Quando vengono somministrate vaccinazioni contro l'epatite B a bambini e adulti - il programma obbligatorio e sulla testimonianza

Cibo

Tutti i neonati e talvolta gli adulti hanno bisogno di una vaccinazione contro l'epatite, che ad ogni età viene eseguita secondo un certo schema. Questa patologia è considerata una delle malattie del fegato più pericolose e imprevedibili, perché non si sa come sarà trasferita dall'uomo e quali saranno le conseguenze. Molti casi si concludono con epatite cronica e persino oncologia. La vaccinazione aiuta a proteggere un bambino o un adulto - è un metodo efficace per prevenire una malattia virale. Si consiglia al neonato di farlo nelle prime ore di vita mentre è ancora in ospedale.

Cos'è l'epatite

Con questa malattia si intende un'infezione virale acuta delle cellule del fegato, che viene trasmessa da persona a persona. La patologia a volte procede in una forma cronica. In generale, ha tre sottospecie:

  1. Epatite A o ittero. Di tutti i tipi considerati meno pericolosi. I virus vengono trasmessi attraverso cibo, oggetti domestici comuni e acqua. Anche quelli che hanno comunicato da vicino con una persona malata saranno infetti. Con un trattamento tempestivo, la malattia procede senza conseguenze. Vaccinato se esiste un alto rischio di infezione da virus dell'epatite A.
  2. Epatite virale B o HBV. È trasmesso esclusivamente attraverso fluidi biologici umani: sangue, urina, sudore. Metodi di infezione - rapporti sessuali non protetti, l'uso di siringhe non sterili o accessori per manicure. La malattia è molto grave e spesso porta a cancro o cirrosi epatica. È necessaria la vaccinazione contro l'epatite B L'immunità resistente si sviluppa solo dopo la vaccinazione.
  3. Epatite C. Si trasmette sessualmente, attraverso siringhe e altri oggetti non sterili, ma oggi non ha un vaccino. Il rischio di recuperare con una diagnosi del genere ha solo il 20% dei casi.

Quale epatite viene vaccinata

Il tipo A è meno pericoloso. Solo se non trattato non ha questa forma che porta a insufficienza epatica. La vaccinazione contro questa malattia è necessaria quando viene diagnosticato qualcuno da parenti o parenti. L'indicazione ai fini della vaccinazione contro l'epatite A è un viaggio in paesi in cui la diffusione dell'infezione è diventata grave. La vaccinazione è effettuata:

  • entro e non oltre 10-14 giorni prima della data di partenza;
  • entro 10 giorni dal momento del contatto con una persona malata.

La vaccinazione contro l'epatite A è consentita da un anno. La ri-vaccinazione viene eseguita dopo 6-18 mesi. Così è la formazione di immunità al virus. La vaccinazione obbligatoria richiede il tipo B. Questa è la forma più grave di questa malattia. La vaccinazione contro l'HBV viene somministrata a tutti i neonati, se non ci sono controindicazioni, nelle prime 12 ore di vita. La somministrazione ripetuta è prescritta dopo 6 o 12 mesi. Il vaccino contro l'epatite C non è ancora stato inventato, quindi le vaccinazioni non vengono fatte contro di lui.

Necessità e schema di vaccinazione

Una vaccinazione è d'obbligo per un bambino. Gli viene somministrato il primo vaccino nelle prime 12 ore di vita. Successivamente, la vaccinazione contro l'epatite B viene eseguita secondo questo schema - 0-1-6-12. Ciò significa che gli intervalli dalla prima vaccinazione sono 1, 6 e 12 mesi. L'immunizzazione quadrupla fornisce l'immunità fino a 18 anni. L'ulteriore vaccinazione è effettuata solo secondo indizi. I bambini in emodialisi sono vaccinati con il seguente schema di immunizzazione:

  • il vaccino viene somministrato quattro volte tra la dialisi;
  • l'intervallo tra la prima e la seconda vaccinazione è di almeno un mese;
  • la rivaccinazione è indicata dopo 2 mesi.

neonato

Quando un bambino nasce da una madre che è stata malata ed è portatore cronico del virus, viene utilizzato un diverso schema di vaccinazione: 0-1-2-12 mesi. I bambini di età superiore a 13 anni sono mostrati 3 vaccinazioni. La pausa dopo la prima è di 1 mese e dopo la seconda metà dell'anno. Le vaccinazioni ripetute non sono mostrate a tutti.

Per gli adulti

La vaccinazione contro l'epatite B viene eseguita allo stesso modo. La prima dose di vaccino viene somministrata immediatamente e la successiva in un programma chiaro con alcune interruzioni. Esistono tre principali schemi di vaccinazione:

  1. Standard. Il secondo vaccino - un mese dopo e la terza iniezione - in sei mesi.
  2. Veloce. Il secondo - anche dopo un mese, il terzo - dopo tre settimane, e il quarto - dopo un anno.
  3. Emergenza: in caso di viaggio all'estero in aree ad alto rischio di infezione. Il secondo - dopo una settimana, il terzo - dopo 60 giorni e l'ultimo - dopo 12 mesi.

validità

Se la vaccinazione è stata effettuata immediatamente dopo la nascita, allora è valida per 22 anni, anche se la maggior parte dell'immunità rimane per tutta la vita. La presenza di anticorpi al virus negli esami del sangue in un paziente vaccinato durante il suo esame potrebbe non essere rilevata. Il motivo è che è molto difficile per uno specialista prendere il sangue in cui saranno contenuti. Gli adulti, principalmente medici, devono essere nuovamente vaccinati.

Composizione e produzione di vaccini

Il vaccino contro l'epatite B è geneticamente modificato. Il componente principale è un gene speciale che promuove la produzione di proteina HbsAg. Per l'introduzione della persona è attaccato a una sostanza speciale - il corriere dell'antigene, che agisce come idrossido di alluminio. I componenti aggiuntivi sono:

  • piccola quantità di proteine ​​del lievito;
  • conservativo del mertiolato, anche se oggi molti produttori hanno rifiutato di includere conservanti.

Quali vaccini sono approvati per l'uso

Recentemente, ci sono così tanti vaccini diversi per questo virus. Ogni anno la loro composizione sta migliorando, pertanto gli effetti collaterali sono raramente osservati. Se c'è una reazione negativa a un farmaco, sostituirlo con un altro nella procedura successiva. I seguenti vaccini sono usati nella medicina moderna:

  1. Endzheriks V. Smith è la società SmithKline Beecham - Biomed, Belgio. La forma di rilascio è una bottiglia con 0,5 ml di sospensione (10 μg di antigene HBsAg) o 1 ml (dose già 20 μg). Questo farmaco è indicato per i bambini di madri portatrici di epatite B o malate, bambini nelle case dei bambini e nei convitti, pazienti con tumore del sangue, persone impiegate nella produzione di farmaci immunobiologici. Il vaccino neonato viene iniettato nella coscia, e negli adolescenti e negli adulti - nella spalla. Orario di vaccinazione - 0-1-6. Gli endzheri contribuiscono solo allo sviluppo dell'immunità, senza causare la malattia stessa.
  2. Evuks V. Il produttore è la società sudcoreana LG Chemical LTD, e il suo distributore è la società francese Aventis Pasteur. Il farmaco è un vaccino inattivato che produce immunità contro l'epatite B. Durante la produzione, viene utilizzato Saccharomyces cerevisiae prodotto nelle cellule di lievito. Il vaccino intramuscolare causa lo sviluppo di immunità contro l'epatite B per 10-15 anni. Il farmaco è indicato per neonati e adulti. I bambini vengono somministrati a 0,5 ml nel terzo superiore della coscia. Agli adulti viene somministrato un vaccino nella spalla in un doha da 1 ml. La vaccinazione viene eseguita tre volte con intervalli di 1 e 6 mesi. Evuks ha un rischio minimo di complicanze, tra cui l'infiammazione dell'ottica e la paralisi del nervo facciale, esacerbazione della sclerosi multipla.
  3. HB-Vax-II. Questo è un farmaco ricombinante contenente l'antigene australiano HBsAg, prodotto dalle cellule di lievito. Il produttore è Merck Sharp Dohme, Svizzera. Il farmaco è disponibile sotto forma di sospensioni con dosaggi diversi per bambini, adolescenti, adulti e separatamente per i pazienti in dialisi. Il vaccino viene somministrato allo stesso modo - 0-1-6 mesi. Viene mostrato a tutti gli individui, indipendentemente dall'età, se sono a rischio di infezione da virus. Il dosaggio per i bambini è 0,5 ml, e per gli adulti - 1 ml. L'immunizzazione HB-Vax-II crea un'immunità specifica persistente al virus dell'epatite B.
  4. Combiotech Ltd. Questo è il primo e unico vaccino che contiene antigeni di diversi sierotipi (ay e annuncio). Offre la massima protezione. Il vaccino stesso è una proteina virale assorbita da idrossido di alluminio e sintetizzata da un ceppo di lievito ricombinante. Combiotech Co., Ltd. offre un livello molto alto di protezione, quindi consente l'uso di un programma di vaccinazione alternativo - due volte l'introduzione anziché tre volte. Il vaccino ha evidenza di sicurezza per l'uso in bambini con gravi malattie infettive e pazienti con epatite cronica B. Al bambino vengono somministrati 0,5 ml del farmaco e 1 ml all'adulto. Viene mostrato a chiunque sia a rischio di ammalarsi.
  5. EberBiovak. Sviluppo congiunto di Cuba e Russia. Vaccino ricombinante in sospensione per somministrazione intramuscolare. Dopo la vaccinazione, forma anticorpi specifici contro l'epatite B. Un titolo protettivo appare nel 95% di quelli vaccinati. Il farmaco viene mostrato a tutti, adulti e bambini, ai fini dell'immunizzazione. Il metodo di somministrazione rimane lo stesso: per i neonati - nella coscia e per gli adulti - nella spalla. Anche lo schema delle vaccinazioni non cambia e rappresenta 0-1-6 mesi.
  6. Shanvak-B. Il produttore è Shanta Biotechnics (India). Esistono due varianti della composizione di questo vaccino: senza conservanti e con tiomersale conservante. Non ha origine animale o umana. Dopo un ciclo di immunizzazione, gli anticorpi vengono salvati nel 90% dei casi. Questo vaccino è indicato per tutti i neonati e gli adulti che sono a rischio di contrarre il virus. Le persone di età inferiore ai 19 anni vengono iniettate a 0,5 ml e più adulte - 1 ml. Una minore risposta immunitaria si verifica nelle persone di età superiore a 40 anni a causa dell'età. Possono aver bisogno di un ciclo aggiuntivo di vaccinazione. In generale, lo schema di vaccinazioni come - 0-1-6 mesi.
  7. Bubo-M. Il produttore è un'azienda Combiotech, Russia. Il vaccino ha un'alta efficienza, perché combina diverse vaccinazioni contemporaneamente - da epatite B e ADS-M, vale a dire. dal tetano e dalla difterite. In questo caso, si svilupperà l'immunità contro tutte e tre le patologie. La composizione del vaccino comprende antigeni ricombinanti, tossoide tetanico e difterico. Il farmaco viene mostrato ai bambini durante la prima o ripetuta vaccinazione contro queste malattie. È usato per adulti con lo stesso scopo. Una singola dose è 0,5 ml per via intramuscolare.
  8. Bubo Kok. Un altro sviluppo della società russa Combiotech. Il vaccino è un'iniezione multicomponente contro l'epatite B, la pertosse, il tetano e la difterite. Lo schema di vaccinazione qui è un po 'diverso - 0-4,5-6 mesi. La vaccinazione viene effettuata in una dose di 0,5 ml nella coscia o nel quadrante esterno superiore del gluteo. Il vaccino riduce il numero di visite alla clinica, perché una persona viene vaccinata immediatamente contro quattro malattie pericolose.

Vaccinazione contro l'epatite negli adulti: controindicazioni e complicazioni

L'epatite è chiamata fino a 8 diversi virus che hanno diversi gradi di pericolo. Quindi, l'epatite A è trattata facilmente e viene trasmessa semplicemente attraverso le mani sporche. Ma l'epatite B è una malattia più pericolosa, le cui complicanze possono essere il cancro al fegato, insufficienza epatica e cirrosi. È difficile da trattare. Esistono anche epatiti C e D. La vaccinazione è il modo migliore per combattere la malattia.

Vaccino contro l'epatite: cosa hai bisogno di sapere?

Essere infetti o ammalarsi di questa malattia a qualsiasi età è reale e facile da fare: il contatto con qualsiasi liquido che ha un virus (sangue, sperma, urina) è sufficiente e puoi essere infetto. La difficoltà è che se il paziente ha il sangue, l'urina o lo sperma su di esso, allora puoi contrarre l'infezione entro quattordici o quindici giorni. Per questo motivo, gli adulti non hanno bisogno di più vaccini contro l'epatite rispetto ai bambini, e il vaccino non è ancora stato somministrato all'ospedale di maternità, è possibile creare l'immunità a qualsiasi età fino a 55 anni.

La vaccinazione contro l'epatite B viene effettuata con l'aiuto di un farmaco che contiene una proteina virale che non rappresenta un pericolo, cioè non può infettarsi con l'epatite. Questo vaccino è chiamato ricombinante. La vaccinazione viene effettuata utilizzando una varietà di farmaci: siero dell'Istituto, vaccino contro l'epatite B, lievito ricombinante, Euvax B, Biovac, Regevak B, Eberbiovac, nonché l'indiano Shanvac, ecc.

Ci sono anche numerosi preparativi combinati, per esempio, bubo-kok e simili.

Di solito, gli adulti oi bambini sono vaccinati contro l'epatite nel muscolo, ma non nel gluteo, ma nella coscia o nella parte superiore del braccio. Se, per errore, la vaccinazione è stata effettuata in tessuto adiposo sottocutaneo o appena sotto la pelle, è considerata non valida e si raccomanda di ripeterla. La vaccinazione più comune contro l'epatite B e A. La vaccinazione contro l'epatite C per adulti e bambini non viene eseguita, perché questo virus è in costante evoluzione e la vaccinazione appropriata contro di essa non è stata ancora inventata.

Perché gli adulti hanno bisogno di vaccinazione contro questo virus?

Secondo le statistiche mediche, la maggior parte dei pazienti e delle persone infette dal virus dell'epatite B ha un'età compresa tra i 20 ei 50 anni. Gli adulti possono essere vaccinati contro l'epatite in qualsiasi momento, solo fino a cinquantacinque. Spesso lo fanno prima di operazioni serie o trasfusioni di sangue, ma questo è se non vengono trovate controindicazioni. Soprattutto, tale vaccino è necessario per gli adulti che lavorano nei centri per il trattamento dei tossicodipendenti, nei saloni di bellezza (anche i manicuranti possono essere la causa dell'infezione).

Di solito, la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti viene eseguita secondo uno schema specifico. In primo luogo, viene eseguita la prima vaccinazione, in 30-31 giorni, la successiva e altri sei mesi dopo, la terza. Hai bisogno di farli tutti, altrimenti l'immunità non è sviluppata. L'immunità, a proposito, viene prodotta in appena un paio di settimane dopo la prima iniezione, ma se non continui le iniezioni, sarà debole. Se devi recarti in una regione disfunzionale in cui questo virus si diffonde, chirurgia, trasfusione di sangue o contatto con una persona infetta, puoi anche effettuare una vaccinazione accelerata.

Le persone di età superiore ai 19 anni sono vaccinate con 20 μg. Antigene australiano (promuove la formazione di immunità), per i bambini, il suo dosaggio è di 10 microgrammi. Se sei incline alle allergie, puoi essere vaccinato con un contenuto di 10 microgrammi. antigeni. A proposito, i farmaci possono essere diversi: se il primo vaccino viene somministrato con un vaccino di un produttore, puoi fare quanto segue, perché le loro caratteristiche sono le stesse e questo non influirà sulla formazione dell'immunità. Ma il vaccino è valido per almeno otto anni.

Controindicazioni, complicazioni, effetti collaterali

Le controindicazioni per gli adulti non sono troppo diverse:

  • Quindi, non puoi essere vaccinato in coloro che sono allergici al lievito (ad esempio, kvas, pane, birra);
  • È meglio posticipare il vaccino in caso di malattia acuta o esacerbazione di una malattia cronica. Inoltre, le controindicazioni si applicano a quelli. Chi semplicemente non si sente bene;
  • Scartare il vaccino contro l'epatite a temperature elevate;
  • Non lo consiglio a madri che allattano, a persone che hanno malattie autoimmuni (sclerosi multipla, lupus, ecc.) O immunodeficienza, e anche a ragazze che si aspettano un bambino;
  • Se di recente sei stato malato di meningite, rimanda la vaccinazione per 6 mesi;
  • Se ha sofferto di una varietà di allergie, informi i medici, perché potrebbero esserci allergie ad altri componenti del vaccino.
  • Quando hai già l'epatite B, il vaccino sarà inutile.

Gli effetti collaterali nelle persone di età superiore ai 18-19 anni sono rari.

Quindi, se il vaccino è stato iniettato in modo errato (sotto la cute o il tessuto adiposo sottocutaneo) e se si è allergici all'idrossido di alluminio, il sito di iniezione può diventare rosso o indurirsi, può formarsi un nodulo o può verificarsi dolore. Di solito tutto va abbastanza velocemente. Se c'è prurito e gonfiore, puoi prendere un medicinale antistaminico.

La temperatura può anche aumentare leggermente (questo accade in una delle 15 iniezioni di vaccino a un adulto).

Le reazioni allergiche avvengono anche meno spesso. E molto raramente, si osservano sintomi come vomito, vertigini, disturbi intestinali, mal di testa, nausea, intorpidimento del corpo e pelle d'oca (parestesia), così come artralgia e mialgia. Possono anche manifestarsi dolori muscolari, debolezza e sudorazione. Ma questo vaccino è sicuro, quindi tutto questo può accadere a uno su un milione di vaccinati.

Le complicazioni sono estremamente rare.

Questi ultimi includono orticaria, shock anafilattico, eruzioni cutanee, eritema nodoso e persino reazioni allergiche al lievito. Ma il rischio di ammalarsi di sclerosi multipla, contrariamente all'opinione errata, questo vaccino non aumenta, e questo è già stato dimostrato da uno studio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Diverse domande "per adulti"

Se non fossi stato vaccinato contro l'epatite durante l'infanzia, ma è emersa la necessità, potrebbero sorgere alcune domande. Capiremo alcuni di loro.

  • È pericoloso bagnare il sito di iniezione? No, non succederà nulla di terribile. Basta asciugarlo con un tovagliolo o un asciugamano e tutto andrà bene. Eppure, tre giorni è meglio limitare l'ingresso di acqua nel sito di iniezione. Ma le regole di igiene non vengono cancellate, altrimenti c'è il rischio di contrarre l'epatite A...
  • Posso bere alcolici dopo la vaccinazione? L'etanolo non ha alcun effetto sull'efficacia del vaccino. Ma se c'è una festa, è meglio berla in piccole quantità;
  • Le donne in gravidanza possono essere vaccinate durante il periodo di allattamento? È meglio mettere tutti i vaccini durante la pianificazione della gravidanza. Gli studi non hanno rivelato i pericoli di questo vaccino per il feto, ma può essere fatto solo se si è verificata un'epidemia di epatite nella regione. Ma durante l'allattamento è meglio rifiutare qualsiasi vaccinazione.

Reazione epatite

L'epatite è un nome comune per le malattie infettive del fegato di varie eziologie. La malattia può manifestarsi sia in forma cronica che in forma acuta. Alcuni tipi di patologia portano a gravi complicazioni, come la cirrosi epatica, l'insufficienza epatica e il cancro di organi. Per prevenire lo sviluppo di una tale violazione aiuterà la vaccinazione contro l'epatite. Oggi ci sono vaccini per due tipi di questa malattia - per l'epatite A e B.

Epatite A

Questo è il tipo meno pericoloso di questa condizione patologica. Le fonti del virus sono acqua contaminata, cibo, articoli di uso generale e la stessa persona malata.

La malattia di Botkin non rappresenta una seria minaccia, ma in assenza di una terapia adeguata, l'insufficienza epatica spesso si sviluppa - un disturbo molto grave, che provoca uno stato comatoso e la morte.

Lo stadio iniziale della malattia è accompagnato da nausea, bavaglio, febbre, disagio e sensazioni dolorose nell'ipocondrio destro.

Con lo sviluppo del processo patologico, la pelle e la sclera diventano gialle, l'urina acquisisce una tinta itterica e la materia fecale diventa scolorita.

Entro un mese, il paziente deve essere nel reparto di malattie infettive. Il recupero finale avviene in sei mesi. Un lungo periodo di recupero, un senso di debolezza, una dieta rigorosa - tutto questo non è il modo migliore per influenzare la qualità della vita.

Vaccinazione dell'epatite A

Gli esperti raccomandano la vaccinazione contro l'epatite A in quei casi in cui qualcuno da parenti o da collaboratori vicini è stato diagnosticato con la malattia di Botkin, o dovrà recarsi in paesi in cui l'infezione è diffusa.

Inoltre, il gruppo di rischio comprende operatori sanitari, dipendenti di istituti prescolastici, dipendenti di strutture di ristorazione pubblica - si raccomanda inoltre di essere vaccinati contro l'epatite A.

Il vaccino deve essere somministrato 10-14 giorni prima della data di partenza prevista, questo è necessario per la formazione dell'immunità. Se il contatto si è verificato con persone malate, il vaccino deve essere somministrato entro i primi 10 giorni.

Prima dell'immunizzazione, viene eseguito un esame del sangue. Gli anticorpi identificati indicano che una persona è già vaccinata o "sofferta" dell'epatite A. In questo caso è impossibile ammalarsi, perché si produce un'immunità permanente.

Dove vengono vaccinati contro l'epatite A? L'iniezione viene somministrata per via intramuscolare, solitamente nella spalla. Per il successo della formazione di una forte immunità dopo 6-18 mesi viene effettuata nuovamente la vaccinazione. La vaccinazione contro l'epatite A può essere fatta dall'età di uno.

Reazione di vaccinazione

La reazione alla vaccinazione contro l'epatite A può manifestarsi come una violazione dell'appetito, mal di testa, sensazione di debolezza, deterioramento della funzione dell'apparato digerente, dolore muscolare, prurito della pelle, orticaria.

Anche gli effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite A possono essere arrossamenti e gonfiore del sito di iniezione.

È importante ricordare che non è possibile lubrificare questa zona della pelle con nulla. Una reazione simile del corpo è la norma e dopo un po 'tutte le violazioni, di norma, scompaiono. Altrimenti, si consiglia di consultare uno specialista.

Controindicazioni

Per escludere possibili complicazioni, è necessario un esame medico prima della vaccinazione. Controindicazioni all'implementazione dell'immunizzazione è l'intolleranza individuale ai componenti del farmaco e allo stadio acuto di qualsiasi patologia.

Il mancato rispetto di queste condizioni può provocare gravi complicazioni: danni al sistema nervoso centrale, interruzione del funzionamento degli organi interni, angioedema ed esacerbazione di malattie croniche. In situazioni particolarmente difficili, può svilupparsi un coma e, di conseguenza, la morte.

L'epatite A è pericolosa, prima di tutto, perché la persona è portatrice del virus patogeno, anche se la malattia procede senza alcun sintomo. E la vaccinazione contro l'epatite A è il modo più efficace per prevenire l'infezione.

Epatite B

Questa è una patologia molto difficile in cui il fegato è affetto e lo sviluppo di cirrosi o cancro dell'organo è possibile.

Il virus dell'epatite B viene trasmesso attraverso i fluidi biologici di una persona infetta (sangue, sudore, urina, ecc.). Cioè, l'infezione è possibile attraverso il contatto sessuale non protetto, l'uso di attrezzature mediche non sterili o accessori per manicure, sui quali ci sono particelle di sangue infetto.

L'epatite B è altamente contagiosa e con l'aiuto della vaccinazione è possibile prevenire la diffusione dell'infezione. La vaccinazione contribuisce alla formazione di un'immunità resistente al virus.

sintomatologia

La malattia può avere sia un decorso acuto che cronico. Lo stadio acuto della malattia si sviluppa dopo un certo periodo di tempo dopo l'infezione. Si osservano sintomi come febbre, brividi e pelle gialla.

Fornita in terapia intensiva dopo 1,5-2 mesi, può verificarsi il recupero. Altrimenti, la malattia entra in uno stadio cronico, che a sua volta può essere attivo o inattivo.

Nel primo caso è necessario assumere farmaci antivirali, nel secondo caso non c'è un trattamento speciale, ma è ancora necessario controllare il corso della patologia.

Con una malattia in via di sviluppo, spesso si verificano cirrosi e cancro al fegato, soprattutto in presenza di abuso di alcool.

Tuttavia, è la forma cronica di epatite B che rappresenta il pericolo maggiore: una persona malata ha debolezza irragionevole, affaticabilità rapida, prestazioni ridotte, ma questi sintomi sono intermittenti e si verificano periodicamente, così tante persone li ignorano.

In alcuni casi, nausea, dolore nella parte superiore dell'addome, dolori muscolari e articolari, indigestione.

Con lo sviluppo del processo patologico, altri sintomi si uniscono:

  • gengive sanguinanti;
  • giallo della pelle e della sclera;
  • tinta scura di urina;
  • un aumento delle dimensioni del fegato;
  • perdita di peso.

Per prevenire lo sviluppo della malattia, è importante vaccinare tempestivamente.

Quando vengono vaccinati contro l'epatite B? La vaccinazione primaria viene effettuata nell'ospedale di maternità, quindi - secondo un certo schema (consideriamo di seguito).

Immunizzazione dei bambini

Il bambino può essere infetto dal virus dell'epatite B durante il parto, motivo per cui il vaccino viene somministrato al neonato, gli effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite B sono spesso assenti. Dopo un periodo di tempo, il sito di iniezione diventa leggermente arrossato e appare una leggera condensazione.

Tale reazione al vaccino contro l'epatite B non va oltre il range normale e gradualmente tutti gli effetti collaterali scompaiono. Entro 2 giorni consecutivi dopo l'introduzione del vaccino è necessario controllare la temperatura corporea, l'appetito e le feci del bambino. In casi isolati, si sviluppano le conseguenze più gravi della vaccinazione contro l'epatite B, che si manifestano:

  • grave reazione allergica;
  • dolori muscolari;
  • insufficienza epatica;
  • shock anafilattico.

Controindicazioni

In alcune situazioni, i bambini non dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite. Controindicazioni all'implementazione dell'immunizzazione sono:

  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco somministrato;
  • reazione pronunciata al precedente vaccino.

La vaccinazione temporanea non deve essere eseguita con:

  • disordine dell'apparato digerente;
  • reazioni allergiche;
  • malattie catarrali;
  • alta temperatura corporea.

Dopo due settimane vengono eseguiti esami del sangue e delle urine e, in assenza di irregolarità, viene somministrato il vaccino.

Domande poste più spesso dai genitori:

  • Posso fare il bagno al mio bambino dopo essere stato vaccinato contro l'epatite?
  • Il giorno della vaccinazione si raccomanda di astenersi dal trattamento dell'acqua.
  • Posso camminare dopo un vaccino contro l'epatite?
  • Il giorno della vaccinazione, se c'è un'alta temperatura corporea, dovresti rifiutarti di camminare.

Tali restrizioni sono dovute al fatto che l'immunità del bambino è leggermente ridotta e tutte le forze del corpo sono finalizzate a combattere l'infezione.

La minima ipotermia o il contatto con persone malsane possono provocare complicazioni indesiderate.

Immunizzazione della popolazione adulta

La vaccinazione contro l'epatite B fa gli adulti fino a 55 anni. L'immunizzazione non è necessaria, ma è fortemente raccomandata per determinati gruppi di persone. Il gruppo di rischio comprende lavoratori in medicina e saloni di bellezza, tossicodipendenti, persone che conducono una vita intima promiscua, donatori di sangue.

Se una persona precedentemente vaccinata è stata in contatto con un'infezione, viene eseguito un esame del sangue e viene determinato il livello di anticorpi. Sulla base delle informazioni ricevute, viene decisa la questione della convenienza della rivaccinazione.

Effetto negativo della vaccinazione e controindicazioni

Le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite B in età adulta sono rare. In alcune situazioni, l'allergia ai componenti del vaccino può svilupparsi.

L'effetto collaterale della vaccinazione contro l'epatite B a volte si manifesta con arrossamento, gonfiore, dolore al sito di iniezione e aumento della temperatura. Dopo la vaccinazione contro l'epatite in casi isolati, si manifestano mal di testa, disturbi dispeptici, capogiri, mialgia.

Inoltre, in presenza di intolleranza ai lieviti nutrizionali o ad altri componenti del farmaco, possono verificarsi reazioni allergiche.

Raffreddori, febbre e allergie sono controindicazioni per la vaccinazione.

Programma di immunizzazione

Quante volte si fa il vaccino contro l'epatite A? Esistono alcuni schemi di vaccinazione, le vaccinazioni contro l'epatite, di solito sono fatte secondo uno schema standard, ma possono anche essere usati schemi accelerati e di emergenza:

  • lo schema standard (0-1 mesi. -6 mesi) - la seconda vaccinazione contro l'epatite viene effettuata un mese dopo la vaccinazione primaria, il terzo - sei mesi dopo. All'età di 6 mesi vengono somministrati vaccinazioni contro epatite e poliomielite, come pure difterite, pertosse e tetano. Tale programma di immunizzazione è considerato il più efficace.
  • schema accelerato (0-1 mesi, 2 mesi, 1 anno) - la seconda iniezione viene somministrata un mese dopo la prima iniezione, la terza dopo 2 mesi, la quarta dopo un anno.
  • schema di emergenza (0-7 giorni-21 giorni-1 anno) - la rivaccinazione viene effettuata 7 giorni dopo l'introduzione del vaccino primario, il terzo - 21 giorni dopo il secondo, il quarto - 12 mesi dopo il primo. Tale programma di immunizzazione contribuisce alla rapida formazione di immunità, ad esempio, prima di un intervento chirurgico pianificato.

Nell'età adulta, la vaccinazione contro l'epatite può essere effettuata in qualsiasi momento, la condizione principale per il successo della formazione dell'immunità è la stretta aderenza al programma di immunizzazione.

Se, per determinate ragioni, il secondo vaccino non è stato somministrato in tempo, la vaccinazione viene ricominciata di nuovo, se la terza vaccinazione viene saltata, quindi una seconda iniezione viene somministrata 2 mesi dopo quella primaria e il corso di immunizzazione è completato. Una singola iniezione del farmaco fornisce immunità per un breve periodo.

Come si chiama il vaccino contro l'epatite? L'immunizzazione programmata nel nostro paese viene effettuata con l'uso di tali vaccini:

  • vaccino liquido lievito ricombinante (Russia);
  • Euvax B (Francia);
  • Endzheriks V (Belgio, Russia);
  • H-B-Vax II (Stati Uniti);
  • Eberbiovac (Russia);
  • Bubo-M è un vaccino combinato contro l'epatite B, il tetano, la difterite (Russia).

Dovresti sapere che se l'immunizzazione primaria è stata effettuata con un farmaco, allora il vaccino di qualsiasi altro produttore può essere usato per la prossima vaccinazione. Tutti i vaccini sono intercambiabili.

La vaccinazione nel nostro paese non è una misura obbligatoria, e nessuno può rendere una persona vaccinata contro la sua volontà. Tuttavia, solo un vaccino può fornire una protezione affidabile a lungo termine contro una malattia così pericolosa come l'epatite B, che influisce negativamente non solo sulla qualità, ma anche sull'aspettativa di vita.

Programma di vaccinazione contro l'epatite B per gli adulti

✓ Articolo verificato da un medico

L'epatite B è una malattia pericolosa che, se non trattata, può essere fatale. Anche un trattamento tempestivo non garantisce che una persona possa vivere la vita al massimo senza sottomettersi alle limitazioni. Al fine di proteggere al massimo il tuo corpo da una tale patologia, non è necessario evitare completamente le persone malate o abbandonare cosmetici e altri servizi in cui vi è il rischio di infezione. La medicina moderna offre ai pazienti diversi vaccini contro l'epatite B. Protegge una persona anche dal contatto diretto con una malattia infetta. La vaccinazione può essere eseguita in quasi tutte le cliniche di una rete privata o pubblica.

Programma di vaccinazione contro l'epatite B per gli adulti

Quando vaccinarsi contro l'epatite B?

Gli esperti raccomandano di vaccinarsi contro la malattia a tutte le persone sane, ma è particolarmente importante introdurre anticorpi nei seguenti casi:

  • un vettore o un virus si trova in una famiglia o in un ambiente chiuso;
  • studenti di medicina e tutti coloro che lavorano negli ospedali;
  • pazienti che richiedono trasfusioni di sangue regolari, di solito in emodialisi;
  • gli adulti che hanno avuto un contatto diretto con il sangue infetto da un virus, la vaccinazione tempestiva aiuterà ad evitare l'infezione, dovrebbe essere fatto immediatamente;
  • impiegato nella produzione di medicinali a base di sangue, specialmente quando si lavora con un gran numero di oggetti appuntiti;
  • pazienti dal gruppo ematologico, poiché i loro fegati sono deboli e richiedono supporto;
  • prima delle operazioni, specialmente con un'alta probabilità di perdita di sangue e la necessità di infusione di cellule donatrici.

Gruppi ad alto rischio per l'epatite B

Attenzione! Se non è stato possibile identificare la malattia nelle prime fasi dello sviluppo, l'immunità del corpo diminuisce rapidamente. Di conseguenza, emorragia facciale infetto, insufficienza epatica e molteplici processi infiammatori.

Schema di vaccinazione contro l'epatite B

È possibile vaccinare i pazienti secondo diversi schemi. Tutto dipende dal motivo della vaccinazione e dal tipo di farmaco scelto per migliorare l'immunità. Uno dei regimi di trattamento prevede un regime 0-1-6. Ciò significa che il primo gruppo di anticorpi viene iniettato per primo, quindi una seconda iniezione viene somministrata dopo 30 giorni. Dopo altri 5 mesi, viene somministrata l'ultima dose di anticorpi contro l'epatite.

A volte effettuano la vaccinazione di emergenza, di solito a causa di viaggi all'estero o dopo il contatto diretto con una persona infetta. Lo schema in questo caso è il seguente 0-7-21. Il primo gruppo di anticorpi viene somministrato il giorno 0, una seconda dose del principio attivo viene somministrata in una settimana e in due settimane l'ultima dose del vaccino. Dopo tale schema, la rivaccinazione è obbligatoria. Viene eseguito un anno dopo l'ultima iniezione.

Vaccinazione dell'epatite B

Il terzo schema è stato creato per i pazienti che hanno costantemente bisogno di purificazione del sangue utilizzando l'apparato di emodialisi. Data la condizione del paziente, è necessario vaccinarlo tra le procedure secondo il programma di 0-1-2-12 mesi. Allo stesso tempo, è necessario monitorare costantemente lo stato di salute del paziente per non danneggiarlo.

Attenzione! Gli anticorpi vengono iniettati nel muscolo deltoide per via intramuscolare. A volte, quando un paziente ha problemi di coagulazione del sangue, il farmaco può essere iniettato per via sottocutanea.

Programma di vaccinazione sin dai primi giorni di vita

Controindicazioni all'uso del vaccino

Il farmaco può essere pericoloso se il paziente ha i seguenti problemi.

  1. Il paziente non tollera il lievito di birra. In questo caso, si ammala dopo aver mangiato pane, focacce e altri prodotti ricchi.
  2. Dopo la prima iniezione, la temperatura del paziente aumenta in modo significativo, c'è febbre, grave debolezza e possono apparire segni di freddo e intossicazione.
  3. Gli anticorpi non vengono somministrati per le lesioni virali e batteriche, compresi i raffreddori. In questo caso, la malattia può ridurre l'efficacia del trattamento o provocare effetti collaterali indesiderati.
  4. Il vaccino non viene somministrato per sei mesi, se in precedenza era stata menzionata una meningite sofferta. In questo caso, è necessario dare il tempo per ripristinare il corpo al fine di non provocare una reazione allergica.

Effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite B

Attenzione! Il farmaco non viene mai ri-somministrato dopo che il paziente ha subito un regime completo di trattamento per 5 anni. Se ignori questa regola, puoi ridurre significativamente l'immunità e causare molteplici effetti collaterali, incluso lo sviluppo dell'epatite B.

Cosa fare in caso di violazione dello schema di presentazione?

Se per qualche motivo la persona vaccinata ha saltato la seconda iniezione, può essere somministrata entro 4 mesi. Dovrebbe essere compreso che più veloce è l'immunizzazione, maggiore sarà l'immunità e la protezione contro il virus. Se sono trascorse più di 16 settimane, la ri-immunizzazione deve essere eseguita per intero.

Vaccinazione di un bambino contro l'epatite B

Nel caso in cui il terzo vaccino sia mancato, viene eseguito per 1,5 anni dopo l'introduzione del secondo lotto di anticorpi. Se, dopo questo periodo, non fosse possibile effettuare un'iniezione, la vaccinazione dovrebbe essere eseguita su una nuova, poiché lo specialista non può garantire la protezione completa del corpo.

Attenzione! Solo lo schema corretto per somministrare un vaccino contro l'epatite garantisce la più forte immunità contro l'epatite B. In altri casi, uno specialista non può garantire una protezione al 100%, che richiede al paziente di rispettare tutti i periodi di trattamento.

Regole di condotta dopo la vaccinazione contro l'epatite B.

Come qualsiasi altro vaccino, il vaccino contro l'epatite B può avere conseguenze negative molto forti per il corpo. Per rendere il tuo fegato e altri organi più facili da tollerare l'introduzione di anticorpi estranei, devi seguire rigorosamente le istruzioni del medico. Per fare questo, verrà assegnato un farmaco selezionato individualmente per mantenere la salute del fegato, poiché la prima volta, gli anticorpi lo attaccheranno attivamente.

Formazione di immunità contro l'epatite B

Dovresti anche sapere che è vietato nuotare per 2-3 giorni dopo l'iniezione. È particolarmente importante seguire questa regola se un paziente ha una temperatura corporea elevata dopo la somministrazione del vaccino. È possibile lavare, curare le orecchie e il collo, ma in nessun caso l'acqua dovrebbe cadere nel sito di iniezione. Se per qualche motivo non è stato possibile evitarlo, si dovrebbe ammorbidire delicatamente la ferita e non permetterne il riassorbimento.

Perché l'effetto sia completo, devi proteggerti da altri virus e raffreddori. È necessario dare tempo al corpo per la formazione di un'immunità stabile, che è possibile solo in assenza di infezioni e altri organismi nocivi nel corpo.

Principali sintomi dell'epatite

I medici indicano che le bevande alcoliche dopo il vaccino non sono proibite. Ma il fegato durante questo periodo e così sarà indebolito a causa della necessità di sviluppare una maggiore immunità ai patogeni patogeni. Pertanto, è meglio dare tempo al corpo e non esaurirlo con ulteriori problemi.

Attenzione! Dopo la vaccinazione, verrà prescritto un complesso vitaminico, più spesso vengono utilizzati i multivitaminici. Forniscono minerali utili a tutti gli organi umani, non permettendo loro di ridurre la loro funzione.

Vaccinazione contro l'epatite B negli effetti collaterali degli adulti

L'epatite è chiamata fino a 8 diversi virus che hanno diversi gradi di pericolo. Quindi, l'epatite A è trattata facilmente e viene trasmessa semplicemente attraverso le mani sporche. Ma l'epatite B è una malattia più pericolosa, le cui complicanze possono essere il cancro al fegato, insufficienza epatica e cirrosi. È difficile da trattare. Esistono anche epatiti C e D. La vaccinazione è il modo migliore per combattere la malattia.

Vaccino contro l'epatite: cosa hai bisogno di sapere?

Essere infetti o ammalarsi di questa malattia a qualsiasi età è reale e facile da fare: il contatto con qualsiasi liquido che ha un virus (sangue, sperma, urina) è sufficiente e puoi essere infetto. La difficoltà è che se il paziente ha il sangue, l'urina o lo sperma su di esso, allora puoi contrarre l'infezione entro quattordici o quindici giorni. Per questo motivo, gli adulti non hanno bisogno di più vaccini contro l'epatite rispetto ai bambini, e il vaccino non è ancora stato somministrato all'ospedale di maternità, è possibile creare l'immunità a qualsiasi età fino a 55 anni.

La vaccinazione contro l'epatite B viene effettuata con l'aiuto di un farmaco che contiene una proteina virale che non rappresenta un pericolo, cioè non può infettarsi con l'epatite. Questo vaccino è chiamato ricombinante. La vaccinazione viene effettuata utilizzando una varietà di farmaci: siero dell'Istituto, vaccino contro l'epatite B, lievito ricombinante, Euvax B, Biovac, Regevak B, Eberbiovac, nonché l'indiano Shanvac, ecc.

Ci sono anche numerosi preparativi combinati, per esempio, bubo-kok e simili.

Di solito, gli adulti oi bambini sono vaccinati contro l'epatite nel muscolo, ma non nel gluteo, ma nella coscia o nella parte superiore del braccio. Se, per errore, la vaccinazione è stata effettuata in tessuto adiposo sottocutaneo o appena sotto la pelle, è considerata non valida e si raccomanda di ripeterla. La vaccinazione più comune contro l'epatite B e A. La vaccinazione contro l'epatite C per adulti e bambini non viene eseguita, perché questo virus è in costante evoluzione e la vaccinazione appropriata contro di essa non è stata ancora inventata.

Perché gli adulti hanno bisogno di vaccinazione contro questo virus?

Secondo le statistiche mediche, la maggior parte dei pazienti e delle persone infette dal virus dell'epatite B ha un'età compresa tra i 20 ei 50 anni. Gli adulti possono essere vaccinati contro l'epatite in qualsiasi momento, solo fino a cinquantacinque. Spesso lo fanno prima di operazioni serie o trasfusioni di sangue, ma questo è se non vengono trovate controindicazioni. Soprattutto, tale vaccino è necessario per gli adulti che lavorano nei centri per il trattamento dei tossicodipendenti, nei saloni di bellezza (anche i manicuranti possono essere la causa dell'infezione).

Di solito, la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti viene eseguita secondo uno schema specifico. In primo luogo, viene eseguita la prima vaccinazione, in 30-31 giorni, la successiva e altri sei mesi dopo, la terza. Hai bisogno di farli tutti, altrimenti l'immunità non è sviluppata. L'immunità, a proposito, viene prodotta in appena un paio di settimane dopo la prima iniezione, ma se non continui le iniezioni, sarà debole. Se devi recarti in una regione disfunzionale in cui questo virus si diffonde, chirurgia, trasfusione di sangue o contatto con una persona infetta, puoi anche effettuare una vaccinazione accelerata.

Le persone di età superiore ai 19 anni sono vaccinate con 20 μg. Antigene australiano (promuove la formazione di immunità), per i bambini, il suo dosaggio è di 10 microgrammi. Se sei incline alle allergie, puoi essere vaccinato con un contenuto di 10 microgrammi. antigeni. A proposito, i farmaci possono essere diversi: se il primo vaccino viene somministrato con un vaccino di un produttore, puoi fare quanto segue, perché le loro caratteristiche sono le stesse e questo non influirà sulla formazione dell'immunità. Ma il vaccino è valido per almeno otto anni.

Controindicazioni, complicazioni, effetti collaterali

Le controindicazioni per gli adulti non sono troppo diverse:

  • Quindi, non puoi essere vaccinato in coloro che sono allergici al lievito (ad esempio, kvas, pane, birra);
  • È meglio posticipare il vaccino in caso di malattia acuta o esacerbazione di una malattia cronica. Inoltre, le controindicazioni si applicano a quelli. Chi semplicemente non si sente bene;
  • Scartare il vaccino contro l'epatite a temperature elevate;
  • Non lo consiglio a madri che allattano, a persone che hanno malattie autoimmuni (sclerosi multipla, lupus, ecc.) O immunodeficienza, e anche a ragazze che si aspettano un bambino;
  • Se di recente sei stato malato di meningite, rimanda la vaccinazione per 6 mesi;
  • Se ha sofferto di una varietà di allergie, informi i medici, perché potrebbero esserci allergie ad altri componenti del vaccino.
  • Quando hai già l'epatite B, il vaccino sarà inutile.

Gli effetti collaterali nelle persone di età superiore ai 18-19 anni sono rari.

Quindi, se il vaccino è stato iniettato in modo errato (sotto la cute o il tessuto adiposo sottocutaneo) e se si è allergici all'idrossido di alluminio, il sito di iniezione può diventare rosso o indurirsi, può formarsi un nodulo o può verificarsi dolore. Di solito tutto va abbastanza velocemente. Se c'è prurito e gonfiore, puoi prendere un medicinale antistaminico.

La temperatura può anche aumentare leggermente (questo accade in una delle 15 iniezioni di vaccino a un adulto).

Le reazioni allergiche avvengono anche meno spesso. E molto raramente, si osservano sintomi come vomito, vertigini, disturbi intestinali, mal di testa, nausea, intorpidimento del corpo e pelle d'oca (parestesia), così come artralgia e mialgia. Possono anche manifestarsi dolori muscolari, debolezza e sudorazione. Ma questo vaccino è sicuro, quindi tutto questo può accadere a uno su un milione di vaccinati.

Le complicazioni sono estremamente rare.

Questi ultimi includono orticaria, shock anafilattico, eruzioni cutanee, eritema nodoso e persino reazioni allergiche al lievito. Ma il rischio di ammalarsi di sclerosi multipla, contrariamente all'opinione errata, questo vaccino non aumenta, e questo è già stato dimostrato da uno studio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Luogo e schema di vaccinazione contro l'epatite B

L'epatite B è anche una malattia virale, ma si diffonde solo attraverso il sangue. Vaccinazione contro l'epatite B adulti inseriti nel muscolo, di solito nella spalla. La soluzione non deve essere iniettata per via sottocutanea, poiché l'intera dose non entra nel sangue e la vaccinazione sarà inefficace. I muscoli delle spalle si formano abbastanza bene e si trovano in prossimità della pelle. Non è consigliabile effettuare un'inoculazione nel gluteo, poiché in questo punto il muscolo è profondo sotto lo strato di grasso, è più difficile raggiungerlo.

Una caratteristica del vaccino contro l'epatite B è che non include il virus, ma consiste interamente di proteine. Pertanto, è impossibile diventare infetto a seguito di misure preventive.

Per gli adulti, esiste una sequenza specifica per la quale viene effettuata la vaccinazione: 0-1-6 mesi. Quindi, una persona riceve entro tre mesi tre colpi. La seconda vaccinazione contro l'epatite viene eseguita non prima di 30 giorni dopo la prima iniezione e l'ultima almeno 2 mesi dopo la seconda, ma non prima di 4 dopo la prima.

Vi sono anche schemi di vaccinazione accelerata, per esempio, il paziente è in attesa di un intervento chirurgico, che sarà accompagnato da una trasfusione di sangue. Viene eseguita in questo modo: 0-7-21-12, cioè dopo la prima vaccinazione, l'iniezione successiva viene iniettata dopo 7 giorni, la terza dopo il 21 e la quarta dopo 12 mesi. Per le persone ad alto rischio di infezione, la sequenza è applicata: 0-1-2-12, cioè il secondo dopo un mese, il terzo dopo due, l'ultimo - in un anno.

Nei casi in cui dopo la prima vaccinazione sono trascorsi 5 o più mesi e il secondo non è stato consegnato, gli adulti dovranno ricominciare l'intero schema, cioè 0-1-6. Tale requisito è enunciato negli standard adottati in Russia. Secondo i criteri internazionali, la seconda vaccinazione può essere effettuata anche dopo molto tempo e la terza non viene somministrata prima di 30 giorni dopo quella precedente. La vaccinazione contro l'epatite B è in grado di proteggere per 8 anni o più.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Il vaccino contro l'epatite ha controindicazioni. Se il giorno in cui viene prescritta la vaccinazione, la persona ha un malessere generale, febbre, mal di testa o anche un naso che cola, la manipolazione deve essere posticipata fino alla scomparsa di tutti i sintomi. E 'vietato somministrare un vaccino contro l'epatite agli adulti se hanno un'allergia alla cottura del lievito. Una malattia simile si manifesta in reazione a kvas, birra, prodotti dolciari e prodotti da forno.

Controindicazioni temporanee possono essere, se una persona ha sofferto di meningite, la vaccinazione viene effettuata sei mesi dopo il recupero. Nelle malattie croniche gravi, il periodo dei vaccini viene scelto con cura, ma, di regola, la presenza di vari disturbi non è la causa del rifiuto di manipolazione. Una reazione allergica a vari antigeni (diversi da quelli indicati) non sarà controindicata.

Durante il periodo in cui una donna porta un figlio, non è consigliabile essere vaccinati contro l'epatite, poiché non ci sono dati sull'effetto di tali vaccini sul feto. Nel frattempo, se la futura mamma si trova nella zona di diffusione dell'epidemia dell'epatite B, tale manipolazione può essere effettuata. Durante l'allattamento, la vaccinazione non è vietata, non è dannosa per il bambino.

Sebbene il vaccino contro l'epatite B sia sicuro, potrebbero comunque esserci reazioni avverse. Questo è principalmente:

  • dolore al sito del vaccino;
  • aumento della temperatura corporea.

Altri sintomi, come nausea, vomito o diarrea, sono estremamente rari. Se viene somministrata una vaccinazione, gli altri due devono essere forniti, altrimenti l'organismo non svilupperà un'immunità sostenibile contro l'epatite. Una controindicazione per le successive vaccinazioni può essere solo la presenza di una reazione grave alla prima iniezione della soluzione.

Cos'è l'epatite B?

Circa il 5% della popolazione mondiale soffre di epatite virale B. Ma in alcuni paesi questa cifra deve essere moltiplicata per 4. La principale fonte di infezione da epatite B è rappresentata dalle persone malate e dai portatori del virus. Per l'infezione, è sufficiente che nella ferita siano presenti solo da 5 a 10 ml di sangue infetto. Principali vie di infezione da epatite B:

  • sessuale - durante i rapporti non protetti;
  • l'infezione si verifica attraverso il danno vascolare: tagli, abrasioni, crepe nelle labbra, se ci sono gengive sanguinanti;
  • via parenterale, cioè attraverso manipolazioni o iniezioni mediche: attraverso trasfusioni di sangue, iniezioni con una singola siringa non sterile, come nei tossicodipendenti;
  • trasmissione verticale dell'epatite B - dalla madre al bambino alla nascita.

Come si manifesta l'epatite B?

  1. Una persona è preoccupata per l'intossicazione grave: mancanza di sonno, affaticamento, perdita di appetito, nausea e vomito.
  2. C'è una sensazione di dolore al fegato e pesantezza nella regione epigastrica.
  3. Macchia gialla della pelle e sclera.
  4. Grave prurito della pelle.
  5. Danni al sistema nervoso: irritabilità o euforia, mal di testa, sonnolenza.
  6. Più tardi, la pressione sanguigna inizia a diminuire, l'impulso diventa raro.

Questa condizione può durare per diversi mesi. Se sei fortunato, tutto finisce in recupero. Altrimenti, ci sono pericolose complicazioni:

  • sanguinamento;
  • insufficienza epatica acuta;
  • danno alle vie biliari, l'aggiunta di ulteriori infezioni.

Gli adulti dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite B? - Sì, dal momento che l'epatite B è una malattia cronica, una volta infettata, una persona non se ne libererà mai più. Allo stesso tempo, la suscettibilità al virus negli altri è elevata e i sintomi dell'epatite passano lentamente. La vaccinazione contro l'epatite B negli adulti è necessaria per evitare di contrarre questa pericolosa malattia. Questo è l'unico modo per prevenire la malattia.

Indicazioni per la vaccinazione

Il primo a vaccinare i bambini subito dopo la nascita, ad eccezione di coloro che hanno controindicazioni. Dopo la rivaccinazione (a 6 o 12 mesi), l'immunità è instabile e dura per cinque, massimo sei anni.

Gli adulti sono vaccinati a seconda delle prove. Dove gli adulti ricevono un vaccino contro l'epatite B? La vaccinazione viene effettuata nella clinica nel luogo di residenza o di permesso di soggiorno o al lavoro (con un dispositivo in una clinica specializzata, ospedale, clinica). Facoltativamente, a pagamento, è possibile inserire il vaccino in una clinica privata. In casi eccezionali, i pazienti gravi in ​​emodialisi o quelli che ricevono trasfusioni di sangue possono essere vaccinati in ospedale se il vaccino è disponibile.

Chi è vaccinato? - Tutti gli adulti a rischio.

  1. Persone nella cui famiglia c'è un vettore di virus o una persona malata.
  2. Studenti di medicina e tutti gli operatori sanitari.
  3. Persone con gravi malattie croniche che vengono regolarmente trasfuse con prodotti sanguigni.
  4. Persone precedentemente non vaccinate che non avevano l'epatite virale B.
  5. Adulti che sono venuti in contatto con materiale infettato da un virus.
  6. Persone il cui lavoro è legato alla produzione di droghe dal sangue.
  7. Pazienti preoperatori nel caso in cui non siano stati vaccinati in precedenza.
  8. Pazienti oncoematologici vaccinati.

Programma di vaccinazione contro l'epatite B

I programmi di vaccinazione dell'epatite B per gli adulti possono differire a seconda della situazione e del tipo di farmaco.

  1. Uno degli schemi è la prima vaccinazione, poi un mese dopo un altro, e poi un altro 5 mesi dopo.
  2. La vaccinazione di emergenza si verifica quando una persona viaggia all'estero. Si tiene il primo giorno, il settimo e il ventunesimo giorno. 12 mesi più tardi viene prescritta una rivaccinazione dell'epatite B negli adulti.
  3. Il seguente schema è usato nei pazienti in emodialisi (purificazione del sangue). Secondo questo programma, un adulto viene vaccinato quattro volte tra le procedure nello schema da 0-1-2 a 12 mesi.

Dove sono gli adulti vaccinati contro l'epatite B? - per via intramuscolare, nel muscolo deltoide. In rari casi, quando una persona ha una malattia con alterata coagulazione del sangue, è possibile iniettare il farmaco per via sottocutanea.

Per evitare false reazioni al vaccino, verificare se è stato conservato correttamente.

  1. Nella fiala con il farmaco non dovrebbero essere impurità dopo l'agitazione.
  2. Il vaccino non deve essere congelato, le condizioni ottimali di conservazione - 2-8 ºC, altrimenti perde le sue proprietà. Cioè, l'infermiera non dovrebbe prenderla dal congelatore, ma dal frigorifero.
  3. Controlla le date di scadenza.

Tipi di vaccini contro l'epatite B

Esistono sia vaccini individuali contro l'epatite B virale, sia complessi, che contengono inoltre anticorpi di altre malattie. Questi ultimi sono più spesso usati durante l'infanzia.

Quali farmaci possono essere somministrati agli adulti?

  1. Endzheriks-B (Belgio).
  2. HB-Vaxll (USA).
  3. Il vaccino contro l'epatite B è ricombinante.
  4. Il vaccino contro l'epatite B è un lievito ricombinante.
  5. "Sci-B-Vac", che è prodotto in Israele.
  6. Eberbiovac HB è un vaccino congiunto russo-cubano.
  7. "Euvaks-B».
  8. Shanwak-B (India).
  9. "Biovak-B».

Quanto spesso viene fatto un vaccino contro l'epatite B agli adulti? Puoi essere vaccinato per la prima volta se ce ne sono delle indicazioni e quindi controllare la quantità di anticorpi del virus nel sangue. Se c'è una forte diminuzione in loro - il vaccino può essere ripetuto. Gli operatori sanitari dovrebbero essere immunizzati regolarmente, almeno una volta ogni cinque anni.

Controindicazioni per gli adulti

Controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti sono:

  1. Periodo di gravidanza e allattamento.
  2. Reazione alla precedente somministrazione di vaccino.
  3. Intolleranza a uno dei componenti del farmaco.
  4. Malattie infettive acute
  5. Esacerbazione di malattie croniche. La vaccinazione è raccomandata nel periodo di normalizzazione.

Reazioni e complicanze da vaccinazione

Gli adulti tollerano bene il vaccino contro l'epatite B, ma a causa delle caratteristiche individuali del corpo, possono verificarsi le seguenti reazioni:

  • dolore e infiammazione nel sito di iniezione;
  • compattazione del tessuto, formazione di cicatrici;
  • la reazione generale può manifestarsi con febbre, debolezza, malessere.

Quali possono essere le complicazioni negli adulti per il vaccino contro l'epatite B?

  1. Dolore alle articolazioni, all'addome o ai muscoli.
  2. Nausea, vomito, indebolimento delle feci, in analisi, possibilmente un aumento del livello dei parametri epatici.
  3. Reazioni allergiche generali e locali: prurito della pelle, comparsa di un'eruzione cutanea sotto forma di orticaria. In situazioni gravi, è possibile lo sviluppo di angioedema o shock anafilattico.
  4. Sono stati registrati casi isolati della reazione del sistema nervoso: convulsioni, neurite (infiammazione dei nervi periferici), meningite, paralisi dei muscoli motori.
  5. A volte c'è un aumento dei linfonodi e nell'analisi generale del sangue diminuisce il numero di piastrine.
  6. Ci possono essere svenimenti e una temporanea sensazione di mancanza di respiro.

Se i sintomi non sono pronunciati, vengono disturbati per diverse ore e scompaiono da soli - non c'è bisogno di preoccuparsi. Per lunghi e persistenti reclami, è necessario consultare un medico e informare gli operatori sanitari che hanno vaccinato contro l'epatite B circa la comparsa di una reazione al vaccino. Come evitare tali situazioni? È importante imparare a comportarsi correttamente prima e dopo la vaccinazione.

Comportamento prima e dopo la vaccinazione

  1. Le vaccinazioni devono essere pianificate in anticipo. La necessità di vaccinazione viene segnalata entro pochi giorni. Per avere una minima quantità di effetti collaterali sulla vaccinazione contro l'epatite B in un adulto, è meglio farlo prima del prossimo fine settimana. Si consiglia di rimanere a casa in questo periodo difficile per il corpo quando il sistema immunitario sta vivendo un carico pronunciato.
  2. Dopo la vaccinazione, non pianificare una vacanza attiva con gli amici o con la tua famiglia, cerca di non andare in posti con un gran numero di persone e fare scorta di prodotti del fine settimana.
  3. Assicurati di sottoporti a un esame di routine da un medico prima dell'immunizzazione e, 30 minuti dopo la vaccinazione, rimani sotto la supervisione di un operatore sanitario che ha iniettato il vaccino.
  4. Non bagnare il sito di iniezione per almeno 24 ore.
  5. Insieme al tuo medico, devi scegliere il programma migliore per la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti e discutere la possibilità di usare farmaci sintomatici in caso di complicanze.

Un adulto ha bisogno del vaccino contro l'epatite B? Sì, se è a rischio e può incontrare pazienti con epatite B. Un decorso leggero della malattia non salva una persona da possibili complicazioni. È molto più facile far fronte a una reazione di vaccinazione che curare l'epatite virale in caso di infezione per mesi.

validità

Gli esperti stanno ancora discutendo su quanto il vaccino contro l'epatite B funzioni. Quindi, secondo l'OMS, con una vaccinazione adeguata, gli anticorpi vengono prodotti per almeno otto-dieci anni. Allo stesso tempo, le istruzioni di questa organizzazione prescrivono (anche per i bambini) la rivaccinazione contro l'epatite 5-7 anni dopo quella precedente. D'altra parte, alcuni studi hanno rivelato che i vaccinati durante l'infanzia non minacciano la malattia fino all'età di 22 anni. Tuttavia, la durata media della vaccinazione contro l'epatite non supera i 10 anni. Inoltre, è necessaria la rivaccinazione dell'epatite B, mentre negli adulti questa malattia si sviluppa più lentamente che nei bambini.

Come fare un vaccino

Attualmente, il farmaco contro l'epatite virale viene prodotto dal plasma sanguigno di coloro che già soffrono di questa malattia, o utilizzando l'ingegneria genetica. Il gene responsabile della sintesi della proteina HbsAg nel genoma di questo virus è isolato dal genoma dell'epatite B. Successivamente, viene introdotto nel genotipo di una cellula di lievito. Inoltre, sintetizzando le loro proteine, la cellula del lievito produrrà simultaneamente HBsAg, che viene successivamente separata da altre sostanze.

La proteina del virus dell'epatite B pura è attaccata al vettore della vaccinazione, che per questo è l'idrossido di alluminio. Questa sostanza non è solubile in acqua, in conseguenza del quale l'idrossido rilascia l'HBsAg nel corpo in fasi successive, con il risultato che la vaccinazione contro l'epatite fornisce un'immunità significativa alla malattia. Inoltre, nella vaccinazione contro l'epatite è inclusa la quantità minima di conservante-mertiolato.

Quale vaccino scegliere

Quando si sceglie un vaccino per l'epatite, vale la pena tenere presente che tutte le marche di vaccino ricombinante sono fabbricate secondo una tecnologia generalmente uniforme e devono agire in modo simile.

Allo stesso modo, non ci sono differenze tra le opzioni di importazione e quelle domestiche. In Russia, la vaccinazione contro l'epatite è consentita solo nei farmaci che sono registrati nel paese.