Segni di malattia del fegato

Cibo

Tutti i corpi sono importanti a modo loro, ma ci sono anche quelli senza cui una persona semplicemente non può esistere. Il fegato appartiene agli "elementi" principali del corpo, svolge molte funzioni utili. Dati i forti carichi, questo organo spesso soffre di processi infiammatori di varia gravità. I sintomi della malattia del fegato dipendono dal tipo specifico di malattia e dal suo stadio. Oggi vengono spesso diagnosticate cirrosi, epatiti, lesioni tossiche e formazione di calcoli. I segni di tali malattie sono diversi. Se il fegato fa male, quali sintomi ha la persona?

Quali sono i sintomi della malattia del fegato?

Ci sono sintomi comuni di malattia del fegato:

  • sensazioni dolorose e dolorose sotto le costole, che sono aggravate dallo sforzo fisico, mangiando cibi fritti, piccanti, grassi;
  • nausea, vomito;
  • significativa perdita di appetito;
  • bruciore di stomaco grave, eruttazione frequente;
  • condizioni lente, debolezza, prestazioni ridotte.

I primi segni di un fegato malato

I segni di un fegato malato in una donna e un uomo hanno alcune caratteristiche distintive. In generale, la malattia in entrambi i sessi è la stessa. La sintomatologia è suddivisa in manifestazioni interne ed esterne di infiammazione epatica. Segni interni:

  • dolore acuto sul lato destro sotto le costole;
  • malfunzionamenti nella digestione;
  • un aumento della cavità addominale;
  • nausea;
  • perdita di capelli;
  • urina scura;
  • la comparsa di una sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio, che è preceduta dall'assorbimento di cibi fritti e piccanti con un alto contenuto di calorie.

I sintomi esterni di un fegato malato, che possono essere visti nella foto, appaiono sulla pelle:

  • ittero: le membrane mucose e la copertura della pelle acquisiscono una sfumatura giallognola malsana, che è visibile a occhio nudo;
  • eruzione cutanea, prurito;
  • psoriasi, eczema: macchie, con una superficie ruvida, che si verificano principalmente sulla testa e sulla parte superiore del tronco.

Malattie epatiche e loro sintomi

I disturbi epatici sono una grande lista di malattie che differiscono per cause e segni. In questo articolo, verranno considerate le lesioni di un organo importante, che si verificano più spesso di altri disturbi. Parliamo dei sintomi della malattia del fegato con epatite, cirrosi, disturbi tossici, formazione di calcoli. Se compaiono segni che indicano problemi epatici, dovresti consultare immediatamente un medico.

Cirrosi epatica in uomini e donne

La cirrosi epatica si riferisce a lesioni estese, a causa delle quali l'atrofia dei tessuti sani si trasforma gradualmente in cicatricia. A causa di questa sostituzione, si formano nodi di dimensioni diverse che alterano significativamente la struttura dell'organo "filtrante". Gli uomini si ammalano molto più spesso delle donne. Quali sono i sintomi della cirrosi epatica: questa domanda interessa molti. Questi includono:

  • i primi segni di cirrosi epatica sono l'ingiallimento della pelle, delle mucose e una rapida perdita di peso sullo sfondo di una diminuzione dell'appetito;
  • grave debolezza, affaticamento, sonnolenza;
  • l'aspetto sulla pelle delle "stelle" dei vasi, che diventano pallidi quando vengono pressati;
  • prurito, peggio di notte;
  • colore giallo scuro di urina;
  • frequenti lividi sulla pelle;
  • come fa male il fegato in caso di cirrosi: forti dolori si avvertono sotto le costole sul lato destro del corpo;
  • i sintomi della malattia del fegato nelle donne sono integrati dalla disfunzione del ciclo mestruale, negli uomini - impotenza.

Danno tossico

Il complesso di malattie associate agli effetti dannosi di vari fattori è un danno tossico al fegato. Le sostanze che causano l'avvelenamento possono essere farmaci, prodotti chimici domestici, prodotti (ad esempio funghi), radiazioni e così via. A causa dell'impatto dei suddetti fattori, si osservano cambiamenti che diventano un catalizzatore per l'interruzione del corretto funzionamento del fegato e possono portare al fallimento. I problemi al fegato di questa natura sono caratterizzati da sintomi combinati in sindromi. Tipi di sindromi di ubriachezza epatica:

  1. Citolisi: insufficienza della permeabilità delle pareti degli epatociti, le cellule epatiche muoiono con esposizione prolungata a sostanze tossiche. sintomi:
  • aumenta l'attività degli enzimi AST, ALT, LDH;
  • cambiando la quantità di vitamina B e ferro nel sangue.
  1. Per la sindrome colestatica è caratterizzata dall'interruzione della ricezione della giusta quantità di bile nel sistema intestinale. sintomi:
  • il fegato è ingrandito;
  • irritazione della pelle, prurito;
  • scurisce l'urina, le masse fecali sono chiarite;
  • pelle gialla, occhi mucosi, saliva;
  • benessere generale aggravato.
  1. I sintomi della sindrome dispeptica:
  • dolore all'addome, sotto le costole, vicino al pancreas, gonfiore;
  • nausea, vomito;
  • diminuzione dell'appetito;
  • aumento del volume epatico.
  1. La specificità dell'insufficienza epatocellulare è la seguente:
  • l'apparizione di "stelle" sulla pelle;
  • arrossamento del viso, delle palme o dei piedi;
  • ittero;
  • l'espansione delle ghiandole salivari;
  • negli uomini, vi è un aumento del tessuto adiposo, atrofia testicolare, alterata funzione erettile e un aumento delle ghiandole mammarie;
  • punti bianchi sulle unghie;
  • ecchimosi;
  • curvatura dei tendini sulle mani.
  1. L'epatopia è una fase grave dell'insufficienza epatica, che colpisce il funzionamento del sistema nervoso centrale e del cervello. L'epatea può manifestarsi come:
  • una varietà di disturbi mentali;
  • un odore particolare e sgradevole dalla bocca;
  • coma.

pietre

L'aspetto delle pietre è considerato una conseguenza dei calcoli biliari. Segni di questo tipo di disturbi non si manifestano per un lungo periodo, fino a 2-3 anni. I sintomi della malattia del fegato causati dalla formazione di calcoli includono quanto segue:

  • colica epatica, che si verifica spesso quando si spostano pietre lungo il percorso dei capillari della cistifellea o infiammazione dei dotti;
  • sensazione di secchezza in bocca;
  • nausea;
  • feci disturbate (stitichezza);
  • urina scura, fecale diventa leggera, odore acre;
  • una patina giallastra appare sulla lingua;
  • irrequietezza, dolore nella regione del cuore, possono verificarsi periodicamente convulsioni.

epatite

Epatite di diversi tipi - disturbi che colpiscono principalmente il fegato umano, portando a infiammazione nel corpo. Ci sono tre gruppi di epatite:

  • malattie virali: A, B, C, D, E, F;
  • epatite tossica;
  • autoimmunità.

Tutti i segni comuni di danno epatico da qualsiasi tipo di epatite sono classificati nelle manifestazioni precoci e tardive della malattia. Opzionale, primi sintomi di epatite:

  • aumento della temperatura;
  • dolore sotto le costole a destra;
  • la comparsa di eruzioni cutanee sulla pelle;
  • diminuzione dell'appetito;
  • dolore e dolori alle articolazioni, grave debolezza.

Più tardi segni di infiammazione del fegato:

  • ittero;
  • un chiaro oscuramento delle urine;
  • alleggerimento, a volte una completa decolorazione delle feci;
  • nausea, vomito;
  • prurito.

Che tipo di medico contattare se il fegato fa male

Se si osservano i sintomi di cui sopra associati a malattie del fegato, quindi è necessario sottoporsi a un esame obbligatorio da parte di specialisti. Dobbiamo cercare aiuto da un terapeuta, parlare con un gastroenterologo e un chirurgo. Vale anche la pena di visitare il principale specialista in malattie epatiche - un epatologo. Il terapeuta conduce un esame generale e, se necessario, scrive le istruzioni per i test e altri medici.

Il gastroenterologo si occupa delle malattie dell'apparato digerente, del lavoro dell'apparato digerente. Egli prescrive misure terapeutiche nel rilevare cirrosi e ascessi nel fegato, epatite B e C. L'epatologo ha una specializzazione ristretta, è responsabile del lavoro del fegato e del periodo di riabilitazione dopo il trapianto di organi. A volte il terapeuta consiglia una visita a un oncologo, che può determinare il cancro del fegato, la cirrosi dello stadio avanzato.

Come parte del complesso trattamento delle malattie del fegato, si può usare l'epatoprotettore Esslial Forte. Un complesso di fosfolipidi, che per la loro struttura e proprietà sono identici ai fosfolipidi del tessuto epatico, scende alla sua composizione e il contenuto di acidi grassi essenziali li supera addirittura. I fosfolipidi epatoprotettivi sono incorporati nelle aree danneggiate delle guaine del fegato, ripristinando in tal modo la loro integrità e funzionalità. La preparazione è ipoallergenica grazie a componenti esclusivamente naturali e all'assenza di coloranti e additivi sintetici.

Video sulla cirrosi alcolica

Il processo infiammatorio, spesso causato dal consumo eccessivo di bevande alcoliche, richiede un trattamento obbligatorio. Esecuzione di forma di cirrosi può portare a gravi conseguenze e persino alla morte. Dopo aver visto il video, puoi conoscere i sintomi completi, le cause principali della malattia, la diagnosi di cirrosi e come trattarla.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Malattia epatica - trattamento e sintomi

Il fegato è un organo unico, poiché svolge simultaneamente molte funzioni vitali: produce proteine ​​necessarie per la struttura dei tessuti, scinde carboidrati e grassi e filtra il sangue. Con i sintomi della malattia del fegato, le sue funzioni sono disturbate, il corpo ha molti problemi: intossicazione, normale coagulazione del sangue. Le conseguenze sono gonfiore del cervello, insufficienza epatica, rottura del fegato e così via. Ecco perché le malattie del fegato richiedono un trattamento urgente sotto la supervisione di un medico.

Trattamento di malattie del fegato

Un sintomo di un mal di testa tipo emicrania è solitamente chiamato cronico. Come l'emicrania, è strettamente associato al sovraccarico di lavoro e al sovraccarico di fegato, ma inizia più lentamente o lentamente. Antidolorifici e in questo caso quasi non aiutano.

Il ruolo della malattia del fegato nello sviluppo di sintomi di mal di testa

Il fegato ha molte funzioni che sono essenziali per il mantenimento della salute. In primo luogo, è l'organo di disintossicazione, che è in grado di neutralizzare quasi tutte le sostanze tossiche. Un fegato sano distrugge le istamine, sospende l'azione degli ormoni quando il corpo non ne ha più bisogno e neutralizza farmaci, sostanze chimiche, veleni e tossine in caso di avvelenamento. Il fegato è anche un serbatoio per il sangue, una riserva di vitamine, minerali, carboidrati e glicogeno, che è necessario per regolare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, il fegato produce enzimi, colesterolo, proteine, sostanze che sono responsabili della coagulazione del sangue e della bile. La bile è essenziale per la normale digestione dei grassi. È un emulsionante che agisce da detergente. Un fegato malato produce solo la metà della quantità richiesta di bile.

Studi condotti scientifici hanno dimostrato che il cibo tradizionale americano provoca danni significativi al fegato. Sappiamo quanto siano pericolose le tossine per questo corpo e oggigiorno non ci sono quasi prodotti senza pesticidi, conservanti, nitrati, impurità di metalli pesanti dall'uso di fertilizzanti chimici e acqua inquinata, quindi forse qualcuno di noi ha una qualche malattia al fegato..

Trattamento di cefalea per malattie del fegato

I sintomi di mal di testa associati a danni moderati nella malattia del fegato possono essere identificati dai seguenti sintomi: bassi livelli di attività fisica, problemi digestivi, stitichezza, allergie, aumento di peso e cambiamenti ormonali. Grave interruzione del fegato nel trattamento della malattia del fegato ci rende più vulnerabili all'infiammazione di questo organo o all'epatite, che può essere causata da infezioni virali o batteriche, così come dall'azione di sostanze chimiche tossiche, droghe e pesticidi. L'accumulo di tossine nel fegato porta al fatto che questo organo non può più far fronte alla loro rimozione dal sangue, e questo può persino causare disturbi mentali. Mal di testa, artrite, allergie, anemia, diabete, ipertensione, obesità, alcolismo e sterilità - tutte queste malattie sono una reazione del corpo all'incapacità del fegato di neutralizzare l'infezione.

Farmaci per il trattamento del mal di testa con malattie del fegato

Devo dire che nel trattamento delle emicranie e mal di testa simili per le malattie del fegato è assolutamente necessario monitorare il lavoro del fegato. La maggior parte dei medici non presta abbastanza attenzione al fegato, perché è sempre possibile offrire un rimedio nuovo e migliorato, utilizzare uno spray nel naso per un trattamento o ingoiare ciò che viene solitamente prescritto in caso di emicrania. Sfortunatamente, tali farmaci per il trattamento, come le tossine, entrano anche nel fegato. La nutrizione razionale e l'uso di preparati a base di erbe specifici per disintossicare il fegato e l'intestino sono la prima linea di difesa. Ricorda che i farmaci non controllati, soprattutto quelli regolari da banco, sono molto pericolosi e causano il ritorno di un mal di testa. Tale dolore è un segno che il corpo - e soprattutto il fegato - non è più in grado di neutralizzare le tossine e, di conseguenza, si sono accumulate a un livello pericoloso e devono essere curate per una malattia del fegato. Recentemente, la società farmaceutica Bristol-Myers Squibb ha rilasciato un nuovo antidolorifico chiamato Exedrine Emicrania per il trattamento. Questo farmaco è inteso per il trattamento dell'emicrania, ma se studi attentamente l'etichetta, vedrai che la sua composizione è identica all'Extrina da Forza Extra, esattamente la stessa medicina, ma con un nome diverso per il trattamento.

Quando i produttori hanno presentato Ecsedrin in una conferenza stampa, i medici hanno annunciato: "Ecco, prendi questo per le emicranie" per il trattamento. Questa "pubblicità miracolosa" ha mostrato che Bristol-Myers Squibb e i medici credono ovviamente che l'emicrania può essere curata allo stesso modo di un semplice mal di testa, ma chiunque soffra di emicrania sa che questo è lontano da non così Non esiste alcun ingrediente magico, pillola o farmaco che possa alleviare il dolore delle emicranie.

Il pericolo di tali affermazioni pubblicitarie è che le persone che soffrono di emicrania possono prendere una dose extra per il trattamento se il dolore non diminuisce, e di conseguenza vi è una connessione viziosa tra dolore e pillole, che a volte porta anche ad avvelenamento e sintomi di malattia epatica. Finché non è stata identificata la causa principale dell'emicrania, qualsiasi trattamento con farmaci senza prescrizione determinerà i sintomi del problema all'interno del corpo. Molti dei miei pazienti hanno ammesso durante la loro prima visita a me di aver preso pillole per il dolore per dieci o anche più anni per il trattamento. Se tali droghe presumibilmente alleviano o riducono il dolore, perché torna indietro tutto il tempo?

Prevenire mal di testa per malattie del fegato

Abbiamo identificato le cause principali per l'insorgenza dei sintomi di emicrania e dolore concentrato. Dai un'occhiata più da vicino alla tua dieta, stile di vita, quantità di stress emotivo e fisico. A volte evitare un particolare prodotto o bevanda a cui si è allergici può essere una misura efficace per trattare i sintomi dell'emicrania persistente.

Sebbene molti dei tipi di mal di testa indicati abbiano la stessa o una causa principale, le loro differenze sono abbastanza significative da essere trattate separatamente. Ma ognuna di queste varietà può essere sconfitta con tecniche naturali ed efficaci (ad eccezione del mal di testa causato da tumori o infezioni che non possono essere curate senza antibiotici).

E soprattutto imparerai semplici metodi di digitopressione e auto-massaggio per il trattamento, che sono molto efficaci nell'alleviare il mal di testa.

Trattamento popolare delle malattie del fegato

Tutti i farmaci esistenti per il trattamento possono causare intossicazione epatica, cioè distruggere le cellule del fegato. Pertanto, i medici che si preoccupano veramente della preservazione della resistenza del corpo, di regola, prescrivono l'uso di prodotti a base di erbe e di erbe medicinali ai loro pazienti per sostenere il fegato durante il trattamento delle malattie. Tra i cibi e le erbe raccomandati per il trattamento delle malattie del fegato troviamo carciofo, foglie di boldo, cardo mariano, dymyanku, rosmarino, alburno di tiglio (giovane strato di legno), salice bianco, ravanello, dente di leone. Queste piante sono utili per qualsiasi malattia e qualsiasi corso di trattamento. Pensaci, soprattutto perché dopo una malattia del fegato (anche nel caso di un recupero completo), la stanchezza potrebbe non durare a lungo.

Dieta per malattie del fegato

Qualsiasi malattia associata al fegato contribuisce alla fatica e le persone con epatite ne sono consapevoli in prima persona. Il recupero dai sintomi dell'avvelenamento da cibo può essere ritardato per molti mesi. Dopo le vacanze, spesso ci sentiamo stanchi, che, per molti aspetti, arrivano perché il nostro povero fegato geme sotto il peso di cioccolato, alcol e dolci. In questo caso, dobbiamo adottare misure radicali, vale a dire, fare una dieta per il trattamento.

Quali prodotti sono controindicati durante il trattamento delle malattie del fegato? Zucchero, grasso, alcool. Questi prodotti sono nemici giurati del fegato.

Quali alimenti dovrebbero essere usati nel trattamento delle malattie del fegato? Quando si trattano i sintomi della malattia del fegato, si dovrebbe dare la preferenza a carciofi, denti di leone, carote, lattuga (se necessario, può essere bollita), crescione, pomodori, olive, mele, agrumi (arance, pompelmi, mandarini) e uva. Per alleviare il disturbo, puoi bere un cucchiaino di olio d'oliva al mattino, a stomaco vuoto, anche se ora ti sembra disgustoso, prendi una fetta di limone. In tal modo si eliminerà il sapore sgradevole in bocca.

Quanto è importante usare il liquido nel trattamento delle malattie del fegato? Con i sintomi della malattia del fegato è necessario bere e bere il più possibile (bere acqua e tinture).

Quando ti senti meglio, pensa alla tua dieta e scegli l'opzione più adatta al fegato. E vai al prossimo oggetto.

I sintomi della malattia del fegato

Reclami per malattie del fegato

  • Reclami di dolore nell'ipocondrio destro - il sintomo principale della malattia del fegato.
  • Reclami di dispepsia epatica: perdita di appetito; sensazione di pienezza, pienezza e pesantezza nell'ipocondrio destro; cattivo gusto, spesso amaro in bocca, eruttazione, nausea, vomito, gonfiore e brontolio nello stomaco, stitichezza o diarrea nelle malattie del fegato.
  • I reclami di prurito della pelle possono anche essere sintomi di una malattia del fegato che richiede un trattamento.
  • Anche i sintomi di ittero, escrezione urinaria del colore della birra e scolorimento delle feci possono essere un sintomo.
  • Abbondante vomito sanguinante.
  • Reclami di distensione addominale - non un sintomo obbligatorio di malattia del fegato.

Sintomi clinici della malattia del fegato

L'infiammazione della colecisti è la prima causa di sintomi di malattia del fegato. Un chiaro sintomo di questa malattia è il colore della pelle gialla (ittero). Ci sono dolori dopo aver preso cibi fritti o piccanti. Con sintomi di epatopatia, epatite, epatite, parenchima epatico, cellule epatiche che bloccano la secrezione di bilirubina, è necessario un trattamento urgente. La bile inizia a entrare nel flusso sanguigno attraverso la linfa. Può anche indicare che ci sono pietre nel fegato, quindi il dolore nel fegato può essere parossistico e grave. La tomografia computerizzata deve essere eseguita per determinare un ulteriore trattamento della malattia del fegato. Il trattamento della pietra con malattia del fegato dipende da che dimensioni e tipo di esso. Alcune pietre possono essere curate con una dieta speciale prescritta da un medico. O dovrai rimuovere la pietra con l'aiuto delle operazioni.

Con sintomi di malattia del fegato - lo sgabello acquisisce un colore argilloso. Se la bile entra nell'intestino, la peristalsi aumenta. Se la bile smette di entrare nell'intestino, la stitichezza e la colite iniziano, e compare un putrido odore di feci, è un sintomo che il trattamento di una malattia del fegato è necessario.

La bile inizia a circolare nel sangue. Avvelenamento si verifica Un paziente con malattia epatica avverte i sintomi: debolezza, forte mal di testa, grave prurito. Quando urina, appare una schiuma gialla e l'urina diventa marrone scuro.

I sintomi di cirrosi epatica in via di sviluppo è l'idropisia addominale. Tessuto epatico atrofico. Il connettivo cresce e si condensa.

Il dolore al fegato con malattia del fegato può ancora essere causato dalla formazione di un tumore o di una cisti. Allora dovresti assolutamente andare a fare un'ecografia, che puoi fare da solo senza consultare un medico. L'allenamento speciale prima degli ultrasuoni non lo è, ma è meglio farlo a stomaco vuoto.

Come identificare la malattia del fegato con i sintomi?

  • Nell'ipocondrio destro sentiva dolore e pesantezza. Il dolore alla palpazione si verifica
  • C'è una forte intossicazione del corpo. Il paziente diventa irritabile o, al contrario, permaloso e rapidamente stanco. Il sonno è disturbato, l'aumento della pressione sanguigna, vertigini, tachicardia, aritmia e disturbi urinari iniziano - il sistema riproduttivo.
  • Inizia una grave emorragia, la formazione di protrombina e fibrinogeno è disturbata.
  • Inoltre, la malattia epatica è accompagnata da nausea, vomito, stitichezza, diarrea, vertigini, febbre e perdita di appetito.

Il fegato è un organo non appaiato e completamente unico. Fino ad ora, le sue funzioni non possono essere riprodotte artificialmente per un lungo periodo. Ma le cellule del fegato dopo la determinazione della malattia epatica e del trattamento, possono rapidamente recuperare. Queste e molte altre funzioni vitali sono eseguite dalle cellule del fegato - epatociti. All'80%, il fegato è costituito da cellule che non sono più in alcun organo.

I sintomi molto brillanti della malattia del fegato comprendono febbre, debolezza, intossicazione generale del corpo, presenza abbastanza frequente di raffreddori e malattie virali, sensazione di bruciore spiacevole nello stomaco, causata da una disfunzione epatica.

Determinazione dei sintomi della malattia epatica durante l'esame

Con alcuni sintomi di malattia epatica cronica, il paziente sembra infantile se la malattia si è sviluppata durante l'infanzia o l'adolescenza. Molto importante quando si guarda la pelle e le mucose è il cambiamento nel colore della pelle. È necessario prestare attenzione alla presenza di sintomi di ittero, che possono essere di diversa gravità. Se i sintomi di ittero sono piccoli (subterterici), il paziente deve essere esaminato durante la luce del giorno o, in casi estremi, con una lampada fluorescente. Prima di tutto, l'ittero appare sulla sclera degli occhi, la superficie inferiore della lingua e il palato molle ingialliscono, quindi i palmi delle mani e le piante dei piedi iniziano a ingiallire e, infine, l'intera pelle.

L'ispezione della sclera aiuta a distinguere l'ittero vero (causato da un aumento della bilirubina ematica) dai sintomi dell'ittero causati dall'acryne, dal carotene (ad esempio le carote), dall'uso di grandi quantità di agrumi, lavorando con il trinitrotoluene. L'ingestione di sostanze contenute in esse può anche causare un leggero giallo della pelle, ma la sclera non macchia mai.

Determinazione delle malattie del fegato per colore della pelle

La pelle gialla può avere sfumature diverse per i sintomi della malattia del fegato che richiedono un trattamento. Si osserva una sfumatura giallo-arancione dell'ittero con l'accumulo di bilirubina diretta nella pelle e si osserva di solito con una malattia epatica precoce. Il colore della pelle giallo limone è un sintomo caratteristico dell'ittero emolitico (quando i globuli rossi si degradano, la bilirubina indiretta si accumula). La pelle è di colore verde-giallo quando la biliverdina si accumula (uno dei prodotti dell'ossidazione della bilirubina), è un sintomo caratteristico per l'ittero ostruttivo (se c'è difficoltà nel flusso della bile). Se l'ittero meccanico dura un tempo molto lungo, la pelle diventa di bronzo nerastro. e ha bisogno di cure per questa malattia del fegato.

Con sintomi di malattia epatica cronica, la pelle può essere pallida o avere un tono sporco. Ci possono essere cambiamenti di colore limitati nella pelle. Ad esempio, una bottiglia d'acqua calda nella zona dell'ipocondrio destro può causare un sintomo di pigmentazione, la causa della comparsa dei sintomi è il prolungamento del dolore causato da malattie croniche della cistifellea. Quando si esamina la pelle del paziente, è possibile vedere i sintomi di graffi sulla pelle, che appaiono come conseguenza di un forte prurito causato dai prodotti di decomposizione della bilirubina. Spesso i graffi diventano infetti e suppurati. Con sintomi di tale ittero, si può osservare una diatesi emorragica sotto forma di rash petecchiale (sangue petecchiale) ed emorragie nella pelle.

All'esame esterno, è possibile notare una serie di sintomi associati alla violazione di varie funzioni del fegato e sono di grande importanza nella diagnosi. Quindi, quando si verifica una violazione del metabolismo del colesterolo, la deposizione intradermica di colesterolo può essere osservata sotto forma di placche gialle che di solito compaiono sulle palpebre (chiamate xantelasma), meno spesso su mani, gomiti, ginocchia e piedi. Questo gruppo di sintomi non è strettamente specifico, come può essere osservato in altre malattie che sono accompagnate da una violazione del metabolismo del colesterolo (nell'aterosclerosi, diabete, ecc.).

Diagnosi di malattia del fegato

Come viene diagnosticata la malattia del fegato?

Dovresti sapere che nell'esame generale è assolutamente impossibile determinare la diagnosi esatta dei sintomi della malattia del fegato. Devi essere prescritto un esame del sangue generale e biochimico, nonché un'ecografia, per determinare il trattamento delle malattie del fegato. Utilizzando un esame del sangue, viene determinato il livello di transaminasi, fosfatasi, la presenza di un'infezione virale di diversa origine e marcatori tumorali.

Se un esame del sangue mostra la presenza di epatite (A, B, C, D), allora il medico successivo da consultare è un epatologo. Egli prescriverà un trattamento per la tua malattia del fegato, a seconda dell'epatite trovata nel fegato. Gli ultrasuoni, a loro volta, mostreranno se ci sono sintomi di formazioni estranee, inoltre, l'ecografia aiuterà a determinare i dotti della cistifellea. Nel caso in cui vengano rilevati cambiamenti funzionali nel fegato durante l'epatopatia o nei condotti o nei calcoli biliari, l'epatologo deve necessariamente prescrivere un computer o una risonanza magnetica per determinare il trattamento delle malattie del fegato. Se necessario, una puntura sarà presa da te usando uno speciale ago sottile. Inoltre, il materiale preso sarà esaminato per l'oncologia e le infezioni virali.

Quali sono i sintomi e i segni della malattia del fegato e i principali metodi di trattamento?

Secondo le statistiche, la malattia epatica in Russia è al terzo posto dopo patologie neurologiche e cardiovascolari. Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, che svolge le funzioni vitali più importanti. Questo organo funziona come un potente laboratorio biochimico che produce la bile (necessario per la normale digestione e la scomposizione dei grassi), deposita depositi di glicogeno, neutralizza i veleni e le tossine dal cibo. Il fegato prende parte a tutti i processi metabolici, al metabolismo delle vitamine, agli ormoni e al rafforzamento delle funzioni del sistema immunitario. Pertanto, è così importante mantenere la salute di questo organo, conoscere i principali segni di malattie del fegato e le loro cause.

Malattia del fegato - le cause principali

I tessuti epatici mostrano un'elevata resistenza agli effetti esterni avversi e hanno un elevato potenziale di rigenerazione. Questo è l'unico organo umano in grado di recuperare da solo. Ci sono casi in cui una persona è sopravvissuta e ha continuato a condurre una vita normale con una perdita del 70% del fegato. Tuttavia, sotto l'influenza di fattori nocivi, il potenziale del fegato è ridotto, il che porta all'emergere di varie patologie. Elenchiamo le cause principali che innescano il meccanismo della malattia:

  1. Intossicazione del corpo. L'assunzione sistemica di tossine e sostanze tossiche porta a danni al fegato. Ciò contribuisce al lavoro a lungo termine nelle industrie pericolose associate ai sali di metalli pesanti, piombo, mercurio, acidi e altri composti chimici. A volte per violazione delle funzioni del fegato è sufficiente l'esposizione a una sola fase di sostanze nocive in alte concentrazioni. Con effetti tossici, i segni di danno si sviluppano gradualmente, ma la malattia progredisce nel tempo e finisce con la necrosi cellulare, che porta alla comparsa di insufficienza renale.
  2. Ricevimento di medicine I farmaci lunghi e disordinati impoveriscono le cellule del fegato, che sono costrette a neutralizzare le sostanze tossiche contenute nei preparati. Antibiotici, farmaci antifungini, ormoni e farmaci usati nella chemioterapia hanno il più alto grado di epatotossicità.
  3. Infezioni virali. L'infezione da virus dell'epatite di diversi tipi (A, C, B) provoca processi infiammatori acuti o cronici nei tessuti del fegato e distrugge gradualmente l'organo, causando cirrosi. L'epatite di tipo B è considerata la più pericolosa e raramente si manifesta con sintomi gravi e diventa rapidamente cronica. I medici non hanno motivo di chiamarlo "un gentile assassino". La prognosi più favorevole accompagna l'epatite A (popolarmente chiamata "ittero"), che non ha uno stadio cronico e non provoca gravi danni al fegato.
  4. Malattie infettive e parassitarie. Quando viene infettato da parassiti (ascaris, echinococcus, Giardia), il fegato soffre di tossine rilasciate da loro nel corso dell'attività vitale. Se non trattati, i sintomi della lesione aumentano e sviluppano una malattia epatica cronica. Nei processi infettivi si verificano ascessi epatici, si formano formazioni cistiche, si sviluppano insufficienza epatica e altre patologie.
  1. Abuso di alcol L'uso sistematico ed eccessivo di alcool porta alla distruzione del tessuto epatico e della cirrosi alcolica, che è fatale.
  2. Errori nell'alimentazione. La passione per piatti grassi, fritti, speziati e speziati, spezie, carni affumicate e altri prodotti nocivi provoca una violazione del deflusso della bile. Di conseguenza, la stagnazione favorisce la formazione di calcoli nei dotti del fegato.
  3. Povera ereditarietà, le malformazioni sono alla base delle patologie dei dotti e dei vasi epatici. Anomalie nella struttura del corpo causano ipoplasia epatica, fermentopatia e altre anomalie.
  4. Lesioni all'addome e agli organi interni. In tali situazioni, i problemi epatici possono verificarsi non solo nei primi giorni dopo il fattore traumatico. Anche dopo alcuni anni, gli effetti del trauma possono ricordare la formazione di cisti o il gonfiore nel parenchima epatico.
  5. L'impatto delle radiazioni o radiazioni ionizzanti. Tale esposizione può causare il cancro delle cellule del fegato.
  6. I fattori che influenzano lo stato del fegato sono molti, ma la maggior parte di essi sono legati allo stile di vita che conduce una persona. E questo significa che eliminando l'influenza dannosa, una persona può proteggersi da molte malattie gravi.

Le malattie più comuni

Lo stato dei dotti biliari e della cistifellea, con cui questo organo interagisce, si riflette necessariamente nel lavoro del fegato. Pertanto, in medicina è consuetudine suddividere le patologie epatiche in primarie e secondarie.

Le lesioni primarie del fegato comprendono le malattie acute che si verificano nei tessuti, vasi del fegato e delle vie biliari:

  • epatite (virale, batterica, tossica, ischemica);
  • attacco al fegato;
  • trombosi venosa epatica;
  • cirrosi epatica;
  • pileflebity;
  • pylethrombosis;
  • malattie del fegato e della colecisti (colangite, colangioepatite).

Le seguenti condizioni sono riferite a malattie epatiche secondarie:

  • processi tumorali (benigni e maligni);
  • malattie concomitanti del sistema endocrino, nervoso o vascolare che causano cambiamenti nel fegato;
  • epatosi grassa, glicogenosi, emocromatosi;
  • patologie associate della colecisti e delle vie biliari (discinesia, colecistite, colelitiasi);
  • Infezioni parassitarie (ascariasis, echinococcosi, giardiasi, trichinosi, ofchirchiasi).

Questa classificazione delle malattie del fegato non è definitiva, nella scienza ci sono altre opinioni nell'approccio a questo problema. Inoltre, la classificazione delle malattie con lo sviluppo delle possibilità della medicina è in continua evoluzione e in corso di revisione.

I sintomi della malattia del fegato

Le malattie del fegato possono a lungo non riuscire ad affermarsi, poiché questo è uno degli organi più "silenziosi", in cui non ci sono terminazioni nervose responsabili dell'insorgere del dolore. I dolori gravi di solito compaiono già in gravi danni al fegato, quando crescono di dimensioni e iniziano a esercitare pressione sulla membrana fibrosa (capsula del glisson), in cui i punti del dolore sono concentrati. I sintomi caratteristici della malattia epatica sono i seguenti:

  • malessere generale, debolezza;
  • sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
  • pelle gialla e sclera;
  • decolorazione delle urine;
  • disordini di feci, cambiamento in coerenza e colore di feci;
  • gonfiore;
  • sudorazione eccessiva;
  • fragilità dei vasi sanguigni, comparsa di ematomi;
  • tendenza al sanguinamento;
  • sapore amaro in bocca al mattino, alito cattivo, placca sulla lingua;
  • un aumento del volume dell'addome, la comparsa di un pattern venoso su di esso;
  • eruzioni cutanee, prurito, sensazione di bruciore;
  • drammatica perdita di peso;
  • mal di testa, problemi di memoria, menomazioni mentali;
  • disturbi dei sistemi nervoso e ormonale;
  • un aumento delle dimensioni del fegato.

La maggior parte dei sintomi di cui sopra si verifica già nelle fasi successive della malattia, quando la malattia diventa cronica. Un segno caratteristico che indica un danno al fegato può essere intorpidimento dei muscoli, sensazione di freddo alle dita delle mani e dei piedi, un cambiamento nella forma delle unghie e la comparsa di macchie rosse simmetriche sui palmi. L'ittero si sviluppa più spesso sullo sfondo di epatite virale o tossica acuta. Con la cirrosi, il caratteristico colore itterico della pelle, della sclera e delle mucose si verifica già nelle fasi successive.

Con danni al fegato, i pazienti spesso lamentano una sensazione di bruciore, prurito della pelle o vampate di calore, accompagnato da abbondante sudore. Tali sensazioni di solito si verificano durante la notte e non consentono al paziente di addormentarsi. Il dolore severo nell'ipocondrio destro di solito si verifica con lesioni concomitanti della colecisti e dei dotti biliari, o si verificano in stadio avanzato di epatite e cirrosi.

Il decorso dell'epatite o della cirrosi può essere accompagnato da un leggero aumento della temperatura corporea. Se aumenta in modo significativo (oltre 39 ° C), ciò può indicare lo sviluppo di un processo purulento nei dotti biliari e nella cistifellea.

Da parte del sistema nervoso centrale, si verificano disturbi come stanchezza, sonnolenza, debolezza, apatia, perdita di memoria e concentrazione e disturbi del sonno. Il fatto è che le cellule nervose sono molto sensibili a una diminuzione della funzione neutralizzante del fegato. Le tossine e i prodotti metabolici non sono completamente eliminati e influenzano negativamente lo stato del sistema nervoso, causando sintomi di nevrastenia, letargia o irritabilità e sensibilità. I pazienti si lamentano di mal di testa, vertigini, insonnia, disturbi della sfera sessuale.

Pelle con malattie del fegato

Con danni al fegato si verificano cambiamenti caratteristici sulla pelle. Perde la sua elasticità, diventa pallido, asciutto e traballante. Ci sono gonfiore pronunciato nel viso e nelle estremità, una tendenza a manifestazioni allergiche (dermatiti, eczemi). Ci sono vari tipi di eruzioni cutanee sulla pelle sotto forma di elementi pustolosi, rash allergico o emorragico (porpora epatica).

Le malattie del fegato nelle donne sono accompagnate dall'apparizione di caratteristiche vene varicose sulla pelle e smagliature (smagliature sotto forma di sottili strisce bluastre nell'addome). Anche con poco effetto sulla pelle, possono apparire ematomi (contusioni) che non vanno via per molto tempo. La ragione di tali cambiamenti è lo squilibrio ormonale nel corpo femminile, in cui il fegato malato non può neutralizzare completamente gli ormoni steroidei.

Un'altra caratteristica caratteristica è il giallo della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi. Inoltre, dovresti prestare attenzione ai punti caratteristici delle malattie del fegato:

  • la comparsa di macchie brunastre e rughe profonde sulla fronte tra le sopracciglia;
  • oscuramento della pelle nella zona delle ascelle;
  • occhiaie e gonfiore sotto gli occhi;
  • macchie marroni sulla pelle nella spalla destra e scapola;
  • l'aspetto di un'eruzione con le teste nere sugli avambracci e sul dorso della mano;
  • chiari punti simmetrici rossi delle palme (palme del fegato).

Questi segni indicano un decorso cronico di una malattia del fegato. Inoltre, le donne possono sperimentare una diminuzione della crescita dei capelli sotto le braccia e nella zona pubica o, al contrario, un'eccessiva crescita dei capelli, atrofia delle ghiandole mammarie e disturbi mestruali. E per gli uomini - assottigliamento del cuoio capelluto sulla testa, fino a completa calvizie, un disordine della libido.

Il prurito nelle malattie del fegato è un sintomo caratteristico. La causa di questa condizione diventa una violazione della funzione di disintossicazione del fegato. Di conseguenza, le sostanze nocive si accumulano nel corpo, le tossine entrano nel flusso sanguigno e con esso penetrano nella pelle, causando irritazione delle terminazioni nervose e prurito doloroso.

diagnostica

Se ci sono problemi con il fegato, è necessario sottoporsi a un esame completo per chiarire la diagnosi e iniziare il trattamento. Per fare questo, andare da un terapeuta, un epatologo o un gastroenterologo. I test diagnostici per le malattie del fegato si basano su metodi di laboratorio, invasivi e non invasivi.

In laboratorio effettueranno esami del sangue e delle urine (generali e biochimici), condurranno ricerche per identificare l'epatite o le cellule cancerose e, se necessario, eseguiranno test genetici e immunologici.

L'uso della tecnologia informatica è un metodo di ricerca moderno, indolore (non invasivo). Il paziente sarà riferito ad un ecografia degli organi addominali, nei casi dubbi sarà eseguito con risonanza magnetica (RM) o TC (tomografia computerizzata), che fornirà informazioni complete sulla condizione, la dimensione dell'organo, la struttura dei suoi tessuti e l'entità del danno.

Nei casi difficili, vengono utilizzati metodi invasivi - biopsia, laparoscopia o puntura percutanea, che aiutano a fare una diagnosi accurata.

Metodi di trattamento

Il complesso delle misure terapeutiche per le malattie del fegato è l'uso di farmaci, dieta, adattamento dello stile di vita. La terapia farmacologica si basa sull'uso di droghe nei seguenti gruppi:

  1. Preparazioni a base di erbe Per ripristinare la funzione del fegato sono farmaci ampiamente utilizzati a base di cardo mariano. Tali farmaci come Gepabene, Karsil, Silymarin, Silymar contengono estratti di questa pianta e sono utilizzati nel trattamento di epatite, cirrosi, colecistite o danno epatico tossico. Lo stesso gruppo include farmaci LIV-52 (a base di achillea e cicoria), Hofitol (a base di carciofo). Dal gruppo di integratori alimentari, la droga Ovesol è molto popolare.
  2. Fosfolipidi essenziali I rappresentanti di questo gruppo (Essentiale, Essentiale Forte, Essliver, Phosphogliv) aiutano a normalizzare i processi metabolici nelle cellule epatiche e ad accelerarne la rigenerazione e il recupero.
  3. Medicinali di origine animale. I rappresentanti di questo gruppo sono fatti sulla base di idrolizzati di fegato di bovini, hanno proprietà protettive e forniscono la disintossicazione e la pulizia del fegato. I farmaci popolari sono Hepatosan e Syrepar.
  4. Farmaci con aminoacidi. Questi sono medicinali come Heptral e Heptor. Mostrano un potente effetto antiossidante e anti-tossico, proteggono il fegato e accelerano il suo recupero.

Oltre alla terapia conservativa, viene utilizzata la ginnastica terapeutica, che consiste in una serie di esercizi appositamente progettati. Nelle patologie epatiche, hanno un effetto benefico sui processi metabolici, eliminano gli spasmi delle vie biliari, rafforzano i muscoli addominali e migliorano il funzionamento dei sistemi nervoso, digestivo e cardiovascolare. Esegui questi esercizi meglio sotto la guida di un istruttore esperto.

Un buon effetto dà l'uso di metodi di medicina tradizionale, basati sulla ricezione di decotti e tinture di erbe medicinali. Ma prima di iniziare il trattamento, assicurati di consultare il tuo medico, questo ti aiuterà ad evitare complicazioni indesiderate. Per il trattamento del fegato, vengono utilizzati farina di cardo, decotti di radici di tarassaco e carciofi, vengono utilizzate piante con proprietà coleretiche e diuretiche (rosa selvatica, foglie di fragola, erba di San Giovanni, seta di mais, ecc.). Leviron Duo, farmaco naturale di provata efficacia.

Ma di particolare importanza nel trattamento delle patologie epatiche è la dieta. Quale dovrebbe essere la nutrizione per le malattie del fegato, cosa è possibile e cosa non dovrebbe essere incluso nel menu del giorno? Raccomandazioni su questo argomento possono essere ottenute dal medico e dal nutrizionista.

Dieta per malattie del fegato

Con danni al fegato, la dieta è vitale. La dieta scelta correttamente aiuterà a normalizzare i processi di secrezione biliare e digestione, a ridurre il carico sull'organo malato ea ripristinarne le funzioni. La base di una dieta terapeutica dovrebbe essere proteine, carboidrati, vitamine e oligoelementi, l'assunzione di grassi deve essere ridotta al minimo. I seguenti prodotti sono consentiti per le malattie del fegato:

  • minestre a base di latticini, verdure, cereali per muco;
  • prodotti lattiero-caseari fermentati (senza grassi);
  • carne magra (pollame, coniglio, vitello);
  • frutti di mare e pesce (varietà a basso contenuto di grassi);
  • pasta, cereali (grano saraceno, orzo, farina d'avena);
  • omelette proteiche al vapore;
  • insalate di verdure fresche con olio vegetale;
  • verdure, frutta fresca, verdura.

Non è consigliabile utilizzare il pane fresco, è meglio asciugarlo, fare crackers e non mangiare più di 2-3 fette al giorno con il primo piatto. Un altro requisito importante riguarda il metodo di cottura. Gli alimenti fritti devono essere completamente esclusi dalla dieta, si consiglia di cuocere a vapore, cuocere o cuocere al forno. Inoltre, è necessario monitorare la conformità con il regime idrico e bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno. Utile tè verde e alle erbe, composte, bevande alla frutta, acqua minerale (consigliato dal medico).

Cosa è proibito?

Per le malattie del fegato, il divieto si applica ai seguenti prodotti:

  • pasticcini, muffin, pasticcini, pane bianco fresco;
  • ricchi brodi, carne e pesce grassi;
  • dolci, caramelle, cioccolata;
  • prodotti semilavorati, cibo in scatola;
  • carne affumicata, salsicce;
  • alcol;
  • soda dolce;
  • forte caffè nero e tè;
  • salse grasse; grassi animali;
  • spezie e condimenti;
  • fagioli;
  • farina d'avena proveniente da orzo, mais, orzo e miglio;
  • ravanello, ravanello, aglio, rapa, cavolo bianco, acetosa, cipolle, spinaci;
  • uva, pomodoro, succo d'arancia.

Dal menu dovresti escludere le verdure con fibre grossolane, alcune bacche e frutti (agrumi, ribes, mirtilli rossi, lamponi, uva), abbandonare completamente qualsiasi bevanda, anche a bassa gradazione alcolica. Una tale dieta dovrebbe diventare uno stile di vita, dovrebbe essere tenuta costantemente, quindi, in combinazione con il trattamento farmacologico, aiuterà a ripristinare le funzioni del fegato.

Prevenzione delle malattie del fegato

Prevenire le malattie del fegato aiuterà misure come un'alimentazione corretta e adeguata, il rifiuto delle cattive abitudini, l'aderenza al lavoro e al riposo, aumenterà l'attività fisica, lo sport. Cerca di utilizzare solo prodotti freschi e sani, elimina completamente l'alcol dalla tua vita, abbandona l'uso incontrollato dei farmaci.

Per prevenire l'infezione da virus dell'epatite, è necessario eliminare il sesso non protetto e avere un solo partner affidabile e sano. Quando si lavora in industrie pericolose, è assolutamente necessario osservare le precauzioni di sicurezza quando si lavora con sostanze tossiche e usare dispositivi di protezione individuale.

Ricorda che la malattia del fegato è una seria minaccia per la salute. Pertanto, si dovrebbe cercare aiuto medico in modo tempestivo, quando compaiono i primi segnali di avvertimento che indicano una violazione delle funzioni del fegato.

Come determinare la malattia del fegato a casa

Ogni persona può sospettare indipendentemente problemi al fegato senza l'aiuto di specialisti medici.

Per una comprensione generale dello stato del fegato, devi solo prestare maggiore attenzione al tuo benessere e aspetto.

Per il trattamento e la pulizia del fegato, i nostri lettori usano con successo

. Avendo studiato attentamente questo metodo, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

Tutto questo può essere fatto a casa.

Quali segni appaiono prima con la malattia del fegato?

Prima di controllare il fegato dal medico, a casa, prestare attenzione ad alcuni sintomi caratteristici. I disturbi più comuni nella patologia del fegato e dei dotti biliari sono:

sensazione di pesantezza e pienezza, dolore nella parte superiore dell'addome; sapore amaro in bocca, diminuzione dell'appetito, nausea; ittero, scolorimento delle urine e delle feci, prurito della pelle; vomito di sangue, feci nere; sanguinamento nasale, emorragie sulla pelle, emorragie nella mucosa orale; affaticamento, debolezza, insonnia, irritabilità, depressione; un forte aumento o diminuzione del peso corporeo; aumento della temperatura corporea. ai contenuti ↑

Sensazioni di dolore

Il dolore è la più luminosa sensazione soggettiva del paziente. Nell'infiammazione del fegato (epatite), il dolore è localizzato a destra sotto l'arco costale. Stanno doloranti o scoppiano, aumentano dopo l'errore nella dieta e diminuiscono dal calore.

Quando vengono pronunciate le pietre nella sindrome del dolore alla cistifellea. Nell'ipocondrio si contrae parossisticamente. Inizia dopo una violazione della dieta, spesso di sera o di notte. La loro durata varia da alcuni minuti a una settimana. Spesso c'è un'irradiazione del dolore nelle costole e nella parte posteriore a destra, nella regione sopraclaveare destra e nella scapola, meno spesso nella regione del cuore. Spesso il compagno del dolore è il vomito, dopo di che non vi è alcuna sensazione di sollievo.

Calcoli biliari

Con colecistite e infiammazione del dotto biliare il dolore è meno intenso rispetto al caso precedente, noioso, dolorante. ai contenuti ↑

Sanguinamento e febbre

Emorragie ed emorragie sotto la pelle e le mucose si verificano a causa di una violazione della sintesi di proteine ​​nel fegato che sono coinvolte nel fermare il sanguinamento.

In assenza di un trattamento specifico delle malattie, il vomito sanguinante può comparire dai plessi venosi dell'esofago e dallo stomaco, le feci nere.

L'aumento della temperatura è dovuto alla risposta del corpo all'infiammazione e alla diminuzione della funzione neutralizzante del fegato.

Quali caratteristiche dello stile di vita di una persona possono suggerire una malattia del fegato?

La disfunzione epatica può verificarsi per una serie di ragioni:

uso di cibi fritti e grassi, alcool; farmaci; il digiuno; contatto con pazienti con ittero infettivo; avvelenamento da funghi; precedente malaria, febbre tifoide, giardiasi; rischi professionali.

Come cambia l'aspetto di una persona con la malattia del fegato?

Le malattie del sistema epatobiliare sono più comuni nelle persone con una maggiore massa corporea.

I segni più comuni di danno epatico che appaiono sulla pelle sono:

"stelle" vascolari; ittero; graffi; emorragie ed eruzioni emorragiche.

Nel colore giallo della pelle è colorato a causa del contenuto aumentato nei pigmenti del sangue, in particolare la bilirubina. In questo caso, anche la sclera degli occhi (vero ittero) diventa gialla. La pelle può ingiallire con un fegato sano, con l'uso di alimenti gialli (falso ittero), mentre la sclera rimane bianca. Il colore della pelle con ittero può variare a seconda delle caratteristiche del percorso e della localizzazione della malattia.

Con danni al fegato stesso, la pelle e la sclera diventano rosso-arancio, con malattie delle vie biliari, il colore varia da verdastro a brunastro-bronzo.

Nelle lesioni croniche appaiono le vene dei ragni. Si trovano sul viso, arti superiori, tronco. A causa dei disturbi del metabolismo del colesterolo, gli xantomi si formano sulla pelle delle palpebre e negli angoli degli occhi - macchie giallastre di forma arrotondata, che sovrasta la pelle. Con l'epatite, la cirrosi, la malattia del calcoli biliari (ICD), in cui c'è ristagno di bile, le persone sviluppano prurito intollerabile della pelle. Di conseguenza, appaiono dei graffi.

Con la cirrosi epatica, i ragazzi e le ragazze acquisiscono segni di sottosviluppo sessuale e fisico. Negli uomini, le ghiandole mammarie iniziano a crescere. I palmi sono coperti di macchie rossastre e le unghie con punti bianchi.

Molti dei nostri lettori applicano attivamente la nota tecnica basata su ingredienti naturali, scoperta da Elena Malysheva per il trattamento e la pulizia del fegato. Ti consigliamo di leggere.

Nell'epatite cronica, le labbra diventano spesso gonfie e più rosse e compaiono le convulsioni. Con lo sviluppo di insufficienza epatica è determinato da un dolce "odore di fegato". Le gengive iniziano a sanguinare, la lingua diventa "cremisi" e il palato duro è itterico.

Con la malattia del fegato si può osservare un aumento dell'addome. Il motivo potrebbe essere flatulenza, depositi di grasso, ascite. Con l'ascite in posizione eretta, l'addome viene ingrandito e sdraiato - appiattito e allargato ai lati (come in una rana). L'ascite provoca tensione e assottigliamento della pelle addominale. Con la cirrosi epatica, questo sintomo è spesso accompagnato dalla perdita delle braccia, nella parte superiore del corpo.

Fai attenzione! Con lo sviluppo dell'ipertensione portale, un modello venoso appare intorno all'ombelico, negli uomini lo stomaco diventa calvo. Con tumori e parassiti del fegato, c'è un aumento asimmetrico nell'addome in alto a destra.

Cosa può essere rilevato sondando il fegato?

In una persona sana, il bordo inferiore del fegato è completamente coperto di costole. Nelle malattie infiammatorie, nella cirrosi, nei tumori, la dimensione del fegato aumenta in modo significativo e può essere percepita molto più bassa.

Quando si verifica un'infiammazione, si verifica un ispessimento e ispessimento dell'organo, in caso di cirrosi - affilatura, si nota dolore in entrambi i casi.

Con tumori, echinococcosi e cirrosi, i contorni diventano irregolari e irregolari.

Come controllare il fegato con un dottore?

Per un esame più dettagliato e una diagnosi corretta, è necessario consultare uno specialista. Prima di tutto, il tuo terapista si occupa di problemi di salute. Se è necessario un trattamento chirurgico, egli farà riferimento a un chirurgo e, nel caso di una lesione infettiva del fegato, a uno specialista di malattie infettive.

Test funzionali

Il fegato è coinvolto nel metabolismo di carboidrati, proteine, grassi e microelementi, neutralizza e rimuove varie sostanze chimiche, secerne gli enzimi. È possibile controllare questa o quella funzione epatica con l'aiuto di test funzionali speciali.

Per l'analisi del metabolismo dei carboidrati utilizzando un test con un carico di galattosio. Il metodo si basa sul fatto che il fegato malato non è in grado di normalizzare i livelli di zucchero nel sangue.

In patologia, la normale composizione proteica del sangue può essere disturbata. Violazioni del metabolismo proteico rilevate usando timolo o campioni sublimati. Più precisamente, la frazione proteica del sangue può essere studiata mediante elettroforesi.

Recensione del nostro lettore Svetlana Litvinova

Recentemente, ho letto un articolo su Leviron Duo per il trattamento delle malattie del fegato. Con questo sciroppo, puoi SEMPRE curare il fegato a casa.

Non ero abituato a fidarmi di nessuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare la confezione. Ho notato i cambiamenti una settimana dopo: il costante dolore, pesantezza e formicolio nel fegato mi tormentavano prima - si ritirò, e dopo 2 settimane scomparvero completamente. L'umore è migliorato, è apparso il desiderio di vivere e godersi la vita! Provalo e tu, e se qualcuno è interessato, allora il link all'articolo qui sotto.

In caso di malattie gravi, si verifica ipocolesterolemia (riduzione del colesterolo nel sangue). La determinazione dell'attività enzimatica viene effettuata utilizzando un'analisi biochimica del sangue. Nelle malattie del fegato, l'attività di AST e ALT, LDG5, GGTP e aumenti di fosfatasi alcalina.

L'enzima più specifico è ornithinecarbamoyltransferase, che si trova solo nel fegato. L'attività della pseudo-colinesterasi diminuisce.

Con un fegato sano, l'urina è giallo paglierino e le feci sono marroni. In caso di disturbi del metabolismo dei pigmenti, l'urina si scurisce e le feci diventano grigio chiaro. In caso di patologia, la quantità di bilirubina nel sangue aumenta significativamente (più di 20,52 μmol / l).

Nell'infiammazione acuta del fegato, il contenuto di ferro aumenta nel sangue e, nel caso dell'ICB, il rame aumenta.

Ecografia del fegato

Utilizzando gli ultrasuoni, è possibile controllare la dimensione e la struttura del fegato e dei dotti biliari, determinare la presenza di calcoli, valutare la funzione motoria dei dotti e della cistifellea, misurare la vena porta.

In una persona sana, il fegato ha una struttura a grana media omogenea, non ci sono inclusioni aggiuntive nel lume dei condotti, i vasi non vengono modificati.

Con l'epatite, la struttura diventa non uniforme, ecogenicità e cambiamento del pattern vascolare.

La cirrosi è caratterizzata da un organo ingrossato, una struttura eterogenea, un'aumentata ecogenicità e un'espansione della vena porta. Quando l'ICB nel lume di una bolla o di un condotto può rilevare pietre di varie dimensioni.

Infiammazione dei dotti biliari e della vescica con ecografia sotto forma di ispessimento e sigillatura delle pareti, l'aspetto di un doppio contorno.

Un risultato aggiuntivo potrebbe essere cisti, angiomi.

Intubazione duodenale

La tecnica del suono duodenale eseguita correttamente consente un'accuratezza sufficiente per valutare le condizioni delle vie biliari.

Lo studio della bile al microscopio aiuterà a identificare l'infiammazione (leucociti, muco, cellule epiteliali), le cellule tumorali, i parassiti. Il metodo di ricerca assomiglia al sensing gastrico.

La procedura viene eseguita a stomaco vuoto, utilizzando una sonda sottile con un ispessimento sotto forma di un'oliva alla fine.

Un medico esperto, grazie alle caratteristiche microscopiche della composizione cellulare della bile, può determinare con precisione la posizione della lesione.

Metodi di ricerca alternativi

Ulteriori metodi di ricerca che possono essere utilizzati per testare il fegato comprendono MRI e CT con contrasto o senza contrasto. Ti consentono di rispondere alle stesse domande degli ultrasuoni, ma con maggiore precisione.

Questi metodi sono costosi, lo studio richiede più tempo e un medico specialista ha bisogno di più capacità per interpretare i risultati. Pertanto, vengono utilizzati sotto severe indicazioni.

In caso di risultati dubbi dei suddetti metodi di ricerca, in casi eccezionali viene utilizzata la laparoscopia. Con l'aiuto di un laparoscopio, è possibile ispezionare la superficie del fegato e della cistifellea e, se necessario, prelevare un pezzo dell'organo per l'esame microscopico.

Pulizia del fegato con sciroppo monastico

Applicando lo sciroppo monastico e 1 cucchiaio 2 volte al giorno per 1 mese, è possibile ripristinare il fegato e proteggerlo dall'esposizione a fattori nocivi. La purificazione del fegato, a differenza di altri metodi noti, avviene senza eccessiva formazione di bile.

Lo sciroppo consente di ripristinare la struttura delle cellule epatiche e la normale composizione della bile, migliorare la funzione antitossica ed escretoria degli epatociti e normalizzare il metabolismo dei lipidi e delle proteine.

Con l'uso regolare dello sciroppo del monastero, gli effetti dannosi sul fegato di droghe e alcol sono ridotti al minimo. Un grande set di erbe e un estratto di radice di ginseng compensano la mancanza di vitamine e minerali. Tutte le proprietà di cui sopra consentono di utilizzare questo strumento per la prevenzione e il trattamento di molte condizioni patologiche del fegato.

È possibile controllare a casa il fegato e i problemi sospetti. Tuttavia, per un esame più accurato, una diagnosi e, soprattutto, la nomina di un trattamento appropriato, è necessario consultare un medico.

Ti sembra ancora che RESTORING THE LIVER sia impossibile?

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora - la vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è dalla tua parte ancora...

E hai già pensato alla chirurgia e all'uso di droghe tossiche che pubblicizzano? È comprensibile, perché ignorare il dolore e la pesantezza nel fegato può portare a gravi conseguenze. Nausea e vomito, pelle giallastra o grigiastro, sapore amaro in bocca, urina scura e diarrea... Tutti questi sintomi sono familiari in prima persona.

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa? Leggi la storia di Alevtina Tretyakova, su come non solo ha affrontato la malattia del fegato, ma anche ripristinato.... Leggi l'articolo >>