E 'possibile curare la cirrosi, le recensioni dei pazienti

Metastasi

Tra tutte le malattie che rappresentano un pericolo mortale per la salute umana, è necessario distinguere la cirrosi epatica, che sia curabile o meno, darà un feedback a coloro che hanno dovuto affrontare questa terribile malattia.

Ma prima devi scoprire cos'è questa malattia insidiosa, i suoi sintomi, le sue caratteristiche, le sue caratteristiche. Sarà anche utile capire come determinare la presenza nel corpo di questa malattia mentre è nella sua fase iniziale.

A proposito di cirrosi

Quindi, la prima domanda a cui un laico è interessato è la cirrosi epatica?

La cirrosi epatica è una malattia cronica caratterizzata da morte parziale irreversibile delle cellule epatiche e successiva morte di organi.

Questa definizione sembra non molto ottimista e allegra, tuttavia, come tutto ciò che è scritto in qualsiasi enciclopedia medica. Le cause di questa malattia possono essere completamente diverse.

  • Alcolismo ubriaco. L'uso a lungo termine di bevande alcoliche, indubbiamente, influenza lo stato del corpo filtrante in un modo non molto buono.
  • Epatite virale, trasformandosi in una forma cronica.
  • Insufficienza epatica causata da carenza acuta di vitamine ed enzimi necessari per il normale funzionamento del fegato.

Ci sono stati anche casi in cui, a prima vista, cause straordinarie hanno portato alla cirrosi, come insufficienza cardiaca, presenza di parassiti nel corpo, ecc. Inoltre, ci sono situazioni in cui una malattia fatale progredisce allo stesso tempo a causa di diversi fattori. Ad esempio, a causa dell'uso di alcol, insieme alla forma grave di epatite. Con un tale scenario, anche bere poco alcolico non molto frequente, una volta a settimana, può essere una ragione per lo sviluppo della malattia.

La prossima domanda è quali sono i sintomi della cirrosi epatica.

  • la debolezza;
  • stanchezza;
  • Tirando nella regione dei lati.

I segni della malattia includono plessi coroidi sulla pelle, somiglianti ad asterischi, capillari dilatati nella cintura della spalla, così come il fenomeno noto alla gente comune come "mani epatiche".

Un sintomo come un aumento della pressione nella vena porta, che funge da canale di trasporto per il sangue che entra nel fegato dall'intestino, si sviluppa gradualmente. Allo stesso tempo, il liquido libero si accumula nello stomaco, la cui eliminazione non viene effettuata a casa, ma in ospedale, con l'aiuto degli strumenti necessari e necessariamente da specialisti esperti.

Il segno più ovvio, la cui presenza conferma pienamente la presenza della malattia, è un'espansione delle vene dell'esofago, nonché delle vene varicose. Per rilevare questa caratteristica, vengono utilizzate tecniche speciali, come la gastroscopia e l'esame a raggi X.

I periodi in cui la cirrosi progredisce, passando allo stadio successivo, sono accompagnati da una diminuzione del livello di proteine ​​nel sangue, un aumento dell'attività delle transaminasi.

Può essere curato?

È possibile curare la cirrosi? La domanda è controversa, perché qualcuno crede che non lo sia, e qualcuno continua a credere nel successo, e non si arrende, non importa quale. Sui forum di Internet puoi trovare molti esempi vividi di come comportarsi, se tutti i dubbi sulla presenza della malattia nel corpo sono dissipati e la diagnosi è definitiva. Qui, per esempio, una recensione di uno dei pazienti che è riuscito a far fronte al disturbo con i propri sforzi.

"A quel tempo avevo 24 anni. Ho vissuto in Ucraina e ho prima preso l'epatite virale. Poi ho dovuto passare attraverso una malattia simile. In totale, ha trascorso in ospedale per quasi nove mesi, ma questo, tenendo conto di tutti i pochi estratti, ognuno dei quali è durato quattro giorni dalla forza della giornata. Non importa quanti colpi ho fatto, non importa quante compresse ho bevuto, tutto era senza senso. La temperatura non scendeva al di sotto del 37,7, e all'interno tutto era esaurito dal dolore costante. Dopo lunghi esami medici, i medici mi hanno diagnosticato una cirrosi epatica, mi hanno messo nelle file di invalidi di seconda mano e mi hanno mandato a casa, per incontrare tranquillamente la mia morte.

Ero confuso e disperato. Alla fine, non ho voglia di morire a 24 anni. Mio marito ha promesso che era pronto a fare qualsiasi cosa, a patto che mi riprendessi e continuassi a godermi la vita. Il supporto dei parenti ha fatto il loro lavoro. No, non ha guarito immediatamente, ma ha semplicemente dato forza per continuare la lotta contro una terribile malattia.

Poiché le droghe e le droghe farmaceutiche erano impotenti, c'era solo una via d'uscita: la medicina tradizionale. Non avevo nulla da perdere, quindi le domande sull'adeguatezza di tale trattamento scomparvero immediatamente. Inoltre, ho cercato in tutti i modi di calmarmi, di sintonizzarmi per il recupero. Ho dovuto rimuovere tutto salato e fritto dalla dieta, lasciare più verdura, frutta e vitamine.

Come dessert, ho usato agrumi, ad esempio arance, mandarini e limoni. Sono ricchi di vitamina C, il che significa che sono buoni per il sistema immunitario. Le mele dovevano mangiare solo al forno. La ricotta è solo grassa, perché contribuisce al rinnovamento delle cellule epatiche danneggiate.

Stranamente, ma la malattia cominciò lentamente a ritirarsi e presto scomparve del tutto. Quando sono arrivato all'ospedale, dove mi è stato diagnosticato, ho incontrato alcuni medici familiari che erano semplicemente sbalorditi nel vedermi ancora vivo. Così sono stato trasferito al terzo gruppo di disabilità. E un anno dopo, e per niente contato tra le persone assolutamente sane. Questa storia mi ha fatto amare di più la vita e la adoro in tutti i modi.

Da allora, ho iniziato a indurire con l'acqua fredda, ho smesso di usare i profumi, poiché contengono alcol, il che ha un effetto positivo sul lavoro delle cellule. Mi sono reso conto che non ci sono situazioni in cui non riesci a trovare una via d'uscita. Devi lottare per la tua vita, e poi tutto andrà bene per te. "

A giudicare dal commento di cui sopra, è impossibile sconfiggere completamente la cirrosi epatica, ma è possibile mantenere e regolare adeguatamente il lavoro delle restanti cellule dell'organo. Vale anche la pena di notare che l'eroina del richiamo usava esclusivamente rimedi popolari, ma non valeva la pena di rifiutare la droga e correre in farmacia per una piantaggine secca. Tuttavia, la medicina moderna agisce in modo prevedibile e direzionale, in contrasto con i rimedi popolari.

Cosa prendere in caso di cirrosi

  • vegetali;
  • Sintetico.

All'inizio della ricezione, la seconda azione di solito sembra più forte. Ma dopo un po 'le sostanze sintetiche cessano di essere efficaci, mentre le sostanze vegetali iniziano ad aiutare il corpo sempre meglio. E quanti esempi del genere? Molto Perché sta succedendo questo?

Le sostanze medicinali sintetiche e vegetali hanno differenze fondamentali. Il primo atto, di regola, sugli agenti causali della malattia, cioè su batteri e virus. Inoltre, se tutto va liscio, la malattia scompare. Ma il corpo, senza riconoscere tali farmaci, non produce gli anticorpi necessari per il prossimo attacco virale. Di conseguenza, non vi è immunità.

  • Sono riconosciuti con successo dal sistema immunitario e penetrano in luoghi particolarmente importanti;
  • Agiscono in una direzione generale, sopprimendo molti tipi di batteri patogeni;
  • Aumentare l'immunità.

Di conseguenza, il corpo ha una propria protezione contro il virus e nei colpi successivi esso stesso può prevenire l'insorgenza della malattia. Se non è possibile eliminare completamente l'agente patogeno, è possibile ridurre costantemente la sua attività, a volte consumando sostanze vegetali.

Questo è quello che fanno in caso di cirrosi epatica causata da epatite virale. Quanto dura questa gente? Un bel po 'di tempo. In tal modo, per tutta la vita, consumano regolarmente una varietà di decotti e altre medicine a base di erbe.

Aspettativa di vita per la cirrosi

Quando non c'è possibilità di guarire completamente, cosa che succede quasi sempre, l'unico modo per vivere una vita lunga e felice è ridurre l'attività della malattia o interrompere completamente il suo sviluppo assumendo regolarmente medicine e farmaci speciali. Poiché il fegato è costituito da molte cellule in grado di rinnovarsi, il normale funzionamento di questo organo è possibile anche con la morte di una parte significativa di esso. In tutti questi casi, contare quanti anni sono rimasti per vivere non ha senso, perché per ciascun paziente questo periodo può essere diverso. A riprova di ciò - recensioni di coloro che erano malati e non curarono la malattia, così come quelli che osservavano persone disperatamente malate.

Il mio amico adorava bere, fumava mezzo pacchetto di sigarette al giorno e cominciava a tossire sangue. Di conseguenza, morì dopo settanta anni, anche se le fu diagnosticata a 50 anni.

Il mio ex marito era un alcolizzato ubriaco. È morto un anno dopo il divorzio. Morì terribilmente, tormentato, ma non rifiutò il bicchiere fino alla fine.

Quindi, non esiste una risposta definitiva alla domanda: "Per quanto tempo vivono le persone con la cirrosi epatica?". Tutto dipende dalla natura della malattia, dalla sua origine e, cosa più importante, dall'atteggiamento del paziente nei confronti della sua malattia. La seconda domanda, la più interessante, posta all'inizio dell'articolo: "La malattia del fegato è curabile o no?", Ha una risposta molto chiara, il che significa che questa malattia epatica è incurabile. Puoi solo fermare lo sviluppo della malattia, prevenendo un'ulteriore morte cellulare. I componenti sopravvissuti del corpo filtrante continuano a funzionare. È importante solo creare tutte le condizioni ottimali per questo. E poi puoi vivere felici e contenti, nonostante il fatto che non tutto il fegato funzioni come dovrebbe.

Infine, vale la pena notare che nessuno, tranne il medico curante, ha il diritto di prescrivere farmaci. Avendo deciso di essere trattato con metodi popolari, il paziente fa tutto a suo rischio e pericolo.

La cirrosi può essere completamente curata?

La cirrosi è una malattia epatica cronica. Il consumo eccessivo di bevande alcoliche, gli effetti tossici dei veleni e dei farmaci industriali (metotrexato, isoniazide), che si accumulano nel sangue, nel fegato e in altri organi, possono provocare la comparsa di questa malattia. La cirrosi epatica può svilupparsi sullo sfondo dell'epatite virale, grave insufficienza cardiaca, malattie ereditarie come emocromatosi, distrofia epatocerebrale, galattosemia, glicogenosi, ecc. Nella metà dei casi la cirrosi epatica è causata da diversi fattori. Di regola, è l'epatite C e l'alcolismo cronico.

È possibile curare la cirrosi epatica?

Allo stato attuale dello sviluppo della medicina, non è possibile eliminare questo disturbo senza la chirurgia. È possibile curare completamente la cirrosi solo con l'aiuto di un'operazione di trapianto di fegato. Questa è una procedura molto costosa, quindi non è disponibile per tutti. Ma la diagnosi precoce e il trattamento di una malattia possono fermare la distruzione di un organo. Con la cirrosi avanzata, un epatologo può solo alleviare i sintomi spiacevoli e rallentare lo sviluppo delle complicanze.

Le notizie appaiono periodicamente sulla stampa, dando speranza ai pazienti con diagnosi di cirrosi epatica. Nel 2011, gli scienziati siberiani hanno riferito sulla creazione di farmaci unici che possono curare questa malattia in futuro. La medicina inventata si basa sul meccanismo degli effetti della cirrosi sul corpo. Al suo centro, questa malattia rappresenta un ingrossamento del tessuto epatico, in cui il tessuto cicatriziale in espansione si sposta sano. Il risultato è che l'insufficienza epatica, che è fatale. Secondo i ricercatori, la medicina inventata scatena una reazione nel corpo. Il farmaco è un enzima immobilizzato che stimola i processi di rigenerazione colpendo le cellule staminali di un organo. Non ci sono ancora analoghi. Al momento, tutti gli epatoprotettori esistenti possono solo proteggere le cellule del fegato dal decadimento, ma non ripristinarli. Il rilascio di questo farmaco è programmato per iniziare tra 5 anni e solo se a ulteriori ricerche verranno assegnati i fondi necessari.

Quanto è pericolosa la cirrosi epatica?

Il principale pericolo di questa malattia è che appare gradualmente. Trovare segni di cirrosi senza ricerca nella fase iniziale è abbastanza difficile. In genere, la diagnosi della malattia si verifica nei casi di accesso a un medico, non associato a cirrosi, o su esami preventivi. Pertanto, come misura preventiva, è necessario sottoporsi a una visita medica completa almeno una volta ogni 2 anni.

Per valutare il rischio di questa malattia, è possibile portare solo una cifra: nella fascia di età di 35 e 55, ogni 100 persone muoiono per cirrosi epatica. Per quanto tempo puoi vivere con la cirrosi epatica? Dipende da molti fattori. La mortalità per cirrosi è piuttosto alta: il 50% dei pazienti muore entro 5 anni dalla diagnosi. Sebbene questa malattia non sia curabile, la prognosi non è sempre sfavorevole. La diagnosi tempestiva aiuta a fermare i processi distruttivi e il trattamento tempestivo avviato contribuisce al fatto che le cellule assumono le funzioni dei morti. Spesso, la cirrosi epatica è caratterizzata dall'alternanza di periodi di remissione e riacutizzazioni, quando le condizioni del paziente e le prestazioni degli studi clinici e di laboratorio sono significativamente migliorate. In alcuni episodi si osserva un decorso lento della malattia: cirrosi inattiva, in cui i periodi di remissione possono durare anni, con rari casi di ricaduta dopo la non conformità con diete, prescrizioni mediche e gravi malattie infettive.

L'aspettativa di vita con la cirrosi epatica dipende dai seguenti fattori:

  • la gravità della malattia;
  • la presenza di complicanze, comorbidità e la loro gravità;
  • cause di malattia;
  • età e sesso del paziente;
  • rigoroso rispetto delle prescrizioni e della dieta del medico, in particolare la rinuncia obbligatoria all'alcol.

Dalla gravità della cirrosi è diviso in compensato, subcompensato e scompensato. Con la cirrosi compensata, le cellule viventi possono ancora sostituire quelle morte. In questa fase, la cirrosi è caratterizzata dall'assenza di qualsiasi manifestazione e circa la metà dei pazienti vive più di 7 anni. Con il passaggio allo stadio subcompensato, compaiono i primi sintomi: compare una carenza di epatociti sani, inizia il loro esaurimento. L'aspettativa di vita con la cirrosi subcompensata è di circa 5 anni. Nella fase di scompenso, compaiono varie complicazioni, le condizioni del paziente peggiorano, solo il 10-40% dei pazienti può vivere per 3 anni.

La più grave complicanza della cirrosi è l'emorragia interna. Sanguinamento gastrointestinale particolarmente pericoloso e sanguinamento dalle vene dell'esofago. Il risultato letale di tali complicanze è di circa il 40%. Sono le principali cause di morte nella cirrosi. Con cirrosi complicata da ascite (idratazione addominale), solo 1/4 dei pazienti vive più di 3 anni. Anche l'encefalopatia epatica (insufficienza) è una prognosi infausta: una percentuale più alta di pazienti muore entro 1 anno.

L'aspettativa di vita per la cirrosi dipende dalle ragioni della sua insorgenza. I più favorevoli sono i tipi alcolici e biliari (autoimmuni).

Una caratteristica sorprendente della cirrosi alcolica è una tendenza positiva significativa immediatamente dopo aver rinunciato all'uso di bevande alcoliche, in questo caso, l'aspettativa di vita è di 7-10 anni o più.

Nella cirrosi autoimmune, i pazienti possono vivere per più di 6 anni dall'inizio dei primi sintomi. La prognosi più sfavorevole è la cirrosi dell'eziologia virale, specialmente in combinazione con l'abuso di alcol o di stupefacenti.

La cirrosi di una persona anziana e di una donna è più difficile. Ciò è dovuto alla maggiore sensibilità degli epatociti agli effetti dannosi dell'alcol etilico. Un ruolo importante nel rallentare i processi distruttivi è giocato dall'osservanza esatta di tutte le prescrizioni mediche e diete speciali. Condurre corsi completi di trattamento in ospedale, il monitoraggio regolare in una struttura medica aumenta significativamente l'aspettativa di vita.

I sintomi della cirrosi

Il quadro clinico della cirrosi epatica dipende dal tipo e dallo stadio della malattia. La cirrosi compensata può verificarsi senza lamentele e sintomi e, di regola, viene rilevata per caso durante l'esame sulla base di un ingrossamento del fegato e della milza. Lo stadio scompensato della cirrosi è caratterizzato da una brusca riduzione del peso corporeo, dell'appetito e delle prestazioni, debolezza, insonnia, febbre, flatulenza, odore epatico dalla bocca, dolore doloroso acuto nel fegato, in tutto l'addome o nella parte superiore di esso, aumentando dopo il lavoro fisico e / o assumere cibi grassi, bere molta acqua.

Esistono ittero e pigmentazione della pelle associati ad un aumento della deposizione di melanina. I processi di ittero sono particolarmente pronunciati quando il processo di distruzione degli epatociti prevale sulla loro capacità di rigenerarsi. Nell'ittero si verifica una decolorazione incompleta delle feci e la formazione della bile si verifica nel contenuto del duodeno, che causa la comparsa del prurito. In questi casi, l'esame rivela tracce di graffi sugli arti, sull'addome, nella parte bassa della schiena, sotto le ascelle e tra le dita.
La cirrosi è caratterizzata da bassa pressione sanguigna, sanguinamento nasale e possono verificarsi emorragie cutanee.

Nella maggior parte dei pazienti, sono state osservate "stelle" vascolari nella parte superiore del corpo, sul collo, sulla faccia, sulla schiena, sulla zona delle spalle, sui polsi e sulle membrane mucose faringali nasali. Quando la cirrosi biliare appare come un sintomo caratteristico come la xantomatosi placca giallognola sulle palpebre, palmi, sterno, schiena e ginocchia. Gli shunt artero-venosi provocano l'eritema (colore rosso vivo).
In molti pazienti con cirrosi epatica, vengono rilevate labbra rosse laccate, arrossamento della mucosa del cavo orale, lingua di lampone. Cirrosi epatica accompagnatoria e disturbi ormonali: ginecomastia (ingrossamento del seno), impotenza e atrofia testicolare negli uomini, amenorrea, ridotta fertilità, sanguinamento uterino nelle donne.

Trattamento della cirrosi

La selezione del metodo più ottimale di trattamento della cirrosi epatica deve essere effettuata dopo un esame completo del paziente e la diagnosi della malattia. È impossibile eliminare completamente le conseguenze di questa malattia, ma è del tutto possibile impedire un'ulteriore distruzione dell'organo.

Il primo trattamento della cirrosi epatica è quello di eliminare le cause che hanno provocato la malattia:

  1. La cirrosi alcolica richiede il completo abbandono del consumo di alcol, così come il ritiro dei suoi prodotti di decadimento dal corpo.
  2. La cirrosi virale coinvolge il trattamento iniziale dell'epatite virale.
  3. In caso di cirrosi medicinale, il paziente deve interrompere l'assunzione del farmaco che ha causato la malattia.
  4. Nei casi di cirrosi autoimmune, è necessario assumere farmaci che sopprimono il sistema immunitario, poiché in questo caso il sistema immunitario considera le cellule del corpo alieno.

Inoltre, il trattamento della cirrosi comporta una stretta aderenza alla dieta appropriata, cioè è necessario abbandonare completamente l'alcol, mangiare cibi fritti, affumicati, piccanti e grassi. Non mangiare funghi, pomodori, cioccolato e aglio. Oltre alla dieta, al paziente viene prescritto un trattamento farmacologico appropriato.

Se necessario, e l'assenza di controindicazioni sotto forma di vecchiaia e ittero progressivo, può essere prescritto un intervento chirurgico. In questi casi, le operazioni vengono utilizzate per la decompressione del sistema portale: anastomosi vascolari portocavali, legatura dei rami dell'arteria celiaca, splenectomia, organopessi.

Raccomandazioni generali per la cirrosi epatica

Dovrebbe essere ricordato che la cirrosi, di regola, è accompagnata da stanchezza e indisposizione costante. Pertanto, è necessario condurre uno stile di vita misurato, riposare non appena si manifestano stanchezza e debolezza. In questa malattia, il sollevamento pesi è vietato, in quanto ciò può causare emorragia gastrointestinale. Dovrebbe cercare la frequenza delle feci 1-2 volte al giorno. Per normalizzare il lavoro dell'intestino, si raccomanda l'uso del lattulosio (duphalac). La dose richiesta varia da 1-3 cucchiaini a 1-3 cucchiai al giorno ed è selezionata individualmente dal medico curante. Il farmaco non ha controindicazioni, può essere somministrato anche a neonati e donne in gravidanza. Per migliorare la digestione, i preparati di polienzima sono prescritti ai pazienti con cirrosi.

Quando appare l'edema, è necessario limitare l'assunzione di sale da tavola a 0,5 g al giorno, liquidi - a 1-1,5 l al giorno. L'acqua minerale con sodio è meglio escludere dalla dieta. Ciò è dovuto al fatto che la cirrosi epatica è spesso accompagnata da ipertensione.

Il peso e il volume giornalieri dell'addome devono essere misurati a livello ombelicale. Un aumento dei volumi indica una ritenzione di liquidi ed è irto di ascite. Tutti i liquidi consumati (tè, succo, zuppa) devono essere contati, oltre a misurare la quantità di liquido escreto sotto forma di urina. Dovrebbe essere inferiore a solo 200-300 ml.

I cambiamenti nello stato del sistema nervoso dovrebbero essere presi sotto controllo. Questo può essere fatto con un semplice test. Ogni giorno, devi scrivere la stessa frase e mostrare i record a quelli più vicini. Se in pochi giorni ci fu un cambiamento nella scrittura a mano, iniziò il danno al sistema nervoso. Questo fatto dovrebbe immediatamente informare il medico curante.

Cosa non può mangiare con la cirrosi epatica?

I prodotti contenenti lievito e bicarbonato (torte, biscotti, torte, pasticcini e pane) non devono essere consumati. Sottaceti, olive, prosciutto, pancetta, frutti di mare, aringhe, cibo in scatola, torte salate, salsicce, maionese, salse e formaggi, gelati - tutto questo è proibito. È meglio imparare a cucinare secondo le singole ricette. Puoi condire il cibo con succo di limone o arancia, cipolle, pepe, senape, salvia, cumino, prezzemolo, maggiorana, alloro, chiodi di garofano. Si possono consumare fino a 100 g di carne bovina, pollame, coniglio, pesce o 1 uovo al giorno. Il latte non può bere più di 1 tazza. Puoi sostituirlo con una panna acida a basso contenuto di grassi. Frutta e verdura fresche possono essere consumate in qualsiasi quantità.

Ecco il minimo che devi sapere sulla cirrosi epatica. Il trattamento della cirrosi epatica e la sua efficacia si basano sul paziente stesso, il suo desiderio di rallentare la malattia, seguendo la prescrizione di un medico e conducendo uno stile di vita sano. La cirrosi non è una frase. Con un approccio serio al trattamento e alla prevenzione della malattia, le possibilità di vivere fino ad un'età molto avanzata sono piuttosto grandi. Stai attento, abbi cura di te stesso e supererai molte gravi malattie.

La cirrosi epatica è curabile

È possibile curare la cirrosi epatica? Questa domanda preoccupa coloro che soffrono di una malattia grave e mortale, così come i loro cari. La minaccia di questa malattia è che il suo esordio è asintomatico e può insorgere non solo sullo sfondo di abbondanti versamenti alcolici. E una persona che conduce una vita normale non sospetta nemmeno che il suo fegato possa presto rifiutarsi di servirlo.

Nella cirrosi, le cellule sane vengono convertite in fibroblasti, che vengono raccolti nei noduli del tessuto connettivo. Queste cicatrici esercitano pressione sui dotti e vasi biliari. E agli ultimi stadi della malattia, la struttura del fegato viene modificata, l'organo diventa duro e cessa di funzionare.

La malattia è mortale e colpisce sia le donne che gli uomini. Quest'ultimo, tuttavia, tre volte più spesso. È un fatto triste: tra una popolazione matura e robusta di 36-55 anni, la vita di ogni centesimo è precisamente la cirrosi. La malattia è più difficile nelle donne e negli anziani - le loro cellule epatiche sono più suscettibili all'influenza di fattori patogeni.

Quanto tempo vivono con questa malattia?

Se vai da un dottore in tempo e rispetti tutte le sue prescrizioni, le moderne tecniche mediche possono fermare i processi distruttivi e massimizzare la vita dei pazienti.

A volte la remissione dura da anni e una persona con cirrosi può vivere fino a un'età avanzata, fiduciosa che il disturbo sia curabile.

Ma una prognosi favorevole dipende da molti fattori:

  • stadio della malattia, all'inizio del trattamento;
  • la presenza di complicazioni, disturbi concomitanti;
  • cause di cirrosi;
  • età e sesso del paziente;
  • i desideri del paziente di rispettare le prescrizioni del medico, la dieta appropriata, di rinunciare all'alcool.

Questa malattia ha tre fasi: compensata, subcompensata e scompensata. Al primo è possibile una remissione a lungo termine, si può dire, il disturbo in questa fase è praticamente curabile: dopo aver fermato la distruzione delle cellule, il fegato funziona normalmente per anni. Il trattamento allo stadio subcompensato è ancora possibile e la maggior parte delle persone affette dalla malattia vive più di 5 anni. Ma con quest'ultimo grado di malattia, purtroppo, la possibilità di una lunga vita è piccola: meno della metà dei pazienti può contare anche su tre anni.

I prerequisiti per il verificarsi della malattia includono non solo l'amore per l'alcol, anche se questa è una delle cause più frequenti.

Anche provocare la comparsa di cirrosi può:

  • avvelenamento da veleni e prodotti farmaceutici;
  • disordini metabolici;
  • deformità delle vie biliari;
  • epatite virale;
  • insufficienza cardiaca grave;
  • malattie ereditarie e autoimmuni.

Le persone con cirrosi causate da fattori autoimmuni e consumo di alcol (dopo il loro completo rifiuto) vivono più a lungo. Il peggio è il risarcimento per il disturbo dell'eziologia virale, specialmente se la dieta non viene seguita e si consumano alcol e droghe.

Dopo aver contattato l'istituzione medica e aver confermato la diagnosi, il medico offre il trattamento per fermare gli effetti distruttivi del disturbo che funzionerà in questa fase.

Il paziente dovrà cambiare completamente il proprio stile di vita, prima di tutto rifiutandosi di usare droghe che influenzano il fegato, e anche di dire no all'alcol e ad altri droghe nocive.

Inoltre, è necessario:

  1. Per annullare lo sforzo fisico, riposare più spesso, in caso di duro lavoro, abbandonarlo a favore di un'opzione più semplice.
  2. Monitorare la qualità delle feci per evitare sia diarrea che costipazione, possibilmente utilizzando farmaci stimolanti peristalsi.
  3. Controlla il volume dell'addome e con il suo aumento vai immediatamente dal medico per evitare l'accumulo di liquido nel peritoneo. A questo proposito, limitare il consumo di liquidi e sale.
  4. Non bere acqua minerale di sodio.
  5. Ridurre la quantità di proteine ​​animali nel menu, escludere salato, piccante, grasso, fritto, in salamoia e affumicato. Dovrai anche abbandonare la cottura al forno a causa dell'uso di vari tipi di lievito in polvere. Si consiglia la tabella di dieta numero 5, dove il vantaggio sono verdure, frutta e cereali.

Se la malattia è causata da virus dell'epatite, prima di tutto, è necessario influenzare la droga su di essi. Utilizzato nel trattamento e immunosoppressori, colagogo, farmaci per la regolazione del metabolismo, per esempio, Essentiale, acido lipoico.

Gli epatoprotettori sono molto importanti, perché supportano le funzioni delle cellule del fegato ancora vive, impedendo loro di collassare. Fermare l'aumento delle articolazioni nodulari e cicatrici citostatiche. Applicare anche farmaci anti-infiammatori, antiossidanti, vitamine. In presenza di una complicazione, vengono utilizzati agenti ormonali: è spesso necessario in caso di cirrosi nelle donne a causa di irregolarità mestruali.

I preparati di disintossicazione sono anche necessari per eliminare i prodotti di decadimento delle cellule del fegato: acido glutammico e ornicetile.

Emocorrezione e trapianto extracorporea

La tecnica di emoregolazione extracorporea aiuta a pulire il sangue senza un carico sul fegato. È necessario nelle fasi finali della malattia. Ma anche questa tecnologia non sempre salva sullo stadio scompensato. Poi c'è speranza per il trapianto di un organo malato. Tuttavia, tale chirurgia è possibile solo se c'è un fegato di donatore. Dovrebbe essere adatto in molti modi, e non tutti sono in grado di aspettarlo. E in questo caso non esiste una garanzia assoluta per il normale funzionamento del nuovo fegato.

La cirrosi del fegato è trattata? La maggior parte dei medici, che significa guarigione completa, dirà di no.

Ma gli scienziati siberiani non hanno protestato molto tempo fa questo dogma, dichiarando l'invenzione di un mezzo che dimostra che la cirrosi è curabile. Allo stesso tempo, secondo i creatori, non è solo efficace, ma anche economico.

Si basa su cellule staminali che attivano il processo di rigenerazione del fegato. Già diverse dozzine di pazienti lo hanno sperimentato da soli.

Ora continuano a testare clinicamente il farmaco, e resta da sperare che i test non si trascinino e il farmaco salverà molte vite.

Sostenere un fegato malato e ridurre la velocità della sua distruzione aiuterà i metodi popolari:

  • Succo di barbabietola e succo di crauti. Questi rimedi per la cirrosi sono stati praticati per molto tempo. Dopo che il succo è stato estratto dalle barbabietole, è necessario attendere la precipitazione delle precipitazioni (circa cinque ore). Nel secondo caso, per ottenere il liquido curativo, inacidire il cavolo senza sale. Usa il succo ogni giorno alternatamente.
  • Seta di mais Le fibre vengono essiccate e preparate sotto forma di tè. Hai bisogno di bere mezza tazza prima di un pasto. Il corso del trattamento dura fino a sei mesi.
  • Cocktail di aglio, olio d'oliva, miele e limone. Due limoni nella buccia, due senza esso, insieme con l'aglio, vengono macinati in un tritacarne. La miscela viene versata con olio d'oliva spremuto a freddo. Quindi tutto questo viene aggiunto a un litro di miele liquido. Questa miscela deve essere conservata in frigorifero e presa un cucchiaio tre volte al giorno prima dei pasti Prima di utilizzare i rimedi popolari, è necessario ottenere il permesso dal medico, perché a volte non possono essere combinati con preparati farmaceutici prescritti.

Cirrosi astuta. Il tempo prezioso in cui è ancora possibile salvare il fegato è perso, perché le persone nelle ultime fasi della malattia si rivolgono all'ospedale.

Per avere il tempo di identificare la nascita di una malattia mortale, è necessario monitorare con attenzione lo stato generale di salute - vostro e dei vostri cari. E in caso di sgradevoli deviazioni dalla norma, consultare immediatamente un medico.

  • Cause e sintomi caratteristici della malattia
  • Quali sono i tipi di malattia?
  • Diagnosi tempestiva
  • Corretto trattamento della malattia
  • Punti extra

La questione che preoccupa molti negli ultimi tempi è che la cirrosi epatica è curabile o meno. Questa malattia è caratterizzata da cambiamenti nella struttura dell'organo e la ragione di questi cambiamenti è la proliferazione del tessuto connettivo. Per rispondere alla domanda se sia possibile curare la cirrosi del fegato, cercheremo di capire cosa sia la cirrosi del fegato e anche di conoscere le cause e i sintomi della malattia.

Cause e sintomi caratteristici della malattia

La cirrosi è una complicanza dopo alcune malattie dell'organo. La malattia si verifica con i seguenti sintomi:

  • c'è una debolezza generale del corpo;
  • ridotto peso corporeo del paziente;
  • c'è il prurito;
  • ittero della pelle e delle proteine ​​dell'occhio;
  • aumenta il volume dello stomaco.

Questo disturbo colpisce spesso gli uomini di mezza età. A rischio sono le persone che conducono uno stile di vita sbagliato, violando sistematicamente diete e abusando di alcol.

Torna al sommario

Quali sono i tipi di malattia?

Per comprendere appieno se la cirrosi epatica è curabile, è necessario conoscerne le cause e i tipi.

  1. Alcolica. Si trova spesso in persone che sono dipendenti da alcol. Se rifiuti completamente di accettare bevande alcoliche, si ottiene un miglioramento visibile della salute.
  2. Aspetto autoimmune Viene a seguito di violazioni del sistema immunitario del corpo umano (uccide le sue stesse cellule, prendendole come alieni).
  3. Vista tossica È una conseguenza dell'avvelenamento del corpo umano con vari farmaci o sostanze tossiche.
  4. La forma della malattia che si sviluppa dopo aver sofferto di epatite virale.
  5. Tipo di malattia apparso a causa di metabolismo compromesso e malattie delle vie biliari.
  6. Cirrosi congestizia. Causato da insufficiente circolazione sanguigna insufficiente nelle malattie cardiache.
  7. Vista criptogenetica. La causa di questa forma della malattia non è stata stabilita.

Secondo i sintomi clinici, i segni e i fattori morfologici, la malattia si distingue per:

  • cirrosi di piccolo nodo. Il tipo più comune di malattia. La causa di questa forma della malattia è la compressione dei rami della vena porta con il tessuto connettivo;
  • forma di nodo grande;
  • tipo misto di malattia.

Secondo le caratteristiche cliniche:

  • forma inattiva;
  • forma attiva.

Sulla conservazione della funzionalità del corpo:

Torna al sommario

Il quadro clinico della malattia è molto vario. Va notato che nelle fasi iniziali della malattia potrebbe non mostrare sintomi. Per questi motivi, per fare una diagnosi accurata, è necessario condurre ricerche:

  • analisi del sangue biochimica. Alti livelli di enzimi e bilirubina indicano una malattia;
  • biopsia. Con questa analisi, è possibile diagnosticare la malattia nelle fasi iniziali;
  • ultrasuoni;
  • Metodi di ricerca a raggi X e radionuclidi;
  • tomografia computerizzata.

Torna al sommario

Corretto trattamento della malattia

La cirrosi del fegato è trattata? Restituire cellule sane e normali del corpo è impossibile.

Il trattamento della malattia si basa sui seguenti principi:

  1. Mantenere le capacità funzionali del corpo.
  2. Elimina i principali sintomi e segni di malattia.

È quasi impossibile curare la cirrosi epatica.

Nelle fasi iniziali della malattia, è possibile proteggere l'organo dall'ulteriore progressione della malattia. L'unico metodo radicale per il trattamento di una malattia così complessa è il trapianto di organi.

La cirrosi è trattata? I compiti principali durante il trattamento di questa malattia sono:

  1. Elimina le cause della malattia. Poiché le cause della malattia sono diverse, lo sono anche i metodi di trattamento. Tra questi: il rifiuto dell'alcool, il trattamento dell'epatite virale, il rifiuto di certe droghe.
  2. Aderendo alla modalità di risparmio. Per ridurre l'affaticamento dei pazienti, è necessario ridurre il carico fisico sul corpo. Se la malattia progredisce, al paziente viene prescritto un riposo a letto, perché in una posizione orizzontale vengono attivati ​​i processi di rigenerazione e aumenta l'apporto di sangue al fegato.
  3. Dieta rigorosa È necessario rifiutare affumicato, salato, alcool, fritto.
  4. Terapia per alleviare i sintomi di intossicazione. Per eliminare la stitichezza e la dispepsia, sono prescritti adsorbenti e preparati enzimatici.
  5. Terapia farmacologica Il medico prescrive questi farmaci:
  • attivare il metabolismo nelle cellule del fegato;
  • stabilizzare le membrane degli epatociti;
  • sostituti del sangue;
  • ormoni glucocorticoidi ormonali.

La cirrosi è curabile? No. Un trapianto d'organo non garantirà al 100% che tutte le funzioni del fegato saranno ripristinate, ma seguendo tutte le raccomandazioni del medico aiuterà a fermare il processo di degenerazione dell'organo.

Quando la malattia è raccomandata:

  • dieta regolata Il cibo dovrebbe essere ricco di proteine, vitamine, carboidrati;
  • eliminare l'alcol;
  • limitare il carico di lavoro;
  • riposare nel letto per migliorare l'afflusso di sangue al fegato.
  • non sovraraffreddare, non abusare di droghe.

Il medico prescrive al paziente l'introduzione di glucosio, vitamine, droghe proteiche.

Torna al sommario

La cirrosi epatica è una seria minaccia per la vita del paziente. Tra le complicazioni della malattia includono:

  • sanguinamento da vene varicose esofagee;
  • sviluppo di peritonite;
  • l'aggiunta di infezione;
  • coma epatico;
  • sviluppo di tumori di organi cancerosi.

I principali metodi preventivi sono:

  • dieta equilibrata;
  • rifiuto di alcol;
  • pieno controllo sanitario e tecnico sulla produzione;
  • trattamento tempestivo di epatite cronica e malattie degli organi.

Non dovresti essere serio sulle malattie del fegato, in modo che non si trasformino in una malattia incurabile. Per qualsiasi segno di malattia, è necessario consultare un medico per evitare gravi complicazioni.

1 voti, in media:

La cirrosi è una malattia epatica cronica. Il consumo eccessivo di bevande alcoliche, gli effetti tossici dei veleni e dei farmaci industriali (metotrexato, isoniazide), che si accumulano nel sangue, nel fegato e in altri organi, possono provocare la comparsa di questa malattia. La cirrosi epatica può svilupparsi sullo sfondo dell'epatite virale, grave insufficienza cardiaca, malattie ereditarie come emocromatosi, distrofia epatocerebrale, galattosemia, glicogenosi, ecc. Nella metà dei casi la cirrosi epatica è causata da diversi fattori. Di regola, è l'epatite C e l'alcolismo cronico.

Allo stato attuale dello sviluppo della medicina, non è possibile eliminare questo disturbo senza la chirurgia. È possibile curare completamente la cirrosi solo con l'aiuto di un'operazione di trapianto di fegato. Questa è una procedura molto costosa, quindi non è disponibile per tutti. Ma la diagnosi precoce e il trattamento di una malattia possono fermare la distruzione di un organo. Con la cirrosi avanzata, un epatologo può solo alleviare i sintomi spiacevoli e rallentare lo sviluppo delle complicanze.

Le notizie appaiono periodicamente sulla stampa, dando speranza ai pazienti con diagnosi di cirrosi epatica. Nel 2011, gli scienziati siberiani hanno riferito sulla creazione di farmaci unici che possono curare questa malattia in futuro. La medicina inventata si basa sul meccanismo degli effetti della cirrosi sul corpo. Al suo centro, questa malattia rappresenta un ingrossamento del tessuto epatico, in cui il tessuto cicatriziale in espansione si sposta sano. Il risultato è che l'insufficienza epatica, che è fatale. Secondo i ricercatori, la medicina inventata scatena una reazione nel corpo. Il farmaco è un enzima immobilizzato che stimola i processi di rigenerazione colpendo le cellule staminali di un organo. Non ci sono ancora analoghi. Al momento, tutti gli epatoprotettori esistenti possono solo proteggere le cellule del fegato dal decadimento, ma non ripristinarli. Il rilascio di questo farmaco è programmato per iniziare tra 5 anni e solo se a ulteriori ricerche verranno assegnati i fondi necessari.

Il principale pericolo di questa malattia è che appare gradualmente. Trovare segni di cirrosi senza ricerca nella fase iniziale è abbastanza difficile. In genere, la diagnosi della malattia si verifica nei casi di accesso a un medico, non associato a cirrosi, o su esami preventivi. Pertanto, come misura preventiva, è necessario sottoporsi a una visita medica completa almeno una volta ogni 2 anni.

Per valutare il rischio di questa malattia, è possibile portare solo una cifra: nella fascia di età di 35 e 55, ogni 100 persone muoiono per cirrosi epatica. Per quanto tempo puoi vivere con la cirrosi epatica? Dipende da molti fattori. La mortalità per cirrosi è piuttosto alta: il 50% dei pazienti muore entro 5 anni dalla diagnosi. Sebbene questa malattia non sia curabile, la prognosi non è sempre sfavorevole. La diagnosi tempestiva aiuta a fermare i processi distruttivi e il trattamento tempestivo avviato contribuisce al fatto che le cellule assumono le funzioni dei morti. Spesso, la cirrosi epatica è caratterizzata dall'alternanza di periodi di remissione e riacutizzazioni, quando le condizioni del paziente e le prestazioni degli studi clinici e di laboratorio sono significativamente migliorate. In alcuni episodi si osserva un decorso lento della malattia: cirrosi inattiva, in cui i periodi di remissione possono durare anni, con rari casi di ricaduta dopo la non conformità con diete, prescrizioni mediche e gravi malattie infettive.

L'aspettativa di vita con la cirrosi epatica dipende dai seguenti fattori:

  • la gravità della malattia;
  • la presenza di complicanze, comorbidità e la loro gravità;
  • cause di malattia;
  • età e sesso del paziente;
  • rigoroso rispetto delle prescrizioni e della dieta del medico, in particolare la rinuncia obbligatoria all'alcol.

Dalla gravità della cirrosi è diviso in compensato, subcompensato e scompensato. Con la cirrosi compensata, le cellule viventi possono ancora sostituire quelle morte. In questa fase, la cirrosi è caratterizzata dall'assenza di qualsiasi manifestazione e circa la metà dei pazienti vive più di 7 anni. Con il passaggio allo stadio subcompensato, compaiono i primi sintomi: compare una carenza di epatociti sani, inizia il loro esaurimento. L'aspettativa di vita con la cirrosi subcompensata è di circa 5 anni. Nella fase di scompenso, compaiono varie complicazioni, le condizioni del paziente peggiorano, solo il 10-40% dei pazienti può vivere per 3 anni.

La più grave complicanza della cirrosi è l'emorragia interna. Sanguinamento gastrointestinale particolarmente pericoloso e sanguinamento dalle vene dell'esofago. Il risultato letale di tali complicanze è di circa il 40%. Sono le principali cause di morte nella cirrosi. Con cirrosi complicata da ascite (idratazione addominale), solo 1/4 dei pazienti vive più di 3 anni. Anche l'encefalopatia epatica (insufficienza) è una prognosi infausta: una percentuale più alta di pazienti muore entro 1 anno.

L'aspettativa di vita per la cirrosi dipende dalle ragioni della sua insorgenza. I più favorevoli sono i tipi alcolici e biliari (autoimmuni).

Una caratteristica sorprendente della cirrosi alcolica è una tendenza positiva significativa immediatamente dopo aver rinunciato all'uso di bevande alcoliche, in questo caso, l'aspettativa di vita è di 7-10 anni o più.

Nella cirrosi autoimmune, i pazienti possono vivere per più di 6 anni dall'inizio dei primi sintomi. La prognosi più sfavorevole è la cirrosi dell'eziologia virale, specialmente in combinazione con l'abuso di alcol o di stupefacenti.

La cirrosi di una persona anziana e di una donna è più difficile. Ciò è dovuto alla maggiore sensibilità degli epatociti agli effetti dannosi dell'alcol etilico. Un ruolo importante nel rallentare i processi distruttivi è giocato dall'osservanza esatta di tutte le prescrizioni mediche e diete speciali. Condurre corsi completi di trattamento in ospedale, il monitoraggio regolare in una struttura medica aumenta significativamente l'aspettativa di vita.

Il quadro clinico della cirrosi epatica dipende dal tipo e dallo stadio della malattia. La cirrosi compensata può verificarsi senza lamentele e sintomi e, di regola, viene rilevata per caso durante l'esame sulla base di un ingrossamento del fegato e della milza. Lo stadio scompensato della cirrosi è caratterizzato da una brusca riduzione del peso corporeo, dell'appetito e delle prestazioni, debolezza, insonnia, febbre, flatulenza, odore epatico dalla bocca, dolore doloroso acuto nel fegato, in tutto l'addome o nella parte superiore di esso, aumentando dopo il lavoro fisico e / o assumere cibi grassi, bere molta acqua.

Esistono ittero e pigmentazione della pelle associati ad un aumento della deposizione di melanina. I processi di ittero sono particolarmente pronunciati quando il processo di distruzione degli epatociti prevale sulla loro capacità di rigenerarsi. Nell'ittero si verifica una decolorazione incompleta delle feci e la formazione della bile si verifica nel contenuto del duodeno, che causa la comparsa del prurito. In questi casi, l'esame rivela tracce di graffi sugli arti, sull'addome, nella parte bassa della schiena, sotto le ascelle e tra le dita.
La cirrosi è caratterizzata da bassa pressione sanguigna, sanguinamento nasale e possono verificarsi emorragie cutanee.

Nella maggior parte dei pazienti, sono state osservate "stelle" vascolari nella parte superiore del corpo, sul collo, sulla faccia, sulla schiena, sulla zona delle spalle, sui polsi e sulle membrane mucose faringali nasali. Quando la cirrosi biliare appare come un sintomo caratteristico come la xantomatosi placca giallognola sulle palpebre, palmi, sterno, schiena e ginocchia. Gli shunt artero-venosi provocano l'eritema (colore rosso vivo).
In molti pazienti con cirrosi epatica, vengono rilevate labbra rosse laccate, arrossamento della mucosa del cavo orale, lingua di lampone. Cirrosi epatica accompagnatoria e disturbi ormonali: ginecomastia (ingrossamento del seno), impotenza e atrofia testicolare negli uomini, amenorrea, ridotta fertilità, sanguinamento uterino nelle donne.

La selezione del metodo più ottimale di trattamento della cirrosi epatica deve essere effettuata dopo un esame completo del paziente e la diagnosi della malattia. È impossibile eliminare completamente le conseguenze di questa malattia, ma è del tutto possibile impedire un'ulteriore distruzione dell'organo.

Il primo trattamento della cirrosi epatica è quello di eliminare le cause che hanno provocato la malattia:

  1. La cirrosi alcolica richiede il completo abbandono del consumo di alcol, così come il ritiro dei suoi prodotti di decadimento dal corpo.
  2. La cirrosi virale coinvolge il trattamento iniziale dell'epatite virale.
  3. In caso di cirrosi medicinale, il paziente deve interrompere l'assunzione del farmaco che ha causato la malattia.
  4. Nei casi di cirrosi autoimmune, è necessario assumere farmaci che sopprimono il sistema immunitario, poiché in questo caso il sistema immunitario considera le cellule del corpo alieno.

Inoltre, il trattamento della cirrosi comporta una stretta aderenza alla dieta appropriata, cioè è necessario abbandonare completamente l'alcol, mangiare cibi fritti, affumicati, piccanti e grassi. Non mangiare funghi, pomodori, cioccolato e aglio. Oltre alla dieta, al paziente viene prescritto un trattamento farmacologico appropriato.

Se necessario, e l'assenza di controindicazioni sotto forma di vecchiaia e ittero progressivo, può essere prescritto un intervento chirurgico. In questi casi, le operazioni vengono utilizzate per la decompressione del sistema portale: anastomosi vascolari portocavali, legatura dei rami dell'arteria celiaca, splenectomia, organopessi.

Forum dell'epatite

Condivisione della conoscenza, comunicazione e supporto per le persone con epatite

C'è qualcuno guarito dalla cirrosi ?!

C'è qualcuno guarito dalla cirrosi ?!

Il messaggio Drongo »16 lug 2017 16:09

Ri: C'è qualcuno curato dalla cirrosi ?!

Messaggio -fedotik- »16 luglio 2017 17:30

Ri: C'è qualcuno curato dalla cirrosi ?!

Il messaggio KAWAII »16 lug 2017 17:32

Ri: C'è qualcuno curato dalla cirrosi ?!

Il messaggio Drongo »16 lug 2017 17:33

Ri: C'è qualcuno curato dalla cirrosi ?!

Post -fedotik- »16 luglio 2017 17:37

Ri: C'è qualcuno curato dalla cirrosi ?!

Messaggio Shory »16 lug 2017 17:39

Ri: C'è qualcuno curato dalla cirrosi ?!

Il messaggio Drongo »16 lug 2017 18:20

È possibile curare la cirrosi epatica?

La cirrosi è una malattia grave che può portare alla disabilità e persino alla morte. Abuso di alcol, avvelenamento da veleni tossici, droghe, malattie virali e ereditarie possono provocare la distruzione cellulare. È possibile curare completamente la cirrosi epatica? Oggi la medicina ha un'opinione sull'incurabilità della cirrosi. Tuttavia, le misure preventive, la diagnosi tempestiva, la terapia possono prevenire lo sviluppo di cirrosi e la comparsa di complicazioni minacciose. La sostituzione di tessuti sani di un organo può svilupparsi nel corso degli anni con sintomi lievi, quindi si consiglia di sottoporsi a visite mediche preventive di organi interni ogni anno.

È possibile fermare la distruzione?

La struttura di un fegato sano è rappresentata dagli epatociti, che insieme ai dotti biliari e ai vasi formano lobuli epatici. Sono separati l'uno dall'altro dal tessuto connettivo. I tessuti epatici hanno un'incredibile capacità di recupero. Piccole violazioni della struttura attivano la divisione cellulare e il fegato viene ripristinato.

Se l'impatto negativo è duraturo, la distruzione diventa irreversibile. Invece di cellule distrutte, il tessuto connettivo si diffonde. Senza trattamento, il tessuto patogeno forma corde connettive, nodi, cicatrici. A loro volta, spremono i tessuti adiacenti, supportano il processo distruttivo e causano complicazioni.

Nella fase di scompenso, la struttura dell'organo si trasforma in uno stato solido, il fegato fallisce. Secondo le statistiche, l'1% della popolazione di 36-55 anni muore di cirrosi. La malattia del maschio colpisce 3 volte più spesso. Allo stesso tempo, la malattia è più grave nelle donne e negli anziani.

La cirrosi del fegato è trattata? Nelle fasi iniziali dei processi distruttivi può essere fermato e vivere pienamente per molti anni. Per fare questo, è necessario sottoporsi a corsi periodici di trattamento farmacologico, mangiare bene. È estremamente importante fare una diagnosi in tempo. Nelle fasi finali, solo un intervento chirurgico salverà la vita del paziente.

Gli epatoprotettori esistenti arrestano il processo di disintegrazione, ma non rigenerano le cellule. Gli scienziati russi nel 2011 hanno sperato che la cirrosi potesse essere curata: è stata inventata una medicina unica che potrebbe cambiare il processo di distruzione degli epatociti. Il farmaco è in grado di avviare il meccanismo inverso e sostituire le cicatrici con tessuto sano dalle cellule staminali.

prospettiva

Il principale pericolo di cirrosi nel quasi asintomatico durante il primo stadio. Spesso diagnosticare danni al fegato durante un esame di routine. Anche la mortalità elevata dei pazienti è spaventosa - la metà di loro muore entro cinque anni dalla diagnosi. Sebbene la domanda "se la cirrosi epatica può essere curata" non può ancora essere risolta positivamente, la prognosi può essere positiva. La terapia eseguita nel tempo arresta il processo distruttivo e le restanti cellule sane gestiscono le loro funzioni.

Ci sono casi di lunghi periodi di remissione - fino a diversi anni. Recidive rare sono causate da infezioni, malnutrizione e consumo di alcolici. La durata e la qualità della vita del paziente dipendono da tali fattori:

  • entità del danno;
  • complicazioni correlate;
  • il sesso;
  • età;
  • ragioni;
  • conformità con le prescrizioni del medico, dieta.

Un significativo miglioramento dello stato del fegato è osservato nel caso di completo abbandono del consumo di alcol. Complicazioni pericolose della cirrosi:

  • emorragia interna, soprattutto nello stomaco e nell'esofago;
  • ascite: accumulo di liquidi nella cavità addominale;
  • infezioni del sistema urinario e respiratorio;
  • insufficienza epatica.

Ci sono tre fasi di sviluppo della cirrosi: compensate, subcompensate, scompensate. Al primo stadio, le cellule sane affrontano il carico, è possibile una remissione prolungata. Un paziente può vivere per molti anni senza complicazioni, con la certezza che la cirrosi è curabile. Nella seconda fase, compaiono i primi sintomi, il trattamento è complicato. Con la cirrosi scompensata, le prospettive sono deludenti.

diagnostica

Dopo che compaiono i primi sintomi, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente. Per la diagnosi corretta utilizzare i seguenti metodi di esame:

  • indagine paziente;
  • la palpazione;
  • analisi del sangue, generale, biochimica, per epatite;
  • ultrasuoni;
  • RM, CTG;
  • dell'immunologia;
  • biopsia epatica;
  • angiografia dei vasi peritoneali.

Come fermare la progressione della malattia

Dopo un esame completo del paziente e la diagnosi da parte del terapeuta, vengono scelti i migliori metodi di trattamento per il paziente. Il trattamento mira a fermare l'ulteriore distruzione delle cellule, eliminandone le cause. In caso di cirrosi alcolica, è necessario il rifiuto dell'alcool in qualsiasi forma, prendendo farmaci per rimuovere i prodotti di decomposizione dal corpo. La ragione medica richiede l'interruzione del farmaco che ha causato la distruzione del fegato. Nella cirrosi virale viene trattata la causa principale - l'epatite. I fattori autoimmuni nello sviluppo della malattia richiedono l'uso di farmaci che bloccano l'immunità.