I sintomi della malattia del fegato

Diete

Numerosi segni di malattia del fegato dipendono dal tipo di nosologia, la natura del corso. Gli epatociti hanno un'alta capacità di recupero, ma con malattie trascurate, la maggior parte del parenchima muore. La condizione si traduce in insufficienza epatica parziale o completa.

I difetti sono chiusi tessuto cicatriziale non funzionale. Cirrosi: causa della morte, ma si forma con un'infiammazione prolungata (virale, tossica, farmaco). Per prevenire il processo, ti suggeriamo di familiarizzare con i segni della nosologia epatica.

Tipi di malattia epatica

L'ampia gamma di nosologia epatica è meglio classificata secondo le forme:

  1. Infiammatorio (purulento, virale);
  2. Traumatico (dopo i colpi nell'ipocondrio destro);
  3. Vascolare (arteriosa, venosa, tromboembolica);
  4. Patologia dei dotti biliari intraepatici;
  5. tumore;
  6. parassita;
  7. ereditaria;
  8. Secondario (in caso di danni ad altri organi);
  9. Adeguamento strutturale;
  10. Autoimmune.

Le lesioni infiammatorie del parenchima epatico provocano infezioni virali, tossine, depositi di grasso, surrogati alcolici, ascessi. L'uso a lungo termine di farmaci epatotossici provoca la distruzione persistente degli epatociti.

Lesioni portano alla rottura della capsula, danni profondi limitati (ferite da arma da taglio), massiccia disintegrazione con emorragie (ferite da arma da fuoco).

Distruzione purulenta della vena porta, aumento della pressione portale, trombosi della vena epatica (sindrome di Budd-Chiari), fistole intraepatiche - cause di alterazioni vascolari.

Le seguenti condizioni portano al blocco e all'infiammazione dei dotti intraepatici:

  • Colangite cronica;
  • Colestasi con ristagno all'interno dei dotti biliari;
  • L'espansione dei dotti epatici con il calcolo;
  • Tendenza congenita agli ascessi e dilatazione dei dotti intraepatici;
  • Infiammazione purulenta dei passaggi.

Se queste nosologie vengono rilevate in una fase precoce, viene impedito il blocco dei dotti biliari, i cambiamenti congestivi nella cistifellea e la malattia del calcoli biliari.

Patologia del tumore del fegato - emangioma (accumulo anormale di cellule vascolari), carcinoma epatocellulare, tumore di Klatskin (all'interno del condotto), metastasi dei tumori associati.

Malattie parassitarie che interessano il parenchima epatico:

  • Elminti leptospira;
  • Grandi vermi - nematodi;
  • Opistorchiasi;
  • schistosomiasi;
  • Alveococcosis.

Alcuni tipi di vermi contribuiscono alla formazione di cisti - cavità limitate piene di contenuto liquido. Tali cambiamenti morfologici provocano l'echinococco.

La patologia ereditaria viene rilevata immediatamente dopo la nascita o viene rilevata per caso durante un'ecografia, risonanza magnetica.

Anomalie anatomiche - sottosviluppo, restringimento dei dotti intraepatici. Le disfunzioni genetiche compaiono quando ci sono difetti nei sistemi enzimatici (ittero di Rotore, Dabin-Jones, Gilbert), emocromatosi (accumulo di ferro nel parenchima).

Malattia epatica cronica si verifica sullo sfondo della patologia di altri organi:

  • Diabete mellito;
  • Insufficienza cardiaca congestizia;
  • amiloidosi;
  • Insufficienza renale (eccessivo accumulo di ammoniaca).

Malattie secondarie quando combinate con patologia epatica causano cambiamenti irreversibili nel corpo.

La regolazione strutturale avviene nell'ittero, nella cirrosi. Nel primo caso, un'aumentata concentrazione di bilirubina causa complicazioni, nel secondo caso la rugosità dell'organo sullo sfondo di crescite fibrose.

Il complesso dei disordini autoimmuni del parenchima è dovuto alla formazione di immunoglobuline che colpiscono i loro stessi tessuti. Fattori provocatori di autoaggressività contro gli epatociti - colangite sclerosante, cirrosi biliare.

Sintomi esterni di malattie epatobiliari

Per i cambiamenti della pelle in una fase precoce, è possibile ipotizzare una patologia epatica, i cui sintomi sono sufficientemente specifici da suggerire cambiamenti negativi:

  • L'ittero è causato da un aumento della concentrazione di bilirubina nel sangue (sclera ingiallita, pelle);
  • Prurito della pelle dovuto all'accumulo di tossine nel sangue;
  • Colorazione bruna della pelle con epatite pigmentata;
  • Scurimento limitato dell'inguine, ascella nella cirrosi biliare, epatite;
  • Eruzione eterogenea nell'epatite autoimmune;
  • "Stelle" rosse sull'addome a causa di arterie dilatate;
  • Eritema dei palmi nel punto di contatto con le dita;
  • Crepe negli angoli della bocca;
  • Smagliature;
  • Punti bianchi sulle unghie;
  • Rigonfiamento delle vene safene lungo l'ombelico;
  • Sindrome del dolore dell'ipocondrio destro;
  • Fastidio pesantezza allo stomaco;
  • Nausea, diarrea, vomito;
  • Odore di pesce dalla bocca;
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Grande pancia (a causa dell'accumulo di liquidi nell'ascite).

I segni descritti sono caratteristici per la maggior parte delle nosologie epatiche.

Alcuni sintomi della malattia del fegato sono unici. Negli alcolisti maschi si sviluppano cambiamenti nell'aspetto del tipo femminile. La condizione è spiegata da una diminuzione del numero di ormoni sessuali maschili e un aumento di quelli femminili - androgeni. Gli studi hanno dimostrato che le bevande alcoliche dirigono il metabolismo biochimico verso la conversione del testosterone in estrogeni.

La manifestazione non specifica della femminilizzazione è un aumento significativo delle ghiandole mammarie nei rappresentanti della metà più forte. L'atrofia dei testicoli con l'aumento di estrogeni porta alla scomparsa della potenza. Si verifica con la vasta diffusione del processo infiammatorio.

Coma epatico aumenta la concentrazione di ormone paratiroideo, portando alla scomparsa delle travi ossee, una maggiore tendenza alla frattura, deformità degli arti.

L'accumulo di grasso negli epatociti è osservato nel diabete mellito.

L'aumento della concentrazione di ammoniaca nell'insufficienza renale provoca il danneggiamento del tessuto cerebrale. La conseguenza della nosologia: disturbi neurologici pronunciati:

  • Disturbo del sonno;
  • insonnia;
  • Apatia, letargia;
  • Menomazione della memoria;
  • sonnolenza;
  • Dita tremanti;
  • Cambiare la calligrafia;
  • Stanchezza costante;
  • la debolezza;
  • Convulsioni epilettiche.

Un danno esteso al fegato è accompagnato da disturbi della coagulazione. Le persone malate hanno una maggiore tendenza al sanguinamento interno. Quando lavi i denti, si osservano emorragie gengivali.

Manifestazioni di intossicazione in patologia epatica

La patologia delle funzioni enzimatiche è accompagnata dall'accumulo di tossine, che porta a sintomi di intossicazione, esacerbazione di malattie secondarie.

Periodicamente, la temperatura del paziente sale a 38-38,5 gradi. Dolore muscolare e articolare, debolezza, perdita di peso - le manifestazioni sono dovute all'accumulo di composti tossici nelle fibre muscolari.

L'effetto delle tossine sul tratto gastrointestinale è caratterizzato da perdita di appetito, brividi e perdita di peso. L'intossicazione esacerba l'enterite cronica, la colite, aumenta la dimensione dei nodi con le emorroidi.

Segni di ittero

Descrivendo i sintomi, non puoi evitare l'ittero. La nosologia provoca diverse forme nosologiche: blocco del dotto biliare, distruzione dei globuli rossi, distruzione degli epatociti.

Nell'ittero epatico, un aumento del contenuto di bilirubina è dovuto al rilascio di una sostanza nel sangue dalle cellule distrutte. Una situazione simile si verifica con l'epatite virale.

La forma emolitica può essere rintracciata con la distruzione dei globuli rossi. La scomposizione dei globuli rossi aumenta il contenuto ematico del costituente dell'emoglobina (eme). Il complesso di proteine ​​viene sottoposto a trattamento da epatociti, ma a causa di una concentrazione di tessuto troppo elevata non è possibile far fronte al carico. Una condizione simile può essere osservata nei neonati a causa della presenza di un gran numero di globuli rossi distrutti che subiscono un rinnovo dopo la nascita. L'ittero emolitico si manifesta in alcuni tipi di anemia, linfoma, malattie autoimmuni.

La forma ostruttiva si verifica quando il dotto biliare viene bloccato con una pietra, un tumore, un'infiammazione.

Tutte le forme di ittero a lungo termine sono caratterizzate da sindrome del dolore del giusto ipocondrio a causa di un aumento del parenchima epatico. L'aumento dei livelli di bilirubina è accompagnato da febbre, brividi, vertigini e disturbi del tratto gastrointestinale.

I principali segni della sindrome icterica:

  • Giallo e gonfiore dell'occhio sclera;
  • Tonalità al limone della pelle;
  • Urina scura (con un aumento della bilirubina nel sangue);
  • Scolorimento delle feci (blocco del dotto biliare).

Manifestazioni di alveococcosi intraepatica

L'alveococcosi in Russia è comune tra i residenti di Yakutia, Territorio di Krasnodar, Bashkortostan, dove la popolazione locale sta scavando carcasse di volpi, volpi artiche, lupi. L'infezione avviene attraverso l'ingestione di uova di elminto quando le condizioni igieniche non sono seguite dopo il contatto con le pelli di animali. Se le mani vengono maneggiate correttamente, l'infezione non si verifica. Di norma, i cacciatori trascurano i requisiti sanitari.

Il serbatoio naturale di elmintiasi sono gatti, cani, volpi, lupi, coyote. L'infezione umana si verifica quando si processano le pelli o si mangia il fegato infetto degli animali.

Per lo sviluppo di alveococcosi, è necessario un ospite intermedio: topi vole, muskrats, nel cui fegato si forma una cisti. Dopo essere entrati nel parenchima, le larve (oncosfere) diventano individui vitali che infettano il tessuto.

I principali sintomi e il trattamento di alveococcosi del fegato negli esseri umani:

  1. Le cisti alveocitarie causano un ingrossamento del fegato;
  2. Sindrome di ittero, dolore nell'ipocondrio destro;
  3. Diminuzione dell'appetito, perdita di peso;
  4. Il trattamento di qualsiasi invasione di Helminthic è effettuato con farmaci antielmintici come metronidazolo;
  5. Le grandi cisti vengono rimosse chirurgicamente, per le piccole formazioni viene effettuato un monitoraggio dinamico.

Tipi di parassiti che interessano il parenchima epatico:

  • Le amebe entrano nelle vene e nei linfonodi attraverso la parete intestinale. Danneggiando i vasi, provoca la morte cellulare (necrosi) con la formazione di una cavità purulenta limitata, incline alla proliferazione (ascesso);
  • La giardiasi provoca disordini trofici negli epatociti, che aumenta la propensione all'infiammazione, il blocco dei dotti biliari intraepatici (quando i batteri sono attaccati al processo);
  • L'attività vitale degli schistosomi nei vasi epatici provoca alterazioni dei tessuti infiammatori o cirrotici;
  • Roundworm - vermi di grandi dimensioni. Dopo aver inserito le vene epatiche interrompere l'afflusso di sangue con la formazione di micronecrosi, microascessi;
  • L'echinococco a camera singola forma cisti nel fegato, comprimendo il parenchima e i vasi sanguigni circostanti. La pressione sui dotti intraepatici provoca ittero, la distruzione di epatociti.

Manifestazioni di invasioni helminthic in una fase iniziale sono nascoste. I cambiamenti sono rilevati dopo l'inizio di una clinica acuta, quando vengono rintracciati i sintomi di danno d'organo.

Si possono sospettare i parassiti per alcuni sintomi: unghie fragili, rughe, crepe agli angoli della bocca, comparsa di papillomi, stratificazione delle unghie.

Quando l'amebiasi aumenta il contenuto di leucociti nel sangue, ci sono segni di intossicazione - febbre, perdita di appetito.

Un aumento degli enzimi della colestasi nel sangue (AlAt, AsAt, GGTP), nonostante il trattamento attivo, può indicare una Giardia.

Il rilascio massimo di sostanze tossiche dal fegato nel sangue è tra le 2-3 ore della notte. Durante questo periodo, i pazienti con infezioni da elminti non possono addormentarsi, poiché l'attività dei parassiti aumenta.

In conclusione, va detto che la patologia epatobiliare è più facile da prevenire che curare. Qualsiasi malattia del fegato può essere rilevata con metodi clinici. Non fare affidamento sulla scomparsa indipendente della nosologia o sull'efficacia del trattamento popolare. Se trovi i primi segni di malattia del fegato - urgentemente dal medico.

Quali sono i sintomi della malattia del fegato?

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo. Svolge molte funzioni grazie alle quali viene mantenuta l'attività vitale di ogni cellula e sistema di una persona. Tra le funzioni epatiche è quello di concentrarsi sulla disintossicazione, sintetica, protettiva, immune. Inoltre, il ferro è attivamente coinvolto nel metabolismo dei lipidi e dei carboidrati, sintetizza e accumula aminoacidi. I sintomi della malattia del fegato sono accompagnati non solo dal dolore nel giusto ipocondrio, ma anche dal deterioramento della condizione generale di una persona.

Cause della malattia epatica

Nella ghiandola c'è una proprietà di rigenerazione, e questo consente di ripristinare la struttura dell'organo, normalizzare il funzionamento degli epatociti. Inizialmente, il volume del fegato aumenta a causa delle cellule rimanenti aumentandole. La riproduzione degli epatociti avviene molto più lentamente, a causa della quale la struttura fisiologica viene ripristinata.

Le cause delle malattie del fegato sono piuttosto diverse, ci concentreremo sui più frequenti:

  • danno traumatico agli organi a causa di un colpo all'addome (incidente, caduta da un'altezza). I segni esterni possono essere assenti. I primi sintomi possono comparire diversi anni dopo la lesione, indicando la presenza di lesioni cistiche nel fegato. Per identificare ulteriori tumori, è sufficiente condurre un'ecografia;
  • effetto medicinale. Quali sono i farmaci epatotossici? I più aggressivi per il fegato sono agenti antibatterici, farmaci chemioterapici, steroidi;

Al fine di ridurre al minimo l'epatotossicità di un particolare farmaco, è necessario osservare rigorosamente le dosi raccomandate, la durata del decorso terapeutico e anche assumere gli epatoprotettori.

  • bevande alcoliche Il danno epatico da alcol è chiamato epatite alcolica. Si sviluppa a causa dell'assunzione sistematica di grandi dosi di alcol per molti anni. I prodotti del metabolismo dell'alcol hanno un effetto tossico sugli epatociti, a causa dei quali questi ultimi soffrono di ipossia (carenza di ossigeno), muoiono e vengono sostituiti dal tessuto connettivo. La formazione di nodi porta alla cirrosi. L'alcolismo femminile colpisce il sesso più debole se consuma più di 70 ml di etanolo al 40% al giorno. Per gli uomini, il limite superiore consentito è 100 ml al giorno;
  • malattie parassitarie Spesso, i sintomi della malattia del fegato nelle donne, gli uomini sono osservati con echinococcosi, ascaridi e patogeni lebbra. I sintomi di danno epatico possono manifestarsi in forma grave o intensità luminosa per molti anni. Allo stesso tempo, i segni strutturali della malattia del fegato sono rappresentati da formazioni cistiche nella ghiandola;
  • infezione virale. Questo gruppo include l'epatite A, B, C, D, E. I sintomi della malattia dipendono dal tipo di virus. Il processo infiammatorio può essere acuto o caratterizzato da un decorso cronico. Se viene diagnosticata l'epatite A, la prognosi per la vita è più favorevole. È altrimenti chiamato la malattia di Botkin. L'epatite B, C manifesta sintomi gravi, causa gravi conseguenze sotto forma di cirrosi epatica;
  • fattori tossici. La composizione epatica può cambiare gradualmente se i veleni (metalli pesanti, sostanze chimiche) entrano nel corpo per lungo tempo. Le lesioni acute della ghiandola negli esseri umani saranno registrate con l'esposizione simultanea di una grande quantità di veleno. La lesione si manifesta con epatomegalia (ingrossamento del fegato), necrosi da epatociti. Gravi complicanze sono rappresentate da insufficienza epatica, quando le cellule rimanenti non sono in grado di fornire pienamente funzioni fisiologiche. Le cellule gradualmente morte vengono sostituite da tessuto connettivo, che è accompagnato dallo sviluppo della cirrosi;
  • nutrizione scorretta. Spesso, i sintomi della malattia del fegato negli uomini sono osservati quando il pasto principale si verifica la sera. Durante il giorno, la gente di solito non mangia, limitandosi a un leggero "spuntino". I disturbi alimentari, manifestati dall'assunzione di cibo irregolare in grandi porzioni, sono accompagnati da segni di disfunzione digestiva. I sintomi negli adulti, i bambini si manifestano sotto forma di nausea, vomito, amarezza nella bocca, così come un disturbo delle viscere del tipo di diarrea. La malattia del fegato può essere diagnosticata con l'abuso di bevande alcoliche, cibi grassi, affumicati, fritti, spezie, che è accompagnato da difficoltà nel flusso di bile, ristagno, formazione di calcoli nella vescica, dotti;
  • predisposizione genetica. I sintomi della malattia del fegato nelle donne sono causati da anomalie strutturali congenite del sistema epatobiliare. Questo può essere ipoplasia epatica, fermentopatia ereditaria, atresia vascolare, tratto biliare;
  • focolai purulenta nella cavità addominale, non associata al fegato. La diffusione del processo infiammatorio nelle vie biliari, il fegato può causare epatite, colangite. Questo gruppo di cause include anche trombosi della vena porta;
  • radiazioni ionizzanti, veleni cancerogeni chimici. I sintomi e il trattamento della patologia dipendono dal tipo, dalla forza del fattore provocante.

Classificazione della malattia del fegato

Diverse malattie del fegato negli esseri umani si sviluppano a seguito della sconfitta di epatociti, lobuli, vasi sanguigni o dotti biliari. Considera i tipi di patologie:

  1. processi infiammatori con componente purulenta, disordini funzionali (epatite tossica, epatomegalia idiopatica, epatosi grassa, steatoepatosi alcolica, genesi non alcolica, ascesso);
  2. malattie parassitarie e infettive del fegato (epatite virale, tubercolosi, processo sifilitico, echinococcosi, leptospirosi, ascariasis);
  3. traumatico (rottura dell'organo, ferita - pugnalata, sparo e schiacciamento del fegato);
  4. vascolare (complicazioni trombotiche, lesione purulenta della vena porta, fistola intraepatica);
  5. lesione delle vie intraepatiche (congestione associata alla bile, infiammazione del dotto comune, formazione di calcoli);
  6. malattie chirurgiche del fegato, in particolare oncopatologia (formazioni cistiche, lesioni metastatiche, angiosarcoma, intraductal, carcinoma epatocellulare, emangioma epatico);
  7. difetti genetici (ipoplasia, aplasia, quando il fegato è piccolo o completamente assente, atresia del dotto, emocromatosi, fermentopatia);
  8. danno alla ghiandola nelle malattie di altri organi (amiloidosi, leucemia, grave insufficienza cardiaca, disfunzione renale);
  9. cambiamenti strutturali e funzionali, così come complicanze - lesioni cirrotiche, ittero, insufficienza epatica scompensata, coma epatico;
  10. autoimmune, per esempio, epatite, colangite sclerosante, altre patologie causate da disfunzione immunitaria.

Con la malattia del fegato in caso di esposizione continua a un fattore provocante, l'esito della malattia è rappresentato dalla cirrosi, così come l'insufficienza epatica o addirittura la morte.

Manifestazioni negli uomini

Quali sono i sintomi più comuni per i pazienti con malattia del fegato? Ecco un elenco di segni clinici di malattia del fegato:

  • disagio nell'ipocondrio (a destra);
  • epatomegalia;
  • grave debolezza;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • mal di testa;
  • diminuzione dell'appetito;
  • deterioramento cognitivo;
  • perdita di peso;
  • giallo della pelle, sclera;
  • irritabilità;
  • depressione;
  • gonfiore degli arti inferiori, ascite, a causa del quale l'addome aumenta di volume;
  • oscuramento delle urine, scolorimento delle feci;
  • vene a ragno associate a disturbi della coagulazione;
  • fragilità vascolare, tendenza al sanguinamento;
  • disfunzione intestinale sotto forma di diarrea;
  • visualizzazione delle vene sulla parete addominale anteriore;
  • prurito della pelle;
  • visione offuscata;
  • amarezza in bocca;
  • palpitazioni cardiache;
  • unghie fragili;
  • nausea, vomito;
  • perdita di capelli;
  • giallo, marrone sulla lingua;
  • alitosi;
  • subfebrile o febbre alta.

Separatamente, dovrebbe essere descritto, quali sono i dolori nella malattia del fegato. L'elenco dei possibili sintomi del dolore che si osservano con disfunzione epatica:

  • lieve indolenzimento del carattere lamentoso. È anche possibile scoppiare, pesantezza. Indicano un processo infiammatorio lento. Nella maggior parte dei casi, la sindrome del dolore si osserva quando l'organo è ingrandito, quando la sua capsula è allungata;
  • il forte dolore di una natura versata nell'ipocondrio destro indica un grave processo infiammatorio con un componente purulento o un danno traumatico all'organo;
  • forte dolore in un determinato luogo. Indica la patologia della cistifellea, così come i dotti;

Il dolore nelle malattie del fegato può essere del tutto assente, il che rende difficile la diagnosi primaria.

A seconda dello stadio della malattia del fegato negli uomini, i sintomi possono essere espressi in una particolare intensità. Con un aumento dell'intossicazione endogena, la coscienza di una persona è inibita, fino a comprendere il coma epatico, come manifestazione di disfunzione del sistema nervoso.

Metodi diagnostici

Le persone non sempre prestano attenzione ai primi segni di malattia del fegato, motivo per cui la patologia viene spesso diagnosticata in una fase avanzata. Ora parliamo di come determinare la malattia.

Come conoscere la malattia del fegato? Quando si fa riferimento a un medico, viene condotta un'indagine sui reclami, un esame fisico, durante il quale lo specialista esamina attentamente l'area dell'ipocondrio destro. Alla palpazione (palpazione) del fegato, vengono stabilite le dimensioni, la densità, la forma, la superficie.

Il medico attira anche l'attenzione sul colore della pelle, sulla presenza di eruzioni cutanee, sul colore della lingua, sul volume dell'addome e su altri segni esterni di patologia.

Sulla base dei risultati dell'esame obiettivo e del quadro clinico, viene determinata una serie di metodi diagnostici che consentono di confermare la diagnosi.

Come identificare la malattia del fegato? Per l'esame del paziente utilizzato laboratorio, metodi strumentali. I test di laboratorio includono:

  1. analisi del sangue biochimica. È interessato al livello di bilirubina, fosfatasi alcalina, transaminasi, proteine ​​totali;
  2. coagulogramma (per valutare lo stato del sistema di coagulazione);
  3. esame del sangue clinico (necessario per determinare il livello di emoglobina, globuli rossi, leucociti, eosinofili);
  4. analisi delle urine;
  5. coprogram;
  6. test per l'epatite virale, HIV.

Come riconoscere i segni della malattia del fegato negli uomini utilizzando metodi strumentali?

  1. esame ecografico È assolutamente sicuro, può essere eseguito un numero illimitato di volte. L'ecografia è prescritta per il rilevamento primario di un focus patologico, la valutazione delle dinamiche del trattamento, nonché a fini profilattici;
  2. la risonanza magnetica computerizzata, grazie alla quale è possibile visualizzare la lesione allo stadio iniziale, per chiarirne dimensioni, consistenza, per valutare lo stato dei tessuti e degli organi circostanti;
  3. intubazione duodenale - per valutare la funzione della cistifellea. Il campionamento biliare può essere effettuato anche per la semina. Sulla base dei suoi risultati, è possibile selezionare efficaci farmaci antibatterici per colecistite infettiva, colangite;
  4. puntura seguita da istologia;
  5. laparocentesi - per rimuovere il liquido ascitico dalla cavità addominale;
  6. doppler vascolare;
  7. laparoscopia. La chirurgia spesso utilizza strumenti endoscopici per scopi diagnostici. Il medico vede lo stato degli organi addominali sullo schermo, valuta la prevalenza del processo.

Tattica medica

I sintomi del danno epatico nelle donne possono essere eliminati con l'aiuto di alimenti dietetici, così come la terapia farmacologica. Grazie ad un approccio integrato, la funzione digestiva viene ripristinata, la condizione generale è facilitata.

Inoltre, puoi essere trattato con rimedi popolari che normalizzano il lavoro della ghiandola.

Dieta numero 5

Ecco alcune linee guida nutrizionali:

  1. contenuto calorico giornaliero - un massimo di 3000;
  2. il numero di pasti - fino a 6 al giorno;
  3. piccole porzioni;
  4. abbastanza liquido da bere

I segni di malattia del fegato nelle donne e negli uomini possono essere ridotti se il seguente è escluso dalla dieta:

  • alcol;
  • varietà grasse di prodotti a base di carne, pesce, latte;
  • tè forte, bevande a gas, caffè;
  • legumi, acetosa;
  • orzo, porridge di mais, miglio;
  • la pasta;
  • funghi, cavoli;
  • cottura fresca;
  • condimenti piccanti;
  • carne affumicata;
  • cibo in scatola;
  • margarina;
  • sottaceti;
  • dolci;
  • aglio, cipolla;
  • la maggior parte dei frutti freschi.

Il trattamento delle malattie del fegato consente:

  1. un uovo al giorno;
  2. decotto di rosa canina;
  3. carne magra, pesce, gelatina;
  4. il pane di ieri;
  5. molte verdure

Per preparare i piatti, si consiglia di utilizzare il vapore, così come cuocere, cuocere a fuoco lento, cuocere i prodotti. È meglio scegliere zuppe, purè di patate, in una forma macinata.

Trattamento farmacologico delle malattie del fegato

Per eliminare la causa della patologia, per supportare e ripristinare il fegato, può essere assegnato:

  1. antivirali;
  2. farmaci per stimolare la produzione, la promozione della bile;
  3. antibatterico;
  4. antiparassitario;
  5. gepatoprotektory. Ecco i nomi popolari - Phosphogliv, Carsil, Gepabene, Enerlyn, Essentiale;
  6. vitamine.

La disintossicazione viene effettuata con soluzioni per infusione. Il trattamento chirurgico può trattare l'echinococcosi, la colecistite calcicola, il cancro al fegato. Se il fegato è affetto da un processo maligno, possono essere somministrati mirati, chemioterapia e ablazione.

Metodi popolari

L'effetto terapeutico sulla ghiandola ha l'avena. I suoi granuli possono essere utilizzati per la preparazione di infusi, gelatina. Il trattamento di opt-out dovrebbe essere:

  • nella fase acuta della malattia virale;
  • con grave debolezza;
  • diabete;
  • nella fase acuta della patologia epatica;
  • durante la gravidanza;
  • con la malattia urinaria, calcoli biliari;
  • nel periodo dell'allattamento.

Il trattamento con l'avena prevede l'uso di grani non raffinati. Ecco alcune ricette con l'avena:

  1. 100 g di cereali devono essere riempiti con 1 litro d'acqua, far bollire per un quarto d'ora sotto il coperchio socchiuso. Dopo il raffreddamento, è necessario bere 460 ml al giorno, dividendo l'intero volume in 4 dosi. Per migliorare il gusto è permesso aggiungere miele;
  2. Ingredienti per la seguente ricetta: 2,5 litri di acqua, 20 g di avena, poligono secco, 15 g di rosa canina tritata, seta di mais, foglie di mirtillo rosso, boccioli di betulla. Per prima cosa, fai l'avena. Deve essere mescolato con foglie di mirtillo, germogli di betulla, versare 1,8 litri d'acqua, lasciare in infusione per un giorno. La rosa canina vale la pena versare 700 ml di acqua bollente, insistere in un thermos per un giorno. Dopo 24 ore, far bollire la farina d'avena, aggiungere gli altri ingredienti, far bollire per 35 minuti, quindi raffreddare. Ora il farmaco deve essere filtrato, aggiungere il brodo dei fianchi. Il corso terapeutico è di 7 giorni. Regime di trattamento: il primo giorno è necessario bere 60 ml tre volte, il secondo giorno - mezzo bicchiere, quindi un singolo volume rimane lo stesso (120 ml), ma la dose si riduce a due al giorno;
  3. 200 g di avena devono essere versati in una casseruola, versare un litro d'acqua, far bollire per mezz'ora. Ora è necessario versare acqua bollente nel brodo per ottenere il volume totale - litro. Attendere il raffreddamento, filtrare, aggiungere il succo di limone (da mezzo agrume), 15 g di miele. Bere 120 ml tre volte per mezz'ora prima dei pasti.

La terapia con l'avena in sé non può portare a una cura completa per la malattia del fegato. Inoltre, non è necessario iniziare autonomamente la terapia se la causa della lesione della ghiandola non è nota. Le droghe scelte in modo errato possono non solo non portare al risultato desiderato, ma anche peggiorare significativamente il corso della patologia.

Segni di malattia del fegato

Tutti i corpi sono importanti a modo loro, ma ci sono anche quelli senza cui una persona semplicemente non può esistere. Il fegato appartiene agli "elementi" principali del corpo, svolge molte funzioni utili. Dati i forti carichi, questo organo spesso soffre di processi infiammatori di varia gravità. I sintomi della malattia del fegato dipendono dal tipo specifico di malattia e dal suo stadio. Oggi vengono spesso diagnosticate cirrosi, epatiti, lesioni tossiche e formazione di calcoli. I segni di tali malattie sono diversi. Se il fegato fa male, quali sintomi ha la persona?

Quali sono i sintomi della malattia del fegato?

Ci sono sintomi comuni di malattia del fegato:

  • sensazioni dolorose e dolorose sotto le costole, che sono aggravate dallo sforzo fisico, mangiando cibi fritti, piccanti, grassi;
  • nausea, vomito;
  • significativa perdita di appetito;
  • bruciore di stomaco grave, eruttazione frequente;
  • condizioni lente, debolezza, prestazioni ridotte.

I primi segni di un fegato malato

I segni di un fegato malato in una donna e un uomo hanno alcune caratteristiche distintive. In generale, la malattia in entrambi i sessi è la stessa. La sintomatologia è suddivisa in manifestazioni interne ed esterne di infiammazione epatica. Segni interni:

  • dolore acuto sul lato destro sotto le costole;
  • malfunzionamenti nella digestione;
  • un aumento della cavità addominale;
  • nausea;
  • perdita di capelli;
  • urina scura;
  • la comparsa di una sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio, che è preceduta dall'assorbimento di cibi fritti e piccanti con un alto contenuto di calorie.

I sintomi esterni di un fegato malato, che possono essere visti nella foto, appaiono sulla pelle:

  • ittero: le membrane mucose e la copertura della pelle acquisiscono una sfumatura giallognola malsana, che è visibile a occhio nudo;
  • eruzione cutanea, prurito;
  • psoriasi, eczema: macchie, con una superficie ruvida, che si verificano principalmente sulla testa e sulla parte superiore del tronco.

Malattie epatiche e loro sintomi

I disturbi epatici sono una grande lista di malattie che differiscono per cause e segni. In questo articolo, verranno considerate le lesioni di un organo importante, che si verificano più spesso di altri disturbi. Parliamo dei sintomi della malattia del fegato con epatite, cirrosi, disturbi tossici, formazione di calcoli. Se compaiono segni che indicano problemi epatici, dovresti consultare immediatamente un medico.

Cirrosi epatica in uomini e donne

La cirrosi epatica si riferisce a lesioni estese, a causa delle quali l'atrofia dei tessuti sani si trasforma gradualmente in cicatricia. A causa di questa sostituzione, si formano nodi di dimensioni diverse che alterano significativamente la struttura dell'organo "filtrante". Gli uomini si ammalano molto più spesso delle donne. Quali sono i sintomi della cirrosi epatica: questa domanda interessa molti. Questi includono:

  • i primi segni di cirrosi epatica sono l'ingiallimento della pelle, delle mucose e una rapida perdita di peso sullo sfondo di una diminuzione dell'appetito;
  • grave debolezza, affaticamento, sonnolenza;
  • l'aspetto sulla pelle delle "stelle" dei vasi, che diventano pallidi quando vengono pressati;
  • prurito, peggio di notte;
  • colore giallo scuro di urina;
  • frequenti lividi sulla pelle;
  • come fa male il fegato in caso di cirrosi: forti dolori si avvertono sotto le costole sul lato destro del corpo;
  • i sintomi della malattia del fegato nelle donne sono integrati dalla disfunzione del ciclo mestruale, negli uomini - impotenza.

Danno tossico

Il complesso di malattie associate agli effetti dannosi di vari fattori è un danno tossico al fegato. Le sostanze che causano l'avvelenamento possono essere farmaci, prodotti chimici domestici, prodotti (ad esempio funghi), radiazioni e così via. A causa dell'impatto dei suddetti fattori, si osservano cambiamenti che diventano un catalizzatore per l'interruzione del corretto funzionamento del fegato e possono portare al fallimento. I problemi al fegato di questa natura sono caratterizzati da sintomi combinati in sindromi. Tipi di sindromi di ubriachezza epatica:

  1. Citolisi: insufficienza della permeabilità delle pareti degli epatociti, le cellule epatiche muoiono con esposizione prolungata a sostanze tossiche. sintomi:
  • aumenta l'attività degli enzimi AST, ALT, LDH;
  • cambiando la quantità di vitamina B e ferro nel sangue.
  1. Per la sindrome colestatica è caratterizzata dall'interruzione della ricezione della giusta quantità di bile nel sistema intestinale. sintomi:
  • il fegato è ingrandito;
  • irritazione della pelle, prurito;
  • scurisce l'urina, le masse fecali sono chiarite;
  • pelle gialla, occhi mucosi, saliva;
  • benessere generale aggravato.
  1. I sintomi della sindrome dispeptica:
  • dolore all'addome, sotto le costole, vicino al pancreas, gonfiore;
  • nausea, vomito;
  • diminuzione dell'appetito;
  • aumento del volume epatico.
  1. La specificità dell'insufficienza epatocellulare è la seguente:
  • l'apparizione di "stelle" sulla pelle;
  • arrossamento del viso, delle palme o dei piedi;
  • ittero;
  • l'espansione delle ghiandole salivari;
  • negli uomini, vi è un aumento del tessuto adiposo, atrofia testicolare, alterata funzione erettile e un aumento delle ghiandole mammarie;
  • punti bianchi sulle unghie;
  • ecchimosi;
  • curvatura dei tendini sulle mani.
  1. L'epatopia è una fase grave dell'insufficienza epatica, che colpisce il funzionamento del sistema nervoso centrale e del cervello. L'epatea può manifestarsi come:
  • una varietà di disturbi mentali;
  • un odore particolare e sgradevole dalla bocca;
  • coma.

pietre

L'aspetto delle pietre è considerato una conseguenza dei calcoli biliari. Segni di questo tipo di disturbi non si manifestano per un lungo periodo, fino a 2-3 anni. I sintomi della malattia del fegato causati dalla formazione di calcoli includono quanto segue:

  • colica epatica, che si verifica spesso quando si spostano pietre lungo il percorso dei capillari della cistifellea o infiammazione dei dotti;
  • sensazione di secchezza in bocca;
  • nausea;
  • feci disturbate (stitichezza);
  • urina scura, fecale diventa leggera, odore acre;
  • una patina giallastra appare sulla lingua;
  • irrequietezza, dolore nella regione del cuore, possono verificarsi periodicamente convulsioni.

epatite

Epatite di diversi tipi - disturbi che colpiscono principalmente il fegato umano, portando a infiammazione nel corpo. Ci sono tre gruppi di epatite:

  • malattie virali: A, B, C, D, E, F;
  • epatite tossica;
  • autoimmunità.

Tutti i segni comuni di danno epatico da qualsiasi tipo di epatite sono classificati nelle manifestazioni precoci e tardive della malattia. Opzionale, primi sintomi di epatite:

  • aumento della temperatura;
  • dolore sotto le costole a destra;
  • la comparsa di eruzioni cutanee sulla pelle;
  • diminuzione dell'appetito;
  • dolore e dolori alle articolazioni, grave debolezza.

Più tardi segni di infiammazione del fegato:

  • ittero;
  • un chiaro oscuramento delle urine;
  • alleggerimento, a volte una completa decolorazione delle feci;
  • nausea, vomito;
  • prurito.

Che tipo di medico contattare se il fegato fa male

Se si osservano i sintomi di cui sopra associati a malattie del fegato, quindi è necessario sottoporsi a un esame obbligatorio da parte di specialisti. Dobbiamo cercare aiuto da un terapeuta, parlare con un gastroenterologo e un chirurgo. Vale anche la pena di visitare il principale specialista in malattie epatiche - un epatologo. Il terapeuta conduce un esame generale e, se necessario, scrive le istruzioni per i test e altri medici.

Il gastroenterologo si occupa delle malattie dell'apparato digerente, del lavoro dell'apparato digerente. Egli prescrive misure terapeutiche nel rilevare cirrosi e ascessi nel fegato, epatite B e C. L'epatologo ha una specializzazione ristretta, è responsabile del lavoro del fegato e del periodo di riabilitazione dopo il trapianto di organi. A volte il terapeuta consiglia una visita a un oncologo, che può determinare il cancro del fegato, la cirrosi dello stadio avanzato.

Come parte del complesso trattamento delle malattie del fegato, si può usare l'epatoprotettore Esslial Forte. Un complesso di fosfolipidi, che per la loro struttura e proprietà sono identici ai fosfolipidi del tessuto epatico, scende alla sua composizione e il contenuto di acidi grassi essenziali li supera addirittura. I fosfolipidi epatoprotettivi sono incorporati nelle aree danneggiate delle guaine del fegato, ripristinando in tal modo la loro integrità e funzionalità. La preparazione è ipoallergenica grazie a componenti esclusivamente naturali e all'assenza di coloranti e additivi sintetici.

Video sulla cirrosi alcolica

Il processo infiammatorio, spesso causato dal consumo eccessivo di bevande alcoliche, richiede un trattamento obbligatorio. Esecuzione di forma di cirrosi può portare a gravi conseguenze e persino alla morte. Dopo aver visto il video, puoi conoscere i sintomi completi, le cause principali della malattia, la diagnosi di cirrosi e come trattarla.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

I primi segni di malattia del fegato

L'estrema importanza del fegato per il lavoro completo di tutto il corpo è indiscutibile. A volte le sue malattie si manifestano violentemente, ma le malattie epatiche più gravi iniziano gradualmente, manifestandosi solo in fasi gravi (ad esempio, la cirrosi). Pertanto, al minimo segno di problemi al fegato, vale la pena di fare urgentemente il tuo esame per capire cosa sta succedendo con questo organo e iniziare un trattamento competente in tempo.

La pelle cambia

I buoni medici esaminano sempre attentamente la pelle di un paziente nudo. Alcuni dei suoi cambiamenti permettono di sospettare una malattia del fegato ad occhio nudo. Altri richiedono una certa conoscenza o esperienza professionale. Le malattie del fegato possono indicare:

  • ittero che si verifica quando il tessuto epatico o i dotti intraepatici sono danneggiati (è meglio visibile con luce naturale piuttosto che artificiale, e non solo la pelle ma l'occhio sclera e le mucose ingialliscono);
  • colore marrone locale sotto le ascelle e / o l'inguine (appare a causa dell'accumulo di melanina nell'emocromatosi o nella cirrosi biliare);
  • prurito generale e graffi (spesso accompagnato da cirrosi biliare primaria e altre malattie che si verificano con stasi bile intraepatica);
  • varie eruzioni cutanee (segni di epatite infettiva, danno epatico autoimmune);
  • "stelle" vascolari (un classico segno di cirrosi);
  • arrossamento dei palmi nelle aree adiacenti ai pollici;
  • pelle secca, crepe negli angoli della bocca, lingua cremisi "laccata" (segni di carenza di vitamine, a causa di danni al fegato);
  • lividi spontanei e emorragie sottocutanee (segno indiretto di una diminuzione della produzione di fattori di coagulazione del fegato da parte del fegato);
  • aree bianche sulle unghie (compaiono in epatite cronica, cirrosi epatica);
  • smagliature (smagliature) sulla pelle dell'addome, rimanenti dopo l'ascite (accumulo di liquido nell'addome).

Inoltre, nelle patologie epatiche già gravate da ipertensione portale (aumento della pressione nel sistema delle vene portale), durante l'esame della pelle, vengono spesso colpite le vene safose sporgenti che si estendono dall'ombelico.

Disturbi digestivi

Il fegato appartiene naturalmente al sistema digestivo, è in esso che si forma la bile. Pertanto, non sorprende che i disturbi del fegato siano accompagnati da malfunzionamenti da parte del tratto gastrointestinale. I pazienti preoccupati per:

  • disagio, pesantezza, sensazione di "trabocco", dolore nel giusto ipocondrio (i sintomi sono spesso causati da concomitanti cambiamenti nella motilità delle vie biliari, il fegato stesso raramente fa male);
  • nausea;
  • diarrea o stitichezza;
  • scolorimento delle feci, accompagnato da oscuramento delle urine e ittero;
  • odore dolce o "pesce" dalla bocca (una prova terribile di crescente insufficienza epatica).

Alcuni pazienti lamentano un aumento della circonferenza addominale, non è associato ad eccessiva formazione di gas, ma insorge a causa dell'accumulo di liquido nella cavità addominale durante la cirrosi o malattie vascolari del fegato (ascite). Altri pazienti prima notano che sono diventati dei piccoli pantaloni in vita o devono spostare la fibbia della cintura. L'ascite è spesso accompagnata da gonfiore delle gambe.

Cambiamenti ormonali

I cambiamenti nella sintesi degli ormoni sono più evidenti nei pazienti di sesso maschile (specialmente con la malattia alcolica). La femminilizzazione è intrinseca nei pazienti con cirrosi alcolica (fino all'80%) e virale (fino al 15%). Si ritiene che l'alcol possa portare al fatto che il testosterone e altri androgeni (ormoni maschili) vengono trasformati in estrogeni (ormoni femminili), il che spiega i cambiamenti:

  • ginecomastia (aumento del seno);
  • cambiamento nel tipo di distribuzione dei capelli;
  • atrofia testicolare;
  • l'impotenza;
  • scomparsa della libido.

Alcuni disturbi epatici (cirrosi biliare primitiva, ecc.) Portano ad un aumento dell'ormone paratiroideo e dei suoi derivati, che interessano le strutture ossee. Questi pazienti hanno:

  • dolore osseo;
  • fratture spontanee;
  • deformità ossee (spesso ossa piatte).

Inoltre, la malattia cronica del fegato (ad esempio, la steatosi del fegato) può causare il diabete.

Disturbi del sistema nervoso

Sia nella patologia epatica acuta che cronica nel corpo, il processo di neutralizzazione dell'ammoniaca, che entra nella circolazione sistemica e causa vari disturbi neurologici, rallenta. Alcuni sono rilevati solo con test psicometrici specializzati sui pazienti, altri sono evidenti e molto preoccupanti, perché indicano un'encefalopatia epatica progressiva, che può causare coma e morte. I pazienti appaiono:

  • stanchezza inspiegabile;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • insonnia;
  • un cambiamento nei modelli di sonno (se il giorno è seguito da sonnolenza irresistibile, seguita da notti insonni, allora questo potrebbe essere il primo segno di minaccia di encefalopatia epatica);
  • irrequietezza o letargia;
  • sonnolenza (fino a letargia);
  • tremito delle dita (combinato con un cambiamento nella solita calligrafia del paziente);
  • deterioramento della memoria;
  • cambiamenti personali;
  • persistente debolezza generale;
  • coscienza confusa o assente;
  • convulsioni;
  • convulsioni epilettiche.

Problemi con la coagulazione del sangue

Oltre alle emorragie, i pazienti spesso hanno spontaneo o provocato da un trauma minore (ad esempio, lavarsi i denti o soffiarsi il naso) sanguinamento di diversa localizzazione (nasale, emorroidale, gastrica, intestinale), prolungata e abbondante mestruazione, sangue nelle feci.

Segni di intossicazione

Nelle malattie del fegato, le manifestazioni di intossicazione sono caratteristiche della sua lesione infettiva (virale o batterica), disturbi immunitari, processo oncologico, complicanze della cirrosi. I pazienti osservati:

  • febbre (i dati relativi alle alte temperature sono inerenti alle malattie infettive e alle complicanze purulente, si possono osservare condizioni subfebrilari in qualsiasi processo cronico);
  • sentirsi rotto;
  • dolore muscolare e articolare;
  • perdita di appetito;
  • nausea;
  • brividi (per esempio, ascesso del fegato);
  • perdita di peso, accompagnata da una diminuzione della massa muscolare.

Certamente, non tutte queste manifestazioni necessariamente indicano precisamente malattie epatiche. Possono essere presenti in molte altre malattie. Ma anche in questi casi è necessario conoscere chiaramente la loro ragione per affrontare i loro disturbi in modo tempestivo ed efficace. Pertanto, è consigliabile impegnarsi in un esame, e quindi il trattamento sotto la guida di un medico esperto.

Quale dottore contattare

Se hai problemi con il fegato, dovresti contattare il tuo gastroenterologo. Tuttavia, molti pazienti non sanno che è il fegato ad essere colpito: consigliamo loro di visitare un terapeuta e sottoporsi a test regolari, incluso un esame del sangue biochimico. Se la malattia epatica è confermata, può essere curata da un epatologo, nonché da uno specialista in malattie infettive (per epatite virale), un oncologo (per cancro del fegato o delle vie biliari). Data la sconfitta di vari organi e sistemi, può essere necessaria una consultazione aggiuntiva con un neurologo, un dermatologo, un ematologo e un endocrinologo.

Come componente del trattamento complesso delle malattie del fegato, l'epatoprotettore Esslial Forte si è raccomandato bene. È una combinazione di fosfolipidi, pienamente corrispondenti ai fosfolipidi del tessuto epatico, ma li supera nel livello degli acidi grassi essenziali in essi contenuti. Incorporare tali fosfolipidi nelle parti danneggiate delle membrane delle cellule epatiche aiuta a ripristinare la loro integrità, favorisce la rigenerazione. I mezzi non contengono additivi sintetici, coloranti, non causano reazioni allergiche.

Scegli una dieta adeguata per le malattie del fegato aiuterà il nutrizionista. Malattia epatica alcolica - un'indicazione per il trattamento da parte di un narcologo. Infine, chirurghi seri, come il sanguinamento da varici esofagee, sono trattati da un chirurgo. Nella diagnosi di malattie del fegato, le qualifiche di dottori di specialità diagnostiche - un endoscopista e un dottore di ultrasuono sono di grande importanza.

Malattie epatiche: cause, tipi, sintomi e prevenzione

Lo stato sano della più grande ghiandola del corpo umano - il fegato - è la chiave per una vita piena e buon umore. Non c'è da stupirsi che i francesi abbiano definito questo corpo "ghiandola dell'umore". Purtroppo, attualmente il 30% della popolazione adulta del mondo soffre di malattie del fegato. Le più frequenti sono epatite, epatite, fibrosi e cirrosi. Perché sorgono queste e altre malattie e come possono essere rilevate in tempo? A proposito di questo e non solo - questo articolo.

Cause della malattia epatica

Prima di parlare delle cause della malattia del fegato, capiamo cosa costituisce questo organo.

Il fegato è una grande ghiandola digestiva, situata nella parte superiore destra della cavità addominale sotto il diaframma. Svolge una serie di funzioni fisiologiche:

metabolico (è coinvolto nel metabolismo di: proteine, grassi, carboidrati, ormoni, vitamine, oligoelementi);

secretoria (forma la bile e la secerne nel lume intestinale, le sostanze trattate dal fegato sono secrete nel sangue);

disintossicazione (trasforma i composti tossici in una forma sicura o li distrugge) e altri.

A causa delle sue caratteristiche funzionali e morfologiche, il fegato è soggetto a un gran numero di diverse malattie. Le loro ragioni, secondo i ricercatori, possono essere suddivise in quattro gruppi principali:

Virus e batteri Le malattie virali includono i tipi di epatite A, B, C, D e altri. Provocano processi infiammatori acuti e cronici. Nel 57% dei casi, l'epatite passa in cirrosi. Le cause delle infezioni batteriche sono di solito echinococco, alveococco e nematode, nonché leptospira, gli agenti responsabili della leptospirosi. Le malattie si verificano anche in forma acuta o cronica e sotto forma di trasformazione cistica del fegato.

Violazione del metabolismo dei grassi. In questo caso, aumenta il contenuto di lipidi (grassi) nelle cellule del fegato, causando un aumento delle dimensioni del ferro e la perdita della sua capacità di funzionare normalmente. Ciò porta allo sviluppo di malattie come l'epatosi grassa (steatosi epatica) e successivamente la cirrosi. Le violazioni del metabolismo dei grassi nel fegato in Russia colpiscono circa il 27% della popolazione.

Abuso di alcol Il consumo sistematico anormale di bevande alcoliche ha un effetto dannoso sulle cellule del fegato, che nel tempo può causare cirrosi. I ricercatori hanno sviluppato una dose giornaliera relativamente sicura di bevande contenenti etanolo: meno di 30 ml di vodka (brandy, whiskey), 150 ml di vino o 250 ml di birra al giorno per donne e 60 ml di vodka (brandy, whisky), 300 ml di vino o 500 ml di birra al giorno per gli uomini.

Farmaci di sconfitta tossici. Si verifica a causa di assunzione incontrollata di droghe, che porta a cambiamenti nel tessuto epatico e interruzione del suo normale funzionamento. Esiste una forma acuta e cronica di lesioni tossiche. Le malattie croniche si verificano a causa della costante assunzione di dosi di una sostanza velenosa. Può essere asintomatico per anni.

In un gruppo separato ci sono molte altre cause meno comuni, a causa delle quali si verifica il processo di distruzione delle cellule epatiche. Questi includono: avvelenamento da vapori di metalli pesanti e composti chimici, stress, traumi addominali, predisposizione genetica.

Sotto l'influenza dei suddetti fattori, vari cambiamenti iniziano nel fegato, che alla fine portano alla disfunzione dell'organo.

Principali malattie del fegato umano

Tutte le malattie del fegato possono essere suddivise in diversi tipi: virale (epatite B, C, D), batterica e parassitaria (tubercolosi, ascesso, alveococcosi, echinococcosi, ascariasis), epatite (malattia del fegato grasso alcolica e non alcolica), tumore (cisti, cancro, sarcoma, carcinoma), vascolare (trombosi, ipertensione), ereditaria (ipoplasia, emocromatosi, epatite pigmentaria), lesioni traumatiche e altre.

Prestiamo particolare attenzione alle malattie più comuni e pericolose.

Epatite virale

Malattie infiammatorie del fegato di origine diversa. L'epatite è divisa in gruppi: A, B, C, D, E, F, G, X. L'epatite A soffre il 28% di tutte le patologie da questa patologia, l'epatite B - 18%, l'epatite C - 25%, ci sono epatite mista. Tutti i gruppi sono caratterizzati dalla citolisi: distruzione delle cellule epatiche. L'epatite A, o malattia di Botkin, viene trasmessa principalmente attraverso cibo e acqua contaminati, per cui è anche chiamata "malattia delle mani non lavate". È caratterizzato da intossicazione, fegato e milza ingrossati, funzioni epatiche anormali e talvolta ittero. Questa malattia ha solo una forma acuta. L'epatite B dalla forma acuta diventa cronica se il virus è presente nel corpo per più di 6 mesi. L'epatite virale cronica B è una malattia pericolosa che può portare a gravi conseguenze e persino alla morte. È trasmesso attraverso il sangue e altri fluidi biologici. L'epatite C è la forma più grave della malattia. Nella maggior parte dei casi, diventa cronico. Circa il 20% dei pazienti con epatite cronica C successivamente soffre di cirrosi e cancro al fegato. Non esiste un vaccino per questa malattia. Altri gruppi di epatite sono molto meno comuni.

steatosi

La malattia, che si basa su disordini metabolici negli epatociti. La malattia inizia con l'accumulo di grasso nelle cellule del fegato. Ciò porta a un fallimento nel loro normale funzionamento, all'accumulo eccessivo di radicali liberi nel fegato e quindi all'infiammazione. Come risultato dello sviluppo della malattia, le cellule della ghiandola iniziano a morire (necrosi tessutale), il tessuto connettivo si forma attivamente al loro posto e il fegato smette di funzionare normalmente. Ci sono epatose acute, croniche, colestatiche, grasse di natura alcolica e non alcolica ed epatite di donne incinte. Quest'ultimo soffre dello 0,2-1% delle future madri. L'epatosi grassa si riscontra nel 65% delle persone con aumento della massa corporea e acuta e cronica - nel 35%. Con un trattamento tempestivo e appropriato, è possibile sbarazzarsi della malattia, altrimenti può andare nella fase cronica e portare alla cirrosi.

Cirrosi epatica

Malattia infiammatoria cronica Lo stadio finale della fibrosi. Durante la cirrosi, le cellule del fegato muoiono e il tessuto connettivo prende il loro posto. A poco a poco, il corpo cessa di funzionare normalmente, il che porta a varie gravi conseguenze. La causa principale della malattia è l'epatite virale cronica e l'abuso di alcool, così come le conseguenze di altre patologie della ghiandola. La cirrosi è spesso accompagnata da complicanze: sanguinamento dalle vene dilatate dell'esofago, trombosi, peritonite e altre. La malattia è irreversibile. Il trattamento farmacologico e la dieta (tabella numero 5) aiutano il paziente a mantenere una condizione stabile.

I tumori del fegato sono benigni e maligni. Benigni includono cisti, emangiomi, iperplasia nodulare. La Russia è al quinto posto nel numero di tumori epatici registrati. Il rischio di contrarre il cancro a questa ghiandola aumenta con l'età. L'età media dei pazienti è di 55-60 anni. Ci sono il cancro al fegato primario e secondario. Primaria - quando la fonte del tumore è nel fegato stesso, secondaria - quando il tumore in questo organo è una conseguenza della diffusione di metastasi da altri organi. Il secondo tipo di cancro è molto più comune. Le cause del cancro primario possono essere l'epatite B e C, così come la cirrosi. Nei pazienti con cancro del fegato, la sopravvivenza a 5 anni è di circa il 20%. Al fine di prevenire il cancro del fegato, si raccomanda di astenersi dall'uso eccessivo di alcool, steroidi anabolizzanti, droghe tossiche, per condurre uno stile di vita sano.

Al fine di proteggersi dagli effetti gravi della malattia del fegato, è necessario essere consapevoli dei sintomi della malattia. Ciò aiuterà in tempo a sottoporsi a procedure diagnostiche e, se necessario, a iniziare il trattamento.

Sintomi e segni di malattia del fegato

I sintomi primari delle patologie epatiche sono simili ai comuni sintomi del raffreddore: stanchezza, debolezza. Una caratteristica distintiva è il dolore o la pesantezza nell'ipocondrio destro, che indica che il corpo è ingrandito. Possono manifestarsi sintomi più fastidiosi: sapore amaro in bocca, bruciore di stomaco, nausea e vomito. A volte le malattie sono accompagnate da ingiallimento o pallore della pelle, il verificarsi di allergie e prurito. Inoltre, quando il fegato è danneggiato, il sistema nervoso soffre, il che può manifestarsi come comparsa di irritabilità in un paziente.

Questi sono sintomi comuni di malattia del fegato. Indichiamo ora quelli che caratterizzano alcune malattie in particolare:

Sintomi di epatite L'epatosi, o steatosi, del fegato è quasi asintomatica. Possono essere rilevati disagio e pesantezza nell'ipocondrio destro. Le modifiche diventano evidenti agli ultrasuoni.

Sintomi di epatite Ai sintomi di cui sopra, è possibile aggiungere una diminuzione notevole dell'appetito, problemi digestivi e un aumento del contenuto di tali enzimi come alanina e aspartato aminotransferasi, secondo un esame del sangue biochimico. Indicano la distruzione di epatociti sotto l'influenza dell'infiammazione.

Sintomi di cirrosi: debolezza, affaticamento, perdita di appetito, nausea, vomito, aumento della formazione di gas (flatulenza), diarrea.

Sintomi del cancro Questa malattia è accompagnata da un aumento delle dimensioni dell'addome, sangue dal naso, anemia, edema, febbre (da 37,5 a 39 gradi). Nel 50% dei casi, i pazienti lamentano un dolore tirante nella regione lombare che si verifica durante una deambulazione prolungata e uno sforzo fisico.

A seconda della malattia, il meccanismo della sua origine e lo sviluppo nel corpo differiscono.

Sviluppo della malattia

La maggior parte delle patologie inizialmente non ha sintomi, solo con un forte deterioramento della condizione, si notano i segni di alcune malattie. Se il trattamento non viene avviato durante, la malattia può entrare in una fase irreversibile, che nel peggiore dei casi porterà alla morte.

L'epatite virale con trattamento inefficace o la sua completa assenza raramente si conclude con il recupero, più spesso diventano croniche (possibilmente con complicanze), portando a cirrosi. Quest'ultimo, a sua volta, porta alla distruzione degli epatociti.

Quando l'epatite "trascurata" nel corpo sconvolge il metabolismo di carboidrati, proteine, enzimi, grassi, ormoni e vitamine. La malattia "Lanciata" influenza in modo estremamente negativo il lavoro di tutti i sistemi corporei, che può portare a epatite, fibrosi e cirrosi epatica.

Molto spesso, le malattie che sono state trascurate da molto tempo sono difficili da trattare con i farmaci. Per non farlo, dovresti prendere sul serio la tua salute, prestando attenzione alla prevenzione delle malattie.

Prevenzione delle malattie del fegato

Le misure preventive per evitare le patologie epatiche sono ridotte alle seguenti semplici regole:

evitare l'eccessivo consumo di alcol;

smettere di fumare;

osservanza delle norme di una dieta sana;

stile di vita attivo;

igiene personale;

mancanza di stress psicologico, stress costante.

Tuttavia, tutte queste misure non possono garantire la salute del fegato: troppi fattori ambientali negativi hanno un effetto sull'organo. Ecco perché i medici ricorrono alla nomina di farmaci speciali che aumentano le proprietà protettive del fegato - epatoprotettori.

Preparativi per ripristinare le funzioni del fegato

Farmaci progettati per ripristinare la funzione del fegato, chiamati epatoprotettori. La loro composizione può includere tali principi attivi come fosfolipidi essenziali, acido glicirrizico, acido ursodesossicolico, ademetionina, estratto di cardo mariano, acido tiottico. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla combinazione di fosfolipidi essenziali e acido glicirrizico, che si distingue per la sua efficacia clinica e il profilo di sicurezza favorevole. Secondo l'elenco dei farmaci essenziali ed essenziali per uso medico approvati dal governo della Federazione Russa, questa combinazione (l'unica) è inclusa nella sezione "Preparati per il trattamento delle malattie del fegato". Diciamo alcune parole sull'effetto di questi componenti.

Più di 30 studi clinici hanno confermato che l'acido glicirrizico ha effetti anti-infiammatori, antiossidanti e anti-fibrotici ed è efficace nel trattamento della malattia grassa alcolica e non alcolica. Nel più grande database di informazioni mediche - PubMed - ci sono oltre 1.400 pubblicazioni, che raccontano in dettaglio le proprietà uniche di questo componente attivo. L'acido glicirrizico è incluso nelle raccomandazioni dell'Associazione Asia-Pacifico per lo studio del fegato (APASL) ed è approvato per uso medico dall'Agenzia medica europea (EMA). I fosfolipidi essenziali sono in grado di ripristinare la struttura del fegato e le sue funzioni, fornendo un effetto citoprotettivo e riducendo il rischio di fibrosi e cirrosi epatica. La combinazione di fosfolipidi con acido glicirrizico migliora l'efficacia di quest'ultimo.