Caratteristiche delle vaccinazioni contro l'epatite virale A

Metastasi

Di norma, i vaccini o le immunoglobuline vengono utilizzati per prevenire la diffusione della malattia tra la popolazione.

Ma gli svantaggi dell'introduzione delle immunoglobuline sono:

  • breve effetto protettivo (fino a tre mesi);
  • intervallo di tempo limitato per la somministrazione (solo immediatamente prima del contatto con il virus o per 14 giorni dopo il contatto).

Studi su larga scala hanno dimostrato che la profilassi passiva con immunoglobuline non riduce l'incidenza dell'epatite virale A nei gruppi.

Al contrario, i vaccini inattivati ​​moderni sono in grado di esibire un'attività immunogenica molto elevata, prevenendo lo sviluppo dell'epatite virale A (con manifestazioni cliniche della malattia) minimo - del 94%, massimo - del 100%. Allo stesso tempo, l'uso di tale vaccinazione molto raramente causa reazioni avverse e l'effetto protettivo del vaccino è progettato per 12-20 anni.

Inoltre, è stato dimostrato che l'uso di vaccini contro l'epatite A non solo protegge dall'infezione di persone specifiche, ma riduce anche la circolazione del virus nell'ambiente delle persone vaccinate. Inoltre, la vaccinazione tempestiva consente di fermare epidemie della malattia, riducendo significativamente la possibilità di ulteriori infezioni della popolazione. La scelta di una strategia di vaccinazione specifica per l'epatite A in una particolare regione dipende dalla situazione epidemiologica, dal costo del vaccino e dalla presenza / assenza di gruppi a rischio.

Chi ha bisogno di essere vaccinato?

Le persone il cui rischio di infezione da virus dell'epatite B è considerato piuttosto elevato includono:

  • professionisti medici;
  • personale militare;
  • impiegati delle istituzioni prescolari;
  • tossicodipendenti;
  • addetti alla ristorazione;
  • bambini che vivono in aree sovraffollate;
  • pazienti con malattia epatica cronica;
  • personale di servizio fognario;
  • persone che sono state in contatto con pazienti con epatite virale A.

Di conseguenza, in queste popolazioni, la vaccinazione dovrebbe essere effettuata prima. Alcuni paesi hanno incluso il vaccino contro l'epatite A nel programma nazionale di vaccinazione obbligatoria per i bambini. In Russia, questo tipo di immunizzazione non è incluso nel programma di vaccinazione previsto ed è una delle vaccinazioni raccomandate, ma facoltative.

Tuttavia, i turisti che riposeranno in Africa, in Asia e nelle località balneari, così come i bambini che vanno all'asilo nido o in prima classe, sono vivamente consigliati dai medici per essere vaccinati contro l'epatite virale A.

Vaccini domestici ed esteri

I seguenti vaccini per l'epatite A sono stati registrati nella Federazione Russa:

  1. Algavak M Paese di origine - Russia. Il farmaco è destinato agli adulti e ai bambini (dai 3 anni di età).
  2. AWACS. Produttore - Azienda Sanofi Pasteur (Francia). Il farmaco è destinato agli adulti e ai bambini (dai 2 anni di età).
  3. Avaksim 80. Produttore - società Sanofi Pasteur (Francia). Il farmaco è destinato ai bambini di età compresa tra 1 e 15 anni.
  4. Avaksim 160. Produttore - società Sanofi Pasteur (Francia). Il farmaco è destinato agli adulti (dai 16 anni di età).
  5. Waqt. Produttore - Merck Sharp and Dome (USA). Il farmaco è destinato agli adulti e ai bambini (dai 2 anni di età).
  6. Havriks 720. Produttore - GlaxoSmithKline (Inghilterra). Il farmaco è destinato ai bambini di età compresa tra 1 anno e fino a 15 anni.
  7. Havriks 1440. Produttore - GlaxoSmithKline (Inghilterra). Il farmaco è destinato agli adulti (dai 16 anni di età).

La tecnologia di produzione dei vaccini è diversa. I numeri nel nome delle droghe non parlano del contenuto dell'antigene, ma riflettono semplicemente le specifiche della tecnologia per creare ciascuno di essi. Si ritiene che i suddetti vaccini contro l'epatite A siano intercambiabili entro i limiti di età specificati. Assolutamente tutti i farmaci di questa categoria sono basati sul virus dell'epatite A inattivato (ucciso), che non può essere la causa dell'infezione di una persona vaccinata con epatite A.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, la vaccinazione contro l'epatite virale A può causare arrossamento e dolore al sito di iniezione, così come mal di testa (osservato nel 5% dei casi). Per ulteriori informazioni sui possibili effetti collaterali del vaccino può essere trovato nelle istruzioni per un particolare farmaco.

Il vaccino contro l'epatite è controindicato in:

  • malattie infettive acute e non infettive;
  • esacerbazioni di malattie croniche;
  • ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del vaccino;
  • una forte reazione durante la precedente somministrazione di questo farmaco.

Caratteristiche di vaccinazione

In genere, la vaccinazione contro l'epatite A solleva molte domande sulle persone vaccinate. I genitori sono particolarmente preoccupati per i loro bambini vaccinati contro questa malattia. In generale, la vaccinazione contro l'epatite virale A non causa gravi complicanze ed è ben tollerata. Ma ci sono alcune caratteristiche che devono essere ricordate prima di effettuare tale immunizzazione.

Regole generali per la vaccinazione

I bambini di età superiore a un anno e gli adulti senza limiti di età possono essere vaccinati. La vaccinazione viene eseguita due volte. In questo caso, l'intervallo tra la prima iniezione del vaccino e il secondo può variare da sei mesi a 18 mesi (a seconda della preparazione utilizzata).

I bambini fino a un anno e mezzo vengono inoculati nella coscia (più precisamente nel gruppo muscolare esterno-anteriore) e nel resto dei bambini e degli adulti - nel muscolo deltoide della spalla. In alcuni casi, ad esempio, se un paziente soffre di una rara malattia del sangue, è consentita la somministrazione sottocutanea del vaccino.

Formazione di immunità

Gli esperti ritengono che, dopo una doppia vaccinazione, l'immunità contro l'epatite A virale possa durare fino a 20 anni. In questo caso, una singola vaccinazione ha effetto in 7-14 giorni e fornisce protezione contro la malattia per almeno 10 anni. La reintroduzione del vaccino (rivaccinazione) estende la protezione a 20 anni. È possibile che l'effetto di tale vaccinazione sia più lungo, tuttavia, il vaccino stesso viene usato solo per 20 anni, quindi al momento stiamo parlando solo di questo periodo.

Per quanto riguarda la vaccinazione prima del viaggio, ha senso farlo, almeno 4 settimane prima del viaggio programmato. Anche il vaccino contro l'epatite A, fatto 14 giorni prima del viaggio, è efficace. Se l'immunizzazione non è stata eseguita 2-4 settimane prima della partenza, si raccomanda comunque di vaccinarsi anche alcuni giorni prima del viaggio. In questo caso, gli anticorpi protettivi non saranno prodotti prima, ma durante il viaggio, che riduce anche il rischio di malattia, sebbene non lo protegga completamente.

Reazioni ai vaccini

L'insorgenza di reazioni locali come gonfiore, indurimento, arrossamento e dolore al sito di iniezione è considerata normale dopo la vaccinazione contro l'epatite A - questi effetti indesiderati sono stati osservati nel 15% dei casi. E il 5-6% di quelli vaccinati, di regola, lamenta sintomi generali post-vaccinazione - bassa temperatura, mal di testa, aumento della fatica e dolore addominale.

Vaccinazione di donne in gravidanza

Non ci sono dati affidabili sulle reazioni di donne in gravidanza e in allattamento a vaccinazione contro l'epatite A. Pertanto, la decisione di vaccinare future e madri che allattano viene presa individualmente, quando il rischio di infezione da epatite A è molto alto. Ma per proteggere dalla gravidanza dopo l'introduzione del vaccino non è necessario - non ci sono restrizioni per coloro che stanno pianificando una gravidanza.

Vaccinazione di persone contattate con pazienti con epatite A


La vaccinazione è raccomandata per le persone che sono state in contatto con un paziente a cui è stata diagnosticata l'epatite A. La tempestiva vaccinazione del contatto non solo riduce il rischio di sviluppare la malattia, ma impedisce anche un possibile focolaio di questa malattia. Tuttavia, se il paziente era già ammalato di epatite A (ovviamente o il periodo di incubazione dura), allora il vaccino sarà inefficace.

Altre vaccinazioni

Il vaccino contro l'epatite virale A può essere combinato con qualsiasi vaccinazione "non calendario" e "calendario", ad eccezione di BCG. Ma in conformità con le regole generali della vaccinazione, si consiglia di farlo un mese dopo l'ultima vaccinazione. Inoltre, non è possibile essere vaccinati contro l'epatite A, insieme al test di Mantoux, o uno dei tre giorni precedenti al test per la tubercolosi. Se il vaccino contro l'epatite B è già stato introdotto, la diagnosi di tubercolina può essere eseguita solo dopo 30 giorni.

Secondo le istruzioni è anche vietato mescolare in una siringa il vaccino contro l'epatite A (rilasciato in un'ampolla separata) e altri vaccini. Tuttavia, ci sono vaccinazioni speciali a due componenti (ad esempio, Twinrix - contro l'epatite A e l'epatite B), in cui il vaccino contro l'epatite A è combinato con un altro vaccino in fase di produzione. In questo caso, il produttore si assume la responsabilità per l'efficacia e la sicurezza del farmaco.

Vaccino contro l'epatite

Lascia un commento 6,618

Che cos'è l'epatite, come è pericoloso per noi e quali metodi di controllo, ad esempio, i vaccini contro l'epatite B e A? L'epatite è una malattia grave di cui il fegato soffre, è causata da virus, i tipi più comuni sono il virus A e B. Ecco perché la prevenzione tempestiva di queste malattie mediante vaccinazione è importante. I vaccini distinguono tra produzione nazionale e importata.

Cos'è l'epatite?

L'epatite è chiamata infiammazione della natura virale del fegato. Ci sono 7 ceppi della malattia, ma il tipo A e B sono considerati comuni, mentre l'epatite A è chiamata anche malattia di Botkin. Il rischio di contrarre questa malattia è alto, più di un milione e mezzo di persone nel mondo si ammalano ogni anno. Trasmessa per via orale-fecale attraverso prodotti infetti, acqua, mani. La malattia lascia un'immunità permanente, possono essere ammalati solo una volta nella vita. L'infiammazione non è tipica della cronicità e le morti sono rare.

L'epatite B ha un decorso serio e conseguenze pericolose per il corpo. Porta allo sviluppo di malattie epatiche croniche, può causare cirrosi e cancro al fegato. Nel mondo di questa malattia più di 1 milione di persone muoiono ogni anno, il che indica che la malattia è comune. Il virus non viene trasmesso attraverso cibo e famiglie contaminati. Il principale metodo di infezione è il contatto con i fluidi biologici di un organismo infetto:

  • Parenterale, con manipolazioni mediche (iniezioni, procedure dentarie, trasfusioni di sangue);
  • Verticale, durante la gravidanza e il parto da madre a figlio;
  • Con sesso non protetto;

Prevenzione delle malattie, tipi di vaccino, quale è meglio?

Prevenzione dell'epatite A - standard igienici e sanitari di cottura, conservazione degli alimenti. Un metodo efficace di prevenzione è la vaccinazione. In Europa e negli Stati Uniti, il vaccino contro l'epatite A è incluso nell'elenco delle obbligatorie. I vaccini per la prevenzione dell'epatite A sono raccomandati solo in caso di epidemie, così come per le persone appartenenti a gruppi a rischio.

La prevenzione dell'epatite B comporta la seguente serie di azioni:

  • la produzione di anticorpi nel sangue di una persona, per questo è necessario un vaccino contro l'epatite B;
  • rispetto della sterilità e della disinfezione durante le procedure mediche;
  • controllare il sangue del donatore prima della trasfusione;
  • uso di strumenti medici e cosmetici monouso;

Un metodo efficace per prevenire l'epatite B è l'immunizzazione.

Le vaccinazioni contro l'epatite B sono molto efficaci, quindi sono incluse nel programma di vaccinazione obbligatorio in 75 paesi in tutto il mondo. Secondo il programma di vaccinazione, la vaccinazione viene somministrata ai neonati e alle persone a rischio. Il farmaco viene somministrato in uno schema triplo, a seconda del gruppo di rischio da vaccinare.

Ci sono mono-vaccini e polivacidi, la loro differenza è che nel primo caso viene iniettato l'antigene di un solo virus, e le polivacidi contengono antigeni di diverse malattie. L'introduzione di mono o polivacidi dipende anche dalla fase appropriata dello schema di vaccinazione. Sebbene i nomi delle droghe siano molti, il principio di azione è lo stesso. La composizione della vaccinazione contro l'epatite B implica il contenuto dell'antigene HBsAg, a cui è formata l'immunità. Nonostante l'ampia scelta nei nomi, tutti i farmaci possono essere scambiati. È permesso fare la prima vaccinazione con un farmaco e continuare con l'altro.

Vaccini domestici: quali sono?

La vaccinazione nei policlinici locali e negli ospedali per la maternità è effettuata da droghe nazionali, hanno un costo di bilancio e sono fornite dallo stato. Famosi produttori russi - Combibotech LDT e Binnopharm. Nomi di farmaci antiepatite B domestici:

  • "Combiotech";
  • "Regevak";
  • "Bubo-Kok" (preparazione complessa), usato da 3 mesi a 6 anni;
  • Bubo-M (poli vaccino) - per adolescenti.
Torna al sommario

Vaccini d'importazione: cosa sono?

Se i genitori desiderano, è possibile usare droghe di fabbricazione straniera. La vaccinazione con farmaci importati può essere in cliniche private. È possibile acquistare il farmaco in una farmacia, che viene poi iniettato dai medici della clinica locale. Si dovrebbe prestare attenzione al rispetto delle regole di trasporto. I vaccini importati sono fatti in diversi paesi. I vaccini belgi Infarix e Endzheriks sono noti. La scelta dei farmaci importati è più ampia:

  • Polyvaccine "Infanrix with Hepatitis" (altro nome "Infanrix Hex"), prodotto in Belgio;
  • Polyvaccine "Endzheriks", una droga belga;
  • Eberbiovac NV, co-produzione di Cuba e Russia;
  • EuVax B, Corea del Sud;
  • Sci-B-Vac, produttore - Israele;
  • HB VAX II, USA;
  • Shanvak-V, India.
Torna al sommario

Cosa scegliere: vaccini domestici o importati?

I genitori si preoccupano di quale sia il migliore: vaccino domestico o importato? Questa domanda non avrà una risposta definitiva. Secondo gli esperti, se lo scopo principale della vaccinazione è considerare l'acquisizione di un'immunità stabile al virus e la prevenzione della malattia, allora l'efficacia di tutti i vaccini è la stessa. Ma se confrontiamo le caratteristiche dell'introduzione e la reazione individuale del corpo ai farmaci iniettati, c'è una differenza tra i produttori. I preparati estranei presentano vantaggi sotto forma di un metodo di somministrazione più rapido e più conveniente: vengono usati aghi più sottili, singoli contenitori per l'iniezione singola di una sostanza.

La tabella fornisce un confronto degli effetti delle vaccinazioni con i farmaci di produzione nazionale e importata nei primi due giorni dopo la vaccinazione nei bambini:

Vaccinazioni contro l'epatite A: schema di vaccinazione, effetti collaterali, controindicazioni, recensioni

Tutti i tipi di epatite infettano le cellule del fegato. Tuttavia, il virus dell'epatite non distrugge queste cellule, ma utilizza solo per la sua replicazione. L'epatite A differisce dai suoi "fratelli" solo perché non diventa cronica.

L'epatite A è completamente guarita e il corpo ne conserva l'immunità. Ma la medicina moderna rende possibile formare una forte immunità senza ammalarsi.

Naturalmente, l'igiene e la disinfezione costante di indumenti e articoli per la casa escludono la possibilità di infezione da epatite A. Ma questo non garantisce che, una volta nei paesi poveri con un basso livello di vita, dove un numero enorme di adulti e bambini sono malati, la persona non si infetterà. Per creare una protezione interna potente in questo - l'obiettivo dei vaccini contro l'epatite A e B. Non esiste ancora un vaccino per l'epatite C.

Cos'è l'epatite A?

Questa infezione virale è anche chiamata malattia di Botkin, come alla fine del XIX secolo, ha annunciato che l'ittero è il risultato di un'infiammazione del fegato. Per tutti i sintomi, è simile ad altre epatite virale B e C. Ci sono mal di testa, ittero, nausea, feci leggere e urina scurita. Spesso c'è dolore allo stomaco e vomito accompagnatorio.

Tuttavia, la malattia di Botkin può essere lenta e spesso i genitori non sanno che il loro bambino è malato. E le cellule del fegato in questo momento sono soggette ad attacchi da parte del virus.

Il virione dell'epatite contiene un semplice RNA circondato da un capside protettivo.

La virione fa sì che il fegato si moltiplica. E tutto il lavoro di questo corpo è ora volto ad aiutare il virus dell'epatite e non al lavoro per il bene del corpo. Quando il fegato si rifiuta di lavorare, il bambino può morire. Pertanto, la vaccinazione contro l'epatite A nei bambini è praticata in tutti i paesi sviluppati, secondo il programma stabilito dallo stato.

Come viene trasmesso il virus?

Il virus dell'epatite A viene trasmesso per via oro-fecale. Attraverso giocattoli per bambini non lavati, acqua, oggetti per la casa ordinari. Colui che è malato è più contagioso alla fine del periodo di incubazione - anche prima della comparsa di ittero.

Il virus stesso è abbastanza stabile. Il suo capside protegge l'RNA dagli effetti dannosi di un ambiente acido. È noto che se si influenza un virione con un calore di 180 0 С, allora vivrà per un'altra ora. A una temperatura ambiente confortevole, il virus può vivere per diversi decenni. Nei paesi in cui l'igiene è bassa, l'epatite A toglie la vita a così tanti bambini.

Vaccinazioni per bambini e adulti

Le vaccinazioni dell'epatite A provocano la produzione di anticorpi che persistono a lungo e proteggono da questo virus. L'immunizzazione di massa della popolazione nella Federazione Russa iniziò nel 1997. Fu allora che finirono i test per testare il vaccino domestico e fu confermato che era sicuro sia per i bambini che per gli adulti.

In Russia vengono utilizzati diversi vaccini importanti:

  • "GEP-A-in-VAK" - vaccino inattivato, che significa l'introduzione di virus non vivente.
  • Khavriks-720 - vaccino per bambini;
  • "Havriks-1440" - per adulti;
  • "AWACS";
  • "Waqt".

Vaccino "Twirix" combinato. È usato per la formazione di immunità contro l'epatite A e B. È abbastanza lecito allo stesso tempo (nello stesso giorno) somministrare iniezioni e vaccini contro l'epatite e altri vaccini. L'unica eccezione è il vaccino contro la tubercolosi (BCG).

Esiste anche un vaccino immunoglobulinico che contiene antigeni estranei già formati. La vaccinazione contro l'immunoglobulina viene effettuata quando una persona deve andare all'estero per 1 mese e necessita di un'alta protezione del corpo contro l'epatite.

Ma se c'è stato un contatto con una persona infetta ed è urgentemente necessario prendere misure preventive, viene somministrato il siero immunoglobulinico. Si differenzia dalla vaccinazione per la durata e la rapida eliminazione dal corpo. Questo siero durerà da 12 a 24 ore. Sebbene il siero non duri a lungo, è molto efficace nel far fronte alle infezioni, mentre è completamente sicuro.

Tipi di vaccini. Recensioni

Sviluppato diversi tipi di vaccini. I principali vaccini che vengono utilizzati ovunque e sono considerati sicuri: inattivati ​​(virus morti) e attenuati, cioè vivi. Ma ci sono ancora vaccini sintetizzati, il loro componente principale sono le proteine ​​isolate dal patogeno. I virus dell'epatite A chimicamente inattivati ​​non possono causare malattie. Questo è il loro principale vantaggio. Ma molti dei vaccini sintetizzati sono ancora in fase sperimentale.

La vaccinazione contro l'epatite A viene eseguita più spesso con l'uso di un vaccino inattivato e il feedback su di esso è generalmente positivo. È un metodo efficace per prevenire la malattia.

Vaccino contro l'epatite A. Programma di vaccinazione

Affinché un'immunità forte e duratura all'epatite si formi nel corpo del bambino, devono essere somministrate 2 vaccinazioni. Dopo l'introduzione di una dose del farmaco è in attesa per circa 6 mesi. Quindi, se non ci fossero reazioni allergiche o complicazioni, ripetere la vaccinazione.

Ora i bambini dai 12 mesi ai 18 anni, secondo lo schema di vaccinazione approvato, devono essere vaccinati. Gli adulti sono vaccinati se i test mostrano che non ci sono antigeni nel sangue per questa malattia. O le persone sono a rischio o, ad esempio, partono per paesi con un basso livello di sviluppo socio-economico. Secondo le statistiche, la vaccinazione riduce il rischio di contrarre l'epatite A del 30%.

Possibili complicazioni

In effetti, il rischio di complicanze dopo la vaccinazione è molto piccolo. Tutti i vaccini moderni sono esenti da impurità in eccesso; sono anche accuratamente testati. Ma a volte alcuni componenti di farmaci che il corpo non può assumere possono causare alcuni effetti collaterali. Molti medici insistono sul fatto che la vaccinazione contro l'epatite A è urgentemente necessaria per i bambini, di solito gli effetti collaterali sono lievi. Ma le complicazioni del fegato dopo il trasferimento della malattia - è molto più difficile per il bambino.

Di solito alle normali reazioni fisiologiche al farmaco introdotto di produzione nazionale sono:

  • debolezza generale;
  • dolore muscolare;
  • mal di testa;
  • temperatura a breve termine;
  • vomito o diarrea;
  • prurito, arrossamento e leggero gonfiore nel sito di iniezione.

Dopo la vaccinazione contro l'epatite A, ci possono essere altre complicazioni che richiedono cure mediche urgenti:

  • meningite e altre lesioni del sistema nervoso;
  • angioedema;
  • alcuni fallimenti nel lavoro di altri organismi;
  • vasculite;
  • coma.

Con l'introduzione di immunoglobulina anche a volte caratterizzata da dolore al sito di iniezione, mialgia e febbre leggermente al di sopra del normale.

I genitori dovrebbero sapere che è necessario dare una febrifuga solo quando la temperatura supera i 38 ° C. Ma le gravi complicazioni derivanti dalla vaccinazione contro l'epatite A sono rare eccezioni, non la regola.

Nella produzione di molti laureati controllare tutti i fattori di rischio e cercare di liberare i farmaci da conservanti non necessari. Probabilmente i futuri vaccini saranno assolutamente sicuri per la salute, ma finora siamo ancora sulla strada della ricerca.

Sebbene gli effetti indesiderati siano elencati abbastanza seri, il rischio che un bambino muoia dalla malattia non è inferiore agli effetti del vaccino. E i genitori di bambini piccoli devono soppesare i rischi due volte per prendere una decisione definitiva.

Come vengono fatte le vaccinazioni?

Assicurati che i genitori devono consultare un pediatra prima della vaccinazione. È importante sapere: quale reazione alla vaccinazione è considerata normale; L'altro sarà la ragione per cercare assistenza medica.

Il bambino deve essere esaminato Il compito principale del pediatra prima della vaccinazione è scoprire quanto il bambino è incline a questa malattia e se è allergico ai componenti del vaccino. Senza questo studio, il vaccino non può essere somministrato a un bambino di un anno. E ricorda che le vaccinazioni contro l'epatite A sono accettabili solo per bambini di età superiore ad un anno. In precedenza, il terapeuta non ha il diritto di farlo.

Per i bambini molto piccoli, la vaccinazione avviene iniettando il farmaco nella parte antero-laterale della coscia. I bambini più grandi e gli adulti devono essere iniettati nel muscolo sulla spalla.

Chi è a rischio?

La vaccinazione contro l'epatite A negli adulti a rischio deve essere somministrata immediatamente. Se un adulto viene infettato da un bambino, subirà una malattia molto più difficile.

Le seguenti categorie di cittadini appartengono al gruppo a rischio:

  • persone con danni al fegato;
  • quelli che lavorano con animali infetti;
  • adolescenti che vivono temporaneamente in altri paesi;
  • vivere nel matrimonio omosessuale;
  • insegnanti di scuola materna;
  • addetti alla ristorazione.

La vaccinazione contro l'epatite A nei bambini che sono stati testati sotto la guida di Werzberger, ha mostrato un'enorme efficacia. Il vaccino è stato somministrato ai bambini di età inferiore ai 16 anni e il 100% dei bambini studiati ha ricevuto un'immunità inequivocabile. Poi un altro test fu fatto in Tailandia, e il successo dell'immunizzazione ispirò anche gli scienziati. L'efficacia della vaccinazione è stata stimata al 97%. Pertanto, se esiste un rischio reale di infezione, non si devono rifiutare le vaccinazioni.

Azione vaccinale

Cosa succede nel corpo dopo la somministrazione del farmaco? Le vaccinazioni contro l'epatite A proteggono dai virus per 10-20 anni. Ma non è la droga stessa che protegge, ma le nostre cellule - gli anticorpi che il sistema immunitario inizia a produrre attivamente quando un virus straniero pericoloso entra nel corpo. Pertanto, l'infiammazione nel sito di iniezione è una reazione completamente comprensibile e ammissibile.

Gli anticorpi sono immagazzinati nel corpo per un tempo molto lungo. Alcuni di loro possono essere identificati 6 mesi dopo la malattia. Altri tipi di anticorpi persistono nel sangue anche dopo anni.

Controindicazioni

Qualsiasi vaccino (vivo, non vivente o sintetizzato) è un farmaco che non può essere definito innocuo. Come ogni dispositivo medico, i vaccini vengono accuratamente testati. Dopotutto, la vaccinazione contro i bambini affetti da epatite A in primo luogo dovrebbe essere sicura.

E di conseguenza, il farmaco, il vaccino ha le sue istruzioni e controindicazioni. Chi può essere vaccinato contro l'epatite A? Le controindicazioni sono le seguenti:

  1. La tendenza alle allergie o allergie per l'introduzione della prima dose del farmaco.
  2. Qualsiasi processo infiammatorio nel corpo. Il vaccino può essere introdotto solo in modo sano e inequivocabile.
  3. Gravidanza.
  4. Neoplasie maligne

Se non ci sono controindicazioni e la persona (o il bambino) è fisicamente sviluppata normalmente, non c'è motivo di preoccuparsi del vaccino. L'immunità si forma in un bambino da 6 mesi, quando le difese immunitarie della madre trasmesse alla nascita sono esaurite e fino a 12 anni. Questo è un processo lungo e un periodo molto importante.

Nel corso degli anni, quanti più anticorpi possibili dovrebbero essere formati nel suo corpo in modo che non possa avere paura per la sua vita e salute, contattando le persone e andando a riposare all'estero. Ma anche gli adulti non saranno vaccinati contro l'epatite A.

È per queste ragioni che viene eseguita una doppia vaccinazione in modo che la difesa del corpo sia rafforzata. Ma se un bambino ha una reazione negativa al vaccino, allora la successiva iniezione è proibita.

Vaccinare o non vaccinare?

Ma non c'è una risposta inequivocabile alla domanda: le vaccinazioni contro l'epatite A rendono il bambino più sano? I genitori dovrebbero conoscere tutte le informazioni sul vaccino e prendere una decisione per il bambino. Dopo tutto, i genitori e non i medici sono responsabili.

Il problema principale è che a volte il vaccino non viene conservato correttamente durante il trasporto. Di conseguenza, la sua efficacia è ridotta o sotto tutti gli aspetti è riciclabile. Ma a causa del suo alto costo, si rifiutano di buttare via il prodotto viziato. Ed è proprio questo problema che deve essere risolto da medici e genitori.

Nome della malattia: epatite A

Opzioni di vaccino

Sul mercato internazionale sono disponibili diversi vaccini per l'epatite A. Sono tutti simili in termini di affidabilità della protezione delle persone dal virus e dagli effetti collaterali. Non esiste un vaccino con licenza per bambini di età inferiore ad un anno. I vaccini sono usati in Russia: "Avaxim", "Avaxim 80", "Vakta", "GEP-A-in-VAK", "Khavriks 720", "Khavriks 1440".

La mortalità per epatite A varia dall'1% al 30%, con un marcato aumento della mortalità con l'età, che è associata ad un aumento della probabilità di infezione sulla malattia epatica cronica.

Principi e obiettivi della vaccinazione

L'infezione da epatite A non porta allo sviluppo di malattie epatiche croniche ed è raramente fatale, ma può causare sintomi indebolimento della salute ed epatite fulminante (insufficienza epatica acuta), che è associata ad alta mortalità, e il recupero da questa malattia è protratto. Casi individuali ed epidemie di epatite A si verificano in tutto il mondo e tendono ad essere ciclici. Si stima che 1,4 milioni di casi di epatite A si verificano ogni anno nel mondo.In aree con ampia diffusione del virus (alta endemicità), la maggior parte delle infezioni da epatite A si verificano nei bambini piccoli. L'uso del vaccino consente la protezione a lungo termine di bambini e persone che non hanno l'epatite A durante l'infanzia.

Il fatto che la vaccinazione sia inclusa o meno nell'immunizzazione di routine dei bambini dipende dal contesto locale, compresa la percentuale di persone sensibili nella popolazione e il livello di esposizione al virus. In alcuni paesi, tra cui Argentina, Cina, Israele, Turchia e Stati Uniti d'America, questo vaccino è incluso nella vaccinazione di routine dei bambini. In molti paesi, viene utilizzato uno schema di vaccinazione a due dosi che utilizza un vaccino inattivato per l'epatite A, ma in altri paesi si può prevedere che una singola dose di vaccino inattivato per l'epatite C debba essere inclusa nei programmi di immunizzazione. A.

In Russia, la vaccinazione contro questa malattia viene effettuata secondo le indicazioni epidemiche. Ad esempio, per le persone che vivono in regioni svantaggiate dall'incidenza dell'epatite A, nonché per le persone esposte al rischio di contagio professionale (operatori sanitari, lavoratori del servizio pubblico impiegati nelle imprese dell'industria alimentare, oltre a servizi di acqua e fognature, attrezzature e reti ). Inoltre, le persone che viaggiano in paesi svantaggiati (regioni) in cui è registrato un focolaio di epatite A sono vaccinate.

Efficacia del vaccino

Dopo la vaccinazione, l'immunità contro il virus dell'epatite A si forma nel 95% dei soggetti già 2 settimane dopo la prima iniezione e nel 100% dopo l'introduzione della seconda dose di vaccino. Anche in caso di esposizione a un virus, una singola dose di vaccino ha un effetto protettivo entro due settimane dal contatto con il virus. Tuttavia, i produttori raccomandano due dosi di vaccino per fornire una protezione più duratura - per circa 5-8 anni dopo la vaccinazione.

L'introduzione del vaccino porta alla comparsa di anticorpi protettivi contro il virus dell'epatite A per 15-28 giorni dopo la vaccinazione. La concentrazione di anticorpi dopo la vaccinazione è leggermente inferiore a quella durante l'infezione, ma è sufficiente per una protezione affidabile contro la malattia. L'immunità protettiva risultante viene mantenuta per almeno un anno dopo la vaccinazione. Con l'introduzione di una seconda dose di vaccino (6-12 mesi dopo l'immunizzazione primaria) è possibile prolungare l'immunità all'epatite A fino a 10 anni. L'efficacia della vaccinazione della popolazione contro l'epatite A ripetutamente confermata rende abbastanza reale il compito di eliminare completamente questa infezione.

Reazioni post-vaccinazione

Milioni di persone immunizzate non hanno avuto reazioni avverse serie. Questo vaccino può essere incluso come parte integrante dei normali programmi di immunizzazione per i bambini e somministrato insieme ad altri vaccini ai viaggiatori.

Il rischio di complicanze post-vaccinazione

In rari casi, possono verificarsi reazioni allergiche.

Controindicazioni

Per la somministrazione di vaccini contro l'epatite A, vi sono controindicazioni generali (come per gli altri vaccini) - fino a quando i sintomi di qualsiasi malattia acuta scompaiono prima che la malattia cronica entri nella fase di remissione. Le controindicazioni assolute includono l'insorgenza di reazioni allergiche immediate a precedenti iniezioni di questo vaccino.

Quando piantare?

Puoi vaccinare i bambini da 12 mesi. La seconda dose del vaccino viene somministrata in 6-12 mesi.

Caratteristiche dell'epatite A. Indicare se non essere vaccinato contro di esso

L'epatite è una malattia molto pericolosa, i cui vettori sono virus. La malattia ha due forme di sviluppo: cronica e acuta. Se l'epatite di categoria B è classificata come una malattia mortale, quindi con l'epatite A, la prognosi non è così minacciosa. Inoltre, per proteggere il corpo dagli attacchi virali, viene fornita la vaccinazione contro l'epatite A, che contribuisce alla formazione di anticorpi contro il virus, garantendo una protezione affidabile contro la malattia. L'epatite A senza terapia farmacologica opportunamente selezionata minaccia lo sviluppo di grave insufficienza epatica, che può essere fatale.

Cosa si sa dell'epatite A

  1. La malattia è virale, caratterizzata dalla nitidezza della forma del corso. La malattia è chiamata ittero o malattia di Botkin in onore del terapeuta che lo ha identificato come un tipo separato di patologia.
  2. La fonte dell'infezione diventa una persona malata che diffonde l'infezione nell'ambiente. Puoi anche essere infettato dopo il normale contatto con una persona infetta.
  3. Un virus insidioso nel corpo colonizza la membrana mucosa del tratto gastrointestinale. Da lì, con una corrente sanguigna, l'infezione entra nella regione del sistema linfatico, quindi finisce nel fegato, causando danni alle sue cellule.
  4. L'inizio della malattia è asintomatico, la durata del periodo di latenza è di 15-30 giorni, dopo di che compare un gruppo di sintomi simili al comune raffreddore. Poi arriva il periodo pre-itterico, caratterizzato da un cambiamento nell'indice dei colori delle urine e delle feci.
  5. Durante lo sviluppo dell'ittero, il colore della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi diventa giallo e la condizione generale inizia a deteriorarsi. Dopo un massimo di 20 giorni, i sintomi svaniscono, preannunciando il recupero con l'acquisizione dell'immunità permanente.

Importante: l'epatite A non è pericolosa come le complicazioni dopo di essa, specialmente quando il bambino ha meno di cinque anni. Poiché i bambini di questa età non hanno ancora formato l'immunità contro l'infiammazione acuta del fegato, hanno bisogno di una protezione aggiuntiva contro l'epatite di categoria A.

Caratteristiche della vaccinazione contro la malattia epatica

La vaccinazione contro l'epatite A non è inclusa nel numero di vaccinazioni che devono essere fatte. Tuttavia, la malattia porta molta sofferenza al bambino e costi finanziari imprevisti ai genitori, e i bambini in età scolare sono a rischio di restare indietro a scuola a causa del lungo periodo di trattamento. Tuttavia, secondo molti genitori, a causa della forma lieve della malattia, la manipolazione non è necessaria, ma alcuni anni fa, la vaccinazione è stata resa obbligatoria per i bambini quando si sono registrati all'asilo. La maggior parte dei paesi immunizza contro l'infezione da epatite A nel programma di immunizzazione obbligatorio.

Quando la vaccinazione contro l'epatite virale A è raccomandata per gli adulti:

  • prima di recarsi sul territorio di paesi con clima particolarmente caldo, dove c'è una minaccia di diffusione dell'infezione;
  • prima di unirsi a grandi gruppi (medici, pedagogici, ecc.);
  • quando vivono sul sito di epidemie a causa della minaccia di contatto con i portatori di infezione;
  • nelle malattie croniche del fegato, ha confermato l'emofilia.

La vaccinazione degli adulti è raccomandata se una persona usa droghe, pratica il sesso promiscuo, ha un orientamento sessuale non convenzionale. Le iniezioni per gli adulti si svolgono per via intramuscolare, nella spalla, l'età massima è di 55 anni. Lo schema di manipolazione consiste in due vaccinazioni, che garantiscono la sicurezza dell'immunità epatica per un periodo di 20-25 anni.

Quando la vaccinazione contro l'epatite virale A è necessaria per i bambini:

  • due settimane prima di una vacanza programmata in mare o in viaggio con genitori in paesi esotici, dove si prevede che il livello di infezione sia elevato con una maggiore probabilità di infezione;
  • entro dieci giorni dal contatto con una persona che soffre di epatite A, specialmente se la portatrice è un virus appartenente alla cerchia sociale del bambino;
  • prima di fare una visita ai gruppi di bambini (scuola materna, scuola);
  • dopo la diagnosi di emofilia o gravi patologie epatiche.

Importante: alla vigilia della procedura di vaccinazione, il bambino deve essere esaminato per accertarsi che ci siano anticorpi contro l'infezione. Le iniezioni vengono somministrate ai bambini per via intramuscolare - la coscia, i bambini più grandi ricevono un'iniezione nella spalla, la somministrazione sottocutanea non fornisce l'effetto desiderato.

La presenza di anticorpi nel sangue indica una precedente vaccinazione o epatite trasferita, pertanto la vaccinazione non è rilevante. Quando si verifica l'assenza di anticorpi nel sangue, si raccomanda il vaccino, specialmente per quei bambini che sono a rischio. L'epatite A non può essere reinfettata, dopo la malattia si sviluppa l'immunità a lungo termine alle malattie infettive.

Quando e cosa è vaccinato

Lo schema di immunizzazione contro l'infezione di gruppo A si compone di due fasi: la prima iniezione può essere iniziata da due anni, sebbene il vaccino sia stato approvato per l'uso dall'età di 12 mesi. La seconda iniezione rivacciante deve essere effettuata dopo sei mesi, il secondo vaccino può essere posticipato per un massimo di cinque anni, altrimenti il ​​primo perde la sua forza. Una singola dose protegge dall'infezione solo per cinque anni.

Elenco dei preparati vaccinali raccomandati nel territorio della Federazione Russa

Vaccinazione contro l'epatite A per i bambini

L'epatite virale A, o malattia di Botkin, è un'infezione virale acuta che causa danni alle cellule del fegato fino a quando non sono completamente morti. A causa della malattia, le vie biliari possono essere colpite. L'infezione viene trasmessa attraverso l'acqua (impianto idraulico o mentre si fa il bagno in uno stagno), cibo, giocattoli e oggetti di consumo generale quando è in contatto con un paziente. Parleremo della vaccinazione contro l'epatite A nei bambini: quali sono le indicazioni e le controindicazioni, le reazioni avverse e come si forma l'immunità.

Avete bisogno di vaccini contro l'epatite A?

Il più delle volte, la malattia è lieve, ma anche in questi casi le cellule epatiche recuperano 6 mesi o più. Su un paziente con forma icterica di epatite A, ci sono fino a 10 pazienti con forma anterterica. Tali pazienti possono essere trattati con una diagnosi di infezioni respiratorie acute o SARS, infezione intestinale. Ma possono infettare altre persone con il virus.

Pertanto, per evitare il contatto con un bambino con epatite è difficile. Nessuna meraviglia che l'epatite virale A sia chiamata una delle più comuni infezioni intestinali.

La prevenzione specifica dell'epatite A è l'uso di immunoglobuline con anticorpi predisposti al virus dell'epatite A (cioè, il donatore ha precedentemente sofferto di questa malattia). Gli svantaggi di questo metodo sono:

  • breve durata della protezione (fino a 1 mese);
  • la necessità di grandi dosi;
  • capacità di causare reazioni allergiche.

Ma, secondo i medici, la vaccinazione contro l'epatite A è l'unico metodo affidabile di protezione contro questa malattia. La vaccinazione viene utilizzata per più di 10 anni. Negli Stati Uniti e in altri paesi, tale vaccinazione è inclusa nel programma di vaccinazione. Non essendo obbligatorio in Russia, è necessario per i bambini con la minaccia di infezione esistente.

La vaccinazione contro l'epatite A non protegge contro l'infezione da altri tipi di epatite virale (B, C, E, D, ecc.).

Indicazioni per la vaccinazione

Il rischio di infezione per i bambini quando si raccomanda di vaccinarli:

  • non meno di 2 settimane prima dell'inizio delle visite scolastiche o delle scuole materne, prima di recarsi in paesi dell'Asia e dell'Africa, verso i sanatori marini (in Russia, all'estero);
  • nelle malattie croniche del fegato;
  • emofilia;
  • prevenzione di emergenza: nei primi 10 giorni dall'inizio del contatto con pazienti con epatite A (l'immunità si sviluppa prima della fine del periodo di incubazione).

L'indicazione per la vaccinazione è l'assenza di anticorpi contro il virus dell'epatite A nel sangue del bambino.Un test anticorpale viene eseguito prima della vaccinazione. Se vengono rilevati anticorpi, la vaccinazione non è necessaria: significa che il bambino ha già avuto l'epatite A e ha una forte immunità (non si ammalano di nuovo).

Controindicazioni

  • Qualsiasi malattia acuta;
  • malattia cronica in fase acuta;
  • allergia ai componenti del vaccino;
  • reazione allergica alla dose precedente del vaccino usato.

Preparativi per la vaccinazione

In Russia, i seguenti vaccini sono raccomandati:

  • HAVRIX (Inghilterra) - 0,5 ml in una siringa o fiala usa e getta; può essere utilizzato dall'età di uno;
  • AVAKSIM (Francia) - 0,5 ml in una siringa monouso; introdotto da 12 mesi.;
  • VAKTA (USA) - in una bottiglia da 0,5 ml; usato da 2 anni;
  • GEP-A-IN-VAK (Russia) - 0,5 ml in fiale; approvato per l'uso da 3 anni.

Tutti questi vaccini contengono un virus dell'epatite A ucciso: non può causare malattia in un bambino vaccinato e non può essere trasmesso da altri bambini vaccinati. I vaccini devono essere conservati a una temperatura di + 2- + 8 0 С, prevenendo il congelamento.

Schema di vaccinazione

Il vaccino in una dose da 0,5 ml viene somministrato per via intramuscolare ai bambini fino a 1,5 anni di età - sulla superficie anteriore esterna della coscia e sui bambini più grandi nei muscoli della spalla. Non è raccomandato iniettare il farmaco nella regione glutea e per via sottocutanea. Nel caso particolare (con concomitante malattia del sangue), è consentita la somministrazione sottocutanea. Il vaccino per via endovenosa non può essere somministrato.

La vaccinazione viene eseguita due volte con un intervallo di 6-18 mesi. (a seconda del tipo di vaccino). Una singola iniezione del vaccino provoca la formazione di immunità in 7-14 giorni e fornisce protezione contro la malattia per 1,5 anni. Dopo due dosi della dose vaccinata, una buona immunità si forma nel 98-100% dei vaccinati, dura fino a 20 anni e più a lungo.

Il vaccino dell'epatite A può essere somministrato con altre vaccinazioni in un giorno (escluso BCG) o, secondo le regole generali della vaccinazione, con un intervallo di 1 mese. dopo il precedente.

Nei bambini con disordini immunitari, una singola dose di dose di vaccinazione non può portare alla formazione di un titolo anticorpale sufficiente: possono essere richieste dosi aggiuntive del farmaco.

Reazioni ai vaccini

Il vaccino è generalmente ben tollerato. Ma ci possono essere reazioni locali (meno del 15% vaccinate) e generali (5-6%). Sulle reazioni del vaccino importate sono rare.

Nel sito di iniezione si può notare:

Le possibili reazioni comuni includono:

  • mal di testa;
  • aumento della temperatura;
  • dolore addominale;
  • stanchezza;
  • appetito ridotto;
  • diarrea;
  • nausea (vomito);
  • dolori alle articolazioni e ai muscoli;
  • eruzione cutanea (meno dell'1%).

Le reazioni avverse sono lievi, self pass. Reazioni gravi sotto forma di shock anafilattico e convulsioni sono molto rare.

Riprendi per i genitori

Sotto l'influenza del virus dell'epatite A, si verificano cambiamenti pronunciati nel tessuto epatico, specialmente nel caso di una malattia non diagnosticata che si manifesta sotto l'apparenza di un'altra malattia. In tali casi, non esiste un regime protettivo, la dieta non viene osservata nel periodo di recupero, che danneggia ulteriormente il fegato.

Data la diffusione diffusa della malattia e la suscettibilità preferenziale della popolazione infantile ad essa, la formazione di una protezione a lungo termine dopo la duplice somministrazione del vaccino - le vaccinazioni contro l'epatite A devono essere effettuate per i bambini (tenendo conto delle indicazioni indicate nell'articolo).

Quale dottore contattare

Per vaccinare un bambino contro l'epatite A, si raccomanda di contattare uno specialista in malattie infettive, perché è necessario un esame speciale prima della vaccinazione. Un pediatra può aiutare in questo. Un allergologo, un immunologo, un gastroenterologo o un epatologo (se il bambino ha una malattia del fegato) risponderà a tutte le domande dei genitori. Se la vaccinazione viene eseguita in un bambino con emofilia, è necessario prima consultare un ematologo.

Vaccino di Havriks contro l'epatite A: droga e caratteristiche d'uso

L'epatite virale è una delle più comuni infezioni dei tempi moderni, che infetta le cellule del fegato con la conseguente perdita progressiva della loro funzione. Tra i bambini, l'epatite virale A è la più comune e ciò è spiegato dal modo in cui la malattia viene trasmessa: attraverso le mani sporche, con cibo, acqua, giocattoli e oggetti per la casa. La comparsa di febbre, nausea, debolezza e ittero sono sintomi caratteristici della malattia. La vaccinazione con il vaccino di Havriks è un metodo efficace di specifica profilassi immunitaria contro le infezioni.

Vaccino di epatite A inattivato - Khavriks. Il nome dell'inglese HAVRIX (virus dell'epatite A) - un mezzo per creare un'immunità attiva contro l'infezione.

Il farmaco è disponibile sotto forma di flaconcini o siringhe con un liquido bianco torbido con un volume di 1 ml (per gli adulti) o 0,5 ml (per i bambini). In una scatola di cartone c'è 1 flacone o siringa con vaccino e istruzioni.

Il principio attivo è una sospensione di tessuti infetti dal virus dell'epatite A. L'agente patogeno viene coltivato (coltivato) sulle cellule del tessuto polmonare di embrioni umani morti a seguito di aborto spontaneo. Il farmaco viene lavato, il virus viene inattivato usando la formaldeide. Al fine di prevenire la contaminazione batterica, viene utilizzato il trattamento con Netilmicin (un antibiotico del gruppo aminoglicosidico). La dose immunizzante viene determinata usando il metodo immunologico a fase solida (ELISA).

Dose usata nella preparazione:

  • Per gli adulti: 1440 PEZZI ELISA - 1 ml.
  • Per bambini 720 ED ELISA - 0,5 ml.

È importante! Torbidità del liquido o presenza di un piccolo precipitato bianco: lo stato normale delle vaccinazioni farmacologiche

Khavriks è un vaccino inattivato, il cui effetto è dovuto alla reazione del corpo umano all'ingestione di tessuto estraneo con produzione di anticorpi (proteine ​​neutralizzanti specifiche).

Quando il percorso naturale di infezione, l'agente patogeno entra nelle cellule del fegato e provoca un lungo periodo di latenza, seguito da una fase di grave intossicazione. Il virus nel farmaco è inattivato, quindi il rischio di sviluppare la malattia dopo la vaccinazione è minimo.

Dopo l'introduzione della prima dose di vaccino, dopo 15 giorni vi è una quantità sufficiente di anticorpi nell'85% di immunizzati, dopo 30 giorni - nel 99%. Secondo gli studi, il numero di immunoglobuline nei pazienti vaccinati è inferiore rispetto a quelli che sono stati malati, ma sufficienti a creare un'immunità attiva.

La concentrazione di anticorpi circolanti nel sangue persiste per 30-40 anni dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino.

La vaccinazione contro l'epatite A non è prevista dal calendario nazionale, pertanto viene effettuata esclusivamente su richiesta del paziente o per motivi speciali.

Immunizzazione attiva raccomandata:

  • Viaggiatori all'epatite Una zona endemica - Centro e Sud Africa, Medio Oriente, i paesi del bacino del Mediterraneo.
  • Personale militare (a causa di condizioni igieniche basse e rischio elevato di epidemia).
  • Dipendenti di scuole materne, scuole, istituti di ristorazione.
  • Medici, personale medico medio e inferiore di istituzioni mediche (in particolare reparti infettivi e gastroenterologici).
  • Persone con malattia epatica cronica e alto rischio di fulminante (pazienti con epatite autoimmune, portatori di epatite virale B o C).

Consulenza medica L'immunizzazione è raccomandata per i pazienti con compromissione della coagulazione del sangue (ad esempio l'emofilia), poiché il danno epatico durante l'infezione peggiora il decorso della malattia di base

Il vaccino Khavriks è usato esclusivamente per la somministrazione parenterale, il più delle volte per via intramuscolare. Siti di iniezione chiave:

  • Il terzo superiore della spalla (nel muscolo deltoide).
  • La superficie anterolaterale della coscia - più spesso nei bambini fino a un anno.

Consulenza medica Per prevenire lo sviluppo di complicazioni e la reazione iperimmune, la somministrazione di farmaci sottocutanei è raccomandata per i pazienti con disturbi del sangue.

L'uso endovenoso o intraarterioso è severamente proibito.

La dose per un adulto è 1 ml (1440 ED ELISA), per un bambino sotto i 18 anni - 0,5 ml (720 ED ELISA).

Il vaccino di Havriks è un vaccino sicuro, perché non contiene materiale patogeno vivo, ma solo particelle antigeniche di un virus completamente inattivato. Tuttavia, il rischio di conseguenze indesiderabili non è escluso.

La vaccinazione non è raccomandata:

  • Nel periodo acuto di malattie somatiche o infettive, inclusa patologia virale respiratoria acuta con febbre e sindrome catarrale.
  • Persone con grave immunodeficienza (congenita o infetta da HIV).
  • Pazienti con allergie a uno qualsiasi dei componenti del vaccino (Formaldeide, Netilmicina, ecc.).
  • Con gravi reazioni allergiche nella storia (shock anafilattico, angioedema, angioedema, angioedema, angioedema, angioedema.

Il verificarsi di reazioni avverse dopo somministrazione del farmaco Havriks è raro e più spesso rappresentato:

  • Arrossamento temporaneo, rash polimorfo ed edema nel sito di iniezione.
  • Aumento della temperatura sistemica fino a valori subfebrillari (fino a 37,5 ° C).
  • Prurito nella somministrazione di farmaci.
  • Mal di testa, sonnolenza, debolezza.
  • Violazione della sensibilità, parestesia (sensazione di gattonamento).
  • Nausea, vomito, diarrea, perdita di appetito.

Queste condizioni si trovano in meno del 10% dei casi di vaccinazione contro l'epatite A, non richiedono una correzione medica e scompaiono entro 3 giorni.

I principali effetti collaterali del farmaco sono le reazioni allergiche di diversa gravità (dall'eruzione cutanea allo shock anafilattico) che si verificano quando la tecnica di vaccinazione non viene seguita e la storia medica è incompleta.

Vaccinazione contro il vaccino contro l'epatite A Khavriks non soggetto a controllo nazionale, quindi il farmaco viene somministrato a qualsiasi età (bambini da 6 mesi).

Le caratteristiche di Havriks sono presentate nella tabella:

L'epatite A deve essere vaccinata e il vaccino ha effetti collaterali?

La malattia di Botkin o l'epatite A è considerata un'infezione virale acuta che infetta le cellule del fegato e causa la loro necrosi. E anche il tratto biliare soffre della malattia. Il virus di questa malattia è costantemente presente nell'ambiente. L'infezione si verifica principalmente attraverso cibo, acqua, oltre a oggetti per la casa, giocattoli o per contatto. Con la massiccia infezione da epatite A, si formano focolai epidemici. La malattia di Botkin è completamente curabile e dopo di esso il corpo è immune al virus. Tuttavia, il recupero richiede un lungo periodo. Il modo efficace per combattere le infezioni è considerato una vaccinazione.

Cos'è l'epatite virale A?

L'epatite A o la malattia di Botkin è una malattia virale che colpisce le cellule del fegato e le vie biliari. A differenza di altri tipi di epatite, questo disturbo risponde bene alla terapia.

L'agente eziologico della malattia è molto resistente ai fattori esterni e può rimanere vitale per molti anni a basse o alte temperature. Eliminare il virus è possibile solo con l'ebollizione.

L'infezione penetra nel corpo umano e si localizza nell'intestino, dal quale viene assorbita dal sangue. Nel sangue, il virus entra nel fegato e, combinandosi con gli epatociti, provoca un processo infiammatorio nel corpo.

Malfunzionamenti nel funzionamento del fegato causano disturbi dei processi metabolici:

  • nel sangue c'è una forte diminuzione delle proteine;
  • un aumento della concentrazione di bilirubina;
  • il beriberi è formato.

In certe situazioni, l'epatite A può causare insufficienza epatica e morte del paziente.

Durante la malattia negli esseri umani, ci sono principalmente segni simili ad altre epatiti:

  • ittero;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • feci illuminate;
  • oscuramento delle urine.

Abbastanza spesso dolore marcato allo stomaco, accompagnato da vomito.

Ma in alcune situazioni, l'epatite A è lenta, il paziente non ha idea dell'infezione e le cellule del fegato sono esposte al virus durante questo periodo. Quando il fegato smette di funzionare, una persona può morire.

Modi di infezione

La malattia può colpire le persone sia nell'infanzia che nell'età adulta. L'infezione può avvenire attraverso giocattoli sporchi per bambini, acqua non depurata, cibo o oggetti domestici. I focolai epidemici, di regola, si verificano in gruppi di bambini. A differenza dei patogeni di altri tipi di epatite, questo virus non provoca patologie croniche del fegato o della cirrosi, ma in assenza di terapia, il disturbo indebolisce notevolmente il sistema immunitario.

Molto spesso, bambini e adulti sono infetti:

  • situato in una squadra chiusa;
  • vivere in un dormitorio;
  • vivere con una persona infetta;
  • acqua potabile che non ha subito la necessaria purificazione.

E anche le persone che arrivano in paesi con maggiore incidenza possono rapidamente infettarsi.

La vaccinazione contro l'epatite A è necessaria?

Il vaccino contro questa malattia costringe il corpo umano a produrre anticorpi. Questi ultimi persistono a lungo e proteggono il corpo dalle infezioni.

Il corpo umano, una volta trasferito l'epatite A, sviluppa una protezione permanente contro la malattia.

Per identificare e prevenire diverse patologie, è stata sviluppata una moderna classificazione internazionale delle malattie, che contiene diversi codici, ognuno dei quali corrisponde a un virus o infezione specifico, oltre a vaccinazioni. Circa la necessità di immunizzazione indica il codice ICD-10 Z24.6.

Vantaggi e svantaggi della vaccinazione

L'uso del vaccino contro l'epatite A per i bambini ridurrà il rischio di infezione, ridurrà la durata della malattia e il periodo di recupero. Poiché non esiste un trattamento specifico per la malattia di Botkin, e le medicine possono solo supportare il fegato e ridurre l'intossicazione, il recupero richiede molto tempo.

I benefici della vaccinazione includono:

  • Dopo la prima iniezione di siero, la maggior parte delle persone sviluppa l'immunità al virus per un mese;
  • non si verificano effetti collaterali negativi dopo la vaccinazione;
  • La vaccinazione contro l'epatite A fa parte dello schema di vaccinazione obbligatoria per bambini e adulti in molti paesi, come la Cina, gli Stati Uniti, l'Argentina e Israele;
  • È importante vaccinare i bambini con patologie epatiche, poiché la malattia può portare a gravi conseguenze.

L'operatore sanitario non è in grado di commettere errori nel dosaggio del siero, poiché solitamente è rappresentato da una dose di siringa.

Gli svantaggi della vaccinazione includono un caso molto raro, ma possibile, di effetti collaterali. Sia un bambino che un adulto tollerano di solito un vaccino che protegge da una malattia pericolosa.

Chi è raccomandato per essere vaccinato?

Inizialmente, dovresti vaccinare le persone che sono a rischio di essere infettate da un virus:

  • militari;
  • professionisti medici;
  • tossicodipendenti;
  • i bambini che vivono in città trasferite;
  • tutor, asili nido e insegnanti;
  • personale addetto alla ristorazione;
  • pazienti con patologie croniche;
  • persone che hanno contatti con infetti.

In Russia, tale vaccinazione non è inclusa nel programma pianificato di vaccinazioni, è facoltativa, ma raccomandata, e quindi non è gratuita. Il prezzo del siero può essere trovato nelle farmacie.

I medici raccomandano la vaccinazione obbligatoria della malattia ai turisti che hanno intenzione di recarsi in Africa o in Asia, così come ai bambini che andranno all'asilo per la prima volta.

Controindicazioni

Qualsiasi siero non è uno strumento innocuo. Come tutti i medicinali, anche i vaccini vengono testati. Poiché il vaccino contro l'epatite A viene somministrato ai bambini, deve essere assolutamente sicuro.

La vaccinazione ha alcune controindicazioni per:

  • reazioni allergiche ai componenti del vaccino;
  • la gravidanza;
  • processi infiammatori nel corpo;
  • neoplasie maligne;
  • febbre.

La vaccinazione può essere fatta solo a persone assolutamente sane. È vietato bere alcolici alcuni giorni prima e dopo la vaccinazione.

Preparativi per la vaccinazione

La microbiologia ha sviluppato diversi tipi di sieri, che sono suddivisi in:

  1. Inattivato, che include virus morti.
  2. Virus attenuati e vivi.
  3. Sintetizzato, il componente principale sono le proteine ​​derivate dall'agente causale della malattia.

Assolutamente tutti i sieri di epatite A sono inattivati ​​e non possono causare infezioni, quindi una persona non può ammalarsi dopo la vaccinazione. Questo è il vantaggio principale di questi sieri.

Al forum del Dr. Komarovsky, le persone dopo il loro uso lasciano recensioni per lo più positive. La vaccinazione è considerata un modo efficace per prevenire la malattia.

I principali sieri utilizzati per la vaccinazione di adulti e bambini, venduti in farmacia, sono elencati nella tabella: