Sintomi dell'epatite B.

Trattamento

Lascia un commento 1.755

L'epatite virale è una malattia infettiva, la sua forma più comune è l'epatite di tipo B. I sintomi dell'epatite B dipendono dallo stadio in cui si verifica la malattia. L'infezione da virus di tipo B è possibile solo da una persona infetta, pertanto è necessario conoscere i sintomi per iniziare la terapia e prevenire complicanze quali insufficienza epatica, cirrosi e tumori maligni.

Modi di infezione e periodo di incubazione

loading...

Il virus è resistente a qualsiasi effetto, l'infezione può verificarsi anche attraverso l'essiccazione di sangue con epatite. Il virus entra nel sangue attraverso ferite aperte e raggiunge il fegato, dove cambia le sue cellule. Il danno al tessuto epatico si verifica a causa del fatto che il sistema immunitario percepisce le cellule alterate come estranee e inizia ad attaccarle. L'epatite B non si trasmette baciando, agitando le mani durante l'allattamento. I principali modi e le cause di infezione:

  1. Sangue infetto: attraverso strumenti in manicure e tatuaggi, durante la trasfusione di sangue da un donatore, utilizzando oggetti igienici condivisi, utilizzando aghi e strumenti non sterili.
  2. Trasmissione sessuale di epatite
  3. Bambino da mamma solo con complicazioni durante il parto. L'epatite non penetra attraverso la placenta.

L'incubazione, spesso asintomatica, dura 3-6 mesi. La durata del periodo è influenzata dall'età dell'infuso e dalla concentrazione del virus. Nelle donne e negli uomini, questo periodo è asintomatico, il virus viene rilevato durante i test. Viene eseguito un esame emocromocitometrico completo, vengono esaminati i marcatori dell'epatite B, un test epatico, l'HBV-DNA e gli ultrasuoni. Senza test, l'epatite virale non può essere rilevata.

Il virus dell'epatite B al di fuori del corpo vive non più di una settimana.

Sintomi e decorso dell'epatite B

loading...

I primi sintomi della malattia a volte appaiono non immediatamente. I segni clinici sono influenzati dallo stadio e dal decorso della malattia. I primi sintomi sono simili alla risposta del corpo alle infezioni respiratorie acute: la temperatura aumenta, mal di testa e dolori muscolari. Nel tempo, l'appetito diminuisce, compare l'ittero, l'urina diventa di colore scuro e le feci perdono il loro colore. Con una buona immunità, l'epatite acuta è curata, ma lo sviluppo asintomatico porta alla forma cronica della malattia. Le cellule del fegato muoiono, che vengono sostituite da tessuto connettivo, il fegato perde la sua funzionalità. Gravi effetti dell'epatite B - cirrosi e cancro. Ogni fase ha i suoi segni e sintomi, in tutto si distinguono 5 fasi: incubazione, iniziale, itterica, convalescente e maligna.

Stadio iniziale e primi sintomi

La durata della fase iniziale va da 8 ore a 14 giorni. Il fegato dell'epatite si manifesta gradualmente, i suoi primi sintomi:

  • stanchezza;
  • amarezza in bocca;
  • mancanza di appetito;
  • eruzione cutanea;
  • gonfiore delle mucose delle vie respiratorie;
  • muscoli e articolazioni doloranti;
  • insonnia e rigurgito nei bambini.

I sintomi primari sono spesso lievi e i problemi al fegato possono essere identificati dalla mancanza di colore delle feci e dell'urina scura. Si verifica un'intossicazione del corpo, il peso diminuisce, la temperatura aumenta, le foche appaiono nel fegato. In alcuni casi, la fase iniziale è assente e la malattia inizia immediatamente con ittero.

Palcoscenico Icteric

Un segno caratteristico per questo stadio è l'ingiallimento della pelle e la sclera degli occhi, l'urina scura. Tra le principali manifestazioni:

  • persistente amarezza e alitosi;
  • apatia e stanchezza;
  • perdita di appetito.

Il viraggio dal limone al verdastro si verifica dopo 7 giorni, meno spesso dopo 14. Un sintomo raro è un'eruzione simmetrica sotto forma di macchie rosse sugli arti e sui glutei. In forma cronica, l'eruzione si diffonde in tutto il corpo e assomiglia visivamente alle emorragie. Tali sintomi indicano lo sviluppo di insufficienza renale ed epatica. Inoltre, durante lo stadio itterico, c'è una manifestazione di aritmia cardiaca, tachicardia e pressione ridotta.

Fase di ricognvalescenza

Lo stadio è considerato un periodo di recupero in cui l'ittero passa e il paziente si sente in condizioni di miglioramento. Il giallo dura da 7 giorni a 2 mesi, questo è influenzato dal decorso della malattia e dal meccanismo della terapia. Appare l'appetito, ma il fegato è ancora ingrandito. Se segui le raccomandazioni per il trattamento, la dieta, il corpo si riprende rapidamente. L'analisi del sangue sarà deludente, i risultati torneranno alla normalità in 1-6 mesi dopo l'ittero.

Forma maligna

I primi segni di epatite B nella forma maligna: febbre e febbre; sudorazione; dolore muscolare acuto. Con la distruzione attiva del tessuto epatico e la complicazione della patologia, c'è una violazione del sistema nervoso e della psiche: ansia, pianto notturno irragionevole, tremore delle estremità, compromissione della coscienza fino alle allucinazioni. La nausea persiste, i coaguli di sangue vengono rilevati nel vomito, l'urina ha un odore particolare. Il fegato diventa più piccolo, appare la mancanza di respiro, il ritmo cardiaco si accelera. Ignorare i sintomi porterà alla distrofia del fegato, che è fatale.

Il 90% degli adulti infetti da epatite B guarisce naturalmente.

Diagnosi e trattamento

loading...

Se vengono identificati i sintomi dell'epatite, dovresti immediatamente andare all'ospedale. È possibile confermare o rifiutare la diagnosi passando un esame del sangue e delle urine. Oltre ai test per la diagnosi:

  • si scopre la storia epidemiologica, la probabilità di infezione dal contatto con il paziente;
  • i sintomi sono monitorati;
  • palpazione addominale per rilevare un aumento o diminuzione del fegato.

Nei casi più gravi, viene prescritta una biopsia, vengono determinati i cambiamenti nella struttura del fegato e cambiamenti maligni nelle cellule. Con una forma lieve di terapia sono tenuti a casa. Il corpo è disintossicato, i farmaci sono prescritti per uccidere l'infezione e ripristinare le funzioni dell'organo. Passando il corso, si raccomanda di dormire a letto, dieta e l'esclusione dell'attività fisica. In forma cronica, viene prescritto un trattamento complesso: farmaci antivirali;

  • immunomodulatori, normalizzando l'immunità;
  • farmaci che rallentano lo sviluppo della sclerosi epatica;
  • epatoprotettori che aumentano la resistenza al virus;
  • assunzione di complessi vitaminici e minerali;
  • dieta.

Solo un medico può scegliere il trattamento giusto, la durata della terapia va da 6 mesi a diversi anni. La terapia ha lo scopo di sostenere, reintegrare fluidi e nutrienti nel corpo. Un trattamento adeguato rallenta lo sviluppo dell'insufficienza epatica, del cancro e della cirrosi, migliora la sopravvivenza se infetto da epatite di tipo B.

Epatite C - sintomi e trattamento, primi segni

loading...

L'epatite C è una malattia infiammatoria del fegato, si sviluppa sotto l'influenza del virus dell'epatite C. Un vaccino efficace che potrebbe proteggere contro questo virus non esiste ancora in natura e non apparirà presto.

È di due tipi: acuto e cronico. Nel 20% dei casi, le persone con epatite acuta hanno buone possibilità di guarigione e nell'80% il corpo del paziente non è in grado di superare il virus stesso e la malattia diventa cronica.

La trasmissione del virus avviene attraverso l'infezione attraverso il sangue. Oggi nel mondo ci sono 150 milioni di persone che sono portatrici di epatite C cronica, e ogni anno con esito fatale, l'epatite finisce in 350 mila pazienti.

Fondamentalmente, i primi sintomi di epatite C compaiono dopo 30-90 giorni dal momento dell'infezione. Ecco perché se ti senti male, apatia, stanchezza e altri fenomeni che sono insoliti per il tuo corpo, allora è meglio che tu vada da un dottore. Ciò è necessario per consentire al medico di effettuare una diagnosi accurata e sulla base di esso ha scelto il trattamento più efficace.

Come viene trasmessa l'epatite C.

loading...

Cos'è? L'infezione si verifica principalmente attraverso il contatto con il sangue di una persona infetta. L'epatite C viene anche trasmessa durante le procedure mediche: raccolta e trasfusione di sangue, operazioni chirurgiche e manipolazioni dal dentista.

La fonte dell'infezione può essere strumenti per manicure, tatuaggi, aghi, forbici, rasoi, ecc. Se la pelle o le mucose sono danneggiate, l'infezione può verificarsi a contatto con il sangue di una persona infetta.

In rari casi, l'epatite C trasmette attraverso il contatto sessuale. Le donne incinte infette hanno il rischio che il bambino sia stato infettato dal virus durante il parto.

Più difficile da trasportare il virus:

  • alcolisti.
  • persone che soffrono di altre malattie croniche del fegato, compresa l'altra epatite virale.
  • Individui infetti da HIV
  • persone anziane e bambini.

La malattia dell'epatite C non si trasmette nei contatti domestici attraverso abbracci, strette di mano, con questa malattia è possibile utilizzare piatti e asciugamani comuni, ma non è possibile utilizzare articoli per l'igiene personale (rasoi, forbicine per unghie, spazzolini da denti). Il meccanismo di trasmissione della malattia è solo ematogena.

I sintomi dell'epatite C

loading...

Nella maggior parte delle situazioni, l'epatite C virale procede lentamente, senza sintomi pronunciati, rimanendo non diagnosticata per anni e si manifesta anche con una significativa distruzione del tessuto epatico. Spesso, per la prima volta, ai pazienti viene diagnosticata l'epatite C, quando già si presentano segni di cirrosi o di carcinoma epatocellulare al fegato.

Il periodo di incubazione per l'epatite è di 1-3 mesi. Anche dopo la fine di questo periodo, il virus potrebbe non manifestarsi fino a quando le lesioni epatiche non diventeranno troppo pronunciate.

Dopo l'infezione nel 10-15% dei pazienti che si autoalimentano, nel restante 85-90%, l'epatite C cronica primaria si sviluppa senza sintomi specifici (come dolore, ittero, ecc.). E solo in rari casi, i pazienti sviluppano una forma acuta con ittero e manifestazioni cliniche gravi che, con un'adeguata terapia, portano a una cura completa del paziente per l'epatite C.

I primi segni di epatite C in donne e uomini

loading...

Per lungo tempo, i sintomi praticamente non disturbano i pazienti. Nel periodo acuto, la malattia si manifesta solo debolezza, affaticamento, a volte procede sotto l'apparenza di un'infezione virale respiratoria con dolori muscolari e articolari. Questi possono essere i primi segni di epatite C in donne o uomini.

L'ittero e qualsiasi manifestazione clinica di epatite si sviluppano in una percentuale molto piccola di infetti (la cosiddetta forma itterica della malattia). E questo è davvero eccellente: i pazienti si rivolgono immediatamente agli specialisti e riescono a curare la malattia.

Tuttavia, la maggior parte delle persone infette porta con sé l'epatite C: con una forma anicterica, o non si accorgono di nulla, né cancellano l'indisposizione per il raffreddore.

Epatite cronica

loading...

La peculiarità dell'epatite C cronica è un sintomo latente o lieve per molti anni, di solito senza ittero. Un'aumentata attività di ALT e ACT, il rilevamento di anti-HCV e HCV RNA nel siero per almeno 6 mesi sono i principali segni di epatite C cronica. Il più delle volte, questa categoria di pazienti viene rilevata per caso, durante l'esame prima dell'intervento chirurgico, durante la visita medica, ecc..

Il decorso dell'epatite C cronica può essere accompagnato da tali manifestazioni extraepatiche immuno-mediate come crioglobulinemia mista, lichen planus, glomerulonefrite mesangiocapillare. porfiria della pelle tardiva, sintomi reumatoidi.

Nella foto danno al fegato nel lungo corso dell'epatite.

forma

loading...

Dalla presenza di ittero nella fase acuta della malattia:

Per la durata del flusso.

  1. Acuta (fino a 3 mesi).
  2. Lunga durata (più di 3 mesi).
  3. Cronico (più di 6 mesi).
  1. Recovery.
  2. Epatite cronica C.
  3. Cirrosi epatica.
  4. Carcinoma epatocellulare

Per la natura delle manifestazioni cliniche della fase acuta della malattia, si distinguono l'epatite C tipica e atipica, i tipici sono tutti i casi della malattia, accompagnati da ittero clinicamente visibile e forme atipiche - anicteri e subcliniche.

palcoscenico

loading...

La malattia è divisa in più fasi, a seconda di quale terapia è prescritta.

  1. Acuto - è caratterizzato da un flusso asintomatico. Una persona è spesso inconsapevole di quale sia la portatrice del virus e la fonte dell'infezione.
  2. Cronico - nella stragrande maggioranza dei casi (circa l'85%), il decorso cronico della malattia inizia dopo la fase acuta.
  3. Cirrosi epatica - si sviluppa con un'ulteriore progressione della patologia. Questa è una malattia molto grave che minaccia la vita del paziente in sé e per sé e, con la sua presenza, il rischio di sviluppare altre complicanze - in particolare il cancro del fegato - aumenta significativamente.

Una caratteristica distintiva del virus è la capacità di mutazioni genetiche, a seguito della quale circa 40 sottotipi di HCV (all'interno di un genotipo) possono essere rilevati simultaneamente nel corpo umano.

Genotipi di virus

loading...

La gravità e il decorso della malattia dipendono dal genotipo dell'epatite C, che ha infettato il corpo. Attualmente sono noti sei genotipi con diversi sottotipi. Più spesso nel sangue dei pazienti vengono rilevati virus 1, 2 e 3 genotipi. Causano le manifestazioni più pronunciate della malattia.

In Russia, il genotipo 1b più comune. Meno comunemente, 3, 2 e 1a. L'epatite C, causata dal virus del genotipo 1b, è caratterizzata da un decorso più grave.

Diagnosi di epatite

loading...

Il metodo principale per diagnosticare l'epatite B è la presenza di anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV) e HCV-RNA. I risultati positivi di entrambi i test confermano la presenza di infezione. La presenza di anticorpi della classe IgM (anti-HCV IgM) consente di distinguere l'epatite attiva dal trasporto (quando non ci sono anticorpi IgM e ALT è normale).

La ricerca mediante PCR per l'epatite C (reazione a catena della polimerasi) consente di determinare la presenza di RNA dell'epatite C nel sangue del paziente. La PCR è necessaria per tutti i pazienti con sospetta epatite virale. Questo metodo è efficace sin dai primi giorni di infezione e svolge un ruolo importante nella diagnosi precoce.

Quando è più difficile trattare l'epatite C?

loading...

Secondo le statistiche, è più difficile trattare l'epatite C negli uomini, persone oltre i 40 anni, in pazienti con attività transaminasica normale, con un'alta carica virale e quelli con genotipo del virus 1 b. Naturalmente, la presenza di cirrosi nel momento in cui il trattamento inizia peggiora la prognosi.

L'efficacia del trattamento antivirale dipende da molti fattori. Con un lungo ciclo di epatite C, non è facile ottenere una completa eradicazione del virus. Il compito principale è rallentare il processo di riproduzione attiva dei virus.

Questo è possibile nella maggior parte dei casi con l'uso di schemi moderni di terapia antivirale. In assenza di moltiplicazione attiva dei virus nel fegato, la gravità dell'infiammazione diminuisce significativamente, la fibrosi non progredisce.

Trattamento dell'epatite C

loading...

Nel caso dell'epatite C, il trattamento standard è la terapia di associazione con interferone alfa e ribavirina. Il primo farmaco è disponibile sotto forma di soluzione per iniezioni sottocutanee sotto i marchi Pegasis® (Pegasys®), PegIntron® (PegIntron®). Peginterferone assunto una volta a settimana. La ribavirina è disponibile con diversi marchi e viene assunta in forma di pillola due volte al giorno.

  1. L'interferone-alfa è una proteina che il corpo sintetizza in modo indipendente in risposta a un'infezione virale, vale a dire in realtà è un componente di protezione antivirale naturale. Inoltre, l'interferone-alfa ha attività antitumorale.
  2. La ribavirina come autotrattamento ha bassa efficacia, ma se combinata con l'interferone ne aumenta significativamente l'efficacia.

La durata della terapia può variare da 16 a 72 settimane, a seconda del genotipo del virus dell'epatite C, la risposta al trattamento, che è in gran parte dovuta alle caratteristiche individuali del paziente, che sono determinate dal suo genoma.

Un ciclo di terapia antivirale che utilizza il "gold standard" può costare al paziente da $ 5.000 a $ 30.000, a seconda della scelta dei farmaci e del regime di trattamento. I costi principali derivano dai preparati ad interferone. Gli interferoni peghigliati di produzione estera sono più costosi degli interferoni convenzionali di qualsiasi produttore.

L'efficacia del trattamento dell'epatite C è valutata mediante parametri biochimici del sangue (diminuzione dell'attività transaminasica) e la presenza di HCV -RNA, riducendo il livello di carica virale.

Nuovo nel trattamento dell'epatite

loading...

Gli inibitori della proteasi (inibitori della proteasi) sono diventati una nuova classe di farmaci per il trattamento dell'infezione da HCV: sono farmaci che agiscono direttamente sul virus dell'epatite, con il cosiddetto effetto antivirale diretto, che sopprimono o bloccano i passaggi chiave di moltiplicazione del virus intracellulare.

Attualmente, negli Stati Uniti e nell'UE, l'uso di due di questi farmaci è approvato: Telaprevir (INCIVEK) e Boceprevir (ViCTRELIS).

Secondo i risultati delle sperimentazioni cliniche per maggio 2013, l'efficacia di questi farmaci è del 90-95%, per quanto riguarda il trattamento standard, la sua efficacia non supera il 50-80%.

Effetti collaterali della terapia antivirale

loading...

Se viene indicato un trattamento con interferone, gli effetti collaterali non possono essere evitati, ma sono prevedibili.

Dopo la prima iniezione di interferone, la maggior parte delle persone sperimenta la sindrome di ARVI. Dopo 2-3 ore, la temperatura aumenta fino a 38-39 ° C, ci possono essere brividi, dolori muscolari e articolari, una debolezza evidente. La durata di questa condizione può variare da alcune ore a 2-3 giorni. Entro 30 giorni il corpo è in grado di abituarsi all'introduzione di interferone, quindi a quest'ora la sindrome simil-influenzale scompare. Debolezza e stanchezza restano, ma dobbiamo sopportarlo.

Per quanto riguarda la ribavirina, è generalmente ben tollerata. Ma abbastanza spesso nell'analisi generale di sangue, i fenomeni di anemia emolitica leggera sono annotati. Possono verificarsi lieve dispepsia, raramente mal di testa, un aumento del livello di acido urico nel sangue e molto raramente intolleranza al farmaco.

Quanto vive con l'epatite C, se non trattata

loading...

È molto difficile dire esattamente quante persone convivono con l'epatite C, proprio come con l'infezione da HIV. In un numero medio di pazienti, la cirrosi può svilupparsi in circa 20-30 anni.

In percentuale, a seconda dell'età della persona, la cirrosi si sviluppa:

  • nel 2% dei pazienti infetti prima dei 20 anni;
  • Il 6% ha ricevuto un virus di 21-30 anni;
  • Il 10% di quelli infetti ha 31-40 anni;
  • nel 37% dei casi in 41-50 anni;
  • Il 63% degli infetti ha più di 50 anni.

Inoltre, la maggior parte degli studi ha dimostrato che lo sviluppo della fibrosi dipende dal genere. Negli uomini, questa patologia si sviluppa molto più rapidamente e in una forma più grave, anche se impegnata nel trattamento.

epatite

loading...

Le statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) indicano che oltre il 30% della popolazione adulta della Terra soffre di alcune malattie del fegato. In Russia, queste malattie uccidono circa 400.000 persone ogni anno. Allo stesso tempo, il numero di decessi per epatite, cirrosi ed epatosi è in costante aumento.

In questo articolo parleremo di epatite virale, poiché rappresentano il più grande pericolo per le generazioni future degli abitanti del nostro paese. L'epatite virale è il nome collettivo per la malattia epatica acuta e cronica. Le cause dell'epatite sono diverse, il che determina la loro ampia distribuzione e varietà di forme. Indipendentemente dall'eziologia, i segni di epatite indicano sempre lo sviluppo del processo infiammatorio nel fegato umano. Per questo motivo, la malattia viene spesso definita "ittero" dal sintomo più caratteristico di tutti i tipi di epatite.

Classificazione dell'epatite

loading...

L'epatite A è l'epatite virale più comune e meno pericolosa. Il periodo di incubazione per l'infezione è da 7 giorni a 2 mesi. L'infezione si verifica attraverso l'uso di cibo di scarsa qualità. Inoltre, l'epatite acuta A viene trasmessa attraverso il contatto diretto con le cose di una persona malata e con le mani sporche. Nella maggior parte dei casi, l'infezione termina con una ripresa spontanea, ma a volte i pazienti vengono prescritti contagocce, che riducono l'intensità degli effetti tossici sul fegato.

L'epatite B viene trasmessa attraverso il sangue, durante i rapporti sessuali, con iniezioni con siringhe non sterili. Questa forma è molto pericolosa perché provoca gravi danni al fegato ed è accompagnata da sintomi gravi: febbre, ingrossamento del fegato e della milza, nausea, vomito, forte dolore alle articolazioni. L'epatite B richiede un trattamento complesso in un ospedale con l'uso obbligatorio di farmaci immunitari, ormoni, antibiotici ed epatoprotettori.

L'epatite C è una delle forme più gravi della malattia, che spesso porta alla cirrosi, al cancro del fegato e, di conseguenza, alla morte del paziente. La via più probabile di infezione è attraverso il sangue durante le trasfusioni, ma anche l'epatite C può essere trasmessa durante il rapporto sessuale e da una madre malata al feto. L'incidenza in Russia e all'estero è in costante crescita, pertanto, nella diagnosi dell'epatite C, il trattamento e la prevenzione suggeriscono un approccio integrato per risolvere il problema, un attento monitoraggio del sangue del donatore e la diffusione dell'agitazione visiva tra la popolazione. Il pericolo di questa forma è che l'epatite C è spesso combinata con altre forme di epatite virale e, inoltre, non esiste attualmente un vaccino efficace che possa proteggere in modo affidabile una persona sana dall'infezione.

Epatite D - è stata scoperta e indagata nel 1977. Più tardi, gli scienziati hanno dimostrato che l'epatite virale "Delta" è un tipo di epatite B, che appare come risultato della combinazione del ceppo principale del virus e dell'agente delta.

Epatite E - I segni di infezione sono simili a quelli dell'epatite A, ma nei casi gravi della malattia, non solo il fegato, ma anche i reni sono danneggiati. La prognosi del trattamento è quasi sempre favorevole. Le eccezioni sono donne incinte nel terzo trimestre, quando il rischio di perdere un bambino si avvicina al 100%. La prevenzione dell'epatite E è simile alle misure profilattiche adottate contro l'epatite A.

Epatite acuta e cronica

loading...

La forma acuta della malattia è più tipica per tutte le epatiti virali. I pazienti hanno notato: deterioramento della salute, grave intossicazione del corpo, compromissione della funzionalità epatica, sviluppo di ittero, aumento del numero di bilirubina e transaminasi nel sangue. Con un trattamento adeguato e tempestivo, l'epatite acuta finisce nel completo recupero del paziente.

Se la malattia dura per più di 6 mesi, allora al paziente viene diagnosticata un'epatite cronica. Questa forma è accompagnata da sintomi gravi (disturbi astenovegetativi, ingrossamento del fegato e della milza, disturbi metabolici) e spesso porta alla cirrosi epatica, allo sviluppo di tumori maligni. La vita di una persona è minacciata quando l'epatite cronica, i cui sintomi indicano il danno degli organi vitali, è aggravata da un trattamento improprio, ridotta immunità, dipendenza da alcol.

Segni di epatite e quadro clinico di infezione

Uno dei sintomi più caratteristici dell'epatite è l'ittero. Si verifica nel momento in cui la bile, prodotta dal fegato, entra nel flusso sanguigno della persona e si diffonde in tutto il corpo, dando alla pelle una tinta giallastra. Si noti inoltre che alcune forme della malattia si verificano senza ittero, quindi il modo più affidabile per diagnosticare un virus è un test di laboratorio per l'epatite.

Sintomi comuni di epatite:

  • aumento della temperatura;
  • cambiamento nella pigmentazione della pelle;
  • mal di testa;
  • articolazioni doloranti;
  • malessere generale;
  • in alcuni casi - la comparsa di lesioni sulla pelle;
  • perdita di appetito.

L'intensità dei sintomi dipende dalla forma dell'infezione. L'epatite A è caratterizzata da un decorso rapido, quindi i segni dell'epatite sono pronunciati e progrediscono in poche ore. L'epatite B e l'epatite C si sviluppano gradualmente. Nelle fasi iniziali, possono essere limitati a debolezza e perdita di appetito e il dolore, nausea, vomito, urine scure e altri sintomi compaiono solo dopo pochi giorni. Si noti inoltre che dopo la comparsa di ittero, le condizioni del paziente migliorano di solito. L'eccezione è l'epatite C, in cui il processo di necrosi del tessuto epatico è più spesso cronico.

In alcuni casi, i pazienti sviluppano l'epatite acuta fulminante cosiddetta. Questa è una forma estremamente grave della malattia, in cui vi è una morte di tessuto enorme e uno sviluppo estremamente rapido dei sintomi. Se non trattata, tale epatite acuta finisce con la morte.

Quando cronici, i sintomi dell'epatite cambiano. I sintomi della malattia sono variabili, motivo per cui molte persone non prestano loro abbastanza attenzione. Questo è l'approccio sbagliato. Un medico dovrebbe essere consultato in tutti i casi in cui vi sia motivo di sospettare un'epatite cronica. Di solito è accompagnato da:

  • malessere costante e senso di debolezza, che aumenta alla fine della giornata;
  • nausea, vomito;
  • dolore articolare e muscolare;
  • dolore addominale;
  • oscuramento delle urine;
  • prurito;
  • perdita di peso;
  • sanguinamento.

I sintomi di cui sopra sono una chiara ragione per andare in clinica, dove i medici devono eseguire un'analisi per l'epatite, determinare la causa esatta del verificarsi di fenomeni spiacevoli e prescrivere un trattamento adeguato.

Complicazioni dell'epatite

Sia l'epatite acuta che quella cronica possono portare a conseguenze molto gravi. Tra questi vale la pena notare:

  • malattie infiammatorie delle vie biliari;
  • coma epatico (si conclude con la morte nel 90% dei casi);
  • cirrosi epatica - si verifica nel 20% dei pazienti con epatite virale. L'epatite B e le sue forme derivate il più delle volte portano alla cirrosi;
  • cancro al fegato;
  • dilatazione dei vasi sanguigni e successivo sanguinamento interno;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale - ascite.

Il maggior numero di complicanze gravi deriva dall'epatite C nella fase cronica dello sviluppo. Il problema è aggravato dalla mancanza di metodi efficaci di trattamento di questa forma, quindi, per eventuali sintomi avversi, la persona deve consultare un medico. Non vale la pena trascurare una visita alla clinica, perché è del tutto possibile che il trattamento tempestivo prescritto salverà non solo la salute, ma anche la vita del paziente.

Epatite A, B, C - trattamento e prognosi

Il trattamento dell'epatite A si basa sulla terapia di base, sul riposo a letto e su una dieta rigorosa. Se vengono fornite indicazioni, ai pazienti viene somministrata una terapia sintomatica e di disintossicazione (per via endovenosa o orale). Nella maggior parte dei casi, l'epatite A virale può essere curata senza particolari problemi e non ha gravi complicanze.

Una situazione simile si osserva nel caso della forma B dell'infezione. Con un trattamento adeguato, l'epatite B finisce per il completo recupero del paziente nell'80% dei casi. È molto importante prevenire la transizione della malattia alla forma cronica, che è spesso accompagnata dallo sviluppo della cirrosi. Ai pazienti viene prescritta la terapia di base, assumendo farmaci che migliorano i processi metabolici, se indicato, la terapia antivirale (interferone ricombinante alfa). L'epatite B richiede un trattamento a lungo termine. In alcune situazioni, c'è bisogno di cicli ripetuti di terapia.

L'epatite C diventa spesso cronica e causa lo sviluppo di cirrosi e cancro del fegato in ogni 7 ° paziente. Di conseguenza, nella diagnosi di epatite C, il trattamento ha due obiettivi importanti:

  • ridurre l'intensità dei processi infiammatori nel fegato al fine di ridurre il rischio di cirrosi;
  • eliminare il virus dal corpo (in tutto o in parte). La direzione prioritaria è di nuovo il lavoro con il fegato.

Il principale metodo di trattamento prevede l'uso di interferone alfa. Questo farmaco previene l'emergere di nuove cellule infette, ma ha effetti collaterali (febbre, debolezza, perdita di appetito), che scompaiono 1.5-2 settimane dopo l'inizio del corso. Si noti che l'interferone alfa non garantisce la completa liberazione dall'epatite C, tuttavia riduce il rischio di sviluppare cirrosi e migliora la qualità della vita. Per aumentare l'effetto positivo del farmaco viene utilizzato in combinazione con ribavirina.

Dopo la fine del trattamento, il paziente deve donare il sangue ogni mese per rilevare tempestivamente i segni di reinfiammazione del fegato.

Prevenzione dell'epatite

Per evitare che l'epatite acuta o cronica diventi una realtà per te, devi seguire una serie di semplici regole:

  • non bere acqua non bollita;
  • lavare sempre frutta e verdura;
  • lavarsi le mani prima di mangiare;
  • non condividere oggetti per l'igiene personale con altre persone;
  • nel caso, effettuare regolarmente un test per l'epatite per la diagnosi precoce dell'infezione;
  • astenersi dal piercing e dai tatuaggi;
  • usare cautela quando si usano siringhe e aghi (importanti per le persone che assumono droghe);
  • scegli con cura un partner sessuale;
  • tempo di farsi vaccinare.

Sintomi e manifestazioni dell'epatite virale B nelle donne

L'epatite virale B (B) è una malattia virale sistemica caratterizzata da danno epatico e manifestazioni extraepatiche. Nelle donne, si verifica più spesso rispetto agli uomini. Ciò è dovuto alle peculiarità dell'infezione. Trasmesso per via parenterale e sessuale. Chiunque può essere infettato, perché il patogeno ha un'infettività elevata e una buona resistenza a qualsiasi fattore esterno. Nel sangue intero e i suoi preparati possono essere conservati per anni; per più di una settimana - anche in una macchia di sangue poco appariscente, su un ago da una siringa, su una lama dopo un lungo rasoio, su vari strumenti - medici e domestici (per esempio, manicure, pedicure, ecc.). Pertanto, l'insorgenza di sintomi di epatite B nelle donne si verifica più spesso rispetto agli uomini. Sebbene non ci siano peculiarità lungo il corso della malattia.

Fai attenzione! Dopo aver sofferto, la malattia rimane un'immunità duratura per la vita. La re-infezione non si verifica. Ora viene applicata la vaccinazione a livello mondiale. L'immunità dura 5-8 anni dopo la vaccinazione.

Segni di epatite B nelle donne si incontrano più spesso rispetto agli uomini a causa di caratteristiche fisiologiche: il travaglio e il taglio cesareo sono ad alto rischio di infezione.

statistica

L'incidenza annuale dell'epatite virale B (HBV, HBV) nel mondo è di 50 milioni di persone (dati WHO). Il 10% dopo aver sofferto di epatite B acuta sviluppa una forma cronica. Di questi, nel 30% - la patologia progredisce, nel 70% - termina con cirrosi o cancro (carcinoma epatocellulare) entro 2 - 3 anni successivi. L'epatite B virale è un fattore di rischio elevato per il cancro e si colloca al secondo posto dopo aver fumato. Dalle sue complicazioni 2 milioni muoiono ogni anno.

Ma le statistiche sull'HBV sono indicative, dal momento che le forme croniche sono diagnosticate in ritardo - principalmente allo stadio di gravi complicanze.

Agente causale

L'epatite B è un'infezione antroponotica: le persone sono ammalate e l'unica fonte di infezione è l'uomo.

L'agente eziologico: il DNA è un virus genomico, un retrovirus nascosto che ha molto in comune con il virus dell'immunodeficienza umana (HIV). Può essere integrato nel genoma delle cellule umane e ha la proprietà di rapide mutazioni. Questo lo rende insensibile ai farmaci antivirali.

Il virus dell'epatite B contiene 4 antigeni:

  • superficie - HBsAg (il cosiddetto "antigene avsraliysky");
  • tre interni: HbeAg (antigene dell'infezione da infezione, situato sulla superficie del nucleo), HBcorAg (nucleo), HBxAg.

Nella diagnosi di laboratorio di VNV nelle donne, vengono determinati tre importanti indicatori:

  • L'HBsAg è un indicatore della presenza di epatite virale. Appare molto prima delle prime manifestazioni della malattia. Forse persone assolutamente sane.
  • Anti-BsAg - indica il processo di recupero e la formazione di immunità.
  • Anti - BcorAg - esiste sotto forma di 2 tipi di immunoglobuline (anticorpi del virus B): anti - HBcor IgM, anti - HBcor IgG.

IgM: indica la presenza di epatite acuta, alta infettività del paziente e possibilità di sviluppare un decorso cronico. Normalmente manca una persona sana.

IgG - un indicatore favorevole, indica un'immunità formata.

L'HBeAg si trova nel sangue di tutti gli infetti. Un paziente con HBeAg positivo è altamente contagioso. Un alto livello di antigene per sei mesi indica un processo cronico. Questo è un segno prognostico sfavorevole. Normalmente, le persone sane sono assenti.

Per diagnosticare la malattia, ci sono un certo numero di marcatori dell'epatite B virale che sono determinati dal laboratorio: HBsAg, anti-HBcor IgM, anti-HBcor IgG, HBeAg, anti-HBe, anti-HBs, HBV-DNA.

Modi di infezione

Il virus B si trova in tutti i liquidi biologici. La probabilità di infezione dipende dal modo in cui il virus entra nel corpo.

  • parenterale: attraverso il sangue (trasfusioni di sangue, emodialisi, tossicodipendenti per via endovenosa, operazioni e varie manipolazioni con strumenti non sterili);
  • sesso - attraverso lo sperma;
  • verticale - dalla madre - al feto durante il parto (ma non attraverso il latte materno, ma durante l'amniocentesi, quando l'integrità della placenta è compromessa, dal momento che le grandi dimensioni del virus non consentono di penetrare in esso in modo indipendente).

La principale via di trasmissione è parenterale. L'infezione può verificarsi a seguito di qualsiasi procedura medica (ginecologica, urologica, dentale, trasfusioni di sangue, ecc.), Durante la manicure, il pedicure, il piercing, il piercing all'orecchio, l'agopuntura, il tatuaggio. Tutto ciò che viola l'integrità della pelle, provoca l'apparizione della malattia, soggetta alla presenza di un virus sugli strumenti e ridotta immunità. Pertanto, l'epatite virale B si chiama siero. Nel mondo, il 2% dei donatori sono portatori di HAV.

Fai attenzione! Nonostante il fatto che infetti e portatori abbiano il virus B nella saliva, lacrime, urina, sperma, feci, il rischio di infezione con loro è trascurabile. L'infezione sessuale è del 30%.

Contatto - il virus delle goccioline domestiche e aerodisperse B non viene trasmesso, quindi non dovrebbe esserci alcun senso nell'isolamento sociale (questo si applica ai portatori e nella forma cronica della malattia).

Nel 40% dei casi, la fonte dell'infezione non può essere identificata.

Corso HBV

La malattia si manifesta in due forme:

L'epatite B acuta è caratterizzata da stadiazione. Ci sono 4 delle sue fasi (periodo) nelle donne:

  • Periodo di incubazione (nascosto).
  • Fase iniziale (anicterica).
  • Ittero (quadro clinico dettagliato).
  • Ricostruttivo (reconvalescente).

I sintomi clinici dell'epatite B nelle donne e negli uomini sono gli stessi. La durata della malattia è compresa tra 6 e 8 settimane, anche se questi periodi possono variare.

Il periodo latente (incubazione) dell'HBV

Durata - da 2 a 6 mesi. Dipendenza tracciata dalla concentrazione del virus e dall'età della donna. Le trasfusioni di sangue portano a un massiccio afflusso di agente infettivo nel corpo. In questi casi, la durata del periodo nascosto non supera i 2 mesi. Se l'infezione si sviluppa dopo iniezioni intramuscolari, sottocutanee o nella vita di tutti i giorni, il periodo di latenza è esteso a sei mesi. Per neonati e bambini - da 2 a 4 giorni.

Nel periodo di latenza, non ci sono segni clinici di epatite B in donne, uomini e bambini.

Periodo anterico

La durata dello stadio anterico è compresa tra 8 ore e 2 settimane. A volte i sintomi dell'epatite B nelle donne sono assenti: compaiono immediatamente i sintomi della fase acuta dell'ittero.

I primi segni di HBV nelle donne possono apparire da 1 a 1,5 mesi dopo l'infezione. Un periodo anterico è generalmente caratterizzato da:

  • intossicazione moderata;
  • sindrome dispeptica moderata;
  • artralgia moderata nelle grandi articolazioni durante la notte
  • eruzioni cutanee e prurito non intenso.

Cioè, tutte le manifestazioni non sono luminose, si sviluppano gradualmente. Nello stadio anterico, l'insorgere della malattia in una donna assomiglia allo sviluppo dell'influenza e manifesta sintomi di intossicazione:

  • la debolezza;
  • costante sonnolenza;
  • stanchezza immotivata;
  • sentirsi stanco anche dopo un lungo sonno e un lungo riposo;
  • basso umore fino a quando la depressione non si sviluppa;
  • dolori e dolori alle articolazioni;
  • febbre (dalla temperatura subfebrile alla temperatura febbrile alta - fino a 40 0 ​​s);
  • indigestione (diarrea e costipazione ripetuti costanti, brusca riduzione dell'appetito, nausea e vomito costanti);
  • cattivo sonno;
  • rash cutaneo;
  • possibile.

I primi sintomi dell'epatite B nelle donne comprendono i dolori addominali emergenti (un fegato ingrossato è rilevato dalla palpazione). Sono opachi e doloranti nella natura e sono permanenti o occasionalmente intensamente intensificati. Ma il dolore nell'epigastrio, lungo i segmenti dell'intestino a causa del disturbo dei processi digestivi, può anche essere motivo di preoccupazione.

Palcoscenico Icteric

Dura 3 - 4 settimane. Un segno caratteristico dello stadio itterico è l'ittero della sclera, della mucosa orale e della pelle. Inizia con sclera subterterica (leggera colorazione icterica). All'aumentare del livello di bilirubina, la pelle e la sclera diventano di un giallo brillante in una tonalità diversa. Questo è accompagnato da un cambiamento nel colore dell'urina, che diventa il colore della birra scura e delle feci - diventa scolorito, diventa acholic. Scolorimento delle mucose e della pelle si verifica il giorno 6. Il processo può richiedere fino a 2 settimane. Man mano che l'ittero cresce, aumenta il prurito della pelle, che è particolarmente preoccupante di notte, l'urina si scurisce ancora di più.

A differenza dell'HAV, nel periodo icterico dell'epatite B acuta, la condizione peggiora man mano che si sviluppa il quadro clinico:

  • debolezza crescente, apatia;
  • la temperatura aumenta bruscamente se prima era normale;
  • la nausea e il vomito sono aumentati;
  • l'amarezza appare in bocca;
  • senza appetito.

In questo periodo c'è un'eruzione simmetrica sotto forma di macchie fino a 2 mm con sbucciatura al centro su mani, glutei, gambe. Nei casi più gravi, un'eruzione cutanea di natura emorragica può diffondersi in tutto il corpo. È un segno prognostico sfavorevole: può essere l'inizio di insufficienza epatica e renale.

Altri organi sono coinvolti nel processo, la malattia diventa sistemica, compaiono:

  • aritmia
  • tachicardia
  • ipotensione
  • insufficienza respiratoria
  • cattivo sonno
  • sbalzi d'umore
  • depressione.

Fai attenzione! In questo periodo compare l'epatomegalia (fegato grande), è possibile la splenomegalia - un aumento delle dimensioni della milza. Alla palpazione, sono dolorosi e densi.

I marker dell'HBV compaiono nell'aumento di sangue, bilirubina, transaminasi (ALT, AST).

Fase di recupero

La durata del periodo di recupero va da 3-4 settimane a 6 mesi. Nella fase di convalescenza, i sintomi dell'epatite B nelle donne iniziano a regredire, in generale, c'è un miglioramento significativo:

  • l'ittero diminuisce (può persistere da 1 settimana a 2 mesi);
  • il prurito della pelle scompare;
  • l'appetito è ristabilito;
  • la debolezza diminuisce;
  • il sonno si normalizza gradualmente

Il fegato e la milza sono ingranditi. Ma col tempo, gli epatociti si rigenerano, le dimensioni degli organi tornano normali e il dolore nell'ipocondrio scompare.

Gli esami del sangue sono normalizzati circa 1-6 mesi dopo la scomparsa dell'ittero in una donna.

Nel 90% della malattia si conclude con il recupero, a condizione di una normale risposta immunitaria.

I farmaci antivirali non sono utilizzati nel trattamento dell'epatite acuta B. La terapia di disintossicazione è effettuata, gli hepatoprotectors sono prescritti, il trattamento sintomatico è applicato.

Nelle donne in gravidanza

L'epatite B è particolarmente pericolosa nelle donne in gravidanza. I sintomi sono gli stessi di quelli non gravidi, ma la malattia è più grave. Caratterizzato dal rapido sviluppo delle manifestazioni cliniche. Il pericolo è che l'intossicazione grave spesso porta alla nascita prematura e alla perdita di un bambino. In caso di complicanze della malattia con cirrosi, si raccomanda di interrompere la gravidanza Dopo il parto, a seguito di un ulteriore sviluppo della malattia, possono insorgere delle complicazioni dovute ai continui cambiamenti ormonali nel corpo femminile.

Se una donna incinta ha un'epatite virale acuta B, è probabile che il feto si infetti durante il travaglio. Con l'HBV verificato, il neonato viene immediatamente vaccinato in una donna. Se si è verificata un'infezione, la malattia è asintomatica nell'infanzia.

Forma cronica

L'epatite B cronica è molto più pericolosa di quella acuta. Questa diagnosi rimane per tutta la vita. Secondo le statistiche, le donne si ammalano più spesso degli uomini. Nell'HBV cronico, gli epatociti vengono gradualmente distrutti e sostituiti dall'espansione del tessuto connettivo. Le funzioni dell'organo (colera, disintossicazione, sintesi proteica) sono compromesse a causa della fibrosi in via di sviluppo e della massiccia perdita di tessuto organico.

Fai attenzione! L'epatite B cronica si sviluppa nel 10% nelle donne con bassa immunità. Asintomatico, con l'assenza di ittero. Con la presenza di malattie croniche concomitanti o con consumo di alcool e fumo, i sintomi dell'epatite B virale nelle donne sono molto difficili. Anche le donne anziane e le bambine non tollerano la malattia. Queste categorie hanno un processo cronico e lo sviluppo della cirrosi.

I sintomi dell'epatite B virale nelle donne vengono cancellati, si sviluppano lentamente. Con l'HBV, le donne mostrano segni di malattia peculiari solo per loro:

  • violazione del ciclo mestruale;
  • sanguinamento uterino;
  • eruzione cutanea emorragica;
  • forte perdita di peso.

La forma cronica di epatite è attiva, ma è spesso inattiva, senza moltiplicare il virus. Nel secondo caso, il paziente è osservato. Nella fase attiva possono essere necessari farmaci antivirali, prescritti esclusivamente da uno specialista ristretto: uno specialista in malattie epatologiche o infettive.

Il pericolo di questa forma della malattia sta nelle sue complicanze. Il rischio di esiti in cirrosi è del 20%. Nel 10% dei casi con cirrosi già sviluppata, si verifica un carcinoma epatico primario (carcinoma epatocellulare). Queste complicazioni finiscono nella morte.

L'obiettivo del trattamento dell'HBV cronica che si manifesta con manifestazioni cliniche è quello di ridurre la carica virale e prevenire complicazioni fatali. La terapia antivirale viene selezionata individualmente dall'epatologo dopo un esame di laboratorio completo con la definizione dei marcatori HBV necessari e dura per molti anni. I rimedi popolari non curano l'epatite virale: la loro efficacia nello studio non è stata confermata da metodi di medicina basata sull'evidenza.

Altre forme

La forma fulminante (fulminante) differisce in modo sfavorevole fino alla morte. Esiste una rapida morte massiccia di epatociti con lo sviluppo di grave insufficienza epatica acuta. Nell'ultimo decennio è raro.

Assegna un'altra forma di HBV - inaparantnuyu. Questo "trasportatore" senza evidenti segni di malattia. Quando si imposta la diagnosi, viene preso in considerazione il fattore tempo: il trasporto viene riferito se HBsAg è determinato per 6 mesi con flusso asintomatico.

Poiché l'epatite virale B è una malattia sistemica, oltre al danno epatico, è caratterizzata da manifestazioni extraepatiche. Tutti loro sono processi autoimmuni: il danno si verifica a causa della produzione di anticorpi alle cellule del corpo. Queste manifestazioni non sistemiche includono:

  • giada;
  • crioglobulinemia;
  • eritema nodoso.

prevenzione

Per la prevenzione dell'epatite B virale nel mondo negli ultimi 20 anni, viene effettuata la vaccinazione: lo schema di vaccinazione standard - 0: 1: 6: il farmaco viene iniettato nella / m nella spalla. Viene eseguito dopo un esame di laboratorio prolungato. Il prerequisito è la conferma dell'assenza del virus ora e in passato. Si ripete dopo la prima iniezione dopo 1 e 6 mesi. Il risultato è stimato in sei mesi: la qualità HBsAg è determinata. Con un titolo> 10 IU / ml, una persona può considerarsi protetta.

Dopo la vaccinazione in casi molto rari (approssimativamente nel 2% di quelli vaccinati), sono presenti condizioni subfebrilari e indurimento, iperemia, leggero dolore al sito di iniezione. Non ci sono altri effetti collaterali. L'immunità dopo la vaccinazione dura dai 5 agli 8 anni.

Nonostante il pericolo e la gravità, l'epatite B virale non è una frase. Il virus B è astuto e causa sintomi che lo mascherano per altre malattie. Ma con una diagnosi tempestiva può essere curata e ottenere un'immunità permanente.

Epatite - sintomi, segni, cause, trattamento e prevenzione dell'epatite virale

L'epatite è una malattia infiammatoria del fegato. Per la natura del flusso, si distinguono epatite acuta e cronica. L'acuto procede con sintomi gravi e ha due esiti: una cura completa o una transizione verso la forma cronica.

Diversi tipi di epatite differiscono l'uno dall'altro in diversi modi di infezione, velocità di progressione, gravità delle manifestazioni cliniche, metodi di trattamento e prognosi per il paziente. L'epatite è caratterizzata da uno specifico complesso di sintomi che, a seconda del tipo di malattia, possono manifestarsi più fortemente di altri.

Cos'è l'epatite?

L'epatite è una malattia infiammatoria acuta o cronica del fegato che si verifica a seguito di infezione con virus specifici o effetti sul parenchima dell'organo di sostanze tossiche (ad esempio alcol, droghe, droghe, veleni).

L'epatite virale è un gruppo di malattie infettive comuni e pericolose per una persona, che differiscono in modo abbastanza significativo tra loro, causate da virus diversi, ma hanno comunque una caratteristica comune: si tratta di una malattia che colpisce principalmente il fegato di una persona e causa la sua infiammazione.

I principali segni di epatite sono dolore addominale, perdita di appetito con frequenti nausea e vomito, cefalea, debolezza generale e febbre a 38,8 ° C, e nei casi più gravi ingiallimento della pelle e degli occhi.

Tipi di epatite virale

  • a causa di sviluppo - epatite virale, alcolica, medicinale, autoimmune, specifica (tubercolosi, opistorsiasi, echinococco, ecc.), epatite secondaria (come complicanze di altre patologie), criptogenetica (di eziologia poco chiara);
  • con il flusso (acuto, cronico);
  • da segni clinici (forme itteriche, anterteri, subcliniche).

Con il meccanismo e le modalità di infezione sono divisi in due gruppi:

  • Avere un meccanismo di trasmissione oro-fecale (A ed E);
  • Epatite, per la quale il contatto del sangue (emopercolato), e più semplicemente - il percorso posato attraverso il sangue, è il principale (B, C, D, G è il gruppo di epatite parenterale).

A seconda della forma di epatite, la malattia può disturbare il paziente per un lungo periodo di tempo e nel 45-55% dei casi si verifica un recupero completo. La forma cronica (persistente) dell'epatite virale può disturbare il paziente per tutta la vita.

Epatite A

L'epatite A o la malattia di Botkin è la forma più comune di epatite virale. Il suo periodo di incubazione (dal momento dell'infezione fino alla comparsa dei primi segni della malattia) va dai 7 ai 50 giorni.

Durante questo periodo, una persona può infettare gli altri. La maggior parte dei sintomi di solito scompare dopo alcuni giorni o settimane, ma l'affaticamento può durare mesi, poiché il fegato ritorna alla normalità. Ci vogliono diversi mesi per riprendersi completamente.

Epatite virale B

Il virus dell'epatite B entra nel corpo con sangue, sperma, acqua e altri fluidi infetti da HBV. L'infezione più comune si verifica durante le trasfusioni di sangue e prodotti sanguigni, parto, procedure dentistiche, iniezioni, tagli domestici e altri contatti. Avvertito dalla vaccinazione.

Epatite C

Il terzo tipo di epatite virale, si diffonde principalmente attraverso il sangue (trasfusioni, aghi, contatto sessuale, ecc.). I sintomi di solito compaiono da 1 a 10 settimane dopo l'infezione, ma possono non essere quasi espressi (l'ittero potrebbe non essere). Il pericolo di epatite C è dovuto al fatto che può portare a gravi epatiti croniche e cirrosi epatica.

Epatite D, E e G

  1. Epatite D. Chiamato dal virus delta. È caratterizzato da un esteso danno epatico con sintomi clinici estesi, decorso grave e trattamento a lungo termine. L'infezione si verifica quando il virus entra nel sangue. Il più spesso succede in una forma affilata, la probabilità del processo di transizione nel cronico - meno del 3%.
  2. Epatite E - I segni di infezione sono simili a quelli dell'epatite A, ma nei casi gravi della malattia, non solo il fegato, ma anche i reni sono danneggiati. La prognosi del trattamento è quasi sempre favorevole. Le eccezioni sono donne incinte nel terzo trimestre, quando il rischio di perdere un bambino si avvicina al 100%.
  3. Il virus dell'epatite G entra anche nel corpo con cibo e acqua contaminati quando viene a contatto con apparecchiature mediche contaminate. È quasi asintomatico. Le manifestazioni cliniche sono simili all'epatite C.

I virus dell'epatite B e C sono particolarmente pericolosi per la salute umana.La capacità per lungo tempo di esistere nel corpo senza manifestazioni evidenti porta a gravi complicazioni a causa della graduale distruzione delle cellule epatiche.

motivi

Le fonti del virus sono vari fattori. I motivi più "tipici" includono:

  • esposizione prolungata al corpo di vari tipi di sostanze tossiche;
  • uso a lungo termine di farmaci - antibiotici, sedativi e stupefacenti,
  • altri farmaci;
  • disordini metabolici e sistema autoimmune;
  • trasfusione di sangue di donatore infetto;
  • uso ripetuto di un singolo ago, solitamente infetto, da parte di un gruppo di individui;
  • sesso non protetto;
  • "Verticale" (intrauterina) via di infezione del bambino dalla madre;
  • comorbidità, come l'HIV, che favoriscono un facile ingresso del virus nel corpo;
  • il tatuaggio non è uno strumento sterile;
  • agopuntura;
  • apparecchiature dentali scarsamente sterilizzate;
  • contatto diretto con una persona malata.

L'epatite può anche derivare da una condizione autoimmune in cui fattori immunitari anormalmente mirati attaccano le cellule del corpo attraverso il fegato. L'infiammazione del fegato può anche verificarsi a causa di problemi di salute, da droghe, alcolismo, sostanze chimiche e tossine ambientali.

Epatite acuta

Cos'è questo? La forma acuta della malattia si sviluppa rapidamente, in pochi giorni o settimane. Questo tipo di epatite può durare fino a 6 mesi. Questa specie si verifica in seguito a:

  • infezione da virus dell'epatite;
  • avvelenamento con droghe o tossine.

La forma acuta è caratterizzata da un inizio improvviso. Questa malattia è caratteristica dell'epatite B, che è di natura virale. In alcuni casi, una persona che è avvelenata da potenti veleni ha una forma acuta di epatite. Le condizioni del paziente si deteriorano a causa di malattia. Potrebbero esserci segni di intossicazione generale.

La forma acuta della malattia è più tipica per tutte le epatiti virali. I pazienti hanno notato:

  • deterioramento della salute;
  • grave intossicazione del corpo;
  • disfunzione epatica;
  • sviluppo dell'ittero;
  • aumento della quantità di bilirubina e transaminasi nel sangue.

Epatite cronica

Cos'è? Sotto l'epatite cronica comprendere il processo diffuso-distrofico di natura infiammatoria, localizzato nel sistema epatobiliare e causato da vari fattori eziologici (virali o di altra origine).

Se l'epatite non viene curata in 6 mesi, allora è considerata cronica. Le forme croniche si manifestano a lungo. I medici di solito classificano l'epatite cronica in base a indicazioni di gravità:

  • l'epatite persistente è solitamente una forma lieve che non si sviluppa o si sviluppa lentamente, con conseguenti danni al fegato limitati;
  • attivo - include danni al fegato progressivi e spesso estesi e danni alle cellule.

L'epatite cronica è asintomatica molto più spesso che acuta. I pazienti spesso apprendono la malattia nel processo di alcuni esami programmati. Se ci sono sintomi, di solito sono inespressi e non specifici. Quindi, i pazienti possono essere disturbati da:

  • La sensazione di pesantezza e distensione nella parte destra, aggravata dopo aver mangiato.
  • Tendenza al gonfiore.
  • Nausea periodica
  • Diminuzione dell'appetito
  • Stanchezza aumentata

In caso di comparsa dei sintomi descritti, è necessario contattare un medico generico, uno specialista in malattie infettive o un epatologo.

Modi di trasmissione

I modi di trasmissione dell'epatite virale possono essere i seguenti:

  • trasfusione di sangue - con trasfusioni di sangue e suoi componenti;
  • iniezione - attraverso siringhe e aghi, che contengono resti di sangue infetto dal virus dell'epatite;
  • rapporti sessuali - durante il rapporto sessuale senza usare il preservativo;
  • verticale - da una madre malata a un bambino durante il parto o prendersi cura di lui;
  • quando si eseguono tatuaggi, agopuntura, piercing con aghi non sterili;
  • per manicure, pedicure, rasatura, epilazione, trucco permanente, se gli strumenti non sono trattati con soluzioni disinfettanti.

I sintomi dell'epatite negli adulti

A seconda della forma e dello stadio di progressione della malattia, l'epatite può essere accompagnata da vari sintomi di lesioni del corpo, i principali sono:

  • dolore doloroso periodico o costante nell'ipocondrio destro;
  • debolezza generale, vertigini, mal di testa;
  • costante sensazione di amarezza in bocca;
  • aumento della temperatura corporea a 37 - 38 gradi (tipico per forma moderata e grave, forma acuta di epatite virale);
  • giallo naturale della parte superiore della pelle, così come i bulbi oculari;
  • diminuzione dell'appetito;
  • odore sgradevole dalla bocca;
  • urina scura;
  • disturbi dispeptici (diarrea, vomito, stitichezza ricorrente);
  • frequente prurito.

Vorrei attirare l'attenzione sul giallo della pelle. Se il virus infetta il fegato, l'eccessiva penetrazione della bile nel flusso sanguigno provoca l'ingiallimento dell'epitelio.

Ma con l'epatite C, l'ittero si sviluppa molto raramente, quindi la pelle potrebbe non avere copertura icterica. Qui, una caratteristica caratteristica è un aumento della temperatura corporea, che è mantenuta a circa 37,5 a 38 gradi. Una donna si sente male, il suo corpo fa male, c'è uno stato di malessere generale che ci ricorda un'infezione acuta respiratoria, ARVI o influenza.

L'ittero si verifica a seguito della bilirubina metabolica, tossica per l'organismo. In violazione delle funzioni del fegato, si accumula nel sangue, si diffonde in tutto il corpo, si deposita nella pelle e nelle mucose e dà loro un colore giallastro.

Il più delle volte, a seguito di una violazione del deflusso dal fegato della bile, parte della quale entra nel flusso sanguigno e si diffonde attraverso il corpo, si verifica prurito: gli acidi biliari, depositati nella pelle, fortemente irritano.

In alcuni casi, i pazienti sviluppano l'epatite acuta fulminante cosiddetta. Questa è una forma estremamente grave della malattia, in cui vi è una morte di tessuto enorme e uno sviluppo estremamente rapido dei sintomi. Se non trattata, tale epatite acuta finisce con la morte.

Forme di sviluppo

Durante l'epatite virale, ci sono 4 forme:

  1. Lieve, spesso caratteristica dell'epatite C: l'ittero è spesso assente, subfebrillare o normale, pesantezza nel giusto ipocondrio, perdita di appetito;
  2. Media: i sintomi di cui sopra sono più pronunciati, dolore alle articolazioni, nausea e vomito, quasi assenza di appetito;
  3. Pesante. Tutti i sintomi sono presenti in una forma pronunciata;
  4. Fulminante (fulminante), non trovato nell'epatite C, ma molto caratteristico dell'epatite B, specialmente nel caso di coinfezione (HBD / HBV), cioè combinazioni di due virus B e D, che causano la superinfezione.

Complicazioni e conseguenze per il corpo

Sia l'epatite acuta che quella cronica possono portare a conseguenze molto gravi. Tra questi vale la pena notare:

  • malattie infiammatorie delle vie biliari;
  • coma epatico (si conclude con la morte nel 90% dei casi);
  • cirrosi epatica - si verifica nel 20% dei pazienti con epatite virale. L'epatite B e le sue forme derivate il più delle volte portano alla cirrosi;
  • cancro al fegato;
  • dilatazione dei vasi sanguigni e successivo sanguinamento interno;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale - ascite.

Trattamento dell'epatite

Il trattamento dell'epatite dipende dal fattore eziologico che ha causato il processo infiammatorio nel fegato. Certamente, l'epatite alcolica o autoimmune di solito richiede solo un trattamento sintomatico, disintossicante e epatoprotettivo.

Le tattiche standard per il trattamento dell'epatite riguardano:

  • eliminazione della causa della malattia uccidendo il virus e disintossicando il corpo;
  • trattamento di malattie associate;
  • restauro del fegato;
  • mantenere il normale funzionamento del corpo;
  • aderenza a diete speciali e alcune misure di protezione igienica e igienica.

Trattamento dell'epatite acuta

Il trattamento è necessariamente eseguito in ospedale. Inoltre:

  • la dieta n. 5A è prescritta, riposo semi-letto (in caso di decorso grave - riposo a letto);
  • in tutte le forme di epatite, l'alcol e i farmaci epatotossici sono controindicati;
  • viene eseguita una terapia intensiva di disintossicazione per compensare ciò
  • funzione epatica;
  • prescrivere farmaci epatoprotettivi (fosfolipidi essenziali, silimarina, estratto di cardo mariano);
  • prescritto clisma giornaliero alto;
  • produrre la correzione metabolica - preparati di potassio, calcio e manganese, complessi vitaminici.

dieta

Oltre alla terapia farmacologica, il paziente deve sempre seguire una dieta. I pasti dovrebbero essere basati sulle seguenti regole:

  • completa eliminazione dell'alcool (compresa la birra);
  • divieto di marinare, affumicato, speziato e grasso;
  • si raccomanda carne e pesce magri;
  • Puoi mangiare latticini a basso contenuto di grassi.

La terapia antivirale in tandem con dieta e riposo a letto può portare al pieno recupero. Tuttavia, va notato che l'aderenza alla dieta e alla terapia nutrizionale è richiesta dopo il recupero. Altrimenti, la recidiva e la transizione della malattia all'epatite virale cronica non sono escluse.

Cosa mangiare:

  • vari tipi di tè a base di erbe e bacche, succhi e composte a basso contenuto di zucchero;
  • porridge macinato, ben cotto;
  • varie zuppe e puree vegetali;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • carne e pesce dovrebbero essere a basso contenuto di grassi, al vapore;
  • frittata di vapore;
  • pane di crusca, segale, biscotti galetny.

Dai dolci puoi mangiare frutta secca, marmellata non troppo dolce, miele. Le mele cotte sono utili, in piccole quantità di banane e bacche.

  • tè molto forte, cioccolato, caffè;
  • fagioli, funghi;
  • acido, salato, troppo dolce;
  • muffin, pasta sfoglia, frittelle, polpette;
  • salsicce e carne in scatola;
  • carne di maiale;
  • uova ripide e fritte.

prevenzione

La prevenzione è necessaria in modo che l'epatite virale non ritorni e, nel caso della manifestazione cronica, non peggiori, non si complichi. La prevenzione consiste nel rispetto delle seguenti regole:

  • esclusione dalla dieta di alcol (completamente);
  • conformità a tutte le raccomandazioni del medico (non saltare i ricevimenti, è corretto usare i farmaci prescritti);
  • dieta (per escludere fritti e grassi, salati e piccanti, conservazione e cibo in scatola);
  • fare attenzione quando si contattano biomateriali contaminati (per operatori sanitari), vale a dire usare DPI (dispositivi di protezione).

Come proteggersi contro l'epatite?

L'epatite virale spesso porta a complicazioni gravi e pericolose, e il loro trattamento non è solo a lungo termine, ma anche costoso.

La prevenzione è la seguente:

  • Lavarsi le mani prima di mangiare
  • Fai bollire l'acqua prima di bere.
  • Lavare sempre frutta e verdura, riscaldare il cibo
  • Evitare il contatto con fluidi corporei di altre persone, compreso il sangue.
  • Per essere protetto durante i rapporti sessuali (anche orali)
  • Per realizzare piercing e tatuaggi solo con dispositivi sterili in centri collaudati
  • Essere vaccinati contro l'epatite.