Vaccinazione per i bambini contro l'epatite B

Cibo

La vaccinazione contro un'infezione virale così pericolosa come l'epatite B è inclusa nel programma di vaccinazione del nostro paese. Perché questo vaccino è necessario e cosa dovrebbero sapere i genitori al riguardo?

Argomenti "per"

  • La vaccinazione contro l'epatite B precoce è importante per prevenire l'infezione da questa grave malattia virale.
  • Vale la pena vaccinare anche i bambini le cui madri hanno un test negativo per l'epatite virale B, dal momento che gli errori di tali test e i loro risultati falsi non sono esclusi.
  • Poiché i vaccini sono costantemente migliorati, riducendo la quantità di additivi estranei, le reazioni al vaccino contro l'epatite B sono estremamente rare.
  • Un bambino vaccinato nel primo anno produce una forte immunità che può durare fino alla fine della vita.

Argomenti contro

Sebbene molto rari, i vaccini contro l'epatite B possono causare gravi effetti collaterali. Se un bambino ha una tale reazione, la vaccinazione contro questa infezione non viene più eseguita.

Cos'è una malattia pericolosa?

Il virus infetta le cellule del fegato e, a seguito dello sviluppo di un'infezione in un bambino, inizia l'epatite e aumenta il rischio di sviluppare cirrosi e tumori. Per infettare questa infezione è sufficiente una quantità trascurabile di sangue umano infetto da epatite. I neonati spesso ricevono il virus da madri (portatrici o che si ammalano di epatite) durante il parto.

Controindicazioni

La vaccinazione contro l'epatite B non viene eseguita se il bambino ha:

  • C'è una malattia acuta o una malattia cronica è peggiorata;
  • C'è stata una reazione pronunciata al primo vaccino;
  • Intolleranza individuale identificata al lievito.

Sicurezza del vaccino

La ricerca dei produttori di vaccini e degli operatori sanitari conferma che i farmaci per l'epatite B sono sicuri e i loro effetti collaterali sono spesso lievi e passano rapidamente. Inoltre, gli studi non hanno confermato il legame tra tale vaccinazione e lo sviluppo dell'autismo nei bambini.

Il vaccino può essere somministrato lo stesso giorno con qualsiasi altro farmaco sul calendario di vaccinazione, ad eccezione di BCG. L'efficacia e la tollerabilità dei vaccini non si deteriorano.

Possibili complicazioni e come prevenirle?

Con l'introduzione del vaccino contro l'epatite B, raramente (nel 2-5% dei casi) si verificano reazioni avverse sotto forma di dolore e gonfiore nel sito di iniezione, nonché un aumento della temperatura corporea. Sono considerati normali e passano rapidamente. Tuttavia, in alcuni bambini, tali reazioni possono essere molto pronunciate - la temperatura sale a 40 gradi e c'è un forte gonfiore nel sito di iniezione. In questo caso, è raccomandato l'esame da un medico.

Preparazione prima della vaccinazione

Per introdurre il farmaco può essere solo un bambino sano, quindi tutti i bambini devono essere esaminati da un pediatra prima di eseguire la manipolazione (nell'ospedale di maternità il bambino viene esaminato da un neonatologo). Se ci sono dubbi sulla condizione del bambino e sui rischi della vaccinazione, i genitori sono invitati ad accompagnare il bambino da un immunologo.

L'età minima del bambino e la frequenza della vaccinazione

Un vaccino che aiuta a prevenire l'infezione da epatite B viene somministrato ai bambini ancora in ospedale. Di solito la vaccinazione viene effettuata durante i primi giorni dopo la comparsa delle briciole nel mondo. Questo aiuta a prevenire che il virus venga infettato dalla madre durante il processo di nascita.

Dopo tre vaccinazioni (nei bambini con un rischio aumentato - dopo le quattro), il bambino forma una forte immunità fino alla fine della vita.

Schema di vaccinazione

La vaccinazione contro l'epatite B viene eseguita secondo diversi schemi:

  1. I bambini sani il cui rischio di infezione da epatite virale non aumenta, il vaccino viene eseguito secondo lo schema 0-1-6. La prima vaccinazione viene eseguita nella maternità subito dopo la nascita, la seconda - quando il bambino ha un mese, il terzo - all'età di sei mesi. Lo schema 0-1-6 ha anche vaccinato i bambini di età superiore ad un anno e gli adulti, se non sono stati vaccinati contro l'epatite B prima.
  2. Secondo il secondo schema, i bambini che hanno un rischio maggiore di contrarre l'epatite vengono vaccinati. Si tratta di bambini le cui madri sono state infettate dal virus dell'epatite, da bambini che hanno subito trasfusioni di sangue o sottoposti a procedure parenterali e neonati dopo l'intervento. Per lo schema di offerta di vaccinazione 0-1-2-12. Ciò significa che la terza vaccinazione del bambino non viene effettuata in un anno e mezzo, ma in due mesi e all'età di un anno viene eseguita la quarta vaccinazione.

Dove si fa l'iniezione?

Il vaccino contro l'epatite B viene somministrato per via intramuscolare. Viene fatta un'iniezione nella coscia, poiché i muscoli di questa zona sono sufficientemente sviluppati anche nei bambini molto piccoli. Nei bambini di età superiore ai tre anni, il vaccino può essere iniettato nei muscoli della spalla.

Opinione Komarovsky

Il noto pediatra sconsiglia di essere vaccinato contro l'epatite B, poiché esiste sempre il rischio di contrarre il virus sia dalla madre durante il travaglio e la trasfusione di sangue che dai parenti durante i contatti domestici, poiché quantità estremamente piccole di sangue del paziente sono sufficienti per trasmettere il virus.

Cosa fare con le reazioni negative dopo la vaccinazione?

Le normali reazioni alla vaccinazione, che non dovrebbero essere percepite negativamente dai genitori, includono un leggero aumento della temperatura corporea e una reazione locale all'iniezione. Alla fine passano senza lasciare traccia senza alcun trattamento. Se la temperatura del bambino è aumentata di oltre 37.3 gradi, somministrare al bambino un antipiretico alla dose di età. Di solito è abbastanza una preparazione sotto forma di candele. Non trattare il sito di iniezione con alcun mezzo.

Vaccinazione per l'epatite B per gli adulti

L'epatite è una malattia virale del fegato che viene trasmessa da persona a persona. La malattia può essere cronica e alcuni tipi di questo a volte provocano cirrosi o insufficienza epatica. L'epatite ha tre sottospecie - A, B, C. La prima è più benigna per il fegato, e B e C possono portare alla sua distruzione.

Gli adulti hanno bisogno di un vaccino contro l'epatite?

L'epatite B virale (HBV) è considerata una delle infezioni più imprevedibili. In primo luogo, la malattia colpisce il fegato, quindi i vasi, la pelle, il sistema nervoso e gli organi digestivi sono coinvolti nel processo. La principale fonte di infezione sono i portatori di virus e le persone malate. Per essere infetto, hai bisogno solo di 5-10 ml di sangue infetto da epatite. Modi di infezione:

  • alla nascita dalla madre al bambino;
  • attraverso crepe, tagli, abrasioni, gengive sanguinanti;
  • con sesso non protetto;
  • attraverso manipolazioni mediche: trasfusioni di sangue, iniezioni e altri.

Per non essere infettati da un virus pericoloso, è necessario un vaccino contro l'epatite B per gli adulti. Questa è l'unica prevenzione della malattia. Quasi tutti frequentano ospedali, parrucchieri, usano i servizi di un dentista. Il gruppo di rischio comprende sia i visitatori che i dipendenti delle istituzioni pubbliche, perché possono facilmente infettarsi. Se una persona viene infettata dall'epatite B una volta, allora non sarà in grado di liberarsi di lui per sempre.

Quale vaccino viene usato

Ad oggi vengono utilizzati diversi farmaci per l'epatite B. Ognuno di essi può essere vaccinato, poiché tutti hanno proprietà e composizione simili, ma un prezzo diverso. Per vaccinare contro l'epatite B negli adulti, per sviluppare un'immunità a tutti gli effetti, è necessario fare tre iniezioni. Qualsiasi vaccino ha un buon effetto, ma i più popolari sono i seguenti farmaci:

  • Engerix (Belgio);
  • Biovac (India);
  • Regevak B (Russia);
  • Euvax B (Corea del Sud);
  • Eberbiovac (Cuba).

Dove si inocula

La vaccinazione contro l'epatite B viene introdotta negli adulti e nei bambini nel muscolo mediante iniezione. Se lo inserisci per via sottocutanea, ridurrà notevolmente l'effetto e porterà a sigilli non necessari. Neonati e bambini fino a 3 anni sono vaccinati nella coscia. Iniezioni di adulti messe nella spalla. La scelta della posizione è determinata dalla vicinanza della pelle ai muscoli ben sviluppati. Il muscolo gluteo giace troppo profondamente, quindi in questa zona la vaccinazione non viene più eseguita.

Come è la vaccinazione contro l'epatite B negli adulti - schema

Endzheriks, Regevak B o qualsiasi altro farmaco viene somministrato in diversi modi. Di norma, la prima dose viene somministrata immediatamente e le dosi successive vengono assunte in orari diversi con varie interruzioni. La vaccinazione per adulti e bambini è la stessa. Esistono tre schemi di vaccinazione:

  1. Standard. Il primo è giusto, il secondo è in un mese e il terzo è in sei mesi.
  2. Emergenza. Il primo è giusto, il secondo è in una settimana, il terzo è in tre settimane, il quarto è in un anno.
  3. Veloce. Il primo è giusto, il secondo è dopo 30 giorni, il terzo dopo 60 giorni, il quarto dopo un anno.

vaccinazione

Quante volte le persone vengono vaccinate contro l'epatite B se la persona non è mai stata vaccinata? In questo caso, il corso viene scelto in qualsiasi ordine, ma è necessario rispettare lo schema. Se è stata mancata un'iniezione e sono trascorsi 5 mesi o più, le vaccinazioni ricominciano. Se il paziente ha iniziato la procedura più volte, ma ha fatto solo 2 iniezioni, allora il corso è considerato come completato. Durante la vaccinazione primaria, sono necessarie tre iniezioni per formare un'immunità duratura. La durata della vaccinazione contro l'epatite B negli adulti, indipendentemente dal nome del farmaco e dal prezzo - da 8 a 20 anni.

ripetitore

L'essenza della vaccinazione è di introdurre nel corpo un agente infettivo che stimola la produzione di anticorpi contro il patogeno, in modo che una persona padroneggi l'immunità al virus. La rivaccinazione è un programma che ha lo scopo di supportare il sistema immunitario e si svolge un po 'di tempo dopo la vaccinazione. A scopo preventivo, la rivaccinazione per l'epatite dovrebbe essere effettuata per ogni persona ogni 20 anni. Se il neonato è stato vaccinato, l'immunità all'epatite persiste fino a 20-22 anni.

effetto

Impostare la necessità di vaccinazioni singolarmente. Il medico analizza l'età della persona, i livelli ematici di anticorpi del virus HBV. Secondo le istruzioni, la rivaccinazione obbligatoria una volta ogni 5 anni è riservata agli operatori sanitari, poiché la malattia viene trasmessa attraverso qualsiasi fluido biologico. Per una persona normale che è stata precedentemente vaccinata e non ha controindicazioni, è sufficiente mantenere l'immunità di un singolo vaccino una volta ogni 20 anni.

Quando e dove vengono vaccinati contro l'epatite

Come funziona un vaccino

L'epatite B è una pericolosa malattia virale, il cui effetto distruttivo è diretto al fegato umano. Perché i medici raccomandano di vaccinare contro questa malattia ai bambini di età inferiore a un anno? Il fatto è che la malattia dei bambini di questa età è spesso fatale. Anche se il bambino è fortunato e rimane vivo, allora dovrà lottare per tutta la vita da un insieme di malattie croniche. L'epatite B si trasforma spesso in cirrosi e cancro al fegato.

Gli studi statistici dell'Organizzazione mondiale della sanità hanno offerto l'opportunità di giungere a una conclusione inaspettata: il virus dell'epatite B è cento volte più contagioso dell'AIDS. Non ha paura degli effetti chimici o fisici, l'unico modo per proteggere il bambino deve essere vaccinato.

La rapida diffusione della malattia ha costretto gli immunologi nella maggior parte dei paesi a includere un vaccino contro l'epatite B nel calendario delle vaccinazioni obbligatorie.

La vaccinazione contro l'epatite nei neonati è una delle droghe più sicure. I medici non rischiano di introdurre un vaccino neonato, che include microrganismi vivi, anche se indeboliti. Ecco perché, dopo lunghe ricerche, gli scienziati sono stati in grado di estrarre proteine ​​pure dal virus. Ovviamente, affinché il farmaco rimanga efficace, è necessario un corriere speciale. Sono diventati idrossido di alluminio, poiché è questo elemento che non è solubile in acqua.

A causa di questa composizione, il vaccino ha un effetto limitato sul corpo del bambino, ma crea un'immunità non meno stabile rispetto a dopo la somministrazione del farmaco con microrganismi patogeni interi. Ma come, dopo tutto, persino l'immunità del bambino che non era completamente formato poteva facilmente distruggere un agente alieno indebolito? Gli scienziati hanno tenuto conto di tutte le sfumature: poiché l'idrossido di alluminio non si dissolve completamente, fornisce proteine ​​in piccole porzioni. Da un lato, ti permette di sviluppare una forte immunità. D'altra parte, elimina il rischio di effetti collaterali e reazioni pericolose.

Ha bisogno

Molti genitori scrivono una rinuncia alla vaccinazione contro l'epatite B, poiché sono sicuri che il loro bambino non si infetterà. Come, lascia che i genitori di famiglie disfunzionali si preoccupino di questo, e mangiamo bene e ci laviamo le mani, non abbiamo paura di nulla. Inoltre, mamme e papà hanno paura della possibilità di effetti collaterali pericolosi.

Ma l'errore dei genitori può essere fatale per il loro bambino. Non dobbiamo dimenticare che le briciole dovranno entrare in contatto con altri bambini nella scuola materna, a scuola, in altre istituzioni educative, voi stessi lo porterete in clinica. Il bambino combatterà con qualcuno, prenderà una siringa usata, l'infermiera un giorno dimenticherà di indossare i guanti.

E ci sono molti altri casi in cui il rischio di infettare un bambino da una famiglia felice aumenta drammaticamente. Per quanto riguarda le reazioni avverse, come già accennato, il vaccino contro l'epatite B è uno dei più sicuri. Ma le conseguenze dell'epatite sono davvero spaventose. Non sappiamo dove e quando il pericolo ci sta in agguato. Ecco perché i bambini vengono vaccinati contro l'epatite B dalla nascita.

Video "Vaccinazione contro l'epatite B e la sua necessità"

Quando fare la vaccinazione

Poiché l'epatite B è una malattia molto pericolosa, è impossibile creare un'immunità veramente duratura da un singolo vaccino. Pertanto, ci sono diversi schemi di vaccinazione, a seconda delle cause e delle condizioni dell'immunizzazione. L'aumento catastrofico del numero di pazienti ha costretto i professionisti medici a sviluppare 3 schemi:

  1. standard: 0 - 1 - 6 (il primo vaccino contro l'epatite B viene somministrato ai neonati il ​​primo giorno dopo la nascita, il secondo dopo 1 mese e il terzo quando il bambino ha sei mesi dalla nascita). Questo è il programma più comune per l'immunizzazione: questo è lo schema che dovresti seguire se decidi di vaccinare un bambino;
  2. schema rapido: 0 - 1 - 2 - 12 (Se il primo e il secondo vaccino contro l'epatite B vengono somministrati a un bambino alla stessa età dello schema standard, la terza iniezione viene somministrata in due mesi, inoltre il programma include anche la rivaccinazione, che viene fatto quando le briciole compiono un anno). Questo schema permette al sistema immunitario di svilupparsi per un paio di mesi, quindi è usato per immunizzare i bambini che sono particolarmente a rischio: la madre, incinta, ha avuto l'epatite, o il bambino dovrà contattare le persone infettate dal virus;
  3. vaccinazione di emergenza: 0 - 7 - 21 - 12 (la prima vaccinazione viene somministrata immediatamente dopo la nascita, la seconda - dopo 7 giorni, la terza - dopo 21 giorni, e quando il bambino ha completato un anno, viene eseguita una vaccinazione di richiamo). Con un programma del genere, il sistema immunitario è pesantemente caricato, ma la vaccinazione è necessaria in caso di emergenza, ad esempio, prima di un'operazione importante.

Se, a causa di alcune importanti ragioni, il primo vaccino contro l'epatite B (nella maternità) non è stato somministrato al bambino, è possibile sviluppare un programma individuale insieme allo specialista del vaccino. Ma se l'intervallo tra le vaccinazioni era più di sei mesi, lo schema deve essere ricominciato.

Dove lo fanno

Per i neonati e i bambini fino a tre anni, un medico viene vaccinato nella coscia. Adulti o bambini più grandi possono essere iniettati nella spalla. La scelta del luogo in cui viene fatto il vaccino contro l'epatite ai neonati non è casuale: sono i muscoli che si sviluppano meglio nella coscia e si trovano vicino alla pelle, e questo aiuta ad evitare il verificarsi di reazioni avverse locali: arrossamento, compattazione, dolore.

Siamo abituati al fatto che il più delle volte si fa un'iniezione nel gluteo. Pertanto, quando mia madre viene avvertita che il vaccino sarà messo nella coscia, ci sono alcune preoccupazioni. Ma a causa del fatto che i glutei sono ben sviluppati strato sottocutaneo, è difficile ottenere il muscolo. Sì, e questa iniezione minaccia conseguenze spiacevoli, perché c'è il rischio di danneggiare le fibre nervose e i vasi sanguigni.

Video "Protezione del neonato dalle infezioni"

Per essere sicuro che tuo figlio non si infetti, ti suggeriamo di familiarizzare con le informazioni presentate nel prossimo video.

Dove vengono vaccinati contro l'epatite B

L'epatite B virale è una grave malattia infettiva. In modo che la malattia non si diffonda tra le persone e ai fini della prevenzione applicano la vaccinazione alla popolazione. Come risultato dell'inoculazione, il corpo umano non percepisce il virus. Anche a stretto contatto con il corriere, la persona vaccinata non si ammala.

Nel nostro paese, la vaccinazione contro l'epatite B serve come base per la vaccinazione.

In realtà, il vaccino è un virus dell'epatite inattivato che è stato ripristinato artificialmente. Un vaccino è una soluzione basata sulla proteina immunogenica di un virus.

Devo essere vaccinato contro l'epatite B

La società conduce instancabilmente una disputa di vecchia data sulla necessità di inculcare. E stanno discutendo sulla vaccinazione, in generale, da tutte le malattie, non fa eccezione, e l'uso di vaccini contro l'epatite.

Elenco dei vaccini per l'epatite B (B)

Possiamo dire che i voti "per" e "contro" sono stati divisi quasi allo stesso modo.

Naturalmente, tra i medici, la percentuale di oppositori evidenti della vaccinazione è molto più bassa, anche se ci sono oppositori di questo metodo tra le persone in camice bianco. La maggior parte delle persone resistono alla vaccinazione, chi non si rende conto dell'intero problema e delle conseguenze che potrebbero insorgere in una persona, se non vaccinato, otterrà l'epatite. Per quanto riguarda i medici di virologia, quindi alla domanda: "Devo essere vaccinato contro l'epatite?", Risponderanno sicuramente: "SÌ". Perché è così importante non resistere alla vaccinazione, quanto il vaccino funziona, come avviene il processo e dove viene somministrata l'iniezione, impariamo dall'articolo.

Quindi, dobbiamo iniziare dal fatto che la diffusione della malattia nel nostro paese in alcuni anni arriva alla natura dell'epidemia. E ogni anno la malattia muta, o come dicono i medici, diventa cronica. Sempre più spesso, ci sono complicazioni dopo aver sofferto di epatite, come: cirrosi e cancro al fegato. Naturalmente, tali complicazioni non possono passare senza lasciare traccia per il corpo e, in casi eccezionali, una persona malata diventa invalida o muore completamente, essendo giovane.

I bambini sono meno protetti, perché la loro immunità è imperfetta e al giorno d'oggi anche la maggior parte dei bambini la indebolisce. Un bambino infetto da epatite rischia di diventare una cronaca per la vita. Quei genitori si sbagliano pensando che se la loro famiglia è benestante (non abusano di alcol, non prendono droghe, ecc.), Allora i loro figli sono assicurati contro le infezioni. È estremamente irresponsabile e persino pericoloso pensare in questo modo.

Non è necessario molto per fare esempi. Ad esempio, quando si fanno i test in una normale clinica per bambini, molti genitori probabilmente hanno più volte riscontrato il fatto che un'infermiera spesso non indossa guanti sterili prima di prendere il sangue o un'iniezione. Considerate ora l'opzione quando i bambini litigano all'asilo o alla scuola, forse qualcuno morde e, quindi, l'infezione entra nel sangue di un bambino sano, e quindi tutto va secondo lo scenario peggiore. I bambini possono prendere l'infezione sulla strada. Dopotutto, lì puoi trovare un po 'di siringhe usate, che si trovano persino nei campi da gioco. E i bambini amano giocare così tanto ai dottori. È possibile contrarre l'infezione attraverso trasfusioni di sangue, visitare il dentista, oggetti per la casa (forbicine per unghie, ecc.), L'infezione può essere trasmessa da una madre infetta a un neonato.

Ora diventa chiaro che una persona civile normale che pensa al suo futuro e al futuro di suo figlio non si oppone alla vaccinazione.

Ora parliamo di quanta vaccinazione funziona. È stato scientificamente dimostrato che l'immunità contro l'epatite B persiste per un tempo molto lungo. In media, la fase protettiva attiva dura 8 anni e, in casi eccezionali, se il bambino è stato vaccinato durante l'infanzia, l'immunità può durare fino a 22 anni. Ci sono persone la cui immunità viene mantenuta dopo la prima vaccinazione per tutta la vita.

Il secondo vaccino viene eseguito dopo 5-7 anni (come raccomandato dal Ministero della Salute).

Programma di vaccinazione e dove ottenere vaccinati contro l'epatite

Il programma di vaccinazione è il seguente:

il primo vaccino viene somministrato ai neonati alla nascita (in ospedale il primo giorno di vita del bambino); inoltre, si tiene un mese dopo; prossimo - dopo 6 mesi

I bambini che non sono stati precedentemente vaccinati, la prima vaccinazione, di regola, ha luogo all'età di 13 anni.

Gli anticorpi del virus vengono prodotti 14 giorni dopo la prima iniezione.

Come si può vedere dal grafico, c'è un periodo di vaccinazione, che si svolge in tre fasi. Successivamente, l'immunità nell'uomo contro i virus dell'epatite B è prodotta resistente (almeno al 99%).

Quando si esegue la prevenzione delle malattie, molte persone evitano complicazioni di questo tipo come il cancro e la cirrosi epatica.

Il farmaco viene somministrato in un dosaggio di 1 ml per via intramuscolare. La vaccinazione di un adulto avviene nel muscolo deltoide della spalla e un bambino di età inferiore a 3 anni, incluso un neonato, viene iniettato nella coscia. Il posto sul corpo viene scelto per la vaccinazione in modo tale che in quest'area i muscoli siano ben sviluppati e posti poco a poco.

Il fatto è che un vaccino non può essere iniettato per via sottocutanea, perché ridurrà l'efficacia del farmaco e potrebbe causare un indurimento doloroso. Inoltre, non è consigliabile fare un'iniezione al gluteo perché in questo luogo non è possibile raggiungere facilmente un grande strato di grasso sottocutaneo e il muscolo. Tra le altre cose, sui glutei ci sono un gran numero di vasi sanguigni e terminazioni nervose che possono essere danneggiati.

I vaccini oggi sono così perfetti che per lo più non provocano reazioni avverse, almeno gravi. Tutto dipende dalla tolleranza individuale e dal corpo umano nel suo complesso.

A volte, dopo la vaccinazione, la temperatura aumenta, c'è un leggero disagio nell'area dell'iniezione, a volte c'è una leggera condensazione, raramente si può verificare una reazione allergica.

Tali sintomi si verificano spesso a causa di una somministrazione inappropriata del vaccino (sotto la pelle, non nel muscolo). Una persona può provare affaticamento, mal di testa, dolori alle articolazioni per un certo periodo di tempo, può essere nauseato, tutti i sintomi passano molto rapidamente e non richiedono un trattamento speciale. È importante ricordare che non è consigliabile bagnare il sito di iniezione per le prime 72 ore.

Se, per incuria, il punto dell'iniezione è stato bagnato, allora è necessario asciugarlo delicatamente con un asciugamano o un tovagliolo asciutto e pulito. In caso di gravi reazioni alla vaccinazione, consultare un medico.

È importante! La vaccinazione è assolutamente impossibile, perché sono presenti solo le proteine ​​e non il virus della malattia stessa.

Controindicazioni per l'iniezione

Considera i casi in cui è impossibile vaccinare:

con intolleranza a qualsiasi componente del farmaco; malattie infiammatorie e croniche, infezioni virali, incluso; la seconda iniezione non viene somministrata se dopo la prima vaccinazione c'era una forma di reazione grave; con estrema cautela e solo sotto la stretta supervisione dei medici, vaccinano le persone con malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico, sclerosi multipla e altre); È controindicato vaccinare le persone che hanno una reazione emetica al farmaco.

Il vaccino contro l'epatite umana deve essere temporaneamente rinviato in questi casi:

se la temperatura corporea di una persona non corrisponde ai valori normali (temperatura elevata); durante il periodo di malattia virale e infezioni respiratorie acute (dopo la meningite, non somministrare un'iniezione per 6 mesi); se c'è un tratto digestivo alterato (feci instabili, vomito, nausea); le malattie allergiche sono controindicate.

In caso di rilevamento del virus della malattia nel sangue, non ci sono controindicazioni per la vaccinazione, solo l'introduzione del farmaco non avrà l'effetto desiderato, sarà più facile dire che è una procedura inutile. Per lo più le persone che hanno un virus nel sangue non vengono vaccinate.

Dopo che una persona si riprende, deve superare i test (sangue, urina). Dopo l'esame conferma che la persona è in buona salute, possono essere vaccinati.

Ma questo non può accadere prima di 14 giorni dopo il pieno recupero.

I componenti del farmaco vengono principalmente coltivati ​​in laboratorio. Le cellule di lievito sono usate per questo in Russia. Pertanto, per le persone che hanno un'allergia a questo componente, il vaccino non viene somministrato in modo da non causare una risposta allergica grave.

L'elenco delle persone che hanno controindicazioni per la vaccinazione include chiunque sia allergico al lievito di birra (pane kvas, birra, ecc.).

Prima della vaccinazione, assicurati di consultare un allergologo. Assicurarsi che l'allergia della persona non sia correlata alla reazione al lievito di pane può essere vaccinata contro l'epatite.

La vaccinazione della popolazione ha lo scopo di prevenire l'epidemia di epatite. Nel mondo esiste una certa categoria di persone per le quali è semplicemente necessario essere vaccinati per eliminare il rischio di infezione (operatori di laboratorio). La vaccinazione riduce il rischio di infezione molte volte. Sia gli adulti che i bambini devono essere vaccinati in modo che non debbano pagare con la loro salute in seguito.

L'immunizzazione della popolazione include un elenco di vari vaccini. Anche il vaccino contro l'epatite B è elencato, perché il virus è diffuso, la possibilità di contrarre l'infezione è molto alta. Le giovani madri dovrebbero prendere in considerazione la vaccinazione contro i gruppi di epatite A e B prima della nascita. Pertanto, è necessario studiare le informazioni su dove vengono vaccinati contro l'epatite, in modo che il processo non sia una sorpresa.

Date delle prime e successive vaccinazioni contro l'epatite

Sulla base del fatto che il rischio di infezione da un virus di qualsiasi epatite è elevato, alcune autorità hanno deciso di iniziare l'immunizzazione fin dai primi giorni di vita del bambino. Il vaccino è disponibile per l'epatite di gruppo A e B, ma il secondo tipo è considerato il più pericoloso, il che dà complicazioni.

Pertanto, la vaccinazione contro l'epatite B viene posta immediatamente in ospedale 12 ore dopo l'esordio. Le controindicazioni hanno un elenco limitato, quindi vaccinano quasi tutti i bambini. Le eccezioni sono i bambini con un peso ridotto o le cui madri hanno scritto una rinuncia in anticipo. Successivamente, il vaccino contro l'epatite B viene eseguito secondo lo schema standard, che viene assegnato al bambino dopo aver determinato il gruppo a rischio. Secondo lo schema standard, la seconda vaccinazione viene eseguita in un mese. Ma l'immunità completa viene acquisita solo dopo tre vaccinazioni. Completa il set di procedure in 6 mesi.

A volte lo schema è rotto. Ciò potrebbe essere dovuto a motivi individuali.

Se la vaccinazione contro l'epatite B non è stata somministrata durante l'infanzia, può essere effettuata in qualsiasi momento. Il complesso vaccinale dipende dai parametri di età e dalle circostanze di vita, quando deve essere sviluppata l'immunità. La vaccinazione contro l'epatite non è rilevante dopo cinquantacinque anni, ma prima di raggiungere questa età è possibile ottenere un'iniezione presso il policlinico se lo si desidera.

L'epatite A non è considerata pericolosa, portando complicazioni a una persona. Pertanto, un vaccino contenente un componente di questo virus è facoltativo e non è incluso nell'elenco delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini. Se i genitori vogliono proteggere il bambino o se stessi, la vaccinazione viene effettuata dopo un esame approfondito e rilevando la presenza di anticorpi o la loro assenza.

Ci sono alcune regole per dove vaccinare contro l'epatite di qualsiasi tipo che ha una motivazione specifica.

Come ottenere una vaccinazione contro l'epatite

L'efficacia e la sicurezza di ogni vaccinazione dipendono dalla competenza del personale medico e dalla corretta somministrazione di siero. Con l'interesse della madre su dove sarà fatta l'iniezione di epatite B al bambino, il medico può dare una sola risposta - per via intramuscolare. Questa potrebbe essere la zona della coscia o della spalla.

I bambini fino a tre anni fanno il siero nella coscia, più adulto nella spalla. Questo sito di iniezione non è casuale. Mani e piedi hanno meno grasso sottocutaneo, che blocca la penetrazione del farmaco nel sangue. Ciò significa che l'immunità desiderata non viene ricevuta e il vaccino non sarà considerato efficace. Apparirà un sigillo che si dissolverà per un lungo periodo o non scomparirà del tutto.

Una volta nel muscolo, il siero non ha ostacoli per l'assorbimento nel sangue e lo sviluppo di immunità.

Se si ottiene un'iniezione con un vaccino contro l'epatite nel gluteo, compaiono delle conseguenze di indurimento o più gravi come l'infiammazione. La vaccinazione è considerata inefficace. C'è il pericolo che un ago cada nei vasi sanguigni o nel nervo sciatico, che può causare una paralisi temporanea o permanente.

Assicurarsi che tutte le manipolazioni siano eseguite in conformità con le norme sulla vaccinazione dei bambini. Vale la pena prestare attenzione alla sterilità delle mani dell'infermiera e all'uso di una siringa monouso.

Con la prima vaccinazione dopo 12 ore nell'ospedale di maternità, la madre non ha l'opportunità di vedere come e dove viene somministrato il vaccino. Pertanto, molte madri rifiutano qualsiasi vaccinazione, in modo da non danneggiare il neonato.

Ma non rimandare definitivamente la questione della vaccinazione contro l'epatite. Il bambino può essere infetto dal virus anche con cura e supervisione. Molte persone incuranti. Trascurano le regole di igiene e sicurezza, spargono oggetti personali che possono avere particelle di sangue con epatite.

Dove ottenere il vaccino se le scadenze non sono soddisfatte

Puoi essere vaccinato contro l'epatite a qualsiasi età. Il virus del gruppo B è sulla lista dei vaccini gratuiti per i bambini, quindi è fatto in clinica in presenza di siero e dopo essere stato esaminato da un medico. Un'eccezione potrebbe essere il desiderio di utilizzare il vaccino sbagliato offerto dall'istituzione gratuitamente. Per l'immunizzazione, puoi scegliere un farmaco domestico o importato, dopo aver studiato i loro dettagli.

Il gruppo di virus A non è incluso nel tipo di servizio gratuito, quindi è possibile vaccinarsi in qualsiasi clinica, centro di immunizzazione o clinica privata. L'importante è essere fiduciosi nella competenza del personale e nella qualità del farmaco.

Molte persone, in particolare i giovani genitori, stanno cominciando a dubitare sempre più della necessità di vaccinarsi contro l'epatite B. È necessario del tutto e, in particolare, dei neonati. La domanda è abbastanza seria e richiede una soluzione individuale in ciascun caso.

Sicuramente si può solo dire che il vaccino produce una reazione quando collide con un virus. Ma dire che un simile momento verrà o no è impossibile. La vita è lunga e molto mutevole. Le circostanze possono sorgere in modo tale che il virus dell'epatite di qualsiasi tipo si manifesterà inaspettatamente e voi o il vostro bambino non sarete pronti per questo. La situazione può essere risolta con un trattamento chirurgico che dura più di sei mesi. Opzione possibile e tragica. La vaccinazione non lo permetterà.

Vale particolarmente la pena pensare all'età in cui il vaccino contro l'epatite B non danneggerà il bambino. Solo dopo essere venuti al mondo, la briciola non può ancora dare un segnale su come verrà percepito il siero. Una reazione allergica al lievito e alla pasta su una base di lievito nei neonati non può essere rilevata nelle prime ore di vita. Ma una tale reazione è possibile, che è pericolosa mortale.

Se le persone vicine hanno allergie alimentari, è più responsabile affrontare la questione della vaccinazione contro l'epatite nella maternità. Avendo studiato le caratteristiche del bambino, dopo aver osservato la manifestazione di allergia, garantendo la sicurezza, sarà possibile capire che cosa darà il vaccino contro l'epatite B. In assenza di controindicazioni, vaccinare il bambino nella coscia o nella penna.

Dove ottenere vaccinati contro l'epatite di qualsiasi tipo a un bambino e un adulto

L'immunizzazione della popolazione include un elenco di vari vaccini. Anche il vaccino contro l'epatite B è elencato, perché il virus è diffuso, la possibilità di contrarre l'infezione è molto alta. Le giovani madri dovrebbero prendere in considerazione la vaccinazione contro i gruppi di epatite A e B prima della nascita. Pertanto, è necessario studiare le informazioni su dove vengono vaccinati contro l'epatite, in modo che il processo non sia una sorpresa.

Date delle prime e successive vaccinazioni contro l'epatite

Sulla base del fatto che il rischio di infezione da un virus di qualsiasi epatite è elevato, alcune autorità hanno deciso di iniziare l'immunizzazione fin dai primi giorni di vita del bambino. Il vaccino è disponibile per l'epatite di gruppo A e B, ma il secondo tipo è considerato il più pericoloso, il che dà complicazioni.

  • Pertanto, la vaccinazione contro l'epatite B viene posta immediatamente in ospedale 12 ore dopo l'esordio. Le controindicazioni hanno un elenco limitato, quindi vaccinano quasi tutti i bambini. Le eccezioni sono i bambini con un peso ridotto o le cui madri hanno scritto una rinuncia in anticipo.
  • Successivamente, il vaccino contro l'epatite B viene eseguito secondo lo schema standard, che viene assegnato al bambino dopo aver determinato il gruppo a rischio. Secondo lo schema standard, la seconda vaccinazione viene eseguita in un mese. Ma l'immunità completa viene acquisita solo dopo tre vaccinazioni. Completa il set di procedure in 6 mesi.


A volte lo schema è rotto. Ciò potrebbe essere dovuto a motivi individuali.

Se la vaccinazione contro l'epatite B non è stata somministrata durante l'infanzia, può essere effettuata in qualsiasi momento. Il complesso vaccinale dipende dai parametri di età e dalle circostanze di vita, quando deve essere sviluppata l'immunità. La vaccinazione contro l'epatite non è rilevante dopo cinquantacinque anni, ma prima di raggiungere questa età è possibile ottenere un'iniezione presso il policlinico se lo si desidera.

L'epatite A non è considerata pericolosa, portando complicazioni a una persona. Pertanto, un vaccino contenente un componente di questo virus è facoltativo e non è incluso nell'elenco delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini. Se i genitori vogliono proteggere il bambino o se stessi, la vaccinazione viene effettuata dopo un esame approfondito e rilevando la presenza di anticorpi o la loro assenza.


Ci sono alcune regole per dove vaccinare contro l'epatite di qualsiasi tipo che ha una motivazione specifica.

Come ottenere una vaccinazione contro l'epatite

L'efficacia e la sicurezza di ogni vaccinazione dipendono dalla competenza del personale medico e dalla corretta somministrazione di siero. Con l'interesse della madre su dove sarà fatta l'iniezione di epatite B al bambino, il medico può dare una sola risposta - per via intramuscolare. Questa potrebbe essere la zona della coscia o della spalla.

I bambini fino a tre anni fanno il siero nella coscia, più adulto nella spalla. Questo sito di iniezione non è casuale. Mani e piedi hanno meno grasso sottocutaneo, che blocca la penetrazione del farmaco nel sangue. Ciò significa che l'immunità desiderata non viene ricevuta e il vaccino non sarà considerato efficace. Apparirà un sigillo che si dissolverà per un lungo periodo o non scomparirà del tutto.

Una volta nel muscolo, il siero non ha ostacoli per l'assorbimento nel sangue e lo sviluppo di immunità.

Se si ottiene un'iniezione con un vaccino contro l'epatite nel gluteo, compaiono delle conseguenze di indurimento o più gravi come l'infiammazione. La vaccinazione è considerata inefficace. C'è il pericolo che un ago cada nei vasi sanguigni o nel nervo sciatico, che può causare una paralisi temporanea o permanente.

Assicurarsi che tutte le manipolazioni siano eseguite in conformità con le norme sulla vaccinazione dei bambini. Vale la pena prestare attenzione alla sterilità delle mani dell'infermiera e all'uso di una siringa monouso.

Con la prima vaccinazione dopo 12 ore nell'ospedale di maternità, la madre non ha l'opportunità di vedere come e dove viene somministrato il vaccino. Pertanto, molte madri rifiutano qualsiasi vaccinazione, in modo da non danneggiare il neonato.

Ma non rimandare definitivamente la questione della vaccinazione contro l'epatite. Il bambino può essere infetto dal virus anche con cura e supervisione. Molte persone incuranti. Trascurano le regole di igiene e sicurezza, spargono oggetti personali che possono avere particelle di sangue con epatite.

Dove ottenere il vaccino se le scadenze non sono soddisfatte

Puoi essere vaccinato contro l'epatite a qualsiasi età. Il virus del gruppo B è sulla lista dei vaccini gratuiti per i bambini, quindi è fatto in clinica in presenza di siero e dopo essere stato esaminato da un medico. Un'eccezione potrebbe essere il desiderio di utilizzare il vaccino sbagliato offerto dall'istituzione gratuitamente. Per l'immunizzazione, puoi scegliere un farmaco domestico o importato, dopo aver studiato i loro dettagli.

Il gruppo di virus A non è incluso nel tipo di servizio gratuito, quindi è possibile vaccinarsi in qualsiasi clinica, centro di immunizzazione o clinica privata. L'importante è essere fiduciosi nella competenza del personale e nella qualità del farmaco.

Molte persone, in particolare i giovani genitori, stanno cominciando a dubitare sempre più della necessità di vaccinarsi contro l'epatite B. È necessario del tutto e, in particolare, dei neonati. La domanda è abbastanza seria e richiede una soluzione individuale in ciascun caso.

Sicuramente si può solo dire che il vaccino produce una reazione quando collide con un virus. Ma dire che un simile momento verrà o no è impossibile. La vita è lunga e molto mutevole. Le circostanze possono sorgere in modo tale che il virus dell'epatite di qualsiasi tipo si manifesterà inaspettatamente e voi o il vostro bambino non sarete pronti per questo. La situazione può essere risolta con un trattamento chirurgico che dura più di sei mesi. Opzione possibile e tragica. La vaccinazione non lo permetterà.

Vale particolarmente la pena pensare all'età in cui il vaccino contro l'epatite B non danneggerà il bambino. Solo dopo essere venuti al mondo, la briciola non può ancora dare un segnale su come verrà percepito il siero. Una reazione allergica al lievito e alla pasta su una base di lievito nei neonati non può essere rilevata nelle prime ore di vita. Ma una tale reazione è possibile, che è pericolosa mortale.

Se le persone vicine hanno allergie alimentari, è più responsabile affrontare la questione della vaccinazione contro l'epatite nella maternità. Avendo studiato le caratteristiche del bambino, dopo aver osservato la manifestazione di allergia, garantendo la sicurezza, sarà possibile capire che cosa darà il vaccino contro l'epatite B. In assenza di controindicazioni, vaccinare il bambino nella coscia o nella penna.

Reazione epatite

L'epatite è un nome comune per le malattie infettive del fegato di varie eziologie. La malattia può manifestarsi sia in forma cronica che in forma acuta. Alcuni tipi di patologia portano a gravi complicazioni, come la cirrosi epatica, l'insufficienza epatica e il cancro di organi. Per prevenire lo sviluppo di una tale violazione aiuterà la vaccinazione contro l'epatite. Oggi ci sono vaccini per due tipi di questa malattia - per l'epatite A e B.

Epatite A

Questo è il tipo meno pericoloso di questa condizione patologica. Le fonti del virus sono acqua contaminata, cibo, articoli di uso generale e la stessa persona malata.

La malattia di Botkin non rappresenta una seria minaccia, ma in assenza di una terapia adeguata, l'insufficienza epatica spesso si sviluppa - un disturbo molto grave, che provoca uno stato comatoso e la morte.

Lo stadio iniziale della malattia è accompagnato da nausea, bavaglio, febbre, disagio e sensazioni dolorose nell'ipocondrio destro.

Con lo sviluppo del processo patologico, la pelle e la sclera diventano gialle, l'urina acquisisce una tinta itterica e la materia fecale diventa scolorita.

Entro un mese, il paziente deve essere nel reparto di malattie infettive. Il recupero finale avviene in sei mesi. Un lungo periodo di recupero, un senso di debolezza, una dieta rigorosa - tutto questo non è il modo migliore per influenzare la qualità della vita.

Vaccinazione dell'epatite A

Gli esperti raccomandano la vaccinazione contro l'epatite A in quei casi in cui qualcuno da parenti o da collaboratori vicini è stato diagnosticato con la malattia di Botkin, o dovrà recarsi in paesi in cui l'infezione è diffusa.

Inoltre, il gruppo di rischio comprende operatori sanitari, dipendenti di istituti prescolastici, dipendenti di strutture di ristorazione pubblica - si raccomanda inoltre di essere vaccinati contro l'epatite A.

Il vaccino deve essere somministrato 10-14 giorni prima della data di partenza prevista, questo è necessario per la formazione dell'immunità. Se il contatto si è verificato con persone malate, il vaccino deve essere somministrato entro i primi 10 giorni.

Prima dell'immunizzazione, viene eseguito un esame del sangue. Gli anticorpi identificati indicano che una persona è già vaccinata o "sofferta" dell'epatite A. In questo caso è impossibile ammalarsi, perché si produce un'immunità permanente.

Dove vengono vaccinati contro l'epatite A? L'iniezione viene somministrata per via intramuscolare, solitamente nella spalla. Per il successo della formazione di una forte immunità dopo 6-18 mesi viene effettuata nuovamente la vaccinazione. La vaccinazione contro l'epatite A può essere fatta dall'età di uno.

Reazione di vaccinazione

La reazione alla vaccinazione contro l'epatite A può manifestarsi come una violazione dell'appetito, mal di testa, sensazione di debolezza, deterioramento della funzione dell'apparato digerente, dolore muscolare, prurito della pelle, orticaria.

Anche gli effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite A possono essere arrossamenti e gonfiore del sito di iniezione.

È importante ricordare che non è possibile lubrificare questa zona della pelle con nulla. Una reazione simile del corpo è la norma e dopo un po 'tutte le violazioni, di norma, scompaiono. Altrimenti, si consiglia di consultare uno specialista.

Controindicazioni

Per escludere possibili complicazioni, è necessario un esame medico prima della vaccinazione. Controindicazioni all'implementazione dell'immunizzazione è l'intolleranza individuale ai componenti del farmaco e allo stadio acuto di qualsiasi patologia.

Il mancato rispetto di queste condizioni può provocare gravi complicazioni: danni al sistema nervoso centrale, interruzione del funzionamento degli organi interni, angioedema ed esacerbazione di malattie croniche. In situazioni particolarmente difficili, può svilupparsi un coma e, di conseguenza, la morte.

L'epatite A è pericolosa, prima di tutto, perché la persona è portatrice del virus patogeno, anche se la malattia procede senza alcun sintomo. E la vaccinazione contro l'epatite A è il modo più efficace per prevenire l'infezione.

Epatite B

Questa è una patologia molto difficile in cui il fegato è affetto e lo sviluppo di cirrosi o cancro dell'organo è possibile.

Il virus dell'epatite B viene trasmesso attraverso i fluidi biologici di una persona infetta (sangue, sudore, urina, ecc.). Cioè, l'infezione è possibile attraverso il contatto sessuale non protetto, l'uso di attrezzature mediche non sterili o accessori per manicure, sui quali ci sono particelle di sangue infetto.

L'epatite B è altamente contagiosa e con l'aiuto della vaccinazione è possibile prevenire la diffusione dell'infezione. La vaccinazione contribuisce alla formazione di un'immunità resistente al virus.

sintomatologia

La malattia può avere sia un decorso acuto che cronico. Lo stadio acuto della malattia si sviluppa dopo un certo periodo di tempo dopo l'infezione. Si osservano sintomi come febbre, brividi e pelle gialla.

Fornita in terapia intensiva dopo 1,5-2 mesi, può verificarsi il recupero. Altrimenti, la malattia entra in uno stadio cronico, che a sua volta può essere attivo o inattivo.

Nel primo caso è necessario assumere farmaci antivirali, nel secondo caso non c'è un trattamento speciale, ma è ancora necessario controllare il corso della patologia.

Con una malattia in via di sviluppo, spesso si verificano cirrosi e cancro al fegato, soprattutto in presenza di abuso di alcool.

Tuttavia, è la forma cronica di epatite B che rappresenta il pericolo maggiore: una persona malata ha debolezza irragionevole, affaticabilità rapida, prestazioni ridotte, ma questi sintomi sono intermittenti e si verificano periodicamente, così tante persone li ignorano.

In alcuni casi, nausea, dolore nella parte superiore dell'addome, dolori muscolari e articolari, indigestione.

Con lo sviluppo del processo patologico, altri sintomi si uniscono:

  • gengive sanguinanti;
  • giallo della pelle e della sclera;
  • tinta scura di urina;
  • un aumento delle dimensioni del fegato;
  • perdita di peso.

Per prevenire lo sviluppo della malattia, è importante vaccinare tempestivamente.

Quando vengono vaccinati contro l'epatite B? La vaccinazione primaria viene effettuata nell'ospedale di maternità, quindi - secondo un certo schema (consideriamo di seguito).

Immunizzazione dei bambini

Il bambino può essere infetto dal virus dell'epatite B durante il parto, motivo per cui il vaccino viene somministrato al neonato, gli effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite B sono spesso assenti. Dopo un periodo di tempo, il sito di iniezione diventa leggermente arrossato e appare una leggera condensazione.

Tale reazione al vaccino contro l'epatite B non va oltre il range normale e gradualmente tutti gli effetti collaterali scompaiono. Entro 2 giorni consecutivi dopo l'introduzione del vaccino è necessario controllare la temperatura corporea, l'appetito e le feci del bambino. In casi isolati, si sviluppano le conseguenze più gravi della vaccinazione contro l'epatite B, che si manifestano:

  • grave reazione allergica;
  • dolori muscolari;
  • insufficienza epatica;
  • shock anafilattico.

Controindicazioni

In alcune situazioni, i bambini non dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite. Controindicazioni all'implementazione dell'immunizzazione sono:

  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco somministrato;
  • reazione pronunciata al precedente vaccino.

La vaccinazione temporanea non deve essere eseguita con:

  • disordine dell'apparato digerente;
  • reazioni allergiche;
  • malattie catarrali;
  • alta temperatura corporea.

Dopo due settimane vengono eseguiti esami del sangue e delle urine e, in assenza di irregolarità, viene somministrato il vaccino.

Domande poste più spesso dai genitori:

  • Posso fare il bagno al mio bambino dopo essere stato vaccinato contro l'epatite?
  • Il giorno della vaccinazione si raccomanda di astenersi dal trattamento dell'acqua.
  • Posso camminare dopo un vaccino contro l'epatite?
  • Il giorno della vaccinazione, se c'è un'alta temperatura corporea, dovresti rifiutarti di camminare.

Tali restrizioni sono dovute al fatto che l'immunità del bambino è leggermente ridotta e tutte le forze del corpo sono finalizzate a combattere l'infezione.

La minima ipotermia o il contatto con persone malsane possono provocare complicazioni indesiderate.

Immunizzazione della popolazione adulta

La vaccinazione contro l'epatite B fa gli adulti fino a 55 anni. L'immunizzazione non è necessaria, ma è fortemente raccomandata per determinati gruppi di persone. Il gruppo di rischio comprende lavoratori in medicina e saloni di bellezza, tossicodipendenti, persone che conducono una vita intima promiscua, donatori di sangue.

Se una persona precedentemente vaccinata è stata in contatto con un'infezione, viene eseguito un esame del sangue e viene determinato il livello di anticorpi. Sulla base delle informazioni ricevute, viene decisa la questione della convenienza della rivaccinazione.

Effetto negativo della vaccinazione e controindicazioni

Le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite B in età adulta sono rare. In alcune situazioni, l'allergia ai componenti del vaccino può svilupparsi.

L'effetto collaterale della vaccinazione contro l'epatite B a volte si manifesta con arrossamento, gonfiore, dolore al sito di iniezione e aumento della temperatura. Dopo la vaccinazione contro l'epatite in casi isolati, si manifestano mal di testa, disturbi dispeptici, capogiri, mialgia.

Inoltre, in presenza di intolleranza ai lieviti nutrizionali o ad altri componenti del farmaco, possono verificarsi reazioni allergiche.

Raffreddori, febbre e allergie sono controindicazioni per la vaccinazione.

Programma di immunizzazione

Quante volte si fa il vaccino contro l'epatite A? Esistono alcuni schemi di vaccinazione, le vaccinazioni contro l'epatite, di solito sono fatte secondo uno schema standard, ma possono anche essere usati schemi accelerati e di emergenza:

  • lo schema standard (0-1 mesi. -6 mesi) - la seconda vaccinazione contro l'epatite viene effettuata un mese dopo la vaccinazione primaria, il terzo - sei mesi dopo. All'età di 6 mesi vengono somministrati vaccinazioni contro epatite e poliomielite, come pure difterite, pertosse e tetano. Tale programma di immunizzazione è considerato il più efficace.
  • schema accelerato (0-1 mesi, 2 mesi, 1 anno) - la seconda iniezione viene somministrata un mese dopo la prima iniezione, la terza dopo 2 mesi, la quarta dopo un anno.
  • schema di emergenza (0-7 giorni-21 giorni-1 anno) - la rivaccinazione viene effettuata 7 giorni dopo l'introduzione del vaccino primario, il terzo - 21 giorni dopo il secondo, il quarto - 12 mesi dopo il primo. Tale programma di immunizzazione contribuisce alla rapida formazione di immunità, ad esempio, prima di un intervento chirurgico pianificato.

Nell'età adulta, la vaccinazione contro l'epatite può essere effettuata in qualsiasi momento, la condizione principale per il successo della formazione dell'immunità è la stretta aderenza al programma di immunizzazione.

Se, per determinate ragioni, il secondo vaccino non è stato somministrato in tempo, la vaccinazione viene ricominciata di nuovo, se la terza vaccinazione viene saltata, quindi una seconda iniezione viene somministrata 2 mesi dopo quella primaria e il corso di immunizzazione è completato. Una singola iniezione del farmaco fornisce immunità per un breve periodo.

Come si chiama il vaccino contro l'epatite? L'immunizzazione programmata nel nostro paese viene effettuata con l'uso di tali vaccini:

  • vaccino liquido lievito ricombinante (Russia);
  • Euvax B (Francia);
  • Endzheriks V (Belgio, Russia);
  • H-B-Vax II (Stati Uniti);
  • Eberbiovac (Russia);
  • Bubo-M è un vaccino combinato contro l'epatite B, il tetano, la difterite (Russia).

Dovresti sapere che se l'immunizzazione primaria è stata effettuata con un farmaco, allora il vaccino di qualsiasi altro produttore può essere usato per la prossima vaccinazione. Tutti i vaccini sono intercambiabili.

La vaccinazione nel nostro paese non è una misura obbligatoria, e nessuno può rendere una persona vaccinata contro la sua volontà. Tuttavia, solo un vaccino può fornire una protezione affidabile a lungo termine contro una malattia così pericolosa come l'epatite B, che influisce negativamente non solo sulla qualità, ma anche sull'aspettativa di vita.

Tutto sulla vaccinazione contro l'epatite B.

Nonostante la controversia che circonda la vaccinazione, dovrebbe comunque essere data la dovuta preferenza. Infatti, grazie alle vaccinazioni, la medicina riesce a ridurre l'incidenza di varie gravi malattie infettive, tra cui l'epatite. La maggior parte delle vaccinazioni sono obbligatorie e la prima di queste viene fatta ai neonati appena nati nell'ospedale di maternità. Il vaccino contro l'epatite B è uno di questi, che viene somministrato a tutti i neonati, in assenza di controindicazioni, il primo giorno dopo la loro nascita.

Informazioni generali

L'epatite B è una malattia virale infettiva in cui si verifica il danno epatico. Il decorso della malattia è principalmente in forme moderate o gravi. Un bambino al di sotto di un anno con epatite B ha un rischio molto alto di morte. È anche pericoloso perché lascia dietro di sé un'intera gamma di disturbi cronici e non sono rari i casi di transizione della malattia alla cirrosi e al cancro del fegato.

L'infezione virale è trasmessa da:

  • naturalmente dalla madre al feto o sessualmente;
  • per via parenterale, cioè tutte le manipolazioni associate al danno all'integrità della pelle o delle mucose (qualsiasi intervento chirurgico, come una trasfusione di sangue, un trattamento odontoiatrico o una visita al salone del chiodo, danno un'alta probabilità di infezione.

Come è noto, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'epatite B è 100 volte più infettiva dell'AIDS. In tutto il mondo, quasi 2 miliardi di persone sono infettate da questa resistenza alle influenze fisiche e chimiche del virus. Ciò causa la sua rapida diffusione.

Pertanto, a causa della rapida diffusione di questa malattia, l'organizzazione mondiale ha raccomandato che tutti i paesi includano la vaccinazione obbligatoria contro l'epatite nei calendari di vaccinazione. Nella maggior parte dei paesi del mondo di oggi, la vaccinazione contro l'epatite B è obbligatoria, solo i piani di vaccinazione possono differire.

Vaccino contro l'epatite B.

Per scopi profilattici, i vaccini plasmatici e ricombinanti sono utilizzati per le vaccinazioni contro l'epatite B. Il secondo vaccino contiene un antigene ottenuto usando la tecnologia del DNA. Questi farmaci sono più efficaci e vengono utilizzati nella maggior parte dei paesi.

I vaccini più comunemente utilizzati: Endzheriks B, Infanrix, Evuks e i loro analoghi. I principali produttori del vaccino: Russia, Francia, Belgio. I più comunemente usati sono Endosheri B monovalenti e Esagono Infanrix esavalente.

Schema di vaccinazione

In assenza di controindicazioni fare l'inoculo:

  • nelle prime 12 ore della vita di un bambino;
  • ri-vaccinazione - 1 mese dopo la prima vaccinazione;
  • e 6 mesi dopo la prima vaccinazione.

Un tale schema di vaccinazione dà una immunità alla persona dall'epatite B fino al 95%.

Per quanto riguarda i bambini le cui madri sono portatrici di questa malattia, oltre alla vaccinazione, è necessaria l'introduzione di immunoglobuline. Questi bambini vengono potenziati dopo due mesi e un anno dopo la prima vaccinazione.

Per i bambini prematuri, il piano per la vaccinazione contro l'epatite B è costituito individualmente e per la prima volta può essere vaccinato contro l'epatite B non prima di un mese dopo la nascita.

Come tale, non ci sono controindicazioni permanenti a questa vaccinazione.

Controindicazioni

  • malattie infettive nel periodo acuto;
  • forme scompensate di malattie polmonari e cardiovascolari.

Poiché il lievito è utilizzato nella produzione del vaccino, la principale controindicazione alla vaccinazione è un'allergia al pane o al lievito. In effetti, la vaccinazione in giovane età è giustificata ed è relativamente sicura.

Effetti collaterali

Come con qualsiasi altro vaccino, il vaccino contro l'epatite B può causare reazioni locali. Questo può essere rossore al sito di iniezione, febbre, gonfiore. Tutto passa dopo un giorno o due. Reazioni gravi potrebbero verificarsi in casi molto rari.

I medici non associano la vaccinazione contro l'epatite B alla comparsa di ittero nei neonati. Tuttavia, al momento di decidere sulla vaccinazione, si dovrebbe notare che esiste un rischio di vaccinazione ed è trascurabile rispetto al rischio di infezione da epatite B - una malattia quasi incurabile.

Dove mettere una vaccinazione contro l'epatite?

Il vaccino contro l'epatite B viene iniettato nel muscolo. La vaccinazione sottocutanea contro l'epatite B è impossibile, poiché riduce significativamente la sua efficacia e talvolta porta alla compattazione. Ad esempio, negli Stati Uniti, un vaccino iniettato per errore sotto la pelle è considerato inefficace, pertanto viene annullato. Dopo un periodo di tempo, l'iniezione viene ripetuta. Ciò è spiegato dal fatto che solo quando iniettato nel tessuto muscolare, la dose entra completamente nel flusso sanguigno, causando una risposta immunitaria di forza adeguata.

Di solito, i bambini fino a 3 anni, inclusi i neonati, vengono vaccinati nella coscia. Vaccino di pazienti anziani iniettato nella spalla. Questa scelta del sito di iniezione è dovuta al fatto che i muscoli dei fianchi e delle spalle sono ben sviluppati e situati vicino alla pelle. Non è necessario inoculare i glutei, poiché lo strato sottocutaneo è ben sviluppato e il muscolo giace in profondità, quindi è più difficile ottenerlo. Inoltre, l'iniezione nei glutei è accompagnata dal rischio di danni ai nervi e ai vasi sanguigni.

Il vaccino è un meccanismo protettivo affidabile contro l'infezione da epatite c. La sua triplice introduzione secondo lo schema specificato porta alla comparsa di anticorpi specifici nel corpo, che impediscono lo sviluppo di epatite nel 98% dei vaccinati. E l'immunità dura per almeno 8-10 anni, ma a volte rimane per tutta la vita.