Vaccinazione per l'epatite B per gli adulti

Metastasi

L'epatite è una malattia virale del fegato che viene trasmessa da persona a persona. La malattia può essere cronica e alcuni tipi di questo a volte provocano cirrosi o insufficienza epatica. L'epatite ha tre sottospecie - A, B, C. La prima è più benigna per il fegato, e B e C possono portare alla sua distruzione.

Gli adulti hanno bisogno di un vaccino contro l'epatite?

loading...

L'epatite B virale (HBV) è considerata una delle infezioni più imprevedibili. In primo luogo, la malattia colpisce il fegato, quindi i vasi, la pelle, il sistema nervoso e gli organi digestivi sono coinvolti nel processo. La principale fonte di infezione sono i portatori di virus e le persone malate. Per essere infetto, hai bisogno solo di 5-10 ml di sangue infetto da epatite. Modi di infezione:

  • alla nascita dalla madre al bambino;
  • attraverso crepe, tagli, abrasioni, gengive sanguinanti;
  • con sesso non protetto;
  • attraverso manipolazioni mediche: trasfusioni di sangue, iniezioni e altri.

Per non essere infettati da un virus pericoloso, è necessario un vaccino contro l'epatite B per gli adulti. Questa è l'unica prevenzione della malattia. Quasi tutti frequentano ospedali, parrucchieri, usano i servizi di un dentista. Il gruppo di rischio comprende sia i visitatori che i dipendenti delle istituzioni pubbliche, perché possono facilmente infettarsi. Se una persona viene infettata dall'epatite B una volta, allora non sarà in grado di liberarsi di lui per sempre.

Quale vaccino viene usato

loading...

Ad oggi vengono utilizzati diversi farmaci per l'epatite B. Ognuno di essi può essere vaccinato, poiché tutti hanno proprietà e composizione simili, ma un prezzo diverso. Per vaccinare contro l'epatite B negli adulti, per sviluppare un'immunità a tutti gli effetti, è necessario fare tre iniezioni. Qualsiasi vaccino ha un buon effetto, ma i più popolari sono i seguenti farmaci:

  • Engerix (Belgio);
  • Biovac (India);
  • Regevak B (Russia);
  • Euvax B (Corea del Sud);
  • Eberbiovac (Cuba).

Dove si inocula

loading...

La vaccinazione contro l'epatite B viene introdotta negli adulti e nei bambini nel muscolo mediante iniezione. Se lo inserisci per via sottocutanea, ridurrà notevolmente l'effetto e porterà a sigilli non necessari. Neonati e bambini fino a 3 anni sono vaccinati nella coscia. Iniezioni di adulti messe nella spalla. La scelta della posizione è determinata dalla vicinanza della pelle ai muscoli ben sviluppati. Il muscolo gluteo giace troppo profondamente, quindi in questa zona la vaccinazione non viene più eseguita.

Come è la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti - schema

loading...

Endzheriks, Regevak B o qualsiasi altro farmaco viene somministrato in diversi modi. Di norma, la prima dose viene somministrata immediatamente e le dosi successive vengono assunte in orari diversi con varie interruzioni. La vaccinazione per adulti e bambini è la stessa. Esistono tre schemi di vaccinazione:

  1. Standard. Il primo è giusto, il secondo è in un mese e il terzo è in sei mesi.
  2. Emergenza. Il primo è giusto, il secondo è in una settimana, il terzo è in tre settimane, il quarto è in un anno.
  3. Veloce. Il primo è giusto, il secondo è dopo 30 giorni, il terzo dopo 60 giorni, il quarto dopo un anno.

vaccinazione

Quante volte le persone vengono vaccinate contro l'epatite B se la persona non è mai stata vaccinata? In questo caso, il corso viene scelto in qualsiasi ordine, ma è necessario rispettare lo schema. Se è stata mancata un'iniezione e sono trascorsi 5 mesi o più, le vaccinazioni ricominciano. Se il paziente ha iniziato la procedura più volte, ma ha fatto solo 2 iniezioni, allora il corso è considerato come completato. Durante la vaccinazione primaria, sono necessarie tre iniezioni per formare un'immunità duratura. La durata della vaccinazione contro l'epatite B negli adulti, indipendentemente dal nome del farmaco e dal prezzo - da 8 a 20 anni.

ripetitore

L'essenza della vaccinazione è di introdurre nel corpo un agente infettivo che stimola la produzione di anticorpi contro il patogeno, in modo che una persona padroneggi l'immunità al virus. La rivaccinazione è un programma che ha lo scopo di supportare il sistema immunitario e si svolge un po 'di tempo dopo la vaccinazione. A scopo preventivo, la rivaccinazione per l'epatite dovrebbe essere effettuata per ogni persona ogni 20 anni. Se il neonato è stato vaccinato, l'immunità all'epatite persiste fino a 20-22 anni.

effetto

Impostare la necessità di vaccinazioni singolarmente. Il medico analizza l'età della persona, i livelli ematici di anticorpi del virus HBV. Secondo le istruzioni, la rivaccinazione obbligatoria una volta ogni 5 anni è riservata agli operatori sanitari, poiché la malattia viene trasmessa attraverso qualsiasi fluido biologico. Per una persona normale che è stata precedentemente vaccinata e non ha controindicazioni, è sufficiente mantenere l'immunità di un singolo vaccino una volta ogni 20 anni.

Qual è il programma e il programma per le vaccinazioni contro l'epatite B negli adulti?

loading...

Il programma di vaccinazione per i bambini include sempre la vaccinazione contro l'epatite B. Se, per qualsiasi ragione, non è stato fatto, gli adulti possono essere vaccinati contro l'epatite B a qualsiasi età, fino a 55 anni di età. L'epatite B virale è una delle infezioni più pericolose e imprevedibili, che viene trasmessa attraverso il sangue e porta a complicazioni pericolose (cirrosi, insufficienza epatica, cancro). Negli ultimi anni, la diffusione dell'epatite virale è diventata la portata dell'epidemia. È possibile proteggere dall'epatite B solo con l'aiuto della vaccinazione, che fornisce l'immunità all'infezione.

Vaccinazione contro l'epatite B negli adulti

loading...

La vaccinazione contro l'epatite è necessaria per gli adulti non meno che per i bambini, perché ottenere un virus è molto facile. Abbastanza contatto a breve termine con sangue e altri fluidi corporei (sperma, urina) contenenti il ​​virus. Per l'infezione, una dose molto piccola è sufficiente e il virus dell'epatite B è stabile nell'ambiente esterno e mantiene la sua vitalità anche nelle macchie di sangue essiccato per 2 settimane.

Le principali vie di infezione da epatite B sono:

  • procedure mediche (iniezioni, trasfusioni di sangue, interventi chirurgici);
  • da madre a figlio infetto (percorso verticale);
  • sesso non protetto con partner diversi;

È possibile contrarre il virus dell'epatite B nell'ufficio di un'estetista o un dentista, presso un parrucchiere o un'istituzione medica se vengono violate le regole di sterilità degli strumenti e la pelle del paziente è danneggiata (graffi, ferite, abrasioni) attraverso cui il virus penetra facilmente nel sangue.

Gli adulti dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite B se tale vaccinazione non è stata fatta durante l'infanzia? I medici insistono sul fatto che la necessità di essere vaccinati necessariamente, e un adulto può essere vaccinato a qualsiasi età. Questo è l'unico modo per proteggersi da una pericolosa infezione e proteggersi da gravi complicazioni.

La vaccinazione contro l'epatite B negli adulti viene effettuata con preparati speciali contenenti proteine ​​virali. Questo vaccino è chiamato ricombinante e non è pericoloso per il corpo. Per garantire una forte immunità, è necessario effettuare tre iniezioni con una certa frequenza. I seguenti farmaci sono considerati i più popolari e di alta qualità:

  • Regevak B;
  • Biovak;
  • Evuks b;
  • Eberbiovak;
  • Engerix;
  • Vaccino ricombinante;
  • Vaccino ricombinante al lievito.

I pazienti adulti sono vaccinati per via intramuscolare nella coscia o nell'avambraccio. La scelta è dovuta al fatto che in questa zona i muscoli si avvicinano alla pelle e sono ben sviluppati.

L'introduzione del vaccino per via sottocutanea o nel gluteo non dà l'effetto desiderato e può portare a complicazioni indesiderate, causare danni ai nervi e ai vasi sanguigni. Ad oggi, è possibile vaccinare contro l'epatite A e B. Contro l'epatite C, purtroppo, non è stato trovato alcun vaccino, poiché questo tipo di virus è costantemente mutato e modificato.

Indicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B

La vaccinazione contro l'epatite B negli adulti non è obbligatoria e la decisione sulla vaccinazione è presa dal paziente. La procedura per la somministrazione di un vaccino può essere presa nella clinica del luogo di residenza (gratuitamente), o in una clinica privata a pagamento. Il costo approssimativo di un ciclo completo di vaccinazione è 1000- 3000 rubli. Questo importo include il prezzo del vaccino e il pagamento per i servizi medici. Puoi comprare un farmaco di alta qualità in farmacia o ordinarlo online.

Per alcuni gruppi di popolazione a rischio di epatite B, la vaccinazione è obbligatoria. In questa lista sono:

  • dipendenti di istituzioni mediche, in particolare coloro che sono in contatto con sangue, persone malate o impegnati nella produzione di prodotti sanguigni:
  • assistenti sociali in contatto con possibili portatori del virus;
  • dipendenti di istituzioni per bambini (educatori, insegnanti), istituti di ristorazione;
  • pazienti che necessitano di trasfusioni regolari di sangue e dei suoi componenti;
  • pazienti prima dell'intervento, non vaccinati prima;
  • adulti che non sono stati precedentemente vaccinati e membri della famiglia del virus.

Secondo l'OMS, l'immunità attiva prodotta dopo la vaccinazione dura 8 anni. Tuttavia, in molti pazienti, la protezione contro il virus dell'epatite B rimane per 20 anni dopo un singolo ciclo di somministrazione del vaccino.

Controindicazioni e possibili complicazioni

L'introduzione del vaccino contro l'epatite B negli adulti è controindicata nei seguenti casi:

  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • reazioni allergiche alla precedente somministrazione del vaccino;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • malattie infettive acute o catarrale;
  • malessere generale, segni di allergie alimentari;
  • gravidanza e allattamento;
  • età dopo 55 anni.

Gli adulti di solito tollerano bene la vaccinazione, ma il verificarsi di reazioni avverse è ancora possibile. I medici avvertono su di loro in anticipo. La reazione generale del corpo all'introduzione di un vaccino può manifestare debolezza, malessere, febbre, brividi. Nell'area dell'iniezione possono apparire arrossamenti e infiammazioni della pelle, accompagnati da dolore e gonfiore. In futuro, in questa zona, è possibile il consolidamento dei tessuti e la formazione di cicatrici. Inoltre, negli adulti, in risposta alla vaccinazione, può svilupparsi una serie di complicanze:

  • dolore articolare e muscolare, dolore addominale;
  • feci alterate, nausea, vomito;
  • un aumento del livello dei parametri epatici nelle analisi;
  • diminuzione del numero di piastrine nel numero totale di emocromi;
  • reazioni allergiche, fino a angioedema e shock anafilattico;
  • linfonodi ingrossati;
  • reazioni del sistema nervoso (convulsioni, meningite, neurite, paralisi).

A volte con l'introduzione del vaccino, il paziente sente mancanza di respiro, accompagnato da una breve perdita di coscienza. Pertanto, la vaccinazione viene effettuata in uno studio medico appositamente attrezzato, dotato di tutto il necessario per il primo soccorso. Dopo l'introduzione del farmaco, il paziente deve essere sotto la supervisione dello staff medico per almeno 30 minuti al fine di ricevere immediatamente assistenza in caso di reazione allergica.

Schema del vaccino per l'epatite B per adulti

Il programma delle vaccinazioni contro l'epatite B per gli adulti viene selezionato individualmente. Dopo la somministrazione della prima dose, di solito si prende una pausa, quindi le dosi successive vengono somministrate a intervalli diversi. Esistono diversi schemi di assunzione di vaccino di base per pazienti adulti, che determinano la frequenza con cui vengono somministrate iniezioni, in un caso o in un altro.

  1. La prima variante standard viene eseguita secondo lo schema 0-1-6. Cioè, viene fatta una pausa di 1 mese tra la prima e la seconda vaccinazione. E tra la prima e la terza iniezione - l'intervallo di tempo è di sei mesi. Tale vaccino è considerato il più efficace.
  2. Secondo lo schema accelerato, coloro che hanno avuto contatti con sangue infetto o materiale biologico sono vaccinati. In questo caso, il periodo rimane lo stesso tra la prima e la seconda vaccinazione (30 giorni) e tra l'introduzione della seconda e la terza dose - è ridotto a 60 giorni. La ripetizione dello schema (rivaccinazione) viene effettuata in un anno.
  3. La vaccinazione di emergenza viene eseguita nei pazienti che si preparano per la chirurgia. In questo caso, lo schema è il seguente: la seconda dose viene somministrata una settimana dopo la prima e la terza iniezione viene effettuata 3 settimane dopo la prima.

Quante vaccinazioni fanno un adulto che non è stato precedentemente vaccinato contro l'epatite B? A seconda delle prove, il medico può suggerire uno dei suddetti schemi, è necessario rispettarlo. Se il periodo di vaccinazione è mancato e supera i 5 mesi, la vaccinazione deve essere ricominciata. Se il terzo periodo di vaccinazione viene saltato, può essere effettuato entro 18 mesi dalla prima iniezione del vaccino.

Nel caso in cui una persona abbia iniziato l'immunizzazione due volte e ogni volta che ha preso 2 vaccinazioni (avendo accumulato, quindi, tre iniezioni), il corso è considerato superato. Al fine di formare un'immunità stabile, è necessario effettuare 3 iniezioni, la durata delle vaccinazioni contro l'epatite B negli adulti, indipendentemente dal tipo di farmaco, varia da 8 a 20 anni. La rivaccinazione è un programma speciale la cui essenza è nel mantenere l'immunità formata. Viene effettuato come misura profilattica e si raccomanda di sottoporsi a 20 anni dopo la vaccinazione.

Ulteriori raccomandazioni

Prima dell'immunizzazione, assicurati di venire a far visita al medico del distretto e scoprire le possibili controindicazioni. La procedura di vaccinazione è meglio pianificata in anticipo e vaccinata alla vigilia del fine settimana. In caso di reazioni avverse (temperatura, malessere), puoi sdraiarti a casa, in un'atmosfera rilassata. In questo momento, cerca di lasciare la casa di meno e riduci la tua cerchia sociale.

Il sito di vaccinazione non può essere bagnato per 1-2 giorni. È permesso prendere procedure dell'acqua in 3 giorni dopo la vaccinazione in assenza di temperatura e altre reazioni indesiderabili.

L'alcol non influisce sull'efficacia della vaccinazione contro l'epatite B. Ma si dovrebbe comunque astenersi dal prenderlo. Se durante questo periodo è prevista la festa, cerca di ridurre al minimo l'uso di bevande alcoliche.

Devo essere vaccinato contro l'epatite A: indicazioni e controindicazioni

loading...

La malattia di Botkin o l'epatite virale A è un'infezione virale acuta che provoca danni e morte delle cellule epatiche. L'uso di farmaci consente per 1-2 settimane di curare il paziente. Tuttavia, sullo sfondo dell'epatite virale, i bambini e gli adulti hanno spesso serie complicazioni. L'unico metodo efficace per prevenire la malattia è il vaccino contro l'epatite A.

Qual è il pericolo di infezione?

loading...

Lo sviluppo dell'epatite virale A è dovuto alla penetrazione di particelle virali nel corpo con cibo, acqua, attraverso oggetti domestici, giocattoli, durante il contatto diretto con una persona malata. Il virus dell'epatite è caratterizzato da una maggiore resistenza all'impatto negativo dei fattori ambientali, la maggior parte dei disinfettanti.

Dopo l'infezione, agenti patogeni si diffondono attraverso la mucosa degli organi digestivi, con il flusso sanguigno nel sistema linfatico e nel fegato. La durata del periodo di incubazione è di 2-4 settimane, poi i sintomi si presentano, assomigliando a un banale raffreddore.

Pochi giorni dopo, le condizioni del paziente si deteriorano drammaticamente, il virus dell'epatite provoca lo sviluppo di ittero - le mucose e la sclera degli occhi, la pelle diventa gialla. Con un trattamento tempestivo, i sintomi scompaiono entro 20 giorni, una persona sviluppa un'immunità permanente contro l'epatite virale A.

Ma nei bambini piccoli, i pazienti anziani, le persone con grave virus di epatite A da immunodeficienza possono causare lo sviluppo di infiammazione degli organi del sistema biliare (colangite, colecistite), gravi alterazioni patologiche nel fegato (encefalopatia epatica acuta, insufficienza epatica). Nei casi più gravi, il paziente può cadere in coma.

È importante! Secondo le statistiche, l'epatite virale è l'infezione intestinale più comune al mondo.

Quando è necessaria l'immunizzazione?

loading...

La vaccinazione contro l'epatite A non è inclusa nel programma nazionale di vaccinazione. Pertanto, l'immunizzazione viene effettuata ad alto rischio di infezione, se una persona non ha anticorpi contro il virus nel sangue. La vaccinazione contro l'epatite A viene effettuata a persone a rischio di infezione: bambini sotto i 5 anni e pazienti adulti sopra i 55 anni.

La vaccinazione contro l'epatite A è raccomandata per i bambini in tali situazioni:

  • 14 giorni prima di iscriversi ad un istituto scolastico per bambini, prima di recarsi in paesi africani o asiatici, sanatori marini russi;
  • Con una storia di malattia epatica cronica;
  • Come parte della profilassi di emergenza per 10 giorni dopo il contatto con una persona infetta;
  • In emofilia.

Nei pazienti adulti, la vaccinazione contro l'epatite A viene effettuata a persone a rischio:

  • Personale militare la cui unità militare si trova in un'area con scarsità d'acqua;
  • Viaggiatori che viaggiano in Asia e in Africa;
  • Dipendenti delle istituzioni educative per bambini;
  • Lo staff medico dei reparti pediatrici e infettivi;
  • Dipendenti di strutture per il trattamento dell'acqua, servizi tecnici di fognatura;
  • Pazienti che hanno una storia di disturbi del sangue;
  • Persone che vivono nello scoppio dell'epatite virale;
  • Addetti alla ristorazione;
  • Persone che sono state in contatto con una persona malata;
  • tossicodipendenti;
  • Persone che hanno un sesso promiscuo;
  • gli omosessuali;
  • Impiegati dell'industria alimentare;
  • Pazienti che hanno una storia di varie malattie del fegato.

Quali farmaci vengono utilizzati per l'immunizzazione?

loading...

Come parte della vaccinazione contro l'epatite A, i seguenti preparati vaccinali sono utilizzati in Russia:

  • Harwicks (Inghilterra). Il farmaco viene rilasciato in una siringa o flacone monouso, approvato per l'uso nei bambini di età superiore a 1 anno. 2 settimane dopo la vaccinazione, l'88% dei pazienti sviluppa anticorpi, un mese dopo - nel 99% dei casi. Il vaccino è ampiamente usato per focolai focali di infezione virale;
  • Avaxime (Francia). Il farmaco è usato in pazienti di età superiore a 1 anno. Dopo la somministrazione del vaccino per 2 settimane, gli anticorpi si trovano nel sangue del 98,3% dei pazienti, un mese dopo questa percentuale è del 100%;
  • Vakta (USA). Il vaccino contro l'epatite A è consentito per l'uso in pazienti di età superiore ai 3 anni. L'immunizzazione riduce al minimo il rischio di infezione: una persona su un milione di persone può essere infetta;
  • GEP-A-in-VAC. Il vaccino russo è disponibile in fiale ed è usato nei bambini di età superiore a 3 anni. Dopo un ciclo completo di immunizzazione, è possibile formare un'immunità affidabile per 20 anni nel 95% dei pazienti adulti. Quando si immunizzano i bambini, questo parametro è del 90%.

È importante! La vaccinazione contro l'epatite A comporta l'uso di farmaci basati su particelle virali inattivate e, pertanto, non è in grado di causare infezione ai pazienti.

Schema di vaccinazione

loading...

Nei bambini di 1,5-2 anni, 0,5 ml del vaccino vengono iniettati per via intramuscolare nella superficie anteriore della coscia, dopo 3 anni, il vaccino contro l'epatite A viene posto nel muscolo deltoide della spalla. Se sono presenti patologie ematiche concomitanti, è consentita la somministrazione sottocutanea del farmaco. L'iniezione di una singola dose del farmaco aiuta a formare il sistema immunitario dopo 1-2 settimane, fornisce protezione per il corpo per 1,5 anni.

Se viene utilizzato un vaccino importato, sono necessarie due vaccinazioni con un intervallo di 6-18 mesi (questo periodo dipende dal vaccino usato). Ciò garantirà l'immunità dall'infezione virale per 20-25 anni. Se la vaccinazione contro l'epatite A viene effettuata con il vaccino russo GEP-A-in-VAK, segui questo programma:

  • A 3 anni fanno la prima vaccinazione;
  • Dopo 30 giorni, vengono nuovamente immunizzati;
  • Dopo 1,5 anni, mettere 3 vaccinazioni.

La vaccinazione può essere effettuata in un giorno con altre vaccinazioni, l'unica eccezione è il vaccino BCG o con un intervallo di 1 mese. Nei pazienti con immunodeficienza grave, l'immunizzazione secondo lo schema standard, che comporta la somministrazione di 2-3 dosi di una preparazione vaccinale, a volte non porta allo sviluppo di un titolo anticorpale accettabile. Pertanto, possono essere richieste ulteriori vaccinazioni contro l'epatite A.

Come eseguire la prevenzione di emergenza?

loading...

L'immunizzazione di routine porta alla creazione di una pronunciata risposta immunitaria contro l'epatite A entro 2-4 settimane. Pertanto, se le persone sono ad alto rischio di infezione, può essere richiesta una prevenzione di emergenza. Implica l'introduzione di immunoglobuline per prevenire lo sviluppo dell'infezione anche dopo la penetrazione di particelle virali nel corpo umano.

La profilassi di emergenza viene effettuata nei seguenti casi:

  • Scoperta delle fognature nel sistema di approvvigionamento idrico della città;
  • Contatto sessuale con una persona infetta;
  • Neonati se la madre soffre di epatite;
  • Stretti contatti familiari con parenti malati.

L'immunoglobulina è ottenuta dal sangue del donatore, iniettato una volta nel grande gluteo o nella coscia. Il dosaggio dei farmaci viene calcolato individualmente, a seconda dell'età del paziente. I bambini fino a 6 anni ricevono 0,75 ml e un bambino di 7-10 anni - 1,5 ml. I pazienti di età superiore agli 11 anni ricevono 3 ml. L'effetto dell'immunoglobulina è di 1-3 mesi. I pazienti richiedono l'introduzione di immunoglobulina dopo un altro contatto con il vettore del virus.

È importante! La detenzione di iniezioni di immunoglobuline è vietata per le persone con allergie, perché l'agente immunologico si basa su proteine ​​estranee.

Come comportarsi prima delle vaccinazioni?

loading...

Gli esperti consigliano di prepararsi in anticipo per la vaccinazione, questo minimizzerà il rischio di effetti indesiderati. Per fare questo, una settimana prima della vaccinazione si consiglia di camminare di più all'aria aperta, evitando luoghi di grandi folle. Se c'è una storia di patologia cronica, allora alla vigilia delle vaccinazioni è necessario passare un'analisi generale del sangue e delle urine.

3-4 giorni prima dell'immunizzazione, gli alimenti che possono causare allergie (agrumi, uva, pomodori, pesce, cioccolato, nuovi piatti) dovrebbero essere esclusi dalla dieta. È inoltre necessario limitare la quantità di cibo mangiato, eliminare l'eccesso di cibo. Ciò ridurrà il carico sugli organi digestivi, faciliterà il periodo post-vaccinazione. Alcuni giorni prima dell'immunizzazione, può essere preso un antistaminico.

Il giorno della vaccinazione, dovresti assicurarti che il bambino sia completamente sano. In caso di dubbio, la vaccinazione deve essere posticipata per 2-3 giorni.

Come comportarsi dopo la vaccinazione?

loading...

Dopo l'introduzione del vaccino, il farmaco non ha bisogno di lasciare immediatamente la struttura medica. Gli esperti raccomandano di aspettare 20-30 minuti per prevenire lo sviluppo di un tipo immediato di reazione allergica. Se durante questo periodo di tempo le condizioni del paziente non sono cambiate, allora puoi andare a casa.

Entro 2-3 giorni dall'immunizzazione, si raccomanda di ridurre al minimo l'esposizione al sole caldo o al gelo, in luoghi con grandi concentrazioni di persone. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di sviluppare sintomi del raffreddore che possono essere confusi con le reazioni post-vaccinazione.

È importante indossare abiti realizzati con tessuti naturali che non sfreghino o danneggino il sito di iniezione. L'arto, che ha messo il vaccino non deve essere sfregato, graffiato. Durante i primi 3 giorni non è consigliabile bagnare il sito di iniezione - dovrebbe essere limitato a una doccia leggera. Questo aiuterà a prevenire l'infezione secondaria.

Se il paziente ha la febbre, allora è possibile utilizzare farmaci antinfiammatori non steroidei (Ibuprofene, Paracetamolo, Meloxicam) per normalizzare il benessere. Si raccomanda di continuare a prendere antistaminici per 2-3 giorni per facilitare il periodo post-vaccinazione.

Possibili effetti collaterali

loading...

Dopo la vaccinazione contro l'epatite A, le reazioni avverse nei bambini si verificano solo nel 10-12% dei casi. I seguenti sintomi di solito si sviluppano: febbre fino a 38 0 С, debolezza generale, letargia, arrossamento, indolenzimento, ispessimento compaiono nel sito di iniezione, gonfiori dei tessuti.

È importante! L'insorgenza di reazioni post-vaccinazione non è una reazione negativa dell'organismo alla vaccinazione. Indicano lo sviluppo di una risposta immunitaria, quindi nella maggior parte dei casi non richiedono un trattamento aggiuntivo.

I pazienti di età superiore a 16 anni dopo l'iniezione del vaccino possono manifestare i seguenti effetti indesiderati:

  • Gonfiore e indurimento del sito di iniezione;
  • Debolezza generale;
  • Brividi e febbre;
  • Reazioni allergiche: orticaria, leggera eruzione cutanea. Abbastanza raramente l'angioedema è notato Quincke, che provoca gonfiore della pelle e delle mucose;
  • Sviluppo della vasculite;
  • Abbassare la pressione sanguigna;
  • Mal di testa;
  • Insufficienza respiratoria;
  • Disturbi dispeptici (nausea, diarrea, vomito);
  • Paralisi o convulsioni;
  • Sensazioni dolorose nelle articolazioni del carattere lamentoso;
  • Broncospasmo.

È importante! Spesso, le reazioni avverse si verificano nei pazienti di età superiore a 16 anni a causa di bere alcolici. L'alcol interrompe anche la produzione di anticorpi specifici contro il virus.

Gli esperti raccomandano di chiamare una squadra di ambulanza se si verificano i seguenti sintomi allarmanti dopo la vaccinazione:

  • Elevata temperatura corporea (oltre 39 0 С), che non può essere abbattuta dall'uso di farmaci antipiretici;
  • Sviluppo di convulsioni a temperatura normale;
  • Il verificarsi di paralisi;
  • Lo sviluppo di angioedema;
  • Grave insufficienza respiratoria

Controindicazioni per la vaccinazione

loading...

La vaccinazione contro l'epatite A deve essere scartata in questi casi:

  • Esacerbazione di patologie croniche. In tale situazione, la vaccinazione viene posticipata fino a quando i sintomi della malattia non vengono eliminati, il benessere del paziente viene normalizzato;
  • Corso acuto di malattie infettive. L'immunizzazione può essere effettuata solo dopo che il paziente è stato completamente curato;
  • Il paziente ha ipersensibilità a qualsiasi componente della preparazione del vaccino.

Prima della vaccinazione si consiglia di sottoporsi ad un esame approfondito per escludere la presenza di allergie, malattie croniche incurabili. Ciò eviterà gravi complicazioni post-vaccinazione.

Se necessario, la vaccinazione può essere effettuata in donne in gravidanza, ma deve essere effettuata sotto lo stretto controllo di uno specialista in malattie infettive e un ginecologo. È importante ricordare che la preparazione del vaccino non contiene particelle virali vivi, pertanto l'immunizzazione non è in grado di provocare l'infezione della madre o del feto.

conclusione

loading...

L'epatite A provoca lo sviluppo di marcati cambiamenti nelle cellule del fegato, specialmente in assenza di una terapia tempestiva. Questo può portare a complicazioni gravi e irreversibili. La sola vaccinazione aiuta a prevenire l'infezione da epatite virale. Due o tre volte l'introduzione del vaccino proteggerà in modo affidabile il corpo del bambino e l'adulto dalle particelle virali per 20-25 anni.

Quante volte in una vita devono essere vaccinati contro l'epatite B nei bambini, qual è il programma di vaccinazione e gli effetti collaterali nei bambini?

loading...

I genitori moderni sono informati sulla necessità di una tempestiva immunizzazione del bambino. Il programma di vaccinazioni include un numero di vaccinazioni obbligatorie, una delle quali proviene dall'epatite B. Considerare quale sia la malattia e perché è meglio difenderla in anticipo. Scopri anche la composizione delle vaccinazioni, il programma di vaccinazione e quali sono le possibili controindicazioni.

Se i bambini devono essere vaccinati contro l'epatite B è una questione di preoccupazione per ogni genitore.

Perché l'epatite B è pericolosa? Perché è necessaria la vaccinazione?

loading...

L'epatite di tipo B è una malattia virale che può essere sia acuta che cronica. Il virus entra nel corpo in vari modi - da madre a figlio durante il suo passaggio attraverso il canale del parto, attraverso la trasfusione di sangue, sessualmente. Spesso un'infezione si verifica nell'ufficio del dentista o nel salone di bellezza con uno strumento insufficientemente sterilizzato.

La fase acuta può passare inosservata e può essere caratterizzata dall'ingiallimento della pelle e della sclera. Il paziente può avere lamentele di dolore e disagio a livello di fegato, debolezza e malessere generale.

In alcuni pazienti, il corpo è indipendentemente curato dalla malattia e forma una forte immunità al virus dell'epatite B. In altri, la fase acuta diventa cronica. La condizione descritta è pericolosa in quanto i processi irreversibili iniziano a verificarsi nel fegato - le cellule chiamate epatociti vengono sostituite da tessuto fibroso - si sviluppano fibrosi, cirrosi e persino cancro del fegato.

Le statistiche dicono che l'auto-guarigione si verifica più spesso se una persona si ammala di epatite B all'età di 40-60 anni - quindi circa il 95% dei pazienti guarisce. Se il bambino è malato prima dell'anno, la probabilità di auto-guarigione è bassa, circa il 5%. Nella fascia di età da 1 anno fino alla fine del periodo prescolare in ogni terzo paziente, la malattia diventa cronica.

A questo proposito, l'immunizzazione da questa malattia è pienamente giustificata, poiché consente al bambino di formare l'immunità con mezzi artificiali. Non c'è da meravigliarsi se questo tipo di vaccinazione è finanziato dallo stato ed è incluso nella lista obbligatoria delle vaccinazioni.

Non tutti sanno che esiste un vaccino contro l'epatite A. Ai bambini viene somministrato solo nei casi in cui il rischio di infezione è elevato. Tuttavia, il modello di utilizzo di questo vaccino è diverso dall'epatite B e questa immunizzazione non è necessaria.

Composizione di vaccinazione

loading...

Considerare quale sia la composizione del vaccino contro l'epatite B. Una dose (5 ml) del farmaco usato per i bambini sotto i 19 anni include:

  • Frammenti del guscio del virus dell'epatite B, che sono chiamati antigene (HBsAg) - 10 μg. Il corpo percepisce queste molecole come estranee e produce anticorpi contro di loro, cioè forma una risposta immunitaria.
  • Idrossido di alluminio come adiuvante - una sostanza in grado di potenziare la produzione di anticorpi.
  • Il conservante è thiomersal.

Nella Federazione Russa vengono utilizzati diversi tipi di vaccini: ce ne sono di importati e domestici. Sono tutti intercambiabili - se una vaccinazione è fatta con il farmaco Endzheriks V (Belgio), allora il prossimo può essere fatto con DTP Hep B (Russia) o Shanvak B (India).

Il vaccino domestico è disponibile in flaconcini di vetro o fiale da 5-10 ml. In un cartone 50 fiale o 10, 25, 50 flaconi.

Vaccino d'importazione Endzheriks In

Programma di vaccinazione

La vaccinazione contro l'epatite virale può essere somministrata a una persona dalla nascita fino a 55 anni, se non è stata vaccinata in precedenza. Il programma standard è il seguente:

  • la prima iniezione viene fatta al neonato entro 12-24 ore dopo il parto;
  • il prossimo vaccino viene somministrato in 30 giorni - al mese;
  • la terza vaccinazione viene eseguita in sei mesi.

Se non si riesce a seguire il piano, si dovrebbe cercare di osservare il periodo minimo tra l'introduzione del vaccino. La seconda vaccinazione dovrebbe essere completata non prima di un mese dopo la prima e la terza non prima di due mesi dopo la seconda.

Viene anche utilizzato un diverso schema di vaccinazione, che prevede la somministrazione del vaccino 4 volte. La vaccinazione per l'epatite neonatale viene eseguita in ogni caso nelle prime 24 ore, l'ulteriore programma di iniezioni può essere il seguente:

  • 2 vaccinazione - dopo 30 giorni;
  • 3 - in 2 mesi;
  • 4 - in 12 mesi.

Questo schema consente al bambino di ottenere il metodo accelerato di immunità. Questo metodo viene utilizzato se il bambino è nato da una donna infetta, il bambino è stato in contatto con una persona malata o in altri casi.

La scelta dei grafici è dovuta al fatto che è in essi che si nota lo strato più denso di tessuto muscolare. Ciò rende possibile eseguire l'iniezione il più profondamente possibile.

neonati

La maggior parte dei paesi civili vaccina i neonati contro l'epatite B proprio nell'ospedale per la maternità. Tuttavia, per cominciare, la madre del bambino deve acconsentire alla vaccinazione.

Non vaccinare i bambini prematuri nati con un peso inferiore a 2 kg, nonché quelli che sono allergici. Prima dell'introduzione del vaccino, un neonatologo valuta i risultati dell'analisi del sangue di un neonato, esamina la pelle e controlla i riflessi.

Tuttavia, l'ittero dei neonati non è una controindicazione alla vaccinazione. I medici dicono che la vaccinazione non dà un carico aggiuntivo sul fegato e non aggrava il decorso della malattia.

In 1 mese

Nel mese di vaccinazione viene effettuata nella clinica per bambini. I genitori portano il bambino a un esame di routine e il pediatra invia un referral per la vaccinazione. Questa procedura è molto importante, perché dopo la vaccinazione iniziale l'immunità si forma per un breve periodo e deve essere consolidata.

È auspicabile che dopo la prima vaccinazione siano trascorsi almeno 30 giorni. Tuttavia, se i termini sono stati ritardati per più di 5 mesi, si raccomanda di riavviare il programma di vaccinazione.

I bambini piccoli vengono vaccinati nella coscia

In sei mesi

A 6 mesi viene eseguita la fase finale della vaccinazione contro l'epatite B. Solo due settimane dopo la terza iniezione del vaccino, si forma l'immunità a lungo termine.

Se il bambino è in ritardo rispetto al programma e il suo primo vaccino è stato somministrato più tardi del necessario, è importante che trascorrano almeno 6 mesi tra la dose iniziale e la dose finale. Se il periodo tra le iniezioni è prolungato in modo significativo, il medico decide sulla ri-vaccinazione.

Quante volte in una vita hai bisogno di essere vaccinato contro l'epatite B, quanto dura?

Fino a poco tempo fa, si riteneva che l'immunità dopo la vaccinazione rimanga attiva per 7 anni. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che anche coloro che hanno ricevuto una vaccinazione un quarto di secolo fa, sono rimasti protetti.

Tuttavia, si raccomanda alle persone a rischio di essere vaccinate ogni 5 anni per tutta la vita. Questi sono medici che si occupano di pazienti con epatite, pazienti che hanno bisogno di trasfusioni di sangue, infermieri, ecc.

Cosa fare se i termini della vaccinazione dei bambini contro l'epatite B sono violati e uno dei vaccini è mancato?

Considerare il lasso di tempo che intercorre tra le vaccinazioni e le raccomandazioni dei pediatri:

  • Manca la prima vaccinazione, che deve essere eseguita in ospedale. L'immunizzazione dell'epatite B può essere iniziata a qualsiasi età, dopo di che può agire secondo il programma utilizzato per i bambini.
  • Manca il secondo vaccino, che deve essere fatto in un mese. In questa situazione, il periodo tra la prima e la seconda vaccinazione può essere 1-4 mesi. Se è trascorso più tempo, il pediatra decide se continuare il programma o avviare lo schema di vaccinazione dall'inizio.
  • Terzo vaccino contro l'epatite mancante. 3 iniezione è consentita per un anno e mezzo dopo la prima vaccinazione. Se anche questo periodo viene saltato, è indicato un esame del sangue per la concentrazione di anticorpi contro l'epatite. A volte l'immunità dura più di 18 mesi, quindi non c'è bisogno di ripetere il programma e il corso può essere completato nel solito modo.

Controindicazioni alla vaccinazione

Le controindicazioni alla vaccinazione sono divise in temporanee e permanenti. Malattie infettive, elevata temperatura corporea, basso peso alla nascita o prematurità possono essere considerate temporanee.

Se un bambino ha la febbre, la vaccinazione programmata viene annullata.

Dalla costante includono:

  • gravi reazioni allergiche nei bambini a precedenti vaccinazioni - shock anafilattico, angioedema, convulsioni febbrili;
  • allergia al lievito;
  • alcune malattie del sistema nervoso che tendono a progredire.

Possibili effetti collaterali nei bambini

Molto spesso, i bambini sono facilmente tollerati e non vengono forniti effetti collaterali. Tuttavia, in rari casi, è possibile una reazione atipica al vaccino contro l'epatite. Considera le possibili conseguenze:

  • Aumento della temperatura a valori subfebrilla. Occasionalmente sono possibili letture del termometro di 39-40 ° C.
  • Rossore della pelle attorno al punto in cui è stata effettuata l'iniezione. È anche possibile prurito, l'aspetto di alone rosso.

Le manifestazioni allergiche dopo la vaccinazione contro l'epatite sono registrate non più di un caso per milione. A volte nei bambini che sono allergici al lievito, dopo la vaccinazione, la reazione ai prodotti da forno è aggravata. Tuttavia, tali casi non vengono osservati spesso.

Come far fronte agli effetti della vaccinazione?

Considera quali dovrebbero essere le principali azioni dei genitori se il bambino ha una reazione atipica alla vaccinazione:

  • Quando la temperatura sale a 38 ° C e oltre, devi dare al bambino un effetto antipiretico. Paracetamolo o ibuprofene in una dose di età farà. È possibile utilizzare il farmaco sotto forma di uno sciroppo, nonché sotto forma di supposte.
  • In caso di arrossamento e indurimento della pelle nel sito di iniezione, è necessario lubrificare l'area interessata con Troxevasinum o un agente risolutivo. Se nel sito di iniezione appare un nodulo, può essere attaccato un foglio di cavolo.
  • Se i genitori si accorgono che il bambino ha una gamba dolorante, nella quale hanno dato l'iniezione, vale la pena somministrare al bambino un farmaco anestetico.
  • Con segni di allergia - prurito, colorazione, orticaria - puoi dare al bambino un antistaminico.

Se si sospetta una reazione allergica grave - sono comparsi segni di soffocamento, gonfiore delle labbra, gonfiore delle gambe, punti luminosi su tutto il corpo - chiamare immediatamente un'ambulanza. Aspettando il medico può dare al bambino gocce di antistaminico.

Se vaccinare contro l'epatite

B è un'infezione diffusa come il vaiolo o il colera. Per ridurre la diffusione dell'epatite B in una popolazione di persone,

. La vaccinazione è un processo di immunoprofilassi attiva, durante il quale il corpo diventa immune alle infezioni, cioè non si ammala, anche a stretto contatto con un individuo potenzialmente infetto. La base della vaccinazione è

dall'epatite B, che è accettata in molti paesi sviluppati, inclusa la Russia.

Quale epatite viene vaccinata

Oggi è possibile vaccinare contro due tipi di epatite: A e B. Entrambe le forme sono virali. L'epatite A può essere definita "la malattia delle mani non lavate" perché È trasmesso attraverso i contatti della famiglia. E l'epatite B si trasmette solo attraverso il sangue. Non pensare che solo gli elementi declassati della società o dei tossicodipendenti possano essere infettati. La dose contagiosa di sangue è molto piccola, abbastanza da far cadere l'infezione, che rimane sull'ago della siringa dopo l'iniezione. Il virus persiste anche in gocce di sangue essiccate sul tessuto per due settimane. L'epatite A è relativamente sicura, risponde bene alla terapia e non dà complicazioni. E l'epatite B è pericolosa a causa delle sue complicazioni

La vaccinazione contro l'epatite B in Russia è dovuta alla diffusione molto ampia della malattia, che è già diventata un'epidemia. La vaccinazione previene l'ulteriore diffusione dell'infezione, riduce il numero di infetti e previene complicazioni tardive e gravi come la cirrosi e il cancro al fegato.

È richiesta la vaccinazione?

Ad oggi, qualsiasi vaccinazione non è obbligatoria, anche contro l'epatite B, secondo le disposizioni della carta internazionale. La decisione di vaccinare o rifiutare è presa solo dal paziente. Il personale medico delle istituzioni mediche può solo raccomandare la vaccinazione contro questa malattia.

Tuttavia, per alcuni gruppi di persone che costituiscono la categoria di rischio per l'infezione da epatite B, è necessaria la vaccinazione. Si tratta di impiegati di istituzioni sanitarie, assistenti sociali, operatori sanitari, baby sitter - tutte le persone che di turno spesso interagiscono con persone e vari fluidi corporei (sangue, urina, feci, saliva, sudore, seme, lacrime, ecc.). La vaccinazione può essere annullata se nel sangue è rilevata una quantità sufficiente di anticorpi contro la patologia. Nel 2002, il ministero della Sanità russo ha introdotto il vaccino contro l'epatite B nell'elenco dei bambini obbligatori.

Ho bisogno di un vaccino contro l'epatite B?

Nel mondo moderno, un dibattito infuria sulla necessità di vaccinazioni in linea di principio, compresa l'epatite B. Ci sono ardenti sostenitori e avversari altrettanto ardenti della vaccinazione. Nella maggior parte dei casi, gli avversari non sono medici, biologi, genetisti molecolari o virologi, quindi hanno una conoscenza molto superficiale dell'argomento.

C'è una discussione nella comunità medica sulle vaccinazioni, ma si riferisce alla domanda se tutti i bambini debbano essere avvicinati con un solo calendario. Anzi, in alcuni casi è meglio rinviare la vaccinazione e spenderla in un momento più favorevole. A sostegno delle loro conclusioni sulla necessità di un approccio flessibile al programma di vaccinazione, i medici spesso forniscono esempi del verificarsi di gravi complicanze che si sono sviluppate dopo la vaccinazione, effettuate in un periodo di tempo sfavorevole. I non professionisti, che raccontano in modo stimolante il loro danno, trascinano questi casi fuori dal contesto e presentano le informazioni come prova reale del danno della vaccinazione. Tuttavia, nessuno dei medici e dei virologi ha dubbi sulla necessità di vaccinazioni.

In questo contesto, vediamo perché sono stati vaccinati contro l'epatite B. In primo luogo, la diffusione dell'epatite in Russia è diventata un'epidemia, e in secondo luogo, la malattia tende a diventare cronica e dare gravi complicanze a lungo termine come la cirrosi e il cancro al fegato. Tutto ciò porta alla disabilità e alla mortalità precoce. I bambini infetti da epatite, quasi sempre diventano cronache. Le persone pensano che i loro figli non saranno in grado di essere infettati perché sono cresciuti in una famiglia completamente prospera, non usano droghe e non si intersecano con il sangue da nessuna parte. Questa è una pericolosa illusione. I bambini sono in contatto con il sangue, per esempio, nella clinica. Ricorda se un'infermiera indossa nuovi guanti sterili per l'analisi del sangue? E nella scuola materna un bambino può colpire, combattere, qualcuno morde il bambino - questo è il contatto con il sangue. Ci sono siringhe e molte altre cose che il bambino raccoglie ed esamina, e spesso lo tira in bocca - solo per curiosità. Pertanto, la vaccinazione contro l'epatite B sembra essere piuttosto una buona cosa.

Quanto è valido?

Secondo la ricerca scientifica,

contro l'epatite B persiste per 22 anni, soggetto a vaccinazione durante l'infanzia. A volte, in questa categoria di persone, gli anticorpi contro il virus dell'epatite B non vengono rilevati nel sangue, ma questo non indica che sia necessaria una nuova vaccinazione. Semplicemente non è sempre possibile catturare esattamente quel campione di sangue in cui ci sono anticorpi.

Secondo i risultati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la durata media dell'immunità attiva contro l'epatite B dopo la vaccinazione dura 8 anni. Non ci sono metodi e criteri sviluppati per la rivaccinazione in Russia, ma l'OMS raccomanda di testare 5 anni dopo la vaccinazione. Se viene rilevata una quantità sufficiente di anticorpi contro l'epatite B nel sangue (più di 10 mU / ml), il corso della rivaccinazione può essere posticipato per almeno un anno. In generale, l'OMS raccomanda di ripetere i vaccini contro l'epatite B in 5-7 anni. Tuttavia, per molte persone, l'immunità contro l'epatite B può durare per sempre e dopo un singolo corso.

Composizione e produzione di vaccini

Oggi vengono utilizzati i vaccini ottenuti utilizzando tecnologie di ingegneria genetica. Per questo dal genoma

epatite B, il gene che codifica per la produzione di una proteina specifica viene eliminato - HbsAg. Quindi, utilizzando metodi di biologia molecolare, un gene della proteina virale viene inserito nel genotipo di una cellula di lievito. Nel processo di sintesi delle proprie proteine, la cellula del lievito produce anche HBsAg, che è chiamato

. Quando la coltura cellulare si moltiplica, avendo accumulato una quantità sufficientemente grande di HBsAg, la sua crescita viene interrotta, rimuovendo il mezzo nutritivo. I metodi chimici speciali effettuano l'isolamento della proteina virale e la purificano dalle impurità.

Dopo aver isolato la proteina virale pura, è necessario applicarla ad un vettore, che è l'idrossido di alluminio. L'idrossido di alluminio è insolubile in acqua, quindi dopo che il vaccino è stato introdotto nel corpo, rilascia la proteina virale in lotti, non tutti in una volta - il che consente lo sviluppo di immunità all'epatite B, e non distrugge solo un debole agente estraneo. Oltre all'antigene australiano e all'idrossido di alluminio, il vaccino contiene una minima quantità di conservante, il mertiolato, che consente alla preparazione di rimanere attiva.

Oggi tutti i vaccini contro l'epatite B sono ottenuti in questo modo e sono chiamati ricombinanti. Una caratteristica distintiva dei vaccini ricombinanti è la totale sicurezza e la capacità in tutti i casi di portare alla formazione di un'immunità di alta qualità per l'epatite B.

I vaccini possono contenere 10 o 20 μg di antigene australiano. Ciò è dovuto al fatto che i bambini hanno bisogno di una dose più bassa per la formazione di immunità. Pertanto, fino a 19 anni, compreso, vaccinare con un vaccino contenente 10 μg di antigene australiano e da 20 anni - 20 μg ciascuno. Per le persone che sono inclini a allergie o ipersensibilità, ci sono vaccini con la quantità di antigene australiano 2,5 o 5 μg per l'uso nei bambini e 10 μg per l'uso negli adulti.

Quali vaccini vengono usati oggi e possono essere modificati?

Oggi in Russia, diversi vaccini prodotti da società farmaceutiche straniere e nazionali vengono utilizzati per vaccinazioni contro l'epatite B. Hanno tutti la stessa composizione e le stesse proprietà. Pertanto, ognuno di essi può essere instillato.

Per lo sviluppo della piena immunità contro l'epatite B, è necessario effettuare tre vaccinazioni. Spesso le persone pensano che se il primo vaccino fosse somministrato con lo stesso vaccino, allora tutti i vaccini successivi dovrebbero essere sicuramente gli stessi. Questo non è vero. Tutti i produttori producono un farmaco con le stesse caratteristiche, che consente di sostituirli tra loro senza alcun effetto negativo sulla formazione dell'immunità contro l'epatite B. Ciò significa che il primo vaccino può essere fornito da un vaccino, il secondo dall'altra e il terzo dal terzo. È importante mettere tutte e tre le vaccinazioni per formare un'immunità completa.

I seguenti vaccini per l'epatite B sono disponibili in Russia:

Vaccino ricombinante del vaccino dell'epatite B (produzione - Russia), Regevak B (Russia), Eberbiovac (Cuba), Euvax B (Corea del Sud), Endzheriks B (Belgio), H-B-Vax II (USA); Chanvac (India); Biovac (India); Istituto del siero (India). In Russia, il tipo più comune di virus dell'epatite B è il più comune, rispetto al quale è stato sviluppato Regenvac B. Tutti i vaccini sono efficaci, ma questo è rivolto specificamente al tipo più comune di virus nel paese.

Oltre ai suddetti vaccini, ci sono farmaci domestici combinati per l'epatite B: Bubo-M e Bubo-Kok. Bubo-M - contro l'epatite B, la difterite e il tetano, e il Bubo-Kok - contro l'epatite B, la difterite, il tetano e la pertosse. Esiste anche un vaccino contro l'epatite A e B, prodotto dalla società farmaceutica Smith Kline.

Dove viene iniettato il vaccino?

Il vaccino contro l'epatite B viene iniettato nel muscolo. Non iniettare la sostanza per via sottocutanea, poiché ciò ridurrebbe significativamente la sua efficacia e determinerebbe la formazione di un sigillo. Negli Stati Uniti, per errore o incuria, il vaccino iniettato sotto la pelle non è considerato efficace - viene annullato e, dopo qualche tempo, l'iniezione viene ripetuta. Questo approccio è spiegato dal fatto che solo quando iniettato nel muscolo, l'intera dose entra nel flusso sanguigno e provoca una risposta immunitaria di forza adeguata.

Di solito, i bambini piccoli fino a 3 anni, inclusi i neonati, vengono vaccinati nella coscia. Per i pazienti più anziani, il vaccino viene iniettato nella spalla. Questa scelta del sito per l'introduzione è dovuta al fatto che i muscoli della coscia e della spalla sono ben sviluppati e si avvicinano alla pelle. Non dovrebbe essere vaccinato nei glutei, perché lo strato di grasso sottocutaneo è ben sviluppato e il muscolo giace in profondità, ed è più difficile ottenerlo. Inoltre, un colpo nei glutei è irto di rischi di danni ai vasi sanguigni e ai nervi.

Vaccinazione contro l'epatite B - istruzioni

Viene fatta un'iniezione alla spalla o alla coscia, ma non al muscolo glutea.

Oggi, ci sono i seguenti schemi per la vaccinazione contro l'epatite B: 1. Standard - 0 - 1 - 6 (la prima vaccinazione, la seconda - in un mese, la terza - in 6 mesi). Lo schema più efficace.

2. Veloce - 0 - 1 - 2 - 12 (la prima vaccinazione, la seconda - in un mese, la terza - in 2 mesi, la quarta - in un anno). L'immunità è prodotta rapidamente, lo schema è usato per la vaccinazione di persone che hanno un alto rischio di contrarre l'epatite B.
3.

Emergenza - 0 - 7 - 21 - 12 (il primo vaccino, il secondo - dopo 7 giorni, il terzo - dopo 21 giorni, il quarto - dopo 12 mesi). Questa vaccinazione viene utilizzata per una produzione molto rapida di immunità, ad esempio prima dell'intervento chirurgico.

Se una persona non è vaccinata, allora il momento della prima iniezione può essere scelto arbitrariamente, ma poi è necessario seguire lo schema scelto. Se la seconda vaccinazione viene saltata e sono trascorsi più di 5 mesi, lo schema ricomincia. Se la terza iniezione viene saltata, ricorrono allo schema 0-2: metti una iniezione e due mesi dopo la seconda, dopodiché il corso sarà considerato completato. Se una persona ha iniziato l'immunizzazione più volte e ha fatto due vaccinazioni, alla fine, dopo aver accumulato tre iniezioni, allora il corso è considerato completo - non serve altro. Dopo una singola iniezione, l'immunità contro l'epatite si forma solo per un breve periodo di tempo e una serie di tre colpi è necessaria per formare un'immunità a lungo termine.

La tempistica delle vaccinazioni dovrebbe essere rispettata. In casi estremi, è possibile allungare l'intervallo tra le iniezioni, ma non accorciarlo, poiché ciò porterà alla formazione di un'immunità inadeguata, specialmente nei bambini.

Secondo vaccino contro l'epatite B

Spesso le persone per vari motivi non fanno un secondo vaccino contro l'epatite B, ma dopo un po 'tornano su questo argomento. Secondo gli standard adottati in Russia, se dopo la prima vaccinazione sono passati più di 5 mesi per gli adulti e più di 3 mesi per i bambini sotto i 19 anni - è necessario riavviare l'intero schema - 0 - 1 - 6. Cioè, scegliere l'ora e mettere il vaccino sarà considerato prima.

Tuttavia, gli standard internazionali suggeriscono semplicemente di continuare il ciclo di vaccinazioni e consegnare il secondo sarà in grado di farlo senza riavviare l'intero schema. In questo caso, la terza vaccinazione non viene messa prima di un mese dopo la seconda.

Vaccinazione durante la gravidanza e l'allattamento

Il meglio per la donna da pianificare.

mettere tutte le vaccinazioni, anche contro l'epatite B, e curare tutte le malattie esistenti. Gli studi sperimentali non hanno rivelato gli effetti negativi dei vaccini contro l'epatite sul feto. Ma per ovvi motivi, non sono stati condotti studi sull'uomo. Pertanto, medici e virologi consigliano di non vaccinarsi durante la gravidanza, perché ci sono rischi inspiegabili. Questa procedura è consentita solo in casi estremi, ad esempio quando è necessario rimanere nella zona epidemica dell'epatite B, ecc. In linea di principio, il Ministero della Sanità della Russia non ha incluso una gravidanza nell'elenco delle controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B.

Il periodo dell'allattamento al seno è molto adatto per la vaccinazione contro l'epatite B. Non reca alcun danno al bambino - al contrario, alcuni anticorpi contro l'epatite con il latte materno entrano nel corpo del bambino, creando immunità contro l'infezione e il bambino. Ricorda che un bambino con il latte riceve tutti gli anticorpi presenti nel corpo della madre.

Vaccinazione dei neonati in ospedale

Il vaccino contro l'epatite B viene somministrato entro 12 ore dalla nascita. In questo caso, ci sono due schemi: per i bambini che hanno un alto rischio di infezione, e per i bambini con un normale rischio di infezione. L'alto rischio di infezione è determinato dalle seguenti circostanze:

la madre del bambino ha un virus nel sangue, la madre del bambino soffre di epatite B, o è stata infettata da 24 a 36 settimane di gestazione, la madre non è stata esaminata per l'epatite B, la madre o il padre del bambino usa droghe, bambini i cui parenti comprendono portatori e pazienti con epatite B.

Questo gruppo di neonati viene vaccinato secondo il seguente programma:

1 vaccinazione - 12 ore dopo la nascita, 2 vaccinazioni - in 1 mese, la terza - in 2 mesi, la quarta - in 1 anno.

Tutti gli altri bambini sono vaccinati secondo un altro schema, che comprende solo tre vaccinazioni:

entro 12 ore dalla nascita, in 1 mese, in mezzo anno. Molte puerperie non desiderano vaccinare un bambino e considerano controindicazione l'ittero dei neonati. Questo è fondamentalmente sbagliato, dal momento che l'ittero del neonato non è dovuto a patologia epatica, ma a causa della maggiore ripartizione di una grande quantità di emoglobina. Con la rottura dell'emoglobina, si forma la bilirubina, che dà colore giallo alla pelle. La vaccinazione contro l'epatite non è un onere aggiuntivo per il fegato del neonato e non aumenta il periodo di ittero.

Le vaccinazioni sono controindicate nelle seguenti categorie di neonati:

la madre è fortemente allergica al lievito (questo si manifesta sotto forma di allergia ai prodotti da forno, birra, kvas, ecc.), un peso troppo piccolo del bambino (meno di 2 kg), segni di immunodeficienza primaria. Né il parto duro, né l'estrazione sottovuoto del feto, né l'imposizione di pinze ostetriche, né l'asfissia - non sono controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B. Le giovani madri, volendo proteggere il bambino, in tali situazioni, dicono che il bambino ha già una ferita carico extra! Una distinzione dovrebbe essere fatta tra un vaccino che attiva l'immunità e un trauma inflitto durante il parto. Questi sono due processi completamente diversi, e la mancanza di una vaccinazione non aiuterà il bambino a riprendersi più rapidamente dopo un trauma alla nascita. Al contrario, l'attivazione dell'immunità può contribuire a un ripristino più rapido della normale struttura dei tessuti e delle strutture danneggiate durante il parto.

Il feedback delle giovani madri sulla vaccinazione contro l'epatite B ai neonati è spesso la base per decidere se vaccinare il loro bambino. Questo approccio è fondamentalmente sbagliato. Questa decisione dovrebbe essere presa in anticipo, considerando tutti i pro e i contro, perché la donna dell'ospedale di maternità è estremamente emotiva, soggetta all'impatto di storie su tutti i tipi di orrori e disgrazie perpetrati dalla vaccinazione. Inoltre, l'eccitazione è imposta sulla nascita imminente, che non consente una valutazione adeguata della situazione.

Le recensioni di vaccinazioni fatte nell'ospedale per la maternità sono spesso negative in generale, il che è associato a un forte rifiuto del processo stesso. Molte madri, che sembrano felici spot di bambini piccoli, simili agli angeli dei dipinti dei grandi artisti del Rinascimento, si aspettano che i loro neonati guardino in quel modo. Purtroppo, questa è una pericolosa illusione, dal momento che il neonato medio ha una brutta pelle, spesso gonfia e gonfia, una testa enorme e uno stomaco in combinazione con le piccole gambe. Un simile "girino" è lontano dall'ideale del poster, così tante donne hanno subito un pensiero nelle loro teste che il loro bambino è malato, ha ricevuto numerose ferite alla nascita, dovrebbe essere amato e amato, e non torturato con una creatura già indebolita! È a causa di una simile dissonanza tra l'immagine ideale disegnata nell'immaginazione e nella realtà che c'è un forte rifiuto di tutte le azioni della professione medica che possono dare dolore al bambino - comprese terribili iniezioni con vaccinazioni, che innescheranno anche una reazione sotto forma di immunità.

Ci sono pochissime recensioni di vaccinazioni adeguate che riflettano la realtà della maternità. Le emozioni non sono il miglior assistente per prendere decisioni importanti. La maggior parte delle recensioni si concentra sul rifiuto delle azioni del personale, sul desiderio di rifiutare la vaccinazione e sulla discussione di un danno ipotetico l'uno con l'altro. Spesso le madri attribuiscono ai vaccini alcune patologie del bambino, che sono fortemente contrarie a loro. Tuttavia, tali conclusioni sono sbagliate, perché una persona non è una creatura primitiva, ma la causa di molte malattie è in una gravidanza grave, una nascita non pianificata del bambino, una cattiva alimentazione della madre, traumi alla nascita e altri fattori che non sono correlati a questa procedura. È impossibile trovare un fattore che spieghi tutte le possibili malattie del bambino.

Le donne incinte dovrebbero ascoltare i seguenti suggerimenti: scoprire quale vaccino viene usato nel vostro ospedale, osservare le annotazioni su di esso, parlare con i medici e determinare quale sia il migliore per voi. Se il vaccino non ti piace, è meglio abbandonarlo nella maternità. Quindi, dopo la dimissione, puoi vaccinare il bambino in qualsiasi posto in cui hai il farmaco giusto. Quando il bambino viene preso per la vaccinazione, vai con l'infermiera e assicurati che i guanti siano sterili, indossati appena prima della procedura, gli aghi e le siringhe sono usa e getta. Fai attenzione che l'infermiera non misuri due vaccini in una siringa, dal momento che questa violazione porta all'inefficienza dell'uno e dell'altro - la procedura dovrà essere rifatta.

Perché è così importante vaccinare il neonato - il video

Vaccinazioni contro l'epatite B per i bambini

Se il bambino non è stato vaccinato nella maternità, allora l'epatite B può essere iniziata a qualsiasi età. Se il bambino è spesso di più - questo non è un motivo per rifiutare la vaccinazione, ma lo schema dovrebbe essere avviato 2 settimane dopo il prossimo raffreddore. Anche se hai ancora un naso che cola o una tosse, puoi fare la vaccinazione.

I bambini vengono vaccinati secondo due schemi: 1. Per i bambini ad alto rischio di infezione.

2. Per i bambini a basso rischio di infezione.

Se c'è un parente - portatore di epatite B, allora il bambino ha un alto rischio di infezione. Per loro, lo schema funziona - 0 - 1 - 2 - 12. Quindi, la prima vaccinazione viene prima eseguita, dopo un mese il secondo, dopo il due - il terzo e dopo un anno - il quarto.

Per i bambini a basso rischio di infezione, utilizzare lo schema - 0 - 1 - 6: la prima vaccinazione, la seconda in un mese, la terza - in 6 mesi.

Se il bambino è stato vaccinato nell'ospedale per la maternità e il secondo no, e sono passati più di tre mesi, il ciclo di vaccinazione dovrà ricominciare. Ciò significa che l'iniezione somministrata sarà considerata la prima vaccinazione.

Vaccinazione contro l'epatite B negli adulti

Gli adulti possono mettere radici in qualsiasi momento, a volontà, secondo lo schema 0 - 1 - 6: il primo vaccino, il secondo - in un mese, e il terzo - in sei mesi. Se l'immunizzazione è iniziata, devi fare tutte e tre le iniezioni, altrimenti il ​​corpo non svilupperà un'immunità efficace dall'epatite B.

Controindicazioni

La vaccinazione contro l'epatite B è controindicata solo alle persone allergiche al lievito. Questo di solito provoca una reazione allergica a tutti i prodotti da forno e pasticceria, kvas, birra, ecc. Se non c'è allergia, ma c'è stata una forte reazione alla precedente iniezione - la dose successiva non viene somministrata. Le reazioni allergiche ad altri antigeni, la diatesi non sono controindicazioni, ma in questo caso l'allergologo deve scegliere il momento giusto per la procedura.

È necessario astenersi dalla vaccinazione nel periodo di raffreddore acuto o altra malattia infettiva, fino al completo recupero. Dopo la meningite, tutte le vaccinazioni sono posticipate di sei mesi. In presenza di malattie gravi, viene scelto il momento delle vaccinazioni, poiché la patologia di altri organi e sistemi non è una controindicazione alla vaccinazione.

Il rilevamento del virus dell'epatite B nel sangue non è una controindicazione per la vaccinazione, che è semplicemente inutile in questa situazione. Con attenzione e sotto stretta supervisione, il vaccino viene somministrato a persone con malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico, sclerosi multipla, ecc.).

Risposta al vaccino

La vaccinazione contro l'epatite B è molto facile, cioè è facilmente tollerabile. Fondamentalmente, il vaccino provoca una risposta al sito di iniezione, che include:

arrossamento, piccolo nodulo, disagio al sito di iniezione quando si effettuano movimenti rapidi e intensi. Queste reazioni sono principalmente dovute alla presenza di idrossido di alluminio e si sviluppano in circa il 10-20% degli individui.

La vaccinazione contro l'epatite B nell'1-5% delle persone provoca le seguenti reazioni:

febbre, malessere generale, lieve debolezza, diarrea, sudorazione, prurito o arrossamento della pelle, mal di testa. Tutte le reazioni alla vaccinazione possono essere formate entro 1-2 giorni dopo l'iniezione, dopo di che passano da sole entro 1-2 giorni.

Descritti casi isolati di gravi reazioni al vaccino, che sono considerate complicazioni:

orticaria, eruzione cutanea, dolore ai muscoli o alle articolazioni, eritema nodoso. Oggi l'efficacia del vaccino è così elevata che i produttori stanno per ridurre i dosaggi e la completa eliminazione dei conservanti, il che consente ancora di più di minimizzare le reazioni avverse.

complicazioni

Le complicanze della vaccinazione contro l'epatite comprendono le seguenti condizioni:

shock anafilattico, orticaria, rash, aggravamento dell'allergia all'impasto con lievito. La frequenza di queste complicanze varia tra 1 caso per 100.000 e 300.000 - cioè, questi fenomeni sono molto rari.

Spesso sentiamo dire che la vaccinazione contro l'epatite B aumenta il rischio di sclerosi multipla. Uno studio condotto dall'OMS in 50 paesi non ha rivelato questa dipendenza. La vaccinazione contro l'epatite B non ha alcun effetto sui disturbi neurologici, senza aumentarli o diminuirli.

Sigillo dopo la vaccinazione

La formazione di un sigillo dopo la vaccinazione è dovuta al fatto che il vaccino penetra nello strato di grasso sottocutaneo e non nel muscolo. In questo caso, il farmaco è permanentemente depositato nel "magazzino", essendo collegato all'idrossido di alluminio. Tali scorte di vaccino sono percepite sotto forma di densi noduli tattili che non passano per molto tempo. Ciò è dovuto al fatto che l'apporto di sangue del tessuto adiposo è basso, quindi il farmaco viene lavato via dalle cellule per un tempo molto lungo, e l'alluminio provoca inoltre lo sviluppo di una reazione infiammatoria. Questo è il motivo per cui il sigillo viene mantenuto fino al riassorbimento del farmaco nel sangue. Non temere la reazione infiammatoria all'alluminio, perché è causata da un agente estraneo nel corpo. Insieme al graduale assorbimento del farmaco, l'alluminio viene anche espulso - l'infiammazione si riduce e il sigillo viene assorbito.

In questo caso, pensa al fatto che la vaccinazione non è stata eseguita correttamente e, probabilmente, l'immunità non è stata formata. Allora è necessario fare un'iniezione del vaccino invece di questo, errato.

Cambiamento della temperatura corporea

Tipicamente, la temperatura aumenta dopo 6-8 ore dall'iniezione - ciò è dovuto all'aumentata risposta immunitaria alle particelle virali. Normalmente, la normalizzazione della temperatura avviene indipendentemente, per un massimo di tre giorni. Con il suo aumento sopra 38.5o dovrai consultare un medico. In altri casi, non abbattere la temperatura.

In linea di principio, solo 1 persona su 15 ha notato la temperatura dell'inoculazione, spesso causata da fattori esterni avversi: calore estremo o freddo esterno, shock nervoso, ecc.

Fare il bagno dopo la vaccinazione

Se c'è una temperatura, il lavaggio dovrebbe essere posticipato. Dopo 2 o 3 giorni dopo l'iniezione, possono essere presi i trattamenti dell'acqua. Tuttavia, non è possibile annullare il lavaggio di mani, viso, collo e lavaggio giornaliero.

Acqua che entra nel sito di iniezione

Se la vaccinazione è bagnata, non preoccuparti. Pulire delicatamente con un asciugamano e continuare a vivere in un ritmo normale. La vaccinazione nei primi tre giorni è meglio non bagnare, quindi non ci sono restrizioni.

Alcol dopo la vaccinazione

Le bevande alcoliche non influenzano l'efficacia delle vaccinazioni contro l'epatite. Se necessario, dopo la vaccinazione, puoi bere alcolici con moderazione.

Recensioni

Nel complesso, le recensioni del vaccino contro l'epatite B sono positive tra le persone che deliberatamente immunizzano. Le reazioni avverse minori non causano una reazione negativa e un senso di sicurezza porta a un feedback positivo. Le revisioni negative sono dovute principalmente all'atteggiamento negativo nei confronti della vaccinazione in linea di principio.

Quanto costa la vaccinazione?

In Russia, è prevista la vaccinazione gratuita contro l'epatite B per bambini e adulti fino a 55 anni. Viene effettuato nella sala di cura della clinica a cui si è collegati nel luogo di residenza. Per mettere il vaccino, è necessario conoscere la modalità di funzionamento del gabinetto e venire nelle ore di ufficio. Tutti gli altri pazienti che vogliono proteggersi dall'epatite B possono farlo in centri specializzati o cliniche private. Il costo del corso delle procedure in varie istituzioni varia da 1.000 a 3.000 rubli, tenendo conto

. È possibile acquistare il farmaco in farmacia e portare con sé, pagando solo per la procedura di iniezione intramuscolare. Il vaccino nelle farmacie costa circa 150 - 250 rubli.

Dove ottenere vaccinati contro l'epatite

Il vaccino contro l'epatite può essere somministrato nelle stanze di trattamento dei policlinici, in centri specializzati di immunizzazione, in cliniche private o istituti di ricerca. Puoi chiamare diverse istituzioni e chiedere il costo del corso delle procedure, così come il farmaco usato. Vaccinate al centro dove sono osservati tutti gli standard di igiene, lavoro qualificato del personale e il vaccino di cui ci si fida. Ad esempio, molti preferiscono esclusivamente farmaci importati.

Autore: Nasedkina AK Specialista in problemi di ricerca biomedica.

ATTENZIONE! Le informazioni sul nostro sito Web sono di riferimento o popolari e vengono fornite a una vasta cerchia di lettori per la discussione. La prescrizione di farmaci deve essere effettuata solo da uno specialista qualificato, in base alla storia medica e ai risultati diagnostici.

Dalla nascita di un ometto accompagna l'attributo "Medina" - le vaccinazioni. Sono obbligatori fin dalle prime ore della vita del bambino. Tuttavia, molte madri credono che la vaccinazione dei neonati contro l'epatite non sia necessaria, dal momento che la loro conoscenza è limitata solo dal nome e dalla durata. Cos'è questo vaccino e perché è necessario, lo diremo nel nostro articolo.

Epatite B e sue conseguenze

Prima di parlare dei benefici o dei pericoli della vaccinazione, dovresti scoprire il più possibile sulla malattia stessa. Questo è un virus molto complesso che infetta uno dei principali organi umani - il fegato. L'epatite B è molto pericolosa per chiunque, perché spesso la malattia può persino portare alla morte. C'è anche un'alta percentuale di persone che rimangono disabili dopo la loro malattia.

Il suo pericolo sta nel fatto che in condizioni favorevoli ad esso e un corpo indebolito del carrier provoca cancro e cirrosi epatica.

Puoi ammalarti di un virus per caso, ad esempio, entrando in contatto con la persona che porta la malattia. Succede che molte persone non sanno di essere già infette, continuando a diffondere l'infezione. Sì, non viene trasmesso attraverso goccioline trasportate dall'aria, ma è possibile ottenere l'epatite attraverso strumenti contaminati, siringhe e così via.

L'infezione è anche possibile dopo il contatto sessuale con una persona infetta. Questo virus può arrivare ai bambini attraverso la madre già nello sviluppo fetale. Se la gestante è portatrice di epatite o è malata durante il trasporto del bambino, il rischio di infezione del feto è quasi del 90%.

Vaccinazione dei bambini dell'epatite B: pianificazione e possibili complicanze

Nel nostro paese, il vaccino contro l'epatite B è elencato nel calendario nazionale e ha diversi schemi di iniezione: tradizionale e vaccino per la protezione accelerata. Il primo include diversi passaggi:

nelle prime ore dopo la nascita, al bambino viene somministrato il primo vaccino; dopo un mese viene somministrato un secondo vaccino; quando passa un anno e mezzo dopo la prima dose del vaccino, vengono somministrate le ultime 3 vaccinazioni.

Queste scadenze sono approvate dal Ministero della Salute e tutti gli esperti raccomandano di seguire questo programma.

La cosa più importante che i genitori oi rappresentanti ufficiali di un bambino dovrebbero ricordare è che non devono passare più di 3 mesi tra 1 e 2 vaccinazioni, e una terza dose di vaccino non deve essere somministrata oltre 1,5 anni dopo la prima. Queste 3 vaccinazioni proteggono il corpo per un tempo molto lungo, quindi la rivaccinazione non viene eseguita.

Il secondo schema di vaccinazione dei bambini contro il virus è il seguente:

il primo giorno dopo la nascita, i bambini ricevono il primo vaccino; alla fine del mese fai il secondo; quando i bambini hanno 2 mesi, vengono somministrate 3 dosi; alla fine dell'anno ne viene piazzato un altro.

Perché abbiamo bisogno di un programma accelerato di vaccinazioni contro l'epatite B per i bambini? I bambini nati da madri infette o quei bambini che hanno avuto contatti con persone infette sono a rischio, quindi devono essere sottoposti a un ciclo di vaccinazione contro la malattia.

Moltissime mamme sono preoccupate per la comparsa di possibili complicazioni dopo l'introduzione del vaccino. A causa dell'ignoranza, i genitori immediatamente nella maternità scrivono il rifiuto di vaccinare un bambino, ma se il vaccino è buono e la procedura stessa viene eseguita secondo tutte le regole, non ci saranno complicazioni serie. A volte alcuni bambini possono avvertire debolezza, sonnolenza aumentata, mal di testa o iperemia. Ma passano velocemente.

Poiché i vaccini moderni hanno una qualità molto più elevata di prima, gli effetti collaterali sono molto rari. Spesso non c'è un dolore pronunciato al sito di iniezione, febbre o allergie. Ma anche per un buon vaccino ci sono alcune controindicazioni: la presenza di reazioni allergiche ai componenti del vaccino, anemia, mancanza di peso, febbre, raffreddore e le cattive condizioni del bambino.

Importanza della vaccinazione contro l'epatite B

La vaccinazione contro l'epatite B è necessaria per neonati e neonati, poiché il trasferimento di una malattia così grave nell'infanzia è irto dell'acquisizione della sua forma cronica e dell'insorgenza di cirrosi e cancro del fegato. Nell'adolescenza aumenta anche il rischio di infezione, quindi è necessario vaccinare i bambini.

Il vaccino è assolutamente sicuro - non puoi preoccuparti dei neonati. Non contiene un virus diretto di una malattia pericolosa ed è impossibile essere infettato anche in teoria.

In generale, la questione se la vaccinazione dell'epatite nella maternità sia necessaria per i neonati dovrebbe essere decisa solo positivamente. Ora non esiste un trattamento efficace per le persone che portano il virus, e prima o poi una persona svilupperà un cancro al fegato, che è quasi impossibile da curare, quindi la vaccinazione di una piccola persona contro l'epatite deve essere eseguita secondo tutte le regole ei genitori ne sono responsabili.

L'epatite virale è una delle malattie infettive più imprevedibili. La malattia colpisce prima il fegato, quindi la pelle, i vasi sanguigni, gli altri organi digestivi e il sistema nervoso sono coinvolti nel processo della malattia. A causa dell'elevata probabilità di incontrare un virus, i bambini vengono vaccinati nei primi giorni della loro vita. Alcuni anni dopo la rivaccinazione, l'immunità contro il virus dell'epatite B si indebolisce, quindi tutti possono incontrarla di nuovo.

Cos'è questa malattia dell'epatite B e in quali condizioni colpisce una persona? Gli adulti sono vaccinati contro l'epatite B e in quali casi? Ti senti al sicuro se questa malattia colpisse i tuoi cari?

Cos'è l'epatite B?

Circa il 5% della popolazione mondiale soffre di epatite virale B. Ma in alcuni paesi questa cifra deve essere moltiplicata per 4. La principale fonte di infezione da epatite B è rappresentata dalle persone malate e dai portatori del virus. Per l'infezione, è sufficiente che nella ferita siano presenti solo da 5 a 10 ml di sangue infetto. Principali vie di infezione da epatite B:

sessuale - durante i rapporti sessuali non protetti, l'infezione avviene attraverso il danno vascolare: tagli, abrasioni, crepe nelle labbra, se c'è sanguinamento delle gengive, via parenterale, cioè attraverso manipolazioni o iniezioni mediche: durante trasfusioni di sangue, iniezioni con una siringa non sterile, come tossicodipendenti trasmissione verticale dell'epatite B - da madre a figlio alla nascita.

Come si manifesta l'epatite B?

Una persona è preoccupata per l'intossicazione grave: mancanza di sonno, affaticamento, perdita di appetito, nausea e vomito, sensazione di dolore al fegato e pesantezza nella regione epigastrica, colorazione gialla della pelle e sclera, prurito severo della pelle. sonnolenza.In più tardi la pressione del sangue inizia a diminuire, l'impulso diventa raro.

Questa condizione può durare per diversi mesi. Se sei fortunato, tutto finisce in recupero. Altrimenti, ci sono pericolose complicazioni:

sanguinamento, insufficienza epatica acuta, lesioni delle vie biliari, aggiunta di ulteriori infezioni.

Gli adulti dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite B? - Sì, dal momento che l'epatite B è una malattia cronica, una volta infettata, una persona non se ne libererà mai più. Allo stesso tempo, la suscettibilità al virus negli altri è elevata e i sintomi dell'epatite passano lentamente. La vaccinazione contro l'epatite B negli adulti è necessaria per evitare di contrarre questa pericolosa malattia. Questo è l'unico modo per prevenire la malattia.

Indicazioni per la vaccinazione

Il primo a vaccinare i bambini subito dopo la nascita, ad eccezione di coloro che hanno controindicazioni. Dopo la rivaccinazione (a 6 o 12 mesi), l'immunità è instabile e dura per cinque, massimo sei anni.

Gli adulti sono vaccinati a seconda delle prove. Dove gli adulti ricevono un vaccino contro l'epatite B? La vaccinazione viene effettuata nella clinica nel luogo di residenza o di permesso di soggiorno o al lavoro (con un dispositivo in una clinica specializzata, ospedale, clinica). Facoltativamente, a pagamento, è possibile inserire il vaccino in una clinica privata. In casi eccezionali, i pazienti gravi in ​​emodialisi o quelli che ricevono trasfusioni di sangue possono essere vaccinati in ospedale se il vaccino è disponibile.

Chi è vaccinato? - Tutti gli adulti a rischio.

Persone che hanno una portatrice di virus o una persona malata nella loro famiglia Studenti di medicina e tutti gli operatori sanitari Persone con gravi malattie croniche che vengono regolarmente trasfuse con emoderivati ​​Persone non precedentemente vaccinate che non avevano epatite virale B. Adulti che avevano avuto contatti con un virus infetto Materiale: persone il cui lavoro è correlato alla produzione di droghe dal sangue.Pazienti preoperatori se non sono stati vaccinati in precedenza.Pazienti oncoematologici vaccinati.

Programma di vaccinazione contro l'epatite B

I programmi di vaccinazione dell'epatite B per gli adulti possono differire a seconda della situazione e del tipo di farmaco.

Uno degli schemi - la prima vaccinazione è fatta, poi un mese dopo un altro e poi un altro dopo 5 mesi Una vaccinazione d'emergenza si verifica quando una persona viaggia all'estero. Si tiene il primo giorno, il settimo e il ventunesimo giorno. La rivaccinazione dell'epatite B negli adulti è prescritta dopo 12 mesi Il seguente schema è usato nei pazienti in emodialisi (purificazione del sangue). Secondo questo programma, un adulto viene vaccinato quattro volte tra le procedure nello schema da 0-1-2 a 12 mesi.

Dove sono gli adulti vaccinati contro l'epatite B? - per via intramuscolare, nel muscolo deltoide. In rari casi, quando una persona ha una malattia con alterata coagulazione del sangue, è possibile iniettare il farmaco per via sottocutanea.

Per evitare false reazioni al vaccino, verificare se è stato conservato correttamente.

Non ci dovrebbero essere impurità nella fiala del prodotto dopo l'agitazione Il vaccino non deve essere congelato, le condizioni ottimali di conservazione sono 2-8 ºC, altrimenti perde le sue proprietà. Cioè, l'infermiera non dovrebbe prenderla dal congelatore, ma dal frigorifero, controllare le date di scadenza.

Tipi di vaccini contro l'epatite B

Esistono sia vaccini individuali contro l'epatite B virale, sia complessi, che contengono inoltre anticorpi di altre malattie. Questi ultimi sono più spesso usati durante l'infanzia.

Quali farmaci possono essere somministrati agli adulti?

"Endzheriks-B" (Belgio) "HB-Vaxll" (USA) Il vaccino contro l'epatite B è ricombinante Il vaccino dell'epatite B è il lievito ricombinante "Sci-B-Vac" prodotto in Israele "Eberbiyovak HB" è un comune russo -Vaccino di Kubinskaya. "Evuks-B". "Shanvak-B" (India). "Biovak-B".

Quanto spesso viene fatto un vaccino contro l'epatite B agli adulti? Puoi essere vaccinato per la prima volta se ce ne sono delle indicazioni e quindi controllare la quantità di anticorpi del virus nel sangue. Se c'è una forte diminuzione in loro - il vaccino può essere ripetuto. Gli operatori sanitari dovrebbero essere immunizzati regolarmente, almeno una volta ogni cinque anni.

Controindicazioni per gli adulti

Controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti sono:

Periodo di gravidanza e allattamento Reazione a precedenti iniezioni di vaccino Intolleranza a uno dei componenti del farmaco Malattie infettive acute Esacerbazione di malattie croniche. La vaccinazione è raccomandata nel periodo di normalizzazione.

Reazioni e complicanze da vaccinazione

Gli adulti tollerano bene il vaccino contro l'epatite B, ma a causa delle caratteristiche individuali del corpo, possono verificarsi le seguenti reazioni:

indolenzimento e infiammazione nel sito del vaccino, ispessimento dei tessuti, cicatrici, la reazione generale può manifestarsi con febbre, debolezza, malessere.

Quali possono essere le complicazioni negli adulti per il vaccino contro l'epatite B?

Dolori articolari, addome o in myshts.Toshnota, vomito, perdita di feci, test può aumentare il livello di pokazateley.Obschie epatica e reazioni allergiche locali: prurito, eruzioni cutanee come orticaria. Nei casi più gravi, possono sviluppare angioedema o shoka.Byli anafilattiche registrati alcuni casi la reazione del sistema nervoso: convulsioni, neurite ottica (infiammazione dei nervi periferici), la meningite, paralisi da parte del myshts.Inogda motore un aumento nei linfonodi, e nell'analisi generale del sangue diminuisce Conta piastrinica Ci possono essere svenimenti e una temporanea sensazione di mancanza di respiro.

Se i sintomi non sono pronunciati, vengono disturbati per diverse ore e scompaiono da soli - non c'è bisogno di preoccuparsi. Per lunghi e persistenti reclami, è necessario consultare un medico e informare gli operatori sanitari che hanno vaccinato contro l'epatite B circa la comparsa di una reazione al vaccino. Come evitare tali situazioni? È importante imparare a comportarsi correttamente prima e dopo la vaccinazione.

Comportamento prima e dopo la vaccinazione

Le vaccinazioni devono essere pianificate in anticipo. La necessità di vaccinazione viene segnalata entro pochi giorni. Per avere una minima quantità di effetti collaterali sulla vaccinazione contro l'epatite B in un adulto, è meglio farlo prima del prossimo fine settimana. Si consiglia di rimanere a casa in questo periodo difficile per il corpo quando il sistema immunitario sta vivendo vaccinazioni nagruzku.Posle pronunciate non avete in programma una vacanza attiva con gli amici o la famiglia, cerca di non visitare luoghi con un sacco di persone e prodotti nei weekend essere prenotato in anticipo. Essere sicuri di passare attraverso la visita medica prescritta prima dell'immunizzazione, e dopo 30 minuti dopo la vaccinazione è rimasto sotto la supervisione di personale medico, introducendo vaktsinu.Ne bagnare il posto del farmaco almeno 24 chasa.Vmeste con il proprio medico necessario scegliere il programma ottimale di vaccinazione contro l'epatite B in adulti e discutere la possibilità di sintomatica medicinali in caso di complicanze.

Un adulto ha bisogno del vaccino contro l'epatite B? Sì, se è a rischio e può incontrare pazienti con epatite B. Un decorso leggero della malattia non salva una persona da possibili complicazioni. È molto più facile far fronte a una reazione di vaccinazione che curare l'epatite virale in caso di infezione per mesi.