo so.

E non solo il verso,

La mia vita sarà degna

Soldato la loro morte.

Prendiamoci cura del pianeta

Prendiamoci cura del pianeta

Nell'intero universo non esiste una cosa del genere.

Nell'intero universo, tutto solo

Cosa farà lei senza di noi?

Diventiamo amici

Come un uccello - con il cielo,

come il vento con un prato

Come una vela - con il mare,

l'erba è con le piogge

Com'è gentile il sole con tutti noi!


Una volta che i bambini sono andati a dormire -
Le finestre sono tutte oscurate.
E svegliato all'alba -
C'è luce nelle finestre - e non c'è guerra!

Oltre la tomba, in un parco tranquillo
Tulipani fioriti brillantemente.
Per sempre il fuoco brucia,
Qui il soldato sovietico sta dormendo.

Tuono saluto in onore

Una fontana di luci che scoppiano.

Canta, gente! Canta, potenza!

Incontra, Russia, figli.

Sei stato salvato dalla schiavitù.

Per il loro alto soldato

Ti chini a terra.

autore K. Mamontov

Che non ci sia mai guerra!

Che non ci sia mai guerra!

Lascia che il quieto sonno della città.

Lascia che le sirene ululino ululano

Non suona sulla mia testa.

Nessuno lascia che la granata sia strappata,

Nessuno scarabocchiatrice.

Lasciamo le nostre foreste

Solo voci di uccelli e bambini.

E che gli anni passino pacificamente,

Che non ci sia mai guerra!

I miei fratelli e sorelle sono parenti!

Domani ho intenzione di combattere ancora

Per la loro patria, per la Russia,

Ciò che è caduto in una sfortuna precipitosa.

Raccogli il mio coraggio, forza,

Batterò i tedeschi senza pietà,

In modo che nulla ti minaccia

In modo che tu possa imparare e vivere!

Le pistole rombano, le pallottole fischiano.

Ferito da un frammento di conchiglia di un soldato.

Sorella sussurra: "Sosteniamo,

Legherò la tua ferita! "

Tutti dimenticati: debolezza e paura

Lo ha portato fuori tra le braccia.

Quanto amore e calore erano in lei!

Sorelle hanno salvato molti dalla morte!

IL SOLE DI LADOSHK.

Impronte di bambini -
il sole deposto
Per certamente
le persone erano tutte amiche
A questo sole
per la gente splendeva,
In ogni finestra
durante una visita corse.
Avere molto
i bambini hanno giocattoli
Per non sparare
adulti di pistole,
Per fermarsi
le guerre sono tutte nel mondo
Per sorridere
non i bambini sono morti.
Quindi, cosa valiamo -
sciogliere le pistole
Ferma tutte le guerre
e comprare giocattoli?
Sole di palma -
meglio di tutto nel mondo.
Guarda le persone -
Bene, questo - I NOSTRI BAMBINI.

Vogliamo vivere sotto un cielo pacifico!

Non abbiamo bisogno di guai di guerra

Abbiamo militari in famiglia:
Mio bisnonno, nonno e papà.
C'erano i nonni in guerra,
Vado io e i soldati.

Ovunque andassi, non andavi.


Ricorda come la terra ha tremato e accecato
Mentre l'alba sorgeva dalle ceneri,
Thunder Guns
Non dimenticare
Siamo con te.


Ricorda: un terribile tornado sulla terra nel cielo blu -
Questa è la morte nera di Hiroshima,
A Hiroshima,
Nel cielo è blu -
Cenere nera nei cuori per sempre.


Ricorda, non dimenticare le facce bruciate -
Questo potrebbe accadere di nuovo.
Non dimenticare
Questo, gente
Mai.


Ricorda, nel nostro potere e nei nostri temporali, e vento,
Siamo per la felicità e le lacrime in risposta,
Sul pianeta
I nostri bambini -
La generazione di giovani vite.


Ricorda che i germogli primaverili frusciavano,
Non dimenticare questi terribili anni!
La nostra strada è difficile
Alzare le persone
La vita sta chiamando!

Nella foto sul giornale.


Sulla foto sul giornale

Fuzzy raffigurato
Combattenti, ancora quasi bambini,
Eroi della guerra mondiale.
Sono stati uccisi prima del combattimento -
Nell'abbraccio dei quattro nella fossa.
E il cielo era blu,
C'era erba verde.
Nessuno conosce il loro cognome,
Non ci sono canzoni su di loro, niente libri.
Ecco il figlio di qualcuno e il tesoro di qualcuno,
E il primo studente di qualcuno.
Sono andati sul campo di battaglia,
I principianti vivono a malapena
E il cielo era blu,
C'era erba verde.
Dimentica quell'amaro lungo anno
Non potremmo mai
In tutta la Russia, obelischi,
Come anime, precipitatevi da terra.
. Hanno coperto le loro vite con se stessi,
I principianti vivono a malapena
Che il cielo era blu,
C'era erba verde.

Saluta i veterani della Grande Guerra Patriottica

La memoria è la nostra coscienza

Guerra di nuovo
Di nuovo il blocco.
O forse ci dimentichiamo di loro?


A volte sento:
"No,
Non c'è bisogno di riaprire le ferite.
È vero che sei stanco
Siamo da storie sulla guerra
E riguardo al blocco capovolto
Poesie abbastanza.


E può sembrare:
Hanno ragione
E parole convincenti.
Ma anche se è vero,
Tale verità
Non giusto!


Così di nuovo
Sul pianeta terreno
Non è successo quell'inverno
Abbiamo bisogno
Ai nostri bambini
Questo è ricordato,
Come siamo!


Non sono invano preoccupato
Per non dimenticare quella guerra:
Dopotutto, questo ricordo è la nostra coscienza.
lei
Come potere, abbiamo bisogno.
(Y. Voronov)

È morto della sua famiglia,
E la sua morte è sconosciuta per noi.
Alla tomba del Milite Ignoto
I soldati famosi si avvicinarono.
Manteniamo ancora questa immagine -
Torturato dal piombo distende il ragazzo
E non c'era un libro militare con lui -
È morta in battaglia con lui.
Supponiamo che non conosciamo il suo cognome, -
Era - lo sappiamo - fedele fino alla fine.
E ci inchiniamo al silenzio della testa
Prima dell'impresa immortale del combattente.
E l'amicizia dei guerrieri è sacra irremovibile,
Lei non muore mai!
Siamo in armi fratello
Ha eretto un monumento per molti anni!
Connetti gli stessi veri cuori
E diciamo, non importa quanto sia grande la perdita, -
Lascia che non ci sia cognome dal nostro combattente, -
C'è il titolo del soldato russo!
(M. Svetlov)

Finché la memoria è viva!


Ricordano le escursioni e i paesi lontani,
E semplice, dal cuore, il popolo della parola.
Ricorda i volti di amici che se ne sono andati così presto.
Le loro parole e sorrisi -
Dopo tutto, la memoria è viva!


Ricordano la primavera del 45 ° anno.
Filato dalla felicità, allora capo!
Non le hanno riconosciuto chi è morto nelle campagne,
Ma tutti ricordano i loro amici,
Dopo tutto, la memoria è viva!


Questo ricordo con le radici diventa più profondo,
E frusciare sui rami, più verde, fogliame.
Il suo tempo libero non affogherà mai!
Dopotutto, l'anima è giovane,
Finché la memoria è viva!

Servire l'Unione Sovietica!
(Estratto)
La vittoria ha posto fine alla guerra.
Quegli anni sono finiti
Masterizza medaglie, ordini
Molti sul petto.

LiveInternetLiveInternet

-categorie

  • 1. NOI CONGRATULATI (139)
  • 2. NOTIZIE COMUNITARIE (331)
  • -Domande e risposte (6)
  • -banca del gioco (10)
  • -dei moderatori (188)
  • -piani soo (73)
  • RULES SOO (5)
  • 3. BIBLIOTECA (43)
  • PER DISEGNO (42)
  • AVATARIANI (45)
  • GRAZIE (28)
  • FRATELLI (79)
  • VIDEO (14)
  • VISITA (88)
  • MOSTRE (512)
  • -mostra di opere di maestri (320)
  • -mostre di opere per principianti (92)
  • LIBRO OSPITI per blog (33)
  • LIBRO DEGLI OSPITI DELLA COMUNITÀ (29)
  • DESIGN LJ (98)
  • ORDINI (65)
  • BOTTONI (22)
  • COLLAGE (996)
  • CONCORSO (393)
  • -competition AUCTION (20)
  • -concorso LOTTERY (25)
  • -vincitori di concorsi (34)
  • -il lavoro dei vincitori (32)
  • CONCORSO STAND (106)
  • competition-DUELI (9)
  • -colpi (1)
  • -argomenti (6)
  • competition-MARATHON 1 (10)
  • competizione-MARATHON 2 (12)
  • MASTER CLASS (39)
  • -contest di novizio (13)
  • -supervisione (3)
  • -primi passi NOVICHKOV (11)
  • CARTE (461)
  • - buon compleanno (25)
  • -23 febbraio (8)
  • -8 marzo (28)
  • -Teacher's Day (7)
  • -per te (13)
  • -biglietto di auguri musicali (206)
  • -capodanno (46)
  • -Pasqua (2)
  • GIOCATORI (8)
  • BENVENUTO sul blog (463)
  • -epigrafi di primavera (32)
  • -epigrafi invernali (69)
  • -Summer Epigraphs (70)
  • -epigrafi da uomo (15)
  • -Epigrafi d'autunno (61)
  • -epigrafi diverse (161)
  • FRAME (2776)
  • -"roba da donne" (39)
  • -cottage (38)
  • -stanza dei bambini (25)
  • -inverno (191)
  • -caffetterie (160)
  • -culinario (291)
  • -estate (108)
  • -amore (144)
  • -medicina (9)
  • -mare (17)
  • -per gli uomini (38)
  • -musical (80)
  • -autunno (145)
  • -semplice (195)
  • -cornici video (63)
  • -religione (56)
  • -retro (14)
  • -cucito (15)
  • -With a girl (863)
  • -floreale (382)
  • HOLIDAY FRAME (516)
  • -1 maggio (1)
  • -23 febbraio (4)
  • -8 marzo (22)
  • -9 maggio (14)
  • -Palm Sunday (16)
  • -San Valentino (70)
  • -Teacher's Day (8)
  • -Battesimo (16)
  • -Maslenitsa (32)
  • -capodanno (110)
  • -Pasqua (51)
  • -congratulazioni (146)
  • -Natale (27)
  • -Spasi (9)
  • -Halloween (3)
  • SCHEMI (936)
  • -schemi 14 febbraio (37)
  • -schemi di primavera (74)
  • -Scheme City (14)
  • -schemi invernali (120)
  • -schemi inverno-anno nuovo (17)
  • -schemi interni (4)
  • -modelli di caffè (27)
  • -schemi estivi (124)
  • -mens scheme (35)
  • -schemi musicali (6)
  • -schemi autunnali (95)
  • -schema di pasqua (8)
  • -Religione (6)
  • -schemi per le ragazze (135)
  • -schemi di animali (26)
  • -schemi di texture (83)
  • -Schemi di fiori (262)
  • INCONTRI CREATIVI (8)
  • Flash (339)
  • OROLOGI (22)
  • CLIP (43)
  • -HTML (7)
  • -lesson player (1)
  • -Frames Lessons (9)
  • -lezioni di photoshop (21)

-applicazioni

  • Sempre non c'è dialogo disponibile ^ _ ^ Ti permette di inserire un pannello con un codice Html arbitrario nel tuo profilo. Puoi posizionare banner, contatori, ecc.

-tag

-Citazioni

Il tuo testo il tuo testo

, IL TUO TESTO IL TUO TESTO

, LA TUA TEKSTVASHA MUSIC LA TUA MUSICA TEKSTVASHA

, IL TUO TESTO IL TUO TESTO

Alcuni lavori hanno utilizzato elementi decorativi di Flash Magic. Con amore per te e benedizioni.

Quanti anni sono passati da allora

Scenario della competizione di lettori dedicati al 70 ° anniversario della vittoria nella Grande Guerra Patriottica "E il mondo salvato ricorda..."

Piombo. Diapositiva 1. Buon pomeriggio, ospiti illustri: veterani, genitori, colleghi e i nostri meravigliosi bambini. Oggi in questa sala c'è una competizione di lettori intitolata "E il mondo salvato ricorda...". È dedicato al 70 ° anniversario della vittoria nella Grande Guerra Patriottica.

Siamo particolarmente lieti che oggi i nostri ospiti siano veterani, quelli che nei terribili anni della guerra hanno mostrato esempi di coraggio, capacità di recupero, capacità di vincere. Tu sei il nostro principale ascoltatore.

La concorrenza dei lettori è aperta. Zhigalina Alena (1), alunna del decimo gruppo con sua madre, viene invitata sul palco. Eseguiranno una mini-performance basata su una poesia di Sergei Mikhalkov.

"Stivale per bambini". Diapositive 2-14.

Inserito nella colonna
Con un tedesco perfettamente puro,
Giaceva nel magazzino
Tra le scarpe di adulto e bambino.

Il suo numero di libro è:
"Tre mila duecento e nove."
"Scarpe per bambini. Noshena.
Giusto avvio. Con una patch "

Chi lo ha riparato? Dove?
A Melitopol? A Cracovia? A Vienna?
Chi lo indossava? Vladek?
O ragazza russa Zhenya.

Come è arrivato qui in questo magazzino
La lista è dannata
Sotto il numero dell'ordine
"Tre mila duecento e nove"?

Non c'è davvero altro
Nel mondo intero sono costosi
Oltre a quello per cui
Sono arrivate queste gambe da bambino

In questo posto spaventoso,
Dove sono stati impiccati, bruciati e torturati,
E poi freddamente
I vestiti dei morti erano contati?

Qui in tutte le lingue
Hanno cercato di pregare per la salvezza:
Cechi, greci, ebrei,
Francesi, austriaci, belgi.

Ecco la terra assorbita
L'odore del decadimento e del sangue versato
Centinaia di migliaia di persone
Nazioni diverse e classi diverse.

L'ora della resa dei conti è arrivata!
Esecutori e assassini - in ginocchio!
Il giudizio delle nazioni è in corso.
Nelle tracce insanguinate del crimine.

Tra le centinaia di indizi -
Questo baby boot con una patch.
Sparato da Hitler dalla vittima
Tre mila duecento e nove.

Piombo. Tutto iniziò nel 1941. Molte persone si sono radunate per le strade delle città perché le seguenti persone provenivano da tutti gli angoli... Slide 15. Audio 1 (La voce di Levitan è una dichiarazione di guerra).

Il nemico attaccò improvvisamente un paese pacifico, senza dichiarare guerra. I fascisti volevano conquistare le terre ricche del nostro paese e rendere schiavi gli abitanti pacifici e laboriosi. Il lavoro pacifico del popolo sovietico è stato interrotto. La Grande Guerra Patriottica iniziò. Tutto il popolo, dal piccolo al grande, è salito in difesa della propria terra natale. In tutto il paese si è appellato alla chiamata "La patria sta chiamando". Diapositiva 16.

Quindi, apriamo il libro della storia della Grande Guerra Patriottica. Pagina uno - "Guerra non richiesta".

Sul palco, recita la poesia di Sergey Mikhalkov "Byl for children" Grebneva Masha (2), gruppo 8.

Notte d'estate, all'alba,
Quando i bambini stavano dormendo pacificamente
Hitler diede l'ordine alle truppe
E ha inviato soldati tedeschi

Contro i russi, contro di noi!
Voleva persone libere
Trasformati in schiavi affamati,
Per sempre porta via tutto

E testardo e ribelle,
In ginocchio che non è caduto,
Sterminare a uno.
Ha ordinato di essere schiacciato,

Calpestato e bruciato
Tutto ciò che abbiamo tenuto insieme
Occhi migliori si sono presi cura di te
Che dovremmo sopportare

Non osavamo cantare le nostre canzoni
Vicino a casa sua
Era tutto per i tedeschi,
Per gli stranieri fascisti,
E per i russi - niente...

Invitato alla scena Sinev Vick (3), gruppo 8 con il lavoro di Agnes Barto "War".

allarme
Oltre il paese:
Nemico progressista
Come un ladro di notte.

Andando nelle nostre città
Fascisti nere orde.
Ma respingeremo il nemico così
Quindi il nostro odio è forte,

Quali sono le date degli attacchi attuali
Le persone glorificano da secoli.

Il programma del concorso è continuato da Polina Molchanova (4), l'undicesimo gruppo di Samuel Marshak "Un ragazzo del villaggio di Popovki".

Tra i cumuli di neve e gli imbuti
Nel villaggio, distrutto a terra,
In piedi, chiudendo il bambino -
L'ultimo cittadino del villaggio.

Gattino bianco spaventato
Chip stufa e tubi -
E questo è tutto ciò che è sopravvissuto.
Dalla vecchia vita e capanna.

È un Peter dalla testa bianca
E piangendo come un vecchio senza lacrime
Tre anni ha vissuto nel mondo
E quello che ho imparato e sofferto.

Quando ha bruciato la sua capanna,
Mamma dirottata dal cortile
E in una tomba frettolosamente scavata
Mentendo sorella morta.

Non lasciar uscire, combattente, fucili,
Finché non vendichi il nemico
Per il sangue versato in Popovka,
E per un bambino nella neve.

Il poema "Aspettami..." Konstantin Simonov ha letto Stanishevskaya Zlata (5), gruppo 9.

Aspettami e tornerò.
Aspetta,
Aspetta la tristezza
Piogge gialle

Aspetta che la neve spazzini
Aspetta il caldo
Aspetta quando gli altri non sono aspettati
Dimenticare ieri.

Aspetta quando dai luoghi lontani
Le lettere non verranno,
Aspetta quando ti stanchi
Tutti quelli che aspettano insieme.

Aspettami e tornerò
Non auguro il bene
Chiunque sappia a memoria,
Che è il momento di dimenticare.

Che il figlio e la madre credano
Nel fatto che non ci sono io,
Lascia che i tuoi amici si stancano di aspettare
Sedersi accanto al fuoco

Bevi un vino amaro
Ricorda l'anima.
Aspetta. E con loro allo stesso tempo
Non avere fretta di bere.

Aspettami e tornerò
A tutte le morti per dispetto.
Chi non si aspettava di me, lasciatelo
Dirà: - Fortunato.

Non capisco, non li sto aspettando,
Come nel mezzo del fuoco
Aspettando il tuo
Mi hai salvato.

Come sono sopravvissuto lo saprò
Solo noi siamo con te, -
Sapevi solo come aspettare
Come nessun altro

Per quasi 4 anni infuriò una guerra formidabile che inflisse pesanti ferite al nostro paese. I nazisti hanno distrutto e bruciato centinaia di migliaia di città, villaggi e città. Il nostro valoroso esercito non solo ha guidato i fascisti dalla nostra terra, ma ha anche liberato i popoli di altri paesi catturati dalla Germania nazista. I nostri soldati hanno raggiunto Berlino, la capitale della Germania. E lì, sull'edificio principale, che fu chiamato il Reichstag, fu issata la nostra bandiera rossa della Vittoria. Il 9 maggio 1945 la guerra finì e quel giorno divenne la festa più luminosa e preferita: il Giorno della Vittoria!

Apriamo la pagina successiva. Pagina due - "Vittoria".

Sasha Gorshkova (6) è stata invitata sul palco, gruppo 10 con il "Victory Day" di Natalya Maydanik.

Il giorno della vittoria è una festa brillante
Sono così felice per lui
Perché con mio nonno
Sto andando alla parata!

Voglio nell'esercito
Vai con lui
Red Victory Banner
Porta con lui!

Lascia che mio nonno sappia fermamente -
Sarò in linea
Per proteggere, come lui, io posso
loro patria!

Incontriamo il prossimo partecipante del concorso Krysin Maxim (7), gruppo 9, "La bellezza che la natura ci regala., Alexei Surkov.

La bellezza che la natura ci offre
I soldati hanno difeso il fuoco
Primo Maggio quarantacinquesimo
Divenne l'ultimo punto della guerra.

Per tutto ciò che abbiamo ora,
Per ogni happy hour
Perché il sole splende per noi,
Grazie ai valorosi soldati -

Nostri nonni e padri
Non c'è da meravigliarsi se oggi i saluti suonano
In onore della nostra patria,
In onore dei nostri soldati!

Antipin Zakhar (8) ha letto la poesia di Olga Maslova "To the Heroes of Victory - grazie!"

Grazie agli eroi
Grazie ai soldati,
Cosa ha dato il mondo
Quindi - nel quarantacinquesimo.

Tu sangue e sudore
Ottenuto la vittoria.
Eri giovane
Ora - già nonni.

Siamo questa vittoria -
Non dimenticheremo per sempre.
Possa il sole pacifico
Brilla a tutte le persone!

Possa la felicità e la gioia
Vivi sul pianeta!
Dopotutto, il mondo è molto necessario -
Sia adulti che bambini!

La memoria... Da essa non dovrebbe mai cancellare ciò che ha portato il sanguinoso fascismo. Mai!

Quindi, giriamo la terza pagina - "The Bell of Memory".

Pikurova Alexandra (9), il gruppo 9 è invitato sul palco. Il poema di Mikhail Vasilyevich Isakovsky "The Red Armyman è sepolto qui." Diapositive 17-22.

Ovunque andassi, non andavi,
Ma fermati qui,
Tomba di questo tesoro
Adora con tutto il tuo cuore.

Chi saresti - un pescatore, un minatore,
Scienziato il pastore -
Ricorda per sempre: qui mente
Il tuo migliore amico

Sia per te che per me
Ha fatto tutto ciò che poteva:
Non si è pentito in battaglia,
E ha salvato la sua patria.

Il prossimo concorrente Gavrilkina Sonya (10), 11 gruppo. "La memoria è la nostra coscienza" Yuri Voronov.

Guerra di nuovo
Di nuovo il blocco...
O forse ci dimentichiamo di loro?
A volte sento:

"No,
Non c'è bisogno di riaprire le ferite.
È vero che sei stanco
Siamo da storie sulla guerra

E riguardo al blocco capovolto
Poesie abbastanza.
E può sembrare:
Hanno ragione

E parole convincenti.
Ma anche se è vero,
Tale verità
Non giusto!

Così di nuovo
Sul pianeta terreno
Non è successo quell'inverno
Abbiamo bisogno

Ai nostri bambini
Questo è ricordato,
Come siamo!
Non sono invano preoccupato

Per non dimenticare quella guerra:
Dopotutto, questo ricordo è la nostra coscienza.
lei
Come forza, abbiamo bisogno...

Il poema "Alla tomba del milite ignoto", l'autrice Yuri Korinets leggerà Ventsova Chentsova (11), gruppo 11.

Le stelle luminose stanno bruciando,
E nel giardino del Cremlino
Soldato sconosciuto
Dormire in bella vista.

Sopra la lastra di granito
La luce eterna non si spegne mai.
L'intero paese è orfano
Lei si chinò su di lui.

Non ha superato la macchina
E il suo cappello.
Soldato sconosciuto
È caduto in una feroce battaglia.

Soldato sconosciuto
Il figlio o il fratello di qualcuno
Lui non viene mai dalla guerra
Non tornerà.

Le stelle luminose stanno bruciando,
E nel giardino del Cremlino
Soldato sconosciuto
Dormire in bella vista.

Abbiamo acceso la luce a lui
Sotto il muro del Cremlino,
E la sua tomba è
Tutta la terra, tutta la terra.

Zhikharev Seva (12) è invitato sul palco, il 10 ° gruppo con l'opera "Monument" di Georgy Rublev.

Era a maggio, all'alba.
Era alle pareti della battaglia del Reichstag.
Ragazza tedesca notato
Il nostro soldato sul pavimento polveroso.

Al pilastro, rabbrividendo, si alzò,
Negli occhi azzurri gelò la paura.
E pezzi di metallo fischiante
La morte e il tormento seminato.

Poi ricordò di aver salutato l'estate
Ha baciato sua figlia.
Forse il padre di questa ragazza
Figlia il suo tiro nativo.

Ma poi, a Berlino, sotto il fuoco
Combattente strisciante e screening del corpo
Una ragazza in un abito bianco corto
Accuratamente portato fuori dal fuoco.

E, accarezzando un palmo gentile,
Lo ha messo a terra.
Si dice che in mattinata il maresciallo Konev
Stalin ha riferito su questo.

Quanti bambini hanno restituito l'infanzia
Ha dato gioia e primavera
Soviet delle forze armate sovietiche
Persone che hanno vinto la guerra!

E a Berlino, in un giorno festivo,
È stato costruito per sopportare un secolo,
Monumento al soldato sovietico
Con una ragazza salvata tra le sue braccia.

Si erge come un simbolo della nostra gloria,
Come un faro che brilla nella nebbia.
È lui, il soldato del mio potere,
Protegge la pace in tutta la terra.

Il nostro programma di gare Alina Shiapova (13) continuerà, il gruppo 10 con il lavoro di Mikhail Vasilievich Isakovsky "L'Armata Rossa è sepolto qui".

Ovunque andassi, non andavi,
Ma fermati qui,
Tomba di questo tesoro
Adora con tutto il tuo cuore.

Chi saresti - un pescatore, un minatore,
Scienziato il pastore -
Ricorda per sempre: qui mente
Il tuo migliore amico

Sia per te che per me
Ha fatto tutto ciò che poteva:
Non si è pentito in battaglia,
E ha salvato la sua patria.

Orlov Sergey (14), il gruppo 11 è invitato sul palco. "Lascia che la gente non dimentichi questo giorno", Olga Klimchuk.

Quattro anni di terribili prove.
Perdite, vittime, destino paralizzato.
Guerra. E migliaia di sofferenze umane.
Nomi di eroi: non dimenticare mai.

Lascia che il pacifico conto alla rovescia dei giorni porti la patria!
Lascia che la pace e la gentilezza governino le persone!
Che ci sia un giorno di vittoria sul fascismo -
La vittoria della pace sul pianeta per sempre.

Lascia che le persone non dimentichino questo giorno!
Lascia che il ricordo sacro preservi quei nomi
Che ha portato la vittoria -
Al prezzo della vita, tagliando fuori la parola "guerra"... Nelle loro vite, traversando, "guerra"...

Quattro anni di terribili prove.
Memoria per tutti i caduti. Non tornare a casa.
Inchinarsi agli impiegati - sostituire l'imbarco.
Chiunque vinca - si inchina alla terra.

Il poema "People Come to the Eternal Flame" di M. Sidorov sarà letto da Soiko Nick (15), gruppo 6.

La gente viene alla "fiamma eterna"
Memoria dei parenti per onorare e amati.
Il ricordo dei soldati morti durante la guerra
Difendere la Russia, il confine.

La gente viene, da lontano,
Nel fango, caldo e freddo.
Loro leggono i nomi con i loro cuori,
E i loro sentimenti sono strappati.

"Eternal Flame", il santuario del paese,
Che fascismo sulla terra ha vinto.
E se da qualche parte, le luci si spengono,
Quel fascismo, ha tirato fuori il muso.

Nessuno dovrebbe stare da parte
Se questo succede.
Altrimenti, tutti noi, su questa terra,
Una cosa del genere non dice addio.

E ora per voi per eseguire gli allievi di ballo "Guerra non richiesta" dell'asilo. Audio 2 (Basic Instinct "Uninvited War").

Ci sono ancora persone nel mondo che hanno insegnato questa lezione al mondo intero. Puoi ancora guardare i loro volti, gli occhi, ascoltare le loro storie semplici su quei tempi. La nostra gratitudine a quei difensori della Patria, che insieme a noi celebrano questa brillante festa: il Giorno della Vittoria. La pagina successiva della nostra storia è la quarta pagina "Veterani".

Invitato alla scena Pechinskaya Irina (16), gruppo 11 con il lavoro di Yulia Drunina "Prendi parte ai veterani della Grande Guerra Patriottica"

Il cuore sembrava bruciato
Grigio nei templi.
Il passato ha navigato via,
Ma l'anima è in lacrime.

Nella battaglia per i soldati della madrepatria
Siamo andati passo dopo passo.
Credevano nella vittoria santa -
Non rompere il loro nemico.

Ston si trovava in tutta la Russia:
Fame, tortura, paura.
Morte di persone falciate
Nei villaggi, nelle città.

Ritirato a quarantuno
Con orrore nel mio petto:
- Automatico, carri armati, dove sei?
Qual è la battaglia da fare?

Sono morti nel tritacarne:
Fritz ha camminato contro il muro...
Ma i tedeschi non conoscevano il russo,
Ho aspettato il loro terribile combattimento.

Per betulla e poggio,
Per la cara casa.
Per il Caucaso, Kuban e Volga,
Per il grande Don.

Tutti i soldati che hanno combattuto
Il nostro arco basso...
Per i soldati nella battaglia dei caduti, -
Campanello che squilla...

Antipov Dima (17) di 11 gruppi leggerà il poema "Gloria ai veterani".

Quanti anni sono passati, da allora
Mentre la terra bruciava sotto i miei piedi,
Non ci sono molti veterani di guerra,
Ma li ricordiamo, sono con noi.

E sfogliando gli album in famiglia,
All'improvviso qualcuno lo noterà inavvertitamente
La guerra era in agguato nell'angolo
Nella foto ingiallita.

Con le foto che guardano con un sorriso,
Quelli che non hanno risparmiato la loro vita,
In quelle lontane feroci battaglie
Ha difeso il paese dai nazisti.

La loro gloria non svanirà nei loro cuori.
Il ricordo si rafforza nel corso degli anni
Le persone vivranno per secoli,
Colui che ha combattuto crudelmente con i suoi nemici.

Piombo. Da dove viene la gente per resistere al potere dell'esercito hitleriano? Riguarda la forza dello spirito del popolo russo. Gli eroi hanno compiuto molte imprese e la madrepatria li ha premiati per questo con medaglie e ordini.

Guarda, qui abbiamo l'ordine di vittoria. Slide 23. A quel tempo, il nostro paese era chiamato "Unione Sovietica". Una stella rossa brillava tra i soldati dell'Armata Rossa. Stelle rosse rubino bruciate sulle guglie del Cremlino di Mosca. E anche l'ordine "Vittoria" è stato realizzato a forma di stella. Ragazzi, quanti raggi ha una stella? (Cinque).

Esatto, cinque. Possiamo dire che cinque forze, cinque bogatiri hanno bloccato il percorso dell'esercito fascista. Chi sono questi eroi? Sono: un soldato, un marinaio, un pilota, un partigiano e un lavoratore posteriore. Ognuno di questi eroi è stato chiamato dalla madrepatria in un'occasione difficile.

Quanti exploit sono fatti in quei giorni? Non lo sappiamo Non c'era nessuno a considerare le imprese, perché tutti in quel momento stavano combattendo come un eroe. Tutto il popolo si alzò per combattere il nemico. E grazie alla sua forza, coesione, eroismo, è stata vinta una grande vittoria.

La festa si avvicina al Giorno del Difensore della Patria.

I difensori della Patria sono difensori della pace, della libertà e della felicità. Questi sono i soldati e i comandanti del nostro esercito che sono pronti in ogni momento a proteggerci. Ogni paese ha il suo esercito. Ma nel nostro paese l'esercito è il più forte, il più valoroso. Nell'esercito, i soldati servono nell'acqua, sulla terra e nel cielo.

Apriamo l'ultima pagina del nostro festival letterario. In questo blocco, i bambini leggeranno poesie sulla Patria, sul nostro glorioso esercito, congratulandosi con il prossimo 23 febbraio, invocheranno la pace.

Invitiamo Churilina Makara (18), 6 gruppi sul palco. Il poema "Need a World" di T. Volgina.

La pace e l'amicizia sono tutti necessari
Il mondo è più importante di qualsiasi altra cosa al mondo.
Su una terra dove non c'è guerra,
Di notte, i bambini dormono pacificamente.

Dove le pistole non scuotono,
Nel cielo, il sole splende luminoso.
Hai bisogno di un mondo per tutti i ragazzi.
Abbiamo bisogno di pace su tutto il pianeta!

Invitiamo Morzhakov Ksyusha (19), il gruppo 9 sul palco. Il poema "Male holiday" V. Rudenko.

Ho chiesto a mia madre la mattina:
- Che festa ci è venuta,
Perché tutti si agitano
Festive preparare il tavolo?

Papà in una nuova camicia,
Il nonno ha messo tutti gli ordini
Eri vicino al forno ieri
Fai tardi.

- Questa festa è congratulata
Tutti gli uomini da tutto il paese
Dopotutto, per quello che sono responsabili,
Che non c'era la guerra!

Karavaev Seva (20) del 9 ° gruppo leggerà il poema "Quanto è bello che non conosciamo la guerra..."

Inoltre, che non conosciamo la guerra.
Cresciamo, viviamo, ridiamo e suoniamo.
Guardiamo con un sorriso nel cielo blu,
E catturiamo scarafaggi veloci nei fiumi.

E ricorda come coraggiosi combattenti -
Soldati: fratelli, nonni e padri
Per noi, il buon mondo ha difeso coraggiosamente.
In modo che non abbiamo visto la guerra, non lo sapevo.

Il poema "Border Guard" G. Ladonshchikova ha letto Sidorov Egor (21 anni) da 10 gruppi.

Guardia di frontiera di turno
Guarda vigile nell'oscurità.
Dietro il suo paese
In sonno tranquillo immerso.

Al confine della notte è allarmante.
Di notte tutto è possibile
Ma orologio calmo
Perché dietro la schiena

Il nostro esercito vale la pena
Il lavoro e il sonno continuano;
Cos'è ricco e forte
Il nostro paese pacifico.

Kondakova Masha (22) di 10 gruppi è invitato sul palco. Il poema "Defender of the Fatherland Day".

Congratulazioni di papà
Con la festa degli uomini:
Nella mia giovinezza, lo so
Nell'esercito ha servito.

Quindi anche un guerriero,
Anche se non il comandante.
La vacanza è degna
Protetto il mondo intero!

Per me tu sei il principale.
Non darò l'abisso:
Io sono la gloriosa Patria
Piccola parte

Il poema "Difensore della Patria" Natalia Migunova ha letto Klimov Gleb (23), 10 gruppi.

Meravigliosa festa a febbraio
Il mio paese si incontra.
Lei è i suoi difensori
Congratula!

Sulla terra, nel cielo, sui mari
E anche sotto l'acqua
I soldati adorano il nostro mondo
Per noi, amico mio, con te.

Quando sarò grande
Ovunque servisse, ovunque
Proteggi la tua patria
E lo sarò sicuramente.

Sul palco invitiamo Chudnov Masha (24) da 10 gruppi. Il poema "23 febbraio" di Irina Gurina.

Quando si trova sui fiumi del ghiaccio
E la tormenta sta correndo via
Una meravigliosa vacanza ci porta
Febbraio riflessivo.

Verranno le vacanze di tutti i soldati,
Difensori, combattenti.
Congratulazioni a tutti saranno felici
E nonni e padri!

Disegnerò un piroscafo
Dov'è papà, capitano.
Coraggio, mio ​​padre sta nuotando
Da paesi lontani e lontani.

Disegnerò l'aereo
Dov'è il papà comandante.
E i giorni e le notti di distanza
Papà salva il mondo

Disegnerò una pistola
E il cavaliere in sella.
Lo so: non c'è papà migliore
Eroi sulla terra!

Sonya Drucker (25) di 10 gruppi leggerà il poema "Mio padre", di Victor Gvozdev.

Mio padre è il più forte,
Mio padre sa tutto.
A proposito del mondo dell'automobile
E una bestia diversa.

A proposito di montagne e strade
A proposito di tutto ciò che c'è intorno.
Papà è severo
Ma è sempre mio amico.

E a tutti, una volta...
Me lo ha detto lui stesso.
Era un soldato nell'esercito
E ha servito la madrepatria.

Per capire tutte le ragioni
Per noi sono zero.
Lui è lo standard dell'uomo -
E lo amo.

Mio padre è il più!
Dirò questo di lui.
E lui ci ama con mamma!
Questo è il modo in cui viviamo!

Perederiy Matvey (26), 10 gruppi sono invitati sulla scena. Il poema "Vacanze militari" di Irina Gurina.

Abbiamo una vacanza.
Questa festa è il giorno degli uomini
Defenders Day, soldati.
Questo giorno sarà una parata!

Vedremo gli elicotteri,
Pistole, carri armati, aeroplani.
Passeremo un passo militare
Sotto la grande bella bandiera.

Leggi congratulazioni
Ci sediamo sulle ginocchia di papà.
Molti uomini nell'esercito
E come lui è solo!

Tuzova Ksenia (27) di 10 gruppi leggerà il poema di Lydia Nekrasova "Il nostro esercito è caro".

Guardia di frontiera
La nostra terra è custodita,
Lavorare e imparare
Potrebbe calmare tutte le persone.

I nostri eroi piloti
Il cielo sta vigilando vigile,
I nostri eroi piloti
Proteggi il lavoro pacifico.

Il nostro esercito è caro
Apprezza la pace del paese,
In modo che siamo cresciuti, guai senza sapere
Che non c'era la guerra.

Petrova Anya (28), 10 gruppo. Il poema "Esercito russo".

Il nostro esercito è caro
E coraggioso e forte.
Non minacciando nessuno
Lei ci protegge.

Perché amiamo sin dall'infanzia
Questa festa a febbraio
Gloria all'esercito dell'amato
Il più pacifico sulla terra!

Sul palco invitiamo Sonina Alice (29), 10 gruppi. Poema S. Marshak "Febbraio".

I venti soffiano a febbraio,
Urlo forte nei tubi.
Il serpente si snoda attraverso il terreno
Luce alla deriva.

Oltre il muro del Cremlino -
Collegamenti aerei
Gloria al nativo dell'esercito
Per il suo compleanno!

Piombo. Sopra di noi c'è un cielo sereno. Nel nome di questo, milioni di figli e figlie della nostra Patria hanno dato la vita.

Che bello svegliarsi prima dell'alba,
Quanto è bello avere sogni di notte
Quanto è buono il mondo che gira
Che bello al mondo senza guerra!

Ha eseguito la canzone "Guardo nei laghi blu..."

Oggi dobbiamo imparare da quelle persone che hanno difeso la nostra Patria, la devozione disinteressata e l'amore per il loro paese, il coraggio, la dignità, il coraggio e la perseveranza.

Tra di noi in questa sala ci sono persone la cui gioventù è coincisa con il tempo di un grande test nazionale. Le persone che portavano le spalle sopportate una guerra terribile, hanno fatto un lungo cammino con gioie e successi, sconfitte e difficoltà. Coloro che, lavorando sul fronte del lavoro, hanno avvicinato il Giorno della Vittoria!

La parola è data a Maria Ivanovna e Raisa Serafimovna.

Maria Ivanovna e Raisa Serafimovna, vorrei congratularmi con voi per il prossimo 23 febbraio. Vi auguriamo una lunga vita e buona salute. Lascia che solo le persone più vicine e amate ti circondino.

Ragazzi, ora è il momento di presentare i fiori ai nostri ospiti illustri. Basso inchino a te Grazie per il mondo!

Consegna di lettere e regali ai bambini.

Voi ragazzi siete tutti grandi compagni. Impariamo ad essere coraggiosi, coraggiosi, forti! Lascia trascorrere altri 70 o anche 100 anni dal giorno della vittoria. E nei nostri cuori ci sarà sempre un ricordo di questa impresa.