Trovato epatite con cosa fare

Sintomi

"Affettuoso assassino": i medici definivano un nome così terrificante per l'epatite C.

L'epatite C in realtà "uccide" inosservata. Molto spesso, le prime manifestazioni della malattia sono la cirrosi o il cancro del fegato. L'incidenza della cirrosi nei pazienti con epatite C cronica può raggiungere il 50%.

L'epatite C è la più comune tra tutte le epatiti virali. Ciò è probabilmente dovuto al gran numero di pazienti asintomatici che non sono consapevoli della loro malattia. Inoltre, l'epatite C è una delle cause più comuni di tutte le malattie croniche del fegato. Il numero di portatori del virus dell'epatite C nel nostro paese, secondo le statistiche ufficiali, è di circa 5 milioni di persone.

Il virus dell'epatite C ha un numero di proprietà interessanti: ci sono molte varietà di questo virus, inoltre, un paziente può avere diverse varianti del virus allo stesso tempo, che sono comunemente chiamate psevdovidi.

Questi psevodovidy si formano nel corpo umano, grazie alla particolare variabilità dei virus dell'epatite C. Ciò consente loro di "fuggire" dagli effetti del sistema immunitario del corpo e causare una progressione crescente della malattia.

Nell'ambiente a temperatura ambiente, il virus può persistere per 16 ore e talvolta fino a 4 giorni.

Esistono 2 modi di trasmissione del virus: ematogena (cioè attraverso il sangue) e genitale. Il modo più frequente è ematogeno.

Come si verifica l'infezione?

Con la trasfusione di sangue e dei suoi componenti. In precedenza, era la principale via di infezione dell'epatite C. Tuttavia, con l'avvento del metodo di diagnosi di laboratorio dell'epatite C virale e l'introduzione nella lista obbligatoria dei sondaggi dei donatori, questo percorso è sfumato sullo sfondo. Il metodo più comune di infezione al momento è l'infezione durante il tatuaggio e il piercing. L'uso di strumenti poco sterilizzati, e talvolta non elaborati, ha portato ad un forte aumento dell'incidenza della malattia. Spesso l'infezione si verifica quando si visita il dentista, sale manicure. Quando si usano aghi comuni per uso di droghe per via endovenosa. L'epatite C è estremamente comune tra i tossicodipendenti. Quando si usano comuni spazzolini da denti, rasoi, forbici per unghie con una persona malata. Il virus può essere trasmesso da madre a figlio durante il parto attraverso il contatto sessuale: questa modalità di infezione non è così importante per l'epatite C. Solo nel 3-5% dei casi di sesso non protetto può verificarsi un'infezione. Iniezioni con aghi infetti: questo metodo di infezione non è raro tra i professionisti medici.

In circa il 10% dei pazienti con epatite C acuta e nel 30% dei pazienti con epatite C cronica, la fonte rimane inspiegata.

Va ricordato che il virus dell'epatite C non viene trasmesso da goccioline e contatti a contatto con l'aria. Per l'infezione richiede il contatto diretto di sangue e sangue.

Pertanto, se c'è una persona con epatite C nel suo ambiente per evitare restrizioni eccessive, è necessario sapere che non è possibile ottenere l'epatite C:

Quando si tossisce e starnutisce. Quando si stringono le mani. Con abbracci e baci. Quando si consuma un cibo o una bevanda comune.

Il periodo di incubazione (il periodo che intercorre dall'insorgenza dell'infezione alle prime manifestazioni della malattia) per l'epatite C varia da 15 a 160 giorni (in media, 50 giorni).

Nella maggior parte dei pazienti (circa l'80%), l'epatite è asintomatica per molti anni. Sfortunatamente, quando compaiono i primi segni della malattia, il danno epatico può essere già troppo esteso e serio.

Alcuni pazienti sviluppano un'epatite C acuta. Comincia nella forma di segni comuni di malessere - il cosiddetto periodo anterico. In questo momento, compaiono i seguenti sintomi:

Perdita di appetito Stanchezza, letargia. Nausea e vomito. A volte la temperatura aumenta. Dolore nei muscoli e nelle articolazioni. Mal di testa. Tosse. Naso che cola Mal di gola

Poi c'è il periodo icterico:

Il primo sintomo che fa avvertire un allarme è l'oscuramento delle urine. L'urina diventa marrone scuro, "il colore della birra scura". Quindi la sclera e gli occhi mucosi della bocca diventano gialli, il che può essere determinato alzando la lingua verso il cielo superiore; l'ingiallimento della pelle è più evidente sui palmi. Più tardi tutta la pelle diventa gialla. Con l'inizio del periodo itterico, i sintomi generali sono ridotti, il paziente di solito diventa più facile. Tuttavia, oltre all'ingiallimento della pelle e delle mucose, vi è una pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro. A volte c'è una decolorazione delle feci, che è associata al blocco dei dotti biliari.

In un ciclo non complicato di epatite acuta, il recupero nel 75% dei casi avviene entro 3-4 mesi dall'inizio del periodo itterico; in altri casi, i cambiamenti nei parametri biochimici vengono osservati ancora più a lungo.

Può essere una conseguenza dell'epatite acuta e può verificarsi indipendentemente. Le manifestazioni di epatite cronica sono:

Il primo segno di epatite è la fatica, che aumenta gradualmente, accompagnata da debolezza e sonnolenza. Spesso i pazienti non possono svegliarsi la mattina. Si osserva un cambiamento nel ciclo del sonno: la sonnolenza diurna è sostituita dall'insonnia notturna, che può essere il primo segno di incipiente encefalopatia epatica. Mancanza di appetito, nausea, gonfiore addominale, vomito.

L'ittero nell'epatite cronica C è raro.

A volte l'epatite C cronica si manifesta per la prima volta nella fase della cirrosi epatica.

Chi è più difficile da tollerare l'epatite C

Alcolisti. Persone che soffrono di altre malattie croniche del fegato, compresa l'epatite virale. Individui infetti da HIV Anziani e bambini.

Complicazioni dell'epatite C

La cirrosi epatica è una condizione particolare del tessuto epatico, in cui si verifica la formazione di aree di cambiamenti cicatriziali, la struttura del fegato è disturbata, il che porta a una perturbazione persistente della sua funzione. La cirrosi è il più delle volte il risultato dell'epatite trasferita: virale, tossica, medicinale, alcolica.

La cirrosi, oltre ai sintomi comuni dell'epatite cronica, ha le seguenti manifestazioni:

Grave perdita di peso, diminuzione dell'appetito. C'è un accumulo di liquido nella cavità addominale - un aumento delle dimensioni dell'addome (ascite), nelle gambe (edema pronunciato) e talvolta in tutto il corpo. In caso di cirrosi, vene varicose nell'esofago e nel retto si verificano a causa della sclerosi (compattazione) delle vene del fegato. Quando queste vene si rompono, si può sviluppare una grave emorragia, che si manifesta attraverso vomito sanguinolento o diarrea. Tale sanguinamento è spesso fatale. Può verificarsi una perdita di colore della pelle e delle mucose. prurito della pelle.

La cirrosi può anche portare a encefalopatia epatica, a causa di insufficienza epatica.

L'encefalopatia epatica è una conseguenza dell'insufficiente funzionalità epatica, la sua incapacità di neutralizzare alcuni prodotti tossici che, se accumulati, possono avere un effetto negativo sul cervello. I primi segni di encefalopatia epatica sono sonnolenza durante il giorno, insonnia notturna; allora la sonnolenza diventa permanente; ci sono incubi. Poi ci sono disturbi della coscienza: confusione, ansia, allucinazioni. Mentre la condizione progredisce, si sviluppa il coma - cioè. completa mancanza di coscienza, reazioni agli stimoli esterni con un progressivo deterioramento della funzione degli organi vitali, che è associato alla completa depressione del sistema nervoso centrale: il cervello e il midollo spinale. A volte con epatite fulminante il coma si sviluppa immediatamente, a volte in assenza di altre manifestazioni della malattia.

Il carcinoma epatocellulare è un tumore primario del fegato - un tumore maligno, la cui fonte è rappresentata dalle cellule epatiche. Si sviluppa nell'1-2% dei pazienti con epatite cronica C.

Per la diagnosi accurata dell'epatite C, la definizione di anticorpi del virus nel sangue, ad es. proteine ​​protettive specifiche che si formano nel corpo in risposta alla comparsa del virus dell'epatite C. L'esame deve essere effettuato non prima di 6 mesi dopo l'infezione - durante questo periodo si formano anticorpi contro il virus. Quando si ottiene un risultato positivo, al fine di evitare risposte false positive, il test viene ripetuto con un altro metodo.

Inoltre, a volte viene utilizzata la diagnostica PCR dell'epatite C, ad es. reazione a catena della polimerasi. Usando questo metodo, viene determinata la presenza di RNA virale nel sangue, e quindi viene confermata l'attività del virus - il fatto della sua riproduzione.

Conducono anche una diagnostica quantitativa della PCR, che determina la carica virale - vale a dire concentrazione di virus nel sangue. Di solito questo metodo viene effettuato per valutare l'efficacia del trattamento.

Per determinare il grado di attività dell'epatite virale, vengono eseguite anche numerose analisi biochimiche: viene determinata l'attività degli enzimi epatici e il livello di bilirubina.

Trattamento farmacologico con virus dell'epatite C.

Nonostante tutte le terribili complicazioni che l'epatite C può causare, nella maggior parte dei casi il decorso dell'epatite C è favorevole - per molti anni il virus dell'epatite C potrebbe non manifestarsi. In questo momento, l'epatite C non richiede un trattamento speciale - solo un attento monitoraggio medico. È necessario controllare regolarmente la funzione del fegato, ai primi segni di attivazione della malattia deve essere effettuata una terapia antivirale.

2 farmaci antivirali attualmente utilizzati che sono più spesso combinati: intraferon-alfa e ribavirina.

L'interferone-alfa è una proteina che il corpo sintetizza in modo indipendente in risposta a un'infezione virale, vale a dire in realtà è un componente di protezione antivirale naturale. Inoltre, l'interferone-alfa ha attività antitumorale.

E l'interferone-alfa ha molti effetti collaterali, specialmente se somministrato per via parenterale, vale a dire sotto forma di iniezioni, come di solito viene utilizzato nel trattamento dell'epatite C. Pertanto, il trattamento deve essere effettuato sotto controllo medico obbligatorio con determinazione regolare di un numero di parametri di laboratorio e correzione appropriata del dosaggio del farmaco.

La ribavirina come autotrattamento ha bassa efficacia, ma se combinata con l'interferone ne aumenta significativamente l'efficacia.

Quando l'epatite è necessaria per essere particolarmente attenti quando si sceglie un trattamento - in ogni caso, non è possibile auto-medicare. Non è un dato di fatto che un farmaco pubblicizzato attivamente nei media sia giusto per te. Ricorda che qualsiasi effetto disattento sul fegato può accelerare significativamente la progressione della malattia!

Il trattamento tradizionale abbastanza spesso porta al pieno recupero da forme croniche e acute di epatite C, o ad un significativo rallentamento della progressione della malattia.

Attualmente, un vaccino contro l'epatite C non è stato sviluppato, quindi per la prevenzione si possono solo suggerire misure generali di comportamento sicuro:

Sesso sicuro Sebbene la probabilità di contrarre l'epatite C durante i rapporti sessuali non sia così grande, va ricordato che aumenta con la presenza di diversi partner sessuali. Pertanto, se il portatore dell'epatite C non è il tuo partner abituale, è meglio usare il preservativo. Ma bisogna ricordare che anche con l'uso corretto di un preservativo non si protegge mai al 100%. Non usare mai aghi comuni per varie iniezioni. Quando si impalano tatuaggi e piercing, è necessario essere sicuri della sterilizzazione di alta qualità degli strumenti, assicurarsi che il master usi guanti monouso. Utilizzare solo strumenti personali per la manicure. Non usare spazzolini da denti condivisi, rasoi. Analizza l'epatite C quando pianifichi una gravidanza.

Tra le lesioni epatiche, una delle più pericolose è l'epatite C, una malattia infettiva causata da un virus epatotropico contenente RNA. La sua caratteristica è in un lungo periodo asintomatico, durante il quale si sviluppano complicazioni irreversibili e c'è una possibilità di trasmissione a persone sane. È possibile proteggersi dall'infezione solo conoscendo l'epatite C, tutto ciò che è necessario per una prevenzione di alta qualità.

Non è un segreto che nel 2014 l'epatite C abbia ricevuto lo status di malattia infettiva completamente curabile. Questo sensazionale verdetto è stato emesso da epatologi infettivori provenienti da tutto il mondo che si sono riuniti al Congresso europeo annuale sulle malattie del fegato (EASL).

I nuovi protocolli di trattamento mostrano il 99% di successo, che equivale a una vittoria completa sul virus, nonché una conseguenza dei progressi della medicina. I redattori del nostro sito hanno preparato un articolo sui moderni metodi di trattamento, che parlerà dei vantaggi derivanti dall'assunzione di nuovi farmaci e di come acquisirli.

L'eziologia dell'epatite C si basa sulla presenza del virus e sull'organismo suscettibile, soggetto alle condizioni del meccanismo di infezione. Va detto che questa è una delle infezioni più persistenti, dura fino a 4 giorni sugli strumenti e le superfici con le quali il sangue infetto è entrato in contatto.

A quale temperatura muore il virus dell'epatite C? L'ebollizione lo distrugge per 2 minuti e a 60 gradi Celsius dura circa mezz'ora.

Nonostante il fatto che il virus sia stato scoperto più di trenta anni fa, le polemiche intorno a questo non sono diminuite fino ad ora. Ci sono aderenti alla teoria che l'epatite C non esiste. Tuttavia, la base delle prove è l'isolamento dell'RNA del virus e dei suoi anticorpi durante studi specifici.

Secondo la classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), il codice dell'epatite C è di 18.2.

La classificazione dell'epatite C divide la malattia in due forme: acuta e cronica. Nella variante acuta, i sintomi potrebbero non essere presenti o simili a qualsiasi altra epatite infettiva. Il decorso cronico ha fasi come manifestazioni cliniche latenti (nascoste) e vivide.

Cos'è l'epatite C? In realtà, è un'infezione che sceglie intenzionalmente il fegato come una sorta di "bersaglio". L'agente patogeno, che ha sei genotipi, si sente benissimo all'interno degli epatociti (cellule epatiche), e il sistema immunitario è impotente a distruggerlo, senza allo stesso tempo distruggere il parenchima epatico (tessuto).

L'epatite C di tipo 1 è diffusa in tutto il mondo. Ciò è dovuto al fatto che le varianti successive sono molto probabilmente il risultato di una mutazione - un mezzo per adattare il virus a modi per combatterlo. Tra i pazienti con tossicodipendenza prevale 3 tipi di epatite C.

Cosa è pericoloso per l'epatite C? Prima di tutto, lo sviluppo della cirrosi epatica - un processo irreversibile cronico di sostituzione di un parenchima funzionante con densi nodi fibrosi.

Il virus dell'epatite C ha diversi modi di entrare nel corpo. Tra loro ci sono:

Parenterale. Significa infezione attraverso il contatto con il sangue. Il numero di esso in questo caso non ha importanza: solo una piccola goccia, non visibile agli occhi, può causare malattie.
L'epatite C viene trasmessa durante le trasfusioni di sangue - si tratta di una procedura di trasfusione di sangue, e l'emodialisi è una purificazione del corpo dai prodotti metabolici per le malattie renali. Residui di sangue possono essere trovati su strumenti per manipolazioni mediche e non mediche - esami chirurgici ed endoscopici, manicure, tatuaggio, piercing auricolare e altri tipi di piercing.
C'è un rischio anche quando si usa lo spazzolino da denti o il kit da barba di qualcun altro, un bacio, se la persona infetta e il suo partner hanno piaghe in bocca. Naturalmente, il trapianto di organi implica le stesse possibilità per la trasmissione dell'epatite C, mentre il trapianto implica immunodeficienza, a causa della quale il processo infettivo è più difficile e più veloce.
Uno dei meccanismi più comuni è l'ingresso dell'epatite C patogeno nel corpo con lo stesso ago della siringa nelle persone che iniettano droghe. Sessuale. Il pericolo è una scarica (segreta) delle ghiandole genitali, abrasioni e microtraumi dovuta al danneggiamento della mucosa durante i rapporti sessuali non protetti. Il virus dell'epatite C, di norma, è contenuto in un segreto in quantità significative solo con un processo attivo nel corpo; L'epatite C viene raramente trasmessa durante il periodo di latenza. Verticale. Questa infezione del bambino nell'utero è transplacentare (attraverso i vasi del flusso sanguigno uteroplacentare) o durante il parto, quando il bambino è costretto a entrare in contatto con la mucosa materna e può ricevere lesioni lievi, aprendo il "cancello d'ingresso" dell'infezione.
Forse questo meccanismo fornisce una risposta esauriente alla domanda: è possibile avere bambini con l'epatite C? La funzione riproduttiva, cioè la possibilità di concepimento, non è influenzata dalla malattia. Il grado di carica virale è importante come fattore fondamentale nella probabilità di trasmissione del patogeno.

La fonte dell'infezione può essere non solo malata, ma anche il portatore dell'epatite C.

Cos'è? Il trasporto indica una condizione in cui il virus è nel sangue, ma non provoca danni; Non ci sono sintomi di danni al fegato. Tuttavia, può essere trasferito ad un'altra persona, nel cui corpo la malattia viene attivata in pieno vigore.

L'epatite C può essere pericolosa per i familiari che usano gli stessi articoli domestici del paziente? La trasmissione da contatto familiare di questa infezione non è peculiare, tuttavia, con lesioni della mucosa orale, il sangue può rimanere sulle stoviglie, gli asciugamani, lo spazzolino da denti, quindi non è desiderabile trasferirli a qualcuno.

Cosa fare se hai trovato l'epatite C? È necessario seguire le istruzioni del medico curante che, se necessario, prescriverà ulteriori test diagnostici e selezionerà il regime terapeutico antivirale ottimale.

Il periodo di incubazione per l'epatite C dura da due settimane a sei mesi; L'RNA del virus si lega ai recettori della superficie cellulare e penetra negli epatociti. Essendo sotto una protezione affidabile e impermeabile all'immunità della membrana, l'agente patogeno avvia il processo di replicazione (copia) e si moltiplica.

A questo punto, il corso può essere asintomatico; epatite C inattiva, o il periodo di latenza può durare per mesi e anni.

In presenza di immunodeficienza o malattie epatiche concomitanti, si riduce.

La clinica per l'epatite C è caratterizzata dai seguenti sintomi:

debolezza costante, affaticamento, apatia, umore depresso; diminuzione o mancanza di appetito, nausea, vomito; dolore addominale principalmente nell'ipocondrio destro; fegato allargato (epatomegalia), meno spesso - milza (splenomegalia); urina scura, feci grigie; ingiallimento della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi; dolori articolari.

Questi segni sono osservati nel periodo acuto. I disturbi depressivi sono abbastanza comuni nell'epatite C, tuttavia, non sono un sintomo obbligatorio specifico.

Il fegato fa sempre male? La forma cronica è accompagnata dalla formazione di cirrosi e ipertensione portale - una sindrome che si sviluppa a seguito di un aumento della pressione nella vena porta.

Quindi, quando si esamina un paziente, si possono vedere vene safeniche dilatate sulla parete addominale anteriore, il fegato viene spesso ingrandito e la persona manifesta disagio, dolore nell'ipocondrio destro durante l'esercizio o errori nell'alimentazione. Il liquido sieroso si accumula nello stomaco - questo fenomeno è chiamato ascite.

Quando la fibrogastroduodenoscopia (studio del tratto gastrointestinale con un tubo ottico), vengono rilevati i vasi venosi dilatati dell'esofago e dello stomaco. Nelle fasi successive, i disturbi nel sistema di coagulazione sono caratteristici, poiché una delle funzioni del fegato è la sintesi di vitamina K e fattori di coagulazione del sangue.

Si manifestano come sanguinamento nasale e gastrointestinale di diversa gravità.

Tali complicanze dell'epatite C indicano danni irreversibili al parenchima epatico.

L'epatite C causa disabilità e quale gruppo? Infatti, l'epatite virale con compromissione della funzionalità epatica è la base per questo. Indicatori clinici e di laboratorio e la capacità di auto-cura e lavoro.

È possibile lavorare con l'epatite C? Poiché il virus non viene trasmesso durante i contatti quotidiani, non è necessario limitare l'attività del paziente nella società, che include aspetti professionali.

Oggi la medicina ha ampie opportunità di confermare l'epatite C.

Il corriere viene rilevato solo dai dati di laboratorio.

I metodi diagnostici sono suddivisi in non specifici (che riflettono il quadro generale del danno al fegato e al corpo nel suo complesso) e specifici (volti a rilevare il virus o la risposta immunitaria alla sua presenza):

Emocromo completo (mostra, soprattutto, anemia - una diminuzione del livello di globuli rossi, emoglobina, indicatore di colore). L'analisi delle feci per sangue nascosto (con un piccolo sanguinamento gastrico può non essere clinica brillante, ma nelle feci è l'emoglobina). Analisi biochimica del sangue (aumento dell'attività degli enzimi epatici: ALT, AST, fosfatasi alcalina, aumento della bilirubina, colesterolo e diminuzione delle proteine ​​totali). Rilevazione di anticorpi mediante ELISA (ELISA) e RNA del virus dell'epatite C mediante PCR (reazione a catena della polimerasi). Un'analisi positiva significa che l'infezione si è verificata ed è o una malattia o uno stato portatore asintomatico di epatite C. Diagnosi ecografica o tomografia computerizzata degli organi addominali (sono determinate le dimensioni, la struttura e lo schema del flusso sanguigno nel fegato). Esame istologico della biopsia epatica con sospetta cirrosi (il "gold standard" della diagnostica del processo cirrotico, in quanto si rinvengono i nodi del tessuto connettivo rigenerativo e gli epatociti necrotici).

A volte questa situazione sorge: ci sono anticorpi contro l'epatite C, ma non c'è alcun virus. Questo è possibile se si è verificata l'auto-guarigione - il sistema immunitario è stato in grado di superare l'infezione. Gli anticorpi indicano che il sistema immunitario ha reagito alla penetrazione del patogeno.

Un risultato falso positivo nella diagnosi di epatite C è un fenomeno molto raro, ma possibile. Le ragioni possono essere una violazione delle regole di preparazione e ricerca del materiale, una banale confusione con le provette o la consegna deliberata di sangue al paziente, che è possibile con la raccolta a distanza (prelevando il sangue fuori dal laboratorio).

La microbiologia o la diagnosi microbiologica non vengono eseguite, poiché l'epatite C ha un'eziologia virale e semplicemente non cresce sul terreno nutritivo usato per i batteri.

Ha sostenuto che l'epatite C è incurabile. È vero e quanto sono efficaci i preparati farmaceutici proposti? Sfortunatamente, dopo l'infezione, il virus non può essere completamente sradicato, ma le terapie moderne possono sopprimerne la replicazione in modo che non vengano rilevate nel sangue.

L'epatite C positiva deve essere trattata, non con l'obiettivo di eliminare completamente (rimuovere) il virus dal corpo, ma di prevenire le complicanze. La cirrosi in assenza di cure mediche adeguate è una minaccia di insufficienza epatica, le cui conseguenze nell'epatite C sono molto gravi.

Qual è il trattamento dell'epatite C? Esistono diversi gruppi principali di farmaci usati per combattere il virus:

Interferoni (Viferon, Alferon). Inibitori della RNA polimerasi (ribavirina, sofosbuvir). Inibitori della proteasi (simeprevir, boceprevir, telaprevir).

La durata del trattamento va dalle 16 alle 72 settimane, mentre questi farmaci sono combinati per un impatto più efficace sul virus.

Per mantenere il fegato, vengono anche prescritti epatoprotettori - sostanze che stimolano le capacità rigenerative e aiutano il corpo a sopportare le devastazioni dell'epatite C.

L'alcol e i suoi sostituti sono incompatibili con il trattamento, la dieta implica il rifiuto di cibi grassi e fritti, condimenti piccanti, aromi sintetici.

I pazienti lamentano stanchezza costante, quindi è necessario razionalizzare la modalità di lavoro e di riposo, impegnarsi a rafforzare l'esercizio fisico, ma evitare un eccessivo affaticamento.

È meglio consultare il proprio medico e sostituire o annullare completamente i farmaci epatotossici: un fegato indebolito è difficile da far fronte a un aumento dello stress e il rischio di effetti collaterali aumenta decine di volte.

La ricaduta dell'epatite C dopo il trattamento, cioè la ricorrenza dei sintomi, è possibile se la terapia non è stata completamente completata, il fegato è gravemente danneggiato e c'è obesità.

Per le donne, c'è anche un rischio dopo la menopausa.

Il tipo di infezione è importante - il genotipo 1 si ripresenta molto più spesso di altre varianti della malattia, dietro è la sua alta resistenza al trattamento, che può portare ad un effetto insufficiente sull'epatite C. Questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si pianifica la durata del regime.

L'abuso di alcol è gravemente aggravato e accelera l'inizio degli effetti dell'epatite C, poiché anche nelle persone non infette porta allo sviluppo della cirrosi.

È innegabile che l'epatite C sia una malattia grave, ma tuttavia non è una frase. I principali ostacoli al trattamento di qualità sono il costo elevato e la diagnosi tardiva, quando il patogeno viene rilevato nella fase di cirrosi epatica. Il decorso dell'epatite C, rilevato tempestivamente, può essere rallentato e addirittura interrotto.

Cosa fare per non avere l'epatite C? È richiesto un uso strettamente individuale di strumenti medici e cosmetologici o un'accurata sterilizzazione con un adeguato controllo di qualità.

Gli operatori sanitari nelle procedure associate al rischio di sangue o altri fluidi biologici del paziente sulla pelle e sulle mucose indossano guanti, maschere e occhiali protettivi.

L'equipaggiamento protettivo deve essere monouso e distrutto dopo l'uso secondo le normative vigenti.

Si raccomanda l'uso di un preservativo per i rapporti sessuali. Questo vale anche per un partner regolare se ha un portatore o un'infezione confermata per l'epatite C. Le donne incinte e le donne che pianificano di concepire sono sottoposte a screening diagnostici per l'epatite C.

Tutto ciò che riguarda il rischio per il bambino può essere scoperto dopo aver consultato l'ostetrico-ginecologo.

Oggi i moderni farmaci della nuova generazione Sofosbuvir e Daclatasvir sono in grado di curare l'epatite C per il 97-100%. È possibile ottenere gli ultimi medicinali in Russia dal rappresentante ufficiale del colosso farmaceutico indiano Zydus Heptiza. I farmaci ordinati verranno consegnati tramite corriere entro 4 giorni, pagamento al ricevimento. Ottieni una consulenza gratuita sull'uso dei farmaci moderni, oltre a conoscere le modalità di acquisto, puoi farlo sul sito ufficiale del fornitore Zydus in Russia.

Autore: Torsunova Tatiana

"Affettuoso assassino": i medici definivano un nome così terrificante per l'epatite C.

L'epatite C virale "uccide" in realtà inosservata. Molto spesso, le prime manifestazioni della malattia sono la cirrosi o il cancro del fegato. L'incidenza della cirrosi nei pazienti con epatite C cronica raggiunge il 50%.

L'epatite C è la più comune tra tutte le epatiti virali. Ciò è probabilmente dovuto al gran numero di pazienti asintomatici che non sono consapevoli della loro malattia. Inoltre, l'epatite C è una delle cause più comuni di tutte le malattie croniche del fegato. Il numero di portatori del virus nel nostro paese, secondo le statistiche ufficiali, è di circa 5 milioni di persone.

Il virus dell'epatite C ha un certo numero di proprietà interessanti: ci sono molte varietà di questo virus tra cui l'epatite A, inoltre, diverse varianti del virus possono essere trovate in un paziente, che sono comunemente chiamate pseudo-specie.

Queste pseudo-specie si formano già nel corpo umano, a causa della variabilità unica del virus. Questo permette loro di "fuggire" dagli effetti del sistema immunitario del corpo e causare la progressione della malattia.

Nell'ambiente a temperatura ambiente, il virus può persistere per 16 ore e talvolta fino a quattro giorni.

Esistono due modi di trasmissione del virus (come nel caso dell'epatite virale B): ematogena (cioè attraverso il sangue) e genitale. Il modo più frequente è ematogeno.

Come si verifica l'infezione?

Con la trasfusione di sangue e dei suoi componenti. In precedenza, era il principale metodo di infezione. Tuttavia, con l'avvento del metodo di diagnosi di laboratorio dell'epatite C virale e la sua introduzione nell'elenco obbligatorio dei sondaggi dei donatori, questo percorso si è ritirato in secondo piano. Il metodo più comune al momento è l'infezione durante il tatuaggio e il piercing. L'uso di strumenti scarsamente sterilizzati e talvolta non elaborati ha portato ad un forte aumento dell'incidenza della malattia. Spesso l'infezione si verifica quando si visita il dentista, sale manicure. Quando si usano aghi comuni per uso di droghe per via endovenosa. L'epatite C è estremamente comune tra i tossicodipendenti. Quando si usano comuni spazzolini da denti, rasoi, forbici per unghie con una persona malata. Il virus può essere trasmesso da madre a figlio durante la nascita. Durante i rapporti sessuali: questo percorso non è così rilevante per l'epatite C. Solo nel 3-5% dei casi di sesso non protetto può verificarsi un'infezione. Iniezioni con aghi infetti: questo metodo di infezione non è raro tra i professionisti medici.

In circa il 10% dei pazienti con acuta e nel 30% dei pazienti con epatite C cronica, la fonte rimane poco chiara.

Va ricordato che il virus dell'epatite C non viene trasmesso da goccioline e contatti a contatto con l'aria. Per l'infezione richiede il contatto diretto del sangue di una persona sana con sangue infetto.

Pertanto, se c'è un paziente con epatite C nel suo ambiente, al fine di evitare restrizioni eccessive, è necessario sapere che non è possibile ottenere l'epatite C:

Quando si tossisce e starnutisce. Quando si stringono le mani. Con abbracci e baci. Quando si consuma un cibo o una bevanda comune.

Il periodo di incubazione (il periodo che va dall'inizio dell'infezione alle prime manifestazioni della malattia) per l'epatite C virale acuta varia da 15 a 160 giorni (in media 50 giorni).

Nella maggior parte dei pazienti (circa l'80%), l'epatite è asintomatica per molti anni. Sfortunatamente, quando compaiono i primi segni della malattia, il danno epatico può essere già troppo esteso e serio.

Alcuni pazienti sviluppano un'epatite C acuta. Comincia nella forma di segni comuni di malessere - il cosiddetto periodo anterico. In questo momento, compaiono i seguenti sintomi:

Perdita di appetito Stanchezza, letargia. Nausea e vomito. A volte la temperatura aumenta. Dolore nei muscoli e nelle articolazioni. Mal di testa. Tosse. Naso che cola Mal di gola

Poi c'è il periodo icterico. Il primo sintomo che fa avvertire un allarme è l'oscuramento delle urine. L'urina diventa marrone scuro, il colore della "birra scura". Quindi la sclera e gli occhi mucosi della bocca diventano gialli, il che può essere determinato alzando la lingua verso il cielo superiore; l'ingiallimento della pelle è più evidente sui palmi. Più tardi tutta la pelle diventa gialla. Con l'inizio del periodo itterico, i sintomi generali sono ridotti, il paziente di solito diventa più facile. Tuttavia, oltre all'ingiallimento della pelle e delle mucose, vi è una pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro. A volte c'è una decolorazione delle feci, che è associata al blocco dei dotti biliari.

In un ciclo non complicato di epatite acuta, il recupero nel 75% dei casi avviene entro 3-4 mesi dall'inizio del periodo itterico; in altri casi, i cambiamenti nei parametri biochimici vengono osservati ancora più a lungo.

Può essere una conseguenza dell'epatite acuta e può verificarsi indipendentemente. Le manifestazioni di epatite cronica sono le seguenti:

Il primo segno di epatite è la fatica, che aumenta gradualmente, accompagnata da debolezza e sonnolenza. Spesso i pazienti non possono svegliarsi la mattina. Si osserva un cambiamento nel ciclo del sonno: la sonnolenza diurna è sostituita dall'insonnia notturna, che può essere il primo segno di incipiente encefalopatia epatica. Mancanza di appetito, nausea, gonfiore addominale, vomito.

L'ittero nell'epatite cronica C è raro.

A volte l'epatite C cronica si manifesta per la prima volta nella fase della cirrosi epatica.

Chi è più difficile da tollerare l'epatite C

Alcolisti. Persone che soffrono di altre malattie croniche del fegato, compresa l'epatite virale. Individui infetti da HIV Anziani e bambini.

Prevenzione dell'epatite C

Attualmente, i vaccini contro l'epatite C virale non sono stati sviluppati, quindi per la prevenzione si possono solo suggerire misure generali di comportamento sicuro:

Sesso sicuro Sebbene la probabilità di contrarre l'epatite C durante i rapporti sessuali non sia così grande, va ricordato che aumenta con la presenza di diversi partner sessuali. Pertanto, se il portatore dell'epatite C non è il tuo partner abituale, è meglio usare il preservativo. Non usare mai aghi comuni per varie iniezioni. Quando si impalano tatuaggi e piercing, è necessario essere sicuri della sterilizzazione di alta qualità degli strumenti, assicurarsi che il master usi guanti monouso. Utilizzare solo strumenti personali per la manicure. Non usare spazzolini da denti condivisi, rasoi. Analizza l'epatite C quando pianifichi una gravidanza.

La cirrosi epatica è una condizione particolare del tessuto epatico, in cui si verifica la formazione di aree di cambiamenti cicatriziali, la struttura del fegato è disturbata, il che porta a una perturbazione persistente della sua funzione. La cirrosi è il più delle volte il risultato dell'epatite trasferita: virale, tossica, medicinale, alcolica.

La cirrosi, oltre ai sintomi comuni dell'epatite cronica, ha le seguenti manifestazioni:

Grave perdita di peso, diminuzione dell'appetito. C'è un accumulo di liquido nella cavità addominale, che si manifesta con un aumento delle dimensioni dell'addome (ascite), nelle gambe (edema marcato) e talvolta in tutto il corpo. In caso di cirrosi, vene varicose nell'esofago e nel retto si verificano a causa della sclerosi (compattazione) delle vene del fegato. Quando queste vene si rompono, si può sviluppare una grave emorragia, che si manifesta attraverso vomito sanguinolento o diarrea. Tale sanguinamento è spesso fatale. Può verificarsi una perdita di colore della pelle e delle mucose. prurito della pelle.

La cirrosi può anche portare a encefalopatia epatica a causa di insufficienza epatica.

L'encefalopatia epatica è una conseguenza dell'insufficiente funzionalità epatica, la sua incapacità di neutralizzare alcuni prodotti tossici che, se accumulati, possono avere un effetto negativo sul cervello. I primi segni di encefalopatia epatica sono sonnolenza durante il giorno, insonnia notturna; allora la sonnolenza diventa permanente; ci sono incubi. Poi ci sono disturbi della coscienza: confusione, ansia, allucinazioni. Mentre la condizione progredisce, si sviluppa il coma, cioè completa mancanza di coscienza, reazioni agli stimoli esterni con un progressivo deterioramento della funzione degli organi vitali, che è associato alla completa depressione del sistema nervoso centrale: il cervello e il midollo spinale. A volte con epatite fulminante il coma si sviluppa immediatamente, a volte in assenza di altre manifestazioni della malattia.

Il cancro epatocellulare, il carcinoma epatico primario è un tumore maligno, la cui fonte è rappresentata dalle cellule epatiche. Si sviluppa nell'1-2% dei pazienti con epatite cronica C.

Per la diagnosi accurata dell'epatite C, la definizione di anticorpi del virus nel sangue, ad es. proteine ​​protettive specifiche che si formano nel corpo in risposta alla comparsa del virus dell'epatite C. L'esame deve essere effettuato non prima di 6 mesi dopo l'infezione - durante questo periodo si formano anticorpi contro il virus. Quando si ottiene un risultato positivo, al fine di evitare risposte false positive, il test viene ripetuto con un altro metodo.

Inoltre, a volte viene utilizzata la diagnostica PCR dell'epatite C, ad es. reazione a catena della polimerasi. Usando questo metodo, viene determinata la presenza di RNA virale nel sangue e quindi viene confermata l'attività del virus - il fatto della sua riproduzione.

Viene anche eseguita una diagnostica quantitativa della PCR, in cui viene determinata la carica virale, vale a dire concentrazione di virus nel sangue. Di solito questo metodo viene effettuato per valutare l'efficacia del trattamento.

Per determinare il grado di attività dell'epatite virale, vengono eseguite anche numerose analisi biochimiche: viene determinata l'attività degli enzimi epatici e il livello di bilirubina.

Articolo Precedente

Blanker.ru