Periodo di incubazione dell'epatite C

Sintomi

Se fai affidamento sulle statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, allora nel mondo il 2% della popolazione è infetto dal virus dell'epatite C.

Il concetto di epatite C

L'epatite C è una malattia epatica infiammatoria infettiva, caratterizzata da un lungo decorso asintomatico e dall'insorgenza di complicazioni nella forma di cirrosi epatica e carcinoma epatocellulare.

Nonostante il successo della medicina moderna nel trattamento dell'epatite C, il numero di pazienti aumenta di anno in anno.

L'epatite C può tranquillamente essere definita la malattia dei tossicodipendenti, poiché oltre il 40% dei pazienti sono giovani che hanno contratto siringhe e aghi non sterili durante le iniezioni di farmaci. L'aumento dell'incidenza dell'epatite C è direttamente correlato all'aumento della tossicodipendenza da iniezione.

È importante! Inoltre, questa malattia ha un incredibile tradimento. Significa che il periodo di incubazione dell'epatite C può durare fino a 20 anni. La persona è infetta, ma non ha alcun segno della malattia, quindi conduce una vita normale e può infettare i propri cari.

E manifestazioni di epatite C si verificano quando il corpo ha già gravi cambiamenti strutturali e funzionali nel fegato.

Modi per ottenere l'epatite C

Il virus dell'epatite C è un virus epatotropico appartenente al virus Hepadnovirus della famiglia Flavovirus. Il genoma del virus è rappresentato da RNA lineare a filamento singolo.

L'insieme genetico del virus dell'epatite C ha molte varianti, quindi ci sono 6 tipi e più di 90 sottotipi. A causa di un numero così elevato di sierotipi del patogeno, l'immunità non viene prodotta e la reinfezione è possibile.

Il virus dell'epatite C, a causa della sua membrana proteico-lipidica, è resistente al riscaldamento, all'essiccamento e al congelamento, nonché al fenolo, alla formalina, all'etere e alla cloramina.

Fonti di virus dell'epatite C - un paziente con epatite C acuta o cronica, nonché portatori di virus asintomatici.

Il virus dell'epatite C può essere trovato in quasi tutti i liquidi biologici del paziente, ma al massimo nella quantità di sangue e sperma.

Oggi sono note tali modalità di infezione da epatite C:

  • l'uso di aghi e siringhe da parte di persone che fanno uso di droghe;
  • la via di trasfusione di sangue con infezione da epatite C non ha perso la sua rilevanza, nonostante dal 1992 tutti i materiali trasfusionali del sangue e del sangue siano stati testati per la presenza del virus dell'epatite C;
  • quando si eseguono tatuaggi e body piercing con strumenti insufficientemente trattati;
  • con trattamenti non convenzionali, come l'agopuntura;
  • per le procedure igieniche - manicure, pedicure, rasatura, epilazione, taglio dei capelli;
  • durante il rapporto sessuale quando i partner non usano il preservativo;
  • il bambino può essere infettato dalla madre durante il parto e durante la cura se la madre è ferita e il suo sangue arriva sulla pelle danneggiata del bambino.

Periodo di incubazione dell'epatite C

Il periodo dal momento in cui il virus dell'epatite C entra nel sangue di una persona sana e fino a quando compaiono i primi segni della malattia è il periodo di incubazione.

Durante il periodo di incubazione, il virus si moltiplica attivamente negli epatociti, distruggendoli. Il virus dell'epatite C può danneggiare le cellule del fegato direttamente dai propri enzimi o attraverso il sistema immunitario del paziente, che percepisce gli epatociti come corpi estranei e li distrugge.

Interessante! La durata media di questo periodo (stage) è di 50 giorni. Ma, ci sono casi in cui i primi segni di epatite C si verificano 14-150 giorni dopo l'infezione con il virus, e talvolta anche 15 anni dopo.

La durata del periodo di incubazione dipende dalla via di infezione con il virus, dallo stato del sistema immunitario del paziente e dal numero di corpi virali che sono entrati nel sangue.

Non tutti quelli che hanno contratto il virus sviluppano l'epatite C. Le persone con una buona immunità possono diventare portatrici asintomatiche del virus. Ma, anche con il trasporto virale nel fegato, gli epatociti vengono lentamente distrutti, solo senza un quadro clinico vivido.

L'epatite C si manifesta in forma acuta, che nell'80% dei casi diventa cronica. L'epatite C cronica può anche verificarsi principalmente.

I segni di epatite C acuta sono uguali a quelli di altre epatiti virali. I pazienti possono manifestare i seguenti sintomi:

  • debolezza generale senza causa;
  • stanchezza;
  • la debolezza;
  • dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • sapore amaro in bocca;
  • nausea;
  • vomito.

La pelle e le mucose ingialliscono nelle fasi successive, quando si uniscono varie complicazioni. Anche per l'epatite C non è caratteristica della febbre.

Se, oltre all'epatite C, il paziente è affetto da altra epatite virale o infezione da HIV, il decorso della malattia è appesantito e nella maggior parte dei casi porta alla morte del paziente.

Il percorso di trasmissione e il momento in cui il paziente è stato infettato possono essere stabiliti solo nella metà dei pazienti. Ciò può essere spiegato da un lungo periodo di incubazione e dall'assenza di specifici segni di epatite C. Si ritiene inoltre che non conosciamo tutte le vie della diffusione dell'epatite C.

Come identificare l'epatite C durante il periodo di incubazione?

Nonostante il fatto che durante il periodo di incubazione non vi siano segni specifici di epatite C, può comunque essere diagnosticata utilizzando test di laboratorio - un saggio immunoenzimatico e una reazione a catena della polimerasi.

Il primo metodo è effettuato allo scopo di identificare gli anticorpi contro l'epatite C, che iniziano a circolare nel sangue del paziente molto prima dell'inizio di qualsiasi sintomo della malattia.

Con l'aiuto della reazione a catena della polimerasi nel sangue del paziente si può vedere il genoma del virus dell'epatite C (RNA) una settimana dopo l'infezione. Questo metodo è più sensibile rispetto al dosaggio immunoenzimatico.

Interessante! Nella maggior parte dei casi, l'epatite C nella fase iniziale viene rilevata per caso - nel processo di preparazione per le operazioni, pianificazione della gravidanza o test per una diversa patologia.

L'epatite C è una malattia insidiosa e pericolosa. Ma la medicina non è ancora alla ricerca di efficaci farmaci antivirali. Il trattamento iniziato nelle prime fasi può curare il 60-80% dei pazienti. Inoltre, non dimenticare la prevenzione dell'epatite C. Prestare attenzione e attenzione durante l'esecuzione di manipolazioni che possono portare a infezione da epatite C.

Quanto è lungo il periodo di incubazione per l'epatite C e come è pericoloso?

L'epatite C è il tipo più grave di epatite virale. Si presenta come una malattia asintomatica o è accompagnata da segni caratteristici di molte malattie. Nel sangue del paziente, il virus viene rilevato per caso dopo il test. A volte l'epatite C può essere rilevata negli stadi successivi della cirrosi.

Oggi più del 2% degli abitanti del mondo sono infettati dal virus dell'epatite C. Nonostante le difficili modalità di trasmissione, le statistiche crescono ogni anno. Il virus può essere infettato per via parenterale, così come il contatto con il sangue di una persona malata. Quasi la metà delle infezioni da epatite sono osservate nei consumatori di droghe per via iniettiva che riutilizzano le siringhe. Le persone che lavorano nelle istituzioni mediche, i riceventi di sangue e le persone con problemi sessuali sono particolarmente a rischio di contrarre l'epatite C. La trasmissione verticale della malattia, da madre a figlio alla nascita è possibile, ma è molto meno comune rispetto agli altri.

Periodo nascosto

Dopo l'infezione inizia il periodo di incubazione dell'epatite C. La sua durata va da 20 a 140 giorni. Il periodo di latenza medio è di 50 giorni. Durante questo periodo, il virus si adatta alle condizioni del corpo e si moltiplica. Più lungo è questo periodo, maggiore è la probabilità che il virus entri direttamente nella forma cronica.

Il paziente deve ricordare che l'epatite C è un "lento assassino". I suoi sintomi possono non apparire immediatamente dopo la fine del periodo di incubazione, poiché la malattia stessa passa inosservata. Nell'80% dei casi dopo l'infezione con il virus dell'epatite, una persona non avverte alcun disagio e non sospetta nemmeno che qualcosa sia sbagliato in lui. Questo rende il trattamento molto più difficile. Sarebbe più efficace se il virus dell'epatite C fosse rilevato e diagnosticato il più presto possibile.

Se il paziente ha una forte immunità, il virus è in forma persistente. Non si moltiplica o lo fa molto lentamente. Ma ha ancora un effetto sul corpo, distruggendo il fegato e provocando la sua degenerazione. Essere nel periodo di incubazione o essere un portatore passivo di epatite C, una persona può infettare gli altri.

Lo sviluppo più frequente degli eventi è quando passa il periodo di incubazione dell'epatite C e la malattia si trasforma immediatamente in una forma cronica. Nell'80% dei casi, questi pazienti hanno diverse malattie croniche oltre all'epatite. E l'aggiunta di un altro virus porta ad un aumentato rischio di sviluppare il cancro al fegato.

Sintomi fastidiosi

Pertanto, è difficile per gli specialisti determinare il giorno in cui un paziente è stato infettato dal virus dell'epatite C. Il tempo e il fatto dell'infezione da un virus rimane un mistero per i medici. Identificare la malattia donando sangue, esami casuali o una gravidanza programmata. Anche il quadro clinico non presenta sintomi specifici. Il massimo che può verificarsi alla fine del periodo latente della malattia:

  • astenia;
  • la debolezza;
  • affaticamento.

Occasionalmente, l'insorgenza della malattia è associata a sintomi influenzali. Questo può essere febbre, dolori muscolari o mal di testa. Naturalmente, tali segni non indicano necessariamente che il virus dell'epatite C sia presente nel sangue, ma dovrebbero essere ancora una volta la causa dei test e dei test per l'epatite virale.

Molto raramente dopo il periodo di latenza, appaiono segni di danno epatico:

  • Ittero.
  • Sanguinamento dal naso, gengive - un segno di sindrome emorragica. Il fegato non produce la proteina necessaria per la coagulazione del sangue.
  • Ascite: accumulo di liquido libero nello spazio addominale.

Questi sintomi indicano che la malattia è peggiorata e passata in forma aperta.

Come rilevare l'epatite C all'inizio della malattia?

Se sospetti un virus nel sangue o non sei sicuro della pulizia delle istituzioni che hanno visitato, fai diversi test e verifica se il tuo corpo è stato infettato da epatite virale.

Nel 90% dei pazienti, gli anticorpi (anti-HCV) vengono rilevati durante i primi tre mesi della malattia. Nel periodo di incubazione, non è sempre possibile rilevare anticorpi. L'epatite C è una malattia che spesso dà risultati falsi, quindi per precisione dovrai donare il sangue almeno due volte. Risultati falsi positivi possono verificarsi in caso di test di revisione positivi nel corpo.

Ma più spesso ci sono situazioni in cui, al contrario, il virus è presente e il risultato è negativo.

I metodi diagnostici sierologici sono imprecisi, quindi prescrivono una reazione a catena della polimerasi (PCR). Questa analisi è costosa, ma solo lui può determinare la presenza di epatite C già nelle prime due settimane dal momento dell'infezione. Anche durante il periodo di incubazione, quando i cambiamenti nel funzionamento di organi e sistemi non sono ancora iniziati nel corpo. Questa precisione è dovuta al fatto che l'analisi viene eseguita a livello del DNA, una parte del genoma è isolata dal sangue e si riproduce in condizioni di laboratorio. I cambiamenti strutturali nei geni iniziano durante il periodo di incubazione.

Usando una reazione a catena della polimerasi, vengono anche determinate la carica virale e la quantità di virus nel sangue. Ulteriori trattamenti e prognosi dipendono da questo. Più grande è il virus, più difficile sarà sbarazzarsene. Viene inoltre studiato il genotipo del virus - anche questo ha un ruolo importante nel trattamento quando si scelgono i farmaci.

Dopo la diagnosi, viene determinata l'entità del danno epatico. Per fare questo, utilizzare il grado di attività degli enzimi transaminasi. Con le lesioni organiche, il livello di ALT aumenta drasticamente. Ma quando l'epatite C diventa cronica, l'attività enzimatica può diminuire. Pertanto, i test di funzionalità epatica dovrebbero essere eseguiti almeno 1 volta all'anno per scoprire se la malattia sta progredendo o meno.

L'intossicazione di un organismo infetto dal virus dell'epatite C è meno pronunciata rispetto all'epatite A e B. Ma il trattamento della malattia è complesso e lungo. È necessario nei casi di forma acuta della malattia o in grave intossicazione. Se il paziente è stato in grado di raggiungere durante il periodo di incubazione che il virus ha interrotto la sua moltiplicazione e si è trasferito allo stadio di persistenza, la terapia non è necessaria. È impossibile sbarazzarsi per sempre del virus nel sangue, ma è possibile attenuare le conseguenze della malattia per se stessi e, se possibile, prevenire la cirrosi epatica.

Come prevenire l'infezione da virus?

La vaccinazione specifica contro il virus non è stata ancora inventata. Tuttavia, i farmacologi stanno sviluppando nuovi farmaci che sopprimono l'attività del virus e consentono di essere completamente rimosso dal corpo.

A causa della diagnosi difficile e delle deboli manifestazioni della malattia, si raccomanda di effettuare la prevenzione dell'epatite C:

  • non utilizzare prodotti per l'igiene altrui e strumenti monouso che sono venuti a contatto con il sangue;
  • controllare le regole degli antisettici durante la manipolazione e il contatto con il sangue (in odontoiatria, saloni di bellezza, saloni per tatuaggi);
  • Utilizzare i preservativi durante i rapporti sessuali con partner non testati.

Anche identificando la malattia con metodi costosi durante il periodo di incubazione, difficilmente riuscirai a sospenderla. A causa della mancanza di un vaccino, la prevenzione della malattia con i metodi esistenti diventa più importante che mai per la vostra salute.

Epatite C attraverso quanti test

L'epatite C è uno dei tipi più comuni di epatite. Poiché i sintomi della malattia spesso non si manifestano e la malattia viene rilevata attraverso altri esami diagnostici, è importante che i pazienti sappiano cos'è l'epatite C, come viene trasmessa e come curare la malattia.

Aiuto per ottenere informazioni complete sulle domande e risposte sull'epatite C su questo argomento.

Cos'è l'epatite C

L'epatite C è una forma grave di epatite virale, l'agente causale di cui parassita solo nel corpo umano. Con questa malattia si verifica un danno al fegato, è caratteristico di un decorso anterico della malattia e una tendenza a diventare cronico.

L'epatite C è rilevata in tutti i paesi del mondo. La malattia è rilevata principalmente nei giovani e nelle persone di mezza età.

Se l'epatite C è contagiosa

Poiché molti pazienti non conoscono la loro malattia e, soprattutto, non sanno dove sono stati infettati, è importante che i pazienti e i loro cari sappiano se l'epatite C viene trasmessa da persona a persona.

L'epatite C è contagiosa, ma poiché il virus di questo tipo di epatite viene trasmesso principalmente attraverso il sangue, sapendo come viene trasmessa l'epatite C, è possibile proteggersi dall'infezione.

Come viene trasmessa l'epatite C.

Il virus dell'epatite C si diffonde per via parenterale (bypassando il tratto gastrointestinale, l'infezione entra immediatamente nel flusso sanguigno). Nel 97% dei casi, il virus viene trasmesso da una persona infetta a una persona sana con sangue e componenti del sangue e solo nel 3% dei casi l'infezione avviene attraverso secrezioni vaginali e sperma.

La fonte dell'infezione è un paziente con una malattia in forma acuta o cronica, così come i portatori di virus - pazienti autosviluppati con una forma acuta della malattia o pazienti con una forma cronica nella fase di remissione.

Come ottenere l'epatite C

Come viene trasmessa l'epatite C da persona a persona con il sangue:

Nel processo di trasfusione di sangue e dei suoi componenti (massa di eritrociti, massa piastrinica, massa dei leucociti, plasma). In passato, questa via di infezione era la principale per questo tipo di epatite, ma l'esame obbligatorio dei donatori effettuato al momento ha ridotto significativamente la possibilità di infezione attraverso la trasfusione di sangue. Quando si applicano i tatuaggi e la procedura di piercing (si riferisce alle vie più comuni di infezione), poiché queste procedure utilizzano spesso uno strumento scarsamente sterilizzato o non sterilizzato. Quando si visita un chiodo o un salone di bellezza, un barbiere o uno studio dentistico, quando si esegue l'agopuntura a causa del contatto con il sangue di uno strumento scarsamente sterilizzato. Se usato insieme a una persona infetta, rasoi e altri prodotti per la cura personale che possono avere particelle di sangue microscopiche. Quando si fornisce assistenza medica. Dal momento che è ora per l'iniezione, ecc. nei paesi sviluppati vengono utilizzati strumenti sterili monouso, quindi il personale medico è principalmente infetto in presenza di lesioni cutanee durante il trattamento delle ferite e il lavoro con prodotti sanguigni. Durante l'emodialisi (trattamento dell'insufficienza renale con l'ausilio dell'apparato "rene artificiale"). L'infezione è possibile quando le lesioni cutanee e il sangue di un paziente con epatite C arriva a questi siti durante la puntura di una fistola artero-venosa o come risultato del contatto con indumenti contaminati con sangue e materiali di consumo.

La via più comune di infezione è l'uso di siringhe comuni, che si osservano con l'iniezione di dipendenza. Secondo le statistiche, l'infezione viene trasmessa nel 40% dei casi dal numero totale di pazienti.

Come si può ottenere l'epatite C senza contatto con il sangue del paziente

In rari casi, l'epatite C viene trasmessa durante il parto da una madre malata a un bambino (5% di tutti i casi di epatite C in donne in gravidanza). L'infezione è più probabile se la donna incinta ha una forma acuta della malattia negli ultimi mesi di gravidanza.

L'epatite C viene trasmessa sessualmente attraverso rapporti non protetti. Il rischio di trasmissione del virus è in media del 3-5%. La probabilità di infezione in coppie permanenti nell'emisfero settentrionale è minima (Europa - 0 - 0,5%, America - 2 - 4,8%). Nell'emisfero meridionale, il rischio di infezione sale al 20, 7% in Sud America e 27% nel Sud-Est asiatico. A rischio sono le persone con un gran numero di partner sessuali. La probabilità di trasmissione del virus durante il sesso orale è sconosciuta.

Come si diffonde l'epatite C virale cronica?

L'epatite C può essere acuta e cronica. La malattia inizia sempre con una forma acuta che si verifica dopo l'infezione e il periodo di incubazione, ma nella maggior parte dei casi è asintomatica. Nel 15-45% dei casi, i pazienti guariscono spontaneamente (eliminano il virus dell'epatite C nel corpo). Se il recupero non viene, la malattia diventa cronica.

Posso ottenere l'epatite C attraverso la saliva

Poiché le persone spesso confondono diversi tipi di epatite, è opinione diffusa che l'epatite C venga trasmessa attraverso la saliva. Tuttavia, questa convinzione non è corretta - il virus dell'epatite C non viene trasmesso con la saliva, poiché è raramente presente nel sangue e nella saliva in quantità estremamente ridotte (in teoria, questa situazione può verificarsi con un alto livello di contenuto di virus nel sangue e in presenza di microtraumi nella cavità orale).

Posso ottenere l'epatite C attraverso un bacio?

L'epatite C non viene trasmessa attraverso un bacio: secondo le statistiche, il rischio di trasmissione del virus è vicino allo zero (tranne che per le lesioni del cavo orale in entrambi i partner, ma in questo caso il rischio è minimo).

L'epatite C è trasmessa dalle famiglie?

È impossibile contrarre l'epatite C con il cibo, il contatto diretto o le goccioline trasportate dall'aria. Il virus non si diffonde quando si parla, si tossisce o si starnutisce, non viene trasmesso da strette di mano e abbracci, da punture di insetti, con acqua o alimenti (l'uso di piatti e asciugamani comuni non rappresenta un pericolo se si osservano le normali norme igieniche).

Come viene trasmessa l'epatite C nella vita di tutti i giorni? I casi di infezione da membri della famiglia sono associati al sangue di un paziente nel sangue di un membro della famiglia in buona salute quando si usano attrezzi per manicure comuni, rasoi, spazzolini da denti o quando si fornisce il primo soccorso per i tagli.

L'epatite C viene trasmessa da padre a figlio

Secondo la ricerca medica, il virus dell'epatite C non viene trasmesso da padre a figlio al momento del concepimento.

L'epatite C viene trasmessa da madre a figlio

Se la madre ha l'epatite C, la probabilità di trasmissione del virus al bambino non supera il 5% di tutti i casi. La barriera placentare non può superare il virus dell'epatite C, quindi la trasmissione dell'infezione si verifica durante il parto al momento del passaggio del canale del parto.

Nella maggior parte dei casi, l'epatite C viene trasmessa al bambino quando la madre ha una malattia acuta.

Il virus non viene trasmesso con il latte materno, ma se ci sono crepe e altri danni al seno, si raccomanda di interrompere l'allattamento al seno per evitare il contatto del bambino con il sangue della madre malata.

L'epatite B può andare all'epatite C

No, l'epatite B non diventa l'epatite C, poiché si tratta di diversi tipi di virus. Tuttavia, esiste una possibilità di infezione di un paziente con un tipo di epatite con un altro tipo di virus dell'epatite (si sviluppa una coinfezione, che è stata rilevata nel 3% della popolazione in Europa)

Di quanto sangue hai bisogno per ottenere l'epatite C

1/100 - 1/10000 ml del sangue del paziente sono sufficienti per l'infezione (visivamente è inferiore a 1 goccia).

Quanto dura l'epatite C dopo l'infezione?

Nell'epatite C, il periodo di incubazione è individuale e varia da 2 settimane a 6 mesi o più (in media 49-50 giorni).

Un virus che entra nel flusso sanguigno viene trasferito agli epatociti (cellule epatiche), dove inizia a moltiplicarsi. Ogni cellula infetta produce circa 50 virus al giorno, che rilasciano tossine (antigeni) nel sangue. Di conseguenza, le pareti delle cellule epatiche vengono gradualmente distrutte, ma nella maggior parte dei casi i sintomi della malattia non compaiono. La reazione immunitaria al virus si manifesta un mese o più dopo l'infezione - gli anticorpi del virus vengono rilevati dopo 4-6 settimane (classe M) e 11-12 settimane (classe G).

Il livello totale di anticorpi (totale) può essere determinato da 4 a 5 settimane dopo l'infezione.

I sintomi della malattia possono non apparire del tutto fino allo stadio della cirrosi, che si sviluppa nei pazienti dopo molti anni.

Chi è il portatore dell'epatite C

In alcuni casi, il medico nella diagnosi delle malattie nota: "il trasporto di epatite C." Chi è il portatore dell'epatite C, cosa significa e qual è la particolarità di questa condizione?

I medici fanno una diagnosi del genere se c'è un virus dell'epatite C nel corpo del paziente, che non distrugge le cellule del fegato e non causa i sintomi clinici della malattia. Questa immagine è osservata in pazienti guariti spontaneamente con una forma acuta o in remissione di una forma cronica.

Il vettore stesso non soffre del virus dell'epatite C, ma può diventare una fonte di infezione per altre persone. Possibile progressione della malattia latente.

Quanto dura il virus dell'epatite C nell'ospite?

L'agente eziologico dell'epatite C può esistere nel corpo del trasportatore del virus per tutta la vita.

L'epatite C può guarire da sola senza trattamento?

Sì, può, ma solo una forma acuta della malattia che si verifica durante l'infezione iniziale. La cura spontanea (senza trattamento) è osservata in circa il 15-45% dei casi e i pazienti apprendono spesso la loro malattia dalla presenza di anticorpi nel sangue.

La forma cronica della malattia non va via da sola, quindi, con questa forma, il paziente ha sempre bisogno di cure.

Cosa è pericoloso per l'epatite C

Una forma acuta di epatite C è pericolosa ad alto rischio di una malattia che diventa cronica.

La malattia cronica è pericolosa per lo sviluppo di cirrosi e cancro del fegato, che può portare alla morte del paziente. Con l'epatite attiva (l'attività delle transaminasi è costantemente aumentata) per 20 anni, la cirrosi si sviluppa nel 20% dei pazienti. La cirrosi nel 5% dei casi provoca lo sviluppo del carcinoma epatico primario.

Il cancro del fegato si sviluppa spesso con una co-infezione (presenza simultanea di epatite B ed epatite C) e con consumo prolungato di alcol.

Inoltre, la forma cronica può essere accompagnata da malattie extraepatiche che si sviluppano a seguito di processi autoimmuni. Tali manifestazioni di epatite C includono glomerulonefrite, crioglobulinemia mista, porfiria tardiva cutanea, ecc.

Qual è la differenza tra epatite B ed epatite C

Una caratteristica comune di questi tipi di epatite virale è la via (entrambi sono trasmessi per via parenterale) e l'organo della lesione (entrambi i virus infettano il fegato). Questo è dove le caratteristiche comuni end - epatite B si riferisce a hepadnaviruses, che si distinguono per una struttura complessa e alta resistenza agli effetti fisici e chimici. Nello stato congelato, il virus dell'epatite B persiste per circa 20 anni, muore dopo aver fatto bollire dopo 30 minuti e i disinfettanti non lo influenzano.

L'epatite C, che è un flavivirus, ha una struttura più semplice e meno resistenza nell'ambiente.

L'epatite B è più comune e ha un decorso più grave della malattia. In questo caso, la forma acuta diventa cronica solo nel 10% dei pazienti (cirrosi e carcinoma epatico primario si osservano solo nell'1% dei pazienti con epatite B).

L'epatite C ha un decorso più mite, ma la forma cronica si sviluppa nel 30-70% dei pazienti. La cirrosi si sviluppa nel 10-30% dei pazienti con epatite C.

Quanto vive il virus dell'epatite C nell'ambiente

Il virus è immagazzinato esclusivamente in particelle di sangue. Nelle gocce di sangue essiccato in condizioni di temperatura da 4 a 22 gradi e illuminazione moderata, il virus persiste per 96 ore. Il congelamento del sangue infetto non uccide il virus.

A quale temperatura muore il virus dell'epatite C?

Il virus dell'epatite C è relativamente stabile - è insensibile agli agenti ultravioletti, alcalini e l'etanolo riduce l'attività del virus solo in uno stato concentrato. Muore quando riscaldato a 100 gradi per 5 minuti, e quando riscaldato a 60 gradi muore dopo 30 minuti.

Disinfettanti contenenti cloro, alcool al 70% e altri antisettici sono usati per disinfettare l'epatite C in combinazione con l'ebollizione.

Quale medico tratta l'epatite C

Il trattamento dell'epatite C è un campo di attività di un epatologo. Poiché l'epatologia è una sezione della gastroenterologia, un epatologo è un gastroenterologo con una specializzazione ristretta.

È possibile la re-infezione dell'epatite C?

Sì, poiché l'immunità al virus dell'epatite C non è sviluppata, è possibile una re-infezione. Il ceppo del virus può essere uguale o diverso.

Quanto dura la malattia

Il recupero (mancanza di sangue nel virus) nell'epatite C acuta si verifica entro un anno e la forma cronica della malattia può durare per decenni.

Il fegato ferisce l'epatite C?

Nella forma acuta e nelle fasi iniziali della forma cronica della malattia, il dolore nel fegato dei pazienti non è quasi mai disturbato. Nell'epatite C cronica, il dolore al fegato è provocato da una dieta anormale (che consuma cibi grassi, speziati e salati).

Perché l'epatite C è chiamata il "dolce killer"

L'epatite C è stata data questo nome a causa della difficoltà di identificarlo come risultato di una malattia asintomatica. Anche con i sintomi della forma acuta di epatite C, il quadro clinico è così non specifico che la malattia viene spesso scambiata per altre malattie.

Può la cura dell'epatite C?

Sì, l'epatite C può essere curata. Con il piano di trattamento corretto e l'uso di farmaci moderni, l'epatite C viene trattata completamente nel 50-80% dei casi.

Se è possibile curare l'epatite C per sempre in un caso particolare dipende dal genotipo del virus, dalle caratteristiche del paziente, dalla sua disponibilità a seguire le istruzioni del medico e dalle capacità del medico stesso.

E 'possibile curare il genotipo dell'epatite C 1

Sì, sebbene questo genotipo sia il più persistente di tutti i genotipi esistenti, con una terapia a tre componenti correttamente selezionata, anche l'epatite C con genotipo 1b può essere curata.

Quali sono i sintomi dell'epatite C?

I primi sintomi dell'epatite C nelle donne e negli uomini assomigliano all'ARVI - i pazienti lamentano debolezza, affaticamento costante, dolore alle articolazioni, mancanza di appetito e nausea dovuta all'intossicazione del corpo. In alcuni casi, la comparsa di ittero (accompagnato da alleggerimento delle feci e oscuramento delle urine), un aumento del fegato e della milza, prurito e febbre. Nell'85% dei pazienti si nota solo debolezza.

Nel decorso cronico della malattia, gonfiore e dolore sono possibili a destra sotto le costole. La metà dei pazienti ha fegato grasso e il 27% sviluppa cirrosi.

Quante persone vivono con l'epatite C.

Quanti anni puoi vivere con l'epatite C con uno stile di vita sano? Il virus dell'epatite C in sé non porta alla morte, provoca lo sviluppo di patologie in cui la vita del paziente è ridotta. Non c'è un periodo specifico nello sviluppo di processi patologici fino alla morte, poiché molti fattori influenzano l'aspettativa di vita dei pazienti con epatite C. Questi fattori includono:

l'età del paziente e lo stato della sua immunità; trattamento tempestivo delle malattie associate; stile di vita sano; genere (la fibrosi, in cui le normali cellule epatiche sono sostituite da tessuto cicatriziale grossolano, si sviluppa più velocemente negli uomini che nelle femmine).

Nel 30% dei pazienti, la progressione della malattia dura circa 50 anni. Anche con lo sviluppo della cirrosi in meno di 20 anni (osservato anche nel 30% dei pazienti) uno stile di vita sano, una dieta e un trattamento di mantenimento possono rallentare la progressione della malattia.

In base alle raccomandazioni dei medici, i pazienti con epatite C hanno la possibilità di vivere a lungo.

Quanti vivono con l'HIV e l'epatite C

Se è possibile determinare in media per quanto tempo le persone convivono con l'epatite C, allora se c'è una co-infezione (due infezioni allo stesso tempo), la prognosi è piuttosto complicata. Tuttavia, la combinazione di epatite C con infezione da HIV è relativamente comune, quindi alcune persone hanno l'idea che l'epatite C sia l'AIDS.

In molti pazienti con infezione da HIV, il virus dell'epatite C rimane inosservato per molto tempo.
Scarsa aderenza di questi pazienti al trattamento, scarso effetto sul fegato dei farmaci per il trattamento dell'HIV e altri fattori portano a danni epatici più gravi e più rapidi rispetto alla normale epatite C, che riduce la durata della vita.

Quante persone vivono con l'epatite C senza trattamento

Poiché molti pazienti scoprono la malattia già in presenza di una forma cronica, e il trattamento può essere inadeguato, molti pazienti sono preoccupati per la questione di quanto tempo possono vivere con l'epatite C senza trattamento.

Secondo le statistiche ufficiali, la cirrosi in presenza di epatite C e l'assenza di trattamento si sviluppa dopo 25-30 anni. Molti fattori influenzano la durata della cirrosi, compresi i tempi di una visita da un medico.

Qual è il genotipo più pericoloso dell'epatite C

Ci sono 11 genotipi del virus dell'epatite C, che sono distribuiti in diverse regioni del pianeta con una frequenza disuguale. Nella pratica clinica, i genotipi 1a, 1b, 2a, 2b, 3a sono importanti.

Il genotipo del virus influenza la gravità della malattia, il regime di trattamento e il risultato della terapia. Il più pericoloso è il genotipo 1. Se il paziente ha il genotipo 1 dell'epatite C, ciò significa che il trattamento sarà lungo (48 settimane) e solo la metà dei casi avrà successo.

Se il paziente ha il genotipo 3a dell'epatite C, ciò significa che il ciclo di trattamento durerà 24 settimane e che nell'80% dei casi terminerà in pieno recupero.

Come convivere con l'epatite C

La malattia impone alcune restrizioni ai pazienti, che devono essere osservate per non infettare gli altri, proteggere la salute e non abbandonare completamente la comunicazione e l'attività di alcun tipo.

Se prendere in esercito con l'epatite C.

I pazienti con epatite C non sono accettati per il servizio militare in tempo di pace in nessun paese sviluppato. Non prendere parte all'esercito con l'epatite C in Ucraina. L'eccezione per chiamare i pazienti con epatite C per il servizio militare è la legge marziale.

Posso praticare sport con l'epatite C

L'attività fisica per l'epatite C è determinata individualmente per ciascun paziente. Le restrizioni sono richieste solo durante il periodo di trattamento attivo o durante l'esacerbazione della malattia. L'esercizio fisico pesante è controindicato.

E 'possibile pulire il fegato con l'epatite C.

Sì, ma i farmaci per la pulizia del fegato non possono curare l'epatite C. Aiutano solo a sostenere il lavoro del corpo.

Causa di disabilità dell'epatite C?

Sì, con l'epatite C, puoi ottenere una disabilità.

La disabilità è per l'epatite C?

No, la disabilità può essere concessa solo a pazienti con epatite C cronica, che si porta in cirrosi epatica ed è accompagnata da una violazione della sua funzione. Per la registrazione della disabilità, il paziente deve portare con sé tutti i risultati disponibili delle indagini.

È possibile lavorare con l'epatite C

Sì, è possibile, se la malattia non è accompagnata da grave disabilità.

Dove è impossibile lavorare con l'epatite C

Una persona con epatite C nella maggior parte dei casi non può lavorare dove è necessario emettere un libro sanitario (cuoco, infermiera, ecc.). Sebbene l'infezione non sia diffusa dalle famiglie, i datori di lavoro nella maggior parte dei casi vogliono giocare sul sicuro.

Una persona con epatite C non può lavorare in una stazione trasfusionale o essere in contatto con materiale biologico. I pazienti con epatite C non sono praticamente nemmeno presi in strutture militari.

I pazienti stessi dovrebbero evitare il lavoro che è accompagnato dal contatto con sostanze nocive, orari di lavoro irregolari e carichi pesanti.

Dove posso lavorare con l'epatite C.

Poiché il virus dell'epatite C non è pericoloso durante i contatti domestici, il paziente può lavorare in qualsiasi lavoro che non sia associato a carichi pesanti e al contatto con materiale biologico. Puoi lavorare in una scuola con epatite C, un assistente alle vendite, ecc. Non ci sono restrizioni legali o mediche per questi pazienti.

Se il sangue di un paziente con epatite C penetra negli occhi (questa probabilità esiste durante le manipolazioni mediche), il rischio di infezione è ridotto al minimo, poiché il virus non riesce a penetrare nelle mucose intatte.

È possibile perforare il gel nasolab con l'epatite C.

La mesoterapia, la biorivitalizzazione e l'aumento delle labbra nell'epatite C sono controindicati.

Come trattare l'epatite C

La base del trattamento è una terapia antivirale combinata. Fino al 2011, l'epatite C è stata trattata con interferone e ribavirina, un corso che teneva conto del genotipo del virus è stato prescritto per 12-72 settimane.

Recentemente sono apparsi dei farmaci che rendono possibile combattere più efficacemente l'epatite C. Innanzitutto, è il sofosbuvir, che ha un'alta soglia di resistenza e pertanto è usato in tutti i regimi di trattamento. Ulteriori farmaci e il corso di trattamento per l'epatite C sono selezionati da un medico a seconda del genotipo virale, dello stadio della malattia e delle controindicazioni individuali. Quindi, con una cirrosi non complicata di epatite con genotipi 1, 2, 4, 5, 6, l'uso di sofosbuvir e velpatasvir è mostrato per 12 settimane e con genotipi 3 e 12, viene mostrato l'uso di sofosbuvir e gryazoprevir o elbasvir.

L'epatite C può essere curata con altri regimi di trattamento.

Quali test devono passare per l'epatite C

Per la diagnosi di epatite C, è prescritto un test anticorpale - anticorpi anti-HCV o anticorpi totali contro il virus dell'epatite C (il costo dell'analisi, che viene effettuato nella maggior parte delle istituzioni mediche, è di circa 450 rubli). Se, a seguito dell'analisi, vengono rilevati anticorpi contro l'epatite C, ciò significa che nel passato o nel presente c'era un fatto di infezione da epatite C.

Un test dell'epatite C può essere errato

Sì, un test degli anticorpi può dare risultati sia falsi negativi che falsi positivi.

Poiché il risultato può essere falso-positivo (ci sono anticorpi contro l'epatite C, ma non c'è alcun virus), così come l'auto-guarigione del paziente (gli anticorpi saranno conservati nel sangue per lungo tempo), viene eseguita un'analisi PCR mediante la quale il virus stesso (il suo RNA) viene rilevato e determinato la sua quantità

Se il test dell'epatite C è positivo e il test PCR è negativo, significa che non c'è epatite C.

L'analisi qualitativa della PCR consente di stabilire se esiste o meno un virus e quantitativo per determinare la carica virale.

RNA del virus dell'epatite C, ricerca quantitativa, normale

Normalmente, l'RNA del virus non viene rilevato nel materiale.

Con una bassa carica virale, vengono rilevati 600 IU / ml - 3x104 IU / ml, con una media - 3x104 IU / ml - 8x105 IU / ml, con uno alto - oltre 8x105 IU / ml.

Quali sono gli indicatori di ALT e AST nell'epatite C

Per determinare il grado di necrosi del tessuto epatico, vengono esaminati ALT e AST sierici. L'attività di ALT aumenta con la forma acuta in tutti i pazienti, alla 2-3ª settimana raggiunge un massimo e con un decorso favorevole della malattia si normalizza dopo 30-40 giorni. In genere, il livello dell'attività ALT varia da 500 a 3000 IU / l. Un periodo più lungo di aumento dell'attività ALT indica la transizione della forma acuta di epatite a cronica.

Nella cirrosi, l'attività di AST è più alta di ALT.

Quanto costa il trattamento per l'epatite C?

Il costo del trattamento dell'epatite C in Russia e in altri paesi dipende dal regime di trattamento e dai farmaci utilizzati per il trattamento. Il costo del trattamento dell'epatite C con l'uso di droghe importate al mese è di circa 45-50 mila rubli e quando si trattano con farmaci domestici si tratta di circa 20 mila rubli (l'opzione più economica è l'uso di interferone e ribavirina).

Il trattamento gratuito dell'epatite C è possibile con una reale minaccia alla vita (cirrosi, un alto grado di fibrosi) a causa della partecipazione del paziente a programmi liberi.

In Ucraina, il costo del trattamento dell'epatite C è superiore a 15 mila UAH, ma sofosbuvir è incluso nell'elenco dei farmaci, che sono interamente o parzialmente finanziati dal bilancio.

Il costo del trattamento dell'epatite C in Israele è di circa $ 1,070-2,400 (una dose mensile di farmaci costa tra $ 1,200).

CREA UN NUOVO MESSAGGIO.

Ma tu sei un utente non autorizzato.

Se ti sei registrato prima, quindi "accedi" (modulo di accesso nella parte in alto a destra del sito). Se sei qui per la prima volta, registrati.

Se ti registri, puoi continuare a monitorare le risposte ai tuoi post, continuare il dialogo in argomenti interessanti con altri utenti e consulenti. Inoltre, la registrazione ti consentirà di condurre una corrispondenza privata con consulenti e altri utenti del sito.

Registrati Crea un messaggio senza registrarti

Scrivi la tua opinione sulla domanda, risposte e altre opinioni:

Quanto dura l'epatite C dopo l'infezione?

A volte il paziente non sospetta la presenza di epatite C, il periodo di incubazione può durare fino alla comparsa dei primi segni della malattia. A volte è chiamato stadio latente o nascosto dell'infezione. La durata dell'incubazione dipende dal tipo di virus, al momento ci sono 6 tipi (genotipi). La durata della fase latente varia da alcune ore a 20-40 giorni. Alcuni pazienti guariscono rapidamente, mentre altri sono gravemente malati.

Patogenesi della malattia

Il periodo di incubazione dell'epatite C passa attraverso 3 fasi di sviluppo. Nella fase di adattamento, dopo che il virus è stato introdotto nel corpo del paziente, il numero di cellule patogene diminuisce drasticamente. Inizialmente, i microrganismi patogeni muoiono, non riuscendo a entrare nei tessuti del corpo umano. Tuttavia, dopo qualche tempo, inizia il processo della loro riproduzione attiva.

L'epatite C virale si presenta in forma acuta se si sviluppa una fase di disseminazione ematogena, quando l'agente patogeno nella vena porta entra nel sangue in una grande quantità attraverso il fegato. Al termine del periodo di incubazione, il paziente presenta i primi sintomi della malattia.

Quanto tempo dopo l'infezione può rilevare l'agente patogeno?

L'esito della malattia dipende dal tasso di riproduzione del virus e dalle sue caratteristiche biologiche.

Il periodo di incubazione per l'epatite C è in media da 2 settimane a 3 mesi. Se non ci sono sintomi clinici, i segni indicano la presenza di una malattia virale:

Assicurati di condurre uno studio per rilevare gli anticorpi nelle donne in gravidanza, i pazienti che si preparano in un'operazione pianificata, i donatori di sangue e il plasma.

La durata del periodo di incubazione

"Affettuoso assassino" è il nome del virus dell'epatite C. Le proprietà dell'agente patogeno influenzano la durata del periodo di latenza. Una caratteristica del virus è la sua debole immunogenicità. Il lungo periodo di incubazione è il risultato di alcune delle proprietà biologiche del patogeno. Rispondere alla domanda su quanto tempo il virus si manifesta nel corpo non è facile, perché è necessario prendere in considerazione fattori come la dose infettiva.

Lo sviluppo dell'epatite C negli uomini dipende dal numero di cellule virali che hanno penetrato i tessuti del corpo. Più alta è la dose infettiva, più presto termina il periodo di latenza.

Dallo stato del fegato e degli organi interni dipende dal tasso di diffusione del virus. Le abitudini, l'abuso di alcol, lo stress e un'alimentazione di scarsa qualità hanno un impatto particolare sul periodo di incubazione.

La ridotta reattività del sistema immunitario porta al rapido sviluppo dell'epatite C nelle donne. Il virus entra nelle cellule del fegato, si integra nel genoma, provoca lo sviluppo di un'infezione acuta. Il fegato smette di svolgere il ruolo di filtro, diminuisce la funzione di purificare il sangue dai veleni e dalle tossine, normalizzando i ritmi biologici. Un aumento della durata del periodo di latenza indica la gravità del processo infettivo.

Dosaggio immunoenzimatico

La diagnosi differenziale della malattia viene effettuata utilizzando specifici marcatori sierologici. Gli anticorpi anti-HCV sono rilevati nel sangue. L'analisi degli enzimi in fase solida esamina un complesso di peptidi virali.

Gli anticorpi G indicano lo sviluppo di una forma cronica della malattia. Se vengono rilevati anticorpi M, il virus si moltiplica attivamente, si manifesta l'epatite C, una forma acuta della malattia. Identificare il patogeno con l'aiuto di speciali sistemi diagnostici 3 generazioni. Per il lavoro che utilizza proteine ​​strutturali HCV (C, NS3, NS4, NSS).

La sintesi degli anticorpi IgM inizia alla vigilia dei primi sintomi della malattia. Per indirizzare un paziente all'ospedalizzazione per sospetta epatite C, viene determinata l'entità di AST, ALT, GGTP, marcatori a / HCV dell'epatite C virale e IgG. Se viene trovato un risultato positivo, deve essere assunto il contatto del paziente con un'infezione mono-HCV.

In alcuni casi, un test positivo comporta l'assenza di un agente patogeno nel sangue. Il medico registra un risultato falso positivo. Se quest'ultimo è letto come (HCV) Ig (M + G) -16,6, questo indica che il paziente aveva avuto l'infezione in precedenza. Considerando la questione dell'ulteriore trattamento, il medico spiega quanti farmaci antivirali dovrebbero essere assunti dopo il test.

Reazione a catena della polimerasi

Determinare la presenza di flavavirus in materiale biologico consente l'analisi della PCR. In questo caso, il paziente è difficile da stabilire il valore quantitativo del patogeno nel sangue, per calcolare il genotipo. La diagnosi si basa sulla deviazione degli indicatori biologici dai valori standard.

La reazione PCR eseguita per stabilire la presenza di un virus consiste in diversi passaggi:

  • analisi qualitativa;
  • quantificare;
  • genotipizzazione.

Nel periodo di incubazione, lo studio viene eseguito per confermare la diagnosi. La decodifica del risultato della PCR per l'epatite C consente di impostare la concentrazione del virus. Se si trova al di sotto della soglia di suscettibilità dell'apparecchiatura diagnostica, l'analisi è considerata negativa.

Dopo 5-6 giorni dall'infezione, è possibile stabilire risultati positivi per l'epatite C. Determinando la carica virale, il medico determina il grado di rischio durante la trasmissione del virus da un paziente all'altro, seleziona le opzioni di trattamento, calcola la prognosi per i pazienti con grave esaurimento.

Il limite inferiore del carico è 600.000 IU / ml, ma gli indicatori superiori a 8.000.000 UI / ml indicano un alto livello di RNA virale.

Risultati di laboratorio

In molti casi, la malattia passa senza segni chiari e mostra solo un'analisi se il corpo del paziente è stato infettato dal virus dell'epatite C o meno. L'analisi del sangue biochimica viene assegnata per identificare la patologia del fegato, aiuta a monitorare il decorso dell'epatite C.

Un cambiamento nella grandezza di ALT e AST transferasi indica la presenza di virus dell'epatite C nel corpo. Per ulteriori ricerche utilizzando siero ottenuto da sangue venoso. Viene assunto rigorosamente a stomaco vuoto dopo un digiuno di 12 ore.

14 giorni dopo che il virus entra nel corpo del paziente, il valore ALT cambia per la prima volta. Un aumento della concentrazione di 10 volte indica l'altezza della malattia. Il cambio di indicatori avviene in onde. Se ALT per l'epatite C è 127 Eg, e AST è entro 160 Eg, il paziente ha un fegato.

Al fine di evitare la distorsione di alcuni dati della ricerca di laboratorio, è necessario seguire le regole per lo studio del risultato dell'analisi della biochimica del sangue. Nel processo di applicazione dell'indice de Rytis. Con esso, stabilire la ragione per i cambiamenti negli indicatori di AST e ALT. Il valore di 1,33 unità indica lo sviluppo di epatite C e gravi danni al fegato.

Periodo di incubazione in donne in gravidanza

L'RNA del virus dell'epatite C viene rilevato nella donna incinta 7-8 settimane dopo il momento dell'infezione. Il periodo di latenza è accompagnato da una rapida riproduzione del patogeno ed è associato a malattie del fegato. Nella fase di incubazione, i pazienti infetti vengono sottoposti a screening 3 volte in 9 mesi. In molte donne la malattia è asintomatica, ma solo in alcuni casi l'epatite C viene trasmessa al neonato.

In utero nel periodo di latenza, il feto si infetta se la madre ha HCV - un'infezione dei linfociti. Nei bambini nati da madri anti-HCV-positive, gli anticorpi sono conservati nel sangue per un anno e mezzo.

Durante il periodo di incubazione, l'aborto è controindicato e, se si sospetta un'infezione, vengono prescritti preparati per proteggere le cellule del fegato dall'intossicazione:

Nei bambini nati da madri con epatite C, gli anticorpi persistono per 12 mesi. Se il sangue di un bambino viene rilevato dopo un anno e mezzo, ciò viene confermato da un'infezione virale.

Alcol e droghe interrompono il periodo di incubazione, stimolano la riproduzione del virus, che diventa invulnerabile ai farmaci.

Al fine di non alleviare i principali sintomi della malattia, nel periodo di latenza non si dovrebbe impegnarsi nell'auto-trattamento.

Modi di infezione e periodo di incubazione dell'epatite C

L'epatite C virale (HCV) è una delle più pericolose malattie virali nel mondo moderno. I metodi di infezione, il periodo di incubazione dell'epatite C, i sintomi e le complicanze di questa malattia hanno le loro specifiche che tutti dovrebbero sapere. Questo gli permetterà di comprendere la gravità della malattia e di proteggersi da possibili infezioni.

Come viene trasmessa l'epatite C?

La principale fonte di infezione sono persone infette o malate. Nel primo caso, la persona non presenterà alcun sintomo di infezione e potrebbe non essere nemmeno a conoscenza della presenza di microrganismi dannosi nel sangue. L'HCV si trasmette solo attraverso il sangue, cioè l'infezione si verifica solo quando il sangue di una persona malata entra in qualche modo nel sangue di una persona sana. Pertanto, non è necessario pensare che una persona infetta sia un emarginato e dovrebbe essere evitata con tutti i mezzi. L'epatite C virale non viene trasmessa attraverso l'aria, la stretta di mano, ecc. Pertanto, il paziente può continuare ad andare a scuola, studiare all'istituto, lavorare, comunicare con i suoi amici e familiari.

La causa più comune di infezione è la condivisione di una singola siringa da parte di un gruppo di persone che usano droghe per via endovenosa. È anche possibile trasferire batteri nei saloni di bellezza quando si eseguono piercing, tatuaggi e manicure con uno strumento di lavoro poco sterilizzato.

L'epatite C può anche essere infettata in istituti medici attraverso trasfusioni di sangue, emodialisi, chirurgia, ecc. In questo caso, la causa principale dell'infezione è l'atteggiamento negligente del personale medico nei loro compiti, la disinfezione prematura o incompleta dei locali e degli strumenti.

Nei paesi in via di sviluppo con manipolazioni mediche di sangue (ad esempio negli studi dentistici) rimane un certo rischio di infezione. In Russia, ci sono ancora i saloni di bellezza in cui tutte le norme sanitarie e le regole per la sterilizzazione degli strumenti sono gravemente violate. In tali casi, è molto difficile stabilire la fonte dell'infezione, poiché il periodo di incubazione per l'epatite C è piuttosto ampio.

La trasmissione sessuale è considerata improbabile per l'HCV. Se si sono verificati rapporti sessuali non protetti con un partner malato, la probabilità di infezione è di circa il 4%. Il rischio di infezione aumenta con il frequente sesso non protetto con partner non familiari.

Molto raramente, un bambino può ammalarsi di epatite C dalla madre durante il parto. Durante la gravidanza, la malattia non viene trasmessa attraverso la placenta, ma il bambino può essere infetto alla nascita e questo non può essere risolto.

L'HCV viene diagnosticata più spesso in soggetti di età compresa tra 18 e 46 anni, e molto meno spesso si riscontra nei bambini e negli anziani. Vi è un alto rischio di contrarre l'epatite C nelle seguenti categorie di popolazione:

  • tossicodipendenti che assumono farmaci per via endovenosa;
  • persone che sono spesso costrette a sottoporsi a emodialisi;
  • persone che hanno ricevuto trasfusioni di sangue;
  • persone che visitano i saloni di bellezza;
  • personale medico il cui lavoro è associato al sangue dei pazienti.

I sintomi dell'epatite virale C

In generale, l'HCV è una malattia asintomatica che, nella maggior parte dei casi, viene diagnosticata per caso quando i pazienti vengono testati per altri disturbi. I sintomi praticamente non compaiono nelle prime settimane, e il giallo della pelle è un fenomeno piuttosto raro, che può essere osservato negli stadi successivi della malattia. In genere, il paziente presenta debolezza generale, affaticamento frequente, perdita di appetito, disturbi del sonno. Nella forma acuta di epatite, una persona può lamentarsi di indigestione e dolore ricorrente alle articolazioni.

Va notato che i suddetti sintomi sono insiti in molte altre malattie, quindi la loro manifestazione è estremamente raramente associata all'epatite C.

A causa della difficile diagnosi precoce, l'epatite C cronica, che può progredire nell'arco di 10-15 anni, si sviluppa spesso durante l'infezione. Durante questo periodo, il paziente può presentare i seguenti sintomi:

  • urina scura;
  • dolore muscolare ricorrente;
  • dolore alle articolazioni;
  • leggero giallo della pelle;
  • prurito.

In assenza di un trattamento di qualità, possono verificarsi cirrosi o cancro al fegato, che saranno fatali. Con una forma grave della malattia, il paziente ha i seguenti sintomi:

  • contrazione muscolare involontaria;
  • arrossamento delle palme;
  • gonfiore addominale;
  • dolore al fegato;
  • concentrazione e memoria compromesse;
  • giallo della pelle e degli occhi;
  • sanguinamento nel tratto digestivo.

Periodo di incubazione dell'epatite C

Il periodo di incubazione di una malattia infettiva è il tempo che intercorre tra l'infezione di una persona e la manifestazione dei primi sintomi. Il periodo di incubazione è uno dei criteri più importanti della malattia, che riflette la risposta del corpo al virus e la loro interazione.

Il periodo di incubazione dell'epatite C virale può essere breve (circa 14 giorni) e può raggiungere più di 20-30 settimane, cioè dal momento dell'infezione ai primi segni della malattia può richiedere più di 1 anno.

In questo, l'epatite C è simile all'epatite B, il cui periodo di incubazione può durare da 2 mesi a sei mesi. In media, il periodo di incubazione dell'HCV è considerato di 59 giorni.

Durante il periodo di incubazione dell'epatite B e C, il virus nel corpo umano si moltiplica, il che porta ad un aumento del suo numero. Dopo di ciò, si diffonde attraverso il corpo e raggiunge gli organi a cui è tipico, cioè il fegato. Quindi il virus entra nello stadio attivo e inizia a influenzare patologicamente le cellule e il tessuto epatico. Inizialmente, le cellule epatiche contrastano i corpi nocivi, ma nel tempo le loro proprietà protettive diminuiscono, portando al verificarsi di cambiamenti clinici.

Nel 45% dei casi, l'epatite C è acuta. In questo caso, il periodo di incubazione dura circa 14-20 giorni, dopodiché compaiono i primi sintomi della malattia. Questo ti permette di diagnosticare la patologia nelle fasi iniziali e di condurre un trattamento di alta qualità, con l'aiuto di una persona che sarà in buona salute in pochi mesi.

Nel restante 55% dei casi, il periodo di incubazione è piuttosto lungo e la malattia si trasforma immediatamente in una forma cronica senza sintomi evidenti. In questo caso, la persona non sospetta nemmeno di essere un portatore passivo del virus, che gradualmente distrugge il suo fegato.

Dato che è estremamente difficile identificare l'epatite C e il trattamento della malattia è costoso e lungo, al fine di prevenire, provare ad eseguire le seguenti azioni:

  • in nessun caso non usare altri articoli per l'igiene personale su cui possa rimanere il sangue di una persona infetta (rasoi, spazzolini da denti, ecc.);
  • vai solo ai centri di bellezza provati;
  • prova a controllare tutte le procedure mediche che subisci;
  • nel caso di una vita sessuale attiva, dare la preferenza solo al sesso protetto.

Soddisfare questi semplici requisiti ti salverà da possibili problemi di salute.

Articolo Precedente

Rapporto: epatite virale

Articolo Successivo

Esame del fegato: screening