Il gas naturale è la fonte di energia più promettente.

Cibo

Il Consiglio di amministrazione di Gazprom ha preso atto delle informazioni sulla valutazione delle prospettive di concorrenza del gas naturale nel mix energetico globale, anche rispetto al carbone.

L'incontro ha preso in considerazione vari scenari per lo sviluppo dell'energia mondiale. È stato osservato che le principali forze trainanti di questo settore dell'economia globale nei prossimi anni saranno il restringimento degli standard ambientali e l'aumento generale del costo dell'approvvigionamento energetico in un contesto di necessità di rafforzare la sicurezza energetica.

A questo proposito, il gas naturale ha una serie di vantaggi significativi rispetto ad altre fonti di energia. Il più importante di questi è l'elevato rendimento ambientale del gas rispetto ad altri tipi di combustibile, nonché l'attrattiva economica rispetto alle fonti di energia rinnovabile. Oltre ai vantaggi ambientali ed economici, il gas presenta una serie di vantaggi tecnologici, che sono di fondamentale importanza per l'industria elettrica. La più importante di queste è la disponibilità di gas come fonte di energia, che, a differenza delle fonti rinnovabili, non dipende dalle condizioni meteorologiche. Inoltre, per il settore elettrico è di fondamentale importanza il breve periodo di costruzione e i bassi costi di capitale nella costruzione di centrali a ciclo combinato a ciclo combinato.

Secondo la maggior parte degli analisti, i principali fattori che influenzano il mercato europeo, che è la base per l'azienda, saranno una riduzione della produzione nazionale di gas, un aumento delle importazioni e un ulteriore aumento degli standard ambientali. In particolare, nei paesi europei si prevede un aumento dei prezzi dei permessi per le emissioni di gas serra, nonché l'introduzione di norme più severe per il funzionamento delle centrali elettriche.

Le prospettive per il gas sono molto ottimistiche nei paesi della regione Asia-Pacifico. La Cina svolgerà il ruolo più importante nell'aumentare il consumo di gas. Ciò è dovuto agli alti tassi di sviluppo dell'economia cinese e al deterioramento della situazione ambientale nel paese.

In queste condizioni, Gazprom continua a monitorare lo sviluppo dell'energia mondiale. La società soddisfa pienamente le esigenze di gas dei suoi partner europei e sta anche sviluppando con fiducia nuovi mercati di vendita. C'è un lavoro sistematico e completo sullo sviluppo di nuovi campi e la creazione di nuovi canali di trasmissione del gas. Le capacità di produzione di gas naturale liquefatto vengono attivamente aumentate. L'uso del gas nel settore dei trasporti automobilistici e marittimi si sta espandendo.

Gas naturale come fonte di energia

Prenota, miliardi qui

Tempo di esaurimento, anni

La prospettiva di utilizzare qualsiasi risorsa per garantire l'energia del prevedibile futuro è conveniente per valutare il tempo, definito come segue. Il rapporto tra le riserve della fonte in esame e la metà del consumo energetico annuale stimato della metà del secolo, vale a dire per un valore di circa 15 miliardi qui / anno. L'incertezza nella stima delle riserve petrolifere previste (da 300 a 600 miliardi di tonnellate) e del gas (da 400 a 650 trilioni di m3) è in gran parte dovuta a ragioni politiche e di mercato. La stima superiore darà all'umanità circa 140 anni di energia. Sebbene le riserve petrolifere mondiali abbiano confermato fino ad oggi, 162,2 miliardi di tonnellate con il loro consumo attuale dureranno per circa 40 anni. Nella fig. 7.3 mostra il corso del tempo di esaurimento della risorsa petrolifera negli ultimi anni. Tenendo conto della dipendenza dimostrata e considerando che oltre il 60% delle riserve mondiali provate sono concentrate nei paesi del Medio Oriente, si può presumere che le riserve di petrolio potenzialmente non scoperte non superino le riserve disponibili. I nuovi giacimenti scoperti negli ultimi 20 anni non compensano la perdita annuale di petrolio. In ogni caso, "l'era del petrolio" finirà nella prima metà di questo secolo.

Fig. 7.3. Il tempo dell'esaurimento delle riserve petrolifere mondiali

Le riserve mondiali esplorate di gas naturale sono stimate all'inizio del XXI secolo. a 150 trilioni di m3. Al livello attuale del consumo dovrebbero essere sufficienti per più di 60 anni. Tuttavia, le prospettive per aumentare le riserve disponibili di gas naturale sono molto più ottimistiche. Gas naturale nella prima metà del XXI secolo. diventerà il vettore energetico dominante, ma la "epoca del gas", come componente principale della termopila, finirà in questo secolo. Tre quarti delle riserve litosferiche disponibili di fonti energetiche sono il carbone, che da un punto di vista ambientale è il tipo di carburante più "sporco", e ha anche una grande influenza sul miglioramento dell'effetto serra, che inevitabilmente richiederà di limitare il suo consumo. La maggior parte della crescita assoluta del consumo di carbone nei prossimi decenni sarà in due paesi: India e Cina (il 75% dell'aumento attuale). Le riserve totali di risorse naturali litosferiche possono fornire energia alla comunità umana a livello tecnico moderno, anche con un consumo costante di corrente di poco più di un secolo. Tuttavia, il consumo annuale di fonti energetiche tradizionali aumenta di oltre l'1,5% per ogni specie e non c'è alternativa a questa tendenza nel prossimo futuro.

Energia nucleare con reattori a neutroni termici (PTH) mentre gioca solo il ruolo di supporto di una fonte aggiuntiva di materie prime. I limiti delle risorse richiedono la ristrutturazione delle tecnologie energetiche esistenti nella prima metà di questo secolo. L'analisi delle dinamiche di sviluppo e il cambiamento delle principali tecnologie energetiche del passato testimoniano l'inerzia di creare nuove e sostituire le tecnologie esistenti, introducendo e conquistando una quota significativa nella produzione totale di energia di nuove fonti. La scala temporale per questa o quella tecnologia per raggiungere la posizione di leader nella produzione di energia è più di 100 anni, e il tempo di comparsa di nuove tecnologie significative è di circa 50 anni.

Fonti di energia alternative

Fin dall'inizio, un certo numero di scienziati ha espresso seri dubbi sulla possibilità di aumentare l'attenzione alle fonti energetiche alternative per quanto riguarda la loro capacità di soddisfare i crescenti bisogni energetici della comunità umana. Esistono numerosi ostacoli fondamentali alla possibilità di mantenere i flussi di energia richiesti da fonti alternative. In termini di indicatori lordi, solo l'energia solare e parzialmente l'energia eolica possono raggiungere il livello richiesto di produzione di energia in futuro. All'inizio del XXI secolo. La capacità totale installata di energia solare fotovoltaica ha raggiunto 5 GW, le centrali geotermiche circa 6 GW e la potenza di tutti i generatori eolici è stata di 94 GW. Confrontiamo le loro capacità con l'industria idroelettrica ampiamente utilizzata in tutto il mondo. La capacità totale di tutte le centrali idroelettriche allo stesso tempo era di quasi 700 GW con una produzione annua di 2,6 milioni di GWh. Il potenziale idroelettrico globale è stimato a 40 milioni di GWh, di cui solo 14 milioni di GWh sono adatti per lo sviluppo e 9 milioni di GWh sono economicamente vantaggiosi per l'uso in condizioni moderne. Ad esempio, l'energia idroelettrica norvegese rispetta quasi il 100% del suo fabbisogno energetico. La quota di energia idroelettrica è elevata anche nel bilancio di carburante di Svizzera, Austria e Canada. Tuttavia, in molti paesi è già stata sviluppata una parte significativa delle risorse idroelettriche e vi sono poche sezioni trasversali adeguate per le dighe. L'espansione dell'uso dei fiumi di pianura per la costruzione di centrali idroelettriche non è sempre giustificata, poiché vaste aree di terreno agricolo vanno sotto i serbatoi.

In realtà, solo oggi l'energia eolica si sta sviluppando su una scala industriale relativamente grande. Solo dal 2000 al 2007, la capacità installata totale di energia eolica è aumentata più di cinque volte. Nel 2007, gli impianti eolici di tutto il mondo hanno prodotto circa 200 miliardi di kWh, pari a circa l'1,3% del consumo mondiale di elettricità. Entro il 2030, l'uso dell'energia eolica negli Stati Uniti sarà in grado di coprire il fabbisogno di elettricità del paese di quasi il 20%, anche se ora il suo livello è solo dell'1% circa. Il più alto sviluppo di energia eolica nel nostro tempo è arrivato in Germania. Nel 2007, in questo paese, la capacità installata totale delle turbine eoliche in esercizio ha raggiunto 22 GW e ammonta a oltre il 14% di tutta l'elettricità prodotta in Germania quest'anno.

L'energia solare, come la maggior parte delle fonti alternative, è uno dei tipi più intensi di produzione di energia. Secondo i calcoli per la fabbricazione dei più semplici collettori di radiazione solare di 1 quadrato. km ci vogliono circa 10.000 tonnellate di alluminio, che viene speso per ottenere una grande quantità di energia. La creazione di un sistema solare globale assorbirebbe almeno il 20% delle risorse di ferro conosciute nel mondo. L'uso su larga scala di energia alternativa comporta un enorme aumento del fabbisogno di materiali e, di conseguenza, delle risorse di manodopera per l'estrazione di materie prime, il suo arricchimento, la produzione di materiali, la fabbricazione di varie attrezzature e il loro trasporto. Il costo del lavoro in energia alternativa, rispetto al tradizionale aumento di ordini di grandezza.

Un altro formidabile ostacolo allo sviluppo di fonti alternative è la loro scarsa disponibilità e vulnerabilità a varie condizioni naturali e meteorologiche. La disponibilità di energia solare ed eolica è solo del 20 40%, principalmente a causa della dipendenza dalle condizioni meteorologiche che non sono controllate dall'uomo. Allo stesso tempo, il fattore di disponibilità di energia idroelettrica raggiunge circa il 50%, mentre il corrispondente tasso di disponibilità di energia nucleare raggiunge il 75-80%.

Gli oceani del mondo sono il più grande collettore naturale della radiazione solare. In essa, tra acque di superficie calde e ad assorbimento solare e acque di fondo più fredde, si ottiene una differenza di temperatura fino a 20 ° C, che assicura un rifornimento continuo di energia termica, che in linea di principio può essere convertito in altri tipi. La conversione dell'energia termica immagazzinata dall'oceano in energia meccanica e quindi in energia elettrica richiede la creazione di un motore termico, in un modo o nell'altro, utilizzando la differenza di temperatura naturale tra la superficie riscaldata e gli strati di acque profonde raffreddate. Una stima approssimativa mostra che con una differenza di temperatura media dell'Oceano Mondiale di 12 ° C tra la superficie e profondità di circa 400 m, la quantità totale di energia termica immagazzinata è di 15 ∙ 1023 J. Una caratteristica del funzionamento dei TPP polari è quella di utilizzare la differenza di temperatura tra l'aria fredda e il congelamento non caldo sotto il ghiaccio dell'Artico. I calcoli mostrano che la potenza specifica ricevuta da 1 metro quadrato. m, l'area dell'oceano a una differenza di temperatura di acqua e aria di 10 ° C è di circa 18 kW / m2, e con una differenza di 30 ° C è 125 kW / m2. Pertanto, un TPP polare con una potenza di 1 MW disturberà le condizioni termiche su un'area di soli 20 metri quadrati. m.

La costruzione di centrali di marea e l'uso di energia delle onde influenzano negativamente lo stato della costa, cambiando le condizioni per le inondazioni, la salinizzazione, l'erosione della costa, la formazione di spiagge, ecc. Le centrali geotermiche hanno un forte impatto ambientale durante lo sviluppo di un campo, la costruzione di condutture a vapore e edifici di stazioni, ma di solito è limitato all'area del campo. Ad esempio, per il funzionamento di una stazione da 1000 MW, sono necessari 150 pozzi, che coprono un'area di oltre 19 metri quadrati. km. Gli impianti geotermici, con un'efficienza da 2 a 3 volte inferiore rispetto alle centrali nucleari e alle centrali termoelettriche, generano da 2 a 3 volte più emissioni termiche nell'atmosfera. Le acque termali contengono una grande quantità di sali di vari metalli tossici e composti chimici, così come radionuclidi. Tuttavia, le fonti energetiche alternative possono svolgere un ruolo nello sviluppo di "piccole energie" e nel risparmio energetico, ad esempio nel riscaldamento di case, illuminazione, piccole industrie, specialmente in quelle aree in cui le condizioni climatiche lo consentono o non utilizzano energia commerciale.

Gas come fonte di energia. Gas naturale

Gas come fonte di energia

Il segmento "gas naturale" comprende impianti e servizi che servono un approvvigionamento energetico decentralizzato basato sul gas naturale.

I numerosi vantaggi del gas naturale:

- Fonte di energia fossile pura;

- l'uso di gas naturale è associato alla più bassa emissione di CO2 rispetto a
altre fonti di energia fossile e serve a ridurre l'effetto serra.
Inoltre, anche il livello di emissioni di NO è estremamente basso.X, SO 2 e altri dannosi
sostanze;

- la più importante fonte di energia fossile: oggi il gas naturale svolge un ruolo significativo
nell'approvvigionamento energetico, nei prossimi 50 anni, diventerà il primario più importante
fonte di energia;

- rete sviluppata di gasdotti: utilizzo ottimale dei vantaggi degli aggregati per
Il gas naturale è fornito anche da una rete ben sviluppata di gasdotti.

Il gas associato o flare è una delle sottospecie del gruppo di combustibili "gas naturale". Il gas associato emesso durante la produzione di petrolio è costituito principalmente da metano e idrocarburi pesanti. La predominanza di queste sostanze porta alla combustione della detonazione e richiede uno speciale adattamento dei motori a gas, l'uso locale dei relativi scarti di produzione petrolifera senza gas - può fornire elettricità e calore al campo nei punti più distanti. Pertanto, il problema del riciclaggio rispettoso dell'ambiente è risolto razionalmente ed economicamente.

Il gas torcia è anche una preziosa materia prima energetica e può essere utilizzato in modo più efficiente con l'attrezzatura Jenbacher.

Ad esempio, nel 1997 la compagnia petrolifera brasiliana Petrobras ha installato un modulo Jenbacher, la cui energia viene utilizzata per preriscaldare il petrolio greggio. Circa 250 m 3 di gas di torcia all'ora, invece di riscaldare l'atmosfera e causare rimproveri da parte delle organizzazioni ambientali, producono 1.164 kW di elettricità e 1.708 kW di energia termica.

La società realizza progetti più grandi in Russia. Severnaya Neft Company
utilizza 5 moduli della serie 320 in versione container. Per OJSC Sibneft
Noyabrskneftegaz "costruì una centrale elettrica con una capacità totale di 10 MW, diversi
sono state costruite centrali elettriche più piccole per un certo numero di compagnie petrolifere a Tyumen
aree (Holoil, Hancheneftegaz, Rosnefteexport, ecc.).

Il gas naturale è una fonte affidabile di energia per tutta l'umanità

Circa l'origine del gas naturale fino ad oggi ci sono accesi dibattiti tra gli scienziati. Identificano due concetti possibili, vale a dire minerali e biogenici, a seguito dei quali minerali di idrocarburi sono comparsi nelle profondità del nostro pianeta. Sebbene sia un'importante risorsa di materie prime e invisibile, ma da questo non diventa meno popolare.

Composizione di gas naturale

Un minerale è costituito da una miscela di vari gas, ovvero metano, butano, propano e alcune sostanze non idrocarburiche. Questi includono idrogeno, azoto, elio, idrogeno solforato e una serie di altri componenti. Nella sua forma pura, il gas è "senza volto", cioè non ha né colore né odore. Spesso situato a una profondità di diversi chilometri.

Le proprietà fisiche di un gas dipendono direttamente dalla sua composizione. Ad esempio, la temperatura della sua combustione spontanea raggiunge i 650 gradi Celsius.

I più grandi giacimenti di gas

Vale la pena notare che la Russia ha le maggiori riserve di minerali. Molto meno gas naturale è disponibile in Iran, Norvegia, Canada, Azerbaigian e Arabia Saudita. Le sue riserve sono in piccole quantità in altri paesi.

Come conseguenza del rapido ritmo del consumo di energia, vi è un'urgente necessità di produzione di gas, e quindi - per il suo ulteriore trasporto.

Estrazione e successivo trasporto di gas naturale

È interessante notare che l'era di questo minerale è iniziata relativamente di recente, vale a dire - 60 anni fa. La scoperta di un nuovo campo nei Paesi Bassi ha rappresentato una sorta di impulso per lo sviluppo dell'industria del gas e del settore energetico.

L'esplorazione, pre-effettuata da esperti, consente di determinare la posizione dei depositi di gas. Poiché si trova in pori o vuoti microscopici, viene estratto usando i pozzetti. Tendono ad arrangiarsi uniformemente sull'intera area di un campo per evitare alcune conseguenze indesiderabili. Questi includono il taglio dell'acqua prematuro o il flusso di gas naturale.

Cosa lo fa uscire dalle viscere della terra? Il fatto è che il gas è sotto una certa pressione, che supera ampiamente la pressione atmosferica. Pertanto, la differenza di pressione del sistema di raccolta e il serbatoio contribuiscono alla sua produzione.

Nell'industria del gas, i seguenti metodi di estrazione sono più spesso utilizzati:
- perforazione direzionale;
- fratturazione idraulica.

Grazie a questi metodi, varie aziende sono state in grado di ottenere risultati eccellenti con costi finanziari minimi. Inoltre, questi metodi contribuiscono a una produzione di gas naturale più sicura.

I gasdotti sono solitamente usati per trasportare il gas prodotto. La loro lunghezza è spesso superiore a mille chilometri. Per scaricare, selezionare e memorizzare nel territorio di un determinato paese, è in costruzione un complesso ingegneristico. Ad esempio, solo in Russia ci sono più di 20 repository.

Il trasporto di gas naturale, di norma, viene effettuato con l'ausilio di vettori di gas (navi cisterna speciali), serbatoi ferroviari e il gasdotto.

ambito di applicazione

Vale la pena notare che il gas naturale è spesso usato nelle famiglie e nelle industrie. Sempre più spesso viene utilizzato per riscaldare edifici residenziali e per riscaldare l'acqua.

Il gas viene persino usato come materia prima nell'industria chimica per la plastica.
Evidenziando la quantità minima di sostanze pericolose, i proprietari di auto riorganizzano i loro veicoli. Dopo tutto, il gas è spesso usato come carburante.

Ottenere energia affidabile ed economica per la popolazione è la chiave per la prosperità economica in futuro. Va notato che il gas naturale è una fonte di enormi opportunità e prospettive. Lo sviluppo di nuovi campi, produzione di gas e trasporti contribuirà a soddisfare le esigenze dell'umanità in risorse energetiche tanto necessarie.

Gas naturale come fonte di energia a basse emissioni di carbonio

Gli scienziati tedeschi hanno confermato la relativa sicurezza del "carburante blu" per il futuro del pianeta

Foto del servizio stampa di PJSC "Gazprom"

Il 1 ° marzo 2017, la Direzione Generale della Commissione Europea sul Clima ha tenuto una presentazione dei risultati di uno studio DBI sull'impronta di carbonio del gas naturale, confermando il ruolo del gas naturale come fonte di energia a basse emissioni di carbonio.

Questo studio è stato avviato dall'associazione tedesca del futuro del gas naturale Zukunft Erdgas insieme a Gazprom, Uniper, Wintershall, E.ON, Shell, Statoil, Gasunie, WINGAS, Gazprom Germania dopo aver pubblicato uno studio di Exergia su questo argomento, commissionato dalla Commissione europea, quali esperti del settore consideravano tendenzioso.

Come è noto, nel luglio 2015 la direzione Energia della Commissione europea ha pubblicato uno studio sulla valutazione delle emissioni di gas serra di vari tipi di combustibili (Studio sui dati effettivi sui gas serra per diesel, benzina, cherosene e gas naturaleENER / C2 / 2013-643), che è stato effettuato dai consulenti Exergia SA (Grecia), E3M-Lab (Grecia) e COWI A / S (Danimarca).

Si è ipotizzato che i risultati della relazione sarebbero stati utilizzati come base per la nuova direttiva sulle fonti energetiche rinnovabili, nonché per la revisione della direttiva sull'efficienza energetica e la direttiva sulla qualità dei carburanti in termini di determinazione del tenore massimo di carbonio del combustibile autorizzato nell'UE, tenendo conto dell'intera catena di vita dei prodotti.

Questi studi hanno riguardato l'intera catena vitale dei carburanti: benzina, gasolio, cherosene e gas naturale "dal pozzo al rifornimento" senza una fase di combustione del carburante tenendo conto della regione di origine degli idrocarburi e della regione di consumo di carburante in Europa (oltre 100 rotte) a partire dal 2012. e previsioni corrispondenti per il 2020 e il 2030

Il modello di GHGenius sviluppato dall'esperto canadese Don O'Conor è stato utilizzato per valutare le emissioni di gas serra prodotte dall'industria del gas. L'analisi ha preso in considerazione non solo le emissioni dirette ma anche quelle indirette.

Secondo il confronto presentato nel rapporto di Exergia, l'uso del gas naturale porta a maggiori emissioni di gas serra rispetto all'uso di cherosene, diesel e benzina.

Le associazioni e le società europee del gas sono fortemente in disaccordo con questi risultati. Hanno chiesto di coinvolgere i rappresentanti dell'industria del gas per correggere i dati del report. L'associazione tedesca del futuro del gas naturale Zukunft Erdgas insieme a PJSC Gazprom, Uniper, Wintershall, E.ON, Shell, Statoil, Gasunie, WINGAS, Gazprom Germania hanno avviato la propria ricerca che ha consentito l'inesattezza del rapporto Exergia pubblicato in precedenza e fornito al pubblico più dati oggettivi.

I calcoli eseguiti dall'Istituto tedesco DBI hanno dimostrato che l'impronta di carbonio del gas naturale russo fornito all'Europa centrale è inferiore del 48% rispetto a quanto dichiarato nel rapporto Exergia del 2012. Rispetto ai dati del 2015, il calo è stato del 61% a causa della modernizzazione annuale e dell'aumento della quota di esportazioni attraverso il Nord Stream.

Lo studio del DBI ha reso possibile, sulla base di dati oggettivi, confermare il ruolo del gas naturale come fonte di energia a basse emissioni di carbonio.

L'impronta di carbonio ricalcolata è stata precedentemente presentata il 30 settembre 2016 presso la direzione generale dell'Energia della Commissione europea. Inoltre, i risultati dello studio DBI sono stati presentati a Vienna come parte del gruppo di lavoro del Consiglio consultivo per il gas del Dialogo sull'energia Russia-UE il 14 ottobre 2017.

Si prevede che gli esperti della Commissione europea traggano conclusioni da questo studio e il gas naturale occuperà la sua posizione permanente nella futura strategia energetica europea.

I materiali di ricerca sono disponibili per riferimento. http: //www.dbi-g ut.de/ sul sito DBI nella sezione "Projekt" Treibhausgasvork ettenemissionen von Erdgas "

Lasciare commenti può solo utenti autorizzati.

Tutto sul trasporto di gas

Il mondo è sempre più preoccupato per la sicurezza energetica e l'ecologia. L'energia dei paesi moderni viene costantemente modernizzata, e un'attenzione particolare è rivolta alle fonti energetiche alternative, a un nuovo tipo di combustibile: il metano.


Ci sono molti progetti per il posizionamento di celle solari sulla Terra. Così, ad esempio, nel deserto del Sahara, se organizzi una rete di celle solari, questo darà un'enorme quantità di energia a tutti i campi che partecipano a questo progetto. Esistono progetti simili per altri deserti sul nostro pianeta. Ma sono tutti molto costosi e richiedono molto tempo per essere ripagati, quindi nel prossimo futuro è improbabile vederli diventare realtà. Le turbine a metano e a gas sono più realistiche per l'energia moderna.


Inoltre, l'energia eolica è rilevante. Molti paesi moderni lo usano con successo e le loro percentuali di energia ricevute aumentano gradualmente, ma ripagano a lungo. Quindi le turbine e il metano sono più rilevanti che mai.

Prima di fare una domanda leggi: FAQ

Gas naturale: la principale fonte di energia in futuro

In futuro, il gas naturale sarà la principale fonte di energia

Secondo il ministro delle risorse naturali e dell'ecologia della Federazione russa, Sergey Donskoy, dal 2034 il gas prenderà il posto della più importante fonte di energia del mondo. Ha anche affermato la necessità di scoprire e sviluppare nuovi giacimenti di petrolio e gas.

Secondo le informazioni fornite dagli esperti, la quota di combustibili fossili entro il 2050 sarà ridotta dall'80 al 50%. Si noti che circa il 44% delle forniture di energia verrà da gas e petrolio. Allo stesso tempo, nel 2034, il gas dovrebbe diventare la principale fonte di energia.

Produzione di petrolio e gas in Russia

In connessione con tali previsioni, uno dei compiti chiave per la Russia al momento è l'organizzazione di nuovi centri per l'estrazione di petrolio e gas. I principali campi russi oggi sono già in una fase matura di sviluppo.

Donskoy ha sottolineato la possibilità di nuove scoperte di piccoli giacimenti di gas, nonché di campi che consentono l'estrazione di idrocarburi non convenzionali. Ha aggiunto che esiste la possibilità di trovare tali scoperte sul pennacchio continentale della Russia e nella parte settentrionale della Siberia.

Previsioni di esperti sul consumo di gas naturale

Gli esperti prevedono che nel prossimo futuro il consumo di gas aumenterà. Inoltre, la crescita interesserà non solo le regioni le cui economie si stanno sviluppando, ma anche le regioni con economie consolidate. Inoltre, paesi come l'India e la Cina stanno ora attivamente utilizzando il carbone. Nel corso del tempo, abbandoneranno questo gas fossile in favore, poiché il carbone non è una fonte di energia rinnovabile al momento, la sua produzione è molto laboriosa e non può essere utilizzata in tutte le aree di attività e il rapporto di efficienza è molto inferiore a quello del gas. Anche la combustione del carbone provoca gravi danni all'ambiente.

In precedenza, il Ministero dell'Energia della Federazione Russa ha riferito sulla prevista crescita della produzione di gas e petrolio sullo scaffale nel 2017 (vedi Produzione di petrolio).

Scienziati di tutto il mondo sono alla ricerca attiva di fonti alternative di energia rinnovabile, in primo luogo elettricità, energia solare, vento e nucleare. L'energia solare è la più sicura, ma il suo utilizzo è possibile solo in alcune zone climatiche, è attivamente utilizzato negli Stati Uniti.

Gas naturale come fonte di energia per i motori a combustione interna

Proprietà fisiche e chimiche del gas naturale come un tipo promettente di carburante, condizioni e caratteristiche del suo utilizzo nel settore dei trasporti. I vantaggi e gli svantaggi dell'uso di questo carburante nei motori a combustione interna, il dispositivo del suo sistema.

Invia il tuo buon lavoro nella base di conoscenza è semplice. Utilizza il modulo sottostante.

Studenti, dottorandi, giovani scienziati che usano la base di conoscenze nei loro studi e nel lavoro saranno molto grati a voi.

Pubblicato a http://www.allbest.ru/

Pubblicato a http://www.allbest.ru/

Gas naturale come fonte di energia per i motori a combustione interna

motore di trasporto del combustibile gassoso

L'oggetto della ricerca svolta per questo lavoro di prova è il gas naturale come fonte di energia per un motore a combustione interna.

Lo scopo di questo test è lo sviluppo della disciplina "Transport Energy", attraverso lo studio del quale acquisiremo conoscenze teoriche, mentre formiamo una visione comune dell'oggetto della nostra esecuzione: il gas naturale.

Per raggiungere questo obiettivo saranno risolti i seguenti compiti:

? Studiamo la struttura e il principio del motore a gas;

? Faremo conoscenza con i tipi di gas combustibile;

? Considerare il gas naturale come carburante;

? Facciamo conoscenza con le proprietà fisico-chimiche del gas combustibile.

Parlando dello sviluppo del tema del test, voglio sottolineare che ho usato principalmente letteratura speciale, che sarà elencata nella lista dei riferimenti, dopo aver spiegato tutti gli aspetti principali di questo lavoro e, ovviamente, il metodo descrittivo di base per studiare l'argomento.

Per una dichiarazione più accurata dei fatti, ho utilizzato uno schema di ricerca in cui sono stati analizzati aspetti teorici, pratici e organizzativi per ciascun oggetto e problema:

· La necessità di utilizzare il gas naturale;

· Vantaggi e svantaggi dell'utilizzo del gas naturale come fonte di energia per un motore a combustione interna;

· Il dispositivo del sistema di alimentazione del motore a combustione interna.

L'argomento di questo test viene eseguito da una certa angolazione, al fine di prestare particolare attenzione a questioni particolari.

1. La necessità di utilizzare il gas naturale

La sicurezza ambientale dei motori a gas all'inizio del XXI secolo è diventata il fattore principale che rende indiscutibili i vantaggi del carburante per motori a gas. Questa sicurezza è determinata da tre fattori:

· Riduzione del consumo di risorse in rapido esaurimento;

· Emissioni significativamente inferiori di inquinanti nell'aria da parte di motori a gas rispetto all'uso di combustibili petroliferi;

· Riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Le risorse naturali di metano sono molto più alte delle riserve di petrolio. Inoltre, nel caso dell'uso del gas naturale come carburante, praticamente tutto ciò che viene estratto dal sottosuolo può essere utilizzato per uno scopo qualificato. I carburanti di origine petrolifera si ottengono dopo la raffinazione, mentre la percentuale di prodotti petroliferi leggeri è lontana dal 100%. Cioè, l'uso di olio combustibile richiede un maggiore depauperamento delle risorse naturali rispetto al consumo di carburante. I calcoli mostrano che nel caso del trasferimento di veicoli a gas combustibile, la sicurezza del carburante per l'umanità sarà di almeno 200 anni. Allo stesso tempo, le risorse petrolifere possono essere esaurite in 30-50 anni, cioè in un brevissimo periodo di tempo per la ristrutturazione della politica delle risorse energetiche.

La riduzione delle emissioni di inquinanti nell'atmosfera quando si utilizza il gas combustibile è determinata dalle stesse proprietà del gas naturale, che garantisce un'elevata efficienza del carburante dei motori. A causa dell'elevato valore del limite di esaurimento (54 g di carburante per 1 kg di aria), i motori a benzina sono costretti ad adattarsi a miscele ricche, il che comporta una mancanza di ossigeno nella miscela e una combustione incompleta del carburante. Di conseguenza, lo scarico di un tale motore può contenere una quantità significativa di monossido di carbonio (CO), che è sempre formato con una mancanza di ossigeno. Nel caso in cui vi sia abbastanza ossigeno, durante la combustione si sviluppa una temperatura elevata (superiore a 1800 ° C), in cui l'azoto dell'aria viene ossidato con ossigeno in eccesso per formare ossidi di azoto, la cui tossicità è 41 volte superiore alla tossicità del CO, un agente chimico. Oltre a questi componenti, i gas di scarico dei motori a benzina contengono idrocarburi e prodotti di ossidazione incompleta, che si formano nello strato di parete della camera di combustione, dove le pareti raffreddate ad acqua non consentono al combustibile liquido di evaporare in un breve ciclo del motore e limitano l'accesso di ossigeno al combustibile. Nel caso del gas combustibile, tutti questi fattori sono molto più deboli, principalmente a causa di miscele più povere. I prodotti di combustione incompleta non sono praticamente formati, poiché c'è sempre un eccesso di ossigeno. Gli ossidi di azoto si formano in quantità minori, poiché con le miscele magre la temperatura di combustione è molto più bassa. Lo strato vicino alla parete della camera di combustione contiene meno carburante con miscele povere di gas-aria che con aria più ricca di benzina. Pertanto, con un motore a gas correttamente regolato, le emissioni di monossido di carbonio nell'atmosfera sono 5-10 volte inferiori a quelle della benzina, gli ossidi di azoto sono 1,5-2,0 volte meno e gli idrocarburi sono 2-3 volte meno. Ciò consente di rispettare i promettenti standard di tossicità delle auto ("Euro-2" e possibilmente "Euro-3") con test adeguati dei motori.

Gas serra - biossido di carbonio - si forma durante la combustione del carbonio, che fa parte del combustibile. Il contenuto di carbonio del metano è del 75% in peso, la benzina è dell'85%. Pertanto, con la combustione completa del metano, il biossido di carbonio (CO2) si forma il 13% in meno rispetto alla benzina. Cioè, l'uso del gas naturale come carburante per automobili invece della benzina porterà anche a una diminuzione delle emissioni di gas serra, che recentemente è diventato uno dei principali problemi ambientali della Terra.

2. Gas naturale come fonte di energia per un motore a combustione interna

Il gas naturale è un minerale. Il gas, così come il petrolio e il carbone, si formava nelle viscere della terra da sostanze organiche di origine animale (cioè sedimenti di organismi a vita lunga) sotto l'azione di alte pressioni e temperature.

Oggi il gas naturale è la principale fonte di energia primaria. Tutti i composti gassosi, principalmente greggi di idrocarburi, che vengono estratti dalle viscere della terra e sono combustibili, sono chiamati gas naturale. Sono inodori e contengono molte impurità.

Nel combustibile e nelle risorse energetiche del mondo, il gas naturale è stimato a 630 miliardi di m3, che è il 4,9% della quantità totale di risorse di combustibile, e il suo possibile valore recuperabile è determinato a 500 miliardi di m3 qui, vale a dire. Circa l'80% delle risorse previste. È noto che la quota di gas naturale nel bilancio energetico globale dal 1900 è aumentata a un ritmo lento e nel mondo il consumo di vari tipi di combustibile all'inizio di questo secolo era stimato allo 0,9%.

Il gas naturale è il miglior tipo di combustibile pulito e conveniente.

Su di esso puoi cucinare, possono essere riscaldati a casa. Su di esso puoi cucinare, possono essere riscaldati a casa. Il gas naturale è ampiamente utilizzato nell'economia nazionale. Si distingue per la completezza della combustione senza fumo e fuliggine; nessuna cenere dopo la combustione; facilità di accensione e regolazione del processo di combustione.

Le riserve di gas naturale sul nostro pianeta sono molto grandi. È una fonte di materie prime per l'industria chimica. Oltre al gas naturale, c'è un gas artificiale. Fu prima ottenuto in laboratorio alla fine del XVIII secolo. All'inizio, le strade e le stanze erano illuminate con gas artificiale, motivo per cui veniva chiamato il "gas di illuminazione". Oltre a questi gas, vi sono anche gas di petrolio associati. Dalla sua origine, anche il gas naturale. Ha ricevuto un nome speciale perché si trova in depositi con olio - si è dissolto in esso e si trova sopra l'olio, formando un "tappo" di gas. Quando si estrae l'olio sulla superficie, viene separato da esso a causa di una pressione improvvisa.

L'energia del gas naturale è determinata dal metano, che, a seconda del campo, rappresenta l'85 - 99% della massa totale di gas. Le proprietà fisico-chimiche del metano sono significativamente diverse dagli altri idrocarburi che costituiscono i carburanti più comuni (benzina, cherosene, diesel, ecc.). La molecola di metano è il più corto di tutti gli idrocarburi conosciuti, contiene 1 atomo di carbonio e 4 atomi di idrogeno, che sono collegati tra loro non solo grazie alle solite forze intramolecolari, ma anche mediante uno specifico legame idrogeno. Questo rende il metano uno dei composti naturali più resistenti e fornisce quindi qualità che sono particolarmente preziose quando si utilizza il gas come carburante.

Il calore di combustione del metano è 49,4 MJ / kg. Per la benzina del motore, questa cifra è pari a 45,2 MJ / kg, che è del 9% in meno. Rispetto al cherosene per aviazione, i benefici del metano sono ancora più elevati - 11%. Questo dà la prospettiva di utilizzare il metano come carburante per motori aeronautici, dal momento che gli indicatori di peso in questo tipo di trasporto sono decisivi.

L'efficienza del carburante di un motore a gas - l'indicatore più importante di un motore di un'auto - è determinata dal numero di ottano del carburante e dal limite di accensione della miscela aria-carburante.

Il numero di ottano è un indicatore della resistenza di detonazione del carburante, che limita la possibilità di utilizzare il carburante in motori potenti ed economici con un alto grado di compressione. Nella tecnologia moderna, il numero di ottano è l'indicatore principale del livello del carburante: più è alto, più è buono e più costoso il carburante. A causa dell'elevata resistenza della molecola di metano, il gas naturale ha il più alto numero di ottano di tutti i combustibili idrocarburici da 105 a 120 unità, cioè ha una resistenza di detonazione superiore a quella dello standard di questo indicatore, l'isoottano. La benzina più comune in Russia ha numeri di ottano: 80-AI, AI-92, AI-95 e AI-98. Questa qualità consente di utilizzare il gas naturale non solo per tutti i tipi di motori ad accensione comandata, ma anche di forzare questi motori in base al rapporto di compressione, migliorando la potenza e le prestazioni economiche.

Il gas naturale nella maggior parte dei paesi è il tipo più comune di carburante alternativo. Il gas naturale come carburante può essere utilizzato sia come gas compresso, compresso a una pressione di 200 atmosfere, sia come gas liquefatto raffreddato a -160 ° C. Attualmente, il più promettente è l'uso di gas liquefatto (propano-butano). In Europa, questo combustibile è chiamato GPL (gas di petrolio liquefatto - gas di petrolio liquefatto). Mentre il gas compresso (metano) si trova in serbatoi con una pressione di 200 bar, che è di per sé un pericolo maggiore, il GPL viene liquefatto a una pressione di 6-8 bar. In Europa oggi ci sono circa 2,8 milioni di macchine GPL.

2.1 Proprietà fisico-chimiche del carburante

Per praticare l'uso diffuso del gas naturale negli ICE per autoveicoli, è consigliabile valutare criticamente alcune delle ragioni del fallimento di precedenti tentativi. Gli esperti sanno che il sistema di trasporto veicolo-conducente-ambiente può funzionare in un unico processo tecnologico se tutti i suoi collegamenti funzionano correttamente. Il fallimento in uno dei collegamenti porta a un risultato negativo. Il funzionamento efficiente, affidabile e duraturo di un motore di un'automobile è possibile solo sul carburante per il quale è stato creato. Non è consentito utilizzare carburante inappropriato, poiché i costi di manutenzione e riparazione aumentano, le prestazioni del veicolo si deteriorano, le parti del motore possono deteriorarsi.

All'inizio della progettazione di un motore a combustione interna per automobili, è necessario determinare la qualità del gas naturale da rifornire in bombole di gas. Una rigorosa regolazione dei parametri del gas naturale influisce sul flusso di lavoro e sui parametri calcolati. Ma il gas naturale proveniente da diversi campi differisce in un calore inferiore di combustione nell'intervallo da 33 × 294 a 47007 kJ? /? M3, contenuto di metano dal 69,1 al 99,6 percento e ha un intervallo di numero di ottano da 80 a 115 unità. I gas possono contenere grandi quantità di idrogeno solforato, catrame, polvere, ossigeno, composti di cianuro e altre impurità che riducono la durata del motore. Ciò dimostra la necessità di preparazione chimica e meccanica del gas naturale prima di rifornire di carburante una macchina presso la stazione di rifornimento CNG.

Possiamo ricordare GOST 6367? 53 "Gas compressi per bombole di gas". Tre diversi tipi di gas sono stati scaricati nelle stazioni di servizio: "naturale", contenente (in volume) 70-98 percento di metano, 1-10 percento di etano e altre impurità, "coking metanoizzato", con metano non inferiore al 65 percento e "coke arricchito ", In cui non meno del 50 percento di metano e non più del 12 percento di idrogeno. Questi gas sono stati utilizzati nei motori a benzina A-56 e A-66. Secondo le condizioni tecniche TU 51? 166? 83 "Gas naturale combustibile. Due marchi CNG, "A" e "B", sono stati rilasciati su stazioni di rifornimento CNG per veicoli CNG. Differivano solo per densità e contenuto di calore a causa della diversa composizione del volume di metano e azoto. Indicatori chiave:

* pressione del gas in bombole, non inferiore a 19,62 (200) MPa (kgf? /? cm2);

* temperatura del gas fornito ai veicoli di riempimento del gas, ° C, non più

* per zone climatiche temperate e fredde +40,

* per la zona climatica calda +45;

* volume della composizione del componente, percentuale di metano

Dieci fonti di energia che distruggeranno l'industria petrolifera

Energia alternativa: c'è una possibilità?

Le fonti di energia alternative non sono un mito. E, naturalmente, l'energia alternativa è più pulita rispetto alle tradizionali fonti di energia: petrolio e gas. Anche se aziende come BP, Exxon e qualsiasi altra società produttrice di petrolio che tragga profitto dall'alto costo dei combustibili fossili, probabilmente vogliono che pensiamo in modo diverso. Il combustibile fossile mondiale ha 275 milioni di anni. Ma è giunto il momento di ritirarsi dalle risorse popolari ma molto tossiche del pianeta per passare a fonti di energia rispettose dell'ambiente. Ecco dieci tipi di energia alternativa che prima o poi distruggeranno l'industria petrolifera del pianeta.

Oggi il consumo di energia primaria mondiale proviene da tre forme di carbonio fossile: carbone, petrolio e gas naturale. Il mondo intero come energia produce e brucia l'87 percento di questo tipo di carburante.

Ma il vero costo di bruciare le fonti di energia sporche è l'ecologia dell'intero pianeta. E i leader mondiali riconoscono l'importanza delle fonti energetiche alternative. Questo è il motivo per cui molti paesi del mondo stanno gradualmente sviluppando l'estrazione di energia da nuove fonti ecocompatibili.

Inoltre, la necessità di sviluppare energie alternative è associata a una riduzione delle riserve petrolifere mondiali. Certo, al momento stiamo assistendo a un temporaneo aumento delle scorte. Ma ciò è dovuto a una diminuzione della domanda dovuta all'instabilità finanziaria di molte economie del mondo. Ma presto la caduta delle scorte continuerà in modo esponenziale. È inevitabile Certo, ci sono molti altri campi petroliferi in tutto il mondo. Tuttavia, si stanno esaurendo a velocità tremenda. La matematica è semplice: a causa dell'aumento del consumo di petrolio in futuro, il petrolio si esaurirà inevitabilmente in meno di cento anni.

Ci vogliono milioni di anni fa di combustibili fossili per formare l'esatta formula chimica che ci consente, ora, di estrarre petrolio, carbone o gas senza costi eccessivi, di bruciare carburante e ottenere energia a basso costo. Sfortunatamente, l'umanità non può creare artificialmente questi idrocarburi fossili. Se il mondo non riduce la sua dipendenza da questo tipo di carburante nei prossimi anni, allora in meno di 100 anni, il mondo rimarrà completamente senza i tradizionali tipi di energia.

Ma l'inizio dello sviluppo di fonti energetiche alternative è già stato fatto. Secondo gli esperti, le fonti energetiche rinnovabili entro il 2035 forniranno al pianeta energia a livello del 25 percento. Ma non è niente su scala globale.

E questo è in considerazione del fatto che, molto probabilmente, prima o poi, l'umanità comincerà ad abbandonare anche l'energia nucleare. Ad esempio, a seguito dei disastri di Fukushima e della centrale nucleare di Chernobyl, il mondo si è trovato di fronte a ricadute radioattive da cui ha sofferto l'intero pianeta. Ecco perché in molti paesi del mondo, sempre più, molti politici sono favorevoli all'abbandono delle centrali nucleari.

Incredibilmente, i combustibili fossili sono più dannosi dell'energia nucleare. Questo è ciò che dà impulso allo sviluppo di fonti energetiche alternative e rinnovabili. Perché spendere miliardi per danneggiare l'intero pianeta quando è possibile utilizzare l'energia naturale da fonti rinnovabili come il sole, il vento, i fiumi e gli oceani?

10) Energia eolica

Il vento è naturale Se c'è ossigeno, atmosfera, ecc. cioè, il movimento delle masse d'aria. E il vento non lascerà il nostro pianeta nei prossimi milioni di anni. Il vento non esaurisce lo strato di ozono del pianeta. Il vento non ha proprietario. A proposito, nel corso dei secoli passati, l'umanità non ha inventato nulla di nuovo per usare il vento. Per secoli, le persone hanno utilizzato mulini a vento per trasferire l'energia eolica alle macchine per la lavorazione del grano.

Il principio di estrarre energia dal vento rimane lo stesso. Non solo, ma fino agli anni '80, nessuno al mondo ha cercato di creare un'installazione che aiutasse ad estrarre energia dal vento. Ma dopo il 1980, le prime centrali eoliche hanno iniziato a essere lanciate negli Stati Uniti.

Ci sono attualmente oltre 13.000 installazioni aerodinamiche che producono energia pulita negli Stati Uniti. Negli Stati Uniti vengono utilizzate piccole turbine eoliche in grado di produrre fino a 100 kW e fornire alla famiglia l'energia necessaria.

Anche in America vengono utilizzate turbine eoliche onshore che raccolgono l'energia del vento che scorre sugli oceani. Inoltre, i generatori eolici sono comuni nelle aree rurali, collocati nei campi.

A partire dal 2016, è la forma di energia più economica negli Stati Uniti. Circa 6 centesimi per 1 kWh. Un altro vantaggio dell'energia eolica è la necessità di utilizzare l'acqua per la produzione di elettricità, che è importante a fronte di una carenza di acqua naturale su scala globale.

9) Energia idroelettrica

Le centrali idroelettriche sono molto popolari in tutto il mondo. È interessante notare che in alcuni paesi le centrali idroelettriche forniscono alla popolazione il 75% dell'energia necessaria.

Ad esempio, una centrale idroelettrica a Itaipu (Paraguay) fornisce il 90% del fabbisogno energetico del paese. Inoltre, questa stazione fornisce energia al Brasile, fornendo il 20 percento dell'energia elettrica necessaria in tutto il Brasile. La capacità delle turbine idrauliche è pari al 10% della capacità totale delle centrali idroelettriche di tutto il mondo.

La prima grande centrale idroelettrica è stata aperta alle Cascate del Niagara sul confine USA-Canada nel 1879. Con l'aiuto della diga, è assicurata una produzione di energia più rispettosa dell'ambiente

Attualmente, il costo dell'energia idroelettrica è inferiore alla metà del costo dell'energia estratta dai pannelli solari e tre volte inferiore al costo dell'energia termica.

Inoltre, l'energia idroelettrica ha un'efficienza superiore rispetto a quando si bruciano carbone e gas. Ad esempio, l'efficienza del carbonio fossile è del 50%, mentre l'efficienza di una centrale idroelettrica è del 90%. Inoltre, quasi tutta l'acqua utilizzata per il funzionamento delle turbine elettriche viene restituita allo stoccaggio di riserva.

8) Energia solare

L'energia solare non è nuova. Lo scienziato svizzero Horace de Saussure costruì il primo apparecchio nel 1767, che, usando l'energia termica, riscaldò l'acqua per il lavaggio e la cottura. Successivamente, Clarence Kemp brevettò il primo scaldacqua solare nel 1891.

A causa della crisi petrolifera negli anni '70, un movimento iniziò a esplorare l'energia alternativa nel mondo.

Nonostante il calo dei prezzi del petrolio nei prossimi due decenni, lo studio è continuato e alla fine ha dato i suoi frutti. Nel 2014, il costo dell'energia solare era del 99 percento in meno rispetto al 1977. Ciò rende l'energia solare una valida opzione per passare dalla dipendenza dai combustibili fossili.

I moderni pannelli solari non hanno parti mobili, che spesso possono fallire. Richiedono anche una manutenzione minima e hanno una durata di 20-30 anni. Nel corso di diversi anni, il costo di installazione dei pannelli solari sarà dimezzato.

Quindi in futuro stiamo aspettando finestre con pannelli solari, pareti, strade, automobili, aerei, barche, treni e molto altro che sarà in grado di ricevere energia dal sole.

7) Bioenergia

La bioenergia è una fonte di energia derivata da organismi biologici. Ad esempio, le piante che utilizzano la fotosintesi assorbono direttamente l'energia del sole. Gli animali che mangiano le piante ricevono energia attraverso il cibo che ha già energia dal sole. Questo naturale senso di trasferimento di energia ha permesso agli scienziati del pianeta di trovare un modo in cui l'energia nelle piante può servire al bene dell'umanità.

L'energia della biomassa biologica è una fonte di energia rinnovabile e pulita che possiamo immagazzinare e riutilizzare.

I biocarburanti liquidi sono già ampiamente utilizzati in tutto il mondo. Esistono due tipi di biocarburanti: l'etanolo e il biodiesel, che vengono aggiunti ai combustibili convenzionali.

I biocarburanti solidi derivano da sottoprodotti agricoli, come gambi di mais, gusci di riso e altre sostanze vegetali compatibili.

I biocarburanti riducono la quantità di rifiuti agricoli, forniscono energia sostenibile e sicura per veicoli, elettricità e calore.

6) Energia geotermica

L'energia geotermica viene dal nucleo della Terra. Secondo gli scienziati, la temperatura nel nucleo supera i 5000 gradi Celsius. Gli strati rocciosi della terra conducono il calore, che alla fine va alla superficie del pianeta. Questa energia geotermica scorrerà sulla superficie della terra per un tempo molto, molto lungo. L'energia fluirà anche quando non ci sono più combustibili fossili rimasti sul pianeta.

In Islanda, GeoPP rappresenta già oggi il 25% del consumo energetico del paese. Per generare elettricità a una profondità di oltre 1,5 chilometri, attrezzature speciali aumentano il vapore e l'acqua calda, indirizzandoli verso le turbine, che generano energia.

5) Marea dell'energia

Le turbine di marea usano la potente forza polare di flusso e riflusso per generare elettricità. L'unico segno negativo di questo tipo di energia è l'incapacità di prevedere il potere dell'energia delle maree. Ma l'energia solare ed eolica dipende anche dalle condizioni meteorologiche e dal periodo dell'anno. Cioè, né la forza della marea, né l'energia solare o eolica, possono fornire ai tecnici di potenza il compito di determinare in anticipo esattamente quanto questa o quella apparecchiatura sarà in grado di generare energia in un certo periodo di tempo. È vero che negli ultimi anni sono emerse apparecchiature in grado di raccogliere energia dalle correnti costiere e subacquee, che possono essere previste e quindi calcolate in anticipo l'energia ricevuta.

4) Energia delle onde

L'idroelettricità oceanica non è limitata all'energia delle maree, dei riflussi e delle correnti sotterranee. Ad esempio, come ogni surfista può dirti che l'energia delle onde è qualcosa di incredibile. E le onde davvero grandi possono dare una buona energia. Le onde si formano quando il vento soffia sulla superficie dell'acqua.

Per raccogliere l'energia delle onde, vengono utilizzati dispositivi galleggianti che trasmettono elettricità a terra tramite cavi elettrici o speciali accumuli di energia che si spostano verso il mare.

Nel 2008, il Portogallo ha testato la prima fattoria al mondo di energia marina (deposito di energia fluttuante), situata a cinque chilometri dalla costa.

3) Energia di idrogeno

L'energia dell'idrogeno fornisce più energia di quella fornita da benzina e gasolio ai veicoli. Sì, l'idrogeno viene estratto chimicamente dai combustibili fossili. Ma questo tipo di carburante non rilascia gas e non distrugge l'ozono. Con determinate tecnologie, l'idrogeno è una fonte pulita di combustibile in fiamme.

Attualmente, gli elementi chimici ausiliari sono utilizzati per utilizzare tutta la potenza dell'idrogeno nelle centrali elettriche a idrogeno, come carbone, gas naturale e altri combustibili fossili utilizzati per alimentare la turbina necessaria per creare energia pura di idrogeno. Ma presto, invece di energia fossile, l'energia solare verrà utilizzata per far funzionare la turbina a idrogeno, che eliminerà la necessità di bruciare combustibile sporco.

2) Aree combinate di energia solare, eolica e di biocarburante

Sole, vento e bioenergia in un unico luogo. Questo, secondo gli scienziati, massimizzerà la raccolta di energia. Ciò richiede ampie aree per ospitare apparecchiature in grado di raccogliere energia eolica, solare e bioenergetica nello stesso sito.

La combinazione di queste risorse rinnovabili aumenta la quantità di generazione di energia alternativa e consente inoltre di combinare diverse combinazioni dell'uso di fonti energetiche alternative. Ad esempio, l'estrazione eolica e solare è limitata in caso di maltempo. Ma con l'uso combinato di diversi tipi di energia, consente di generare elettricità 24 ore su 24, indipendentemente dal clima, ecc.

1) Energia cinetica

Tutte le persone generano energia attraverso il movimento. Ad esempio, se vai in bicicletta, ottieni energia cinetica. Il mondo non usa un'enorme quantità di energia cinetica. Forse in futuro, in tutte le principali città del mondo, le lastre per pavimentazione e altri sentieri saranno dotati di attrezzature in grado di raccogliere l'energia cinetica che creiamo quando camminiamo o corriamo.

Ad esempio, piastrelle di pavimentazione simili sono già state create. E l'esperimento ha dimostrato che se metti tali tessere su una strada trafficata o in metropolitana, durante il giorno puoi raccogliere l'energia necessaria per accendere 12 ore in un piccolo centro commerciale.