CIBO MEDICO PER ONCOBOLI

Metastasi

Nei pazienti con cancro, una rapida perdita di peso è spesso osservata come conseguenza di una malattia o di un trattamento, a causa della mancanza di appetito. Questi pazienti necessitano di un supporto nutrizionale speciale che aiuta a superare deficit calorico, macro e micronutrienti e, infine, migliora i risultati del trattamento.

NUTRIDRINK è disponibile in forma liquida come bevanda equilibrata, pronta da bere e ricca di proteine ​​ad alto contenuto energetico. In una bustina di bevanda: 300 kcal di energia e 12 g di proteine ​​del latte facilmente digeribili.
Vantaggi del prodotto:
1. CONVENIENZA DELL'APPLICAZIONE (confezione sterile per porzione).
2. VALORE ALTO ENERGIA per normalizzare il peso e aumentare l'attività fisica (150 kcal / 100 ml)
3. ALTO CONTENUTO DI PROTEINE per una riparazione rapida ed efficace di organi e tessuti danneggiati (6 g / 100 ml)
4. MIGLIORA LO STATO IMMUNITARIO.
5. NON CHIEDE ALLERGIE ALIMENTARI, riducendo al minimo il rischio di effetti collaterali del trattamento.
6. Miscela di ALTA QUALITÀ, BASSA LATTOSA.
7. OPZIONI DI GUSTO: cioccolato, vaniglia, fragola, banana, arancia.
Il prodotto è consigliato per mantenere o migliorare lo stato nutrizionale dei pazienti con aumentato fabbisogno di proteine, energia e vitamine (in preparazione per l'operazione e nel periodo postoperatorio, con radiazioni e chemioterapia, con perdita di appetito e / o rifiuto di assunzione di cibo).
• Come unica fonte di cibo: 5-7 confezioni al giorno.
• Come aggiunta alla dieta principale - 2-3 pacchetti al giorno.
• Per le malattie associate a deficit di deglutizione e carenze nutrizionali, può essere utilizzata anche la crema NUTRIDRINK - un prodotto unico ad alto contenuto proteico e ipercalorico sotto forma di budino (ordine individuale).

Con il marchio NUTRIZON, una vasta gamma di prodotti per la nutrizione clinica viene prodotta sotto forma di miscela secca (polvere) o liquido sterile e prodotti pronti da consumare di nuova generazione.
NUTRIZON - per la fase iniziale del supporto nutrizionale per il paziente (sonda e uso orale).
NUTRIZON ENERGY e NUTRIZON ENERGY con fibra alimentare - per lo stadio principale del supporto nutrizionale per i pazienti con aumentato fabbisogno di proteine ​​ed energia.
NUTRIZON EDVANST DIAZON - per pazienti a rischio di iperglicemia.
NUTRIZON EDVANST PEPTISORB (ind.zakaz) - nutrizione enterale semi-elementare con oligopeptidi per la nutrizione terapeutica e ristorativa di pazienti con compromissione della digestione e assimilazione di nutrienti.

Supporto nutrizionale per i malati di cancro

La maggior parte dei malati di cancro ha problemi come perdita di peso, perdita di appetito e diminuzione della funzionalità epatica. Tutti questi problemi portano alla perdita di proteine ​​(ipoproteinemia) nel corpo, che a sua volta può portare a edema proteico nelle gambe e deterioramento delle condizioni del paziente. Fu per evitare queste terribili conseguenze che fu inventato il supporto nutrizionale dei malati di cancro.

Qual è il supporto nutrizionale per i malati di cancro?

Come valutare il fabbisogno energetico di un paziente oncologico?

  • Dopo le operazioni addominali programmate - 30-40 kcal / kg.
  • Dopo chirurgia radicale per il cancro - 50-60 kcal / kg.
  • In gravi lesioni meccaniche scheletriche - 50-70 kcal / kg.
  • Con lesioni cerebrali traumatiche - 60-80 kcal / kg.

Quando è necessario il supporto nutrizionale per i malati di cancro?

1. Il supporto nutrizionale nelle malattie oncologiche è indicato per i pazienti che hanno ricevuto terapia antitumorale sistemica per un lungo periodo (chemioterapia, terapia mirata, immunoterapia).

Con il trattamento antitumorale a lungo termine, si sviluppano vari effetti collaterali che causano una diminuzione dell'appetito, una diminuzione degli indicatori delle proteine, la distruzione degli aminoacidi essenziali nel corpo e la perdita di liquidi. Tutto ciò può interferire con l'ulteriore terapia e causare un peggioramento del benessere del paziente e della progressione del tumore.

2. Inoltre, il supporto nutrizionale è necessario per i pazienti oncologici con alterazione del passaggio del cibo (stenosi dell'esofago, dello stomaco o dell'intestino) o assorbimento dei nutrienti (sindrome carcinoide). Una nutrizione speciale in questi casi permetterà di reintegrare le sostanze nutritive mancanti e prevenire lo sviluppo di astenia e cachessia.

3. Con la radioterapia a lungo termine, è necessaria anche una nutrizione aggiuntiva per il recupero più rapido dei tessuti danneggiati e il miglioramento delle prestazioni del midollo osseo.

4. Per i pazienti oncologici che hanno subito interventi chirurgici addominali volumetrici, vengono fornite anche diete speciali, che consentono di ripristinare il corpo in breve tempo e procedere alle fasi successive del trattamento. Questo è molto importante, in quanto vi sono tempi rigidi in cui è necessario iniziare la chemioterapia postoperatoria o la radioterapia. Se il recupero del paziente dopo l'intervento chirurgico viene ritardato, si rischia che la chemioterapia o la radioterapia inizieranno più tardi del periodo richiesto, e questo rischia di recidiva della malattia nell'area postoperatoria.

Idee sbagliate relative alla nutrizione dei pazienti oncologici

La nutrizione è una componente molto importante della salute umana e diventa ancora più significativa se una persona è malata. Un paziente con cancro nel corpo subisce cambiamenti nei processi metabolici e richiede una dieta nutriente speciale. Dato che spesso tali pazienti non riescono a mangiare cibo a sufficienza, progredisce il deficit nutrizionale, che può portare allo sviluppo della sindrome da anoressia-cachessia.

La carenza nutrizionale influenza direttamente l'esito del trattamento e lo stato funzionale del paziente. La mancanza di nutrienti porta al fatto che il corpo è costretto a mangiare le proprie cellule, in particolare il tessuto muscolare. Il processo di recupero richiede molto tempo, poiché l'aumento di peso è dovuto principalmente al tessuto adiposo, e questo sottolinea il ruolo speciale del consumo di proteine ​​facilmente digeribili nelle quantità necessarie durante l'intero periodo della malattia.

I pazienti con sufficiente supporto nutrizionale, tollerano meglio la chemioterapia, sono più resistenti alle malattie infettive, meno probabilità di affrontare complicanze postoperatorie e la cancellazione della chemioterapia a causa di una significativa perdita di peso. Inoltre, sono più attivi e si sentono meglio.

Il trattamento del cancro comprende chirurgia, chemioterapia e radioterapia. Il supporto nutrizionale è necessario per i pazienti in tutte le fasi del trattamento, così come durante il periodo di recupero. E prima che inizi, si può aspettare il miglior risultato.

I benefici della nutrizione clinica sono basati su un alto valore biologico, su nutrienti di alta qualità facilmente assimilabili, sull'equilibrio e sulla capacità di ottenere sostanze nutritive con una piccola quantità di prodotto.

Sfortunatamente, spesso sia i medici che i pazienti non prestano sufficiente attenzione al problema della nutrizione. Il nostro obiettivo è aiutare i medici a curare i malati di cancro accelerando il loro ritorno alla vita normale. Se siamo in grado di mantenere lo stato nutrizionale del paziente, significa che sarà più probabile che completerà con successo il trattamento della malattia.

1. La carenza nutrizionale è la malnutrizione.

La carenza nutrizionale è uno squilibrio tra il bisogno di nutrienti del corpo e la quantità di sostanze nutritive che riceve. La carenza nutrizionale dipende non solo dalla quantità di sostanze nutritive consumate, ma anche dai cambiamenti nei bisogni del corpo dovuti alla malattia e all'assorbimento di sostanze nutritive.

2. La carenza nutrizionale è rara

Tumore al seno, sarcoma, emoblastosi - 31-40% Tumori polmonari, colon, prostata - 54-64% Tumori dell'esofago, stomaco e pancreas - 75-80%.

3. È necessario utilizzare complessi algoritmi diagnostici per determinare il deficit nutrizionale.

La perdita di peso corporeo di oltre il 5% entro 3 mesi e la presenza di disturbi: diminuzione o mancanza di appetito, nausea, vomito, ecc. Sono indicatori della presenza di insufficienza nutrizionale. Perdita di peso corporeo di oltre il 10% entro 3 mesi e presenza di disturbi: diminuzione o mancanza di appetito, nausea, vomito, ecc. - indicare la presenza della sindrome da anoressia-cachessia.

4. L'esito del trattamento del cancro non dipende dallo stato nutrizionale del paziente

Il 20% dei pazienti oncologici muore per esaurimento e l'ipertrofia severa non consente il trattamento necessario nel 40% dei pazienti oncologici.

5. Un paziente in sovrappeso non può avere carenze nutrizionali o rischio di sviluppo.

Carcinoma mammario, sarcoma, emooblastosi - 31-40% Il tessuto adiposo in sovrappeso, soprattutto a causa dell'uso della terapia ormonale, maschera la progressiva perdita di massa muscolare. Gli edemi risultanti dall'azione meccanica del tumore sul corpo, nonché dal trattamento, aumentano il peso corporeo effettivo, nascondendo così la progressiva perdita di proteine ​​nel corpo del paziente.

6. I pazienti in cui il trattamento del cancro era solo in terapia chirurgica non hanno bisogno di supporto nutrizionale.

Per ridurre il rischio di complicanze dopo l'intervento chirurgico, è importante non solo consumare abbastanza nutrienti, ma anche equilibrare la composizione. Inoltre, l'arricchimento della dieta con sostanze nutritive come gli acidi grassi polinsaturi Omega-3-, Omega-6, riduce la risposta infiammatoria del corpo e contribuisce a un recupero più rapido.

7. Quando dovrebbe essere usata la nutrizione parenterale?

Secondo le raccomandazioni delle società per l'alimentazione enterale e parenterale in America, Europa e Russia, la nutrizione parenterale è indicata solo quando il paziente non può essere nutrito per via enterale.

8. È necessario trattare il deficit nutrizionale solo se il paziente è esausto Il trattamento della cachessia (sindrome da anoressia-cachessia) è un processo complesso che non sempre porta a un risultato positivo, poiché è estremamente difficile interrompere il processo di disgregazione cellulare e tissutale. Ecco perché la terapia preventiva e la speciale alimentazione terapeutica sono così importanti per il tempestivo reintegro della carenza nutrizionale e la prevenzione dello sviluppo della cachessia (sindrome da anoressia-cachessia).

9. Più il paziente mangia, più "nutre" il tumore in crescita. Prima di tutto, dovresti escludere le proteine ​​dalla dieta, come prima fonte di nutrizione del tumore

Le cellule tumorali sono una sorta di "trappola" per proteine ​​e glucosio nel corpo e hanno un apporto energetico maggiore. Ma con un apporto insufficiente di nutrienti, il tumore inizia a "mangiare" le proprie riserve energetiche del corpo, innescando successivamente lo sviluppo della cachessia (sindrome da cachessia-anoressia).

10. Se il paziente non vuole mangiare - questo significa che il corpo del paziente lo richiede, non forzarlo ad alimentarlo

Nei pazienti con malattie oncologiche, a causa della natura del processo patologico e grazie ai metodi di trattamento necessari ma aggressivi, le sensazioni gustative possono essere cambiate e l'avversione al cibo può svilupparsi. Gli effetti collaterali della chemioterapia sono spesso nausea e vomito, così come depressione e apatia. Tutto ciò rende l'assunzione di cibo estremamente difficile, mentre il corpo del paziente, sotto stress, ha bisogno di un supporto nutrizionale potenziato.

11. Una sospensione a breve termine dell'assunzione di cibo non influirà sulle condizioni del paziente.

Con la perdita di peso, la perdita di proteine ​​si verifica prima, e con un rapido aumento di peso, vi è un aumento soprattutto della massa grassa. Pertanto, anche una sospensione a breve termine dell'assunzione di nutrienti può influire negativamente sulle condizioni del paziente. E durante il periodo di aumento di peso, la composizione della dieta, l'equilibrio della nutrizione e l'inclusione dell'intera gamma di macro e micronutrienti nella dieta è molto importante.

12. La dieta speciale per i pazienti oncologici non è necessaria.Le peculiarità del metabolismo nei pazienti oncologici determinano le loro esigenze nutrizionali specifiche. Per questi pazienti è necessaria una dieta bilanciata speciale.

13. Quali macroelementi e microelementi sono necessari durante la lotta contro la malattia?

Durante la malattia, è particolarmente importante soddisfare i bisogni del corpo per macro e micronutrienti. Se il cancro è presente, il beta-carotene, un complesso antiossidante (vitamine A, E, C) e il selenio sono i più significativi.

14. Perché è necessario l'uso di acidi grassi polinsaturi Omega-3, Omega-6, specialmente durante il periodo di malattia?

L'inclusione di Omega-3, acidi grassi polinsaturi Omega-6 è un componente integrale del trattamento di supporto del cancro. Questi acidi grassi hanno un comprovato effetto di ridurre la risposta infiammatoria, che è molto importante nel trattamento del cancro, soprattutto nel periodo postoperatorio. Inoltre, l'inclusione di Omega-3, Omega-6 nella dieta aiuta a migliorare l'appetito dei pazienti, che può aiutare a risolvere il problema della riduzione della nutrizione dei pazienti.

15. Perché il paziente ha bisogno di fibra alimentare?

La presenza di fibre alimentari (insolubili e solubili) ha un effetto positivo sulla motilità del tratto gastrointestinale e causa anche un effetto probiotico, contribuendo alla normalizzazione della microflora intestinale.

16. La salute alimentare può essere sostituita con cibi ordinari.

Durante la malattia, l'assorbimento dei nutrienti è estremamente ridotto, anche a causa di una diminuzione del funzionamento del tratto gastrointestinale. La nutrizione medica contiene componenti facilmente digeribili e un complesso completo di micro e macronutrienti.

17. Il numero di calorie necessarie può essere riempito con succhi e bevande zuccherate.

I succhi e le bevande zuccherate contengono zuccheri che portano al rilascio di glucosio nel sangue, che può essere un fattore scatenante nello sviluppo del prediabete - ridotta tolleranza al glucosio.

18. La dieta vegetariana e il cibo crudo sono utili a qualsiasi persona.

La composizione di tali diete non copre tutti i bisogni dei pazienti con cancro. Inoltre, l'assenza di componenti come grassi animali e una quantità insufficiente di proteine ​​rendono questa dieta inaccettabile per i pazienti.

19. Se il paziente ha provato cibi sani e non ha gradito il prodotto, significa che non sarà più in grado di usarlo.

Nelle diverse fasi del trattamento della malattia (durante la chemioterapia e / o la radioterapia), i pazienti possono manifestare cambiamenti nel gusto a causa degli effetti collaterali della terapia. Ma questi cambiamenti sono temporanei e la loro durata dipende dalle caratteristiche individuali del paziente, quindi dopo un po 'dovresti riprendere a prendere cibo terapeutico con una varietà di gusti.

20. Che cosa è soping cibo?

La sorseggiare cibo è un alimento medicinale speciale in forma liquida.

21. Come applicare correttamente la cottura del cibo?

La sorseggiare cibo dovrebbe essere usato a piccoli sorsi per 15-20 minuti.

FORTIKER

Special Forced Nutrition Nutrition Fortiker: una miscela nutrizionale completa ed equilibrata ad alta energia. Contiene proteine ​​facilmente digeribili (siero e latte) per compensare la perdita nel corpo del paziente.

Arricchito con Omega - 3, Omega - 6 acidi grassi polinsaturi (eicosapentaenoico e docosaesaenoico) per ridurre la risposta infiammatoria. Inoltre, questi acidi grassi stimolano l'appetito. Fortiker contiene un complesso di fibre alimentari solubili e insolubili per migliorare il funzionamento del tratto gastrointestinale e normalizzare la microflora intestinale. Fortiker contiene il complesso necessario di vitamine e minerali, così come i carotenoidi, che hanno un potente effetto antiossidante e sono stimolatori naturali dell'immunità. I gusti (cappuccino, arancia-limone, pesca-zenzero) sono stati sviluppati appositamente tenendo conto dei cambiamenti di gusto nei pazienti oncologici. In una porzione di nutrizione clinica - solo 125 ml, che consente al paziente con difficoltà a mangiare per ridurre al minimo lo sforzo sulla nutrizione. Fortiker può essere sia un'ulteriore che l'unica fonte di cibo.

NUTRIDRINK

Per una varietà di diete, Nutridrink può essere utilizzato con aromi di fragola, vaniglia, arancia o cioccolato. Questo prodotto ad alto contenuto calorico e ricco di proteine ​​è necessario per reintegrare energia e proteine. Può essere sia un'ulteriore che l'unica fonte di cibo.

Per i pazienti con funzione di deglutizione alterata, può essere offerta la crema Nutridrink. La texture del prodotto è specificamente progettata per essere utilizzata per difficoltà a deglutire. La crema di Nutridrink è presentata in diversi gusti: frutti di bosco, cioccolato, banana e vaniglia. Tutti i prodotti non contengono colesterolo, glutine e lattosio. Presentato in confezione sterile.

Per arricchire la razione, Nutrizon può essere utilizzato come miscela secca con un nutriente neutro. La miscela ha una composizione ricca di microelementi e minerali.

Nutrizione per i malati di cancro: gli 11 prodotti più importanti

I tumori sono tra le patologie più comuni del mondo moderno. Il pericolo di questa malattia sta nell'alto tasso di mortalità dei pazienti con cancro. Insieme al metodo chirurgico di esposizione, radioterapia e chemioterapia, una dieta quotidiana ben progettata può migliorare significativamente le condizioni generali del paziente e in alcuni casi anche contribuire a una cura.

Nutrizione dei pazienti con cancro - 10 prodotti più utili

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente pubblicato un elenco di alimenti essenziali per i malati di cancro. Quindi, il cibo per il cancro deve necessariamente includere un gran numero di prodotti come:

  • Verdure crocifere (cavolo bianco, broccoli, cavoletti di Bruxelles)

La composizione di questi prodotti comprende indolo, che è un potente enzima con proprietà antiossidanti. Nel corso della ricerca scientifica, è stato stabilito che gli indoli sono in grado di neutralizzare la quantità in eccesso di estrogeni. È con l'eccesso di questo ormone che la maggior parte degli oncologi associa l'insorgenza del cancro al seno. Diversi tipi di cavoli contengono anche acido ascorbico in quantità maggiore. La vitamina C, come tutti sanno, aumenta la resistenza del corpo.

Il consumo regolare di semi di soia aiuta a bloccare i processi di divisione nei tessuti cancerosi. Inoltre, questi prodotti secernono enzimi altamente attivi che hanno una spiccata attività antitumorale. La soia è coinvolta nella rimozione dei sottoprodotti dopo la radioterapia e l'uso di trattamenti per il cancro citotossico.

  • Cipolle e aglio

L'aglio ha un pronunciato effetto purificante, in particolare combina cadmio cancerogeno dal fumo del tabacco e lo rimuove dal corpo. Inoltre, l'uso dell'aglio stimola l'attività dei globuli bianchi, responsabili dello stato di immunità generale. L'uso quotidiano di prodotti a base di aglio riduce significativamente le probabilità di cancro del tratto gastrointestinale. L'aglio fornisce anche zolfo al fegato, necessario per il normale funzionamento dell'organo.

La nutrizione di un paziente affetto da cancro, che include questo prodotto, garantisce l'apporto di una quantità sufficiente di iodio, necessaria per il funzionamento della ghiandola tiroide e la regolazione dei processi metabolici nel corpo. Come è noto, dopo 25 anni, questo corpo diminuisce gradualmente di dimensioni, che possono in seguito causare interruzioni nel suo lavoro. Uno squilibrio ormonale dovuto alla produzione insufficiente di ormoni tiroidei è uno dei fattori cancerogeni.

  • Frutta a guscio e semi di frutta

Ai tempi dell'antica Roma e della Grecia, gli abitanti usavano regolarmente semi di albicocca, considerando che stavano combattendo il cancro. Infatti, noci e semi di noci diversi contengono leatril, che è una sostanza altamente attiva che distrugge qualsiasi tessuto canceroso.

Semi di lino, sesamo e girasole, che, tra le altre cose, contengono lignani nel loro strato superiore superiore. Queste sostanze sono molto simili per struttura e azione agli estrogeni. L'aumento del numero di lignani porta all'inibizione della formazione di estrogeni e quindi diminuisce la suscettibilità dell'organismo alle mutazioni genetiche.

  • Funghi giapponesi e cinesi

Questi prodotti contengono stimolanti altamente attivi del sistema immunitario, promuovendo l'auto-guarigione del corpo. Tali complessi polisaccaridici non possono essere trovati nei funghi tradizionali.

L'uso di pomodori ha un effetto benefico su tutto il corpo nel suo insieme, grazie alle qualità antiossidanti di questi prodotti.

  • Prodotti ittici e uova

I benefici di questi prodotti risiedono nell'alto contenuto di acidi grassi omega 3, che escludono la possibilità di formazione di una cellula cancerosa. Tra i prodotti ittici, la passera ha il più grande effetto antitumorale.

Oltre all'alto contenuto di vitamina C, agrumi e mirtilli rossi sono ricchi di flavonoidi, sostanze speciali che potenziano l'attività delle vitamine. L'acido ellagico delle bacche di lampone, fragola e melograno protegge le cellule dalle mutazioni genetiche e ferma la divisione degli elementi cancerogeni.

La curcuma è un condimento giallo brillante dello zenzero che ha un effetto antitumorale pronunciato sui tumori maligni dell'intestino e della cistifellea.

Vorrei notare l'effetto positivo del tè nero e verde. Questa bevanda contiene speciali antiossidanti - catechine che, oltre all'azione detossificante, hanno un effetto citostatico (bloccano la divisione delle cellule mutate).

Dieta per il cancro

Descrizione al 04/05/2017

  • Date: fino al recupero o alla vita
  • Costo dei prodotti: 2500 - 4800 a settimana

Regole generali

La dieta per le malattie oncologiche dipende da molti fattori diversi: lo stadio di sviluppo della malattia, l'organo o il sistema interessato, le condizioni del paziente, il grado di disturbi del metabolismo minerale nelle malattie oncologiche (insufficienza proteica-energetica, ipercalcemia, anemia da carenza di ferro, disturbi dell'elettrolito dell'acqua e così via), metodi trattamenti utilizzati al momento.

Inoltre, nei pazienti oncologici, molti pazienti sviluppano danni concomitanti a organi e sistemi, il che richiede anche aggiustamenti alla nutrizione clinica. Pertanto, con il cancro, una sola dieta non esiste e non può essere in linea di principio.

L'oncologia con malattie maligne nelle fasi iniziali in assenza di malattie associate, al di fuori del periodo di chemioterapia e dell'esposizione alle radiazioni si basa su una dieta razionale (sana). La nutrizione dovrebbe garantire l'adeguatezza energetica e prevenire lo sviluppo dell'obesità.

La dieta dovrebbe includere tutti i gruppi alimentari, ma i prodotti caseari dovrebbero prevalere. Nella dieta dovrebbe includere almeno 500 grammi di verdure / frutta al giorno, nonché prodotti lattiero-caseari. Si raccomanda di ridurre il consumo di qualsiasi carne rossa, in particolare di grassi, fritti, affumicati e salsicce, aumentando il consumo di carne, pollame e pesce. Limitare il consumo di sale da cucina e alimenti che contengono molto sale.

Non superare il tasso di consumo di alcol etilico (20 g / giorno) durante l'assunzione di bevande contenenti alcol. Non mangiare cibo troppo caldo / freddo.

I pasti dovrebbero essere più gustosi e più vari che in una persona sana, dal momento che molti malati di cancro soffrono di appetito e il gusto e le abitudini sono disturbati, specialmente con una limitata mobilità del paziente, che spesso porta al rifiuto del cibo. È necessario includere più spesso nella dieta verdure fresche, frutta e succhi da loro, cereali integrali.

Prima di tutto, si dovrebbe tenere conto dei gusti del paziente il più possibile e preparare i suoi piatti preferiti. In assenza di controindicazioni specifiche, il paziente deve mangiare quello che vuole al momento.

Bere il regime - il solito per il paziente. In assenza di malattie renali, è auspicabile aumentare l'assunzione di liquidi a causa di bevande a base di latte fermentato (kefir, yogurt) e latte, succhi di frutta e verdura, tè, acque minerali da tavola.

La progressione della malattia nei pazienti oncologici è accompagnata da disordini alimentari poiché i tumori maligni causano disturbi metabolici con cambiamenti nei vari tipi di metabolismo (proteine, carboidrati, energia e altri). Questo è particolarmente pronunciato nei tumori del cancro allo stadio 3-4. Di norma, in questa fase, ai pazienti viene prescritto un trattamento antitumorale intensivo (chirurgia radicale per rimuovere il tumore, chemioterapia intensiva, esposizione alle radiazioni), che influenzano negativamente lo stato nutrizionale dei pazienti.

I farmaci chemioterapici e la radioterapia sono particolarmente forti, causando nausea, alterazioni del gusto, avversione al cibo, vomito, diarrea, depressioni e successivamente fistole intestinali e stenosi compaiono. Molti pazienti con oncologia di grado 3-4 sviluppano anoressia psicogena. Questi fenomeni portano allo sviluppo di cachessia e deficit di proteine-energia con marcato esaurimento delle riserve proteiche.

In tali condizioni, negli intervalli tra i cicli di trattamento, dopo essersi sentiti meglio, è necessario aumentare la quantità di cibo assunto e la frequenza dei pasti. Mangiare è necessario per qualsiasi desiderio, per mangiare, anche se il tempo del pasto non è arrivato.

Il paté di carne è un prodotto energivoro e nutriente.

In assenza o scarso appetito, si raccomanda di includere nella dieta prodotti ad alta intensità energetica, che consentano di ottenere una piccola quantità di nutrienti sufficienti: caviale rosso, torte, uova, spratti, miele, noci, cioccolato, crema, creme. Possono anche essere consumati tra i pasti principali. Per migliorare l'appetito nei piatti, è necessario aggiungere spezie, condimenti sotto forma di salse di verdure in salamoia, succhi acidi, che contribuiscono alla secrezione di succo gastrico e accelerano la digestione del cibo.

Nel periodo tra i corsi di chemioterapia, in assenza di controindicazioni, è consentito consumare vini secchi da tavola, birra o bevande alcoliche più forti nella quantità di 20-30 ml prima dei pasti. Durante il corso di chemioterapia i corsi dovrebbero aumentare l'assunzione di liquidi, principalmente a causa di succhi e bevande a base di latte. In presenza di edemi o versamenti nella cavità addominale / pleurica, l'assunzione di liquidi, al contrario, deve essere ridotta e non superare il volume di urina giornaliera assegnata di oltre 400 ml.

La nutrizione nel cancro viene regolata in base ai sintomi e alle condizioni del paziente. Pertanto, i principali sintomi durante la chemioterapia sono la nausea e il vomito prolungato, che porta alla disidratazione e al metabolismo del sale marino alterato.

Per ridurre il vomito e la nausea, si consiglia di:

  • Non assumere liquidi e cibo per 1-2 ore prima dell'introduzione di un farmaco chemioterapico;
  • Con frequenti attacchi di vomito, dovresti astenersi dal bere e mangiare per 4-8 ore, e poi prendere un po 'di cibo, per lo più liquido;
  • mangiare il cibo in piccole porzioni, 6-7 volte al giorno e masticare con cura, impedendo il trabocco dello stomaco;
  • la nausea riduce l'uso di cibi acidi e salati (mirtilli rossi, limoni, sottaceti);
  • il cibo dovrebbe essere a temperatura ambiente;
  • escludere dagli alimenti dietetici che hanno un forte odore e un gusto specifico, latte intero, cibi troppo grassi e piccanti (si può tornare alla dieta dopo la scomparsa della nausea);
  • non assumere liquidi durante i pasti, ma prenderlo di più negli intervalli tra i pasti.

Quando aumentano le complicanze gravi, i pazienti spesso si rifiutano completamente a causa della grave nausea e vomito. In questi casi, l'esaurimento aumenta già dalla fame forzata e il paziente deve essere trasferito alla nutrizione artificiale, iniziando con parenterale e contemporaneamente con o seguendo la nutrizione enterale (attraverso una sonda).

La nutrizione parenterale nel cancro viene effettuata iniettando i nutrienti bypassando il tratto gastrointestinale direttamente nel sangue o altri media interni del corpo. I componenti principali della nutrizione parenterale sono suddivisi in: donatori di energia (emulsioni di grassi, soluzioni di carboidrati) e nutrizione proteica (soluzioni di amminoacidi), che vengono introdotti nel corpo del paziente secondo schemi speciali.

La nutrizione enterale per i pazienti oncologici con crescente deplezione del corpo è un modo abbastanza efficace per nutrire i pazienti. Le diete delle sonde sono costituite da cibi e piatti liquidi e semi-liquidi che vanno direttamente nello stomaco / intestino tenue attraverso un tubo. I piatti densi sono macinati o macinati e diluiti con un liquido corrispondente alla natura della miscela nutritiva (brodo, latte, tè, brodo vegetale, succo di frutta). La temperatura del cibo è di circa 45 gradi.

La dieta più comunemente usata numero 1 o 2, e con malattie concomitanti - cibo dieta dietetica corrispondente alla malattia. Per l'alimentazione delle sonde, è possibile raccomandare alimenti speciali di produzione industriale: composito, inpitan, incapsulato, ovolact e altri. È inoltre possibile utilizzare alimenti per l'infanzia specializzati, ad esempio, i prodotti dell'azienda "Nutricia", che possono essere acquistati nei negozi di alimenti per l'infanzia. Tali miscele sono ben bilanciate e arricchite con vitamine e microelementi. Possono essere usati come piatti indipendenti, oltre che per l'aggiunta ad altri piatti e bevande.

I prodotti più anti-tossici (purifica il corpo dalle tossine)

La frequente manifestazione degli effetti negativi della chemioterapia e della radioterapia è un disturbo della sedia, spesso - la diarrea. La dieta dovrebbe essere mirata alla pulizia intestinale e alla compensazione dei nutrienti persi a causa del malassorbimento. A questo scopo, i prodotti che riducono la motilità intestinale sono inclusi nella dieta: minestre di cereali, porridge sull'acqua, uova sode bollite, purè di patate in acqua, polpette di carne, pollame e pesce, piatti di ricotta appena fatti, banane, baci, purea mele, tè verde, mousse di mirtillo, chokeberry nero e ribes.

Il consumo di alimenti ricchi di proteine ​​animali è limitato. Mangia il cibo frazionario in piccole porzioni. Con la normalizzazione delle feci, il paziente viene trasferito in un alimento più vario e meno parsimonioso con la restrizione di alimenti ricchi di fibre. Nutrizione secondo il tipo di dieta della variante asciugata e non cancellata della dieta in enterite cronica.

Un ampio gruppo di complicanze consiste nella stomatite ulcerosa, che impedisce l'assunzione di cibo e l'infiammazione della mucosa esofagea (esofagite), manifestata da difficoltà e dolore durante la deglutizione di cibo solido, dolore al petto, meno vomito o rigurgito. La nutrizione alimentare in questi casi dovrebbe essere basata sull'erosione massima della mucosa orale e dell'esofago. È necessario escludere cibi piccanti, caldi, salati e aspri, piatti asciutti.

La dieta dovrebbe essere solo cibo ben grattugiato, composto da cibi caldi semi-liquidi (zuppe di carne, omelette, purè di carne e pesce e soufflé, cereali, latte e gelatina). Escluso dalla dieta di pane, salse piccanti e spezie, piatti fritti e interi nodosi. Alcol, caffè, cibi caldi e freddi sono proibiti. Nel periodo acuto - è possibile utilizzare concentrati dietetici specifici per bambini (porridge, carne, verdura, frutta), yogurt, ricotta, gelatina non acida, formaggi grattuggiati non taglienti; quando i sintomi acuti si attenuano, brodi leggermente salati, zuppe (zuppa alla panna) e poi piatti ben macinati.

specie

Proposto un sacco di varietà di dieta in oncologia. Considera solo alcuni di loro.

Dieta Gerzon

Basato sull'esclusione dalla dieta del sale, poiché si presume che abbia una forte influenza sull'equilibrio elettrolitico del tumore. L'autore ritiene che il sale contenuto nei prodotti sia sufficiente per il corpo. La dieta comporta il consumo frequente e massimo (molti litri / giorno) di frutta e verdura fresca, che sono fonti di antiossidanti.

Succhi di frutta appena spremuti - la base della dieta Gerzona

Grassi animali, prodotti proteici (carne rossa) e alimenti tecnologicamente elaborati (prodotti in scatola, salsicce, carni affumicate, cibi salati e raffinati) sono esclusi dalla dieta. È vietato utilizzare spezie, legumi, frutta a guscio, bacche, bevande gassate, cioccolato, gelato, tè, caffè con panna acida, alcool. La dieta include molte verdure e frutta organiche, per la maggior parte crude (tranne che per ananas, cetrioli e avocado). Così come i cereali da forno, i cereali integrali, ricchi di fibre alimentari.

Dopo 1,5 mesi di tale dieta, è consentito includere prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi in una piccola quantità nella dieta. Parallelamente vengono prelevati succo di fegato di vitello, prodotti delle api, estratto di tiroide, clisteri di caffè. Il cibo dovrebbe essere cotto con una quantità minima di acqua a fuoco basso.

Dieta per il cancro Cornelius Moerman

La dieta proposta dall'autore è volta a limitare la dieta di sostanze nocive e ad attivare le difese del corpo con il cibo. I principi principali sono:

  • Mantenere un basso livello di glucosio nel sangue nel sangue, che si ottiene limitando / escludendo dalla dieta alimenti contenenti carboidrati semplici (zucchero, miele, marmellata, conserve, confetteria).
  • La dieta contiene prevalentemente prodotti vegetali, il consumo di proteine ​​animali è limitato allo scopo di ridurre i processi di sintesi delle cellule tumorali della proteina.
  • La dieta comprende cibi ricchi di fibre e alimenti che hanno attività anticancerogena (carotenoidi, tè verde, aglio, verdure crocifere) e succhi di frutta freschi (cavolo, barbabietola, carota, mela, ribes nero).
  • La dieta comprende preparati di iodio e zolfo, vitamine antiossidanti, acido citrico.
  • È necessario mangiare crusca e prodotti a base di cereali integrali.
  • In assenza di anemia, la carne rossa, il fegato e i preparati ricchi di ferro sono esclusi dalla dieta. (Per entrare nel corpo con una quantità sufficiente di acidi omega-3, dovresti consumare una varietà di noci, pesce di mare (3 volte a settimana), semi di lino e olio d'oliva).
  • Per la correzione della funzione intestinale e il reintegro del calcio dovrebbero essere inclusi nella dieta di prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi (kefir, yogurt), introducendo colture parallele di microrganismi intestinali benefici.
  • Il consumo di sale è limitato.
  • Il regime di bere è fino a 2 litri di liquido, è consigliabile bere acqua sciolta o artesiana e preparare tè, infusi e decotti su di esso.
  • Bere caffè e alcol è controindicato.

Dieta V. Laskin

La base della dieta anticancro dell'autore è l'uso di grandi quantità di quercetina, che ha un marcato effetto antiossidante e la capacità di legare i radicali liberi. Di conseguenza, i processi di recupero vengono avviati nel corpo del paziente e l'immunità viene migliorata. I prodotti ricchi di quarzina includono grano saraceno, riso integrale e rosa selvatica. La dieta viene effettuata in 2 fasi.

Porridge di grano saraceno

Al primo stadio, della durata di 3-4 settimane, la dieta è fortemente limitata. Sono esclusi carne rossa, zucchero, sale. La base della dieta: semole di grano saraceno e prodotti vegetali: bacche (rosa canina), frutta, verdura, noci.

Alimenti separati (è impossibile combinare proteine ​​e carboidrati in un unico pasto). Al mattino e prima di cena, una miscela viene preparata per la nutrizione come parte di terra rosa canina, farina di vitamine e miele, che viene diluito con acqua in uno stato di sospensione. Durante il giorno viene utilizzato per tutte e tre le dosi cereali di grano saraceno con aggiunta di fibre e condito con olio d'oliva. Per uno spuntino, l'uvetta viene utilizzata con tè verde e succhi preparati al momento, diluiti con acqua.

Nella seconda fase, con una durata di circa 1,5 mesi, la dieta viene espansa a causa dell'inclusione di proteine ​​sotto forma di pollo o pesce. Il menu può essere arricchito con un menu di frutta secca e noci, crusca. L'assunzione di proteine ​​non deve essere superiore a 0,4-0,6 g per 1 kg di peso del paziente.

testimonianza

Malattie oncologiche di vari organi e sistemi in tutte le fasi.

Prodotti consentiti

La dieta dovrebbe contenere alimenti ad alta intensità energetica e facilmente digeribili: pane di cereali, pane integrale, zuppe e cereali di miglio, riso grezzo o marrone, fiocchi di grano saraceno, pane croccante, patate bollite, caviale rosso, formaggio di soia, burro, varie tipi di pesce rosso, tonno, aringa, fegato, oliva, girasole e olio di semi di lino, uova alla coque, latte e latticini, panna acida, cioccolato, formaggi.

Assicurati di includere nella dieta carne di pollo (tacchino, pollo), carne di coniglio. Carni rosse - in piccole quantità, principalmente carne di vitello o carne magra. È importante disporre di verdure "morbide" e insalate a base di esse - carote, zucchine, pomodori, broccoli, cetrioli, cavolfiori, barbabietole, melanzane, asparagi, cavoli rapa, verdure, germe di grano, alghe e frutti maturi e bacche ( pere, albicocche, mango, mandarini, fragole, pesche, mele sbucciate, meloni, uva, lamponi, banane).

È utile includere nella dieta una varietà di frutta secca, frutta secca, miele e prodotti delle api. In piccole quantità nella dieta, è possibile immettere vini secchi e fortificati, birra, acquavite. Dalle bevande è estremamente utile verde e tisana, acqua minerale non gassata.

Tutto sulla nutrizione per i malati di cancro: carne, caffè, miele e altro ancora

Dieta per qualsiasi tipo di cancro - è il 10-15% del successo della guarigione. La nutrizione svolge un ruolo enorme nel mantenimento di un normale equilibrio di micronutrienti e vitamine all'interno del corpo.

Le neoplasie del cancro emettono una grande quantità di tossine all'interno del corpo, e una corretta alimentazione è volta a ridurre questo livello a un sano equilibrio. Inoltre, è necessario sapere cosa si può e non si può mangiare nel cancro, in modo da non aggravare la condizione e non aumentare l'intossicazione generale, peggiorare la circolazione sanguigna e non accelerare la crescita del tumore.

Inoltre, è necessario migliorare il sistema immunitario, accelerare la rigenerazione cellulare. Questo è particolarmente importante dopo una chemioterapia intensa, che colpisce molto l'intero corpo, avvelenandolo. Un'immunità sana si batterà contro le cellule maligne e attaccherà un tumore.

L'obiettivo di una corretta alimentazione

  • Ridurre l'intossicazione generale nel corpo e la localizzazione del tumore.
  • Migliora la funzionalità epatica.
  • Migliora il metabolismo e la rigenerazione di cellule e tessuti.
  • Aumentare l'emoglobina e migliorare lo scambio di ossigeno tra i globuli rossi e le cellule sane.
  • Normalizza il metabolismo
  • Migliora l'equilibrio della composizione biochimica nel sangue.
  • La rimozione di tossine e scorie.
  • L'equilibrio dell'omeostasi.

Prodotti anti-cancro

Una dieta equilibrata e una dieta per il cancro è molto diversa dalla dieta abituale. E di solito l'accento è posto sui cibi vegetali ricchi di antiossidanti, vitamine e minerali.

  1. Tè verde Contiene epigallocatechina gallato o catechina, che riduce il tasso di crescita del tumore. Bevi 200 millilitri di tè verde ogni giorno dopo cena.
  2. Funghi cinesi e giapponesi. Reishi, Cordyceps, Shiitake, Maitake hanno un buon mezzo per migliorare l'immunità in un corpo indebolito. Inoltre riduce il gonfiore e il gonfiore della neoplasia stessa. Riduce notevolmente l'intossicazione nei pressi del cancro e riduce la sua aggressività.
  3. Alghe. Dulce, clorella, wakame, spirulina, kombu sono potenti sostanze inibitorie che inibiscono il tasso di crescita del tumore e riducono i processi di divisione delle cellule tumorali. Particolarmente utile per i pazienti con tumori scarsamente differenziati.
  4. Noci e semi Zucca, sesamo, girasole, semi di lino, mandorla, noci. Contengono lignani, che aumentano la produzione di ormoni sessuali. Un buon strumento che viene utilizzato per la prevenzione del cancro al seno. Senza queste sostanze, le cellule del corpo sono più suscettibili alle mutazioni, oltre a più tossine e altri enzimi appaiono nel sangue. I semi contengono anche grassi, proteine, carboidrati e utili oligoelementi per cellule e tessuti.
  1. Verdi con foglie Senape, erba medica, germogli, grano, cipolla, carota, pastinaca, aglio, spinaci, cumino, pastinaca, prezzemolo, lattuga. Contiene una grande quantità di nutrienti essenziali, minerali, vitamine e amminoacidi naturali. Le foglie contengono anche clorofilla, dalla quale otteniamo principalmente ferro naturale. Aumenta la quantità di anticorpi nel corpo, migliora la fagocitosi, riduce la quantità di sostanze cancerogene nel sangue e nei tessuti. Rimuove l'infiammazione nel cancro del tratto digestivo. L'insalata stessa è meglio condita con olio di lino, che contribuisce anche alla terapia del cancro.
  2. Erbe aromatiche Menta, basilico, timo, maggiorana, chiodi di garofano, anice, cannella, rosmarino, cumino, curcuma. Peggiora il tasso di crescita delle formazioni tumorali e migliora il metabolismo.
  3. Fagiolini Asparagi, soia, ceci, lenticchie, piselli, fagiolini. Contiene chimotripsina e tripsina, che riduce il tasso di crescita delle cellule aggressive. Migliora la rigenerazione cellulare. Buono con pesce bollito.
  4. Frutta, verdura Barbabietole, limone, mandarino, zucca, mela, prugne, pesche, pompelmo, albicocca. Contengono beta-carotene, licopene, acido ellagico, quarzina e lubeina - questi antiossidanti proteggono il corpo durante la chemioterapia e la radioterapia.
  1. Bacche. Ciliegia, ciliegia, ribes, mirtillo, liscivia, mora, fragola, mirtillo, lampone - il tumore produce una grande quantità di tossine esogene che le bacche neutralizzano con l'aiuto di sostanze inibitori antigeniche. Migliorare la protezione delle cellule del DNA dall'esposizione ai raggi ultravioletti e chimici, ridurre la possibilità di una mutazione e distruggere le cellule tumorali.
  2. Verdure crocifere Rapa, cavolo bianco, cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, broccoli e ravanello contengono indolo e glucosinolato, che migliorano la funzionalità epatica, riducono l'intossicazione e peggiorano la germinazione delle cellule tumorali nei vasi sanguigni.
  3. Miele, pappa reale, propoli, polline. Migliora la rigenerazione, migliora l'immunità, riduce il tasso di crescita del cancro e ha un leggero effetto anestetico per il paziente. Il miele è spesso usato per cancro o carcinoma dello stomaco.

Prodotti per il cancro vietati

  1. Soda, soda e acqua.
  2. Alcol in pacchetti.
  3. Brodi di pesce, carne o pollame.
  4. margarina
  5. lievito
  6. Zucchero e dolce
  7. Alimento di aceto
  8. Latte intero Il resto dei latticini può essere.
  9. Farina di prima scelta
  10. Cibi in scatola, sottaceti, cetrioli sott'aceto, pomodori, verdure sott'aceto, ecc.
  11. Patata stantia
  12. Piatti molto grassi.
  13. Salsicce, salate, affumicate senza alcuna differenza.
  14. Qualsiasi grasso fritto
  15. Farina, pasticcini, focacce, torte, pasticcini, che aggiungono molte altre sostanze.
  16. Maionese e negozio di ketchup.
  17. Coca-Cola, Sprite e altre dolci bevande gassate e analcoliche.
  18. Formaggio lavorato e trattato termicamente
  19. Carne macinata surgelata, pesce, carne e prodotti semilavorati.
  20. Alimenti affumicati, molto salati, piccanti e molto grassi.
  21. Carne di manzo - a causa dell'enorme quantità di additivi, la maggior parte delle mucche ha crescite cancerose, ovviamente vengono tagliate quando vengono vendute, ma è meglio non rischiare.

regole

Prima di tutto, devi discutere della tua dieta con il tuo medico, poiché solo lui conosce i dati esatti sulla posizione, lo stadio e l'aggressività dell'educazione contro il cancro. Dopo ogni trattamento, la chemioterapia e dopo l'intervento chirurgico, è meglio riorganizzare la dieta, poiché è necessario prima di tutto appoggiarsi su sostanze e prodotti facilmente digeribili, così come il cibo che fornisce una grande quantità di proteine ​​e carboidrati per il recupero e la rigenerazione.

A 1 chilogrammo di peso umano sono necessari fino a 30-40 kilocalorie. Puoi vedere la tabella qui sotto.

Nutrizione per oncologia. Dieta per i malati di cancro

Il ruolo della corretta alimentazione è difficile da esagerare. Quando ci ammaliamo, mangiare sano aiuta a combattere le malattie. Pertanto, il ruolo di una corretta alimentazione in oncologia non può essere diminuito.

È così importante mangiare correttamente nel cancro?

Scegliendo prodotti non salutari per il cibo con conservanti, stabilizzanti, esaltatori di sapidità, non solo non contribuiamo a migliorare la salute, ma provocano anche l'insorgenza di molte malattie, comprese quelle oncologiche. Ma se la semplice prevenzione dell'oncologia con l'aiuto di una corretta alimentazione sembra essere un esercizio inefficiente e una perdita di tempo, il trattamento dietetico per un cancro esistente è cruciale durante o dopo il trattamento medico, contribuendo a stabilizzare il paziente oncologico.

Una corretta alimentazione bilanciata supporta il normale metabolismo, riempie il corpo di vitamine, minerali che sono necessari per il sistema digestivo, ma previene anche il verificarsi di radicali liberi che possono influire negativamente sui tessuti degli organi.

Nei pazienti con neoplasie maligne (carcinomi), il metabolismo fallisce a causa del fatto che il tumore richiede una quantità significativa di glucosio, vitamine e proteine, mentre si gettano prodotti di scarto tossici nel sangue del paziente. Questo è accompagnato da intossicazione, perdita di peso e grave debolezza. Se il sanguinamento si verifica nella malattia, ci possono essere segni di anemia e mancanza di ossigeno nei tessuti, e questo aggrava notevolmente la condizione del paziente con oncologia. La peculiarità della dieta del paziente oncologico è che, se è necessario abbandonare una vasta gamma di prodotti, è necessario, se possibile, fornire al paziente oncologia la quantità necessaria di calorie e nutrienti. E con certi tipi di tumori (nello stomaco, nell'intestino, nella laringe, nella cavità orale) per raggiungere questo è difficile. In tali casi, oltre al cibo usuale, si è ricorso all'infusione o all'intestino (utilizzando una sonda) l'introduzione di ulteriori miscele e sostanze. Ciò accade spesso se il paziente appartiene a pazienti incurabili di oncologia, vale a dire quando non c'è speranza per un buon esito della malattia.

Dieta per l'oncologia

Una dieta contro la formazione delle cellule tumorali dovrebbe consistere in una grande quantità di alimenti vegetali: verdure e frutta, cereali e legumi, fibre, ma non eliminare dalla dieta e dalla carne, preferendo le sue varietà a basso contenuto di grassi: vitello, tacchino, coniglio. È necessario includere nella dieta pesce ricco di acidi grassi polinsaturi e frutti di mare, dove lo iodio è presente nella giusta quantità.

Ma il primo passo per una tale dieta dovrebbe essere l'abbandono di prodotti che contengono agenti cancerogeni e, di conseguenza, causare il cancro: fast food, salsicce, carne affumicata e pesce, patatine fritte, vari semilavorati, confetteria, bevande zuccherate gassate e t. d.

Se lo stato dell'apparato digerente di una persona che soffre di cancro si risolve, la dieta dovrebbe contenere carboidrati facilmente accessibili sotto forma di noci, miele, frutta secca (albicocche secche, uva passa, datteri), biscotti o cioccolato.

Regole nutrizionali per il cancro

La dieta per l'oncologia ha certamente bisogno di essere coordinata con il medico, dal momento che è importante conoscere i dati esatti sulla posizione, lo stadio e la malignità del tumore. Dopo ogni trattamento, ad esempio, la chemioterapia dei tumori maligni e dopo l'intervento chirurgico, è consigliabile riconsiderare la dieta dopo aver consultato un oncologo. In questo caso, la dieta dovrebbe contenere alimenti facilmente digeribili e alimenti in grado di fornire la massima quantità di proteine ​​e carboidrati per il recupero e la rigenerazione. Per il calcolo utilizzare il rapporto: per 1 kg di peso di una persona sono necessari fino a 30-40 kilocalorie In base a questo, è possibile calcolare la dieta calorica approssimativa.

È importante! I pasti dovrebbero essere il 55% di carboidrati, il 30% di grassi e il 15% di proteine.

Quando l'oncologia deve soddisfare i requisiti semplici obbligatori per l'assunzione di cibo e la sua preparazione:

  1. Mangia il cibo a temperatura ambiente, elimina i cibi molto caldi o dal frigorifero;
  2. Masticare il cibo deve essere completo per migliorare la digestione. Questo è particolarmente importante per i pazienti con cancro gastrointestinale;
  3. È desiderabile mangiare il cibo in una specie bollita, per escludere piatti fritti. La frittura peggiora le condizioni del corpo nel suo insieme e il fegato, in particolare;
  4. Ci sono piccole porzioni (circa 250 g per porzione) da 5 a 7 volte al giorno;
  5. Mangia solo cibo fresco, non conservare i pasti pronti per più di mezzogiorno;
  6. Per coloro che hanno subito la gastrectomia, il cibo dovrebbe essere macinato in un frullatore;
  7. Il giorno, bere almeno 2 litri di acqua senza gas, si può bollire dal rubinetto.

Quali alimenti dovrebbero essere consumati dal cancro

Considerando anni di ricerca, è possibile identificare alcuni prodotti che ostacolano lo sviluppo di un tumore, vale a dire rallentare la sua crescita. Contengono sostanze con sostanze antiossidanti, anti-cancro e persino sostanze che aumentano l'immunità. Una dieta corretta non può essere solo la prevenzione del cancro, ma offre anche ai malati di cancro un'ulteriore possibilità di cura.

Collezione del monastero di padre George. La composizione di cui è composto da 16 erbe è uno strumento efficace per il trattamento e la prevenzione di varie malattie. Aiuta a rafforzare e ripristinare l'immunità, eliminare le tossine e avere molte altre proprietà utili.

L'elenco dei prodotti utili in oncologia comprende:

  • Varietà di pesce a basso contenuto di grassi;
  • Legumi e cereali, soia;
  • Broccoli (altre verdure crocifere);
  • pomodori;
  • Aglio e cipolle;
  • Bacche, frutta;
  • Tè verde (nero).

Il pesce, grazie al contenuto di acidi grassi omega-3, aiuta a normalizzare il metabolismo dei grassi, previene l'insorgenza di radicali liberi e l'ossidazione nelle cellule. Chi preferisce il pesce invece della carne grassa, soffre meno l'obesità e il diabete, previene le recidive del tumore (metastasi).

Legumi e cereali (asparagi, ceci, lenticchie, piselli, grano saraceno, fagioli verdi), i semi di soia contengono in quantità sufficiente oligoelementi, vitamine e fibre. Inoltre, danno al corpo la giusta quantità di calorie, senza causare obesità, che può essere uno dei fattori di rischio per la formazione di tumori maligni. Legumi e cereali contengono chimotripsina e tripsina, che aiuta a ridurre il tasso di crescita delle cellule aggressive (una sorta di sostanze anti-cancro). I derivati ​​di soia hanno proprietà anti-cancro e riducono gli effetti collaterali durante la radioterapia o la chemioterapia.

I broccoli contengono diverse sostanze che hanno un effetto antitumorale - luteina, sulforafano, indolo-3-carbinolo. Come risultato della ricerca, è stato trovato che i broccoli sono molto utili per il cancro del polmone, della vescica, della prostata e della ghiandola mammaria. Il rischio di cancro ai polmoni con il consumo sistematico di broccoli per un periodo di 10 anni è ridotto di quasi un terzo, e per gli uomini che consumano almeno 300 g di broccoli a settimana, il rischio di sviluppare il cancro alla vescica è quasi dimezzato. Il risultato particolarmente buono dell'uso di broccoli si ottiene se si usa cavolo al vapore per alimenti.

Bianco e cavolfiore, crescione (piante crocifere) hanno proprietà simili. Il cavolo bianco può normalizzare il livello di estrogeni, previene la formazione del cancro al seno e alla prostata. Se ci sono processi precancerosi nella cervice (displasia), i componenti presenti nel cavolo combattono le cellule tumorali.

Il licopene contenuto nei pomodori è un potente antiossidante. Il licopene interferisce con un aumento della crescita dei tumori presenti e aiuta le proprietà antiossidanti del corpo a funzionare meglio. Se ci sono pomodori in forma grezza e bevono come succo (pasta), ciò può portare ad una diminuzione del volume di alcuni tipi di tumori (prostata, polmone, cancro al seno). Per scopi profilattici, i pomodori sono usati per ridurre il rischio di cancro del pancreas intestinale, cervicale.

L'aglio ha un effetto antimicrobico e migliora il lavoro dei linfociti e dei macrofagi, a causa dei phytoncides che contiene. Ha una sostanza (diallil solfuro), che è molto efficace nella lotta contro i tumori maligni (cancro della prostata, stomaco, intestino, pelle). L'assunzione di aglio è ancora più efficace della terapia con BCG nell'oncologia della vescica.

Per un effetto positivo, è necessario mangiare uno spicchio d'aglio ogni giorno, ma bisogna tenere presente che è possibile aumentare il lavoro del tratto gastrointestinale, così come la comparsa di dolore addominale e vomito. A causa delle proprietà anticoagulanti, non è necessario essere interessati all'aglio per coloro che hanno violato la coagulazione del sangue, o quando assumono farmaci che fluidificano il sangue, così come prima dell'intervento chirurgico. Le cipolle hanno proprietà simili, ma meno pronunciate.

Bacche (fragole, ciliegie, lamponi, mirtilli, ciliegie, ribes, mirtilli, more, more, fragole) e frutta (limone, mandarino, mela, pompelmo, banana, prugne, pesche, albicocche), uva e alcune verdure (per esempio, barbabietole o zucche) hanno un sacco di vitamina C e altri ingredienti utili - licopene, beta-carotene, acido ellagico, quercetina e luteina. Spesso usato semplicemente scorza di agrumi per prepararlo con il tè.

Nell'uva (principalmente nella buccia e nelle fosse) esiste una sostanza resveratrolo, che ha antiossidanti che prevengono l'insorgenza di mutazioni genetiche nelle cellule del corpo. Questa sostanza arresta lo sviluppo di processi infiammatori, che sono sia una causa che una conseguenza del cancro. A volte si consiglia di utilizzare una piccola quantità di vino, che può fungere da agente terapeutico e profilattico per i pazienti oncologici.

A causa delle sostanze simili all'estrogeno nell'uva, che causano un aumento della crescita dei tumori al seno, le donne con condizioni precancerose e il cancro al seno dovrebbero usare l'uva con cautela.

Bere il tè verde è utile per la prevenzione e il controllo del cancro a causa dei polifenoli che contiene (epigallocatechina gallato o catechina, riduce il tasso di sviluppo del tumore), che ha un effetto antiossidante. Un effetto simile, ma meno pronunciato può essere ottenuto dal tè nero. Fermare gli effetti dannosi dei radicali liberi, il tè aumenta l'attività antitumorale del corpo, impedisce la crescita dei tumori esistenti riducendo il tasso di crescita dei vasi sanguigni in loro, infatti, è un anticancerogeno.

Per avere un effetto positivo, dovresti bere circa 3 tazze di tè verde al giorno, avere problemi cardiaci (aritmie) o organi dell'apparato digerente, non dovresti essere troppo portato via con loro.

Puoi anche menzionare altri utili per i prodotti per le condizioni di cancro. È possibile utilizzare miele, propoli, pappa reale, polline, sono utili in oncologia dell'intestino e della ghiandola mammaria grazie all'azione anti-infiammatoria e antiossidante.

Molto utile: alghe, alghe brune (spirulina, dulce, wakame, chlorella, kombu), funghi shiitake (migliorare l'immunità e ridurre gonfiore e gonfiore del tumore), noci (noci, arachidi) e semi (zucca, girasole, sesamo, lino) olio d'oliva

Verdure a foglia verde: spinaci, lattuga, senape, erba medica, cumino, pastinaca, prezzemolo contengono un numero maggiore di sostanze nutritive essenziali, minerali, vitamine e aminoacidi. La clorofilla è presente anche nelle foglie, dalle quali si ricava ferro naturale.

Alcune erbe aromatiche sono molto utili in oncologia: migliorano il metabolismo e aiutano a ridurre il tasso di crescita dei tumori cancerosi. Queste erbe includono: menta, timo, maggiorana, chiodi di garofano, rosmarino, basilico, cumino.

Tra le spezie si segnalano la curcuma e la cannella, che possono prevenire il verificarsi di tumori cancerosi. Per una migliore assimilazione della curcuma, è necessario utilizzarlo con lo zenzero (o il pepe nero). Nel processo di mangiare consigliato di prendere un cucchiaino di polvere di curcuma. La radice di zenzero ha proprietà antitumorali. È meglio usare sotto forma di un decotto o in una forma grattugiata. Lo zenzero può anche ridurre la nausea nel cancro. Ma dovrà essere escluso dalla dieta, se è prevista un'operazione nel prossimo futuro.

Anche la formazione delle cellule tumorali viene rallentata con l'aiuto del peperoncino. Barbabietole rosse, carote e altri ortaggi e frutti di colore giallastro o rossastro hanno un effetto simile di arresto.

Molti medici raccomandano di mangiare cioccolato amaro in piccole dosi (è utile per la prostata), in cui il cacao non supera il 70%.

Cosa non mangiare quando oncologia

Oltre ai prodotti raccomandati per l'oncologia e nel corso del trattamento, ci sono prodotti il ​​cui uso è controindicato in questa malattia:

  • Bevande alcoliche, caffè, bevande gassate;
  • Alimenti in scatola, sottaceti, marinate;
  • Prodotti affumicati, prodotti semilavorati congelati;
  • Grassi fritti di ogni tipo, strutto;
  • soda;
  • zucchero;
  • Alimenti che contengono aceto;
  • Latte intero (sono ammessi altri prodotti lattiero-caseari e fermentati come il kefir);
  • lievito di birra;
  • Farina, cottura al forno, margarina;
  • Maionese, ketchup;
  • Formaggi fusi;
  • Alimenti altamente speziati, salati e grassi.

Cattive abitudini come il fumo sono considerate un ulteriore colpo al corpo.

Video: quali sono i pazienti oncologici?

Alcuni tipi di cancro e abitudini alimentari con loro

In alcune forme di cancro, sono richiesti tipi speciali di diete - un'alimentazione speciale. Questo si applica direttamente ai pazienti con patologie degli organi digestivi, dopo interventi chirurgici, durante la chemioterapia.

La diagnosi di cancro gastrico (retto) è controindicata per cibi troppo speziati, fritti o grassi, condimenti, prodotti che aumentano la secrezione di succo gastrico (verdure in salamoia, alcol, bevande gassate) sono proibiti. La preferenza è data a zuppe, pappe, carne macinata, purè di patate varie, frutta. Nell'intervento chirurgico, una dieta implica un rifiuto temporaneo assoluto di mangiare cibo attraverso la bocca per 2-6 giorni. Tutti i componenti nutrizionali necessari vengono iniettati attraverso una flebo IV (per via parenterale). Successivamente è possibile alimentare enteralmente (attraverso una sonda) con moduli nutrizionali che includono un singolo nutriente: proteine, grassi o carboidrati.

In caso di cancro intestinale, il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile, si dovrebbe dare la preferenza a prodotti vegetali, verdure, pesce, olio vegetale. Non mangiare cibi che aumentano la formazione di gas (uva, cavoli). L'alcol è necessariamente escluso. La potenza dovrebbe essere frazionale. Principi simili dovrebbero essere seguiti nel cancro del fegato.

Nel cancro al seno, alcuni prodotti sono raccomandati per l'uso che aiutano a combattere le neoplasie in quest'area. Tali prodotti includono: soia, zucca, carota, spinaci, salmone, merluzzo, nasello, ippoglosso.

Caratteristiche diete dopo l'intervento chirurgico

I pazienti nel periodo postoperatorio sono autorizzati a mangiare prodotti caseari (fiocchi di latte), uova, pesce e bere tè (kissel). Più tardi, l'elenco dei prodotti consentiti può essere ampliato, ma alcuni prodotti: piatti fritti e affumicati, condimenti, dolci e alcol, non ci sarà posto. Cereali utili, crusca, che hanno la capacità di normalizzare la peristalsi, che prevengono la stitichezza. Ma il riso e la pasta sono cibi proibiti.

In presenza di un kalosbornik per rimuovere le masse fecali, i pazienti (in particolare i pazienti gravemente ammalati) sono tenuti ad osservare il corretto regime di assunzione di bevande (evitando la disidratazione). Cavolo, legumi, uova, condimenti, succo di mela e uva, i dadi sono controindicati nel menu - ciò che può causare la formazione di gas.

Una dieta in fase 4 di oncologia ha le sue caratteristiche a seconda della posizione della neoplasia, ma tutti i pazienti hanno bisogno di nutrizione specializzata ipercalorica, perché il tumore del cancro "si nutre" di una quantità significativa di energia, aminoacidi, glucosio, vitamine, proteine.

Cachessia del cancro, o in altre parole, deplezione (indebolimento) del corpo, il destino di tutti i pazienti con forme avanzate di oncologia. Ci può essere una perdita di appetito o anche una completa avversione al cibo in generale, o ad alcuni cibi, come la carne. Spesso un malato di cancro rifiuta di mangiare e ha bisogno di aumentare l'appetito, cosa che può essere fatta diversificando la dieta con nuove ricette. Oltre alla buona nutrizione, i pazienti hanno bisogno di bere vitamine, assumere multivitaminici e minerali in pillole, medicinali che compensano la mancanza di ferro, magnesio, selenio. Non aver paura di mangiare carboidrati. Molte persone pensano che un tumore maligno consuma una maggiore quantità di glucosio, questa è una controindicazione per il suo consumo, ma è necessario tener conto del consumo energetico del corpo del paziente, quindi il compenso per i propri bisogni è il compito principale della nutrizione.

Funziona dopo la chemioterapia

Durante la chemioterapia e nelle pause tra i corsi, si consiglia di utilizzare i prodotti di quattro gruppi:

  • proteine;
  • prodotti lattiero-caseari;
  • Pane e cereali;
  • Frutta e verdura

Durante la chemioterapia, è necessario aumentare la quantità di fluido consumato a 2 litri al giorno, se i reni funzionano e l'urina viene normalmente escreta. È utile bere i succhi di frutta - carota, mela, barbabietola rossa, lampone, ed è generalmente bene usare la falcoterapia.

Se il paziente è costantemente nauseabondo e vomito, allora è necessario ridurre il consumo di latte, troppo dolce (lo zucchero in grandi quantità è dannoso per il paziente) e gli alimenti grassi. È ragionevole fare esercizi di respirazione, mangiare piccole porzioni e non bere molta acqua dopo i pasti, in modo che lo stomaco non diventi troppo pieno. È necessario abbandonare le spezie, i prodotti con un gusto forte, e subito prima dell'introduzione di qualsiasi farmaco chemioterapico o quando è necessaria l'irradiazione, è meglio che i malati di cancro non mangiano.

Esistono molti tipi di diete raccomandate per l'oncologia: senza proteine, proteine, alcaline, universali, ecc. Ma si può dire che il medico prescrive ogni dieta individualmente, non importa quanto sia buona, basata non solo sulla malattia, ma anche tenendo conto di molti altri fattori.

Recensioni

Dopo l'operazione di asportazione del tumore allo stomaco, sono dovuta andare a dieta. Per molto tempo è stato difficile abituarsi all'assenza di alcuni prodotti, ma poi ho avuto un assaggio e ho anche provato a diversificare il mio menù dietetico con prodotti consentiti.

Ho sentito che con l'oncologia, puoi mangiare caviale, sia rosso che nero, e di recente ho letto che, di fatto, puoi sostituirlo con pesce grasso, dove c'è Omega3 utile.