Vaccinazione per i bambini contro l'epatite B

Sintomi

La vaccinazione contro un'infezione virale così pericolosa come l'epatite B è inclusa nel programma di vaccinazione del nostro paese. Perché questo vaccino è necessario e cosa dovrebbero sapere i genitori al riguardo?

Argomenti "per"

  • La vaccinazione contro l'epatite B precoce è importante per prevenire l'infezione da questa grave malattia virale.
  • Vale la pena vaccinare anche i bambini le cui madri hanno un test negativo per l'epatite virale B, dal momento che gli errori di tali test e i loro risultati falsi non sono esclusi.
  • Poiché i vaccini sono costantemente migliorati, riducendo la quantità di additivi estranei, le reazioni al vaccino contro l'epatite B sono estremamente rare.
  • Un bambino vaccinato nel primo anno produce una forte immunità che può durare fino alla fine della vita.

Argomenti contro

Sebbene molto rari, i vaccini contro l'epatite B possono causare gravi effetti collaterali. Se un bambino ha una tale reazione, la vaccinazione contro questa infezione non viene più eseguita.

Cos'è una malattia pericolosa?

Il virus infetta le cellule del fegato e, a seguito dello sviluppo di un'infezione in un bambino, inizia l'epatite e aumenta il rischio di sviluppare cirrosi e tumori. Per infettare questa infezione è sufficiente una quantità trascurabile di sangue umano infetto da epatite. I neonati spesso ricevono il virus da madri (portatrici o che si ammalano di epatite) durante il parto.

Controindicazioni

La vaccinazione contro l'epatite B non viene eseguita se il bambino ha:

  • C'è una malattia acuta o una malattia cronica è peggiorata;
  • C'è stata una reazione pronunciata al primo vaccino;
  • Intolleranza individuale identificata al lievito.

Sicurezza del vaccino

La ricerca dei produttori di vaccini e degli operatori sanitari conferma che i farmaci per l'epatite B sono sicuri e i loro effetti collaterali sono spesso lievi e passano rapidamente. Inoltre, gli studi non hanno confermato il legame tra tale vaccinazione e lo sviluppo dell'autismo nei bambini.

Il vaccino può essere somministrato lo stesso giorno con qualsiasi altro farmaco sul calendario di vaccinazione, ad eccezione di BCG. L'efficacia e la tollerabilità dei vaccini non si deteriorano.

Possibili complicazioni e come prevenirle?

Con l'introduzione del vaccino contro l'epatite B, raramente (nel 2-5% dei casi) si verificano reazioni avverse sotto forma di dolore e gonfiore nel sito di iniezione, nonché un aumento della temperatura corporea. Sono considerati normali e passano rapidamente. Tuttavia, in alcuni bambini, tali reazioni possono essere molto pronunciate - la temperatura sale a 40 gradi e c'è un forte gonfiore nel sito di iniezione. In questo caso, è raccomandato l'esame da un medico.

Preparazione prima della vaccinazione

Per introdurre il farmaco può essere solo un bambino sano, quindi tutti i bambini devono essere esaminati da un pediatra prima di eseguire la manipolazione (nell'ospedale di maternità il bambino viene esaminato da un neonatologo). Se ci sono dubbi sulla condizione del bambino e sui rischi della vaccinazione, i genitori sono invitati ad accompagnare il bambino da un immunologo.

L'età minima del bambino e la frequenza della vaccinazione

Un vaccino che aiuta a prevenire l'infezione da epatite B viene somministrato ai bambini ancora in ospedale. Di solito la vaccinazione viene effettuata durante i primi giorni dopo la comparsa delle briciole nel mondo. Questo aiuta a prevenire che il virus venga infettato dalla madre durante il processo di nascita.

Dopo tre vaccinazioni (nei bambini con un rischio aumentato - dopo le quattro), il bambino forma una forte immunità fino alla fine della vita.

Schema di vaccinazione

La vaccinazione contro l'epatite B viene eseguita secondo diversi schemi:

  1. I bambini sani il cui rischio di infezione da epatite virale non aumenta, il vaccino viene eseguito secondo lo schema 0-1-6. La prima vaccinazione viene eseguita nella maternità subito dopo la nascita, la seconda - quando il bambino ha un mese, il terzo - all'età di sei mesi. Lo schema 0-1-6 ha anche vaccinato i bambini di età superiore ad un anno e gli adulti, se non sono stati vaccinati contro l'epatite B prima.
  2. Secondo il secondo schema, i bambini che hanno un rischio maggiore di contrarre l'epatite vengono vaccinati. Si tratta di bambini le cui madri sono state infettate dal virus dell'epatite, da bambini che hanno subito trasfusioni di sangue o sottoposti a procedure parenterali e neonati dopo l'intervento. Per lo schema di offerta di vaccinazione 0-1-2-12. Ciò significa che la terza vaccinazione del bambino non viene effettuata in un anno e mezzo, ma in due mesi e all'età di un anno viene eseguita la quarta vaccinazione.

Dove si fa l'iniezione?

Il vaccino contro l'epatite B viene somministrato per via intramuscolare. Viene fatta un'iniezione nella coscia, poiché i muscoli di questa zona sono sufficientemente sviluppati anche nei bambini molto piccoli. Nei bambini di età superiore ai tre anni, il vaccino può essere iniettato nei muscoli della spalla.

Opinione Komarovsky

Il noto pediatra sconsiglia di essere vaccinato contro l'epatite B, poiché esiste sempre il rischio di contrarre il virus sia dalla madre durante il travaglio e la trasfusione di sangue che dai parenti durante i contatti domestici, poiché quantità estremamente piccole di sangue del paziente sono sufficienti per trasmettere il virus.

Cosa fare con le reazioni negative dopo la vaccinazione?

Le normali reazioni alla vaccinazione, che non dovrebbero essere percepite negativamente dai genitori, includono un leggero aumento della temperatura corporea e una reazione locale all'iniezione. Alla fine passano senza lasciare traccia senza alcun trattamento. Se la temperatura del bambino è aumentata di oltre 37.3 gradi, somministrare al bambino un antipiretico alla dose di età. Di solito è abbastanza una preparazione sotto forma di candele. Non trattare il sito di iniezione con alcun mezzo.

Vaccinazione contro l'epatite B per i bambini

La vaccinazione, che forma l'immunità all'epatite, è la prima dose di vaccino raccomandata per i bambini nelle prime ore dopo la nascita.

Precauzioni di sicurezza

L'introduzione della vaccinazione contro l'epatite B per molti anni nei paesi sviluppati ha costituito un'efficace direzione preventiva. Tipicamente, la reazione alla vaccinazione è abbastanza favorevole, tranne nei casi di intolleranza individuale ai componenti del vaccino.

Calendario nazionale delle vaccinazioni nella Federazione Russa

Il virus aggressivo attraverso il sangue viene trasmesso liberamente e facilmente, penetrando in altri biofluidi. La vaccinazione dei bambini forma una forte immunità al virus, ma le persone non vaccinate possono essere infettate in diversi modi:

  1. Un bambino viene infettato da una madre malata alla nascita per vie naturali. Un taglio cesareo impedisce la trasmissione del virus, così come l'allattamento al seno.
  2. Quando il sangue di una persona infetta entra nel più piccolo trauma della pelle - tagli, morsi e colpi.
  3. È possibile rilevare il virus attraverso i beni pubblici nei laboratori di tatuaggi, nelle sale manicure, dove non viene prestata sufficiente attenzione al trattamento di strumenti che causano microtraumi minori sulla pelle.
  4. Il mancato utilizzo di spazzolini da denti e accessori da barba individuali può anche comportare la trasmissione del virus.
  5. Alto rischio di infezione negli operatori sanitari che vengono a contatto con il sangue. Iniezioni accidentali con aghi usati possono trasmettere particelle virali.
  6. Alto rischio di contrarre l'epatite B e i tossicodipendenti che non controllano la purezza della dose.
  7. La probabilità del 30% di infezione persiste quando c'è un'intimità non protetta.

La quantità di sangue necessaria per trasmettere il virus è estremamente ridotta. Letteralmente una goccia è in grado di contenere abbastanza particelle virali per coinvolgere l'intero organismo in uno stato patologico. A sua volta, per la trasmissione di pericolose infezioni da HIV, è necessario un millilitro di sangue. Il virus dell'epatite è anche estremamente resistente: è immagazzinato in gocce di sangue essiccate su indumenti o altri materiali.

Colpi di salute

La malattia in molti paesi ha iniziato ad avere un focus epidemico, che è servito come lo sviluppo di un vaccino contro un virus pericoloso.

La malattia viene rilevata sempre più spesso nelle persone comuni che non sono a rischio ma che non hanno ricevuto vaccinazioni nell'infanzia e nell'età adulta. Pertanto, la vaccinazione di massa tra i bambini il cui programma è stato stabilito dall'OMS è molto importante per una prognosi favorevole per il futuro.

Non tutti i genitori sono d'accordo e considerano pericolosi i vaccini anti-virus. Tuttavia, la medicina moderna ha il potere di fornire prove scientifiche che il programma per vaccinare i bambini lavori. Vaccinazioni ed esecuzione di adulti da gruppi a rischio, una volta al mese prima della formazione di una forte immunità.

La vaccinazione è sicura per le persone di qualsiasi età, compresi i neonati. Molti giornalisti cercano di confutare questa affermazione dopo aver eseguito una minaccia letale e pericolosa per la vita di un bambino. Di solito, tutti i controlli su tali informazioni non confermano gli effetti avversi del vaccino e gli esiti avversi sono associati solo all'inganno del personale medico e alla copertura di informazioni importanti sulla salute di bambini o adulti.

Sostengono molto spesso i vaccini e spesso si sforzano di abolire il loro rigido programma di attuazione. La vaccinazione di bambini malati o non ancora guariti da una malattia o un intervento chirurgico di solito rientra nell'esempio di gravi conseguenze. Tali informazioni inconfutabili sono estratte dalla descrizione completa del caso e mostrano l'incompetenza dei debuttanti e dei ricorrenti.

Ma su questa base, le organizzazioni globali di medici hanno riconosciuto che lo schema di vaccinazione non è obbligatorio per tutti, e più di un operatore sanitario non è in grado di obbligare i genitori a vaccinare i propri figli. I pediatri locali e altri medici possono fornire solo un programma di opportunità per effettuare vaccinazioni ogni mese e formulare alcune raccomandazioni in merito.

Piano di vaccinazione

Tutti i neonati sono vaccinati nel reparto di nascita, indipendentemente dal fatto che la madre abbia una diagnosi di epatite. Con una consegna di successo e la piena salute dei bambini, le vaccinazioni contro questa malattia sono fatte nelle prime dodici ore dal momento della nascita.

La vaccinazione è discutibile nei seguenti bambini:

  1. Neonati le cui madri soffrono di epatite B, indipendentemente dal tipo di parto.
  2. Bambini le cui madri erano ammalate di questa malattia durante il terzo trimestre di gravidanza.
  3. Neonati da madri che non hanno superato il programma di esami delle donne incinte.
  4. Bambini nati in famiglie in cui almeno una persona è dipendente o ha qualsiasi forma di epatite B.

Lo schema di vaccinazione per la maggior parte dei paesi del mondo contiene l'immunizzazione contro l'epatite B.

La vaccinazione viene eseguita per via intramuscolare sulla coscia o sulla spalla. Incluso nel programma di vaccinazione della maggior parte dei paesi del mondo, anche in Russia. I bambini negli ospedali per la maternità vengono vaccinati nelle prime 12 ore prima della vaccinazione BCG.

Nel primo mese di vita, l'iniezione viene ripetuta, come nel secondo mese. I bambini ricevono la quarta dose di vaccino in un anno. Uno schema individualizzato è stato sviluppato per neonati prematuri o con basso peso alla nascita.

Se i bambini o gli adolescenti che non sono stati precedentemente vaccinati entrano in una registrazione ambulatoriale, ma i loro genitori danno il loro consenso alle vaccinazioni, viene eseguito un programma di vaccinazione di 0-1-6. Significa che la prima dose del vaccino è stata eseguita nel giorno specificato, la seconda - in un mese, la terza - nel sesto mese dopo la prima iniezione.

Non ci sono restrizioni di età tra i bambini quando si effettuano le vaccinazioni. Se, secondo lo schema raccomandato, non hanno ricevuto il vaccino, la vaccinazione può essere effettuata indipendentemente dal numero di anni. I bambini frequentemente malati non devono limitarsi alla vaccinazione, ma il vaccino deve essere somministrato due settimane dopo il completo recupero dall'ultimo raffreddore.

Effetti residui di tosse e naso che cola - una controindicazione completa alla procedura.

Se il bambino è stato vaccinato nella sala parto, ma da allora sono trascorsi più di tre mesi, il ciclo di vaccinazioni deve essere ripreso. La dose di vaccino ricevuta questo mese sarà presa in considerazione e richiederà più ripetizioni.

I viaggi di emergenza verso regioni con un'alta incidenza di epatite o casi occasionali di iniezione di bambini con aghi non trattati richiedono uno schema di immunizzazione urgente contro il virus. Il programma di vaccinazione accelerata viene eseguito in meno di un mese: il primo giorno, dopo una settimana e dopo tre settimane. Questi episodi richiedono la rivaccinazione, condotta in un anno.

Gli studi ripetuti hanno monitorato la rapidità con cui si sta formando l'immunità contro il virus dell'epatite B. Una vaccinazione di tre volte in un certo mese di vita dei bambini secondo i test immunitari riflette un livello sufficiente di anticorpi contro il virus per la formazione di un'immunità forte. Dopo un mese, il titolo anticorpale raggiunge 10 mU / ml, che fornisce una risposta affidabile.

La vaccinazione della prima infanzia consente di mantenere l'immunità per molti anni. Dopo quarant'anni, il titolo di anticorpi contro il virus diminuisce leggermente solo nel dieci percento dei vaccinati, dopo sessant'anni - nel venti percento.

Poiché l'epatite B spesso diventa la malattia di fondo per la patologia del cancro, i vaccini da esso sono considerati i primi vaccini contro il cancro. Inoltre formano un'immunità contro l'epatite di tipo C. I componenti di ciascuna partita di vaccini sono accuratamente controllati, sono a basso tasso di allergene e hanno una bassa tossicità, quindi non causano quasi mai reazioni avverse o allergie.

Domande frequenti

Ai genitori che dubitano della necessità di uno schema di vaccinazione completo per i loro figli vengono spesso poste le seguenti domande:

Come vengono prodotti i vaccini?

Sono prodotti secondo una complessa tecnologia di ingegneria genetica.

Lo sviluppo di questi elementi inizia abbastanza rapidamente e, entro un mese, il titolo catturato di queste sostanze è stabilito nel sangue dei bambini vaccinati nell'ospedale di maternità. Quando il virus stesso entra in qualsiasi modo nel flusso sanguigno, è già raggiunto dagli anticorpi prodotti e non gli consente di parassitizzarsi e moltiplicarsi.

I vaccini più comuni con i seguenti nomi:

  • Endzheriks Nella produzione belga. Disponibile in flaconi o siringhe di piccole dimensioni con un volume di 1 millilitro, contenente conservanti del mertiolato insieme a proteine ​​virali.
  • Evita contro l'epatite. Prodotto in Corea del Sud, ma il controllo di qualità viene effettuato in Francia. Fiale di mezzo millilitro contengono anche un conservante.
  • Il vaccino russo Kombiotehne contiene conservanti, disponibili in fiale da 0,5 ml. Secondo l'OMS, è meglio usare droghe senza diversi additivi.

Come comportarsi dopo la vaccinazione?

Secondo il programma di vaccinazione, nel sesto mese di vita, insieme al vaccino contro l'epatite, si esegue una vaccinazione combinata contro diverse malattie: pertosse, tetano, difterite, poliomielite. Le raccomandazioni generali per queste vaccinazioni non inumidiscono il sito di iniezione e non sovraccaricano il bambino con passeggiate all'aria aperta, alle quali è possibile tornare attivamente in due giorni. Durante questo periodo, il bambino deve essere monitorato per evitare allergie o altre reazioni al vaccino.

Il sito di iniezione del vaccino contro l'epatite è meno vulnerabile: può essere bagnato lo stesso giorno mentre si fa il bagno, le passeggiate non possono essere limitate. Praticamente nessuna reazione indesiderabile nasce dai moderni vaccini. A causa della formazione di immunità, la temperatura del corpo può in qualche modo aumentare, il che di solito non richiede una terapia antipiretica.

Il pianto e l'insoddisfazione nei confronti del bambino subito dopo l'iniezione indicano alcune sensazioni dolorose, che anche rapidamente scompaiono. Prima della procedura di vaccinazione, i bambini vengono esaminati da un medico in modo che la minima malattia catarrale o il processo infettivo non siano confusi con la reazione al vaccino.

Inoltre, se il medico non consiglia di bagnare il sito di iniezione e di non camminare per lungo tempo sulla strada, molto probabilmente, sono riassicurati in modo che un corpo leggermente indebolito non prenda il raffreddore e non comprometta le possibilità di immunità.

La vaccinazione è necessaria per le donne incinte?

Idealmente, quando è prevista la nascita di un bambino, e il corpo della futura madre è completamente pronto per il concepimento e una gravidanza di successo. La pianificazione per i bambini dovrebbe includere un corso di vaccinazione, perché le donne incinte non sono assicurate contro i casi di infezione accidentale con epatite.

Ma se alcune circostanze non permettevano a una donna di formare una forte immunità contro il virus, non vi è alcun particolare motivo di preoccupazione nelle condizioni della medicina moderna.

Il rischio di trasmettere il virus è possibile solo durante il parto attraverso percorsi naturali. Anche il vaccino stesso non danneggia il feto, come dimostra la sua ricerca sul tema degli effetti teratogeni. Le donne vengono vaccinate secondo il programma accettato, con ripetizioni in un mese e sei mesi. Un neonato con salute assoluta ha bisogno della sua stessa vaccinazione.

Pertanto, i risultati della medicina moderna rispetto al programma di vaccinazione riescono ad eliminare la diffusione epidemica di una malattia così pericolosa come l'epatite B.

Vaccinazione contro l'epatite B: è necessario?

L'epatite B è solo una delle dozzine di pericolose malattie del fegato virale, unite da un nome comune. È il tipo di epatite più frequentemente diagnosticato e più pericoloso, in più del 10% dei casi diventa cronico e può portare a cirrosi o cancro al fegato. Una volta nel sangue, il virus dell'epatite B non si rivela fino alla fine del periodo di incubazione (da 50 a 180 giorni) ei sintomi della malattia possono assomigliare all'influenza o essere del tutto assenti. Questi fattori interferiscono con la tempestiva diagnosi e trattamento dell'epatite, quindi nella medicina moderna tanta attenzione viene prestata alla sua prevenzione. Le istituzioni di beneficenza e il Ministero della salute conducono costantemente attività di informazione contro l'epatite: parlano dell'importanza di usare la contraccezione, uno stile di vita sano, la necessità di essere esaminati ogni sei mesi, descrivono le controindicazioni per quelli già infetti. Tuttavia, queste misure non possono garantire una protezione così affidabile contro il virus come la vaccinazione contro l'epatite B. È questo il problema che verrà discusso in dettaglio nell'articolo.

Cos'è l'epatite

L'epatite B o HBV è una malattia epatica acuta o cronica causata da hepadnavirus. L'epatite acuta è caratterizzata da febbre alta, nausea, vomito e debolezza generale fino a 39 ° C. In alcuni casi, può cambiare il colore della pelle, delle urine e delle feci. Nel 10% dei casi, le manifestazioni acute dell'epatite B portano a una forma cronica incurabile della malattia o ad altri tipi di malattia. L'epatite B cronica non è una malattia mortale, ma ha un effetto molto negativo sulla salute, porta alla vita molte controindicazioni e divieti. Forme gravi di epatite B o l'assenza del trattamento necessario provoca cirrosi, cancro al fegato, altre malattie pericolose e patologie. Il virus è altamente contagioso e contagioso e viene trasmesso in modo ematogeno (attraverso il sangue, il contatto sessuale, durante la gravidanza e il parto). A causa del lungo periodo di incubazione o del decorso asintomatico della malattia, le persone che hanno il virus dell'epatite nel sangue possono non essere a conoscenza di ciò per molto tempo, mettendo i propri cari a rischio di infezione. Ecco i modi in cui è possibile l'infezione con il virus dell'epatite B, in ordine di probabilità decrescente:

  • trasfusione di sangue infetto;
  • l'uso di strumenti medici non sterili;
  • rapporti sessuali non protetti;
  • infezione di bambini da una madre infetta durante il parto o la gravidanza;
  • uso di articoli di igiene comuni con una persona infetta;
  • infezione attraverso una ferita aperta.


Se sei infetto o sospetti di aver contratto il virus dell'epatite, ma hai paura di controllare - esiste un centro speciale per la prevenzione dell'epatite in tutte le principali città, dove puoi condurre un'indagine anonima.

Non è difficile evitare tutti questi fattori, tuttavia, l'unica garanzia contro l'infezione da virus è il vaccino contro l'epatite B. Un vaccino gioca un ruolo particolarmente importante nella sicurezza dei bambini: gli organismi dei bambini sono molto più suscettibili alle infezioni e soffrono in modo più grave. Il programma di vaccinazione in Russia prevede la vaccinazione obbligatoria di bambini sotto un anno e volontari per bambini da un anno e con adulti. Lo stesso ordine del Ministero della Salute, che approva il calendario, stabilisce le controindicazioni alle vaccinazioni contro l'epatite B, il gruppo a rischio e gli eventuali schemi di vaccinazione.

vaccinazione

Tre diversi regimi sono usati per vaccinare l'epatite virale B. Gli schemi per brevità sono indicati da numeri, che indicano gli intervalli di tempo tra le vaccinazioni. Indipendentemente dallo schema utilizzato e dall'età della persona, l'immunità viene impiantata per un massimo di 22 anni.

  • "0 - 1 - 6", lo schema di vaccinazione standard. La prima vaccinazione, la seconda in un mese, la terza dopo 6 mesi dopo la seconda;
  • "0 - 1 - 2 - 12", il cosiddetto circuito accelerato. Vaccinazioni in un mese, due e un anno dopo, il primo;
  • "0 - 7 - 21 - 12", schema di vaccinazione di emergenza, per creare il più rapidamente possibile l'immunità contro l'epatite B. Le regioni con una situazione epidemica sull'epatite B vengono praticate prima delle operazioni o dei viaggi

La vaccinazione dei bambini è della massima importanza per la prevenzione dell'epatite virale B - i neonati non ricevono l'immunità necessaria con gli anticorpi della madre, quindi sono vulnerabili fin dai primi giorni di vita. I bambini vengono vaccinati secondo lo schema standard (vaccinazione il primo giorno dopo la nascita, al mese ea 6 anni di età). Un'eccezione è fatta per i neonati a rischio di epatite, tali bambini vengono vaccinati con uno schema accelerato di quattro vaccinazioni. Genera l'immunità dal virus dell'epatite molto più velocemente, ma per la sua fissazione è necessaria una vaccinazione aggiuntiva.

Rischio per l'epatite B per i bambini:

  • figli di genitori infetti dal virus dell'epatite B o da quelli che hanno rifiutato di essere sottoposti a test per la presenza del virus nel sangue;
  • bambini provenienti da famiglie di genitori dipendenti da alcol e droghe;
  • i bambini provenienti da famiglie di basso rango sociale, nonché con un basso tenore di vita;

Il gruppo di rischio degli adulti è caratterizzato dalla presenza di infetti tra l'ambiente e i parenti più vicini, un basso tenore di vita, la tossicodipendenza.

Il programma per la vaccinazione contro l'epatite è auspicabile seguire esattamente. Le modifiche sono consentite con l'approvazione del medico, tuttavia, se il vaccino viene ritardato per più di tre mesi, l'intero schema ricomincia di nuovo, con la prima vaccinazione. Tutte le vaccinazioni devono essere inserite in una tessera di vaccinazione speciale, per evitare confusione. Periodi di vaccinazione raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità: un neonato e ogni 20 anni dall'età di 20 anni. Le persone non vaccinate contro l'epatite B possono ottenerla a qualsiasi età. Allo stesso tempo, la vaccinazione ripetuta (per le persone con un'immunità già esistente) non causerà alcun danno.

Controindicazioni per la vaccinazione

Sfortunatamente, per molte persone sono disponibili solo misure preventive per prevenire l'epatite B. Ciò è dovuto alla presenza di un ampio elenco di controindicazioni alla vaccinazione. Anche per i neonati dovrebbe essere condotto uno studio dettagliato per identificare le controindicazioni. Questo è ciò che arriva:

  • allergico al lievito in cottura (solo per il vaccino domestico, la controindicazione non si applica ai vaccini importati);
  • malattia virale recentemente trasferita o acuta;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • meningite trasferita (eventuali vaccinazioni sono consentite solo dopo sei mesi);
  • immunodeficienza o gravi malattie autoimmuni;
  • la vaccinazione durante l'allattamento o la gravidanza è indesiderabile perché l'effetto sullo sviluppo del bambino non è ben compreso.

Le controindicazioni dall'elenco possono essere permanenti o temporanee, nel secondo caso è necessario semplicemente posticipare la vaccinazione e osservare con maggiore cura le misure preventive. Nel caso di un'allergia al lievito di birra, rilevata nella madre o nel bambino, si possono usare droghe importate che non contengono lievito.

preparativi

La preparazione vaccinale standard per l'epatite B in Russia è il "vaccino ricombinante al lievito contro l'epatite B". La sua caratteristica principale è una composizione a base di lievito di pane. Le persone allergiche al lievito hanno controindicazioni rigorose all'uso di tale farmaco. I farmaci importati venduti in Russia sono prodotti utilizzando una tecnologia completamente diversa, sono meglio tollerati e causano meno reazioni. In clinica, tali farmaci non sono forniti gratuitamente, ma possono sempre essere acquistati presso una farmacia, oppure è possibile iniettare un tale vaccino in una stanza di vaccinazione privata.

Engerix B

Vaccino anti-epatite B di alta qualità fabbricato in Belgio, che non contiene lievito di pane e soprattutto conservanti tossici. La vaccinazione con questo farmaco viene trasferita molto facilmente, non ci sono controindicazioni aggiuntive o effetti collaterali. L'efficacia della vaccinazione dopo la rivaccinazione è del 98%.

Infanrix Hexa

Un vaccino combinato molto costoso, la cui composizione contiene componenti per la vaccinazione di epatite B, tetano, poliomielite, difterite, pertosse e infezioni emofiliche. L'uso di tale farmaco solo per la vaccinazione dell'epatite B non è razionale a causa del suo alto costo, ma se le date delle vaccinazioni coincidono, il farmaco è insostituibile. Le controindicazioni caratteristiche dei preparati di lievito sono assenti.

Nelle cliniche private o nelle sale di vaccinazione, forniscono servizi di vaccinazione di qualità per adulti e bambini. Il vaccino contro l'epatite B non viene addebitato separatamente.

Queste sono tutte le informazioni di base sulla vaccinazione dell'epatite virale B - la malattia più comune e pericolosa tra tutte le malattie del fegato. Non trascurare la vaccinazione e la prevenzione dell'epatite, per non preoccuparti della tua salute o della salute dei bambini!

Vaccino contro l'epatite B.

L'epatite virale oggi rimane una delle malattie epatiche più imprevedibili. È difficile prevedere quanto duramente una persona patirà questa infezione e come finirà questa pericolosa malattia. Qualsiasi danno al fegato, come è noto, si riflette non solo nel lavoro del sistema digestivo, ma anche gravi cambiamenti irreversibili si verificano in tutto il corpo.

Il vaccino contro l'epatite B è richiesto oggi o no? Forse è più facile rifiutare un'altra iniezione e non ferire il bambino sin dalle prime ore di vita? Chi ha bisogno di tali vaccinazioni e quanto è pericoloso rifiutare l'immunizzazione?

Perché è necessaria la vaccinazione contro l'epatite B

Questa è una malattia grave, che spesso conduce alla morte. No, nessuno muore subito dopo l'infezione. Ma dopo una grave malattia acuta, qualsiasi risultato è un passo verso una mortale. Nell'epatite B, dal 6 al 15% dei casi si conclude con la transizione della malattia a un processo cronico che procede con numerose complicazioni, inclusa la fine dell'oncologia del fegato. Nei casi più gravi, questa ghiandola non regge e il trattamento non aiuta. Pertanto, la vaccinazione è l'unico modo per proteggere le persone dagli effetti della malattia. Il vaccino contro l'epatite B protegge i bambini immediatamente dopo la nascita. Perché è così importante essere vaccinati nelle prime ore di vita?

  1. Quanto prima una persona ha avuto questa infezione, maggiore è la probabilità che la malattia si trasformi in uno stadio cronico - nelle persone di età tale probabilità è solo del 5% circa, nei bambini al di sotto dei 6 anni nel 30% dei casi la malattia diventa cronica. La vaccinazione aiuta il corpo, perché in risposta alla sua introduzione, vengono prodotti anticorpi protettivi.
  2. Il virus dell'epatite B si adatta abilmente a molte condizioni di vita - può resistere a temperature di 100 ºC per diversi minuti, non perde la sua attività a meno 20 ºC anche se è nuovamente congelato e viene mantenuto a valori bassi di pH (2.4).
  3. La malattia si verifica spesso con l'epatite D virale, che nella maggior parte dei casi provoca cirrosi.

Quando vengono vaccinati contro l'epatite B? - se non ci sono controindicazioni, la vaccinazione viene effettuata le prime 12 ore dopo la nascita del bambino. Per molti genitori, una prevenzione così precoce provoca solo indignazione: perché è così presto ferire vaccinando un bambino, perché il suo sistema immunitario non è ancora stato formato? Ma per questo c'è una chiara giustificazione scientifica.

  1. Il virus dell'epatite B viene trasmesso per via parenterale (questa è la principale via di infezione) - durante le procedure chirurgiche, prendendo il sangue per i test, durante le trasfusioni di sangue, la chirurgia plastica, le procedure dentali, dopo aver visitato un salone di bellezza. La vaccinazione protegge in ogni situazione.
  2. È possibile la trasmissione del virus dalla madre incinta al bambino.
  3. Gli scienziati hanno scoperto che in un gran numero di casi, le persone soffrono di epatite B senza sintomi classici, o il trasporto asintomatico è notato.
  4. La vaccinazione contro l'epatite B è necessaria per un bambino nelle prime ore di vita, dal momento che è possibile essere infettati da persone vicine e non c'è stagionalità nello sviluppo della malattia, il che peggiora la diagnosi.

La vaccinazione è necessaria, perché il virus dell'epatite B non è scomparso dalla faccia della terra. Secondo le stime, oltre 350 persone in tutto il mondo sono ammalate di questa malattia, ma ci sono molti più vettori. Il pericolo è che solo 1 ml di sangue contenga un'enorme quantità di virus patogeno dell'epatite B ed è stabile nella maggior parte dei liquidi. L'infezione può verificarsi in qualsiasi momento e non esiste ancora un trattamento efficace ideale.

Chi viene vaccinato contro l'epatite B

Se una persona ha avuto una forma lieve di epatite senza gravi conseguenze, nel suo sangue si trovano indicatori specifici, uno di questi è HbsAg. Appare 1-4 settimane dopo l'infezione. Se un anno dopo il trasferimento della malattia è ancora trovato, e il numero rimane allo stesso livello - questo indica un processo cronico o la persona è portatrice del virus.

Perché è così importante e in che modo è correlato ai vaccini?

  1. La malattia non appare immediatamente.
  2. Ci vorrà molto tempo prima della diagnosi.
  3. Dopo il trattamento, il virus può circolare nel sangue per molto tempo.

C'è un'alta probabilità di essere infettati da un virus e i bambini sono più sensibili alla malattia. Pertanto, un vaccino contro l'epatite B è necessario prima per i neonati. Un altro modo per proteggere i bambini subito dopo la nascita dall'epatite B non è stato ancora inventato.

In quali casi la vaccinazione è vitale?

  1. Se una persona viene costantemente trasfusa con prodotti sanguigni.
  2. Tutti i membri della famiglia in cui vi è un paziente con epatite B o un portatore della malattia.
  3. La vaccinazione è necessaria per le persone che sono venute a contatto con materiale biologico infetto (sangue del paziente).
  4. Tutti i medici, in particolare quelli che lavorano con materiale biologico, dovrebbero essere vaccinati, questo gruppo comprende anche studenti di medicina.
  5. La vaccinazione è necessaria prima dell'operazione a qualsiasi persona precedentemente non vaccinata.
  6. Tutti i neonati che vivono in una zona con un'alta incidenza di epatite virale B.
  7. I vaccini contro l'epatite B vengono somministrati ai bambini? - sì, se c'erano delle controindicazioni nella maternità o i genitori rifiutavano temporaneamente la vaccinazione, vaccinano più tardi, a qualsiasi età.
  8. Bambini nati da madri di portatori del virus dell'epatite B.
  9. Assicurati di vaccinare i bambini nelle case dei bambini e nei convitti.
  10. Le vaccinazioni vengono somministrate a persone che vengono inviate in paesi in cui vi è un'alta probabilità di incontrare persone malate o portatori di infezione.

Quante volte nella tua vita dovresti essere vaccinato contro l'epatite B? - non c'è un certo importo. C'è un minimo richiesto è il numero normalizzato di vaccinazioni e rivaccinazioni. Tutto il resto viene fatto sulla base di indicazioni che, a loro volta, dipendono da molte circostanze:

  • il numero di vaccinazioni dipende da dove lavora la persona;
  • dove vive;
  • Le persone vicine sono in buona salute?
  • se ci sono viaggi di lavoro all'estero, in questo caso, le vaccinazioni sono fatte in aggiunta.

Programma di vaccinazione per le vaccinazioni contro l'epatite B.

Qual è lo schema per la vaccinazione contro l'epatite B? - Ce ne sono diversi.

  1. In condizioni normali, durante il parto normale, l'assenza di controindicazioni e circostanze impreviste, lo schema è il seguente: la prima vaccinazione viene somministrata al bambino dopo la nascita durante le prime 12 ore della sua vita, quindi a 1, 6 e 12 mesi. Un vaccino di quattro volte fornisce protezione immunitaria fino a 18 anni. Quindi la vaccinazione viene effettuata sulla base di indicazioni. Tutti gli studenti di medicina sono rilasciati dagli istituti di istruzione e devono essere vaccinati. Inoltre, i medici controllano i livelli di HbsAg ogni anno.
  2. Ci sono altri schemi di vaccinazione. Ad esempio, quando le vaccinazioni vengono somministrate ai bambini in emodialisi. Il vaccino viene somministrato quattro volte durante il periodo in cui la dialisi non viene eseguita. Assicurati di monitorare costantemente le analisi del sangue. L'intervallo tra la prima e la seconda vaccinazione non deve essere inferiore a un mese, tutto il resto è indicato. La rivaccinazione dell'epatite B viene effettuata due mesi dopo l'ultima, quarta vaccinazione.
  3. Se un bambino nasce da una madre che ha avuto l'epatite B ed è portatore del virus, lo schema subisce alcune modifiche e appare diverso: 0-1-2-12 mesi (le vaccinazioni standard sono prescritte il primo giorno, poi nel primo e nel secondo mese e all'anno).
  4. All'età di 13 anni e oltre, vaccinano tre volte secondo lo schema di 0-1-6 mesi.
  5. Coloro che vanno a lavorare o per una lunga permanenza all'estero in zone con una pericolosa situazione epidemica, ricevono un corso di emergenza - ricevono il vaccino contro l'epatite B nei giorni 1, 7, 21. La rivaccinazione deve essere effettuata un anno dopo l'ultimo vaccino.

Quanto funziona il vaccino contro l'epatite B? - Un corso completo di quattro ore è sufficiente fino a quando il bambino diventa maggiorenne. Quindi la rivaccinazione è raccomandata ogni cinque anni - la protezione non dura più a lungo. Ma le vaccinazioni ripetute non sono mostrate a tutti. Se lo si desidera, una persona può essere vaccinata da sola a pagamento.

La composizione della vaccinazione contro l'epatite B e la sua via di somministrazione

I vaccini contro l'epatite B includono:

  • la proteina busta del virus dell'epatite B, è anche chiamata antigene di superficie, nei vaccini infantili è contenuta in una quantità di 10 μg, negli adulti è 20 μg;
  • idrossido di alluminio (adiuvante);
  • il conservante è mertiolato;
  • piccole tracce di proteine ​​del lievito.

Produce vaccini contro l'epatite B mediante ingegneria genetica. Alcuni produttori non includono conservanti nei vaccini.

I vaccini sono disponibili in un dosaggio di 0,5 ml o 1 ml, che contengono il numero appropriato di unità dell'antigene di superficie del virus. Una singola dose fino a 19 anni, di solito 0,5 ml, per i gruppi più anziani, è raddoppiata, cioè pari a 1 ml. A coloro che sono in emodialisi viene somministrato un doppio dosaggio: per gli adulti 2 ml, per i bambini 1 ml.

Dove vengono vaccinati contro l'epatite B? - il vaccino viene somministrato per via intramuscolare. I bambini sono vaccinati nella regione anterolaterale (nella medicina, si può sentire la regione anterolaterale) della coscia. Perché proprio in questo posto? - in caso di reazione alla vaccinazione, è più facile da manipolare qui. Adulti e adolescenti sono vaccinati nel muscolo deltoide. La vaccinazione viene effettuata a qualsiasi età.

Non è necessario vaccinare le persone che hanno avuto l'epatite B o coloro che sono portatori di HbsAg. Ma se sono vaccinati, non arrecheranno danni e non ci sarà alcuna esacerbazione della malattia.

Prima della vaccinazione, è necessario ispezionare attentamente la bottiglia con il vaccino in modo che non vi siano impurità dopo l'agitazione. Fai attenzione a dove l'infermiere prende il vaccino - non può essere congelato.

Cosa devi fare prima e dopo la vaccinazione contro l'epatite B

Questi sono punti importanti che nella maggior parte dei casi non sono rispettati, ma dipende da loro quanto facilmente una persona porterà il vaccino contro l'epatite B.

  1. Prima dell'introduzione del vaccino dovrebbe essere esaminato - un semplice esame del sangue e delle urine, che aiuterà il medico a determinare se il bambino è sano o un adulto. Perché abbiamo bisogno di tali difficoltà? L'esacerbazione di malattie croniche o lo sviluppo di infezioni virali acute non inizia immediatamente con febbre, mal di testa, tosse e altri sintomi. L'analisi aiuta a determinare se una persona è sana e ha dimostrato di essere vaccinata contro l'epatite B.
  2. Due giorni prima della vaccinazione contro l'epatite B e tre o quattro mesi dopo, è impossibile rimanere in luoghi con grandi concentrazioni di persone. Ciò include andare al negozio, alla piscina, all'asilo, all'arrivo degli ospiti, alla partecipazione a qualsiasi evento culturale. Quindi i genitori escludono la possibilità di infezione, perché il corpo di un bambino indebolito dopo la vaccinazione è molto suscettibile alle infezioni.
  3. Posso fare il bagno al mio bambino dopo essere stato vaccinato contro l'epatite B? Puoi lavarti e anche molto necessario. È impossibile escludere dal solito modo tutte le procedure familiari e lenitive del bambino. Anche gli adulti sono interessati. Prurito al sito di iniezione causerà sudore anziché acqua pulita. È solo necessario ricordare che il sito di vaccinazione non può essere strofinato con una spugna o inumidito con acqua da un lago o da un fiume - in questo caso, aumenta la probabilità di infezione portata da corpi d'acqua discutibili.
  4. Prima della vaccinazione è richiesto l'esame da parte di un medico. Dovrebbe includere non solo la misurazione della temperatura, ma anche l'esame della gola, dei linfonodi, l'ascolto della respirazione e del cuore.
  5. Il vaccino non deve essere somministrato se il bambino non si sente bene. Qualche vera lamentela di mal di testa, dolore addominale o tosse e vaccinazione dovrebbe essere rimandata per un po '. Due o tre giorni possono aspettare.
  6. Posso camminare dopo un vaccino contro l'epatite B? Camminare è utile in qualsiasi condizione e la vaccinazione non è una controindicazione. È chiaro che nelle giornate piovose e molto fredde è meglio rinviare temporaneamente la passeggiata. Per i bambini in questo momento è meglio non andare al parco giochi, e per gli adulti non essere in grandi compagnie rumorose.
  7. Se la vaccinazione viene eseguita da un adulto, non bere alcolici o piatti piccanti.
  8. Per i bambini piccoli, un'altra regola importante è che i genitori non dovrebbero introdurre nuovi alimenti nella dieta una settimana prima della vaccinazione o immediatamente dopo di essa. Nessuno sa come reagirà il corpo a un nuovo cibo. A volte i bambini sviluppano manifestazioni allergiche non sul vaccino, ma su un prodotto insolito per un bambino.
  9. E per ultimo, entro 30 minuti dalla vaccinazione, è necessario rimanere sotto la supervisione dell'operatore sanitario che ha effettuato l'iniezione. In caso di una grave reazione nella clinica, è più facile fornire assistenza di emergenza che a metà strada verso la casa.

La reazione del corpo di bambini e adulti al vaccino contro l'epatite B

I vaccini moderni sono così ben fatti che le complicanze e le reazioni del corpo sono estremamente rare. Quali sono le reazioni collaterali al vaccino contro l'epatite B?

  1. Intolleranza individuale alle sostanze che compongono il vaccino, manifestano indisposizione, eruzioni allergiche al sito di iniezione, manifestazioni allergiche più gravi - lo sviluppo di angioedema.
  2. Le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite B sono comuni e locali, i più comuni sono estremamente rari e manifestano indisposizione, febbre, nausea, dolore all'addome e alle articolazioni.
  3. Le complicanze locali si manifestano come arrossamento, dolore e indurimento nel sito di iniezione.

Non ci sono evidenti manifestazioni cliniche del vaccino contro l'epatite B - quasi tutti i vaccini sono ben tollerati e in rari casi si osservano reazioni ad esso. Spesso si trovano nel caso di non conformità con le regole di trasporto delle ampolle con il principio attivo o con il comportamento scorretto di una persona dopo la vaccinazione. A volte la reazione può svilupparsi non sulla prima iniezione, ma sul secondo o terzo vaccino contro l'epatite B. In questo caso, l'intolleranza delle sostanze che compongono il vaccino deve essere esclusa.

Controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B

Buone ragioni sono necessarie per ottenere il farmaco dalla vaccinazione. Esistono controindicazioni temporanee e permanenti per l'immunizzazione.

Con l'esacerbazione di malattie croniche o infezioni acute, il vaccino dell'epatite B è in ritardo fino al completo recupero.

  • Se un bambino nasce prematuro e pesa meno di 2 kg, non vaccinare fino a quando il suo peso corporeo non sia normalizzato.
  • Dopo la chemioterapia con potenti farmaci che sopprimono il lavoro immunitario, il vaccino può essere posticipato per diversi mesi.
  • Controindicazioni alla vaccinazione contro l'epatite B sono anche stati di immunodeficienza: oncologia, gravidanza, AIDS, malattie del sangue maligne.
  • Non è possibile inserire il vaccino contro l'epatite B con una forte allergia al passato l'introduzione del farmaco.
  • Vaccini contro l'epatite B.

    Dopo tutto quanto sopra, resta solo da decidere sulla scelta del vaccino. Ce ne sono molti e stanno migliorando ogni anno. Dei vaccini più comunemente usati nel mercato medico, ci sono:

    • Endzheriks B (Belgio);
    • HB-Vaxll (Stati Uniti);
    • "Biovak-B»;
    • Vaccino contro l'epatite B ricombinante;
    • Vaccino ricombinante vaccino contro l'epatite B;
    • "Eberbiovak HB" - un vaccino congiunto russo e cubano;
    • Sci-B-Vac israeliano;
    • "Evuks B";
    • Indiano "Shanwak-B".

    Come scegliere un vaccino contro l'epatite B? È abbastanza che acquistato da istituzioni mediche. Tutte le vaccinazioni sono ben tollerate. Ma se c'è stata una reazione al primo vaccino, è meglio sostituire il prossimo. È importante consultare esperti che lavorano spesso con le vaccinazioni.

    È necessaria la vaccinazione contro l'epatite B? Ora questa domanda sembra inappropriata. È meglio essere completamente vaccinati durante l'infanzia che affrontare le conseguenze di una grave infezione. Se non è la stessa vaccinazione a essere terribile, ma le possibili conseguenze o reazioni a un vaccino contro l'epatite B in un bambino, allora è importante innanzitutto prepararlo chiedendo a uno specialista.

    Vaccinazione contro l'epatite B per i bambini

    L'epatite B è un'infezione virale che provoca danni alle cellule del fegato e può portare alla cirrosi o al cancro del fegato al momento della transizione verso la forma cronica. Una parte di coloro che sono malati portano il virus nel sangue per tutta la vita. Anche una minima quantità di sangue di pazienti con epatite B virale o portatori virali è sufficiente per l'infezione.

    Se una donna incinta è portatrice di virus o è malata di epatite B, durante il parto può trasmettere il virus al suo bambino appena nato. È con questa minaccia e il pericolo dell'epatite B virale che in futuro c'è bisogno di vaccinazione contro l'epatite B del bambino nell'ospedale di maternità. La vaccinazione durante le prime ore di vita proteggerà il bambino dall'infezione dalla madre e dall'epatite B.

    Preparativi per la vaccinazione

    Per la produzione di vaccini è stato utilizzato il metodo dell'ingegneria genetica. Il preparato contiene la quantità minima di proteine ​​ottenuta dalla superficie del virus, incluso l'antigene principale del virus B (HBs Ag). Questa proteina è riconosciuta come estranea e gli anticorpi vengono prodotti nel corpo di un neonato dopo 2 settimane.

    Se un virus entra nel corpo del bambino, questi anticorpi lo distruggono e impediscono lo sviluppo della malattia.

    Per la prevenzione dell'infezione con il vaccino usato virus:

    • Endzheriks In (Belgio) - su 1 dose (1 ml) nella siringa da una volta o in una bottiglia; contiene conservanti mertiolato;
    • Evuks (Corea del Sud, la società controllante - Aventis Pasteur, Francia) - 0,5 ml per flaconcino; contiene conservanti merthiolate;
    • Combiotech (Russia) - fiale da 0,5 ml; senza conservanti.

    Altri vaccini possono essere usati. L'OMS raccomanda l'uso di droghe senza conservanti.

    testimonianza

    La vaccinazione nell'ospedale di maternità viene effettuata a tutti i bambini (compresi quelli nati con una madre sana) il primo giorno dopo la nascita.

    Il gruppo a rischio è costituito da neonati le cui madri:

    • soffre di epatite virale B;
    • avuto nel terzo trimestre di gravidanza;
    • sono portatori dell'antigene australiano (HBsAg);
    • non testato per i marcatori dell'epatite virale;
    • usare droghe;
    • avere nella famiglia del vettore dell'antigene australiano, il paziente con forma acuta o cronica di epatite virale.

    Schema di vaccinazione

    L'immunizzazione contro l'epatite B è inclusa nel programma di vaccinazione della maggior parte dei paesi del mondo, compresa la Russia. Il vaccino viene iniettato nei muscoli della spalla o della coscia.

    Tutti i bambini sono vaccinati nelle prime 12 ore (o 24 ore) dopo la nascita, prima della vaccinazione BCG. Ri-iniettare il vaccino a 3 ea 6 mesi.

    I bambini a rischio ricevono la 1a dose nelle prime 12 ore di vita, la 2a a 1 mese, la 3a a 2 mesi e la 4a all'età di uno.

    Un regime di immunizzazione individuale per l'epatite B è in fase di sviluppo per i bambini prematuri.

    Per i bambini e gli adolescenti non vaccinati, viene applicato uno schema di vaccinazione di 0-1-6: la prima dose viene somministrata il giorno in cui inizia la vaccinazione, la seconda in un mese, la terza in sei mesi dalla prima iniezione.

    Se è necessario eseguire un'immunizzazione di emergenza (nel caso di recarsi in una regione con un'aumentata incidenza di epatite, se il bambino viene accidentalmente iniettato con un ago infetto, ecc.), Si applica un regime accelerato: 0 - 7 giorni - 21 giorni. La rivaccinazione viene eseguita in un anno.

    Il vaccino ha un alto grado di efficacia. Dopo la sua introduzione 3 volte nei bambini, si forma il livello di anticorpi che è sufficiente per la prevenzione dell'epatite B, cioè l'immunità contro il virus B si forma nel 99% di quelli vaccinati.

    Dati gli effetti della forma cronica della malattia (la possibilità di sviluppare il cancro del fegato), il vaccino è considerato il primo vaccino contro il cancro. Previene l'infezione con un altro tipo di virus, incluso il virus dell'epatite C.

    Si raccomanda l'efficacia delle vaccinazioni per verificare nei seguenti casi:

    • bambini in emodialisi;
    • nato dalle madri dell'antigene HBs;
    • con l'introduzione del vaccino nel gluteo;
    • bambini immunocompromessi.

    L'esame per monitorare l'efficacia consiste nel determinare il titolo di anticorpi contro il virus dell'epatite B dopo 1-2 mesi. dopo aver ricevuto la terza dose. Una protezione affidabile sarà garantita da un titolo di almeno 10 mU / ml.

    Dopo la vaccinazione nell'infanzia, l'immunità viene mantenuta per un lungo periodo di tempo: dopo 40 anni, si osserva nel 90%, dopo 60 anni - nel 65-75% delle persone.

    Controindicazioni per la vaccinazione è l'intolleranza individuale a qualsiasi componente del vaccino.

    Vaccinazione contro l'epatite B nei neonati e nei bambini del primo anno di vita

    L'epatite B è una malattia infettiva, il cui sviluppo è innescato dall'ingresso del virus nel corpo umano. In questa malattia, si verifica un danno patologico alle cellule del fegato, molto spesso questo processo si trasforma in una forma cronica del decorso e causa la comparsa di cirrosi e / o cancro al fegato. La medicina è conosciuta per le persone che portano il virus dell'epatite B nel corpo per il resto della loro vita dopo aver avuto una volta una malattia. Ma se anche una piccola quantità di sangue infetto entra nel corpo di una persona sana, lo sviluppo di una malattia infettiva è garantito.

    Se una donna che indossa un virus di una malattia in questione o un paziente rimane incinta, la patologia può essere trasmessa al bambino durante il processo di nascita. Il virus dell'epatite B è astuto e pericoloso, motivo per cui i medici fanno la domanda di vaccinazione obbligatoria contro la malattia da bambino - la prima vaccinazione è data al bambino ancora in ospedale, il primo giorno dopo la nascita.

    Vaccini contro i bambini dell'epatite B

    Il vaccino contro la malattia in questione non è altro che una proteina con l'antigene principale del virus. Con l'introduzione di questa proteina, viene attivato il sistema immunitario del corpo, entro 2 settimane dopo la vaccinazione, vengono prodotti anticorpi che impediscono lo sviluppo dell'epatite B anche quando il virus entra in contatto. Producono vaccini usando metodi di ingegneria genetica, sono sicuri, ma in alcuni casi possono causare effetti collaterali.

    Per la vaccinazione contro l'epatite B usando i seguenti farmaci:

    1. Euvaks. Disponibile in 0,5 ml, la composizione contiene un conservante. Questo vaccino viene fabbricato in Corea del Sud e Aventis Pasteur in Francia controlla la produzione.
    2. Engerix B. Disponibile in una siringa monouso, che ha 1 ml di farmaco, che corrisponde ad una singola dose per la somministrazione, c'è un conservante nella composizione. Fai questo vaccino in Belgio.
    3. Combiotech. Disponibile in fiale da 0,5 ml, la composizione non contiene conservanti. Il farmaco è fatto in Russia.

    Oltre a questi farmaci, altri farmaci possono essere utilizzati per la vaccinazione.

    Quando sono i bambini vaccinati contro l'epatite B

    Anche se il bambino è nato da una donna completamente sana, viene vaccinato il primo giorno dopo la nascita. In linea di principio, questo è un programma obbligatorio per vaccinare i bambini, ma i genitori hanno il diritto di abbandonare specificamente questo vaccino.

    È obbligatorio vaccinare i neonati che sono a rischio. Questi bambini nasceranno da una madre che ha l'epatite B (una donna ce l'ha o ha una storia di questa patologia nel terzo trimestre di gravidanza). Inoltre, i bambini nati dalla madre dell'antigene australiano, da una donna tossicodipendente e da coloro che, per qualsiasi motivo, non sono stati testati per i marcatori dell'epatite virale per la gravidanza per qualsiasi motivo, sono a rischio.

    Nota: I medici danno vaccinazione obbligatoria ai neonati se ci sono pazienti con la malattia nella loro famiglia, e non importa se l'epatite B è acuta o cronica.

    Programma di vaccinazione per bambini

    La vaccinazione contro l'epatite B è inclusa nel programma di vaccinazione della maggior parte dei paesi, un'iniezione è fatta nel muscolo della coscia o della spalla.

    La prima vaccinazione viene somministrata a un neonato nelle prime 12-24 ore dopo la nascita, questa vaccinazione viene somministrata prima di BCG. La rivaccinazione è fatta all'età di 1 o 3 mesi, la terza - all'età di sei mesi. Un programma simile per la vaccinazione contro l'epatite B si applica solo ai neonati sani ea tempo pieno che sono nati da madri sane. Se il neonato è a rischio, il programma delle vaccinazioni varia leggermente:

    • la prima vaccinazione - 12 ore dopo la nascita (durante questo periodo);
    • seconda vaccinazione - all'età di un mese;
    • la terza vaccinazione è a due mesi;
    • quarta vaccinazione - all'età di 12 mesi.

    Nota: se nella prima infanzia il bambino non è stato vaccinato, allora viene vaccinato secondo il seguente schema:

    • la prima vaccinazione viene somministrata in qualsiasi giorno che sarà considerato l'inizio della vaccinazione;
    • il secondo vaccino viene posto un mese dopo il primo;
    • la terza vaccinazione viene eseguita 5 mesi dopo la seconda.

    Se il bambino è nato prematuro, viene preparato un programma di vaccinazione individuale per lui.

    In alcuni casi, potrebbe essere necessaria una vaccinazione di emergenza - ad esempio, un bambino viene portato in regioni / paesi in cui vi è un'alta incidenza di epatite B, o c'è stata una ferita con un ago infetto. E poi i medici vaccinano circuito accelerato - tre vaccinazioni con un intervallo di 0 - 7 - 21 giorni e la rivaccinazione è prescritta 12 mesi dopo la terza vaccinazione.

    Il vaccino contro l'epatite B è altamente efficace: nel 90% dei casi, c'è una costante produzione di immunità contro la malattia infettiva in questione. Inoltre, questo effetto rimane per molti anni - anche 40 anni dopo la vaccinazione, l'immunità è rilevata nel 65% delle persone precedentemente vaccinate. Di solito, i medici non controllano l'efficacia della vaccinazione contro l'epatite B, ma ci sono bambini per i quali tale test è necessario. Questo gruppo comprende bambini in emodialisi, nati da una femmina portatrice del virus e con un sistema immunitario indebolito. Non sarebbe superfluo verificare l'efficacia della vaccinazione anche nel caso della somministrazione di farmaci al muscolo gluteo. Un test per l'efficacia di un vaccino contro l'epatite B viene effettuato 40-60 giorni dopo la terza dose, consiste nel determinare il titolo di anticorpi contro il virus. L'elevata efficacia vaccinale è riconosciuta se il titolo non è inferiore a 10 mU / ml.

    Di solito non ci sono controindicazioni alla procedura in esame, i medici non possono essere vaccinati solo se al vaccino viene diagnosticata un'intolleranza o un'alta sensibilità dei componenti che compongono il vaccino.

    Possibili effetti collaterali

    Di norma, i bambini tollerano bene la vaccinazione contro l'epatite B, di solito il loro comportamento non cambia e la loro salute non si deteriora. Tuttavia, i medici non escludono la presenza di effetti collaterali subito dopo la vaccinazione:

    • arrossamento della pelle e indurimento nel sito di iniezione;
    • un leggero aumento della temperatura corporea (fino agli indicatori subfebrillari);
    • disagio e dolore non intensivo nel sito di iniezione.

    Fare o non vaccinare contro l'epatite B è una questione puramente volontaria, ei genitori possono decidere autonomamente se essere vaccinati o no. Ma è necessario valutare i pro e i contro, tenere conto della probabilità di infezione dal virus dell'epatite B e del rischio di sviluppare una malattia cronica. Non va dimenticato che l'epatite B, in determinate circostanze, porta al cancro del fegato, così che il vaccino in esame può essere definito la prima vaccinazione antitumorale. Gli effetti collaterali dopo l'introduzione del vaccino sono estremamente rari e rappresentano minimi problemi di salute, il bambino non sperimenta dolore durante l'iniezione, ma ci sono davvero molti benefici dal vaccino.

    Yana Alexandrovna Tsygankova, Revisore medico, medico generico della categoria di qualificazione più alta

    2,269 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

    Articolo Precedente

    Vettori di epatite