Ciste Echinococcica del fegato

Cibo

L'echinococcosi epatica è una elmintiasi nell'uomo, causata dall'introduzione e dal miglioramento della larva del verme Echinococcus granulosus nel fegato.

Questa malattia può essere trovata in diverse varietà. Malattia della cistifellea nel 50% dei casi si verifica con danni al fegato, mentre la cisti si trova più spesso nella parte destra, a volte è possibile trovare diverse cisti. L'echinococcosi epatica colpisce dolorosamente l'organismo a causa della pressione della cisti sul fegato e sugli organi vicini. Il parassita ha anche un effetto tossico e sensibilizzante.

Cause di echinococcosi

L'agente eziologico di questa malattia è lo stadio delle larve della catena di echinococco. Una cisti di questo tipo è una piccola formazione sotto forma di bolle, che sono disperse sul guscio dell'embrione e sono collegate con esso da una gamba sottile. Le bolle sono riempite con un fluido che svolge il ruolo di un mezzo alimentare per proteggere le capsule e gli scolix.

Nel liquido si possono osservare gli scolix sciolti, distesi o distaccati, così come le capsule, che sono chiamate sabbia idatidea.

Col tempo, la bolla inizierà a essere coperta da un guscio che è collegato ai tessuti. Tale cisti può contenere vescicole addizionali che hanno una struttura simile. Tali cisti possono essere osservate negli esseri umani. In alcuni casi, si possono formare bolle aggiuntive al di fuori del parassita principale.

Le cisti di Echinococco, che si formano negli animali, spesso non contengono capsule. Sono chiamati cisti acefalo. Negli esseri umani, questa forma non si verifica.

Circuito echinococcus va secondo questo schema: maiali - cani - maiali. La velocità di trasmissione dell'invasione può essere determinata dal numero di fonti dell'invasione degli ultimi proprietari e dal numero del materiale di invasione rilasciato. La circolazione della malattia è fatta secondo questo schema: la fonte è l'ambiente esterno, che è inquinato da parassiti, il proprietario transitorio è l'ultimo proprietario sano. La persona è un proprietario provvisorio. Nel caso di echinococcosi umana, il cane svolgerà il ruolo del proprietario finale.

I modi di infezione dei proprietari di transizione possono essere diversi. Gli erbivori possono essere infettati mangiando uova, erba, fieno o acqua. I maiali sono infetti mangiando feci di cane. Il ruolo principale nell'infezione delle persone è giocato dal contatto con i cani infetti, nella pelliccia e nella lingua di cui possono esserci uova di echinococco.

Una persona può essere infettata dall'uso di verdure e frutta sporche. In alcuni casi, le persone vengono infettate da animali selvatici durante la caccia. La causa della malattia può essere un serbatoio naturale.

Sintomi di una cisti ekhinokokkovy di un fegato

Un lungo periodo potrebbe non essere alcun sintomo clinico della malattia, la persona si sentirà completamente sana. La malattia può manifestarsi solo nel caso di una dimensione impressionante di idatide. In questo caso, gli spasmi opachi, doloranti e continui possono comparire nell'ipocondrio destro e nella parte inferiore del torace. Se c'è una cisti di dimensioni impressionanti, durante l'esame sarà possibile rivelare la sporgenza della parete addominale anteriore nella regione dell'ipocondrio destro. Sarà anche possibile rilevare l'espansione dei confini del fegato verso l'alto. La palpazione del fegato può rivelare un tumore arrotondato. Se la cisti si trova in profondità nel parenchima dell'organo infetto, si può osservare epatomegalia.

Per posizione, ci sono 3 tipi di echinococco: vicino, discendente e toracico. Nel caso di un grande volume di cisti prossimali, il fegato si espanderà rapidamente. Le cisti superiori possono essere determinate fluoroscopicamente. In questo caso, sarà possibile osservare la sporgenza a cupola della posizione del parassita. Nel caso di una cisti inferiore, il tumore può essere palpato nella cavità addominale, si muoverà durante la respirazione insieme al fegato. Le cisti che si trovano sul lato sinistro del fegato possono essere avvertite in una fase successiva della malattia.

Il deterioramento è attribuito all'allergia del corpo alla comparsa di parassiti vivi. Di conseguenza, possono verificarsi diarrea, orticaria, ecc.

Possibili complicazioni di questa malattia

I sintomi della malattia possono cambiare in caso di compressione da grandi cisti di organi vicini. Potrebbero esserci le seguenti complicazioni:

  1. Ittero. Associato alla spremitura dei dotti biliari o all'apertura del parassita in tali condotti.
  2. Ascite. In alcuni casi, si verifica in caso di compressione della vena porta.
  3. La distruzione della cisti idatidea. Si verifica con il rilascio di contenuto nella cavità addominale, il lume del tratto gastrointestinale o i dotti biliari.
  4. Perforazione del parassita nella cavità addominale non occupata. In questo caso, ci possono essere segni di shock anafilattico e peritonite. Se si verifica questa complicazione, la prognosi della malattia peggiorerà a causa del processo di disseminazione.
  5. La suppurazione della cisti è associata alla comparsa di crepe nella capsula idatidea, specialmente se c'è un messaggio con i dotti biliari. I batteri che si trovano nella bile causeranno infezioni. In caso di suppurazione del parassita, si verificheranno spasmi nella zona del fegato, ipertermia e altri segni di intossicazione purulenta.
  6. Danno al fegato Un lungo periodo di invasione può verificarsi senza sintomi. Il sintomo principale è l'epatomegalia a causa dello sviluppo di un tumore di densità eccezionale. La mobilità dell'organo malato sarà limitata a causa dello sviluppo della periepatite. Il più spesso aumenta la milza. A volte si verifica ittero. Se il processo è andato lontano, i test funzionali dell'organo malato possono essere rapidamente interrotti.

Echinococcosi epatica: trattamento e prevenzione

L'auto-guarigione da questa malattia è abbastanza rara. Questo è associato alla morte del parassita e all'ulteriore calcificazione delle sue mura. Tuttavia, nel caso di una grande cavità, c'è una possibilità di suppurazione o distruzione del parassita.

Dovresti sapere che oggi non esiste una medicina che abbia un effetto positivo sulla cisti epatica di echinococco.

L'alta incidenza di complicanze significative di questa malattia indica la necessità di un trattamento chirurgico del parassita, mentre le sue dimensioni non hanno alcun significato.

Si raccomanda di usare l'echinococcectomia. In rari casi, una cisti viene rimossa senza aprire il lume. Se ci sono cisti di grandi dimensioni che si trovano nello spessore del tessuto epatico, quindi se si utilizza questo metodo, è possibile causare danni ai vasi e alle vie biliari. Molto spesso, viene rimossa una cisti con tutte le shell. Prima di questo, dovrai perforare la cavità della cisti. Usando questa tecnica, è possibile escludere la rottura e la disseminazione del parassita quando una ciste è isolata. Dopo l'esclusione del parassita, la membrana fibrosa dovrà essere trattata con una miscela di formalina al 2% e cucita con suture separate. Se non è possibile suturare la cavità, il tamponamento deve essere eseguito con un epiploon. Se la cisti si inasprirà, la cavità rimanente deve essere drenata.

Per rimuovere una cisti di dimensioni impressionanti, è necessario eseguire la marsupializzazione. L'operazione viene eseguita al fine di rimuovere completamente la cisti insieme a tutti i gusci. Di conseguenza, non dovrebbero esserci vescicole e skolex nella cavità addominale. La capsula fibrosa è il più spesso non esclusa. Il volume dell'intervento chirurgico dipenderà dalla posizione, dalle dimensioni, dal numero e dalle complicanze dei parassiti.

Nel caso di echinococcosi multipla, sarà necessaria una resezione epatica. Nella posizione estrema del parassita con calcificazione, sarà necessario eseguire un'ecohococcectomia con una capsula fibrosa. In questo caso, sarà necessario utilizzare un laser a CO2.

Per prevenire la contaminazione dello skoleks, il contenuto del parassita dovrà essere rimosso con un echinococcotomo. La capsula fibrosa non viene rimossa, la cavità viene trattata con vari preparati antiparassitari. In questo caso, dovrai anche usare un laser a CO2.

Nel caso di una posizione subfronica della cisti, sarà necessario eseguire il capillare sul Delbe.

Nel caso di una rottura della cisti nei dotti biliari, sarà necessario eseguire un intervento chirurgico immediato, vale a dire la coledocotomia con drenaggio esterno, l'esclusione di membrane e parassiti dai dotti biliari. L'operazione termina con il drenaggio esterno dell'intero dotto biliare.

L'intervento chirurgico immediato dovrà essere eseguito in caso di una cisti sfondamento nella cavità addominale. Assicurati di eseguire un'echinococcectomia chiusa.

In caso di più malattie, la chirurgia viene eseguita fino allo sviluppo di complicanze. Il primo passo è rimuovere le complicate cisti, in alcuni casi potrebbe essere necessario eseguire diverse operazioni.

Il trattamento dell'echinococcosi epatica è un processo complesso. Non è consigliabile ritardare una visita dal medico, se sono stati trovati sintomi che sono caratteristici di tale malattia.

Echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una delle più comuni malattie parassitarie, basata sulla formazione di cisti nel fegato. I principali sintomi di questa patologia sono la debolezza generale, una diminuzione significativa dell'appetito, una diminuzione del peso corporeo, una sensazione di pesantezza al fegato, nausea dopo aver mangiato cibi fritti o grassi, sgradevoli feci. Per la diagnosi di echinococcosi epatica, vengono utilizzati un esame emocromocitometrico completo, metodi immunologici, ecografia degli organi addominali, imaging a risonanza magnetica, SPECT del fegato, laparoscopia, ecc.. Il trattamento più efficace è l'escissione chirurgica delle cisti; vengono anche usati farmaci antihelminici.

Echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una patologia parassitaria causata dalla tenia Echinococco. Le sue larve invadono e si riproducono nel tessuto degli organi, formando le cisti. Questa malattia è considerata una delle più comuni infezioni da elminti. L'incidenza di echinococcosi in diversi paesi del mondo varia in modo significativo. La malattia è principalmente osservata nelle regioni in cui sono attivamente impegnate in attività agricole. L'Echinococco parassita il corpo umano esclusivamente sotto forma di larva, interessando non solo il fegato, ma anche altri organi, come il cervello e i polmoni. Allo stesso tempo, il coinvolgimento del fegato nel processo si verifica nel 65% di tutti i casi di questa malattia. La patologia è studiata dalla gastroenterologia, infettologia. Il trattamento di echinococcosi è incluso nell'ambito di tali specialisti come specialista in malattie infettive, gastroenterologo, epatologo e chirurgo.

Cause di echinococcosi epatica

L'echinococcosi del fegato può essere infettata in tre modi. Prima dell'introduzione nel corpo umano, il ciclo di vita dell'echinococco comprende diverse fasi che si susseguono una dopo l'altra. Il proprietario finale di animali domestici sono cani e meno spesso gatti. Il parassita vive nell'intestino di questi animali sotto forma di vermi maturi. Le loro uova con le feci vengono trasferite in serbatoi, terreno, frutta, verdura e così via. In futuro, ci sono diverse opzioni per le uova nel corpo umano. Alcune uova vengono inghiottite da roditori di piccole dimensioni. Nel fegato di questi animali, le larve di echinococco iniziano a maturare. Dopo aver mangiato roditori da predatori selvatici, anche questi ultimi sono infetti da parassiti. Pertanto, con uno scarso trattamento termico del gioco, i cacciatori possono ammalarsi di echinococcosi epatica.

Un'altra parte delle uova di echinococcus risulta essere nel sistema digestivo degli animali a scopo agricolo, come i maiali, i bovini, ecc. Le uova penetrano nell'organismo di un mammifero insieme a mangime, erba o acqua, colpendo i suoi organi. Pertanto, mangiare carne senza un'adeguata lavorazione può causare lo sviluppo di echinococcosi epatica.

Il più comune e rilevante per l'uomo è il terzo modo in cui il parassita entra nel corpo. Si celebra con un'igiene insufficiente, che è particolarmente importante per i bambini. L'Echinococco può entrare nel tratto gastrointestinale mangiando frutta non lavata o giocando con animali domestici, dopo di che le mani non sono state lavate accuratamente. Nel corpo umano, le larve vengono inizialmente assorbite nel sangue dall'intestino e passano nel fegato. In futuro, contribuiscono all'emergenza dell'echinococcosi epatica. Tuttavia, molti parassiti non passano dal sangue attraverso la barriera epatica, diffondendosi attraverso il flusso sanguigno verso altri organi.

Sintomi di echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una malattia cronica che non presenta sintomi bruscamente pronunciati, costringendo una persona a consultare un medico in tempo utile. Dopo l'infezione, i sintomi iniziano ad apparire non immediatamente, ma dopo alcuni mesi o anni. Molto spesso, i pazienti sono preoccupati per debolezza generale, ridotta tolleranza allo sforzo fisico, riduzione delle prestazioni, dolore alla testa, una piccola eruzione cutanea puntata sulla pelle e occasionalmente leggera febbre. Questi segni clinici sono il risultato di prodotti di scarto tossici tossici dell'echinococco e della risposta del corpo all'introduzione di parassiti.

Lo sviluppo di echinococco nel fegato avviene in più fasi, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche cliniche. Al primo stadio, i sintomi potrebbero non essere affatto osservati. Pertanto, una persona infetta si sente normale e conduce uno stile di vita attivo. In questa fase, l'echinococco invade il tessuto epatico e forma una capsula protettiva. L'unica manifestazione della malattia può essere un leggero disagio nell'ipocondrio destro dopo ingestione di una grande quantità di cibo. Il secondo stadio è caratterizzato da chiari sintomi clinici. Nei pazienti con alterazione dell'appetito e riduzione graduale del peso corporeo. Quando si assumono medicinali da persone infette, può verificarsi uno sviluppo più frequente di reazioni avverse, che è associato a una diminuzione della funzione di disintossicazione del fegato sullo sfondo di echinococcosi.

I sintomi specifici che sono caratteristici dell'echinococcosi epatica sono nausea o vomito, pesantezza nell'ipocondrio destro e diarrea. La nausea di solito si sviluppa dopo aver mangiato cibi grassi, fritti e piccanti. Il disagio nella parte destra dell'addome preoccupa dopo aver mangiato o sullo sfondo di uno sforzo fisico. I pazienti con echinococcosi epatica osservano periodicamente diarrea, che è associata a digestione compromessa degli acidi grassi nell'intestino a causa dell'inibizione della produzione biliare da parte degli epatociti.

Al terzo stadio di sviluppo dell'echinococcosi epatica, si manifesta con complicazioni associate alla violazione dell'integrità della cisti idatidea e alla diffusione di uova parassitarie ad altri organi. Di norma, quando il parassita entra nel sangue, si verifica una reazione allergica, che è accompagnata da uno spasmo dei bronchi e dallo sviluppo di insufficienza respiratoria. Inoltre, l'echinococco può diffondersi nel tessuto osseo, nel cervello, nei polmoni e in altri organi, causando una violazione delle loro funzioni.

Una delle complicazioni più frequenti è la suppurazione del contenuto della cisti, che, se rotto, può entrare nella cavità addominale o pleurica, causando peritonite purulenta o pleurite. Con una grande dimensione della cavità cistica, può danneggiare vasi e dotti biliari situati in posizioni ravvicinate. Dai vasi sanguigni, la vena porta è più spesso compressa, che si manifesta con un aumento della pressione nel sistema venoso degli organi addominali. Di conseguenza, la milza viene ingrandita e appare l'ascite. Meno comunemente, una cisti echinococcica comprime la vena cava inferiore, che porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca. Questa complicazione è espressa dalla mancanza di respiro, dall'edema degli arti inferiori, dalla disfunzione renale e da un ridotto apporto di sangue agli organi interni. Una complicazione comune di echinococcosi epatica è la compressione delle vie biliari, che è accompagnata da una violazione del deflusso della bile. Sintomi di ristagno della bile - ingiallimento della pelle, prurito e stravolgimento della sedia con un cambiamento nel suo colore.

Diagnosi di echinococcosi epatica

Per diagnosticare l'echinococcosi epatica, vengono utilizzati metodi di analisi strumentale e di laboratorio. Inoltre effettuato un approfondito interrogatorio del paziente, che consente di chiarire le possibili vie di infezione di questo parassita. Di norma, un elevato rischio di malattia è notato nelle persone che sono impegnate in agricoltura e spesso in contatto con animali domestici. Dai metodi di laboratorio vengono eseguiti un esame emocromocitometrico completo, analisi delle urine, test immunologici (reazione di fissazione del complemento, test di agglutinazione indiretta) e un test allergico di Katsoni. In generale, l'analisi del sangue mostra un aumento del numero di eosinofili e un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti. I test immunologici sono usati per determinare la presenza di anticorpi contro l'echinococco nel sangue e il contenuto della cisti. Permettono di diagnosticare con precisione l'echinococcosi epatica. Poiché la funzione degli epatociti può essere compromessa in questa malattia, vengono eseguiti test epatici biochimici per valutarlo.

Dai metodi strumentali, un ruolo importante è svolto dagli ultrasuoni del fegato e della cistifellea, dalla radiografia degli organi addominali, dalla risonanza magnetica e dalla tomografia computerizzata a emissione di fotone singolo del fegato (SPECT del fegato). Questi metodi di visualizzazione dell'esame ti permetteranno di identificare una cisti e determinarne le dimensioni. Offrono anche un'opportunità per valutare le dimensioni del fegato, per visualizzare i dotti biliari dilatati, l'ingrossamento della milza o l'ascite. Questi cambiamenti possono essere osservati con un complicato decorso di echinococcosi epatica. Per ottenere il contenuto della cisti e rilevare i parassiti, si raccomanda una biopsia puntura del fegato - ma solo con l'osservanza di una tecnica che preclude la contaminazione dei tessuti circostanti con le larve di echinococco. Dalle tecniche invasive, può essere utilizzata laparoscopia, con la quale è possibile esaminare direttamente gli organi addominali con un video endoscopio.

Trattamento di echinococcosi epatica

L'echinococcosi epatica è una malattia parassitaria che non si risolve da sola. Allo stesso tempo, i metodi conservativi non consentono il recupero completo. Pertanto, l'unico trattamento efficace è la chirurgia. Nella fase preparatoria, prima dell'operazione e nel periodo postoperatorio, viene mostrato l'appuntamento con il farmaco antielmintico mebendazole. Questo farmaco inibisce la crescita delle cisti, riduce le sue dimensioni, riduce significativamente il rischio di ricorrenza della patologia.

Il trattamento più efficace è la rimozione chirurgica del parassita. L'operazione è associata ad un alto rischio di diffusione di larve ai tessuti circostanti, pertanto dovrebbe essere effettuata da uno specialista che conosce le tecniche di interventi aparasitici minimamente invasivi utilizzando strumenti moderni. Da tecniche chirurgiche, vengono utilizzate l'escissione di cisti epatiche e il drenaggio endoscopico della cisti epatica. Dopo la rimozione di una cisti, i germicidi vengono iniettati nella cavità risultante (80-100% di glicerina e il 30% di soluzione di cloruro di sodio sono i più efficaci per prevenire la recidiva di echinococcosi epatica).

Prognosi e prevenzione dell'echinococcosi epatica

La prevenzione dell'echinococcosi epatica ha lo scopo di prevenire l'infezione da questo parassita. È necessario lavarsi accuratamente le mani dopo il contatto con gli animali e prima di qualsiasi uso di cibo. Dovresti anche condurre un trattamento termico completo della carne, che ti permetta di distruggere le larve di echinococco in essa.

Echinococcosi del fegato con un intervento chirurgico tempestivo e adeguato è curabile, tuttavia, quando rilevato negli stadi avanzati della malattia anche sullo sfondo del trattamento riduce significativamente la qualità della vita, e in alcuni casi, la patologia può portare alla morte del paziente. La ricaduta si verifica in circa il 7% dei pazienti.

Echinococcosi epatica: sintomi e trattamento

L'echinococcosi epatica è i sintomi principali:

  • debolezza
  • pizzicore
  • nausea
  • Perdita di appetito
  • vomito
  • Fegato ingrandito
  • tosse
  • diarrea
  • Pesantezza nell'ipocondrio destro
  • Stanchezza aumentata
  • Dolore nell'addome superiore
  • bruciore di stomaco
  • Pelle che brucia
  • Perdita di peso
  • Muco giallo
  • Ingiallimento della pelle
  • orticaria
  • Insufficienza epatica

L'echinococcosi epatica è una malattia cronica causata da vermi parassiti che possono durare più di mezzo anno. Consiste nella formazione di cisti sulla superficie del fegato. La sconfitta di questo organismo è più del 50% di tutti i casi di rilevamento di echinococcosi. Ci sono diverse varietà della malattia da cui dipende il suo decorso.

L'infezione da tale parassita si verifica spesso da animali domestici, in particolare da cani, con il mancato rispetto delle norme igieniche. Il microrganismo entra nel corpo umano attraverso la cavità orale, motivo per cui l'infezione può verificarsi se le uova del parassita rimangono sulle loro mani e ricevono cibo. Inoltre, è possibile essere infettati mangiando frutta e verdura non lavate, oltre a bere acqua naturale, che può contenere elminti simili.

I principali sintomi di echinococcosi epatica sono una significativa riduzione del peso corporeo, disagio al fegato, diarrea, attacchi di grave nausea dopo aver mangiato cibi eccessivamente grassi e piccanti, oltre a una debolezza generale del corpo. Per stabilire la diagnosi finale vengono utilizzati diversi studi di laboratorio e strumentali del paziente. In particolare, lo studio delle analisi generali e biochimiche di sangue e urina, ecografia, TAC, risonanza magnetica, radiografia e biopsia epatica.

Il trattamento di tale disturbo consiste in un intero complesso di farmaci: dieta, farmaci e chirurgia. Quando il trattamento tardivo sviluppa molte complicazioni che possono portare a invalidità o morte.

eziologia

Il principale fattore nel verificarsi della malattia è la penetrazione nel corpo di echinococco - un microrganismo parassita, che è costretto a cambiare gli ospiti, l'ultimo dei quali è una persona. Esistono diversi modi per ottenere un echinococco nel fegato di una persona:

  • mancata osservanza dell'igiene personale dopo il contatto con i cani. Spesso i portatori del verme sono bastardi, ma i proprietari di animali domestici sono anche minacciati di infezione dal parassita, perché gli animali possono portarlo sulla loro pelliccia;
  • consumo di crescita in ambiente naturale o non lavato di frutta e verdura, nonché di acqua potabile proveniente da fonti naturali. Questa è la causa più comune di infezione nei bambini;
  • la caccia agli animali selvatici, che sono i proprietari intermedi della tenia. L'infezione si verifica durante il macello, attraverso la lana o organi colpiti, così come dal mangiare la carne di un animale infetto senza un adeguato trattamento termico.

Inoltre, il gruppo a rischio è costituito da persone che sono in un modo o nell'altro in contatto con animali agricoli.

All'inizio, le uova dei parassiti penetrano nello stomaco, e quindi con il flusso sanguigno raggiungono i capillari del fegato, in cui avviene la loro riproduzione. Questo processo può richiedere molto tempo, da cinque settimane a quindici anni (a seconda del tipo di malattia). Il verme stesso è piccolo, ma porta alla formazione di una cisti echinococco da uno a cinquanta centimetri. Una capsula densa della struttura fibrosa è formata attorno al tumore. La dimensione della cisti dipende dalla gravità del decorso della malattia (il loro numero non è limitato).

specie

Gastroenterologia ci sono diverse forme conosciute del corso di echinococcosi epatica:

  • cistica - in una fase iniziale di sviluppo non è espressa da alcun sintomo. Le manifestazioni cliniche si verificano solo quando il tumore è grande. I segni caratteristici iniziano ad apparire sotto forma di costante dolore minore nell'ipocondrio destro. In caso di cisti giganti, si osserva gonfiore della parete anteriore della cavità addominale in questa zona;
  • alveolare - ha un corso più lungo, più di dieci anni. Nelle fasi iniziali dello sviluppo, anche i sintomi non si manifestano. Il sintomo principale di questo tipo di disturbo è l'ittero.

Oltre ai danni al fegato, i microrganismi possono causare patologie a carico di reni, cervello, intestino, polmoni, mediastino, ossa e ghiandole mammarie.

Inoltre, ci sono diversi gradi del decorso della malattia, caratterizzati dalla formazione di una cisti epatica da echinococco:

  • iniziale - non ci sono sintomi. A seconda della forma della malattia dura da diverse settimane a quindici anni;
  • gravità moderata - c'è una leggera espressione di segni, senza dolore durante la palpazione. Una ciste epatica cresce all'interno del corpo, causando la compressione degli organi interni vicini;
  • grave - i sintomi appaiono molto intensamente, ci sono complicazioni.

sintomi

L'echinococcosi epatica è una malattia cronica caratterizzata dall'assenza di segni nelle fasi iniziali dello sviluppo. La sintomatologia inizia a manifestarsi quando viene raggiunto un grande volume di neoplasia cistica. L'intensità dell'espressione dei segni aumenta a seconda dello stadio di sviluppo della malattia.

Al primo stadio, dal momento della penetrazione del verme nel corpo fino alla comparsa dei primi segni, non ci sono lamentele e le cisti di piccole dimensioni vengono rilevate completamente per caso, quando si diagnosticano disturbi completamente diversi. L'unica manifestazione è la comparsa di orticaria, accompagnata da prurito e bruciore.

Nella seconda fase del corso, si osserva un'espressione di danno epatico. Pertanto, i sintomi di echinococcosi epatica sono:

  • periodi di nausea e vomito, che si verificano dopo aver mangiato alcuni piatti, in particolare, acuti, grassi o salati;
  • l'emergere di una sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio e dolore instabile nella parte superiore dell'addome. L'espressione di tali segni si verifica dopo aver mangiato o un intenso sforzo fisico;
  • bruciore di stomaco e sviluppo sullo sfondo della tosse;
  • diarrea con un cambiamento nel colore delle masse fecali - formata sullo sfondo di una violazione della secrezione biliare.

L'esame rivela un significativo aumento delle dimensioni dell'organo interessato.

Durante il corso della malattia nella terza fase, si verifica la progressione delle complicanze. Questi includono:

  • suppurazione e rottura di una cisti;
  • insufficienza epatica associata alla violazione del suo normale funzionamento;
  • aspetto sulla pelle e sulle mucose di una tonalità gialla.

Sintomi aspecifici degli effetti patologici di echinococco del fegato comprendono una diminuzione o completa mancanza di appetito, che comporta una forte perdita di peso corporeo, nonché un aumento dell'affaticamento e della debolezza del corpo. Inoltre, può formarsi una lesione secondaria distante dal fegato.

complicazioni

Oltre alle complicazioni di cui sopra, che si formano nel corso di una grave malattia, ci sono una serie di conseguenze che si sviluppano in assenza di un trattamento adeguato:

  • deposizione di amiloide;
  • sviluppo di un ascesso;
  • cirrosi epatica;
  • massicce emorragie interne;
  • episodi di epilessia - con l'effetto di un tumore sul sistema nervoso centrale;
  • rottura dei ventricoli del cuore;
  • shock anafilattico;
  • distribuzione di echinococco ad altri organi interni;
  • espressione significativa di reazioni allergiche;
  • collasso;
  • periodi di incoscienza;
  • la paralisi;
  • completa perdita della vista;
  • la formazione di piccole formazioni sotto forma di una palla, dopo la rimozione del tumore;
  • accumulo di grandi quantità di liquido nella cavità addominale.

Tali complicazioni e conseguenze possono portare a invalidità o morte.

diagnostica

Che cos'è l'echinococcosi epatica è noto al gastroenterologo, che diagnostica e prescrive un trattamento complesso della malattia. Per stabilire la diagnosi corretta sono necessari numerosi esami di laboratorio e strumentali del paziente. Ma prima di questo è necessario effettuare parecchie manipolazioni al medico generico essente presente:

  • studiare la storia della malattia e la storia della vita - identificare le cause predisponenti per la formazione di una tale malattia;
  • condurre un esame approfondito, che include la palpazione della parete addominale anteriore nell'ipocondrio destro, nonché lo studio della condizione della pelle e delle mucose. Questo viene fatto per identificare l'intensità dei sintomi che aiuteranno lo specialista a determinare l'entità della malattia. Inoltre, è molto importante scoprire la prima volta la comparsa di segni clinici di echinococcosi epatica.

Quindi il medico prescrive l'implementazione di studi di laboratorio:

  • analisi del sangue - generale e biochimica. La procedura consente di rilevare i cambiamenti nella sua composizione;
  • urina: necessaria per identificare le particelle del parassita;
  • espettorato - eseguito per rilevare la presenza di una tenia;
  • vari test immunologici necessari per l'individuazione di anticorpi contro il patogeno.

I metodi strumentali di diagnosi di echinococcosi epatica includono l'implementazione di:

  • Ultrasuoni: consente di rilevare le cisti e determinare la posizione esatta della loro localizzazione, il numero e il volume;
  • La risonanza magnetica è un metodo per rilevare i cambiamenti patologici nei tessuti molli;
  • CT - per determinare la dimensione dei tumori, la loro struttura e densità;
  • Raggi X;
  • biopsie - raccolta di una piccola parte dell'organo interessato per successivi studi istologici.

Spesso durante la diagnosi con laparoscopia, che consente l'esame diretto degli organi addominali con un video endoscopio.

trattamento

L'eliminazione di questa malattia consiste in realizzazione di un complesso complesso di mezzi di terapia, in particolare:

  • scopo della nutrizione alimentare, con la totale eccezione di piatti grassi e speziati. Si raccomanda l'uso di grandi quantità di proteine ​​facilmente digeribili e l'arricchimento del cibo con complessi vitaminici e minerali;
  • l'uso di droghe;
  • intervento medico.

Il trattamento farmacologico dell'echinococcosi epatica consiste nell'assunzione di antidolorifici e antiemetici, mezzi per rinnovare e rafforzare le funzioni protettive del tessuto epatico. L'uso di farmaci anti-infiammatori per il trattamento di questa malattia è inefficace, ma sono prescritti al fine di prevenire la diffusione del parassita in tutto il corpo e prevenire l'infezione di altri organi. Anche il loro uso durante e dopo l'intervento è necessario.

Il trattamento chirurgico dell'echinococcosi epatica consiste nell'eseguire diversi tipi di operazioni:

  • radicale: rimuovere la cisti insieme alla zona interessata del fegato;
  • condizionatamente radicale - solo una neoplasia viene rimossa e l'area trattata con agenti antisettici. In tali casi, vi è una probabilità di recidiva di echinococcosi epatica;
  • palliativo - in cui non esiste una cura completa, ma migliora solo la condizione generale del paziente. La chemioterapia e l'esposizione a basse temperature possono essere utilizzate per questo;
  • interventi per eliminare le conseguenze. La scelta della chirurgia si basa sulla presenza di una particolare complicazione.

Spesso è possibile ottenere una cura completa della malattia con l'aiuto dell'intervento chirurgico. La ricaduta della malattia si verifica abbastanza raramente.

prevenzione

Le misure preventive contro questo disturbo sono di impedire che il parassita del patogeno entri nel corpo. Per questo è necessario:

  • seguire le regole dell'igiene personale dopo il contatto con i cani;
  • lavarsi accuratamente le mani prima di mangiare;
  • indagine regolare sulle persone il cui lavoro è legato alla caccia e all'agricoltura;
  • eliminazione del consumo di acqua da fonti naturali, nonché il consumo di frutta e verdura sporche;
  • effettuare il trattamento termico completo della carne.

La prognosi di tale disturbo, a condizione che il trattamento sia tempestivo, è favorevole. Nei casi di formazione di complicanze, l'echinococcosi epatica può portare a invalidità o morte.

Se pensi di avere Echinococcosi epatica e sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo gastroenterologo può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

La colangite sclerosante è una patologia rara del fegato, che consiste nell'infiammazione e nel blocco dei dotti epatici, sia all'interno che all'esterno dell'organo. Di solito, quando le persone parlano di questa malattia, intendono la colangite sclerosante primaria, le cui cause non sono completamente comprese. Questa patologia viene determinata casualmente quando si eseguono operazioni chirurgiche sull'organo. Inoltre, la malattia può essere asintomatica per lungo tempo, quindi, anche se viene rilevata l'infiammazione del dotto e la sclerosi con tessuto cicatriziale, i sintomi della malattia in una persona potrebbero non apparire ancora. Allo stesso tempo, senza ricevere un trattamento tempestivo, le persone affrontano molto rapidamente una grave condizione - insufficienza epatica.

La steatosi del fegato è un processo patologico associato all'accumulo di grasso nelle cellule di questo organo. La malattia è indipendente, quindi può svilupparsi sullo sfondo di altri disturbi. Insieme a questa malattia, la steatosi del pancreas è abbastanza comune. Inoltre, la malattia può essere focale, cioè i depositi di grasso sono concentrati in un unico luogo e diffusi - quando il grasso si diffonde su tutta la superficie di un organo.

La steatoepatite è una malattia infiammatoria del fegato che si sviluppa a seguito di una violazione del metabolismo dei grassi e della sostituzione di cellule epatiche sane con tessuto connettivo. Sta progredendo in persone di diverse fasce d'età.

L'ittero meccanico si sviluppa quando il processo di deflusso della bile lungo i percorsi di escrezione della bile viene disturbato. Questo accade a causa della compressione meccanica dei dotti da parte di un tumore, cisti, pietra o altre formazioni. Per lo più le donne soffrono della malattia e in giovane età, l'ittero ostruttivo si sviluppa a causa della colelitiasi, e nelle donne di mezza età e anziane, la patologia è una conseguenza di processi simili a tumori nell'organo. La malattia può avere altri nomi - ittero ostruttivo, colestasi extraepatica e altri, ma l'essenza di queste patologie è una ed è in violazione della corrente della bile, che porta alla comparsa di sintomi specifici e violazione della condizione umana.

L'epatite alcolica è una malattia infiammatoria del fegato che si sviluppa a seguito dell'uso prolungato di bevande contenenti alcol. Questa condizione è un precursore dello sviluppo della cirrosi epatica. Sulla base del nome della malattia, diventa chiaro che la ragione principale per la sua comparsa è l'uso di alcol. Inoltre, i gastroenterologi identificano diversi fattori di rischio.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Cause di formazione e sintomi di cistifellea epatica Echinococcus

La cisti ecococcica del fegato, o echinococcosi, è una malattia parassitaria provocata da vermi a nastro. La forma presentata è localizzata, nella stragrande maggioranza dei casi, nella regione del lobo destro di questo organo. Ciò è dovuto al maggior grado di sviluppo della sua vena porta, così come ai suoi rami. Su quali sono le cause, i sintomi e le altre caratteristiche del tumore nel fegato?

Trasmissione di infezioni

Parlando di come si sviluppa esattamente la cisti echinococcica e dove appare in un fegato umano, è necessario prestare attenzione al fatto che il ciclo vitale dei parassiti è direttamente connesso con animali domestici o selvatici. Il processo cistico viene mantenuto nel prossimo ciclo "cane-cane-pecora", e le persone si rivelano casuali, proprietari intermedi di questo stato. Molto spesso ciò avviene nel processo di assorbimento del suolo, dell'acqua o dei prodotti che sono contaminati da uova di parassita. Loro, a loro volta, si distinguono insieme alle feci degli animali.

Altri ospiti intermedi, oltre agli umani, possono essere piccoli mammiferi, in particolare roditori o lepri. Così, nella stragrande maggioranza dei casi, una cisti nel fegato si forma come conseguenza della negligenza umana o della negligenza dell'igiene personale, della purezza del cibo consumato. Su quali sintomi provoca la condizione patologica presentata, vedi sotto.

Sintomi della condizione

Una cisti nel fegato è caratterizzata da uno sviluppo lento e, di conseguenza, un aumento delle dimensioni. Nel processo di formazione di echinococcosi, ci sono tre fasi successive, ognuna delle quali ha i suoi sintomi. Parlando del primo di essi, è necessario prestare attenzione al fatto che:

  • corrisponde allo stadio di ottenere echinococco nel fegato alla formazione dei sintomi primari della malattia;
  • la durata della fase presentata può essere non solo anni, ma anche decenni;
  • il paziente si sente abituato, senza sentire sintomi insoliti.

Nella maggior parte dei casi, una tale cisti, localizzata nel fegato, viene trovata per caso, come parte di un esame di routine del paziente a causa di una condizione patologica completamente diversa.

Al secondo stadio di sviluppo della malattia si formano sintomi più eloquenti. Di solito sono associati al fatto che la cisti idatidea inizia a esercitare pressione sul rivestimento tissutale del fegato o sugli organi circostanti.

I pazienti con tale neoplasma sono disturbati da tali manifestazioni come sensazione di pesantezza o diffusione, sensazioni dolorose nell'ipocondrio destro. Inoltre, il dolore può essere dato nell'ipocondrio destro. Nel caso in cui la cisti si trovi nel fegato, ma sulla superficie del tipo diaframmatico, viene identificata l'irradiazione delle sensazioni dolorose nella scapola inferiore, posteriore o destra. Va anche notato che un sintomo del diaframma destro (dolore estremo dovuto alla pressione sull'area della clavicola) può formarsi. Sulla radiografia, questo si manifesta come una posizione elevata della cupola destra del diaframma.

Il terzo stadio è caratterizzato da sintomi molto più gravi, poiché inizia la formazione di complicanze. In particolare, il paziente si trova di fronte al fatto che si verifica la suppurazione o la rottura della formazione, e si può anche notare una compressione dei dotti di tipo epatico, della vena porta e della loro calcificazione. Nel caso in cui si manifesti la suppurazione di una tale formazione come una cisti nel fegato, i sintomi sono più che privi di ambiguità: dolore intenso, febbre (estenuante, febbrile), brividi.

Allo stesso tempo, la neoplasia continua ad aumentare di dimensioni, e il risultato di suppurazione può essere una condizione come la sepsi, una scoperta di ascesso. Quest'ultimo può influenzare non solo l'addominale, ma anche la cavità pleurica. Questo è accompagnato da un dolore acuto e intenso nell'ipocondrio destro. In alcuni casi, potrebbe anche verificarsi un collasso o un fallimento cardiovascolare.

Parlando delle conseguenze dello svuotamento di una ciste nella cavità pleurica, va notato che questo provoca condizioni come la pleurite purulenta o l'ascesso della zona polmonare.

Gli esperti prestano attenzione anche al fatto che molto raramente esiste una morte indipendente del parassita. Anche la calcificazione delle cellule viene osservata raramente, il che significa auto-guarigione del corpo. Detto questo, ai primi sintomi spiacevoli o inusuali, è necessario sottoporsi a un esame diagnostico.

Diagnosi di echinococcosi

Nei pazienti in questo caso, il fegato è ingrandito. A seconda della posizione della neoplasia, può verificarsi la protrusione della parete addominale o un cambiamento nella forma dell'arco costale e delle costole stesse. Gli esperti richiamano l'attenzione dei pazienti sul fatto che:

  1. la diagnosi che indica che c'è una cisti nell'area del fegato è confermata da reazioni specifiche, in particolare, il tipo intracellulare di Cazzoni è il più popolare;
  2. Ulteriori metodi dovrebbero essere considerati come fissazione del complemento, agglutinazione al lattice e alcune altre reazioni;
  3. nel sangue di pazienti con questa malattia, viene identificata eosinofilia (un aumento del rapporto tra eosinofili nel sangue).

La diagnosi viene perfezionata utilizzando metodi quali l'ecografia, la TC, l'epatoscoscopio radioisotopico, l'angiografia dei vasi epatici. Inoltre, è pienamente giustificato condurre una radiografia di revisione per l'area del peritoneo e lo spazio del tipo subfrenico. Sulla base dei dati ottenuti come risultato della diagnosi, viene prescritto un successivo corso di recupero.

Trattamento della malattia

A seconda del tipo e del tipo di cisti nel fegato, possono essere applicati diversi tipi di trattamento. Quindi, se stiamo parlando di un tipo idatideo, è necessario l'intervento del tipo chirurgico. Il volume dell'operazione in questo caso è direttamente proporzionale alla posizione, alle dimensioni e ad altre caratteristiche della cisti. Non solo un'ecoinococcectomia chiusa o aperta, ma anche una resezione epatica può essere eseguita.

Parlando di ogni tipo di operazione, è necessario prestare attenzione al fatto che un tipo chiuso di intervento viene eseguito con un posizionamento sufficientemente basso della cisti, così come nel caso in cui nulla minacci la sua integrità. Un'operazione aperta è quella di guarire un tumore da una capsula fibrosa dopo che è stata eseguita una puntura o una dissezione.

L'echinococcectomia ideale, o estesa, consente di rimuovere una cisti con membrana fibrosa, senza aprire il lume. La variante presentata dell'intervento chirurgico è utilizzata nel caso di tali cisti, che sono di piccole dimensioni o caratterizzate dalla posizione del tipo regionale. I pazienti devono essere consapevoli che l'attuazione dell'intervento è irta di alcune difficoltà, in particolare il raggiungimento dell'emostasi e la sutura delle fistole biliari.

Un altro metodo è la resezione, che viene eseguita esclusivamente in tali pazienti che si trovano di fronte a più cisti di tipo idatideo.

Inoltre, dovrebbero essere abbastanza vicini l'uno all'altro.

Il prossimo modo di sbarazzarsi di tali tumori nel fegato, come una ciste, è la marsupializzazione. È una dissezione della formazione seguita da cucire le pareti alla ferita del tipo operativo. L'opzione di intervento specificata viene utilizzata nel caso di cisti non rilasciate o in via di estinzione. In quest'ultimo caso, il metodo applicabile è la formazione permanente di drenaggio.

In quei pazienti che hanno sperimentato una svolta di una cisti nella regione del dotto biliare, o la coledocotomia viene eseguita con drenaggio di vie esterne, o echinococcectomia con rimozione delle membrane o contenuto della cisti. L'intervento presentato dovrebbe terminare con il drenaggio dei dotti al tipo esterno per eliminare la probabilità di formazione di ittero ostruttivo.

Se una cisti di tipo idatideo esplode nella regione peritoneale, allora il volume dell'intervento chirurgico futuro dipende direttamente dal tipo di situazione anatomica esistente. Tuttavia, è importante che la cavità addominale sia completamente sterilizzata e drenata.

Certamente, una cisti di echinococco nel fegato è una grave condizione patologica che richiede un trattamento precoce. Tuttavia, questo è complicato da nessun sintomo evidente nella fase primaria della malattia. Pertanto, si raccomanda vivamente a tutti di adottare misure preventive di base: ricordare l'igiene personale e una protezione tempestiva contro i parassiti.

0 su 9 attività completate

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9

PASSAGGIO PROVA GRATUITA! Grazie alle risposte dettagliate a tutte le domande alla fine del test, sarai in grado di RIDURRE la probabilità della malattia!

Hai già superato il test prima. Non puoi eseguirlo di nuovo.

Devi effettuare il login o registrarti per iniziare un test.

È necessario completare i seguenti test per iniziare questo:

  1. Nessuna rubrica 0%

1. Il cancro può essere prevenuto?
L'insorgenza di una malattia come il cancro dipende da molti fattori. Garantire la piena sicurezza non può nessuno. Ma ridurre significativamente le possibilità di un tumore maligno, tutti possono farlo.

2. In che modo il fumo influisce sullo sviluppo del cancro?
Assolutamente, assolutamente vietato fumare. Questa verità è già stanca di tutto. Ma smettere di fumare riduce il rischio di sviluppare tutti i tipi di cancro. Con il fumo associato al 30% dei decessi per cancro. In Russia, i tumori ai polmoni uccidono più persone rispetto ai tumori di tutti gli altri organi.
Escludere il tabacco dalla tua vita è la migliore prevenzione. Anche se il fumo non è un pacchetto al giorno, ma solo la metà, il rischio di cancro ai polmoni è già ridotto del 27%, secondo l'American Medical Association.

3. Il sovrappeso influenza lo sviluppo del cancro?
Guarda le scale più spesso! I chili in più influenzeranno non solo la vita. L'American Cancer Research Institute ha scoperto che l'obesità provoca lo sviluppo di tumori dell'esofago, dei reni e della cistifellea. Il fatto è che il tessuto adiposo serve non solo a risparmiare riserve energetiche, ma ha anche una funzione secretoria: il grasso produce proteine ​​che influenzano lo sviluppo di un processo infiammatorio cronico nel corpo. E il cancro appare solo sullo sfondo dell'infiammazione. In Russia, il 26% di tutti i casi di cancro, l'OMS è associato all'obesità.

4. Gli sport contribuiranno alla riduzione del rischio di cancro?
Dare allenamenti almeno mezz'ora alla settimana. Lo sport è allo stesso livello con una corretta alimentazione quando si tratta di prevenzione oncologica. Negli Stati Uniti, un terzo di tutti i decessi sono attribuiti al fatto che i pazienti non seguivano alcuna dieta e non prestavano attenzione all'educazione fisica. L'American Cancer Society raccomanda di allenarsi per 150 minuti a settimana ad un ritmo moderato, o due volte meno, ma più attivo. Tuttavia, uno studio pubblicato sulla rivista Nutrition and Cancer nel 2010, dimostra che anche 30 minuti sono sufficienti per ridurre il rischio di tumore al seno (che colpisce ogni ottava donna nel mondo) del 35%.

5. In che modo l'alcol influisce sulle cellule tumorali?
Meno alcol! L'alcol è attribuito al verificarsi di tumori della cavità orale, della laringe, del fegato, del retto e delle ghiandole del latte. L'alcol etilico si rompe nel corpo ad aldeide acetica, che viene poi convertita in acido acetico dall'azione degli enzimi. L'acetaldeide è il più forte cancerogeno. L'alcol è particolarmente dannoso per le donne, poiché stimola la produzione di estrogeni - ormoni che influenzano la crescita del tessuto mammario. L'eccesso di estrogeni porta alla formazione di tumori al seno, il che significa che ogni sorso extra di alcol aumenta il rischio di ammalarsi.

6. Che cavolo aiuta a combattere il cancro?
Come il cavolo broccolo. Le verdure non sono solo incluse in una dieta sana, ma aiutano anche a combattere il cancro. In particolare, quindi, le raccomandazioni su un'alimentazione sana contengono una regola: verdure e frutta dovrebbero rappresentare metà della dieta giornaliera. Particolarmente utili sono le verdure crocifere, che contengono glucosinolati - sostanze che, durante la lavorazione, acquisiscono proprietà anti-cancro. Queste verdure includono cavoli: cavolo bianco normale, cavoletti di Bruxelles e broccoli.

7. Quale tumore del corpo è affetto da carne rossa?
Più mangi le verdure, meno metti un piatto di carne rossa. Gli studi hanno confermato che le persone che mangiano più di 500 grammi di carne rossa alla settimana hanno un rischio maggiore di contrarre il cancro del retto.

8. Quali rimedi sono suggeriti per proteggere contro il cancro della pelle?
Fai scorta di creme solari! Le donne di età compresa tra 18 e 36 anni sono particolarmente sensibili al melanoma, la forma più pericolosa di cancro della pelle. In Russia in soli 10 anni, l'incidenza del melanoma è aumentata del 26%, le statistiche mondiali mostrano un aumento ancora maggiore. Questa apparecchiatura è accusata di abbronzatura artificiale e raggi solari. Il pericolo può essere minimizzato con un semplice tubo di protezione solare. Uno studio del 2010 del Journal of Clinical Oncology ha confermato che le persone che applicano regolarmente una crema speciale soffrono di melanoma due volte meno rispetto a coloro che trascurano tali cosmetici.
La crema deve essere scelta con il fattore di protezione SPF 15, applicato anche in inverno e anche in condizioni di tempo nuvoloso (la procedura dovrebbe trasformarsi nella stessa abitudine di lavarsi i denti), e anche non essere esposto ai raggi del sole da 10 a 16 ore.

9. Cosa ne pensi, lo stress influisce sullo sviluppo del cancro?
Di per sé, lo stress del cancro non causa, ma indebolisce l'intero corpo e crea le condizioni per lo sviluppo di questa malattia. Gli studi hanno dimostrato che l'ansia costante altera l'attività delle cellule immunitarie responsabili dell'inclusione del meccanismo "colpisci e scappa". Di conseguenza, una grande quantità di cortisolo, monociti e neutrofili, che sono responsabili dei processi infiammatori, circolano costantemente nel sangue. E come già accennato, i processi infiammatori cronici possono portare alla formazione di cellule tumorali.

GRAZIE PER IL TUO TEMPO! SE LE INFORMAZIONI SONO STATE RICHIESTE, PUOI LASCIARE RISPOSTE NEI COMMENTI ALLA FINE DELL'ARTICOLO! SAREMO GRAZIE!

Ciste Echinococcica del fegato: sintomi, trattamento, prevenzione

La cisti ecococcica del fegato è la manifestazione più comune di echinococcosi umana (50-80%). Questa patologia si sviluppa a causa dell'infezione del corpo con larve di tenia Echinococcus granulosus. A rischio sono le persone a contatto con animali, come pastori o lavoratori dei macelli.

L'inosservanza delle norme igieniche diventa la causa principale dell'infezione - l'uso di verdure e frutta non lavate, così come l'acqua non bollita dai bacini aperti. Gli animali malati (cani, lupi e altri) spesso diventano fonti di infezione. Se hai accarezzato un cane con le uova di echinococcus e non si è lavato le mani dopo questo, corri il rischio di scoprire i primi sintomi di una ciste epatica dopo un po '.

Il fatto che gli animali domestici possano diventare una fonte di infezione non significa il divieto di tenere animali domestici. Se il tuo cane non mangia carogne, non entra in contatto con cani randagi e viene sottoposto a controlli regolari, allora la probabilità di "agganciare" i vermi è piccola.

Poiché una persona è un ospite intermedio per questo parassita, gli adulti non si sviluppano nel suo corpo e le loro uova penetrano nel corpo con il cibo. Pertanto, è impossibile infettare il fegato echinococco da un'altra persona.

I sintomi della malattia

Il fegato echinococco (cisti) mostra i suoi sintomi in modi diversi. Dipende dallo stadio della malattia:

  1. Il palcoscenico asintomatico può durare anni, mentre il paziente si sente bene. Come reazione dell'organismo alla presenza di parassiti vivi, possono verificarsi sintomi generali non specifici: perdita di peso, orticaria, reazioni allergiche. In questa fase, la cisti viene rilevata per caso, durante l'esame, associata ad un'altra patologia. Uno dei metodi con cui è possibile rilevare una cisti echinococcica del fegato è l'ecografia.
  2. Man mano che la ciste di echinococco del fegato cresce, i sintomi sono associati alla pressione della cisti sul tessuto epatico. Una persona ha una sensazione di pesantezza nell'addome, dolore doloroso, indigestione - eruttazione, vomito, rapida saturazione. I pazienti spesso soffrono di diarrea. Se le cisti si trovano nella parte superiore del fegato, i pazienti spesso lamentano mancanza di respiro. Il fegato cresce di dimensioni.
  3. L'ultimo stadio - la fase delle complicanze, di solito si sviluppa nel 10-20% dei casi. Allo stesso tempo, si osserva ittero ostruttivo - ingiallimento delle membrane mucose, occhi bianchi e pelle dovuto al fatto che i dotti biliari sono schiacciati. La struttura del tessuto epatico cambia, si sviluppa l'insufficienza epatica. Spesso le cisti marciscono e aumenta anche il rischio di rottura delle cisti del fegato. Ciò porta a sanguinamento interno, allo sviluppo di peritonite e allo shock anafilattico. Un forte dolore all'addome - una ragione per il trattamento immediato al medico.

Trattamento tradizionale e prevenzione

Non c'è un singolo farmaco, a causa del quale la cisti del fegato echinococco scomparirebbe. Il trattamento di solito consiste in un intervento chirurgico. I casi di auto-guarigione sono rari, di solito consistono nella morte del parassita all'interno della cisti di piccole dimensioni e calcificazione (calcinazione) delle sue pareti. In questo caso, il paziente piuttosto regolarmente osservato da un medico. Comunque, il più spesso, le cisti con decadimento di ekhinokokkh morto e c'è un rischio di un ascesso.

Con una tale patologia come una cisti echinococco del fegato, l'operazione è finalizzata alla completa rimozione della cisti, mentre è necessario ridurre al minimo la probabilità di lasciare parassiti vitali e formazioni figlie nel corpo. La rimozione di una cisti echinococco del fegato è possibile nei seguenti modi:

  • L'echinococcectomia ideale viene eseguita per le piccole cisti. La cisti viene rimossa insieme alla guaina fibrosa circostante, un tessuto epatico alterato.
  • Una echinococcectomia aperta viene eseguita se la cisti festeggia. I bordi della capsula fibrosa sono cuciti sulla parete anteriore della cavità addominale, dopo di che la capsula viene drenata.
  • L'echinococcectomia chiusa viene eseguita con una singola cisti, senza rimuovere la capsula fibrosa. Prima dell'operazione, il fluido cistico viene pompato e sostituito con una soluzione alcolica, che riduce il rischio di rottura della membrana.
  • La resezione epatica è la chirurgia più radicale per rimuovere una cisti epatica da echinococco quando una parte dell'organo viene completamente rimossa. È fatto nel caso di echinococcosi multipla del fegato o nella posizione marginale delle cisti.
  • Peristectomia: rimozione del parassita insieme alla membrana fibrosa. Condotto in presenza di complicazioni.

Indipendentemente dal tipo di intervento eseguito, è necessario essere regolarmente monitorati da un medico per almeno 2 anni dopo l'intervento. Secondo le raccomandazioni dell'OMS, è necessario essere monitorati per 10 anni e solo dopo questo periodo il paziente può essere considerato completamente sano e non avere paura delle ricadute.

IMPORTANTE DA SAPERE!

Prevenzione della cisti di echinococco del fegato:

  • Non utilizzare acqua non depurata da fonti non verificate;
  • verdure e frutta del giardino, così come i frutti di bosco devono essere lavati;
  • trattamento termico del cibo da parassiti (le uova di echinococcus muoiono a temperature superiori a 60 gradi);
  • indossa i guanti se lavori in giardino - potrebbero esserci uova di elminti nel terreno;
  • condurre regolarmente sverminazioni di cani e gatti domestici.

Recupero e recupero postoperatorio

Formazioni dalla forma arrotondata con una superficie liscia - ecco come appare la cisti di echinococco del fegato. Le foto, come altri metodi di ricerca, non permettono di vedere le vescicole echinococciche della figlia. Queste piccole formazioni sono di solito una fonte di ricaduta.

I casi di re-infezione con echinococco sono rari, come nella diagnosi di questa malattia, vengono prese misure per trovare e isolare la fonte della malattia. Pertanto, la ricorrenza di echinococco è, nella maggior parte dei casi, una complicazione dopo l'intervento chirurgico quando si verifica:

  • la semina delle larve di organi sani nel processo di rimozione della cisti;
  • rottura del guscio del parassita, a causa della quale l'echinococco si diffonde con il sangue;
  • rimozione incompleta di bolle di figlia di echinococcus o parte di una cisti;
  • diagnosi inesatta o errori durante l'intervento.

E 'possibile curare in modo permanente l'echinococco del fegato? Sì, se si seguono attentamente le seguenti raccomandazioni per il periodo postoperatorio:

  1. Assunzione regolare di farmaci antielmintici, secondo le raccomandazioni del medico curante.
  2. Il periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico.
  3. Mantenere una dieta con una cisti epatica - eliminare i cibi difficili digeribili, aumentare il contenuto proteico nella dieta.
  4. Esami regolari obbligatori: esami del sangue per gli anticorpi contro echinococco, ecografia epatica, test di funzionalità epatica e biochimica del sangue.
  5. Rispettare gli standard sanitari durante la cottura.
  6. Rifiuta l'alcol e le sigarette.

Dopo l'intervento chirurgico, i medici consigliano di evitare uno sforzo fisico pesante per 4 mesi. Anche la terapia fisica non è raccomandata prima di due mesi dopo l'intervento.

Cisti Echinococcica del fegato e metodi tradizionali di trattamento

Poiché il trattamento dell'echinococcus epatico è solitamente lungo, complicato e costoso, molte persone hanno domande su come eliminare il fegato da una cisti echinococcica senza intervento chirurgico. Per fare questo, rivolgiti ai mezzi della medicina tradizionale. Considerare i metodi più comuni di trattamento delle cisti epatiche:

  • Si ritiene che le uova di quaglia dissolvano la cisti idatidea sul fegato. I guaritori consigliano di assumere 5 uova crude a stomaco vuoto per 20 giorni.
  • Nelle prime fasi della malattia, le larve di echinococcus sono presumibilmente spaventate dall'assenzio. La polvere di tre erbe - chiodi di garofano, tanaceto e assenzio - è raccomandata per essere presa tre volte al giorno prima dei pasti con un cucchiaino.
  • Viene anche presa la polvere di zenzero, diluita con una piccola quantità di latte. Questo farmaco è preso a giorni alterni. Tuttavia, lo zenzero ha una serie di controindicazioni - è necessaria la consultazione con il medico!
  • La scorza di limone secca è anche un potente agente contro i parassiti. Si consiglia di assumere la polvere diluita con un bicchiere d'acqua a stomaco vuoto al mese.
  • Paglia d'avena da bagno - un modo popolare per sbarazzarsi di echinococco attraverso la pelle. La procedura dura da mezz'ora a due. Fare il bagno in un brodo caldo è particolarmente raccomandato per i bambini.
  • La raccolta di erbe di gemme di betulla, menta piperita e immortelle viene utilizzata per il trattamento dell'echinococco, non solo nel fegato, ma anche in altri organi.

Ci sono molti altri metodi popolari, alcuni dei quali aiutano nello sviluppo di vere cisti. Tuttavia, la medicina convenzionale nega la loro efficacia nel danno epatico parassitario. Il guscio di una cisti echinococcica è troppo denso perché i preparati a base di erbe possano penetrarlo e distruggere i parassiti.

Il trattamento comune per le cisti nel fegato è la terapia con alcol. Si consiglia di prenderlo prima di mangiare quando si visita stabilimenti di ristorazione, in cui la qualità del cibo è in dubbio. L'alcool (glicerina o ipoclorano) viene utilizzato durante l'operazione di una cisti epatica da echinococco durante la puntura o il drenaggio. Ma quando l'alcool ingerito non causa la morte di echinococco.

Anche i medici raccomandano di non usare troppo spesso i disinfettanti. Contrariamente alla credenza popolare, questa non è la prevenzione di una cisti epatica da echinococco. Allo stesso tempo, i prodotti contenenti antisettici o antibiotici violano il naturale equilibrio dei microrganismi, che provoca un sacco di malattie della pelle.