Uffici di assistenza reciproca virtuale

Diete

Sulla base della piattaforma interattiva restoring-donbass.com, l'iniziativa pubblica di Alexander Klimenko "Restoring Donbass" ha creato "uffici di mutuo soccorso virtuali". Grazie alle sezioni "Bisogno d'aiuto", "Punti d'aiuto" e "Volontari", i residenti di Donbass, i migranti provenienti dall'est dell'Ucraina e le persone che sono pronte ad aiutarli saranno in grado di comunicare e fornirsi supporto l'un l'altro.

Raccogliamo domande da persone che hanno bisogno di aiuto. Questo vale sia per gli immigrati che per i residenti dell'area ATO. Chiunque può lasciare la richiesta di aiuto compilando il seguente modulo: restoring-donbass.com/add/dobavit-prosbu-o-pomocshi/. Un elenco generale di persone che hanno bisogno di aiuto è disponibile su restoring-donbass.com/nuzhnapomoshch/.

ATTENZIONE CHE DESIDERA AIUTARE! Le richieste di assistenza vengono pubblicate dagli utenti per conto proprio, con pre-moderazione da parte dell'amministrazione del sito. Qualsiasi domanda deve essere controllata dai volontari per credibilità. "Restoring Donbass" funge da comunicatore tra coloro che chiedono aiuto e coloro che sono pronti a fornirlo e non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza delle domande.

ATTENZIONE CHE DESIDERA RICEVERE AIUTO! Nel caso in cui si desideri essere assistiti dal trasferimento su una carta di credito, non è necessario fornire dati diversi dal numero di carta per assistere! Cercando di scoprire la data di scadenza della tua carta, il CVV (tre cifre sul retro della carta), il codice PIN, l'ortografia del tuo nome o la condizione che tu abbia una certa quantità sulla tua carta è uno dei segni di truffatori!

Stiamo creando un'unica mappa ucraina di luoghi in cui è possibile ottenere aiuto per gli immigrati e i residenti dell'area ATO o lasciare tale assistenza.

Chiediamo aiuto a Donbass

Siamo di Donbass

Benvenuto! Mi vergogno molto a chiedere aiuto, ma è successo! La nostra famiglia ha avuto una situazione di vita difficile. Siamo del Donbass, siamo diventati ostaggi di questa guerra incomprensibile. Quasi il 4 ° anno deve sopportare questo orrore. Abbiamo problemi con il lavoro, mia moglie ha documenti, non ha alloggi. Custodire temporaneamente l'appartamento di qualcun altro, perché i padroni di casa sono andati a Mosca (sono fuggiti dalla guerra).

Quando avevo 5 anni, sono rimasto senza madre, mio ​​padre è stato privato dei suoi diritti genitoriali e posso fornire documenti su una situazione di vita difficile. Ho una famiglia meravigliosa, ho un obiettivo e un desiderio di una vita buona, ma qui è semplicemente impossibile, non c'è più forza per sopportare tutto. Mi scuso se qualcuno ha scritto male. Tutto sommato, cielo sereno sopra la tua testa! La mia posta è [email protected], denaro Yandex 410014533752453, qiwi +380660157229.

Sono venuto con mio figlio dall'Ucraina

Per favore aiuto! Sono venuto con mio figlio dall'Ucraina perché volevano portarlo all'ATO e abbiamo dovuto scappare, per il denaro che era. Hanno fatto un brevetto al figlio, hanno ottenuto un lavoro, ma finché il figlio non avrà ricevuto il brevetto, non gli sarà permesso di lavorare e sta solo studiando e quindi non ha ancora ricevuto nulla.

Viviamo su quei centesimi che ho guadagnato, e domani gli darò gli ultimi soldi per il viaggio e non so cosa fare dopo. Il cibo non è comprare nulla, ci sediamo mezzi affamati. Aiutare, dare un prestito, e lo darò immediatamente non appena il figlio riceverà uno stipendio. Dobbiamo pagare urgentemente per l'alloggio o espellerci. In qualche modo sopravviviamo a questo periodo difficile. Per pagare l'alloggio abbiamo bisogno di 28 mila rubli, sono d'accordo anche con l'interesse. Ti prego, aiuto per l'amor di Dio. Il mio telefono è 9661694545.

Nella regione di Luhansk la vita è diventata molto difficile

A causa dell'attuale situazione nella regione di Luhansk, la vita è diventata molto difficile. Ora è rimasta con due figli, una figlia di 4 anni e un figlio di 3 mesi. Il mio reddito mensile è di 1700 rubli. Non posso dare mia figlia all'asilo, poiché non ci sono fondi. È inutile contattare il servizio sociale, una risposta, presentare per gli alimenti. Nella nostra regione, i tribunali non hanno funzionato dal 2014, inoltre, non vi è alcuna possibilità di andare nel territorio dell'Ucraina.

Nessuno della sua famiglia, degli amici, dei conoscenti, ognuno ha la propria vita. Signore, non so chi perdonare per aiuto !? Capisco che nessuno deve qualcosa a nessuno. Ma devo chiedere aiuto, pregherò e ricorderò l'aiuto. Molto spaventoso per i bambini, non passa giorno senza lacrime. Se qualcuno può aiutare con qualcosa, aiuto, per favore, non ci sono carte diverse da un portafoglio kiwi (380660918193).

I datori di lavoro di Scammers non hanno pagato i salari

La nostra famiglia veniva dall'Ucraina, affittavo un appartamento, mio ​​marito lavorava, ero con i bambini. Ne abbiamo tre, il figlio più giovane ha 2 anni. I datori di lavoro di Scammers non pagavano lo stipendio per diversi mesi, sebbene la compagnia lavorasse con il sostegno del governo russo. Lo stesso Sobyanin venne a prendere l'oggetto e tutti gli operai rimasero senza un soldo. Appello a diversi casi estremi di non trovare, prima che il governo non ha raggiunto.

Chi siamo semplici peccatori e chi sono. E noi con i bambini, nonostante il freddo esterno, senza ascoltare nulla, siamo stati messi fuori dal rifugio. Ora siamo per la strada. Era protetta da una nonna in odnushku, ma anche contro sua figlia. Non c'è nessuno che chieda aiuto, quindi chiedo a tutti coloro che possono aiutare, non per me stesso, chiedo il bene dei bambini. Aiuta ad affittare una casa. Sberbank card 4276380112513028 chiunque sia interessato ai dettagli chiama tell tell 89255660972.

La nostra famiglia dalla regione di Lugansk

Siamo una famiglia della regione di Lugansk. Ora siamo in una situazione di vita molto difficile. Un uomo non può trovare un lavoro di professione, poiché non può estendere i diritti. Siamo interrotti da lavori strani. La figlia studia in quarta elementare, le scarpe invernali no.

Stiamo processando nostro figlio all'asilo, non possiamo aggirare i dottori fino alla fine, dato che non ci sono scarpe invernali e non ci sono fondi per viaggiare sull'autobus. E affittiamo una casa, abbiamo il riscaldamento delle stufe, non ci sono soldi per comprare legna da ardere, ma fa già freddo. E non c'è nulla da pagare per la registrazione, e la padrona di casa è indignata. Chiediamo un sostegno finanziario per risolvere almeno parzialmente i loro problemi. Il numero della carta è 5469300170166125.

La famiglia di Donetsk è rimasta senza casa

Non avrei mai pensato di dover chiedere aiuto. La guerra ha rovinato le nostre intere vite. Siamo una famiglia ucraina (Donetsk), senzatetto (tutto è distrutto). Ora viviamo in Russia. Non ci sono parenti in Russia, affittiamo un appartamento. Non danno un prestito (non esiste una registrazione permanente), non danno un mutuo (è richiesto un acconto del 20% e un piccolo stipendio). Appello all'amministrazione comunale (alzando le spalle).

Siamo entrati in un circolo vizioso. Sono inginocchiato di fronte a te - aiutami - non si torna indietro. Mi vergogno del dolore che chiedo. Ci vogliono 2 milioni di rubli per comprare il tuo appartamento. 410014315666363 Denaro Yandex. 4276 3300 1466 4411 carta bancaria. Pregherò per tutti coloro che rispondono.

Facebook

Siamo di Donbass. Assistenza reciproca condivisa (-as) foto Aiuto alla popolazione nella regione di Donetsk, ZOBF "Sorriso bambino".

Aiuto alla popolazione nella regione di Donetsk, ZOBB "Sorriso bambino"

Assistenza mirata alle persone con disabilità: cosa è necessario sapere

Recentemente, gli immigrati che sono diventati disabili a causa di malattie sono diventati sempre più...

Siamo di Donbass. Mutuo aiuto condiviso con la pubblicazione GURT: Portale di persone enormi sospettosamente attive.

GURT p_dgotuvav dobirku concede, possono psdsiliti d_yalnist settore di grandi dimensioni. Conoscere ciò che ti interessa con le attuali proposte dei borsisti per...

Gli immigrati hanno inventato nuovi requisiti illegali per la nomina di prestazioni sociali, - "Donbass-SOS"

L'edificio dell'amministrazione militare-civile Marinka (regione di Donetsk.) Hanging pubblicità (nella foto), riferisce che "i migranti Akti-obstezhennya che tenterà dovіdki vidavatis tіlki pіslya pіdtverdzhennya pagamento di poslug comunale". La legge non prevede tale. In questo giorno 4 gennaio, secondo le ONG "Donbass-SOS».

Gli attivisti sociali osservano che i rappresentanti delle autorità locali non sono stati in grado di spiegare su quali basi e per quale motivo sono stati collocati.

Pertanto, Donbass-SOS ricorda alcuni aspetti dell'assegnazione di benefici sociali agli sfollati interni, che sono definiti dalla Risoluzione del Gabinetto dei Ministri dell'Ucraina n. 365.

Così, al fine di pagamenti mirati alle persone sfollate presenta al Dipartimento del Lavoro e della Protezione Sociale della Popolazione applicazione (UTSZN) (il campione può essere ottenuto proprio lì) e una copia del certificato di IDP (non dimenticate di portare l'originale - è, anche, deve essere presente).

Dopodiché, entro 15 giorni, il PTSP deve effettuare un'ispezione del luogo di residenza, in base al quale verrà redatto un rapporto di ispezione sul materiale e sulle condizioni di vita della residenza.

In base a ciò, la commissione che collabora con il PTSPH decide sull'appuntamento o sul rifiuto di pagare.

Non ci sono documenti aggiuntivi, in particolare "certificati da deputati" o "documenti che confermano il pagamento di alloggi e servizi pubblici", la legislazione attuale non prevede.

Quindi se ti viene chiesto o anche obbligato a portare testimoni, porta un qualche tipo di certificato, ecc. - scrivere un reclamo scritto alla PLEV (è necessario inviare tali documenti al Dipartimento stesso, al Dipartimento regionale, al Ministero delle Politiche sociali) e alla linea di governo "calda" 15-45.

Caccia ucraina per i pensionati del Donbass

Viaggiare "pensionati" dalla pista di Donetsk e Lugansk usando un sistema automatico

"Immagina, per quattro mesi di fila corro a Mariupol per rinnovare la pensione, tutto è inutile", mi ha detto Alla Demidovna Khartsyanka, un mio amico. - La stessa storia con suo marito. Lavorò nella miniera di Khartsyzka, poi nel comunista.

Ora in Ucraina, i minatori hanno quasi raddoppiato le loro pensioni. Speravamo davvero in questo aumento. Considera non per te stesso. Dopotutto, aiutiamo costantemente nostra figlia - lavora nel dipartimento degli alloggi, il salario è economico e ha due figli.

Improvvisamente privo di pagamenti

Alla Demidovna e suo marito hanno smesso di ricevere le pensioni dal 1 ° ottobre - la riforma delle pensioni è iniziata in Ucraina. All'inizio, la coppia pensava che fosse un normale ritardo dovuto al ricalcolo. Inoltre, hanno detto subito che gli immigrati dal Donbass riceveranno più tardi rispetto al resto dei cittadini dell'Ucraina.

"Ci è stato detto nel Fondo Pensione: aspetta, tocca a te", ha detto Alla Demidovna. - Mio marito ed io siamo andati a Mariupol in ottobre per scoprire se alcuni documenti sarebbero necessari per il ricalcolo.

E a dicembre, un assegno del consiglio del villaggio è arrivato nell'appartamento dove siamo elencati come immigrati. Dovevo andare urgentemente, spiegarmi. Ho avuto il tempo in tre giorni. In precedenza, dopo tali controlli, abbiamo continuato a pagare una pensione. E poi il silenzio.

Siamo andati al fondo pensioni a gennaio e siamo rimasti sbalorditi: si suppone che viviate nel DPR, non siete immigrati, abbiamo ricevuto liste dal servizio di frontiera, ci sono i vostri cognomi.

La storia di Alla Demidovna e di suo marito è tutt'altro che unica. Molti amici hanno sentito che dopo aver esaminato tutte le procedure con i controlli, non hanno ripreso i pagamenti. E gli elenchi citati nella Cassa pensione esistono e vengono aggiornati quasi ogni settimana.

Donetsk equiparato all'estero

Recentemente, i dipendenti dell'organizzazione ucraina "Il diritto alla protezione" hanno condotto un ampio studio. Hanno parlato con rappresentanti di 101 dipartimenti della Cassa pensione dell'Ucraina (UPFU) e 112 direzioni della protezione sociale della popolazione (UTSZN). E in quasi tutti i corpi di questi servizi sociali hanno confermato di ricevere liste di immigrati attraverso il sistema Arkan.

Nell'uso quotidiano, questa parola significa una corda con un cappio alla fine per catturare la vittima. E questo è ciò che si chiama la danza rituale di Hutsul. Chi ha avuto l'idea di nominare il sistema in questo modo è sconosciuto. E non importa - la cosa principale è che le autorità ucraine hanno concordato con questo. E gli attivisti per i diritti umani a Kiev, in Europa e negli Stati Uniti non si sono indignati.

E ora, in tutti i servizi sociali, gli indipendenti sanno che "Arkan" è un sistema automatizzato per lo scambio di informazioni sul controllo di persone, veicoli e merci che attraversano il confine di stato, compresa la linea di contatto nel Donbass. Gestisce il sistema di servizio di frontiera dell'Ucraina.

- Dalle liste è possibile conoscere il superamento del periodo consentito di assenza di un migrante nel territorio sotto il controllo del luogo di registrazione (più di 60 giorni), che può comportare la sospensione dei pagamenti e la cancellazione di un certificato di un migrante, - riferito all'organizzazione per i diritti umani.

- Le informazioni fornite dal Servizio di frontiera dello stato in generale possono costituire la base per la cessazione dei pagamenti sociali e pensionistici. In realtà, gli elenchi di "Arkan" comportano un grosso rischio per gli immigrati che ricevono pagamenti.

Fattore umano

I servizi sociali rispondono in modo diverso a questi elenchi. La stragrande maggioranza degli UPFU (88%) li invia per la prima volta all'Ospp per ulteriori accertamenti sull'effettiva residenza degli immigrati. E il resto della gestione sospende immediatamente il pagamento delle pensioni "zaarkannym".

- Così, nel distretto di Voznesenovsky di Zaporozhye (l'ex distretto di Ordzhonikidze si trova nel centro della città, i pensionati del DPR che si registrano più spesso sono registrati qui - ndr), in base ai dati del sistema Arkan, 700 IDP sono stati cancellati per sei mesi senza ulteriori controlli, le pensioni e i pagamenti sociali sono stati sospesi. Sebbene allo stesso tempo, lo staff del PSPP e dell'UPFU si lamentino che le liste contengono molte informazioni inesatte e obsolete, hanno notato gli attivisti per i diritti umani.

A proposito, ci sono delle piacevoli eccezioni. Uno dei miei conoscenti, un pensionato (lui, per ovvi motivi, ha chiesto di non chiamare il suo nome), si è vantato di essere andato solo raramente in Ucraina, una volta ogni 4-5 mesi. E allo stesso tempo riceve regolarmente una pensione.

Negli stessi servizi sociali di Mariupol, trattano diversamente i pensionati dal DPR. Qualcuno simpatizza con il Pitmen e non risponde alle informazioni degli "Arcana". E c'è chi semplicemente non ha tempo per occuparsi dei controlli degli immigrati. Qui come qualcuno fortunato.

Alla Demidovna e suo marito sono stati sfortunati. E ora gli sposi non sanno come sopravvivere più lontano. La pensione DNR si allungano abbastanza. Ma è necessario allevare gli stessi nipoti.

ispezione

Il 70% degli immigrati è sospettato di "turismo". Tali dati sono contenuti nel rapporto del Ministero delle Politiche Sociali dell'Ucraina.

Nella "regione di Donetsk", molti immigrati vengono a ricevere una pensione ucraina, per poi tornare nel territorio incontrollato. Questo è indicato nel rapporto dei consulenti sugli sfollati interni (IDP) del Ministero della politica sociale dell'Ucraina che hanno visitato la "regione".

In totale, gli immigrati in Ucraina sono quotati in Piazza 1 milione 493 mila. Questa cifra è stata espressa nel dipartimento sociale a fine gennaio. Inoltre, è stato osservato che il numero di sfollati interni è in costante crescita. Pertanto, non è stato per niente che gli specialisti di Kiev del Ministero delle politiche sociali hanno lavorato a dicembre per l'intera "Regione di Donetsk".

Ora nella capitale dell'Ucraina sanno che la crescita arriva a spese dei "turisti delle pensioni". Significa che nel prossimo futuro dovremmo aspettarci azioni decisive da parte delle autorità ucraine per stringere "l'Arkan" attorno al collo dei vecchi di Donetsk.

Il fatto che uno scenario simile sia possibile, ha ripetutamente affermato il ministro della politica sociale Andrei Reva. Secondo lui, ci sono solo 300mila immigranti reali. Possono contare sui pagamenti. Il resto - dopo la "liberazione" del Donbass.

"Alle banche è stato detto: non essere coinvolti con gli immigrati". Come sopravvivono le persone del Donbass e della Crimea nel nuovo posto

L'intera Ucraina è rimasta scioccata dalla storia di un bambino migrante nel Dnepr. Come già scritto, "Vesti", il ragazzo è stato lapidato e insultato solo perché apparteneva al Donbass. Tuttavia, nonostante il fatto che il livello di tensione nella società sia diminuito, gli immigrati continuano a subire discriminazioni. Tuttavia, coloro che affittano appartamenti sono ancora tesi per loro, e i funzionari non vogliono rilasciare documenti.

I genitori hanno partecipato alla persecuzione

Molti sono rimasti colpiti dalla storia di un quinto selezionatore - un migrante di Toretsk Seryozha Ivanov, che è stato vittima di bullismo da parte dei compagni di classe della scuola n. 52 del Dnepr. Secondo la madre Viktoria Ivanova, il conflitto è sorto nel 2014: quindi i genitori non volevano portare il bestiame di Donetsk nella classe.

Ora tutto è diventato ancora più difficile. Come disse a Vesti Yurij Semchuk, vice capo del dipartimento di educazione del Comune di Dnepropetrovsk, il conflitto avvenne dopo che uno degli studenti di grado 5-A, in cui Seryoz stava studiando in quel periodo, insultò sua madre per tutti perché erano molto poveri.

"L'insegnante ha ascoltato tutto e invece di fermare il conflitto, ha anche iniziato a gridare al ragazzo. Poi nessuno ha capito, non ci sono state indagini ufficiali, e di conseguenza, il ragazzo ha continuato a perseguire - anche lanciando pietre contro di lui, presumibilmente perché era del Donbass. Decisero di trasferire Seryozha in una classe parallela, ma da lì, l'insegnante gli assegnò un periodo di prova, ei suoi compagni di classe firmarono una petizione che gli chiedeva di cacciarlo da scuola. Dopo di che, Serozha ha iniziato a chiedere a sua madre di lasciarlo a casa, dal momento che tutti nella scuola lo offendono ", ci ha detto Semchuk.

Nel novembre dello scorso anno arrivò persino al punto di abbassare il ragazzo giù per le scale, e suo fratello maggiore, un alunno di terza elementare, dovette portarlo a casa tra le sue braccia. Come si è scoperto, il ragazzo aveva strappato i legamenti, e ha trascorso un mese in un cast. Allo stesso tempo, Serezha non fu nemmeno notato nella scuola dopo un mese. "Anche altri genitori spesso mi rimproverano di nascondermi dietro lo status di migrante, anche se non è così", ha detto Victoria Ivanova a Vesti.

Ora il ragazzo non va a scuola e si consulta con uno psicologo. "Ha preso l'intera situazione così vicino al suo cuore che il mal di testa ha cominciato a disturbarlo, e ora siamo tornati per un esame, anche se dovevamo attraversarlo solo in estate. Serezha ha avuto un ictus all'età di 5 anni. Il figlio non vuole andare a scuola, perché ha paura che i bambini lo offendano di nuovo e che i genitori guardino ", dice Victoria. Al numero 52 della scuola non rispondono alle telefonate - "Vesti" ha provato a passare il telefono ieri, ma senza successo.

I Crimea soffrono con la registrazione

Gli stessi attivisti per i diritti umani e gli sfollati interni non ricordano casi così eclatanti, ma assicurano loro che hanno problemi. Ad esempio, Olga Voronkova, un cittadino di Crimea, non ha potuto registrare il suo permesso di soggiorno per un anno e mezzo. "Ho dovuto registrarmi a Kiev, ma la foto sul passaporto era scaduta quando avevo 25 anni. Senza una foto, non potevano registrarmi e si sono rifiutati di incollare la foto senza registrazione. Hanno consigliato di registrarsi come persona temporaneamente sfollata. Ma il problema è che ho vissuto a Kiev dal 2008, e quindi mi è stato detto sulla linea diretta per gli immigrati che non rientrano nella definizione di migrante e non posso registrarmi. Per un anno e mezzo ho camminato in circolo finché l'amministrazione non è entrata nella posizione. Allo stesso tempo, dovevano ancora pagare una multa di 60 UAH allo stato ".

Ci sono difficoltà con l'emissione di diplomi di università ucraine a persone che sono registrate nella penisola annessa. "Al momento della laurea dall'istituto, la Crimea era già annessa, e avevo un permesso di soggiorno temporaneo in un ostello a Kiev. Senza una cancellazione, non è possibile ottenere un diploma e non è consentito scrivere per strada. In qualche modo ho accettato di firmare un by-pass per me ", ha detto un cittadino di Crimea, Esken Heisser, che vive a Kiev negli ultimi tre anni.

Non vogliono stabilirsi

In qualità di coordinatrice dell'iniziativa SOS della Crimea, Tamila Tasheva ha dichiarato a Vesti che sono comuni problemi di alloggio, lavoro e scartoffie. "Molto spesso sono attraenti a causa della cessazione dei pagamenti sociali, dal momento che i residenti della penisola hanno problemi con l'ottenimento di certificati di nascita ucraini, il matrimonio, l'ottenimento di un passaporto interno e il passaporto internazionale. Ci sono anche problemi con il pagamento delle pensioni, dal momento che per i criminali di Crimea esiste una procedura per presentare documenti alla Cassa pensione dalla Crimea ", ha detto Tasheva.

Una storia simile con gli immigrati del Donbass - quattro anni dopo, a causa dell'iscrizione nei territori incontrollati, i residenti di Luhansk e gli abitanti di Donetsk non ricevono prestiti dalle banche, non vogliono affittare abitazioni. "Fondamentalmente, i rifiuti nell'appartamento provengono da coloro che in precedenza avevano incontrato inquilini senza scrupoli, quindi sono categoricamente contrari a affittare un appartamento agli sfollati", ha detto il presidente dell'Unione degli specialisti immobiliari dell'Ucraina Viktor Nesin.

C'è un problema con le banche. Secondo l'esperto finanziario Alexei Kusch, le banche hanno un'installazione tacita per non essere coinvolti con coloro che hanno registrato un territorio incontrollato. "La Banca nazionale non ha fornito una chiara spiegazione del meccanismo per concedere loro un prestito", dice.

Come detto a "Vesti" nell'iniziativa civile "Vostok-SOS", in molti casi è possibile risolvere i problemi solo dopo pochi mesi e persino andare in tribunale. "Recentemente, le persone vengono in aiuto quando hanno bisogno di rinnovare o rinnovare i lasciapassare. Anche la ricezione delle pensioni, il loro ricalcolo e rinnovo sono sempre problematici. Ad esempio, nel Dnepr abbiamo avuto un caso in cui un uomo non poteva ricevere una pensione, mentre si spostava da un distretto della città a un altro, e doveva trascorrere quasi un anno per poter ricevere nuovamente i suoi pagamenti. Il problema è che non esiste ancora una legge sullo status degli immigrati ", ha detto a Vestim Svetlana, responsabile dell'organizzazione. E la psicologa Irina Vasilyeva crede che non ci sia simpatia pubblica per gli immigrati: "Questa è una conseguenza della politica perseguita dalle autorità, che separa gli ucraini e forma un atteggiamento negativo nella comunità nei migranti interni".

I coloni di bisognosi possono ottenere assistenza in denaro una tantum

Gli sfollati interni dal Donbass in gravi difficoltà finanziarie possono ricevere un'indennità una tantum dallo stato.

Secondo le informazioni del coordinatore del progetto del Fondo di beneficenza "Goreniye" Elena Manko, le persone in circostanze di vita difficili che sono parzialmente o completamente private della possibilità di provvedere autonomamente alla propria vita o alla propria famiglia possono ricevere un beneficio in denaro.

La procedura per utilizzare i fondi ricevuti da persone fisiche e giuridiche per fornire assistenza monetaria una tantum alle vittime e ai profughi interni che regolano questo problema non chiarisce le circostanze specifiche e il periodo di vita.

Per ricevere aiuti di Stato, è necessario scrivere una domanda per l'unità di sicurezza sociale della popolazione, indicando i motivi della necessità di aiuto e dettagli dell'account, e allegare copie di: un documento di identità, certificato di assegnazione del numero di scheda di registrazione del contribuente, matrimonio / certificato di nascita, certificato di registrazione, certificato medico di stato sanitario, nonché prove scritte di una situazione di vita difficile.

Successivamente, una commissione speciale deciderà sulla razionalità della fornitura di assistenza e sull'importo del pagamento.

Per tutte le domande, è possibile contattare gli avvocati della Fondazione di beneficenza "Goreniye":

Siamo di Donbass

Tutti i russi, non importa dove viviamo: sia quelli del Volga che quelli vicino al Mar Bianco o all'Oceano Pacifico sono tutti russi nel Donbas. Siamo di Donbass. Lì, nel Donbass, costruimmo profonde miniere, costruimmo grandi fabbriche, strade asfaltate, ponti costruiti. Abbiamo creato Donetsk - un'incredibile città di rose, una città di persone deliziose ed esaltate. Abbiamo decorato il nostro Lugansk con fabbriche, templi e istituti. Quando i guai erano arrivati ​​a tutto questo, quando volevano respingere tutti noi, dissacrare, mutilare, quando volevano portare via Pushkin e Sholokhov da noi, vietare la parola "russo", nascondere i terribili monumenti della Vittoria da Saur-Grave, ci siamo ribellati. Siamo andati con berdanok e fucili da caccia ai posti di blocco, morti sotto mitragliatrici e "laureati" di rabrovo ukrov. Abbiamo rimosso i leggendari "trentaquattro" dai piedistalli, lubrificato i loro motori, li abbiamo riempiti di carburante e li abbiamo portati in primo piano. Abbiamo combattuto in mischia. Andammo ai contrattacchi, attraversammo il filo spinato nel ventre, facendoci strada nella retroguardia del nemico. Abbiamo fabbricato le "caldaie" di ukram come Debaltsevskogo, infliggendo ferite mortali ai nemici. Abbiamo costruito un esercito, abbiamo tracciato la linea tra noi e la giunta di Kiev. Abbiamo creato due stati indipendenti, con cui il nome è Donbass. Abbiamo i nostri eroi e martiri, c'è Givi e Motorola, ci sono colonnelli e generali che attirano gli ukrov nelle caldaie e li macellano lì.

Siamo Donetsk, siamo tutti dalla Russia. Tutte le città e i villaggi, tutti gli aul e i villaggi, tutte le fattorie - siamo tutti Donetsk. La rivolta nel Donbass è un grande evento nella storia russa, l'ascesa dello spirito russo dopo l'oscurità, in cui siamo stati immersi dopo il 1991. Coloro che inizieranno a scrivere la storia dello stato russo scriveranno un capitolo sul Donbass. La vittoria nel Donbass è una vittoria dello spirito russo, della volontà russa, dello stoicismo russo, del popolo scelto da Dio. Indipendentemente da come eseguono i russi, non importa quanto li abbiano tagliati a pezzi, o diano loro il posto più letale nella parte posteriore della storia, ci alziamo e andiamo, come la primavera. Il Donbass arrossisce con bandiere di brigate e battaglioni, con le bandiere dei leggendari reggimenti sovietici, nel Donbass - tricolore e un'aquila d'oro a due teste. Nel Donbass stiamo combattendo non solo per Gorlovka e Makeevka, ma anche per Kramatorsk e Slavyansk. Non solo per le steppe di Donetsk e gli scricchiolii solari nei campi di grano, stiamo combattendo per Mosca, Stalingrado, per le frontiere del Volga e per gli Urali.

I bisognosi odiano i russofobi: ora li versano con veleno di odio, poi con bombe al napalm e al fosforo. L'Odessa carbonizzata, la Kharkov calpestata, la Zaporizhia prosciugata guardano speranzosi al Donbass.

La nuova Russia non è un motto, non uno slogan momentaneo. La nuova Russia è una grande terra in attesa di liberazione. Nel 1993, alle barricate della Casa Bianca, abbiamo combattuto per l'impero rosso e perso. Siamo stati uccisi, siamo stati sepolti in oscure bare, mentre ora abbiamo seppellito i martiri di Odessa. Ma il nostro sacrificio, la nostra rivolta imperiale russa, divenne un'icona di una futura vittoria russa. Abbiamo portato questa icona attraverso i dannati anni '90, pregando per essa, combattendo con essa nelle montagne caucasiche. Questa icona, illuminata dal miracolo della Crimea, arrivò al Donbass. Il Donbass è un'icona, un simbolo di preghiera, il nostro azzurro russo, da dove la luce immutabile si riversa nelle nostre anime - la luce della grande idea russa, la luce del messianismo russo. Poiché il Signore ci ha creati come persone portatrici di Dio, un popolo che ha vinto il serpente, un popolo che affronta l'oscurità del mondo e lo trasforma in luce.

Donbass è una terra in cui l'oscurità del mondo diventa luce.

Per tre anni abbiamo combattuto e sostenuto l'assalto dell'oscurità. Noi, la Russia, stiamo marciando con il nostro reggimento immortale da Vladivostok a Donetsk, da Murmansk a Lugansk. Siamo Donetsk, il che significa che siamo russi.

Informazioni sull'attuazione dell'assistenza finanziaria ai residenti di Donbass da parte della ONG "United Donbass Foundation"

Categorie di cittadini - residenti di Donbass, che si trovano in una situazione di vita difficile, che hanno il diritto di fornire assistenza materiale:

- invalidi di 1, 2 gruppi;

- madri single / padri, vedove / vedovi con figli di età inferiore ai 18 anni;

- famiglie con tre o più figli di età inferiore ai 18 anni;

- cittadini di età pari o superiore a 65 anni;

- famiglie con bambini con disabilità;

- famiglie di guardiani, fiduciari, famiglie affidatarie e orfanotrofi di tipo familiare in cui vengono allevati orfani e bambini privati ​​delle cure genitoriali;

- i cittadini che hanno lo status di guerra invalidi (eccetto per le persone appartenenti ai membri dell'organizzazione dei nazionalisti ucraini (OUN) e dell'Ucraina Insurgent Army (UPA));

- le donne incinte in tutte le fasi della gravidanza, che sono registrate nelle istituzioni sanitarie secondo le prescritte modalità;

- bambini da 0 a 3 anni.

La procedura per fornire assistenza materiale ai residenti di Donbass in una situazione di vita difficile

I residenti di Donbass che si trovano in una situazione di vita difficile, che hanno il diritto di fornire assistenza materiale, devono fornire i seguenti documenti:

- modulo di domanda;

- una copia del documento attestante l'identità del richiedente (passaporto);

- una copia della scheda di registrazione del contribuente / numero di identificazione del contribuente del richiedente e dei suoi familiari che necessitano di assistenza materiale (se necessario).

I seguenti documenti sono inoltre forniti per categoria:

- invalidi dei gruppi 1 e 2 - un documento che conferma il gruppo di disabilità (certificato medico della commissione di esperti medico-sociali (certificato MSEK) o certificato del certificato di ispezione MSEK);

- madri single / padri con figli di età inferiore ai 18 anni - un certificato di nascita di un bambino, un estratto del registro statale di registrazione civile di cittadinanza su registrazione di nascita in conformità con la prima parte dell'articolo 135 del Codice di famiglia dell'Ucraina o un certificato rilasciato dall'ente di protezione sociale della popolazione che il richiedente è destinatario di aiuti di Stato per bambini a madri sole);

- vedove / vedovi con figli minori di 18 anni - certificato di nascita di un bambino, certificato di morte di uno dei genitori;

- famiglie con tre o più figli di età inferiore ai 18 anni - il passaporto del secondo genitore (se disponibile), certificato di una famiglia numerosa, certificato di nascita dei figli;

- cittadini di età pari o superiore a 65 anni - certificato di previdenza (se disponibile);

- famiglie con bambini con disabilità - un passaporto di uno dei genitori / rappresentanti legali (guardiani o tutori, genitori adottivi, genitori-educatori), un certificato di nascita del bambino, il certificato medico originale su un bambino disabile di età inferiore ai 18 anni, rilasciato da un consulente medico commissione di istituzioni mediche per bambini (certificato di VKK). I rappresentanti legali di un bambino disabile presentano il documento originale del loro incarico come rappresentanti legali;

- famiglie di guardiani, fiduciari, famiglie affidatarie e orfanotrofi di tipo familiare in cui vengono allevati orfani e bambini privati ​​delle cure genitoriali - il passaporto di uno dei rappresentanti legali (tutori o fiduciari, genitori adottivi, genitori-educatori), certificati di nascita di bambini. I rappresentanti legali del minore presentano il documento originale sulla nomina dei loro rappresentanti legali;

- i cittadini che hanno lo status di guerra non validi (tranne quelli che hanno partecipato alle ostilità del 1941-1945 come parte dell'Ucraina insurrezionale (UPA) o l'organizzazione dei nazionalisti ucraini (OUN), gli individui e le loro famiglie che hanno partecipato all'aggressione armata contro il popolo del Donbass come parte delle forze armate e delle formazioni illegali dell'Ucraina, e anche loro assistito (volontari, attivisti, membri di organizzazioni pubbliche di persuasione nazionalista) - un certificato di invalidità di guerra;

- le donne incinte in tutti i periodi di gravidanza che sono registrate negli istituti sanitari secondo le modalità prescritte - una carta di scambio di una donna incinta o di una carta ambulatoriale (fino a 30 settimane);

- bambini da 0 a 3 anni - il passaporto di uno dei genitori / rappresentanti legali (guardiani o tutori, genitori adottivi, genitori-educatori), certificato di nascita del bambino. I rappresentanti legali del minore presentano il documento originale sulla nomina dei loro rappresentanti legali.

Per confermare la situazione di vita estrema, la situazione di rischio per la vita e la salute, nonché una situazione umanitaria di emergenza che richiede la fornitura di assistenza materiale, copie aggiuntive di documenti, tra cui:

- certificato di istituzione medica sulla necessità di intervento chirurgico di emergenza;

- un caso medico (sulla base del quale viene effettuato un esame dei documenti medici, viene determinata una visita medica del richiedente e una diagnosi clinica e funzionale);

- estratto dettagliato dalla storia medica rilasciato da un istituto medico;

- atto di un incidente sul lavoro;

- la conclusione della commissione statale sul fatto di una situazione di emergenza di natura tecnogena (avvenuta senza colpa del richiedente) e il suo impatto sulla perdita di salute del richiedente (parere di un medico esperto);

- certificato di reddito.

La quantità di assistenza materiale ai residenti di Donbass in una situazione di vita difficile è stabilita dalla Commissione della United Donbass Foundation, a seconda delle circostanze o della natura della difficile situazione di vita. L'assistenza può essere fornita sia sotto forma di pagamenti in contanti, sia in natura (prodotti, medicinali, ecc.).

L'accettazione della domanda e dei documenti per la fornitura di assistenza materiale (di seguito - il pacchetto di documenti) è effettuata dal 20 maggio al 30 settembre 2017 negli uffici postali della "Posta di Donbass", compresi gli uffici postali situati nei Centri di assistenza sociale e servizi amministrativi.

Il richiedente può fornire un pacchetto di documenti in formato elettronico (domanda e documenti scansionati) all'indirizzo di posta elettronica [email protected]m-centr.su

L'esame del pacchetto di documenti e l'adozione della decisione della Commissione sulla fornitura di assistenza materiale sono effettuati entro un mese dalla data di presentazione del pacchetto di documenti.

Per ulteriori informazioni, contattare la hotline del Centro per il programma umanitario per la riunificazione del popolo del Donbass: +38 (066) 584-85-48, +38 (062) 334-99-09

Migranti dal Donbass: "Non vediamo alcun motivo per tornare a Donetsk"

Per due anni e mezzo, gli sfollati hanno stabilito una nuova vita e non hanno fretta di andare in città, che i militanti continuano a distruggere

L'Istituto internazionale di sociologia di Kiev ha condotto un'indagine tra gli immigrati - sfollati interni - sul tema: "Ritornerai al tuo precedente luogo di residenza, se si presentasse tale opportunità?" Su oltre un migliaio di intervistati, poco più di un terzo aveva programmato di tornare a casa - il 36%. Circa il 16% sta considerando opzioni. Il resto, quasi la metà degli intervistati, ha dichiarato di non voler tornare. Il sito "Segodnya.ua" ha parlato con i coloni e ha scoperto perché gli ex residenti di Donetsk non vogliono vivere nella loro città natale.

Lasciato con gli occhi asciutti

"Non vedo la fine di questa situazione selvaggia e terribile in cui Donetsk e altre città occupate dai militanti del" DPR "si ritrovano," Alla Karmanchuk, l'attuale residente di Ternopil, ha detto: "Sia io che mio marito parliamo con gli amici ogni settimana e ci dicono tutto C'è, o meglio, non c'è, non c'è lavoro normale, vita normale, amo questa città, ma la mia priorità è la felicità e la salute della mia famiglia.Non a Donetsk questo non ha funzionato.Qui, a Ternopil, io e mio marito abbiamo trovato un buon lavoro Mentre affittiamo un appartamento, ma abbiamo in programma di comprare presto i propri alloggi I bambini finiscono la scuola, andranno alle università, faranno le famiglie, qual è il punto per noi di viaggiare in tutto il paese? "

Coloro che non hanno intenzione di tornare confermano la vecchia tesi "Non c'è nulla di più permanente che temporaneo". Dopo aver lasciato Donetsk, come sembrava loro, per un po '- per aspettare i combattimenti, gli ex residenti di Donetsk si sono resi conto che era già il terzo anno della loro "emigrazione" e che hanno dovuto continuare a vivere. La loro città è ancora dominata da militanti che non desiderano porre fine alla guerra.

"Non abbiamo già casa, vivevamo a Petrovka, ci sono volate due conchiglie e questo era tutto, eravamo in mare a quel tempo, vivevamo lì per due mesi in evacuazione, non avevamo un posto dove tornare e non ce n'era bisogno. Siamo giovani, è facile per noi spostarci nel mondo, quindi siamo partiti per sempre, come si suol dire, con gli occhi asciutti, è un peccato, naturalmente, che è stata una spiacevole ragione per andarsene. Ora viviamo a Poltava ", ha detto Yevgeny Shutova." Ho letto spesso su Internet che ci considerano traditori che hanno lasciato la città belligerante Io, a sua volta, considero i traditori di coloro che si sono semplicemente arresi nella primavera del 2014 Donetsk è una folla di gente inadeguata e armata che l'ha trasformata rapidamente in un'infelice città di mendicanti ".

"I vicini gridavano" Ti arrenderemo! "

Gli sfollati osservano con orrore come sta morendo la loro città. Sullo sfondo della povertà dilagante e della disoccupazione, le file interminabili di vacanze e processioni sembrano un'attrazione sciocca.

"Tutta questa pretenziosità si è stancata in tempo di pace, e ora ancora di più. La città che ha ospitato Euro 2012, la cui squadra di calcio ha vinto la Coppa UEFA, dove le piante giganti e le miniere hanno dato lavoro a migliaia di persone ha tutte le possibilità di diventare una metropoli mega-cool. Donetsk è diventata una città di pensionati che amano "DPR", ma vogliono ricevere pensioni in Ucraina, e questa povera gente, tuttavia, ritrova gioia in alcuni raduni senza fine, non voglio vivere lì, ho il diritto di scegliere dove mi sento a mio agio. Piangi sullo sfondo con le impronte di Donetsk e non scriverò "Questa è la città migliore del mondo." Era la città più bella per me, ma ora non lo è, "afferma l'attuale residente di Dnipro, Yuri Shevchenko.

Ma la maggior parte degli immigrati non può tagliare così fortemente i legami con la loro città natale. "Donetsk fa ancora male", dicono, indicando il cuore. La città natale, in cui è passata una parte significativa della vita, piena di eventi, non è così facile da cancellare dall'anima.

"Più volte sono tornato, fermamente intenzionato a rimanere, non importa cosa, ho un lavoro, non ha bisogno della presenza in ufficio, quindi vivrò, ma dannazione, tutta la casa mi ha attaccato! Ho sentito così tante cose cattive Maledizioni che non potevano sopportare: chiamavano sia "giunta" che "banderovka", promettendo di chiamare "dove dovevano", perché ero un sabotatore... dovevo affittare un appartamento in un altro distretto, vendere questo, a Kalinovka, per un soldo - e correre al Dnepr, cercando il più rapidamente possibile di dimenticare queste grida di "Ti arrenderemo!" Non voglio ricordare - Fa male, è terribile, disgustoso fino alle lacrime ", - un altro abitante di Leopoli, Angelina Kameneva, ha condiviso la sua storia.

"Già un po 'che si collega con una città natale"

"Non posso vivere solo sul patriottismo, ho 28 anni, devo lavorare, vivere, viaggiare, pensare alla mia famiglia, nel 21 ° secolo, nuove tecnologie e molte cose interessanti sono nel cortile. Ahimè, la mia città natale ha finora rifiutato di vivere nel presente, preferendo andare dove nel denso Medioevo. Sono grato a questa città per la mia infanzia, i giovani, per la mia educazione - con una laurea specialistica dell'Università Nazionale di Donetsk, mi è stato immediatamente offerto un lavoro in una delle università di Kiev, lodando il livello della nostra "uni". Devo in un altro la città, i genitori hanno soggiornato a Donetsk, ma non hanno avuto nulla contro la mia scelta, dicono al telefono che a Donetsk è tutto triste e non c'è fine ai confini di questa guerra ", dice Andrei Kiev di Kiev.

"Sono già passati più di due anni e non ho molto a che fare con Donetsk, ho ancora un appartamento lì, che cerco inutilmente di vendere per 15.000 dollari in meno di prima della guerra", ha detto Irina Nemchenko, una migrante forzata che vive a Kropivnitsky. "A Donetsk, ci sono alcuni conoscenti con cui occasionalmente, più per cortesia, mantenere la comunicazione - ci congratuliamo l'un l'altro per il loro compleanno o in altre date." Niente altro lasciato lì. Ho un lavoro nuovo, abbastanza decente, c'è un tetto sopra la tua testa e c'è piani per il futuro, semplicemente non vedo alcun motivo per tornare a Donetsk per cercare un buon lavoro e rinunciare a tutto ciò che sono riuscito a ottenere in questi due anni ".

La città occupata si è trasformata in un ghetto

Hanno paura di riportare i Pitmen nella loro città natale. Possono essere capiti - per più di due anni è cambiato troppo e non per il meglio.

"Anche se Donetsk sarà di nuovo sotto il controllo dell'Ucraina, è improbabile che riesca a sradicare il livello di crimine che ora sta prosperando lì, specialmente ora che a Kiev ho una piccola azienda con un amico, e anche se Donetsk tornerà in Ucraina domani, non vedo Non ci sono prospettive: la guerra ha distrutto la città e ci vorrà molto tempo per ripristinarla ", dice l'immigrante Ilya Golokorozhko." Non ho dubbi sul fatto che la gente vivrà lì per molto tempo, ma non vedo alcuno sviluppo, anche se la città tornerà sotto il potere ucraino rimarrà Ho un sacco di persone che sogneranno segretamente l'arrivo della Russia, non ho dubbi che queste persone si riverseranno nelle autorità locali e minaccino la situazione dall'interno, e se non c'è la certezza che tutto sarà di nuovo stabile, allora non voglio rischiare. "

Il sociologo Yegor Ignatiev spiega: i territori occupati da molti cittadini di Donetsk sono diventati una specie di ghetto. "Molti di coloro che hanno lasciato la città sanno quanto sia difficile persino venire a visitare i loro appartamenti: da una vita pacifica e sicura, una persona è immersa in una società che vive secondo le proprie regole... code enormi ai posti di blocco, uno standard di vita significativamente più basso, prezzi elevati e paura costante per "Non è un segreto che molte persone di Donetsk amano la loro città e perdono i loro luoghi nativi, questo è normale. Ma vedendo cosa succede alla loro casa, sono psicologicamente i ki sono alienati da lui e cercano il più possibile di prendere piede in territori pacifici, acquisire nuovi legami sociali e iniziare a vivere praticamente da zero, gradualmente la vita e i legami sociali che li collegano ai territori occupati gradualmente scompaiono. "

Ignatiev ritiene che anche dopo il ritorno dei territori occupati di Donbass sotto il controllo dell'Ucraina, gli immigrati non torneranno di fretta. "Il ritorno di massa avverrà solo se le condizioni di vita competono con il fatto che gli immigrati hanno ora, ma chi vuole tornare dove paga poco e c'è una minaccia per la vita?" In questo caso, anche con l'avvento delle autorità ucraine, la regione sperimenterà la fame di personale E se le imprese e le imprese non si sviluppano, di quale tipo di sviluppo regionale possiamo parlare? "