PCR falsa positiva

Sintomi

I nostri vantaggi:

  • Appuntamento medico a buon mercato da 900 rubli
  • Analisi urgenti il ​​giorno del trattamento da 20 minuti a 1 giorno
  • Vicino a 5 minuti dalla stazione della metropolitana Varshavskaya e Chistye Prudy
  • Lavoriamo comodamente ogni giorno dalle 9 alle 21 tutti i giorni (festività comprese)
  • Anonimo!

La reazione a catena della polimerasi è forse uno dei metodi più sensibili e più accurati per diagnosticare varie malattie infettive, in particolare le malattie a trasmissione sessuale. Determinare anche una piccola quantità di particelle di DNA di batteri, virus, funghi, PCR è un metodo piuttosto specifico, raramente dando risultati falsi positivi.

Un risultato falso positivo significa che in realtà non c'è infezione e la reazione è positiva.

Tuttavia, anche con una precisione del 98-99%, la PCR a volte contiene anche risposte errate che non sono quasi mai associate alla reazione stessa, ma più con violazioni nella fase preliminare.

Cause dell'analisi PCR falsa positiva:

  • I termini per i test di controllo dopo il trattamento delle infezioni genitali non sono stati soddisfatti. Il fatto è che la maggior parte delle infezioni sono all'interno delle cellule o fissate sulla superficie delle loro membrane. Durante un trattamento a pieno titolo, l'agente eziologico di una STI muore, ma le sue particelle di genoma (DNA) rimangono per qualche tempo nel corpo dell'ospite. Ci vuole tempo, circa 3 settimane, per sostituire queste cellule con quelle nuove che non sono in contatto con l'agente infettivo, quindi viene preso il controllo. Se prendiamo l'analisi prima, quindi, a causa della sua alta sensibilità, la PCR determinerà il DNA di batteri già morti e indicherà la presenza del patogeno, che sarà falso-positivo, poiché l'infezione è già morta.
    I nostri medici hanno una conoscenza sufficiente nel campo della diagnostica delle malattie sessualmente trasmissibili e rispettano le scadenze, quindi tali situazioni nella clinica sono escluse dalla pratica privata.
  • Infezione del DNA delle infezioni trasmesse sessualmente nella provetta dalle mani di un venereologo, con guanti e sonde urologiche.
    Questo fattore è escluso, dal momento che solo i guanti monouso, le provette e le sonde vengono utilizzate per raccogliere il materiale.
  • I risultati falsi positivi sono estremamente rari in presenza di microrganismi strettamente correlati nella raschiatura. Cioè, l'analizzatore rivela la presenza di un batterio patogeno che causa una malattia venerea, ma in realtà è un componente della normale microflora. Ma questo problema è stato a lungo risolto dall'introduzione di sistemi di test più moderni e specifici.
  • Anche la contaminazione o l'infezione da DNA delle infezioni nella provetta nella fase di laboratorio dello studio era possibile, ma praticamente esclusa mediante una corretta organizzazione del processo diagnostico e dell'allenamento del personale.

In ogni caso, la diagnosi viene sempre fatta non solo sulla base dei risultati di una singola analisi. La diagnosi finale di una malattia a trasmissione sessuale è una combinazione di reclami, esame clinico e una combinazione di vari metodi di laboratorio e strumentali.

Se un urologo, ginecologo o venereologo dubita della correttezza dei risultati della PCR ottenuti o c'è una discrepanza tra il quadro clinico esistente ei dati diagnostici di laboratorio tra di loro, allora il medico raccomanderà sempre ulteriori esami usando i metodi ELISA e NASBA per chiarire la situazione.

Nelle nostre cliniche ci sono tutti i metodi di esame di uomini e donne disponibili per la medicina moderna. Pertanto, è esclusa la definizione di false diagnosi di STI.

Medico della clinica "Pratica privata" dermatovenerologo, urologo Volokhov EA parla dell'analisi della PCR per l'infezione.

Centro medico a Chistye Prudy e Varshavka

Ricevimento nelle nostre cliniche tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Nel sud Okrug amministrativo e Okrug amministrativo sudoccidentale - la stazione della metropolitana Varsavia, Kakhovskaya, Sevastopolskaya - ul. Bolotnikovskaya building 5 bldg 2, tel. 8-499-317-29-72

Nel centro (CAO) - Metro Chistye Prudy, Turgenevskaya, Lubyanka - Krivokolenny lane house 10, edificio 9, tel. 8-495-980-13-16

Test STD

Sei venuto dal ginecologo con denunce di dimissione. Al fine di determinare l'agente eziologico dell'infezione e scegliere il trattamento corretto, il medico prescrive dei test. Cosa e in quale sequenza?

1. bacterioscopy (spalmare sulla flora). Viene prelevato dopo l'inserimento dello speculum vaginale, sotto il controllo dell'occhio, utilizzando una spatola monouso (bastoncino di plastica con estremità espansa). Se ti prendi cura di te nelle condizioni della medicina libera e hai portato con te un kit per esami ginecologici usa e getta, la spatola è inclusa in essa. È sbagliato prendere un materiale per striscio con un guanto (il talco con cui i guanti vengono lavorati può distorcere l'immagine); uno specchio (a volte, tirando fuori uno specchio, il medico trasferisce lo scarico nel suo bicchiere), perché ci sono per lo più cellule desquamate dal fornice vaginale posteriore; dopo uno studio a due mani senza inserire uno specchio (dal momento che la presa del materiale deve essere fatta sotto il controllo dell'occhio, cioè per vedere cosa si sta prendendo). Prendere una macchia è la seconda manipolazione del medico dopo che sei sulla sedia, il primo è l'introduzione di uno speculum vaginale. Quindi la luce viene diretta nello specchio e il medico prende il materiale con una spatola, preferibilmente da tre aree, ma almeno dalle ultime due: dall'apertura esterna dell'uretra, della vagina e della cervice. Solo dopo è possibile condurre una colposcopia estesa (colorando le soluzioni della cervice) e uno studio a due mani. Questa procedura è spiegata dal fatto che le soluzioni utilizzate per la colposcopia uccidono i batteri, rendendo insignificante lo striscio, e in uno studio a due mani, i microtraumi si verificano sulla superficie della cervice, le cellule di smear, le cellule del sangue che entrano nello striscio e rendono difficile la diagnosi delle infezioni. Il materiale prelevato con una spatola viene distribuito uniformemente su una diapositiva pulita con un ampio tratto. Applicare un materiale con uno spesso strato, una goccia, un piccolo striscio è sbagliato - sarà molto più difficile per un medico di laboratorio svolgere il proprio lavoro. Il materiale di diverse aree viene posizionato sul vetro separatamente, sul retro del vetro è presente una macchia: "U" - uretra, "C" - cervice, "V" - vagina. Successivamente, il vetro viene asciugato all'aria e inviato al laboratorio.

In laboratorio, lo striscio è macchiato ed esaminato con un microscopio.

Cosa può vedere un medico di laboratorio:

a) Epitelio. Cellule che coprono la vagina e la cervice. Normalmente deve essere presente. Il loro numero varia a seconda della fase del ciclo mestruale, i farmaci ormonali utilizzati. Più ormoni sessuali femminili (a metà ciclo, estrogeni, gravidanza), più epitelio. La mancanza di cellule epiteliali può parlare di atrofia epiteliale, mancanza di estrogeni, un eccesso di ormoni sessuali maschili.

b) leucociti. Le cellule che svolgono una funzione protettiva, "mangiare" agenti infettivi. Quando l'infiammazione nella vagina (colpite, vaginite), il loro numero aumenta in proporzione alla sua gravità e il numero di agenti patogeni. Normalmente, il numero di leucociti nella prima fase del ciclo mestruale è fino a 10 nel campo visivo (un pezzo di vetro visibile al microscopio), nel secondo - 10-15 nel campo visivo. Un numero elevato di globuli bianchi è sufficiente per stabilire il fatto dell'infezione, ma non abbastanza per determinarne l'agente causale. Un agente patogeno è molto desiderabile da trovare per scegliere gli antibiotici giusti.

c) flora d'asta (morfotipo di lattobacilli). Questa è una flora normale (i microrganismi che devono vivere nell'ambiente acido della vagina), ad eccezione dei quali nulla deve essere rilevato nello striscio.

Il totale, presentato di seguito, in un normale striscio non dovrebbe essere:

d) Cocci. I batteri sono di forma sferica (a differenza dei bastoncini). A volte l'aspetto è sufficiente per la diagnosi (diplococchi (doppia) - gonorrea, una combinazione di cocchi, piccole barrette e cellule "chiave" - ​​vaginosi batterica), a volte la semina è necessaria per una diagnosi accurata.

D. Piccolo bastone. Il più delle volte batteri anaerobici (non usando l'ossigeno), gardnerella. Un segno di infezione o disbiosi della vagina, soprattutto quando ce ne sono più di lattobacilli.

e. Celle "chiave". Cellule epiteliali, "intonacate" con un bastoncino. Un segno di vaginosi batterica - disbiosi vaginale - una condizione in cui gli organismi anaerobici, comprese le piccole barre, proliferano nella vagina invece che nei batteri lattici aerobici (che amano l'ossigeno).

Bene. Funghi. Agenti causali di candidosi (mughetto). A seconda della gravità del processo, spore di funghi (candidiasi inespressa, forse senza manifestazioni), ife, micelio fungino (candidosi comune) possono essere presenti nello striscio.

h. Trichomonas. Intero o distrutto Gli agenti causali della tricomoniasi. Grandi organismi unicellulari con flagelli.

La rilevazione di un elemento "d-z" in uno striscio aiuta a identificare l'agente eziologico della colpite e seleziona antibiotici appropriati. Tuttavia, è possibile che si verifichi una situazione in cui non sono stati trovati nient'altro che leucociti nello striscio. motivi:

a). L'identificazione dei patogeni richiede più abilità di laboratorio rispetto alla ricerca di leucociti.

b). Virale, micoplasma, infezione da clamidia. Questi microrganismi sono così piccoli che non sono visibili al microscopio. Per la loro diagnosi usando altri metodi.

c). Leucocitosi troppo grande, quando il loro numero è superiore a 100 nel campo visivo (a volte gli assistenti di laboratorio scrivono "i leucociti coprono completamente tutti i campi di vista"). Ciò significa che un materiale contenente solo cellule distrutte e globuli bianchi è entrato nello striscio. Gli agenti patogeni nel pus non vengono quasi mai trovati.

g). Cattura del materiale errata (vedi sopra).

Questo è il caso quando lo scarico è inquietante, il medico ammette che lo striscio è cattivo e deve essere trattato, ma non è stato trovato nulla di concreto, e non è chiaro cosa trattare. Ci sono 3 opzioni possibili:

a) se vi sono dubbi sulla correttezza del prelievo del materiale e della qualifica del tecnico di laboratorio - per riprendere lo striscio

b) se non vi sono dubbi, passare il materiale per la diagnosi di impianto o PCR. Questi metodi sono più sensibili. Quest'ultimo consente di rilevare virus, clamidia, micoplasma.

c) se "i leucociti coprono tutti i campi completamente", viene assegnato un regime di trattamento universale, vale a dire una serie di antibiotici ad ampio spettro che colpisce tutti i possibili batteri. Se questo non porta al pieno recupero, allora almeno riduce il numero di leucociti, che consente di prendere il materiale per ulteriori ricerche di agenti patogeni.

La batterioscopia dello striscio viene eseguita entro un giorno, con la solita colorazione con blu di metilene - entro 15 minuti.

La qualità della corsa e il risultato dipendono principalmente dalla precisione del materiale prelevato e, in secondo luogo, dalle qualifiche del tecnico di laboratorio. L'efficacia del trattamento, inoltre, dipende anche dalla conoscenza del ginecologo che prescrive un regime di trattamento.

2. Esame batteriologico (semina, metodo di coltura). Batteri in crescita su terreni nutrienti. Il metodo è molto più sensibile della microscopia, perché consente di rilevare l'agente patogeno a bassa concentrazione, quando non cade nello striscio. L'analisi viene ripresa nuovamente dopo l'inserimento dello specchio, sotto il controllo dell'occhio dal canale cervicale con uno speciale tampone sterile. Quando si apre un tubo monouso con un tampone (è sigillato con il metodo di fabbrica) e, senza toccarlo, inserire il tampone nel canale cervicale. Un movimento e, senza toccare nulla, il tampone viene restituito alla provetta e chiuso ermeticamente. La cosa più importante quando si prende materiale per la semina è la sterilità, al fine di ottenere batteri dall'area studiata, e non dall'aria, dalla pelle, ecc.

In laboratorio, il tampone riguarda il mezzo nutritivo (gelatina o agar-agar), sul quale crescono i batteri. La normale semina viene effettuata con l'accesso all'aria, cioè i batteri anaerobici (non usando l'ossigeno) non possono crescere. La loro semina è anche possibile, ma questo è uno studio speciale, che non è fatto in tutti i laboratori. Per far crescere i virus (herpes), la clamidia richiede anche condizioni e ambienti speciali (poiché questi sono parassiti intracellulari, non possono crescere solo su una sostanza nutritiva, hanno bisogno di una coltura di cellule viventi, quindi nella semina ordinaria non è possibile determinare la presenza di clamidia), questi sono separati analisi.

Il metodo culturale (batteriologico, bakposev) è il cosiddetto. il "gold standard" per la diagnosi di molte infezioni e il metodo principale per monitorare l'efficacia del trattamento. È molto più sensibile e più specifico (vedi sotto) per uno striscio convenzionale e presenta vantaggi rispetto alla diagnostica del DNA (PCR). Il fatto è che non è la rilevazione di un microbo che è importante, ma la prova che è lui che è l'agente eziologico dell'infezione, e questa non è la stessa cosa. I microrganismi sono spesso presenti nel corpo, i cosiddetti. "agenti patogeni condizionali" (ad esempio, gardnerella), che normalmente non causano la malattia, e con una diminuzione dell'immunità, lo sviluppo di dysbacteriosis - può causare. Il loro rilevamento non dimostra il loro ruolo nello sviluppo dell'infezione. Ma la loro crescita sui mezzi nutritivi indica che, in primo luogo, sono vitali (possono crescere e causare malattie), in secondo luogo, sono numerosi (i singoli microrganismi sono soppressi da quelli che ne hanno di più, e quindi il mezzo non causa l'infezione, e flora normale). Un altro vantaggio della ricerca batteriologica è che consente di calcolare il numero di patogeni (in base al numero di colonie coltivate), nonché di determinare la sensibilità agli antibiotici (diversi antibiotici vengono aggiunti al mezzo nutritivo e stanno osservando quale farmaco muore). L'unico inconveniente del metodo è la durata della sua esecuzione (i batteri crescono diversi giorni) e le richieste in laboratorio.

3. Diagnosi del DNA (PCR). Diversi metodi sono attribuiti alla diagnostica del DNA, ma la più comune è la reazione a catena della polimerasi (PCR). Questo è un rilevamento nel materiale del DNA del patogeno. Il DNA è una molecola che contiene tutte le informazioni su una cellula. Nelle cellule di organismi della stessa specie (ad esempio, micoplasma genitale), alcune sezioni del DNA sono le stesse. Pertanto, conoscendo la struttura di questi siti nei principali agenti patogeni, è possibile creare copie speculari che trovino e comunichino con esse. Trovare anche un solo sito è sufficiente per la PCR per essere positivo. Ciò indica una sensibilità estremamente elevata del metodo.

Il metodo è buono per diagnosticare infezioni che non sono rilevabili in strisci: clamidia, herpes genitale. Tuttavia, per determinare l'efficacia del trattamento delle stesse malattie, il metodo è inaccettabile, dal momento che e dopo la rottura delle cellule nel corpo possono rimanere pezzi di DNA. Solo i microrganismi riproduttivi vitali possono essere un segno di incurabilità e possono essere rilevati solo con la semina. Tuttavia, non tutti i metodi desiderati sono disponibili. I parassiti intracellulari non possono essere determinati nella semina ordinaria, e se il laboratorio non effettua ricerche batteriologiche particolari sulla coltura cellulare - si deve essere contenti della PCR - allora dovrebbe essere assunto non prima di 3-4 settimane dalla fine del trattamento

È anche indesiderabile utilizzare il metodo PCR per la diagnosi di Gardnerella, perché questi batteri sono normalmente contenuti nella vagina. Non dovrebbero essere in uno striscio, e in questo caso la batterioscopia è un metodo sufficiente per la diagnosi di gardnerella e il controllo del trattamento. E il DNA di questi batteri può e dovrebbe essere, questo non è un criterio della malattia.

Un risultato positivo della PCR su ureaplasma (biovar) e micoplasma non è un criterio per la diagnosi e il trattamento - vedi l'articolo Mycoplasmas and Ureaplasmas

Il materiale per PCR viene prelevato dal canale cervicale, a volte dall'apertura esterna dell'uretra con uno speciale pennello monouso sterile. Prima di prendere il materiale deve rimuovere il muco e un batuffolo di cotone, il fallimento di questa regola porta spesso a risultati falsi. La maggior parte dei microrganismi studiati sono parassiti intracellulari, pertanto, per la loro individuazione, è necessario raschiare le cellule e non escrezioni che impediscono l'accesso all'epitelio. Quindi il materiale dal pennello viene posto in un contenitore con soluzione salina, che, prima di eseguire l'analisi, deve essere conservato in frigorifero. La cosa principale - l'osservanza della sterilità.

Cause dei risultati falsi della PCR:

1. Inosservanza delle regole sull'assunzione materiale - la rimozione del muco dal canale cervicale. La causa più comune. Non puoi controllarlo. L'unica cosa che puoi - scegli un ginecologo di cui ti fidi.

2. Non conformità con le regole della PCR in laboratorio. Anche tu non puoi controllare questa causa, si trova sulla coscienza dei laboratori.

3. Ancora, l'inosservanza delle regole per prendere il materiale - i batteri che entrano nel materiale del DNA dall'aria, dalle mani, dal vetro di copertura (per qualche ragione, spesso il materiale sulla PCR è dato sotto forma di un normale striscio sul vetro.) Questo è sbagliato, perché il vetro non può essere sterile). La sterilità può anche essere compromessa in laboratorio se gli estranei spesso girano intorno a un campione funzionante e "riempiono" DNA diversi dai loro vestiti. Non controllerai neanche questo.

Pertanto, nonostante il fatto che la PCR sia il metodo diagnostico più sensibile e specifico, ha i suoi inconvenienti. I risultati dovrebbero essere analizzati dal medico curante con la possibilità di quanto sopra. La diagnosi viene fatta sulla base di denunce e sintomi. Qualsiasi metodo diagnostico è di tipo ausiliario, non puoi contare al 100% su di esso.

4. Rilevazione di anticorpi nel sangue (metodo sierologico) - più spesso mediante ELISA (saggio immunoassorbente legato all'enzima).. Un ulteriore metodo diagnostico per distinguere una malattia acuta, il suo primo episodio da esacerbazione di un'infezione cronica. Particolarmente spesso questo metodo viene utilizzato nelle donne in gravidanza dopo la rilevazione del patogeno mediante PCR per determinare la probabilità di infezione del bambino. L'infezione primaria è la più pericolosa per il corpo ed è più spesso trasmessa al bambino (il primo colpo del patogeno), quando il sistema immunitario non ha ancora raggiunto questo microrganismo e non ha esperienza nel trattare con esso. In risposta all'entrata del patogeno nel sangue, si formano anticorpi - sostanze che si legano ad esso e cercano di farlo uscire dal corpo. Quando un'infezione primaria produce anticorpi della stessa classe - il cosiddetto. immunoglobuline M. La loro presenza nel sangue indica che il corpo è malato ed è un'indicazione per il trattamento dell'infezione. Successivamente, altri anticorpi iniziano a essere prodotti - immunoglobuline di classe G. Persistono anche dopo il trattamento, per alcune infezioni (ad esempio, rosolia) - per sempre. La presenza di immunoglobulina G nel sangue suggerisce che il corpo ha già incontrato l'infezione e ha sviluppato un'immunità contro di esso, questo è un segno favorevole, non richiede trattamento. La presenza simultanea di entrambe le classi di immunoglobuline indica un'esacerbazione delle infezioni croniche e richiede un trattamento. Se viene rilevata solo l'immunoglobulina G e si sospetta un'infezione (segni di infezione intrauterina fetale), dopo 2 settimane viene eseguita un'analisi ripetuta per determinare il titolo (numero) di anticorpi. Un forte aumento del titolo (4 volte) indica l'attivazione dell'infezione e richiede un trattamento.

Il rilevamento di anticorpi nel sangue dei principali patogeni (toxoplasma, rosolia, citomegalovirus, herpes) nelle donne in gravidanza è chiamato complesso TORCH. Per tutte queste infezioni, è molto importante che la donna le abbia già avute prima, cioè se ci sono eventuali immunoglobuline nel sangue G. In caso contrario, c'è una probabilità di sviluppo di un'infezione primaria durante la gravidanza e danni al feto. In questo caso, è necessario prestare maggiore attenzione alla possibile infezione e ricontrollare regolarmente il contenuto degli anticorpi.

Anticorpi contro l'herpes. Molto spesso, se la forma non è indicata separatamente - anticorpi verso HSV1 e HSV 2 (e il doppio prezzo non viene preso) - viene prelevato sangue per la definizione di anticorpi misti per entrambi i tipi di virus. E dal momento che l'herpes di tipo 1 si è quasi ammalato durante l'infanzia, il 98% della popolazione adulta ha anticorpi e l'analisi sarà positiva, anche se non ha mai sofferto di herpes genitale. Pertanto, questa analisi non ha quasi alcun valore e può farci risparmiare denaro. L'unica indicazione è che sei incinta e ti sembra di non aver mai avuto 1 tipo di herpes (febbre sulle labbra). Quindi eseguono questa analisi, e se davvero non ci sono anticorpi, allora tanto più dobbiamo essere protetti dalla possibile infezione anche da questo "innocuo" herpes di tipo 1, dal momento che e la sua infezione primaria può danneggiare il feto. (A Mosca ci sono laboratori che producono AT per HSV di tipo 2 senza AT per HSV di tipo 1, ma a causa del costo elevato dei reagenti importati, tali analisi sono rare).

Per determinare gli anticorpi prendere il sangue da una vena. Di nuovo, molto dipende dal livello del laboratorio e dalla qualità dei reagenti.

Metodo di sensibilità - il numero di risultati positivi (batteri rilevati) in presenza di agenti patogeni nel materiale. La sensibilità dell'80% significa che nell'80% dei casi di presenza di batteri nel materiale, questo metodo consentirà loro di essere rilevati.

La specificità del metodo - la probabilità che un risultato positivo sia vero. La specificità dell'80% significa che questo agente patogeno è effettivamente presente nell'80% del risultato positivo dell'analisi. Il restante 20% dei test positivi sono in realtà falsi positivi.

Risultato falso positivo - una situazione in cui il risultato del test è positivo (viene rilevato un batterio), ma in realtà non esiste. Maggiore è la sensibilità e meno specificità del metodo, maggiore è la probabilità di risultati falsi positivi. Per un paziente, un risultato falso positivo significa troppa ansia, la ricerca di adulterio (chi ha infettato) e un trattamento ingiustificato.

Particolarmente indesiderabile ottenere un risultato falso positivo dopo il trattamento. Fu trattato, fu trattato, ma rimase la clamidia. Mezzi, trattati in modo errato? O ancora, un partner infettato? Oppure vengono trasmessi in modo familiare? Questi sono i più frequenti dei problemi ginecologici inviati al sito. Il motivo principale è che gli stessi metodi altamente sensibili (ad esempio, PCR) sono stati usati per controllare l'efficacia del trattamento come per la diagnosi iniziale. Una sfortunata molecola di DNA morta da una cellula di clamidia distrutta può essere catturata e dare un risultato falso positivo, ma non vi è alcuna clamidia. Pertanto, il "gold standard" per la ri-analisi dopo il trattamento è la semina. Se l'infezione viene sconfitta, sicuramente non crescerà.

Risultato falso negativo - risultato negativo dell'analisi (l'assenza dell'agente patogeno), se presente nel corpo. Si verifica quando si utilizzano metodi a bassa sensibilità (bacterioscopy). Per il paziente è spiacevole presentare di nuovo i test a pagamento.

Modi per gestire risultati falsi:

1. Cerca un laboratorio qualificato e un ginecologo

2. Scegliere il giusto metodo diagnostico per una situazione particolare e seguire le regole per l'analisi.

3. Trattamento dei sintomi, non risultati dei test. La PCR alla moda fornisce un numero sufficiente di risultati falsi positivi. Per i centri commerciali, questa è una caratteristica molto preziosa del metodo. Ma un paziente competente non dovrebbe trattare le loro analisi. Una situazione molto comune - "è andato a essere esaminato, trovato ureaplasma. Cosa fare?" Tratta ciò che ti preoccupa. Se nulla, allora l'inevitabile trasporto di alcuni microrganismi non pericolosi e non sicuri (ureaplasma, micoplasma, gardnerella, singolo candida, HPV, herpes, CMV) non richiede trattamento e, in caso di individuazione dell'agente patogeno assoluto (gonococco, clamidia, trichomonad), l'analisi viene aggiornata, includendo altri metodi - e quando si conferma la diagnosi viene trattata.

Sono possibili errori nella diagnostica della PCR? Risultati falsi negativi e falsi positivi della PCR

Diverse circostanze possono influenzare l'ottenimento di risultati falsi nella diagnostica della PCR, sia falsi positivi che falsi negativi.

L'applicazione del metodo di reazione a catena della polimerasi - PCR - richiede la massima osservanza di tutte le fasi dell'analisi, che vanno dall'analisi di un medico all'interpretazione dei risultati dell'analisi. In che modo l'analisi PCR informativa dipende da molte circostanze.

  • Risultati di test falsi positivi possono derivare dal sangue che entra nel materiale (striscio o raschiando l'uretra).
  • Risultati falsamente positivi simili dell'analisi PCR si ottengono non per la penetrazione di cellule epiteliali nel materiale, ma per il contenuto di una grande quantità di muco completamente non informativo.
  • Il trasporto e lo stoccaggio errati dei campioni ottenuti hanno un effetto sull'ottenimento di risultati falsi dell'analisi del DNA. Il DNA dell'infezione in questo caso può essere distrutto e, di conseguenza, un risultato falso-negativo.
  • La rottura della sterilità durante la diagnostica PCR è un'altra ragione per la PCR falsamente positiva. I batteri alieni possono entrare nel materiale raccolto dal paziente dalle mani del medico, dai vestiti, dal vetro o dagli strumenti inquinati, utensili riutilizzabili. Di conseguenza, verrà rilevata un'infezione "inesistente".
  • Non idoneità dei reagenti. Un laboratorio non attrezzato e inopportuno, dove i medici "chiudono gli occhi" per l'inadeguatezza dei reagenti, è un altro e seri motivi per una falsa diagnosi. Ovviamente, questo riduce notevolmente il costo della diagnostica di laboratorio, ma non può che influenzarne i risultati.

Nel tentativo di evitare tali errori, i medici del centro medico "Euromedprestige" prendono molto sul serio la diagnostica di laboratorio: usano solo materiali monouso in tutte le fasi dell'analisi e osservano le misure necessarie per mantenere la completa sterilità del laboratorio e dell'ufficio medico. Impieghiamo solo medici della massima categoria e tecnici esperti, che migliorano regolarmente le loro capacità per non curare malattie inesistenti, ma per ottenere risultati affidabili.

Quando è possibile un test falso positivo per la sifilide

Un'analisi della definizione di sifilide una persona deve prenderli quasi tutti: assunzioni, commissioni mediche, esami preventivi, gravidanza. L'implementazione di questi studi è necessaria - ti permettono di identificare la malattia nelle fasi iniziali, quando il trattamento avrà la massima efficienza.

Un risultato positivo è spesso sconcertato da una persona, soprattutto in assenza di qualsiasi motivo. La rilevazione della sifilide falsa positiva è un evento abbastanza frequente, e quindi non è necessario andare in panico prima del tempo. Secondo informazioni provenienti da fonti diverse, fino al 30% della ricerca primaria potrebbe dare il risultato sbagliato. Ci sono molte ragioni per questo fenomeno: cambiamenti nello stato del corpo, malattie somatiche. Per capire meglio il motivo per cui appaiono, vale la pena comprendere più a fondo il problema dello studio.

Tipi di test della sifilide

I metodi di ricerca clinica stanno migliorando rapidamente ogni anno. Con lo sviluppo di nuovi metodi diagnostici, i falsi positivi per la sifilide stanno diventando meno comuni. Se necessario, la diagnosi può includere diversi metodi: ciò consente di ottenere il risultato più affidabile.

Metodi di ricerca non treponeale

Queste tecniche hanno lo scopo di identificare le proteine ​​che si formano come risultato dell'attività della pallida spirocheta. Hanno lo scopo di determinare le "tracce" del patogeno. Tali metodi hanno una percentuale relativamente alta di errori (fino al 10%). Tali tecniche non sono specifiche, ma consentono il titolo di anticorpi per determinare il grado di infezione.

Wasserman RW Reaction

L'analisi più comune, che viene effettuata per identificare il treponema pallido, è un esame del sangue sierologico. La reazione di Wasserman consente di determinare la presenza della malattia in pochi minuti. Pertanto, questa tecnica viene utilizzata nei laboratori più spesso - non richiede molto tempo e ha un costo relativamente basso.

Il liquido spinale o il sangue vengono utilizzati per eseguire l'analisi. Il campionamento del materiale studiato può essere effettuato da un dito (se l'analisi è solo uno) o da una vena (se sono richiesti diversi studi). Come risultato dell'analisi, non ci possono essere solo falsi positivi, ma anche falsi negativi. È possibile nelle seguenti circostanze:

  • stadio iniziale dell'infezione, quando il numero di treponem nel corpo è ancora basso;
  • malattia cronica nella fase di remissione, quando il numero di anticorpi è ridotto.

Fai attenzione! Un risultato falso negativo si verifica molto raramente e, pertanto, se è presente almeno un punto in più su quattro, è necessario sottoporsi a un esame aggiuntivo.

Microreazione del ricevente (MR)

Questo metodo di ricerca si basa sulla reazione antigene-anticorpo. Richiede una piccola quantità di materiale da eseguire. Ha lo scopo di identificare gli anticorpi antilipidnye, che sono prodotti nel processo di distruzione delle cellule treponema. Per lo studio viene utilizzato come sangue del paziente e liquido cerebrospinale.

Poiché la distruzione delle cellule può avvenire non solo nella sifilide, l'analisi viene utilizzata come qualifica e non confermativa. Ci sono due analoghi di questa tecnica:

  • Test microscopico (VDRL). Il siero inattivato è utilizzato per l'analisi. Se il sistema nervoso viene danneggiato dalla sifilide, il materiale cerebrospinale viene utilizzato come materiale di prova.
  • Test macroscopico (RPR). È considerato un metodo di diagnosi rapida. Viene utilizzato un calcolo visivo delle reagenti plasmatiche.

La reazione data alla mancata osservanza della necessaria sterilità può mostrare un risultato falso positivo. L'aspetto di tale analisi è anche possibile con danni tissutali non specifici, che comportano la distruzione dei lipidi. Se c'è un risultato positivo, si consiglia di eseguire un test treponemico per confermare.

Metodi di ricerca treponemica

Questa categoria di analisi fornisce i dati più precisi e raramente si ottengono risultati falsi positivi. La ricerca ha lo scopo di identificare specifiche proteine ​​che sono secrete dal corpo in risposta alle infezioni. Queste tecniche hanno un costo più elevato e quindi vengono utilizzate come conferma, ma non come qualifiche.

Gli anticorpi specifici iniziano a essere prodotti dall'organismo solo poche settimane dopo l'infezione da treponema. Possono persistere per un lungo periodo di tempo per curare la malattia. Pertanto, test specifici possono mostrare risultati positivi per un lungo periodo dopo la remissione.

Fai attenzione! Con una RW positiva e una specifica negativa, una replica viene applicata dopo alcune settimane.

ELISA (ELISA, VIA)

Basato su una valutazione del livello di immunoglobuline della classe IgA, IgB e IgM. I primi due tipi di proteine ​​sono prodotti nel corpo già da 2 settimane di infezione e IgM - un mese dopo l'infezione.

L'interpretazione dell'analisi viene effettuata sulla base del rapporto tra la presenza di immunoglobuline:

  • rilevato solo IgA - non sono trascorsi più di 14 giorni dall'infezione;
  • Sono state rilevate IgA e IgB - l'infezione si è verificata da 14 a 28 giorni fa;
  • trovato tutti e tre i tipi - la sifilide nel corpo per più di 28 giorni;
  • viene rilevata solo l'IgM - sifilide tardiva.

La presenza di IgM può essere un segno di una sifilide già curata - la sintesi delle immunoglobuline IgM può continuare per diversi mesi dopo la remissione.

Immunofluorescenza Reazione (FTA)

Usato per confermare l'infezione nelle primissime fasi. Per lo studio, il sangue viene prelevato dal dito o dalla vena. Il risultato è simile all'analisi RW, in cui viene indicato un segno negativo o da 1 a 4 punti. Se c'è almeno un plus, può essere prescritta una ricerca aggiuntiva.

I risultati falsi positivi sono estremamente rari quando si esegue il RIF - possono essere in donne in gravidanza, così come in pazienti con malattie del tessuto connettivo.

Reazione di agglutinazione passiva (RPHA, TPHA)

Il titolo anticorpale consente di determinare la presenza di sifilide e il suo stadio. Dati affidabili questa tecnica dà da 28 giorni dopo l'infezione. Il sangue dal dito o dalla vena è usato per la valutazione. Aumentare la quantità di anticorpi significa una fase successiva della malattia.

I metodi di ricerca più accurati

Le analisi di questo gruppo sono estremamente sensibili e pertanto l'errore nei risultati è estremamente basso. Si distinguono per un costo maggiore rispetto ad altri metodi e una tecnica di esecuzione più complessa.

Polymerase Chain Reaction (PCR)

L'analisi PCR è considerata una delle più accurate. Mira a identificare i siti di DNA patogeno nel corpo umano. Il metodo richiede attrezzature e reagenti specializzati e pertanto viene utilizzato in rari casi.

Imunoblotting

Metodo di ricerca combinato Diretto alla determinazione delle immunoglobuline nel siero del paziente. L'analisi verifica la presenza di un complesso di anticorpi, in base al quale viene stabilita la diagnosi. In questo metodo, viene utilizzata l'elettroforesi, con l'aiuto di cui sono separati gli immunodeterminanti, e la reazione ELISA, che mostra punti separati.

La reazione di immobilizzazione del treponema pallido (RIBT)

Analisi altamente specifica che determina la risposta del treponema da siero a pallido. È ampiamente utilizzato in tutto il mondo, perché ha un'alta probabilità di risultati accurati. Anticorpi speciali (immunomobilizina) in un paziente con sifilide possono immobilizzare il treponema. Non ci sono tali anticorpi nel sangue di una persona sana. È sulla presenza / assenza di questa capacità e la metodologia di ricerca è basata.

RIBT è usato per identificare quelle varietà di sifilide in cui la reazione di Wasserman dà risultati negativi - danni al sistema nervoso, organi interni, forme nascoste della malattia. Un risultato falso positivo nei paesi della CSI è estremamente raro. La causa della sua comparsa può essere la sarcoidosi, la lebbra.

Cause di risultati falsi positivi

La reazione di Wasserman può definire un risultato falso positivo "acuto" e "cronico". La sua gravità dipende dalla natura dei cambiamenti nella condizione umana. Mostra lo stadio di riacutizzazione della RW in questi casi:

  • malattie infettive nella fase acuta;
  • lesioni traumatiche;
  • infarto miocardico;
  • l'introduzione di qualsiasi vaccino pochi giorni prima del test;
  • intossicazione alimentare

Queste condizioni sono caratterizzate da una migliore funzione del sistema immunitario, che porta ad un aumento della produzione di anticorpi. Sono erroneamente riconosciuti nella reazione come anticorpi del treponema e quindi si verifica un risultato positivo.

In presenza di patologie di natura cronica, il sistema immunitario produce un gran numero di anticorpi non specifici che possono causare una reazione. In RW, questo stato può mostrare un risultato falso positivo. Pertanto, vale la pena avvertire il medico circa le seguenti malattie:

  • patologie croniche del tessuto connettivo;
  • la tubercolosi;
  • malattie croniche di eziologia virale: HIV, epatite B, C, D;
  • malattia epatica cronica;
  • patologia autoimmune.

Con l'età nel corpo del paziente, le reazioni redox rallentano. L'invecchiamento dei tessuti può anche mostrare un risultato falso positivo, e quindi sono prescritti metodi di ricerca più accurati per i pazienti anziani.

Fai attenzione! Nel caso di una reazione positiva di Wasserman, vengono condotte ulteriori ricerche che consentono di ottenere un'immagine più accurata.

ricontrollare

Il nuovo test per la sifilide viene effettuato con risultati discutibili degli studi di screening. Viene nominato in presenza di una o due croci - questa analisi richiede una verifica aggiuntiva. Lo studio può dare risultati falsi positivi in ​​diversi casi:

  • Stadio precoce della malattia Prima della comparsa di un forte cambiamento, la quantità di immunoglobuline nel corpo è piuttosto bassa.
  • Stadio avanzato della malattia Più di 2 anni sono passati dall'infezione e il titolo anticorpale ha cominciato gradualmente a diminuire.

L'analisi ripetuta, che viene eseguita in 2-3 settimane, mostra esattamente se c'è una malattia. Se c'è un risultato positivo una seconda volta, vengono utilizzate ulteriori tecniche di chiarificazione.

Test di gravidanza

Uno dei più inaspettati può essere un test positivo per la sifilide nelle donne in gravidanza, soprattutto se la donna non ha cambiato il partner. Una situazione del genere spesso fa inorridire le future madri, poiché il treponema può influire negativamente sullo sviluppo intrauterino di un bambino.

Uno studio di screening durante la gravidanza viene eseguito più volte:

  • quando si registra a 12 settimane;
  • iniziare il 3 ° trimestre, a 30 settimane;
  • prima del parto.

Questa è la quantità minima di ricerca. Un test falso positivo per la sifilide può verificarsi a causa di una ristrutturazione del corpo che si verifica durante la gravidanza. Quando una donna sopporta un bambino, il suo sistema immunitario produce una grande quantità di anticorpi - questo è un dispositivo evolutivo per proteggere il bambino nel primo anno di vita.

Durante la gravidanza, prescrivere un'ulteriore analisi di chiarificazione, che è caratterizzata da una maggiore precisione. Se uno studio di controllo mostra la presenza di un agente patogeno nel corpo, è necessario un trattamento. L'effetto della terapia su un organismo in crescita è sostanzialmente inferiore al potenziale danno da treponema.

Come prepararsi per l'analisi?

Un modo per prevenire un risultato errato è prepararsi per il test. A causa di una preparazione impropria, possono verificarsi reazioni accompagnate dalla produzione di anticorpi non specifici, che portano alla comparsa di un risultato errato.

  • L'analisi deve essere presa a stomaco vuoto. Puoi usare solo acqua pulita.
  • Un giorno prima del prelievo di sangue, è necessario eliminare completamente l'alcol - crea un carico aggiuntivo sul fegato, che può portare a un risultato positivo.
  • Si raccomanda alla vigilia di abbandonare l'uso di cibi grassi e fritti, piatti speziati e molte spezie.
  • Almeno 60 minuti prima dell'analisi si raccomanda di astenersi dal fumare.
  • Prima di prendere il sangue da una vena, è necessario riposare per 10-15 minuti nel pronto soccorso.
  • Le donne non sono raccomandate a donare il sangue durante le mestruazioni.
  • È impossibile effettuare l'analisi dopo l'esame radiologico, le procedure fisioterapeutiche.
  • È vietato donare sangue per la sifilide nel periodo di esacerbazione di malattie infettive.

Fai attenzione! Se il paziente sta assumendo farmaci, dovrebbe consultare un medico prima di condurre lo studio, potrebbe essere necessario prendere una pausa di diversi giorni tra l'assunzione di farmaci e l'analisi.

Cosa fare quando si conferma la sifilide?

Non preoccuparti quando ricevi uno screening primario con risultati positivi. La falsa sifilide è facilmente determinata da ricerche ripetute. Se, tuttavia, la diagnosi è stata confermata, è necessario agire:

  • esame del partner sessuale con un dermatovenerologo;
  • esame di parenti stretti;
  • l'attuazione di un trattamento preventivo per prevenire l'infezione nei parenti;
  • registrazione della lista malata per il periodo di trattamento - la lista malata non contiene informazioni sulla diagnosi, garantendo la riservatezza;
  • Alla fine del ciclo di trattamento, viene emesso un certificato speciale - è necessario averlo con sé per evitare domande su risultati falsi positivi nei prossimi mesi.

Un risultato positivo per la sifilide non è sempre affidabile. Pertanto, non preoccuparti e si consiglia di attendere ulteriori ricerche. Un trattamento adeguato, avviato in tempo, garantisce un recupero rapido con un minimo di effetti residui.

Sono possibili errori nella diagnostica della PCR? Risultati falsi negativi e falsi positivi della PCR

Condividi nuove informazioni in:

Diverse circostanze possono influenzare l'ottenimento di risultati falsi nella diagnostica della PCR, sia falsi positivi che falsi negativi.

L'applicazione del metodo PCR della reazione a catena della polimerasi richiede la massima osservanza di tutte le fasi dell'analisi, che vanno dal campionamento dell'analista all'interpretazione dei risultati dell'analisi. In che modo l'analisi PCR informativa dipende da molte circostanze.

  • Risultati di test falsi positivi possono derivare dal sangue che entra nel materiale (striscio o raschiando l'uretra).
  • Risultati falsamente positivi simili dell'analisi PCR si ottengono non per la penetrazione di cellule epiteliali nel materiale, ma per il contenuto di una grande quantità di muco completamente non informativo.
  • Il trasporto e lo stoccaggio errati dei campioni ottenuti hanno un effetto sull'ottenimento di risultati falsi dell'analisi del DNA. Il DNA dell'infezione in questo caso può essere distrutto e, di conseguenza, un risultato falso-negativo.
  • La rottura della sterilità durante la diagnostica PCR è un'altra ragione per la PCR falsamente positiva. I batteri alieni possono entrare nel materiale raccolto dal paziente dalle mani del medico, dai vestiti, dal vetro o dagli strumenti inquinati, utensili riutilizzabili. Di conseguenza, verrà rilevata un'infezione "inesistente".
  • Non idoneità dei reagenti. Un laboratorio non attrezzato e inopportuno, dove i medici "chiudono gli occhi" per l'inadeguatezza dei reagenti, è un altro e seri motivi per una falsa diagnosi. Ovviamente, questo riduce notevolmente il costo della diagnostica di laboratorio, ma non può che influenzarne i risultati.

Condividi nuove informazioni con amici e conoscenti in:

domande

Domanda: quanto è accurata la diagnosi di PCR?

Qual è l'accuratezza della diagnostica PCR?


L'accuratezza della diagnostica PCR (polymerase chain reaction) per alcune infezioni varia dal 99 al 100 percento.
È estremamente raro che la PCR dia risultati falsi-negativi e, in pratica, non produce risultati falsi positivi. Un risultato falso negativo è quando l'analisi mostra l'assenza di un microrganismo patogeno (fonte di infezione), quando in realtà esiste.
Ciò può verificarsi nei casi in cui:

  • Materiale biologico erroneamente selezionato. Ad esempio, quando un'urina viene esaminata durante un'infezione da citomegalovirus (e non un tampone faringeo o striscio di sangue) o quando si diagnostica un'infezione del SNC (sistema nervoso centrale), viene utilizzato sangue anziché liquido cerebrospinale.
  • Le regole per la raccolta di biomateriali non sono state seguite. Se una persona ha subito un ciclo di terapia antibiotica durante l'assunzione di test per la PCR, ha assunto uroseptics e farmaci antivirali. Allo stesso modo, si possono verificare test falsi-negativi se il paziente ha urinato, fatto sesso il giorno prima o assunto farmaci sotto forma di supposta vaginale (supposta) prima di prendere uno striscio o un'urina.
  • Viene indagata la fonte dell'infezione, che nel corso della sua attività vitale è soggetta a modifiche. Al centro di qualsiasi microrganismo c'è la possibilità di cambiare. Alcuni virus possono acquisire una variabilità del livello del DNA (acido desossiribonucleico). Ad esempio, il virus dell'influenza ha una grande capacità di "mutare" e modificare le sue informazioni genetiche. Pertanto, la PCR potrebbe non rivelare la fonte dell'infezione, dal momento che il genoma (un insieme di geni) era soggetto a modifiche.

Un risultato falso positivo (l'analisi mostra la presenza di infezione quando non ce n'è) non è tipico per la diagnostica della PCR e si trova solo nei casi in cui l'infezione è già "morta", ma le sue cellule morte circolano nel corpo. L'incapacità di distinguere un'infezione "morta" da un'infezione attiva (dal vivo) è uno degli svantaggi del metodo PCR. Nel caso in cui una persona abbia già avuto una determinata infezione (la malattia è stata curata e uccisa da agenti antibatterici o antivirali), l'analisi PCR darà comunque un risultato positivo per il patogeno, anche se è già "morto".

Analisi PCR, diagnostica PCR di infezioni

Fortunatamente, viviamo in un momento completamente diverso, quando le possibilità di diagnostica, anche se non infinite, ma molto grande. Ora, al fine di determinare i risultati dell'analisi del sangue generale, il medico di laboratorio non ha bisogno di dedicare molto tempo a questo, lo spende al microscopio e quindi compila attentamente il modulo; è sufficiente posizionare la provetta per alcuni secondi in un apparecchio speciale, che a sua volta produrrà i risultati desiderati in forma stampata. Quindi con altri studi. Ad esempio, ora qualsiasi infezione, anche occorsa nascosta, può essere identificata "moltiplicando" le copie del suo DNA in un campione di materiale. Questa straordinaria tecnica, che è già diventata abbastanza comune per noi, è chiamata PCR, che significa "reazione a catena della polimerasi".

La base del metodo

È abbastanza semplice spiegare l'essenza della diagnostica PCR, sebbene la sua implementazione implichi processi complessi.

Il metodo si basa sul rilevamento del DNA dell'agente infetto, sia esso un virus, un batterio o il più semplice. Se il materiale del paziente contiene almeno una quantità minima di DNA, almeno una traccia di un microbo al suo interno, il campione darà un risultato positivo.

Per l'analisi PCR, un campione di sangue (o uno striscio, o raschiatura, o qualcos'altro) è posto in un apposito apparato, in cui vengono aggiunti enzimi che hanno la capacità di influenzare il materiale genetico. Questi enzimi "trovano" frammenti di DNA e riproducono sulla base di un gran numero di copie esatte. Migliaia di analoghi possono essere creati sulla base di un singolo frammento, il che aumenta la quantità totale del materiale genetico dell'agente causale in un campione.

Dopo questo, il DNA viene rilevato da campioni speciali volti a identificare antigeni di vari agenti patogeni.

Usando la PCR, è possibile non solo rispondere alla domanda se una persona ha una malattia specifica, ma in alcuni casi determinare gli indicatori quantitativi, approssimativamente, determinando quanti microbi si trovano nel corpo del paziente (questo riflette la gravità e la fase della malattia - esacerbazione o remissione).

Diagnosi di eventuali infezioni possibili mediante PCR?

Se necessario, è possibile eseguire la diagnostica PCR di diverse dozzine di infezioni diverse, ma le più "rilevanti" sono alcune di esse, elencate di seguito. Particolarmente importante è la PCR quando è necessario identificare le malattie infettive latenti in cui i microbi intrappolati nel corpo e in via di sviluppo, non causano alcun sintomo, ma danno alla salute e provocano la comparsa di complicanze. Poiché nella maggior parte dei casi le infezioni sessualmente trasmissibili differiscono nel loro corso nascosto, la PCR, rispettivamente, è la più richiesta nella definizione di malattie a trasmissione sessuale.

È caratteristico che alcune malattie possano essere causate da diverse specie di una specie microbica o diversi ceppi di una specie in una volta. In questi casi, la PCR è in grado di determinare nei minimi dettagli esattamente quale agente patogeno ha causato il processo patologico.

Quindi, il metodo della reazione a catena della polimerasi viene utilizzato nella diagnosi delle seguenti malattie e nel rilevamento dei seguenti patogeni:

- epatite virale (epatite B e C);

-Micoplasmosi (Mycoplasma hominis, Mycoplasma genitalium);

- Ureaplasmosis (Ureaplasma urealiticum, Ureaplasma parvum);

- Chlamydia (Chlamydia trachomatis);

- candidosi (Candida albicans);

- tricomoniasi (Trichomonas vaginalis);

- tubercolosi (micobatterio tubercolare);

- herpes (tipi di virus dell'herpes simplex 1,2);

-Helicobacter pylori (batterio associato a gastrite cronica e ulcera peptica);

- papillomavirus umano, compresi i sierotipi oncogeni;

- virus dell'immunodeficienza umana;

PCR e risultati falsi positivi

Il metodo di reazione a catena della polimerasi è molto preciso, ma non è solo il suo vantaggio più importante, ma anche un problema. Il fatto è che a volte con PCR ci sono risultati falsi positivi.

Per questo motivo, in alcune malattie, è inutile eseguire la diagnostica PCR. Ad esempio, c'è un disturbo come la Gardnerellosi o la vaginosi batterica. Quando si verifica nelle donne, c'è una violazione della microflora della vagina, c'è una riproduzione troppo attiva di alcuni componenti della flora, vale a dire, batteri-gardnerell. Se questi batteri sono pochi, la loro presenza non causa sintomi, ma se sono presenti in quantità eccessive, si sviluppano infiammazioni, prurito e scarica.

Se per fare una donna sana e un paziente con vaginosi una classica analisi PCR, allora in entrambi i casi arriverà un risultato positivo. Il sondaggio non "terrà conto" del fatto che gardnerella potrebbe essere normale, ma, in ogni caso, li riconoscerà come "nemici". In questi casi, ricorrere all'analisi quantitativa, che discuteremo di seguito.

Allo stesso modo, a volte si determina la PCR falso-positiva se, invece di tipi "nocivi" di microbi di un certo tipo, ci sono "innocui" nel materiale.

Nonostante alcune possibilità di risultati falsi, in generale, la diagnostica della PCR è molto accurata; inoltre, la sua tecnologia sta migliorando nel tempo, così che in futuro, forse, il problema dei risultati falsi positivi possa essere dimenticato. Ma per ora, ahimè, bisogna tener presente la possibilità di ottenerli.

Speriamo che questa informazione non porti a perdere la fiducia nel metodo. In generale, è molto più affidabile di molti altri test. In particolare, è molto meno probabile che fornisca risultati falsi-negativi, che sono molto caratteristici dell'analisi ELISA altrettanto popolare. Eppure, non è per niente che Carey Mullis, lo "scopritore" di PCR, ha vinto il premio Nobel...

Analisi PCR

Per la conduzione della diagnostica della PCR, possono essere presi vari tipi di materiali, ma in alcune malattie, di norma, vengono presi quei campioni in cui è più facile rilevare l'agente patogeno.

Le infezioni che entrano nel sangue (ad esempio, epatite virale o HIV) richiedono il prelievo di sangue, la maggior parte delle infezioni genitali che vivono nei luoghi appropriati vengono rilevate quando si esamina uno striscio dalla vagina, dal canale cervicale o dall'uretra. Gli agenti patogeni STD intracellulari, come il micoplasma, sono determinati esaminando i raschiamenti genitali. A volte si può prendere per la diagnosi urina, saliva, striscio di faringe.

Qualsiasi materiale viene raccolto secondo le modalità stabilite dalle regole standard.

Il sangue viene prelevato da una vena a stomaco vuoto, il giorno prima della raccolta è necessario rifiutare di assumere cibi grassi e cibi allergenici. La prima urina del mattino viene raccolta in contenitori sterili dopo il perineo pre-toilette e trasferita in laboratorio. Per prendere uno striscio dalla vagina, il paziente si trova sulla sedia ginecologica e uno specialista che usa uno strumento sterile preleva un campione dall'area desiderata. Negli uomini, un tampone o raschiamento su MST viene prelevato dall'esterno dell'uretra. Per dire come viene prelevato un tampone dalla faringe, apparentemente, non è necessario - durante l'infanzia, ciascuna persona ha subito questa semplice procedura diverse volte.

Dopo la fase di raccolta dei materiali, il paziente potrebbe non pensare al suo ulteriore destino: il campione, con tutte le regole necessarie per lo stoccaggio e il trasporto, sarà consegnato al laboratorio, dove verrà esaminato. Sfortunatamente, la PCR non può essere definita un metodo diagnostico veloce, la produzione dei risultati può richiedere diversi giorni, in media, una settimana. Tuttavia, questo non è il limite della durata massima della produzione dei risultati dell'analisi. Ad esempio, per condurre un test batteriologico per la tubercolosi, bisogna aspettare un mese - la colonia dei bastoncini di Koch non può crescere più velocemente.

Interpretazione dei risultati della PCR

Nei casi più semplici, i risultati dell'analisi non devono esitare a lungo, poiché sono emessi in una forma estremamente chiara: le voci sono "negative" o "positive" sul modulo stampato. Con un risultato PCR negativo, il paziente può essere sicuro che non ci siano segni di infezione nel suo corpo, la cui ricerca è stata effettuata dall'analisi. Un test PCR positivo molto probabilmente indica una situazione inversa, sebbene, come menzionato sopra, in rari casi possano verificarsi risultati falsi positivi.

Esiste un tale tipo di reazione a catena della polimerasi come PCR in tempo reale. In questa analisi, è determinato non solo la presenza del materiale genetico del patogeno nel campione, ma anche il suo contenuto quantitativo, che consente di trarre conclusioni ancora più accurate sulla malattia esistente. In questo caso, i risultati dello studio sono espressi in numeri. Il paziente non è sempre in grado di decifrarli correttamente, quindi le conclusioni finali sul fatto che la persona soffra di un'infezione dovrebbero essere fatte dal medico, a seconda del titolo di DNA stabilito nel campione del materiale.

Oggi l'analisi PCR è uno dei test di laboratorio più affidabili che possono essere eseguiti solo su un paziente. Tuttavia, questo non significa che d'ora in poi, se sospetti un'infezione, dovresti solo fare riferimento a questo tipo di diagnosi. Per alcune malattie ci sono i loro metodi di ricerca preferiti, quindi è meglio prima contattare uno specialista per suggerire quale tipo di analisi è meglio usare in ciascun caso.