Antigene all'HIV: qual è il ruolo svolto nella diagnosi?

Sintomi

La diagnosi del virus dell'immunodeficienza viene effettuata in vari modi. Tuttavia, il più popolare negli ultimi anni sta ottenendo un sistema di test ipersensibile. Con il loro aiuto, è possibile identificare questo disturbo nelle primissime fasi. Per questo viene utilizzato l'antigene dell'HIV, la cui presenza nel corpo è garantita per indicare una diagnosi sgradevole e pericolosa. Diversi studi sono utilizzati per rilevarlo.

Perché la reazione degli anticorpi dell'antigene dell'HIV 1, 2 è l'indicatore più affidabile della presenza del virus dell'immunodeficienza?

Il controllo del virus dell'immunodeficienza nelle istituzioni mediche pubbliche è gratuito. Ma è prodotto in due fasi, se necessario. Inizialmente, AH per l'HIV non è testato. La prima analisi per la presenza o l'assenza di questa malattia è finalizzata all'identificazione degli anticorpi. Questo è un test ELISA. Il saggio immunologico consente di identificare le persone che non sono malate con il virus dell'immunodeficienza (nel caso in cui il test sia stato eseguito secondo tutte le regole).

Così come condizionatamente infetto. Perché condizionale? Il fatto è che gli anticorpi contro l'HIV 1,2, a differenza dell'ipertensione a questo virus, sono secreti nel corpo per altri motivi. Di cosa stiamo parlando esattamente? Prima di tutto, questo è possibile con le malattie del sistema immunitario. In caso di problemi con questo sistema vitale, il corpo come difesa produce anticorpi, che sono determinati mediante analisi enzimatica, così come quelli che appaiono in questa pericolosa malattia. Se il risultato di ELISA è positivo, il paziente viene inviato per ulteriori ricerche, che si basa sull'identificazione della reazione di tipo AG - AT 1,2. I poliambulatori usano spesso le macchie immunitarie. Questo è il tipo più comune di dosaggio per la rilevazione del virus dell'immunodeficienza. Con questo, l'antigene e gli anticorpi dell'HIV 1 e 2 non vengono solo rilevati, ma anche testati per la forza della reazione.

Cos'è l'antigene p24 dell'HIV?

Prima di parlare di come può essere rilevato l'antigene HIV dell'HIV, dovrebbe essere spiegato di cosa si tratta. Gli scienziati sono da tempo riusciti a scoprire che l'AG, che è marcata sui moduli di prova e nei laboratori con etichettatura p24, è un capside di un retrovirus. In termini semplici, è una proteina virale di immunodeficienza. La determinazione dell'antigene dell'HIV è impossibile senza la rilevazione di anticorpi del primo e del secondo tipo. Perché l'ipertensione è fortemente associata agli anticorpi. Si formano nel corpo come una risposta immunitaria alla comparsa di anticorpi, che, a loro volta, sono una sorta di "interventisti" volti a distruggere il sistema immunitario ea produrre materiale biologico pericoloso.

Gli anticorpi e l'ipertensione per l'HIV di tipo 1 e di tipo 2 sono rilevati in reazione l'uno con l'altro. I primi svolgono nel corpo umano il ruolo delle molecole estranee. Questi ultimi servono come un tipo di sviluppatore di proteine ​​o polisaccaridi. Nel caso del virus dell'immunodeficienza, l'AH induce una risposta immunitaria. Di conseguenza, nella medicina e nella scienza legate allo studio di questa malattia, sono classificati come immunogeni.

I tipi di antigene HIV P24 1 e 2 sono rilevati solo attraverso uno studio completo di materiale biologico. Molto spesso, il sangue venoso viene utilizzato per l'analisi. In alcuni casi, questo è uno sperma o liquido secretivo adatto secreto dagli organi genitali femminili. Il test dell'antigene HIV combinato viene eseguito con tre metodi noti. Di quali studi specifici stiamo parlando? Si tratta di una macchia immunitaria, un test combinato (test combinato dell'HIV) e un'analisi dell'immunochemiluminescenza. Ognuno di loro dovrebbe essere discusso separatamente.

Immune blot: anticorpi e antigeni dell'HIV 1 e 2

Come accennato in precedenza, il sistema immunitario è uno dei test più comuni che rilevano un antigene per l'HIV. Come viene prodotto? Inizialmente, il paziente prende il sangue da una vena. Il sondaggio è fatto a stomaco vuoto. Trenta o quaranta minuti prima che il paziente non sia consigliato fumare. L'essenza dello studio sta nel fatto che se una persona ha un virus di immunodeficienza di tipo 1 o 2 nel corpo, la reazione dell'antigene - l'anticorpo è stabile e inseparabile. Il materiale biologico della persona in prova viene prima diviso in un reagente speciale, quindi posto su una striscia, che, di regola, è un blister con cellule di polistirolo. Come risultato dell'aggiunta di reagenti speciali, il tecnico prima verifica se questa reazione si verificherà e quindi con l'aiuto di ripetuti lavaggi del sangue, trae conclusioni su quanto sia resistente. Ciò rende possibile capire se esiste un virus di immunodeficienza nell'organismo, che è successivamente il fattore più importante nella diagnosi.

Si raccomanda di eseguire un test AH-AT per l'HIV, eseguito mediante immunotopografia, non prima di quattro o cinque settimane dopo l'infezione prevista. Nonostante il fatto che questo test sia un sistema di quarta generazione, non appartiene all'ipersensibile e ha un errore di pochi punti percentuali (da due a tre).

Analisi ipersensibile: anticorpi HIV (combo) hiv duo di tipo 1, 2

Il test HIV (hiv) ag-ab (AG-AT) combinato, contrariamente al blotting immune, è ipersensibile. Gli esperti nel campo della medicina sostengono che il suo uso è consigliabile entro due settimane dalla presunta infezione. È finalizzato allo studio di anticorpi specifici, che sono una sorta di risposta immunitaria del corpo umano a un tale intervento come il virus dell'immunodeficienza, così come l'AG p24. Gli anticorpi HIV HIV di tipo 1 e 2 sono anche volti a rilevare anticorpi contro questo pericoloso disturbo. Con il suo aiuto è possibile non solo rilevarli nel sangue, ma anche determinare il tipo di malattia.

Il test dell'antigene combinato dell'HIV è un test combinato. Controlla anche la reazione antigene-anticorpo, che indica la presenza di una terribile malattia nel corpo.

Analisi immunochemiluminescente: hiv 1,2 combo HIV HIV AT-AG IHLA

Anche il test ILHL per HIV at-ag è ipersensibile. La base di questo studio è una sorta di reazione AG-AT. La specificità del metodo è di circa il novantadue per cento, mentre la sua affidabilità è da novantotto a novantanove. Da ciò possiamo concludere che tale analisi ha un errore, ma è relativamente piccola. E se necessario, facilmente si sovrappongono ricontrollando. Tale analisi viene applicata entro due o tre settimane dall'infezione proposta.

Questo test HIV combinato è finalizzato allo studio del sangue venoso, nel caso in cui si verifichi la presenza di virus dell'immunodeficienza nell'organismo. Nell'identificare altre malattie e patologie, si usa l'urina o il fluido secretorio, che viene secreto dai genitali. Anche AT e AG per il virus dell'immunodeficienza con ILA sono testati per la reazione. A tale scopo vengono utilizzati reagenti e strisce speciali con cellule. Condotto in diverse fasi dello studio consente di stabilire la diagnosi in modo rapido e preciso o di confutarla.

Tutti i metodi di cui sopra per diagnosticare il virus dell'immunodeficienza attraverso una reazione AT-AG stabile sono efficaci. Differiscono solo nei termini ammissibili dello studio. Il medico dovrebbe decidere quale metodo utilizzare.

Test di 4a generazione per l'HIV - quali sono le date e le altre caratteristiche del virus HIV

Il problema moderno dell'umanità può essere definito una malattia che colpisce il sistema immunitario - l'infezione da HIV. Colpisce il sistema immunitario, che determina la sua completa disfunzione. I metodi di trattamento applicati non consentono di uccidere il virus, sono mirati solo a ridurre il grado di sintomi. È importante rilevare il problema in tempo e iniziare il trattamento in tempo, poiché il virus si sviluppa gradualmente e diventa la causa dello sviluppo di altre gravi malattie. Nonostante il fatto che il problema sia noto negli ultimi decenni, non esiste un metodo veramente efficace per rilevare un virus. Oggi, il test di 4a generazione è più spesso utilizzato, che consente di determinare gli anticorpi contro il virus in esame. Si noti che la quarta generazione è rappresentata da diversi tipi di test, ciascuno efficace in determinate circostanze. Consideriamo più in dettaglio i test per l'infezione da HIV della quarta generazione: caratteristiche della procedura, tempi e risultati.

Perché è importante testare in tempo

Ci sono diversi motivi per raccomandare un test in tempo:

  1. Immediatamente dopo l'infezione, una persona diventa un venditore ambulante di una pericolosa infezione. Va tenuto presente che il virus viene trasmesso attraverso il sangue, a livello sessuale. Avendo imparato la malattia nel tempo, una persona può proteggere gli altri in quanto la malattia in questione non è curata, promette un significativo deterioramento della qualità della vita, la morte da malattie che si sviluppano sullo sfondo di immunodeficienza.
  2. Il trattamento precedente è iniziato, più è probabile che sia efficace. L'infezione da HIV si sviluppa gradualmente nel corpo, distinguendo chiaramente diverse fasi, ciascuna caratterizzata da alcuni sintomi.

Naturalmente, anche con una diagnosi precoce, è anche impossibile curare la malattia in questione, ma ancora, se il trattamento viene avviato immediatamente dopo l'infezione, è possibile ridurre la probabilità di infezione da uno stadio all'altro in breve tempo. Il test di 4a generazione per l'HIV ha un lasso di tempo sufficientemente breve, che consente di fare una diagnosi il più presto possibile e di iniziare il trattamento se si ottiene un risultato positivo.

Quali sono le generazioni di test HIV?

Nel corso degli anni, sono stati creati diversi tipi di test, ogni anno la loro accuratezza è aumentata, il tempo necessario per ottenere un risultato significativamente diminuito. Considera i seguenti esami del sangue:

  1. I metodi della 1a e 2a generazione non possono essere definiti efficaci perché hanno abilità limitate. Si deve prestare attenzione al fatto che i test di prima generazione possono essere effettuati solo per determinare la presenza di anticorpi contro l'HIV. Inoltre, uno studio simile, chiamato ELISA, può essere utilizzato solo per determinare il virus stesso, che causa l'AIDS.
  2. La seconda generazione è in qualche modo diversa dalla prima. La differenza è che il secondo metodo consente di registrare anticorpi contro l'HIV-1 e l'HIV-2.
  3. Il terzo tipo di ricerca è stato recentemente svolto più spesso rispetto ai primi due. Ciò è dovuto al fatto che il test di terza generazione può rilevare anticorpi Ig6 e IgM. Allo stesso tempo, la precisione è abbastanza elevata, la probabilità di errore viene significativamente ridotta.
  4. Un metodo moderno per determinare il virus può essere definito un test per le generazioni di HIV 4. La ricerca dell'ultima generazione è effettuata per la ragione che è possibile rilevare l'antigene p24. Si noti che il sistema ELISA prevede l'uso di un virus trattato con ultrasuoni.

I suddetti punti dovrebbero essere considerati quando si considerano quali test sono condotti oggi per identificare il virus nel corpo. Quando si considera l'accuratezza di ciascun test, si nota che quest'ultimo tipo è il più preciso e veloce, recentemente condotto in tutte le cliniche specializzate nella diagnosi dell'infezione da HIV.

Precisione e sensibilità della quarta generazione

Un punto molto importante può essere definito, quanto accurato è il risultato dello studio. Molti sostengono che per ottenere un risultato accurato, si consiglia di eseguire il test di quarta generazione. Consente di identificare gli anticorpi e gli antigeni del virus, che consente di fornire un risultato più accurato.

Le caratteristiche del test di questo tipo includono i seguenti punti:

  1. Nonostante l'elevata precisione del test di quarta generazione, è possibile ottenere un risultato per una diagnosi solo dopo 60 giorni dall'infezione. Questo periodo viene scelto tenendo conto del fatto che entro un mese si ottiene un risultato falso-negativo: ogni organismo ha le sue caratteristiche, il virus si manifesta a seconda dello stato del sistema immunitario, se ci sono altre infezioni nascoste o malattie croniche.
  2. È possibile rilevare gli anticorpi solo dopo aver determinato l'RNA nel sangue di una persona infetta, per il quale viene utilizzato il metodo PCR. Va tenuto presente che anche il metodo più moderno di RNA può essere rilevato solo 30 giorni dopo l'infezione. Per meno tempo per identificare il problema non può essere.
  3. Va tenuto presente che l'accuratezza dello studio dipende dal numero di risultati negativi ottenuti durante il test.
  4. Gli studi indicano che 100 persone che sono infette dal virus in questione hanno una sensibilità del 100%.

Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che il test esatto può essere utilizzato solo per impostare un risultato positivo o negativo. Altri metodi forniscono maggiori informazioni al fine di formare un trattamento più efficace. Tuttavia, notiamo che l'accuratezza della quarta generazione di test non consente di ottenere un risultato del 100%.

Quali sono le differenze tra i test di 3a e 4a generazione?

Come notato in precedenza, molto spesso vengono condotti test della quarta generazione, che consentono di ottenere un risultato positivo o negativo. Ecco perché consideriamo se ci sono differenze tra i test di 3a e 4a generazione. Immediatamente, notiamo che ci sono generazioni e sono piuttosto sostanziali.

I punti principali includono i seguenti punti:

  1. Di norma, la terza generazione di ricerche consente di determinare gli anticorpi contro il virus in esame. Si tratta di anticorpi che vengono spesso utilizzati nella maggior parte dei test: la loro concentrazione indica la presenza di un problema. Ma solo il numero di anticorpi non indica la natura del problema e il grado della sua manifestazione.
  2. Occorre prestare attenzione al fatto che la 3a generazione non consente di formulare una diagnosi nella fase iniziale della malattia. Pertanto, al fine di effettuare una diagnosi il più presto possibile, che ridurrà la probabilità di infezione dei partner sessuali, è necessario effettuare la quarta generazione di test. Va tenuto presente che il quarto tipo di test, anche con una condotta precoce, ci consente di fornire il risultato più accurato.
  3. Molto spesso, la ricerca sulla PCR e sulla 4a generazione sono correlate, poiché i loro risultati sono simili in termini di accuratezza nel condurre la ricerca in una fase precoce.
  4. Va tenuto presente che a livello legislativo è consentito l'uso della quarta generazione. Molto spesso, questo test si chiama AGATE.
  5. Esiste un metodo specifico per determinare l'efficacia del test di 3a e 4a generazione. Quando si esegue un test di quest'ultimo tipo, è possibile ottenere un risultato che indica la quantità di HIV RNA.

In molti centri medici che effettuano analisi del sangue per la determinazione dell'infezione da HIV, è il test di quarta generazione. Il sistema prevede l'uso di software complessi, in un gruppo è possibile elaborare circa 250 campioni, riducendo significativamente il costo del test.

Quali sono i risultati del test?

I moderni metodi di ricerca consentono di determinare quasi la data esatta di quando si è verificata l'infezione. Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che tale studio è possibile solo in molti mesi e persino anni dopo l'infezione.

Abbastanza spesso, quando si conduce uno studio di questo tipo, si ritiene che il risultato principale sia un risultato positivo o negativo. Solo dopo la condotta positiva altri studi che consentono di ottenere informazioni più dettagliate sull'infezione.

L'accuratezza dei metodi di prova moderni dipende da quanto tempo sono stati presi i campioni di infezione. Come mostrano gli studi, gli anticorpi vengono prodotti a 3-4 settimane dal momento dell'infezione. In questo caso, il test della quarta generazione può rilevare singoli anticorpi fin dal 7 ° giorno, ma in questo caso è impossibile parlare di alta precisione. Ufficialmente, gli esperti hanno stabilito un periodo di 6-12 settimane, in cui si verifica la formazione di anticorpi e il virus inizia a manifestarsi.

Anche studi condotti indicano che la più alta probabilità di infezione nel periodo tra 3-6 settimane dopo l'infezione. Ma questo non significa che l'infezione non si verifichi in un altro momento.

Determinazione del tipo di infezione

Va tenuto presente che questo tipo di test consente di identificare sottotipi rari del virus HIV.

Poche persone, anche infette, sanno che ci sono diverse sottospecie del patogeno. Quando si esegue un test della quarta generazione, è possibile identificare sottotipi dei gruppi di virus O e M. I virus dei sottogruppi P e N sono raramente trovati, ma possono essere rilevati anche dall'ELISA.

I moderni metodi di ricerca consentono di distinguere tra HIV-1 e HIV-2. La ricerca continua punta ai seguenti punti:

  1. Di norma, il gruppo N si presenta in 9 copie da un gruppo.
  2. Il gruppo P si trova in una singola istanza di un gruppo.

Un punto piuttosto importante è che l'HIV-2 viene rilevato molto più tardi. Ciò è dovuto alle peculiarità dello sviluppo del virus nel corpo. Il gruppo del patogeno determina solo le caratteristiche del rilevamento dei virus.

La quarta generazione del test può essere caratterizzata dal fatto che viene effettuata per determinare l'antigene. Altri metodi di ricerca non lo rivelano, il che può essere definito un punto piuttosto importante. L'antigene dell'HIV p24 può essere rilevato molto prima rispetto ad altri anticorpi. Allo stesso tempo, l'antigene p24 è potenziato dalla produzione di anticorpi dopo molto tempo.

Il test della quarta generazione, molti ancora chiamato "antigene-anticorpo". Come notato in precedenza, l'agente eziologico può essere rilevato solo 7 giorni dopo l'infezione, ma le linee guida generali sono di circa 14 giorni o 1 mese.

Layout di prova

Dopo aver trattato le caratteristiche del test, prestiamo attenzione a come viene eseguito il test stesso. La procedura di test è la seguente:

  1. Una piccola quantità di sangue viene prelevata dalla vena cubitale come campione. Si noti che in precedenza in questa fase venivano commessi degli errori: durante la raccolta del campione dovrebbero essere utilizzati solo contenitori e strumenti sterili, quindi il sangue dovrebbe essere contenuto in un contenitore isolato per escludere la probabilità di cambiamenti nella sua composizione e nelle influenze ambientali.
  2. Si consiglia a tutte le persone di contattare il centro medico per un test solo dopo 14 giorni dall'infezione. Se il test viene condotto prima, la probabilità di ottenere un risultato falso positivo è molto alta.
  3. Si raccomanda di seguire le raccomandazioni per la preparazione del test. Alcuni alimenti possono modificare la composizione del sangue e influenzare i risultati della ricerca in corso. Molti medici dicono che i farmaci non dovrebbero essere presi prima della raccolta del sangue, in quanto causano un cambiamento nel risultato. Si consiglia di eseguire le analisi solo al mattino, nei pomeriggi non è consigliabile condurre un test, in quanto il cibo consumato, le bevande possono causare distorsioni dei risultati. Dopo alcune ore, puoi scoprire quando i risultati saranno ottenuti.
  4. Va tenuto presente che inizialmente viene eseguito solo l'ELISA. Al ricevimento di un risultato positivo dovrebbe anche essere testato per l'infezione da PCR e HIV. Gli studi ripetuti vengono eseguiti per il motivo che la probabilità di ottenere un risultato falso quando si esegue un test della quarta generazione è dell'1%.
  5. Quando si ottiene un risultato positivo, viene prescritto un determinato trattamento e ricerca, che consente di determinare infezioni nascoste e malattie croniche. Tuttavia, il risultato finale può essere ottenuto solo dopo sei mesi. Durante questo periodo, è possibile condurre un esame completo per diagnosticare lo sviluppo del problema.
  6. Nel caso in cui lo studio condotto dopo sei mesi sia anche in dubbio, un test aggiuntivo viene effettuato dopo circa 1-2 settimane.
  7. In alcuni casi, il medico decide che è stato ottenuto un risultato falso positivo. Ma il più delle volte mette un risultato falso negativo. Ottenere un risultato falso negativo dovuto al fatto che i test sono condotti nelle prime fasi. Se il test è stato eseguito in meno di 90 giorni dopo il tempo previsto per l'infezione, è prevista una ricerca aggiuntiva.
  8. Il tipo di ricerca può essere scelto dal paziente. In questo caso, i test vengono eseguiti gratuitamente e in modo anonimo in molti centri medici.

Quando si considerano le caratteristiche della ricerca, si nota che il momento in cui il prelievo di sangue obbligatorio è inaccettabile in tutti i paesi. Tuttavia, alcune professioni richiedono un esame del sangue per fare una diagnosi. Un esempio è il fatto che il personale medico deve condurre periodicamente esami del sangue per escludere la probabilità di infezione in pazienti in determinate circostanze.

Test obbligatori

I documenti di importanza internazionale contengono informazioni che non è autorizzato a forzare la donazione di sangue per la determinazione dell'infezione da HIV. Tuttavia, ci sono alcuni casi che richiedono test obbligatori. È obbligatorio condurre test per l'individuazione dell'infezione da HIV nel caso di donazione di organi, fluidi biologici.

Solo pochi anni fa, la donazione era il modo più comune di trasmissione del patogeno. In questo caso, l'infezione viene determinata abbastanza raramente subito dopo il corso. Quando si effettua una donazione:

  1. Sono in corso studi che consentono la determinazione dell'HIV-1 e dell'HIV-2, nonché le particelle di DNA del virus in esame. Si noti che in questo caso è richiesto un controllo combinato, che riduce la probabilità di commettere un errore.
  2. Dopo il passaggio del periodo specificato, il sangue viene raccolto di nuovo e controllato. Solo dopo puoi diventare un donatore.
  3. Quindi la quarantena viene mantenuta per 6 mesi. Va notato che durante questo periodo tutte le persone infette, indipendentemente dallo stato del sistema immunitario e dalla presenza di malattie croniche, sviluppano DNA e anticorpi del virus.
  4. Anche se è stato ottenuto un risultato positivo, viene eseguito di nuovo un controllo binario del sangue venoso. Se è stato ottenuto un risultato positivo ripetuto, i test di verifica sono di nuovo avviati presso il laboratorio di riferimento. Se si ottiene di nuovo un risultato positivo, allora la ricerca non viene più eseguita, poiché non ci saranno dubbi di conseguenza.

Oltre ai punti precedenti, notiamo anche che i test sono condotti in modo anonimo, indipendentemente dalla cittadinanza e da altri momenti. Inoltre, le regole stabilite stabiliscono che tutte le persone che stanno scontando una pena in carcere sono sottoposte a test su base obbligatoria. Forse questo caso è praticamente l'unico in cui sono costretti a testare il sangue per la determinazione dell'infezione da HIV.

Fasi di sviluppo della malattia e caratteristiche dei sintomi

Il trattamento e l'analisi del sangue dipendono da quale stadio è la malattia. L'infezione da HIV è la causa dello sviluppo dell'AIDS, la completa sconfitta del sistema immunitario.

Le seguenti fasi dell'infezione da HIV possono essere distinte:

  1. Lo stadio iniziale dell'infezione ha un certo tipo di sintomi: un leggero aumento della temperatura corporea, brividi, linfoadenopatia e molti altri sintomi. I sintomi possono manifestarsi in vari gradi, in alcuni casi sono completamente assenti. Pertanto, molto spesso le persone non prestano attenzione alla manifestazione dei sintomi. Di norma, quando compaiono i sintomi, è possibile eseguire un test di 4a generazione, che avrà una precisione sufficientemente elevata.
  2. Il secondo stadio dello sviluppo del virus non ha sintomi luminosi. Con un trattamento adeguato, può durare per diversi anni o addirittura decenni. In questa fase, il risultato della ricerca è quasi al 100% vero. Al secondo stadio, il sistema immunitario non perde le sue funzioni, il che significa che il corpo può combattere infezioni e batteri.
  3. Il terzo stadio si chiama AIDS. Può essere caratterizzato dal fatto che si verifica un'immunodeficienza, il che significa che il corpo non ha protezione contro altre infezioni e batteri. Allo stesso tempo, anche l'infezione più comune diventa la ragione per cui la malattia si sviluppa nella forma più complessa. Di norma, prima dell'inizio della terza fase dello sviluppo della malattia è già diagnosticato. Diversi anni e persino decenni passano a questo stadio. Molto spesso, la diagnosi viene fatta casualmente durante l'analisi biochimica del sangue. Nel sangue, con il comportamento attivo del virus, vengono identificati alcuni elementi che indicano il problema. Un esempio è l'aumento dei globuli rossi.

Se il trattamento viene effettuato nella prima fase, è possibile aumentare la qualità della vita e la sua durata. Questo è il motivo per cui è sufficientemente importante identificare il virus al più presto, quando il danno al sistema immunitario non è ancora passato. Il test di quarta generazione elimina la probabilità di ottenere un risultato falso-positivo o falso-negativo in una fase precoce della diagnosi.

In conclusione, notiamo che l'infezione con l'agente patogeno considerato non può essere definita una frase. I moderni metodi di trattamento possono prolungare significativamente la vita e aumentarne il comfort. È importante fare una diagnosi nella fase iniziale dello sviluppo, poiché il trattamento è rappresentato dall'arresto dell'agente patogeno. Se lo fai nella fase iniziale dello sviluppo del virus, il danno al sistema immunitario sarà insignificante.

Test dell'HIV a casa

Sindrome da immunodeficienza acquisita - patologia insidiosa. L'agente patogeno, una volta nel corpo umano, non si manifesta immediatamente. Questo è il motivo per cui l'argomento della diagnosi domiciliare della malattia è molto rilevante. Come posso verificare me stesso senza applicare a istituzioni speciali? Per aiutare un paziente nel dubbio, un test dell'HIV a casa.

Il principio dei test rapidi

Il lavoro del test HIV domestico si basa sul principio standard dell'interazione tra antigene e anticorpo. Ogni antigene corrisponde ad un anticorpo appropriato.

Con la penetrazione di qualsiasi agente patogeno nel corpo di quest'ultimo, gli anticorpi iniziano a essere prodotti. Dopo una malattia, le cellule "ricordano" il gruppo di antigeni rilevato. In caso di infezione ripetuta, l'immunità di una persona inizia una produzione secondaria di anticorpi a lui noti.

Allo stesso modo, i test a casa rilevano un virus nel corpo. Il guscio delle particelle virali è ricoperto da speciali complessi proteici che agiscono come antigeni. Uno dei rappresentanti più evidenti è la proteina 24. Il test rapido lo rileverà nella seconda settimana dopo l'infezione. La produzione di anticorpi inizia solo pochi mesi dopo l'infezione prevista. Per la loro determinazione nel sangue di donne e uomini ricorrono al dosaggio immunoenzimatico.

Attenzione! Come rilevare un virus nel sangue nel più breve tempo possibile? È possibile diagnosticare la malattia entro una settimana dopo un rapporto sessuale non protetto o il contatto con il sangue di una persona infetta utilizzando i sistemi di test della quarta generazione.

Il test rapido è simile in apparenza a un test di gravidanza. Ci sono due strisce sul piatto: una con antigeni e una con controllo. Il test mostrerà un risultato positivo con la rilevazione di anticorpi nel sangue che reagiranno con gli antigeni. La striscia cambierà colore.

Test HIV domestico

Come testare l'AIDS a casa? Non è necessario prepararsi per l'analisi a casa (non mangiare prima della procedura, non bere alcolici, ecc.), Perché gli anticorpi virali non sono influenzati da alcuna influenza.

Per utilizzare il test per lo scopo previsto, è possibile utilizzare come sangue da un dito e venoso. Nel primo caso, il materiale dovrà essere utilizzato immediatamente, il sangue da una vena può essere conservato in frigorifero.

Non ci vogliono più di 30 minuti per ottenere una risposta. Un risultato positivo si trova quando si macchia la striscia di controllo per l'HIV.

È importante! Le persone interessate all'argomento in questione dovrebbero sapere che l'accuratezza dei test rapidi è quasi del 100%.

Dov'è il test HIV rapido in vendita

I test domestici sensibili ai virus, il cui principio è quello di studiare il sangue da un dito, possono essere acquistati in farmacia. Sono disponibili aderenti a metodi diagnostici rapidi e un'opzione alternativa è ordinare un test online.

Test rapidi costosi ed economici

Come determinare l'HIV nel bilancio familiare? Posso ottenere un test rapido per pochi soldi? Il costo del prodotto dipende dal produttore e dal metodo di implementazione. La gamma di prezzi media dei test per la determinazione del virus dell'immunodeficienza umana in Russia è di 150-600 rubli.

I test cinesi InTec PRODUCTS e il prodotto domestico, il test Factor-Med, sono tra i prodotti più economici e più popolari.

I test più costosi per determinare la presenza di un virus nel corpo umano sono:

  1. Retrocheck WB è un prodotto indiano utilizzato dagli specialisti.
  2. OraQuick è un nuovo sviluppo russo. La saliva può essere usata come materiale. Il tempo di sviluppo della striscia è di 20 minuti.
  3. Determina che l'HIV Combo è un prodotto giapponese, prova 4 generazioni. Il risultato si manifesta nella fase iniziale della malattia.

Come scegliere un test rapido

Come fare a testare l'HIV a casa con la massima sicurezza? La prima cosa da fare è scegliere un test di qualità.

Si può affermare con sicurezza che l'affidabilità del risultato è garantita inequivocabilmente in caso di acquisto di beni da produttori e farmacie certificati. Il marchio e le attrezzature del prodotto, che saranno nelle mani del paziente, svolgono un ruolo secondario.

La scelta di un test particolare dipende interamente dal compratore, vale a dire dai suoi desideri, preferenze e capacità finanziarie. L'unica cosa che merita polemiche è la convenienza di acquistare costosi test di quarta generazione. Secondo gli specialisti, a causa dell'uso complesso di una coppia di antigeni nel processo di diagnosi di questi test, le particelle virali possono essere raccolte nel più breve tempo e con la massima accuratezza.

Esprimere la saliva per test dell'HIV

Questi test sono gli ultimi progressi nella diagnosi dell'HIV a casa. Permettono di identificare gli anticorpi nel corpo del paziente durante la raccolta della saliva. Il principio di funzionamento di un test così rapido è simile a quello descritto in precedenza.
Un risultato positivo quando è necessario testare per verificare. Se entrambe le volte il test domiciliare ha confermato la presenza di anticorpi, il paziente deve consultare uno specialista.

Interessante! Il maggior numero di risultati falsi positivi quando si utilizza il test della saliva ricade su pazienti con malattie croniche e donne in gravidanza.

Recensioni

Una persona che è interessata a come riconoscere l'HIV a casa vorrà senza dubbio conoscere le opinioni di altre persone su questi test molto rapidi. Se ritieni recensioni di persone che hanno usato tali test a casa, questo metodo di diagnosi può essere giustamente definito il più semplice. Per utilizzare la striscia, non è necessario conoscere nulla di speciale. Questa affermazione è vera sia per gli esami del sangue sia per la saliva.

I pazienti dubbiosi sono entusiasti della velocità del risultato. Inoltre, tutti notano la disponibilità del prodotto: puoi sempre acquistare un test in qualsiasi farmacia, anche se devi acquistarlo tutti i giorni.

Tra i notevoli vantaggi del test rapido è la sua affidabilità. In caso di dubbi sul risultato del test, contattare il centro medico dove vengono condotti tali esami di laboratorio.

Quali sono i test semplici

Come scoprire se c'è un virus nel sangue umano in un altro modo? È necessario condurre un semplice test. Il suo principio d'azione si basa sulla reazione di agglutinazione. Tali test non richiedono attrezzature speciali, elevati costi finanziari, mostrano il risultato in media dopo 2 ore. Il prodotto può anche essere acquistato in farmacia. Il test è possibile solo se c'è un termostato.

Modelli e cambiamenti nell'UCK in infezione da HIV

Le particelle virali nel corpo del paziente non possono essere identificate dal metodo di consegna di un esame del sangue generale, tuttavia, in questo studio, è possibile notare i sintomi speciali della malattia nel sangue del paziente.

Cercheremo di dimostrare il quadro clinico decodificando il test del sangue degli infetti.

linfociti

Indicatore standard di cellule - 25-40%. Un risultato sovrastimato indica l'inizio dello sviluppo della patologia: il corpo sta attivamente combattendo il virus. Con il progredire della malattia e l'indebolimento del sistema immunitario, l'indice cala bruscamente.

neutrofili

Nel sangue sano, il contenuto di particelle è del 45-70%. Se c'è una diminuzione del numero di cellule, possiamo parlare del processo infettivo-infiammatorio che si sviluppa nel corpo umano. Non può riguardare solo l'HIV.

Cellule mononucleate

Di solito queste cellule immunitarie sono assenti nel corpo di una persona sana. La loro presenza nel sangue indica la presenza di virus o batteri nel biomateriale.

piastrine

Le cellule sono responsabili della coagulazione del sangue. Il loro indicatore standard è 150 - 400 × 109 / l di piastre di sangue. Nel caso dell'HIV, il numero di cellule nel sangue diminuisce drasticamente.

Globuli rossi

Questa cifra non può essere definita specifica se infettata da un virus. Le cellule del sangue dell'HIV sono solitamente ridotte. Ciò è spiegato dall'influenza delle particelle virali sul midollo osseo.

Se si osserva il contrario e i globuli rossi si moltiplicano a un ritmo accelerato, ciò può indicare una malattia polmonare che si manifesta sullo sfondo dell'HIV.

emoglobina

Molto spesso con l'AIDS, l'emoglobina diminuisce. Il corpo del paziente soffre di mancanza di ossigeno. Il quadro clinico è completato da sintomi come vertigini, affaticamento, pallore della pelle.

Tasso di sedimentazione eritrocitaria

In una persona malata, questa cifra è solitamente sovrastimata. Questo fatto è dovuto all'eccessiva viscosità del sangue e all'adesione dei globuli rossi nel sangue.

I principali svantaggi dei test a casa

I principali svantaggi del test rapido sono:

  1. La presenza di un periodo di "finestra" dopo la presunta infezione fino alla produzione di anticorpi contro il virus.
  2. La probabilità di ottenere un test falso positivo.
  3. Mancanza di consulenza pre-test.

Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno dei punti per coloro che hanno bisogno di fare un test HIV a casa.

Periodo di "finestra" con HIV

Di regola, gli anticorpi nel sangue del paziente iniziano a essere prodotti nel periodo da 2 settimane a sei mesi dal momento della presunta infezione. Quando è necessario fare un test per essere sicuri del risultato?

Gli anticorpi a cui risponde il test domiciliare compaiono sul biomateriale del paziente in media 10-12 settimane. Prima dell'inizio di questo periodo, i test non sono in grado di dimostrare risultati affidabili. Questa volta è chiamato il periodo di "finestra".

Che cos'è un risultato falso positivo?

Il falso positivo, oltre al falso negativo, nel caso di test rapidi si riscontra nel 5% dei casi più spesso che nella ricerca di laboratorio. Sono dimostrati nel periodo di "finestra", in donne incinte, persone con allergie, malattie croniche.

Mancanza di consulenza pre-test

Consulenza di uno specialista prima del test a casa può salvare il paziente da comportamenti a rischio in caso di conferma del fatto di infezione. Si tratta di suicidio.

Metodi per condurre test HIV rapidi

Dopo aver acquistato un test express, devi aprire con attenzione il pacchetto e leggere il manuale allegato. Solitamente l'istruzione prescrive come utilizzare il test da soli, come decrittografare i dati e cosa fare in caso di un risultato positivo.

I passaggi per testare l'HIV a casa sono i seguenti:

  1. Aprire l'impasto protettivo per l'imballaggio.
  2. Posizionare il prodotto su una superficie piana e asciutta.
  3. Applicare il biomateriale. Il più delle volte nel suo ruolo è il sangue umano. Per ottenere materiale, è necessario forare l'anulare nell'area del cuscino piccolo (questo dovrebbe essere fatto con una lancetta). Quindi, usando una pipetta, è necessario prelevare il sangue e spostarlo in un contenitore con un liquido speciale.
  4. Dopo che i fluidi sono stati spostati, posizionare la striscia in un recipiente con una superficie porosa fino al livello indicato.

Attenzione! Puoi spostare immediatamente il sangue sulla piastra e dopo 60 secondi metterlo in una soluzione tampone.

Dopo 15-30 minuti, iniziano a comparire strisce rosse nell'area designata.

Se per qualsiasi motivo è impossibile condurre un test a casa, non è necessario posticipare la diagnosi - il test viene effettuato in modo assolutamente gratuito nelle istituzioni mediche.

Punteggi dei test

Come determinare se l'AIDS è malato, tenendo in mano il test rapido usato? Ci sono solo tre opzioni:

  1. Il risultato è negativo Viene visualizzata solo una barra (nell'area C).
  2. Il risultato è positivo Apparvero entrambe le strisce. L'affidabilità del risultato è quasi del 100%.
  3. Errore. Non una singola striscia o solo una prova è apparsa.

La ragione di questo: un test difettoso, una violazione del processo di diagnosi dell'HIV.

La probabilità di un risultato falso positivo o falso negativo non è esclusa. La seconda opzione viene osservata durante il test durante la "finestra", mentre la malattia progredisce, la probabilità di tale errore si riduce a zero. Quindi, l'ultimo stadio dell'HIV (AIDS), ovviamente, non rimarrà "nell'ombra".

Nel caso di un risultato positivo, viene mostrata la diagnosi clinica, che può essere eseguita anonimamente sotto la guida di un medico.

Se l'analisi ripetuta conferma il risultato, il paziente dovrà visitare il medico specialista "immunologo" Il medico fornirà informazioni sulle caratteristiche della malattia (ciascuno dei suoi stadi), sulle modalità di infezione e sul trattamento.

Una persona con lo stato sieropositivo dovrebbe ricordare che questa non è una frase. Sì, una tale malattia non può essere curata da erbe e cospirazioni, ma soggetta alle raccomandazioni mediche, il paziente ha tutte le possibilità di vivere una vita piena e lunga.

No. 68, Anticorpi anti HIV 1 e 2 e antigene HIV 1 e 2 (HIV Ag / Ab Combo)

  • Linfonodi ingrossati in più di due aree.
  • Leucopenia con linfopenia.
  • Sudorazioni notturne
  • Ragioni di perdita di peso poco chiare non chiare.
  • Diarrea per più di tre settimane di causa poco chiara.
  • Febbre di causa poco chiara.
  • Pianificazione di una gravidanza.
  • Preparazione preoperatoria, ospedalizzazione.
  • Rilevazione delle seguenti infezioni o delle loro combinazioni: tubercolosi, toxoplasmosi manifesta, infezione da herpes spesso ricorrente, candidosi di organi interni, ripetute nevralgie da herpes-zoster causate da micoplasmi, pneumocisti o polmonite da legionella.
  • Il sarcoma di Kaposi in giovane età.
  • Sesso casuale

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Unità di misura nel laboratorio indipendente INVITRO: un test di qualità. Forma di presentazione dei risultati: in assenza di anticorpi contro l'HIV 1 e 2 e l'antigene p24, la risposta è "negativa". Nel caso di rilevamento di anticorpi anti-HIV o antigene in un test di screening immunologico enzimatico, un campione di siero viene inviato per il test con un metodo immunoblot di conferma al centro AIDS città, che verifica risultati positivi e incerti.

Combo HIV 1, 2 Ag / Ab (determinazione degli anticorpi anti-HIV tipo 1 e 2 e antigene p24)

Il test HIV è un metodo per lo studio di anticorpi specifici e l'antigene p24 del virus dell'immunodeficienza umana.

Sinonimi russi

Anticorpi anti-HIV 1, 2, anticorpi contro il virus dell'immunodeficienza umana, HIV-1 p24, antigene HIV-1, antigene p24.

Sinonimi inglesi

Anticorpi anti-HIV, HIV, virus dell'immunodeficienza umana, HIV-1 p24, HIV-1 Ag, antigene p24.

Metodo di ricerca

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi per lo studio?

Non fumare per 30 minuti prima di donare il sangue.

Informazioni generali sullo studio

L'HIV (virus dell'immunodeficienza umana) è un virus della famiglia dei retrovirus che infetta le cellule del sistema immunitario umano (CD4, T-helper). Causa aiuti.

L'HIV-1 è il tipo più comune di virus, che si trova più comunemente in Russia, negli Stati Uniti, in Europa, in Giappone e in Australia (in genere sottotipo B).

L'HIV-2 è un tipo raro, comune nell'Africa occidentale.

Per diagnosticare il virus dell'immunodeficienza umana, viene utilizzato un sistema di test combinato di quarta generazione in grado di rilevare l'infezione da HIV 2 settimane dopo che il virus entra nel sangue, mentre i sistemi di test di prima generazione lo fanno solo dopo 6-12 settimane dal momento dell'infezione.

Il vantaggio di questa analisi combinata dell'HIV è la rilevazione, attraverso l'uso di anticorpi anti-HIV-1 p24 come reagenti, dell'antigene specifico p24 (proteina capside virale), che può essere rilevato da questo test dopo 1-4 settimane dal momento dell'infezione, vale a dire. prima della sieroconversione, che riduce significativamente il "periodo finestra".

Inoltre, tale test HIV rivela anticorpi anti-HIV-1 e HIV-2 nel sangue (usando la reazione antigene-anticorpo), che sono prodotti in quantità sufficienti per determinare il sistema di test dopo 2-8 settimane dal momento dell'infezione.

Dopo la sieroconversione, gli anticorpi iniziano a legarsi all'antigene p24, con il risultato che il test degli anticorpi dell'HIV è positivo e il test p24 è negativo. Tuttavia, dopo un po 'di tempo, entrambi gli anticorpi e l'antigene saranno rilevati simultaneamente nel sangue. Nella fase terminale, il test dell'AIDS per gli anticorpi contro l'HIV può dare un risultato negativo, poiché il meccanismo della produzione di anticorpi viene interrotto.

  1. Il periodo di incubazione, o "periodo di finestra sieronegativa", è il tempo dal momento dell'infezione alla produzione di anticorpi protettivi per il sangue nel sangue, quando i test per gli anticorpi dell'HIV sono negativi, ma una persona può già trasmettere il virus ad altre persone. La durata di questo periodo va da 2 settimane a 6 mesi.
  2. Il periodo di infezione acuta da HIV inizia in media in 2-4 settimane dal momento dell'infezione e dura circa 2-3 settimane. In questa fase, alcune persone possono sviluppare sintomi non specifici simili ai sintomi influenzali, che è associato alla replicazione virale attiva.
  3. Lo stadio latente è asintomatico, ma durante questo periodo si ha una diminuzione graduale dell'immunità e un aumento della quantità di virus nel sangue.
  4. L'AIDS (Sindrome da immunodeficienza acquisita) è la fase finale dello sviluppo dell'infezione da HIV, che è caratterizzata da una forte soppressione del sistema immunitario, nonché da malattie concomitanti, encefalopatia o malattie oncologiche.

Nonostante il fatto che l'infezione da HIV sia incurabile, oggi esiste una terapia antiretrovirale altamente attiva (ART), che può prolungare significativamente la vita di una persona con infezione da HIV e migliorarne la qualità.

Questo test ha un valore diagnostico particolarmente alto se l'infezione da HIV si è verificata poco prima del test (2-4 settimane).

A cosa serve la ricerca?

Il test viene utilizzato per la diagnosi precoce dell'HIV, che aiuta a prevenire un'ulteriore trasmissione del virus ad altre persone, nonché a iniziare la terapia antiretrovirale e il trattamento di malattie che contribuiscono alla progressione dell'infezione da HIV in modo tempestivo.

Quando è programmato uno studio?

  • Con sintomatologia persistente (per 2-3 settimane) di eziologia poco chiara: febbre di basso grado, diarrea, sudorazione notturna, improvvisa perdita di peso, linfonodi ingrossati.
  • Con infezione da herpes ricorrente, epatite virale, polmonite, tubercolosi, toxoplasmosi.
  • Se il paziente soffre di malattie a trasmissione sessuale (sifilide, clamidia, gonorrea, herpes genitale, vaginosi batterica).
  • Se il paziente ha avuto rapporti sessuali vaginali, anali o orali non protetti con diversi partner sessuali, un nuovo partner o partner il cui stato di HIV del paziente non è certo.
  • Quando un paziente ha subito una procedura di trasfusione di sangue da donatore (sebbene i casi di infezione in questo modo siano praticamente esclusi, poiché il sangue viene accuratamente testato per la presenza di particelle virali ed è sottoposto a trattamento termico speciale).
  • Se il paziente ha iniettato droghe usando strumenti non sterili.
  • In gravidanza / pianificazione della gravidanza (assunzione di azidotimidina durante la gravidanza, il taglio cesareo per evitare di trasmettere il virus al bambino al momento del passaggio attraverso il canale del parto e il rifiuto di allattare riduce il rischio di trasmissione dell'HIV da madre a figlio dal 30% all'1%).
  • Iniezione accidentale con una siringa o altro oggetto (ad esempio uno strumento medico) contenente sangue infetto (in questi casi la probabilità di infezione è estremamente bassa).

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento (tasso di test HIV)

Cause di un risultato negativo:

  • mancanza di infezione da HIV
  • il periodo della finestra sieronegativa (né l'antigene né gli anticorpi sono stati ancora sviluppati in quantità sufficienti per determinare il sistema di test).

Motivi per un risultato positivo:

Note importanti

  • La diagnosi di anticorpi contro l'HIV nei bambini nati da madri affette da HIV è difficile perché il bambino riceve anticorpi dalla madre attraverso il sangue placentare. Di norma, un test sugli anticorpi HIV in tali bambini diventa negativo non oltre 18 mesi se il bambino non è infetto da HIV.
  • Con questo test dell'HIV, è impossibile determinare per quanto tempo si è verificata l'infezione o lo stadio dell'HIV (ad esempio l'AIDS).
  • L'HIV si trova in quasi tutti i fluidi corporei, ma solo nel sangue, sperma e secrezione vaginale è la concentrazione del virus sufficiente per l'infezione. Inoltre, il virus è instabile ed è in grado di vivere solo nei fluidi liquidi del corpo umano, pertanto l'infezione da HIV non viene trasmessa attraverso baci, punture di insetti e contatti quotidiani (ad esempio, quando si usa il bagno in comune, attraverso saliva, acqua e cibo).
  • Sebbene questo test HIV accorci il "periodo finestra", è ancora in grado di determinare la presenza di antigene / anticorpi non prima di 1-3 settimane dal momento della possibile infezione.
  • Se un evento che minaccia l'infezione da HIV si è verificato meno di 1-3 settimane prima del test, si consiglia di ripetere il test.
  • Le analisi della prima e della terza generazione potrebbero dare un risultato falso positivo se nel sangue del paziente fossero presenti anticorpi contro il virus di Epstein-Barr, il fattore reumatoide, il complesso di istocompatibilità HLA principale o l'anticorpo dopo la somministrazione di un vaccino anti-HIV. Tuttavia, la probabilità di un risultato falso positivo con il test combinato è praticamente esclusa.
  • Nel caso di un risultato positivo del test, viene eseguita un'analisi di conferma utilizzando il metodo immunoblot (un test anticorpale per un numero di specifiche proteine ​​virali).

Chi fa lo studio?

Medico generico, terapeuta, specialista in malattie infettive, dermatovenerologo.

Rapidi test dell'HIV a casa e nelle strutture sanitarie

Il test HIV rapido viene utilizzato quando il risultato deve essere ottenuto rapidamente. Tali test vengono effettuati sia in istituti medici che a domicilio e consentono di ottenere risultati entro 10 - 20 minuti. Un test HIV rapido viene utilizzato per rilevare gli anticorpi nel sangue, nell'urina o nella saliva di un individuo. Per la sua realizzazione non richiede attrezzature speciali e personale altamente qualificato. Sono facili da usare e producono un risultato ovvio, che deve essere confermato dai metodi di test standard.

I test HIV rapidi sono utilizzati nei dipartimenti di emergenza e nei laboratori delle istituzioni mediche, nei reparti di emergenza e di emergenza, nei casi urgenti in cui una persona entra in un lavoro o l'operazione non viene esaminata per l'HIV, nei donatori prima della donazione di sangue, durante i test di massa nei laboratori mobili e condizioni di casa - ovunque vi sia la necessità di test urgenti dell'HIV. Il test dell'HIV a casa è caratterizzato dalla semplicità, dall'anonimato e dalla velocità di ottenere risultati.

Con l'aiuto di rapidi test HIV, puoi:

  • aumentare il numero di persone esaminate
  • identificare le persone infette
  • aumentare il numero di istituzioni in cui vi è un alto rischio di infezione da HIV tra alcuni gruppi della popolazione.

Per i test dell'HIV urgenti, solo i prodotti di alta qualità vengono acquistati presso le istituzioni mediche della Federazione Russa.

Fig. 1. Test professionale Determinazione dell'HIV Combo, prodotto in Giappone. Il miglior test di medicina della quarta generazione, non ha analoghi. Consente di determinare simultaneamente la presenza nel sangue o nel siero di un paziente di anticorpi anti-HIV-1 e HIV-2 e antigene p24 in uno stadio precoce della malattia (durante la finestra sieronegativa), che aiuta a ridurre la diffusione dell'infezione. Utilizzato nelle istituzioni mediche.

Il principio dei test rapidi

I più recenti test HIV rapidi funzionano sul principio dell'immunocromatografia. Il loro componente principale è una lastra cromatografica di carta o plastica, sulla punta della quale viene applicato un campione (sangue intero, siero o saliva). Il materiale in esame si diffonde rapidamente (si diffonde) lungo la piastra, che viene impregnata con i reagenti necessari. In presenza di anticorpi contro l'HIV, una striscia colorata appare sulla piastra. In alcuni test HIV rapidi, non uno, ma due antigeni vengono utilizzati come reagente (principio sandwich). Il risultato è ottenuto entro 2 - 10 minuti. I test vengono conservati a una temperatura compresa tra 15 ° C e 30 ° C e sono facilmente trasportabili.

Fig. 2. I più recenti test HIV rapidi funzionano sul principio dell'immunocromatografia. Il loro componente principale è una lastra cromatografica di carta o plastica, sulla punta della quale viene applicato un campione (sangue intero, siero o saliva).

Quali sono i test semplici

Il lavoro di test semplici si basa su una reazione di agglutinazione, non richiedono attrezzature di laboratorio speciali, sono abbastanza sensibili ed economici, vengono eseguiti con costi di manodopera minimi e consentono di ottenere risultati entro 1,5 - 2 ore. Eritrociti, particelle di gelatina o lattice rivestiti con antigeni dell'HIV, a contatto con siero contenente anticorpi contro questi virus, agglutinati (precipitati). Quando si usano i globuli rossi, questa tecnica è chiamata emoagglutinazione passiva. Quando si utilizza l'agglutinazione al lattice e al lattice. La presenza di un termostato è un prerequisito per condurre un semplice test. I kit di reagenti devono essere conservati in frigorifero a una temperatura compresa tra 2 e 8 o C.

Fig. 3. In un certo numero di città della Federazione Russa, i test di HIV gratuiti e anonimi vengono condotti annualmente in laboratori mobili.

Test HIV domestico

Un test HIV rapido può essere eseguito a casa da soli, attenendosi alle istruzioni allegate. Le tecniche sviluppate sono un'ottima invenzione della medicina moderna e consentono a tutti di monitorare la propria salute. Semplicità, anonimato e rapidità nell'ottenere risultati sono le caratteristiche principali di un test HIV a casa. Quando si applica questo studio, è possibile utilizzare sangue, urina o saliva come campione da testare.

Dove acquistare un test HIV rapido

Il test express può essere acquistato in farmacia o ordinato online.

Quanto costa il test espresso

Il costo del test espresso è compreso tra 200 e 300 rubli.

Recensioni

Secondo molti utenti, i test HIV rapidi sono poco costosi e facili da usare. Ti permettono di ottenere risultati in pochi minuti. In caso di dubbio, il risultato può sempre essere ripetuto.

I test rapidi di accuratezza e sensibilità sono paragonabili ai metodi classici di laboratorio per la diagnosi dell'infezione da HIV.

Fig. 4. In caso di dubbio, il risultato di un test HIV a casa può sempre essere ripetuto.

Lo svantaggio principale dei test a casa

I principali svantaggi dei test HIV domestici sono l'esistenza di un periodo di "finestra", risultati falsi positivi e l'assenza di consulenza pre-test e post-test.

Periodo di "finestra" con HIV

Gli anticorpi nel corpo di una persona infetta non sono sviluppati immediatamente. All'inizio, l'infezione da HIV non si manifesta. Gli anticorpi, la cui presenza è determinata da test a casa, appaiono nel sangue in media da 10 a 12 settimane dal momento dell'infezione (da 2 settimane a 6 mesi). Questo periodo è stato chiamato "finestra", quando i test per gli anticorpi sono ancora negativi, ma i virus si moltiplicano rapidamente e il paziente stesso è pericoloso in termini di infezione delle persone di contatto. Qualsiasi test HIV eseguito durante il periodo "finestra" dovrebbe essere ripetuto dopo un po '.

Il test rapido rapido dell'HIV risulta in risultati negativi in ​​presenza di virus nel sangue del soggetto.

Che cos'è un risultato falso positivo

I risultati falsi positivi sono molto più frequenti (fino al 5%) durante i test a casa che in condizioni di laboratorio. Appaiono durante la "finestra" durante la gravidanza, malattie autoimmuni, allergie, qualsiasi altra malattia infettiva, nel periodo post-vaccinazione, in oncopatologia, sifilide e anche mangiando cibi grassi, piccanti e acidi.

Mancanza di consulenza pre-test

Uno specialista di consulenza pre-test aiuterà a prevenire il comportamento rischioso di una persona quando riceve un risultato positivo del test HIV (tentativo di suicidio) e riceve il supporto necessario.

Un test HIV rapido deve essere ripetuto due volte e, in caso di risultati dubbi o positivi, superare il test in un laboratorio specializzato.

Fig. 5. Per i test urgenti dell'HIV, nella Federazione Russa vengono acquistati solo prodotti di qualità.

Metodi per condurre un test rapido per l'HIV

  • Apri il pacchetto e metti tutti i contenuti sul tavolo.
  • Lavati le mani e asciuga bene il dito, che perforerà.
  • La striscia reattiva viene rimossa solo prima del test e viene posizionata su una superficie strettamente orizzontale.
  • Un dito viene perforato da uno scarificatore.
  • Una goccia di sangue viene portata in un ricevitore speciale.
  • La soluzione tampone viene aggiunta alla zona di test.
  • Il risultato viene registrato dopo 15 minuti.

La condizione principale per condurre un test HIV rapido è di rispettare il periodo del suo utilizzo - dal momento in cui il presunto rischio deve passare almeno 10 - 12 settimane.

Fig. 6. Raccolta del sangue per il test. Scarificatore è perforato sull'anulare. Una goccia di sangue viene introdotta nell'apertura della cartuccia.

Fig. 7. Aggiungi una certa quantità di soluzione tampone alla zona posizionata (in questo caso, il contenitore deve essere tenuto verticalmente). Dopo 15 minuti, registra il risultato.

Punteggi dei test

  • Quando 2 strisce appaiono su un dispositivo speciale, il test è considerato positivo. Ciò significa che gli anticorpi anti-HIV sono comparsi nel sangue della persona esaminata. Nel 90-95% dei soggetti infetti, gli anticorpi compaiono nel siero 3 mesi dopo l'infezione. In una piccola percentuale di pazienti (5-9%), gli anticorpi compaiono nel periodo da 3 a 9 mesi e nello 0,5-1% - nei periodi successivi. Per confermare il risultato del test, il test viene ripetuto. Il risultato finale è lo stesso risultato ottenuto in 2 test da 2 o 2 test da 3.
  • L'aspetto di una singola striscia indica che il risultato dello studio è negativo.
  • Il test non è valido quando appaiono una striscia luminosa e un'altra pallida, oppure non ci sono strisce.

Fig. 8. Una striscia nella zona "C" - risultato negativo (foto a sinistra). Due strisce nella zona "C": un risultato positivo (due foto successive). Nessuna striscia nella zona "C" - il risultato non è valido. È necessario condurre un secondo studio.

I risultati ottenuti durante i test rapidi sono soggetti a ricontrollare in un laboratorio specializzato, in cui tutti i risultati positivi vengono esaminati due volte, dopo di che il siero del sangue del paziente viene esaminato da un test di conferma - un immunofoto.

Test rapido dell'HIV: cosa comprare

I test rapidi dell'HIV sono venduti in farmacia completamente gratuiti. Possono essere ordinati online. Sono semplici da eseguire, hanno un'alta sensibilità e specificità. L'unica differenza è nel prezzo e nel produttore.

Fig. 9. I test sono fatti in Cina. Il kit contiene un set completo richiesto durante la procedura. Rileva gli anticorpi contro l'HIV del primo e del secondo tipo. Prezzo 160 rubli.

Fig. 10. "ImmunoChrom-AntiHIV-1/2-Express". Costa 200 rubli. Ha un'alta sensibilità e specificità rispettivamente del 99,9% e del 99,6%.

Fig. 11. IHA-HIV 1/2-FACTOR - kit per condurre un test dell'HIV a casa. Rileva gli anticorpi nel sangue intero mediante analisi immunocromatografica. Costa 110 rubli.

Fig. 12. Nella foto Retrocheck WB. Produttore - India. La sensibilità e l'affidabilità del test sono elevate e ammontano rispettivamente al 100% e al 99,8%.

Esprimere la saliva per test dell'HIV

Il test rapido di saliva per l'HIV è l'ultimo progresso nel campo della ricerca sul fluido circolante (saliva). La procedura di test consiste in 2 fasi, rapida, indolore e sicura.

Il kit OraQuick Advance include un tester, al termine del quale è presente una spatola per raccogliere il materiale e una miscela tampone. Ci sono risultati dubbi.

La durata del tester è di 2 anni.

Il prezzo del test al momento dell'ordine online è di 650 rubli.

Fig. 13. OraQuick ADVANCE HIV -1/2 - test rapido per HIV 1/2 produzione domestica consente di rilevare gli anticorpi nella saliva (fluido circolatorio) di una persona entro 20 minuti.

Fig. 14. Fase 1: quando si raccoglie la saliva, è necessario tenere la spatola una volta lungo il bordo inferiore e superiore della gengiva.

Fig. 15. Fase 2: rilasciare la spatola nel contenitore con la soluzione e attendere 20 minuti.

Fig. 16. Step 3: leggi il risultato. Due strisce: una nella zona "C", l'altra nella zona "T" - un risultato positivo. Una striscia nella zona "C" - un risultato negativo.

Il risultato ottenuto durante il test rapido della saliva per l'HIV deve essere ricontrollato. Non dimenticare la presenza del periodo di sieroconversione - "periodo finestra". Il periodo dal momento dell'infezione alla comparsa di anticorpi contro l'HIV nel sangue varia da 2 settimane a 6 mesi in persone indebolite e altro. Prova di nuovo a casa.

Quando si ri-riceve un risultato positivo o dubbio, è necessario superare un test HIV in un laboratorio specializzato, in cui vengono ricontrollati tutti i risultati positivi, dopo di che il siero del sangue viene esaminato mediante test di conferma del sistema immunitario.

Quando si utilizza un test HIV rapido a casa (in modo anonimo), qualsiasi risultato positivo ottenuto sarà pre-positivo. In questi casi è necessaria una ricerca aggiuntiva in un laboratorio specializzato.

Puoi donare il sangue per l'HIV libero e in modo anonimo presso il Centro AIDS. Attrezzature moderne e personale qualificato forniscono i risultati più precisi. C'è anche l'opportunità di ricevere una consulenza pre-test e post-test per uno psicologo.