Dopo l'iniezione, l'infermiera ha iniettato la pelle con un ago.

Diete

Dopo l'iniezione, l'infermiera ha iniettato la pelle con un ago. - Sezione didattica, algoritmo di azione in questa situazione 1. Non prendere i guanti Spremere il sangue 2.

1. senza rimuovere i guanti per spremere il sangue

2. rimuovere i guanti, lavare sotto l'acqua corrente

3. quindi 70% di alcool 2x volte

4. poi il 5% di iodio allo iodio

5. intonaco battericida

6. Informazioni sull'incidente per informare la sorella medica senior, registrarsi nel registro dei danni

7. donare il sangue per l'HIV e l'epatite (per l'HIV di nuovo dopo 8 settimane, per l'epatite dopo 6 mesi)

4. Assistenza con shock anafilattico causato dall'iniezione endovenosa del farmaco.

1. *

2. Non rimuovere l'ago

3. metti il ​​paziente (gambe sopra il livello della testa)

4. Fornire aria fresca

5. adrenalina 0,1%, 0,2-0,5 milligrammi

6. ossigeno

7. idrocortisone 200 milligrammi, prednisone 90 milligrammi / m

8. spasmolitici antistaminici (eufeline w / 2,4%)

La probabilità di infezione da HIV con un ago puntura

Le informazioni sull'HIV sono ora ovunque così tanto che, per via accidentale di un ago da una siringa usata, è adatto al panico. E tutto perché la nostra salute ci è molto cara e non c'è il desiderio di inavvertitamente prendere una grave malattia virale.

Capiremo qual è la probabilità di infezione da HIV quando l'ago viene iniettato da una siringa usata.

Dove posso prendere un ago da una siringa?

Recentemente, nei social network, è apparsa l'informazione che nei trasporti pubblici e nei cinema sono stati utilizzati aghi da siringhe e note speciali, che affermano che provengono da persone con infezione da HIV. Puoi immaginare la reazione di un uomo che si è seduto su una tale "sorpresa". Forse questa informazione non è affidabile, ma ci sono luoghi in cui si può incidentalmente imbattersi in una siringa con i resti del sangue di una persona sconosciuta. Questo è:

  • Caselle di posta;
  • Radure della foresta;
  • Parchi giochi (specialmente sandbox);
  • Celle di scala;
  • Armadietto di manipolazione.

Se nella sala di manipolazione si è verificata una puntura di ago casuale, in questo caso, è possibile determinare rapidamente in che modo la persona che ha usato la siringa era malata e adottare le misure necessarie per evitare l'infezione.

Ma se l'ago passasse attraverso la suola sottile della scarpa in natura, ti ferisci quando ricevi posta da una casella o da un bambino iniettato nella sandbox, quindi è importante non farsi prendere dal panico, ma prendere certe azioni e andare da un medico.

Cosa puoi ottenere?

Si ritiene che vi siano pochissime possibilità di contrarre l'HIV per contatto con siringhe usate, specialmente se il loro sangue è già asciutto. Ma lei è ancora lì. Inoltre, puoi raccogliere altre malattie pericolose, come l'epatite B e l'epatite C.

È importante cercare l'aiuto di un medico. Molto probabilmente il paziente sarà vaccinato contro l'epatite B e ha offerto un corso di farmaci specifici per prevenire lo sviluppo dell'HIV.

È necessario contattare la struttura medica più vicina o il centro AIDS subito dopo il contatto accidentale con un ago usato da una siringa. Prima si iniziano le misure preventive, maggiore è la possibilità di evitare l'infezione. È meglio chiedere aiuto per le prime 24 ore. Il tempo massimo consentito è di 48-72 ore.

Cosa fare dopo aver usato un ago?

Dopo un incidente, è importante non andare nel panico e fare quanto segue:

  • Lavare sotto l'acqua corrente con sapone avvolto;
  • Se c'è sangue, non dovresti fermarlo per qualche minuto. In caso contrario, quindi spremere in modo indipendente almeno una goccia di sangue;
  • Quindi trattare il posto danneggiato con iodio;
  • La ferita deve essere chiusa con un cerotto battericida;
  • Dopodiché, devi consultare un medico.

Cosa fare con l'ago?

Non ci sono prescrizioni specifiche per la siringa e l'ago usati. Naturalmente, è meglio portarli in una struttura medica per l'analisi. Tuttavia, è importante osservare le precauzioni e posizionare un oggetto pericoloso e tagliente in un contenitore rigido in modo che nessun altro possa ferirsi.

È meglio farlo subito, in modo che i parenti simpatici non ispezionino l'ago per trovare tracce di sangue su di esso e allo stesso tempo non si inietti.

Probabilità di infezione o quanto tempo un ago vive con l'HIV?

Per capire la probabile infezione da HIV attraverso un ago usato, è necessario sapere a quali condizioni il virus rimane attivo. L'agente causale del retrovirus può rimanere pericoloso solo quando la temperatura dell'aria è favorevole e stabile per esso, che in linea di principio non è possibile in condizioni di spazio aperto. E dopo che il sangue sull'ago si asciuga, il virus muore.

L'infezione è possibile solo nei prossimi minuti dopo che una persona infetta da HIV ha usato una siringa. E mentre è ancora nel corpo dovrebbe ottenere un numero sufficiente di cellule del retrovirus, e questo non è inferiore a 10.000.

La probabilità di contrarre l'HIV in questo modo è dello 0,3%. Fino ad ora, non ci sono stati casi di trasmissione domestici ufficialmente registrati.

Operatore sanitario: i pericoli della professione

Tutti i fornitori di assistenza sanitaria dovrebbero essere consapevoli dei pericoli di vari virus e infezioni e lavorare con ciascun paziente come se fossero stati infettati dall'HIV e considerare tutti i fluidi corporei infettati da malattie pericolose. In questo caso, il rischio di contrarre malattie pericolose sarà ridotto al minimo.

La violazione delle norme di sicurezza nel lavoro di un operatore sanitario può portare a una puntura dell'ago e all'infezione da un retrovirus. Negli ospedali e nelle cliniche ci sono speciali kit di pronto soccorso "Antispid", il cui contenuto aiuterà il personale ad eseguire le misure necessarie in caso di emergenza. In un kit di primo soccorso dovrebbe essere:

  • Perossido di idrogeno 3%;
  • iodio;
  • Alcool etilico 70%;
  • Albucidus 30%;
  • intonaco;
  • Napalchichnik;
  • Forbici.

Se l'operatore sanitario ha iniettato un ago usato, allora ha bisogno di spremere il sangue dalla ferita e disinfettarlo. Quindi lavarsi bene le mani e sigillare la ferita con intonaco. È molto importante registrare la lesione nel "Registro degli incidenti". Quindi è obbligatorio contattare il centro AIDS per testare la presenza di anticorpi contro il retrovirus negli esseri umani.

La scoperta di tali anticorpi significa che è stata a lungo infettata e questo incidente non ha nulla a che fare con l'infezione. Se il risultato è negativo, sarà necessario ripetere l'analisi dopo 6 mesi. È attraverso questo periodo dopo l'infezione che compaiono gli anticorpi del virus.

I risultati degli esami medici sono anonimi. Le lesioni e le misure preventive adottate devono essere segnalate al presidente dell'infezione nosocomiale e al capo dell'istituto medico.

Tutto sulla prevenzione

Se c'è un caso in cui un operatore sanitario usa un ago con un ago e vi è il rischio di infezione da HIV, è importante eseguire la profilassi post-esposizione (PEP) in modo tempestivo. Consiste nel prendere Retrovir, Zinovudine, Azidothymidine. Il trattamento preventivo deve essere iniziato entro e non oltre 24 ore dopo una possibile infezione.

Nei primi 3 giorni, il farmaco viene assunto ogni 4 ore a 200 mg., Quindi per i successivi 25 giorni ogni 6 ore. Se un esame di un paziente il cui ago ha iniettato l'operatore sanitario mostra che non ha l'HIV, allora i farmaci preventivi dovrebbero essere fermati.

In generale, la profilassi post-esposizione è volta a ridurre il rischio di sviluppo di immunodeficienza dopo l'infortunio. È mostrato a:

  1. lesioni da una siringa usata o ferite ad altri oggetti contenenti sostanze biologiche infette;
  2. contatto con la mucosa dell'operatore sanitario o la sua pelle danneggiata di liquidi infetti.

La probabilità di infezione da HIV per un operatore sanitario quando assume i farmaci antiretrovirali in modo tempestivo tende allo 0%. Ma in generale, tutto dipende dalla quantità di sangue sull'ago, dalla sua freschezza, dalla carica virale e dallo stato di salute della persona ferita.

Per proteggere te stesso e i tuoi cari da ferite accidentali con oggetti pericolosi, tra cui siringhe usate, non dovresti camminare in luoghi ricoperti di erba o dove si conoscono tossicodipendenti e persone con una reputazione dubbia. È anche molto importante spiegare ai bambini che non è necessario prendere in mano oggetti sconosciuti o strani e, ovviamente, siringhe.

Per i bambini curiosi che sognano di diventare medici, è meglio comprare il gioco "Ospedale" in modo che non abbiano il desiderio di fare un'iniezione a qualcuno con una siringa trovata per strada. Qualsiasi malattia è meglio prevenire che trattare. Questa è una garanzia di salute! È importante essere vigili e cauti, sempre e ovunque, e non dovrai preoccuparti invano.

Algoritmo di azioni di ms in caso di puntura di un guanto con danno alla pelle da un ago usato dopo un paziente con infezione da HIV

1. Fonti di infezione e meccanismi di trasmissione dell'HIV

a) Fonti: persone con AIDS e portatori di HIV.

b) Meccanismi di trasmissione dell'HIV:

- Naturale - sessuale, verticale (dalla madre al bambino - durante la gravidanza, il parto, l'allattamento al seno)

- Artificiale - parenterale (per trasfusioni di sangue, iniezioni, interventi chirurgici, per dentisti, ginecologi - a causa di strumenti insufficientemente sterilizzati)

a) Piano di assistenza infermieristica per un problema prioritario (per iscritto).

b) È necessario prendere il sangue per la ricerca sierologica (ELISA - rilevazione di anticorpi anti-HIV nel siero di sangue)

3. Algoritmo di azioni di ms in caso di puntura di un guanto con danno alla pelle da un ago usato dopo un paziente con infezione da HIV

1. Dovresti rimuovere i guanti e metterli nel des. significa, spremere il sangue dalla ferita, lavare il sito della ferita con acqua e sapone, senza interrompere il sanguinamento. Due volte per trattare il luogo della ferita con il 5% della soluzione di iodio, colla con nastro adesivo o applicare una benda.

2. Informare l'amministrazione sull'incidente;

3. Consultare uno specialista in malattie infettive;

4. Sottoporre a visita medica la presenza di marcatori di infezione virale da virus dell'epatite B, C e HIV;

5. Non precedentemente vaccinato contro HB, l'immunizzazione viene effettuata secondo le indicazioni epidemiche;

6. Al fine di prevenire l'infezione da HIV, condurre farmaci anti-TB (profilassi post-traumatica) farmaci antiretrovirali (azidotimidina).

Aprire la biblioteca medica

Articoli e lezioni sulla medicina ✚ Biblioteca di uno studente di medicina ✚ Malattie e metodi del loro trattamento.

categoria

Rianimazione Algoritmo di azioni di un operatore medico in caso di tagli e colpi

Opzione 1: prevenzione di emergenza dell'epatite virale parenterale e infezione da HIV (appendice 12 a SanPiN 2.1.3.2630-10)

* Per evitare l'infezione da epatite virale parenterale, HIV

l'infezione dovrebbe seguire le regole del lavoro con il piercing e il taglio

* In caso di tagli e punture, trattare e rimuovere immediatamente i guanti, spremere

sangue dalla ferita, lavarsi le mani con sapone e acqua corrente, elaborare le mani

70% di alcol, lubrificare la ferita con una soluzione al 5% di iodio.

* A colpo di sangue o altri liquidi biologici su tegumenti

Questo posto è trattato con alcol al 70%, lavato con acqua e sapone e riutilizzato.

trattato con alcol al 70%.

* Se il sangue penetra sulle mucose degli occhi, vengono immediatamente lavati con acqua.

o soluzione all'1% di acido borico; a contatto con la mucosa

naso - trattato con soluzione all'1% di protargol; sulla mucosa della bocca -

risciacquare con soluzione alcolica al 70% o soluzione di acido manganese allo 0,05%

soluzione di potassio o all'1% di acido borico.

* Anche le mucose del naso, delle labbra, della congiuntiva vengono trattate con una soluzione

permanganato di potassio alla diluizione di 1: 10.000 (la soluzione è preparata ex tempore).

* Ai fini della prevenzione di emergenza dell'infezione da HIV, l'azidotimidina è prescritta in

per 1 mese. Combinazione di azidotimidina (retrovir) e lamivudina (elivir)

migliora l'attività antiretrovirale e supera la formazione

* Ad alto rischio di infezione da HIV (taglio profondo, colpo

sangue visibile a pelle danneggiata e mucose da pazienti,

infetto da HIV) per la nomina di chemioprofilassi deve essere trattata

ai centri territoriali per il controllo e la prevenzione dell'AIDS.

Opzione 2: Le azioni di un operatore medico in caso di emergenza (Risoluzione del medico di stato sanitario capo della Federazione russa dell'11 gennaio 2011 n. 1 "Approvazione dell'IC 3.1.5.2826-10" Prevenzione dell'infezione da HIV ").

* in caso di tagli e punture, rimuovere immediatamente i guanti, lavarsi le mani con acqua e sapone

acqua corrente, trattare le mani con alcol al 70%, lubrificare la ferita con il 5%

soluzione alcolica di iodio;

* in caso di ingresso di sangue o altri liquidi biologici sulla pelle

Questo posto è trattato con alcol al 70%, lavato con acqua e sapone e riutilizzato.

trattato con alcol al 70%;

* a colpo di sangue e altri liquidi biologici del paziente sulle mucose

occhi, naso e bocca: sciacquare la bocca con abbondante acqua e

risciacquare con una soluzione al 70% di alcool etilico͵ la mucosa del naso e degli occhi

lavarsi abbondantemente con acqua (non strofinare);

* in presenza di sangue e altri fluidi biologici del paziente sull'abito,

vestiti: togliere gli abiti da lavoro e immergere in una soluzione disinfettante o

Algoritmo di azioni in caso di tagli e punture

La diffusione dell'infezione da HIV non è solo senza sosta, ma continua ad evolversi e intensificarsi, come confermato dalle stime degli esperti del Programma congiunto delle Nazioni Unite sull'HIV / AIDS (UNAIDS) e dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

L'agente causale dell'HIV / AIDS è altamente sensibile al calore. Quando bolle in ebollizione entro 2-3 minuti. Allo stesso tempo, il virus è resistente all'azione delle radiazioni ultraviolette e gamma alle dosi comunemente utilizzate durante la sterilizzazione. I disinfettanti contenenti cloro (soluzione al 2-3% di cloramina, soluzione al 3% di candeggina) nelle concentrazioni comunemente utilizzate inattivano il virus entro 10-20 minuti. Nell'ambiente esterno, il virus è relativamente instabile. Nel sangue su oggetti nello stato nativo conserva capacità infettiva per 14 giorni, in substrati secchi - fino a 7 giorni.

Secondo 23 studi presentati dall'OMS, in cui sono state analizzate 6135 emergenze legate all'iniezione di un ago infetto da HIV, l'infezione da HIV è stata documentata in 20 casi, pari allo 0,33%. Allo stesso tempo, se un biomateriale infetto ha colpito mucose (1143 casi), il rischio di contrarre l'HIV è stato dello 0,09%. Non è stata rilevata alcuna infezione quando il materiale infetto da HIV colpisce la pelle intatta (2712 casi).

Efficace prevenzione dell'infezione da HIV nel paziente e il lavoratore è possibile e dovrebbe essere effettuata con il rigoroso rispetto delle regole di disinfezione e sterilizzazione.

Nelle istituzioni mediche (cliniche, centri estetici, ecc.) Tutti i pazienti devono essere considerati come potenzialmente infetti da HIV, pertanto, nel fornire assistenza medica, è necessario rispettare tutte le regole e i requisiti di sicurezza sul posto di lavoro. Quando si eseguono manipolazioni, così come quando si lavora con fluidi biologici, il personale deve usare equipaggiamento protettivo personale - camici medici / tute, cappucci medici, guanti medici, maschere, occhiali protettivi, se necessario - scudi protettivi, grembiuli di tela cerata.

Misure preventive in caso di contaminazione della pelle e delle mucose del lavoratore con sangue o altri fluidi corporei, nonché iniezioni e tagli

Quando la pelle delle mani è contaminata da secrezioni, sangue, ecc.:

  • lavarsi le mani con acqua e sapone;
  • asciugare accuratamente le mani con un asciugamano monouso;
  • elaborare due volte con antisettico.

Mani guantate:

  • trattare il tovagliolo inumidito con un disinfettante;
  • quindi lavare con acqua corrente;
  • togliti i guanti;
  • lavarsi le mani;
  • trattare le mani con antisettico della pelle.

Se il fluido biologico di un paziente entra nelle mucose dell'orofaringe, sciacquare immediatamente la bocca e la gola con alcol al 70% o permanganato di potassio allo 0,05%.

Se i liquidi biologici entrano negli occhi, lavarli con una soluzione di permanganato di potassio in acqua nel rapporto di 1:10 000.

Se il materiale biologico viene a contatto con le scarpe, pulirlo due volte con un tampone imbevuto di soluzione disinfettante.

Se il materiale biologico viene a contatto con la superficie di pareti, pavimento, apparecchiatura due volte, con un intervallo di 15 minuti, pulirli con una soluzione di perossido di idrogeno al 6% o una soluzione di cloramina al 3% o altra soluzione disinfettante secondo le raccomandazioni metodologiche per disinfettante.

Per iniezioni e tagli:

  • lavati le mani, senza togliere i guanti, con acqua corrente e sapone;
  • togliere i guanti con la superficie di lavoro all'interno e gettarli nella soluzione disinfettante;
  • se il sangue esce dalla ferita, non fermarlo per 1-2 minuti, altrimenti spremere il sangue dalla ferita (non succhiare bocca);
  • lavarsi le mani con acqua e sapone;
  • trattare la ferita con tintura alcolica al 5% di iodio;
  • se ci sono microtraumi, graffi, abrasioni sulle mani, sigillare le aree danneggiate con del nastro adesivo, se necessario, mettere il polpastrello;
  • Non utilizzare antisettici adesivi (BF-6 e altri) che impediscano il drenaggio delle ferite.

Secondo le indicazioni, viene effettuata la prevenzione di emergenza dell'epatite B e l'infezione da HIV.

Prevenzione di emergenza dell'epatite virale parenterale e dell'infezione da HIV

Al fine di evitare l'infezione da epatite virale parenterale, l'infezione da HIV dovrebbe seguire le regole per lavorare con gli strumenti di taglio e taglio.

Nel caso di tagli e punture:

  • trattare e rimuovere immediatamente i guanti;
  • spremere il sangue dalla ferita;
  • lavarsi le mani con sapone e acqua corrente;
  • trattare le mani con alcol al 70%, lubrificare la ferita con una soluzione di iodio al 5%.

In caso di contatto con sangue o altri liquidi biologici sulla pelle:

  • questo posto è trattato con alcol al 70%;
  • lavare con acqua e sapone;
  • ri-trattati con alcool al 70%.

Se il sangue entra nelle mucose degli occhi:

  • gli occhi vengono immediatamente lavati con acqua o soluzione di acido borico all'1%.

Quando il sangue entra nella mucosa nasale:

  • trattato con una soluzione di protargolo all'1%.

Quando il sangue entra nella mucosa orale:

  • sciacquare la bocca con soluzione alcolica al 70%;
  • o soluzione di permanganato di potassio allo 0,05%;
  • o soluzione all'1% di acido borico.

Le mucose del naso, delle labbra, della congiuntiva vengono anche trattate con una soluzione di permanganato di potassio ad una diluizione di 1:10 000 (la soluzione viene preparata ex tempore (secondo necessità)).

Per prevenire con urgenza l'infezione da HIV, l'azidotimidina è prescritta per 1 mese. La combinazione di Azidothymidine (Retrovir) e Lamivudina (Epivir) aumenta l'attività antiretrovirale e supera la formazione di ceppi resistenti.

Se esiste un alto rischio di infezione da HIV (taglio profondo, penetrazione del sangue visibile a pelle danneggiata e membrane mucose da pazienti infetti da HIV), la chemioprofilassi deve essere indirizzata ai Centri territoriali per il controllo e la prevenzione dell'AIDS. Le persone esposte al rischio di infezione da HIV sono sotto la supervisione di uno specialista di malattie infettive per 1 anno con un esame obbligatorio per la presenza di un marker di infezione da HIV.

Il personale che è entrato in contatto con materiale infetto dal virus dell'epatite B viene contemporaneamente somministrato un immunoglobulina specifica (non oltre 48 ore) e un vaccino contro l'epatite B in diverse parti del corpo secondo lo schema da 0-1-2-6 mesi con successivo monitoraggio dei marcatori dell'epatite ( non prima di 3-4 mesi dopo la somministrazione di immunoglobulina).

Se il contatto si è verificato in un fornitore di assistenza sanitaria precedentemente vaccinato, è consigliabile determinare il livello di anti-HBs nel siero. Se c'è una concentrazione di anticorpi in un titolo di 10 UI / l e oltre, la profilassi del vaccino non viene eseguita: in assenza di anticorpi, è consigliabile somministrare contemporaneamente 1 dose di immunoglobulina e dose di richiamo del vaccino.

Azioni del personale medico in caso di emergenza

Per situazioni di emergenza includono:

  • rottura di guanti medicali quando si lavora con materiale biologico;
  • forature, tagli penetranti e utensili da taglio;
  • l'ingresso di sangue e altri fluidi biologici sulla mucosa e sulla pelle;
  • spruzzando sangue e altri fluidi biologici.

Nel caso di tagli e punture:

  • togli subito i guanti;
  • lavarsi le mani con sapone e acqua corrente;
  • processo mani al 70% di alcol;
  • lubrificare la soluzione alcolica al 5% della ferita di iodio.

In caso di contatto con sangue o altri liquidi biologici sulla pelle:

  • questo posto è trattato con alcol al 70%;
  • lavare con acqua e sapone;
  • ri-trattati con alcool al 70%.

In caso di contatto del sangue del paziente e di altri fluidi biologici con le mucose degli occhi, del naso e della bocca:

  • Risciacquare la bocca con abbondante acqua e risciacquare con una soluzione di etanolo al 70%;
  • La mucosa nasale e gli occhi vengono lavati con abbondante acqua (non strofinare).

Alla presenza di sangue e altri fluidi biologici del paziente su un accappatoio, vestiti:

  • rimuovere gli indumenti da lavoro e immergere in una soluzione disinfettante o in bix (serbatoio) per la sterilizzazione in autoclave;
  • pelle delle mani e altre parti del corpo quando vengono contaminate attraverso i vestiti dopo che sono stati rimossi per trattare la soluzione al 70% di alcool etilico;
  • lavare la superficie con acqua e sapone e rielaborare con una soluzione al 70% di etanolo;
  • appena possibile iniziare a prendere farmaci antiretrovirali ai fini della profilassi post-esposizione dell'infezione da HIV.

È necessario esaminare il più presto possibile dopo il contatto per l'HIV e l'epatite virale B e C una persona che potrebbe essere una potenziale fonte di infezione e una persona che è venuta in contatto con essa. Lo screening dell'HIV di una potenziale fonte di infezione da HIV e di una persona in contatto viene effettuato utilizzando il metodo di test rapido per gli anticorpi dell'HIV dopo una situazione di emergenza con un referral obbligatorio di un campione della stessa porzione di sangue per il test HIV standard utilizzando il metodo ELISA (saggio immunoassorbente legato all'enzima). Campioni di plasma (o siero) di sangue umano, che è una potenziale fonte di infezione, e la persona di contatto vengono trasferiti per l'archiviazione per 12 mesi al centro AIDS.

La vittima e la persona che potrebbe essere una potenziale fonte di infezione dovrebbero essere intervistate sul portatore di epatite virale, IST (infezioni a trasmissione sessuale), malattie infiammatorie dell'area urogenitale, altre malattie e consulenza su comportamenti meno rischiosi. Se la fonte è infettata dall'HIV, scoprire se ha ricevuto la terapia antiretrovirale. Se la vittima è una donna, è necessario eseguire un test di gravidanza e scoprire se sta allattando un bambino. In assenza di dati chiarificatori, la profilassi post-esposizione viene avviata immediatamente, se vengono visualizzate informazioni aggiuntive, lo schema viene corretto.

Profilassi post-esposizione per l'infezione da HIV con farmaci antiretrovirali

I farmaci antiretrovirali devono essere iniziati entro le prime 2 ore dopo l'incidente, ma entro 72 ore.

Lo schema standard per la profilassi post-esposizione per l'infezione da HIV è Lopinavir / Ritonavir + Zidovudine / Lamivudin.

In assenza di questi farmaci, è possibile utilizzare qualsiasi altro farmaco antiretrovirale per iniziare la chemioprofilassi. Se non è possibile prescrivere immediatamente un regime HAART completo (terapia antiretrovirale altamente attiva), sono disponibili uno o due farmaci.

L'uso di Nevirapina e Abacavir è possibile solo in assenza di altri farmaci. Se l'unico farmaco disponibile è Nevirapina, deve essere prescritta solo una dose del farmaco - 0,2 g (la somministrazione ripetuta è inaccettabile), quindi la chemioprofilassi a tempo pieno viene prescritta per altri farmaci. Se la chemioprophylaxis viene iniziata con l'uso di Abacavir, deve essere effettuata il prima possibile per testare una reazione di ipersensibilità o sostituire Abacavir con un altro NRTI (inibitori della trascrittasi inversa nucleosidica).

Le istituzioni mediche, le cliniche e i saloni di bellezza devono essere forniti o avere accesso a test HIV rapidi e farmaci antiretrovirali quando necessario. Lo stock di farmaci antiretrovirali deve essere conservato in modo che l'esame e il trattamento possano essere organizzati entro 2 ore dopo un'emergenza.

La composizione del kit di primo soccorso per la prevenzione di emergenza dell'epatite virale parenterale e dell'infezione da HIV (kit di pronto soccorso "Anti-AIDS")

  1. Alcol etilico 70%, 100 ml.
  2. Soluzione di iodio 5%, 1 bottiglia.
  3. Soluzione di acido borico 1%.
  4. Una soluzione di protargol 1%.
  5. Una soluzione di permanganato di potassio 0,05% (porzioni di permanganato di potassio secco 50 mg).
  6. Acqua distillata in contenitori da 100 ml.
  7. Pipette di vetro - 5 pezzi
  8. Tamponi in cotone e garza - 5 pz.
  9. Nastro adesivo antisettico - 1 confezione.
  10. Forbici di metallo.
  11. Punta delle dita - 5 pezzi
  12. Sapone per la toilette
  13. Soluzione di cloramina B al 3% o qualsiasi altra soluzione disinfettante.
  14. Scatola di metallo marcata.
  • Azidotimidina (Retrovir, Zidovudina);
  • Lamivudin (Epivir);
  • Lopinavir / Ritonavir (Kaletra);
  • Lamivudina + Zidovudina (Combivir).

Lo stock di farmaci antiretrovirali deve essere conservato in modo che possano essere avviati entro le prime 2 ore dopo l'incidente, ma non oltre 72 ore.

Il kit di pronto soccorso "Anti-AIDS" deve essere disponibile:

  • grandi organizzazioni, dove un grande staff;
  • medico ufficiale (studio dentistico, ambulanza, ecc.);
  • ogni automobilista;
  • parrucchiere;
  • tatuaggio da salone e piercing;
  • salone di bellezza;
  • istituzioni educative (scuole, scuole tecniche, istituti, ecc.);
  • ogni organizzazione che fornisce servizi domestici alla popolazione.

Segreti della medicina d'emergenza negli Stati Uniti

Protezione contro l'infezione, lavaggio delle mani, infezione da una puntura dell'ago

In che modo gli infermieri ONP possono proteggersi dalle infezioni?

"> meningite.) Nel lavoro di tutti i giorni, gli SNP usano agenti di protezione respiratoria e seguono le precauzioni standard.È necessario essere vaccinati contro morbillo, parotite, rosolia, varicella, epatite B preventivamente e tempestivamente.Assicurarsi che lo staff sia dotato di maschere con un filtro batterico ( equivalente ai modelli americani di maschere N95) per la protezione contro i patogeni della tubercolosi (TB), polmonite atipica (sindrome respiratoria acuta grave - SARS, o, in inglese, SARS) e altre vie respiratorie Le principali misure protettive contro le infezioni includono il lavaggio delle mani da parte dello staff e dei pazienti.

Descrivi le attuali raccomandazioni per il lavaggio delle mani.

Il lavaggio delle mani è una delle misure primarie di protezione contro l'infezione per contatto. Le mani devono essere lavate prima e dopo il contatto con il paziente, prima di indossare i guanti (sia per procedure sterili che non sterili) e dopo averli rimossi, prima di mangiare, dopo aver usato il bagno.

Le mani devono essere lavate con sapone normale o battericida (con contaminazione visibile con terra o materiali biologici). Secondo le raccomandazioni dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti, è consentito utilizzare tutti i tipi di sapone quando si lavano le mani con acqua (regolari, liquidi, barre, piastre, in polvere). Si sconsiglia di lavarsi le mani con acqua calda: asciuga la pelle, la fa seccare e la dermatite, [de] -a; M. Infiammatorio, malattia della pelle che si sviluppa quando esposta all'esterno. (fisico, chimico, biol.) fattori, manifestati da arrossamento e gonfiore della pelle con eruzioni vesciche, lacrimazione, a volte con ulcerazione e disintegrazione del tessuto.

"> dermatite Nei periodi tra il lavaggio delle mani, è possibile utilizzare mezzi contenenti alcol per la disinfezione delle mani.

Linee guida moderne per il lavaggio a mano:

  • Lavati le mani con sapone e acqua corrente. Bagnare le mani e applicare il sapone nel modo raccomandato dal produttore. Strofina vigorosamente le mani per almeno 15 secondi per pulire completamente l'intera superficie delle mani e gli spazi interdigitali. Risciacquare le mani sotto l'acqua corrente. Pulisci le mani con un asciugamano monouso e chiudi il rubinetto con lo stesso asciugamano. Quando asciuga le mani con l'aria, il Regno è microscopico. organismi unicellulari, aerobi e anaerobici appartenenti ai procarioti; avere dec forma: a forma di bastoncello (bacilli), globulare (cocchi), a forma di spirale (spirochete, spirilla, vibrioni), stellare e a forma di anello; sono fissi o possono muoversi con l'aiuto di flagelli; alcuni B. formano dispute per attendere condizioni avverse; comune ovunque - in acqua, aria, suolo

"> I batteri vengono rimossi peggio di un asciugamano monouso, che fornisce un effetto aggiuntivo dovuto all'attrito Gli asciugamani riutilizzabili sono inaccettabili, perché aumentano il rischio di trasmissione di agenti patogeni.

  • Raccomandazioni moderne per il trattamento delle mani con detergenti a base di alcol:
  • Applicare la quantità raccomandata di detersivo sul palmo e massaggiare i palmi delle mani, distribuendoli sulla loro superficie fino a quando non è completamente asciutto.
  • Quali sono le malattie trasmesse dal sangue, s; Bene. Biol. Tessuto liquido con una sostanza chimica relativamente costante. composizione, osmotica. pressione e reazione attiva (pH), circolano nel sistema circolatorio di vertebrati e umani e forniscono il metabolismo e le reazioni protettive del corpo. sangue umano. Tessuto liquido di colore rosso, costituito da elementi plasmatici e cellulari (a forma di), che comprendono globuli rossi, leucociti, piastrine; consegna ai tessuti e agli organi ossigeno dai polmoni e nutre. Le isole (glucosio, amminoacidi, sali, ecc.) Dagli organi digestivi trasferiscono il biossido di carbonio ai polmoni dai tessuti e i prodotti metabolici del corpo (urea, creatina, ecc.) Agli organi interni dell'escrezione; partecipa al mantenimento della temperatura corporea, alla regolazione ormonale (trasferisce gli ormoni e altre importanti sostanze biologicamente attive), alla regolazione del metabolismo del sale marino e all'equilibrio acido-base; protegge il corpo da batteri, virus e altri agenti estranei a causa degli anticorpi, antitossine, lisine e leucociti in esso contenuti; la composizione cellulare e chimica di K. cambia quando le funzioni degli organi sono disturbate, sotto stress e altri effetti avversi sul corpo, con malattie, quindi i risultati delle analisi K. (clinico, biochimico, ecc.) sono usati in medicina. diagnosi. Volume K: da 3,5 litri (per le donne) a 5,2 litri (per gli uomini); Ciò significa che una parte di esso si trova di solito nel deposito - la milza, il fegato e la pelle.

    "> sangue, posso essere infettato se ottengo un ago?

    "> HIV, virus dell'epatite B e C.

    Con quale frequenza gli infermieri vengono infettati dal sangue durante il lavoro?

    "> I virus dell'epatite, d'altra parte, sono 100 volte più contagiosi Il rischio di infezione da epatite B in soggetti non vaccinati è del 6-30%.Il rischio medio di infezione con un ago colpito o di entrare nella ferita di sangue contenente il virus dell'epatite C è circa 1,8%.

    Descrivere la procedura per un'infermiera quando viene iniettato un ago o se viene prelevato del sangue sulle mucose e sulla pelle.

    In tutte le istituzioni mediche è necessario inserire istruzioni per gli infermieri su come comportarsi in tali situazioni. Negli Stati Uniti, si raccomanda di effettuare le seguenti manipolazioni immediatamente dopo il contatto con il sangue:

    Lavare tutti i colpi e tagliare con acqua e sapone. L'uso di antisettici o di spremere il sangue da una ferita non riduce il rischio di infezione. Non usare cloro o altre sostanze caustiche.

    "> La bocca e le aree di contatto del materiale biologico con la pelle con acqua.L'occhio può essere lavato con soluzione salina, soluzione di Ringer con lattato, acqua pulita.

    "> Inibitori della proteasi e altri farmaci antivirali Per garantire il massimo effetto, questi farmaci devono essere iniziati nelle prime ore dopo il contatto.Il CDC degli Stati Uniti consiglia di avviarlo entro 24 ore, ma in molte istituzioni vengono avviati nella prima ora.

    Un esame del sangue deve essere eseguito il più presto possibile e ripetuto ogni 6 mesi per 18 mesi. Il sangue viene testato per i virus dell'epatite B.

    (o anticorpi ad esso - con la vaccinazione disponibile), epatite C, HIV.

    Il trattamento profilattico dovrebbe essere prescritto a tutte le infermiere che sono state esposte all'infezione?

    No. Il trattamento preventivo è necessario solo per gli infermieri che sono stati esposti a quantità significative dell'agente patogeno e in situazioni in cui il paziente è considerato ad alto rischio. I preparativi per il trattamento profilattico sono relativamente nuovi, i loro effetti a lungo termine e la loro tossicità, e Bene. La capacità delle sostanze nek-ry, inclusi i farmaci, di avere un effetto dannoso sul corpo umano, zh-nyh e dist.

    "> la tossicità non è stata ben studiata.Il beneficio deve essere correlato al rischio.Il trattamento deve essere accompagnato da regolari esami medici e adattato in base ai risultati.Per l'intero periodo di trattamento preventivo, devono essere osservate misure per prevenire la trasmissione di infezione: astenersi dal contatto sessuale o usare il preservativo, non allattare non rimanere incinta

    Forum infermieristico

    "Un'infermiera non è un servo, questo è uno specialista certificato e qualificato." (V.V.Samoylenko)

    Protezioni ⇒ iniettate con un ago da un paziente con epatite B

    Messaggio di Oksaa »22 aprile 2015, 15:17

    Messaggio J.V. »22 aprile 2015, 15:27

    The Ingeborg Post Klopstock »22 aprile 2015, 18:49

    Messaggio LaMa »22 apr 2015 alle 20:47

    Il messaggio di Feechka33 "22 aprile 2015, 10:34

    Posso prendere l'AIDS attraverso un ago?

    Un tale problema preoccupa un numero enorme di persone. Molte pubblicazioni sono state scritte su questo. Dopotutto, puoi punzecchiare anche a casa tua, se l'ago di una persona infetta da HIV fosse semplicemente invisibile.

    Di solito, l'infezione da AIDS si riferisce a persone che fanno uso di droghe. Lasciano le siringhe ovunque. Tale igloo può essere trovato sulle scale di un edificio a più piani, su una passerella in un parco, e così via.

    Quanto dura l'infezione alla fine dell'ago?

    Per capire se sia possibile l'infezione da un ago con infezione da HIV, è necessario scoprire per quanto tempo l'agente causale dell'HIV possa esistere all'aria aperta.

    Oggi, dopo la ricerca, è stato dimostrato che l'infezione da retrovirus ha il suo effetto disastroso solo per pochi minuti. Pertanto, un'iniezione di cucitura non può essere un distributore di infezione.

    Questo suggerisce una risposta semplice alla domanda: una persona può prendere l'HIV da un ago? Sì, può succedere, ma solo se questo ago è stato utilizzato da HIV. Inoltre, l'iniezione dovrebbe avvenire immediatamente o dopo un paio di minuti.

    Fattori di infezione

    Naturalmente, tutti dovrebbero essere ben consapevoli di quali fattori influenzano l'infezione con l'AIDS. Nella maggior parte dei casi, i tossicodipendenti sono considerati portatori dell'infezione. Ma può succedere con i professionisti del settore medico se non seguono le procedure di sicurezza.

    Il fattore principale che influenza l'infezione da HIV è considerato il tempo dopo il contatto con una persona infetta.

    Non meno importanti criteri per l'infezione sono: il sangue rimasto nella siringa, la temperatura, il livello del virus.

    In altre parole, il virus diventa più vitale se è circondato da una temperatura stabile, il sangue rimane nella siringa. Per l'infezione da HIV dopo l'iniezione, è necessario che il virus entri nel sangue. Questo è possibile se la pelle è anche la più piccola ferita o quando il dentista fa l'anestesia, perforando le gengive. Affinché si verifichi un'infezione completa, 10.000 cellule del virus devono entrare nel corpo.

    Infezione da epatite

    È possibile avere l'AIDS se si è stati punzecchiati con un ago, al termine del quale il sangue infetto è sopravvissuto. Quando si è punzecchiati con un ago con sangue secco, l'infezione è impossibile.

    Ma se per la strada sei stato punzecchiato con un ago con il virus dell'HIV, l'infezione è del tutto possibile. Le cause della maggior parte delle infezioni sono:

    1. Sesso non protetto,
    2. Trasfusione di sangue
    3. iniezioni
    4. Trapianto d'organo

    Molto spesso, un bambino viene infettato dall'HIV da una madre infetta.

    Devo dire che l'iniezione può causare un'altra grave malattia. Riguarda l'epatite e le sue varietà. Gli studi hanno dimostrato che se l'iniezione viene effettuata con un ago cavo, il 95% delle persone si infetta e se l'ago era solido, solo il 20%.

    Inoltre, la pelle intatta non diventa un ostacolo per questo virus. L'epatite "B" è considerata la più stabile. Mantiene la redditività a lungo termine in aria.

    L'epatite C è infettata da molte meno persone. Circa il 20% inizia ad ammalarsi dopo l'iniezione con una siringa in cui rimane sangue infetto. Dall'ago di iniezione con un ago chirurgico è stato trovato solo il 2% dei pazienti. Se confrontiamo queste cifre, diventa ovvio che l'infezione da HIV mostra le stesse cifre.

    Molto spesso, una persona inizia a farsi prendere dal panico, dopo un'iniezione accidentale con una siringa usata. Questo è comprensibile. Ognuno di noi pensa alla nostra salute. Dopotutto, oggi il rischio di contrarre una tale malattia virale è molto alto.

    Ci sono molti posti dove puoi prendere un'infezione da un ago infetto:

    1. Quando pulisci le scale,
    2. Aprendo la casella di posta,
    3. Per la strada
    4. Camminando nei boschi dove l'ago può perforare la suola della scarpa:
    5. Nella sandbox dei bambini, dove il bambino può farsi male per l'ago rimasto infetto.

    A volte un'infezione si verifica in una struttura medica, ad esempio, quando si visita una stanza di trattamento.

    Da quanto sopra, si può fare una sola conclusione. Se per strada si punge accidentalmente un ago, il rischio di infezione da HIV è minimo, ma l'infezione da epatite è del tutto possibile.

    E se fosse l'ago di una persona infetta da HIV. Cosa fare

    Se l'iniezione è stata effettuata da un ago sconosciuto, usato in precedenza, la possibilità di infezione da HIV non può essere esclusa. Sono necessarie diverse misure preventive.

    Per prima cosa è necessario posizionare bene l'iniezione, risciacquare con acqua corrente, con l'aggiunta di detergente. Quindi è necessario disinfettare. Per fare questo, puoi usare:

    1. iodio,
    2. Perossido di idrogeno - 70%,
    3. Alcool medico.

    Si consiglia di mostrare la siringa al medico per chiarirne il contenuto. Questo è necessario per determinare ulteriori misure preventive.

    Ago medicato accidentalmente punta, come essere?

    Qualsiasi fornitore di assistenza sanitaria incontra sempre i pazienti che potrebbero essere infetti. I loro fluidi corporei sono considerati contagiosi. Iniettare te stesso con un ago contagioso: un operatore sanitario può, se non rispetta le procedure di sicurezza, lavorare senza una vestaglia e guanti.

    I guanti dovrebbero cambiare dopo l'assunzione di ciascun paziente. Se il sangue li colpisce, devono essere collocati in una soluzione disinfettante. Sfortunatamente, il vaccino contro l'HIV non esiste, quindi, quando si incontrano questi pazienti, è necessario essere molto attenti e attenti.

    Ogni medico deve avere uno speciale kit di primo soccorso. Contiene tutto il necessario per le azioni preventive, dopo un'iniezione con un ago infetto:

    1. Cerotto adesivo
    2. guanti,
    3. Alcol etilico
    4. forbici,
    5. iodio,
    6. Albucidum - 30%,
    7. Perossido di idrogeno -3%.

    I guanti devono essere rimossi torcendoli in modo che la superficie di lavoro sia all'interno. Dal luogo in cui è stata effettuata l'iniezione, è necessario spremere rapidamente il sangue. Trattare questo luogo con qualsiasi soluzione disinfettante disponibile nel kit di pronto soccorso.

    Lavarsi le mani con sapone, coprire l'area danneggiata con un cerotto, mettere un polpastrello sulla parte superiore. Se è necessario continuare a lavorare, è necessario utilizzare nuovi guanti.

    La ferita risultante deve essere inserita in un registro speciale che segna la registrazione degli incidenti. Quindi è necessario visitare il centro AIDS per sottoporsi a un esame del sangue per la rilevazione di anticorpi causati dall'apparizione del retrovirus.

    Con un risultato positivo, possiamo parlare dell'infezione di un operatore sanitario. Inoltre, la causa dell'infezione non è la lesione.

    Questo risultato suggerisce che il virus ha vissuto nel corpo per più di 6 mesi. Il fatto è che gli anticorpi iniziano a essere prodotti nel corpo solo sei mesi dopo, dopo l'infezione.

    Nel caso di un risultato negativo, è necessario essere nuovamente testati dopo sei mesi, per il rilevamento degli anticorpi. Tutti i risultati dei professionisti medici rimangono anonimi.

    Informazioni sulla lesione e ulteriori misure preventive sono segnalate al primario. Viene avvisato il presidente della commissione di controllo delle infezioni nosocomiali.

    Secondo le statistiche, solo il 2% dei medici è stato infettato dall'HIV dopo un'iniezione di ago o siringa.

    Misure preventive dopo l'iniezione dell'ago

    Un medico che è stato iniettato con un ago, dopo una persona con infezione da HIV, è imperativo che tu passi attraverso una profilassi post-contatto. Dovrebbe iniziare a prendere farmaci antiretrovirali:

    Il ricevimento della prima dose deve essere effettuato il primo giorno dopo l'infortunio. Per i primi tre giorni, Retrovir (200 mg) deve essere assunto ogni quattro ore. Quindi il farmaco viene continuato per altri 25 giorni, ma dopo sei ore.

    Quindi viene effettuato un ulteriore esame e, se il risultato è negativo, il farmaco viene interrotto.

    Tale profilassi post-contatto, viene effettuata con un unico scopo, per ridurre la probabilità di sviluppare un'immunodeficienza al minimo dopo l'iniezione.

    Il ricevimento di preparati chimici è prescritto solo in alcuni casi:

    1. Lesioni alla pelle in cui può essere stata inserita una sostanza biologica infetta,
    2. Il liquido infetto sale sull'occhio.
    3. C'è una ferita aperta sulla pelle,
    4. Visto dermatite da pannolino
    5. Tracce di dermatite

    Da quanto sopra, si può concludere che se un operatore sanitario prende i farmaci antiretrovirali in modo tempestivo, la sua infezione da HIV è impossibile.

    conclusione

    Nessuno è assicurato con un ago. Ma questo potrebbe non portare sempre a un'infezione da HIV. Il rischio è approssimativamente pari al 2%. Pertanto, non fatevi prendere dal panico immediatamente. Se possibile, prendere immediatamente tutte le misure sopra descritte.

    Prova il prima possibile a consultare un medico per un consiglio. Sarai esaminato di conseguenza e, se necessario, verrà prescritto un trattamento appropriato.

    Non dimenticare mai le misure di sicurezza, essere in strada e anche a casa. Questo comportamento ridurrà il rischio di contrarre l'AIDS a zero.

    Posso prendere l'AIDS attraverso un ago?

    Un tale problema preoccupa un numero enorme di persone. Molte pubblicazioni sono state scritte su questo. Dopotutto, puoi punzecchiare anche a casa tua, se l'ago di una persona infetta da HIV fosse semplicemente invisibile.

    Di solito, l'infezione da AIDS si riferisce a persone che fanno uso di droghe. Lasciano le siringhe ovunque. Tale igloo può essere trovato sulle scale di un edificio a più piani, su una passerella in un parco, e così via.

    Quanto dura l'infezione alla fine dell'ago?

    Per capire se sia possibile l'infezione da un ago con infezione da HIV, è necessario scoprire per quanto tempo l'agente causale dell'HIV possa esistere all'aria aperta.

    Oggi, dopo la ricerca, è stato dimostrato che l'infezione da retrovirus ha il suo effetto disastroso solo per pochi minuti. Pertanto, un'iniezione di cucitura non può essere un distributore di infezione.

    Questo suggerisce una risposta semplice alla domanda: una persona può prendere l'HIV da un ago? Sì, può succedere, ma solo se questo ago è stato utilizzato da HIV. Inoltre, l'iniezione dovrebbe avvenire immediatamente o dopo un paio di minuti.

    Fattori di infezione

    Naturalmente, tutti dovrebbero essere ben consapevoli di quali fattori influenzano l'infezione con l'AIDS. Nella maggior parte dei casi, i tossicodipendenti sono considerati portatori dell'infezione. Ma può succedere con i professionisti del settore medico se non seguono le procedure di sicurezza.

    Il fattore principale che influenza l'infezione da HIV è considerato il tempo dopo il contatto con una persona infetta.

    Non meno importanti criteri per l'infezione sono: il sangue rimasto nella siringa, la temperatura, il livello del virus.

    In altre parole, il virus diventa più vitale se è circondato da una temperatura stabile, il sangue rimane nella siringa. Per l'infezione da HIV dopo l'iniezione, è necessario che il virus entri nel sangue. Questo è possibile se la pelle è anche la più piccola ferita o quando il dentista fa l'anestesia, perforando le gengive. Affinché si verifichi un'infezione completa, 10.000 cellule del virus devono entrare nel corpo.

    Infezione da epatite

    È possibile avere l'AIDS se si è stati punzecchiati con un ago, al termine del quale il sangue infetto è sopravvissuto. Quando si è punzecchiati con un ago con sangue secco, l'infezione è impossibile.

    Ma se per la strada sei stato punzecchiato con un ago con il virus dell'HIV, l'infezione è del tutto possibile. Le cause della maggior parte delle infezioni sono:

    1. Sesso non protetto,
    2. Trasfusione di sangue
    3. iniezioni
    4. Trapianto d'organo

    Molto spesso, un bambino viene infettato dall'HIV da una madre infetta.

    Devo dire che l'iniezione può causare un'altra grave malattia. Riguarda l'epatite e le sue varietà. Gli studi hanno dimostrato che se l'iniezione viene effettuata con un ago cavo, il 95% delle persone si infetta e se l'ago era solido, solo il 20%.

    Inoltre, la pelle intatta non diventa un ostacolo per questo virus. L'epatite "B" è considerata la più stabile. Mantiene la redditività a lungo termine in aria.

    L'epatite C è infettata da molte meno persone. Circa il 20% inizia ad ammalarsi dopo l'iniezione con una siringa in cui rimane sangue infetto. Dall'ago di iniezione con un ago chirurgico è stato trovato solo il 2% dei pazienti. Se confrontiamo queste cifre, diventa ovvio che l'infezione da HIV mostra le stesse cifre.

    Molto spesso, una persona inizia a farsi prendere dal panico, dopo un'iniezione accidentale con una siringa usata. Questo è comprensibile. Ognuno di noi pensa alla nostra salute. Dopotutto, oggi il rischio di contrarre una tale malattia virale è molto alto.

    Ci sono molti posti dove puoi prendere un'infezione da un ago infetto:

    1. Quando pulisci le scale,
    2. Aprendo la casella di posta,
    3. Per la strada
    4. Camminando nei boschi dove l'ago può perforare la suola della scarpa:
    5. Nella sandbox dei bambini, dove il bambino può farsi male per l'ago rimasto infetto.

    A volte un'infezione si verifica in una struttura medica, ad esempio, quando si visita una stanza di trattamento.

    Da quanto sopra, si può fare una sola conclusione. Se per strada si punge accidentalmente un ago, il rischio di infezione da HIV è minimo, ma l'infezione da epatite è del tutto possibile.

    E se fosse l'ago di una persona infetta da HIV. Cosa fare

    Se l'iniezione è stata effettuata da un ago sconosciuto, usato in precedenza, la possibilità di infezione da HIV non può essere esclusa. Sono necessarie diverse misure preventive.

    Per prima cosa è necessario posizionare bene l'iniezione, risciacquare con acqua corrente, con l'aggiunta di detergente. Quindi è necessario disinfettare. Per fare questo, puoi usare:

    1. iodio,
    2. Perossido di idrogeno - 70%,
    3. Alcool medico.

    Si consiglia di mostrare la siringa al medico per chiarirne il contenuto. Questo è necessario per determinare ulteriori misure preventive.

    Ago medicato accidentalmente punta, come essere?

    Qualsiasi fornitore di assistenza sanitaria incontra sempre i pazienti che potrebbero essere infetti. I loro fluidi corporei sono considerati contagiosi. Iniettare te stesso con un ago contagioso: un operatore sanitario può, se non rispetta le procedure di sicurezza, lavorare senza una vestaglia e guanti.

    I guanti dovrebbero cambiare dopo l'assunzione di ciascun paziente. Se il sangue li colpisce, devono essere collocati in una soluzione disinfettante. Sfortunatamente, il vaccino contro l'HIV non esiste, quindi, quando si incontrano questi pazienti, è necessario essere molto attenti e attenti.

    Ogni medico deve avere uno speciale kit di primo soccorso. Contiene tutto il necessario per le azioni preventive, dopo un'iniezione con un ago infetto:

    1. Cerotto adesivo
    2. guanti,
    3. Alcol etilico
    4. forbici,
    5. iodio,
    6. Albucidum - 30%,
    7. Perossido di idrogeno -3%.

    I guanti devono essere rimossi torcendoli in modo che la superficie di lavoro sia all'interno. Dal luogo in cui è stata effettuata l'iniezione, è necessario spremere rapidamente il sangue. Trattare questo luogo con qualsiasi soluzione disinfettante disponibile nel kit di pronto soccorso.

    Lavarsi le mani con sapone, coprire l'area danneggiata con un cerotto, mettere un polpastrello sulla parte superiore. Se è necessario continuare a lavorare, è necessario utilizzare nuovi guanti.

    La ferita risultante deve essere inserita in un registro speciale che segna la registrazione degli incidenti. Quindi è necessario visitare il centro AIDS per sottoporsi a un esame del sangue per la rilevazione di anticorpi causati dall'apparizione del retrovirus.

    Con un risultato positivo, possiamo parlare dell'infezione di un operatore sanitario. Inoltre, la causa dell'infezione non è la lesione.

    Questo risultato suggerisce che il virus ha vissuto nel corpo per più di 6 mesi. Il fatto è che gli anticorpi iniziano a essere prodotti nel corpo solo sei mesi dopo, dopo l'infezione.

    Nel caso di un risultato negativo, è necessario essere nuovamente testati dopo sei mesi, per il rilevamento degli anticorpi. Tutti i risultati dei professionisti medici rimangono anonimi.

    Informazioni sulla lesione e ulteriori misure preventive sono segnalate al primario. Viene avvisato il presidente della commissione di controllo delle infezioni nosocomiali.

    Secondo le statistiche, solo il 2% dei medici è stato infettato dall'HIV dopo un'iniezione di ago o siringa.

    Misure preventive dopo l'iniezione dell'ago

    Un medico che è stato iniettato con un ago, dopo una persona con infezione da HIV, è imperativo che tu passi attraverso una profilassi post-contatto. Dovrebbe iniziare a prendere farmaci antiretrovirali:

    Il ricevimento della prima dose deve essere effettuato il primo giorno dopo l'infortunio. Per i primi tre giorni, Retrovir (200 mg) deve essere assunto ogni quattro ore. Quindi il farmaco viene continuato per altri 25 giorni, ma dopo sei ore.

    Quindi viene effettuato un ulteriore esame e, se il risultato è negativo, il farmaco viene interrotto.

    Tale profilassi post-contatto, viene effettuata con un unico scopo, per ridurre la probabilità di sviluppare un'immunodeficienza al minimo dopo l'iniezione.

    Il ricevimento di preparati chimici è prescritto solo in alcuni casi:

    1. Lesioni alla pelle in cui può essere stata inserita una sostanza biologica infetta,
    2. Il liquido infetto sale sull'occhio.
    3. C'è una ferita aperta sulla pelle,
    4. Visto dermatite da pannolino
    5. Tracce di dermatite

    Da quanto sopra, si può concludere che se un operatore sanitario prende i farmaci antiretrovirali in modo tempestivo, la sua infezione da HIV è impossibile.

    conclusione

    Nessuno è assicurato con un ago. Ma questo potrebbe non portare sempre a un'infezione da HIV. Il rischio è approssimativamente pari al 2%. Pertanto, non fatevi prendere dal panico immediatamente. Se possibile, prendere immediatamente tutte le misure sopra descritte.

    Prova il prima possibile a consultare un medico per un consiglio. Sarai esaminato di conseguenza e, se necessario, verrà prescritto un trattamento appropriato.

    Non dimenticare mai le misure di sicurezza, essere in strada e anche a casa. Questo comportamento ridurrà il rischio di contrarre l'AIDS a zero.