I primi sintomi e manifestazioni del cancro del fegato negli adulti e nei bambini

Trattamento

Tra le gravi patologie tumorali con rapida progressione e esiti avversi si annoverano il cancro al fegato. La malattia si sviluppa quando cellule epatiche sane vengono sostituite da cellule tumorali per una serie di motivi. I tumori nel fegato possono essere primari e secondari. I tumori primari provengono direttamente dalle cellule del fegato che costituiscono la struttura dell'organo e vengono diagnosticati nel 3% del numero totale di pazienti oncologici. Un problema serio è il cancro secondario, in cui il fegato è affetto da cellule tumorali portate da altri organi.

Negli ultimi anni, l'incidenza dell'oncopatologia del fegato è aumentata. Secondo le statistiche, la malattia colpisce annualmente 250 mila persone nel mondo. I tumori del fegato sono più spesso diagnosticati negli uomini e le donne sono ammalate 4 volte meno spesso. Per quanto riguarda la relazione tra l'incidenza del cancro al fegato e l'età non ci sono dati esatti - la patologia può apparire a qualsiasi età, incluso il periodo dei bambini.

Varietà e fasi

Oltre alla divisione del cancro del fegato in primario (nella forma di carcinoma epatocellulare) e secondario (metastatico), esiste una classificazione diversa. Al suo centro è l'isolamento delle varietà di oncopatologia per caratteristiche strutturali e posizione del tumore.

  • Carcinoma colangiocellulare di epatite Forma combinata di carcinoma epatico primario, è tra i tumori maligni di tipo epiteliale. Differisce asintomatico nelle fasi iniziali e rapido progresso con esito fatale.
  • Carcinoma fibroplamellare. Colpisce i bambini sotto i 5 anni e i giovani sotto i 35 anni. Il tumore è rappresentato da cellule tumorali eosinofile e tessuto fibroso. Formata nel fegato di parineham.
  • Cistoadenocarcinoma epatico. Presentato dal tipo di struttura del tumore con una struttura cistica. Colpisce le vie biliari e il parinema. Cistoadenocarcinoma spesso ha origine da cisti ordinarie e tumori benigni del tipo di cistoadenoma.
  • Emangioendotelioma epitelioide. Ha un carattere maligno più piccolo e una crescita lenta, a differenza di altri tumori del fegato. Ma spesso dà focolai metastatici agli organi più vicini e lontani, il che aggrava il decorso della malattia.
  • Cancro colangiocellulare. Formata durante le mutazioni delle cellule epiteliali che rivestono i dotti biliari. Viene diagnosticato raramente, ma è caratterizzato da un decorso grave.
  • Angiosarcoma. Si manifesta negli anziani e nelle persone affette da agenti chimici (arsenico, cloruro di vinile). L'angiosarcoma colpisce non solo il paranormale epatico, ma anche il sistema di rifornimento di sangue della ghiandola. Il tumore non è praticamente operabile.
  • Epatoblastoma. Presentato sotto forma di tumore maligno primario del fegato con origine embrionale. Si verifica nei bambini di età non superiore ai 4-5 anni. In casi eccezionali, l'epatoblastoma viene diagnosticato in persone di età matura.
  • Sarcoma indifferenziato. Si sviluppa dagli elementi del tessuto connettivo del parineham e dei vasi epatici. Prona alla germinazione negli organi più vicini. Il sarcoma indifferenziato è caratterizzato da un corso di lampo e da un quadro clinico vivido. Colpisce principalmente i bambini.

Fasi di oncopatologia

Ci sono 4 stadi di cancro al fegato. Ognuno è caratterizzato da alcuni sintomi, la dimensione e l'attività della neoplasia, il grado di distribuzione generale del processo patologico.

  • Fase I Un singolo tumore maligno nel fegato, le dimensioni possono variare. Il tumore è concentrato all'interno della ghiandola, senza lasciare i suoi contorni. Il processo oncologico non interessa i vasi epatici, i linfonodi e gli organi adiacenti.
  • Fase II Nel fegato, si forma un singolo nodulo tumorale che cresce in vasi sanguigni localizzati in posizione ravvicinata. Se ci sono diverse formazioni tumorali, ma la loro dimensione non supera i 5 cm, la malattia viene anche riferita allo stadio II.
  • Fase III. Flussi in diversi periodi. Nel primo stadio (stadio IIA), nel fegato sono presenti più nodi tumorali superiori a 5 cm, ma i linfonodi e gli organi adiacenti non sono coinvolti nel processo patologico. Nel secondo periodo (stadio IIIB), la neoplasia inizia a germinare nelle grandi vene epatiche. Allo stadio IIIC, il tumore si metastatizza agli organi più vicini. I linfonodi e gli organi distanti non sono ancora influenzati dalle cellule tumorali.
  • Stadio IV. È terminale Il tumore colpisce gli organi interni, le vene e le arterie. Le cellule tumorali si diffondono attraverso il flusso sanguigno in tutto il corpo, invadendo qualsiasi organo (incluse le ossa) e i linfonodi.

Possibili cause

Lo sviluppo di patologie tumorali contribuisce ai numerosi fattori di rischio. Le più significative sono le patologie acute e croniche:

  1. Epatite virale L'infiammazione sullo sfondo dell'epatite influisce negativamente sulla struttura del fegato e provoca una mutazione degli epatociti a livello cellulare. Di conseguenza, le cellule del fegato si trasformano in cellule tumorali. Se una persona è malata di epatite virale per lungo tempo, aumenta il rischio di sviluppare un cancro al fegato.
  2. La cirrosi epatica con un lungo percorso porta alla sostituzione di tessuti a pieno titolo con un connettivo denso. Se la cirrosi è aggravata dal decorso dell'epatite o da una forma cronica di alcolismo, il rischio di sviluppare un cancro al fegato aumenta di 2-3 volte.
  3. L'emocromatosi come malattia ereditaria sistemica causa una violazione dell'assorbimento del ferro, a causa della sofferenza del fegato. Epatomegalia e cirrosi si sviluppano, gradualmente gli epatociti acquisiscono le proprietà delle cellule tumorali.
  4. Malattia da calcoli biliari. L'accumulo di calcoli nelle vie biliari causa stagnazione della bile, provocando complicazioni sotto forma di processi infiammatori e neoplastici.
  5. Sifilide. Il decorso della malattia influisce negativamente sullo stato delle cellule epatiche. E in individui con un lungo decorso di sifilide, il fegato viene distrutto e si forma un tumore canceroso.
  6. Il diabete mellito. La malattia causa gravi disturbi endocrini, i lipidi si accumulano nel sangue. Di conseguenza, il fegato soffre e le cellule del fegato vengono distrutte. C'è un aumentato rischio di cancro al fegato se un paziente con diabete ha una storia di epatite, fibrosi o alcolismo.

Oltre alle malattie somatiche, i fattori negativi nella forma di possono causare il cancro al fegato metastatico e primario:

  • Cattive abitudini L'assunzione sistematica di alcol e il tabagismo a lungo termine contribuiscono alla distruzione degli epatociti e al flusso di processi mutazionali.
  • Uso a lungo termine di steroidi anabolizzanti e contraccettivi orali. Questi fondi creano un carico intenso sul fegato, causando la formazione di tumori benigni (emangioma, adenoma) e la loro possibile trasformazione in strutture tumorali.
  • Eredità gravata. Se i parenti stretti hanno tassi di incidenza di oncopatologia del fegato, la probabilità di sviluppare il cancro di un paziente è alta.
  • Effetti prolungati di agenti cancerogeni e agenti chimici. I prodotti chimici industriali (veleni agricoli, arsenico, cloruro di vinile) e medicinali (diossido di torio) comportano un potenziale pericolo nello sviluppo di patologie del cancro del fegato.

I sintomi della malattia

Un tumore canceroso nel fegato si forma in sequenza. Il quadro clinico comprende sintomi non specifici simili alle manifestazioni di malattie delle vie biliari - colangite, colecistite, epatite. I segni di cancro del fegato nelle fasi iniziali sono spesso assenti - a volte il paziente si sente soddisfatto anche con un tumore in via di sviluppo e non presenta alcun problema di salute. Occasionalmente, ci possono essere debolezza e leggero disagio nella parte destra.

Allo stadio II, il quadro clinico diventa evidente a causa dell'aumento della formazione del tumore. Il paziente è preoccupato per la stanchezza e la sonnolenza. Il dolore nell'addome diventa periodico, intensificato dopo l'attività fisica. Dalla natura del dolore noioso o dolente, completato dalla pesantezza nell'ipocondrio destro. Inoltre, la dispepsia si sviluppa sotto forma di episodi di nausea e feci instabili (diarrea cambia in costipazione).

Nel cancro del fegato in stadio III, il benessere del paziente si deteriora rapidamente. Il fegato cresce di dimensioni, acquisisce una consistenza grumosa e densa. Il cancro può essere sentito attraverso la superficie esterna del peritoneo. Il processo di escrezione biliare è compromesso, la manifestazione principale è lo sviluppo di ittero ostruttivo. Il paziente soffre di prurito, le feci si scoloriscono e l'urina si scurisce. Altri segni di cancro al fegato nella fase III includono:

  1. perdita di appetito, intolleranza alla carne e preferenze di gusto inusuali;
  2. aumento dell'esaurimento;
  3. grave debolezza generale;
  4. comparsa di vene varicose sulla pelle, associata ad una maggiore fragilità dei vasi sanguigni;
  5. sensazioni di dolore che diventano permanenti.

Nella fase finale (terminale), i sintomi del cancro del fegato sono espressi intensamente. Le condizioni del paziente sono gravi - anemia, l'anoressia è in aumento, si verifica febbre con brividi. Quasi tutti i malati di cancro sviluppano la sindrome emorragica - sanguinamento spesso ripetuto dal naso o nel tratto digestivo. Un tipico segno di cancro allo stadio terminale è un aumento del volume dell'addome dovuto all'ascite. La fase terminale finisce inevitabilmente con la morte.

complicazioni

Complicazioni sullo sfondo del cancro del fegato possono verificarsi in qualsiasi momento, compresi quelli iniziali. Il più delle volte nei pazienti con cancro del fegato è complicato:

  • Suppurazione e disintegrazione del corpo del tumore, che è accompagnato da febbre, dolore all'addome di natura diffusa, malessere pronunciato, completa scomparsa dell'appetito. Durante l'ecografia, lo specialista richiama l'attenzione sull'accumulo di pus nel corpo della neoplasia e nei suoi contorni erosi.
  • Lo sviluppo di disturbi endocrini in base al tipo di sindrome di Itsenko-Cushing. La patologia si verifica in pazienti affetti da cancro in uno stato di eccessiva secrezione di cellule mutate di sostanze simili agli ormoni.
  • Sanguinamento intraperitoneale Una delle complicazioni gravi, che spesso termina con la morte per un'abbondante perdita di sangue e shock. Si verifica nel 15% dei pazienti con cancro epatico allo stadio terminale.
  • Ampie metastasi Si verifica in tutti i pazienti nelle fasi finali. Le metastasi nel cancro del fegato possono essere di natura intraorganica - quando il tumore penetra in altre parti della ghiandola; regionale - la penetrazione delle cellule tumorali nei linfonodi locali; e distante - la penetrazione delle cellule tumorali nell'esofago, spina dorsale, costole, ovaie.

diagnostica

Lo stadio iniziale della diagnosi per sospetto danno epatico maligno comprende una conversazione con il paziente sui reclami effettivi e sui periodi di prescrizione del loro aspetto. Il medico effettua un esame fisico, prestando attenzione ai dati oggettivi - un addome deformato ingrandito con una rete vascolare pronunciata, un giallo della pelle e degli occhi scleras, dolore durante la palpazione e percussione del fegato.

La diagnosi di laboratorio è obbligatoria e include:

  • test del fegato per determinare la concentrazione di enzimi epatospecifici (ALT e AST, GGT);
  • un esame del sangue per gli indicatori della bilirubina e delle sue frazioni, proteine ​​totali, fosfatasi alcalina;
  • sangue per i marcatori tumorali, compresa la determinazione del livello di alfa-fetoproteina;
  • coagulazione del sangue.

La fase strumentale dell'esame inizia con l'ecografia. Utilizzando l'ecografia, vengono rilevati la presenza di un tumore, la sua struttura, localizzazione e densità. Per ottenere le informazioni più dettagliate e accurate eseguite:

  1. La TC del fegato (con e senza contrasto) è un metodo che consente di rilevare i più piccoli noduli tumorali. Con l'aiuto della TC, si ottiene un'immagine di una sezione sottile del fegato, che consente di determinare la profondità della lesione del parinecham e del dotto biliare.
  2. Liver MRI è uno studio che esamina in dettaglio la struttura del corpo del tumore, la sua struttura da diverse angolazioni.
  3. La biopsia epatica - il metodo più informativo, conferma la presenza di cancro al 100%. Nei pazienti con sospetta malattia epatica maligna, una biopsia viene eseguita mediante puntura sotto guida ecografica.

Se ci sono dubbi nella diagnosi, condurranno a condurre studi chiarificatori sotto forma di scintigrafia statica, angiografia del tronco celiaco, splenoportografia, tomografia computerizzata a emissione monocromatica. Se il paziente sospetta un tumore metastatico, è necessario determinare la lesione tumorale primaria. Per fare questo, nomina:

  • clisma opaco;
  • fibrocolonoscopy;
  • endoscopia;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici e del seno (nelle donne);
  • Ecografia della prostata;
  • radiografie del torace;
  • urografia endovenosa.

Metodi di trattamento

La tattica del trattamento del cancro del fegato è selezionata in base allo stadio e alla forma della malattia, alle condizioni generali e alle caratteristiche individuali dell'organismo. Se il tumore ha un'origine primaria ed è operabile, ricorre alla terapia combinata, inclusa la rimozione chirurgica del tumore mediante resezione seguita da un ciclo di chemioterapia (metotrexato, 5-fluorouracile). La resezione epatica può essere eseguita sotto forma di lobectomia, emiepatectomia o in forma atipica.

La resezione epatica non viene eseguita se il tumore raggiunge le dimensioni di oltre 3 cm e in presenza di cirrosi. L'intervento chirurgico è vietato se il corpo del tumore è germogliato nella rete di vasi sanguigni epatici. Dopo la resezione epatica, c'è il rischio di morte - fino al 10% dei pazienti muore principalmente da encefalopatia epatica. La resezione per il tumore secondario viene eseguita solo se il tumore principale è operabile e i fuochi metastatici sono concentrati in uno dei lobi del fegato.

Altre opzioni per il trattamento del cancro del fegato:

  • La chemioterapia nel trattamento dell'oncopatologia viene utilizzata da sola o in combinazione. Il metodo è spesso usato per alleviare la condizione dei pazienti con forme inoperabili di cancro al fegato. Il miglior effetto della chemioterapia si ottiene con l'introduzione di farmaci citotossici nella vena porta.
  • La terapia protonica è un modo moderno e altamente efficace per combattere il cancro al fegato. Con l'aiuto della terapia protonica, il tumore è influenzato dai raggi dei fotoni, la radiazione viene distribuita solo nell'area interessata.
  • La termoablazione a radiofrequenza è un metodo basato sull'effetto della corrente ad alta frequenza sul corpo di un tumore. Di conseguenza, la neoplasia viene riscaldata oltre 60 gradi e necrotica.
  • La radioterapia viene utilizzata raramente a causa della scarsa efficacia. Con l'aiuto della radioterapia, è possibile rallentare la crescita di un tumore canceroso e fermare il dolore, ma allo stesso tempo i tessuti sani sono influenzati dalle radiazioni.
  • Il trapianto di fegato è un metodo costoso ma molto efficace per trattare il cancro del fegato, dando la possibilità di un completo recupero. Basato sul trapianto di una ghiandola sana da un donatore a un paziente.

dieta

La dieta è necessaria per i pazienti con cancro del fegato. Lo scopo della dieta è ridurre il carico sul fegato e sul tratto digestivo e allo stesso tempo fornire i bisogni nutrizionali dell'organismo indebolito. Il principio principale dell'alimentazione: mangiare in piccole porzioni, ma spesso. Trattamento termico: solo bollire (può essere cotto a vapore), stufare, cuocere senza aggiungere olio. Limite di sale, così come il consumo di grandi volumi di liquidi - questo può causare gonfiore.

Il cibo dovrebbe essere vario e includere alimenti che sono utili per il funzionamento del fegato:

  1. latticini a basso contenuto di grassi come fonte di calcio e minerali;
  2. cereali (grano saraceno, avena) come fonte di carboidrati facilmente digeribili;
  3. succhi di verdura appena spremuti (carota, barbabietola rossa), che aiutano con l'assunzione regolare di aumentare l'emoglobina;
  4. carne magra (coniglio, vitello) e pesce (pesce persico, merluzzo) per prevenire il deficit proteico.

In quantità limitate, puoi mangiare verdure fresche e frutta, uova sode, fiocchi di latte, una varietà di oli - cremoso, oliva, girasole. Se i pazienti non hanno il desiderio di mangiare, è permesso mangiare piatti che aumentano l'appetito - aringa salata, crauti.

L'elenco dei prodotti vietati include:

  • cibi fritti;
  • carne grassa (maiale, agnello);
  • fast food e alimenti contenenti coloranti e esaltatori di sapidità;
  • piatti con spezie e aceto;
  • margarina;
  • confetteria (tranne marshmallow e marmellata);
  • liquori e caffè.

Prognosi e prevenzione

Con la diagnosi precoce (che è estremamente rara), la prognosi per la sopravvivenza è favorevole. Se un tumore maligno al fegato viene diagnosticato nella fase iniziale, dopo l'intervento chirurgico, oltre il 75% dei pazienti vive per 5 anni e più a lungo. Se il cancro viene rilevato più tardi, quando un tumore raggiunge una dimensione superiore a 3 cm, la sopravvivenza diminuisce bruscamente: non più del 20% dei pazienti vive più di 5 anni.

Le forme inoperabili di cancro del fegato primario sono estremamente sfavorevoli nei piani prognostici. L'aspettativa di vita dei pazienti con patologia allo stadio terminale non supera i 6 mesi dal momento della conferma della diagnosi. Anche le forme metastatiche di cancro al fegato non lasciano possibilità di guarigione.

Le misure preventive sono ridotte per ridurre al minimo l'impatto delle cause delle mutazioni cellulari e della loro neoplasia:

  1. prevenire lo sviluppo dell'epatite B attraverso la vaccinazione (vaccino contro l'epatite B);
  2. rifiuto di alcol e nicotina;
  3. buon comportamento alimentare;
  4. rispetto delle norme di sicurezza quando si tratta di sostanze chimiche dannose.

Le persone con una storia familiare gravata dal cancro o affette da forme croniche di malattie infiammatorie del fegato dovrebbero visitare periodicamente un epatologo, almeno un anno per sottoporsi a un'analisi del sangue avanzata e sottoporsi al controllo dispensario.

Cancro al fegato: sintomi e trattamento

Una malattia grave che spesso porta alla morte in un breve periodo di tempo è un tumore canceroso del fegato. La malattia si sviluppa per una serie di motivi ed è caratterizzata da sintomi specifici. Se diagnostichi una neoplasia nel tempo e inizi il trattamento, c'è la possibilità di sbarazzarti della patologia.

Cos'è il cancro al fegato?

Il cancro del fegato è un tumore maligno che si forma nei dotti biliari o nei lobi d'organo. La malattia è difficile da curare, perché si sta rapidamente sviluppando. Se in tempo per determinare la presenza della malattia e iniziare la terapia, le probabilità di guarigione sono molto maggiori. I rappresentanti del tumore sessuale più forte sono più comuni.

L'oncologia è classificata in base all'origine:

  1. Cancro primario (carcinoma epatocellulare). L'oncologia infetta i suoi stessi tessuti del fegato. Come regola generale, le cellule tumorali derivano dalle cellule del fegato, i tessuti dei dotti per la rimozione della bile (colangiocarcinoma), i vasi che alimentano i tessuti del fegato (angiosarcoma) e le cellule immature dell'organo (epatoblastoma). Il carcinoma epatocellulare (HCR) rappresenta circa il 3% di tutte le malattie epatiche oncologiche.
  2. Cancro secondario (carcinoma metastatico del fegato). La malattia inizia a causa della germinazione delle metastasi di tumori di altri organi nel tessuto epatico. Questo tipo di oncologia è molto comune.

Tipi di cancro del fegato, a seconda del tipo di cellule da cui proviene:

  1. Epiteliale (colangiocellulare, epatocarcinoma, epato-colangiocellulare).
  2. Non epiteliale (emangioendotelioma).
  3. Misto (epatoblastoma, carcinosarcoma).

Cancro al fegato - cause

Ci sono molti fattori, catalizzatori che provocano un tumore maligno. Le principali cause del cancro al fegato sono:

  1. Il diabete mellito.
  2. Epatite virale cronica (il cancro del fegato colpisce spesso le persone con epatite B).
  3. Emocromatosi (eccessiva deposizione di ferro in vari organi umani).
  4. Sifilide.
  5. Abuso di alcool, fumo.
  6. Predisposizione ereditaria al cancro del fegato.
  7. Cirrosi epatica.
  8. Aflatossine (uso di prodotti con il loro contenuto).
  9. Esposizione a sostanze cancerogene.
  10. Epatocarcinogeni (fattori ambientali che influenzano negativamente il fegato e causano malattie).
  11. Malattie parassitarie Verme dovute a quale intossicazione di un organo si manifesta (infarto del fegato, passera siberiana, ecc.). Malattia da schistosomiasi
  12. L'oncologia epatica può essere causata da una malattia da calcoli biliari.
  13. Effetti di sostanze chimiche pericolose sul corpo (pesticidi contenenti cloro, arsenico, idrocarburi clorurati, policlorobifenili, nitrosammine).

Quanto velocemente si sviluppa il cancro al fegato

Spesso il cancro al fegato si sviluppa rapidamente. L'evoluzione della malattia dipende dalle caratteristiche dell'organismo, dal tipo di malattia e dallo stile di vita della persona malata. Lo stadio di progressione di una lesione maligna viene impostato dal sistema TNM (T è la dimensione del tumore, N è il livello dei linfonodi, M è la presenza di metastasi). Fasi del cancro al fegato:

  1. Fase I (T1N0M0). La formazione di cellule tumorali può avere dimensioni diverse. Tumore singolo, senza metastasi extraepatiche. La fase iniziale dello sviluppo oncologico non ha quasi segni esterni. Il paziente può avvertire leggero disagio nella parte destra del peritoneo, debolezza, stancarsi rapidamente.
  2. Fase II (T2N0M0). Questo stadio è caratterizzato dalla germinazione nel sistema circolatorio. A volte vengono diagnosticati diversi tumori contemporaneamente (fino a 5 cm di diametro). Tumori maligni senza grave insufficienza epatica, mentre non danno metastasi ai linfonodi e ad altri organi. I sintomi principali: nausea, vomito, dolore doloroso sotto le costole a destra.
  3. Fase III:
    • stadio IIIA (T3N0M0): 2 o più neoplasmi sono fissi, che possono avere dimensioni superiori a 5 cm di diametro, il fegato diventa più denso, ingrandisce;
    • Stadio IIIB (T1N1M0, T2N1M0, T3N1M0): un tumore canceroso colpisce organi vicini;
    • Grado IIIC: questo sottofondo è fisso quando il tumore si diffonde al sistema linfatico (anche altri organi sono interessati);
    • i sintomi principali del terzo stadio della malattia: edema degli arti inferiori, ittero, aumento stabile della temperatura (37-39 ° C), perdita di peso, deplezione significativa del corpo.
  4. Stadio IV (il più difficile):
    • stadio IVA - T4N (qualsiasi) M0: il medico diagnostica una moltitudine di tumori maligni che si diffondono agli organi circostanti il ​​fegato, metastasi ai linfonodi regionali, il sistema circolatorio del sangue;
    • stadio IVB - T (qualsiasi) N (qualsiasi) M1: l'oncologia è espressa da più tumori di varie dimensioni, colpisce non solo gli organi vicini, ma dà anche metastasi distanti.

Se il cancro del fegato è trattato

Molti si chiedono se il cancro del fegato può essere curato? Di norma, la rimozione chirurgica di un tumore epatico, che è stata eseguita nelle prime fasi della malattia, è considerata la più efficace (il 75-80% dei pazienti vive almeno altri cinque o sei anni dopo l'intervento). È possibile sbarazzarsi in modo permanente di tumori maligni, ma per questo è necessario tenere conto di tutti i fattori per una previsione efficace:

  • età del paziente;
  • stadio della malattia;
  • malattie che possono manifestarsi nel suo background.

sintomi

Nei primi stadi della patologia oncologica, non vi sono sintomi clinici chiaramente marcati. Per questo motivo, nella maggior parte degli episodi, un tumore maligno viene diagnosticato troppo tardi. Ci sono segni specifici e non specifici di cancro al fegato. I primi sono caratteristici delle ultime fasi della malattia. I seguenti sono i sintomi precoci e tardivi del tumore.

Primi sintomi

I sintomi del cancro al fegato in una fase iniziale di donne e uomini assomigliano a questo:

  1. Nausea, una forte diminuzione dell'appetito.
  2. Stitichezza o diarrea.
  3. La sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio.
  4. Ingiallimento dell'occhio sclera, pelle.
  5. Fatica. Sonnolenza, debolezza.
  6. La formazione di un sigillo sotto le costole.
  7. Sensazioni dolorose che danno alle scapole, schiena.
  8. Aumento della temperatura, febbre
  9. Sindrome di Cushing (disturbo endocrino).

Prima di morire

Quando un tumore cresce in quasi tutto il corpo e dà metastasi a molte parti del corpo, viene diagnosticato l'ultimo stadio della malattia. È spesso fatale. I sintomi del cancro al fegato prima della morte:

  1. Dolore costante e severo
  2. Perdita di peso acuta e significativa. In questo contesto, inizia l'esaurimento completo, vi è costante affaticamento, frequenti vertigini e perdita di coscienza.
  3. Disturbi del sistema nervoso, depressione, apatia.
  4. Ascite - il verificarsi di una grande quantità di liquido nel peritoneo.
  5. L'aumento delle dimensioni dei linfonodi.
  6. L'emergere di macchie scure di forma oblunga sulla pelle.
  7. Gonfiore delle gambe.
  8. Sanguinamento interno dovuto alla crescita di un tumore maligno.

diagnostica

Spesso, per identificare l'oncologia vengono utilizzati metodi comprovati specifici. La diagnosi di cancro del fegato viene eseguita utilizzando le seguenti procedure:

  1. Palpazione (sondaggio, ispezione manuale) e percussione (tapping). Questi metodi danno la possibilità di designare le dimensioni, la struttura dell'organo digestivo.
  2. Ultrasuoni (ultrasuoni) sono necessari per determinare la densità e la struttura del fegato.
  3. Esami del sangue, l'urina permetterà di conoscere la quantità di bilirubina e urobilina. Se le cifre sono al di sopra della norma, allora questo probabilmente indica la presenza di patologia.
  4. La TC (tomografia computerizzata) è necessaria per confermare la diagnosi.
  5. La RM (Magnetic Resonance Imaging) è un metodo efficace e collaudato con il quale viene rilevato il cancro del fegato.
  6. La PET (tomografia ad emissione di positroni) è un nuovo metodo per determinare le malattie oncologiche, con cui è possibile creare un modello tridimensionale di tutti i processi funzionali che si verificano all'interno di una persona.
  7. Biopsia percutanea con ago sottile - uno studio dei tessuti del fegato per la manifestazione di un tumore maligno.
  8. Esame citologico: riconoscimento di cellule tumorali aggressive.

Trattamento del cancro del fegato

I medici prescrivono la terapia delle neoplasie maligne in accordo con la natura della malattia, il suo stadio e le qualità individuali di una persona. Anche i metodi tradizionali vengono usati, ma solo come un ulteriore effetto di rinforzo. Il trattamento del cancro del fegato in uomini e donne viene effettuato utilizzando le seguenti tecniche mediche:

  1. Resezione chirurgica (rimozione) del tumore nelle prime fasi della malattia. L'effetto è spesso positivo quando il tumore primario non supera i 5 cm.
  2. Trapianto di fegato Viene effettuato solo su 1 o 2 fasi. Il metodo promette una buona prognosi, ma richiede un intervento chirurgico maggiore e comporta un lungo periodo di riabilitazione.
  3. Cryodestruction (CD) è un metodo per eliminare le cellule tumorali dalle temperature ultra-basse, che sono indotte da argon e azoto liquido. Utilizzato con successo per trattare i tipi primari e secondari di cancro al fegato.
  4. Per i pazienti non operabili utilizzare l'irradiazione con raggi X ad alta energia. Radioterapia esterna - radiochirurgia stereotassica (installazione Cyber ​​knife), radioterapia selettiva interna (SIRT).
  5. La radioembolizzazione comporta l'esposizione di un tumore a microparticelle di polimeri o vetro contenenti componenti radioattivi.
  6. L'introduzione percutanea di etanolo comporta l'introduzione di alcol puro nel cancro. Distrugge l'oncologia perché il fluido viene rimosso dalle sue cellule. Sono prescritte fino a 6 iniezioni per una terapia efficace.
  7. Somministrazione percutanea di acido acetico.

Anche con il cancro del fegato, viene utilizzata la chemioterapia sistemica. Esistono tre tipi di questa procedura:

  1. La chemioembolizzazione è un metodo di terapia per i pazienti che sono controindicati per l'intervento chirurgico. Consiste nel combinare la chemioterapia locale e l'embolizzazione.
  2. L'ablazione chimica a radiofrequenza (RFA) è un metodo aggiuntivo per rimuovere le metastasi nel cancro del fegato.
  3. Chemoinfusion - l'introduzione di una soluzione acquosa attraverso un catetere.

dieta

Al fine di accelerare il processo di guarigione, la nutrizione è regolata per prevenire il cancro. Devi sapere cosa mangiare per il cancro al fegato. La dieta medica è molto importante nel processo di lotta contro la malattia, quindi dovresti attenervisi. Ogni pasto dovrebbe essere iniziato solo con cibi crudi, e quindi è permesso mangiare cibi trattati termicamente. I medici consigliano di bere più fluido e andare al menu frazionario (piccole porzioni 6 volte al giorno).

La nutrizione per il cancro del fegato include tali prodotti:

  • latte acido (yogurt, kefir, yogurt);
  • olio di girasole;
  • pane integrale;
  • latte fresco;
  • cereali;
  • verdure, frutta, verdura;
  • muesli;
  • tè alle erbe e alla frutta;
  • succo fresco di frutta e verdura, diluito con acqua.

Prodotti a dieta proibita:

  • bevande alcoliche;
  • fritto, affumicato;
  • carne grassa, pesce;
  • condimenti piccanti;
  • dolci;
  • caffè, cioccolato;
  • bevande gassate;
  • cibi in scatola, in salamoia;
  • fagioli;
  • noci.

Cancro al fegato - quanti vivono

L'aspettativa di vita di un malato di cancro dipende dai seguenti punti: la dimensione del tumore, il numero di tumori maligni, la presenza di metastasi nel fegato. Un uomo, una donna o un bambino con diagnosi di siti di cancro singolo sopravvivono il 50% delle volte, un doppio tumore dà una prognosi favorevole al 30% delle persone. Se più di 2 tumori si depositano nel fegato, il tasso di sopravvivenza si riduce a 15-20. Quante persone vivono con le ultime due fasi del cancro al fegato? In questi casi, vi è una rapida proliferazione di metastasi, quindi la morte può verificarsi in un paio di mesi.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Cancro al fegato: sintomi, trattamento, per quanto tempo vivono?

Il cancro del fegato è una malattia grave in cui la morte di un paziente può verificarsi in pochi mesi dopo l'insorgenza di una neoplasia maligna. Con la diagnosi precoce e la terapia medica corretta, l'aspettativa di vita del paziente può essere estesa, e in alcuni casi anche il paziente può essere completamente liberato dall'oncologia (questo può essere fatto anche con l'aiuto dei moderni metodi di chirurgia e trapianto). Quanto prima veniva rilevata una malattia del fegato, maggiori erano le possibilità di guarigione di un paziente.

Classificazione della malattia

Esistono due tipi di cancro al fegato che hanno diversi principi di origine.

Cancro primario Le cellule anormali iniziano a crescere nei tessuti del fegato. Il più delle volte, le cellule maligne sono formate da cellule di organi perfettamente normali (carcinoma epatocitocillare), da cellule immature (epatoblastoma), vasi che nutrono il tessuto epatico (angiosarcoma), tessuto del dotto biliare (colangiocarcinoma). La percentuale di carcinoma epatico primario nelle statistiche generali di questa malattia è del 3%.

Cancro secondario (mastodontico). Sembra come risultato della germinazione delle metastasi nei tessuti del fegato da tumori maligni in altri organi e sistemi. La parte del leone del cancro al fegato diagnosticato ricade su questo tipo di cancro.

Più di un terzo dei casi di danno oncologico di vari organi umani portano al fatto che le metastasi compaiono nel fegato.

Cause della malattia

Sulla base della classificazione del cancro del fegato, i fattori che contribuiscono allo sviluppo del cancro del fegato sono divisi in due gruppi:

esposizione interna ed esterna, che porta a cambiamenti patologici nelle cellule del fegato stesso;

metastasi che si sono diffuse nel fegato da altri organi che hanno un processo maligno.

Fattori interni ed esterni

Tra le cause del cancro del fegato, i medici chiamano:

Malattia del fegato

La causa più comune di cancro al fegato è l'epatite, in particolare il trasporto prolungato di questa patologia, che è caratterizzata da una natura asintomatica, pertanto è difficile da diagnosticare e nella maggior parte dei casi non può essere trattato. Molto spesso, i giovani che fanno uso di droghe e sono sessualmente disordinati soffrono di questa patologia. Chiunque non osservi le precauzioni di sicurezza, gli antisettici e l'asepsi a contatto con il sangue (il più delle volte durante le procedure mediche) rischia l'infezione da epatite.

La malattia inizia gradualmente a progredire e si sviluppa ulteriormente nella cirrosi epatica. Questa malattia a sua volta porta allo sviluppo di una patologia più seria - un tumore nei tessuti del fegato. Durante il corso di tali malattie, possono influenzare il materiale genetico delle cellule, interrompere i processi di trascrizione e traduzione del DNA, a seguito del quale le cellule alterate iniziano a funzionare male e, sotto l'influenza di mutazioni, si trasformano in maligne.

Nella colelitiasi (specialmente se c'è un movimento attivo di sabbia e pietre), i dotti biliari sono gravemente feriti. Iniziano a sviluppare un processo infiammatorio che porta alla mutazione delle cellule e alla loro malignità.

Il danno del tessuto sifilitico può portare allo stesso effetto.

Effetti a lungo termine sul corpo di tossine, sostanze tossiche

Spesso tali strutture sono sostanze alcoliche, cancerogene e nocive, che spesso hanno un legame professionale.

La causa del cancro al fegato può anche essere la banale negligenza delle norme di sicurezza sul lavoro (evitando l'uso di respiratori e maschere antigas). Qualsiasi tossina può in primo luogo compromettere lo stato del fegato, poiché agisce come una specie di filtro nel corpo che neutralizza le sostanze nocive. I prodotti di decadimento e gli stessi agenti avvelenanti si depositano nei tessuti del fegato e gradualmente lo distruggono.

Molto spesso, i cibi normali sono un fattore che porta allo sviluppo del cancro del fegato. Nella maggior parte dei casi, la tecnologia della loro coltivazione o produzione ha gravi violazioni (abuso di fertilizzanti minerali, pesticidi) o prodotti geneticamente modificati (il meccanismo dell'effetto di tali prodotti sul corpo non è completamente compreso). In questo caso, la persona non sospetta nemmeno che la minaccia incombe su di lui.

È dimostrato che alcuni funghi muffa possono secernere aflatossine, che sono le sostanze velenose più forti. L'uomo non userà prodotti ammuffiti e questo è comprensibile, ma tale muffa può essere trovata nei mangimi. Dopo di ciò, un gran numero di questi funghi si trova nella carne.

Infestazione da elminti

Cambiamenti patologici nelle cellule epatiche possono verificarsi a seguito del parassitismo del trematode (parassiti appartenenti alla classe dei vermi piatti). La fonte di infezione in questo caso potrebbe essere prodotti a base di pesce non sufficientemente elaborati. Il posto di parassitismo di questi vermi è spesso i dotti biliari, dove si nutrono di sangue e bile. I prodotti dell'attività vitale dei trematodi (opistorchus, schistosomes) provocano lo sviluppo dell'infiammazione, durante il lungo corso in cui si verificano mutazioni cellulari e si formano tumori maligni.

Ferro in eccesso o emocromatosi

Una persona può provocare personalmente lo sviluppo del cancro al fegato nel caso dell'auto-assunzione di minerali e vitamine. A prima vista, i farmaci innocui che sono ricchi di ferro, se assunti in modo incontrollato, possono causare il cancro.

Contraccettivi orali

Le pillole contraccettive contengono una grande quantità di estrogeni, che può innescare lo sviluppo di tumori benigni. Abbastanza spesso, tali formazioni si trovano nel fegato, dove vengono successivamente trasformate in tumori maligni.

farmaci

Qualsiasi farmaco, comprese le piante medicinali, stressano in modo significativo il fegato, e gli antibiotici e alcune piante (che contengono piccole dosi di sostanze tossiche) hanno un effetto epatotossico. Pertanto, la quantità di farmaci usati influisce direttamente sulla salute del fegato. Un fegato sano è a basso rischio di sviluppare malattie che includono processi oncologici.

Predisposizione ereditaria

I ricercatori osservano che il rischio di sviluppare tumori epatici aumenta per le persone i cui parenti hanno sofferto di questa patologia. Tuttavia, i meccanismi di ereditarietà non sono completamente compresi.

Il gruppo di rischio implica tutti gli uomini, poiché si osserva che è nel sesso più forte che la malattia si verifica molto più frequentemente. Spesso questo è dovuto all'abuso di uomini con steroidi (mezzi per costruire massa muscolare).

I medici suggeriscono anche che le persone che soffrono di diabete hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro del fegato.

Vale la pena notare che le persone che bevono diverse tazze di caffè al giorno sono meno suscettibili al cancro del fegato. La condizione principale è che il caffè deve essere naturale.

Sintomi e stadi del cancro primario

Ci sono 4 fasi principali del cancro del fegato, ei sintomi di ogni stadio dipendono dal tipo di malattia associata (colelitiasi, epatite, cirrosi).

Primo stadio

La formazione di un tumore si è verificata di recente e non supera il volume ¼ del volume del fegato, e non ci sono lesioni dei tessuti e dei vasi circostanti. Molto spesso, i primi segni della malattia sono attribuiti ad altre patologie (quando i sintomi non hanno un carattere specifico) o non si notano nemmeno cambiamenti nella condizione. Le prestazioni del corpo non sono ridotte. I sintomi del primo stadio sono:

rapida fatica fisica e mentale;

È molto difficile diagnosticare la malattia nelle sue fasi iniziali e nella maggior parte dei casi il cancro si trova in test non-epatici. Ecco perché tutte le persone a rischio (dipendenza da droghe e alcol, diabete, epatite, cirrosi epatica, rischi professionali) devono sottoporsi a un esame completo almeno una volta l'anno.

Secondo stadio

In assenza di un trattamento adeguato e sotto l'influenza di fattori provocatori, il tumore cresce rapidamente e penetra nei vasi sanguigni. La dimensione della formazione patologica in questa fase non supera i 5 centimetri.

Il paziente ha una esacerbazione e un aggravamento dei sintomi caratteristici del primo stadio, uniti da una sensazione di pesantezza e dolore all'addome (opaco o dolorante). Il dolore si trova nell'ipocondrio destro, inoltre, spesso c'è una sensazione sgradevole nella regione lombare. La sindrome del dolore è presente solo durante lo sforzo fisico e si manifesta sporadicamente, nella fase iniziale. Con la crescita dell'istruzione, il dolore inizia ad essere presente quasi costantemente ed è moderatamente intenso.

Il cancro del fegato può manifestarsi come un disturbo digestivo:

aumento della formazione di gas (gonfiore, flatulenza);

frequenti sgabelli sciolti (diarrea);

periodi di vomito, nausea.

I fenomeni di diarrea causano una significativa perdita di peso del paziente nel giro di poche settimane. La metà dei pazienti ha una reazione alle tossine prodotte dal tumore, che porta ad un aumento della temperatura corporea ai numeri subfebrilari.

Terzo stadio

Il tumore continua a crescere e le sue dimensioni vanno oltre i 5 centimetri, ci sono spesso diversi punti focali di accumulo di cellule patologiche. Questa fase porta più spesso alla scoperta del cancro del fegato, dal momento che i suoi sintomi e segni sono pronunciati. È consuetudine distinguere tre stadi che differiscono nella natura della diffusione del tumore:

3A - le cellule anomale colpiscono le vene (portale o epatico);

3B - le cellule tumorali crescono insieme agli organi che circondano il fegato (solo la vescica non è coinvolta nel processo) o sono fuse con la membrana esterna del fegato;

3C - il tumore raggiunge i linfonodi, che si trovano più vicino al fegato. Si osserva l'effetto di un tumore maligno sugli organi intorno al fegato.

I sintomi nella terza fase del cancro del fegato sono chiaramente visualizzati anche dal paziente:

Telangiectasia cutanea - espressa come espansione di piccoli vasi, in cui non vi è infiammazione (vene del ragno, rete vascolare).

Disturbi endocrini - un tumore patogeno inizia a produrre sostanze simili agli ormoni che modificano il rapporto degli ormoni. Tali cambiamenti provocano la sospensione di alcuni organi del sistema endocrino.

Emorragie intra-addominali - compaiono a causa della maggiore fragilità dei vasi, portando successivamente allo shock.

Ascite: il liquido libero appare nella cavità addominale.

Nosebleeds - può essere la prova di insufficienza epatica.

Ittero - ha una natura episodica e origine meccanica - il tumore comprime i dotti biliari, riducendo il loro rendimento.

Edema - appare a causa di violazioni del flusso di liquido dovuto alla spremitura dei vasi sanguigni.

Sensazione di scoppio - appare sullo sfondo di un aumento della malignità.

Un ingrossamento del fegato è evidente alla palpazione dell'organo e molto spesso il medico verifica un ispessimento significativo (a volte doloroso), il fegato acquisisce la densità di un albero e diventa grumoso. Il paziente può determinare indipendentemente l'aumento del volume dell'addome nella parte superiore destra.

Notare anche il deterioramento della condizione generale, la sindrome dispeptica, l'aumento del dolore.

Quarta tappa

Negli stadi successivi, la metastasi cresce in quasi tutti gli organi e sistemi del corpo umano (la distribuzione avviene a causa del flusso sanguigno). È impossibile curare il paziente in questa fase. I medici possono solo supportare il lavoro degli organi e alleviare le condizioni del paziente. Nella maggior parte dei casi, l'aspettativa di vita dei pazienti con carcinoma epatico in quarta fase è di diversi mesi o anni.

Il cancro del fegato nel quarto stadio con metastasi si manifesta come un aumento di tutti i sintomi delle fasi precedenti. Allo stesso tempo, i sintomi di danni ad altri organi che sono stati colpiti dalle cellule tumorali sono in crescita.

Caratteristiche del decorso del tumore epatico secondario

Nella maggior parte dei casi, le metastasi penetrano nel fegato da organi vicini, che sono affetti da cellule tumorali. Nella maggior parte dei casi è il pancreas. È anche possibile la diffusione di metastasi dalle ghiandole mammarie, organi gastrointestinali, zone colorettali. I sintomi del cancro del fegato sono generalmente livellati a causa di sintomi più gravi negli organi della lesione primaria nel quarto stadio. Man mano che la malattia progredisce e si sviluppa, i sintomi diventano più pronunciati (come il cancro del fegato primario).

diagnostica

Ispezione senza attrezzi

Se ci sono lamentele da parte del paziente, il medico usa la palpazione (palpazione) e le percussioni (tapping) dell'area malata, in questi studi è possibile determinare la dimensione e la struttura del fegato.

Esame delle urine e del sangue

Nel sangue c'è un alto contenuto di bilirubina e l'analisi delle urine mostra la presenza di urobilina. Tali cambiamenti informano che c'è una patologia nel corpo che causa una rottura nella sua capacità lavorativa. Uno studio specifico è quello di calcolare il livello di alfa-fetoproteina (AFP) nel sangue. L'aumento è dovuto ad un aumento del numero di cellule immature nel fegato.

ultrasuono

Nello studio sul monitor del dispositivo possono essere notevoli cambiamenti nella dimensione del corpo, la sua struttura e densità. Molto spesso, la stessa formazione patologica viene visualizzata.

Tomografia computerizzata

Utilizzato per chiarire la diagnosi. Durante la procedura, è possibile applicare uno speciale agente di contrasto, che viene somministrato per via endovenosa. Ti permette di visualizzare più chiaramente il corpo, la sua griglia vascolare e la sua struttura. Inoltre, CT può essere eseguita senza l'uso di un agente di contrasto.

Imaging a risonanza magnetica

Oggi, il metodo più efficace per diagnosticare il cancro del fegato in un paziente è la risonanza magnetica. Questo metodo consente di esaminare il corpo da diverse angolazioni.

biopsia

Condotto per determinare la presenza di un processo maligno nei tessuti sospetti. Per eseguire lo studio, è necessario prelevare materiale dall'area che ha causato il dubbio. Per fare questo, fai una puntura della cavità addominale usando un ago speciale, controllato da una macchina ad ultrasuoni.

laparoscopia

Attraverso una piccola incisione nella pelle, nel peritoneo sono inseriti strumenti speciali che consentono di esaminare l'organo dall'interno e allo stesso tempo eseguire campionamenti di materiale da siti di tessuti sospetti per ulteriori esami istologici.

Altre tecniche

La patologia del fegato può essere vista usando la scansione dei radioisotopi o i raggi X.

trattamento

Nelle prime fasi della malattia, è possibile utilizzare farmaci speciali che portano alla morte delle cellule tumorali (a causa della malnutrizione), o rallentare e sospendere il loro sviluppo. Inoltre applica la rimozione parziale o completa del fegato interessato, seguita dalla sostituzione dell'organo con un donatore.

Gli scienziati hanno fatto un passo avanti nella diagnosi dei tumori maligni nel fegato. In precedenza, uno studio di contrasto sull'apparecchio per la risonanza magnetica ha consentito di rilevare solo tumori di dimensioni superiori a 1 centimetro. Questa tendenza è stata osservata a causa del fatto che il fegato è in grado di neutralizzare rapidamente l'agente di contrasto.

Oggi c'è una nuova sostanza che ti permette di diagnosticare le formazioni nel fegato, le cui dimensioni sono di 0,25 mm di diametro. Questa scoperta è una vera svolta che consente al paziente di essere trattato con parsimonia e aumenta la probabilità di una cura completa per il cancro del fegato, a volte.

Cancro al fegato: sintomi. La malattia può essere sconfitta?

Il cancro del fegato è una delle malattie più gravi che si verificano nel sistema digestivo. La malattia è caratterizzata dalla formazione di un tumore maligno. I principali fattori che possono scatenare lo sviluppo di questa malattia includono l'epatite virale cronica e l'uso di prodotti contenenti aflatossina.

Oncologia del fegato: informazioni generali

In questo caso, il cancro può manifestarsi come segue:

  • ci sono sentimenti di dolore e pesantezza nell'ipocondrio sul lato destro;
  • il peso è ridotto;
  • l'ittero si sviluppa;
  • il liquido si accumula nella cavità addominale.

Diagnosi e terapia

La malattia viene diagnosticata determinando la concentrazione di AFP (alfa-fetoproteina) nel sangue, così come sulla base dei dati ottenuti durante la biopsia dell'istruzione (prendendo parte del tumore per ulteriori studi usando un microscopio) e la tomografia computerizzata.

La terapia del cancro dipende direttamente dallo stadio della malattia e dal benessere generale del paziente. Il più delle volte, il trattamento consiste in tre metodi principali: chirurgia, chemioterapia e radioterapia.

Fegato affetto da cancro: cause

Le cause esatte della malattia oggi non sono state identificate. Ma è stato determinato che ci sono alcuni fattori che contribuiscono alla formazione di tumori maligni nei tessuti del fegato. Considera i principali.

Gli scienziati hanno dimostrato che i patogeni dell'epatite virale B e C di natura cronica provocano lo sviluppo di mutazioni a livello genetico nelle cellule del fegato. Questo successivamente li trasforma in tumori maligni. Più a lungo dura l'epatite, maggiore è il rischio di sviluppare un cancro al fegato.

Con questo disturbo, le cellule del fegato vengono sostituite da tessuto connettivo addensato. In questo caso, le funzioni del corpo sono completamente perse. Fondamentalmente, la cirrosi epatica inizia il suo sviluppo sullo sfondo dell'epatite cronica B, C o D, l'uso di bevande alcoliche per lungo tempo, alcuni farmaci. Di conseguenza, la probabilità che ci siano segni di cancro aumenta più volte.

Questa sostanza è prodotta dall'azione del fungo Aspergillus flavus (Aspergillus flavus), che si moltiplica in prodotti (ad esempio, riso, soia, frumento) che sono stati conservati a lungo in un ambiente umido e caldo. Successivamente, dopo il loro uso, spesso ci sono segni di cancro al fegato.

Tipi di malattia

La malattia è divisa in due tipi:

1. Cancro epatico primitivo (epatocellulare). Di solito si sviluppa da cellule intere o immature del fegato o dei suoi dotti biliari e vasi.

2. Secondario. Si sviluppa spesso sullo sfondo dei processi oncologici in altri organi: lo stomaco, l'intestino crasso, il pancreas e altri. Questo tipo di disturbo è chiamato metastatico. Tale cancro al fegato provoca metastasi di tumori che penetrano da altri organi.

I sintomi della malattia

Come si manifesta il cancro del fegato? I sintomi si verificano principalmente sullo sfondo di disturbi cronici di questo organo. Il sintomo principale del cancro del fegato è l'insorgenza o l'aumento del dolore nell'addome. Di norma, segnala una dimensione piuttosto grande del tumore o la sua diffusione oltre i limiti di un organo. Inoltre, ci sono i seguenti segni di cancro al fegato:

1. Peso nell'ipocondrio sul lato destro.

2. Temperatura aumentata (più di 37,5 ºС) per un lungo periodo di tempo, che non può essere spiegato da altri motivi.

4. Acquisizione di colore giallastro della pelle da parte di sciatore.

5. Perdita di peso.

6. Debolezza permanente.

7. Mancanza di appetito

8. Gonfiore.

Alcuni segni di cancro al fegato possono verificarsi anche con altre malattie, quindi in ogni caso è necessario un esame approfondito di questi sintomi.

Come diagnosticare il cancro al fegato

Segni e sintomi della malattia dovrebbero essere la ragione per la visita indispensabile al medico curante. Deve prescrivere al paziente l'esame necessario e solo sulla base dei risultati ottenuti per determinare una diagnosi affidabile. Considera i principali metodi di individuazione del cancro del fegato.

Misurazione della concentrazione AFP

L'opzione più semplice è misurare la concentrazione di alfa-fetoproteina nel sangue. Questa sostanza è prodotta da cellule epatiche non sviluppate durante lo sviluppo del feto nell'utero. In caso di cancro, perdono completamente l'opportunità di sviluppare e produrre AFP allo stesso tempo. Nonostante il livello di questa sostanza, che rientra nell'intervallo normale, non vi è alcuna garanzia dell'assenza della malattia.

L'esame ecografico del fegato è un metodo diagnostico relativamente economico e conveniente. Durante questo periodo viene studiata la struttura del fegato, la sua densità e i segni dell'oncologia sono determinati in caso di presenza.

Nel corso della tomografia utilizzando la tecnologia informatica è possibile rilevare anche i più piccoli tumori che sono invisibili agli ultrasuoni. La procedura viene eseguita sia con l'uso di mezzo di contrasto per via endovenosa, che consente di esaminare a fondo la posizione dei vasi del fegato, o senza di essa. Durante la TC, la struttura dell'organo viene attentamente studiata. Allo stesso tempo, riceve le immagini delle sezioni più sottili del fegato e rivela i più piccoli tumori.

Questo metodo di imaging a risonanza magnetica, che, a differenza del computer, offre l'opportunità di studiare la struttura delle presunte aree del fegato colpite dal cancro da piani diversi (angoli). Ma viene eseguito allo stesso modo del precedente.

Questo metodo consente di determinare il cancro del fegato in modo più affidabile, la prognosi del decorso e l'esito della malattia. Questa è una procedura in cui viene estratta una piccola parte del tumore e ulteriormente esaminata utilizzando un microscopio. Una biopsia viene solitamente eseguita con un ago lungo e sottile inserito attraverso la pelle nel fegato. Quando questo è fatto, viene eseguito il controllo di entrare nell'area del tumore con una macchina ad ultrasuoni.

palcoscenico

Vale la pena notare che il cancro del fegato è molto variabile. I sintomi di una malattia dipendono dal suo stadio. Per determinarlo, ulteriori studi sono fatti: scansione, raggi X e altri. Considerare i segni e i sintomi del cancro del fegato in diverse fasi. Ogni grado della malattia è caratterizzato da una diversa dimensione del tumore e dalla scala della sua localizzazione.

Primo grado

In questo caso, il tumore è formato da cellule del fegato, strutture o metastasi di altri organi. La seconda variante di oncologia è osservata molto più spesso della prima. I sintomi del cancro al fegato di primo grado non hanno manifestazioni particolari e specifiche. Spesso ci sono segni simili ad altri disturbi dell'apparato digerente. In alcuni casi, i pazienti con oncologia sentono debolezza, calo della temperatura corporea, perdita di peso che non è giustificata da alcun fattore. A questo stadio del cancro del fegato non ci sono ancora segni della sua presenza nel corpo, quindi è impossibile determinarlo senza particolari metodi diagnostici. Neoplasmi di non più di 2 centimetri vengono rilevati da ultrasuoni o risonanza magnetica. Allo stesso tempo, i vasi del sistema circolatorio non sono coinvolti nel processo del tumore.

Sintomi principali

1. Il dolore dolorante di natura cronica nell'ipocondrio sul lato destro. Tuttavia, il loro verificarsi non dipende dall'ora del giorno e dai pasti.

2. La sclera e la copertura della pelle assumono una tinta giallastra.

3. Il fegato aumenta. Nell'area subcostale a destra sta la sua parte. Allo stesso tempo in questa zona c'è una sensazione di pesantezza.

4. La stitichezza dura per più di due settimane, alternandosi con la diarrea.

5. C'è un'avversione per i piatti di carne. Considera questo sintomo dovrebbe essere, escludendo l'ulcera gastrica.

6. L'urina perde il colore, diventa trasparente.

Secondo grado

In questa fase, il cancro al fegato ha i seguenti sintomi:

  1. Tirando il dolore nell'ipocondrio a destra.
  2. Temperatura corporea elevata persistente senza dinamica pronunciata (circa 37,5-37,9 ° C).
  3. La perversione delle preferenze di gusto - il desiderio di usare prodotti non commestibili, il rifiuto dei piatti a base di carne.
  4. Perdita di appetito
  5. Riduzione del peso

Sintomi caratteristici

I segni di cancro al fegato di secondo grado non sono specifici e si trovano spesso in caso di altre malattie. Il quadro clinico di un dato grado di oncologia nei pazienti può manifestarsi in modi diversi. Ma c'è un sintomo osservato in circa il 90% dei casi - un aumento significativo del fegato, fino a una dimensione patologica. Allo stesso tempo, il bordo del corpo acquisisce una consistenza densa e agisce nella regione dell'ipocondrio. In pazienti magri in posizione eretta, questo è chiaramente espresso. Può verificarsi la germinazione di un tumore nei vasi sanguigni del sistema sanguigno, che è irto di una svolta della bile in essi.

Terzo grado

In questa fase del cancro del fegato, i sintomi sono più chiari che nelle fasi iniziali. Elenchiamo i segni clinici.

1. Miglioramento continuo:

  • perdita di peso;
  • deterioramento della condizione generale;
  • disturbi psicologici;
  • diminuzione dell'attività dei processi fisiologici;
  • anoressia (circa la metà dei pazienti);
  • vomito, nausea;
  • cambiamento nel gusto;
  • mancanza di respiro, ingiallimento della pelle.

2. Debolezza generale, disabilità. Nella maggior parte dei casi, il paziente non è in grado di eseguire lavori domestici di base.

3. Indolenzimento chiaramente espresso della giusta area dell'ipocondrio durante gli stress fisici e durante la palpazione della regione epigastrica.

4. Ingrandimento del fegato a dimensioni patologiche.

5. Sensazione costante di pesantezza nell'ipocondrio destro.

Classificazione 3 gradi di cancro al fegato

Data la prevalenza del processo maligno nei tessuti e negli organi vicini, il cancro del fegato di grado 3 può essere suddiviso in tre fasi.

1. Fase 3A. È caratterizzato dalla presenza di un gruppo di neoplasie di grandi dimensioni (più di 5 centimetri di diametro) o un tumore che copre il portale e le vene epatiche.

2. Fase 3B. È caratterizzato dalla diffusione del processo oncologico sul guscio esterno del fegato o su un altro organo.

3. Fase 3C. È caratterizzato da lesioni dei linfonodi vicino al fegato. In questo caso, l'istruzione può essere sia singola che multipla.

Il terzo grado di cancro al fegato è diagnosticato in circa un terzo dei pazienti con questa malattia. Le ragioni di ciò sono sintomi non specifici in periodi precedenti della malattia e, di conseguenza, trattamento prematuro dei pazienti per il trattamento.

Quarto grado

Lo stadio 4 del cancro del fegato ha segni assolutamente non specifici per questa malattia. Gli stessi sintomi accompagnano molti altri disturbi dell'intestino e dello stomaco. Una neoplasia che non è ancora germogliata nei vasi sanguigni e nei dotti biliari può non apparire per molto tempo. In caso di qualsiasi condizione a lungo termine non riuscita dello stomaco e dell'intestino, un medico dovrebbe essere visitato per un esame approfondito, specialmente se il paziente è a rischio. Nella quarta fase, il cancro al fegato presenta i seguenti segni e sintomi:

  • dolore nell'ipocondrio sul lato destro;
  • un aumento delle dimensioni del fegato;
  • forte perdita di peso;
  • aumento dell'addome con magrezza generale;
  • avversione ai piatti di carne dal carattere persistente;
  • aumento della temperatura corporea per un lungo periodo;
  • disturbi nel sistema ormonale;
  • tonalità giallastra della sclera e della pelle.

Il tumore al fegato è trattato?

L'oncologia epatica è inclusa nelle cinque principali patologie tumorali più comuni al mondo e nelle prime tre in termini di mortalità. Ogni anno, 600 mila nuovi casi di malattia sono rilevati in tutto il nostro pianeta. I fattori di rischio per il cancro del fegato sono la metamorfosi degli organi grassi, l'epatite B e C e l'abuso di bevande contenenti alcol. Quanti vivono con il cancro al fegato? Posso batterlo? Queste sono le principali domande dei pazienti. Un trattamento efficace può fornire una diagnosi precoce della malattia. Di solito, la chirurgia eseguita in una fase precoce del cancro del fegato è efficace: oltre il 75% dei pazienti vive per almeno altri 5 anni dopo. È possibile curare questa malattia? Sì, ma a condizione di tenere conto di tutti i fattori necessari per prevedere il recupero. Questa è l'età, lo stadio del cancro e le malattie correlate di una persona. Inoltre, è necessario avere il desiderio di riprendersi dal paziente stesso.

Caratteristiche di diagnosi di cancro al fegato

Al fine di curare il cancro del fegato, è necessario confermare correttamente questa diagnosi e identificare il suo grado. Per fare ciò, applicare determinati metodi che sono già stati citati in precedenza. Considera alcune delle loro caratteristiche. La biopsia epatica non può essere utilizzata in tutti i casi. È una procedura piuttosto dolorosa e vi è il rischio che il tumore si diffonda lungo il percorso di inserimento dell'ago utilizzato per la sua attuazione. Un esame del sangue per determinare la concentrazione di alfa-fetoproteina (AFP) è prescritto a pazienti con epatite C e altre patologie epatiche ogni 6 mesi. Questo è fatto al fine di rilevare il cancro del fegato in una fase precoce, se si verifica.

Trattamento chirurgico

Come viene trattato il cancro al fegato? Il trattamento può essere effettuato con l'aiuto di tali metodi operativi della medicina moderna come trapianto e resezione. Ma va tenuto presente che l'efficacia di ciascuno di essi dipende dalla professionalità dei medici (chirurghi, rianimatori, epatologi, anestesisti) e dal livello della clinica scelta dal paziente. La terapia del cancro del fegato mediante resezione chirurgica è un metodo per rimuovere un sito tissutale affetto da oncologia. Può essere eseguito solo se le cellule tumorali sono localizzate in una qualsiasi parte dell'organo quando l'altra è sana. Il trapianto di fegato è l'ideale in caso di danno ad entrambi i lobi dell'organo. Allo stesso tempo, l'oncologia non dovrebbe interessare altri tessuti. Anche altri organi non dovrebbero essere influenzati dal cancro.

Terapia non chirurgica

È possibile curare il cancro del fegato nelle fasi avanzate se la chirurgia non è possibile? Il trattamento non chirurgico, che consente di migliorare la qualità della vita di un paziente che è minacciato da un esito letale, è quello di controllare la crescita di un tumore maligno. Ma spesso non è possibile sconfiggere il cancro al fegato nelle fasi successive. La durata della vita del paziente può quindi essere estesa al massimo per diversi mesi.

Metodi di trattamento non chirurgico

La chemioembolizzazione transarteriosa (TACE) è un metodo di trattamento del cancro del fegato, durante il quale un catetere viene inserito nell'arteria della gamba e spinto delicatamente verso il vaso del sistema circolatorio nell'area di malignità. Viene quindi iniettata una sostanza chimica appositamente progettata. Di conseguenza, si verifica l'arresto di un vaso sanguigno che alimenta il tumore. Dopo questa procedura, i sintomi del cancro del fegato sotto forma di dolore e febbre si manifestano come prima. Il paziente può lamentarsi di questi fenomeni, poiché durante il corso di TACE, l'area del tessuto sano che circonda il tumore viene danneggiata. I tumori che hanno raggiunto le dimensioni di più di 3 centimetri di solito non sono completamente distrutti.

Attualmente vengono utilizzati alcuni nuovi farmaci che consentono di prolungare e migliorare la vita dei pazienti con cancro del fegato. Questo è il metodo migliore che può essere usato quando l'intervento chirurgico non è possibile, quando il cancro delle metastasi è penetrato in altri organi. Tuttavia, anche nel caso dell'uso di farmaci necessari, solo la metà dei pazienti ha un'aspettativa di vita più lunga di due anni o più. Il resto sta sorpassando la morte entro 10-12 mesi.

L'ablazione con radiofrequenza (RFA) è un metodo di trattamento del cancro del fegato, durante il quale una barra metallica che brucia attraverso la pelle viene iniettata nel tumore attraverso la pelle. In questo caso, le cellule sane che si trovano in prossimità del tumore sono danneggiate. In questo modo è impossibile distruggere un tumore con una dimensione superiore a 3 centimetri.