Epatite virale - sintomi e trattamento

Metastasi

L'epatite virale è un gruppo di malattie infettive comuni e pericolose per una persona, che differiscono in modo abbastanza significativo tra loro, causate da virus diversi, ma hanno comunque una caratteristica comune: si tratta di una malattia che colpisce principalmente il fegato di una persona e causa la sua infiammazione.

Pertanto, epatite virale di diversi tipi sono spesso combinati sotto il nome di "ittero" - uno dei sintomi più comuni di epatite.

classificazione

Per tutta la durata del processo l'epatite virale sono:

  • Acuto - fino a 3 mesi (epatite A);
  • Protratto - fino a 6 mesi (epatite B, C);
  • Cronico - oltre 6 mesi (epatite B, C, D).

La gravità delle manifestazioni cliniche emette:

  1. Forme asintomatiche (il trasporto del virus è caratteristico dell'epatite B, C, la forma subclinica può essere in qualsiasi epatite).
  2. Moduli manifest (possono essere itterici e anicteri).

Il decorso ciclico e aciclico (con esacerbazioni) è caratteristico dell'epatite virale.

Come viene trasmessa l'epatite virale

Le infezioni vengono trasmesse da una persona malata a una persona sana. I percorsi di trasmissione possono essere come segue:

  • Epatite A - feci, saliva;
  • Epatite B - sangue, sperma, saliva, perinatale (infezione del bambino dalla madre);
  • Epatite C - sangue;
  • Epatite E - feci, saliva;
  • Epatite D - sangue, sperma.

Il periodo di incubazione varia considerevolmente nella durata.

  • Epatite A - da 2 a 6 settimane;
  • Epatite B: da 8 a 24 settimane;
  • Epatite C - da 6 a 12 settimane;
  • Epatite E - da 2 a 8 settimane;
  • Epatite D - non installata.

L'epatite A, E e F può essere una sola volta nella vita, l'epatite causata da altri tipi di virus può ripetersi nella stessa persona. Esiste una possibilità di sviluppo della malattia anche dopo il trapianto di fegato.

Cosa succede dopo che il virus dell'epatite entra nel corpo?

Con il flusso di sangue, i virus entrano nel fegato. Sulle cellule del fegato c'è una proteina recettore CD81, legante alla quale il virus penetra nella cellula. Successivamente inizia la caratteristica di lavoro dannoso di tutti i virus. Il virus inserisce il suo RNA nell'apparato genetico della cellula. E già qui, come su una matrice, le copie esatte del virus, che si espandono all'interno della cellula con una nuova membrana, iniziano a "stampare" una dopo l'altra.

Questo continua fino a quando la cellula stessa muore a causa di incompatibilità con le violazioni della vita causate dal virus, o non viene distrutta dal proprio sistema immunitario. Dopo la morte e la distruzione cellulare, i virus neonatali entrano nello spazio extracellulare e infettano altre cellule non ancora colpite. Il processo viene ripetuto di nuovo.

Sintomi di epatite virale

Indipendentemente dalla forma della malattia, l'epatite virale ha sintomi comuni simili:

  1. Disturbi della diarrea (nausea, vomito, eruttazione, sapore amaro in bocca, perdita di appetito);
  2. Malessere generale (a volte l'inizio dell'epatite virale è come un'influenza - c'è un aumento della temperatura corporea, mal di testa, dolori muscolari);
  3. Dolore nell'ipocondrio destro (lungo, parossistico, dolente, opaco, irradiante alla scapola destra o alla spalla);
  4. Ittero - ingiallimento della pelle e delle mucose (ma esistono anche forme anterteri di epatite);
  5. Oscuramento delle urine, scolorimento delle feci;
  6. prurito della pelle.

L'esito più sfavorevole dell'epatite acuta è la malattia cronica. L'epatite virale cronica è pericolosa perché gradualmente porta allo sviluppo della cirrosi e del cancro del fegato.

Epatite A - Malattia di Botkin

L'epatite virale più comune e meno pericolosa. Il periodo di incubazione per l'infezione è da 7 giorni a 2 mesi. L'infezione si verifica attraverso l'uso di cibo di scarsa qualità. Inoltre, l'epatite acuta A viene trasmessa attraverso il contatto diretto con le cose di una persona malata e con le mani sporche.

Nella maggior parte dei casi, l'infezione termina con una ripresa spontanea, ma a volte i pazienti vengono prescritti contagocce, che riducono l'intensità degli effetti tossici sul fegato.

Epatite B

Questa è una malattia più grave dell'epatite A, poiché l'epatite B può causare gravi danni al fegato. Il virus dell'epatite B può essere infettato attraverso il sangue, durante il contatto sessuale, e il virus può essere trasmesso dalla madre al feto durante il parto.

Come la malattia di Botkin, l'epatite B inizia con un aumento della temperatura. I pazienti soffrono di dolori articolari, debolezza, nausea e vomito. Con l'epatite B, ci può essere un aumento del fegato e della milza, così come l'oscuramento delle urine e lo scolorimento delle feci. L'ittero con epatite B è raro. Il danno al fegato può essere molto grave, fino allo sviluppo della cirrosi epatica e del cancro. Il trattamento dell'epatite B è complesso con epatoprotettori, antibiotici, ormoni e farmaci per il sistema immunitario.

Epatite C

A sua volta, ha 11 sottospecie che differiscono nell'insieme di geni del virus causale. A questo proposito, al momento non esiste un vaccino efficace contro la malattia. Tra tutte le epatiti virali, l'epatite C è la forma più grave che contribuisce al decorso cronico della malattia.

I metodi più comuni di infezione sono attraverso la trasfusione di sangue infetto, l'uso di strumenti chirurgici e dentistici e il contatto sessuale indiscriminato. Il trattamento dell'epatite C è il più costoso tra gli altri tipi di malattia.

Epatite D

I sintomi dell'epatite D sono pienamente coerenti con i sintomi dell'epatite B. L'infezione da virus dell'epatite B e D, di regola, avviene contemporaneamente, poiché il virus dell'epatite D non può esistere nel corpo umano da solo. Con lo sviluppo di un'infezione mista di epatite B e D spesso si sviluppano forme gravi della malattia, portando a cirrosi epatica.

Epatite E

L'epatite virale E è causata da un virus RNA simile al rotavirus. Sono stati sviluppati metodi per la sua clonazione, un sistema di test è stato creato per confermare la diagnosi. La fonte dell'infezione è costituita da pazienti con epatite virale E dalla fine dell'incubazione e durante il periodo acuto della malattia.

La via principale è a base acquosa, le epidemie sono descritte in paesi con climi caldi. Il corso assomiglia all'epatite virale A con un decorso e un recupero prevalentemente miti. Una caratteristica distintiva dell'epatite virale E è il suo decorso nelle donne in gravidanza: frequente aborto spontaneo e segni di aumento rapido dell'insufficienza epatica acuta con un tasso di mortalità fino al 25% o più.

trattamento

Quando si prescrive la terapia, si tiene conto del virus che ha causato specificamente lo sviluppo della malattia. Nell'epatite virale, la base del trattamento, di regola, consiste di agenti antivirali, interferoni che aiutano l'organismo a produrre anticorpi per combattere virus, epatoprotettori e antistaminici. In caso di una forma grave della malattia, Reamberin viene somministrato per via endovenosa, la somministrazione di farmaci ormonali, raramente antibiotici.

Il trattamento dell'epatite virale per lungo tempo, viene effettuato in un ospedale. Durante questo periodo, al paziente è proibito bere alcolici e grassi, caricando il corpo con cibo da lavoro. Se si verificano complicanze della cirrosi, può essere necessario il trapianto di fegato.

Prevenzione dell'epatite virale

Per proteggersi dall'infezione da epatite, è necessario seguire semplici regole di prevenzione. Non usare acqua bollita, lavare sempre frutta e verdura, non trascurare il trattamento termico dei prodotti. Quindi puoi prevenire l'infezione da epatite A.

In generale, è necessario evitare il contatto con i fluidi biologici di altre persone. Per la protezione contro l'epatite B e C, principalmente con il sangue. In quantità microscopiche, il sangue può rimanere sui rasoi, spazzolini da denti, forbici per le unghie. Non condividere questi oggetti con altre persone. Piercing e tatuaggi non dovrebbero essere fatti con dispositivi non sterili. È necessario prendere precauzioni durante i rapporti sessuali.

Come fanno le persone a prendere l'epatite A?

Lascia un commento 558

Ci sono virus dai quali è difficile proteggersi dagli umani. L'infezione da epatite A è correlata a questo caso a causa della particolare sopravvivenza del virus e dei suoi numerosi metodi di trasmissione. Questo è il motivo per cui chiunque può ottenere l'epatite. Al fine di proteggere se stessi e i loro cari, gli esperti raccomandano di essere vaccinati contro l'epatite A. Chi non è pronto per tale misura preventiva dovrebbe monitorare attentamente il loro stato di salute e, con il minimo cambiamento, visitare un medico per escludere l'infezione da questo virus o un'altra malattia.

Informazioni generali

L'epatite A (malattia di Botkin) è una patologia virale acuta del fegato, la cui infezione si verifica più spesso a causa della non conformità con le regole di igiene. Questa malattia può infettare una persona a qualsiasi età, ma i bambini sono per lo più malati a causa del meccanismo di trasmissione dell'epatite. Dopo il trasferimento della malattia, si forma l'immunità e questo elimina la probabilità di contrarre l'epatite A per la seconda volta. A differenza dell'epatite B e C, solo una forma acuta della malattia è caratteristica della malattia di Botkin, che non si sviluppa mai in epatite cronica.

Agente causativo dell'infezione

L'epatovirus è l'agente eziologico dell'epatite A. Il virus è resistente all'ambiente, il che spiega la sua sopravvivenza per un paio di mesi a 4 ° C, e a -20 ° C la sopravvivenza persiste per anni. In termini di temperatura ambiente, l'infezione persiste per 14 giorni. È possibile distruggere i microbi nocivi con 5 minuti di ebollizione.

Meccanismo di trasmissione

La malattia di Botkin è una malattia antroponotica con un meccanismo di trasmissione da persona a persona. Il ruolo principale del mantenimento attivo del decorso epidemico è assegnato a quelli infetti da epatite A, in particolare con segni atipici (cancellati, anterteri, subclinici). I vettori con tali forme nascoste continuano l'interazione sociale. Questo è ciò che diventa una massiccia fonte di infezione per gli altri. Il meccanismo di trasmissione del virus non si verifica attraverso le goccioline trasportate dall'aria. Ci sono tali modi di infezione da epatite A:

  • contatto e famiglia - attraverso oggetti infetti dall'ambiente umano;
  • fecale-orale, che sono innescati dalla riproduzione di microrganismi patogeni nell'intestino del paziente;
  • nutrizionale: penetrazione di microrganismi patogeni dal cibo infetto nel corpo umano;
  • acqua - l'infezione si verifica quando il virus entra nel sistema fognario e in altre fonti d'acqua;
  • parenterale (attraverso il sangue) - controverso, ma possibili metodi di infezione, che sono rari e vengono trasmessi attraverso la manipolazione sotto forma di iniezioni, contagocce e altri.

Tali fattori di trasmissione del virus dell'epatite A sono spiegati dalla sopravvivenza di microrganismi patogeni in quasi tutti gli ambienti. Se una persona è contagiosa, quindi attraverso l'urina, il vomito e le feci, il virus che causa l'epatite viene eliminato e, se le norme igieniche vengono ignorate o violate (attraverso una stretta di mano o altri contatti), rimane sugli oggetti domestici. Le persone si infettano interagendo con oggetti domestici comuni toccati da una persona malata. Questa è la modalità di trasmissione dell'infezione nell'epatite virale considerata la più comune.

Cosa ha causato la suscettibilità del virus?

La più alta suscettibilità del virus nei bambini in età pre-puberale. Durante la ricerca, è stato determinato che su 100 bambini, quando entrano in contatto con l'infezione, circa 40 si ammalano.Il gruppo di rischio tra la popolazione adulta comprende nutrizionisti (scuola materna, scuola, assistenza sanitaria e istituti di cura-resort). Inoltre, i casi di epidemie collettive di contagio tra tossicodipendenti e persone di altri orientamenti sono diventati sempre più frequenti.

Periodo di incubazione

Il periodo di incubazione del virus dell'epatite A dura circa 1-2 mesi e non dipende da come la persona è stata infettata. I sintomi dell'epatite A appaiono uguali in tutti i pazienti dopo un certo tempo, nonostante le modalità di trasmissione del virus e l'età del paziente. Durante il periodo di incubazione, il virus dell'epatite vive nel corpo di una persona infetta e si sta attivamente moltiplicando. In questo caso il fegato del paziente soffre molto. Una persona contagiosa potrebbe non conoscere la malattia, pertanto si consiglia di eseguire test di laboratorio per tutte le persone che sono state in contatto con una persona infetta (soprattutto per un ambiente chiuso).

I primi sintomi e l'infezione da epatite A

Alla fine del periodo di incubazione, la persona mostra i primi sintomi, che è simile a ARVI o influenza. Questo stadio è chiamato prodromico. Durante questa fase, i sintomi dell'epatite A sono caratteristici per manifestarsi in modi come:

  • aumento degli indicatori di temperatura corporea (non più di 39,5 ° C);
  • periodi di nausea o vomito;
  • disagio e dolore alla gola;
  • diminuzione dell'appetito;
  • costante sensazione di stanchezza;
  • sentendo dolore alle articolazioni e ai muscoli;
  • dolore nell'addome;
  • Disturbo gastrointestinale;
  • l'emicrania;
  • reazioni allergiche;
  • i fumatori hanno un gusto smorzato di tabacco.

Circa 10 giorni dopo l'inizio dei primi segni della malattia, la malattia passa allo stadio attivo. Durante questo periodo, compaiono sintomi che indicano danni al fegato. Questi segni sono considerati:

  • colorazione della pelle e dell'occhio sclera in una tinta giallastra;
  • decolorazione delle feci;
  • urina scura;
  • un aumento dell'addome;
  • dolore al fegato.

Questo stadio della malattia è caratterizzato da significativa grave debolezza, attacchi di vomito e nausea. Questa condizione è causata da una lesione dell'organo filtrante, dalla sua incapacità di rimuovere la bilirubina dal corpo del paziente (una sostanza che è contenuta nel sangue e ha un colore giallo). La gravità e la natura dei sintomi sono variabili nei diversi pazienti. In alcuni casi, l'ittero non si manifesta affatto, mentre in altri, i pazienti soffrono di una forma grave del virus dell'epatite A con tutti i sintomi standard.

Trattamento della malattia

Quando si prescrivono misure terapeutiche per il danno virale del fegato, viene prestata particolare attenzione al regime. Gli standard per i pazienti con epatite A includono: sonno sano (giorno e notte) e passeggiate regolari al di fuori. Con un forte processo di intossicazione, il paziente è determinato a un ospedale per malattie infettive, dove ricorre alla terapia di disintossicazione.

Durante il trattamento, il medico prescrive preparati vitaminici per attivare il metabolismo. Al fine di proteggere le cellule del fegato dagli effetti nocivi dell'epatite A, vengono attribuiti agenti a base di acido ursodesossicolico. Le restanti misure terapeutiche si basano sull'eliminazione di sintomi spiacevoli (farmaci coleretici, antidolorifici e altri farmaci secondo le indicazioni). Un paziente con un virus è isolato per un mese e si raccomanda di limitare il cerchio di contatto del paziente alle misure di quarantena, che sono calcolate per 35 giorni.

prevenzione

La vaccinazione è il modo principale per prevenire l'infezione da virus di tipo A. Una misura profilattica di emergenza con un risultato positivo del test per l'epatite virale e la condizione generale asintomatica include la vaccinazione e il trattamento con immunoglobuline (efficace nelle prime 2 settimane dopo l'infezione). Inoltre, vengono effettuate vaccinazioni per le persone che potrebbero essere infettate durante il lavoro (medici, operatori di servizio, idraulici, lavoratori dell'industria alimentare e altri) e persone che viaggiano in regioni con focolai di epatite virale A. Inoltre, le principali misure preventive del virus per ogni persona includono :

  • Rispetto delle regole di igiene personale e pulizia in casa. Le mani sporche e l'ambiente disordinato sono le principali vie di infezione dalla malattia.
  • Utilizzare solo acqua filtrata per bere. L'acqua, secondo alcuni medici, è la principale fonte di infezione.
  • Monitorare la purezza e la qualità del cibo consumato nel cibo. L'agente eziologico della malattia può essere presente sul cibo non lavato.

Chiunque può essere infettato da Botkin. Tuttavia, con tutte le sue spiacevoli manifestazioni, il virus in quasi tutti i casi è completamente guarito. Ma non dimenticare che diagnosi e trattamento tempestivi sono fondamentali per un esito favorevole del virus dell'epatite A. Pertanto, per qualsiasi violazione della condizione, una persona dovrebbe visitare un medico per ulteriori ricerche.

Trasmissione, sintomi e diagnosi dell'epatite virale A

La malattia di Botkin o l'epatite A è una malattia del fegato di eziologia virale. La malattia è caratterizzata non solo da un processo infiammatorio attivo nei tessuti dell'organo, ma anche dalla necrosi delle principali cellule epatiche - gli epatociti.

Questa infezione appartiene al gruppo intestinale, ma rispetto ad altre patologie e lesioni del fegato, l'epatite A presenta alcune peculiarità, anche in termini di diffusione e trasmissione del patogeno.

Modi per trasmettere l'epatite A

Una caratteristica importante del virus dell'epatite A è che si adatta perfettamente a quasi tutte le condizioni ed è in grado di tollerare facilmente molti tipi di influenza. Ecco perché ci sono molti modi per trasmettere l'epatite virale A.

In normali condizioni ambientali a temperatura ambiente, il virus rimane vitale per diverse settimane.

Nel frigorifero, ad esempio, sul cibo, il virus dell'epatite A può esistere in uno stato attivo per molti mesi, e se il prodotto è congelato e la temperatura nel congelatore non supera i 20 gradi, il virus può persistere per molti anni.

Nel processo di ebollizione, il virus dell'epatite A muore solo dopo 5 minuti e altri metodi di inattivazione, che vengono spesso utilizzati in varie fabbriche nella produzione di prodotti, il virus dell'epatite A nella maggior parte dei casi soffre senza molti danni. Successivamente, daremo un'occhiata più da vicino a quale sia l'epatite A, quali sintomi ha la malattia, come viene trasmessa, quanto è elevata l'infettività e quanto è lungo il periodo di incubazione.

Infezione del canale navigabile

L'infezione da epatite A si verifica più spesso con l'acqua. Un'enorme quantità di virus viene espulsa insieme alle feci di una persona malata e, se la disinfezione delle secrezioni viene effettuata in modo improprio o di scarsa qualità, il virus può entrare nei corpi naturali dell'acqua insieme alle acque reflue. Allo stesso tempo, il virus dell'epatite A si sente bene non solo in acqua fresca, ma anche in acqua salata.

È attraverso l'acqua che l'epatite A viene trasmessa più spesso. Il consumo di acqua non clorurata, di bassa qualità e non bollita è considerato un modo di infezione da epatite A. È per questo motivo che la prevalenza del virus è così elevata in molti paesi sottosviluppati in cui non esiste un approvvigionamento idrico centrale e sistemi di fognatura normali.

È possibile ottenere un virus attraverso il cibo, come verdure e frutta, se sono stati lavati con acqua con la presenza di un virus attivo e consumati crudi.

Percorso di infezione alimentare

Se il virus entra nei serbatoi, può accumularsi in quantità considerevole nei corpi di molluschi e pesci. La maggior parte dei molluschi e dei vari abitanti dei mari dal corpo morbido allo scopo di nutrirsi attraversano grandi quantità di acqua attraverso di loro, filtrandoli, in conseguenza del quale accumulano il virus dell'epatite A in una forma concentrata. Allo stesso modo c'è un'infezione dei pesci.

Non è consigliabile mangiare pesce e frutti di mare in forma cruda o mal preparata. Se i prodotti non subiscono un trattamento termico completo, il loro consumo aumenta significativamente le possibilità di infezione.

È pericoloso fidarsi delle persone che sono state infettate dall'epatite A. Se una persona malata non rispetta le precauzioni nel processo di cottura ed è negligente per quanto riguarda le norme di igiene personale, allora si può essere infettati da un virus quando si mangiano cibi cotti.

Le più pericolose sono le pietanze preparate con alimenti termicamente non trasformati che sono stati congelati e scongelati prima della cottura a temperatura ambiente normale. Una caratteristica del corso di questa malattia può essere chiamata il fatto che nel periodo iniziale di sviluppo dell'epatite A non si può praticamente creare manifestazioni.

L'epatite A può anche manifestarsi in forma anterterica, obliterata, quando le manifestazioni esterne sono praticamente assenti. Tali caratteristiche dello sviluppo della malattia complicano notevolmente la diagnosi tempestiva della malattia e l'isolamento del paziente.

Infezione tramite contatti

Puoi contrarre l'epatite A virale attraverso lo stretto contatto con una persona infetta, soprattutto se vengono violate le norme igieniche.

Se durante la cura del paziente ha bisogno di cambiare i pannolini, il pericolo di infezione aumenta drammaticamente. Di regola, prima di tutto, i familiari del paziente e il personale medico della clinica infettiva sono esposti al metodo di contatto di infezione.

Via parenterale di infezione

Teoricamente, un altro modo di trasmettere l'epatite virale A è il sangue, ad esempio, attraverso la trasfusione di materiali donatori, nel caso in cui il donatore sia infetto, ma la malattia non si è ancora sviluppata. Il rischio di infezione da tale sangue aumenta significativamente se sono stati preparati vari preparati da esso, che sono stati successivamente congelati per la conservazione.

In passato, era questa via di infezione che ha portato all'emergere di epidemie su larga scala di epatite A e all'infezione di persone con emofilia, ricevendo insieme al plasma iniettato e al fattore di coagulazione.

Per quanto riguarda i tossicodipendenti che utilizzano un singolo ago, i medici non sono stati in grado di determinare in modo affidabile la possibilità di trasmissione del virus. Ci sono casi di infezione da tossicodipendenti nella pratica medica, ma secondo i medici, l'infezione molto probabilmente è avvenuta per contatto.

Infezione a trasmissione sessuale

Con un normale atto eterosessuale, l'infezione da virus è quasi impossibile, poiché né il lubrificante vaginale né lo spermatozoo contengono virus dell'epatite A. Tuttavia, durante i rapporti sessuali con una persona malata, il rischio di trasmissione del virus da parte del metodo fecale-orale aumenta significativamente.

Ci sono molte controversie sulla possibilità di infezione attraverso i baci, dal momento che una piccola quantità del virus dell'epatite A è contenuta nella saliva di una persona malata, ma tuttavia questa via di trasmissione della malattia non ha trovato alcuna conferma oggettiva. Ma in ogni caso, baciare una persona malata non vale la pena.

Altre rotte di trasmissione

Nella pratica medica sono stati registrati casi isolati di trasmissione della malattia al bambino da una madre malata, ma la possibilità di infezione durante il parto non è stata dimostrata. Molto probabilmente, la malattia è stata trasmessa ai bambini dopo che sono nati nel solito modo di contatto e non è stata osservata l'igiene necessaria o il bambino è stato infettato nel periodo di sviluppo prenatale.

Epatite A periodo di incubazione

Per le persone che li circondano, una persona malata è contagiosa nella forma anterteriosa della malattia, così come nella fase subclinica della trasmissione del virus. I pazienti nei quali la malattia è nelle fasi iniziali, cioè durante l'incubazione del virus e nella prima fase del suo sviluppo, quando l'ittero non si è ancora manifestato, sono contagiosi.

In medicina, ci sono casi di sviluppo più rapido della malattia, quando il periodo di incubazione era solo di circa 2 settimane, così come lo sviluppo più lento con un periodo di incubazione di circa 50 giorni.

Durante il periodo di incubazione, il virus che è penetrato nel corpo si moltiplica e si diffonde attraverso il flusso sanguigno attraverso il corpo umano, accumulandosi simultaneamente nei tessuti e negli organi. Durante questo periodo, una persona infetta si sente normale, non notando alcun sintomo, disturbi e altre manifestazioni. Una persona si sente completamente sana e vigorosa, ma allo stesso tempo è contagiosa con gli altri e diventa una fonte di infezione per i suoi cari.

Gruppi di rischio

Alcuni gruppi di persone hanno un rischio particolarmente elevato di essere infettati dal virus dell'epatite A.

A rischio includono:

  • Persone che vivono in aree ad alta prevalenza del virus;
  • Cliniche di operatori medici, principalmente infettive;
  • Le persone che vanno in gita in regioni caratterizzate da una situazione epidemica povera rispetto all'epatite A, in particolare, nei paesi del Sud-Est e dell'Asia centrale, in Africa, così come in alcune regioni dell'America Latina;
  • Epatite: familiari, amici e colleghi;
  • Uomini che hanno un orientamento sessuale non tradizionale (omosessuali);
  • Persone che hanno uno stretto contatto con una persona infetta, familiare o sessuale;
  • Dipendenti che assumono droghe in qualsiasi forma.

Tutte le persone nella categoria ad alto rischio per l'infezione da epatite A dovrebbero essere regolarmente testate per la presenza del virus, così come le vaccinazioni programmate tempestivamente.

vaccinazione

La medicina moderna ha sviluppato molte varianti del vaccino contro l'epatite A, ognuna delle quali è una particella patogena in una forma inattivata, ma mantenendo le sue proprietà immunitarie di base.

Praticamente ciascuno dei vaccini viene somministrato due volte ad un intervallo di circa 1 anno, mentre gli anticorpi protettivi nel corpo umano compaiono entro pochi giorni dopo la somministrazione, persistendo per circa 10 anni.

Vi è molta polemica sulla necessità di tale vaccinazione, mentre alcune persone sostengono che la somministrazione di droghe non è necessaria, perché la malattia ha un carattere benigno ed è quasi sempre completamente guarita in un brevissimo periodo di tempo, e l'epatite A forma raramente forme croniche..

I residenti delle regioni a bassa e media epidemia contro l'epatite A hanno la massima efficacia dall'introduzione del vaccino già nei bambini Nei paesi in cui l'epidemia di questo virus ha indicatori minimi, le vaccinazioni possono essere praticate già in età adulta, specialmente nelle persone appartenenti a gruppi alto rischio.

Nei paesi in cui l'epidemiologia di questo virus ha tassi elevati, l'uso del vaccino è solitamente limitato, poiché la maggior parte della popolazione adulta ha un'immunità sufficientemente forte, che appariva naturalmente.

Prevenzione dell'epatite A

Le misure preventive contro eventuali malattie sono quasi sempre volte a prevenire l'infezione e interrompere la trasmissione del patogeno.

Poiché l'epatite A è in molti casi trasmessa secondo il meccanismo fecale-orale, le principali misure preventive possono essere chiamate:

  • Creare e mantenere condizioni ottimali favorevoli per la vita delle persone e l'attuazione delle loro attività professionali;
  • Elaborazione accurata di tutti i prodotti prima del loro utilizzo e preparazione dei piatti, nonché controllo completo della qualità e sicurezza nelle fasi di approvvigionamento dei prodotti, loro lavorazione, ulteriore stoccaggio e vendita;
  • Miglioramento sanitario completo e di alta qualità di tutti gli insediamenti, costruzione di reti di approvvigionamento idrico con monitoraggio regolare delle condizioni dell'acqua, costruzione di sistemi fognari con sistemi di pulizia completi;
  • Aumento della cultura generale sanitaria in tutte le regioni;
  • Condurre vaccinazioni di routine.

Sintomi e diagnosi dell'epatite A

I sintomi dell'epatite A di solito dipendono da determinate circostanze e quindi possono manifestarsi in modi diversi. I fattori che influenzano il quadro clinico includono: l'età di una persona infetta, lo stato della sua immunità e la gravità dell'attacco virale.

I sintomi classici lievi e le manifestazioni dell'epatite A includono:

  • Aumento della sudorazione;
  • Letargia e debolezza costanti;
  • Sintomi di interruzione del sistema digerente, patologia intestinale o intossicazione alimentare, espressa nella comparsa di diarrea e vomito, mentre i segni di danno epatico non sono sempre presenti;
  • Un leggero aumento della temperatura corporea, per lo più fino a 37 gradi, a volte un po 'più alto;
  • Feci incolori con significativo oscuramento delle urine;
  • Circa una settimana dopo essere stati infettati dal virus, compaiono segni di ittero.

Se la malattia è in forma acuta, la sua diagnosi non è difficile e non richiede una ricerca specifica, dal momento che il medico ha solo bisogno di un esame esterno del paziente e una valutazione del quadro clinico. In questo caso, lo studio è condotto in ospedale. Il più difficile da identificare una malattia che si verifica in una forma latente, non avendo un quadro clinico brillante.

I principali metodi diagnostici per l'epatite A includono:

  • Condurre studi clinici;
  • Conduzione di esami di laboratorio (urine, sangue e feci);
  • Condurre studi strumentali.

Test di laboratorio condotti e speciali che possono essere suddivisi in specifici e non specifici. Specifici sono in genere volti a determinare il tipo di patogeno o la rilevazione delle sue tracce, così come la rilevazione di anticorpi esistenti. Utilizzando test non specifici, i medici determinano la presenza di marker di danno epatico.

Epatite A: modalità di trasmissione, diagnosi e trattamento

L'epatite A virale è anche chiamata malattia di Botkin, e nelle persone il suo nome è "ittero". Si differenzia radicalmente da altri tipi di epatite, in quanto non ha forme croniche del decorso e viene trasmessa dal metodo fecale-orale. Il virus dell'epatite A è simile all'epatite E, la forma meno comune.

L'epatite A differisce dall'epatite C in quanto non agisce in modo così distruttivo sulle cellule del fegato. Infatti, l'epatite A è un processo infiammatorio che coinvolge le cellule del fegato colpite dalla malattia. In risposta alla penetrazione del patogeno, le cellule del fegato producono attivamente anticorpi protettivi.

L'epatite A è una malattia molto comune che ha colpito ogni quarta persona. Di regola, si ammalano durante l'infanzia. Nell'infanzia, la malattia è facilmente tollerabile e quasi asintomatica, inoltre, l'immunità contro di essa viene acquisita per tutta la vita. Ma gli adulti soffrono di "ittero" in forma grave. Spesso arriva al ricovero. Di norma, ciò è dovuto al fatto che un adulto ha varie comorbilità.

Oggi, l'epatite A è più spesso colpita da paesi in cui il clima è caldo e le condizioni igieniche sono insoddisfacenti. Spesso, coloro che hanno viaggiato in Turchia, Egitto, Asia centrale o India sono anche trattati con sintomi di epatite A. Sfortunatamente, questa forma del virus è pericolosa perché l'epatite A può mantenere la sua vitalità in quasi tutte le condizioni per un lungo periodo (a volte fino a diversi mesi). Anche con un trattamento mirato, il virus non muore immediatamente. Per sbarazzarsi del virus di cui hai bisogno:

  • Far bollire l'acqua per quindici-venti minuti;
  • Clorificare la superficie contaminata continuamente per 30-40 minuti;
  • Trattare la superficie contaminata con formalina continuamente per tre ore;
  • Trattare la superficie con alcool etilico al 20%.

Metodi di trasmissione dell'epatite A

L'unica fonte di infezione da epatite A oggi è una persona malata. Con le feci, rilascia nell'ambiente un virus che entra nella circolazione naturale dell'acqua. E questo significa che c'è un'alta probabilità che possa entrare nell'acqua potabile, nei prodotti e attraverso di essi per entrare nel corpo di una persona sana. Pertanto, prima di mangiare è necessario trattare a fondo tutti i piatti a base di carne e pesce, nonché i frutti di mare.

Di norma, la maggior parte delle infezioni si verificano in estate, quando ci sono molti frutti e verdure - contengono anche il virus dell'epatite A. Pertanto, prima di mangiare, devono essere lavati accuratamente con acqua tiepida. Per il lavaggio non si dovrebbe usare acqua non adatta al consumo, poiché potrebbe contenere anche virus.

A differenza dell'epatite C, l'epatite A è raramente infettata da trasfusioni di sangue. E c'è una semplice spiegazione per questo: i bambini, nei quali questa forma di epatite può essere asintomatica, non possono essere donatori di sangue, e negli adulti, la malattia procede in una forma pronunciata, quindi tale sangue non sarà preso per la donazione.

Lo schema di infezione è molto semplice: il virus dell'epatite A entra nella cavità orale e da lì nel sistema digestivo. Dal sistema digestivo, il virus si sposta nell'intestino, dove viene assorbito ed entra nel sangue. Attraverso il sangue, il virus entra rapidamente nelle cellule del fegato, dove inizia a moltiplicarsi e provoca un processo infiammatorio. Dopo di ciò, il virus attraverso i dotti biliari entra nell'intestino e da lì torna nell'ambiente.

Una persona infetta è più pericolosa in un tale periodo di tempo: nella prima settimana della malattia e durante l'ultima settimana del periodo di incubazione. Il periodo di incubazione per l'epatite A è di 14-20 giorni. Mentre il virus è nel sangue di una persona, la malattia si manifesta attraverso i seguenti sintomi: naso che cola, febbre, tosse, segni generali di intossicazione. Quando arriva il periodo itterico, a quel punto il virus lascia completamente il corpo. E l'ittero è solo una reazione immunitaria al virus. Ma l'epatite A può verificarsi senza il periodo itterico.

La comparsa di ittero significa che si è verificato un danno epatico esteso (circa il 65%), pertanto in tali casi il paziente viene immediatamente ricoverato. Non è raccomandato rifiutare il ricovero in ospedale, poiché con un trattamento scorretto il fegato può soffrire ancora di più. Se una persona assolutamente sana viene infettata dall'epatite A, si riprende completamente. Se ci sono malattie, in particolare forme croniche di altre forme di epatite, allora la malattia procede a lungo e con complicazioni.

In alcuni pazienti, dopo un po 'di tempo, si verificano ricadute - ricompaiono i sintomi del periodo itterico: la sclera degli occhi e delle mucose ingiallisce e il corpo diventa intossicato. In questi casi, il trattamento ricomincia. Le recidive si verificano nel 25%.

A volte il virus porta a diverse complicazioni. Per esempio, a gemoliz - la distruzione di celle del sangue (erythrocytes). Di conseguenza, possono verificarsi danni renali e lo sviluppo di insufficienza renale acuta.

Diagnosi di epatite A

Non è difficile diagnosticare questa malattia se non è asintomatica. Il medico prima di tutto attira l'attenzione su evidenti manifestazioni cliniche - sintomi di malattia respiratoria acuta, manifestazioni itteriche. Se necessario, il medico prescrive un'ulteriore serie di esami.

Il primo sangue viene donato. Un tecnico di laboratorio rileva livelli elevati di determinati enzimi epatici e bilirubina. Queste figure indicano danni ai tessuti del fegato. Immediatamente dopo che questo viene rilevato, è necessario condurre ulteriori diagnosi per altre forme di virus dell'epatite.

Trattamento dell'epatite A

È molto importante seguire il regime dietetico. Nelle prime due settimane della malattia è necessario osservare il riposo a letto. Questo è necessario per assicurare che l'afflusso di sangue al fegato sia migliore. Di conseguenza, le cellule danneggiate dal virus si riprenderanno più velocemente. È altrettanto importante seguire una dieta terapeutica. Hai bisogno di mangiare porzioni frazionarie, e l'intervallo tra i pasti non dovrebbe essere più di due ore.

Prodotti consentiti per l'epatite A: cracker (ma in nessun modo pane fresco), zuppe di verdure e latte, zuppe di pasta a base di brodo vegetale, manzo magro, petto di pollo, pesce magro (nasello, luccio, carpa, zafferano), verdure, frutta, verdura, budini di avena e casseruole, cereali semi-vischiosi.

Se l'epatite è lieve, non è richiesto alcun trattamento aggiuntivo. Ma nonostante questo, il paziente dovrebbe essere sotto la supervisione dei medici. Se i sintomi della malattia sono pronunciati, viene eseguita una terapia aggiuntiva di disintossicazione. Questa terapia aiuta a ridurre il livello di tossine nel corpo. Queste tossine si accumulano a causa di una disfunzione epatica. Per la disintossicazione vengono utilizzati farmaci speciali che vengono somministrati per via endovenosa.

Sintomi e modi di contrarre l'epatite A

L'epatite A, o malattia di Botkin, è una malattia virale acuta del fegato causata dal virus dell'epatite A. La malattia di Botkin è considerata la forma più sicura di epatite, dal momento che non comporta conseguenze croniche per il fegato. I pazienti sono completamente guariti da questa malattia senza conseguenze per il corpo. Occasionalmente, l'epatite virale assume il carattere di focolai. Questa malattia si riscontra spesso nei bambini, dal momento che le vie di infezione da epatite di questa specie sono associate al mancato rispetto delle norme igieniche.

Modi di infezione con la malattia di Botkin

L'infezione viene trasmessa per via oro-fecale, cioè consumando cibo o acqua contaminata dai resti delle feci di una persona malata.

Spesso tali situazioni si verificano in caso di scoperte di fognature, disastri naturali e l'uso di acqua di fiume a casa. Mangiare nei ristoranti può anche essere accompagnato dal rischio di infezione da Botkin se la stazione sanitaria ed epidemiologica non controlla la salute dei lavoratori. Ma non dovresti aver paura della trasmissione dell'epatite A per via ereditaria, anche se la madre ha avuto l'imprudenza durante la gravidanza a contrarre il virus.

Il virus è termofilo, quindi in estate si osservano epidemie.

Come viene trasmessa l'epatite A?

  • In contatto con una persona malata senza igiene (anche attraverso una stretta di mano, saliva, sesso). Pertanto, è particolarmente importante nei luoghi in cui le persone si riuniscono - scuole, convitti, mercati - per lavarsi le mani e non ignorare le regole sanitarie. Se segui le regole di igiene e ti limiti dal contatto con una persona malata, comprese conversazioni, baci, il rischio di infezione è ridotto al minimo.
  • Attraverso cibo e acqua contaminati. Il pericolo è nell'acqua di rubinetto cruda, alimenti che non sono stati trattati termicamente (insalate, verdure sporche, frutta e bacche). È sufficiente far bollire l'acqua per 5 minuti e il virus verrà distrutto. In estate è sicuro usare solo verdure e frutta accuratamente lavate.
  • Trasmissibile per trasmissione del virus - attraverso gli insetti. Come l'epatite A viene trasmessa attraverso le mosche, gli scienziati non hanno pienamente capito, ma anche questa versione viene presa in considerazione. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta a tali alimenti come frutta secca e pesce essiccato, acquistati dagli scaffali. È su di loro che vola più spesso terra. Se non si effettua un trattamento termico, mangiare questo cibo non ne vale la pena.
  • Molto raramente, l'epatite A viene trasmessa per via parenterale (attraverso il sangue).

I bambini possono ottenere l'epatite A dal momento della nascita dopo essere stati infettati dal virus nei modi sopra descritti. L'epatite A ereditaria non viene trasmessa, al contrario, il bambino riceve l'immunità dalla madre malata o vaccinata. Nella prima metà della gravidanza, l'epatite materna non influisce sulla salute del bambino.

È possibile essere infettati da un virus e allo stesso tempo non ammalarsi se è stato precedentemente vaccinato. Quindi il virus che entra nel flusso sanguigno sarà disinfettato dagli anticorpi. L'epatite non può essere vaccinata quando non si è sicuri di avere il virus. In altri casi, anche durante epidemie di epatite A, puoi proteggerti facendo un vaccino.

Se senti i primi segni della malattia, puoi usare i farmaci immunitari passivi - immunoglobuline. La malattia passerà più velocemente e in forma leggera. Epatite Una re-infezione è quasi impossibile. L'immunità si forma resistente e per quasi tutta la vita.

Per scoprire se hai mai avuto l'epatite A o meno, puoi usare un esame del sangue per gli anticorpi contro un tipo specifico di epatite. Il livello di IgG anti-HAV è determinato. Se vengono trovati, allora hai l'immunità alla malattia: o hai avuto l'epatite o sei stato vaccinato.

Fattori di rischio

Circa l'80% dei casi di malattia sono diagnosticati nelle scuole materne, nelle scuole - tra i bambini di età compresa tra 3 e 15 anni. Oltre ai bambini e agli adolescenti, il gruppo di rischio comprende:

  • Le persone con bassi livelli di anticorpi contro la malattia di Botkin sono nel sangue.
  • Parenti e familiari di una persona con epatite.
  • Partner sessuali del paziente (c'è il rischio di contrarre sessualmente o attraverso la saliva quando si bacia).
  • Persone che vivono in regioni a basso sviluppo economico o che si dirigono verso questi paesi.
  • In misura minore, le persone che usano droghe.
  • Bambini che non sono igienici. Questo tipo di epatite si chiama malattia "mani non lavate".

La diffusione del virus dell'epatite A dipende dal livello di sviluppo del paese. L'OMS ha determinato la zonizzazione e la classificazione delle aree in base al numero di persone malate. distinti:

  • Aree con un'alta prevalenza di infezione. Si tratta di paesi con uno scarso sviluppo economico, senza rispettare gli standard relativi all'approvvigionamento idrico e alle acque reflue. La malattia in tali regioni avviene senza epidemie ed è meno evidente, poiché la maggior parte della popolazione non ha avuto sintomi o è immune.
  • Aree con una diffusione media dell'infezione. Questi includono paesi con economie in transizione che stanno sviluppando e hanno un approvvigionamento idrico accettabile. Nell'infanzia molte persone riescono ad evitare la malattia, ma si verificano epidemie tra adolescenti e adulti, che è associata ad una maggiore sensibilità al virus e alla mancanza di immunità.
  • Aree con bassa prevalenza di infezione. Nei paesi sviluppati, il rischio di contrarre l'infezione è solo tra le persone che prendono droghe o viaggiano in regioni con un alto tasso di incidenza. In tali aree, la malattia di Botkin è registrata in casi isolati.

Il periodo di incubazione della malattia dura da 14 a 28 giorni. In alcuni pazienti, è possibile estenderlo a 50 giorni. Negli adulti, i sintomi sono più gravi che nei bambini. I pazienti possono infettare gli altri da 3 a 23 giorni del periodo di incubazione. Durante questo periodo, tutte le modalità di trasmissione dell'epatite.

L'epatite A può anche essere trasmessa durante il periodo di segni clinici sviluppati (circa un mese di malattia). Pertanto, i pazienti vengono ospedalizzati il ​​giorno 21 nel reparto di malattie infettive.

Segni e manifestazioni della malattia

I sintomi più comuni dell'epatite A sono:

  • Sintomi virali: febbre (febbre bassa), sudorazione, naso che cola, mal di gola. Nel tempo, ci sono segni clinici della malattia di Botkin - ittero, scurimento delle urine, scolorimento delle feci.
  • Sintomi intestinali: nausea, vomito, diarrea. Il giallo della sclera e della pelle, l'urina scura e le feci incolori si uniscono nel tempo.

Se un paziente è identificato nella famiglia, il resto dei suoi membri, per non essere infettato, devono essere prese precauzioni, così come deve essere effettuata la vaccinazione in assenza di anticorpi contro l'epatite A. La terapia specifica della malattia è assente, l'immunità si confronta con essa stessa.

L'OMS, considerando come viene trasmessa l'epatite A, raccomanda:

  • Fornire alla popolazione acqua che soddisfi gli standard di qualità. In assenza di tale, utilizzare bollito.
  • Utilizzo di alta qualità di acqua e acque reflue. Evitare di mescolare bere e acque reflue.
  • Vaccinazione di persone senza immunità al virus (disponibile per i bambini dell'anno).
  • Rispetto delle norme di igiene, lavaggio delle mani regolare.
  • Ospedalizzazione tempestiva dei pazienti e limitazione del loro contatto con le persone.

Nonostante il decorso relativamente lieve della malattia, è meglio evitarlo. Inoltre, la prevenzione della malattia di Botkin non è così complicata e non ci sono troppi modi di infezione. Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta ai bambini dai loro genitori. Le conversazioni educative dell'infanzia sulle regole di igiene aiuteranno a evitare la malattia in futuro.

Come viene trasmessa l'epatite A?

L'epatite A (o malattia di Botkin) è una malattia del fegato di natura virale, in cui vi è infiammazione del suo tessuto e necrosi delle cellule epatocitarie. Questa patologia appartiene al gruppo di infezioni intestinali, che è diverso dalla maggior parte delle altre lesioni virali del fegato, quindi il modo in cui l'epatite A viene trasmessa ha le sue caratteristiche.

Caratteristiche dell'agente patogeno

Il virus dell'epatite A è altamente resistente agli effetti avversi. Nell'ambiente, può rimanere vitale per settimane a temperatura ambiente, per mesi - nella camera di refrigerazione e per anni - quando il congelamento a -20 o C. L'ebollizione lo uccide solo dopo 5 minuti. Molti modi di inattivare le infezioni utilizzate nella produzione alimentare possono anche essere trasmessi dal virus senza danni.

Modi di trasmissione

L'alto tasso di sopravvivenza del patogeno nell'ambiente determina i suoi principali percorsi di trasmissione - acqua e cibo (cibo). Il meccanismo generale dell'infezione è chiamato fecale-orale.

corso d'acqua

Il virus viene escreto in grandi quantità insieme alle feci di una persona con epatite. Con una disinfezione inadeguata degli scarichi, insieme ai liquami possono entrare nei corpi d'acqua freschi o salati.

Bere acqua non bollita e non clorurata è uno dei modi principali per ottenere un virus. Questo può accadere in paesi e regioni con un sistema di fognatura non sviluppato o mancante e con l'approvvigionamento idrico centrale. Va notato che i residenti locali in tali aree spesso soffrono di epatite A durante l'infanzia e, a circa 10 anni di età, hanno una persistente immunità permanente alla reintroduzione dell'agente patogeno.

Un altro tipo di infezione è attraverso verdure crude e frutta che sono state precedentemente lavate con acqua contenente un virus vivo.

Percorso del cibo

Una volta in acqua, il virus può accumularsi nei corpi degli abitanti del fiume e del mare - molluschi e pesci. Molti bivalvi, cozze, ostriche e altri corpi morbidi nel processo di ottenere cibo filtrano grandi quantità di acqua, concentrando così il virus nei loro corpi. Allo stesso modo, le branchie e l'intestino dei pesci sono infetti. Se i frutti di mare vengono consumati crudi o non trasformati termicamente, c'è la possibilità di essere infettati dal virus dell'epatite A.

Se una persona infetta è associata alla cucina (un cuoco o una casalinga) e non rispetta le regole dell'igiene personale, c'è un'alta probabilità di infezione quando si mangiano gli alimenti che ha creato. Particolarmente pericolosi sono gli antipasti freddi, le insalate, i piatti a base di prodotti precedentemente scongelati a scongelamento a temperatura ambiente.

La particolarità del decorso dell'epatite A risiede nel fatto che nel periodo iniziale una persona infetta può avere poco o nessun dolore, mentre diventa la fonte dell'infezione. Inoltre, ci sono forme cancellate e anicteri della malattia, che impediscono la diagnosi tempestiva e l'isolamento del paziente.

Percorso di contatto

L'infezione è possibile a stretto contatto con un malato, violando le norme igieniche. Questo si verifica più spesso durante la cura dei pazienti presso reparti infettivi (oa casa), così come nelle case di cura, in stretta comunicazione con scuole materne e scuole, gruppi di lavoro o militari. Il pericolo aumenta se c'è la necessità di cambiare i pannolini (con l'incontinenza nelle urine e nelle feci di un paziente). Le possibilità di infezione sono, prima di tutto, lo staff di cliniche o membri della famiglia in contatto con il paziente, nel secondo turno - altre persone che hanno una comunicazione quotidiana o casuale con lui.

Via parenterale

La trasmissione del virus attraverso il sangue è teoricamente possibile nel caso di trasfusione di sangue da un donatore infetto da epatite A e nel periodo prodromico (quando ci sono solo precursori della malattia). Il rischio aumenta se i farmaci (ad esempio il plasma sanguigno) vengono preparati e congelati dal sangue del paziente.

In precedenza, questa via aveva un significato epidemiologico e talvolta portava all'infezione di pazienti con emofilia che ricevevano un fattore di coagulazione del sangue da plasma congelato. Allo stato attuale, quando viene utilizzato il controllo ripetuto e multistadio del sangue del donatore, la probabilità di infezione dal virus dell'epatite A non viene presa seriamente in considerazione per via parenterale.

La possibilità di infezione da parte dei tossicodipendenti quando si usa una siringa comune non è stata finalmente chiarita. I rari casi descritti sono le varianti più probabili di infezione da contatto (attraverso le mani sporche).

Modo sessuale

Con il normale rapporto sessuale eterosessuale, il virus dell'epatite A non viene trasmesso perché non si trova nello sperma o nelle secrezioni vaginali. Tuttavia, i rapporti sessuali aumentano la probabilità della solita trasmissione fecale-orale del patogeno (specialmente gli atti omosessuali tra uomini). L'epatite A viene trasmessa attraverso un bacio? Vi sono informazioni su una bassa concentrazione del virus nella saliva, ma questa modalità di trasmissione non è stata confermata. In ogni caso, non si dovrebbe baciare una persona con epatite fino alla sua guarigione.

Altre rotte di trasmissione

Vi sono segnalazioni isolate di infezione di un neonato con una madre malata, sebbene, molto probabilmente, non si tratti di infezione intrauterina, ma della trasmissione del virus dopo la nascita attraverso il solito modo di contatto.

Gruppi di rischio

Le seguenti popolazioni sono più suscettibili a possibili infezioni da virus dell'epatite A:

  • vivere in aree con un'alta prevalenza del virus;
  • verso regioni che sono epidemicamente sfavorevoli per l'epatite A (paesi in Africa, Asia centrale e sud-orientale, alcune regioni dell'America Latina);
  • personale medico di cliniche di malattie infettive;
  • familiari in cui c'è un paziente con epatite;
  • persone che hanno uno stretto contatto con il paziente (compreso il contatto sessuale);
  • uomini che praticano relazioni omosessuali;
  • persone che usano droghe (in qualsiasi forma).

Si raccomanda a chiunque sia a rischio di essere sottoposto a test per l'epatite A e di immunizzarlo attivamente somministrando un vaccino.

vaccinazione

Il vaccino è un particolato patogeno inattivato che ha mantenuto le sue proprietà immunitarie. Il farmaco viene somministrato due volte (con un intervallo fino a 1 anno). Il livello protettivo degli anticorpi si verifica pochi giorni dopo la vaccinazione e dura fino a 10 anni.

Sebbene la malattia causata dal virus sia relativamente benigna, di solito porta a un completo recupero e quasi non forma forme croniche, ci possono essere complicazioni come l'insufficienza epatica, che rende seriamente il trattamento della patologia. Considerando il modo in cui viene trasmessa l'epatite A, nella prevenzione delle infezioni, il rispetto delle norme igieniche di base, il trattamento termico degli alimenti e l'uso di acqua potabile testata sono fondamentali.