Colecistite calcifica: cause, sintomi e trattamento

Cibo

La colecistite calcificata è un'infiammazione della cistifellea associata alla deposizione di calcoli formati da colesterolo, coloranti biliari e impurità di calcio. Questi depositi sono localizzati nel lume e nei dotti biliare.

Problemi con il flusso della bile causano il deterioramento della circolazione sanguigna nelle pareti della cistifellea, con conseguente rilascio di numerose sostanze che causano l'infiammazione. Nel corso del tempo, il processo di riproduzione dei batteri si unisce a questo processo.

Il decorso della colecistite calculare è cronico con una transizione periodica a una condizione acuta (in cui è possibile osservare colica biliare e ittero). Al contrario, la colecistite non calculare non è associata alla deposizione di calcoli e può essere acuta o cronica.

statistica

loading...

Dalla metà del 20 ° secolo, il numero di pazienti con HCX è raddoppiato ogni 10 anni e rappresenta circa il 10% della popolazione dei paesi più sviluppati: nel nostro paese circa 15 milioni di persone soffrono di HCX; negli Stati Uniti - oltre 30 milioni di persone.

Tra i pazienti di età superiore ai 45 anni, la colelitiasi si verifica ogni tre anni. Di conseguenza, il numero di operazioni per HKH negli Stati Uniti negli anni '70 era di oltre 250 mila all'anno, negli anni '80 - più di 400 mila e negli anni '90 - fino a 500 mila.

Ora negli Stati Uniti, il numero di colecistectomie e operazioni sul tratto biliare è di circa 1,5 milioni all'anno e supera il numero di tutti gli altri interventi addominali (compresa l'appendicectomia).

motivi

loading...

Perché appare la colecistite calculous e che cos'è? La causa principale dell'infiammazione calcanea della cistifellea è la presenza di calcoli nel suo lume. Si formano a causa di cambiamenti qualitativi nell'equilibrio della bile: il colesterolo cristallizza, c'è una stagnazione generale della secrezione con l'aggiunta di una componente infiammatoria. In primo luogo, una violazione del deflusso della bile, cioè la sua stagnazione, porta alla formazione delle pietre stesse.

Alcune condizioni contribuiscono alla formazione di pietre:

  • consumo eccessivo di cibi grassi e carboidrati;
  • lunghe pause nella dieta, diete da fame con carenza di vitamine;
  • lesioni e conseguenze degli interventi chirurgici sugli organi addominali;
  • violazione della modalità motore;
  • epatite virale acuta;
  • predisposizione genetica;
  • disturbi endocrini (diabete, menopausa, obesità, uso a lungo termine di contraccettivi, trattamento con farmaci ormonali).

Sintomi di colecistite calculous

loading...

La colecistite calcolosa ha due forme: cronica e acuta. La storia della malattia con manifestazione acuta di colecistite calculous comincia a svilupparsi con i seguenti sintomi:

  • il più delle volte, c'è una cosiddetta colica biliare. Il dolore grave, che inizia a destra sotto le costole, viene trasmesso alla spalla o al braccio destro;
  • nausea, vomito di bile;
  • aumento della temperatura corporea;
  • ti senti debole nel tuo corpo;
  • un sudore freddo si accende;
  • può verificarsi ittero;
  • c'è un forte calo della pressione sanguigna.

Nella colecistite calcicola cronica, i sintomi che non sono nella fase acuta sono più lievi. I pazienti possono lamentarsi di:

  • caratteristico dolore sordo, dolorante nell'ipocondrio destro di natura costante o che si verifica 1-3 ore dopo l'ingestione di cibi abbondanti e soprattutto grassi e fritti.
  • dolore che si irradia fino alla zona della spalla destra e del collo, scapola destra. Periodicamente può esserci un dolore acuto, simile a una colica biliare. Tuttavia, a volte anche i cambiamenti infiammatori pronunciati nella colecisti possono non essere accompagnati da sintomi di colica biliare.
  • la colecistite calcanea solitamente cronica non è accompagnata da febbre.
  • Fenomeni quali: nausea, irritabilità, insonnia sono frequenti.
  • l'ittero non è caratteristico

Il periodo di esacerbazione è complicato da ulteriori sintomi:

  • dolore acuto da taglio nel fegato, può dare alla scapola, allo sterno, all'epigastrio medio, alla spalla destra;
  • grave nausea e vomito;
  • vertigini;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • la debolezza;
  • distensione addominale e tensione;
  • spasmi dei muscoli peritoneali;
  • problemi con gli sgabelli, spesso costipazione.

In accordo con i segni ecografici, si distinguono 4 fasi di colecistite calcicola:

  • la fase iniziale o pre-pietra è caratterizzata dalla presenza di stasi biliare, bile densa e microliti nella cistifellea. Nella metà dei casi, la fase pre-stone è reversibile.
  • fase di concrement
  • stadio della colecistite calcanea cronica
  • stadio di complicanze calcicole colecistite

Come si può vedere, a seconda dei sintomi della colecistite calcicola, il trattamento della malattia sarà significativamente diverso.

diagnostica

loading...

La diagnosi di colecistite calculous è fatta sulla base dei sintomi menzionati nel paziente e negli studi clinici. A tale scopo, completa il conteggio ematico e l'urina. Ultrasuoni, TC (tomografia computerizzata) e raggi X (colecistografia). È in corso uno studio sul livello degli enzimi pancreatici e dei campioni di fegato, un'analisi delle feci è in corso. In alcuni casi, l'intubazione duodenale può essere indicata con il campionamento della bile.

Inoltre, la colecistite calcarea dovrebbe essere differenziata dalle seguenti patologie:

  • discinesia biliare;
  • adenomiomatoz;
  • colecistite senza pietre;
  • colecosi colecosi;
  • colica renale destra;
  • epatite cronica;
  • reflusso gastroesofageo;
  • pancreatite cronica;
  • gastrite cronica;
  • colite cronica;
  • sindrome dell'intestino irritabile;
  • ulcera allo stomaco e 12 p. intestino.

Il trattamento di forme croniche di solito avviene a casa, durante esacerbazioni il paziente viene ricoverato in ospedale o, a seconda delle condizioni, trattato in day hospital.

complicazioni

loading...

Tra le complicanze della colecistite calcicola, le più significative sono:

  • choledocholithiasis (blocco del dotto biliare comune con pietre);
  • ascesso subfrenico
  • empiema e perforazione della cistifellea;
  • stenosi della papilla di Vater;
  • pancreatite acuta o cronica;
  • colangite reattiva, epatite;
  • peritonite.

Solo un trattamento tempestivo e competente della malattia aiuterà ad evitare gli spiacevoli effetti della colelitiasi colecistite.

Trattamento della colecistite calcicola

loading...

La terapia dipende dalla forma della malattia. Il trattamento della colecistite calcanea acuta viene eseguito in un ospedale. L'auto-trattamento a casa è proibito. Di norma vengono prescritti antispasmodici, antibatterici, terapia disintossicante, anticolinergici, agenti antiemetici. Dopo la stabilizzazione della condizione, il trattamento chirurgico viene eseguito in modo pianificato.

Se tutto il trattamento intrapreso non è vantaggioso, quindi decidere l'operazione chirurgica. Durante il trattamento chirurgico, sia l'organo stesso con pietre, e solo le pietre possono essere rimossi. La scelta del tipo di operazione dipende dallo stato dell'organo, dalla dimensione e dal numero di calcoli biliari.

Per quanto riguarda la colecistite calcica cronica, la base del trattamento è la stretta aderenza alla dieta durante i periodi di attacco e periodi interstiziali, l'esclusione di alimenti ricchi di carboidrati e grassi, la riduzione al minimo di sale e spezie e il rifiuto totale dell'alcool.

Dopo che la riacutizzazione si attenua, viene prescritta la terapia litolitica - l'uso di farmaci che dissolvono i calcoli biliari - ursosan, henofalk, lithophalk. Questi farmaci consentono il trattamento di colecistite calculous senza chirurgia a casa. Inoltre, se necessario, prescrivere farmaci antispastici.

operazione

loading...

Esistono diversi tipi di chirurgia per il trattamento della colecistite calcicola:

  1. Laparoscopia. Diversi tagli sono fatti sull'addome, attraverso i quali sono inseriti strumenti speciali e un dispositivo ottico, il laparoscopio, che trasmette un'immagine al monitor. Non è necessaria un'estesa apertura del peritoneo, quindi il periodo di recupero postoperatorio è ridotto e l'aspetto della persona operata non ne risente.
  2. Colecistostomia percutanea. Un tubo di drenaggio viene inserito nella cistifellea attraverso una piccola incisione nell'addome. Utilizzato per il decorso di pazienti anziani e gravi che hanno complicanze della colecistite acuta.

Se l'intervento minimamente invasivo non è possibile, ricorrono alla colecistectomia o colecistectomia a cielo aperto dal mini-accesso. La colecistectomia aperta è solitamente indicata per forme complicate di colecistite calcicola. In alcuni casi, la colecistotomia o la colecistostomia percutanea vengono eseguite in pazienti indeboliti o anziani con complicanze.

prospettiva

loading...

Con la colecistite calcicola, la prognosi per la vita è condizionatamente favorevole, con una terapia adeguata, la capacità di lavorare sarà pienamente preservata. Le complicazioni associate allo sviluppo della peritonite a causa della rottura della cistifellea sono le più pericolose. In questo caso, anche con un trattamento adeguato, la morte è possibile.

Colecistite calculous: sintomi, trattamento e dieta

loading...

La colecistite è un'infiammazione della cistifellea. La cistifellea è un piccolo organo situato vicino al fegato. Contiene la bile, un fluido prodotto dal fegato e secreto nel duodeno.

Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione del fiele provoca la presenza di calcoli in essa - colecistite calcanea cronica. Colecistite meno calcosa meno comune, la cui causa potrebbe essere un processo infettivo.

Cos'è?

loading...

La colecistite calcica cronica è un'infiammazione persistente della mucosa della cistifellea, associata alla presenza di calcoli in essa. I gastroenterologi ritengono che questa patologia sia associata a un'infezione secondaria della bile. La malattia è clinicamente manifestata da dolore nella parte destra, nausea, sbalzi d'umore.

Tipi di calcoli biliari

loading...

Pietre omogenee (omogenee). Questo gruppo comprende i livelli di colesterolo, che si formano a causa di disordini metabolici. Queste strutture attive a raggi X che non provocano cambiamenti infiammatori nella cistifellea si trovano più spesso nei pazienti obesi.

I calcoli di bilirubina (pigmento), derivanti da un aumentato decadimento degli eritrociti, sono caratteristici dei pazienti affetti da anemia emolitica congenita, talassemia e anemia da falcetto. Sono anche formati in un ambiente asettico. Pietre calcaree (formazioni molto rare) si verificano a seguito di complicanze dei processi infiammatori acuti nel tratto biliare.

Pietre miste (questo gruppo rappresenta l'80% del numero totale di calcoli biliari). Il nucleo di tale pietra è presentato sotto forma di sostanza organica, attorno al quale si trovano strati stratificati di colesterolo, bilirubina e sali di calcio.

Concrezioni difficili (10% del totale). Sono una combinazione di entrambe le forme. Il nucleo è costituito da colesterolo e il guscio è costituito da una miscela di bilirubina, colesterolo e calcio. Di regola, si osservano calcoli complessi con infiammazione nella cistifellea e nelle vie biliari.

cause di

loading...

Il ruolo principale nello sviluppo della formazione delle pietre gioca una violazione del metabolismo della bilirubina e del colesterolo. Questi sono scarsamente solubili in componenti acquosi di bile, trattenuti in soluzione a causa dell'azione emulsionante degli acidi biliari. Nel caso di aumento della concentrazione di colesterolo e bilirubina nella bile c'è il rischio di formazione di calcoli. Questa condizione è osservata nell'aterosclerosi, nell'obesità, nella gotta, nel diabete, nell'iperlipoproteinemia.

Fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo della formazione di calcoli

  • pasti irregolari (eccesso di cibo, digiuno, pasti rari);
  • stato immunitario compromesso;
  • la gravidanza;
  • mancanza di vitamina A;
  • omissione di organi interni;
  • mancanza di esercizio;
  • predisposizione genetica;
  • aderenze, cicatrici, eccessi dei dotti biliari;
  • patologia pancreatica;
  • costipazione persistente;
  • assunzione di contraccettivi ormonali;
  • violazione della regolazione neuroumorale della funzione contrattile della cistifellea e dei dotti biliari.

Tuttavia, un ruolo importante nello sviluppo della colecistite calcicola è giocato da una cattiva alimentazione (consumo eccessivo di carboidrati raffinati, cibi grassi contenenti un'alta percentuale di colesterolo, farina e pasti grossolani), che porta a uno spostamento del pH della bile e diminuisce la solubilità del colesterolo.

classificazione

loading...

Distinguono forme acute e croniche e il corso di ciascuna di esse può essere agevole e complicato.

  1. In cronica calculous colecistite infiammazione sviluppa lentamente e si manifesta nei periodi di esacerbazione, il fattore infettivo non è così ruolo significativo. Nello sviluppo di colecistite calculous sono le malattie che portano nella composizione della bile, la sua ispessimento e la congestione, irritazione della parete della vescica. Questo di solito si verifica a causa di errori nella dieta, l'obesità, il diabete, turni endocrine e frequenti infezioni. I fattori predisponenti includono discinesia biliare, malattie del fegato, gastrite cronica e duodenite.
  2. La forma calculouse colecistite acuta si verifica raramente, si manifesta solitamente come risultato di prolungata colelitiasi asintomatica, per cui a causa del blocco della parete della vescica infiammata generale dotto biliare pietra. Ciò accade quando la penetrazione nella regione della vescica infezione agli organi circostanti a causa di violazioni delle proprietà antisettiche di bile. Come risultato, si è sviluppata rapidamente ispessimento delle pareti e la loro degradazione (distruzione), che possono portare ad accumulo di pus all'interno della bolla e la formazione di bile peritonite.

sintomi

loading...

La presenza di pietre nella cistifellea non può influenzare la condizione umana, così nella fase iniziale della malattia è spesso asintomatica latente.

La sintomatologia dipende dallo stadio di sviluppo della malattia, pertanto la colecistite calculare acuta è caratterizzata dai seguenti segni di colica biliare:

  • una forte diminuzione della pressione sanguigna;
  • la comparsa di debolezza e sudore freddo;
  • nausea, vomito di contenuti gastrici e biliari;
  • febbre, che è particolarmente caratteristica di infiammazione purulenta;
  • dolore acuto, localizzato nel lato destro e nel bel zona della spalla e scapola destra causata da violazioni di dieta, alcol, attività fisica o di stress;
  • manifestazioni individuali di ittero con un cambiamento di colore delle feci: le feci contengono molto grasso e hanno un aspetto scolorito, e l'urina è più scura del solito.

Le manifestazioni di colecistite calcicola cronica sono più attenuate:

  • dolore frequente nell'area del giusto ipocondrio;
  • nausea e eruttazione con un gusto amaro;
  • la violazione delle regole alimentari può causare singoli attacchi di vomito con la bile;
  • la comparsa della sindrome acuta del dolore causata dalla malnutrizione, che gradualmente si attenua da sola;
  • dolore parossistico che si verifica 3 ore dopo aver mangiato cibi grassi, salati o fritti.

Cronica fase colecistite calculous di sviluppo caratterizzato dalla presenza di calcoli biliari, infiammazione debole e manifestazioni periodiche della malattia.

Il periodo cronico può essere praticamente asintomatico o manifestarsi con attacchi di colica biliare. Nella forma latente della malattia, una persona sperimenta una sensazione di pesantezza sul lato destro dell'ipocondrio. Soffrendo di flatulenza, diarrea, bruciore di stomaco, eruttazione, si sente amaro in bocca. Dopo l'eccesso di cibo o cibi grassi, aumentano i sintomi sgradevoli.

colica epatica può verificarsi improvvisamente, nella maggioranza dei casi è preceduta da una violazione della dieta, lavoro fisico pesante, trasferito stress psico-emotivo. L'attacco dei coliche provoca la riduzione spastica della cistifellea e del tratto causato da irritazione delle pietre. C'è una forte dolore lancinante natura diversa intensità, localizzato nel quadrante superiore destro e di cui alla destra della scapola e del collo. tempo di attacco può variare da pochi minuti a un paio di giorni.

diagnostica

loading...

Lo scopo principale dell'esame diagnostico del paziente è massimizzare l'identificazione della malattia e delle sue complicanze, così come la nomina di un regime terapeutico che si avvicini di più alla situazione.

Quando l'esame esterno e la palpazione dell'addome - sintomi:

  • Kera: l'aspetto del dolore alla massima inspirazione mentre si preme contemporaneamente nella zona delle costole a destra;
  • Murphy - respira tenendo premuto con le dita sotto le costole a destra;
  • Ortner: l'aspetto del dolore mentre si tocca l'area delle costole a destra;
  • Sintomo di Frenicus - la comparsa di dolore quando si preme in una certa area.

Sono stati osservati i risultati della cistifellea MRI e CT:

  • la presenza di fluido nel tessuto epidermico;
  • ispessimento delle pareti del corpo;
  • rifiuto della mucosa;
  • gas nello spessore o nel lume della parete del corpo.

Sulla radiografia del rilievo della colecisti si osservano:

  • gas nel lume o pareti più spesse del corpo durante lo sviluppo di infezioni anaerobiche;
  • pietre in uno su dieci pazienti;
  • calcificazione parziale o completa delle pareti dell'organo.

Nei risultati delle analisi del sangue e dei test del fegato biochimici, si osserva un eccesso di livello:

  • fosfatasi alcalina;
  • alanina aminotransferasi (ALT);
  • bilirubina totale;
  • aspartato aminotransferasi (AST).

La nomina di un regime di trattamento viene effettuata sulla base della storia medica del paziente.

Trattamento della colecistite calcicola

loading...

Con una diagnosi di colecistite calcicola cronica, il trattamento può essere sia conservativo che chirurgico. La scelta del metodo dipende dalla gravità dei sintomi, dalla frequenza delle esacerbazioni, dalla composizione, dalle dimensioni e dal numero di pietre, nonché dalla presenza di complicanze.

Il trattamento non chirurgico include:

  • dieta,
  • farmaci.

Tra i farmaci, il medico può prescrivere antispastici, epatoprotettori, rimedi erboristici, enzimi, antibiotici (se l'infezione si è unita). Con colecistite calculous, il trattamento senza chirurgia è possibile se le pietre sono piccole (fino a 15 mm) e consistono in colesterolo.

Colecistite sullo sfondo di colelitiasi sono controindicati eventuali preparazioni colagogo, in quanto possono causare il blocco della vescica e lo sviluppo di complicanze pericolose.

Per dissolverli utilizzare preparazioni di acidi biliari. Un'altra importante condizione per il trattamento conservativo è la normale attività motoria della cistifellea. Se queste sfumature non vengono prese in considerazione, la terapia litolitica può peggiorare le condizioni del paziente e persino portare a complicazioni.

Trattamento chirurgico

loading...

Il principale metodo di trattamento per la colecistite calcanea cronica è chirurgico.

Esistono questi tipi di operazioni:

Prima di un intervento chirurgico, si può provare il metodo di schiacciamento pietre onde con le loro grandi dimensioni. In alcuni casi, dopo tale procedura, è possibile evitare l'intervento chirurgico. Per prevenire i sintomi di calcoli biliari e la prevenzione della formazione di calcoli è molto importante per regolare la potenza e attenersi a una dieta a basso contenuto calorico, curare tutte le malattie del tratto gastrointestinale, cercare di evitare lo stress e superlavoro fisico.

Immediatamente dopo la scoperta della colecistite calcicola, il trattamento deve essere iniziato, questo aiuterà ad evitare complicazioni che possono portare a colecistectomia. Il trattamento cronico colecistite calcico è fornito sotto la guida di un medico.

Dieta dopo colecistectomia

loading...

I pazienti sottoposti a intervento chirurgico per colecistite calculous sono sottoposti a dieta dopo l'intervento chirurgico. In assenza della cistifellea, che funge da riserva fisiologica, è necessario uno scarico frequente delle vie biliari. Pertanto, il paziente durante tutta la sua vita successiva è obbligato a osservare una dieta frazionata. Altrimenti, le pietre possono formarsi di nuovo nel culto delle bolle o nelle mosse stesse. I pasti dovrebbero essere almeno 5-6 volte al giorno.

Dopo la colecistectomia, c'è una carenza di acidi biliari responsabili della digestione dei grassi. Pertanto, dal menu è necessario escludere lardo, montone e manzo sego. Il consumo di prodotti caseari e burro grassi dovrebbe essere limitato. Per compensare la mancanza di lipidi nella dieta includono più olio vegetale. Possono essere riempiti con cereali, insalate, puree vegetali.

Dieta per colecistite calcicola cronica

loading...

La dieta per la colecistite calcicola cronica, così come la dieta della colelitiasi alimentare, si basa sull'osservazione di una certa dieta (ci vogliono da quattro a cinque pasti al giorno in modo che il numero massimo di chilocalorie non superi i 2000) ed esclude i seguenti prodotti, bevande e piatti:

  • bevande gassate dolci;
  • cioccolatini;
  • alcol;
  • cibi grassi, speziati, dolci e salati;
  • fast food;
  • margarina;
  • zucchero semolato nella sua forma naturale.

I cibi, le bevande e i piatti consigliati in questo caso sono:

  • pollo bollito o carne di coniglio;
  • verdure fresche e al vapore;
  • pesce di mare bollito o stufato;
  • qualsiasi frutto;
  • olio vegetale;
  • succo di barbabietola;
  • brodo crudo;
  • cereali;
  • raccomandato dal medico acqua minerale.

prevenzione

loading...

A scopo preventivo:

  • elimina i fattori che portano alla formazione di calcoli;
  • diete ipocaloriche a lungo termine prescritte;
  • scaricare il sistema digestivo una volta alla settimana;
  • limitare i sovraccarichi fisici ed emotivi;
  • ridurre il peso;
  • assumere farmaci prescritti da un medico;
  • decotti di erbe sono cotti, preparati con metodi popolari.

prospettiva

Le previsioni per curare la malattia dipendono in gran parte da come procede.

Quindi, non complicato per la colecistite, di regola, ha una prognosi favorevole. Forme complicate del decorso della malattia, così come la presenza di gravi comorbidità, portano ad un significativo peggioramento della prognosi per la cura - il tasso di mortalità dei pazienti con queste patologie è del 50-60%.

Ciò è spiegato dal fatto che le forme complicate della malattia sono accompagnate dal rapido sviluppo di empiema e gangrena organica, ascessi epatici, fistole, peritonite.

Colecistite calcica cronica

Una prognosi favorevole per questa malattia è possibile solo se il paziente viene adeguatamente e prontamente trattato. Come conseguenza della terapia complessa, il paziente ripristina completamente la sua capacità di lavorare. Il massimo pericolo nella colecistite è una complicazione, che a volte porta alla rottura della cistifellea.

Cos'è la colecistite cronica

La forma calcolosa della malattia è l'infiammazione nella zona della colecisti, che si verifica a causa della deposizione di pietre in esso. Le masse dense sono composte da coloranti di calcio, colesterolo e bile. Il calcolo della cistifellea causa problemi con il flusso della bile e danneggia l'apporto di sangue alle pareti dell'organo, a seguito del quale numerose sostanze che attivano il processo infiammatorio cominciano a fuoriuscire. Nel corso del tempo, questo processo patologico è completato dalla riproduzione dei batteri.

Periodicamente esacerbata la colecistite calcica cronica, mentre il paziente ha ittero e colica. A differenza di questa forma di patologia, il non-calcolo non è associato alla formazione di calcoli, ma è anche cronico o acuto. L'infiammazione della cistifellea può essere causata da batteri, virus, parassiti. Colecistite calcolitica è caratterizzata da un decorso cronico, che periodicamente si alterna con esacerbazioni e remissioni. Gli esperti tengono conto del numero di alternanze di questi periodi all'anno per un particolare paziente e determinano la gravità della patologia:

  • colecistite severa;
  • colecistite calcificata moderata;
  • forma lieve di colecistite.

Perché si sviluppa la colecistite calculous?

La ragione principale dello sviluppo dell'infiammazione della colecisti è la formazione di calcoli nel lume dell'organo. Le pietre si presentano come conseguenza di cambiamenti nel livello di bile, come conseguenza di cui il colesterolo cristallizza e causa il ristagno di secrezioni. Si possono formare concrezioni con un alto grado di probabilità a causa della violazione del deflusso della bile (ristagno di questa sostanza): questo porta al fatto che le pareti della cistifellea cominciano ad infiammarsi. Le pietre nell'organo sono causate da:

  • consumo eccessivo di carboidrati, grassi;
  • beri-beri;
  • aderenza prolungata a diete severe;
  • stile di vita passivo;
  • epatite virale acuta;
  • infezioni da elminti;
  • pancreatite;
  • Malattia di Crohn;
  • gastrite cronica;
  • cholecystopancreatitis;
  • cirrosi epatica;
  • discinesia biliare;
  • disturbi endocrini, che contribuisce al diabete mellito, alla terapia ormonale, all'obesità, alla menopausa, ecc.;
  • predisposizione ereditaria

Segni di

Con un corso calmo di malattia calcanea cronica, i sintomi sono lievi. I pazienti con colecistite tendono a lamentarsi di:

  1. Un dolore fastidioso nel peritoneo. Il sintomo è localizzato nell'ipocondrio destro, mentre può essere permanente o verificarsi 1-3 ore dopo l'ingestione di cibi grassi e fritti.
  2. Dolore nella parte superiore del busto. I pazienti avvertono dolore vicino alla scapola destra, collo, spalla destra. A volte può esserci un dolore acuto, come durante un attacco di colica biliare, ma questo sintomo passa rapidamente.
  3. Nausea, insonnia, irritabilità.

Per confermare la diagnosi, il medico esegue un'ecografia, che è il principale metodo di esame dei pazienti con sospetta infiammazione dell'organo biliare. Segni di eco:

  • diminuzione / aumento della bolla;
  • ispessimento delle pareti del corpo superiore a 3 mm;
  • deformazione dei contorni esterni e / o interni della cistifellea;
  • la presenza di inclusioni fisse o libere galleggianti eterogenee;
  • parete a tre strati (tipica per esacerbazione pronunciata di colecistite calcicola cronica).

esacerbazione

Durante la fase acuta della malattia calcanea, il paziente presenta ulteriori sintomi. I segni di questo sono:

  • vertigini;
  • dolore acuto vicino al fegato, che si estende fino allo sterno, alla spalla o alla scapola;
  • la debolezza;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • vomito, nausea grave;
  • spasmi del peritoneo;
  • gonfiore;
  • stitichezza o disturbi intestinali.

Come trattare la colecistite cronica

Il medico sceglie il trattamento in base alla forma e alla gravità della patologia. La colecistite calculare acuta richiede una terapia ospedaliera, mentre l'automedicazione a casa è inaccettabile e molto pericolosa. Il trattamento conservativo prevede l'assunzione di determinati tipi di farmaci: il paziente beve contemporaneamente antispastici, coleretici, disintossicanti e farmaci antiemetici. Quando le condizioni del paziente sono stabilizzate, viene prescritta la colecistectomia o la chirurgia laparoscopica (il medico può solo rimuovere le pietre o l'intera cistifellea).

La malattia del calcoli biliari viene trattata con rimedi popolari?

È impossibile curare la colecistite calcica cronica, ma i rimedi popolari possono aiutare a ridurre l'intensità dei sintomi. A questo scopo, utilizzando varie erbe che hanno un effetto coleretico. Sono utilizzati per fare decotti e infusi che aiutano ad alleviare l'infiammazione dalla cistifellea ed eliminare i processi congestizi che si verificano in essa. Le seguenti ricette di rimedi popolari sono raccomandate periodicamente per prevenire l'esacerbazione della colecistite cronica al fine di evitare la rimozione dell'organo.

  1. Decotto di fiori immortelle. Versare acqua bollente (80 ml) di fiori secchi (15 g), tenere il liquido a bagnomaria per non più di mezz'ora. Quando il decotto di colecistite cronica si raffredda, prenderlo due volte al giorno prima dei pasti, 2 cucchiai. l.
  2. Infuso di foglie di mirtillo rosso da colecistite calcicola. Versare 3 cucchiai. l. materie prime in un thermos, versare acqua appena bollente (1 l) e attendere 8-10 ore. Dopo di che, puoi iniziare a prendere la medicina nazionale, si consiglia di bere l'infuso come tè per tutto il giorno e preparare un nuovo lotto il giorno successivo.

Come trattare la colecistite cronica

Il trattamento farmacologico aiuta ad eliminare temporaneamente i sintomi della colecistite, e la patologia cronica può essere completamente curata solo nel reparto chirurgico rimuovendo la cistifellea (a questo scopo può essere utilizzato un laser, un metodo di litolisi chimica, laparoscopia, chirurgia addominale, ecc.). Il trattamento conservativo comporta l'assunzione dei seguenti farmaci:

  1. Antibiotici. Se il paziente ha febbre e leucocitosi, il medico prescrive un ciclo di terapia antibiotica di 7-10 giorni, mentre assume macrolidi (azitromicina), penicilline (amoxicillina), cefalosporine e gentamicina (gli ultimi due vengono messi per via intramuscolare in ospedale). Inoltre, in presenza di Giardia, si utilizza furazolidone o metronidazolo. Se un paziente con un tipo di colecistite calcificante manifesta sintomi infiammatori, viene prescritta una pillola ad ampio spettro.
  2. Coleretica. Questi farmaci stimolano la formazione della bile, la cui mancanza porta alla distruzione del processo digestivo. Tali mezzi impediscono la formazione di calcoli, diluiscono le masse biliari e vengono utilizzati, di regola, durante l'esacerbazione della colecistite cronica calcanea, quando i dotti della vescica sono bloccati. Il medico può prescrivere il paziente Odeston, Tsikvalon, Oxafenamide e altri coleretici con effetto antispasmodico.
  3. Antispastici. Per alleviare i sintomi spiacevoli (spasmi, coliche) vengono prescritti farmaci come No-spa, Platyphyllin, Atropine, Drotaverin, Duspatalin, ecc. Allo stesso tempo, antidolorifici convenzionali come Ibuprofen o Aspirina con colecistite non danno l'effetto atteso.
  4. Holekinetiki. Eliminare la cistifellea dalla bile in eccesso accumulata. A tal fine, assumere droghe Lutkens, Oddi, oli vegetali, solfato di magnesio, ormoni sintetici (coleritina, pituitrin, colecistochinina).
  5. Enzimi con bile. Se un paziente con colecistite ha pancreatite concomitante, il medico prescrive Holenzyme o Festal per migliorare la digestione.
  6. Farmaci che contribuiscono alla dissoluzione delle pietre. Durante il periodo di attenuazione del processo infiammatorio, può essere indicata la somministrazione di Litofalk, Urosan e Henofalk.
  7. Complessi di vitamine. Per il trattamento della colecistite calcicola cronica, si raccomanda la somministrazione di vitamine B e C.

Dieta durante esacerbazione

Il requisito principale di una dieta terapeutica è la frammentazione (il paziente dovrebbe mangiare 5-6 volte al giorno, facendo brevi pause). Le porzioni per la colecistite calcarea dovrebbero essere piccole e la nutrizione utile ed equilibrata. I pasti serali sono esclusi del tutto. Gli alimenti contenenti proteine, carboidrati e grassi dovrebbero essere consumati secondo i requisiti della dieta. Pertanto, il menu riduce la quantità di grassi animali (durante le esacerbazioni, sono completamente eliminati), sono compensati da oli vegetali, che sono meglio divisi per bile e migliorano il metabolismo cellulare del fegato.

Grazie ai grassi vegetali, la produzione di bile aumenta e si riduce il rischio di formazione di calcoli. Durante una dieta con colecistite cronica di tipo calculous, si raccomanda di includere tali prodotti nella dieta:

  • carne magra (pollame, ad eccezione di anatra, coniglio, manzo), pesce;
  • verdure, frutta;
  • cereali (grano saraceno e porridge - il più utile);
  • una grande quantità di liquido, tra cui acqua minerale senza gas, decotti di erbe, bevande alla frutta fatte in casa, gelatina (il volume giornaliero dovrebbe essere di 2000 ml).

Quando la colecistite cronica calcificata esclude tale cibo:

  • spezie;
  • piatti piccanti;
  • carne affumicata;
  • salsicce;
  • cibi fritti e grassi;
  • alimenti in scatola e prodotti con conservanti (maionese, ketchup, succhi di frutta, sottaceti, ecc.);
  • noci;
  • brodi di carne / pesce;
  • pasticcini, dolci;
  • tè forte, qualsiasi caffè;
  • bevande fredde, soda;
  • tuorlo d'uovo;
  • fegato, cervello;
  • carne di agnello

Colecistite calculous cronica

Un processo infiammatorio acuto o cronico, caratterizzato da un decorso progressivo e accompagnato dalla formazione di calcoli nella cavità della colecisti, è una delle complicanze della malattia del calcoli biliari, chiamata colecistite calcicola. Questa è una patologia abbastanza comune che si verifica nel 10-15% della popolazione adulta del pianeta (le donne sono 2-3 volte più degli uomini). La più pericolosa è una condizione in cui le pietre si muovono al collo della vescica e del dotto biliare comune e comportano un attacco di colica biliare e lo sviluppo di ittero ostruttivo.

Cause di colecistite calculous

  • Disturbi metabolici;
  • Ristagno di bile (dyscholium);
  • Processi infettivi e infiammatori;
  • Patologie motorie toniche dell'escrezione biliare (discinesia).

Il ruolo principale nello sviluppo della formazione delle pietre gioca una violazione del metabolismo della bilirubina e del colesterolo. Questi sono scarsamente solubili in componenti acquosi di bile, trattenuti in soluzione a causa dell'azione emulsionante degli acidi biliari. Nel caso di aumento della concentrazione di colesterolo e bilirubina nella bile c'è il rischio di formazione di calcoli. Questa condizione è osservata nell'aterosclerosi, nell'obesità, nella gotta, nel diabete, nell'iperlipoproteinemia.

Tuttavia, un ruolo importante nello sviluppo della colecistite calcicola è giocato da una cattiva alimentazione (consumo eccessivo di carboidrati raffinati, cibi grassi contenenti un'alta percentuale di colesterolo, farina e pasti grossolani), che porta a uno spostamento del pH della bile e diminuisce la solubilità del colesterolo.

Fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo della formazione di calcoli

  • Carenza di vitamina A;
  • violazione della regolazione neuroumorale della funzione contrattile della cistifellea e dei dotti biliari;
  • aderenze, cicatrici, eccessi dei dotti biliari;
  • patologia pancreatica;
  • costipazione persistente;
  • omissione di organi interni;
  • mancanza di esercizio;
  • predisposizione genetica;
  • pasti irregolari (eccesso di cibo, digiuno, pasti rari);
  • stato immunitario compromesso;
  • la gravidanza;
  • uso contraccettivo ormonale.

Tipi di calcoli biliari

Pietre omogenee (omogenee). Questo gruppo comprende i livelli di colesterolo, che si formano a causa di disordini metabolici. Queste strutture attive a raggi X che non provocano cambiamenti infiammatori nella cistifellea si trovano più spesso nei pazienti obesi. I calcoli di bilirubina (pigmento), derivanti da un aumentato decadimento degli eritrociti, sono caratteristici dei pazienti affetti da anemia emolitica congenita, talassemia e anemia da falcetto. Sono anche formati in un ambiente asettico. Pietre calcaree (formazioni molto rare) si verificano a seguito di complicanze dei processi infiammatori acuti nel tratto biliare.

Pietre miste (questo gruppo rappresenta l'80% del numero totale di calcoli biliari). Il nucleo di tale pietra è presentato sotto forma di sostanza organica, attorno al quale si trovano strati stratificati di colesterolo, bilirubina e sali di calcio.

Concrezioni difficili (10% del totale). Sono una combinazione di entrambe le forme. Il nucleo è costituito da colesterolo e il guscio è costituito da una miscela di bilirubina, colesterolo e calcio. Di regola, si osservano calcoli complessi con infiammazione nella cistifellea e nelle vie biliari.

Classificazione di colecistite calculous

Nella pratica clinica, la colecistite calcarea, a seconda della natura della malattia, è divisa in acuta e cronica. A sua volta, ogni forma della malattia è liscia e complicata dalla gravità.

Colecistite calcifica acuta

La forma acuta di colecistite calcicola è una patologia piuttosto rara che si sviluppa sullo sfondo di una lunga colelitiasi asintomatica. Questa condizione è caratterizzata da un blocco del calcolo del dotto biliare comune, che porta allo sviluppo del processo infiammatorio nelle pareti della cistifellea. L'infezione provoca più spesso l'infiammazione che penetra nella cavità della colecisti dagli organi vicini a causa di una violazione delle proprietà asettiche della bile. Ciò può portare a ispessimento e distruzione (distruzione) delle pareti, accumulo di pus all'interno dell'organo e sviluppo di peritonite biliare.

Colecistite calcica cronica

La forma cronica della colecistite calcicola è caratterizzata da uno sviluppo lento, con periodi di esacerbazioni e remissioni. In questa situazione, le cause dell'infiammazione sono una violazione della composizione, ispessimento e ristagno della bile, che porta all'irritazione delle pareti della cistifellea. La colecistite calculare cronica più frequente si sviluppa a causa di errori nutrizionali, con frequenti malattie infettive, patologie endocrine e disordini metabolici.

I fattori predisponenti includono patologia epatica, gastrite cronica, duodenite, discinesia biliare.

Sintomi di colecistite calculous

Lo sviluppo di colecistite calcanea acuta è accompagnato da un attacco di colica biliare. I pazienti si lamentano di forti dolori nella parte destra, che si estendono fino alla spalla o alla scapola. Il più delle volte, si osserva una esacerbazione del processo infiammatorio dopo stress sofferenza, consumo di bevande alcoliche, cibi grassi, fritti, piccanti o affumicati. In questa situazione, c'è debolezza, accompagnata da copioso sudore appiccicoso, nausea, che non porta sollievo al vomito, con una mescolanza di bile nel vomito. Spesso la temperatura corporea aumenta (specialmente con lo sviluppo dell'infiammazione purulenta) e la pressione arteriosa diminuisce. È anche registrato l'oscuramento delle urine e lo scolorimento a breve termine delle feci, eventualmente l'ingiallimento della pelle, ikterichnost sclera.

La colecistite calcica cronica è caratterizzata da costanti dolori dolorosi nell'ipocondrio destro. Gli attacchi di dolore acuto possono verificarsi 2-3 ore dopo il consumo di cibi grassi, fritti e salati. Dopo un po 'di tempo, il dolore passa gradualmente. In questa situazione, gli indicatori di temperatura e la pressione sanguigna rimangono entro il range normale. I pazienti si lamentano spesso di amarezza in bocca, nausea e eruttazione amara. Quando le violazioni della dieta possono essere attacchi di vomito con addizione di bile. Spesso lo sviluppo di un attacco è preceduto da sintomi dispeptici (eruttazione con cibo o aria, bocca amara e secca, flatulenza, bruciore di stomaco, feci instabili, tendenza alla stitichezza o alla diarrea, perdita di appetito).

Diagnosi di colecistite calculous

  1. Il principale metodo non invasivo per la diagnosi di colecistite calcicola è l'ecografia. Questo è uno studio abbastanza informativo, nel 98% dei casi che consente di rilevare i calcoli biliari.
  2. ERPHG (colangiopancreatografia retrograda endoscopica). Questo è un metodo di alta precisione di contrasto diretto della cistifellea e dei dotti biliari, con l'aiuto di quali pietre si trovano nei dotti biliari, ipertensione biliare e restringimento della parte terminale dell'organo.
  3. Tomografia computerizzata (CT). Permette di identificare lesioni del fegato e del pancreas.
  4. Epatobiliscintigrafia dinamica. Fornisce l'introduzione di radiofarmaci. Dalla velocità del suo movimento dalla cistifellea a 12p. l'intestino controlla la pervietà dei dotti biliari e il funzionamento dell'organo che produce la bile.
  5. Ecografia endoscopica Usando questa tecnica, piccole pietre si trovano nella parte terminale del dotto biliare comune.
  6. Metodi di laboratorio per testare sangue, feci e urina.

Diagnostica differenziale

La colecistite calcolosa dovrebbe essere differenziata dalle seguenti patologie:

  • discinesia biliare;
  • adenomiomatoz;
  • colecistite senza pietre;
  • colecosi colecosi;
  • colica renale destra;
  • epatite cronica;
  • reflusso gastroesofageo;
  • pancreatite cronica;
  • gastrite cronica;
  • colite cronica;
  • sindrome dell'intestino irritabile;
  • ulcera allo stomaco e 12 p. intestino.

Complicazioni di colecistite calculous

  • Ittero ostruttivo;
  • Gocce di cistifellea;
  • Perforazione della cistifellea;
  • Infiammazione secondaria del pancreas;
  • Ascessi, necrosi della cistifellea, peritonite;
  • Cancro della cistifellea.

Trattamento della colecistite calcicola

Trattamento conservativo

Nel periodo di esacerbazione del processo patologico, al paziente viene prescritta una dieta da fame (1-3 giorni), quindi una dieta rigorosa (tabella n. 5, 5A), sollievo da attacchi di colica biliare, sollievo dal dolore e dalla dispepsia, terapia litolitica.

Per il sollievo dal sequestro e dal sollievo dal dolore, è indicata la somministrazione per via intramuscolare di una soluzione all'1% di atropina solfato, platifilina, drotaverina (No-spa). Con una crisi prolungata, vengono introdotti Buscopan e Papaverina. Dopo il sollievo dal dolore - compresse di drotaverina, duspatalina e papaverina. Con una forte sindrome del dolore, i farmaci antispasmodici dovrebbero essere usati insieme agli analgesici.

Nel caso in cui le condizioni del paziente non migliorino entro cinque ore dall'inizio della terapia farmacologica, egli viene inviato in un ospedale chirurgico.

Nel trattamento della colecistite calcicola cronica, il gruppo principale di farmaci sono gli antispastici. Si raccomanda di essere utilizzati sia nel periodo di esacerbazioni sia durante il periodo tra gli attacchi (se ci sono dolori). Mediante agenti antispastici, la sindrome del dolore viene interrotta, i disturbi dispeptici vengono eliminati, la pervietà del dotto cistico viene ripristinata e un normale flusso di bile viene fornito in 12 n. l'intestino.

Trattamento chirurgico della colecistite calcicola

Ad oggi, l'unico metodo efficace per il trattamento chirurgico della colecistite calcicola è la colicytectomia, (rimozione della cistifellea). Questa tecnica impedisce lo sviluppo di complicazioni gravi, a volte mortali che richiedono cure mediche di emergenza. Gli esperti raccomandano il trattamento chirurgico in modo pianificato. Ciò è dovuto al fatto che l'operazione pianificata, che viene eseguita dopo un'adeguata preparazione, è molto più facile da trasferire per i pazienti e molto più sicura della chirurgia d'urgenza.

Negli anni '90 del secolo scorso, le tecniche laparoscopiche iniziarono ad essere utilizzate nella pratica chirurgica durante l'esecuzione di una holicystectomy, che consente di eseguire operazioni senza ampie incisioni classiche sulla parete addominale anteriore. Attualmente, questa tecnica è il "gold standard" per il trattamento chirurgico della malattia del calcoli biliari. Ora le operazioni "a fondo scala" addominali vengono eseguite solo in caso di decorso complicato della malattia (peritonite o perforazione della cistifellea).

La colecistectomia laparoscopica coinvolge 3-4 fori del trocar (5-10 mm). Attraverso di essi vengono introdotti nella cavità addominale microtools chirurgici e videocamere con un'ampia gamma dinamica e alta risoluzione. Questa è una tecnica a basso impatto che non richiede un lungo periodo di riabilitazione. Dopo l'intervento chirurgico, il dolore postoperatorio è quasi completamente assente. La colecistectomia laparoscopica non richiede un rigoroso riposo a letto (dopo poche ore il paziente può alzarsi e dopo 5-6 giorni può iniziare a lavorare).

Se è impossibile eseguire una colictectomia dall'accesso laparoscopico (a causa della presenza di un processo infiammatorio o di adesione, anomalie anatomiche delle vie biliari o lo sviluppo di complicanze intraoperatorie), una procedura chirurgica comporta una transizione ad una chirurgia addominale minimamente invasiva o tradizionale.

La chirurgia laparoscopica a puntura singola e la mini-laparoscopia sono un'opzione più benigna per il trattamento chirurgico di una colecistite calcificata senza complicazioni. Nel primo caso, gli strumenti chirurgici ultrasottili sono inseriti nella cavità addominale attraverso una singola puntura nell'ombelico. Dopo l'intervento chirurgico, il corpo non rimane punti e cicatrici. La minilaparoscopia viene eseguita utilizzando la stessa tecnologia della laparoscopia tradizionale, tuttavia, quando viene eseguita, vengono utilizzati strumenti con un diametro non superiore a 3 mm. Tali punture non richiedono sutura, dopo l'intervento c'è un eccellente effetto cosmetico e il trauma si riduce ancora di più. Con il rigoroso rispetto della dieta e del regime di esercizio raccomandati entro 30-40 giorni dopo la rimozione della cistifellea, il corpo del paziente si adatta perfettamente ai cambiamenti funzionali che si sono verificati.

Dieta postoperatoria

Nel primo mese dopo l'intervento, carboidrati veloci facilmente digeribili (confetteria, farina di grano tenero, zucchero, miele, frutta, maionese, cioccolato, bevande analcoliche), cibi speziati, grassi, fritti e piccanti sono completamente esclusi dalla dieta del paziente. così come l'alcol. I pasti dovrebbero essere frazionari e regolari (4-6 volte al giorno). Nuovi prodotti nella dieta vengono introdotti gradualmente, con il permesso del medico. La rimozione di restrizioni dietetiche è possibile in 30-40 giorni, sulla raccomandazione di un gastroenterologo.

Colecistite calcifica

La colecistite calcolosa è chiamata infiammazione acuta o cronica nella cistifellea, nella quale sono presenti concrezioni (pietre) di dimensioni e numeri diversi nel lume della vescica o dei dotti.

La malattia può durare anni, a volte diventare aggravata e tranquillizzante, ma sta progredendo costantemente. Circa il 10% della popolazione adulta soffre di colecistite calcica e le donne soffrono più volte più spesso degli uomini. Si verifica oltre l'età di 40-50 anni, anche se ci possono essere casi nei bambini. Il pericolo principale è il movimento delle pietre sul collo della vescica e il dotto biliare comune - quindi si formano ittero e attacchi di colica biliare.

Tipi di colecistite calculous

Distinguono forme acute e croniche e il corso di ciascuna di esse può essere agevole e complicato.

La forma calculouse colecistite acuta si verifica raramente, si manifesta solitamente come risultato di prolungata colelitiasi asintomatica, per cui a causa del blocco della parete della vescica infiammata generale dotto biliare pietra. Ciò accade quando la penetrazione nella regione della vescica infezione agli organi circostanti a causa di violazioni delle proprietà antisettiche di bile. Come risultato, si è sviluppata rapidamente ispessimento delle pareti e la loro degradazione (distruzione), che possono portare ad accumulo di pus all'interno della bolla e la formazione di bile peritonite.

In cronica calculous colecistite infiammazione sviluppa lentamente e si manifesta nei periodi di esacerbazione, il fattore infettivo non è così ruolo significativo. Nello sviluppo di colecistite calculous sono le malattie che portano nella composizione della bile, la sua ispessimento e la congestione, irritazione della parete della vescica. Questo di solito si verifica a causa di errori nella dieta, l'obesità, il diabete, turni endocrine e frequenti infezioni. I fattori predisponenti includono discinesia biliare, malattie del fegato, gastrite cronica e duodenite.

Sintomi di forme acute e croniche

Le manifestazioni della colecistite dipendono dal tipo di malattia.

Nella colecistite calculare acuta si verifica un attacco di colica biliare:

  • questi sono dolori acuti nella parte destra, che si estendono nella scapola destra o nella spalla, solitamente provocati da errori alimentari, stress o assunzione di alcol,
  • ci sono periodi di nausea con vomito, non portando sollievo, ci può essere una mescolanza di bile nel vomito.
  • la temperatura corporea aumenta, specialmente con l'infiammazione purulenta,
  • la pressione sanguigna diminuisce drasticamente,
  • c'è sudore freddo e debolezza
  • ci possono essere manifestazioni di ittero, cambiamenti nelle urine e nelle feci.

Nella colecistite calcicola cronica, le manifestazioni non sono così nette e sono in qualche modo differenti. Tipici sono:

  • dolore costante e opaco nell'ipocondrio destro,
  • periodi di dolore dopo cibi grassi, fritti o salati, che si verificano dopo 2-3 ore,
  • l'inizio di attacchi acuti di dolore con errori nutrizionali che gradualmente diminuiscono
  • potrebbe esserci nausea, eruttazione amara,
  • se la dieta è disturbata, ci possono essere periodi di vomito della bile,
  • la febbre non si verifica, nessuna fluttuazione della pressione.

La condizione generale nel periodo interictale non è infranta.

diagnostica

Se si sospetta una colecistite acuta, sono necessari un richiamo dell'ambulanza e il ricovero in ospedale, a volte è necessario un intervento di emergenza. Tali forme di colecistite sono principalmente trattate dai chirurghi.

Nella colecistite cronica, la diagnosi e il trattamento vengono effettuati da un gastroenterologo in un contesto policlinico o ospedaliero (di solito nella fase acuta).

Per la diagnosi, i reclami tipici sopra elencati sono richiesti in combinazione con uno studio di esami generali del sangue e delle urine, il livello degli enzimi pancreatici e test di funzionalità epatica e la valutazione dell'analisi delle feci (coprogramma). Assicurati di condurre gli ultrasuoni della cistifellea, così come la colecistografia (ottenendo i raggi X con l'introduzione del contrasto che si accumula nella bile). Uno studio utile sarà l'intubazione duodenale con la produzione di porzioni di bile e lo studio delle sue proprietà, dando un'idea della natura delle pietre.

Trattamento della colecistite calcicola

Applicare metodi conservativi e chirurgici.

In forma acuta

Nella colecistite calculare acuta, che si è manifestata per la prima volta, iniziano con terapia antibatterica, antispasmodica, analgesica, vengono prescritte disintossicazione con soluzioni, usano metodi di correzione dietetica e terapia anti-recidiva. Il trattamento viene effettuato in modo permanente. L'automedicazione è vietata.

Con l'inefficacia di tutte queste misure o il pericolo di complicazioni - la formazione di ascessi con pus, viene mostrata la rimozione della cistifellea con pietre. Oggi, questa operazione viene eseguita quando possibile con metodi minimamente invasivi - laparoscopicamente, attraverso manipolatori sotto il controllo del monitor, attraverso punture nella cavità addominale. Se tale operazione non è possibile (complicanze, peritonite), viene eseguita una laparotomia aperta con la rimozione della vescica e la revisione della cavità addominale.

Con forma cronica

La base per il trattamento della colecistite calcanea cronica è la stretta aderenza alla dieta nei periodi di inizio e interstiziale, l'esclusione dalla dieta di cibi ricchi di carboidrati e grassi, riducendo al minimo il sale e le spezie, un rifiuto completo dell'alcool.

È necessario ridurre lo sforzo fisico e lo stress emotivo, la correzione del peso.

Dopo che la riacutizzazione si attenua, viene prescritta la terapia litolitica - l'uso di farmaci che dissolvono i calcoli biliari - ursosan, henofalk, lithophalk. Applicare farmaci antispastici.

Medicina tradizionale nel trattamento della colecistite

È necessario sapere che l'uso della medicina tradizionale sotto forma di decotti o tinture di erbe con proprietà coleretiche è pericoloso. Questi farmaci possono intensificare il movimento delle pietre e provocare esacerbazioni, blocco del dotto biliare e coliche.

Negli ultimi anni, il metodo della litotripsia non invasiva è ampiamente utilizzato nella colecistite calcicola: lo schiacciamento delle pietre nella cistifellea mediante l'azione della terapia ad onde d'urto o degli ultrasuoni speciali.

Tuttavia, si ritiene che la terapia conservativa porti solo un sollievo temporaneo nel trattamento della colecistite, elimina i sintomi dell'infiammazione ed è temporanea. Dopo la litotripsia, la formazione di calcoli può ancora essere ripetuta, se non per normalizzare il metabolismo e non essere a dieta costante.

Articolo Precedente

Epatite virale cronica (B18)

Articolo Successivo

Trapianto di fegato