Cause di echinococco nel fegato

Metastasi

L'echinococcosi epatica è una malattia parassitaria estremamente pericolosa, accompagnata dalla comparsa di cisti piene di echinococco. Questa condizione patologica nella maggior parte dei casi si verifica in una forma cronica. In assenza di un trattamento mirato, questa malattia parassitaria può causare alterazioni della funzionalità epatica.

La diagnosi e l'identificazione di questa invasione è difficile perché l'analisi clinica del sangue e delle feci non consente di determinare la presenza di parassiti. Nella maggior parte dei casi, questa condizione patologica viene diagnosticata quando ci sono segni pronunciati di danno al tessuto epatico.

In gastroenterologia, ci sono 2 tipi di corso di tale condizione patologica come echinococcosi, tra cui hydatid e alveolare. Queste forme della malattia hanno le loro caratteristiche di sviluppo.

L'idratidosi dell'echinococcosi epatica non è accompagnata da sintomi vividi per molto tempo. Nella maggior parte dei casi, i segni di questa forma di patologia cominciano ad apparire dopo aver raggiunto una cisti di dimensioni gigantesche. In questo caso, vengono diagnosticate una o più grandi cisti nel fegato. Questo tipo di malattia parassitaria, a seconda della posizione della lesione, può essere anteriore, ascendente e discendente. In caso di patologia idatidea, i sintomi iniziano ad apparire già nel primo anno dopo l'infezione.

L'echinococcosi alveolare della malattia del fegato è caratterizzata da un decorso cronico. Per più di 10 anni, non ci possono essere manifestazioni pronunciate di parassiti del fegato. In futuro, si formano più focolai di cisti nel corpo, causando una violazione della sua funzionalità.

Indipendentemente dal tipo di danno epatico, in assenza di un trattamento mirato, gli organi della cavità addominale, del cervello e del midollo spinale, dei polmoni e del cuore possono essere colpiti.

Cause della malattia

L'echinococco del fegato può manifestarsi solo se i parassiti invadono i tessuti dell'organo. L'infezione umana si verifica a causa dell'ingestione di uova. Echinococcus è un biohelminth estremamente pericoloso. Gli adulti possono avere una lunghezza di circa 5 mm. Il parassita consiste di 4 segmenti.

Nell'uomo, dopo essere passati attraverso lo stomaco, le larve escono dalle uova, che passano attraverso l'intestino, vengono assorbite nel flusso sanguigno e immediatamente entrano nel fegato. Molti parassiti in questo caso non passano attraverso la barriera epatica, quindi possono diffondersi ad altri organi vitali. Nei tessuti del fegato, i parassiti iniziano a svilupparsi rapidamente, trasformandosi prima nel secondo stadio larvale. Dopo di ciò, un finn specifico inizia a formarsi. È una cisti piena di liquido.

Tali formazioni crescono lentamente e in 6 mesi possono raggiungere 1 cm di diametro e gradualmente possono crescere fino a 5 cm o più. La parete della cisti è forte e può raggiungere 1-2 mm di spessore. La sua intera cavità è piena di fluido nutriente. Le cisti si formano all'interno della vescica, che gradualmente si allontana dal sottile materno, e quindi dal setto più resistente.

La persona agisce solo come proprietario intermedio, quindi è un vicolo cieco per lo sviluppo della catena. Nel fegato umano, non possono diventare sessualmente maturi. Per fare questo, hanno bisogno di cambiare l'ospite, in modo che le loro cisti cadano ancora una volta nell'intestino, dove la sua membrana densa può essere dissolta, e le teste di parassita formate potrebbero aggrapparsi alle pareti intestinali dell'host finale e iniziare a moltiplicarsi creando uova. Nel caso di una persona, non si verifica nessun altro cambiamento di proprietario.

Le cisti formate nel fegato aumentano gradualmente di dimensioni. Il volume di tali bolle può raggiungere più di 10 litri. Ciò porta ad un aumento dei sintomi gravi. Ci sono una serie di fattori che contribuiscono alla penetrazione di questi parassiti nel corpo umano.

L'infezione più comune si verifica in seguito al contatto con cani e gatti. Gli agenti causali di echinococcosi epatica possono rimanere sul pelo dell'animale per un po 'di tempo. Se dopo tali contatti i proprietari del cane o del gatto non si lavano le mani con l'uso di disinfettanti, il rischio di infezione con questi parassiti aumenta molte volte.

Inoltre, l'infezione umana con uova di echinococco può verificarsi quando si mangiano bacche, verdure e frutta non lavate, mentre si beve acqua da fonti naturali. Il più delle volte provoca infettare i bambini.

Spesso l'echinococcosi viene rilevata da avidi cacciatori che entrano in contatto con i cadaveri dei proprietari intermedi e principali uccisi di questi elminti. Il rischio di infezione aumenta durante il taglio delle carcasse e il consumo insufficiente di carne trattata termicamente con animali selvatici. Portare alla trasmissione di elminti può e contatto con il cappotto.

sintomi

Nonostante il decorso cronico, l'echinococcosi non è accompagnata da gravi sintomi per un lungo periodo. I primi segni di questa invasione parassitaria del fegato possono manifestarsi in pochi mesi e talvolta anni. In molti modi, il tasso di aumento dei segni della malattia dipende dalla posizione delle cisti, dal tasso di aumento delle dimensioni e da un numero di altri fattori. I sintomi primari di questa condizione patologica del fegato includono:

  • debolezza generale;
  • affaticamento anche con sforzi fisici minimi;
  • frequenti mal di testa;
  • lieve leggero aumento periodico della temperatura corporea;
  • piccola eruzione cutanea.

Queste manifestazioni cliniche sono il risultato dei rifiuti tossici prodotti dai parassiti che entrano nel flusso sanguigno. In questo caso, una persona può condurre una vita piena. Poiché la ciste si forma nel fegato, a volte può verificarsi disagio nell'ipocondrio destro. Tali sentimenti sono particolarmente intensi dopo aver preso una grande quantità di cibo.

A mano a mano che la ciste aumenta e la cisti aumenta di dimensioni, i sintomi possono insorgere a causa di danni al fegato e diminuzione della loro capacità di detossificazione. Le manifestazioni caratteristiche della seconda fase di sviluppo di un tale stato come l'echinococcosi epatica includono:

  • nausea e vomito;
  • dolore addominale, aggravato dopo un pasto pesante;
  • bruciori di stomaco;
  • diarrea;
  • perdita di appetito;
  • perdita di peso;
  • decolorazione delle feci.

La terza fase dello sviluppo dell'echinococcosi è accompagnata da segni pronunciati di disfunzione epatica. Durante questo periodo, c'è l'ingiallimento della sclera degli occhi, delle mucose e della pelle. I pazienti lamentano episodi di febbre e febbre.

La spremitura di tessuti sani da parte di cisti può causare insufficienza epatica e altre manifestazioni. Questo periodo della malattia è associato ad un aumentato rischio di disturbi gravi.

complicazioni

L'echinococcosi epatica è pericolosa per le sue complicanze. Il rilascio di prodotti di scarto tossici di echinococco può provocare una grave reazione allergica e shock anafilattico. Inoltre, queste sostanze, entrando nel flusso sanguigno, sono in grado di innescare un broncospasmo e un'insufficienza polmonare.

Una complicazione comune di echinococcosi epatica è la suppurazione del contenuto di cisti. In questo caso, il suo muro si indebolisce gradualmente e si può verificare la sua rottura. La penetrazione di contenuti di cisti nella cavità addominale è irta di sviluppo di peritonite purulenta e pleurite. Queste sono le complicanze più gravi di echinococcosi epatica. In questo caso, se non vengono prese misure operative urgenti, la probabilità di un esito letale raggiunge il 100%.

Le grandi cisti possono avere un effetto di compressione sui dotti biliari vicini e sui vasi sanguigni. Ciò porta a ulteriori sintomi. Molto spesso, in caso di echinococcosi epatica, la vena porta è soggetta a compressione, che provoca un aumento della pressione nel sistema venoso che alimenta gli organi addominali. Ciò porta a danni permanenti alla milza e al rapido sviluppo dell'ascite.

In rari casi, un aumento delle cisti di echinococco porta alla compressione della vena cava inferiore. Provoca l'insufficienza cardiaca. La progressione di echinococcosi epatica può provocare una violazione dei reni.

Metodi diagnostici

A differenza di molte altre invasioni parassitarie, non è così facile identificare l'echinococcosi. Per confermare la diagnosi, il paziente deve spesso consultare un epatologo, un gastroenterologo, uno specialista in malattie infettive e persino un chirurgo. Prima di tutto, uno specialista raccoglie una storia approfondita per determinare possibili casi di infezione da parassiti. Inoltre, un esame esterno e la palpazione del fegato. I metodi diagnostici di laboratorio utilizzati nella rilevazione della patologia includono:

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • Test di allergia Cazzoni;
  • test epatici;
  • test immunologici.

In alcuni pazienti con echinococcosi epatica, un esame del sangue può rilevare un aumento della VES e un aumento del livello di eosinofili. I test del fegato aiutano a determinare il declino della funzione degli organi. I test immunologici sono utilizzati per rilevare la presenza di anticorpi specifici nel sangue e nel contenuto di cisti. Questo metodo consente di determinare con precisione la presenza di echinococco in un paziente.

Con una malattia come l'echinococcosi epatica, la diagnosi è completata da vari metodi strumentali. Per determinare la presenza di una cisti, viene eseguita prima l'ecografia del fegato e della cistifellea. Inoltre, può essere richiesta la radiografia degli organi addominali e la risonanza magnetica. Questi metodi di visualizzazione delle strutture del fegato consentono di identificare non solo le cisti create dai parassiti, ma anche la loro esatta dimensione e posizione. Inoltre, ti permettono di identificare i segni di danni alla milza e all'ascite.

Per ottenere il contenuto di una ciste, può essere necessaria una biopsia con puntura. Dei metodi diagnostici invasivi per confermare l'echinococcosi epatica, la più frequente è la laparoscopia, che consente un esame approfondito degli organi interni utilizzando un endoscopio.

trattamento

Data la natura parassitaria dell'echinococcosi, non funzionerà da sola. Dopo la diagnosi, è richiesto il trattamento diretto di echinococcosi epatica. Le terapie conservative non eliminano completamente questa malattia, ma aiutano a rallentare la diffusione dei parassiti verso altri organi e migliorano le condizioni generali. Ai pazienti viene assegnato un alimento dietetico, che implica l'esclusione di cibi piccanti e grassi. Le basi della dieta dovrebbero essere alimenti ricchi di proteine, vitamine e minerali facilmente digeribili.

I medicinali usati per l'echinococcosi includono agenti analgesici, antiemetici e coleretici. Prima dell'intervento, può essere prescritto un ciclo di utilizzo di un farmaco antiparassitario come il mebendazolo. Riduce il rischio di diffusione di parassiti e riduce le cisti esistenti. Inoltre, per scopi palliativi, cioè per migliorare le condizioni del paziente, può essere usata la chemioterapia.

L'intervento chirurgico in patologia come l'echinococcosi epatica è l'unico modo efficace per curarlo completamente. Tuttavia, questo metodo di trattamento è irto del rischio di dispersione dei parassiti attraverso gli organi addominali a causa della rottura di una ciste durante la sua rimozione.

Nella maggior parte dei casi, vengono eseguiti interventi chirurgici minimamente invasivi, che prevedono l'implementazione di piccole incisioni attraverso le quali vengono inseriti strumenti speciali. Successivamente viene eseguita un'asportazione della parete della cisti e il drenaggio endoscopico. Le sostanze speciali sono introdotte nella cavità risultante per evitare la reiterazione dell'invasione parassitaria. Il cloruro di sodio e la glicerina sono spesso usati per questo scopo.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di echinococcosi, si dovrebbe seguire rigorosamente le regole dell'igiene personale. Necessario lavarsi accuratamente le mani prima di mangiare, pulire e trattare con acqua bollente tutte le verdure e la frutta. Non usare acqua da fonti naturali. In caso di dubbi sul trattamento insufficiente dell'acqua di rubinetto, assicurarsi di farla bollire o passare attraverso il filtro. Assicurati di lavarti le mani dopo aver preso cura di cani e gatti, soprattutto se hanno accesso alla strada.

Le persone che lavorano nel campo dell'agricoltura nello svolgimento delle proprie mansioni dovrebbero usare dispositivi di protezione individuale per prevenire l'infezione da parassiti. È necessario monitorare attentamente la conformità con gli standard sanitari nelle aziende agricole. Inoltre, occorre prestare particolare attenzione quando si cacciano animali selvatici e si esegue il loro taglio.

Gli amanti della caccia e gli agricoltori devono essere esaminati periodicamente. Inoltre, è necessario condurre attentamente il trattamento termico della carne. Il pericolo potenziale è rappresentato da prodotti ottenuti non solo da animali selvatici, ma anche da quelli agricoli.

Echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una delle più comuni malattie parassitarie, basata sulla formazione di cisti nel fegato. I principali sintomi di questa patologia sono la debolezza generale, una diminuzione significativa dell'appetito, una diminuzione del peso corporeo, una sensazione di pesantezza al fegato, nausea dopo aver mangiato cibi fritti o grassi, sgradevoli feci. Per la diagnosi di echinococcosi epatica, vengono utilizzati un esame emocromocitometrico completo, metodi immunologici, ecografia degli organi addominali, imaging a risonanza magnetica, SPECT del fegato, laparoscopia, ecc.. Il trattamento più efficace è l'escissione chirurgica delle cisti; vengono anche usati farmaci antihelminici.

Echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una patologia parassitaria causata dalla tenia Echinococco. Le sue larve invadono e si riproducono nel tessuto degli organi, formando le cisti. Questa malattia è considerata una delle più comuni infezioni da elminti. L'incidenza di echinococcosi in diversi paesi del mondo varia in modo significativo. La malattia è principalmente osservata nelle regioni in cui sono attivamente impegnate in attività agricole. L'Echinococco parassita il corpo umano esclusivamente sotto forma di larva, interessando non solo il fegato, ma anche altri organi, come il cervello e i polmoni. Allo stesso tempo, il coinvolgimento del fegato nel processo si verifica nel 65% di tutti i casi di questa malattia. La patologia è studiata dalla gastroenterologia, infettologia. Il trattamento di echinococcosi è incluso nell'ambito di tali specialisti come specialista in malattie infettive, gastroenterologo, epatologo e chirurgo.

Cause di echinococcosi epatica

L'echinococcosi del fegato può essere infettata in tre modi. Prima dell'introduzione nel corpo umano, il ciclo di vita dell'echinococco comprende diverse fasi che si susseguono una dopo l'altra. Il proprietario finale di animali domestici sono cani e meno spesso gatti. Il parassita vive nell'intestino di questi animali sotto forma di vermi maturi. Le loro uova con le feci vengono trasferite in serbatoi, terreno, frutta, verdura e così via. In futuro, ci sono diverse opzioni per le uova nel corpo umano. Alcune uova vengono inghiottite da roditori di piccole dimensioni. Nel fegato di questi animali, le larve di echinococco iniziano a maturare. Dopo aver mangiato roditori da predatori selvatici, anche questi ultimi sono infetti da parassiti. Pertanto, con uno scarso trattamento termico del gioco, i cacciatori possono ammalarsi di echinococcosi epatica.

Un'altra parte delle uova di echinococcus risulta essere nel sistema digestivo degli animali a scopo agricolo, come i maiali, i bovini, ecc. Le uova penetrano nell'organismo di un mammifero insieme a mangime, erba o acqua, colpendo i suoi organi. Pertanto, mangiare carne senza un'adeguata lavorazione può causare lo sviluppo di echinococcosi epatica.

Il più comune e rilevante per l'uomo è il terzo modo in cui il parassita entra nel corpo. Si celebra con un'igiene insufficiente, che è particolarmente importante per i bambini. L'Echinococco può entrare nel tratto gastrointestinale mangiando frutta non lavata o giocando con animali domestici, dopo di che le mani non sono state lavate accuratamente. Nel corpo umano, le larve vengono inizialmente assorbite nel sangue dall'intestino e passano nel fegato. In futuro, contribuiscono all'emergenza dell'echinococcosi epatica. Tuttavia, molti parassiti non passano dal sangue attraverso la barriera epatica, diffondendosi attraverso il flusso sanguigno verso altri organi.

Sintomi di echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una malattia cronica che non presenta sintomi bruscamente pronunciati, costringendo una persona a consultare un medico in tempo utile. Dopo l'infezione, i sintomi iniziano ad apparire non immediatamente, ma dopo alcuni mesi o anni. Molto spesso, i pazienti sono preoccupati per debolezza generale, ridotta tolleranza allo sforzo fisico, riduzione delle prestazioni, dolore alla testa, una piccola eruzione cutanea puntata sulla pelle e occasionalmente leggera febbre. Questi segni clinici sono il risultato di prodotti di scarto tossici tossici dell'echinococco e della risposta del corpo all'introduzione di parassiti.

Lo sviluppo di echinococco nel fegato avviene in più fasi, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche cliniche. Al primo stadio, i sintomi potrebbero non essere affatto osservati. Pertanto, una persona infetta si sente normale e conduce uno stile di vita attivo. In questa fase, l'echinococco invade il tessuto epatico e forma una capsula protettiva. L'unica manifestazione della malattia può essere un leggero disagio nell'ipocondrio destro dopo ingestione di una grande quantità di cibo. Il secondo stadio è caratterizzato da chiari sintomi clinici. Nei pazienti con alterazione dell'appetito e riduzione graduale del peso corporeo. Quando si assumono medicinali da persone infette, può verificarsi uno sviluppo più frequente di reazioni avverse, che è associato a una diminuzione della funzione di disintossicazione del fegato sullo sfondo di echinococcosi.

I sintomi specifici che sono caratteristici dell'echinococcosi epatica sono nausea o vomito, pesantezza nell'ipocondrio destro e diarrea. La nausea di solito si sviluppa dopo aver mangiato cibi grassi, fritti e piccanti. Il disagio nella parte destra dell'addome preoccupa dopo aver mangiato o sullo sfondo di uno sforzo fisico. I pazienti con echinococcosi epatica osservano periodicamente diarrea, che è associata a digestione compromessa degli acidi grassi nell'intestino a causa dell'inibizione della produzione biliare da parte degli epatociti.

Al terzo stadio di sviluppo dell'echinococcosi epatica, si manifesta con complicazioni associate alla violazione dell'integrità della cisti idatidea e alla diffusione di uova parassitarie ad altri organi. Di norma, quando il parassita entra nel sangue, si verifica una reazione allergica, che è accompagnata da uno spasmo dei bronchi e dallo sviluppo di insufficienza respiratoria. Inoltre, l'echinococco può diffondersi nel tessuto osseo, nel cervello, nei polmoni e in altri organi, causando una violazione delle loro funzioni.

Una delle complicazioni più frequenti è la suppurazione del contenuto della cisti, che, se rotto, può entrare nella cavità addominale o pleurica, causando peritonite purulenta o pleurite. Con una grande dimensione della cavità cistica, può danneggiare vasi e dotti biliari situati in posizioni ravvicinate. Dai vasi sanguigni, la vena porta è più spesso compressa, che si manifesta con un aumento della pressione nel sistema venoso degli organi addominali. Di conseguenza, la milza viene ingrandita e appare l'ascite. Meno comunemente, una cisti echinococcica comprime la vena cava inferiore, che porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca. Questa complicazione è espressa dalla mancanza di respiro, dall'edema degli arti inferiori, dalla disfunzione renale e da un ridotto apporto di sangue agli organi interni. Una complicazione comune di echinococcosi epatica è la compressione delle vie biliari, che è accompagnata da una violazione del deflusso della bile. Sintomi di ristagno della bile - ingiallimento della pelle, prurito e stravolgimento della sedia con un cambiamento nel suo colore.

Diagnosi di echinococcosi epatica

Per diagnosticare l'echinococcosi epatica, vengono utilizzati metodi di analisi strumentale e di laboratorio. Inoltre effettuato un approfondito interrogatorio del paziente, che consente di chiarire le possibili vie di infezione di questo parassita. Di norma, un elevato rischio di malattia è notato nelle persone che sono impegnate in agricoltura e spesso in contatto con animali domestici. Dai metodi di laboratorio vengono eseguiti un esame emocromocitometrico completo, analisi delle urine, test immunologici (reazione di fissazione del complemento, test di agglutinazione indiretta) e un test allergico di Katsoni. In generale, l'analisi del sangue mostra un aumento del numero di eosinofili e un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti. I test immunologici sono usati per determinare la presenza di anticorpi contro l'echinococco nel sangue e il contenuto della cisti. Permettono di diagnosticare con precisione l'echinococcosi epatica. Poiché la funzione degli epatociti può essere compromessa in questa malattia, vengono eseguiti test epatici biochimici per valutarlo.

Dai metodi strumentali, un ruolo importante è svolto dagli ultrasuoni del fegato e della cistifellea, dalla radiografia degli organi addominali, dalla risonanza magnetica e dalla tomografia computerizzata a emissione di fotone singolo del fegato (SPECT del fegato). Questi metodi di visualizzazione dell'esame ti permetteranno di identificare una cisti e determinarne le dimensioni. Offrono anche un'opportunità per valutare le dimensioni del fegato, per visualizzare i dotti biliari dilatati, l'ingrossamento della milza o l'ascite. Questi cambiamenti possono essere osservati con un complicato decorso di echinococcosi epatica. Per ottenere il contenuto della cisti e rilevare i parassiti, si raccomanda una biopsia puntura del fegato - ma solo con l'osservanza di una tecnica che preclude la contaminazione dei tessuti circostanti con le larve di echinococco. Dalle tecniche invasive, può essere utilizzata laparoscopia, con la quale è possibile esaminare direttamente gli organi addominali con un video endoscopio.

Trattamento di echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una malattia parassitaria che non si risolve da sola. Allo stesso tempo, i metodi conservativi non consentono il recupero completo. Pertanto, l'unico trattamento efficace è la chirurgia. Nella fase preparatoria, prima dell'operazione e nel periodo postoperatorio, viene mostrato l'appuntamento con il farmaco antielmintico mebendazole. Questo farmaco inibisce la crescita delle cisti, riduce le sue dimensioni, riduce significativamente il rischio di ricorrenza della patologia.

Il trattamento più efficace è la rimozione chirurgica del parassita. L'operazione è associata ad un alto rischio di diffusione di larve ai tessuti circostanti, pertanto dovrebbe essere effettuata da uno specialista che conosce le tecniche di interventi aparasitici minimamente invasivi utilizzando strumenti moderni. Da tecniche chirurgiche, vengono utilizzate l'escissione di cisti epatiche e il drenaggio endoscopico della cisti epatica. Dopo la rimozione di una cisti, i germicidi vengono iniettati nella cavità risultante (80-100% di glicerina e il 30% di soluzione di cloruro di sodio sono i più efficaci per prevenire la recidiva di echinococcosi epatica).

Prognosi e prevenzione dell'echinococcosi epatica

La prevenzione dell'echinococcosi epatica ha lo scopo di prevenire l'infezione da questo parassita. È necessario lavarsi accuratamente le mani dopo il contatto con gli animali e prima di qualsiasi uso di cibo. Dovresti anche condurre un trattamento termico completo della carne, che ti permetta di distruggere le larve di echinococco in essa.

Echinococcosi del fegato con un intervento chirurgico tempestivo e adeguato è curabile, tuttavia, quando rilevato negli stadi avanzati della malattia anche sullo sfondo del trattamento riduce significativamente la qualità della vita, e in alcuni casi, la patologia può portare alla morte del paziente. La ricaduta si verifica in circa il 7% dei pazienti.

Echinococcosi epatica: sintomi e trattamento

L'echinococcosi epatica è i sintomi principali:

  • debolezza
  • pizzicore
  • nausea
  • Perdita di appetito
  • vomito
  • Fegato ingrandito
  • tosse
  • diarrea
  • Pesantezza nell'ipocondrio destro
  • Stanchezza aumentata
  • Dolore nell'addome superiore
  • bruciore di stomaco
  • Pelle che brucia
  • Perdita di peso
  • Muco giallo
  • Ingiallimento della pelle
  • orticaria
  • Insufficienza epatica

L'echinococcosi epatica è una malattia cronica causata da vermi parassiti che possono durare più di mezzo anno. Consiste nella formazione di cisti sulla superficie del fegato. La sconfitta di questo organismo è più del 50% di tutti i casi di rilevamento di echinococcosi. Ci sono diverse varietà della malattia da cui dipende il suo decorso.

L'infezione da tale parassita si verifica spesso da animali domestici, in particolare da cani, con il mancato rispetto delle norme igieniche. Il microrganismo entra nel corpo umano attraverso la cavità orale, motivo per cui l'infezione può verificarsi se le uova del parassita rimangono sulle loro mani e ricevono cibo. Inoltre, è possibile essere infettati mangiando frutta e verdura non lavate, oltre a bere acqua naturale, che può contenere elminti simili.

I principali sintomi di echinococcosi epatica sono una significativa riduzione del peso corporeo, disagio al fegato, diarrea, attacchi di grave nausea dopo aver mangiato cibi eccessivamente grassi e piccanti, oltre a una debolezza generale del corpo. Per stabilire la diagnosi finale vengono utilizzati diversi studi di laboratorio e strumentali del paziente. In particolare, lo studio delle analisi generali e biochimiche di sangue e urina, ecografia, TAC, risonanza magnetica, radiografia e biopsia epatica.

Il trattamento di tale disturbo consiste in un intero complesso di farmaci: dieta, farmaci e chirurgia. Quando il trattamento tardivo sviluppa molte complicazioni che possono portare a invalidità o morte.

eziologia

Il principale fattore nel verificarsi della malattia è la penetrazione nel corpo di echinococco - un microrganismo parassita, che è costretto a cambiare gli ospiti, l'ultimo dei quali è una persona. Esistono diversi modi per ottenere un echinococco nel fegato di una persona:

  • mancata osservanza dell'igiene personale dopo il contatto con i cani. Spesso i portatori del verme sono bastardi, ma i proprietari di animali domestici sono anche minacciati di infezione dal parassita, perché gli animali possono portarlo sulla loro pelliccia;
  • consumo di crescita in ambiente naturale o non lavato di frutta e verdura, nonché di acqua potabile proveniente da fonti naturali. Questa è la causa più comune di infezione nei bambini;
  • la caccia agli animali selvatici, che sono i proprietari intermedi della tenia. L'infezione si verifica durante il macello, attraverso la lana o organi colpiti, così come dal mangiare la carne di un animale infetto senza un adeguato trattamento termico.

Inoltre, il gruppo a rischio è costituito da persone che sono in un modo o nell'altro in contatto con animali agricoli.

All'inizio, le uova dei parassiti penetrano nello stomaco, e quindi con il flusso sanguigno raggiungono i capillari del fegato, in cui avviene la loro riproduzione. Questo processo può richiedere molto tempo, da cinque settimane a quindici anni (a seconda del tipo di malattia). Il verme stesso è piccolo, ma porta alla formazione di una cisti echinococco da uno a cinquanta centimetri. Una capsula densa della struttura fibrosa è formata attorno al tumore. La dimensione della cisti dipende dalla gravità del decorso della malattia (il loro numero non è limitato).

specie

Gastroenterologia ci sono diverse forme conosciute del corso di echinococcosi epatica:

  • cistica - in una fase iniziale di sviluppo non è espressa da alcun sintomo. Le manifestazioni cliniche si verificano solo quando il tumore è grande. I segni caratteristici iniziano ad apparire sotto forma di costante dolore minore nell'ipocondrio destro. In caso di cisti giganti, si osserva gonfiore della parete anteriore della cavità addominale in questa zona;
  • alveolare - ha un corso più lungo, più di dieci anni. Nelle fasi iniziali dello sviluppo, anche i sintomi non si manifestano. Il sintomo principale di questo tipo di disturbo è l'ittero.

Oltre ai danni al fegato, i microrganismi possono causare patologie a carico di reni, cervello, intestino, polmoni, mediastino, ossa e ghiandole mammarie.

Inoltre, ci sono diversi gradi del decorso della malattia, caratterizzati dalla formazione di una cisti epatica da echinococco:

  • iniziale - non ci sono sintomi. A seconda della forma della malattia dura da diverse settimane a quindici anni;
  • gravità moderata - c'è una leggera espressione di segni, senza dolore durante la palpazione. Una ciste epatica cresce all'interno del corpo, causando la compressione degli organi interni vicini;
  • grave - i sintomi appaiono molto intensamente, ci sono complicazioni.

sintomi

L'echinococcosi epatica è una malattia cronica caratterizzata dall'assenza di segni nelle fasi iniziali dello sviluppo. La sintomatologia inizia a manifestarsi quando viene raggiunto un grande volume di neoplasia cistica. L'intensità dell'espressione dei segni aumenta a seconda dello stadio di sviluppo della malattia.

Al primo stadio, dal momento della penetrazione del verme nel corpo fino alla comparsa dei primi segni, non ci sono lamentele e le cisti di piccole dimensioni vengono rilevate completamente per caso, quando si diagnosticano disturbi completamente diversi. L'unica manifestazione è la comparsa di orticaria, accompagnata da prurito e bruciore.

Nella seconda fase del corso, si osserva un'espressione di danno epatico. Pertanto, i sintomi di echinococcosi epatica sono:

  • periodi di nausea e vomito, che si verificano dopo aver mangiato alcuni piatti, in particolare, acuti, grassi o salati;
  • l'emergere di una sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio e dolore instabile nella parte superiore dell'addome. L'espressione di tali segni si verifica dopo aver mangiato o un intenso sforzo fisico;
  • bruciore di stomaco e sviluppo sullo sfondo della tosse;
  • diarrea con un cambiamento nel colore delle masse fecali - formata sullo sfondo di una violazione della secrezione biliare.

L'esame rivela un significativo aumento delle dimensioni dell'organo interessato.

Durante il corso della malattia nella terza fase, si verifica la progressione delle complicanze. Questi includono:

  • suppurazione e rottura di una cisti;
  • insufficienza epatica associata alla violazione del suo normale funzionamento;
  • aspetto sulla pelle e sulle mucose di una tonalità gialla.

Sintomi aspecifici degli effetti patologici di echinococco del fegato comprendono una diminuzione o completa mancanza di appetito, che comporta una forte perdita di peso corporeo, nonché un aumento dell'affaticamento e della debolezza del corpo. Inoltre, può formarsi una lesione secondaria distante dal fegato.

complicazioni

Oltre alle complicazioni di cui sopra, che si formano nel corso di una grave malattia, ci sono una serie di conseguenze che si sviluppano in assenza di un trattamento adeguato:

  • deposizione di amiloide;
  • sviluppo di un ascesso;
  • cirrosi epatica;
  • massicce emorragie interne;
  • episodi di epilessia - con l'effetto di un tumore sul sistema nervoso centrale;
  • rottura dei ventricoli del cuore;
  • shock anafilattico;
  • distribuzione di echinococco ad altri organi interni;
  • espressione significativa di reazioni allergiche;
  • collasso;
  • periodi di incoscienza;
  • la paralisi;
  • completa perdita della vista;
  • la formazione di piccole formazioni sotto forma di una palla, dopo la rimozione del tumore;
  • accumulo di grandi quantità di liquido nella cavità addominale.

Tali complicazioni e conseguenze possono portare a invalidità o morte.

diagnostica

Che cos'è l'echinococcosi epatica è noto al gastroenterologo, che diagnostica e prescrive un trattamento complesso della malattia. Per stabilire la diagnosi corretta sono necessari numerosi esami di laboratorio e strumentali del paziente. Ma prima di questo è necessario effettuare parecchie manipolazioni al medico generico essente presente:

  • studiare la storia della malattia e la storia della vita - identificare le cause predisponenti per la formazione di una tale malattia;
  • condurre un esame approfondito, che include la palpazione della parete addominale anteriore nell'ipocondrio destro, nonché lo studio della condizione della pelle e delle mucose. Questo viene fatto per identificare l'intensità dei sintomi che aiuteranno lo specialista a determinare l'entità della malattia. Inoltre, è molto importante scoprire la prima volta la comparsa di segni clinici di echinococcosi epatica.

Quindi il medico prescrive l'implementazione di studi di laboratorio:

  • analisi del sangue - generale e biochimica. La procedura consente di rilevare i cambiamenti nella sua composizione;
  • urina: necessaria per identificare le particelle del parassita;
  • espettorato - eseguito per rilevare la presenza di una tenia;
  • vari test immunologici necessari per l'individuazione di anticorpi contro il patogeno.

I metodi strumentali di diagnosi di echinococcosi epatica includono l'implementazione di:

  • Ultrasuoni: consente di rilevare le cisti e determinare la posizione esatta della loro localizzazione, il numero e il volume;
  • La risonanza magnetica è un metodo per rilevare i cambiamenti patologici nei tessuti molli;
  • CT - per determinare la dimensione dei tumori, la loro struttura e densità;
  • Raggi X;
  • biopsie - raccolta di una piccola parte dell'organo interessato per successivi studi istologici.

Spesso durante la diagnosi con laparoscopia, che consente l'esame diretto degli organi addominali con un video endoscopio.

trattamento

L'eliminazione di questa malattia consiste in realizzazione di un complesso complesso di mezzi di terapia, in particolare:

  • scopo della nutrizione alimentare, con la totale eccezione di piatti grassi e speziati. Si raccomanda l'uso di grandi quantità di proteine ​​facilmente digeribili e l'arricchimento del cibo con complessi vitaminici e minerali;
  • l'uso di droghe;
  • intervento medico.

Il trattamento farmacologico dell'echinococcosi epatica consiste nell'assunzione di antidolorifici e antiemetici, mezzi per rinnovare e rafforzare le funzioni protettive del tessuto epatico. L'uso di farmaci anti-infiammatori per il trattamento di questa malattia è inefficace, ma sono prescritti al fine di prevenire la diffusione del parassita in tutto il corpo e prevenire l'infezione di altri organi. Anche il loro uso durante e dopo l'intervento è necessario.

Il trattamento chirurgico dell'echinococcosi epatica consiste nell'eseguire diversi tipi di operazioni:

  • radicale: rimuovere la cisti insieme alla zona interessata del fegato;
  • condizionatamente radicale - solo una neoplasia viene rimossa e l'area trattata con agenti antisettici. In tali casi, vi è una probabilità di recidiva di echinococcosi epatica;
  • palliativo - in cui non esiste una cura completa, ma migliora solo la condizione generale del paziente. La chemioterapia e l'esposizione a basse temperature possono essere utilizzate per questo;
  • interventi per eliminare le conseguenze. La scelta della chirurgia si basa sulla presenza di una particolare complicazione.

Spesso è possibile ottenere una cura completa della malattia con l'aiuto dell'intervento chirurgico. La ricaduta della malattia si verifica abbastanza raramente.

prevenzione

Le misure preventive contro questo disturbo sono di impedire che il parassita del patogeno entri nel corpo. Per questo è necessario:

  • seguire le regole dell'igiene personale dopo il contatto con i cani;
  • lavarsi accuratamente le mani prima di mangiare;
  • indagine regolare sulle persone il cui lavoro è legato alla caccia e all'agricoltura;
  • eliminazione del consumo di acqua da fonti naturali, nonché il consumo di frutta e verdura sporche;
  • effettuare il trattamento termico completo della carne.

La prognosi di tale disturbo, a condizione che il trattamento sia tempestivo, è favorevole. Nei casi di formazione di complicanze, l'echinococcosi epatica può portare a invalidità o morte.

Se pensi di avere Echinococcosi epatica e sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo gastroenterologo può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

La colangite sclerosante è una patologia rara del fegato, che consiste nell'infiammazione e nel blocco dei dotti epatici, sia all'interno che all'esterno dell'organo. Di solito, quando le persone parlano di questa malattia, intendono la colangite sclerosante primaria, le cui cause non sono completamente comprese. Questa patologia viene determinata casualmente quando si eseguono operazioni chirurgiche sull'organo. Inoltre, la malattia può essere asintomatica per lungo tempo, quindi, anche se viene rilevata l'infiammazione del dotto e la sclerosi con tessuto cicatriziale, i sintomi della malattia in una persona potrebbero non apparire ancora. Allo stesso tempo, senza ricevere un trattamento tempestivo, le persone affrontano molto rapidamente una grave condizione - insufficienza epatica.

La steatosi del fegato è un processo patologico associato all'accumulo di grasso nelle cellule di questo organo. La malattia è indipendente, quindi può svilupparsi sullo sfondo di altri disturbi. Insieme a questa malattia, la steatosi del pancreas è abbastanza comune. Inoltre, la malattia può essere focale, cioè i depositi di grasso sono concentrati in un unico luogo e diffusi - quando il grasso si diffonde su tutta la superficie di un organo.

La steatoepatite è una malattia infiammatoria del fegato che si sviluppa a seguito di una violazione del metabolismo dei grassi e della sostituzione di cellule epatiche sane con tessuto connettivo. Sta progredendo in persone di diverse fasce d'età.

L'ittero meccanico si sviluppa quando il processo di deflusso della bile lungo i percorsi di escrezione della bile viene disturbato. Questo accade a causa della compressione meccanica dei dotti da parte di un tumore, cisti, pietra o altre formazioni. Per lo più le donne soffrono della malattia e in giovane età, l'ittero ostruttivo si sviluppa a causa della colelitiasi, e nelle donne di mezza età e anziane, la patologia è una conseguenza di processi simili a tumori nell'organo. La malattia può avere altri nomi - ittero ostruttivo, colestasi extraepatica e altri, ma l'essenza di queste patologie è una ed è in violazione della corrente della bile, che porta alla comparsa di sintomi specifici e violazione della condizione umana.

L'epatite alcolica è una malattia infiammatoria del fegato che si sviluppa a seguito dell'uso prolungato di bevande contenenti alcol. Questa condizione è un precursore dello sviluppo della cirrosi epatica. Sulla base del nome della malattia, diventa chiaro che la ragione principale per la sua comparsa è l'uso di alcol. Inoltre, i gastroenterologi identificano diversi fattori di rischio.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Echinococcosi (cistodosi) del fegato - che cos'è, sintomi, diagnosi e trattamento.

Echinococcosi (cistodosi) del fegato - che cos'è, sintomi, diagnosi e trattamento.

L'echinococcosi epatica è caratterizzata dall'introduzione e dallo sviluppo di larve di tenie del genere Echinococcus granulosus nell'organo.

Le cause di echinococcosi epatica sono:

- mancato rispetto delle misure di igiene personale: mani sporche dopo il contatto con un cane infetto;

- mangiare frutta, verdura, bacche senza previo trattamento termico;

- l'uso di acqua da fonti naturali inquinate e bacini idrici;

- la caccia ai carnivori selvatici e il taglio delle pelli nella produzione di capi in pelliccia;

- il lavoro dei pastori, la tosatura delle pecore nelle zone di allevamento ovino.

sintomi

Ci sono due forme di questa malattia - alveolare e idatidea (cistica).

La forma idatidea dell'echinococcosi epatica è caratterizzata da una forma larvale o cistica di sviluppo, i cui segni clinici possono non apparire per molti anni. Quando una cisti raggiunge una certa dimensione, inizia a esercitare un effetto meccanico sul fegato e sugli organi adiacenti, a causa della quale i dolori costanti opachi o dolorosi compaiono nella regione dell'ipocondrio destro, nella regione epigastrica o nelle sezioni inferiori del torace. Inoltre, il paziente spesso manifesta diarrea e orticaria, a causa della presenza di un parassita vivo nel corpo. La palpazione del fegato rivela una formazione simile a un tumore di forma arrotondata, consistenza elastica.

Nell'echinococcosi alveolare (multi-camera), si verifica un danno al fegato, il cui sintomo principale è un significativo allargamento del fegato a causa dello sviluppo di un nodo simile a un tumore con densità "di legno". Nella maggior parte dei pazienti, la milza aumenta di dimensioni e vi sono ittero e test di funzionalità epatica compromessi.

Diagnosi di echinococcosi epatica

Un ruolo cruciale nella diagnosi delle forme idatidiche di echinococcosi è dato alla storia del paziente, così come ulteriori metodi di ricerca: analisi del sangue generale, iniezione sottocutanea di liquido echinococcico sterile (reazione di Kasoni), agglutinazione con lattice, ecolocalizzazione di ultrasuoni e tomografia computerizzata di una cisti di echinococco.

L'echinococcosi alveolare viene diagnosticata se c'è una cisti in un fegato ad alta densità, oltre che mediante scansione del fegato, test allergici positivi e reazione di Kasoni con l'antigene alveolare.

trattamento

Il metodo migliore per trattare l'echinococcosi è la chirurgia (echinococcectomia). Quando echinococcosi a camera singola, viene rimosso insieme al sacchetto, trattando la capsula fibrosa con farmaci antiparassitari. In caso di echinococcosi alveolare, vengono rimosse le aree più colpite del fegato (resezione) e viene prescritto un trattamento sintomatico.

Prevenzione dell'echinococcosi epatica

Come misura preventiva per questa malattia, viene eseguito un complesso di misure mediche e veterinarie volto a identificare ed eliminare la fonte di infezione. Secondo le istruzioni ufficiali, queste misure sono volte a ridurre il numero di cani da guardia, la distruzione di cani randagi, la loro registrazione, controlli regolari e sverminazione. Per prevenire la contaminazione dei cani con echinococcosi, questi dovrebbero essere limitati al massimo accesso possibile ai macelli, agli impianti di lavorazione della carne e agli impianti di produzione di carne.

Le misure mediche preventive di questa malattia sono mirate ad identificare l'infezione con l'aiuto di un rilevamento completo di pastori, cacciatori e altre persone coinvolte nella lavorazione della pelliccia, nella fabbricazione di pellicce e nel contatto con cani, skt.

Le misure preventive personali consistono nel lavaggio completo delle mani dopo il contatto con cani randagi, prima di mangiare, dopo il contatto con il terreno. Tutte le verdure, le bacche e i frutti devono essere lavati e lavorati prima di mangiare e non usare acqua proveniente da riserve naturali e fonti.

Cos'è l'echinococcosi epatica e come trattarla?

L'echinococcosi epatica si sviluppa in seguito a danno d'organo da larve di tenia di echinococco. Il più delle volte, l'elmintiasi si verifica nelle zone rurali, il gruppo di rischio comprende i lavoratori agricoli, i cacciatori. La malattia è pericolosa, gravi patologie si sviluppano sul suo sfondo, e trapianti di fegato sono necessari per le forme avanzate.

Agente causativo di echinococcosi

Cos'è l'echinococco? Questa tenia non ha più di 5 mm di dimensione, con una larghezza fino a 0,8 mm, è presente nelle feci, è possibile studiare l'aspetto e la struttura nella foto sotto.

  1. Lo skoleks a forma di pera, su cui si trovano 4 ventose e 2 file di piccoli ganci - con il loro aiuto il parassita si aggrappa alle mucose.
  2. Collo corto
  3. Segmenti. I primi 2 sono immaturi, il terzo è ermafrodita. Nel quarto segmento maturo, c'è un utero con uova che hanno un aspetto simile alle uova bovine e suine, il cui numero può raggiungere 600 unità.

Un echinococco sessualmente maturo può vivere solo nel corpo di un cane, sono gli ospiti finali del parassita. La forma larvale - parassita idatidea parassita nel corpo di ungulati. L'uomo è un ospite intermedio per l'echinococco, un vicolo cieco biologico.

Con le masse fecali, le oncosfere di echinococco penetrano nell'ambiente, dove possono vivere per circa un mese, poiché rimangono vitali a temperature da -30 a +38 gradi. Le pecore e gli altri bovini consumano acqua ed erba contaminate, la sfera nel loro corpo scoppia, i parassiti iniziano a crescere.

Una parte delle uova del parassita vive nel corpo di piccoli roditori - il cane diventerà un venditore ambulante di elmintiasi se mangia un topo infetto.

L'echinococcosi è una malattia degli animali di razza canina, ma se non si seguono le precauzioni, i parassiti entrano nel corpo umano, le persone soffrono la malattia. Il codice della malattia per ICD-10 - B67.

Danno al fegato

Echinococco infetta vari organi della persona - il fegato, i polmoni, meno spesso le larve penetrano nei tessuti dei reni, del cervello e del midollo spinale.

Come si sviluppano gli echinidi nel corpo umano:

  1. L'infezione di una persona si verifica più spesso da cani, le larve entrano nel corpo per via orale attraverso le mani non lavate, quando si mangia carne scarsamente trattata con calore, bacche sporche, verdure e verdure.
  2. Immediatamente dopo l'infezione, le larve entrano nell'intestino, distruggono la mucosa dell'organo, si diffondono in tutto il corpo ed entrano nel fegato, dove continuano a svilupparsi.
  3. Nel corpo umano, l'echinococco è nello stadio larvale - la larva è racchiusa in una capsula, all'interno della quale vi è un liquido e un gran numero di germi di vermi. Il guscio della vescica ha 2 pareti, nuove larve si formano costantemente nella parte interna, che porta alla crescita della capsula e si formano le cisti.

Il pericolo di cisti idatidee - la loro crescita costante, iniziano a spremere il fegato, che impedisce al corpo di svolgere le proprie funzioni normalmente.

Sintomi di echinococcosi epatica

Quando è infetto da echinococco, l'elmintiasi si sviluppa lentamente, per lungo tempo una persona potrebbe non sospettare di essere infetto.

Neanche tutti i medici possono diagnosticare la malattia in modo tempestivo, spesso confondendolo con altre patologie, prescrivono il trattamento sbagliato.

Solo dopo un lungo periodo di tempo gli ultrasuoni mostreranno le cisti che si trovano negli organi interni.

Segni di infezione da echinococco:

  • nella fase iniziale - rari dolori nella regione dell'ipocondrio destro;
  • man mano che la malattia si sviluppa, ci sono segni di disfunzione epatica - perdita di appetito, perdita di peso, reazioni allergiche spesso anche ai soliti farmaci, aumento del dolore al fegato, cronica;
  • dopo cibi fritti e grassi, le persone soffrono di nausea e vomito;
  • se non inizi la terapia in tempo, la cisti si rompe, le larve e il pus si diffonderanno con il sangue in tutto il corpo, causando gravi complicazioni.

Gli stadi di echinococcosi avviati si verificano sullo sfondo di una grave debolezza, diminuiscono le prestazioni, la temperatura può aumentare per diversi giorni senza altri segni di raffreddore. Una persona infetta dalle larve dei vermi soffre di costante emicrania, prurito e eruzioni cutanee sul corpo.

Grave edema, allergie, ulcere cutanee e forte prurito indicano una rottura della cisti echinococcica. Inoltre, vi è mancanza di respiro, una forte tosse, che indica la penetrazione delle larve nel sistema respiratorio.

Metodi di diagnosi della malattia

L'esame esterno non sempre consente al medico di identificare la presenza di echinococchi nel corpo, uno specialista può prestare attenzione ad un ingrossamento del fegato e il paziente lamenta un dolore grave alla palpazione di un organo. Ma questi segni sono indiretti, non permettono di fare una diagnosi di sicuro.

Quali tipi di diagnostica per echinococcosi sono utilizzati:

  • emocromo completo - un aumento del numero di eosinofili del 20%;
  • Il test di Katsoni - il liquido sterile di una vescica echinococcica viene iniettato per via intracutanea, l'accuratezza del metodo è 75-85, una reazione negativa avrà luogo solo un anno dopo la rimozione delle larve;
  • esami del sangue per il rilevamento di anticorpi - ELISA, RNGA, RNIF, possono essere utilizzati per stabilire il numero approssimativo di parassiti nel corpo;
  • Una piccola quantità di urina o espettorato viene posizionata sulla microslide, al microscopio si possono vedere particelle di parassiti nel materiale di prova;
  • biopsia: una piccola area dell'organo interessato viene separata per l'esame istologico;
  • Ultrasuoni: consente di identificare la dimensione, il volume, il numero di cisti e la loro posizione;
  • La risonanza magnetica viene eseguita per rilevare alterazioni patologiche nei tessuti molli;
  • CT: determina la dimensione dei tumori, la sua struttura, la sua densità;
  • Raggi X, laparoscopia degli organi addominali e respirazione.

Nel corso della diagnosi, il medico distingue l'echinococcosi con alveococchi, tumori benigni e maligni di origine non parassitaria e altre malattie del fegato.

Trattamento di echinococcosi

Nel trattamento dell'echinococcosi viene utilizzato un approccio integrato, che ha lo scopo di rimuovere le cisti, eliminare le larve, normalizzare il funzionamento del fegato e del sistema digestivo e rafforzare le difese dell'organismo.

Senza un adeguato trattamento, le larve di echinococco avvelenano costantemente il corpo con sostanze tossiche, sullo sfondo di gravi intossicazioni che inizieranno a svilupparsi conseguenze irreversibili. Con una pressione meccanica costante sul fegato, i tessuti moriranno nell'organo, il che porterà a una completa perdita di funzionalità.

Trattamento conservativo

I farmaci medici sono efficaci nella fase iniziale della malattia, mentre le cisti sono piccole, i principi attivi dei farmaci possono penetrare nella membrana della vescica. I farmaci antiparassitari sono prescritti dopo l'intervento chirurgico per prevenire la re-infezione.

In presenza di tumori parassitari nelle ossa del bacino, colonna vertebrale, un gran numero di piccole cisti in diversi organi, il trattamento conservativo è l'unico modo per eliminare l'echinococcosi.

I principali tipi di farmaci per il trattamento dell'echinococcosi:

Echinococcosi epatica

Definizione. L'echinococcosi epatica è una elmintiasi che colpisce una persona come ospite intermedio introducendo nel fegato le larve di tenie Echinococcus granulosus e Echinococcus multilocularis

ICD10: B67 - Echinococcosi.

B67.0 - Invasione del fegato causata da Echinococcus granulosus.

B67.5 - Invasione del fegato causata da Echinococcus multilocularis.

L'eziologia. La base del proprietario del parassita - il lupo, intermedio - roditori e renne. L'uomo è un corriere opzionale. L'infezione si verifica quando l'igiene personale non viene osservata a contatto con animali infetti.

La malattia si presenta in due forme, a seconda del tipo di parassita che ha causato l'invasione:

Echinococcosi a camera singola (cistica, idatidea) del fegato causata dall'invasione di Echinococcus granulosus.

Echinococcosi multi-camera (alveolare) del fegato causata dall'invasione di Echinococcus multilocularis.

L'echinococcosi a camera singola è più comune di quella a più camere. Il fegato è interessato nel 53-85% dei pazienti infetti da larve di Echinococcus granulosus.

Patogenesi. L'infezione si verifica quando i segmenti di uova o elminti contenenti germe di sei ganci vengono introdotti nel tratto digestivo con il cibo. Quest'ultimo, liberato dall'azione degli enzimi digestivi dalla membrana, è incorporato nello spessore della mucosa dello stomaco o dell'intestino ed entra nei vasi venosi o linfatici. Il flusso sanguigno attraverso la vena mesenterica superiore viene effettuato dai parassiti nella vena porta e depositato nel fegato.

Una piccola parte dell'embrione passa attraverso i vasi linfatici e le anastomosi portocavali nella vena cava, nell'atrio destro e nel ventricolo, vengono rilasciate nelle arterie del piccolo cerchio e si depositano nei polmoni (echinococcosi polmonare).

Molto raramente, gli embrioni passano attraverso il filtro polmonare e diffondono altri organi interni.

Le cisti echinococciche sono più spesso localizzate nel lobo destro del fegato. Possono essere singoli o multipli. Le cisti sono ricoperte da due membrane, fibrose e germinative, contenenti un liquido trasparente in cui la skoleks galleggia liberamente.

L'effetto patologico di echinococco a camera singola nel fegato è causato dalla compressione della cisti adiacente e dei dotti biliari da una cisti in crescita. Le cisti crescono molto lentamente, fino a 20-30 anni, raggiungendo spesso dimensioni molto grandi. Intorno alla cisti si forma gradualmente una zona di alterazioni distrofiche del parenchima, la proliferazione del tessuto connettivo con la formazione di un'ampia fibrosi perivascolare.

La presenza di echinococco è accompagnata da effetti tossici e sensibilizzanti sull'intero ospite.

Caratteristiche dell'eziologia e patogenesi della forma multi-camera (alveolare) di echinococcosi epatica.

L'echinococco alveolare colpisce principalmente il fegato. L'infezione si verifica quando le uova dell'elminto Echinococcus multilocularis entrano nel tubo digerente. Questo di solito si verifica quando si trattano le pelli di volpi e volpi, mentre si beve acqua da corpi idrici inquinati dagli escrementi di animali contenenti uova elminti. In contrasto con l'echinococcosi a camera singola, che si trova ovunque, l'alveolo ha una distribuzione geografica definita. Questa malattia si trova in Siberia, Kazakistan, Kirghizistan e Tatarstan. L'alveococcosi è caratterizzata dalla crescita infiltrativa e dalla moltiplicazione esogena delle vescicole da germogliamento. Gli Scoleks nelle vescicole sono estremamente rari.

Si distinguono le seguenti forme di echinococcosi:

con danni a un lobo del fegato da parte di uno o più nodi di parassiti,

con danni a entrambi i lobi del fegato.

Lo stadio iniziale e latente della forma cistica di echinococcosi epatica dal momento dell'infezione alla comparsa dei primi segni clinici della malattia dura da diversi anni.

Lo stadio sviluppato inizia quando compaiono i sintomi clinici della malattia. Questo periodo è caratterizzato da disturbi del dolore, sensazione di pesantezza, pressione nell'ipocondrio destro, regione epigastrica. La sindrome vegetativa di Asteno è formata - debolezza generale, spettacolo ridotto, stati depressivi. I sintomi allergici sono identificati sotto forma di orticaria ricorrente, diarrea, nausea e vomito, che sono influenzati dagli antistaminici.

Uno studio oggettivo richiama l'attenzione su un aumento del fegato. La cisti Echinococcica, situata sulla superficie diaframmatica del fegato, spinge il corpo verso il basso e quindi la superficie anteriore del fegato sporge in modo significativo da sotto il margine costale. Potrebbe esserci un sintomo di diaframma destro.

La crescita di echinococco idatideo sulla superficie anteriore del fegato provoca una sporgenza della parete addominale, e nella localizzazione laterale, una deformazione dei contorni dell'arco costale e delle costole. Alla palpazione, la cisti ha una superficie liscia, indolore. La sua consistenza è da elastica a densa pietrosa.

Lo stadio terminale è determinato dal verificarsi di complicazioni. Come risultato della compressione della vena porta, si verifica una forma subepatica di ipertensione portale. La compressione della vena cava inferiore è accompagnata da una sindrome della vena cava inferiore con congestione venosa, edema degli arti inferiori. La suppurazione di una cisti ekhinokokkovy è possibile alla sua comunicazione con i passaggi biliari. Quando ciò accade, c'è una sindrome del dolore pronunciata, febbre con brividi e sudori versanti, tipici dello stato settico. Un improvviso sfondamento di una cisti nei dotti biliari porta allo sviluppo di colestasi ostruttiva con ittero, colica epatica, febbre e, allo stesso tempo, una diminuzione della dimensione della cisti. Una svolta nella cavità addominale è accompagnata da improvviso dolore acuto, collasso e reazioni allergiche. Possibile rottura di cisti massiva nella cavità pleurica nei bronchi.

Caratteristiche del quadro clinico della forma alveolare di echinococcosi epatica.

L'echinococcosi multi-camera di solito si manifesta clinicamente 8-12 anni dopo l'infezione. La stragrande maggioranza dei pazienti con il primo sintomo della malattia è l'epatomegalia. In molti casi, i pazienti stessi riscontrano un aumento del fegato. L'epatomegalia è spiegata non solo dalla crescita dei nodi parassitici, ma anche dall'ipertrofia del parenchima compensatorio. Palpazione del fegato ingrandita molto densa (fegato "ferroso").

I test funzionali del fegato nella fase iniziale della malattia di solito rimangono invariati.

Nella fase avanzata della malattia compaiono sensazioni di pesantezza, dolori sbiaditi nella regione epigastrica e nell'ipocondrio destro. Sviluppo di ittero prevalentemente di tipo parenchimale. Ma in alcuni casi, è meccanico, a causa della compressione dei dotti biliari. Oltre all'iperbilirubinemia, i test di laboratorio rivelano una diminuzione della concentrazione di albumina e un aumento della concentrazione gamma globulina, alterazioni patologiche nei parametri dei campioni di sedimento (sublimazione, timolo, Veltman), un aumento dell'attività transaminasica, gamma-glutamil transpeptidasi e un aumento dell'attività della fosfatasi alcalina nella colestasi ostruttiva.

Nella fase terminale, vengono rilevate complicazioni derivanti dalla germinazione dei nodi negli organi circostanti: la cistifellea, i legamenti epatoduodenale e epato-gastrico, lo stomaco, il pancreas, la vena cava inferiore, il diaframma, il rene destro. La germinazione nella vena cava inferiore e la penetrazione del parassita nel suo lume portano le sue metastasi a polmoni, cervello, altri organi. Tale complicazione della malattia si manifesta con ascite, mal di testa persistente, tosse, emottisi.

Diagnosi. Emocromo completo: eosinofilia, aumento della VES (a volte).

Esame del sangue biochimico: in caso di compressione dei dotti biliari, un aumento del livello di bilirubina, alta attività di AST, ALT, fosfatasi alcalina.

Studio immunologico: reazioni positive di emoagglutinazione indiretta o agglutinazione del lattice con l'antigene echinococcico.

Esame ecografico: consente di rilevare una struttura cistiforme nel fegato in caso di echinococcosi a camera singola o un danno epatico focale iperecogeno ben definito in echinococcosi multi-camera.

Esame a raggi X: è possibile identificare un certo numero di segni caratteristici di echinococcosi a camera singola: i contorni della cisti durante la calcificazione della parete, il fegato ingrossato, la posizione elevata e la limitazione della mobilità del diaframma. Nelle radiografie eseguite in condizioni di pneumoperitoneo, si può osservare un rigonfiamento della superficie diaframmatica del fegato.

Esame laparoscopico: è possibile la diagnosi di cisti superficiali. Con l'echinococcosi multi-camera, i nodi biancastri ad altissima densità sono visibili sulla superficie del fegato.

Diagnosi differenziale Condotto con un tumore al fegato. Il punto cruciale nella differenziazione è le reazioni immunologiche positive con l'antigene echinococcico.

Analisi del sangue generale

Esame del sangue biochimico: bilirubina, colesterolo, fosfatasi alcalina, AST, ALT.

Studio immunologico: reazioni di emoagglutinazione indiretta o agglutinazione al lattice con antigene echinococco.

Radiografia del sondaggio della cavità addominale.

Trattamento. Un metodo radicale di trattamento dell'echinococcosi a camera singola e alveolare del fegato è chirurgico. Con un echinococco a camera singola, la cisti viene aperta e il suo contenuto viene evacuato. In caso di alveolococcosi, si ricorre alla resezione epatica, all'esofoliazione della resezione o all'esfoliazione dei nodi al confine con tessuti sani. Prima dell'operazione e dopo di essa vengono somministrati farmaci con antiparassitari.

Nei pazienti non operabili o in quelli sottoposti a operazioni palliative (ad esempio, decompressione di un dotto biliare compresso da una cisti), viene eseguita la chemioterapia generale o locale con agenti antiparassitari (tripa-pigina, tepal), citostatici (sarcolisina).

Se l'intervento chirurgico non è possibile, 200 mg di mebendazolo vengono prescritti ogni 3 ore per 6 giorni.

Previsione. La prognosi è relativamente favorevole con diagnosi tempestiva e trattamento adeguato di echinococcosi. L'auto-guarigione è possibile con la formazione di focolai calcificati di fibrosi nel sito di cisti dei parassiti morti. Con invasione diffusa con lesioni multiple degli organi interni, la prognosi è scarsa. I pazienti muoiono per complicazioni causate dalla compressione delle strutture vitali o da shock causati dall'interruzione improvvisa delle cisti nelle cavità sierose (pleurico, ecc.).