Il vaccino contro l'epatite A è necessario per i bambini?

Sintomi

Sebbene la vaccinazione contro l'epatite A non sia nell'elenco delle vaccinazioni obbligatorie e sia inserita nel calendario delle attività svolte secondo le indicazioni epidemiche, ogni bambino potrebbe aver bisogno di essere vaccinato. Perché è necessario e cosa dovrebbero sapere i genitori di tale vaccinazione?

Argomenti "per"

  • Infondendo un bambino contro l'epatite A, lo aiuterai ad evitare la malattia e il recupero a lungo termine. Poiché non esiste un trattamento speciale per tale malattia (i farmaci supportano solo il fegato e riducono l'intossicazione), ci vogliono settimane o addirittura mesi per recuperare.
  • La maggior parte delle persone già dopo l'introduzione di una dose di vaccino entro un mese dall'iniezione costituisce un'elevata protezione contro l'epatite A.
  • Le reazioni negative serie a un tal vaccino non sono praticamente osservate.
  • La vaccinazione contro l'epatite A è inclusa nei calendari nazionali di paesi come USA, Cina, Israele, Argentina e altri.
  • È particolarmente importante vaccinare contro i bambini affetti da epatite A che hanno una malattia del fegato, perché l'acquisizione di questa infezione può causare complicanze molto gravi.
  • I vaccini sono solitamente rappresentati da una dose di siringa, quindi non ci sono errori nel dosaggio dei farmaci.

Argomenti contro

Sebbene estremamente rara, la vaccinazione contro l'epatite A può essere accompagnata dalla comparsa di reazioni avverse, sia a livello locale che sistemico.

Cos'è una malattia pericolosa?

Il virus colpisce il fegato e può causare sia una forma lieve di epatite A che una malattia piuttosto grave. Dal momento che viene trasmesso da persona a persona, così come attraverso cibo e acqua contaminati, ci sono spesso epidemie ed epidemie di questo tipo di epatite, specialmente nei gruppi di bambini.

Anche se, a differenza di altri tipi di epatite, questa malattia infettiva non causa malattie epatiche croniche e cirrosi, tuttavia, l'epatite A può danneggiare significativamente la salute nel lungo periodo. Inoltre, c'è una forma fulminante di tale epatite, che causa un danno epatico acuto e una morte frequente.

L'epatite A è raramente grave nei bambini piccoli (sotto i 6 anni di età), ma nei bambini più grandi e negli adulti, la malattia può essere molto negativa per il fegato e può essere pericolosa per la vita.

I bambini sono più a rischio di contrarre tale epatite che:

  • Sono in un collettivo chiuso;
  • Vivono accanto a una persona malata;
  • Vivono in un dormitorio;
  • Non fornito con acqua potabile purificata;
  • Siamo arrivati ​​nella regione dove c'è un'alta incidenza di epatite A.

Controindicazioni

La vaccinazione contro l'epatite A non è disponibile se:

  • C'è intolleranza ai componenti del vaccino;
  • C'è stata una reazione pronunciata alla precedente amministrazione;
  • Il bambino ha una malattia acuta - è possibile inoculare in due o quattro settimane dopo il recupero, e se il bambino ha una SARS leggera o un'infezione intestinale acuta, il vaccino può essere somministrato non appena la temperatura corporea ritorna alla normalità.

Sicurezza del vaccino

La sicurezza dei farmaci che proteggono dall'epatite A è considerata alta. Poiché anche dopo una singola iniezione dopo 30 giorni, il 99% dei bambini sviluppa una protezione contro il virus dell'epatite A, i vaccini sopprimono efficacemente l'epidemia di tale infezione. Inoltre, la somministrazione del vaccino contro l'epatite A non influisce sulla somministrazione di altri vaccini.

Possibili complicazioni

Le reazioni all'introduzione di un vaccino contro l'epatite A sono quasi inesistenti. Anche se appaiono, fluiscono facilmente e rapidamente. Entro 48 ore dopo l'iniezione, possono comparire cambiamenti locali (dolore corto, arrossamento, gonfiore), letargia, debolezza, febbre, nausea e mal di testa estremamente rari.

Preparazione prima della vaccinazione

Vaccinato solo i bambini sani, quindi prima dell'introduzione del vaccino, è importante assicurarsi che il bambino non abbia una malattia acuta. Per questo bambino, un pediatra deve ispezionare e trarre conclusioni sul fatto che sia sicuro per il bambino di avere l'immunizzazione da epatite A.

L'età minima del bambino e la frequenza della vaccinazione

Il vaccino contro l'epatite A può essere somministrato a bambini di età superiore a 1 anno. Nel nostro paese, viene effettuato per ragioni epidemiologiche, ad esempio durante un focolaio della malattia in una squadra di bambini, un viaggio in un'area con un'alta incidenza o infezione di un parente stretto.

Schema di vaccinazione

Il vaccino più frequentemente usato è due volte, perché fornisce un'immunità più lunga dall'epatite A. Dopo la somministrazione di una singola dose del farmaco, il bambino è protetto per 12-18 mesi - si raccomanda di ripetere il vaccino durante questo periodo. Il momento ottimale per la rivaccinazione è considerato 6-12 mesi dal momento della prima iniezione del vaccino.

Dove si fa l'iniezione?

Il vaccino contro l'epatite A viene somministrato per via intramuscolare. Se il bambino è piccolo, il muscolo della coscia viene scelto come sito per l'iniezione e nei bambini più grandi il farmaco può essere iniettato nel muscolo deltoide. L'introduzione del vaccino nel muscolo gluteo ai nostri giorni non è praticata. Alcuni farmaci possono essere iniettati sotto la pelle, ma l'iniezione endovenosa è assolutamente controindicata.

Cosa fare con le reazioni negative dopo la vaccinazione?

Il vaccino viene generalmente tollerato molto facilmente e, se compaiono effetti collaterali, sono lievi e scompaiono entro 48 ore senza trattamento. La febbre emergente può essere eliminata con farmaci antipiretici. Se si verificano cambiamenti locali, il sito di sfregamento e i farmaci non devono essere massaggiati.

Caratteristiche dell'epatite A. Indicare se non essere vaccinato contro di esso

L'epatite è una malattia molto pericolosa, i cui vettori sono virus. La malattia ha due forme di sviluppo: cronica e acuta. Se l'epatite di categoria B è classificata come una malattia mortale, quindi con l'epatite A, la prognosi non è così minacciosa. Inoltre, per proteggere il corpo dagli attacchi virali, viene fornita la vaccinazione contro l'epatite A, che contribuisce alla formazione di anticorpi contro il virus, garantendo una protezione affidabile contro la malattia. L'epatite A senza terapia farmacologica opportunamente selezionata minaccia lo sviluppo di grave insufficienza epatica, che può essere fatale.

Cosa si sa dell'epatite A

  1. La malattia è virale, caratterizzata dalla nitidezza della forma del corso. La malattia è chiamata ittero o malattia di Botkin in onore del terapeuta che lo ha identificato come un tipo separato di patologia.
  2. La fonte dell'infezione diventa una persona malata che diffonde l'infezione nell'ambiente. Puoi anche essere infettato dopo il normale contatto con una persona infetta.
  3. Un virus insidioso nel corpo colonizza la membrana mucosa del tratto gastrointestinale. Da lì, con una corrente sanguigna, l'infezione entra nella regione del sistema linfatico, quindi finisce nel fegato, causando danni alle sue cellule.
  4. L'inizio della malattia è asintomatico, la durata del periodo di latenza è di 15-30 giorni, dopo di che compare un gruppo di sintomi simili al comune raffreddore. Poi arriva il periodo pre-itterico, caratterizzato da un cambiamento nell'indice dei colori delle urine e delle feci.
  5. Durante lo sviluppo dell'ittero, il colore della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi diventa giallo e la condizione generale inizia a deteriorarsi. Dopo un massimo di 20 giorni, i sintomi svaniscono, preannunciando il recupero con l'acquisizione dell'immunità permanente.

Importante: l'epatite A non è pericolosa come le complicazioni dopo di essa, specialmente quando il bambino ha meno di cinque anni. Poiché i bambini di questa età non hanno ancora formato l'immunità contro l'infiammazione acuta del fegato, hanno bisogno di una protezione aggiuntiva contro l'epatite di categoria A.

Caratteristiche della vaccinazione contro la malattia epatica

La vaccinazione contro l'epatite A non è inclusa nel numero di vaccinazioni che devono essere fatte. Tuttavia, la malattia porta molta sofferenza al bambino e costi finanziari imprevisti ai genitori, e i bambini in età scolare sono a rischio di restare indietro a scuola a causa del lungo periodo di trattamento. Tuttavia, secondo molti genitori, a causa della forma lieve della malattia, la manipolazione non è necessaria, ma alcuni anni fa, la vaccinazione è stata resa obbligatoria per i bambini quando si sono registrati all'asilo. La maggior parte dei paesi immunizza contro l'infezione da epatite A nel programma di immunizzazione obbligatorio.

Quando la vaccinazione contro l'epatite virale A è raccomandata per gli adulti:

  • prima di recarsi sul territorio di paesi con clima particolarmente caldo, dove c'è una minaccia di diffusione dell'infezione;
  • prima di unirsi a grandi gruppi (medici, pedagogici, ecc.);
  • quando vivono sul sito di epidemie a causa della minaccia di contatto con i portatori di infezione;
  • nelle malattie croniche del fegato, ha confermato l'emofilia.

La vaccinazione degli adulti è raccomandata se una persona usa droghe, pratica il sesso promiscuo, ha un orientamento sessuale non convenzionale. Le iniezioni per gli adulti si svolgono per via intramuscolare, nella spalla, l'età massima è di 55 anni. Lo schema di manipolazione consiste in due vaccinazioni, che garantiscono la sicurezza dell'immunità epatica per un periodo di 20-25 anni.

Quando la vaccinazione contro l'epatite virale A è necessaria per i bambini:

  • due settimane prima di una vacanza programmata in mare o in viaggio con genitori in paesi esotici, dove si prevede che il livello di infezione sia elevato con una maggiore probabilità di infezione;
  • entro dieci giorni dal contatto con una persona che soffre di epatite A, specialmente se la portatrice è un virus appartenente alla cerchia sociale del bambino;
  • prima di fare una visita ai gruppi di bambini (scuola materna, scuola);
  • dopo la diagnosi di emofilia o gravi patologie epatiche.

Importante: alla vigilia della procedura di vaccinazione, il bambino deve essere esaminato per accertarsi che ci siano anticorpi contro l'infezione. Le iniezioni vengono somministrate ai bambini per via intramuscolare - la coscia, i bambini più grandi ricevono un'iniezione nella spalla, la somministrazione sottocutanea non fornisce l'effetto desiderato.

La presenza di anticorpi nel sangue indica una precedente vaccinazione o epatite trasferita, pertanto la vaccinazione non è rilevante. Quando si verifica l'assenza di anticorpi nel sangue, si raccomanda il vaccino, specialmente per quei bambini che sono a rischio. L'epatite A non può essere reinfettata, dopo la malattia si sviluppa l'immunità a lungo termine alle malattie infettive.

Quando e cosa è vaccinato

Lo schema di immunizzazione contro l'infezione di gruppo A si compone di due fasi: la prima iniezione può essere iniziata da due anni, sebbene il vaccino sia stato approvato per l'uso dall'età di 12 mesi. La seconda iniezione rivacciante deve essere effettuata dopo sei mesi, il secondo vaccino può essere posticipato per un massimo di cinque anni, altrimenti il ​​primo perde la sua forza. Una singola dose protegge dall'infezione solo per cinque anni.

Elenco dei preparati vaccinali raccomandati nel territorio della Federazione Russa

Vaccinazione contro l'epatite A per i bambini: il mio bambino ha bisogno di vaccinazione?

Come una malattia infettiva separata, l'epatite A è stata isolata nel 19 ° secolo dal nostro connazionale, il terapeuta S.P. Botkin. Ad oggi, il virus dell'epatite A è abbastanza comune ed è resistente agli stimoli esterni e ai disinfettanti. Il tasso di sopravvivenza dell'epatite A nel cibo è in grado di raggiungere 1 anno.

La malattia può essere trasmessa in modo domestico, attraverso qualsiasi oggetto, da una persona all'altra. Molto spesso, la fonte del virus è l'acqua. È in grado di colpire sia gli adulti che i bambini, ma più spesso si ammalano dai tre ai dieci anni.

Il virus dell'epatite è pericoloso perché si moltiplica nel fegato e provoca un processo infiammatorio che interferisce con il normale funzionamento di questo organo vitale.

Il trattamento per l'epatite A è un processo che richiede parecchio tempo, quindi è meglio eliminare la possibilità di infezione in anticipo, a seguito di misure preventive. Il principale mezzo di prevenzione è la vaccinazione.

La vaccinazione contro l'epatite A è particolarmente raccomandata per i bambini che hanno parenti infetti nel loro ambiente.

Prima della vaccinazione, è necessario sottoporre a screening un bambino, che rivelerà la presenza o l'assenza di anticorpi contro l'epatite A. Se vengono rilevati anticorpi, ciò indica che il bambino ha già sofferto di questa malattia o è già stato vaccinato contro l'epatite A.

In una tale situazione, la vaccinazione non è necessaria. Non vi è alcuna minaccia di infezione, dal momento che è impossibile passare attraverso l'epatite A due volte: gli anticorpi vengono prodotti per il resto della vita. Se non vengono rilevati anticorpi nel sangue, il bambino viene vaccinato.

Fare o no?

Molti genitori credono che il vaccino contro l'epatite A non sia necessario per i bambini, perché la malattia è lieve. La malattia non diventa cronica e non ci sono serie complicazioni dopo di essa. Se a un bambino non sono stati diagnosticati in precedenza problemi al fegato, allora è probabile che rimarrà in buona salute dopo aver sofferto di epatite.

Ma un bambino con malattia al fegato e alla colecisti può avere un peggioramento della sua malattia di base. Da ciò ne consegue che per i bambini con malattia epatica cronica, la vaccinazione è quasi obbligatoria.

La malattia mette il bambino fuori dalla solita routine per un periodo di 2-3 settimane, il che non consente di frequentare le lezioni a scuola e all'asilo, e conduce al congedo forzato dei genitori.

Si raccomanda inoltre di mettere radici contro l'epatite A nei bambini la cui famiglia ha dipendenti nei settori della nutrizione, commercio, medicina e il servizio di fognatura, a causa delle loro esigenze professionali. Questo non è obbligatorio, ma non causerà alcun danno.

Spesso i genitori che decidono di vaccinare un bambino contro l'epatite A non sanno quale dei metodi specifici di prevenzione scegliere: un vaccino o l'introduzione di immunoglobuline (anticorpi pronti all'uso).

La principale differenza tra questi due metodi è la durata del loro effetto. Gli anticorpi predisposti forniscono protezione per un breve periodo (fino a 1 mese) e mostrano i risultati con l'introduzione di grandi dosi. Il vaccino dà un effetto a lungo termine.

orario

In molti paesi, la vaccinazione contro questo virus è un componente obbligatorio incluso nel programma nazionale di vaccinazione. In Russia, l'immunizzazione contro il virus dell'epatite A non è inclusa nel programma di vaccinazione previsto, ma è raccomandata dai medici.

Per escludere l'infezione da epatite A, è necessario che il bambino venga vaccinato entro 14 giorni prima di iniziare a frequentare la scuola o l'asilo. Lo stesso programma viene utilizzato se stai pianificando la partenza di un bambino in paesi africani, in Asia o in una località balneare. In questi casi, si consiglia anche di mettere radici.

Se un caso di infezione da epatite A è stato rilevato in qualcuno dall'ambiente del bambino, un'immunizzazione di emergenza deve essere eseguita durante i primi 10 giorni dopo il contatto del bambino con il paziente. La vaccinazione è riconosciuta come efficace, sia per contatto diretto del bambino con una persona infetta, sia in caso di vaccinazione durante i primi 10 giorni.

Nel nostro paese sono registrati e raccomandati diversi vaccini nazionali e stranieri:

  • Per i bambini di età superiore a tre anni, utilizzare il vaccino russo GEP-A-IN-VAK.
  • Da due anni puoi inserire l'equivalente francese di Avaxim o dell'americana WAKTA.
  • Per i bambini a partire da un anno è consentito l'uso di HAVRIKS inglesi.

Tutti questi vaccini contengono un virus inattivato che non può causare malattie o essere trasmesso ad altre persone.

Il programma per altre vaccinazioni, sia incluse che non incluse nel calendario pianificato, può essere combinato con la vaccinazione contro l'epatite A.

L'unica eccezione è il vaccino BCG. Non può essere combinato con la vaccinazione contro il virus dell'epatite A. Sarà ragionevole seguire la regola generale, che raccomanda di scegliere un programma quando la prossima vaccinazione viene somministrata un mese dopo la consegna del vaccino.

Un bambino di età inferiore ai 18 mesi, il vaccino viene posizionato per via intramuscolare nei muscoli della coscia, i bambini più grandi - nella spalla. Se il bambino ha una malattia del sangue, il vaccino viene iniettato sotto la pelle. La vaccinazione deve essere eseguita due volte con un intervallo di circa sei mesi a un anno.

Il periodo tra la prima e la seconda vaccinazione dipende dal tipo di vaccino iniettato. L'immunità al virus dopo la vaccinazione dura per 20 anni.

Se la vaccinazione è stata una volta, dura circa un anno e mezzo, formando l'immunità 7-14 giorni dopo l'immunizzazione. La reintroduzione del vaccino aumenta la durata della protezione contro il virus a 20 anni.

Controindicazioni

Le controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite A includono:

  • alta sensibilità agli elementi contenuti nel vaccino;
  • la presenza di una malattia infettiva acuta;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • la presenza di gravi reazioni allergiche.

complicazioni

Nella maggior parte dei casi, gli effetti collaterali dopo la vaccinazione contro l'epatite A non sono stati osservati. Questo vaccino è riconosciuto come il più non reattivo perché è inattivato e purificato. Se un bambino è incline a reazioni allergiche ai farmaci, allora si può prendere qualche farmaco anti-allergia un paio di giorni prima della vaccinazione.

Reazioni standard, accompagnamento e altre vaccinazioni, possono verificarsi sotto forma di:

È normale che dopo una vaccinazione al suo posto ci sia una condensa o un rossore, che è accompagnato da un leggero dolore. In casi molto rari, la temperatura corporea può aumentare leggermente dopo la vaccinazione.