Conseguenze dell'epatite a

Diete

Lascia un commento 1,966

L'epatite A, comunemente nota come malattia di Botkin, è la più comune malattia del fegato. Le conseguenze dell'epatite A, così come il suo decorso, sono insignificanti, è facilmente curabile. Questo tipo di epatite è sufficientemente stabile in un ambiente acquoso e acido, può entrare nel corpo di qualsiasi persona nei seguenti modi:

  • da una persona infetta attraverso una stretta di mano;
  • attraverso prodotti contaminati e acqua non depurata;
  • a causa dell'uso di cose sporche e oggetti malati

Gruppi di rischio, sintomi

A rischio sono i bambini da 3 a 7 anni, meno spesso le donne e gli uomini adulti vi cadono dentro. L'epatite A non può prendere un bambino sotto 1 anno. I sintomi della malattia sono simili a segni di infezione da avvelenamento o rotavirus:

  • indebolimento;
  • febbre; brividi;
  • nausea con bavaglio;
  • dolore muscolare e dolori;
  • oscuramento delle urine;
  • fegato ingrossato;
  • ingiallimento della pelle e delle mucose.
Torna al sommario

Problemi e pericolo di epatite A per una persona?

Quando si conferma la diagnosi di "epatite virale A", il paziente non dovrebbe essere molto preoccupato. Questo non dovrebbe causare panico eccessivo e ansia, poiché tra tutti e più di 7 tipi di questa malattia, questa forma è la più facile e più curabile. Il trattamento della patologia comprende l'eliminazione delle sostanze tossiche e l'eliminazione dei sintomi, seguita dalla terapia riabilitativa dell'organo interessato e dal miglioramento del suo lavoro. Il virus stesso il corpo è in grado di vincere da solo. Il tipo A si verifica solo nella forma acuta, molto raramente scorre nella fase cronica. Dopo la malattia di Botkin, il fegato ripristina completamente la sua funzionalità. Le complicazioni sono possibili solo con lo sviluppo di forme gravi di questa malattia, che si verificano abbastanza raramente.

Cosa è pericoloso per l'epatite A?

Questa sottospecie di epatite è un'infezione acuta, ma non prolungata, dopo la quale il fegato è quasi completamente restaurato in poche settimane o mesi (a seconda dei fattori concomitanti). L'epatite A trasferita raramente lascia delle conseguenze a lungo termine, poiché scompare completamente e il corpo sviluppa un'immunità stabile ad esso. Pertanto, la prognosi dei pazienti con epatite A è spesso favorevole, anche con fattori aggravanti.

Le conseguenze sono possibili solo nel 2% dei pazienti che non seguono la dieta prescritta, sono dipendenti da eccessivo sforzo fisico dopo una malattia, abusano di alcol e hanno patologie epatiche. In futuro, le persone che hanno avuto l'epatite di questo tipo non potranno essere donatrici fino alla fine della loro vita, che è associata alla conservazione asintomatica del virus nel corpo umano.

Le peggiori complicazioni della malattia

Nonostante il basso rischio di epatite A per il corpo, in casi molto rari può causare tali complicazioni come:

  • insufficienza epatica, che in assenza di trattamento porta al coma o alla morte;
  • stasi biliare dovuta a infezione del tratto biliare;
  • pancreatite cronica (infiammazione del pancreas);
  • cirrosi, cancro del fegato con violazioni del regime di trattamento o del periodo di recupero;
  • la colecistite è un processo infiammatorio nella cistifellea con stasi biliare.

Con una diagnosi tempestiva, questi effetti sono facili da curare. Ma con la forma fulminante della malattia c'è un rapido sviluppo della necrosi epatica acuta. Con un corso severo, si può sviluppare un aumento permanente della dimensione del fegato, che comporta problemi più gravi per la salute generale di donne e uomini. Pertanto, non si dovrebbe trattare con disprezzo anche una malattia apparentemente innocua e contattare immediatamente uno specialista ai primi segni.

Epatite A: cos'è e come viene trasmessa

Praticamente ogni persona ha familiarità con l'epatite A (malattia di Botkin). La carta ambulatoriale ambulatoriale è etichettata con simboli speciali, e quindi per molti anni una persona viene riesaminata per la presenza di un virus nel corpo. Sebbene quest'ultimo non sia necessario, dopo che l'infezione è stata trasferita, le persone con un corso cronico no. Tuttavia, è necessario conoscere la malattia a causa di alcune caratteristiche del corso.

Epatite A: cos'è e come viene trasmessa? Qual è la differenza tra questo tipo di danno epatico virale? Cosa hai bisogno di sapere sulla malattia e sul suo trattamento?

Cos'è l'epatite A

Gli scienziati hanno calcolato che tra tutti i casi di danno epatico da virus, l'epatite A è di circa il 40%. Quasi ogni secondo caso! L'infezione non rientra nella categoria di particolarmente pericoloso, procede in modo relativamente favorevole e quasi sempre finisce in completo recupero.

Cosa è pericoloso per l'epatite A?

  1. La malattia non si manifesta per molto tempo, a volte in 4-6 settimane appariranno solo i primi segni.
  2. Una persona infetta gli altri intorno agli ultimi giorni del periodo di incubazione, quando anche il paziente stesso non sa della malattia. Durante questo periodo, puoi riuscire a contagiare centinaia di persone.
  3. L'agente eziologico dell'epatite A è un virus che è stabile nell'ambiente, su superfici a una temperatura di soli 4 ° C, persiste per diversi anni.
  4. Il microrganismo tollera l'esposizione a radiazioni ultraviolette, detergenti, formalina.
  5. Solo la bollitura uccide il virus per 5 minuti.
  6. Colpisce tutti i bambini e gli adulti, la suscettibilità generale al virus.
  7. Un gran numero di forme nascoste o anicteri della malattia.

Allora, qual è questa malattia - l'epatite A? Questa è un'infezione del fegato causata da un virus di tipo A. Una caratteristica di trasmissione, un'alta suscettibilità della popolazione e molte forme insolite della malattia sono caratteristiche di questo. Anche i migliori metodi moderni di prevenzione non salveranno le persone da questa infezione. L'epatite A circola in tutto il mondo e a intervalli regolari colpisce la popolazione. Pertanto, è necessario ricordarlo.

Cause del virus dell'epatite A

In natura, il virus si trova solo tra gli umani. Viene trasmesso da persona a persona, gli animali non sono infetti e non li infettano. Questa è una severa infezione antroponotica (circolante solo tra le persone).

I modi di contrarre l'epatite virale A sono i seguenti.

  1. Contatto diretto, attraverso oggetti infetti nell'ambiente circostante. Il pericolo è una persona malata nella fase di isolamento del virus dell'epatite A.
  2. Percorso alimentare - in caso di ingestione del microrganismo attraverso alimenti infetti all'interno.
  3. Una delle principali vie di infezione è l'acqua. L'infezione da epatite A si verifica più spesso a causa dell'ingresso del virus nel sistema fognario, nei corpi idrici naturali e in altre fonti.
  4. La via di trasmissione controverso, ma del tutto possibile, è parenterale, che si verifica meno frequentemente rispetto agli altri, ma i medici hanno registrato casi isolati di virus dell'epatite A entrati nel corpo attraverso iniezioni, iniezioni.

Tutto ciò è spiegato solo dalla capacità del virus di sopravvivere in qualsiasi condizione e dall'incapacità di neutralizzarlo con mezzi accessibili a tutti.

Come si trasmette l'epatite A da persona a persona? Il meccanismo di trasmissione è fecale-orale, che si realizza se l'agente patogeno si trova e si moltiplica nell'intestino. Con l'urina, il vomito o le feci, il virus entra nell'ambiente, con non conformità o violazione delle norme igieniche - rimane sugli oggetti circostanti. Le persone vengono infettate toccandole, causando il microrganismo a infettare la persona successiva.

I più sfavorevoli nell'epidemia sono paesi con un basso livello di sviluppo, in cui diventano infetti a causa dell'ampia diffusione del virus e a causa del basso livello di sviluppo degli standard sanitari ed epidemici.

Fasi di sviluppo dell'epatite virale A

Esistono diverse opzioni per il decorso dell'epatite A. La malattia può presentarsi con un quadro clinico tipico e asintomatico.

Nel caso dei sintomi manifesti (che si manifestano con sintomi luminosi) nello sviluppo della malattia ci sono diverse fasi.

  1. Il periodo di incubazione dell'epatite virale A inizia dal momento in cui l'agente patogeno entra nel corpo umano e fino alle manifestazioni iniziali. Può durare da 1 a 7 settimane, ma in media è di 21-28 giorni.
  2. Il periodo prodromico dura circa 7 giorni, a volte tre settimane. Assomiglia all'esordio della malattia virale delle prime vie respiratorie.
  3. L'altezza della malattia o il periodo di manifestazioni cliniche tipiche familiari dura circa due o tre settimane, ma in casi speciali arriva a due mesi.
  4. Reconvalescenza o recupero.

Dopo il trasferimento dell'infezione, si forma un'immunità permanente per tutta la vita. Posso ottenere di nuovo l'epatite A? Questo è possibile, dopo il trasferimento della malattia il corpo produce cellule che proteggono contro la reinfezione.

I primi segni della malattia

Il periodo di incubazione non si produce da solo. Dal punto di vista dell'epidemiologia, questo è il periodo più pericoloso, perché alla fine una persona è già contagiosa per chi lo circonda, ma non lo sa ancora. Pertanto, l'epatite A è considerata pericolosa.

La fase successiva nello sviluppo della malattia è prodromica. La persona è contagiosa per tutta la sua lunghezza.

Le manifestazioni del periodo prodromico di epatite A sono le seguenti:

  • la malattia inizia acutamente con un aumento della temperatura corporea a 38-40 ° C, che si osserva per almeno tre giorni;
  • I primi segni di epatite A comprendono arrossamento della gola, mal di testa, leggera congestione nasale;
  • nausea, perdita di appetito, vomito possibile, ma in rari casi;
  • possibilmente la comparsa di dolore allo stomaco o fastidio;
  • in circa due giorni, l'urina diventa di colore scuro, molti disegnano un'analogia con il colore della birra scura o del tè forte, lo sgabello si scolorisce e diventa liquido;
  • è durante questo periodo di epatite A che il fegato e la milza crescono e diventano dolorosi alla palpazione.

All'inizio, il periodo del prodroma assomiglia a un'infezione respiratoria e solo alla fine, prima dell'altezza, i sintomi diventano più chiari.

I sintomi dell'epatite A

Fino a due mesi questa fase procede, e con un corso tipico la diagnosi non solleva quasi mai domande. Il decorso moderato della malattia è approssimativamente il seguente.

  1. Tale epatite A si manifesta con ittero: inizia nel momento in cui diminuisce o diminuisce della temperatura corporea fino al numero del subfebbrile, immediatamente la mucosa della bocca e la sclera diventano gialle, quindi la pelle. Un punto importante: il grado di ingiallimento della pelle corrisponde alla gravità della malattia.
  2. Tutti i sintomi dispeptici (nausea, dolore allo stomaco, vomito) persistono e aumentano in caso di grave epatite A.
  3. Il dolore si verifica anche nell'ipocondrio destro, aggravato in modo significativo dopo aver mangiato, specialmente con errori alimentari (cibi grassi e piccanti, alcool).
  4. La debolezza generale aumenta, appare letargia, progredisce rapidamente la fatica, che è associata a rottura del fegato e danni alle sue cellule (epatociti).
  5. In quale altro modo si manifesta l'epatite A? - diminuzione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca, durante l'esame la lingua è ricoperta da una fioritura bianca e il fegato viene ingrandito.
  6. In circa il 30% dei casi la milza è ingrandita.

Ittero, ingrossamento del fegato e sintomi dispeptici sono tipici segni distintivi della malattia di Botkin.

Caratteristiche del decorso dell'epatite A nei bambini e negli adulti

Negli adulti e nei bambini, a volte la malattia procede con alcune caratteristiche che dipendono dall'immunità e dall'organismo stesso.

Qual è la differenza tra l'epatite A nei bambini?

  1. Molto spesso, i bambini di età compresa tra 3 e 12 anni sono malati, specialmente quelli che sono in gruppi di bambini organizzati: nelle scuole materne, nelle scuole, nei convitti.
  2. Nei bambini al di sotto di un anno, nella maggior parte dei casi, l'immunità materna o passiva è preservata.
  3. Sintomi di epatite A nei bambini: grave intossicazione, un aumento delle dimensioni del fegato è evidente non solo alla palpazione, ma anche visivamente, di regola, di gravità moderata.
  4. Il decorso prolungato della malattia si osserva solo nel 3% dei casi.
  5. Quali sono i segni dell'epatite A in un bambino piccolo? - il bambino diventa nervoso, piange, si rifiuta di mangiare, non dorme bene, dopo aver mangiato c'è il vomito, non si lascia esaminare, perché durante la palpazione l'addome è doloroso, le infezioni croniche sono spesso aggravate dallo sfondo della malattia sottostante e spesso si uniscono.

Come si manifesta l'epatite A negli adulti? La gravità media della malattia è pienamente coerente con il quadro clinico sopra riportato. Il flusso facile o prolungato è leggermente diverso.

  1. Nella maggior parte degli adulti, all'età di 35 o 40 anni, si forma un'immunità attiva, a volte associata a una forma latente di infezione.
  2. Le infezioni miste sono aggressive e di lunga durata, ad esempio se una persona ha contratto l'epatite A e B allo stesso tempo.
  3. I sintomi dell'epatite A negli adulti sono vari: la temperatura all'inizio della malattia può aumentare o aumentare rapidamente; i sintomi dispeptici sono espressi: disagio allo stomaco, nausea, vomito ripetuto e ittero si possono manifestare in forma lieve.
  4. Con l'età, la probabilità di morte per epatite A aumenta, nei pazienti di età superiore ai 50 anni, il numero di tali complicanze è 4 volte il tasso di mortalità nei bambini.

L'epatite A all'inizio, durante le manifestazioni attive, assomiglia più alla malattia del tratto respiratorio, quindi, durante le infezioni protratte, per fare una diagnosi corretta, è necessario essere completamente esaminati.

Diagnosi di epatite A

L'epatite A viene diagnosticata sulla base di diversi studi.

  1. Vengono raccolti i dati epidemiologici: viene specificato se la persona vive nel luogo in cui è stato stabilito il nidus, che viene calcolato dopo il momento in cui la malattia si è manifestata dopo il contatto con pazienti con epatite A.
  2. Il medico esamina la persona e chiede al paziente quali sono i disturbi specifici dell'infezione.
  3. Un posto importante nella diagnosi appartiene alla diagnosi di laboratorio. Questi esami del sangue biochimici (enzimi epatici) mostrano l'attività delle cellule della ghiandola digestiva principale, indicano la sua infiammazione. Anche nel caso di una forma anterteriosa, questi indicatori aiutano a fare una diagnosi.
  4. Nella normale analisi delle urine appare l'urobilinogeno, che lo tinge di un colore scuro.
  5. Al fine di accertare definitivamente la presenza di una malattia epatica virale, è necessario eseguire un'analisi specifica dell'epatite A - vengono effettuati specifici esami diagnostici di laboratorio. Il sangue viene testato per la presenza di anticorpi contro il virus. Gli anticorpi di classe M parlano di un'infezione recente o di un processo acuto. La classe G si trova nel caso di un'infezione precedentemente trasferita.
  6. Nelle prime fasi della malattia nello studio delle feci. La rilevazione di frammenti proteici o di RNA del virus dell'epatite A aiuta a formulare una diagnosi anche durante il periodo di incubazione.
  7. Viene eseguita anche l'ecografia del fegato e degli organi interni.

Complicazioni di epatite A

Il decorso favorevole della malattia non significa che non ci siano conseguenze. L'unica cosa che piace dopo il trasferimento dell'epatite A è che non esiste un decorso cronico della malattia, cioè, una volta ammalata, una persona non si infetta.

Che cosa cambia il virus dell'epatite A dopo una malattia acuta?

  1. Nel 90% dei casi, la malattia termina con un completo recupero completo senza effetti residui. Il restante 10% è meno fortunato.
  2. Un decorso prolungato e la recidiva dei sintomi durante il periodo di estinzione dell'infezione talvolta indicano un'infezione aggiuntiva con altri tipi di epatite o un'immunità debole.
  3. Dopo la malattia, si trovano segni di lesioni delle vie biliari: infiammazione, discinesia.
  4. A volte la malattia è complicata da manifestazioni extraepatiche: polmonite, infiammazione del muscolo cardiaco, ridotta produzione di cellule del sangue.
  5. La mortalità non supera lo 0,04% dei casi.

Trattamento dell'epatite A

La terapia per l'infezione del fegato in primo luogo include la conformità con il regime. Pieni di sonno, passeggiate all'aria aperta e sonno diurno sono la norma per i pazienti con epatite A.

  1. In caso di intossicazione, un aumento pronunciato della temperatura di una persona viene inviato al reparto dell'ospedale per malattie infettive e conduce una terapia di disintossicazione.
  2. Assegna vitamine per stimolare i processi metabolici.
  3. Per proteggere le cellule del fegato dagli effetti dannosi del virus dell'epatite A, sono prescritti preparati di acido ursodesossicolico.
  4. Il resto del trattamento è sintomatico - a seconda delle indicazioni, vengono utilizzati farmaci coleretici, antidolorifici.

Per quanto tempo dovresti guardare i malati e le persone che sono stati in contatto con loro? Il paziente è isolato per 30 giorni e la quarantena per l'epatite A per le persone di contatto è di almeno 35 giorni.

Epatite A dieta

La base del trattamento di tutte le malattie dell'apparato digerente è una dieta equilibrata.

La dieta dell'epatite A inizia durante lo sviluppo della malattia e continua dopo alcuni mesi di recupero.

Come mangiano i malati?

  1. Non è possibile ridurre il contenuto calorico del cibo, le calorie devono soddisfare la norma fisiologica.
  2. Non è possibile ridurre la quantità di proteine, grassi e carboidrati, il loro rapporto dovrebbe essere corretto. Solo alcuni grassi animali difficilmente digeribili sono limitati: manzo, maiale e montone.
  3. È necessario bere la quantità ottimale di liquido - 2-3 litri di acqua al giorno.
  4. Cinque pasti al giorno in piccole porzioni sono raccomandati per i pazienti con epatite A.

Questo regime dietetico deve essere seguito per altri sei mesi dopo il recupero. Non dobbiamo dimenticare che tutti gli alimenti nocivi e taglienti sono proibiti in modo da non creare un carico sul fegato.

Prevenzione dell'epatite A

La protezione contro lo sviluppo della malattia o la prevenzione dell'epatite A viene effettuata al centro del rilevamento dell'infezione. Il paziente è isolato e, nel luogo di residenza, viene eseguito il trattamento superficiale con agenti contenenti cloro. Le cose del paziente sono soggette a trattamento speciale - disinfezione della camera.

Oltre alle misure di cui sopra, dopo un anno i bambini vengono vaccinati contro l'epatite A. Alcuni vaccini possono essere somministrati solo tre anni dopo la nascita del bambino.

Chi è il vaccino contro l'epatite A?

  1. Dall'anno in poi, il vaccino contro l'epatite A viene somministrato ai bambini che vivono in paesi con un alto tasso di incidenza.
  2. Secondo le indicazioni epidemiche, la vaccinazione viene effettuata a tutte le persone di contatto nei focolai di infezione.
  3. L'immunizzazione viene effettuata anche a persone appartenenti a gruppi a rischio.

Il farmaco viene somministrato due volte per via intramuscolare nel muscolo deltoide. La rivaccinazione viene effettuata non prima di un mese dopo la prima iniezione del vaccino. Questo schema fornisce una protezione completa contro la malattia per almeno 20 anni.

La vaccinazione contro l'epatite A viene effettuata con i seguenti farmaci:

  • Algavak M, prodotto in Russia, è consentito a tutti gli adulti e i bambini dai tre anni;
  • "Havriks 720" e "Havriks 1440" per bambini e adulti, rispettivamente, produzione Smith Claim Bichem (Inghilterra);
  • "Avaxim" (da due anni), "Avaxim 80" (da anni a 15), "Avaxim 160" (usato da 16 anni) - vaccino francese per fasce d'età diverse;
  • vaccino "Vakta" prodotto negli Stati Uniti.

La peculiarità delle vaccinazioni contro l'epatite A è che sono tutti ben tollerati, forniscono una protezione precoce e dopo la loro introduzione non ci sono praticamente complicazioni.

Quanto è pericoloso l'epatite A? Appartiene alla categoria delle infezioni polmonari, che tutti possono ottenere, e quasi il 100% dei malati può essere curato. Ma questi sono tutti "momenti positivi". La malattia richiede molto tempo, è complicata da danni agli organi vicini e anche le morti sono possibili. È impossibile nascondersi dall'epatite A, ma la prevenzione tempestiva salva anche i bambini piccoli.

Epatite virale A

L'epatite virale A (malattia di Botkin) è un'infezione acuta del fegato, caratterizzata da un decorso benigno, accompagnata da necrosi di epatociti. L'epatite virale A è inclusa nel gruppo delle infezioni intestinali, perché ha un meccanismo di infezione fecale-orale. Nel corso clinico dell'epatite virale A, si distinguono dozheltushny e periodi icteric, così come la convalescenza. La diagnosi viene effettuata secondo l'analisi biochimica del sangue, i risultati di RIA ed ELISA. Il ricovero in ospedale di pazienti con epatite A virale è necessario solo nei casi più gravi. Il trattamento ambulatoriale include la dieta e la terapia sintomatica.

Epatite virale A

L'epatite virale A (malattia di Botkin) è un'infezione acuta del fegato, caratterizzata da un decorso benigno, accompagnata da necrosi di epatociti. La malattia di Botkin è un'epatite virale trasmessa dal meccanismo fecale-orale ed è una delle più comuni infezioni intestinali.

Caratteristiche dell'agente patogeno

Il virus dell'epatite A appartiene al genere Hepatovirus, il suo genoma è rappresentato dall'RNA. Il virus è abbastanza stabile nell'ambiente, persiste per diversi mesi a 4 ° C e per anni a -20 ° C. A temperatura ambiente, rimane vitale per diverse settimane, muore quando viene bollito dopo 5 minuti. I raggi ultravioletti inattivano il virus di un minuto. L'agente eziologico può mantenere la sua vitalità in acqua clorata dalla rete idrica per qualche tempo.

L'epatite A viene trasmessa attraverso il meccanismo fecale-orale principalmente attraverso l'acqua e la via nutrizionale. In alcuni casi, la contaminazione per contatto con la famiglia è possibile quando si utilizzano articoli e piatti per la casa. Le epidemie virali di epatite A virale, quando si implementa un'infezione acquatica, si verificano solitamente quando il virus entra nei serbatoi di acqua pubblica, la via alimentare dell'infezione è possibile sia mangiando frutta e verdura contaminata, sia molluschi crudi che vivono in corpi idrici infetti. L'implementazione del modo di contatto quotidiano è tipica dei gruppi di bambini, dove non viene prestata sufficiente attenzione al regime igienico-sanitario.

La suscettibilità naturale al virus dell'epatite A nell'uomo è alta, è maggiore nei bambini di età pre-puberale, l'immunità post-infettiva è intensa (un po 'meno la tensione è caratteristica dopo un'infezione subclinica) e prolungata. L'infezione da epatite virale A si verifica più spesso nei gruppi di bambini. Tra gli adulti, il gruppo a rischio comprende i dipendenti delle cucine per i bambini in età prescolare e scolare, così come le strutture sanitarie e sanitarie-resort, gli impianti di trasformazione alimentare. I focolai di infezione collettiva tra tossicodipendenti e omosessuali sono ora sempre più comuni.

I sintomi dell'epatite virale A

Il periodo di incubazione dell'epatite virale A è di 3-4 settimane, l'esordio della malattia è generalmente acuto, il decorso è caratterizzato da un successivo cambio di periodi: dozheltushnogo, itterico e convalescenza. Il periodo dozheltushny (prodromico) procede in varie opzioni cliniche: febbrile, dispeptico, asteno-vegetativo.

La variante febbrile (simile all'influenza) del corso è caratterizzata da sintomi di febbre e intossicazione che si sviluppano bruscamente (la gravità della sindrome da intossicazione generale dipende dalla gravità del decorso). I pazienti si lamentano di debolezza generale, mialgia, mal di testa, tosse secca, mal di gola, rinite. I sintomi catarrali sono lievi, il rossore alla gola di solito non è osservato, forse la loro combinazione con dispepsia (nausea, perdita di appetito, eruttazione).

Il corso dispeptico non è accompagnato da sintomi catarrali, l'intossicazione non è molto pronunciata. I pazienti si lamentano principalmente di indigestione, nausea, vomito, sapore amaro in bocca, eruttazione. Dolore moderatamente opaco spesso pronunciato nell'ipocondrio destro, epigastrico. Forse un disturbo della defecazione (diarrea, stitichezza, loro alternanza).

Il periodo di dozheltushny che procede sulla variante astenovegetativa è un po 'specifico. I pazienti sono pigri, apatici, lamentano debolezze generali, soffrono di disturbi del sonno. In alcuni casi, i segni prodromici non vengono osservati (la variante latente del periodo ittero), la malattia inizia immediatamente con ittero. Nel caso ci siano segni di diverse sindromi cliniche, stanno parlando di una variante mista del decorso del periodo della gelatina. La durata di questa fase dell'infezione può variare da due a dieci giorni, in media, solitamente il periodo prodromico richiede una settimana, passando gradualmente alla fase successiva - ittero.

Nel periodo itterico dell'epatite virale A è caratterizzata dalla scomparsa dei segni di intossicazione, una diminuzione della febbre, un miglioramento delle condizioni generali dei pazienti. Tuttavia, i sintomi dispeptici di solito persistono e peggiorano. L'ittero si sviluppa gradualmente. In primo luogo, si nota l'oscuramento delle urine, la sclera, le membrane mucose del frenulo della lingua e il palato molle diventano giallastri. In futuro, la pelle diventa gialla, acquisendo un'intensa tonalità di zafferano (ittero epatico). La gravità della malattia può essere correlata all'intensità della colorazione della pelle, ma è preferibile concentrarsi sui sintomi dispeptici e di intossicazione.

Nei casi gravi di epatite, ci possono essere segni di sindrome emorragica (petecchie, emorragie su mucose e pelle, sangue dal naso). Quando l'esame obiettivo ha notato placca giallastra sulla lingua, i denti. Il fegato è ingrossato, la palpazione è moderatamente dolorosa, in un terzo dei casi si verifica un aumento della milza. L'impulso è in qualche modo contratto (bradicardia), la pressione sanguigna è bassa. Le feci si accendono fino a completare la decolorazione all'altezza della malattia. Oltre ai disturbi dispeptici, i pazienti possono lamentare la sintomatologia astenovegetativa.

La durata del periodo itterico di solito non supera il mese, in media 2 settimane. Dopodiché inizia il periodo di recupero: regressione graduale dei segni clinici e di laboratorio di ittero, intossicazione e normalizzazione della dimensione del fegato. Questa fase può essere piuttosto lunga, la durata del periodo di recupero di solito raggiunge 3-6 mesi. Il decorso dell'epatite virale A è prevalentemente lieve o moderato, ma in rari casi si verificano forme gravi della malattia. La cronologia del processo e il vettore del virus non sono caratteristici di questa infezione.

Complicazioni dell'epatite virale A

L'epatite A virale di solito non è soggetta alle esacerbazioni. In rari casi, un'infezione può provocare infiammazione nel sistema biliare (colangite, colecistite, discinesia biliare e cistifellea). A volte l'epatite A è complicata dall'aggiunta di un'infezione secondaria. Gravi complicanze del fegato (encefalopatia epatica acuta) sono estremamente rare.

Diagnosi dell'epatite virale A

In generale, vi è una ridotta concentrazione di leucociti nel sangue, linfocitosi, aumento della VES. L'analisi biochimica mostra un forte aumento dell'attività di aminotransferasi, bilirubinemia (dovuta principalmente alla bilirubina legata), un contenuto di albumina ridotto, un basso indice di protrombina, un aumento di sublimazione e una diminuzione dei campioni di timolo.

La diagnostica specifica viene effettuata sulla base di metodi sierologici (gli anticorpi vengono rilevati usando ELISA e RIA). Nel periodo icterico, c'è un aumento di Ig M, e in convalescente - IgG. La diagnosi più accurata e specifica è la rilevazione dell'RNA del virus nel sangue mediante PCR. L'isolamento dell'agente patogeno e la ricerca virologica sono possibili, ma in considerazione della complessità della pratica clinica generale non è pratico.

Trattamento dell'epatite virale A

La malattia di Botkin può essere trattata in regime ambulatoriale, l'ospedalizzazione viene eseguita per forme gravi, così come per ragioni epidemiologiche. Nel periodo di grave intossicazione, ai pazienti viene prescritto il riposo a letto, la dieta n. 5 (nella variante per il decorso acuto dell'epatite) e la terapia vitaminica. Nutrizione frazionata, cibi grassi eliminati, prodotti che stimolano la produzione di bile, hanno incoraggiato i componenti lattiero-caseari e vegetali della dieta.

Richiede l'eliminazione completa di alcol. La terapia etiotrope per questa malattia non è stata sviluppata, una serie di misure terapeutiche volte ad alleviare i sintomi e la correzione patogenetica. Ai fini della disintossicazione, è prescritto un consumo abbondante, se necessario, di infusione di soluzioni di cristalloidi. Al fine di normalizzare la digestione e mantenere la normobiocenosi intestinale, vengono prescritti preparati di lattulosio. Gli antispastici sono usati per prevenire la colestasi. Se necessario, prescrivi farmaci UDCH (acido ursodesossicolico). Dopo il recupero clinico, i pazienti sono sotto osservazione al gastroenterologo per altri 3-6 mesi.

Nella maggior parte dei casi, la prognosi è favorevole. Con le complicanze delle vie biliari, la cura è in ritardo, ma con una falsa terapia la prognosi non è aggravata.

Prevenzione dell'epatite virale A

Le misure preventive generali sono volte a fornire purificazione di alta qualità delle fonti di acqua potabile, controllo dello scarico delle acque reflue, requisiti sanitari e igienici per il regime negli stabilimenti di ristorazione, nei centri di trattamento alimentare delle istituzioni mediche e per bambini. Il controllo epidemiologico sulla produzione, lo stoccaggio, il trasporto di prodotti alimentari, durante i focolai di epatite A virale in gruppi organizzati (sia bambini che adulti) viene eseguito misure di quarantena appropriate. I pazienti sono isolati per 2 settimane, la loro contagiosità dopo la prima settimana del periodo itterico viene a nulla. Ammissione allo studio e lavoro svolto sull'inizio della ripresa clinica. Le persone di contatto sono monitorate per 35 giorni dal momento del contatto. In gruppi di bambini in questo momento è nominato quarantena. Le necessarie misure di disinfezione sono prese alla fonte dell'infezione.

La vaccinazione contro l'epatite A è raccomandata per i bambini a partire da 1 anno e per gli adulti che si spostano in aree pericolose per l'epatite virale A.

Epatite A

L'epatite A (malattia di Botkin) è una malattia epatica infettiva acuta con un decorso benigno, appartenente al gruppo delle infezioni intestinali. La malattia è diffusa nei paesi in via di sviluppo. Ciò è dovuto all'elevata densità della popolazione e alle cattive condizioni di vita sanitarie e igieniche. Nei paesi sviluppati, il tasso di incidenza dell'epatite A è ridotto annualmente a causa delle abilità igieniche formate nella popolazione e della vaccinazione.

Cause e fattori di rischio

L'agente eziologico dell'epatite A si riferisce ai virus contenenti RNA del genere Hepatovirus. È stabile nell'ambiente, rimane attivo a temperatura ambiente per diverse settimane, muore sotto l'influenza della radiazione ultravioletta e delle alte temperature.

La fonte di infezione è una persona malata che rilascia il virus nell'ambiente con le feci già dagli ultimi giorni del periodo prodromico e fino al 15-20esimo giorno del periodo itterico. Un ruolo importante nella diffusione dell'infezione in pazienti con forme anterteri (cancellate) di epatite A, nonché portatori di virus.

Le principali vie di trasmissione del virus sono cibo e acqua. È anche possibile la trasmissione da contatto domestico (attraverso articoli per l'igiene personale, piatti), ma osservata molto meno frequentemente. Il rischio di infezione è principalmente associato a scarse abilità igieniche e all'uso di acqua non trattata.

L'epatite A è diffusa nei paesi in via di sviluppo, che sono caratterizzati da una grande densità di popolazione e condizioni di vita igieniche e igieniche povere.

Adulti e bambini di tutte le età, compresi i bambini, sono suscettibili all'epatite A.

Forme della malattia

A seconda del quadro clinico, esistono due forme di epatite A:

  • tipico (itterico);
  • atipico (anicterico, cancellato).

Stadio della malattia

Nel quadro clinico dell'epatite virale A, ci sono diverse fasi successive:

  1. Periodo di incubazione Dura dal momento dell'infezione fino alla comparsa dei primi segni della malattia, da 20 a 40 giorni (in media 14-28).
  2. Periodo Prodromico. Compaiono sintomi di malessere generale (debolezza, febbre, dispepsia). Durata: 7-10 giorni.
  3. Periodo icterico Aumento della dispepsia, appare la colorazione itterica della sclera e della pelle. Con un decorso atipico della malattia, il giallo della pelle è minimo e spesso non viene notato né dal paziente stesso né dalle persone che lo circondano. Durata - 5-30 giorni (in media - 15).
  4. Periodo di convalescenza. I sintomi della malattia scompaiono gradualmente, la condizione dei pazienti migliora. La durata è individuale - da diverse settimane a diversi mesi.

L'epatite A nella maggior parte dei casi termina con una guarigione completa entro 3-6 mesi.

sintomi

L'epatite A virale di solito inizia in modo acuto. Il periodo prodromico può avvenire in diverse varianti cliniche: dispeptica, febbrile o asteno vegetativa.

Per le forme febbrili (influenzali) del periodo prodromico sono caratterizzate da:

  • febbre;
  • debolezza generale;
  • mal di testa e dolori muscolari;
  • mal di gola, tosse secca;
  • rinite.

Nella variante dispeptica del periodo di ittero di intossicazione, l'espressione è lieve. Tipicamente, i pazienti lamentano vari disturbi digestivi (eruttazione, sapore amaro in bocca, distensione addominale), dolore all'epigastrio o ipocondrio destro, disturbi della defecazione (stitichezza, diarrea o loro alternanza).

La forma vegetativa asteno del periodo prodromico nell'epatite virale A non è specifica. Manifestato da debolezza, letargia, disturbi adinamici e del sonno.

La transizione della malattia allo stadio ittero è caratterizzata da un miglioramento delle condizioni generali, dalla normalizzazione della temperatura corporea sullo sfondo dello sviluppo graduale dell'ittero. Tuttavia, la gravità delle manifestazioni dispeptiche nel periodo itterico non solo non si indebolisce, ma, al contrario, aumenta.

Nei casi gravi di epatite A virale, i pazienti possono sviluppare la sindrome emorragica (sanguinamento nasale spontaneo, emorragie sulla pelle e sulle mucose, rash petecchiale).

Alla palpazione viene rilevato un fegato moderatamente doloroso che fuoriesce dall'ipocondrio. In circa il 30% dei casi si osserva un aumento della milza.

Come avviene la crescita dell'ittero, la chiarificazione delle feci e l'oscuramento delle urine. Dopo un po 'di tempo, l'urina diventa di colore scuro saturo e le feci diventano grigio chiaro (feci di acholichnye).

Il periodo itterico è sostituito da uno stadio di convalescenza. C'è una graduale normalizzazione dei parametri di laboratorio e il miglioramento delle condizioni generali dei pazienti. Il periodo di recupero può durare fino a sei mesi.

diagnostica

La diagnosi di epatite A viene effettuata secondo i sintomi clinici caratteristici della malattia, i dati dell'esame obiettivo del paziente e gli esami di laboratorio. Le analisi del sangue biochimiche rivelano:

  • bilirubinemia (aumentando la concentrazione di bilirubina principalmente a causa della forma legata);
  • un significativo aumento degli enzimi epatici (AST, ALT);
  • diminuzione dell'indice di protrombina;
  • riduzione di albumina;
  • diminuire in timolo e aumentare i campioni sublimi.

Ci sono anche cambiamenti nell'analisi del sangue generale: aumento della VES, linfocitosi, leucopenia.

La diagnostica specifica viene effettuata sulla base del rilevamento di anticorpi mediante RIA ed ELISA. Il metodo più accurato di sierodiagnosi è la rilevazione dell'RNA virale nel sangue mediante una reazione a catena della polimerasi (PCR).

La ricerca virologica con il rilascio del virus stesso nella pratica clinica non viene eseguita a causa dell'elevata complessità di questo metodo.

trattamento

Nella maggior parte dei casi, l'epatite A viene trattata in regime ambulatoriale; l'ospedalizzazione è indicata solo in base a indicazioni epidemiologiche o in caso di malattia grave.

L'epatite A virale di solito inizia in modo acuto. Il periodo prodromico può avvenire in diverse varianti cliniche: dispeptica, febbrile o asteno vegetativa.

Durante l'altezza dei segni clinici di riposo a letto è raccomandato. Il ruolo principale è svolto dalla dietoterapia (dieta №5 secondo Pevzner):

  • assunzione di cibo 5-6 volte al giorno in piccole porzioni;
  • esclusione dalla dieta di alimenti grassi e piccanti, nonché prodotti che stimolano la sintesi della bile;
  • inserimento nella dieta di una quantità sufficiente di piante e prodotti lattiero-caseari.

Fortemente vietato l'uso di bevande alcoliche.

La terapia etiotropo della malattia non è stata sviluppata, pertanto le misure terapeutiche mirano ad eliminare i sintomi. In grave intossicazione, ai pazienti viene prescritto bere abbondante (brodo di rosa canina, acqua minerale senza gas), iniezioni di gocce per via endovenosa di soluzioni di cristalloidi e terapia vitaminica. Per migliorare le funzioni del sistema digestivo mostra l'uso del lattulosio. Al fine di prevenire la colestasi, vengono utilizzati i preparativi di azione antispasmodica.

Possibili complicazioni e conseguenze

L'epatite virale A di solito si presenta in forma lieve o moderata, le complicazioni non sono peculiari. In rari casi, il virus può innescare un processo infiammatorio nel sistema biliare, che può provocare:

  • colecistite;
  • colangite;
  • discinesia biliare.

L'encefalopatia epatica acuta nell'epatite A è estremamente rara.

prospettiva

La prognosi dell'epatite virale A è favorevole. Nella maggior parte dei casi, la malattia termina in completa guarigione entro 3-6 mesi. Il portatore del virus e la cronicità del processo patologico nel fegato non sono caratteristici di questo tipo di epatite.

Nei paesi sviluppati, il tasso di incidenza dell'epatite A è ridotto annualmente a causa delle abilità igieniche formate nella popolazione e della vaccinazione.

prevenzione

Le misure preventive comuni per prevenire la diffusione del virus dell'epatite A includono:

  • fornire alla popolazione acqua potabile di alta qualità;
  • monitoraggio attento degli scarichi di acque reflue;
  • controllo sul rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie da parte dei dipendenti delle strutture di ristorazione pubblica, delle unità nutrizionali delle istituzioni mediche e di assistenza all'infanzia.

In caso di epidemia di epatite, le squadre organizzate conducono attività di quarantena. I pazienti sono isolati per 15 giorni, dal momento che dal 14 ° al 15 ° giorno dall'inizio del periodo itterico, il loro isolamento del virus si arresta. Sopra le persone in contatto si esegue un'osservazione medica per 35 giorni. La disinfezione viene eseguita nel sito di infezione. L'ammissione allo studio o al lavoro di persone che hanno avuto l'epatite A, viene effettuata solo dopo l'inizio di una guarigione clinica completa.

È possibile condurre una prevenzione specifica dell'epatite A mediante vaccinazione. L'introduzione del vaccino è raccomandata per i bambini di età superiore ad un anno e per gli adulti che vivono in regioni con alti tassi di epatite A, nonché in partenza per queste regioni.

Video di YouTube relativi all'articolo:

Istruzione: si è laureata in medicina nel 1991 presso il Tashkent State Medical Institute. Ha frequentato ripetutamente corsi di formazione avanzati.

Esperienza lavorativa: anestesista-rianimatore del complesso di maternità urbana, rianimatore del reparto di emodialisi.

L'informazione è generalizzata e viene fornita solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Secondo le statistiche, il lunedì il rischio di lesioni alla schiena è aumentato del 25% e il rischio di infarto del 33%. Stai attento.

I dentisti sono apparsi relativamente di recente. Nel 19 ° secolo, strappare i denti cattivi era responsabilità di un comune barbiere.

L'aspettativa di vita media dei mancini è inferiore alla destra.

Milioni di batteri nascono, vivono e muoiono nel nostro intestino. Possono essere visti solo con un forte aumento, ma se si uniscono, si inseriscono in una normale tazza di caffè.

Se sorridi solo due volte al giorno, puoi abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di infarti e ictus.

Nel Regno Unito esiste una legge secondo cui un chirurgo può rifiutarsi di eseguire un'operazione su un paziente se fuma o è sovrappeso. Una persona deve abbandonare le cattive abitudini e quindi, forse, non avrà bisogno di un intervento chirurgico.

Gli scienziati dell'Università di Oxford hanno condotto una serie di studi in cui hanno concluso che il vegetarianismo può essere dannoso per il cervello umano, in quanto porta a una diminuzione della sua massa. Pertanto, gli scienziati raccomandano di non escludere il pesce e la carne dalla loro dieta.

Il primo vibratore è stato inventato nel 19 ° secolo. Lavorava su un motore a vapore e intendeva trattare l'isteria femminile.

Il sangue umano "scorre" attraverso le navi sotto un'enorme pressione e, in violazione della loro integrità, è in grado di sparare a una distanza massima di 10 metri.

Secondo gli studi, le donne che bevono un paio di bicchieri di birra o vino a settimana hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno.

Esistono sindromi mediche molto curiose, ad esempio l'ingestione ossessiva di oggetti. Nello stomaco di un paziente affetto da questa mania, sono stati trovati 2500 oggetti estranei.

Quattro fette di cioccolato fondente contengono circa duecento calorie. Quindi se non vuoi migliorare, è meglio non mangiare più di due fette al giorno.

Oltre alle persone, solo una creatura vivente sul pianeta Terra - i cani - soffre di prostatite. Questo è davvero il nostro più fedele amico.

I nostri reni sono in grado di pulire tre litri di sangue in un minuto.

Il peso del cervello umano è circa il 2% dell'intera massa corporea, ma consuma circa il 20% dell'ossigeno che entra nel sangue. Questo fatto rende il cervello umano estremamente suscettibile ai danni causati dalla mancanza di ossigeno.

Molti conoscono la situazione quando il bambino "non esce" dal raffreddore. Se nel primo anno di frequentazione della scuola materna è una normale reazione dell'organismo, allora appare più avanti

Conseguenze dell'epatite a

Dimmi, quanto è grave l'infezione da epatite A in giovane età, può esserne completamente guarita? Quanto tempo dopo la "Botkin's disease" posticipata devi seguire una dieta STRICT?
E come ripristinare rapidamente ed efficacemente il fegato (e il corpo)? Quali sono le conseguenze dopo la cura dell'epatite A?

Certo, molto dipende dal medico che guida il trattamento. Le conseguenze potrebbero essere in futuro, dopo venti anni sotto forma di malattia epatica cronica e persino possibile cirrosi. In linea di principio, esistono ora eccellenti sviluppi domestici che consentono il ripristino delle cellule del fegato. Ti consiglierei di prendere in considerazione droghe come GepaLank e Dienay. Questo è uno sviluppo brevettato di scienziati russi. Il primo è molto efficace per le malattie del fegato e ripristina molto bene la sua struttura e le sue cellule. Il secondo agisce sul corpo nel suo complesso, rafforza il sistema immunitario, ripristina la struttura cellulare danneggiata, rimuove tutte le possibili tossine e veleni non solo dal corpo, ma dalla cellula, pulendo e ripristinando il corpo a livello del DNA.

È considerata la forma più semplice di epatite e, fatte salve le prescrizioni del medico, viene curata senza conseguenze, ma ti consiglio di sopportare diete consigliate per un paio d'anni e limitare il lavoro fisico.

Solo alcune forme di epatite A sono quasi impossibili da curare. La malattia è pericolosa con complicazioni, le principali sono le malattie funzionali e infiammatorie delle vie biliari e del coma epatico. Ma l'epatite A in casi molto rari diventa cronica, e di tutte le forme esistenti di epatite virale, l'epatite A ha la prognosi più favorevole.

Posso suggerire un altro modo economico per ripristinare il fegato dopo l'epatite. Mangia più barbabietole bollite in insalata e puoi bere il succo prima di difenderlo. Questo ortaggio porta anche a analisi normali - bilirubina, test di funzionalità epatica.

L'epatite A viene trattata con successo e puoi completamente eliminarla. È importante seguire una dieta, prima che l'anno sia necessario escludere tutti i cibi fritti, affumicati, agnello, focacce, caffè, è indesiderabile da bere. Hai bisogno di prendere più frutta e verdura, in particolare, albicocca, albicocche secche, fragole, fragole. Hai anche bisogno di bere erbe colagoga: rosa selvatica, immortelle, erba di San Giovanni, salvia.

È una tale infezione che è molto difficile curarla, specialmente fino alla fine. Il mio consiglio è continuare a bere farmaci che proteggono il fegato. E sì, una dieta speciale richiederà molto tempo.

Il modo più semplice per portare la malattia durante l'infanzia. Non ci sono praticamente conseguenze. A un'età più matura, è necessaria almeno una dieta semestrale (per esperienza personale).

Ripristina il fegato di cardo. Le farmacie vendono un sacco di droghe basate su di esso, ad esempio, Kars o gepabene, oppure puoi semplicemente comprare cardo mariano e birra.

Ho avuto anche questa malattia nei miei anni scolastici. Una dieta rigorosa, così come le eccezioni all'attività fisica, dovrebbero essere seguite per sei mesi. Sono passati molti anni, ma non ho notato alcuna conseguenza della malattia.

Nell'infanzia si è ammalata. Thistle è stato attribuito a prendere - additivo in polvere. Ricordo ancora il gusto. Bene, la dieta. E delle conseguenze per me personalmente - Non posso mangiare cibi grassi.

Mio figlio era malato durante l'infanzia e con la figlia della mia ragazza. Sono passati molti anni, nessuno ha conseguenze. A quanto ho capito, la cosa più importante è sopportare una dieta immediatamente dopo il trattamento. Abbiamo mantenuto una dieta rigorosa per 3 mesi, e poi per altri 3 mesi il figlio ha mangiato tutto, ma non grasso, non fritto e non affumicato, vale a dire. prodotti bolliti, al vapore e al vapore. In generale, una tale dieta non è difficile da sostenere.

Nessuna conseguenza se segui tutte le raccomandazioni del medico. Sono semplici: durante l'anno una dieta (non complicata), una limitazione allo sforzo fisico e l'esclusione dell'alcool. Questo non è B, e, quel che è peggio, la categoria C: A IS Cured!

La forma più semplice di epatite. Quando avevo 17 anni, ero malato di epatite A, dopo un anno e mezzo il dottore mi ha permesso di mangiare un po 'di grassi, cibo fritto. Un anno dopo, mi hanno portato all'esercito (truppe di confine). I carichi erano grandi. Sono passati 16 anni, non seguo le diete, e il fegato non mi infastidisce.

La diffusione del virus si verifica principalmente nella stagione calda. Tuttavia, a causa della lunga fase di incubazione, è caratterizzata da scoppi di infezione in primavera e in autunno. Caratterizzato da picchi con osservazioni a lungo termine. Circa una volta ogni tre o cinque anni, l'epatite A viene diagnosticata più spesso che negli altri anni.

La malattia di Botkin, o epatite virale A, differisce dall'epatite B e C nel modo in cui è infetto. Con la malattia di Botkin, è fecale-orale, cioè una malattia delle mani sporche. Pertanto, è meno pericoloso per gli altri sotto le regole di igiene. Non esiste un trattamento specifico. I farmaci che possiedono proprietà disintossicanti e il miglioramento della funzionalità epatica sono usati, la terapia dietetica dovrebbe durare a lungo. Ma l'immunità post-infettiva è duratura. Se sei stato malato con Botkin in gioventù, non sei pericoloso per gli altri, e una dieta ragionevole ti proteggerà dagli effetti dell'epatite e da possibili disturbi acquisiti del fegato.

Ho avuto l'ittero nella scuola elementare. Poi l'anno ha dovuto donare regolarmente sangue da una vena, bere LIW 52 e andare a dieta. Quindi sono stato registrato solo Non ci sono conseguenze.

Ho avuto l'epatite A quando avevo 19 anni. A è la forma più semplice di epatite e la più comune. Sono stato a dieta per sei mesi: è vietato mangiare fritto, affumicato, salato, cioccolato, gelato, pasticceria, maionese, ketchup, pane fresco, salsiccia, alcol, caffè, soda, succhi, agrumi. Mangiai farina d'avena, orzo perlato, yacht, riso, ricotta e carne bollita, e una volta al giorno mi fu concesso un panino con burro e formaggio. Per il tè ho preso dei biscotti. E molta acqua - da 1 a 2 litri al giorno. Hanno consigliato di non prendere pillole. Sollevare un massimo di 3 kg. Ti abitui a un paio di settimane. Sei mesi dopo fu permesso di mangiare tutto. Ma il fegato è meglio prendersi cura di. Per esempio, io, 8 anni dopo la malattia, sedevo con i contraccettivi, e ora ho una pietra nella mia cistifellea. E devo di nuovo andare sulla dieta numero 5. Quindi cerca di bere pillole, soprattutto antibiotici o ormoni, in minima parte, poiché la ricaduta è possibile.

Sulla dieta numero 5 devi sederti per sei mesi. Ciò significa che è necessario abbandonare tutto fritto, affumicato, salato, salsiccia, agrumi, succhi, bevande alcoliche, soda dolce, confetteria e cioccolato, dimenticarsi di torte e gelati. Le cotolette sono cotte al vapore, con una quantità minima di sale. Il pane non può che essere di ieri, anche il formaggio, soprattutto non farsi prendere la mano. Farina d'avena, fiocchi di latte, kefir all'1%, biscotti tipo Maria e da 1 a 2 litri d'acqua (in Ucraina si consiglia di bere acqua Morshinskaya). Dopo 3 mesi, puoi deliziarti leggermente con il proibito, ma solo un po 'in modo che il corpo possa abituarsi ad esso, e dopo altri tre mesi è completamente possibile sbarazzarsi della dieta. Tuttavia, il fegato dovrebbe sempre essere ricordato, cercare di non abusare di alcol e pillole, soprattutto ormoni.

È necessario stare rigorosamente a dieta per almeno 6 mesi, quindi il danno dalla malattia sarà minimo. Ma non sperare che passi senza lasciare traccia. Una persona dopo l'epatite A dovrebbe essere osservata per tutta la vita, idealmente.

Epatite A - che cos'è, segni e trattamento

L'epatite A, nota anche come malattia di Botkin, è una malattia virale delle cellule del fegato, manifestata da ittero e intossicazione. A differenza di altre forme di epatite, l'epatite A non contribuisce alla cronologia dei processi di danno alle cellule del fegato e molto raramente causa la morte delle persone. È possibile sconfiggere i sintomi della malattia dopo 2 settimane e occorreranno inoltre circa uno o due mesi per normalizzare la struttura e la funzione del fegato dopo una malattia.

Tra la popolazione non esiste un gruppo specifico di persone che sarebbero soggette alla malattia sopra il resto, assolutamente tutti, a parità di condizioni sono a rischio della malattia: bambini, uomini, donne di diverso stato sociale ed età. Inoltre, i bambini di età compresa tra 1 anno e 10 anni presentano un transfert particolarmente lieve dei sintomi della malattia e gli anziani e i bambini piccoli del primo anno di vita soffrono di una forma complicata.

Cos'è?

L'epatite A è un virus RNA, appartiene alla famiglia dei Picornovirida, il genere Enterovirus. Le sue dimensioni sono 27-30 nm. Il virus non ha shell. La battitura è stata effettuata nel 1973. Successivamente, vengono identificati altri quattro genotipi di virus umano e tre genotipi di scimmia.

È stabilito che, indipendentemente dai genotipi, tutti i virus di tipo A hanno proprietà antigeniche, immunogeniche e protettive simili. Cioè, un singolo sierotipo, un virus, è determinato dagli stessi set standard di reagenti, può essere prevenuto dagli stessi vaccini.

Sono note le seguenti forme di epatite A virale:

  • icteric;
  • con ittero cancellato;
  • anitterico.

Modulo subclinico assegnato separatamente (inapparantnaya), che viene diagnosticato solo sulla base dei risultati dei test di laboratorio.

Il decorso della malattia può essere acuto, protratto, subacuto e cronico (estremamente raro). L'epatite infettiva acuta può essere lieve, moderata e grave a seconda della gravità delle manifestazioni cliniche.

Come viene trasmessa l'epatite A?

La fonte dell'infezione sono le persone malate nelle fasi del decorso subclinico e le manifestazioni iniziali della malattia, comprese quelle con una forma anterteriosa. Dopo la colorazione della sclera e della pelle, la contagiosità è significativamente ridotta. Nella terza settimana di patogenesi, un virus pericoloso viene rilasciato solo nel 5% dei pazienti.

Il periodo infettivo, tenendo conto del periodo di incubazione, dura circa un mese, meno spesso fino a un mese e mezzo.

Provate fonti di diffusione dei virus, in ordine decrescente:

  1. Semina il cibo. Questa modalità di trasmissione è di grande importanza epidemica. Tuttavia, stabilire il tipo di cibo pericoloso è quasi impossibile a causa del lungo periodo di incubazione.
  2. Contatto diretto con il paziente È caratteristico per le persone con abilità igieniche non sviluppate e le persone professionalmente con loro in contatto. Questo è il caso della trasmissione dell'agente patogeno in età prescolare e gruppi scolastici, collegi per persone con disabilità.
  3. Escrementi, urina, scarico dal rinofaringe. Questa modalità di trasmissione è chiamata fecale-orale. I principali fattori comprovati di trasmissione del virus dell'epatite A includono il contatto diretto tra i sani e gli ammalati. Il virus può anche essere trasmesso con cibo, acqua, goccioline trasportate dall'aria (alcuni autori escludono), durante il contatto sessuale, con iniezioni endovenose non sterili, attraverso mosche - portatori meccanici del virus.

Nel frattempo, i prodotti che sono più spesso i fattori di trasmissione del virus sono identificati:

  1. Bacche da giardino in forma fresca e congelata (dopo scongelamento), specialmente se sui letti, accanto alle piante di bacche, si trovano molluschi, lumache che possono accumulare il virus, se le creste sono annaffiate con fertilizzanti da escrementi umani.
  2. Prodotti preparati senza trattamento termico o consumati dopo lo stoccaggio (insalate, vinaigrette, piatti freddi, frutta secca e bacche, in particolare dal Kazakistan e dall'Asia centrale);
  3. Aerosol. Ipoteticamente possibile nei gruppi di bambini con la stratificazione di focolai di malattie respiratorie in gruppi con bassa resistenza. Il virus viene trasmesso da tosse, starnuti con scarico dal rinofaringe di una persona malata.
  4. Acqua. È tipico delle aree con infrastrutture municipali non sviluppate, scarsa organizzazione dell'approvvigionamento idrico, scarico di acque reflue e acque reflue. Aumenta significativamente il rischio di infezione durante incidenti e disastri naturali.
  5. Parenterale. La trasmissione del virus durante trasfusioni di sangue, iniezioni endovenose di soluzioni non è esclusa, specialmente in un ambiente che preclude l'osservanza della sterilità (tossicodipendenti).
  6. Trasmissibile (trasmissione del virus attraverso le mosche). I ricercatori non escludono la possibilità di infezione attraverso le mosche, ma la prevalenza di questo fattore non è stata studiata.
  7. Sessuale. La letteratura indica un possibile fattore di trasmissione per gli omosessuali, senza decidere la connessione causale tra omosessualità ed epatite A.

Fasi di sviluppo

Esistono diverse opzioni per il decorso dell'epatite A. La malattia può presentarsi con un quadro clinico tipico e asintomatico. Nel caso dei sintomi manifesti (che si manifestano con sintomi luminosi) nello sviluppo della malattia ci sono diverse fasi.