Osteomielite del piede

Diete

L'osteomielite del piede può verificarsi con fratture aperte, con malattie infiammatorie dei tessuti del piede mediante trasferimento diretto di infezione all'osso attraverso il periostio; infine, nelle ossa del piede, si può osservare una lesione primaria del midollo osseo - osteomielite ematogena. Le prime forme di osteomielite del piede, a differenza dell'osteomielite ematogena, sono meno acute, si sviluppano più lentamente e non sono accompagnate da una grande distruzione ossea.

Sintomi di osteomielite del piede

loading...

L'osteomielite ematogena è caratterizzata da esordio acuto, decorso rapido e distruzione significativa del tessuto osseo. Tra le varie localizzazioni dell'osteomielite ematogena del piede in frequenza occupa l'ultimo posto, e principalmente sono colpite il tallone e le ossa del tallio. L'osteomielite ematogena del piede è caratterizzata da un esordio acuto: brividi acuti e aumenti di temperatura persistenti fino a 39 ° -40 °; la diagnosi differenziale è facilitata dalla tenerezza locale, raffinata dalla palpazione.

L'esame radiologico all'inizio della malattia non fornisce dati di riferimento per la diagnosi e solo da 10-15 giorni è possibile notare un ispessimento del periostio, osteoporosi infiammatoria e talvolta focolai distruttivi, e anche sequestri successivi sono rilevati. Sul piede, l'osteomielite colpisce principalmente ossa corte, nel cui tessuto spugnoso l'immagine a raggi X del processo ottiene una riflessione completamente diversa rispetto alle ossa tubolari lunghe: non vi è alcuna formazione di scatola sequenziale e il confine di demarcazione, o, più precisamente, il fossato osseo, il processo di limitazione, non trova una chiara riflessione sul film.

Nel calcagno, si trovano strati periostali, sclerosante del tessuto spugnoso senza evidente distruzione dell'osso corticale. Le condizioni peculiari dell'afflusso di sangue dell'osso talus determinano la sua tendenza alla necrosi in varie lesioni. Nell'osteomielite, la necrosi settica dell'astragalo è caratteristica.

Trattamento di osteomielite del piede

loading...

Se prima della comparsa degli antibiotici, il trattamento dell'osteomielite ematogena del piede era per lo più operativo e nei bambini ridotto a tagli all'osso, e negli adulti alla resezione, quindi con l'uso della terapia antibiotica, il decorso del processo di osteomielite era completamente cambiato e la necessità di interventi chirurgici era quasi finita. Gli effetti benefici degli antibiotici sono particolarmente pronunciati quando vengono utilizzati precocemente e quando vengono utilizzati nuovi farmaci, che hanno ancora mantenuto la loro attività a causa dell'assenza di resistenza ai microrganismi.

Con l'uso precoce, nei primi 2-3 giorni e la corretta selezione di antibiotici, la temperatura normale viene rapidamente stabilita e il dolore si ferma. Nelle radiografie, non vengono rilevati cambiamenti patologici o sono limitati a foci distruttivi insignificanti e strati periostali sottili. Necrosi e sequestro non avvengono. Con l'uso successivo di antibiotici, il processo può anche essere interrotto, ma le lesioni distruttive nelle ossa sono più pronunciate, appaiono necrosi e persino sequestro che, con le loro piccole dimensioni, nella maggior parte dei casi vengono completamente assorbiti e sostituiti con nuovo tessuto osseo. In generale, il decorso è così favorevole che di solito la malattia finisce in completo recupero.

Con la vecchia osteomielite cronica, periodicamente esacerbante del piede, se la terapia antibiotica non porta successo, è necessario ricorrere al trepanning e all'escrezione dell'osso interessato. In presenza di una fistola, si consiglia di introdurre una soluzione di blu di metilene in essa prima dell'operazione. Quest'ultimo dipinge il percorso fistoloso e la lesione parzialmente purulenta-necrotica, che facilita l'approccio alla lesione e la sua rimozione più radicale. L'accesso al focolare non deve necessariamente passare attraverso una fistola, specialmente se si trova sulla suola, dal momento che le cicatrici sulla superficie di appoggio del piede non sono desiderabili. Piccole cavità residue dopo il curettage non devono essere riempite, mentre le dimensioni significative delle cavità sono sigillate da autotrapianti o omotrapianti.

Osteomielite cronica delle ossa del piede

loading...

Dentro l'osso c'è il midollo osseo. Con la sua infiammazione, si sviluppa l'osteomielite. La malattia si diffonde alla sostanza ossea compatta e spugnosa e quindi al periostio.

Contenuto: Che cos'è? Classificazione Cause Diagnosi Trattamento di osteomielite dell'osso Rimedi popolari per l'osteomielite delle ossa Prevenzione delle complicanze

L'osteomielite è una malattia infettiva che colpisce il midollo osseo e l'osso. Gli agenti causali della malattia penetrano nel tessuto osseo attraverso il flusso sanguigno o dagli organi vicini. Il processo di infezione può inizialmente verificarsi nell'osso quando è danneggiato a causa di una ferita da arma da fuoco o frattura.

Nei pazienti pediatrici, la malattia colpisce principalmente le ossa lunghe degli arti superiori o inferiori. Nei pazienti adulti aumenta la frequenza del processo di osteomielite della colonna vertebrale. Nelle persone con diabete, la malattia può colpire le ossa del piede.

Prima dell'invenzione degli antibiotici, questa patologia era considerata incurabile. La medicina moderna ce la fa abbastanza bene, usando la rimozione chirurgica della parte necrotica dell'osso e un lungo corso di potenti agenti antimicrobici.

Ci sono diverse teorie sullo sviluppo della malattia. Secondo uno di essi, proposto da A. Bobrov ed E. Lexer, si forma un accumulo di microbi (embolo) in un lontano focolaio infiammatorio. Nei vasi sanguigni, entra nelle arterie delle estremità più strette delle ossa, dove la velocità del flusso sanguigno rallenta. I microrganismi depositati in questo luogo causano l'infiammazione.

Si presume inoltre che la base della malattia sia l'allergizzazione del corpo in risposta a un'infezione batterica.

Se gli agenti microbici sono indeboliti e la risposta immunitaria del corpo è abbastanza forte, l'osteomielite può diventare cronica primaria senza suppurazione e distruzione delle ossa.

Lo sviluppo dell'infiammazione nella sostanza ossea provoca la formazione di sequestro - un segno specifico di osteomielite. Questa è una parte morta, che rifiuta spontaneamente. La trombosi vascolare si verifica intorno al sequestro, la circolazione sanguigna e la nutrizione ossea sono compromesse.

Intorno al sequestro si accumulano le cellule immunitarie, formando un pozzo di granulazione. Si manifesta con l'ispessimento del periostio (periostite). L'albero di granulazione separa il tessuto morto dal tessuto sano. La periostite e il sequestro sono un segno specifico di osteomielite.

La classificazione clinica dell'osteomielite viene eseguita in molti modi. Più accurata è la formulazione della diagnosi, più chiara diventa la strategia di trattamento.

Tipi di malattia, a seconda dell'agente patogeno:

causata da microflora aspecifica (gram-positiva o gram-negativa): Stafilococco, pneumococco, Streptococco, Proteo, intestinale e Pseudomonas bacillus, meno spesso anaerobi: causati da un tipo di microbi (monocoltura); associato all'associazione di 2 o 3 diversi tipi di microrganismi. specifico nelle malattie infettive: sifilitico; lebbroso; la tubercolosi; brucellosi; altri. il patogeno non viene rilevato.

Lesione battericida degli strati ossei.

Ci sono forme cliniche della malattia:

ematogena: dopo un'infezione di un altro organo; dopo la vaccinazione; di più. post-traumatico: dopo le fratture; dopo l'intervento chirurgico; quando si usano dispositivi a raggi. arma da fuoco; radiazioni; atipico (cronica primaria): ascesso di Brodie; Osteomielite Oleux e Garre; tumore.

Opzioni di flusso:

generalizzato: settico tossico; septikopiemichesky; tossico isolato. focale: fistoloso; bessvischevoy.

La natura del flusso:

acuto (in particolare, fulminante); subacuta; cronica primaria; cronica.

Queste fasi del processo di osteomielite si distinguono:

acute; subacuta; infiammazione continua; remissione; aggravamento; recupero; convalescenza.

Fase di sconfitta:

intramidollare (solo il midollo osseo soffre); extramidollare.

Secondo localizzazione distinguere osteomyelitis tubolare e ossa piatte. Nelle ossa tubolari lunghe possono essere interessate diverse sezioni: epifisi, diafisi, metafisi. Tra ossa piatte, il cranio, le vertebre, le scapole, le ossa sciatica e le costole sono colpite.

Complicazioni locali di osteomielite:

sekvestroobrazovanie; frattura; flemmone osseo, paraosale o dei tessuti molli; dislocazione patologica; la formazione di una falsa articolazione; ankylosis; contratture articolari; violazione della forma e dello sviluppo dell'osso; sanguinamento; fistole; complicazioni vascolari; complicanze neurologiche; disturbi muscolari e della pelle; cancrena; malignità.

Varianti della malattia con complicanze comuni:

danno amiloide ai reni e al cuore; polmonite grave con carie polmonare; infiammazione pericardica; sepsi; altri.

Le varianti più comuni della malattia sono acute ematogene (nell'infanzia) e croniche post-traumatiche (nei pazienti adulti).

La malattia spesso colpisce alcune ossa del corpo umano.

Sintomi di osteomielite dell'anca.

È osservato nelle persone di qualsiasi età, spesso ha origine ematogena, ma spesso si sviluppa dopo l'intervento chirurgico sull'osso. Accompagnato da edema all'anca, febbre e mobilità ridotta delle articolazioni adiacenti. Una grande fistola si forma sulla pelle, attraverso la quale si separa il pus.

Segni di osteomielite dell'osso della gamba.

È osservato più spesso negli adolescenti e negli adulti, spesso complica il decorso delle fratture dello stinco. Accompagnato da arrossamento e gonfiore della gamba, forte dolore, formazione di passaggi fistolosi con secrezione purulenta. In primo luogo, l'osso tibiale è interessato, ma poi il fibulare è sempre infiammato. Il paziente non può calpestare il piede.

Segni di osteomielite del calcagno.

In contrasto con le forme sopra descritte, di solito ha un percorso lungo e spesso complica le malattie infettive del piede, ad esempio nel diabete. I sintomi principali sono: dolore e gonfiore nel tallone, arrossamento della pelle, ulcerazione con rilascio di contenuto purulento. Il paziente può muoversi con difficoltà, basandosi sulla parte anteriore del piede.

Spesso si verifica durante l'infanzia, ha un decorso acuto, accompagnato da febbre, gonfiore, dolore alla mano. Con la progressione della malattia, sono possibili fratture patologiche.

Segni di osteomielite dell'osso metatarsale.

Si sviluppa con un trattamento chirurgico insufficientemente accurato delle ferite causate dal piede ferito. Può anche complicare il corso del diabete. Accompagnato da dolore e gonfiore del piede, difficoltà a camminare.

Si sviluppa prevalentemente negli adulti sullo sfondo di un'immunodeficienza o di una condizione settica. Accompagnato da mal di schiena, mal di testa, palpitazioni, debolezza, febbre.

La stragrande maggioranza dei casi è causata da stafilococchi.

Questi microrganismi sono ampiamente distribuiti nell'ambiente. Si trovano sulla superficie della pelle e nella cavità nasale di molte persone sane.

Sconfiggere l'infezione da stafilococco.

Gli agenti microbici possono penetrare nella sostanza ossea in diversi modi:

Attraverso i vasi sanguigni. I batteri che causano l'infiammazione in altri organi, come la polmonite o la pielonefrite, possono diffondersi attraverso i vasi al tessuto osseo. Nei bambini, l'infezione penetra spesso nell'area di crescita - le placche cartilaginee alle estremità delle ossa tubulari - l'omerale o il femorale. Ferite infette, endoprotesi. I microrganismi da puntura, incisioni e altre ferite entrano nel tessuto muscolare e da lì si diffondono alla sostanza ossea. Fratture o interventi chirurgici quando i patogeni entrano direttamente nella sostanza ossea.

Le ossa di una persona sana sono resistenti allo sviluppo di osteomielite. Fattori che aumentano la probabilità di patologia:

recente infortunio o intervento chirurgico nell'area delle ossa o delle articolazioni, inclusa la sostituzione dell'anca o del ginocchio; impianto di punti metallici o raggi durante l'osteosintesi; morso animale; diabete con glicemia alta; malattia arteriosa periferica, spesso associata a aterosclerosi e fumo, per esempio, aterosclerosi o endarteriite obliterante; la presenza di un catetere endovenoso o urinario, frequenti iniezioni endovenose; emodialisi; chemioterapia per il cancro; uso a lungo termine di ormoni glucocorticoidi; iniezione di dipendenza.

Il medico esamina l'area intorno all'osso interessato per determinare gonfiore, arrossamento e tenerezza dei tessuti. Per studiare la fistola si usa la sonda smussata.

Gli esami del sangue rivelano segni di infiammazione - un aumento di ESR e conta dei globuli bianchi. Sangue e fistola dimissione subiscono uno studio microbiologico per riconoscere il tipo di microrganismo e determinare gli agenti antibatterici che effettivamente lo distruggono.

Le principali procedure diagnostiche per l'osteomielite sono i test di visualizzazione.

L'area intorno all'osso interessato è il gonfiore, il rossore e la tenerezza dei tessuti.

La radiografia delle ossa viene utilizzata per identificare le aree necrotiche dell'osso - sequestranti. La fistolografia, un'introduzione di una sostanza radiopaca nel decorso fistoloso, viene utilizzata per studiare la struttura interna della fistola. Nelle prime fasi della malattia, l'esame radiologico fornisce poche informazioni.

La tomografia computerizzata è una serie di raggi X presi da diverse posizioni. Analizzandoli, si forma un'immagine tridimensionale dettagliata dell'osso affetto.

L'imaging a risonanza magnetica è un metodo di indagine sicuro, che consente di ricreare in dettaglio l'immagine non solo dell'osso, ma anche dei tessuti molli che lo circondano.

Una biopsia ossea viene eseguita per confermare la diagnosi. Può essere eseguito in sala operatoria in anestesia generale. In questo caso, il chirurgo taglia il tessuto e prende un pezzo di materiale infiammato. Quindi viene effettuato un esame microbiologico per identificare l'agente eziologico.

In alcuni casi, una biopsia viene eseguita in anestesia locale con l'aiuto di un ago lungo e duraturo, portato sul sito di infiammazione sotto il controllo della radiografia.

febbre e brividi; dolore osseo; gonfiore della lesione; funzione compromessa dell'arto colpito - l'incapacità di alzare il braccio o il passo sulla gamba interessata; la formazione di fistole - buchi nella pelle attraverso i quali il pus viene rilasciato; sensazione di malessere, nei bambini, irritabilità o sonnolenza.

A volte la malattia è quasi senza manifestazioni esterne.

Consultare un medico per una combinazione di febbre e dolore in una o più ossa.

Il medico deve condurre una diagnosi differenziale con tali malattie:

artrite reumatoide; artrite infettiva; sinovite; ematoma intermuscolare, incluso suppurativo; frattura ossea.

Questa forma spesso serve come risultato di un processo acuto. Nella sostanza ossea si forma una cavità sequestrale. Contiene pezzi sciolti di tessuto osseo morto e scarico purulento liquido. Il contenuto della scatola sequenziale viene escreto attraverso la fistola sulla superficie della pelle.

Fistola sulla superficie della pelle.

Sviluppo ondulatorio della malattia: la chiusura delle fistole è sostituita da una nuova fase di infiammazione e scarico del pus. Migliora l'esacerbazione delle condizioni del paziente. La temperatura della pelle è normalizzata, il dolore scompare. I globuli rossi si stanno avvicinando alla normalità. In questo momento, una nuova sequenza si forma gradualmente nella sostanza ossea, che inizia a rigettare e causare aggravamento. La durata della remissione può essere di diversi anni.

I segni di recidiva ricordano l'osteomielite acuta. C'è un'infiammazione e dolore nella zona interessata, si apre una fistola, si può sviluppare un flemmone nei tessuti molli. La durata della recidiva è determinata da molte condizioni, in primo luogo dall'efficacia del trattamento.

Le forme croniche primarie si presentano senza segni di uno stadio acuto. L'ascesso di Brodie è una singola cavità di forma rotonda nella sostanza ossea, circondata da una capsula e situata nelle ossa della gamba. Un ascesso contiene pus. Non ci sono sintomi pronunciati del processo infiammatorio, la malattia è lenta. L'esacerbazione causa dolore alla gamba, specialmente di notte. Le fistole non si formano

L'osteomielite sclerosante è accompagnata da un aumento della densità ossea, sovrapposizioni di periostio. L'osso si ispessisce e assume la forma di un fuso. Il canale del midollo osseo si restringe. Questa forma è difficile da trattare.

La variante più frequente di tale processo è ematogena. È osservato principalmente in ragazzi. Si sviluppa un'infiammazione flemma- nica del canale midollare.

La variante tossica è veloce e può portare alla morte del paziente entro pochi giorni. La variante setticopemica è caratterizzata dalla presenza di ascessi non solo nella sostanza ossea, ma anche negli organi interni.

La maggior parte dei pazienti ha una forma locale della malattia. La malattia inizia improvvisamente. Vi è una sensazione di scoppio e intenso dolore all'arto, spesso vicino alle articolazioni del ginocchio, della spalla o del gomito. È migliorato con i movimenti. La temperatura corporea aumenta.

Si notano pallore della pelle, respiro rapido e polso, letargia e sonnolenza. L'arto è in una posizione semi-piegata, i movimenti in esso sono limitati. Un gonfiore e arrossamento della pelle si sviluppa sull'area dell'infiammazione. C'è un forte dolore quando si tocca nell'area del danno o nella direzione dell'asse osseo.

I cambiamenti radiografici compaiono solo 2 settimane dopo l'inizio della malattia.

Un processo acuto richiede il ricovero urgente. Il trattamento viene effettuato con l'uso di chirurgia e farmaci.

L'operazione comprende l'osteoperforazione: la formazione di un foro nell'osso, la pulizia e il drenaggio della cavità. Nei casi più gravi, si verificano perdite purulente nei muscoli e viene eseguito il triplo dell'osso. Dopo aver pulito l'osso dal pus, inizia il lavaggio intraosseo - l'introduzione di sostanze antimicrobiche - antibiotici, clorexidina, rivanolo e anche enzimi - nella cavità attraverso cateteri di plastica.

Apertura di perdite purulente nei muscoli.

Il trattamento conservativo complesso include:

antibiotici ad alto dosaggio; disintossicazione (iniezione di soluzioni al plasma, albumina, hemodez, reopolyglukine) nella vena, diuresi forzata; correzione dei disturbi acido-basali mediante infusione endovenosa di bicarbonato di sodio; stimolazione della riparazione dei tessuti (metiluracile); agenti immunomodulatori e vitamine.

Se la malattia è causata da stafilococco, i metodi di immunoterapia specifica possono essere utilizzati per il suo trattamento - toxoide stafilococco, vaccino stafilococco, gamma globulina o plasma iperimmunitario con un alto contenuto di anticorpi antimicrobici.

Immobilizzazione obbligatoria dell'arto con l'aiuto di un lungo. Dopo aver attenuato l'infiammazione acuta, viene prescritta la fisioterapia - UHF, campo magnetico e altri. L'ossigenazione iperbarica è una delle procedure efficaci per l'osteomielite. Comporta l'inalazione della miscela aria-ossigeno in una camera speciale sotto pressione. Questo aiuta non solo a migliorare l'apporto di sangue a tutti i tessuti, ma anche ad accelerare i processi di guarigione del fuoco suppurativo.

La prognosi della malattia è generalmente favorevole, si conclude con il recupero. Tuttavia, in alcuni casi, la malattia diventa cronica.

La base del trattamento della variante cronica è la sequestrectomia. Durante questa operazione, i sequestri ossei vengono rimossi, la cavità ossea viene eliminata, le fistole vengono asportate. La cavità risultante viene drenata. Puoi chiuderli con materiali plastici speciali.

Per le fratture patologiche, il processo di osteomielite a lungo termine, l'accorciamento degli arti, viene utilizzato il metodo di osteosintesi di compressione-distrazione usando l'apparato di Ilizarov. I chirurghi eseguono prima la sequestrectomia e processano i bordi dell'osso, rimuovendo tutti i focolai di infezione. Quindi attraverso l'osso si eseguono alcuni raggi sopra e sotto il focus patologico. I raggi sono fissati con anelli metallici che circondano la gamba o il braccio. Aste metalliche parallele all'asse dell'arto sono disegnate tra anelli adiacenti.

Metodo di osteosintesi di compressione-distrazione usando l'apparato di Ilizarov.

Con l'aiuto degli aghi e dei bastoncelli, i frammenti ossei vengono compressi insieme. Un'incrocio - un callo - si forma gradualmente al loro incrocio. Le sue cellule si stanno attivamente dividendo. Dopo la fusione dei frammenti, i chirurghi iniziano a ritirare gradualmente gli anelli l'uno dall'altro, aumentando la lunghezza delle aste. La distorsione del callo porta alla crescita di nuovo osso e al ripristino della lunghezza dell'arto. Il processo di trattamento è piuttosto lungo, ma questo metodo ha molti vantaggi rispetto ad altri tipi di chirurgia:

bassa invasività; mancanza di immobilizzazione del gesso; la capacità del paziente di muoversi; la capacità del paziente di eseguire autonomamente la distrazione (stretching) dopo un po 'di allenamento; ripristino del tessuto osseo sano, che sostituisce completamente il difetto dell'osteomielite.

In casi estremi, viene eseguita l'amputazione degli arti. È indicato per lo sviluppo di flemmoni estesi, in particolare causati da anaerobi o cancrena dell'arto.

Dopo l'intervento chirurgico, è prescritto un trattamento conservativo. Include gli stessi farmaci della forma acuta.

Con un trattamento adeguato, la prognosi è favorevole. Tuttavia, la ricorrenza della malattia non è esclusa. L'osteomielite persistente può portare a amiloidosi renale e altre complicanze.

Il problema di un'adeguata terapia antibiotica è la necessità di selezionare rapidamente un farmaco efficace che agisce sul numero massimo possibile di agenti patogeni sospetti, oltre a creare un'alta concentrazione nel tessuto osseo.

L'osteomielite è più spesso causata da stafilococchi. Il decorso più grave della malattia è associato all'infezione con il bastone piocianico. In condizioni di osteomielite prolungata, operazioni chirurgiche e malattie concomitanti, i microrganismi diventano spesso insensibili ad un antibiotico ad ampio spettro, ad esempio, alle cefalosporine e ai fluorochinoloni.

Pertanto, per la terapia empirica, è preferibile prescrivere il linezolid. La vancomicina sarebbe una scelta meno efficace, poiché molti batteri alla fine diventano resistenti.

Linezolid viene somministrato per via endovenosa. È ben tollerato. Gli effetti collaterali includono spesso nausea, feci molli e mal di testa. Il farmaco può essere usato nei bambini di qualsiasi età, non ha quasi controindicazioni. Viene prodotto con i nomi commerciali Zenix, Zyvox, Linezolid. Amizolid e Rowlin-Routek sono disponibili in forma orale.

La vancomicina viene somministrata per via endovenosa. È controindicato nel primo trimestre di gravidanza e durante l'allattamento, con neurite del nervo uditivo, insufficienza renale e intolleranza individuale. Il farmaco è disponibile con i nomi commerciali Vancomabol, Vancomicina, Vankorus, Vancotsin, Vero-Vancomicina, Editsin.

Nei casi più gravi, vengono utilizzati gli antibiotici più moderni: Tienam o Meropenem. Se nell'associazione microbica che ha causato la malattia sono presenti microrganismi anaerobici, il metronidazolo è collegato alla terapia.

Prima della nomina di antibiotici è necessario ottenere materiale per la ricerca microbiologica. Dopo aver ottenuto i risultati della sensibilità dei microrganismi, il farmaco può essere sostituito con uno più efficace.

La durata del ciclo di antibiotici è fino a 6 settimane.

A volte il trattamento inizia con antibiotici ad ampio spettro che influenzano lo stafilococco aureo:

penicilline protette; cefalosporine; fluorochinoloni; clindamicina e altri.

Tuttavia, tale trattamento deve necessariamente essere supportato da dati sulla sensibilità dei microrganismi isolati.

Contemporaneamente con la terapia antibatterica a lungo termine, è necessario prevenire la disbiosi intestinale con l'aiuto di mezzi come Linex, Atsipol, latticini con batteri vivi. Se necessario, farmaci antimicotici prescritti (nistatina).

Dopo il trattamento dell'osteomielite in ospedale e la dimissione del paziente a casa per impedire la transizione verso la forma cronica o lo sviluppo di esacerbazione, è possibile utilizzare alcune ricette popolari:

fare un decotto di erba di avena (crusca di crusca di avena sarà adatto come ultima risorsa) e fare compresse di esso su un arto dolorante; fare una tintura alcolica di lillà: versare una vodka piena di tre litri di fiori o boccioli e insistere in un luogo buio per una settimana, usarlo per impacchi; prendere 3 kg di noci, rimuovere le partizioni da loro e versare la vodka su questi ponti, insistere in un luogo buio per 2 settimane; prendere un cucchiaio tre volte al giorno per 20 giorni; lubrificare l'area interessata con succo di aloe o fare un impacco di foglie tritate; grattugiare una grossa cipolla, mescolare con 100 g di sapone; Applicare la miscela sulla pelle vicino alla fistola durante la notte.

L'osteomielite può causare complicanze ai tessuti circostanti o all'intero corpo. Sono associati alla diffusione diretta di infezioni, alterata circolazione del sangue, intossicazione, cambiamenti metabolici.

La frattura patologica si verifica nel sito di un sequestro con una lesione minore. In questo caso, il paziente non può calpestare la gamba, appare una mobilità anormale dei frammenti ossei, sono possibili dolore e gonfiore.

Cellulite - infiammazione purulenta diffusa che può prendere l'osso, il periostio oi muscoli circostanti. La malattia è accompagnata da febbre, intossicazione, dolore e gonfiore dell'arto. Senza trattamento, può portare ad avvelenamento del sangue - sepsi.

Sepsi degli arti inferiori.

Con la distruzione delle estremità delle ossa possibile dislocazione patologica nell'anca, ginocchio, spalla, gomito e altre articolazioni. È accompagnato da una violazione della forma dell'arto, dolore, incapacità a muovere il braccio o la gamba.

Una delle complicanze frequenti di osteomielite è una pseudoartrosi. I bordi liberi dell'osso formati dopo l'operazione per rimuovere la messa a fuoco purulenta non crescono insieme, ma si toccano solo l'un l'altro. In questo posto l'osso rimane mobile. C'è una violazione della funzione dell'arto, dolore, a volte gonfiore. C'è una debolezza e atrofia dei muscoli. Il trattamento di una falsa articolazione è piuttosto lungo. È spesso necessario usare l'apparato di Ilizarov.

L'anchilosi si verifica quando la fusione delle superfici articolari delle ossa colpite da osteomielite, ad esempio, a causa della lunga immobilità dell'arto. È accompagnato da una mancanza di movimento nel giunto.

Come risultato dell'asportazione delle fistole, la compattazione del tessuto circostante può svilupparsi una contrattura articolare, riducendo la sua mobilità.

Le fratture patologiche, le articolazioni false, l'anchilosi, le contratture portano a deformità degli arti, incapacità a camminare o lavorare con le mani.

Ci possono essere sanguinamenti arrrivi, accompagnati da perdita di sangue permanente e formazione di ematoma interstiziale. La suppurazione dei tessuti molli circostanti porta allo sviluppo di un'infiammazione suppurativa diffusa - cellulite. Questa è una complicanza pericolosa che in alcuni casi richiede l'amputazione dell'arto.

Nell'osteomielite cronica, vasi e nervi che passano vicino all'osso sono significativamente colpiti. Il rifornimento di sangue alla parte terminale (distale) della gamba o del braccio si sta deteriorando, i tessuti si gonfiano, mancano di ossigeno. Compaiono dolori a lungo termine agli arti, possibilmente intorpidimento e sensazione di formicolio della pelle. L'irritazione dello scarico purulento dalla fistola porta allo sviluppo di dermatiti ed eczemi. Il codice diventa troppo secco, si verificano bucce, prurito. Se il paziente inizia a graffiare la pelle, spesso compaiono nelle ferite l'infezione secondaria e la suppurazione.

In alcuni casi, l'osteomielite si sviluppa con un tumore osseo maligno, l'osteosarcoma, che è altamente maligno e cresce rapidamente.

Con un lungo corso di osteomielite, i processi metabolici nel corpo sono disturbati. La tensione dei meccanismi compensatori porta ad un aumento della produzione di proteine, necessaria per la guarigione del tessuto osseo. Allo stesso tempo, possono comparire formazioni proteiche patologiche che appaiono nei reni e in altri organi. Questa è una complicanza comune dell'osteomielite cronica - l'amiloidosi. Si manifesta principalmente nei sintomi dell'insufficienza renale: edema, aumento della pressione sanguigna, violazione del processo di minzione.

I microrganismi patogeni dal fuoco purulento dei vasi sanguigni possono entrare in qualsiasi organo, causando la sua infiammazione. Una delle complicanze più comuni è la polmonite. Anche il sacco pericardico esterno è interessato. Spesso c'è un'infezione del sangue - sepsi.

Se un paziente ha fattori di rischio per l'osteomielite, dovrebbe esserne a conoscenza. È necessario prendere tutte le misure per prevenire varie infezioni, evitare tagli, graffi e riparare i danni alla pelle nel tempo. Le persone con diabete devono monitorare costantemente le condizioni dei piedi per prevenire la comparsa di ulcere cutanee.

È ora di trattare la carie dentale, la tonsillite cronica, la colecistite, la pielonefrite. Al fine di aumentare la difesa non specifica del corpo, è necessario monitorare la nutrizione e l'attività fisica, per condurre uno stile di vita sano.

Osteomielite arti superiori.

L'osteomielite è un processo infiammatorio nel midollo osseo che si diffonde alla sostanza ossea circostante. Può avere un decorso acuto o cronico e si manifesta con dolore osseo, febbre, intossicazione, formazione di cavità e fistole con secrezione purulenta. Il trattamento include un intervento chirurgico e una massiccia terapia antibiotica.

L'osteomielite del piede può verificarsi con fratture aperte, con malattie infiammatorie dei tessuti del piede mediante trasferimento diretto di infezione all'osso attraverso il periostio; infine, nelle ossa del piede, si può osservare una lesione primaria del midollo osseo - osteomielite ematogena. Le prime forme di osteomielite del piede, a differenza dell'osteomielite ematogena, sono meno acute, si sviluppano più lentamente e non sono accompagnate da una grande distruzione ossea.

L'osteomielite ematogena è caratterizzata da esordio acuto, decorso rapido e distruzione significativa del tessuto osseo. Tra le varie localizzazioni dell'osteomielite ematogena del piede in frequenza occupa l'ultimo posto, e principalmente sono colpite il tallone e le ossa del tallio. L'osteomielite ematogena del piede è caratterizzata da un esordio acuto: brividi acuti e aumenti di temperatura persistenti fino a 39 ° -40 °; la diagnosi differenziale è facilitata dalla tenerezza locale, raffinata dalla palpazione.

L'esame radiologico all'inizio della malattia non fornisce dati di riferimento per la diagnosi e solo da 10-15 giorni è possibile notare un ispessimento del periostio, osteoporosi infiammatoria e talvolta focolai distruttivi, e anche sequestri successivi sono rilevati. Sul piede, l'osteomielite colpisce principalmente ossa corte, nel cui tessuto spugnoso l'immagine a raggi X del processo ottiene una riflessione completamente diversa rispetto alle ossa tubolari lunghe: non vi è alcuna formazione di scatola sequenziale e il confine di demarcazione, o, più precisamente, il fossato osseo, il processo di limitazione, non trova una chiara riflessione sul film.

Nel calcagno, si trovano strati periostali, sclerosante del tessuto spugnoso senza evidente distruzione dell'osso corticale. Le condizioni peculiari dell'afflusso di sangue dell'osso talus determinano la sua tendenza alla necrosi in varie lesioni. Nell'osteomielite, la necrosi settica dell'astragalo è caratteristica.

Manifestazioni e terapia dell'osteomielite del piede

loading...

Il piede è un organo funzionale che ha un complesso sistema di strutture ossee interconnesse e legamenti, tendini e muscoli. Le aree centrali e posteriori del piede sono formate da ossa spugnose, che molto spesso subiscono trasformazioni patologiche.

Nella letteratura medica non esistono materiali solidi (affidabili) sistematizzati che descrivono processi patologici quali osteomielite, tubercolosi e lesioni sifilitiche, artrite reumatoide del calcagno, e le informazioni del giornale privato non forniscono pienamente le caratteristiche esaustive di questa patologia, specialmente nella diagnosi differenziale.

Tra il gruppo di fenomeni infiammatori del calcagno, l'osteomielite è il più comune. La struttura ossea del piede rappresenta un decimo di tutti i danni da osteomielite all'apparato osseo del corpo. Le strutture ossee delle parti centrali e posteriori sono principalmente interessate, e tra queste ultime, la porzione principale principale è occupata dall'osso del tallone.

Caratteristiche patologiche e anatomiche

loading...

L'osteomielite delle ossa spugnose ha una differenza, rispetto alle ossa lunghe, alla manifestazione e allo sviluppo. Le caratteristiche anatomiche e topografiche del piede (una piccola quantità di tessuto molle, localizzazione superficiale del sistema vascolare, insufficienza circolatoria relativa) causano lo sviluppo del processo patologico ad un ritmo più veloce. Il piede ha sette ossa spugnose che sono collegate da complesse articolazioni articolate e legamenti e tre file di strutture tubulari ossee di breve lunghezza. Tale stretta relazione contribuisce alla diffusione del danno patologico alle articolazioni adiacenti e al rapido coinvolgimento di altre ossa e articolazioni del piede nella zona di danno.

Fattori causali

loading...

La patologia può svilupparsi a seguito di lesioni traumatiche aperte (fratture), infiammazione nei tessuti mediante il metodo di penetrazione diretta dell'agente infettivo nel tessuto osseo attraverso il periostio

Il danno al midollo osseo primario (osteomielite ematogena) può anche formarsi nelle ossa. La forma precedente, in contrasto con l'ematogena, ha un decorso meno acuto, si forma molto più lentamente e di solito non provoca processi di distruzione nell'osso.

Immagine e diagnosi sintomatiche

loading...

La forma ematogena è caratterizzata da insorgenza acuta, rapido sviluppo e ampia distruzione del tessuto osseo. Nel gruppo di osteomielite ematogena con localizzazione diversa del piede è in ultima posizione in termini di prevalenza, e principalmente il tallone e le ossa del tallio sono coinvolti nel processo.

L'insorgenza acuta è caratterizzata da un brivido acuto e febbre persistente fino a 40 °; Quando si esegue la diagnostica, la sensazione dolorosa locale attira l'attenzione, specialmente nel processo di palpazione.

L'esame a raggi X agli stadi iniziali non è indicativo, e solo dopo due settimane cominciano ad essere visualizzati un periostio ispessito, un'osteoporosi infiammatoria e focolai distruttivi parziali, e dopo un po 'appaiono sequestri. Sul piede, sono colpite principalmente ossa corte, nella parte spugnosa di cui il roentgencart del processo appare in modo diverso, in contrasto con le lunghe ossa tubolari: non ci sono scatole sequestrate e una linea di demarcazione (cavità ossea), che separa il processo infiammatorio.

Nel calcagno, gli strati periostali, i fenomeni sclerotiche del tessuto spugnoso in assenza di distruzione visibile dello strato corticale vengono rilevati. La fornitura specifica di sangue all'astragalo crea le condizioni per la sua predisposizione alla necrotizzazione con varie lesioni. I processi di osteomielite sono caratterizzati da necrosi dell'astragalo di una forma settica.

Eventi medici

loading...

Con la comparsa di antibiotici in medicina, l'osteomielite allo stadio attuale non richiede un trattamento chirurgico. La terapia antibiotica è particolarmente efficace (soprattutto quando si usano farmaci di nuova generazione) nella fase iniziale della malattia.

Con l'uso precoce, nei primi due o tre giorni e un'adeguata selezione di antibiotici, il quadro clinico regredisce - la temperatura diminuisce rapidamente e la sindrome del dolore si estingue, le immagini radiografiche mostrano l'assenza (o lievi manifestazioni sotto forma di minuscole fuzioni distruttive e sottili strati periostali) di trasformazioni patologiche. Un po 'più tardi, l'uso di farmaci antibatterici permette di fermare il processo, tuttavia l'immagine radiografica regredisce poco (i centri di distruzione diventano più pronunciati, le zone necrotiche e i sequesters si sviluppano). Nel caso di piccole dimensioni, le lesioni vengono assorbite e si verifica la sostituzione del tessuto osseo. In ogni caso, dopo il trattamento antibiotico, il risultato della malattia sarà il recupero.

In caso di forme croniche croniche di esacerbazione acuta nel caso di persistente inefficacia della terapia antibiotica, sono indicati il ​​trepanismo e l'esocoelio della zona ossea destrutturata. Nel caso della formazione di fistole, l'introduzione di una soluzione di blu di metilene è raccomandata prima dell'operazione, poiché quest'ultima macchia il passaggio fistoloso e un'area leggermente purulenta-necrotica.

Osteomielite del femore, tibiale e calcagno

loading...

L'osteomielite è un'infiammazione necrotica purulenta dell'osso, del midollo osseo, dei tessuti molli circostanti. Batteri suppurativi causano patologia, il più delle volte l'agente eziologico è Staphylococcus aureus, streptococco emolitico, intestinale, Pseudomonas aeruginosa, con il tipo di contatto della malattia al centro della flora mista di batteriemia è seminato. Osteomielite dell'anca, la tibia è più comune, e vi è anche una lesione multipla del sistema muscolo-scheletrico, che porta alla sclerosi dei tessuti e alla deformità irreversibile dello scheletro.

Cause e fattori di rischio

loading...

La malattia si sviluppa con l'ingresso diretto di microrganismi piogeni nelle ossa degli arti inferiori. L'infezione si diffonde in maniera ematogena, a contatto, si alza dopo aver subito interventi chirurgici, fratture aperte, ferite da arma da fuoco, profonda suppurazione delle fibre morbide circostanti.

La causa delle lesioni purulente delle ossa può essere la tubercolosi, la brucellosi, la sifilide, la rottura, la compressione dei vasi sanguigni periferici, le ustioni termiche, il congelamento, l'influenza, le malattie virali. Patologia si verifica nei neonati a causa di infezione intrauterina con un'infezione batterica da una madre malata.

Fattori di rischio per l'osteomielite acuta e cronica del femore:

  • digiuno prolungato, aderenza a una dieta rigorosa;
  • cachessia;
  • immunità indebolita;
  • la presenza di fonti croniche di infezione nel corpo: carie, tonsilliti, criminali, ascessi;
  • diabete mellito;
  • stress frequente, superlavoro;
  • tendenza a reazioni allergiche.

Con il percorso endogeno dell'infezione, i batteri penetrano nella struttura ossea insieme al flusso sanguigno dai fuochi della batteriemia, mentre la via esogena viene introdotta dall'esterno attraverso ferite aperte, dopo l'osteosintesi, l'endoprotesi.

classificazione

loading...

L'osteomielite acuta, cronica e atipica condivide la natura del corso. Prendendo in considerazione la via dell'infezione - endogena ed esogena. A seconda del tipo di agente patogeno, la malattia è suddivisa in specifici e non specifici.

Nel primo caso, la causa dell'infiammazione è Staphylococcus aureus, Streptococcus, E. coli, Proteus, meno spesso - funghi protozoici e flora mista. L'osteomielite aspecifica si sviluppa in presenza di bastoncini di Koch, spirochete pallido, brucella, ecc. Nel corpo.

Classificazione dell'osteomielite, in base alla gravità del corso:

  1. Lieve (locale) - i sintomi sono moderati.
  2. Grave (settico-piemico) si sviluppa rapidamente, è acuto.
  3. La forma adinamica (tossico) si distingue per un corso simile a un lampo, i segni di tossicosi compaiono entro un giorno.

In base alla prevalenza del processo patologico, si distinguono l'osteomielite monosolare e polosale.

Classificazione della patologia secondo le fasi del decorso clinico:

  • attivo caratterizzato dalla formazione di una fistola;
  • fase acuta - ci sono segni di infiammazione locale e generale;
  • fase di remissione stabile - nessuna fistola, sintomi infiammatori.

Nelle fasi iniziali, la patologia ha varie manifestazioni, il quadro clinico dipende dal metodo di infezione delle ossa e dei tessuti molli, nelle fasi successive la malattia procede allo stesso modo.

Osteomielite ossea cronica

Nella maggior parte dei pazienti, la malattia viene rilevata in forma acuta e termina in completo recupero, se il trattamento è stato effettuato in tempo.

Con la natura complicata della patologia diventa ricorrente (nel 30% dei casi), il decorso della malattia è caratterizzato da periodi di remissione e riacutizzazioni. I periodi di transizione vanno da 4 settimane a 2 mesi.

Dopo l'infezione del tessuto osseo, il corpo inizia a produrre intensivamente immunocomplessi, i leucociti si accumulano al centro dell'attenzione, emettono enzimi litici per distruggere le pareti dei batteri, ma allo stesso tempo dissolvono la struttura ossea. I tessuti danneggiati marciscono, le masse necrotiche entrano nel midollo osseo, i vasi sanguigni. Il paziente è infastidito da dolori lancinanti alla gamba, dall'aspetto di singole o multiple fistole non chiudenti sulla pelle.

Dopo un mese, si forma un sequestro - una cavità di frammenti morti all'interno di un osso sano, racchiusi in tessuti integumentari. Pertanto, si forma un focus suppurativo cronico, che si ripresenta quando si creano condizioni favorevoli. Il corso latente può essere osservato da diverse settimane a diversi anni. Prima dell'esacerbazione, le aperture fistolose sono chiuse, riappaiono il dolore intenso, l'infiammazione e l'ipertermia.

L'assenza di infiammazione acuta allo stadio iniziale si verifica in tipi atipici di osteomielite: sclerosante, albuminoso, antibiotico, ascesso di Brodie o in grave immunodeficienza.

Osteomielite acuta

I segni di osteomielite acuta stanno aumentando gradualmente. La malattia è preceduta da un raffreddore, da un infortunio meccanico agli arti, da una frattura o da un intervento chirurgico. I primi cambiamenti nelle immagini radiografiche vengono rilevati solo 2-3 settimane dopo l'infezione delle ossa degli arti inferiori e dei tessuti molli circostanti. In base ai risultati di uno studio diagnostico, vengono rilevati il ​​distacco del periostio, la rarefazione e la demineralizzazione dei tessuti.

Il grado di manifestazione dei sintomi clinici dipende dal percorso dell'infezione, dalla virulenza dell'agente patogeno, dalla prevalenza del processo infiammatorio, dall'età della persona e dallo stato del suo sistema immunitario.

hematogenous

Nell'osteomielite ematogena acuta, il centro della batteriemia è localizzato nella metafisi, regione epifisaria delle ossa tubulari della coscia, e da lì si diffonde in tutto il tessuto osseo. Questa forma della malattia si verifica più spesso, secondo le statistiche mediche, il 70-80% viene diagnosticato nei bambini piccoli.

In un bambino al di sotto di 1 anno, si osserva la distruzione delle zone di crescita, il processo patologico più spesso progredisce nelle parti distali del femore, del tibiale prossimale, del piede e del bacino. La causa principale può essere l'infezione della pelle, da cui i batteri entrano nel flusso sanguigno e si diffondono in tutto il corpo.

Post traumatico

Questa forma di osteomielite si sviluppa dopo aver ricevuto lesioni meccaniche aperte e comminute dell'arto. I microrganismi patogeni penetrano nella ferita a causa di una grave contaminazione, un trattamento antisettico insoddisfacente, a rischio sono i pazienti immunocompromessi che soffrono di malattie croniche, feriti con fratture ossee, danni ai muscoli, legamenti, vasi sanguigni e terminazioni nervose.

L'osteomielite post-traumatica della tibia si presenta in una forma ricorrente. Quando il processo infiammatorio si diffonde alla struttura ossea, il paziente presenta sintomi di intossicazione, febbre, debolezza. Tuttavia, la zona di infiammazione nella maggior parte dei casi è limitata all'area della frattura e raramente si estende alle parti distanti delle ossa.

arma

Dopo aver ricevuto una ferita, si forma una lesione necrotica purulenta nell'area del danno, i bordi dei tessuti sono iperemici, edematosi, ricoperti di una fioritura grigia, e potrebbe non esserci essudato purulento.

La riproduzione della microflora putrefattiva contribuisce a una forte contaminazione della ferita con la terra, la formazione di sacche necrotiche. A poco a poco, il processo patologico colpisce il periostio, le ossa tubulari e il midollo allungato, formando focolai di infezione cronica.

Nel caso di una frattura dopo una ferita da arma da fuoco, le masse necrotiche si accumulano nella ferita attorno ai frammenti ossei, corpi estranei e il canale cerebrale non è danneggiato. Ciò si verifica sullo sfondo di rapida putrefazione del decadimento, gonfiore pronunciato delle gambe, alta temperatura, forte dolore.

postoperatorio

I sintomi di osteomielite cronica postoperatoria delle ossa della gamba, articolazioni del ginocchio, TBS possono essere diagnosticati dopo un precedente intervento chirurgico. Provoca lo sviluppo di una violazione patologica dell'infiammazione delle regole di asepsi, uno scarso trattamento della superficie della ferita, l'installazione dell'apparato di Ilizarov, l'artroplastica.

La suppurazione è localizzata nell'area dove è stata eseguita l'operazione, lungo i raggi metallici, i perni, le piastre, i bulloni. Si forma un ascesso, dopo l'apertura del quale rimane un'apertura fistolosa, garantendo il deflusso del pus. La perforazione di un ascesso porta ad un miglioramento del benessere generale del paziente, una diminuzione dell'edema, ma le fistole non si chiudono.

contatto

Tale osteomielite avviene in forma acuta la fonte primaria di infezione sono i tessuti molli, ulcere trofiche, piaghe da decubito e così. N. Il processo purulenta per lungo tempo osservata nel tessuto sottocutaneo, muscolo, lesioni ossee aumenta gonfiore, arrossamento del derma, violato la condizione generale del paziente, fistole formati, preoccupato per il forte dolore alla gamba.

L'osteomielite da contatto colpisce più spesso le dita dei piedi, gli arti inferiori, le falangi si trovano in una posizione innaturale, la loro mobilità è limitata a causa del dolore e dello spasmo muscolare.

La malattia può interessare gli strati superficiali dello scheletro, ha una localizzazione chiara, l'infezione generalizzata si verifica in casi isolati.

sintomi

loading...

La forma locale di osteomielite ematogena è caratterizzata da un aumento della temperatura corporea fino a 39 °, le condizioni del paziente sono moderate e i segni di intossicazione generale sono moderati. Sotto i tessuti molli, si avverte un ascesso sottoperiostale, la pelle sulla parte superiore è rossa, calda al tatto. Nel tempo, l'ascesso si apre, formando passaggi fistolosi, flemmone intermuscolare.

Nella forma settica di osteomielite ematogena, la temperatura sale immediatamente a elevazioni molto elevate, nausea, vomito, diarrea e debolezza generale compaiono dai primi giorni della malattia. La sindrome acuta del dolore si sviluppa, l'arto si trova in una posizione innaturale, i movimenti sono fortemente limitati.

L'edema, che si diffonde ad altre parti delle gambe, cresce rapidamente, la pelle è iperemica, calda al tatto. Se l'ascesso subperiostale viene aperto e la scarica purulenta scade nei tessuti molli, si sviluppa spesso l'artrite reattiva delle articolazioni vicine. Abbastanza spesso, la patologia è accompagnata da fratture atipiche, dislocazioni. Nei bambini può verificarsi un'ulteriore deformità ossea, una crescita compromessa dell'arto.

La forma tossica dell'osteomielite progredisce alla velocità della luce, l'intossicazione del corpo si manifesta nel primo giorno. Si notano segni di tossiemia grave: svenimento, perdita di coscienza, convulsioni, sintomi meningei, ipotermia. L'infiammazione purulenta locale non ha il tempo di formarsi, il paziente muore entro pochi giorni a causa di complicazioni da parte degli organi interni.

Osteomielite della coscia

Con infiammazione purulenta delle ossa del femore, l'articolazione dell'anca è coinvolta nel processo patologico: l'arto si gonfia, fa male alla persona camminare, fare qualsiasi movimento. Le sensazioni di disagio sono localizzate su tutta la superficie anteriore e interna della regione glutea del femore.

L'accettazione degli antidolorifici non funziona, la temperatura sale costantemente da 37,5 a 39,5 °, a seconda della forma della malattia.

Se l'osteomielite delle ossa dell'anca si verifica in uno stadio avanzato, una o più fistole si formano nella zona inguinale dell'addome, sui glutei. Dopo aver aperto gli ascessi, le condizioni del paziente migliorano.

Stinco

L'osteomielite della gamba è un'infiammazione purulenta della tibia e del perone. Nell'80% della patologia colpisce uno dei reparti, quindi si diffonde all'intera superficie dello scheletro della gamba, dell'articolazione del ginocchio e della caviglia.

Il paziente non può contare sull'arto ferito: qualsiasi movimento causa dolore severo, costretto a prendere posizioni specifiche. Man mano che l'ascesso subnatale si forma sulla gamba, le aree di compattazione e arrossamento della pelle diventano visibili e crescono i sintomi di intossicazione generale del corpo.

Se il trattamento dell'osteomielite non è stato effettuato in una fase iniziale, l'ascesso viene aperto e il suo contenuto esce attraverso i passaggi fistolosi.

La malattia si trasforma in uno stadio cronico, periodicamente si verificano recidive con lo sviluppo di sintomi acuti.

femore

L'osteomielite del femore è più spesso diagnosticata nei bambini in età prescolare e negli adolescenti di 10-15 anni, si presenta in forma acuta e costituisce circa il 10% di tutte le forme della malattia. Il dolore si estende fino all'articolazione del ginocchio, si osserva lo sviluppo dell'artrite reattiva. Distorsioni distensive si verificano spesso a causa dello stiramento della capsula sinoviale e l'accumulo di grandi quantità di fluido sieroso.

I processi patologici si sviluppano molto rapidamente, in 1-2 mesi cambiamenti distruttivi irreversibili in tessuti densi, le fratture atipiche possono esser osservate.

tibia

Nell'osteomielite delle ossa tibiali, l'infiammazione purulenta si diffonde all'articolazione della caviglia. L'estremità della zona del polpaccio si gonfia, arrossa, cercando di piegarsi o fare movimenti rotatori provoca dolore insopportabile. Le fistole possono aprirsi molto più in basso rispetto al fuoco principale, dopo la perforazione di ascessi il gonfiore diminuisce, la condizione generale del paziente diventa soddisfacente.

Articolazione del ginocchio

L'osteomielite del ginocchio causa la formazione di edema grave nella giunzione sinoviale, lo sviluppo di segni di artrite infettiva con l'accumulo di essudato sieroso o purulento. La mobilità dell'articolazione è limitata, la pelle sulla parte superiore è lucida, liscia, calda al tatto, tinta rossa o bluastra con un pronunciato pattern vascolare.

In corso cronico, le ossa tibiali possono essere colpite, le fistole compaiono nell'area del ginocchio, sopra e sotto la fonte dell'infezione. Insieme con sequenze di masse purulente, liquido sinoviale accumulato.

calcagno

L'osteomielite del tallone si presenta più spesso in forma cronica e può non avere sintomi acuti primari. La causa della patologia è ulcere del piede diabetico, tromboflebite, danno vascolare aterosclerotico, lesioni meccaniche, intossicazione alcolica.

L'osteomielite delle ossa e dei tessuti molli dell'area del tallone si manifesta con la formazione di un'erosione profonda che gradualmente si trasforma in ulcera. Al suo fondo, il periostio è visibile, dopo l'infiammazione di cui le masse purulente cominciano ad accumularsi, che possono colpire gli strati più profondi del tessuto osseo, la diafisi.

Il dolore severo potrebbe non essere, specialmente nei pazienti con diabete mellito, malattie obliteranti degli arti inferiori, che soffrono di diminuzione della sensibilità delle gambe, compromissione della pervietà vascolare. Pertanto, il focus della patologia viene notato solo quando inizia a peggiorare, sul piede, la forma delle fistole, la caviglia e le articolazioni più piccole si infiammano.

Osteomielite metatarsale

Il processo infiammatorio è localizzato sul lato plantare del piede, alla base delle dita. La patologia viene diagnosticata nel diabete mellito e nelle patologie vascolari degli arti inferiori.

Le ulcere purulente primarie dei tessuti molli contribuiscono alla penetrazione delle infezioni nella struttura ossea, lo sviluppo dell'osteomielite.

Il piede si gonfia gravemente, il pollice assume l'aspetto di una "salsiccia", diventa rosso e forma di fistole multiple sulla pelle, da cui emergono le masse fetide.

Metodi diagnostici

loading...

È difficile stabilire la diagnosi corretta, specialmente nel caso della forma settica e adinamica della malattia. Spesso, i pazienti sono trattati per reumatismi, polmonite, artrite e disturbi neurologici.

All'esame del paziente, il medico esegue la palpazione dell'arto colpito, rileva l'aumento del dolore, le contratture muscolari quando cerca di effettuare qualsiasi movimento. La radiografia è importante. Nelle fasi iniziali dell'osteomielite (14-21 giorni), le immagini registrano l'ispessimento e la deformazione dei tessuti molli, ascessi successivi, cellulite intermuscolare, cavità nelle ossa, circondate da strutture sclerotiche, si rileva un restringimento del canale cerebrale.

I raggi X non sempre consentono di ottenere un quadro clinico attendibile della malattia, pertanto viene eseguita un'ulteriore tomografia computerizzata. Questo metodo diagnostico aiuta a identificare e valutare il grado di prevalenza dell'infiammazione, per determinare la presenza e la localizzazione dei sequesters.

Per identificare l'agente eziologico del processo infettivo, si procede alla semina batteriologica dello scarico purulento. In base ai risultati dell'analisi, vengono selezionati gli antibiotici più efficaci, a cui i patogeni sono sensibili.

Trattamento osteomielite

loading...

È necessario iniziare la terapia antibatterica, disintossicante, sintomatica il più presto possibile, prescrivere l'assunzione di vitamine, immunomodulatori, procedure di fisioterapia, aderenza ad una dieta speciale.

L'osteomielite cronica, che non è suscettibile di trattamento conservativo, richiede un intervento chirurgico mediante trapanazione dell'osso danneggiato, rimozione dei sequestri, espansione, lavaggio della diafisi e installazione del drenaggio del flusso per eseguire l'irrigazione ossea con antibiotici nel periodo postoperatorio.

Pronto soccorso per sospetta osteomielite

Il paziente è necessariamente posto in ospedale, l'arto è immobilizzato. A casa, è necessario mettere una persona in posizione orizzontale, per garantire la pace e chiamare un'ambulanza.

Indipendentemente dall'assunzione di antibiotici è controindicato, poiché un dosaggio improprio di farmaci porta allo sviluppo di resistenza della microflora batterica a un determinato gruppo di farmaci, causa una vaga manifestazione dei sintomi, il che rende la diagnosi molto più difficile.

Terapia farmacologica

Per alleviare l'infiammazione acuta sono stati usati antibiotici del gruppo delle penicilline, cefalosporine. I farmaci antinfiammatori non steroidei (Nurofen, Diclofenac, Meloxicam) aiutano a ridurre il dolore. Allo stesso tempo, è necessario trattare la malattia primaria in specialisti specializzati.

La terapia antibatterica dell'osteomielite non sempre consente di fermare il processo infiammatorio. Il drenaggio chirurgico degli ascessi consente di ottenere risultati migliori: è necessario rimuovere parti ossee morte, sequesters, fistole, iniettare antibiotici direttamente nel canale cerebrale.

fisioterapia

Ulteriori metodi di trattamento dell'osteomielite prescritti da 7-14 giorni dopo l'intervento. Le procedure più efficaci includono:

  • elettroforesi;
  • UHF;
  • ossigenazione iperbarica;
  • esercizi terapeutici;
  • Irradiazione UV.

La prognosi dell'osteomielite delle ossa dell'anca, della parte inferiore della gamba e del piede dipende dalla gravità della patologia, dall'età del paziente, dalla virulenza dell'agente infettivo e dal trattamento tempestivo. Il più alto rischio di complicanze in pazienti affetti dalla forma cronica della malattia, e il più favorevole - con infiammazione acuta primaria. L'esecuzione dell'osteomielite può causare sepsi, insufficienza renale, disabilità, danni al sistema cardiovascolare, deformità e crescita alterata dell'arto, morte.