epatite

Trattamento

Le statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) indicano che oltre il 30% della popolazione adulta della Terra soffre di alcune malattie del fegato. In Russia, queste malattie uccidono circa 400.000 persone ogni anno. Allo stesso tempo, il numero di decessi per epatite, cirrosi ed epatosi è in costante aumento.

In questo articolo parleremo di epatite virale, poiché rappresentano il più grande pericolo per le generazioni future degli abitanti del nostro paese. L'epatite virale è il nome collettivo per la malattia epatica acuta e cronica. Le cause dell'epatite sono diverse, il che determina la loro ampia distribuzione e varietà di forme. Indipendentemente dall'eziologia, i segni di epatite indicano sempre lo sviluppo del processo infiammatorio nel fegato umano. Per questo motivo, la malattia viene spesso definita "ittero" dal sintomo più caratteristico di tutti i tipi di epatite.

Classificazione dell'epatite

loading...

L'epatite A è l'epatite virale più comune e meno pericolosa. Il periodo di incubazione per l'infezione è da 7 giorni a 2 mesi. L'infezione si verifica attraverso l'uso di cibo di scarsa qualità. Inoltre, l'epatite acuta A viene trasmessa attraverso il contatto diretto con le cose di una persona malata e con le mani sporche. Nella maggior parte dei casi, l'infezione termina con una ripresa spontanea, ma a volte i pazienti vengono prescritti contagocce, che riducono l'intensità degli effetti tossici sul fegato.

L'epatite B viene trasmessa attraverso il sangue, durante i rapporti sessuali, con iniezioni con siringhe non sterili. Questa forma è molto pericolosa perché provoca gravi danni al fegato ed è accompagnata da sintomi gravi: febbre, ingrossamento del fegato e della milza, nausea, vomito, forte dolore alle articolazioni. L'epatite B richiede un trattamento complesso in un ospedale con l'uso obbligatorio di farmaci immunitari, ormoni, antibiotici ed epatoprotettori.

L'epatite C è una delle forme più gravi della malattia, che spesso porta alla cirrosi, al cancro del fegato e, di conseguenza, alla morte del paziente. La via più probabile di infezione è attraverso il sangue durante le trasfusioni, ma anche l'epatite C può essere trasmessa durante il rapporto sessuale e da una madre malata al feto. L'incidenza in Russia e all'estero è in costante crescita, pertanto, nella diagnosi dell'epatite C, il trattamento e la prevenzione suggeriscono un approccio integrato per risolvere il problema, un attento monitoraggio del sangue del donatore e la diffusione dell'agitazione visiva tra la popolazione. Il pericolo di questa forma è che l'epatite C è spesso combinata con altre forme di epatite virale e, inoltre, non esiste attualmente un vaccino efficace che possa proteggere in modo affidabile una persona sana dall'infezione.

Epatite D - è stata scoperta e indagata nel 1977. Più tardi, gli scienziati hanno dimostrato che l'epatite virale "Delta" è un tipo di epatite B, che appare come risultato della combinazione del ceppo principale del virus e dell'agente delta.

Epatite E - I segni di infezione sono simili a quelli dell'epatite A, ma nei casi gravi della malattia, non solo il fegato, ma anche i reni sono danneggiati. La prognosi del trattamento è quasi sempre favorevole. Le eccezioni sono donne incinte nel terzo trimestre, quando il rischio di perdere un bambino si avvicina al 100%. La prevenzione dell'epatite E è simile alle misure profilattiche adottate contro l'epatite A.

Epatite acuta e cronica

loading...

La forma acuta della malattia è più tipica per tutte le epatiti virali. I pazienti hanno notato: deterioramento della salute, grave intossicazione del corpo, compromissione della funzionalità epatica, sviluppo di ittero, aumento del numero di bilirubina e transaminasi nel sangue. Con un trattamento adeguato e tempestivo, l'epatite acuta finisce nel completo recupero del paziente.

Se la malattia dura per più di 6 mesi, allora al paziente viene diagnosticata un'epatite cronica. Questa forma è accompagnata da sintomi gravi (disturbi astenovegetativi, ingrossamento del fegato e della milza, disturbi metabolici) e spesso porta alla cirrosi epatica, allo sviluppo di tumori maligni. La vita di una persona è minacciata quando l'epatite cronica, i cui sintomi indicano il danno degli organi vitali, è aggravata da un trattamento improprio, ridotta immunità, dipendenza da alcol.

Segni di epatite e quadro clinico di infezione

loading...

Uno dei sintomi più caratteristici dell'epatite è l'ittero. Si verifica nel momento in cui la bile, prodotta dal fegato, entra nel flusso sanguigno della persona e si diffonde in tutto il corpo, dando alla pelle una tinta giallastra. Si noti inoltre che alcune forme della malattia si verificano senza ittero, quindi il modo più affidabile per diagnosticare un virus è un test di laboratorio per l'epatite.

Sintomi comuni di epatite:

  • aumento della temperatura;
  • cambiamento nella pigmentazione della pelle;
  • mal di testa;
  • articolazioni doloranti;
  • malessere generale;
  • in alcuni casi - la comparsa di lesioni sulla pelle;
  • perdita di appetito.

L'intensità dei sintomi dipende dalla forma dell'infezione. L'epatite A è caratterizzata da un decorso rapido, quindi i segni dell'epatite sono pronunciati e progrediscono in poche ore. L'epatite B e l'epatite C si sviluppano gradualmente. Nelle fasi iniziali, possono essere limitati a debolezza e perdita di appetito e il dolore, nausea, vomito, urine scure e altri sintomi compaiono solo dopo pochi giorni. Si noti inoltre che dopo la comparsa di ittero, le condizioni del paziente migliorano di solito. L'eccezione è l'epatite C, in cui il processo di necrosi del tessuto epatico è più spesso cronico.

In alcuni casi, i pazienti sviluppano l'epatite acuta fulminante cosiddetta. Questa è una forma estremamente grave della malattia, in cui vi è una morte di tessuto enorme e uno sviluppo estremamente rapido dei sintomi. Se non trattata, tale epatite acuta finisce con la morte.

Quando cronici, i sintomi dell'epatite cambiano. I sintomi della malattia sono variabili, motivo per cui molte persone non prestano loro abbastanza attenzione. Questo è l'approccio sbagliato. Un medico dovrebbe essere consultato in tutti i casi in cui vi sia motivo di sospettare un'epatite cronica. Di solito è accompagnato da:

  • malessere costante e senso di debolezza, che aumenta alla fine della giornata;
  • nausea, vomito;
  • dolore articolare e muscolare;
  • dolore addominale;
  • oscuramento delle urine;
  • prurito;
  • perdita di peso;
  • sanguinamento.

I sintomi di cui sopra sono una chiara ragione per andare in clinica, dove i medici devono eseguire un'analisi per l'epatite, determinare la causa esatta del verificarsi di fenomeni spiacevoli e prescrivere un trattamento adeguato.

Complicazioni dell'epatite

loading...

Sia l'epatite acuta che quella cronica possono portare a conseguenze molto gravi. Tra questi vale la pena notare:

  • malattie infiammatorie delle vie biliari;
  • coma epatico (si conclude con la morte nel 90% dei casi);
  • cirrosi epatica - si verifica nel 20% dei pazienti con epatite virale. L'epatite B e le sue forme derivate il più delle volte portano alla cirrosi;
  • cancro al fegato;
  • dilatazione dei vasi sanguigni e successivo sanguinamento interno;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale - ascite.

Il maggior numero di complicanze gravi deriva dall'epatite C nella fase cronica dello sviluppo. Il problema è aggravato dalla mancanza di metodi efficaci di trattamento di questa forma, quindi, per eventuali sintomi avversi, la persona deve consultare un medico. Non vale la pena trascurare una visita alla clinica, perché è del tutto possibile che il trattamento tempestivo prescritto salverà non solo la salute, ma anche la vita del paziente.

Epatite A, B, C - trattamento e prognosi

loading...

Il trattamento dell'epatite A si basa sulla terapia di base, sul riposo a letto e su una dieta rigorosa. Se vengono fornite indicazioni, ai pazienti viene somministrata una terapia sintomatica e di disintossicazione (per via endovenosa o orale). Nella maggior parte dei casi, l'epatite A virale può essere curata senza particolari problemi e non ha gravi complicanze.

Una situazione simile si osserva nel caso della forma B dell'infezione. Con un trattamento adeguato, l'epatite B finisce per il completo recupero del paziente nell'80% dei casi. È molto importante prevenire la transizione della malattia alla forma cronica, che è spesso accompagnata dallo sviluppo della cirrosi. Ai pazienti viene prescritta la terapia di base, assumendo farmaci che migliorano i processi metabolici, se indicato, la terapia antivirale (interferone ricombinante alfa). L'epatite B richiede un trattamento a lungo termine. In alcune situazioni, c'è bisogno di cicli ripetuti di terapia.

L'epatite C diventa spesso cronica e causa lo sviluppo di cirrosi e cancro del fegato in ogni 7 ° paziente. Di conseguenza, nella diagnosi di epatite C, il trattamento ha due obiettivi importanti:

  • ridurre l'intensità dei processi infiammatori nel fegato al fine di ridurre il rischio di cirrosi;
  • eliminare il virus dal corpo (in tutto o in parte). La direzione prioritaria è di nuovo il lavoro con il fegato.

Il principale metodo di trattamento prevede l'uso di interferone alfa. Questo farmaco previene l'emergere di nuove cellule infette, ma ha effetti collaterali (febbre, debolezza, perdita di appetito), che scompaiono 1.5-2 settimane dopo l'inizio del corso. Si noti che l'interferone alfa non garantisce la completa liberazione dall'epatite C, tuttavia riduce il rischio di sviluppare cirrosi e migliora la qualità della vita. Per aumentare l'effetto positivo del farmaco viene utilizzato in combinazione con ribavirina.

Dopo la fine del trattamento, il paziente deve donare il sangue ogni mese per rilevare tempestivamente i segni di reinfiammazione del fegato.

Prevenzione dell'epatite

loading...

Per evitare che l'epatite acuta o cronica diventi una realtà per te, devi seguire una serie di semplici regole:

  • non bere acqua non bollita;
  • lavare sempre frutta e verdura;
  • lavarsi le mani prima di mangiare;
  • non condividere oggetti per l'igiene personale con altre persone;
  • nel caso, effettuare regolarmente un test per l'epatite per la diagnosi precoce dell'infezione;
  • astenersi dal piercing e dai tatuaggi;
  • usare cautela quando si usano siringhe e aghi (importanti per le persone che assumono droghe);
  • scegli con cura un partner sessuale;
  • tempo di farsi vaccinare.

epatite

loading...

L'epatite è un'infiammazione diffusa del tessuto epatico dovuta a un processo tossico, infettivo o autoimmune. Sintomi generali - pesantezza e dolore nel giusto ipocondrio con irradiazione sotto la scapola destra, nausea, secchezza e amarezza in bocca, mancanza di appetito, eruttazione. Nei casi gravi - ittero, perdita di peso, eruzione cutanea. Il risultato dell'epatite può essere una forma cronica, coma epatico, cirrosi e cancro al fegato. La diagnosi di epatite comprende lo studio di campioni di sangue biochimici, ecografia epatica, epatocardiocisti, biopsia con ago. Il trattamento si basa sul rispetto di una dieta, ammissione di epatoprotettori, disintossicazione, terapia etiotropica e patogenetica specifica.

epatite

loading...

L'epatite è una malattia infiammatoria del fegato. Per la natura del flusso, si distinguono epatite acuta e cronica. L'epatite acuta si manifesta con sintomi gravi e presenta due esiti: una cura completa o una transizione verso la forma cronica. La stragrande maggioranza dell'epatite (90%) ha un'eziologia alcolica, virale o farmacologica. L'incidenza dell'epatite in diversi gruppi di individui varia a seconda della forma e della causa della malattia.

Cronico riconosce l'epatite, che dura più di sei mesi. Il quadro morfologico del processo cronico è un cambiamento distrofico nel tessuto epatico di origine infiammatoria che non influisce sulla struttura lobulare dell'organo. L'epatite cronica primaria si verifica inizialmente senza sintomi gravi o con manifestazioni minime. La malattia viene spesso rilevata durante gli esami medici e gli esami per altre patologie. Più spesso si sviluppano negli uomini, ma le donne hanno una maggiore tendenza ad alcune epatiti specifiche. Particolare attenzione viene prestata alle condizioni del fegato nei pazienti sottoposti a epatite acuta, che sono portatori dell'antigene australiano, così come in quelli che abusano di alcol o sono sottoposti a trattamento con farmaci epatotossici.

Classificazione dell'epatite

loading...
  • a causa di sviluppo - epatite virale, alcolica, medicinale, autoimmune, epatite specifica (tubercolosi, opisthorchosis, echinococcal, ecc.), epatite secondaria (come complicazioni di altre patologie), epatite crittogena (di eziologia poco chiara);
  • con il flusso (acuto, cronico);
  • da segni clinici (forme itteriche, anterteri, subcliniche).

L'epatite virale è acuta (virus dell'epatite A e B) e cronica (epatite B, D, C). L'epatite può anche essere causata da infezioni virali e simili a virus che non sono specifiche per il fegato: mononucleosi, citomegalovirus, herpes, febbre gialla. L'epatite autoimmune varia di tipo a seconda degli anticorpi bersaglio (tipo 1, tipo 2, tipo 3).

Patogenesi dell'epatite

loading...

L'epatite acuta si sviluppa sia come conseguenza del danno epatico diretto da fattori epatotossici o di un'infezione virale, sia come risultato dello sviluppo di una reazione autoimmune - la produzione di anticorpi contro i tessuti del corpo. In entrambi i casi, l'infiammazione acuta si sviluppa nel tessuto epatico, il danno e la distruzione degli epatociti, l'edema infiammatorio e una diminuzione dell'attività funzionale dell'organo. La mancanza di funzionalità del fegato biliare è la causa principale della bilirubinemia e, di conseguenza, dell'ittero. Dal momento che non ci sono zone del recettore del dolore nei tessuti del fegato, la sindrome del dolore è raramente pronunciata ed è associata ad un ingrossamento del fegato, allungando la sua capsula ben innervata e i processi infiammatori nella cistifellea.

L'infiammazione cronica di solito si sviluppa a causa dell'epatite acuta non curata o insufficientemente guarita. Spesso, le forme anterteri e asintomatiche di epatite non vengono rilevate nel tempo e il processo infiammatorio diventa cronico, vi sono focolai di distrofia e degenerazione del tessuto epatico. La diminuzione dell'attività funzionale del fegato è aggravata. Spesso, l'epatite cronica si trasforma gradualmente in cirrosi.

Sintomi di epatite

loading...

Il decorso e i sintomi dell'epatite dipendono dal grado di danno al tessuto epatico. Dallo stesso dipende dalla gravità della malattia. Forme lievi di epatite acuta possono essere asintomatiche e spesso confluiscono nella forma cronica se la malattia non viene rilevata a caso durante un esame preventivo.

Nei casi più gravi, i sintomi possono essere espressi, in rapida crescita, combinati con intossicazione generale del corpo, febbre e danni tossici a organi e sistemi.

Per quanto riguarda l'epatite acuta, e per l'esacerbazione della forma cronica della malattia, l'ittero della cute e della sclera di un tipico tono di zafferano è comune, ma la malattia può anche verificarsi senza grave ittero. Tuttavia, per rilevare un leggero grado di ingiallimento della sclera, nonché per rivelare il giallo della mucosa del palato superiore è possibile con una forma lieve di epatite. L'urina si scurisce, con una pronunciata compromissione della sintesi degli acidi biliari, le feci perdono colore e diventano biancastre-argillose.

I pazienti possono manifestare sintomi quali prurito della pelle, comparsa di macchie rosse sulla pelle - petecchie, bradicardia, sintomi nevrotici.

Alla palpazione il fegato è moderatamente ingrossato, leggermente doloroso. Potrebbe anche esserci un aumento della milza.

L'epatite cronica è caratterizzata dallo sviluppo graduale delle seguenti sindromi cliniche:

  • astenovegetativa (debolezza, affaticamento, disturbi del sonno, labilità mentale, mal di testa) - a causa dell'intossicazione del corpo dovuta all'aumento dell'insufficienza epatica;
  • dispeptico (nausea, a volte - vomito, perdita di appetito, flatulenza, diarrea, in alternanza a stitichezza, eruttazione amara, sapore sgradevole in bocca) è associato a disturbi digestivi dovuti a insufficiente produzione epatica di enzimi e acidi biliari necessari per la digestione);
  • la sindrome del dolore (dolore di una natura costante e dolorante localizzata nel giusto ipocondrio, aggravata dallo sforzo fisico e dopo improvvise violazioni della dieta) - può essere assente o espressa in una moderata sensazione di pesantezza nell'epigastrio;
  • condizione subfebrilare (un aumento moderato della temperatura a 37,3 - 37,5 gradi può durare per diverse settimane);
  • arrossamento persistente delle palme (eritema palmare), teleangiectasia (vene varicose sulla pelle) sul collo, viso, spalle;
  • emorragico (petecchie, tendenza a lividi e lividi, nasale, emorroidaria, sanguinamento uterino) è associato ad una diminuzione della coagulazione del sangue dovuta alla sintesi insufficiente dei fattori di coagulazione nelle cellule del fegato;
  • ittero (ingiallimento della pelle e delle mucose - come risultato di un aumento del livello di bilirubina nel sangue, che a sua volta è associato a una violazione del suo utilizzo nel fegato);
  • epatomegalia - un aumento del fegato, può essere combinato con splenomegalia.

Diagnosi di epatite

loading...

La diagnosi di epatite si basa sulla presenza di sintomi, esame fisico di un gastroenterologo o terapeuta, studi funzionali e di laboratorio.

Gli studi di laboratorio comprendono: test biochimici del fegato, determinazione della bilirubinemia, diminuzione dell'attività degli enzimi sierici, aumento del livello della gamma albumina, diminuzione del contenuto di albumina; notare anche una diminuzione del contenuto di protrombina, fattori di coagulazione VII e V, fibrinogeno. C'è un cambiamento negli indicatori di timolo e campioni sublimati.

Quando si esegue un'ecografia degli organi addominali, si nota un aumento del fegato e un cambiamento nella sua permeabilità del suono e, inoltre, si nota un aumento della milza e, possibilmente, un'espansione della vena cava. Per la diagnosi di epatite sarà anche utile la reoepatografia (studio del flusso ematico epatico), l'epatocherecistoscintografia (studio radioisotopico del tratto biliare), la biopsia del fegato con puntura.

Trattamento dell'epatite

loading...
Trattamento dell'epatite acuta

Il trattamento è necessariamente eseguito in ospedale. Inoltre:

  • la dieta n. 5A è prescritta, riposo semi-letto (in caso di decorso grave - riposo a letto);
  • in tutte le forme di epatite, l'alcol e i farmaci epatotossici sono controindicati;
  • viene eseguita una terapia intensiva di disintossicazione per compensare questa funzione epatica;
  • prescrivere farmaci epatoprotettivi (fosfolipidi essenziali, silimarina, estratto di cardo mariano);
  • prescritto clisma giornaliero alto;
  • produrre la correzione metabolica - preparati di potassio, calcio e manganese, complessi vitaminici.

L'epatite virale è trattata in reparti specializzati di ospedali per malattie infettive, reparti tossici in specializzazione in avvelenamento. Quando l'epatite infettiva produce la sanificazione della fonte dell'infezione. Gli agenti antivirali e immunomodulatori non sono ampiamente utilizzati nel trattamento delle forme acute di epatite.

Buoni risultati nel miglioramento della condizione generale nell'ipossia grave sono forniti dall'ossigenoterapia, dall'ossigeno-bariatria. Se ci sono segni di diatesi emorragica, prescrivere la vitamina K (vikasol) per via endovenosa.

Trattamento dell'epatite cronica

Ai pazienti con epatite cronica viene anche prescritta una terapia dietetica terapeutica (dieta n ° 5A nella fase acuta e dieta n ° 5 senza patologia acuta), è richiesto un rigetto completo dell'alcool e una diminuzione dello sforzo fisico. Nel periodo di esacerbazione, il trattamento ospedaliero è necessario nel reparto di gastroenterologia.

La terapia farmacologica comprende la terapia di base con epatoprotettori, la prescrizione di farmaci che normalizzano i processi digestivi e metabolici e i preparati biologici per la correzione della flora batterica intestinale.

La terapia epatoprotettiva viene eseguita con preparati che promuovono la rigenerazione e la protezione del tessuto epatico (silimarina, fosfolipidi essenziali, tetraossiflavonolo, orotato di potassio) e sono prescritti in cicli di 2-3 mesi con pause semestrali. Nei corsi terapeutici comprendono complessi multivitaminici, preparati enzimatici (pancreatina), probiotici.

Come misure di disintossicazione è stata utilizzata infusione di soluzione di glucosio al 5% con aggiunta di vitamina C. Enterosorbenti (carbone attivo, lignina idrolizzata, microcellulosa) sono prescritti per la disintossicazione dell'ambiente intestinale.

La terapia antivirale è prescritta per la diagnosi di epatite virale B, C, D. Nel trattamento dell'epatite autoimmune sono usati corticosteroidi e immunosoppressori. Il trattamento viene effettuato con il monitoraggio continuo di campioni di sangue biochimici (attività di transferasi, bilirubina ematica, test funzionali).

Prevenzione e prognosi per l'epatite

loading...

Prevenzione primaria dell'epatite virale - conformità alle normative igieniche, attuazione di misure sanitarie ed epidemiche, ispezione sanitaria delle imprese che possono diventare fonte di infezione, vaccinazione. La prevenzione di altre forme di epatite è l'evitare l'azione dei fattori traumatici epatici - alcool, droghe, sostanze tossiche.

La prevenzione secondaria dell'epatite cronica è conforme alla dieta, al regime, alle raccomandazioni mediche, all'esame periodico, al monitoraggio dei parametri clinici del sangue. I pazienti sono raccomandati trattamenti termali regolari, idroterapia.

La prognosi per la diagnosi tempestiva e il trattamento dell'epatite acuta è generalmente favorevole e porta al recupero. L'epatite alcolica acuta e tossica è letale nel 3-10% dei casi, spesso un decorso grave associato ad un indebolimento del corpo da parte di altre malattie. Con lo sviluppo dell'epatite cronica, la prognosi dipende dall'utilità e dalla tempestività delle misure terapeutiche, della dieta e del regime di risparmio.

Il decorso avverso dell'epatite può essere complicato dalla cirrosi epatica e insufficienza epatica, in cui un esito fatale è molto probabile. Altre complicazioni comuni dell'epatite cronica sono disordini metabolici, anemia e disturbi della coagulazione, diabete mellito, neoplasie maligne (cancro del fegato).

Epatite - sintomi, segni, cause, trattamento e prevenzione dell'epatite virale

loading...

L'epatite è una malattia infiammatoria del fegato. Per la natura del flusso, si distinguono epatite acuta e cronica. L'acuto procede con sintomi gravi e ha due esiti: una cura completa o una transizione verso la forma cronica.

Diversi tipi di epatite differiscono l'uno dall'altro in diversi modi di infezione, velocità di progressione, gravità delle manifestazioni cliniche, metodi di trattamento e prognosi per il paziente. L'epatite è caratterizzata da uno specifico complesso di sintomi che, a seconda del tipo di malattia, possono manifestarsi più fortemente di altri.

Cos'è l'epatite?

loading...

L'epatite è una malattia infiammatoria acuta o cronica del fegato che si verifica a seguito di infezione con virus specifici o effetti sul parenchima dell'organo di sostanze tossiche (ad esempio alcol, droghe, droghe, veleni).

L'epatite virale è un gruppo di malattie infettive comuni e pericolose per una persona, che differiscono in modo abbastanza significativo tra loro, causate da virus diversi, ma hanno comunque una caratteristica comune: si tratta di una malattia che colpisce principalmente il fegato di una persona e causa la sua infiammazione.

I principali segni di epatite sono dolore addominale, perdita di appetito con frequenti nausea e vomito, cefalea, debolezza generale e febbre a 38,8 ° C, e nei casi più gravi ingiallimento della pelle e degli occhi.

Tipi di epatite virale

loading...
  • a causa di sviluppo - epatite virale, alcolica, medicinale, autoimmune, specifica (tubercolosi, opistorsiasi, echinococco, ecc.), epatite secondaria (come complicanze di altre patologie), criptogenetica (di eziologia poco chiara);
  • con il flusso (acuto, cronico);
  • da segni clinici (forme itteriche, anterteri, subcliniche).

Con il meccanismo e le modalità di infezione sono divisi in due gruppi:

  • Avere un meccanismo di trasmissione oro-fecale (A ed E);
  • Epatite, per la quale il contatto del sangue (emopercolato), e più semplicemente - il percorso posato attraverso il sangue, è il principale (B, C, D, G è il gruppo di epatite parenterale).

A seconda della forma di epatite, la malattia può disturbare il paziente per un lungo periodo di tempo e nel 45-55% dei casi si verifica un recupero completo. La forma cronica (persistente) dell'epatite virale può disturbare il paziente per tutta la vita.

Epatite A

L'epatite A o la malattia di Botkin è la forma più comune di epatite virale. Il suo periodo di incubazione (dal momento dell'infezione fino alla comparsa dei primi segni della malattia) va dai 7 ai 50 giorni.

Durante questo periodo, una persona può infettare gli altri. La maggior parte dei sintomi di solito scompare dopo alcuni giorni o settimane, ma l'affaticamento può durare mesi, poiché il fegato ritorna alla normalità. Ci vogliono diversi mesi per riprendersi completamente.

Epatite virale B

Il virus dell'epatite B entra nel corpo con sangue, sperma, acqua e altri fluidi infetti da HBV. L'infezione più comune si verifica durante le trasfusioni di sangue e prodotti sanguigni, parto, procedure dentistiche, iniezioni, tagli domestici e altri contatti. Avvertito dalla vaccinazione.

Epatite C

Il terzo tipo di epatite virale, si diffonde principalmente attraverso il sangue (trasfusioni, aghi, contatto sessuale, ecc.). I sintomi di solito compaiono da 1 a 10 settimane dopo l'infezione, ma possono non essere quasi espressi (l'ittero potrebbe non essere). Il pericolo di epatite C è dovuto al fatto che può portare a gravi epatiti croniche e cirrosi epatica.

Epatite D, E e G

  1. Epatite D. Chiamato dal virus delta. È caratterizzato da un esteso danno epatico con sintomi clinici estesi, decorso grave e trattamento a lungo termine. L'infezione si verifica quando il virus entra nel sangue. Il più spesso succede in una forma affilata, la probabilità del processo di transizione nel cronico - meno del 3%.
  2. Epatite E - I segni di infezione sono simili a quelli dell'epatite A, ma nei casi gravi della malattia, non solo il fegato, ma anche i reni sono danneggiati. La prognosi del trattamento è quasi sempre favorevole. Le eccezioni sono donne incinte nel terzo trimestre, quando il rischio di perdere un bambino si avvicina al 100%.
  3. Il virus dell'epatite G entra anche nel corpo con cibo e acqua contaminati quando viene a contatto con apparecchiature mediche contaminate. È quasi asintomatico. Le manifestazioni cliniche sono simili all'epatite C.

I virus dell'epatite B e C sono particolarmente pericolosi per la salute umana.La capacità per lungo tempo di esistere nel corpo senza manifestazioni evidenti porta a gravi complicazioni a causa della graduale distruzione delle cellule epatiche.

motivi

loading...

Le fonti del virus sono vari fattori. I motivi più "tipici" includono:

  • esposizione prolungata al corpo di vari tipi di sostanze tossiche;
  • uso a lungo termine di farmaci - antibiotici, sedativi e stupefacenti,
  • altri farmaci;
  • disordini metabolici e sistema autoimmune;
  • trasfusione di sangue di donatore infetto;
  • uso ripetuto di un singolo ago, solitamente infetto, da parte di un gruppo di individui;
  • sesso non protetto;
  • "Verticale" (intrauterina) via di infezione del bambino dalla madre;
  • comorbidità, come l'HIV, che favoriscono un facile ingresso del virus nel corpo;
  • il tatuaggio non è uno strumento sterile;
  • agopuntura;
  • apparecchiature dentali scarsamente sterilizzate;
  • contatto diretto con una persona malata.

L'epatite può anche derivare da una condizione autoimmune in cui fattori immunitari anormalmente mirati attaccano le cellule del corpo attraverso il fegato. L'infiammazione del fegato può anche verificarsi a causa di problemi di salute, da droghe, alcolismo, sostanze chimiche e tossine ambientali.

Epatite acuta

loading...

Cos'è questo? La forma acuta della malattia si sviluppa rapidamente, in pochi giorni o settimane. Questo tipo di epatite può durare fino a 6 mesi. Questa specie si verifica in seguito a:

  • infezione da virus dell'epatite;
  • avvelenamento con droghe o tossine.

La forma acuta è caratterizzata da un inizio improvviso. Questa malattia è caratteristica dell'epatite B, che è di natura virale. In alcuni casi, una persona che è avvelenata da potenti veleni ha una forma acuta di epatite. Le condizioni del paziente si deteriorano a causa di malattia. Potrebbero esserci segni di intossicazione generale.

La forma acuta della malattia è più tipica per tutte le epatiti virali. I pazienti hanno notato:

  • deterioramento della salute;
  • grave intossicazione del corpo;
  • disfunzione epatica;
  • sviluppo dell'ittero;
  • aumento della quantità di bilirubina e transaminasi nel sangue.

Epatite cronica

loading...

Cos'è? Sotto l'epatite cronica comprendere il processo diffuso-distrofico di natura infiammatoria, localizzato nel sistema epatobiliare e causato da vari fattori eziologici (virali o di altra origine).

Se l'epatite non viene curata in 6 mesi, allora è considerata cronica. Le forme croniche si manifestano a lungo. I medici di solito classificano l'epatite cronica in base a indicazioni di gravità:

  • l'epatite persistente è solitamente una forma lieve che non si sviluppa o si sviluppa lentamente, con conseguenti danni al fegato limitati;
  • attivo - include danni al fegato progressivi e spesso estesi e danni alle cellule.

L'epatite cronica è asintomatica molto più spesso che acuta. I pazienti spesso apprendono la malattia nel processo di alcuni esami programmati. Se ci sono sintomi, di solito sono inespressi e non specifici. Quindi, i pazienti possono essere disturbati da:

  • La sensazione di pesantezza e distensione nella parte destra, aggravata dopo aver mangiato.
  • Tendenza al gonfiore.
  • Nausea periodica
  • Diminuzione dell'appetito
  • Stanchezza aumentata

In caso di comparsa dei sintomi descritti, è necessario contattare un medico generico, uno specialista in malattie infettive o un epatologo.

Modi di trasmissione

I modi di trasmissione dell'epatite virale possono essere i seguenti:

  • trasfusione di sangue - con trasfusioni di sangue e suoi componenti;
  • iniezione - attraverso siringhe e aghi, che contengono resti di sangue infetto dal virus dell'epatite;
  • rapporti sessuali - durante il rapporto sessuale senza usare il preservativo;
  • verticale - da una madre malata a un bambino durante il parto o prendersi cura di lui;
  • quando si eseguono tatuaggi, agopuntura, piercing con aghi non sterili;
  • per manicure, pedicure, rasatura, epilazione, trucco permanente, se gli strumenti non sono trattati con soluzioni disinfettanti.

I sintomi dell'epatite negli adulti

A seconda della forma e dello stadio di progressione della malattia, l'epatite può essere accompagnata da vari sintomi di lesioni del corpo, i principali sono:

  • dolore doloroso periodico o costante nell'ipocondrio destro;
  • debolezza generale, vertigini, mal di testa;
  • costante sensazione di amarezza in bocca;
  • aumento della temperatura corporea a 37 - 38 gradi (tipico per forma moderata e grave, forma acuta di epatite virale);
  • giallo naturale della parte superiore della pelle, così come i bulbi oculari;
  • diminuzione dell'appetito;
  • odore sgradevole dalla bocca;
  • urina scura;
  • disturbi dispeptici (diarrea, vomito, stitichezza ricorrente);
  • frequente prurito.

Vorrei attirare l'attenzione sul giallo della pelle. Se il virus infetta il fegato, l'eccessiva penetrazione della bile nel flusso sanguigno provoca l'ingiallimento dell'epitelio.

Ma con l'epatite C, l'ittero si sviluppa molto raramente, quindi la pelle potrebbe non avere copertura icterica. Qui, una caratteristica caratteristica è un aumento della temperatura corporea, che è mantenuta a circa 37,5 a 38 gradi. Una donna si sente male, il suo corpo fa male, c'è uno stato di malessere generale che ci ricorda un'infezione acuta respiratoria, ARVI o influenza.

L'ittero si verifica a seguito della bilirubina metabolica, tossica per l'organismo. In violazione delle funzioni del fegato, si accumula nel sangue, si diffonde in tutto il corpo, si deposita nella pelle e nelle mucose e dà loro un colore giallastro.

Il più delle volte, a seguito di una violazione del deflusso dal fegato della bile, parte della quale entra nel flusso sanguigno e si diffonde attraverso il corpo, si verifica prurito: gli acidi biliari, depositati nella pelle, fortemente irritano.

In alcuni casi, i pazienti sviluppano l'epatite acuta fulminante cosiddetta. Questa è una forma estremamente grave della malattia, in cui vi è una morte di tessuto enorme e uno sviluppo estremamente rapido dei sintomi. Se non trattata, tale epatite acuta finisce con la morte.

Forme di sviluppo

Durante l'epatite virale, ci sono 4 forme:

  1. Lieve, spesso caratteristica dell'epatite C: l'ittero è spesso assente, subfebrillare o normale, pesantezza nel giusto ipocondrio, perdita di appetito;
  2. Media: i sintomi di cui sopra sono più pronunciati, dolore alle articolazioni, nausea e vomito, quasi assenza di appetito;
  3. Pesante. Tutti i sintomi sono presenti in una forma pronunciata;
  4. Fulminante (fulminante), non trovato nell'epatite C, ma molto caratteristico dell'epatite B, specialmente nel caso di coinfezione (HBD / HBV), cioè combinazioni di due virus B e D, che causano la superinfezione.

Complicazioni e conseguenze per il corpo

Sia l'epatite acuta che quella cronica possono portare a conseguenze molto gravi. Tra questi vale la pena notare:

  • malattie infiammatorie delle vie biliari;
  • coma epatico (si conclude con la morte nel 90% dei casi);
  • cirrosi epatica - si verifica nel 20% dei pazienti con epatite virale. L'epatite B e le sue forme derivate il più delle volte portano alla cirrosi;
  • cancro al fegato;
  • dilatazione dei vasi sanguigni e successivo sanguinamento interno;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale - ascite.

Trattamento dell'epatite

Il trattamento dell'epatite dipende dal fattore eziologico che ha causato il processo infiammatorio nel fegato. Certamente, l'epatite alcolica o autoimmune di solito richiede solo un trattamento sintomatico, disintossicante e epatoprotettivo.

Le tattiche standard per il trattamento dell'epatite riguardano:

  • eliminazione della causa della malattia uccidendo il virus e disintossicando il corpo;
  • trattamento di malattie associate;
  • restauro del fegato;
  • mantenere il normale funzionamento del corpo;
  • aderenza a diete speciali e alcune misure di protezione igienica e igienica.

Trattamento dell'epatite acuta

Il trattamento è necessariamente eseguito in ospedale. Inoltre:

  • la dieta n. 5A è prescritta, riposo semi-letto (in caso di decorso grave - riposo a letto);
  • in tutte le forme di epatite, l'alcol e i farmaci epatotossici sono controindicati;
  • viene eseguita una terapia intensiva di disintossicazione per compensare ciò
  • funzione epatica;
  • prescrivere farmaci epatoprotettivi (fosfolipidi essenziali, silimarina, estratto di cardo mariano);
  • prescritto clisma giornaliero alto;
  • produrre la correzione metabolica - preparati di potassio, calcio e manganese, complessi vitaminici.

dieta

Oltre alla terapia farmacologica, il paziente deve sempre seguire una dieta. I pasti dovrebbero essere basati sulle seguenti regole:

  • completa eliminazione dell'alcool (compresa la birra);
  • divieto di marinare, affumicato, speziato e grasso;
  • si raccomanda carne e pesce magri;
  • Puoi mangiare latticini a basso contenuto di grassi.

La terapia antivirale in tandem con dieta e riposo a letto può portare al pieno recupero. Tuttavia, va notato che l'aderenza alla dieta e alla terapia nutrizionale è richiesta dopo il recupero. Altrimenti, la recidiva e la transizione della malattia all'epatite virale cronica non sono escluse.

Cosa mangiare:

  • vari tipi di tè a base di erbe e bacche, succhi e composte a basso contenuto di zucchero;
  • porridge macinato, ben cotto;
  • varie zuppe e puree vegetali;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • carne e pesce dovrebbero essere a basso contenuto di grassi, al vapore;
  • frittata di vapore;
  • pane di crusca, segale, biscotti galetny.

Dai dolci puoi mangiare frutta secca, marmellata non troppo dolce, miele. Le mele cotte sono utili, in piccole quantità di banane e bacche.

  • tè molto forte, cioccolato, caffè;
  • fagioli, funghi;
  • acido, salato, troppo dolce;
  • muffin, pasta sfoglia, frittelle, polpette;
  • salsicce e carne in scatola;
  • carne di maiale;
  • uova ripide e fritte.

prevenzione

La prevenzione è necessaria in modo che l'epatite virale non ritorni e, nel caso della manifestazione cronica, non peggiori, non si complichi. La prevenzione consiste nel rispetto delle seguenti regole:

  • esclusione dalla dieta di alcol (completamente);
  • conformità a tutte le raccomandazioni del medico (non saltare i ricevimenti, è corretto usare i farmaci prescritti);
  • dieta (per escludere fritti e grassi, salati e piccanti, conservazione e cibo in scatola);
  • fare attenzione quando si contattano biomateriali contaminati (per operatori sanitari), vale a dire usare DPI (dispositivi di protezione).

Come proteggersi contro l'epatite?

L'epatite virale spesso porta a complicazioni gravi e pericolose, e il loro trattamento non è solo a lungo termine, ma anche costoso.

La prevenzione è la seguente:

  • Lavarsi le mani prima di mangiare
  • Fai bollire l'acqua prima di bere.
  • Lavare sempre frutta e verdura, riscaldare il cibo
  • Evitare il contatto con fluidi corporei di altre persone, compreso il sangue.
  • Per essere protetto durante i rapporti sessuali (anche orali)
  • Per realizzare piercing e tatuaggi solo con dispositivi sterili in centri collaudati
  • Essere vaccinati contro l'epatite.

Epatite C - sintomi e trattamento, primi segni

L'epatite C è una malattia infiammatoria del fegato, si sviluppa sotto l'influenza del virus dell'epatite C. Un vaccino efficace che potrebbe proteggere contro questo virus non esiste ancora in natura e non apparirà presto.

È di due tipi: acuto e cronico. Nel 20% dei casi, le persone con epatite acuta hanno buone possibilità di guarigione e nell'80% il corpo del paziente non è in grado di superare il virus stesso e la malattia diventa cronica.

La trasmissione del virus avviene attraverso l'infezione attraverso il sangue. Oggi nel mondo ci sono 150 milioni di persone che sono portatrici di epatite C cronica, e ogni anno con esito fatale, l'epatite finisce in 350 mila pazienti.

Fondamentalmente, i primi sintomi di epatite C compaiono dopo 30-90 giorni dal momento dell'infezione. Ecco perché se ti senti male, apatia, stanchezza e altri fenomeni che sono insoliti per il tuo corpo, allora è meglio che tu vada da un dottore. Ciò è necessario per consentire al medico di effettuare una diagnosi accurata e sulla base di esso ha scelto il trattamento più efficace.

Come viene trasmessa l'epatite C.

Cos'è? L'infezione si verifica principalmente attraverso il contatto con il sangue di una persona infetta. L'epatite C viene anche trasmessa durante le procedure mediche: raccolta e trasfusione di sangue, operazioni chirurgiche e manipolazioni dal dentista.

La fonte dell'infezione può essere strumenti per manicure, tatuaggi, aghi, forbici, rasoi, ecc. Se la pelle o le mucose sono danneggiate, l'infezione può verificarsi a contatto con il sangue di una persona infetta.

In rari casi, l'epatite C trasmette attraverso il contatto sessuale. Le donne incinte infette hanno il rischio che il bambino sia stato infettato dal virus durante il parto.

Più difficile da trasportare il virus:

  • alcolisti.
  • persone che soffrono di altre malattie croniche del fegato, compresa l'altra epatite virale.
  • Individui infetti da HIV
  • persone anziane e bambini.

La malattia dell'epatite C non si trasmette nei contatti domestici attraverso abbracci, strette di mano, con questa malattia è possibile utilizzare piatti e asciugamani comuni, ma non è possibile utilizzare articoli per l'igiene personale (rasoi, forbicine per unghie, spazzolini da denti). Il meccanismo di trasmissione della malattia è solo ematogena.

I sintomi dell'epatite C

Nella maggior parte delle situazioni, l'epatite C virale procede lentamente, senza sintomi pronunciati, rimanendo non diagnosticata per anni e si manifesta anche con una significativa distruzione del tessuto epatico. Spesso, per la prima volta, ai pazienti viene diagnosticata l'epatite C, quando già si presentano segni di cirrosi o di carcinoma epatocellulare al fegato.

Il periodo di incubazione per l'epatite è di 1-3 mesi. Anche dopo la fine di questo periodo, il virus potrebbe non manifestarsi fino a quando le lesioni epatiche non diventeranno troppo pronunciate.

Dopo l'infezione nel 10-15% dei pazienti che si autoalimentano, nel restante 85-90%, l'epatite C cronica primaria si sviluppa senza sintomi specifici (come dolore, ittero, ecc.). E solo in rari casi, i pazienti sviluppano una forma acuta con ittero e manifestazioni cliniche gravi che, con un'adeguata terapia, portano a una cura completa del paziente per l'epatite C.

I primi segni di epatite C in donne e uomini

Per lungo tempo, i sintomi praticamente non disturbano i pazienti. Nel periodo acuto, la malattia si manifesta solo debolezza, affaticamento, a volte procede sotto l'apparenza di un'infezione virale respiratoria con dolori muscolari e articolari. Questi possono essere i primi segni di epatite C in donne o uomini.

L'ittero e qualsiasi manifestazione clinica di epatite si sviluppano in una percentuale molto piccola di infetti (la cosiddetta forma itterica della malattia). E questo è davvero eccellente: i pazienti si rivolgono immediatamente agli specialisti e riescono a curare la malattia.

Tuttavia, la maggior parte delle persone infette porta con sé l'epatite C: con una forma anicterica, o non si accorgono di nulla, né cancellano l'indisposizione per il raffreddore.

Epatite cronica

La peculiarità dell'epatite C cronica è un sintomo latente o lieve per molti anni, di solito senza ittero. Un'aumentata attività di ALT e ACT, il rilevamento di anti-HCV e HCV RNA nel siero per almeno 6 mesi sono i principali segni di epatite C cronica. Il più delle volte, questa categoria di pazienti viene rilevata per caso, durante l'esame prima dell'intervento chirurgico, durante la visita medica, ecc..

Il decorso dell'epatite C cronica può essere accompagnato da tali manifestazioni extraepatiche immuno-mediate come crioglobulinemia mista, lichen planus, glomerulonefrite mesangiocapillare. porfiria della pelle tardiva, sintomi reumatoidi.

Nella foto danno al fegato nel lungo corso dell'epatite.

forma

Dalla presenza di ittero nella fase acuta della malattia:

Per la durata del flusso.

  1. Acuta (fino a 3 mesi).
  2. Lunga durata (più di 3 mesi).
  3. Cronico (più di 6 mesi).
  1. Recovery.
  2. Epatite cronica C.
  3. Cirrosi epatica.
  4. Carcinoma epatocellulare

Per la natura delle manifestazioni cliniche della fase acuta della malattia, si distinguono l'epatite C tipica e atipica, i tipici sono tutti i casi della malattia, accompagnati da ittero clinicamente visibile e forme atipiche - anicteri e subcliniche.

palcoscenico

La malattia è divisa in più fasi, a seconda di quale terapia è prescritta.

  1. Acuto - è caratterizzato da un flusso asintomatico. Una persona è spesso inconsapevole di quale sia la portatrice del virus e la fonte dell'infezione.
  2. Cronico - nella stragrande maggioranza dei casi (circa l'85%), il decorso cronico della malattia inizia dopo la fase acuta.
  3. Cirrosi epatica - si sviluppa con un'ulteriore progressione della patologia. Questa è una malattia molto grave che minaccia la vita del paziente in sé e per sé e, con la sua presenza, il rischio di sviluppare altre complicanze - in particolare il cancro del fegato - aumenta significativamente.

Una caratteristica distintiva del virus è la capacità di mutazioni genetiche, a seguito della quale circa 40 sottotipi di HCV (all'interno di un genotipo) possono essere rilevati simultaneamente nel corpo umano.

Genotipi di virus

La gravità e il decorso della malattia dipendono dal genotipo dell'epatite C, che ha infettato il corpo. Attualmente sono noti sei genotipi con diversi sottotipi. Più spesso nel sangue dei pazienti vengono rilevati virus 1, 2 e 3 genotipi. Causano le manifestazioni più pronunciate della malattia.

In Russia, il genotipo 1b più comune. Meno comunemente, 3, 2 e 1a. L'epatite C, causata dal virus del genotipo 1b, è caratterizzata da un decorso più grave.

Diagnosi di epatite

Il metodo principale per diagnosticare l'epatite B è la presenza di anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV) e HCV-RNA. I risultati positivi di entrambi i test confermano la presenza di infezione. La presenza di anticorpi della classe IgM (anti-HCV IgM) consente di distinguere l'epatite attiva dal trasporto (quando non ci sono anticorpi IgM e ALT è normale).

La ricerca mediante PCR per l'epatite C (reazione a catena della polimerasi) consente di determinare la presenza di RNA dell'epatite C nel sangue del paziente. La PCR è necessaria per tutti i pazienti con sospetta epatite virale. Questo metodo è efficace sin dai primi giorni di infezione e svolge un ruolo importante nella diagnosi precoce.

Quando è più difficile trattare l'epatite C?

Secondo le statistiche, è più difficile trattare l'epatite C negli uomini, persone oltre i 40 anni, in pazienti con attività transaminasica normale, con un'alta carica virale e quelli con genotipo del virus 1 b. Naturalmente, la presenza di cirrosi nel momento in cui il trattamento inizia peggiora la prognosi.

L'efficacia del trattamento antivirale dipende da molti fattori. Con un lungo ciclo di epatite C, non è facile ottenere una completa eradicazione del virus. Il compito principale è rallentare il processo di riproduzione attiva dei virus.

Questo è possibile nella maggior parte dei casi con l'uso di schemi moderni di terapia antivirale. In assenza di moltiplicazione attiva dei virus nel fegato, la gravità dell'infiammazione diminuisce significativamente, la fibrosi non progredisce.

Trattamento dell'epatite C

Nel caso dell'epatite C, il trattamento standard è la terapia di associazione con interferone alfa e ribavirina. Il primo farmaco è disponibile sotto forma di soluzione per iniezioni sottocutanee sotto i marchi Pegasis® (Pegasys®), PegIntron® (PegIntron®). Peginterferone assunto una volta a settimana. La ribavirina è disponibile con diversi marchi e viene assunta in forma di pillola due volte al giorno.

  1. L'interferone-alfa è una proteina che il corpo sintetizza in modo indipendente in risposta a un'infezione virale, vale a dire in realtà è un componente di protezione antivirale naturale. Inoltre, l'interferone-alfa ha attività antitumorale.
  2. La ribavirina come autotrattamento ha bassa efficacia, ma se combinata con l'interferone ne aumenta significativamente l'efficacia.

La durata della terapia può variare da 16 a 72 settimane, a seconda del genotipo del virus dell'epatite C, la risposta al trattamento, che è in gran parte dovuta alle caratteristiche individuali del paziente, che sono determinate dal suo genoma.

Un ciclo di terapia antivirale che utilizza il "gold standard" può costare al paziente da $ 5.000 a $ 30.000, a seconda della scelta dei farmaci e del regime di trattamento. I costi principali derivano dai preparati ad interferone. Gli interferoni peghigliati di produzione estera sono più costosi degli interferoni convenzionali di qualsiasi produttore.

L'efficacia del trattamento dell'epatite C è valutata mediante parametri biochimici del sangue (diminuzione dell'attività transaminasica) e la presenza di HCV -RNA, riducendo il livello di carica virale.

Nuovo nel trattamento dell'epatite

Gli inibitori della proteasi (inibitori della proteasi) sono diventati una nuova classe di farmaci per il trattamento dell'infezione da HCV: sono farmaci che agiscono direttamente sul virus dell'epatite, con il cosiddetto effetto antivirale diretto, che sopprimono o bloccano i passaggi chiave di moltiplicazione del virus intracellulare.

Attualmente, negli Stati Uniti e nell'UE, l'uso di due di questi farmaci è approvato: Telaprevir (INCIVEK) e Boceprevir (ViCTRELIS).

Secondo i risultati delle sperimentazioni cliniche per maggio 2013, l'efficacia di questi farmaci è del 90-95%, per quanto riguarda il trattamento standard, la sua efficacia non supera il 50-80%.

Effetti collaterali della terapia antivirale

Se viene indicato un trattamento con interferone, gli effetti collaterali non possono essere evitati, ma sono prevedibili.

Dopo la prima iniezione di interferone, la maggior parte delle persone sperimenta la sindrome di ARVI. Dopo 2-3 ore, la temperatura aumenta fino a 38-39 ° C, ci possono essere brividi, dolori muscolari e articolari, una debolezza evidente. La durata di questa condizione può variare da alcune ore a 2-3 giorni. Entro 30 giorni il corpo è in grado di abituarsi all'introduzione di interferone, quindi a quest'ora la sindrome simil-influenzale scompare. Debolezza e stanchezza restano, ma dobbiamo sopportarlo.

Per quanto riguarda la ribavirina, è generalmente ben tollerata. Ma abbastanza spesso nell'analisi generale di sangue, i fenomeni di anemia emolitica leggera sono annotati. Possono verificarsi lieve dispepsia, raramente mal di testa, un aumento del livello di acido urico nel sangue e molto raramente intolleranza al farmaco.

Quanto vive con l'epatite C, se non trattata

È molto difficile dire esattamente quante persone convivono con l'epatite C, proprio come con l'infezione da HIV. In un numero medio di pazienti, la cirrosi può svilupparsi in circa 20-30 anni.

In percentuale, a seconda dell'età della persona, la cirrosi si sviluppa:

  • nel 2% dei pazienti infetti prima dei 20 anni;
  • Il 6% ha ricevuto un virus di 21-30 anni;
  • Il 10% di quelli infetti ha 31-40 anni;
  • nel 37% dei casi in 41-50 anni;
  • Il 63% degli infetti ha più di 50 anni.

Inoltre, la maggior parte degli studi ha dimostrato che lo sviluppo della fibrosi dipende dal genere. Negli uomini, questa patologia si sviluppa molto più rapidamente e in una forma più grave, anche se impegnata nel trattamento.

Articolo Successivo

Epatite autoimmune