Manipolazione di strumenti per l'epatite

Trattamento

Lascia un commento 4,858

Oggi, come risultato delle procedure di visita nei saloni per manicure, non è raro trasmettere il virus dell'epatite C a una persona sana. Ecco perché il trattamento di dispositivi per manicure, la loro disinfezione - uno dei processi più importanti in preparazione per la procedura, che fornirà protezione contro l'epatite. La cosa principale: aderire alle regole degli strumenti di pulizia e alla loro conservazione.

Perché è necessario disinfettare e sterilizzare gli strumenti?

L'importanza della disinfezione dei dispositivi per manicure è garantire la sicurezza per la salute. Prima di tutto, la manipolazione è finalizzata a prevenire l'infezione di un'infezione batterica o virale di un cliente. Spesso, quando i maestri di manicure vengono addestrati, viene prestata particolare attenzione ai problemi di corretta elaborazione dei dispositivi, al loro risparmio e alla loro manutenzione, ma, allo stesso modo, anche in un salone costoso e presentabile c'è il pericolo di infezione. Inoltre, nel caso dell'epatite, le circostanze sono aggravate dalla sopravvivenza dei virus, motivo per cui il trattamento convenzionale e l'antisettico non possono distruggerli. Ad esempio, il virus dell'epatite C è in grado di vivere al di fuori del corpo umano per diverse ore. Pertanto, tali infezioni moriranno solo se vengono accuratamente elaborate in conformità con le regole e i regolamenti stabiliti.

Elaborazione obbligatoria dello strumento per l'epatite

Esistono regole comuni per l'elaborazione degli strumenti che ciascun master deve seguire, indipendentemente dai metodi che utilizza. Queste regole sono regolate dalla legge sulla pulizia ("Sul benessere sanitario-epidemiologico della popolazione"), così come le linee guida metodologiche per la disinfezione, la pulizia prima della sterilizzazione e la sterilizzazione stessa dei prodotti medici. Inoltre, è necessario prendere in considerazione il trattamento della stanza e ciò che viene disinfettato e sterilizzato.

Il comandante deve comprendere chiaramente che lo scopo di tali regole è quello di prevenire l'insorgenza e la diffusione di malattie non solo tra i clienti, ma anche tra gli altri dipendenti. Inoltre, con l'epatite c'è il rischio di infezione sia del padrone stesso che, successivamente, dei suoi familiari. Inoltre, i segni della malattia sono spesso apparentemente non espressi in alcun modo. Per questi motivi, ogni cliente deve essere considerato potenzialmente infetto e seguire sempre le regole di elaborazione.

Regole di elaborazione degli strumenti

La disinfezione è un insieme di azioni volte alla morte di agenti patogeni nell'ambiente. Al contrario, la sterilizzazione distrugge assolutamente tutti i batteri. Ultimo dovrebbe fare i saloni che offrono servizi cosmetici, durante i quali si presume violazione della pelle.

Strumenti di elaborazione indica la tenuta obbligatoria di tali eventi:

  • Rimozione di tracce di contaminanti (sangue, crema, oli) dal coperchio dello strumento.
  • Disinfezione utilizzando soluzioni speciali.
  • Sterilizzazione. Applicare in diversi modi: quarzo, autoclave, armadio termico a secco. Tuttavia, a volte l'uso della luce ultravioletta per questi scopi è ancora riscontrato, mentre l'ultravioletto non è in grado di sradicare i virus dell'epatite e dell'HIV.

Gli attrezzi devono essere conservati in contenitori sigillati e rimossi dopo l'arrivo del cliente.

Va ricordato che nel salone è necessario conservare più di un set di manicure, poiché la sterilizzazione completa richiede un periodo di 1,5-2 ore. Tutti i dispositivi non usa e getta, inclusi i file, sono esposti alle misure sopra menzionate. Prima di iniziare il lavoro, il maestro deve pulire le mani e le mani del cliente con sapone e disinfettarle.

A quale temperatura muore il virus dell'epatite C?

Il fegato è uno degli organi umani più importanti e lo stato dell'organismo nel suo complesso dipende dal suo corretto funzionamento. La più pericolosa malattia infettiva che colpisce le cellule del fegato è l'epatite di tipo C, il cui grado estremo è fatale perché causa cirrosi e distruzione lenta di organi. A questo proposito, è necessario comprendere chiaramente quali condizioni sono favorevoli allo sviluppo della patologia e a quale temperatura muore il virus dell'epatite C per proteggere se stessi e i propri cari.

Vitalità fuori dal corpo

Sfortunatamente, la vitalità delle particelle della malattia, che è anche definita un killer gentile, è molto attiva al di fuori del corpo umano anche in condizioni di parametri radicalmente bassi e ad alta temperatura. Come è stato dimostrato da studi internazionali, le particelle virali rimangono resistenti alle infezioni per molti, anche dopo un'esposizione prolungata a temperature inferiori a 70 gradi. Considerando il fatto che prima di questo elementi virali sono stati sottoposti a ulteriori processi di vuoto, che indica un'elevata resistenza dell'infezione alle influenze esterne.

Si noti che il virus dell'epatite C nell'ambiente esterno è fortemente influenzato da due fattori: la temperatura e l'umidità della stanza. Quindi, con gli indicatori da 4 a 20 gradi, l'attività degli elementi dell'epatite dura fino a 1,5 mesi, termini simili sono stati dimostrati da studi di entrambe le particelle secche (sangue) e la saliva di una persona infetta. Al di fuori di questo intervallo, il virus diventa inattivo e entra in uno stato latente, pur mantenendo tutte le sue proprietà.

Per quanto riguarda le condizioni standard (stanza), la distruzione parziale dei bacilli della malattia si verifica il 4 ° giorno, completo - durante la settimana.

Vale la pena notare che nei materiali biologici (plasma, eritromassa, nel sangue destinato alla trasfusione) il virus dell'epatite C ha mantenuto le sue proprietà per due o tre anni.

Sulla base di questo, si può riassumere che solo l'influenza delle alte temperature, così come l'esposizione alle radiazioni ultraviolette, può distruggere l'epatite C virale.

Resistenza alla temperatura del virus dell'epatite C

Quindi, in quali condizioni le particelle di HCV perdono la loro capacità di trasportare l'infezione e infettare una persona?

Come accennato in precedenza, la resistenza del virus dell'epatite C alle basse temperature è piuttosto elevata, ma se ad una velocità di +60 gradi le particelle virali sono in grado di infettare circa 30 minuti in più, quindi alla temperatura di "ebollizione" (100 gradi Celsius) il virus muore in pochi minuti (2-4).

A causa del fatto che la malattia si trasmette attraverso il sangue, in caso di taglio da parte di un rasoio, trattamento improprio delle cuticole vicino alle unghie e comparsa di emorragie o sangue estraneo sulla ferita, le seguenti procedure devono essere eseguite senza indugio:

  • spremere il sangue dalla ferita per un massimo di 2 minuti;
  • delicatamente, e soprattutto con molta attenzione e abbondantemente, elaborare la zona interessata con schiuma di sapone;
  • lavare il sapone e trattare l'area con una soluzione alcolica con un contenuto alcolico di almeno il 70%;
  • se la soluzione alcolica non è disponibile, è consentito applicare lo iodio.

Con tali semplici manipolazioni, l'infezione muore, nonostante tutta la sua vitalità.

Regole per gli strumenti di elaborazione termica

Il modo più semplice per portare l'infezione nel corpo è contattare la cosa usata dal paziente con la fase acuta della malattia. Sfortunatamente, un tale contatto è possibile in qualsiasi situazione della vita, dal salone delle unghie e termina con il bagno. Pertanto, in nessun caso, non usare gli accessori da barba di qualcun altro, i kit per la cura delle unghie, usare sempre il preservativo durante i rapporti sessuali.

Durante la procedura di manicure o pedicure in condizioni di salone, occorre prestare particolare attenzione a come disinfettare (o se eseguire per niente) su strumenti per manicure (pedicure), se il padrone si maneggia le mani, se usa guanti monouso.

Se prima si utilizzava la bollitura per disinfettare e sterilizzare gli strumenti, ora i maestri usano spesso sterilizzatori UV, armadi a calore secco, autoclavi a vapore secco. Secondo i documenti normativi, la disinfezione (sterilizzazione) dovrebbe durare almeno 2 ore, dopo di che gli strumenti vengono conservati in sterilizzatori UV. A casa, è necessario utilizzare agenti antisettici pronti per l'uso venduti nei chioschi di farmacia.

La prevenzione dell'infezione da virus dell'epatite di tipo "C", in primo luogo, consiste nel non dare fuori uso i loro strumenti per manicure, rasoi e altri oggetti, che in seguito possono ottenere particelle di sangue infetto.

Altri modi per distruggere il virus

Gli scienziati che hanno studiato come l'epatite C si comporta nell'ambiente hanno anche identificato le sostanze chimiche che possono disattivare le particelle virali. Poiché non è sempre possibile far bollire le cose o disinfettarle correttamente e il virus penetra facilmente nel sistema circolatorio umano, è necessario conoscere l'elenco dei farmaci (antisettici, disinfettanti) che possono ucciderlo:

  • acidi: borico, fosforico, cloridrico;
  • agente antisettico "Miramistin";
  • oktenisept;
  • clorexidina diabluconato;
  • perossido di idrogeno.

Si noti che se particelle di sangue si depositano sul desktop o su altre superfici, è necessario trattarle con i prodotti chimici sopra indicati, ma senza aggiungere acqua a loro.

Se il sangue penetra negli occhi, dovresti immediatamente lavarli con una soluzione di acido borico, il rapporto con l'acqua è 1: 100.

Le persone spesso chiedono se gli agenti causali di questa malattia uccidono l'alcol? È possibile utilizzare lo iodio per neutralizzare l'infezione? E 'possibile, aprire ferite, se il sangue penetra nel virus attivo dell'epatite C, è necessario trattarlo con qualsiasi alcool, la cosa principale è che la percentuale di quest'ultimo non è inferiore a 70. Se non ci sono alcool e antisettici contenenti alcool a portata di mano, possono essere sostituiti con iodio.

Come potete vedere, la resistenza del virus dell'epatite "C" a fattori esterni è molto alta, ma anche con esso è del tutto possibile combattere se si sa come farlo correttamente. Abbi cura di te!

video

Epatite C: virus, sintomi, diagnosi e trattamento.

Come uccidere il virus dell'epatite C sugli strumenti

Per i pazienti

diete

miscellanea

statistica

Agente causativo di epatite b

L'agente eziologico dell'epatite B è il DNA contenente il virus dell'epatite B (noto anche come HBV e HVB), chiamato anche particella danese.

Resistenza del virus dell'epatite B nell'ambiente

Il virus è molto resistente. A temperatura ambiente, mantiene la sua vitalità per 3 mesi, nel plasma essiccato o in forma congelata - per diversi anni, quindi, le persone che sono state ripetutamente trasfuse con il sangue e le sue componenti sono a rischio di epatite B.
Quando sterilizzato in autoclave, muore dopo 45 minuti e, durante la sterilizzazione a calore secco a 160 ° C, dopo 2 ore, quindi, gli strumenti medici che vengono a contatto con il sangue devono essere trattati bene. L'ebollizione regolare non uccide il virus dell'epatite B.

Fonti di infezione

La fonte di infezione sono i pazienti con epatite B acuta o cronica, così come le persone in cui l'infezione non si manifesta. Una persona infetta da epatite B diventa contagiosa già da 2 a 8 settimane prima dell'inizio dei sintomi. I pazienti con la forma cronica di epatite B virale possono essere contagiosi per tutta la vita.
In termini epidemiologici, le persone con forma asintomatica della malattia sono più pericolose, in quanto ce ne sono più di quelle dei pazienti con sintomi pronunciati. Inoltre, l'epatite viene spesso rilevata per caso, per lungo tempo queste persone potrebbero non sospettare di essere malate.

Come si manifesta l'infezione da epatite B?

Come si manifesta l'epatite B?

Dal momento dell'infezione alla comparsa dei primi segni della malattia può richiedere da 1,5 a 6 mesi.

La malattia inizia con malessere generale, mal di testa, nausea, pesantezza nell'ipocondrio destro, perdita di appetito. Potrebbe esserci un leggero aumento della temperatura. Alcuni pazienti di notte e al mattino possono essere disturbati da un leggero dolore alle articolazioni. A volte l'eruzione compare sulla pelle.

Dopo 1 o 2 settimane dopo l'inizio dei primi sintomi, si sviluppa ittero, dolore nell'ipocondrio destro, prurito, nausea e spesso vomito. Ci può essere febbre, sangue dal naso.

Quando si verificano questi sintomi, i pazienti devono consultare un medico.

Posso avere l'HIV o l'epatite per una manicure?

Ogni ragazza almeno una volta nella sua vita ha fatto una manicure o pedicure in un salone di bellezza. Ad oggi, l'infezione da epatite B o C, purtroppo, non è rara, e spesso tra le ragioni - una visita al salone di bellezza. Oltre ai pericolosi virus elencati sopra, un maestro senza scrupoli può infettare i suoi clienti con infezioni fungine, dermatiti, herpes. Cos'altro c'è il rischio di essere infettati con la manicure a causa di un uso improprio degli strumenti? È possibile fare una manicure sicura nel salone di bellezza senza rischiare la salute?

Posso avere l'HIV o l'epatite per una manicure?

In realtà, questa è una domanda importante e seria. Dopotutto, anche nel salone più costoso e prestigioso c'è il rischio di infezione. Naturalmente, se un'istituzione valorizza la sua reputazione e si preoccupa della salute e della sicurezza dei clienti, gli standard sanitari non verranno violati. Non l'ultimo ruolo è giocato dal fattore umano e dalla responsabilità del maestro.

Per quanto riguarda l'infezione da HIV in cabina, anche se teoricamente può succedere, in realtà è quasi impossibile. Dopotutto, l'HIV vive in un ambiente aperto solo pochi minuti. Inoltre, per diventare infetto, è necessaria un'alta concentrazione del virus. Cioè, puoi essere infettato solo se sei tagliato con uno strumento che mostra chiaramente tracce di sangue da un precedente cliente malato.

In una situazione con epatite, tutto è molto più serio. I virus dell'epatite B e C sono così tenaci che il normale trattamento e disinfezione degli strumenti non li ucciderà. Il virus dell'epatite B è particolarmente insidioso, dopotutto, può vivere al di fuori del corpo umano per diversi mesi! Per confronto: il virus dell'epatite C vive nell'ambiente per diverse ore. Questi virus muoiono solo dopo un'attenta elaborazione in conformità con tutte le norme SES.

Come dovrebbe avvenire l'elaborazione obbligatoria degli strumenti per manicure nel salone?

La lavorazione di strumenti per manicure deve includere:

  1. Purificazione delle impurità visibili (crema, olio, tracce di sangue) dalla superficie degli strumenti.
  2. Disinfezione con l'aiuto di strumenti speciali (soluzioni disinfettanti).
  3. Sterilizzazione di strumenti con l'obiettivo di distruggere completamente i microbi rimanenti (sterilizzatore al quarzo, autoclave, forno a secco). Alcuni maestri usano ancora sterilizzatori UV. Tuttavia, è necessario ricordare che dopo l'elaborazione ultravioletta, la sterilizzazione dovrebbe essere ancora eseguita in uno degli strumenti sopra elencati. Dopo tutto, la luce ultravioletta non uccide virus dell'epatite e HIV.
  4. Dopo la sterilizzazione, gli strumenti devono essere conservati in vassoi ermetici o sterilizzatori UV. Il master dovrebbe averli già in presenza del cliente.

Disinfezione e sterilizzazione di strumenti per manicure e pedicure (video)

L'elaborazione completa degli strumenti richiede almeno 1,5-2 ore. Pertanto, ci devono essere diversi set di strumenti per manicure nel salone.

Tutti gli strumenti non monouso con cui il master ha funzionato (compresi i file e i buff di emery) devono essere elaborati.

Come proteggersi dall'infezione?

  • Un modo efficace per proteggersi dalle infezioni è portare un set di manicure personale al tuo padrone.
  • Un'altra grande opzione: andare a casa manicure, cioè, imparare a indurre bellezza te stesso. Non dimenticare di maneggiare i tuoi strumenti personali con alcool prima e dopo le manipolazioni.
  • Se non vuoi rifiutare di visitare i saloni di unghie, fai attenzione a come gli strumenti vengono disinfettati lì. Sentiti libero di chiedere al maestro tutte le domande che potresti avere. Dopotutto, nelle tue mani la tua salute!

Qual è la manicure pericolosa nel salone? (Video)

Virus dell'epatite

L'infezione da epatite virale può verificarsi in due modi: enterale, quando il patogeno entra attraverso la bocca nel tratto gastrointestinale e parenterale, quando il virus entra nel flusso sanguigno. I virus dell'epatite A ed E entrano per via enterale nel corpo umano e i virus dell'epatite B, C, D, G e F entrano per via parenterale.

Il Dr. Lerner offre un corso di medicina naturale a base di erbe per il trattamento dell'epatite cronica. A San Pietroburgo, puoi chiamare un medico a casa. In altre città inviamo phytopreparations per posta.

Virus dell'epatite A ed E

L'infezione da epatite virale A ed E si verifica a seguito del consumo di cibo o acqua infetti. Il virus può entrare nel corpo attraverso le mani sporche quando una persona contatta un paziente con epatite o non segue le regole di igiene personale dopo aver visitato luoghi pubblici.

Una caratteristica dei virus che causano l'epatite A ed E è la loro alta resistenza nell'ambiente. A temperature comprese tra +20 e +24C, il virus mantiene la sua attività per diverse settimane e a basse temperature (fino a + 5 ° C) può rimanere attivo per diversi mesi. A questo proposito, molto spesso questo tipo di epatite è malato in estate e in autunno.

I virus dell'epatite A ed E muoiono sotto l'influenza dei raggi ultravioletti diretti, dopo ebollizione per 5 minuti e anche in trattamento con disinfettanti. Pertanto, è possibile prevenire la malattia bevendo acqua bollita e prodotti trattati termicamente, lavarsi le mani con acqua e sapone dopo aver visitato luoghi pubblici e prima di mangiare, pulire regolarmente lo spazio abitativo.

Virus dell'epatite B e C.

L'epatite virale B, C, D, G e F entra nel corpo attraverso il sangue, cioè nel momento in cui il sangue infetto da epatite B viene a contatto con il sangue di una persona sana.

L'infezione può manifestarsi in modo naturale o artificiale. Il modo naturale di infezione è il contatto sessuale non protetto con una persona infetta, l'infezione intrauterina del feto attraverso il sangue del cordone ombelicale della madre o durante il parto. L'infezione può verificarsi quando si utilizza un rasoio, uno spazzolino da denti, una salvietta per il malato.

L'infezione artificiale si verifica quando il virus dell'epatite entra nel corpo attraverso la pelle danneggiata durante un intervento chirurgico o esami, iniezioni, procedure dentarie, tatuaggi e trasfusioni di sangue. Un alto rischio di infezione da epatite virale è osservato tra i tossicodipendenti, poiché sono loro che spesso usano siringhe e aghi non sterili per iniettare droghe. La fonte dell'infezione è costituita da pazienti con forma acuta, cronica o asintomatica di epatite B, C, D, G o F, nonché dall'ambiente biologico di una persona malata (saliva, sangue, sperma, perdite vaginali). Per l'infezione da epatite è sufficiente una goccia di sangue infetto o un ambiente biologico.

I virus dell'epatite B, C, D, G o F sono estremamente resistenti all'ambiente. Mantiene la sua attività a lungo sia ad alta che a basse temperature. Non distrugge i raggi ultravioletti e l'ambiente acido. Pertanto, non vi è una chiara stagionalità della malattia di questi tipi di epatite virale. Il virus può essere ucciso solo con l'aiuto di disinfettanti, facendo bollire ad una temperatura di + 120 ° C per 45 minuti o sterilizzando in forno a una temperatura di + 180 ° C per un'ora.

Per evitare che il virus entri nel corpo, è necessario elaborare a fondo gli strumenti diagnostici e chirurgici, utilizzare solo siringhe sterili per somministrare farmaci, non assumere farmaci, fare tatuaggi solo in saloni specializzati e solo strumenti sterili ed eliminare contatti sessuali non protetti con partner discutibili.

I pazienti che necessitano di trasfusioni di sangue o di prodotti del sangue, nel trapianto di organi interni sono a rischio di infezione da epatite B, C, D, G e F. Per prevenire l'infezione da epatite in questi casi, è necessario condurre un esame approfondito dei donatori, per verificare la presenza del virus trasfuso nel sangue e dei suoi farmaci.

Epatite cronica

La malattia diventa cronica nella maggior parte dei casi con epatite B, C, D, G e F, e anche quando si verifica una co-infezione, come con B e D, C e F. Il trattamento tardivo o improprio di forme acute di epatite virale può anche portare a la transizione della malattia in una forma cronica.

Prevenzione dell'epatite virale

Gli agenti causali dell'epatite virale sono stabili nell'ambiente, quindi il rischio di infezione è piuttosto alto. Ma il trattamento termico dei prodotti, l'igiene personale, un'attenta pulizia degli alloggi, il sesso sicuro e l'uso di strumenti sterili durante le procedure diagnostiche o terapeutiche impediranno al virus di entrare nel corpo.

Il Dr. Lerner offre un corso di medicina naturale a base di erbe per il trattamento dell'epatite cronica. A San Pietroburgo, puoi chiamare un medico a casa. In altre città inviamo phytopreparations per posta.

La procedura per l'elaborazione di strumenti e frese dopo aver ricevuto pazienti con epatite o HIV

Questo è un trattamento che esclude. reinfezione

Disinf., Prester, Sterilizzazione. Vedi domanda 1,2,

Nell'accesso diretto dovrebbero essere lasciati solo gli strumenti e gli strumenti necessari per lavorare con questo paziente. Prima di iniziare il trattamento, i disinfettanti devono essere preparati per processare strumenti, superfici e dispositivi di aspirazione. Se i materiali da cui sono realizzati i dispositivi di aspirazione e le manichette sono difficili da disinfettare o c'è la possibilità di spruzzare il sangue, dovrebbero essere chiusi con un film. Se il sangue penetra nei dispositivi e strumenti, devono essere immediatamente puliti accuratamente con un disinfettante. Dopo aver ricevuto il medico e l'assistente, togli i guanti, la maschera monouso e gettali nel sacchetto della spazzatura. Il medico rimuove la vestaglia, l'assistente la mette in un contenitore per il bucato. Disinfezione igienica obbligatoria delle mani. Tutta la spazzatura della sputacchiera e le pellicole protettive delle installazioni sono collocate in appositi sacchetti dell'immondizia. L'infermiera indossa nuovi guanti e fornisce cure igieniche per tutti gli strumenti di lavoro. Con l'aiuto di una pinza speciale, gli strumenti usati vengono collocati in una vasca disinfettante, mentre gli oggetti perforanti e taglienti vengono collocati in un contenitore monouso separato. Le punte vengono disinfettate con alcool, quindi vengono pulite internamente con uno speciale spray a olio.

Infine, i puntali autoclavano o eseguono altre disinfezioni efficaci delle loro parti interne. Le unità di aspirazione vengono pulite con disinfettanti. Effettuare una disinfezione accurata di tutte le superfici, lavare il pavimento.

6. Controllo di qualità della pulizia di presterilizzazione. Campioni: azopiramic, amidopyrin, phenolphthalein.

Tutti i dispositivi medici dovrebbero essere sottoposti a un trattamento di pre-sterilizzazione per rimuovere le proteine, i grassi e le impurità meccaniche, nonché i farmaci. Il controllo di qualità del processo di pre-sterilizzazione degli strumenti medici viene effettuato impostando campioni per la presenza di residui ematici e la completezza dei prodotti di lavaggio da componenti alcalini.

Il controllo di qualità della pulizia di presterilizzazione viene effettuato impostando i seguenti campioni:

• fenolftaleina - sulla qualità del lavaggio da mezzi sintetici "Lotos", "Astra", • azopiramico o amidopirinico - sulla qualità del lavaggio da sangue e droghe.

Campione di fenolftaleina: alcune gocce di una soluzione alcolica all'1% di fenolftaleina vengono applicate su un batuffolo di cotone e il tampone viene strofinato con questo tampone. L'aspetto della colorazione rosa indica il lavaggio di detergenti di scarsa qualità.

Campione di Azopyram - contiene amidopirina al 10%: 0,10-0,15% di anilina cloridrato, 95% di etanolo. La soluzione finita può essere conservata in un flacone ben chiuso in un luogo buio nel frigorifero per due mesi, a temperatura ambiente di 18-23 ° C per non più di un mese. Un ingiallimento moderato del reagente durante la conservazione senza precipitazione non riduce le sue qualità lavorative.

Preparazione della soluzione di lavoro: immediatamente prima di controllare la qualità della purificazione, si prepara una soluzione di lavoro mescolando volumi uguali di "azopiram" e soluzione di perossido di idrogeno al 3%. La soluzione preparata di "azopiram" è applicata a una macchia di sangue. Se entro e non oltre 1 minuto compare un colore viola, che diventa poi di colore lilla, il reagente è adatto all'uso, se la colorazione non appare per 1 minuto, il reagente non deve essere usato.

Metodi per impostare la reazione. La soluzione di lavoro viene utilizzata per trattare gli elementi di prova, pulirli con tamponi inumiditi con un reagente, varie superfici di attrezzature e attrezzature, mettere alcune gocce sull'oggetto di prova.

1. La colorazione, che avviene dopo un minuto dall'elaborazione degli oggetti studiati, non viene presa in considerazione.

2. I soggetti devono essere a temperatura ambiente. Gli articoli caldi non devono essere controllati.

3. Mantenere la soluzione di lavoro in piena luce o a temperature elevate è proibito.

4. La soluzione di lavoro "azopir" deve essere utilizzata entro 1-2 ore.

5. Dopo aver controllato, indipendentemente dai risultati, rimuovere i resti di azopiram dagli articoli di prova, lavarli con acqua o pulire con un tampone inumidito con acqua o alcool, quindi ripetere la pulizia di pre-sterilizzazione di questi articoli.

1. Dopo la disinfezione, gli strumenti vengono lavati sotto un forte flusso di acqua corrente per 3-5 minuti.

2. Quindi immergere completamente in una soluzione di lavaggio a 50 ° C per 15 minuti. La temperatura della soluzione di lavaggio nel processo di lavaggio non è supportata. La soluzione invariata può essere riscaldata fino a 6 volte al giorno, ad eccezione del detergente "Biolot". Viene utilizzato una volta, perché quando viene riutilizzato, l'enzima che fa parte del detergente viene distrutto durante il processo di pulizia.

3. Lavare ogni prodotto in una soluzione saponata con una spazzola o un tampone di cotone per 30 secondi.

4. Risciacquare sotto l'acqua corrente per 10 minuti con l'uso del detergente "Biolot" - per 3 minuti, detergente "Progress" - per 5 minuti.

Il campione di amidopirina viene effettuato mescolando quantità uguali di soluzione alcolica al 5% di amidopirina e perossido di idrogeno al 5%, aggiungere alcune gocce di acido acetico al 30%. In presenza di sangue, si verifica una colorazione blu-viola. Spese di autocontrollo! Ogni giorno, l'infermiera principale - una volta alla settimana, SES - una volta al trimestre.

La pulizia preventiva viene effettuata manualmente o meccanizzata (utilizzando attrezzature speciali). Metodo a getto d'inchiostro:

5. Risciacquare con acqua distillata nel serbatoio per 30 secondi.

6. Asciugatura con aria calda a una temperatura di 85 ° C fino alla completa scomparsa dell'umidità nell'armadio di asciugatura.

7. Quindi inserire il campione. Con un campione positivo, la pulizia di presterilizzazione viene eseguita di nuovo. Se uno strumento contaminato con sangue può essere lavato sotto l'acqua corrente immediatamente dopo averlo usato durante una particolare manipolazione, non viene immerso in una soluzione di inibitore di corrosione - benzoato di sodio. Se ciò non è possibile, prima della pre-sterilizzazione pulire gli strumenti contaminati con sangue sono immersi in soluzione di sodio benzoato all'1% immediatamente dopo l'uso per 60 minuti, la temperatura della soluzione è 22-27 ° C. Se necessario, gli strumenti possono essere lasciati immersi nella soluzione di sodio benzoato fino a 7 ore.

Preparazione della soluzione di lavaggio.

Detergente 5 g, perhydrol 27,5% - 17 g, 33% - 16 g Si può usare perossido di idrogeno 6% 85 g, 3% - 170 g, acqua fino a 1 l (978 g).

Aspettativa di vita del virus dell'epatite C nell'ambiente

L'epatite C è una malattia infettiva infiammatoria del fegato causata da un virus epatotropico del gruppo Flaviviridae che può riprodursi esclusivamente nei tessuti di questo organo. La dimensione del microrganismo è di circa 80 nm.

Per la tua sicurezza, è necessario conoscere le modalità di infezione dal virus e alcune caratteristiche della sua attività vitale, specialmente nell'ambiente esterno. Quindi quanto vive l'epatite al di fuori del corpo? Proviamo a capirlo.

l'aspettativa di vita

Molte persone interessate sono preoccupate per la questione di quanto il virus dell'epatite C sia in grado di vivere al di fuori del corpo umano.

Per molto tempo, si è creduto che il virus dell'epatite C muoia fuori dal corpo molto rapidamente. Per la ricerca, è stato utilizzato il sangue prelevato dalle scimmie scimpanzé. Il processo di asciugatura è durato sedici ore. Quindi i campioni furono sciolti con acqua sterile e mezzo congelati. Un'altra parte del materiale è stata lasciata per la conservazione ad una temperatura di + 25.

Di conseguenza, si è saputo che il virus non muore quando si asciuga. A una temperatura di circa +25, può vivere e mantenere le sue capacità fino a quattro giorni. Dopo aver condotto ulteriori ricerche, è stato rilevato che in alcuni casi il virus nell'ambiente esterno può esistere per un massimo di sei settimane. Una diminuzione o un aumento della temperatura dell'aria diminuisce o aumenta la sua attività. Nel sangue che viene utilizzato per la trasfusione, può vivere per diversi anni.

Le più pericolose sono le particelle di sangue essiccate (siringhe, strumenti ginecologici o dentali, lame). Quando si riutilizzano questi dispositivi senza disinfezione, la probabilità di contrarre l'epatite C è piuttosto alta.

Quanto vive il virus dell'epatite C durante il congelamento? Tollera bene le temperature negative, quindi il suo ciclo di vita dura più di un anno. Non ci sono dati precisi su quanto può realmente vivere quando è congelato.

Nell'ambiente esterno, il virus vive a una temperatura di circa 25 gradi per un massimo di 4 giorni, mentre il congelamento dura circa un anno.

I virus muoiono rapidamente se trattati con sostanze contenenti cloro o alcool etilico. Moriscono anche bollendo per due minuti.

Nello sperma, nella belyah o nella saliva, il virus è concentrato in piccolissime quantità. Al fine di infettarli con un'altra persona (con immunità normale) nella maggior parte dei casi questo non è sufficiente.

Modi di infezione

Può essere infettato dall'epatite C nelle seguenti situazioni.

  • Se durante le manipolazioni mediche vengono violate le norme sanitarie, il rischio di contrarre la malattia è del 4%. In generale, l'infezione si verifica quando si inietta con siringhe non sterili. La probabilità di contrarre una malattia dipende dalla quantità di sangue intrappolato nel corpo e dalla concentrazione del virus. Il diametro dell'ago gioca un ruolo speciale in questo, dato che le persone che ricevono iniezioni con una siringa, il cui volume è 2 ml meno rischioso rispetto a quelli che sono stati iniettati per via endovenosa con l'aiuto di sistemi di infusione. La malattia può essere ottenuta eseguendo procedure chirurgiche, se gli strumenti non sono adeguatamente disinfettati.
  • Se il rapporto sessuale è stato condotto senza un preservativo con un portatore della malattia, il rischio di infezione da epatite C raggiunge il 5%. Aumenta con il danneggiamento delle mucose a causa di processi infiammatori o malattie veneree. Inoltre, la probabilità di contrarre l'infezione aumenta con le coppie che praticano il sesso anale o fanno sesso durante le mestruazioni.
  • La malattia può essere infettata mediante trapianto di organi da donatore o trasfusione di sangue. Il materiale viene esaminato per la presenza di un virus, ma è impossibile escludere completamente l'ingresso dell'infezione in questo modo. C'è un periodo di sonno sierologico, quando una persona è stata recentemente infettata e i marcatori della malattia non sono ancora stati rilevati.
  • Nel 5% dei casi, la malattia può essere trasmessa al feto da una madre infetta da epatite.
  • Circa il 3% dei pazienti riceve la malattia quando applica un tatuaggio o durante una visita al salone di bellezza.
  • Se il sangue infetto entra nella ferita aperta di una persona sana, l'infezione si verificherà in quasi l'85% dei casi.
  • Un'ampia percentuale di pazienti sta iniettando drogati. Secondo le statistiche, circa il 75% delle persone che assumono farmaci sono infetti da epatite C.
  • Ci sono stati casi di infezione in persone che hanno inalato la cocaina. La ragione di ciò è il danneggiamento della mucosa nasale, che consente al virus di entrare rapidamente nel corpo.

L'epatite C non può essere infettata attraverso i piatti e le cose (spazzolini da denti, oggetti da taglio sono un'eccezione). Il virus non penetra nel corpo con baci, abbracci e strette di mano. È anche impossibile ottenere questa infezione visitando un bagno, una sauna, un bagno pubblico o nuotare in uno stagno aperto.

La malattia non si trasmette attraverso il cibo o il latte materno. I morsi di insetti succhiatori di sangue non sono pericolosi, poiché il sangue nella loro saliva non è osservato. Quando il corpo entra in contatto con una piccola quantità di sangue infetto (se la pelle non è danneggiata), il rischio di contrarre la malattia è praticamente assente.

Come prevenire l'infezione

Quando il sangue contaminato sale sul corpo:

  • Trattare la pelle sporca con una soluzione di cloramina o alcool etilico. Quindi la pelle deve essere lavata con acqua e sapone. Ripeti la procedura di insaponatura più volte.
  • Se la pelle è stata danneggiata da un oggetto appuntito sul quale è presente materiale infetto, è necessario spremere immediatamente il sangue dalla ferita e lavarlo con sapone. Quindi è necessario disinfettare con alcool medico al 70% e applicare una soluzione di iodio al 5% sulla ferita.
  • Se il sangue infetto si è accumulato sulle membrane mucose del naso, vengono processate con una soluzione all'unico di protargol.
  • Se un materiale infetto entra negli occhi, devono essere lavati con acqua corrente e poi con una soluzione all'un percento di acido ortoborico.
  • Se il sangue infetto entra in bocca, sciacquare con una soluzione di permanganato di potassio o alcool etilico (70%).

Per assicurarsi che fosse possibile evitare l'infezione, è necessario passare un'analisi 10-14 giorni dopo l'infezione prevista, consentendo di rilevare il DNA del virus.

E poi ogni trimestre è necessario eseguire un test immunologico (che consente agli anticorpi del virus dell'epatite C nel sangue del paziente).

Come disinfettare

Se il sangue di un paziente infetto da epatite C è caduto sul pavimento, sulle pareti, sui mobili o sugli oggetti domestici, la disinfezione deve essere eseguita. Per fare questo, vengono trattati con soluzioni contenenti cloro (candeggina, cloramina, cloro, dezam). Se esposto a queste sostanze, il virus può morire dopo pochi minuti.

È possibile utilizzare prodotti contenenti tensioattivi (tensioattivi) in combinazione con altri disinfettanti (Domestos, Sanoks, Sanfor). Sono usati nella solita concentrazione in accordo con le istruzioni.

Anche per il trattamento delle superfici è stato utilizzato alcool etilico. Per evitare il contatto con materiale infetto, le mani dovrebbero essere protette con guanti di gomma.

Se il sangue viene a contatto con indumenti, asciugamani o biancheria da letto, devono essere lavati ad una temperatura di oltre 60 gradi (entro mezz'ora) o bolliti per due minuti. Durante questo periodo, il virus deve morire. Possono anche essere immersi per mezz'ora in una soluzione contenente cloro.

statistica

Una malattia come l'epatite C è comune in tutto il mondo. Secondo i ricercatori, circa centocinquanta milioni di persone soffrono di malattie croniche. Settecentomila pazienti muoiono ogni anno. La malattia più diffusa in Africa e in Asia.

Circa il 35% di quelli infetti sono giovani, di età compresa tra 16 e 35 anni. La maggior parte di loro sono tossicodipendenti che hanno contratto la malattia con iniezioni. Anche in questa categoria ci sono persone sessualmente promiscue.

Fino al 1992, quasi il 70% delle persone che hanno donato sangue o trapiantato gli organi di qualcun altro hanno ricevuto l'epatite C. Successivamente, quando hanno iniziato a usare strumenti medici monouso e controllato il sangue ottenuto dai volontari per la presenza di infezione, il numero di persone infette era significativamente ridotto. Allo stesso tempo, sono stati sviluppati nuovi farmaci che consentono di combattere l'epatite C.

Nel 15% delle persone entro sei mesi dall'infezione da epatite C, il sistema immunitario affronta la malattia senza causare spiacevoli sintomi e complicanze. Il resto della malattia infetta diventa cronica. Tra questi, il 10% è a rischio di cirrosi epatica.

Di cento persone che sviluppano l'epatite:

  • Cinque persone muoiono a causa di neoplasie maligne nel fegato.
  • Ottantacinque persone soffrono di epatite cronica o sono portatori del virus.
  • Dieci persone soffrono di cirrosi epatica.

Con il trattamento giusto, a lungo termine e tempestivo con l'aiuto di farmaci moderni, molti pazienti (fino al 90%) possono essere risparmiati dalle gravi conseguenze dell'epatite C. Ma è piuttosto difficile diagnosticare la malattia in tempo, perché il virus muta rapidamente. L'analisi più efficace in questo caso è il metodo PCR (reazione a catena della polimerasi). Può essere usato per rilevare il DNA di un virus nel sangue di un paziente.

Le prime settimane dopo l'infezione, l'analisi potrebbe non essere efficace, quindi per affidabilità, è necessario ripeterlo più volte.

Chi è a rischio

Il rischio di infezione da epatite C è aumentato nelle seguenti categorie di cittadini:

  • Consumatori di droghe (compresa l'ingestione attraverso il naso).
  • Bambini nati da madri infette.
  • Le persone i cui partner sessuali sono infetti da epatite C.
  • Familiari di pazienti con virus.
  • Pazienti con infezione da HIV.
  • Persone che scontano sentenze in istituti di lavoro correttivo.
  • Persone che stanno pianificando tatuaggi trafitti, tatuati o artistici.
  • Pazienti che sono trattati in istituti medici che non rispettano tutti gli standard sanitari.
  • Operatori sanitari costantemente in contatto con persone infette da epatite C, sangue o altri fluidi corporei.

sintomi

Il periodo di incubazione può durare da due settimane a sei mesi. Nella stragrande maggioranza dei pazienti, la malattia è asintomatica, pertanto viene rilevata in una fase iniziale solo dopo il test. A volte compaiono i seguenti segni della malattia:

  • Dolore sordo e dolente nella parte destra dell'addome sotto le costole.
  • In rari casi, il colore delle feci cambia, l'urina diventa simile alla birra scura e le feci assumono una tonalità grigia.
  • Si verifica un temporaneo ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi. Questo sintomo è abbastanza raro.
  • C'è nausea, aggravata dopo aver mangiato con attacchi occasionali di vomito.
  • La persona diventa letargica, appare la sonnolenza.
  • C'è un aumento della temperatura corporea.

Diagnosi e trattamento

Se si sospetta che l'epatite C sia sospetta, il medico ha una storia di accertamento del luogo in cui il paziente potrebbe contrarre la malattia. Quindi invia il paziente a un saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA), che consente di rilevare gli anticorpi del virus nel sangue del paziente. Quando la diagnosi è confermata, il genotipo viene analizzato mediante PCR e carica virale.

Per valutare lo stato del fegato, viene eseguita un'ecografia addominale con Doppler ed elastometria. Se necessario, esame supplementare del cuore, dei vasi sanguigni, della ghiandola tiroide e fare un'analisi degli ormoni.

Per sopprimere la moltiplicazione del virus, i farmaci necessitano di un lungo periodo. Eliminare completamente la malattia è molto raro. Il corso del trattamento è prescritto individualmente dopo una consultazione a tempo pieno con un medico e il superamento dei test appropriati. Per il trattamento dell'uso della malattia:

  • Interferoni pegilati (Pegintron, Pegasys, Alferekin). Sono usati una volta alla settimana.
  • Farmaci antivirali di azione diretta (Vikeyra, Simeprevir, Sunwepra). Questi fondi sono presi giornalmente.
  • Eparotettori (vigorosamente, Essentiale).

È anche possibile la nomina di ormoni corticosteroidi. Durante il periodo di trattamento, il paziente deve seguire una dieta, condurre uno stile di vita sano e abbandonare cattive abitudini.

I farmaci usati per trattare una malattia possono causare controindicazioni da parte del sistema immunitario, digestivo e nervoso. Pertanto, non sono prescritti a persone con epilessia, schizofrenia, grave insufficienza renale o gravi malattie cardiache e vascolari.

Il costo di tali farmaci è molto consistente, inoltre devono essere presi per un tempo molto lungo (da 6 a 24 mesi). Se un paziente rifiuta il trattamento, dovrebbe essere sottoposto a test regolarmente e una biopsia dovrebbe essere eseguita una volta ogni cinque anni al fine di prevenire lo sviluppo del cancro.

prevenzione

Al fine di non ottenere l'epatite C, è necessario:

  • Quando visiti studi di tatuaggi artistici, studi dentistici privati, saloni di bellezza, assicurati che tutti gli strumenti siano elaborati correttamente. Devono essere puliti con disinfettanti speciali e sottoposti a trattamento termico.
  • La preferenza dovrebbe essere data alla manicure non tagliata.
  • Al ricevimento di abrasioni, graffi o ferite, devono essere trattati con perossido di idrogeno, quindi con Brilliant Green, iodio o alcool medico al 70%. Dopo questo, il danno dovrebbe essere chiuso con un cerotto battericida o una benda.
  • Evita il sesso occasionale e usa i preservativi.

Persone che sono costantemente in contatto con il sangue, è necessario seguire le regole di sicurezza. Un'attenzione particolare deve essere rivolta all'igiene personale, al lavaggio regolare delle mani con sapone e al trattamento con soluzioni disinfettanti speciali. Nell'effettuare le manipolazioni è necessario proteggere le mani con i guanti. Siringhe, ovatta e strumenti chirurgici monouso devono essere smaltiti secondo le istruzioni.

Se uno dei membri della famiglia ha l'epatite C, non è necessario isolarlo. Basta prendere precauzioni:

  • Evitare il contatto diretto con sangue infetto.
  • Dagli un asciugamano separato, cosmetici e accessori per manicure.
  • I suoi vestiti vengono lavati separatamente, e la biancheria viene periodicamente bollita.
  • Effettuare regolarmente la pulizia a umido in casa e utilizzare disinfettanti a base di cloro.
  • Test periodicamente per l'epatite C.

Se sospetti epatite virale, devi consultare immediatamente un medico e superare tutti i test necessari.

Opinione dei medici sulla possibilità di infezione da epatite nella sala manicure

Tutte le donne, così come gli uomini, sono anche preoccupate per la domanda: "Posso avere l'epatite durante la manicure?". Sfortunatamente, è possibile ottenere un virus dell'epatite o altre malattie infettive pericolose e l'infezione con la manicure non è rara. Anche uno specialista esperto di forbici per unghie può tagliare il dito o le unghie di un cliente nel flusso sanguigno e portare il virus sullo strumento. Pertanto, ogni persona che visita saloni, è necessario sapere come proteggere il tuo corpo da infezione da HCV e altre infezioni gravi.

Modi di trasmissione

L'epatite è una comune malattia infettiva del fegato, che può essere infettata attraverso le mucose o la pelle danneggiate. I microrganismi che causano l'epatite si trovano su strumenti medici, aghi e contagocce, biancheria da letto e oggetti usati nei saloni di bellezza.

Le molecole del virus sono insensibili alla temperatura e agli effetti chimici, non muoiono nell'ambiente, quindi possono essere su strumenti medici e manicure per diversi mesi.

L'epatite viene trasmessa da un paziente ad una persona sana attraverso fluidi biologici:

  • spermatozoi;
  • sangue e plasma;
  • lacrime e sudore;
  • saliva;

Ma l'alta probabilità di infezione da parte del virus attraverso il sangue, lo sperma o la saliva, come in altri fluidi biologici, la concentrazione degli hepadnavirus e dei flavivirus che causano la malattia è minima. Il rischio di contrarre l'epatite per trasfusione di sangue aumenta, se non viene osservata la sterilità o se il sangue del donatore non viene controllato per l'infezione.

La malattia è trasmessa anche attraverso rapporti sessuali non protetti, piercing e tatuaggi, così come attraverso prodotti per l'igiene personale condivisi con il vettore dell'infezione.

L'infezione è possibile durante la manicure?

Quando fai una manicure con un maestro, anche in un prestigioso salone molto costoso, non puoi essere sicuro al cento per cento che l'infezione con vari sottotipi del virus sia impossibile lì.

Se l'istituto dell'industria della bellezza apprezza la sua reputazione e si preoccupa attentamente dei suoi clienti, è improbabile che gli standard di igiene in esso contenuti vengano violati. Ma nonostante questo, c'è la coscienza di un maestro: non tutti gli specialisti prendono sul serio il loro lavoro, quindi non conducono un accurato trattamento termico degli oggetti usati nella procedura.

È necessario capire che l'infezione, in particolare i virus dell'epatite dei sottotipi A e B, nell'ambiente può esistere fino a 60-90 giorni. Anche una piccola goccia del sangue del paziente, invisibile ad occhio nudo, è pericolosa per gli altri.

Gli Hepadnavirus sono così insensibili alle influenze esterne che l'elaborazione standard degli strumenti per manicure non li uccide. L'infezione esiste al di fuori di un organismo vivente fino a tre mesi e viene trasmessa a una persona sana al primo contatto.

I microrganismi muoiono solo nella condizione di piena conformità con le misure sanitarie ed epidemiologiche. Oltre alla necessità di maneggiare con cura le forbici per unghie e altri strumenti del master, il dipendente del salone di bellezza dovrebbe elaborare il proprio posto di lavoro con una speciale soluzione disinfettante.

Come evitare l'infezione?

Al fine di non ottenere il virus dell'epatite durante la manicure (pedicure), è necessario rispettare le seguenti raccomandazioni:

  • Tratta le unghie preferibilmente non nel primo, sulla strada, nella cabina, e contatta un maestro privato e provato. Prima di iniziare il lavoro, uno specialista deve disinfettare il suo posto di lavoro e gli strumenti per manicure.
  • La lavorazione di forbici, lime per unghie e altri strumenti dovrebbe avvenire davanti ai vostri occhi. Anche se lo specialista ti assicura che hai già preparato tutto in anticipo, non accettare di iniziare la procedura. Chiedi al maestro di rielaborare tutti gli strumenti. Ricordare che tutti gli strumenti nell'attrezzatura specializzata vengono elaborati a una temperatura superiore a 200 0 С e il processo di elaborazione dovrebbe durare almeno quaranta minuti. Quando lo ottengono dallo sterilizzatore, dovrebbero essere caldi.
  • Non confondere la disinfezione con la sterilizzazione. Questi due processi di elaborazione non hanno comunicazione tra loro. Ma prima dell'inizio degli strumenti di disinfezione devono essere accuratamente sterilizzati.
  • Gli esperti medici consigliano anche ai pazienti di seguire le procedure con il loro set di manicure, acquisito per uso personale.
  • Presta particolare attenzione alla lima per unghie: non ci sono tracce di sangue secco o macchie sospette su di essa. Dopotutto, non puoi sapere con certezza che il precedente cliente non ha l'epatite o un'altra malattia infettiva. Se uno specialista non risponde alle tue esigenze e non ha fretta di disinfettare gli strumenti, non accettare di fare una manicure con lui.
  • Analizza come si comporta uno specialista in un salone di bellezza. Se, prima di iniziare la procedura, non ha trattato le sue e le tue mani con un liquido disinfettante, quindi sentiti libero di lasciare questo posto. Fidati di una persona incurante del proprio lavoro, è impossibile.
  • Per essere sicuri, è meglio portare la vernice. C'è una piccola possibilità che durante la procedura di manicure precedente una goccia di sangue contenente il virus dell'herpes si sia depositata sulla spazzola per vernici. Se ciò accade, l'intera composizione, che è nella bottiglia, è potenzialmente pericolosa per gli altri.
  • Non fare la manicure trim, che è ancora praticata in alcuni saloni. Nei paesi sviluppati, questa procedura è stata bandita per diversi anni.
  • Assicurarsi che lo specialista dopo la sterilizzazione sterilizzi gli strumenti sterilizzati in un'autoclave o in un forno. Il virus dell'epatite B muore solo se esposto a temperature elevate, altri metodi di disinfezione non lo influenzano.

Gli specialisti medici consigliano di tenere conto che ogni cliente della sala manicure può essere un potenziale vettore di infezione, pertanto gli standard di disinfezione dovrebbero essere presi molto seriamente. Inoltre, l'osservanza delle regole sopra descritte dovrebbe essere ricordata non solo dal tuo maestro, ma anche da te.

Elaborazione degli strumenti

Vorrei sottolineare che molti lavoratori nella sala manicure spruzzano semplicemente la soluzione del cliente con una soluzione alcolica. Su questo termina tutta la disinfezione. Attrezzature speciali e mezzi per la lavorazione non sono un piacere economico, e per risparmiare, il maestro trascura le regole igienico-sanitarie. Inoltre, non tutti i visitatori hanno familiarità con queste regole e, pertanto, secondo dipendenti senza scrupoli, possono essere trascurate.

Ma un buon specialista dovrebbe essere consapevole che è responsabile della salute dei suoi clienti. La disinfezione di strumenti conformi a tutte le regole dovrebbe essere obbligatoria.

Lavorazione a mano

Secondo le statistiche mediche, circa l'ottanta per cento di tutte le infezioni sono sporche. Pertanto, uno specialista che fa una manicure deve disinfettarli prima (e non solo i propri, ma anche i clienti). Si raccomanda di applicare l'antisettico sulle mani asciutte, che distruggeranno microbi patogeni e microrganismi. Si consiglia di strofinare accuratamente l'antisettico sulla pelle dei pennelli e attendere che sia completamente asciutto, se necessario, ripetere la procedura. Allo stesso tempo, anelli, anelli e altre decorazioni devono essere rimossi dalle dita in anticipo.

Strumenti di disinfezione

C'è un'alta probabilità di infezione da epatite durante la manicure. Pertanto, uno specialista, dopo aver fatto una manicure per un cliente, dovrebbe disinfettare tutti gli strumenti sul tavolo.

Per disinfettare gli articoli, uno specialista dovrà preparare una soluzione: un dipendente del salone deve versare uno speciale disinfettante concentrato nel contenitore per gli strumenti di lavorazione e quindi diluirlo con del liquido. Gli accessori per manicure sono collocati in un contenitore e tutte le parti devono essere aperte o smontate. Affinché le forbici e altri oggetti metallici non si arrugginiscano, deve contenere un additivo anticorrosione.

Sterilizzazione di strumenti per manicure

Non tutti i dipendenti del salone di bellezza sanno che durante una manicure con l'hardware, può infettare un cliente con epatite. Senza pensare alle conseguenze, i maestri senza scrupoli ignorano le regole di base dell'elaborazione. Le conseguenze possono essere disastrose.

Dopo aver disinfettato gli articoli usati in manicure, pedicure e estensioni delle unghie, questi devono essere sterilizzati. Per eseguire la procedura, gli accessori per unghie sono collocati in un pacchetto Kraft, nel quale vengono posti in un'autoclave o in un forno. Gli articoli sono sterilizzati in una forma asciutta. Il trattamento avviene sotto l'influenza del calore (la temperatura è di circa 200 0 С). Quando il processo è finito, non è consigliabile ottenere immediatamente gli oggetti, è necessario attendere che si raffreddino completamente.

Puoi rimuoverli dal pacchetto craft usando pinzette speciali. La superficie di lavoro, vicino alla quale gli strumenti sono sterilizzati, viene disinfettata con una soluzione alcolica.

È inoltre necessario fare attenzione a che lo specialista delle manicure abbia pulito tutte le superfici di lavoro da sporco e polvere prima di iniziare la procedura. È importante che nel suo posto di lavoro sia stato ordinato.

È improbabile che in un anonimo salone di bellezza o in una sala manicure situata presso il parrucchiere, sia disponibile tutta l'attrezzatura necessaria per la completa sterilizzazione degli strumenti. Ma non dovresti trattare la tua salute con noncuranza, perché è meglio prevenire la malattia che curarla per molti anni. Per evitare anche una piccola possibilità di infezione, si consiglia di portare strumenti personali al master per uso personale.

Inoltre ricorda che la durata del periodo di incubazione dell'epatite è piuttosto lunga. Anche se il primo test ha dato un risultato negativo, ciò non significa che non vi sia alcun agente virale nel corpo. Per una garanzia assoluta dell'assenza di infezione, si consiglia di ripresentare l'analisi dopo 90 giorni.