Epatopatia reattiva

Cibo

Epatite reattiva o epatica non specifica. L'epatite reattiva è uno stadio secondario di malattie infiammatorie con una zona di danno al fegato, al tratto gastrointestinale, all'intestino, ai farmaci e agli effetti tossici, virus infettivi, effetti alcolici su organi e altre possibili patologie nel corpo.

Lo sviluppo dell'epatite reattiva è lo sviluppo non specifico della patogenesi. Si verificano gli effetti dei fattori eziologici (agenti eppossici). Gli agenti epatossici influenzano direttamente il tessuto epatico (parenchima), con conseguente distrofia epatica, le cellule epatiche influenzano la necrosi (morte cellulare), i processi reattivi di proliferazione del mesenchima sono accompagnati da disturbi immunologici.

Elenco delle cause dell'epatite reattiva

Epatite reattiva, non specifica, denominata malattie somatiche. L'azione di alcuni fattori negativi provoca l'insorgenza e innesca processi patologici nel corpo.

Le cause più comuni (patogeni) dello sviluppo dell'epatite reattiva:

Cambiamenti nel fegato associati a malattie croniche, virali, infettive, batteri, vermi, leptospirae causano cambiamenti reattivi nel fegato. Una percentuale maggiore di casi al momento dello sviluppo dell'epatite reattiva può essere dovuta a effetti tossici sul corpo, comprese estese bruciature della pelle. Interventi chirurgici, condizioni granulomatose, spesso diventano l'impulso per lo sviluppo dell'epatite reattiva, che supporta psicosomatica
condizione umana.

I sintomi dell'epatite reattiva

La sintomatologia dell'epatite reattiva è simile ai sintomi insiti in tutte le epatiti, sintomi comuni che possono avvisarci di consultare un istituto medico per diagnosticare una possibile malattia.

Lo stato itterico è notato nel caso di epatite reattiva meno frequente rispetto ai segni di ingrossamento del fegato (dolore sordo, pesantezza, disagio nell'ipocondrio destro). Poiché l'eziologia di tutti i sintomi è simile ad altre forme di epatite e possibili malattie concomitanti, solo dopo che tutti i test e gli studi sono stati effettuati, un medico può fare una diagnosi corretta e confermare un risultato positivo per l'epatite reattiva.

Metodi per diagnosticare l'epatite reattiva

Risultati dell'analisi del sangue:

L'analisi biochimica del sangue mostra la presenza di epatite con una deviazione dalla norma superiore a 10 standard. La deviazione minima di ALT (alattransmenazy) a 3 standard; La deviazione media della norma da ALT a 5; La deviazione moderata dell'ALT da 5 a 10 è normale.

Gli studi istologici sui processi del fegato, in primo luogo, sono indicatori dell'attività istologica (IGA). Gli indicatori prendono in considerazione in punti anomalie morfologiche nella fase della malattia con epatite.

Quando si diagnostica la fibrosi epatica - da 0 a 4 punti; Quando si diagnostica la necrosi focale intralobulare del fegato - da 0 a 4 punti; Quando si diagnostica la necrosi periportale del fegato, compresi quelli di ponti, da 0 a 10 punti.

Queste analisi istologiche, l'indice "Knodell" assegna il grado di attività cronica di epatite:

Alta attività di epatite - da 13 a 18 punti; Attività moderata dell'epatite - da 9 a 13 punti; Bassa attività dell'epatite - da 4 a 8 punti; Indicatori minimi di attività - da 1 a 3 punti.

La scala METAVIR distingue le forme di epatite cronica:

Indicatore 3 - fibrosi pronunciata con setti portocentrale; Indicatore 2 - fibrosi moderata con setti portoportali; Indicatore 1 - lieve fibrosi periportale; Indicatore 0 - nessuna epatite rilevata, nessuna fibrosi.

Un esame del sangue per ALT e AST, con indicatori nella direzione di aumentare, varie malattie sono diagnosticate secondo gli indicatori corrispondenti nella tabella delle trascrizioni mediche. Epatite cronica, epatite virale acuta dei gruppi A, B, C, danno tossico, alcolico, farmaco-indotto al fegato, malattia di Wilson, emocromatosi, cirrosi, insufficienza epatica possono essere diagnosticati.

FibroTest rivela il possibile grado di fibrosi epatica, a quale stadio è il processo di danno epatico da fibrosi.

L'esame istologico rivela i biopati del fegato, la presenza, l'assenza e lo stadio di attivazione di una possibile malattia, fino a quando procedono i processi attivi di distruzione e distruzione dei tessuti e delle cellule epatiche.

Biopsia epatica

Una biopsia epatica è un metodo di ricerca specifica del parenchima epatico, cioè il suo piccolo frammento, che è preso dal metodo della puntura attraverso la superficie della pelle dell'ipocondrio destro. Con l'aiuto di un ago speciale, viene effettuata una puntura, l'anestesia del sito di puntura viene eseguita per prima. L'ago è inserito all'interno, una punta speciale sull'ago prende un piccolo pezzo di tessuto epatico per l'esame biologico e istologico.

Il metodo è abbastanza nuovo nella medicina moderna e si applica solo in relazione al fegato degli organi. La biopsia epatica è un metodo efficace per studiare il materiale per una diagnosi accurata. L'attrezzatura medica di alta qualità consente di tracciare tutte le fasi dello sviluppo, l'attività dei processi che si verificano nell'organo interessato. Cirrosi, fibrosi, insufficienza epatica, neoplasie maligne, emocromatosi, decorso latente dell'epatite B, steatosi, tutte queste malattie rivelano una significativa biopsia epatica. Le malattie complicate devono essere riconosciute e iniziare il trattamento il più presto possibile, questo metodo aiuta i medici, dove è inconfondibile per diversi giorni riconoscere una malattia o un'altra sperimentalmente.

Dopo una biopsia, al paziente viene prescritto un riposo a letto per un giorno, dopo il quale è possibile tornare alla vita normale.

Prima dell'inizio della procedura di biopsia, viene prescritto un test di coagulazione del sangue per evitare emorragie interne al momento della puntura del tessuto durante la biopsia. Un prerequisito (se non c'è altra prescrizione del medico) è di interrompere l'assunzione di farmaci, specialmente antivirali, entro 7-10 giorni prima dell'inizio della procedura. Prima di una biopsia, è necessario ridurre il più possibile lo sfondo emotivo, le condizioni del paziente dovrebbero essere molto calme. L'attività fisica prima della procedura di biopsia deve essere ridotta il più possibile in 2-4 giorni.

Possibili complicazioni, effetti collaterali dopo la procedura, la biopsia è abbastanza rara. Un leggero dolore nell'ipocondrio destro è possibile nel momento stesso della procedura di raccolta del tessuto, per diverse ore dopo.

Screening RM

Con l'aiuto della risonanza magnetica per immagini, i medici che utilizzano un metodo tomografico per esaminare organi interni e tessuti diagnosticano una particolare malattia e varie patologie con l'aiuto di un fenomeno fisico di risonanza magnetica nucleare.

Le scansioni MRI forniscono immagini chiare di varie parti del corpo in tre o cinque piani di visualizzazione. Grazie a questa ultima tecnologia, i medici possono ottenere le informazioni più accurate sul quadro clinico dell'organo interessato allo studio. È possibile rilevare la malattia all'inizio dello sviluppo fino all'inizio del periodo di incubazione solo con l'aiuto della risonanza magnetica. La risonanza magnetica è il gold standard per l'esame degli organi del tratto gastrointestinale, delle articolazioni, del sistema muscolo-scheletrico, del midollo spinale e del cervello, del fegato, della cavità addominale e delle malattie della pelvi.

Cambiamenti strutturali nel cervello; Disturbi della colonna vertebrale; Diagnosi di vari tumori Malattie della ghiandola pituitaria; Malattie articolari; Malattie dell'apparato osseo; Malattie della cavità addominale e della piccola pelvi; Malattie del fegato, milza, pancreas; Malattie polmonari; Malattie del sistema vascolare.

Controindicazioni alla risonanza magnetica - con la presenza di metallo nel corpo (ferite da schegge, ferite con ferro), un apparato artificiale per il lavoro del ritmo cardiaco, apparecchi acustici impiantati, una lente artificiale dell'occhio, spilli (metallo).

La gravidanza nel primo trimestre, nell'ultimo trimestre di gravidanza, a volte è prescritto un esame RM per i bisogni urgenti, questo periodo è considerato il più sicuro per una risonanza magnetica.

L'eccezione alla risonanza magnetica è anche la paura dello spazio limitato (claustrofobia), grave obesità. A causa dell'obesità grave, una persona non può essere posta in una capsula tomografica.

Il costo dello studio dipende dal volume della ricerca e dall'uso di un mezzo di contrasto per la risonanza magnetica. La risonanza magnetica è uno studio costoso, ma in situazioni difficili per diagnosticare questa o quella malattia nascosta che colpisce gli organi interni e distrugge, destabilizza tutto il corpo è il più efficace nel fare una diagnosi accurata nel più breve tempo possibile.

Trattamento per epatite reattiva

Il trattamento con epatite reattiva, tenendo conto dell'analisi dell'attività di ALT, AST, bilirubina, fornisce farmaci con farmaci mirati e conformità alimentare durante il trattamento, in caso di forme complesse e gravi di malattie, le diete sono seguite per tutta la vita dopo il trattamento.

Osserva il regime, elimina lo sforzo fisico, tutti i modi per sconfiggere i patogeni tossici e alcolici. Trattamento farmacologico dell'epatite reattiva.

Riboverin e Enterferon alfa sono prescritti insieme, secondo lo schema della ricezione combinata. Individualmente, questi farmaci funzionano con bassi tassi di successo del trattamento. Con un regime di combinazione e un determinato dosaggio, che dipende dalla diagnosi di una persona malata, questa combinazione dà risultati molto buoni nel trattamento dell'epatite e nel recupero di successo.

Dieta per epatite reattiva e altre forme di epatite

La dieta Pevzner n. 5 è la dieta principale per la diagnosi di epatite reattiva, epatite cronica B, C, vari disturbi del sistema gastrointestinale, cirrosi epatica, pancreatite, colestasi e altre malattie associate a questi organi.

Il principio della dieta è rivolto a metodi dietetici, basati su una dieta moderata. Uso equilibrato di verdure, frutta, carne, pesce per tutto il giorno. Pasto 5-6 volte al giorno non in grandi porzioni. Acqua - 2-2,5 litri al giorno. L'esclusione di alcol in qualsiasi forma!

Epatite reattiva

Epatite reattiva - danno epatico secondario diffuso, caratterizzato dallo sviluppo di processi infiammatorio-distrofici nel parenchima sullo sfondo di malattie dell'apparato digerente e di altri sistemi, esposizione a radiazioni, ustioni, ecc. Clinicamente manifesta sintomi moderati: debolezza, affaticamento, diminuzione dell'appetito, pesantezza nell'ipocondrio destro, epatomegalia; raramente - ikterichnost pelle e membrane mucose, splenomegalia. La diagnostica ha lo scopo di escludere l'epatite di una diversa eziologia: test per epatite virale, esami biochimici e strumentali, biopsia epatica. La terapia è il trattamento della patologia di base.

Epatite reattiva

L'epatite reattiva è un problema difficile per molti gastroenterologi, in quanto è una malattia secondaria che si manifesta in un contesto di un'altra grave patologia, e nella sua essenza è una diagnosi di esclusione. I cambiamenti reattivi nel fegato sono caratteristici di molte malattie, in particolare il danno a quegli organi che si trovano nelle immediate vicinanze del fegato. La diagnosi e la terapia dell'epatite reattiva sono ridotte all'identificazione e al trattamento della malattia di base. Questa patologia è abbastanza comune, ma una conoscenza insufficiente dei medici di medicina generale determina la sovradiagnosi di specifiche epatiti (virali, tossiche, autoimmuni, alcoliche, medicinali, ecc.) E di conseguenza la prescrizione di un trattamento anormale ed eccessivo. Quando viene effettuata una diagnosi corretta e la patologia principale viene curata, i cambiamenti nel fegato regrediscono rapidamente.

Molti ricercatori nel campo dell'epatologia hanno dibattuto a lungo sul ruolo dell'epatite reattiva nella classificazione del danno epatico cronico. È stato stabilito che l'epatite reattiva è una condizione sindromologica in cui non solo il parenchima è interessato, ma gli elementi mesenchimali del fegato. L'epatite reattiva viene diagnosticata in almeno il 40% dei casi.

Cause di epatite reattiva

Molte malattie dell'apparato digerente (ulcera gastrica e ulcera duodenale, patologie dopo gastrectomia (compresa sindrome da dumping), cancro dello stomaco, malattie delle vie biliari e del pancreas, colite ulcerosa, ecc.) E altri sistemi possono portare allo sviluppo dell'epatite reattiva. (reumatismi, periarterite nodosa, artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, dermatomiosite, sindrome di Sjogren, endocrinopatia, anemia emolitica).

Inoltre, varie infezioni batteriche e virali, lesioni protozoarie ed infezioni da elminti possono iniziare epatite secondaria; intossicazione, ustioni estese, chirurgia epatica (inclusa biopsia), granulomatosi. Nel 1987, è stato dimostrato che l'epatite reattiva si sviluppa in pazienti con patologia oncologica anche prima che il tumore si metastasi nel fegato. Inoltre, alcuni autori considerano anche reattivi gli stadi iniziali dell'epatite tossica e farmaco-indotta.

La base della patogenesi della malattia è una violazione della funzione di detossificazione del fegato in relazione agli antigeni e varie sostanze tossiche che entrano nel tessuto attraverso il flusso sanguigno. Allo stesso tempo, il portale (edema ed espansione dei tratti portale con necrosi dei singoli epatociti) o lobulare (necrosi del parenchima localizzato attorno alla vena centrale) di danno tissutale del fegato, sviluppo di proteine ​​focali e grassi. I cambiamenti istologici nell'epatite reattiva sono minimi, il che testimonia a favore del suo andamento benigno e della completa reversibilità del processo.

Con la sconfitta del pancreas e delle vie biliari, il ruolo principale nella patogenesi dell'epatite reattiva è l'idrolisi e l'assorbimento delle proteine, associati all'inibizione della funzione esocrina del pancreas, così come l'ingresso nel fegato di prodotti di degradazione del pancreas. In presenza di infezione del tratto biliare, lo sviluppo dell'epatite reattiva è solitamente causato da batteri che entrano nel parenchima epatico, sia per via ematogena che ascendente. Inoltre, il ristagno della bile porta alla colestasi, che esacerba i cambiamenti patologici nel fegato. Tuttavia, l'eliminazione della causa dell'epatite reattiva in questo caso (colecistectomia) porta a una regressione spontanea dei fenomeni di epatite reattiva. Secondo la classificazione morfologica, l'epatite reattiva si riferisce a malattie con attività minima del processo infiammatorio e fibrosi.

I sintomi dell'epatite reattiva

L'epatite reattiva aspecifica in molti pazienti è assolutamente asintomatica e in altri ha una clinica cancellata che maschera i sintomi della malattia sottostante. Il quadro clinico dell'epatite reattiva si sviluppa in oltre il 97% dei pazienti con colelitiasi, nel 40% dei casi di pancreatite, nella maggior parte dei pazienti con ulcera gastrica e ulcera duodenale, nel 74% dei pazienti con artrite reumatoide.

Con lo sviluppo dell'epatite reattiva, i disturbi sono più spesso causati da intossicazione, gravi malattie comuni, esposizione alle radiazioni e patologia del tessuto connettivo. I disturbi più comuni includono debolezza, affaticamento, nausea, mancanza di appetito, dolore e pesantezza nell'ipocondrio destro, sbalzi d'umore e irritabilità. Tra i sintomi locali il più delle volte c'è un aumento delle dimensioni del fegato, meno frequente - colorazione itterica della pelle e delle mucose, splenomegalia.

Diagnosi di epatite reattiva

Al primo segno di epatite reattiva, il paziente deve essere indirizzato a un gastroenterologo. Questo specialista sarà in grado di effettuare una diagnosi differenziale con malattie organiche primarie del tratto epatobiliare, stabilire la natura secondaria del danno epatico e prescrivere gli esami necessari per confermare la diagnosi. Dato che l'epatite reattiva è una diagnosi di esclusione, il compito del gastroenterologo è di assegnare la gamma di esami necessaria per identificare la patologia sottostante. Prima di tutto, conducono campioni biochimici del fegato, ecografia degli organi addominali, ecografia del fegato e della cistifellea, una radiografia e un MSCT degli organi addominali. I marker di epatite virale, alcolica e autoimmune sono necessariamente determinati a escluderli.

Dopo aver stabilito la diagnosi principale, viene effettuata una biopsia puntura del fegato, che consente di confermare la natura secondaria del danno epatico nell'epatite reattiva, nonché di valutare il livello di attività del processo infiammatorio nel parenchima. A tale scopo viene utilizzato un indice di attività istologica, tenendo conto della presenza di necrosi focale periportale e intralobulare degli epatociti, infiltrati infiammatori nei tratti portale, fibrosi del parenchima epatico. Nella pratica clinica, viene utilizzata una valutazione dell'attività dell'epatite reattiva a seconda del livello di ALT (gradazione da tre a dieci norme). Iperbilirubinemia moderata, disproteinemia, un lieve aumento del livello di ALT, AST, ALP può essere osservato in campioni di fegato. La fibroelastografia viene utilizzata per stabilire il grado di fibrosi.

Trattamento e prognosi dell'epatite reattiva

L'obiettivo principale della terapia nell'identificazione di questa malattia è il trattamento della patologia di base. Di solito, sullo sfondo della terapia conservativa pianificata, si verifica una rapida regressione dei sintomi del danno epatico. Al momento del trattamento, è auspicabile escludere uno sforzo fisico pronunciato, osservare la dieta e la routine quotidiana, evitare lo stress, eliminare l'uso di farmaci epatotossici. Terapia di disintossicazione, epatoprotettori, assorbenti e preparati vitaminici sono spesso prescritti per l'individuazione dell'epatite reattiva, ma molti studi nel campo della gastroenterologia indicano che tale trattamento non è appropriato per l'epatite reattiva secondaria.

La prognosi dell'epatite reattiva aspecifica è generalmente favorevole - i cambiamenti morfologici nel parenchima epatico non raggiungono quasi mai un grado pronunciato, e il trattamento della malattia sottostante che porta all'epatite reattiva determina una regressione molto rapida dei cambiamenti patologici. Tuttavia, va ricordato che l'epatite reattiva è un terreno fertile per lo sviluppo di malattie epatiche primarie - l'epatite virale, alcolica e di eiezione di farmaci sta rapidamente progredendo sullo sfondo di cambiamenti reattivi nel fegato. Inoltre, l'epatite reattiva predispone al rapido sviluppo della cirrosi in caso di queste malattie.

La prevenzione specifica dell'epatite reattiva non è stata sviluppata. La prevenzione secondaria comprende l'individuazione tempestiva e il trattamento della patologia, contro la quale la malattia può svilupparsi.

epatopatia

Insieme a forme cliniche chiaramente definite di malattie del fegato che si verificano con un effetto riflesso sui reni, si devono osservare i casi di lesioni epatiche nascoste, le cosiddette epatopatie latenti. Si basano non tanto sulla violazione dell'integrità della struttura del fegato, quanto sui disturbi della regolazione nervosa della sua attività. Da epatopatie latenti, è comune comprendere quelle malattie del fegato in cui l'intero quadro clinico è espresso in modo molto vago, i sintomi caratteristici della malattia sono rilevati o nascosti solo da altri fenomeni atipici. In queste condizioni dolorose ci sono, di regola, disturbi funzionali del fegato, spesso combinati con ridotta attività renale.

Studi completi sull'attività funzionale del fegato e dei reni in pazienti con varie patologie chirurgiche e urologiche mostrano che queste malattie nel 18% dei casi si verificano con disturbi funzionali del fegato. Questi disturbi si verificano da parte di funzioni proteogeniche, antitossiche, protrombiniche e, in misura minore, pigmentarie del fegato. Di conseguenza, in un numero significativo di pazienti, la loro malattia è complicata dall'insufficienza epatica di varia intensità. Questo lascia indubbiamente una nota impronta sull'intero corso della malattia, creando una certa vulnerabilità del corpo, la sua maggiore sensibilità agli agenti nocivi.

Sintomi di epatopatia

Le epatopatie latenti possono verificarsi a lungo sotto mentite spoglie e solo sotto l'influenza di un'operazione che ha unito un'infezione, gli effetti dei fattori meteorologici possono essere rilevati sotto forma di epatite parenchimale, fino alla distrofia epatica acuta. Tra questi fattori, un posto significativo è occupato da una varietà di interventi chirurgici, principalmente sul fegato, tratto biliare, stomaco, polmoni, organi mediastinici, reni, quando al paziente non viene dato un addestramento adeguato prima dell'operazione, un'attenzione particolare non viene prestata allo stato del suo sistema cardiovascolare ed epatico-renale apparato. L'esistenza di epatopatia latente rende il corpo altamente labili a vari agenti epatotropici nocivi (sollievo dal dolore, sostanze narcotiche, traumi operativi, durata dell'operazione, raffreddamento) e malattie che, a causa della compromissione della funzionalità epatica, possono assumere un corso particolare e più grave. Questo insufficienza epatica è più spesso rilevata sotto forma di sindrome epatorenale, che nel periodo postoperatorio può portare a "morte epatica".

Diagnosi di epatopatia

La diagnosi di malattia del fegato latente è spesso difficoltà significative. A causa dell'intima connessione del fegato con i reni, con il tratto gastrointestinale, altri organi e dipendenze: il fegato ha un quadro clinico a volte complicato del sistema nervoso centrale, quando i sintomi di altri organi, a volte gli unici segni di malattia del fegato latente, vengono spesso alla ribalta. A volte, al contrario, i sintomi del fegato sono una manifestazione di un'altra malattia, in particolare malattie renali, pancreatite, ulcera gastrica, pielonefrite cronica. Pertanto, le difficoltà di diagnosi dell'epatopatia latente dipendono dalla luminosità insufficiente della sintomatologia clinica o dalla generalità dei sintomi con malattie più frequenti di altri organi.

Poiché la base dell'epatopatia del fegato è una violazione della sua attività funzionale, la diagnosi di quest'ultimo è spesso basata; sui risultati dei test funzionali e sull'identificazione del complesso dei sintomi clinici del cosiddetto piccolo fallimento epatico, e non solo sul cambiamento della forma, della dimensione e della consistenza del fegato o della presenza di ittero, poiché questi sintomi sono per la maggior parte espressione di un danno epatico cronico di lunga durata. Inoltre, i segni come un ingrossamento del fegato, un cambiamento nella sua consistenza e la presenza o assenza di ittero dei tegumenti possono essere spesso assenti anche nelle gravi lesioni del parenchima epatico.

Il complesso dei sintomi del cosiddetto piccolo fallimento epatico ha diverse varianti e diverse sequenze. È di particolare importanza quando, nella storia dei pazienti, ci sono indicazioni di intossicazioni endogene e epatotropiche e infezioni gravi.

Il complesso dei sintomi di insufficienza epatica primaria o secondaria è composto da segni soggettivi e oggettivi.

Segni soggettivi di epatopatia: lievi fenomeni gastrici sotto forma di lingua allineata al mattino, alitosi, dolore addominale non specificato, a volte con localizzazione nell'ipocondrio destro, sotto lo sterno; sapore amaro in bocca al risveglio con una sensazione di stanchezza più che alla sera; pesantezza dopo aver mangiato nell'epigastrio, a volte diarrea o defecazione subito dopo aver mangiato, un'abbondanza di gas intestinale; orticaria, apparendo senza motivo apparente; prurito durante la notte; mal di testa come emicrania, a volte con vomito di bile; sangue dal naso; dolore muscolare reumatoide facilmente emergente e in via di estinzione, specialmente sul lato destro del corpo; sonnolenza, letargia, umore oscuro irragionevole, a volte vertigini, stanchezza della vista, presenza di "tremolio, mosche" davanti agli occhi.

Segni oggettivi di epatopatia: pelle secca, giallastra, in particolare sui palmi delle mani e le piante dei piedi; gli angoli della bocca e le palpebre sono pigmentati, sulle palpebre dello xantelasma; sclera sottotterica e palato molle; macchie vascolari capillari rosse sugli zigomi, le ali del naso, a volte sul petto e soprattutto sulla pelle del fegato, l'arco costale; teleangiectasie, angiomi pulsati stellati sul viso, sul collo, sulla cintura della spalla e dietro le mani; impulso lento, pressione sanguigna massima bassa, mentre il minimo è alto; spesso ci sono vene varicose delle gambe e delle vene emorroidali; gengive sanguinanti, mestruazioni pesanti e sanguinamento più pesante a causa di lievi ferite; pupille dilatate moderate, reazione lenta alla luce; da parte della lingua del tratto gastrointestinale, pronunciata sensibilità nell'area del plesso solare e delle vie biliari; frequente flatulenza, in alternanza con la condizione spastica del grande (discendente) intestino, il cosiddetto complesso dei sintomi di colosphincterospasms, gastro-aerocolitis. Spesso - temperatura subfebrilny.

Insieme alla creazione del complesso dei sintomi dell'epatopatia, è della massima importanza eseguire una serie di test funzionali che consentano di determinare la profondità del danno epatico da parte del processo patologico. In generale, è necessario riconoscere che l'importanza di utilizzare test funzionali che caratterizzano l'attività fisiologica del fegato nei pazienti chirurgici è molto grande.

Dei metodi funzionali di riconoscimento dell'epatopatia nella clinica, il complesso dei seguenti test che denotano il grado dello stato del sintetico, resp. funzioni neutralizzanti, proteogeniche del fegato, lo stato della reattività generale dell'organismo. Intendiamo:

  • campione con benzoato di sodio per la sintesi epatica dell'acido ippurico [Veloce (veloce)]
  • campione di santoninovaya che mostra la funzione neutralizzante del fegato;
  • campione mercurico-fuchsin (Takata-Ara);
  • timolo test, dando un'idea del contenuto del complesso di P-globulina con lipidi;
  • un campione che mostra la funzione di formazione della protrombina del fegato.

Un campione con benzoato di sodio, che riflette l'attività neutralizzante del fegato, acquisisce il maggior valore diagnostico quando viene eseguito a livello frazionario, con la determinazione della quantità di acido ippurico somministrato ai pazienti a ore, in modo dinamico. Il valore ausiliario nella diagnosi funzionale della malattia epatica può avere una reazione sedimentaria a colori di urina con nitrato d'argento. Insieme a questo, è necessario uno studio dinamico dello stato funzionale dei reni (peso specifico delle urine, campione di Zimnitsky, grado e natura dell'azotemia, indici di urografia escretoria).

Non si deve trascurare il fatto che durante l'esecuzione dei campioni elencati in caso di malattia del fegato latente e delle vie biliari, i loro risultati potrebbero non indicare un parallelismo di deviazioni di varie funzioni epatiche. Questa circostanza, così come l'assenza di un singolo metodo che rifletta le complesse e sfaccettate attività del fegato, impongono in ciascun caso di indagare su diverse funzioni separate e non si accontentano dei risultati di un solo test.

Trattamento dell'epatopatia

La presenza di sintomi iniziali, minori, insufficienza epatica e indicatori di test funzionali, indicanti la sua inferiorità, unitamente al quadro clinico della malattia nelle sue dinamiche consentono nella maggior parte dei casi di riconoscere l'epatopatia. Quest'ultima, a sua volta, segnala la necessità di un'adeguata preparazione dei pazienti per la chirurgia, consente di scegliere il momento dell'operazione, e talvolta la natura del manuale operativo stesso.

Epatite reattiva: sintomi e trattamento

Epatite reattiva - sintomi principali:

  • Umore oscilla
  • debolezza
  • nausea
  • Disturbi del sonno
  • Perdita di appetito
  • irritabilità
  • Pesantezza nell'ipocondrio destro
  • Bocca amara
  • Dolore nell'ipocondrio destro
  • Cal candeggiato
  • apatia
  • Urina scura
  • Perdita di peso
  • Vomito senza sollievo
  • Muco giallo
  • Ingiallimento della pelle
  • Ingiallimento della conchiglia
  • Sonnolenza diurna

L'epatite reattiva è un processo patologico che porta a processi infiammatori distrofici nel fegato. Molto spesso, questa malattia si sviluppa sullo sfondo di disturbi gastroenterologici cronici, malattie sistemiche e di altro tipo. Va notato che l'epatite reattiva non specifica, in contrasto con le forme virali, tossiche e di altro tipo di questo disturbo, risponde bene al trattamento.

A causa del fatto che il quadro clinico è piuttosto aspecifico e la malattia, più spesso, è secondaria, non sempre la malattia viene diagnosticata tempestivamente e viene prescritto il trattamento corretto. Pertanto, ai primissimi segni di un quadro clinico, dovresti consultare un medico e non condurre un trattamento a tua discrezione.

Il trattamento dell'epatite reattiva nei bambini e negli adulti ha lo scopo di eliminare il principale processo patologico, il più delle volte limitato a metodi conservativi. L'ospedalizzazione del paziente è effettuata se necessario.

Secondo la classificazione internazionale delle malattie della decima revisione, questo disturbo appartiene alla categoria "Malattie degli organi digestivi" e ha un suo significato specifico. Quindi, il codice su ICD 10 - K75.2.

eziologia

L'epatite reattiva aspecifica è più spesso causata da malattie gastroenterologiche. Inoltre, i seguenti fattori eziologici dovrebbero essere individuati per lo sviluppo di questo processo patologico di natura secondaria:

In casi più rari, la malattia rimane un'eziologia non specificata, che complica in modo significativo la diagnosi accurata e la prescrizione del trattamento.

sintomatologia

Va notato che nell'epatite reattiva, il quadro clinico è asintomatico per lungo tempo, il che porta a una diagnosi tardiva. In alcuni casi, i sintomi vengono cancellati, il che rende anche impossibile stabilire una diagnosi accurata in modo tempestivo.

In generale, i sintomi dell'epatite reattiva sono caratterizzati come segue:

  • sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
  • dolore sordo nell'ipocondrio destro;
  • amarezza in bocca;
  • nausea, spesso con attacchi di vomito, che non allevia;
  • perdita di appetito;
  • perdita di peso a causa di scarso appetito;
  • giallo della pelle, della sclera, delle mucose;
  • disturbo del ciclo del sonno - il paziente non riesce a dormire la notte e sperimenta una maggiore sonnolenza durante il giorno;
  • irritabilità, sbalzi d'umore, condizione apatica;
  • l'urina diventa di colore scuro saturo;
  • feci scolorite, violazione della frequenza e della consistenza della sedia;
  • debolezza crescente, anche nella condizione di un lungo e corretto riposo.

Va notato che tali segni della malattia sono caratteristici di praticamente qualsiasi tipo di epatite, quindi è impossibile determinare la malattia da sola - tali azioni possono portare allo sviluppo di gravi complicanze. Il trattamento può solo prescrivere un medico.

diagnostica

Ai primi segni dello sviluppo di questa malattia, il paziente dovrebbe consultare un gastroenterologo. Inoltre, può essere necessaria la consultazione di uno specialista in malattie infettive e di un epatologo.

In generale, il programma di misure diagnostiche prevede l'uso di tali metodi di ricerca:

  • prelievo di sangue per analisi generali;
  • prelievo di sangue per un'analisi biochimica completa;
  • analisi delle urine;
  • analisi delle feci per sangue occulto;
  • fibroelastografiya;
  • FibroTest;
  • analisi istologica;
  • biopsia epatica percutanea;
  • TAC o risonanza magnetica della cavità addominale;
  • esofagogastroduodenoscopia;
  • Ultrasuoni degli organi addominali.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario condurre una diagnosi differenziale riguardo a tali malattie:

Sulla base delle procedure diagnostiche passate, il medico può determinare la causa dello sviluppo di questo processo patologico e prescrivere il trattamento corretto.

trattamento

Il trattamento dell'epatite acuta reattiva è molto più efficace della sua forma cronica. In gravidanza, l'assunzione di farmaci è ridotta al minimo. Va notato che questa forma della malattia non è un'indicazione per l'aborto medico, come nel caso di altre forme di epatite.

La terapia farmacologica può includere i seguenti farmaci:

  • gepatoprotektory;
  • chelanti;
  • vitamine del gruppo B, C, E;
  • Ribavirina e Interferone Alfa in un complesso.

Il regime dei farmaci, così come il loro dosaggio sono prescritti individualmente, non esiste un regime generale di trattamento.

Oltre al trattamento farmacologico, a tutti i pazienti viene assegnata una dieta speciale. In questo caso, è, più spesso, la dieta Pevzner n. 5. Se al paziente viene diagnosticata una forma cronica della malattia, allora dovrà aderire a questo principio di nutrizione in ogni momento.

In generale, se il trattamento viene avviato in modo tempestivo, le complicazioni, come la ricaduta della malattia, sono completamente escluse. Nel caso opposto, vi è un alto rischio di sviluppare complicazioni del tratto gastrointestinale e del funzionamento del fegato.

prevenzione

Poiché si tratta di una malattia di eziologia secondaria, le attività principali dovrebbero essere volte a prevenire ed eliminare le malattie incluse nella lista eziologica. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che in caso di malessere dovresti contattare un medico competente e non l'auto-trattamento.

Se pensi di avere un'epatite reattiva e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora puoi essere aiutato dai medici: un gastroenterologo, un epatologo, uno specialista di malattie infettive.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

L'iperbilirubinemia è una condizione patologica quando aumenta il livello di bilirubina nel sangue. Lo sviluppo della malattia provoca varie malattie degli organi interni. Questi sono insufficienza epatica e malattia calcoli biliari. Se il processo di iperbilirubinemia è nella prima fase di sviluppo, allora la terapia specifica non viene eseguita. In alcuni casi, la cistifellea inizia ad infiammarsi.

Le pietre nella colecisti si formano a causa di problemi con il metabolismo nel corpo. Diventano la causa del JCB. I concrementi formati nell'organo possono essere localizzati ovunque - sia nella vescica e nei suoi condotti, sia nel fegato, mentre la loro forma e dimensione variano da molto piccoli (sabbia) a molto grandi.

L'epatite alcolica è una malattia infiammatoria del fegato che si sviluppa a seguito dell'uso prolungato di bevande contenenti alcol. Questa condizione è un precursore dello sviluppo della cirrosi epatica. Sulla base del nome della malattia, diventa chiaro che la ragione principale per la sua comparsa è l'uso di alcol. Inoltre, i gastroenterologi identificano diversi fattori di rischio.

L'ittero è un processo patologico, la cui formazione è influenzata da un'alta concentrazione di bilirubina nel sangue. Per diagnosticare la malattia può sia adulti che bambini. Qualsiasi malattia può causare una condizione patologica del genere e sono completamente differenti.

L'ittero meccanico si sviluppa quando il processo di deflusso della bile lungo i percorsi di escrezione della bile viene disturbato. Questo accade a causa della compressione meccanica dei dotti da parte di un tumore, cisti, pietra o altre formazioni. Per lo più le donne soffrono della malattia e in giovane età, l'ittero ostruttivo si sviluppa a causa della colelitiasi, e nelle donne di mezza età e anziane, la patologia è una conseguenza di processi simili a tumori nell'organo. La malattia può avere altri nomi - ittero ostruttivo, colestasi extraepatica e altri, ma l'essenza di queste patologie è una ed è in violazione della corrente della bile, che porta alla comparsa di sintomi specifici e violazione della condizione umana.

Come trattare l'epatite reattiva

Epatite reattiva - è una lesione infiammatoria-distrofica delle cellule epatiche. Può verificarsi sullo sfondo di malattie gastrointestinali, malattie infettive, malattie dei sistemi di organi, malattie del tessuto connettivo. L'epatite reattiva non è specifica, contrariamente all'epatite virale, alcolica e medicinale ed è ben curabile.

Cause e sintomi

L'epatite reattiva può verificarsi sullo sfondo di:

  • lesioni ulcerative delle membrane mucose del tubo digerente;
  • pancreatite;
  • malattia della cistifellea;
  • anemia emolitica;
  • sclerodermia;
  • colite ulcerosa non specifica;
  • diabete;
  • elmintiasi;
  • infezioni virali e batteriche.

Nella maggior parte dei casi, l'epatite reattiva è asintomatica. Oltre ai principali sintomi della malattia, sullo sfondo del quale si è verificata l'epatite, una persona sviluppa debolezza, mal di testa e malessere generale. Allo stesso tempo, c'è una perdita di peso a causa di una diminuzione dell'appetito, una sensazione di pesantezza nell'area del fegato, nausea e talvolta vomito, urina scura e feci che si scoloriscono. L'amarognolo appare in bocca, ma il giallo della pelle non si verifica sempre, come nelle forme acute di epatite.

Nell'analisi e negli esami ha rivelato una maggiore quantità di enzimi epatici, una milza ingrossata.

Nei bambini, l'epatite reattiva può svilupparsi a causa di allergia, ad esempio, in caso di asma bronchiale o dermatite, i sintomi sono gli stessi degli adulti.

Diagnosi e trattamento dell'epatite reattiva

Il primo è l'esame endoscopico del tratto digestivo. Utilizzando questo metodo, i medici determinano la presenza di malattie che provocano l'epatite reattiva. Ulteriore ecografia viene eseguita. In alcuni casi, è richiesta una tomografia computerizzata, una biopsia epatica percutanea. I test di laboratorio sono necessariamente eseguiti, si eseguono test sierologici.

Il trattamento di epatite reattiva è effettuato solo in condizioni stazionarie. I medici devono monitorare il livello degli enzimi epatici. L'epatite è una malattia che può portare a cirrosi e insufficienza epatica.

È per questo motivo che è molto pericoloso curare se stessi e non contattare specialisti.

Il trattamento comprende diverse tecniche, ma le principali sono: l'eliminazione di sostanze tossiche dal corpo, l'aderenza ad una dieta speciale, i farmaci.

Prima di tutto, durante il trattamento, i medici raccomandano di attenersi alla dieta numero 5, che consiste nel mangiare solo cibi non carnosi, sani e ricchi di proteine ​​e vitamine. Prodotti grassi, fritti, speziati, salati e affumicati interferiscono con il trattamento.

Purificare il sangue con contagocce con enterosorbenti, adsorbenti.

Per ripristinare le membrane cellulari del fegato, vengono utilizzate le preparazioni a base di piante (cardo mariano, carciofo): Karsil, Legalon, Silimarina. L'epabene è anche prescritto il farmaco, che aiuta le cellule molto bene a far fronte alle tossine, migliorando la loro efficienza.

Per il trattamento dell'epatite reattiva sono stati usati farmaci di origine animale: Sirepar, Hepatosan. A causa della disintossicazione e delle proprietà epatoprotettive, si verifica il recupero cellulare.

L'epatite reattiva viene trattata con fosfolipidi essenziali. I componenti sono inseriti negli strati lipidici delle membrane delle cellule epatiche e li rigenerano. Di conseguenza, l'attività enzimatica delle cellule è molto migliorata. Questi farmaci includono Essentiale Forte N, Essliver.

Una delle sostanze importanti per il trattamento dell'epatite reattiva sono gli aminoacidi. Svolgono un ruolo cruciale nel lavoro funzionale del fegato, nonché in vari processi sintetici fosfolipidici del fegato. Tali farmaci sono Heptor, Heptral, Hepa-Merz. Grazie a questo trattamento della malattia, puoi liberarti rapidamente.

Che cos'è l'epatite reattiva

L'epatite reattiva è una malattia epatica infiammatoria-distrofica non specifica che si sviluppa con il danno concomitante di altri organi del tratto gastrointestinale, intossicazione, grave processo infettivo, malattie sistemiche.

In poche parole, l'epatite reattiva è una reazione del fegato alla patologia extraepatica primaria.

Eziologia e patogenesi

La ragione della formazione dell'epatite reattiva può essere:

  • patologia del tratto gastrointestinale: gastrite, ulcera, pancreatite, enterocolite, tumore;
  • malattie sistemiche e allergie;
  • endocrinopatia: tireotossicosi, diabete;
  • processo di infezione;
  • stato di immunodeficienza;
  • il periodo postoperatorio;
  • infezioni da elminti;
  • intossicazione e malattia post-ustione.

Come risultato dell'impatto del fattore dannoso, la funzione di disintossicazione del fegato non riesce - la capacità di combattere efficacemente le tossine. L'accumulo di sostanze tossiche nel tessuto epatico porta allo sviluppo di infiammazioni e alterazioni degenerative negli epatociti.

Le parti interessate del fegato mancano di nutrienti e di necrosi nel tempo. Quindi il tessuto connettivo si sviluppa nel sito del tessuto morto. E, quindi, l'organo cessa di funzionare pienamente.

clinica

Spesso la malattia è asintomatica. Le manifestazioni della patologia comprendono affaticamento, riduzione delle prestazioni, mal di testa, insonnia. Nel corso del tempo, un sentimento di pesantezza e dolore opaco nel giusto ipocondrio può unirsi. Sono possibili manifestazioni dispeptiche sotto forma di nausea e vomito, perdita di appetito.

In questo caso, il giallo della pelle e delle membrane mucose potrebbe non presentarsi affatto o apparire moderatamente. Molto spesso, l'epatite reattiva non provoca l'oscuramento delle urine o la decolorazione delle feci, che è uno dei criteri diagnostici differenziali che lo distinguono da altri tipi di epatite.

Un altro segno di epatite reattiva è l'instabilità psicoemotiva: il paziente può diventare irritabile, in lacrime, mostrare cambiamenti non caratteristici nel suo stato d'animo.

diagnostica

Nell'analisi biochimica del sangue, un aumento dei test epatici (ALT e ASAT), a volte bilirubina, è indicativo. Inoltre, i valori significativamente aumentati sono importanti dal punto di vista diagnostico (5-10 volte superiori alla norma).

Ultrasuoni del fegato e della milza spesso confermano l'aumento di questi organi e dei cambiamenti patologici nella loro struttura.

In alcuni casi, è necessaria una biopsia del tessuto epatico - un metodo di ricerca invasivo. La fibroelastografia è una specie di analogo bioptico che non richiede l'introduzione nel corpo del paziente. Questa tecnica ci consente di stimare il grado di danno del tessuto epatico. Metodi specifici includono MRI, CT e FGDS.

La diagnosi di epatite reattiva è fatta solo con l'esclusione di altre possibili cause di danno epatico. Pertanto, è consigliabile eseguire un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale e il dosaggio immunoenzimatico.

Trattamento dell'epatite reattiva

Il principio principale della terapia è l'eliminazione del fattore patogeno. Prima di tutto viene effettuata la correzione dello stile di vita del paziente: eliminazione di sforzi fisici eccessivi, situazioni stressanti, terapia della malattia di base.

Con questa forma di epatite, si presta particolare attenzione alla dieta: al paziente viene prescritta la tabella numero 5 per il periodo di trattamento. Significa risparmiare cibo in piccole porzioni 5-6 volte al giorno. Sono preferibili frutta e verdura, carne magra e pesce sono i benvenuti. Assunzione di alcol, prodotti grassi, salati e affumicati, tè forte sono esclusi. Il cibo deve essere caldo, preferibilmente cotto a vapore o bollito.

Il trattamento farmacologico prevede la nomina di epatoprotettori - farmaci che aiutano a ripristinare il tessuto epatico danneggiato. Inoltre, il corso terapeutico prevede l'uso di farmaci disintossicanti, vitamine e prebiotici.

Spesso trovato epatite reattiva nei bambini. Una tale patologia rende i genitori molto preoccupati per la salute dei loro figli. Ma non dimenticare che il fegato ha una capacità unica di guarire se stesso - la rigenerazione. Pertanto, una diagnosi tempestiva e una terapia adeguata dell'epatite reattiva possono portare a una cura completa.

Epatite reattiva

Epatite reattiva o epatica non specifica. L'epatite reattiva è uno stadio secondario di malattie infiammatorie con una zona di danno al fegato, al tratto gastrointestinale, all'intestino, ai farmaci e agli effetti tossici, virus infettivi, effetti alcolici su organi e altre possibili patologie nel corpo.

Lo sviluppo dell'epatite reattiva è lo sviluppo non specifico della patogenesi. Si verificano gli effetti dei fattori eziologici (agenti eppossici). Gli agenti epatossici influenzano direttamente il tessuto epatico (parenchima), con conseguente distrofia epatica, le cellule epatiche influenzano la necrosi (morte cellulare), i processi reattivi di proliferazione del mesenchima sono accompagnati da disturbi immunologici.

Elenco delle cause dell'epatite reattiva

Epatite reattiva, non specifica, denominata malattie somatiche. L'azione di alcuni fattori negativi provoca l'insorgenza e innesca processi patologici nel corpo.

  • Malattie infettive;
  • Disordini nel sistema endocrino;
  • Malattie neurologiche;
  • Malattie immunitarie congenite;
  • Malattie allergiche;
  • Asma bronchiale;
  • Dermatite di varia origine;
  • Malattie del tratto gastrointestinale.

Le cause più comuni (patogeni) dello sviluppo dell'epatite reattiva:

  • Colite (colite ulcerosa)
  • Malattie della colecisti
  • Malattie del duodeno
  • Sindromi postoperatorie (post-resezione)
  • Colite ulcerosa
  • Tiretoksikoz
  • reumatismo
  • reumatismo
  • diabete mellito
  • Artrite reumatoide
  • Anemia emolitica
  • Malattie endocrine
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Poliartrite nodulare

Cambiamenti nel fegato associati a malattie croniche, virali, infettive, batteri, vermi, leptospirae causano cambiamenti reattivi nel fegato. Una percentuale maggiore di casi al momento dello sviluppo dell'epatite reattiva può essere dovuta a effetti tossici sul corpo, comprese estese bruciature della pelle. Interventi chirurgici, condizioni granulomatose, spesso diventano l'impulso per lo sviluppo dell'epatite reattiva, che supporta psicosomatica
condizione umana.

I sintomi dell'epatite reattiva

La sintomatologia dell'epatite reattiva è simile ai sintomi insiti in tutte le epatiti, sintomi comuni che possono avvisarci di consultare un istituto medico per diagnosticare una possibile malattia.

  • Stanchezza generale;
  • Stanchezza aumentata;
  • Appetito peggiore;
  • Periodi di irritabilità senza causa;
  • nausea;
  • vomito;
  • Insonnia di notte;
  • Il giallo delle mucose;
  • Bianchi gialli degli occhi;
  • Pelle ingiallita, palme;
  • Urina scura;
  • Feci candeggiate;
  • Dolore sordo nell'ipocondrio destro;
  • Pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • Amarezza in bocca

Lo stato itterico è notato nel caso di epatite reattiva meno frequente rispetto ai segni di ingrossamento del fegato (dolore sordo, pesantezza, disagio nell'ipocondrio destro). Poiché l'eziologia di tutti i sintomi è simile ad altre forme di epatite e possibili malattie concomitanti, solo dopo che tutti i test e gli studi sono stati effettuati, un medico può fare una diagnosi corretta e confermare un risultato positivo per l'epatite reattiva.

Metodi per diagnosticare l'epatite reattiva

  • Analisi del sangue UAC (emocromo completo)
  • Analisi biochimiche del sangue distribuito
  • Analisi istologica
  • FibroTest
  • Analisi generale delle urine (rilevamento di distaste)
  • Analisi delle feci (per sangue occulto nelle feci)
  • Fibroelastografiya
  • Biopsia epatica (percutanea)
  • Endoscopia (EFGDS)
  • ultrasuono
  • Risonanza magnetica degli organi addominali
  • MCT

Risultati dell'analisi del sangue:

  • L'analisi biochimica del sangue mostra la presenza di epatite con una deviazione dalla norma superiore a 10 standard.
  • La deviazione minima di ALT (alattransmenazy) a 3 standard;
  • La deviazione media della norma da ALT a 5;
  • La deviazione moderata dell'ALT da 5 a 10 è normale.

Gli studi istologici sui processi del fegato, in primo luogo, sono indicatori dell'attività istologica (IGA). Gli indicatori prendono in considerazione in punti anomalie morfologiche nella fase della malattia con epatite.

  • Quando si diagnostica la fibrosi epatica - da 0 a 4 punti;
  • Quando si diagnostica la necrosi focale intralobulare del fegato - da 0 a 4 punti;
  • Quando si diagnostica la necrosi periportale del fegato, compresi quelli di ponti, da 0 a 10 punti.

Queste analisi istologiche, l'indice "Knodell" assegna il grado di attività cronica di epatite:

  • Alta attività di epatite - da 13 a 18 punti;
  • Attività moderata dell'epatite - da 9 a 13 punti;
  • Bassa attività dell'epatite - da 4 a 8 punti;
  • Indicatori minimi di attività - da 1 a 3 punti.

La scala METAVIR distingue le forme di epatite cronica:

  • Indicatore 3 - fibrosi pronunciata con setti portocentrale;
  • Indicatore 2 - fibrosi moderata con setti portoportali;
  • Indicatore 1 - lieve fibrosi periportale;
  • Indicatore 0 - nessuna epatite rilevata, nessuna fibrosi.

Un esame del sangue per ALT e AST, con indicatori nella direzione di aumentare, varie malattie sono diagnosticate secondo gli indicatori corrispondenti nella tabella delle trascrizioni mediche. Epatite cronica, epatite virale acuta dei gruppi A, B, C, danno tossico, alcolico, farmaco-indotto al fegato, malattia di Wilson, emocromatosi, cirrosi, insufficienza epatica possono essere diagnosticati.

FibroTest rivela il possibile grado di fibrosi epatica, a quale stadio è il processo di danno epatico da fibrosi.

L'esame istologico rivela i biopati del fegato, la presenza, l'assenza e lo stadio di attivazione di una possibile malattia, fino a quando procedono i processi attivi di distruzione e distruzione dei tessuti e delle cellule epatiche.

Biopsia epatica

Una biopsia epatica è un metodo di ricerca specifica del parenchima epatico, cioè il suo piccolo frammento, che è preso dal metodo della puntura attraverso la superficie della pelle dell'ipocondrio destro. Con l'aiuto di un ago speciale, viene effettuata una puntura, l'anestesia del sito di puntura viene eseguita per prima. L'ago è inserito all'interno, una punta speciale sull'ago prende un piccolo pezzo di tessuto epatico per l'esame biologico e istologico.

Il metodo è abbastanza nuovo nella medicina moderna e si applica solo in relazione al fegato degli organi. La biopsia epatica è un metodo efficace per studiare il materiale per una diagnosi accurata. L'attrezzatura medica di alta qualità consente di tracciare tutte le fasi dello sviluppo, l'attività dei processi che si verificano nell'organo interessato. Cirrosi, fibrosi, insufficienza epatica, neoplasie maligne, emocromatosi, decorso latente dell'epatite B, steatosi, tutte queste malattie rivelano una significativa biopsia epatica. Le malattie complicate devono essere riconosciute e iniziare il trattamento il più presto possibile, questo metodo aiuta i medici, dove è inconfondibile per diversi giorni riconoscere una malattia o un'altra sperimentalmente.

Dopo una biopsia, al paziente viene prescritto un riposo a letto per un giorno, dopo il quale è possibile tornare alla vita normale.

  • Sospetta malattia epatica genetica;
  • Sospetta epatite virale;
  • Ipergammaglobulinemia di origine sconosciuta;
  • epatomegalia;
  • Giperamintransferazemiya;
  • Epatopatia di origine farmacologica;
  • Danno al fegato tossico;
  • Danno epatico alcolico;
  • Lo stato di ittero senza la solita espansione dei dotti biliari;
  • Epatite cronica;
  • Epatite reattiva;
  • Cirrosi epatica.

Prima dell'inizio della procedura di biopsia, viene prescritto un test di coagulazione del sangue per evitare emorragie interne al momento della puntura del tessuto durante la biopsia. Un prerequisito (se non c'è altra prescrizione del medico) è di interrompere l'assunzione di farmaci, specialmente antivirali, entro 7-10 giorni prima dell'inizio della procedura. Prima di una biopsia, è necessario ridurre il più possibile lo sfondo emotivo, le condizioni del paziente dovrebbero essere molto calme. L'attività fisica prima della procedura di biopsia deve essere ridotta il più possibile in 2-4 giorni.

Possibili complicazioni, effetti collaterali dopo la procedura, la biopsia è abbastanza rara. Un leggero dolore nell'ipocondrio destro è possibile nel momento stesso della procedura di raccolta del tessuto, per diverse ore dopo.

Screening RM

Con l'aiuto della risonanza magnetica per immagini, i medici che utilizzano un metodo tomografico per esaminare organi interni e tessuti diagnosticano una particolare malattia e varie patologie con l'aiuto di un fenomeno fisico di risonanza magnetica nucleare.

Le scansioni MRI forniscono immagini chiare di varie parti del corpo in tre o cinque piani di visualizzazione. Grazie a questa ultima tecnologia, i medici possono ottenere le informazioni più accurate sul quadro clinico dell'organo interessato allo studio. È possibile rilevare la malattia all'inizio dello sviluppo fino all'inizio del periodo di incubazione solo con l'aiuto della risonanza magnetica. La risonanza magnetica è il gold standard per l'esame degli organi del tratto gastrointestinale, delle articolazioni, del sistema muscolo-scheletrico, del midollo spinale e del cervello, del fegato, della cavità addominale e delle malattie della pelvi.

  • Cambiamenti strutturali nel cervello;
  • Disturbi della colonna vertebrale;
  • Diagnosi di vari tumori
  • Malattie della ghiandola pituitaria;
  • Malattie articolari;
  • Malattie dell'apparato osseo;
  • Malattie della cavità addominale e della piccola pelvi;
  • Malattie del fegato, milza, pancreas;
  • Malattie polmonari;
  • Malattie del sistema vascolare.

Controindicazioni alla risonanza magnetica - con la presenza di metallo nel corpo (ferite da schegge, ferite con ferro), un apparato artificiale per il lavoro del ritmo cardiaco, apparecchi acustici impiantati, una lente artificiale dell'occhio, spilli (metallo).

La gravidanza nel primo trimestre, nell'ultimo trimestre di gravidanza, a volte è prescritto un esame RM per i bisogni urgenti, questo periodo è considerato il più sicuro per una risonanza magnetica.

L'eccezione alla risonanza magnetica è anche la paura dello spazio limitato (claustrofobia), grave obesità. A causa dell'obesità grave, una persona non può essere posta in una capsula tomografica.

Il costo dello studio dipende dal volume della ricerca e dall'uso di un mezzo di contrasto per la risonanza magnetica. La risonanza magnetica è uno studio costoso, ma in situazioni difficili per diagnosticare questa o quella malattia nascosta che colpisce gli organi interni e distrugge, destabilizza tutto il corpo è il più efficace nel fare una diagnosi accurata nel più breve tempo possibile.

Trattamento per epatite reattiva

Il trattamento con epatite reattiva, tenendo conto dell'analisi dell'attività di ALT, AST, bilirubina, fornisce farmaci con farmaci mirati e conformità alimentare durante il trattamento, in caso di forme complesse e gravi di malattie, le diete sono seguite per tutta la vita dopo il trattamento.

Osserva il regime, elimina lo sforzo fisico, tutti i modi per sconfiggere i patogeni tossici e alcolici. Trattamento farmacologico dell'epatite reattiva.

  • epatotossici
  • disintossicazione
  • Sorbilakt
  • Reamberin
  • Reosorbilakt
  • Vitamine del gruppo B, C, E
  • epatoprotettori
  • Enterosorbents con tutte le indicazioni
  • Essentiale Forte
  • Livarol
  • Enterferon alfa
  • Riboverin

Riboverin e Enterferon alfa sono prescritti insieme, secondo lo schema della ricezione combinata. Individualmente, questi farmaci funzionano con bassi tassi di successo del trattamento. Con un regime di combinazione e un determinato dosaggio, che dipende dalla diagnosi di una persona malata, questa combinazione dà risultati molto buoni nel trattamento dell'epatite e nel recupero di successo.

Dieta per epatite reattiva e altre forme di epatite

La dieta Pevzner n. 5 è la dieta principale per la diagnosi di epatite reattiva, epatite cronica B, C, vari disturbi del sistema gastrointestinale, cirrosi epatica, pancreatite, colestasi e altre malattie associate a questi organi.

Il principio della dieta è rivolto a metodi dietetici, basati su una dieta moderata. Uso equilibrato di verdure, frutta, carne, pesce per tutto il giorno. Pasto 5-6 volte al giorno non in grandi porzioni. Acqua - 2-2,5 litri al giorno. L'esclusione di alcol in qualsiasi forma!

Il menù dietetico è programmato per 7 giorni:

  • Semolino con marmellata di fragole, muesli, cocktail alla banana;
  • Una pera cotta;
  • Composta di frutta, polpette di pesce, riso bollito;
  • Un bicchiere di latte con cracker (1-2 pezzi);
  • Vinaigrette con 15 grammi di olio vegetale, kefir con albicocche secche, un tuorlo bollito.
  • Zuppa di farina d'avena, formaggio non grasso, una fetta di pane fresco (ieri);
  • Ricotta a basso contenuto di grassi con fragole (marmellata), 15 grammi di panna acida a basso contenuto di grassi;
  • Zuppa di riso con panna acida a basso contenuto di grassi, rotolo di pollo al vapore (filetto), un bicchiere di latte;
  • Insalata di carote grattugiata (può essere con mezza mela);
  • Una barbabietola bollita con insalata di prugne, involtini di cavolo pigri con riso e carne di pollo (filetto), tè;
  • Porridge di semolino con uvetta (albicocche secche), porridge di grano saraceno (liquido), non una fetta grassa di 50 grammi di formaggio, decotto di rosa canina;
  • Ricotta a basso contenuto di grassi, succo di mela e carota;
  • Porridge di zucca, filetto di nasello al forno con pomodoro, tè con miele;
  • Zuppa di grano saraceno, un pezzo di manzo bollito, 200 grammi, un'insalata di cetriolo fresco con cavolo rosso;
  • Mele al forno con miele e albicocche secche.
  • Omelette di verdure da una proteina e verdure, insalata di carote, composta di mele;
  • Banana, uva passa, macedonia di mele con yogurt;
  • Gli schiavi del vapore non sono varietà grasse, zuppa vegetariana;
  • Budino di semolino con marmellata (gnocchi pigri);
  • Casseruola di verdure con formaggio magro, filetto di pollo bollito, tè.
  • Porridge, ricotta a basso contenuto di grassi con albicocche secche, uvetta, gelatina di bacche;
  • Kefir, un rotolo magro;
  • Borsch senza zazharki, con un pezzo di carne, costolette di grano saraceno (greco), composta di frutta;
  • Purea di mele e carote, purea di mele e carote;
  • Filetto di pollo al forno con mele in salsa di latte, cavoli in umido con carote (senza cipolle), il tè non è forte.
  • la pasta;
  • tagliatelle;
  • Panini di segale;
  • burro;
  • Oliva, mais, olio di girasole;
  • coniglio;
  • di pollo;
  • nutria;
  • bovine;
  • Cotolette di vapore;
  • polpette;
  • Salsicce, salsicce di manzo;
  • Salsicce al latte;
  • Sudak;
  • luccio;
  • navaga;
  • carpa comune;
  • Heck;
  • Pollo bollito senza pelle, al vapore, bollito, cotto;
  • Albumi d'uovo;
  • Frittata di proteine;
  • Farina d'avena;
  • Porridge di grano saraceno;
  • Porridge di riso;
  • semolino;
  • Cereali di frumento;
  • Ricotta a basso contenuto di grassi;
  • Formaggi a bassa percentuale di grassi e non duri;
  • yogurt;
  • Latte acido;
  • acidophilus;
  • Panna acida non untuosa per condire i piatti;
  • Zuppa di latte;
  • Zuppa di frutta;
  • Zuppa di verdure;
  • Zuppe di verdure con cereali;
  • Borscht senza zazharki (magra borscht);
  • carote;
  • cetrioli;
  • Pepe bulgaro;
  • Cavolo rosso, broccoli;
  • Patate bollite;
  • cavolfiore;
  • melanzane;
  • Buriak;
  • Bacche mature e dolci;
  • Frutta cruda;
  • anguria;
  • gelatina;
  • gelatina;
  • mousse;
  • Pesce magro;
  • Stufato brasato, soffritto;
  • miele;
  • Marmellata fatta in casa;
  • marmellate;
  • incollare;
  • Zephyr;
  • uzvar;
  • Brodo di rosa canina;
  • Composte di frutta e bacche;
  • Caffè con latte;
  • Tè debole;
  • Acqua minerale senza gas

Le marinate, grassi, salati, acidi, speziati, affumicati, fritti, conservanti, condimenti, spezie, sale, tè forte, caffè naturale, carne grassa e pesce - dovrebbero essere esclusi.

Poiché la dieta sviluppata non contiene sale, è senza sale. Cosa sostituire il sale? Succo di limone, acido citrico, diluito in acqua, verrà in vostro aiuto. Il succo di limone può essere riempito con tutte le insalate, conferendo loro un sapore saporito e saturando il tuo corpo con vitamina C.