Dieta ipoallergenica per bambini :: Da 3 a 7 anni

Diete

Escludere dalla dieta cibi come brodo, sale, spezie, cibi fritti, spezie e carni affumicate. È anche meglio rifiutare salsicce, fegato. Non mangiare pesce, caviale, frutti di mare, uova, formaggi elaborati e piccanti. Non includere nel menu un bambino con allergie, ketchup, maionese, gelato.

Ortaggi - potenziali allergeni: ravanelli, pomodori, spinaci, rafano, crauti, acetosa, sottaceti, funghi; anguria e melone.

Pericolosi frutti e bacche che possono causare allergie, è anche meglio non dare il bambino. Questi includono tutti i tipi di agrumi, fragole, fragole, uva, lamponi, olivello spinoso, ananas, melograno, pesca, albicocca.

Tra le altre cose, non dovresti includere grassi refrattari e margarine nella dieta di una dieta ipoallergenica; cioccolato, caramello, miele, marshmallow, marshmallow, chewing gum; cupcakes, torte e paste fresche; bevande gassate alla frutta, cacao, caffè, kvas.

Prodotti come pasta, semola, latte intero e panna acida, yogurt con additivi di frutta, fiocchi di latte, burro, carne di pollo, pane fatto con farina di prima scelta sono soggetti a limitazioni. Verdure precoci con un grado moderato di rischio allergico: carote, cipolle, aglio, barbabietole, melanzane devono essere immerse in acqua fredda prima della cottura (1-2 ore).

Per le bacche e frutti allergenici di mezzo ci sono mirtilli, more, ribes nero, mirtilli rossi, mirtilli, prugne e ciliegie. Anche il brodo - una bevanda con proprietà allergeniche moderate.

Si raccomanda di includere nella dieta del bambino allergico: prodotti lattiero-caseari fermentati, cereali (ad eccezione della manna), carni magre (manzo, coniglio, tacchino), carne in scatola speciale per pappe.

Verdure consentite: tutte le varietà di cavolo, zucca leggera, zucca, prezzemolo e aneto, fagiolini verdi, piselli verdi giovani.

I frutti sono ammessi mele (verde e giallo), pere, leggere varietà di prugne, ciliegie, uva spina, ribes rosso e bianco. È possibile preparare il succo dalle bacche e dai frutti sopra, o diluire il naturale del deposito nel rapporto: 3 parti di succo e 1 parte di acqua bollita.

Il tè è usato senza aromi. Degli olii puoi usare panna e verdura raffinata (girasole, oliva, mais, ecc.)

Di prodotti a base di cereali ammessi pane "Darnitsky", grano, cereali per il pane, bastoncini di mais, scaglie di riso, essiccazione, biscotti magri e briciole di pane.

Dieta ipoallergenica per bambini :: Da 3 a 7 anni

Escludere dalla dieta cibi come brodo, sale, spezie, cibi fritti, spezie e carni affumicate. È anche meglio rifiutare salsicce, fegato. Non mangiare pesce, caviale, frutti di mare, uova, formaggi elaborati e piccanti. Non includere nel menu un bambino con allergie, ketchup, maionese, gelato.

Ortaggi - potenziali allergeni: ravanelli, pomodori, spinaci, rafano, crauti, acetosa, sottaceti, funghi; anguria e melone.

Pericolosi frutti e bacche che possono causare allergie, è anche meglio non dare il bambino. Questi includono tutti i tipi di agrumi, fragole, fragole, uva, lamponi, olivello spinoso, ananas, melograno, pesca, albicocca.

Tra le altre cose, non dovresti includere grassi refrattari e margarine nella dieta di una dieta ipoallergenica; cioccolato, caramello, miele, marshmallow, marshmallow, chewing gum; cupcakes, torte e paste fresche; bevande gassate alla frutta, cacao, caffè, kvas.

Prodotti come pasta, semola, latte intero e panna acida, yogurt con additivi di frutta, fiocchi di latte, burro, carne di pollo, pane fatto con farina di prima scelta sono soggetti a limitazioni. Verdure precoci con un grado moderato di rischio allergico: carote, cipolle, aglio, barbabietole, melanzane devono essere immerse in acqua fredda prima della cottura (1-2 ore).

Per le bacche e frutti allergenici di mezzo ci sono mirtilli, more, ribes nero, mirtilli rossi, mirtilli, prugne e ciliegie. Anche il brodo - una bevanda con proprietà allergeniche moderate.

Si raccomanda di includere nella dieta del bambino allergico: prodotti lattiero-caseari fermentati, cereali (ad eccezione della manna), carni magre (manzo, coniglio, tacchino), carne in scatola speciale per pappe.

Verdure consentite: tutte le varietà di cavolo, zucca leggera, zucca, prezzemolo e aneto, fagiolini verdi, piselli verdi giovani.

I frutti sono ammessi mele (verde e giallo), pere, leggere varietà di prugne, ciliegie, uva spina, ribes rosso e bianco. È possibile preparare il succo dalle bacche e dai frutti sopra, o diluire il naturale del deposito nel rapporto: 3 parti di succo e 1 parte di acqua bollita.

Il tè è usato senza aromi. Degli olii puoi usare panna e verdura raffinata (girasole, oliva, mais, ecc.)

Di prodotti a base di cereali ammessi pane "Darnitsky", grano, cereali per il pane, bastoncini di mais, scaglie di riso, essiccazione, biscotti magri e briciole di pane.

Dieta per i bambini con allergie: menu

✓ Articolo verificato da un medico

Secondo le statistiche, più della metà dei genitori sperimenta reazioni allergiche in un bambino e la malattia si manifesta più spesso nei primi 9-12 mesi di vita. La stragrande maggioranza dei casi in questo settore è rappresentata dalle allergie alimentari, che creano ulteriori problemi quando si introducono alimenti complementari e si preparano i menu per l'alimentazione dei bambini, oltre a garantire un'adeguata assunzione di tutti i tipi di nutrienti, minerali e vitamine. Le informazioni fornite nell'articolo aiuteranno a diversificare le cause e le conseguenze delle allergie infantili, nonché a scegliere correttamente i prodotti per questa malattia.

Dieta per i bambini con allergie: menu

Allergia: fattori di rischio e manifestazioni sintomatiche

Questa malattia è un rifiuto dal sistema digestivo del bambino di una certa categoria di prodotti - allergeni. Una reazione negativa del corpo può manifestarsi immediatamente dopo aver mangiato cibo, e dopo un lungo periodo di tempo - nel secondo caso stiamo parlando di una cosiddetta malattia ritardata.

La manifestazione di allergie nella pelle del bambino

Elenchiamo le principali reazioni del corpo del bambino, che possono essere osservate con le allergie:

  1. Manifestazioni sulla pelle. Questo gruppo di sintomi comprende eruzioni cutanee e arrossamenti, così come la pelle secca. Un'altra conseguenza sgradevole è il prurito. La mancata azione può portare al fatto che le reazioni descritte si svilupperanno in dermatite allergica.
  2. Reazioni del tratto digestivo. Questo gruppo di effetti spesso include dolore addominale, reazioni nauseabonde, rigurgito e vomito. La maggior parte delle persone che soffrono di allergie hanno anche una violazione della sedia di vario tipo, gonfiore. La disbacteriosi può anche riferirsi al gruppo sintomatico descritto.
  3. Problemi con il sistema respiratorio. Il corpo del bambino può segnalare un'allergia con sintomi quali congestione nasale o naso che cola.

Individualmente, questi sintomi possono essere dovuti ad altre malattie, ma la presenza di reazioni da gruppi diversi è quasi sempre un indicatore di anomalie allergiche. Le cause dell'atopia possono essere completamente differenti:

  • la violazione della mamma dei postulati alimentari sani;
  • sviluppo inadeguato del sistema digestivo;
  • infezioni intestinali durante l'infanzia;
  • cibo artificiale, introdotto troppo presto;
  • nutrizione eccessiva;
  • uso troppo precoce di prodotti altamente allergizzanti, ecc.

L'alimentazione dei bambini deve essere attentamente monitorata dai genitori.

Qualunque sia l'allergia causata, la nutrizione del bambino con tale malattia deve essere attentamente monitorata dai genitori per evitare ulteriori sviluppi della malattia e complicazioni.

Riferimento: gli scienziati hanno dimostrato che la causa principale delle allergie infantili è spesso l'uso da parte della madre di prodotti contenenti coloranti alimentari, sia durante la gravidanza che durante il periodo di alimentazione.

allergeni

L'allergia è un'intolleranza individuale di un prodotto, quindi gli allergeni sono diversi in ciascun caso. Tuttavia, tutti possono essere classificati in tre gruppi, che sono presentati nella tabella seguente.

Alimenti che causano le allergie più spesso

Le statistiche dicono che nel 90% dei casi, i sintomi allergici nei bambini sono causati dal latte. Molti considerano il latte di mucca un buon compagno per i prodotti dei primi alimenti complementari, che alla fine portano a problemi di digestione dei bambini. Il rifiuto di questo fluido si manifesta solitamente nei primi anni di vita. La causa della reazione negativa del corpo sono componenti proteici (ad esempio l'albumina), che si trovano in grandi quantità nel latte. I prodotti lattiero-caseari fermentati, che hanno meno probabilità di provocare allergie alimentari e sono a basso rischio, sono una buona alternativa.

In secondo luogo, in termini di frequenza di reazioni negative, c'è un pesce - quasi tutti coloro che hanno mai sperimentato un'allergia, è incluso nella lista degli allergeni significativi. Il corpo di un bambino non può tollerare sia le singole varietà che i frutti di mare nel loro complesso. La particolarità dell'allergia al "pesce" è che spesso non passa e viene osservata per tutta la vita di una persona. Il motivo principale per l'intolleranza di questo prodotto sono le proteine ​​specifiche contenute nei prodotti fluviali e marini, che, inoltre, non scompaiono durante il trattamento termico.

Al terzo posto - uova di gallina. Una reazione negativa al cibo di questo tipo è più spesso accompagnata da reazioni indesiderate del corpo a carne di pollo e brodi su di esso. È interessante notare che le proteine ​​delle uova sono molto più probabilità di causare sintomi di allergia rispetto al tuorlo. L'intolleranza di cereali come segale e grano è spesso osservata, e l'allergia al riso e al grano saraceno è meno comune. Negli ultimi anni si è registrato un aumento dei casi di allergia alla soia, che è diventata troppo spesso utilizzata come sostituto del latte.

Per i bambini al di sotto dei sei mesi il più delle volte caratterizzati da allergie multiple, quando il corpo è suscettibile non a uno, ma a più cibi. Una delle varietà di questa malattia è l'allergia crociata, che è la manifestazione dei sintomi quando si utilizza il prodotto principale e i suoi analoghi: ad esempio latte e panna acida, una mela e una pera, ecc.

Prodotti che causano allergia crociata nei bambini

Importante: ai primi segni di allergia, è necessario abbandonare i prodotti di vendita non adatti (non destinati ai bambini): questi includono succhi, yogurt, cereali solubili, ecc. I coloranti e i conservanti contenuti in essi aggiungeranno solo olio al "fuoco" della malattia.

Come determinare l'allergene?

È molto difficile determinare che cosa esattamente un bambino abbia un'allergia. Una restrizione significativa della dieta e l'esclusione di alimenti altamente allergenici come latte e carne possono danneggiare il corpo del bambino, perché tale alimento è la principale fonte di proteine ​​necessarie per la crescita e lo sviluppo. Pertanto, è consigliabile iniziare la ricerca di un allergene non appena compaiono i primi sintomi.

è consigliabile iniziare immediatamente la ricerca di un allergene non appena compaiono i primi sintomi

Inizia il processo di identificazione dei prodotti allergenici con un diario alimentare. Il principio è semplice: in forma cartacea o cartacea tutti i pasti sono registrati con la data, l'ora, il cibo consumato e la loro quantità. I sintomi allergici sono registrati nello stesso diario. In questo caso, come detto sopra, la reazione può essere sia istantanea che ritardata. Il confronto dei dati di due aree più spesso aiuta a determinare quale cibo provoca una reazione negativa nel corpo. I nuovi prodotti sono meglio aggiungere lentamente, e farlo al mattino, in modo da poter seguire la salute del bambino durante il giorno. In assenza di reazioni avverse entro 72 ore, è possibile aggiungere il seguente prodotto.

Se si identifica un allergene, è necessario rimuoverlo immediatamente dalla dieta del bambino. La reintroduzione del prodotto può essere testata in 3-4 mesi - di regola, durante questo periodo, si formano degli enzimi che possono resistere agli effetti allergici. Se i sintomi si ripetono, mangiare questo tipo di cibo è meglio rimandarlo per almeno un anno.

Importante: è meglio esaminare il diario alimentare con un allergologo che possa valutare più accuratamente la situazione e identificare gli allergeni che potrebbero non essere visibili ad un occhio non professionale.

Test di allergia alimentare

C'è anche un metodo medico per determinare i prodotti che causano reazioni indesiderabili - il test per gli allergeni. Tuttavia, di per sé, è improbabile che questo metodo dia i risultati desiderati: un esame del sangue mostrerà solo i possibili fattori allergenici che, senza tenere un diario, non possono fornire informazioni accurate. Per i bambini più adulti, è anche possibile utilizzare un test di iniezione - questo metodo prevede la somministrazione di una piccola dose di allergene previsto per via sottocutanea. L'iniezione aiuta a garantire che ci sia un'allergia a una particolare sostanza.

Dieta allergia

L'elemento principale del processo di trattamento delle allergie è la dieta. Spesso le manifestazioni della malattia si trovano nei bambini allattati al seno - questo significa che è necessario regolare la dieta della madre. Il primo prodotto da escludere è solitamente il latte di mucca, l'ulteriore intervento dipende dalla presenza di reazioni allergiche dopo tale regolazione.

Nel caso in cui il bambino venga allattato artificialmente, è necessario prestare particolare attenzione ai sostituti del latte usati per la madre. Forse l'uso di tali sostituti come una miscela a base di latte di capra o prodotti caseari, che consentono di mantenere il livello richiesto di proteine ​​per lo sviluppo. Se tali opzioni sono anche accompagnate da allergie, allora dovresti usare la miscela di soia. In ogni caso, le manipolazioni con la dieta del bambino devono essere effettuate solo dopo aver ricevuto le raccomandazioni dal pediatra.

Mamma che allatta al seno un bambino, è necessario aderire a una dieta ipoallergenica

Mamma che allatta al seno un bambino, è necessario aderire a una dieta ipoallergenica. Può includere i seguenti alimenti:

  • bollito di manzo;
  • minestre e brodi su verdure (preferibilmente senza verdure rosse e arancioni);
  • olio vegetale;
  • farina d'avena;
  • yogurt bianco;
  • formaggio in salamoia;
  • frutta e verdura verde (cetrioli, mele, cavoli, verdi, piselli);
  • frutta secca;
  • pane pita senza lievito o pane di grano essiccato.

Tabella dei prodotti per allergie

Quando si cucina, è meglio astenersi dall'utilizzare sale e altre spezie. Se, anche con una tale dieta, c'è un'eruzione cutanea o altra reazione negativa, puoi provare a escludere uno dei prodotti per diversi giorni in modo da poter determinare l'allergene.

Consiglio: non tardare ad andare dal medico nella speranza di liberarsi dei sintomi da solo: forse la reazione è una conseguenza di un'altra malattia, e un'ispezione tardiva può solo aggravare la situazione.

Video - Maternal Nutrition and Child's Allergy

Alimento complementare per bambini con allergie

L'introduzione dei primi alimenti complementari è un compito difficile per qualsiasi madre. Se ci sono allergie, ci sono ancora più domande e i genitori sono persi nel processo: da dove cominciare, quanto e come scegliere gli alimenti per i cibi complementari. Il principio generale è questo: i bambini che sono allergici, passano all'alimentazione artificiale più tardi dei loro coetanei. Le allergie spesso indicano uno sviluppo insufficiente del tratto digestivo, e l'alimentazione troppo precoce in questo caso può influire negativamente sulla crescita e sul corretto sviluppo del bambino.

Per tutti i bambini, il primo prodotto che può essere introdotto è purea di verdure. In una situazione normale, questo integratore può essere somministrato in 6 mesi, per le persone allergiche è meglio posticipare il processo per 2-3 mesi. In ogni caso, questa è una domanda molto individuale, e solo un pediatra personale sarà in grado di suggerire una data più precisa. Come scegliere le verdure per il purè di patate? La scelta ideale sarà quei prodotti che sono naturali per la regione di residenza del bambino. In Russia, può essere cetrioli, zucche, zucchine. Ma con l'introduzione di pomodori è meglio non correre - in generale, tutte le verdure che hanno un colore brillante, possono provocare reazioni indesiderate del corpo del bambino. Quando si introducono alimenti complementari, è importante osservare il principio di coerenza: devono trascorrere almeno 10 giorni tra la rottura di nuovi prodotti. Iniziare ad inserire il prodotto letteralmente in una goccia, aumentando gradualmente le porzioni a pochi cucchiai.

Cibo per bambini con allergie alimentari

Il prossimo tipo di cibo è il porridge. È necessario iniziare a presentarli almeno un mese dopo le puree vegetali, in modo che il corpo del bambino possa adattarsi ai nuovi prodotti. I pappi sono preparati senza l'aggiunta di latte e sale, ma puoi mettere un cucchiaino di olio. Se i genitori preferiscono cereali secchi, assicurarsi di non avere latticini e glutine nella composizione.

Dopo aver testato verdure e cereali, puoi iniziare l'introduzione della purea di carne. Per fare questo, è meglio optare per carne di cavallo o coniglio, e anche le allergie a basso contenuto di grassi di maiale e di tacchino sono raramente causate. La sicurezza delle carni bovine è prossima, ma le allergie alle carni di pollo dovrebbero essere offerte per ultime. I principi di base dell'introduzione di tali alimenti complementari coincidono con quanto sopra. Il più delle volte, la purea di carne viene aggiunta alla composizione delle verdure, a partire dalle dosi più piccole.

Al raggiungimento dell'anno, i frutti possono essere aggiunti alla dieta del bambino. La preferenza è data ai prodotti che hanno un colore verde, una crescita migliore nella regione in cui vive il bambino. A poco a poco, il menu può essere arricchito con banane, prugne, albicocche - la cosa principale è non dimenticare di seguire tutte le reazioni del giovane corpo. I prodotti che sono nella tabella sopra sono stati assegnati ad un gruppo altamente allergenico possono essere introdotti nella dieta di un bambino solo dopo 1,5-2 anni e con grande cura.

Importante: quando si scelgono alimenti per alimenti complementari, prestare particolare attenzione alla naturalezza, alla conservabilità, all'assenza di nitrati e alle impurità nocive - questo eviterà l'aggravamento delle manifestazioni allergiche.

Video - Cibo per bambini allergici (parte 1)

Video - Cibo per bambini allergici (parte 2)

Come ridurre l'allergenicità dei prodotti?

Consigli utili per preparare cibo per bambini allergici:

  1. Le patate devono essere conservate in acqua fredda per 10-12 ore, cambiando l'acqua ogni 2 ore. Questa procedura ridurrà al minimo la quantità di nitrati e amido che provoca allergie.
  2. Prima di cuocere il porridge, la grana deve essere tenuta in acqua fredda per almeno 1,5-2 ore. Questo eliminerà le tracce di sostanze chimiche e concentrati che sono stati usati per trattare le piante al fine di sbarazzarsi degli insetti parassiti.
  3. Dopo la bollitura, il brodo in cui viene cotta la carne deve essere drenato. È in esso che i farmaci e gli ormoni che sono stati utilizzati nella coltivazione di un animale sono di solito assegnati.

Probabilmente, non ha senso dire che i più utili sono in grado di cucinare: si tratta di cottura (specialmente al vapore), stufatura e cottura. A proposito, è importante sapere che anche durante il trattamento termico, i frutti non perdono le loro proprietà allergiche, quindi il loro uso inizia così tardi.

Menu per bambini più grandi

I bambini sopra i 3 anni di solito mangiano una gamma molto più ampia di alimenti. Pertanto, le condizioni della dieta per loro sono più severe, in particolare:

  1. Se si sospetta una deviazione allergica, tutti i prodotti classificati come gruppi ad alto rischio vengono rimossi dal menu abituale del bambino. Per i bambini di età compresa tra 3-4 anni, tenere un diario e test allergici medici, che sono già stati descritti in precedenza, sono i più adatti.
  2. Dopo l'identificazione degli allergeni, viene preparato un menu individuale (assicuratevi di consultare il vostro pediatra). Dalla dieta completamente esclusi i cibi che causano reazioni avverse. La dieta ipoallergenica viene mantenuta per 1-3 mesi - di solito durante questo periodo, le tracce esterne della malattia scompaiono completamente.
  3. Quando non si osservano i segni esterni della malattia, è possibile iniziare l'introduzione graduale di prodotti allergici. Il principio è molto simile all'introduzione dei primi alimenti complementari: l'allergene viene introdotto in dosi molto piccole con un graduale aumento della quantità rispetto allo standard; tra l'introduzione di diversi prodotti deve richiedere almeno 10 giorni. Quando si ripetono reazioni allergiche, ha senso posticipare l'espansione del menu per diversi mesi.

Menu di esempio per allergie per bambini da 2 a 6 anni

In conclusione, vorrei dire quanto segue: l'allergia oggi è una malattia comune alla maggior parte dei bambini in tutto il mondo. È curabile e certamente non è una frase - quindi, i genitori giovani dovrebbero evitare il panico, che può interferire con un'adeguata valutazione della situazione e un tempestivo rinvio agli specialisti. Con l'osservanza di speciali diete ipoallergeniche e un attento monitoraggio della salute e del comportamento del bambino da allergie, è possibile liberarsene rapidamente e indolore.

Ti piace questo articolo?
Salva per non perdere!

Dieta per le allergie nei bambini di diverse età: principi generali, menu

Sempre più spesso nella letteratura c'è evidenza che una dieta rigorosa per le allergie può non solo non essere utile, ma anche dannosa. Come scegliere la dieta giusta per un bambino allergico? Per scoprire come costruire una dieta ipoallergenica per i bambini con varie malattie allergiche, questo articolo aiuterà.

L'allergia è una malattia che si sviluppa a causa di una risposta inadeguata del corpo all'ingestione di proteine ​​estranee. Questa sostanza può penetrare in vari modi:

  • aerogenico e quindi si sviluppa pollinosi;
  • contatto, che comporta lo sviluppo di dermatiti da contatto;
  • parenterale, causando allergia ai farmaci o allergia al veleno per insetti;
  • e, naturalmente, cibo.

Quando le allergie alimentari per escludere il contatto del corpo con una proteina allergenica, è necessario escludere dalla dieta gli alimenti che contengono questa proteina.

Dieta di eliminazione

È molto specifico Dei prodotti consumati è necessario rimuovere specifici, certi, solo quelli che sono ipersensibili. Utilizzare diete specifiche quando è impossibile eseguire una diagnosi accurata o al più presto (compresa l'autodiagnosi).

Dieta non specifica

La seconda opzione è una dieta base e non specifica. È necessario al fine di disattivare il cibo tutti "pericolosi" in termini di prodotti di allergia, per ridurre il carico di cibo complessivo sul corpo.

Pertanto, la nomina di una dieta ipoallergenica è la seguente:

  1. ricerca diagnostica innescare l'allergene;
  2. esclusione del contatto con l'allergene del grilletto;
  3. riduzione del carico allergenico totale sul corpo;
  4. Ricostituzione di elementi nutritivi e oligoelementi esclusi a scapito di altri prodotti.

L'ultimo punto è di fondamentale importanza, poiché una dieta ipoallergenica rigorosa per i bambini è necessaria e importante solo durante un periodo di grave esacerbazione, prima di prescrivere la terapia. Per il resto del tempo, è importante non solo escludere l'allergene dal cibo (per allergie alimentari), ma anche formare una dieta equilibrata a pieno titolo con un'eccezione in mente.

Principi generali della formazione di una dieta con allergie in un bambino

Durante la formazione della dieta è molto importante tenere conto delle caratteristiche del corpo del bambino.

Quindi, è necessario ricordare che i bambini, molto più degli adulti, hanno bisogno di proteine ​​e fibre. Ciò è collegato all'attività estremamente elevata del bambino (specialmente all'età di 3-7 anni) e alla necessità di "completare" tutti i sistemi e gli organi. Ma è successo che si tratta di proteine ​​animali che provocano il più delle volte una risposta immunitaria inadeguata.

Il secondo punto è l'alta prevalenza dell'allergia alle proteine ​​del latte vaccino. Inoltre, ci sono alcune differenze tra allergia alimentare "infantile" e "adulto":

  • nella maggior parte dei bambini, la risposta immunitaria è combinata con una risposta non immune (si realizza la cosiddetta pseudo-allergia);
  • il più spesso c'è sensibilizzazione poliallergenica;
  • più il bambino è grande, maggiore è la possibilità di sviluppare allergia crociata.

L'ultimo elemento è associato principalmente all'espansione della dieta del bambino.

Tenendo conto di tutte le caratteristiche elencate, è possibile identificare i principi di base della formazione di qualsiasi dieta ipoallergenica, sia specifica che non specifica:

  • la dieta è necessaria per qualsiasi malattia allergica, che si tratti di ipersensibilità alimentare, pollinosi o dermatite da contatto;
  • in caso di allergia alimentare, è richiesta la determinazione esatta dell'allergene trigger;
  • è necessaria la più completa eliminazione delle proteine ​​animali e la loro sostituzione con vegetali;
  • possono essere utilizzati prodotti a base di latte fermentato;
  • è necessario escludere prodotti-histaminole;
  • è importante escludere non solo gli allergeni causali, ma anche gli stimoli crociati (particolarmente importanti per l'pollinosi);
  • è richiesto un controllo rigoroso sull'utilità e sull'equilibrio della dieta.

Il cibo per i bambini allergici deve essere cotto, cotto a vapore o bollito.

Necessario per rispettare le regole

Un altro punto su cui focalizzare l'attenzione - le regole da seguire se il bambino ha bisogno di una dieta ipoallergenica:

  1. Lavora in tandem con un allergologo. Non è possibile escludere i prodotti dalla dieta o inserirli, specialmente nelle allergie gravi;
  2. Conformità rigorosa. Non si può "andare avanti" chiedendo un prodotto allergenico per bambini. È importante ricordare che con una vera allergia, anche una piccola porzione è sufficiente a formare una grave reazione allergica;
  3. Regolazione tempestiva. C'è una possibilità di auto-guarigione di alcuni tipi di allergie con l'età, così come l'emergere di nuovi;
  4. Vita ipoallergenica. Deve andare in un complesso con una dieta - pulizia regolare a umido, l'assenza di muffe, polvere, se possibile, animali domestici in casa, l'uso di filtri dell'aria.

Fasi di dieta per bambini con allergie

Secondo le linee guida cliniche, la dieta ipoallergenica viene somministrata in tre fasi:

  1. Identificazione del fattore scatenante, selezione della dieta. Test condotti, test antigraffio, terapia dietetica empirica. La durata di questa fase è la più alta, più gli allergeni sono irritanti diretti;
  2. Terapia di supporto La fase più lunga della terapia dietetica (la sua durata varia da 3-5 mesi a diversi anni.) In questa fase, sono esclusi tutti i prodotti allergenici per l'uomo;
  3. Espansione della dieta. Il criterio di transizione è la remissione clinica e di laboratorio completa. In questa fase, iniziando con dosi minime, vengono introdotti prima i prodotti allergenici, poi gli allergeni crociati e, nel caso di un'amministrazione sicura, vengono fatti tentativi per introdurre allergeni sempre più potenti.

Dieta non specifica

La dieta non specifica implica l'esclusione di tutti i cibi altamente allergenici. È nominata per la sua prima visita a un allergologo con lamentele di reazioni di ipersensibilità.

Le diete di eliminazione sono utilizzate per massimizzare lo "spettro ampio". Secondo I.V. Borisova, professore del ramo siberiano dell'Accademia russa delle scienze mediche, tutti i prodotti sono suddivisi in tre tipi in base al grado della loro attività allergenica. Assegna i prodotti:

Alta attività:

  • uova di gallina;
  • latte;
  • prodotti ittici;
  • carne di pollo;
  • pomodori;
  • agrumi;
  • le banane;
  • lievito di birra;
  • prodotti a base di cioccolato, fave di cacao;
  • tutti i tipi di noci;
  • melone;
  • sedano;
  • eventuali spezie

Attività media:

  • carni bovine;
  • carne di maiale;
  • carne di cavallo;
  • Turchia;
  • di grano;
  • prodotti di segale;
  • riso;
  • orzo;
  • prodotti di avena;
  • carote;
  • cetrioli;
  • barbabietole;
  • semi di soia;
  • piselli;
  • fagioli;
  • albicocche;
  • mele;
  • uve;
  • kiwi;
  • ananas;
  • lamponi;

Bassa attività:

  • carne di agnello;
  • carne di coniglio;
  • grano saraceno;
  • zucchine;
  • cavolo;
  • rape;
  • zucca;
  • prugne;
  • pera;
  • anguria;
  • insalata;
  • mirtilli;
  • mirtilli;
  • mirtilli rossi.

L'Unione dei pediatri della Russia offre un modello simile di distribuzione dei prodotti in base alla loro allergenicità:

Tabella: Dieta per i bambini con allergie dall'Unione dei Pediatri della Russia (parte 1) Tabella: Dieta per i bambini con allergie dall'Unione dei Pediatri della Russia (parte 2)

Dr. E.O. Komarovsky nomina i sei prodotti più allergenici:

Dieta ipoallergenica secondo Ado per i bambini

AD Ado, patologo, immunologo e allergologo sovietico, studiando i meccanismi scatenanti delle reazioni allergiche, ha scoperto che ci sono prodotti che sono praticamente obbligatori (obbligatori) allergeni, e ci sono quelli che sono relativamente sicuri in termini di allergie.

La dieta per i bambini allergici secondo Ado, formata nel 1987, si basa proprio su questo: l'eliminazione del cibo "aggressivo" e la sua sostituzione con uno più benigno.

I vantaggi di questa dieta:

  • un elenco specifico di alimenti che non dovrebbero essere consumati e non una lunga definizione di "cibo pericoloso";
  • esclusione di tutti gli allergeni contemporaneamente, che garantisce la rapida eliminazione dei sintomi clinici di allergia;
  • la capacità di introdurre gli allergeni obbligatori nella dieta a sua volta, capendo quale tipo di irritante si sviluppa la reazione.

Tuttavia, questa tecnica ha degli svantaggi:

  • estrema non specificità;
  • mancanza di concentrazione sulle caratteristiche individuali di ogni bambino.

Cosa è possibile con questa dieta ipoallergenica per un bambino e cosa non è permesso

Secondo Ado puoi mangiare i seguenti prodotti:

  • bollito di manzo;
  • minestre da cereali o verdure;
  • "Sour milk" (massa di cagliata, clabber, prodotti di kefir);
  • cremoso, oliva, olio di girasole;
  • grano saraceno, fiocchi d'avena, riso;
  • pane magra (bianco);
  • cetrioli (solo freschi);
  • prezzemolo, aneto;
  • mele cotte;
  • zucchero;
  • tè;
  • composta di mele

È necessario rimuovere dalla dieta senza fallo:

  • qualsiasi agrume;
  • qualsiasi frutto;
  • pesce e frutti di mare;
  • tutti gli uccelli (incluso il tacchino);
  • cioccolato e cacao;
  • caffè;
  • carne affumicata;
  • spezie;
  • pomodori;
  • melanzane;
  • funghi;
  • uova di pollo e di quaglia;
  • latte;
  • fragole, fragole;
  • ananas;
  • cottura (specialmente fresca);
  • miele;
  • alcol (importante per i ragazzi più grandi).

Menu dieta ipoallergenica per bambini per 7 giorni (per Ado)

Pertanto, il menu dieta per i bambini per una settimana potrebbe essere simile a questo:

Dieta ipoallergenica per bambini

Le malattie allergiche spesso causano un'eruzione sulla pelle di un bambino. Sono molto pruriginosi, il che porta un significativo disagio al corpo del bambino. Combinando le macchie rosse, può facilmente causare un'infezione sotto la pelle. In tali casi, già si verificano reazioni infiammatorie più gravi. Tale infezione secondaria può causare streptoderma o danni sistemici all'organismo da stafilococco.

Quali sono le eruzioni cutanee pericolose sulla pelle e cosa provoca il loro aspetto?

Spesso, vari tipi di reazioni allergiche causano la comparsa di bolle rosse o macchie sulla pelle. Quando un prodotto allergenico entra nel corpo dei bambini, dopo pochi minuti, inizia una intera cascata di cambiamenti infiammatori. Tali reazioni sono chiamate ipersensibilità. Sono di tipo veloce e lento.

Quando l'allergene viene ingerito per la prima volta, i globuli protettivi non sono ancora pronti per incontrarlo. Per questo motivo, una reazione allergica non si verifica immediatamente, ma dopo un po '. Questo di solito si verifica dopo 6-8 ore dal momento in cui l'allergene entra nel corpo.

Le cellule del sistema immunitario, riconoscendo la componente estranea allergica, iniziano immediatamente a occuparsene attivamente. Un gran numero di diverse sostanze biologiche viene rilasciato nel flusso sanguigno, che innesca il processo di infiammazione.

Un gran numero di cellule del sistema immunitario si trovano nel sangue e nella pelle. Quando vengono ingeriti sostanze allergeniche aliene, entrano per primi nella battaglia. Poche ore dopo l'inizio della malattia, la pelle reagisce con elementi pruriginosi rossi. Può essere papule, vescicole, granelli. Tutto dipende dalla sensibilità individuale e dalla tenerezza della pelle del bambino.

Nei neonati di solito compaiono le macchie più spesso. Nella maggior parte dei casi, sono localizzati sulle superfici estensori degli avambracci e mani, glutei, mani e sulla pelle delicata di un bambino sotto il mento, sul collo.

Nei bambini di età compresa tra 2 anni, i punti si formano spesso in combinazione con le bolle. Ciò è in gran parte dovuto alla struttura della pelle e del tessuto sottocutaneo di un bambino di questa età. I bambini diventano irrequieti, capricciosi. I bambini in età di scuola materna (4-5 anni) nel periodo di esacerbazione di una reazione allergica non dovrebbero frequentare la scuola materna per l'intero periodo di trattamento. Nell'asilo, possono facilmente raccogliere un'infezione secondaria o portare microrganismi nelle ferite, pettinando punti pruriginosi sulla pelle.

Nei casi più gravi, lo sviluppo di reazioni allergiche compaiono non solo lesioni sulla pelle. Nei bambini, la temperatura può salire anche a 38-39 gradi. C'è arrossamento della gola, rinite allergica, tosse secca. In caso di rinite allergica e laringite, dovresti assolutamente mostrare il bambino all'allergologo-allergologo. Condurrà ulteriori esami sul tema della sensibilità individuale a specifici allergeni. Dopo questo, il medico prescriverà una gamma completa di misure e raccomanderà una dieta antiallergica.

Caratteristiche speciali

La dieta ipoallergica, tra l'altro, è piuttosto severa. Quando il bambino cresce, può apparire una nuova ipersensibilità a vari prodotti.

  • Quando compare un'allergia alle arance, nel tempo si forma un'intolleranza a tutti gli agrumi.
  • Se sei allergico alle uova, c'è una sensibilità a tutti i prodotti (compresi i dolci) che contengono tuorlo o melange. Nel 5% dei bambini è possibile anche l'allergia alle uova di quaglia. In questo caso, si desidera eliminare completamente le uova dalla dieta del bambino e monitorare la composizione di tutti i piatti, dove è possibile aggiungere componenti di uova.

Se il bambino ha una sensibilità crociata durante i test allergici, l'immunologo consiglia vivamente di escludere tutte le combinazioni che possono sviluppare una reazione allergica.

  • Per i bambini con allergie alla fioritura degli alberi, tutti i frutti e le bacche arbustive dovrebbero essere completamente esclusi dalla dieta. Le cellule del sistema immunitario, che hanno una memoria di sistema, quando iniettate nel corpo di qualsiasi sostanza dalla lista bandita la considereranno un allergene. Una reazione allergica in un bambino avverrà in modo altrettanto netto quando i fiori di polline o dopo aver mangiato una susina o una mela.

Cerca di evitare il contatto con l'allergene, dato il tempo di fioritura degli alberi.

Recentemente, i medici hanno notato che molti bambini hanno aumentato il numero di casi di intolleranza ai latticini. Quindi i bambini hanno assunto una dieta priva di latticini. Viene mostrata a tutti i bambini con allergie al latte. Non può essere definito privo di proteine, è più classificato come basso contenuto proteico.

Nella nutrizione dei bambini con una dieta priva di latticini, è necessario monitorare attentamente l'assunzione ottimale di proteine ​​nel corpo. Aggiungere altri prodotti a base di carne e contorni contenenti proteine ​​vegetali. Questo può essere carne magra o pesce (con buona tolleranza), pollame.

Da proteine ​​vegetali, è possibile scegliere i fagiolini o fagioli regolari e il porridge di piselli ben bollito. Inserisci i piselli nella dieta: contiene molto meno sostanze che possono causare allergie.

Elenco prodotti

Attualmente ci sono molte classificazioni di prodotti allergenici. Dividono tutti i prodotti in diverse categorie (a seconda della possibilità di causare reazioni allergiche).

Ogni giorno, gli scienziati aggiungono nuove fonti di allergeni alle loro liste. Ciò è dovuto al fatto che ogni anno il numero di bambini con allergopatologia aumenta più volte.

I bambini nati in città hanno molte più probabilità di soffrire di intolleranza a vari prodotti rispetto a quelli rurali. I medici lo spiegano con l'impatto di fattori ambientali avversi e alti livelli di inquinamento nelle grandi città.

Ogni anno, tutti i principali scienziati, medici e nutrizionisti del mondo si riuniscono in conferenze e congressi internazionali per discutere i problemi nutrizionali dei bambini inclini allo sviluppo di reazioni allergiche. Sono state redatte tabelle speciali in cui tutti i prodotti sono inseriti tenendo conto del loro possibile impatto negativo sul sistema immunitario del bambino:

  1. I prodotti con un'alta capacità di causare reazioni allergiche sono chiamati altamente allergenici.
  2. I cibi che causano allergie hanno meno probabilità di essere mediamente sensibilizzanti.
  3. I prodotti che non sono praticamente in grado di causare una reazione allergica in un bambino (o la causa in un numero molto minore di casi) sono chiamati neutri.

I prodotti che possono essere tranquillamente inclusi nella dieta di un bambino con allergie alimentari includono:

  • Tutta la frutta e la verdura sono verdi. Frutti bianchi e frutti di bosco Una base eccellente per qualsiasi contorno per i bambini con una tendenza alle reazioni allergiche è broccoli, così come il cavolfiore. Le patate sono anche adatte, ma contengono molte sostanze amidacee. È meglio mescolare il cavolfiore con una piccola quantità di patate quando si cuoce il purè di patate, preferendo il cavolo.
  • Prodotti proteici: carne di manzo magro, con cautela - varietà di pesce bianco. Pesce rosso (e soprattutto marino) - sotto il divieto! Il suo uso può provocare una reazione allergica. Non dovresti dare al bambino frutti di mare o cavoli di mare. Aggiungendoli alla dieta spesso provoca allergia crociata.
  • Con buona tolleranza dei latticini - latte acido con una piccola percentuale di grasso (ricotta, kefir, latte acido). Tutti i tipi di formaggio, panna acida, burro fatto in casa e margarina dovrebbero essere esclusi. Possono provocare allergie alimentari ed effetti avversi sul fegato e sulla cistifellea. L'uso frequente di tali prodotti può causare malattie croniche del tratto gastrointestinale.
  • Cereali e cereali. Sono selezionati rigorosamente individualmente. Va notato che possono essere controindicati per i bambini con allergie e intolleranza al glutine. Buck e riso dovrebbero essere introdotti nella dieta con cautela, poiché hanno un potenziale allergenico moderato.

Se, dopo l'introduzione dell'esca dei cereali, la pelle del bambino rimane chiara e di colore rosa, è quasi certamente tollerata da questi prodotti. Assicurati di monitorare le condizioni della pelle del bambino e il suo stato d'animo dopo l'introduzione di ogni nuovo cibo complementare. Questo ti permetterà di identificare le allergie a uno o un altro nuovo prodotto alimentare.

Suggerimenti per i genitori di bambini 3-6 anni

Se il bambino è incline a sviluppare reazioni allergiche o se i parenti stretti hanno gravi malattie allergiche, prestare attenzione a ciò che si sta preparando per il bambino. In ogni caso, dovresti consultare e mostrare il bambino all'immunologo allergologo. Condurrà una serie di test di scarificazione semplici e indolori che permetteranno di identificare tutte le varianti di allergeni crociati.

Ci sono persino pannelli speciali, in cui tutti gli allergeni vengono introdotti secondo determinate caratteristiche antigeniche. Tale studio è molto conveniente e consente di impostare tutti i prodotti vietati da più gruppi contemporaneamente con elevata precisione.

È importante notare che una tale dieta vale la pena di una vita. Il sistema immunitario umano è molto preciso. Anche dopo un incontro con un allergene, la sua memoria è preservata per tutta la vita. Con ogni nuovo incontro con questo prodotto, il corpo reagisce sempre di più.

La reazione allergica inizia quasi istantaneamente. Per un lungo decorso della malattia, il danno ad altri organi è già caratteristico: i sistemi respiratorio e cardiovascolare sono più spesso colpiti, e in questo caso è necessario un trattamento più serio da parte di un medico.

Cosa dovrebbe ricordare i genitori dei bambini in età prescolare?

  • Pianifica attentamente e crea un menu per il tuo bambino. Escludere tutti i prodotti che non gli si addicono. Tenere un diario e registrare tutti i cambiamenti che si verificano nel bambino dopo un pasto. Rifletti le condizioni della sua pelle, così come il tempo stimato in cui si manifestano le manifestazioni. Ciò renderà più facile per voi capire quali alimenti hanno segni allergenici e possono danneggiare il corpo dei bambini.
  • Se un bambino frequenta l'asilo, assicurati di dire al personale sanitario del giardino che il tuo bambino è allergico. Descrivi quali prodotti sono controindicati. Il caregiver e il medico dovrebbero monitorare attentamente ciò che il bambino mangia quando sono lontani da casa. Nel giardino, sono responsabili della sua salute. Sarebbe bello se nel giardino ci fosse una scelta di piatti. Ora questo principio è praticato spesso. In caso contrario, l'operatore sanitario dovrebbe eliminare il contorno o il piatto principale per i bambini allergici, sostituendolo con qualcos'altro.
  • Tutti i bambini con allergie o intolleranza a determinati prodotti dovrebbero essere controllati da un immunologo. Con un decorso silenzioso della malattia (senza frequenti esacerbazioni ed eruzioni cutanee), visita un medico almeno una volta all'anno. Questo è necessario per il monitoraggio dinamico dello stato del corpo del bambino.
  • Non assecondare i capricci di un bambino! Tutti i bambini amano i dolci. Tuttavia, dovrebbe essere compreso: se il bambino ha un'allergia, allora questa auto-indulgenza può persino essere mortale. Nei casi più gravi, dopo un incontro con un allergene, il corpo dei bambini può rispondere a angioedema o spasmo laringeo. Questa è una complicanza molto pericolosa che richiede l'immediata fornitura di cure mediche qualificate.

Se all'improvviso, dopo aver mangiato o fatto uno spuntino, il bambino ha cominciato a soffocare o diventare blu, chiama immediatamente un pronto soccorso per bambini. È necessario agire molto rapidamente, poiché il tempo per salvare la vita di un bambino va per un minuto.

Insegna al tuo bambino sane abitudini alimentari. A tavola è meglio mangiare dello stesso cibo che mangia il bambino. Quindi gli mostri che non è affatto malato o privato di nulla. È solo una dieta salutare, quindi tutti mangiano. Assicurati di lodare il bambino quando mangia un cibo buono e sano.

Fai attenzione! Se ti permetti di fare uno spuntino o di bere un tè con cioccolatini o torte, non sorprenderti perché il tuo piccolo sta raggiungendo uno "spuntino". Tutti i bambini di due anni di comportamento sono simili alle piccole scimmie, a causa dello sviluppo della loro psiche. Nel loro comportamento, copiano accuratamente quelli che li circondano oi loro genitori. Sii un vero esempio per il tuo bambino. La sua salute dipende da te ora e in futuro.

Dieta allergia per i bambini

Descrizione del 21 settembre 2017

  • Efficacia: effetto terapeutico in 15-21 giorni
  • Termini: fino alla scomparsa di una reazione allergica ad un allergene alimentare
  • Costo dei prodotti: 1500-1600 rubli a settimana

Regole generali

Le reazioni allergiche nei bambini all'una o all'altra sostanza di origine organica / inorganica (allergeni) sono diffuse e rappresentano un problema serio. Alimenti, domestici, medicinali, insetti, pollini, epidermici, infettivi (virali, fungini, parassiti, batterici) si distinguono da una vasta gamma di allergeni. Tuttavia, nei bambini, l'allergia alimentare è la principale, in cui la reazione del sistema immunitario si sviluppa a un particolare prodotto alimentare / diversi prodotti che agiscono come un allergene. Di norma, le reazioni allergiche si sviluppano dopo aver consumato il prodotto, a cui esiste già nel corpo del bambino un'ipersensibilità (sensibilizzazione). Allo stesso tempo, le allergie infantili possono manifestarsi immediatamente dopo aver mangiato un allergene alimentare e dopo diverse ore (reazione ritardata).

Le allergie alimentari nei bambini hanno molte manifestazioni: lesioni cutanee - secchezza, pianto, varie eruzioni cutanee, prurito, arrossamento della pelle. Tali sintomi clinici sono chiamati "diatesi", in cui vi è un alto rischio di trasformazione in dermatite atopica, orticaria, angioedema. Questi possono essere disturbi da parte degli organi dell'apparato digerente: rigurgito / vomito, aumento della formazione di gas, coliche intestinali, gonfiore e dolore addominale, stitichezza / feci molli. Meno comunemente, nei bambini con allergie alimentari, il sistema respiratorio è interessato o ci sono manifestazioni combinate di allergia.

Le reazioni allergiche si verificano nei bambini di tutte le età, a partire dai primi giorni di vita di un bambino. La comparsa di allergie alimentari è dovuta a una serie di fattori, i principali dei quali sono: l'imperfezione del tratto digestivo del bambino (ridotta attività enzimatica); violazione della microflora intestinale; aumento della permeabilità della mucosa intestinale; infezioni intestinali. Inoltre, le reazioni sono spesso causate dal consumo di alimenti altamente allergenici da parte della madre durante la gravidanza, dalla malnutrizione materna, dall'introduzione precoce di alimenti / traduzioni complementari nell'alimentazione artificiale con miscele non adattate, frequente sovralimentazione del bambino. La dieta per i bambini con allergie è la condizione più importante per il trattamento.

Cibo per allergie nei bambini da 0 a 3 anni

I bambini piccoli che sono allattati al seno e allergici alle proteine ​​del latte vaccino richiedono una correzione della dieta della madre per ridurre lo stato generale di iperreattività del suo corpo. Per fare ciò, viene prescritta una dieta ipoallergenica per tutto il periodo dell'allattamento al seno: non è raccomandato l'uso di alimenti ad alto potenziale allergenico - latte intero, uova di gallina, carne affumicata, pesce, agrumi, frutti di mare, formaggio, sedano, cioccolato, caffè, funghi, senape, noci, caviale rosso, spezie, salse, cacao, prodotti in scatola / in salamoia, bevande gassate, miele. Molto attentamente e in piccole quantità ha permesso di includere nella dieta frutta / verdura di colore rosso-arancio-giallo (pomodori, barbabietole, mele rosse, ananas, fragole, fragole, carote, peperoni, melograni, lamponi).

Tutti i prodotti geneticamente modificati contenenti additivi alimentari (coloranti, aromi, conservanti) sono soggetti ad eccezione. La base dell'alimentazione dovrebbe essere la prima e le pietanze a base di cereali, le varietà alimentari di carne di pollame (solo fatte in casa, dal momento che antibiotici e salicilati vengono utilizzati per la coltivazione di polli su allevamenti di pollame, integratori alimentari), latticini, verdure consentite. Se un bambino ha una reazione allergica a qualsiasi prodotto, dovrebbe essere escluso dalla dieta.

Se un bambino con manifestazioni di allergia alimentare viene miscelato / alimentato artificialmente, viene effettuata una parziale sostituzione del latte materno con varie miscele a base di latte di capra con latte adattato / latte fermentato e miscele di soia (idrolizzati).

È consentito somministrare cibo per bambini allergici circa 1 mese più tardi rispetto ai bambini sani (dai 7 mesi) con l'obbligo di considerare la tolleranza individuale. Per la prima poppata, è meglio usare purea di verdura di cavoletti di Bruxelles / bianchi, zucchine, zucca chiara e altre verdure verdi. I purè di verdure per l'infanzia sono preparati con verdure fresche / surgelate, oppure è permesso usare verdure speciali in scatola per bambini. Nella composizione di purè di verdure, devi inserire alternativamente, 3-5 dopo i precedenti, portando gradualmente a volume pieno. È necessario iniziare con un purè monocomponente, espandendo gradualmente la gamma.

Il secondo mangime può essere inserito da 8-9 mesi sotto forma di riso, grano saraceno, cereali non caseari. Porridge cucinato sull'acqua. Se il porridge viene preparato in modo indipendente, viene aggiunta una piccola quantità (fino a 10 g) di olio vegetale. Se si utilizzano pappe industriali, si dovrebbe dare la preferenza ai cereali senza glutine e senza latte, arricchiti con un complesso di vitamine e minerali.

Il prossimo cibo complementare - purea di carne (carne di tacchino, coniglio, agnello) è autorizzato a entrare in 9-10 mesi. Allo stesso tempo, è necessario monitorare la reazione del corpo del bambino a nuove varietà di carne. I piatti a base di frutta possono entrare nella dieta di un bambino da 11-12 mesi, tenendo conto della tolleranza individuale.

Preferire le mele verdi, quindi controllare la consistenza della sedia e la reazione cutanea, le pere, le banane, il ribes giallo, le prugne. Nei bambini con allergia alle proteine ​​del latte vaccino, la durata degli alimenti non caseari può variare da 4 mesi a un anno. L'espansione della dieta di questi bambini viene effettuata introducendo nella dieta prodotti a base di latte fermentato con minore allergenicità al latte. In primo luogo, viene introdotto il kefir, quindi latte porridge / cagliata sotto l'attento controllo delle condizioni del bambino. Uova di gallina e pesce durante il primo anno di vita sono completamente esclusi dalla dieta dei bambini. In futuro, si raccomanda di sostituire le uova di gallina con la quaglia.

Dieta per bambini con allergie oltre 3 anni

Per i bambini di questa fascia di età, quando compaiono allergie alimentari, ci sono restrizioni più stringenti, poiché la loro dieta è molto più ampia di quella dei bambini più piccoli. La quantità giornaliera di cibo / dieta dovrebbe soddisfare gli indicatori dello sviluppo fisico delle norme del bambino e dell'età. Allo stesso tempo, i prodotti che hanno causato una reazione allergica (se nota) - una dieta di eliminazione - sono esclusi dalla dieta. Se l'allergene è sconosciuto, per identificarlo, i genitori dovrebbero tenere un diario "alimentare", che riflette attentamente l'intera dieta per la giornata. Ogni nuovo prodotto (la sua quantità, il tempo di ammissione) e la natura delle reazioni ad esso - si nota un arrossamento della pelle, prurito, eruzione cutanea e disturbo delle feci. Un nuovo prodotto è dato a un bambino al mattino per 1-2 cucchiaini. In assenza di una reazione, è permesso aumentare gradualmente la sua quantità in un giorno e portare il suo volume alla norma di età entro 3-5 giorni. Se c'è una reazione, è escluso dalla dieta del bambino per un periodo di tempo, è stabilito dal pediatra individualmente.

La terapia graduale è prescritta per i bambini più grandi con allergie. La prima fase (periodo acuto) - una dieta ipoallergenica non specifica con l'esclusione di tutti i potenziali allergeni con esame allergologico simultaneo del bambino per identificare l'allergene, il metodo di rilevazione degli allergeni nei test di sangue / allergia è nominato per 7-10 giorni. Sono esclusi i prodotti contenenti additivi alimentari, nonché i piatti che irritano la mucosa gastrointestinale (cibi piccanti, fritti, in salamoia, salati, affumicati, brodi, spezie).

L'uso di carboidrati facilmente digeribili, che spesso aumentano le manifestazioni di allergie alimentari, latticini, prodotti farinacei, alcuni cereali, è limitato. La quantità di grassi animali diminuisce mentre aumenta contemporaneamente i grassi vegetali, poiché gli acidi PNZh migliorano il sistema immunitario e aiutano a ripristinare la pelle danneggiata.

Al secondo stadio, il medico insieme ai genitori elabora una dieta individuale del bambino, tenendo conto degli allergeni identificati, che sono esclusi dalla dieta per 3-6 mesi. Al terzo stadio, man mano che le manifestazioni cliniche di allergia diminuiscono, la dieta viene gradualmente estesa, introducendo prodotti / piatti "vietati" in piccole quantità (fino a 10 grammi al giorno). Allo stesso tempo, gli allergeni ancora evidenti sono completamente esclusi.

I prodotti vengono somministrati uno per uno, controllando le condizioni della pelle, il benessere del bambino, le feci e la risposta della temperatura. Se il prodotto in una dose crescente non è accompagnato da reazioni allergiche, quindi introdurre il seguente prodotto precedentemente vietato. Facendo così, puoi eliminare completamente le allergie o ottenere una remissione relativamente lunga, poiché la tolleranza al prodotto allergenico aumenta gradualmente nella maggior parte dei bambini, e dall'età scolare, alcuni di loro potrebbero addirittura scomparire completamente.

Quando le allergie alimentari nei bambini è importante che i genitori tengano conto delle peculiarità della cottura del cibo per ridurre la loro allergenicità:

  • Tutti i prodotti devono essere sottoposti a cottura (cotto, cotto a vapore, stufato, cotto).
  • Quando si cuoce la carne per la rimozione completa dei componenti dannosi, è necessario far bollire la carne e almeno una volta (preferibilmente due volte) per drenare il brodo prima di un'ulteriore lavorazione.
  • Le patate sono raccomandate, dopo averle affettate, immerse in acqua fredda (cambiando periodicamente) per almeno 10-12 ore per rimuovere amidi e nitrati.
  • Cereali per rimuovere possibili sostanze chimiche tossiche imbevute di acqua fredda per 1-2 ore.
  • Riduce l'allergenicità di frutta / verdura, bollitura e cottura.

testimonianza

Allergie nei bambini di varie origini.

Prodotti consentiti

La dieta in presenza di allergie nei bambini include nella dieta varietà di carne dietetica di pollo fatto in casa (senza pelle), coniglio o tacchino in forma bollita / stufata.

I primi piatti sono preparati senza zazharki su un debole brodo vegetale con l'aggiunta di verdure (aneto, prezzemolo, coriandolo).

Come guarnizione, è consentito utilizzare il porridge di grano, grano saraceno e farina d'avena o patate al forno.

Nella dieta è consentito includere ricotta fresca a basso contenuto di grassi, yogurt senza additivi di frutta, prodotti caseari a basso contenuto di grassi, biscotti gommosi, pane integrale, pasta.

Le verdure possono essere prese cetrioli, insalate a foglia verde, cavoli, cipolle, zucchine, zucchine.

Dei grassi, la preferenza è data agli oli vegetali (girasole / oliva).

Come bevanda, si consiglia ai bambini di usare la composta / il bacello dalle bacche / frutti permessi, il decotto di rosa canina, l'acqua minerale non gassata.