Esame del sangue per cirrosi epatica

Sintomi

Un esame del sangue per la cirrosi epatica rimane il principale metodo di diagnosi della malattia. Sono i dati dello studio di laboratorio che consentono al medico non solo di confermare la presenza di una lesione (anche se non ci sono segni esterni), ma anche di prescrivere un trattamento adeguato per le condizioni del paziente.

La cirrosi è una patologia grave che può causare la morte prematura di una persona. Se parliamo di quali tipi di esami del sangue sono praticati ai fini della diagnosi, allora questa è un'analisi generale e biochimica. Se necessario, possono essere assegnati e test specifici.

Analisi del sangue generale

loading...

Al fine di diagnosticare la cirrosi epatica - quando compaiono sintomi tipici - il medico prescrive un esame del sangue generale per il paziente. Questo test ti consentirà di identificare o confermare la presenza di patologia. Per UAC, il sangue viene preso dal dito. Il recinto si svolge al mattino, a stomaco vuoto.

Con la cirrosi epatica, si verificano alcuni cambiamenti nella composizione del sangue di una persona, che consentono al medico di trarre conclusioni specifiche:

  • C'è una diminuzione dei livelli di emoglobina nel sangue. La norma per le donne è di almeno 120 g / l, per gli uomini almeno 130 g / l.
  • Risolti aumenti dei livelli di leucociti. Il tasso di leucociti in una persona sana è 4-9 * 10⁹ / l.
  • Sullo sfondo del danno epatico, vi è un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti: l'alta ESR è un segno di un processo infiammatorio nel corpo. Negli uomini, il tasso di ESR supera i 10 mm / h, nella popolazione femminile - 15 mm / h.
  • Sono anche rilevati cambiamenti nella composizione proteica del sangue - si osserva una diminuzione del livello di albumina.

I dati ottenuti ci permettono di diagnosticare la cirrosi epatica. Per chiarire l'attuale stadio della malattia e la forza del danno d'organo, viene prescritto un esame del sangue biochimico.

Analisi del sangue biochimica

loading...

Gli indicatori di analisi biochimica del sangue nella cirrosi epatica sono più istruttivi. Aiutano a confermare / confutare la diagnosi e a determinare lo stadio del danno d'organo. Per la biochimica, il sangue viene prelevato dalla vena cubitale. Si svolge al mattino sul brindisi allo stomaco.

Nella composizione del sangue sono registrati cambiamenti piuttosto specifici. Riguardano i seguenti indicatori:

  • bilirubina: si osserva un aumento delle sue due frazioni;
  • transaminasi - crescita;
  • gamma-glutamil transpeptidasi - crescita;
  • fosfatasi alcalina - aumenta;
  • albumina (proteine) - c'è una diminuzione del livello;
  • le globuline stanno aumentando;
  • protrombina: diminuisce;
  • urea: un declino;
  • colesterolo: diminuzione;
  • aptoglobina: crescita in relazione alla norma;
  • enzimi epatici - aumentare.

bilirubina

Studiando i risultati dei test, il medico esamina il livello di bilirubina. È riconosciuto come uno degli indicatori più importanti. È il suo eccesso in relazione alla norma che indica l'infiammazione del fegato e dei dotti biliari. È accettato per assegnare bilirubin diretto e indiretto, così come il totale, che rappresenta il valore cumulativo di entrambe le frazioni.

I seguenti indicatori sono normali per un organo sano:

  • bilirubina totale - 8,5-20, 5 μmol / l;
  • diritto - non più di 4,3 μmol / l;
  • indiretto - non superiore a 17,1 μmol / l.

Cos'è la bilirubina? Questo è un particolare pigmento biliare formatosi dopo la rottura dell'emoglobina e dei globuli rossi. È il fegato che elabora e trasforma la sostanza.

Allo stesso tempo la bilirubina diretta (libera) entra nel sangue. Ma circola attraverso il flusso sanguigno per un breve periodo. La bilirubina libera, essendo una sostanza tossica, entra nel fegato, dove viene neutralizzata.

Sotto la condizione del normale funzionamento del corpo della bilirubina libera nel sangue contiene una quantità minima che non può avere sugli effetti avversi del corpo umano. Dopo il contatto con il fegato, si lega e viene quindi neutralizzato.

Appare la bilirubina indiretta, che quasi non entra nella circolazione generale. Quindi la sostanza nella composizione della bile viene trasportata nell'intestino e insieme alle feci viene espulsa naturalmente.

Con il danno cirrotico, il fegato non è in grado di neutralizzare tutta la bilirubina diretta. E più forte è il danno all'organo, maggiore è la quantità di bilirubina indiretta rilevata nel sangue. Esternamente, questo si manifesta nell'ingiallimento della pelle e nella sclera degli occhi. Inoltre, una persona sperimenta un forte prurito.

Enzimi specifici del fegato

Con lo sviluppo della cirrosi epatica, aumenta l'attività degli enzimi epatici sia specifici che non specifici. Ma se l'aumento del valore di quest'ultimo può verificarsi in malattie di altri organi, allora specifici biocatalizzatori epatici aumentano solo in caso di danno ai tessuti del fegato.

Gli enzimi non specifici sono:

  • AlT - normalmente non supera i 40 IU;
  • AsT - non dovrebbe superare 40 IU;
  • gamma-GGT - per il gruppo femminile non più di 36 IU / l, per gli uomini - non più di 61 IU / l;
  • Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) - normalmente non deve superare 140 IU / l.

Aminotransferases - AlT e AsT - sono direttamente coinvolti nella produzione di aminoacidi. La produzione di questi tipi di enzimi renali avviene all'interno delle cellule e quindi nel sangue sono contenute in una quantità minima.

Ma in caso di danno cirrotico ai tessuti dell'organo, accompagnato dalla rottura degli epatociti (cellule epatiche), si verifica un rilascio attivo di aminotransferasi. E dopo essere entrati nel flusso sanguigno, sono determinati eseguendo uno studio biochimico.

Il Gamma-GGT è un altro enzima necessario per il metabolismo degli aminoacidi a tutti gli effetti. Si accumula nei tessuti del pancreas, dei reni e del fegato. Con la disgregazione degli epatociti, è anche in quantità significative espulse nella circolazione generale.

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) è necessaria per la separazione dei fosfati dalle molecole. L'enzima si accumula nelle cellule del fegato e nella cirrosi, accompagnato da una violazione dell'integrità delle cellule del corpo, viene escreto nel sangue. C'è un eccesso significativo di indicatori.

L'elenco degli enzimi epatici specifici comprende arginase, nucleotidasi e altri. L'anormalità si verifica anche a causa della ripartizione attiva degli epatociti.

Livello di proteine

Un esame del sangue in presenza di cirrosi mostra anomalie nel livello delle proteine ​​del sangue. Il fegato interessato non è in grado di partecipare pienamente al metabolismo delle proteine. Il luogo di formazione di albumina (proteine) diventa tessuto epatico. E quando il corpo non è più in grado di produrre questa proteina, la ricerca mostra il suo declino.

La norma dell'albumina è un indicatore di 40-50 g / l. Ma con la cirrosi epatica, c'è una diminuzione sia del livello di albumina che di proteine ​​totali. Il tasso di quest'ultimo è di 65-85 g / l.

Ulteriori indicatori

Oltre agli indicatori considerati, il medico è interessato a molti altri valori:

  • Quando la cirrosi epatica ha rivelato una ridotta quantità di testosterone sullo sfondo di un aumento dell'estrogeno ormonale.
  • Viene determinato l'aumento di insulina, che il corpo ha bisogno di abbattere e trasformare il glucosio dal cibo.
  • Il fegato diventa il sito della sintesi dell'urea, quindi, in violazione delle funzioni dell'organo, il suo indice diminuisce a 2,5 mmol / lo meno.
  • Si osserva un aumento dei livelli di aptoglobina. Indica la presenza di un processo infiammatorio.
  • C'è una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue.

Per determinare il tipo di cirrosi, vengono eseguiti esami del sangue per la presenza di determinati anticorpi. Nella cirrosi autoimmune, il sangue viene testato per gli anticorpi antinucleari. Per determinare la cirrosi biliare a causa dell'ostruzione prolungata del dotto biliare, si raccomanda l'analisi del sangue per la presenza di anticorpi antimitocondriali.

Determinare la gravità della malattia

loading...

Le analisi di decodifica consentono al medico di determinare la gravità della cirrosi. Per questo, viene utilizzata la classificazione Child-Pugh.

Biochimica nella cirrosi epatica

loading...

Gli esami del sangue biochimici per la cirrosi epatica sono i più indicativi per la diagnosi.

Con il loro aiuto, puoi confermare o negare la diagnosi, oltre a stabilire la fase del processo. Il sangue per gli studi biochimici è preso da una vena.

Bilirubina nella cirrosi epatica

loading...

Uno dei test più importanti per la cirrosi è la determinazione del livello di bilirubina nel sangue. Il suo aumento parla spesso di malattie del fegato e delle vie biliari.

Determinare le 2 frazioni di bilirubina - diretta e indiretta, nonché la loro combinazione - il totale. Le seguenti figure sono considerate normali livelli di bilirubina nel sangue: per il totale - da 8,5 a 20,5 μmol / l, per quello diretto - fino a 4,3 μmol / l, per l'indiretto - fino a 17,1 μmol / l.

Allora, qual è la bilirubina? È un pigmento biliare che si forma dalla scomposizione dei globuli rossi e dell'emoglobina. Il riciclo e la trasformazione della bilirubina si verificano nel fegato.

La bilirubina diretta o libera entra nel sangue, ma esiste nel sangue non per molto tempo, perché è tossico e va al fegato.

Normalmente, il contenuto di questa frazione nel sangue non è sufficiente a fornire un effetto tossico. Nel fegato si verifica il legame e quindi la neutralizzazione della bilirubina.

Appare la bilirubina indiretta, o associata, che praticamente non entra nel flusso sanguigno.

Con il flusso biliare, penetra nell'intestino, dove viene parzialmente trasformato e assorbito, dopodiché viene escreto nelle urine.

La parte rimanente si trasforma in stercobilin e lascia il corpo con le feci. Stercobilina provoca feci marroni.

Nella cirrosi epatica si verifica un legame incompleto della bilirubina diretta. Quindi, circola in grandi quantità nel sangue e raggiunge la pelle, causando prurito e ittero.

Ciò è dovuto al fatto che la bilirubina è un pigmento e conferisce alla pelle un colore particolare. Inoltre, il pigmento ha un effetto tossico su altri organi, incluso il cervello.

Enzimi epatici nella cirrosi epatica

loading...

Con la cirrosi, c'è un aumento nell'attività degli enzimi epatici. Inoltre, i valori degli enzimi specifici e non specifici aumentano.

Gli enzimi non specifici possono cambiare non solo nelle malattie del fegato, ma anche in altri organi. L'aumento del livello di enzimi specifici suggerisce che si è verificato un malfunzionamento nel lavoro del fegato.

Gli enzimi non specifici includono: alanina aminotransferasi (AlT), aspartato aminotransferasi (AsT), gamma-glutamil transpeptidasi (gamma-GGT), fosfatasi alcalina (ALP).

Normalmente, questi enzimi sono i seguenti: AlT - non superiore a 40 IU, AcT - non superiore a 40 IU, gamma-GGT - per le donne - non superiore a 36 IU / l, per gli uomini - non superiore a 61 IU / l, SchP - non oltre 140 IU / l.

Le aminotransferasi sono coinvolte nella formazione di amminoacidi. La sintesi di questi enzimi avviene all'interno della cellula, quindi il loro contenuto nel sangue è normalmente piuttosto basso.

Con la cirrosi epatica e la distruzione degli epatociti, si verifica il rilascio di AST e ALT che entra nel flusso sanguigno.

Il Gamma-GGT è un enzima coinvolto nel metabolismo degli aminoacidi. Si accumula nei reni, fegato, pancreas. Pertanto, quando le cellule del fegato vengono distrutte, l'enzima entra nel sangue in grandi quantità.

La fosfatasi alcalina fende il fosfato da molte molecole. La sua concentrazione è elevata in molti organi, specialmente nel fegato, quindi il livello di aumento della fosfatasi alcalina nella cirrosi.

Enzimi epatici specifici includono arginase, fruttosio-1-fosfataldolasi, nucleotidasi e altri. Il loro aumento si verifica per le stesse ragioni dell'aumento degli enzimi non specifici.

Cambiamenti nel livello di proteine ​​nella cirrosi epatica

loading...

Quando la cirrosi epatica si verifica una violazione del metabolismo delle proteine. Il fegato svolge un ruolo importante in questo processo: in questo organo avviene la sintesi e l'accumulo di proteine.

Le albumine si formano nel fegato, motivo per cui, quando il fegato non riesce più a sintetizzare queste proteine, il loro livello diminuisce. Normalmente, il contenuto di albumina è 40-50 g / l.

Con la cirrosi epatica, il livello di albumina e la diminuzione totale della proteina (normalmente questo indicatore è di 65-85 g / l).

Le albumine sono coinvolte nel legame della bilirubina, quindi la loro diminuzione è uno dei fattori per aumentare la sua frazione diretta. Tuttavia, il livello di globuline, al contrario, aumenta.

Normalmente, il contenuto di tutte le frazioni di globuline è 20-30 g / l.

Altri studi biochimici nella cirrosi epatica

loading...

L'urea viene sintetizzata nel fegato, quindi, in violazione della funzione del fegato, il contenuto di urea nelle gocce di sangue (normalmente 2,5-8,3 mmol / l).

Il livello di colesterolo anche scende (la norma per donne è 1.92-4.51 mmol / l, per uomini - 2.25-4.82 mmol / l).

Determinazione della gravità della cirrosi epatica

loading...

Utilizzando studi biochimici, così come alcuni altri indicatori, determinare il grado di compensazione per la cirrosi di Child-Pugh.

A tal fine, vengono valutati i livelli di albumina, bilirubina, tempo di protrombina, nonché il grado di ascite, encefalopatia e nutrizione.

Dopo aver ricevuto la somma dei punti, viene determinata la gravità della cirrosi.

GGT nell'analisi biochimica del sangue

loading...

Gamma glutamil GGT o abbreviato in questi ultimi anni hanno guadagnato popolarità nella diagnosi di malattie come l'ittero, colangite, colecistite. Secondo l'affidabilità dei risultati diagnostici GGT, sono preferibili gli indicatori di tali enzimi come ALT e AST.

Considerando l'importanza funzionale del fegato, senza il quale funziona senza un lavoro chiaro, il corpo rimane praticamente non protetto in caso di guasti nel suo lavoro. E negli ultimi anni è diventato chiaro che la sensibilità al movimento rallentamento della bile nel fegato stesso, così come i dotti biliari sovrastanti GGT.

Per questo motivo, l'analisi GGT è stata introdotta nell'insieme obbligatorio di test di funzionalità epatica. A proposito, anche l'alcolismo cronico è determinato dallo stesso test.

Cos'è il GGT nell'analisi del sangue

loading...

Nelle cellule dell'intestino, del cervello, del cuore, della milza e della prostata c'è una bassa attività di gamma-glutamil transpeptidasi (abbreviato GGTP o GGT). In una persona sana, il GGT si trova nelle cellule del sangue in una quantità minima, questo è dovuto al normale processo di rinnovamento delle cellule del corpo. Tuttavia, l'aumento della quantità di questo enzima nel sangue è sempre associato a processi patologici e indica la distruzione delle cellule in cui è contenuto.

Data l'alta concentrazione di GGT nei tessuti dei reni, del fegato e del pancreas, è considerato un marcatore sensibile di malattie di questi organi. La gamma glutamiltransferasi reagisce più rapidamente e vividamente alla sconfitta del sistema epatobiliare.

Funzioni GGT

La gamma glutamiltransferasi partecipa ai processi di:

  • metabolismo degli amminoacidi;
  • metabolismo dei mediatori dell'infiammazione.

Nonostante il fatto che la concentrazione di GGT in epitelio renale che nel fegato, concentrazione sierica (come determinato nel sangue) di origine prevalentemente epatica. La maggior parte del danno renale GGT viene escreto nelle urine.

In quali casi è l'analisi assegnata a GGTP

loading...

Ricerca di indicatori di questo enzima in siero, informativamente a:

  • monitoraggio dell'alcolismo;
  • diagnosi di malattie del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari;
  • monitoraggio dei tumori maligni, loro recidive e diffusione di metastasi;
  • diagnosi delle cause di aumento della fosfatasi alcalina;
  • monitorare l'efficacia del trattamento delle malattie del sistema epatobiliare;
  • reclami che indicano danni al fegato, alla cistifellea o ai dotti (oscuramento delle urine, alleggerimento delle feci, pelle pruriginosa, ittero, ecc.);
  • diagnosi di patologie extraepatiche, in combinazione con altri studi.

Cause dell'aumento del GGT nel sangue

loading...

Con marcata stasi biliare (colestasi), il livello di gamma-glutamil transpeptidasi inizia ad aumentare prima della fosfatasi alcalina. Tuttavia, nell'interpretare i test, si deve tenere presente che la GGT può essere acutamente sensibile a qualsiasi malattia del sistema epatobiliare. Pertanto, un aumento del GGT è sempre necessario correlare con l'attività di ALT e ASAT.

Nell'ittero, il rapporto tra GGT e AlAT è un indicatore diretto dell'aumento del ristagno della bile relativo alla distruzione delle strutture cellulari.

Il grado di aumento della gamma glutamiltransferasi dipenderà direttamente dalla dose e dalla frequenza del consumo di alcol. Pertanto, GGT è spesso usato nel controllo del ritiro di alcol.

Oltre a danneggiare il fegato dall'alcol, questo enzima risponde anche allo sviluppo dell'epatite indotta da farmaci quando assume farmaci epatotossici (tetracicline, sulfonamidi, farmaci antinfiammatori non steroidei, diuretici, ecc.).

La ragione successiva per l'aumento del GGT sono i tumori maligni primitivi del sistema epatobiliare o le metastasi epatiche. Neoplasie benigne, di regola, non producono cambiamenti simili nelle analisi, poiché la loro crescita non è accompagnata dalla distruzione di tessuti sani e da grave intossicazione. Le eccezioni sono i tumori che causano l'ostruzione dei dotti biliari e contribuiscono allo sviluppo di ittero ostruttivo.

Tra le altre cause "biliare" di crescita della gamma GT nelle analisi, si evidenziano la malattia del calcoli biliari, la colecistite acuta e cronica.

Inoltre, la gamma glutamiltransferasi reagisce al cancro del pancreas e della prostata.

Oltre al danno tossico (farmaco, alcolico) al fegato e ai tumori maligni, il GGT aumenta con:

  • epatite virale acuta e cronica;
  • epatite non infettiva;
  • mononucleosi infettiva;
  • epatite grassa;
  • cirrosi;
  • avvelenamento grave.

Oltre alle malattie del sistema epatobiliare, il GGT può aumentare con la sconfitta di altri organi e l'uso di alcuni farmaci, in particolare, questo enzima aumenta quando:

  • infarto del miocardio (qui la causa non è solo il danno miocardico, ma anche il processo di attivazione dei processi rigenerativi nel muscolo cardiaco e il parenchima epatico, quindi, l'aumento massimo di GGT cade nella terza settimana dopo un infarto);
  • danno renale (glomerulonefrite cronica e amiloidosi);
  • assunzione di farmaci antiepilettici e antitubercolari;
  • artrite reumatoide;
  • giperterioza;
  • l'obesità;
  • il diabete.

La GGT può diminuire con l'ipotiroidismo e l'uso prolungato di grandi dosi di acido ascorbico.

Analisi GTR Gamma

loading...

Devi passare un'analisi a stomaco vuoto. È importante ricordare che l'enzima è molto sensibile all'alcol.

Indicatori Gamma Glutamil Transferasi

Va ricordato che nei bambini di età inferiore ai sei mesi i livelli normali dell'enzima sono più alti che negli adulti da 2 a 4 volte. Ciò è dovuto alle peculiarità del metabolismo. Inoltre, gli indicatori variano negli uomini e nelle donne.

Dato il contenuto di GGT nelle cellule della prostata, gli indicatori per gli uomini superano i livelli delle donne del 25%.

Gli indicatori normali in U / l sono livelli fino a:

  • 185 per i bambini dei primi cinque giorni di vita;
  • 204 s da 5 giorni a 6 mesi;
  • 34 da sei mesi a un anno;
  • 18 da un anno a tre anni;
  • 23 da tre a sei anni;
  • 17 da 6 a 12 anni;
  • 33 (per le donne) da 12 a 17 anni;
  • 45 (per gli uomini) dai 12 ai 17 anni.

Si noti il ​​fatto che i valori di riferimento (cioè i valori medi) possono essere diversi nei diversi laboratori. Questo non significa che la differenza sarà il cardinale. Ma, a seconda dell'attrezzatura utilizzata, potrebbero esserci delle differenze. In ogni caso, se ci sono problemi, il risultato che non rientra nel valore della norma sarà evidenziato in rosso.

GGTP elevato. trattamento

loading...

In realtà, non esiste una cura generale. È importante capire che l'aumento della gamma glutamiltransferasi non è una malattia indipendente. Questo è un indicatore sensibile del processo patologico nel corpo. Data la varietà delle ragioni del suo aumento, è necessario condurre un esame approfondito e identificare la causa dell'aumento di GGT.

Raccomandazioni generali per ridurre la gamma glutamiltransferasi, se sono causate da danno epatico, possono essere attribuite al rifiuto di alcol e fumo. Così come l'aderenza a una dieta che esclude l'uso di piatti fritti, grassi e speziati. Se necessario, prescrivere un corso di farmaci epatoprotettivi.

Conta epatica nella cirrosi epatica

loading...

Comprendendo gli indicatori della cirrosi epatica, puoi scoprire lo stadio della malattia. Dopo aver esaminato quando ALT e AST, bilirubina, analisi del sangue e biochimica con cirrosi diventano critiche, è possibile determinare il grado di gravità della malattia. Questa conoscenza non sarà mai superflua. Nella società moderna, la cirrosi epatica è una malattia comune. E se è presente, non sarà possibile curare completamente l'organo. La malattia può essere fermata solo perché non vi è rigenerazione delle cellule epatiche. Anche nonostante lo sviluppo della medicina moderna, non esiste una medicina che aiuti a ripristinare l'organo. Un appello tempestivo a uno specialista e l'esecuzione delle necessarie misure diagnostiche aiutano in tempo a rilevare il disturbo e risolvere il problema con perdite minime.

Misure diagnostiche per la cirrosi epatica

loading...

La cirrosi è una malattia grave che non può essere curata a casa. La malattia può essere fatale se la diagnosi è fatta in ritardo o se il paziente non cerca assistenza medica. Al fine di determinare se un paziente ha cirrosi e quanto la malattia ha colpito il fegato, i test sono estremamente necessari:

  • emocromo completo;
  • analisi generale di urina;
  • analisi del sangue biochimica;
  • analisi enzimatica;
  • dati di coagulazione del sangue;
  • indicatori di antigeni e anticorpi;
  • studio immunologico;
  • esami del sangue per gli ormoni;
  • esame ecografico dell'organo interessato;
  • tomografia computerizzata;
  • test del fegato;
  • imaging a risonanza magnetica.

I test di cui sopra per la cirrosi epatica sono i più comuni. La necessità di fare analisi più dettagliate sorgerà nel caso in cui la diagnosi sia confermata.

Dopo aver esaminato la storia del paziente e aver raccolto tutti i dati necessari dai test, il medico può diagnosticare la cirrosi.

Esami del sangue di laboratorio

loading...

Un esame del sangue per la cirrosi epatica è un materiale di base, lo studio del quale darà una comprensione della presenza della malattia. Questo materiale viene utilizzato per ottenere indicatori di bilirubina epatica nella cirrosi epatica, gli enzimi principali, la coagulazione, la presenza di antigeni e anticorpi, i dati ormonali, immunologici e di altro tipo del paziente.

Analisi generale

Prima di intraprendere un esame approfondito del paziente, lo specialista riferirà il paziente a un esame del sangue generale. I principali parametri del sangue nella cirrosi epatica sono i seguenti:

biochimica

Il metodo più rivelatore e completo di diagnosi è la biochimica per la cirrosi epatica. L'analisi del sangue biochimica per sospetta cirrosi epatica è prescritta in caso di rilevazione di deviazioni nei risultati ottenuti in uno studio precedente. Nell'analisi biochimica del sangue, sono noti i seguenti indicatori:

ALT e AST sono indicatori che rivelano i dati di profondità (AST) e l'estensività (ALT) del danno d'organo. ALT e AST nella cirrosi epatica sono in primo luogo nella diagnosi. L'alanina amminotransferasi è un enzima della ghiandola digestiva e un aumento del livello di ALT nella cirrosi suggerisce un danno d'organo di natura infiammatoria. L'ALT nella cirrosi epatica supererà la norma di oltre 5 volte. A sua volta, un enzima AST aumentato indica segni di un processo necrotico.

L'ALP è una delle membrane costitutive dell'epatite e il suo valore aumentato indica anche danni all'organo.

L'aumento della gamma-glutamil transpeptidasi (GGTP) indica problemi con i dotti biliari.

La bilirubina è un tipo di cibo per il fegato, in quanto è l'oggetto del trattamento del sistema epatico del corpo. La bilirubina nella cirrosi epatica, che ha una frequenza elevata per un lungo periodo, indica un danno significativo all'organismo, che può anche colpire il sistema nervoso, portando a encefalopatia mista. È interessante notare che gli indicatori della bilirubina nella cirrosi epatica sono quasi sempre aumentati.

La biochimica del sangue consente non solo di rilevare la presenza della malattia, ma anche di stabilire l'entità del danno d'organo:

  1. La stabilizzazione delle condizioni del paziente è indicata da una diminuzione del livello di ALT e AST, così come dalla presenza di bilirubina nell'intervallo accettabile. Un quadro del genere può significare l'efficacia del trattamento e la rimozione dell'esacerbazione delle malattie che portano allo sviluppo della cirrosi. Gli stessi dati hanno una fase inattiva della malattia.
  2. Il decorso costante dei livelli di ALT, AST e bilirubina indica costantemente il decorso della malattia senza modifiche.
  3. Questi indicatori mostrano che il rifiuto dell'organo viene improvvisamente riportato alla normalità con l'assenza di un miglioramento generale delle condizioni del paziente. Questa situazione suggerisce che enzimi vitali e bilirubina non sono più disponibili per il sistema circolatorio umano.

In caso di cirrosi epatica, la biochimica è una specie di atlante, che consente di conoscere il grado di progressione della malattia e prevedere il possibile esito del trattamento.

Altre analisi del sangue

Oltre ai test di cui sopra, gli adulti eseguono esami del sangue per questi indicatori:

  1. Contenuto di proteine ​​e costruzione di proteine. Una maggiore quantità di gamma globuline è caratteristica della cirrosi con segni autoimmuni o di origine virale dell'epatite.
  2. La quantità di albumina Bassi livelli di albumina indicano un'epatite virale o la natura autoimmune della malattia.
  3. La quantità di glucosio, potassio, sodio. In particolare, un basso livello di sodio è una prova di insufficienza epatica.
  4. Il contenuto di urea e creatinina. Con lo sviluppo di complicanze ci sono maggiori indicazioni di questi elementi.
  5. Il tasso di coagulazione del sangue. A seconda di quale indicatore si ottiene, determinare la presenza della malattia. Se la malattia si sviluppa, è significativamente inferiore al normale e, di conseguenza, il paziente può sanguinare.
  6. Il contenuto di immunoglobuline. Questo tipo di analisi aiuterà a capire cosa ha causato lo sviluppo della malattia. Un alto livello di immunoglobulina A indica il coinvolgimento di bevande alcoliche. Un grande indicatore dell'immunoglobulina M è caratteristico della cirrosi biliare. Se lo studio ha rivelato una quantità eccessiva di immunoglobulina G, allora questo indica una malattia con segni di malattie autoimmuni.
  7. Se si sospetta cirrosi epatica, al paziente deve essere somministrato un referral per condurre un esame del sangue per la presenza di patogeni virali per l'epatite. Tali studi includono la ricerca di anticorpi contro l'epatite B, C, D; ricerca di residui dei virus stessi, in particolare il DNA dell'epatite B o dell'RNA dell'epatite C e D.
  8. Lo studio di enzimi specifici, come nucleotidasi, arginase e fruttosio-1-fosfataldolasi. Il loro contenuto farà di nuovo la diagnosi corretta.

Importanti sono gli studi al plasma sulla quantità di determinati ormoni. Nel caso di danni agli organi fibrosi, si osserva un fallimento del sistema ormonale umano. È causato dalla sintesi di ormoni nel fegato, in particolare testosterone ed estrogeni. Con lo sviluppo di processi patologici c'è una diminuzione del livello del primo e un aumento del numero del secondo. Inoltre, con problemi con il corpo, c'è un aumento del livello di insulina.

Al fine di determinare quali test devono essere presi in aggiunta, è importante decifrare correttamente quelli disponibili e valutare correttamente le condizioni del paziente.

Test di laboratorio delle urine

loading...

Questo studio di laboratorio è una specie di assistente nella ricerca di malattie associate. Il fenomeno è abbastanza comune quando, sullo sfondo del danno d'organo, si sviluppano malattie come l'insufficienza renale o l'ascite. Lo sviluppo di queste malattie è osservato in più dell'80% dei pazienti con cirrosi. E i comuni test delle urine per la cirrosi epatica aiutano a rilevare le tracce di queste malattie. Parlando dei segni dello sviluppo di malattie comorbili è possibile con deviazioni nei seguenti indicatori:

GGTP elevato: causa il trattamento

loading...

Designazione GGTP nelle analisi:
GGT
GGTP
Gamma gt
GTP

contenuto:

GGTP: che cos'è in un linguaggio semplice

GGTP (o GGT) è un enzima proteico, un catalizzatore specifico per le reazioni biochimiche intracellulari, un partecipante allo scambio di aminoacidi.

Il GGTP è contenuto all'interno delle cellule degli organi parenchimali: nel fegato, nei reni, nella milza, nel pancreas, nelle ghiandole prostatiche, ecc.

GGTP entra nel flusso sanguigno principalmente quando i tessuti delle vie biliari (sistema colecistico e biliare), fegato e pancreas sono danneggiati.

A differenza delle transaminasi "epatiche" (ALT), GGTP "lavora" sulla superficie delle membrane cellulari. Pertanto, il danno infiammatorio o meccanico alle cellule epiteliali dei dotti biliari intraepatici ed esterni porta ad un massiccio "lavaggio" di GGTP dai tessuti nel sangue e, di conseguenza, ad un aumento significativo del suo livello. Pertanto, un'alta concentrazione di GGTP nel sangue è principalmente associata ad alterazione del flusso biliare e patologico del sistema biliare e all'aumento di ALT - con la distruzione delle cellule dei tessuti molli del fegato - epatociti.

GGTP e alcol

L'alcol stimola la sintesi di questo enzima. Pertanto, anche in assenza di malattie del fegato e delle vie biliari dopo aver bevuto alcol GGTP supera in modo significativo la norma. Quando abbandoni l'alcol, il suo livello è normalizzato.

Questa proprietà consente l'utilizzo dell'analisi GGTP per la gestione di pazienti con alcolismo. Se durante il periodo di trattamento la concentrazione dell'enzima nel sangue del paziente rimane alta, allora o continua a consumare alcol o il suo fegato è già irreversibilmente danneggiato (epatite alcolica, cirrosi).

GGTP - test diagnostico altamente sensibile di danno epatico e alcolico al fegato

Che cos'è l'analisi GGTP - quando è prescritto

L'esame del sangue per GGTP è uno dei cinque test epatici funzionali biochimici - un indicatore del sistema biliare.

GGTP - marcatore di colestasi

  • La colestasi (più facile: la stasi della bile) è una violazione della formazione, della secrezione e del deflusso della bile.

La colestasi non è una malattia indipendente, ma una condizione insita in molte malattie del fegato e delle vie biliari. Pertanto, un aumento del livello GGTP suggerisce solo la possibilità di malattia, ma non determina la diagnosi o la vera causa della patologia.

Quando viene prescritto un esame del sangue per GGTP:

  • Sensazione di malessere, debolezza, prurito della pelle.
  • Ittero.
  • Nausea, vomito, indigestione.
  • Screening per patologia del tratto gastrointestinale.
  • Diagnosi di forme anterteri di epatite.
  • Diagnosi differenziale di malattie del fegato e delle vie biliari.
  • Valutazione del paziente con epatite cronica.
  • Monitorare l'efficacia del trattamento dell'alcolismo.
  • Valutazione dell'efficacia del trattamento dell'infarto del miocardio.
  • Valutazione dell'efficacia del trattamento di tumori epatici, cancro del pancreas, prostata.
  • Valutazione dell'effetto epatotossico dei farmaci.

Aumento della gamma glutamiltransferasi

La gamma glutamiltransferasi è un enzima che è attivamente coinvolto nella sintesi degli aminoacidi. GGT ha un sinonimo - gamma glutamil transpeptidase (GGTP). Questa sostanza ha "zone di influenza" in quasi tutti gli organi vitali. Ma il suo ruolo più importante si manifesta nello scambio di aminoacidi: agisce da catalizzatore per il peptide gamma glutamilico. La maggiore presenza di GGT è rilevata nelle cellule renali, epatiche e nel pancreas.

I tessuti e le cellule del muscolo cardiaco, della milza, del cervello, di tutte le parti dell'intestino, della prostata contengono la concentrazione più bassa di questo enzima. La presenza effettiva di GGT nelle cellule renali è 700 volte maggiore della sua quantità in siero di sangue. Nelle cellule del fegato è 250-450 volte più che nel sangue. Ecco perché la gamma glutamiltransferasi riflette principalmente lo stato di tutti gli elementi del sistema biliare.

Indicatori Gamma Glutamil Transferasi

Al fine di diagnosticare malattie associate alla manifestazione di un tale sintomo come ittero, colecistite, colangite, sono stati precedentemente utilizzati gli indicatori degli enzimi ALT e AST. Ad oggi, la determinazione della concentrazione di GGT è considerata un risultato più affidabile, poiché un cambiamento nelle prestazioni di questo enzima è particolarmente caratteristico delle prime fasi della malattia. Nei casi di ostruzione dei dotti delle vie biliari, sia all'interno che all'esterno del fegato, il salto nell'attività del GGT nel siero è 10-30 volte rispetto ai valori normali. Nei casi di malattie infettive del fegato, la gamma glutamiltransferasi è meno istruttiva di ALT e AST.

GGT indispensabile, come fonte di informazione, nei processi neoplastici del fegato, sia primari che secondari, a causa della sua sensibilità nel rilevare l'oncologia nelle prime fasi. La patologia maligna del pancreas dà sempre una situazione quando il livello dell'enzima nel siero del sangue aumenta di 15-20 volte. Questo enzima è anche attivo nei tumori della prostata. L'intossicazione da farmaci, i gravi disturbi metabolici con la manifestazione dello stress ossidativo causano a volte un aumento della glutamiltransferasi sierica.

È necessario evidenziare la proprietà speciale di questo enzima come superindicatore nella diagnosi delle lesioni alcoliche del fegato, intossicazione da alcool, cirrosi. Inoltre, questo enzima è aumentato ad alte concentrazioni nelle persone che sono inclini a consumare grandi quantità di alcol, mentre assumono potenti farmaci, come barbiturici, antibiotici cefolosparin, estrogeni.

Età e livello di GGT

Nello studio di questo enzima, le informazioni sull'età del paziente sono molto importanti. Importa anche il sesso del paziente. Valori GGT normali:

  1. Nelle donne di età matura, il GGT è compreso tra 5 e 40 unità.
  2. Negli uomini di età matura - 10-70 unità.
  3. A una giovane età di 12-18 anni, la norma GGT nelle ragazze non supera le 30-35 unità.
  4. Ragazzi dai 12 ai 18 anni - fino a 45 unità.
  5. All'età di 12 anni non c'è differenza tra i sessi, poiché non c'è produzione di ormoni. Il tasso di questo enzima per i bambini di questa età è di 15-17 unità. Da 3 a 6 anni - 23 unità. Nella categoria di età fino a un anno i numeri possono essere alti - fino a 35 unità. Nei neonati fino a 6 mesi, il GGT viene mantenuto al livello di 200 unità, il che si spiega con l'insediamento debole di tutti i sistemi del corpo del bambino.

Indipendentemente dall'età e dal sesso, lo studio tiene conto di quante volte questa analisi supera la norma. Gli indicatori di GGT nel siero, superando le 50 volte normali, confermano l'alcolismo. Inoltre, le solite analisi biochimiche possono essere invariate. I fumatori che fumano più di due pacchetti di sigarette al giorno, le persone con obesità e coloro che conducono uno stile di vita sedentario, possono anche aumentare questo enzima al 50%.

È abbastanza probabile che un alto livello di GGT non sia accompagnato da alcun sintomo e la persona si senta completamente sana. Anche tutti gli altri esami e analisi sono invariati. Questo può essere considerato come un temporaneo aumento dell'attività enzimatica e può normalizzarsi. Tuttavia, nei casi in cui GGT è dieci volte superiore ai valori normali, è necessario stabilire la causa consultandosi con uno specialista.

Motivi per l'aumento dell'attività GGT

I motivi più seri per cui la gamma GT è migliorata:

  1. Colestasi (come la causa più comune).
  2. Processi neoplastici (neoplasie maligne).
  3. Abuso di alcol
  4. Uso a lungo termine di grandi dosi di droghe.
  5. Il fenomeno della citolisi, che causa la necrosi delle cellule del fegato.
  6. Malattie di vari organi, che si verificano in forma grave e con grave intossicazione.

La colestasi è il fattore più comune nell'attivazione della gamma GT e il deterioramento dell'analisi. A causa della stagnazione della bile, della sua eccessiva formazione o del problema della sua rimozione nell'intestino. Le principali cause di stagnazione sono: epatite virale trasferita, vari tipi di colangite, cirrosi epatica o danni tossici. Di questi, l'intossicazione da alcol e droghe è in primo luogo il numero di casi segnalati. I suddetti fattori sono cause epatiche (cioè i processi si verificano nell'area del fegato).

La colestasi extraepatica è possibile quando il condotto è bloccato con la pietra. A volte la causa della colestasi è l'ostruzione da tumori nei dotti o la spremitura del dotto biliare comune dall'esterno a causa di cancro della testa pancreatica o neoplasia gastrica. Questi casi sono sempre confermati dai sintomi clinici: pelle giallastra, prurito. Le analisi biochimiche mostrano colesterolo alto, fosfatasi alcalina, colesterolo e acidi grassi.

La citolisi è il risultato di lesioni autoimmuni sistemiche tossiche o infezioni di natura virale, accompagnate dalla morte delle cellule epatiche. Allo stesso tempo, la massa di vari enzimi dovuta al collasso delle membrane cellulari entra nel flusso sanguigno, inclusa la gamma GT. Le tossine sono spesso virus, alcol, droghe o microrganismi, che sono antigeni che causano effetti negativi nel fegato, che produce anticorpi. I batteri secernono tossine batteriche che fungono da veleno per le cellule del fegato.

La citolisi può verificarsi dopo avvelenamento da funghi velenosi da parte del fungo, così come a contatto con sostanze chimiche sul posto di lavoro, derivati ​​del fenolo, pesticidi, arsenico.

Alcool: l'effetto tossico dell'alcol provoca direttamente la stimolazione del GGT. La quantità di alcol assunto influisce sul grado di aumento dell'indice enzimatico. Le osservazioni cliniche hanno dimostrato: un rifiuto di dieci giorni di assumere bevande alcoliche riduce del 50% la quantità di GT gamma nel sangue. L'impatto negativo dell'alcol è molto significativo, poiché sviluppa ipotesi di grasso e atrofia delle cellule del fegato, portando a cirrosi alcolica con esito fatale.

Farmaci. Di norma, una persona, prendendo qualsiasi medicinale, non sospetta nemmeno quanto possa essere epatotossica la sua azione. I più dannosi per il fegato sono i seguenti farmaci:

  • paracetamolo, nimesulide, aspirina, diclofenac e altri farmaci antinfiammatori;
  • antibiotici ad ampio spettro (tetraciclina, levofloxacina, sulfonamidi);
  • farmaci per il trattamento della tubercolosi;
  • ormoni, compreso anabolico e sesso;
  • anticonvulsivanti, sedativi e antipsicotici;
  • farmaci antifungini;
  • antitumorale (chemioterapia);
  • farmaci per l'anestesia;
  • farmaci cardiaci che hanno un diuretico, effetti epatici, nonché antianginosi e anticoagulanti.

Utilizzando uno dei preparati di cui sopra, è necessario utilizzare epatoprotettori in complessi per ripristinare le cellule del fegato.

Il requisito principale nella preparazione per la consegna dell'analisi per GGT è di limitare il cibo entro 12-15 ore prima di assumere il sangue, esclusi i carichi emotivi e fisici. Si raccomanda inoltre di non fumare per un'ora prima del campionamento. L'analisi viene prelevata da sangue venoso o capillare. Lo studio è condotto utilizzando colorimetria cinetica. Per il trattamento di un esame del sangue pronto per il GGT, può essere un medico generico e uno specialista stretto (specialista in malattie infettive, ematologo, chirurgo).

Test per la cirrosi epatica

La diagnosi di cirrosi epatica dovrebbe essere completa. All'esame iniziale, il medico può effettuare una diagnosi preliminare basata su segni clinici e prescrivere un'ecografia addominale e test di laboratorio. La cirrosi è una grave lesione del parenchima epatico, in cui il normale tessuto funzionale è sostituito da tessuto connettivo denso. I cambiamenti nel corpo sono irreversibili, i test possono solo aiutare a determinare la gravità del danno e dare al paziente una previsione.

emocromo completo

Un esame del sangue clinico (generale) è lo studio più semplice che mostra il numero di cellule del sangue nel sangue, i loro cambiamenti qualitativi e quantitativi. Questa analisi include i seguenti indicatori chiave:

  • I globuli rossi sono globuli rossi che trasferiscono l'emoglobina ai tessuti. Con la cirrosi epatica, il loro numero è inferiore alla norma.
  • L'emoglobina è un pigmento di globuli rossi responsabile del trasporto di ossigeno e anidride carbonica. Il suo livello è ridotto a causa di una diminuzione del numero di globuli rossi.
  • Le piastrine sono cellule che sono coinvolte nella coagulazione del sangue. Nei pazienti con cirrosi epatica, il loro numero è ridotto, il che aumenta il rischio di sanguinamento.
  • ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria) è un test che consente di determinare lo sviluppo di cambiamenti patologici nel corpo. In questo caso, la velocità aumenta.
  • I leucociti sono cellule incolori che vengono attivati ​​da qualsiasi processo infiammatorio. Nella cirrosi, il loro livello aumenta quando il sistema immunitario rifiuta il tessuto cicatriziale del fegato e include meccanismi protettivi.

Biochimica del sangue

L'analisi del sangue biochimica per la cirrosi epatica è uno studio di laboratorio di base, in base al quale si può giudicare il grado di danno tissutale. Dopo aver decodificato i risultati, potrebbero essere necessari ulteriori test, ma prima viene prescritta la biochimica del sangue.

enzimi

Il fegato è un organo che produce un'enorme quantità di enzimi necessari per il corretto funzionamento dell'intero organismo. Gli studi sugli enzimi epatici nella maggior parte dei casi sono inclusi in un esame del sangue biochimico completo, ma possono anche essere eseguiti separatamente. Nel valutare il quadro generale, si dovrebbe concentrarsi non solo sui risultati della biochimica, ma anche sui sintomi della malattia, poiché un aumento del livello di enzimi può essere osservato anche nelle malattie di altri organi.

ALT e AST

ALT (alanina aminotransferasi) e AST (aspartato aminotransferasi) sono enzimi epatici (proteine) che sono coinvolti nel metabolismo degli amminoacidi. Il loro secondo nome è transaminasi o aminotransferasi. In una persona sana, la loro attività nel sangue non viene visualizzata e varia tra 31-37 U / l per le donne e 31-47 U / l per gli uomini.

Un aumento del livello di aminotransferasi nel sangue può indicare alcune condizioni patologiche.

  • La necrosi (morendo) delle cellule del fegato è un processo irreversibile in cui le pareti cellulari vengono distrutte e gli enzimi all'interno vengono rilasciati nel sangue. Tuttavia, gli indicatori di ALT e AST nella cirrosi epatica non saranno notevolmente aumentati, poiché le cellule rimanenti non sono sufficienti a causare il loro forte aumento.
  • La stagnazione della bile (colestasi) nella cirrosi colpisce anche i processi del metabolismo cellulare, che porta alla necrosi degli epatociti e ad un aumento del livello di ALT e AST.
  • La degenerazione grassa, che è il primo stadio nello sviluppo della cirrosi, causa anche un aumento dell'attività dell'enzima epatico.

ALT e AST in caso di cirrosi epatica o sospetto di esso è uno degli indicatori più brillanti. Mostrano lo sviluppo di processi infiammatori nel fegato e la distruzione di cellule funzionali. Tuttavia, il loro livello può dipendere anche da altri fattori: età, sesso (nelle donne, gli indicatori sono normalmente inferiori) e peso corporeo (il sovrappeso è la causa dell'aumento di ALT e AST).

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

Fosfatasi alcalina

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) è un enzima coinvolto nei processi del metabolismo del fosforo. Fende le molecole di fosforo dai composti organici e le trasporta attraverso la membrana cellulare. Si chiama alcalino perché presenta la massima attività a un pH compreso tra 8,6 e 10,1. La fosfatasi alcalina si trova e agisce nelle cellule del fegato e delle vie biliari, pertanto, nella cirrosi, un esame del sangue mostra un aumento del suo livello nel sangue.

Gamma-glutamiltransferasi (GGT)

Il GGT è un enzima che normalmente si trova anche nelle cellule del fegato ed è coinvolto nel metabolismo degli amminoacidi. Il suo rilascio nel sangue è osservato nei cambiamenti infiammatori o degenerativi del fegato, tra cui l'epatite e la cirrosi. Il suo livello aumenta anche con l'alcolismo e ritorna normale dopo un mese dall'abbandono dell'alcol, se la malattia non ha avuto il tempo di iniziare cambiamenti irreversibili nel fegato.

Nella diagnosi della malattia del fegato, questo enzima non è meno importante di altri parametri del sangue. Negli uomini sani, il suo livello è 10-71 U / l, per le donne, 6-42 U / l. Con la cirrosi, questi numeri possono aumentare in modo significativo.

Proteine, grassi, elettroliti

In caso di cirrosi epatica, la biochimica mostra le condizioni generali di tutti gli organi principali del paziente.

Proteine ​​totali

Le proteine ​​che si trovano nel plasma sanguigno e vengono rilevate dalla ricerca biochimica sono sintetizzate, incluse le cellule del fegato. I principali sono l'albumina e le globuline e la quantità totale di proteine ​​è la quantità di entrambe queste frazioni. Nella cirrosi, gli epatociti muoiono e le proteine ​​si formano in piccole quantità, il che porta a una diminuzione dei loro livelli ematici. Oltre alla malattia del fegato, l'ipoproteinemia può essere il risultato di un'assunzione insufficiente di proteine ​​dal cibo, processi infiammatori o neoplastici nel corpo.

bilirubina

La bilirubina è un pigmento biliare formato da emoglobina e mioglobina. Nel sangue, è presente nella forma non legata (libera), quindi entra nel fegato e si lega all'acido glucuronico. In una forma legata, viene escreto nelle feci e nelle urine, causando il loro colore giallo.

La bilirubina nella cirrosi epatica si riscontra nel sangue in concentrazioni elevate. Normalmente, il suo livello non supera 5 mmol / l, e questo rappresenta circa il 4% della bilirubina totale nel corpo. Questa sostanza è tossica in grandi quantità, può penetrare nel cervello e causare fenomeni nervosi. Lo stesso pigmento provoca lo sviluppo dell'ittero.

Indice protrombina

La protrombina è una proteina, il precursore della trombina, responsabile della coagulazione del sangue e della formazione di coaguli di sangue. Per determinare la quantità di questa proteina utilizzando il test rapido. Lo studio confronta il tasso di coagulazione del plasma sanguigno di una persona sana e il plasma del sangue studiato. Con la cirrosi, la quantità di protrombina si riduce e quindi l'indice di protrombina diminuisce.

saggi immunologici

I risultati dell'analisi biochimica del sangue potrebbero non essere sufficienti per valutare appieno il quadro clinico della malattia. Tra tutte le forme di questa malattia, la cirrosi biliare può essere di origine autoimmune. Le analisi del sangue immunologiche possono rilevare determinati anticorpi:

  • AMA - antimitocondriale;
  • SMA - anticorpi per levigare i muscoli;
  • anti - LKM1 - anticorpi ai microsomi del fegato e reni di tipo 1;
  • ANA - anticorpi antinucleari.

Gli studi immunologici non sono necessari per tutti i pazienti. Sono prescritti solo se la causa del dolore al fegato non è chiara. In tali pazienti, il sistema immunitario attacca e distrugge gli epatociti, assumendoli per sostanze estranee. I test immunologici sono un modo per diagnosticare la cirrosi epatica e la sua eziologia se il sondaggio di un paziente e altri test falliscono.

Test delle urine

La cirrosi epatica è una malattia grave che colpisce il lavoro di tutti gli organi e sistemi. La sospetta cirrosi è un'indicazione per un esame completo del corpo, inclusa l'analisi delle urine. Le inclusioni patologiche possono essere trovate nei pazienti: proteine, cilindri, eritrociti, bilirubina e leucociti.

Determinazione dello stadio della cirrosi mediante analisi

Il conteggio del sangue in caso di cirrosi epatica può non solo indicare la presenza della malattia, ma anche aiutare a scoprire a quale stadio si trova il paziente. Per questo, c'è il metodo Child-Pugh, che si basa su vari test di laboratorio. La tabella mostra i principali indicatori che hanno valore diagnostico nel valutare la gravità della cirrosi.

Aumento asth alt gt

Il GGT nel sangue aumenta: cause, trattamento, dieta

Un aumento del GGT può essere osservato in caso di malattie degli organi interni, assunzione di alcol o droghe. Esternamente, questa condizione può essere accompagnata da alcuni sintomi. Ad esempio, se la gamma-glutamiltransferasi è elevata a causa di malattia epatica, nausea, vomito, prurito e ingiallimento della pelle, oscuramento delle urine, possono verificarsi feci molto leggere.

Livelli elevati di GGT potrebbero non presentare alcun sintomo. Se altri esami del sangue non rilevano anomalie, potrebbe essere un aumento temporaneo del GGT e si normalizzerà. Naturalmente, questo non si applica ai casi in cui la gamma-glutamil transferasi è aumentata di dieci volte.

Aumento del GGT nel sangue: quali sono le ragioni

I cambiamenti nel livello di gamma-glutamiltransferasi possono essere temporanei e tornare alla normalità (tabella con le norme) dopo aver eliminato le cause di tali cambiamenti. Questi includono: assumere farmaci che addensano la bile o rallentare il suo tasso di escrezione (fenobarbital, furosemide, eparina, ecc.), L'obesità, la scarsa attività fisica, il fumo, l'assunzione di alcool, anche in piccole quantità.

Un moderato aumento di GGT nel sangue (1-3 volte) si verifica a causa dell'infezione da epatite virale (a volte 6 volte superiore al normale), mentre si assumono farmaci epatotossici (fenitoina, cefalosporine, contraccettivi orali, paracetamolo, barbiturici, estrogeni, rifampicina, ecc.), colecistite, pancreatite, cirrosi postepatica, mononucleosi infettiva (accompagnata da febbre, linfonodi).

Le ragioni per l'aumento della gamma-glutamil transferasi in 10 volte e sopra:

  • ittero come conseguenza delle violazioni del deflusso della bile e della crescita della pressione intraduttale;
  • avvelenamento e danno tossico al fegato;
  • neoplasie del fegato e del pancreas, negli uomini - la prostata;
  • diabete mellito;
  • infarto miocardico;
  • artrite reumatoide;
  • ipertiroidismo;
  • alcolismo cronico e una serie di altre malattie.

Con l'assunzione prolungata di alcol, il livello di GGT è aumentato di 10-30 volte (il rapporto tra gamma-glutamil transferasi e AST è di circa 6). La quantità, la durata e la frequenza dell'uso di prodotti contenenti alcol influenzano il contenuto di questo enzima nel sangue.

Dopo la cessazione del consumo regolare di alcol, l'indice GGT aumentato torna alla normalità. Il processo di riduzione della gamma-glutamil transferasi a valori normali può richiedere da diversi giorni a diverse settimane di vita sobria.

La durata di questo periodo è determinata dal tipo di alcol consumato in precedenza, dalla sua quantità, dallo stato del fegato e da altri organi, nonché da quanto tempo una persona ha consumato alcol e altri fattori.

GGT aumentato e altri enzimi (AST, ALT)

Poiché un livello elevato di GGT nel sangue non diagnostica accuratamente la malattia e può essere causato da altre cause, il medico prescrive un esame supplementare del fegato.

Prima di tutto, questa è la determinazione del livello di transaminasi - ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), così come fosfatasi alcalina. Il confronto dei livelli di GGT con livelli ematici di ALT e fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) può differenziare parte delle malattie (è necessario un ulteriore esame per effettuare una diagnosi accurata).

In particolare, se GGT è superiore a 100, ALT è inferiore a 80, la fosfatasi alcalina è inferiore a 200, può essere a:

  • bere grandi quantità di alcol;
  • assumere droghe;
  • diabete;
  • processi infiammatori nel tratto digestivo;
  • grande eccesso di peso;
  • aumento dei trigliceridi;
  • prendendo alcuni farmaci.

GGT nell'analisi biochimica del sangue supera 100, ALT meno di 80 e fosfatasi alcalina più di 200 si osserva quando:

  • rallentare il flusso della bile a causa dell'eccessivo consumo di alcol;
  • riduzione del deflusso biliare dovuto alla cirrosi epatica;
  • difficoltà nel deflusso della bile dovuta a calcoli biliari o spremitura dei dotti biliari da neoplasie;
  • altri motivi.

Aumentando il livello di gamma-glutamil transferasi a 100, con ALT e AST superiore a 80 e fosfatasi alcalina inferiore a 200 può significare:

  • la presenza di epatite virale (A, B o C) o del virus di Epstein-Barr (a volte l'epatite virale si verifica senza un aumento del livello degli enzimi epatici);
  • effetto eccessivo sull'alcol epatico;
  • epatite grassa.

GGT aumentato a 100, ALT supera 80 e fosfatasi alcalina più di 200. Ciò significa che il deflusso della bile è difficile e le cellule del fegato sono danneggiate. Tra le ragioni di questa condizione:

  • epatite cronica alcolica o virale;
  • epatite autoimmune;
  • neoplasie nel fegato;
  • cirrosi epatica.

Per una diagnosi accurata, è necessario un ulteriore esame e una consultazione interna con un medico!

L'indice GGT nel test del sangue biochimico diagnostica la stasi della bile. Questo è un marker molto sensibile per la colangite (infiammazione dei dotti biliari) e la colecistite (infiammazione della cistifellea) - si innalza prima di altri enzimi epatici (ALT, ACT). Un aumento moderato di GGT è osservato nell'epatite infettiva e nell'obesità epatica (2-5 volte superiore al normale).

Trattamento di GGT elevato nel sangue: come abbassare e riportare alla normalità

Il trattamento di livelli elevati di GGT inizia con la diagnosi della condizione del corpo e l'identificazione della causa esatta dell'aumento di questo enzima. Il trattamento di malattie a causa della quale l'aumento gamma glutamiltransferasi, riduce il suo livello.

Oltre al trattamento farmacologico, è necessario regolare la dieta. Ridurre il GGT aiuta il menu ricco di frutta e verdura. Prima di tutto, questo cibo vegetale è ricco di vitamina C, fibre, beta-carotene e acido folico:

Devi smettere di fumare e bere alcolici. Le linee guida dell'OMS su come smettere di fumare e su come smettere di bere aiuteranno a sbarazzarsi di queste abitudini. Ridurrà anche il GGT elevato.

Maggiori informazioni su questo argomento

GGT - gamma-glutamiltransferasi

La GGT o la gamma-glutamiltransferasi sono un indicatore sensibile del lento progresso della bile nel fegato nei dotti biliari, così come l'alcolismo cronico.

L'analisi di GGT è tra i primi cinque campioni di fegato standard. Leggi qui i test di funzionalità epatica. nelle donne in gravidanza - qui.

GGT è

un enzima che trasporta aminoacidi nelle cellule del corpo. La GGT è ampiamente rappresentata in tutti gli organi con processi attivi di assorbimento e secrezione, ad es. assorbimento ed escrezione - nei reni, pancreas. fegato, prostata, milza, cuore, cervello.

All'interno della cellula epatica (epatociti), il GGT si trova nel reticolo endoplasmatico - un mini-trasportatore attraverso il quale si muovono gli enzimi, e nelle cellule del tratto biliare, il GGT si trova sulla superficie della membrana cellulare. Pertanto, GGT è un marker di ristagno della bile, in misura minore di danno al fegato, al quale il passaggio della bile rallenta comunque.

La presenza dell'enzima nella prostata spiega il fatto che negli uomini il tasso di GGT è 1,5 volte superiore rispetto alle donne.

Nel rene, GGT è il più, ma non è un indicatore di malattia renale. Perché? Perché il sangue è prevalentemente GGT dal fegato. Una GGT renale può apparire nelle urine, ma non nel sangue.

L'analisi GGT è assegnata a:

  • con la comparsa di ittero, nausea, vomito, prurito, urine scure, decolorazione e affaticamento delle feci - è necessario passare un'analisi per GGT e fosfatasi alcalina per diagnosticare il ristagno della bile
  • diagnosi di alcolismo cronico e controllo dell'astinenza - astinenza dall'alcol
  • al fine di monitorare il successo del trattamento della patologia epatica
  • quando si assume la colestasi

Il tasso e le cause dell'aumento del GGT (gamma-glutamil transpeptidasi) nel sangue

La gamma-glutamil transpeptidasi (abbreviata come GGT o GGTP) è un enzima coinvolto nello scambio di acidi nucleici. Contenuti nelle membrane, lisosomi e citoplasma delle cellule, negli organi parechimatous (fegato, reni, cervello, prostata e milza), così come nelle cellule epiteliali dei dotti biliari.

Nel sangue, GGTP non circola. La sua piccola attività nel plasma sanguigno può essere rilevata durante il rinnovo cellulare. In un corpo sano, questo processo va senza aumentare il livello di GGT.

L'attività dell'enzima nel sangue aumenta con la massiccia distruzione di cellule. Tra le cause più comuni di aumento dei livelli di GGT, la citolisi degli epatociti e il ristagno della bile sono in primo luogo, e in effetti l'indicatore è un marcatore non specifico della disgregazione delle cellule epatiche e della colestasi.

Modificando il livello di GGT, è impossibile determinare quale processo patologico si verifica nel fegato. Ma si può presumere che la causa dell'aumento sia la malattia epatica e continuare la diagnosi di questo organo.

Il livello di GGT nelle malattie del fegato aumenta significativamente prima dell'ALT, AST e della fostatasi alcalina.

In quali casi prescrivere l'esame

  1. Se si sospetta un tumore pancreatico;
  2. Nella diagnosi di ostruzione dei dotti biliari (sospetta malattia del calcoli biliari);
  3. Valutare l'efficacia del trattamento di alcolismo o altra epatite;
  4. Per la diagnosi della malattia del dotto biliare: cirrosi biliare o sclerosi dei dotti (colangite sclerosante);
  5. Per la diagnosi differenziale di malattie del fegato e delle ossa con un aumento precedentemente rilevato del livello di fosfatasi alcalina;
  6. Come diagnosi di screening come parte di altri esami del sangue biochimici, anche durante la preparazione per un'operazione;
  7. Per analisi del sangue biochimiche in pazienti con disturbi di:
  8. dolore nell'ipocondrio
  9. debolezza e perdita di appetito
  10. nausea e vomito
  11. prurito della pelle
  12. colore scuro di urina e feci alleggerite.

Valori GGT normali

Nei neonati, l'indice GGT è 10 volte superiore rispetto ai bambini da 1 a 3 anni e varia da 180 a 200 U / l. Ciò è dovuto al fatto che la fonte dell'enzima durante la gravidanza è la placenta. Il proprio GGT nel feto inizia a essere prodotto dopo la prima settimana di vita.

Dopo sei mesi di vita, il livello di GGT nei neonati si riduce a 34 U / litro. Più lontano da 1 anno a pubertà, l'indice di enzima rimane al livello: in ragazzi - fino a 43-45, in ragazze - fino a 32-33 unità / litro.

Dopo 18 anni per gli uomini, il livello di sangue è considerato fino a 70, per le donne - fino a 40 U / litro. Valori più alti ammissibili di GGT negli uomini sono dovuti al fatto che parte dell'enzima è prodotta dalla prostata.

Nelle donne in gravidanza, anche il livello dell'enzima è elevato. Nel primo trimestre, un aumento fino a 17 U / litro è considerato la norma, nel secondo - fino a 33 U / litro, nel terzo trimestre rimane al livello di 32-33 U / litro.

Cause dell'aumento del GGT nel sangue

Quando si decifrano i risultati, è necessario tenere conto del fatto che il livello dell'enzima aumenta con le malattie del fegato e della cistifellea, le malattie di altri organi e i farmaci.

Le malattie associate a danni al fegato comportano un aumento del livello dell'enzima. Tra loro ci sono:

  • Epatite acuta o cronica. Il livello di GGT in queste malattie supera la norma di 3-4 volte;
  • Pietre nelle vie biliari: per questo motivo, il livello dell'enzima nel sangue può aumentare di 30 volte;
  • Tumori e infiammazione del pancreas - il livello di gamma-glutamil transpeptidase supera la media di 10 volte;
  • Alcolismo con grave danno al fegato;
  • Sclerosi dei dotti biliari. Il livello dell'enzima può aumentare di 10-15 volte;
  • Cirrosi biliare;
  • Mononucleosi infettiva che coinvolge il tessuto epatico nel processo patologico;
  • Tumori maligni del fegato. Il livello di GGT aumenta immediatamente dopo l'insorgenza della malattia, molto prima dell'inizio dei sintomi clinici.

Le malattie di alcuni altri organi determinano anche un aumento del GGT, ad esempio:

  • Periodo acuto di infarto miocardico;
  • Diabete allo stadio di scompenso;
  • Artrite reumatoide;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Cancro alla prostata;
  • Tumori maligni delle ghiandole mammarie;
  • Glomerulonefrite acuta o cronica;
  • Qualsiasi tumore maligno con metastasi epatiche.

Prendendo i seguenti farmaci può distorcere i risultati dell'analisi su GGT:

  • Contraccettivi ormonali;
  • Statine di gruppo di farmaci;
  • antidepressivi;
  • Antibiotici cefalosporini;
  • Bloccanti istamina;
  • Preparati contenenti testosterone;
  • Agenti antifungini

Oltre ai farmaci, il livello di GGT aumenta l'assunzione di bevande alcoliche.

Regole per il GGT

Il sangue per l'analisi viene prelevato dalla vena cubitale (di solito al mattino) e il digiuno è raccomandato per 8 ore prima del parto. Il giorno prima dell'analisi non si devono consumare cibi alcolici, grassi e piccanti e il giorno della consegna al mattino è possibile bere acqua, tè, caffè e altre bevande escluse.

Il giorno del test (prima dell'esame), non è consigliabile sottoporsi a un esame a raggi X o radiografici, una scansione ad ultrasuoni. Sono escluse anche le procedure di fisioterapia. Immediatamente prima di effettuare il test, per mezz'ora, al paziente viene raccomandato un completo riposo fisico e mentale.

Quando si decifra il risultato dell'analisi, è necessario tenere conto del fatto che il livello dell'enzima può essere aumentato nelle persone in sovrappeso, così come nei pazienti che ricevono farmaci e grandi dosi di acido ascorbico.

L'analisi biochimica del sangue è uno studio importante che consente di valutare lo stato funzionale degli organi e dei sistemi del corpo umano analizzando i vari oligoelementi nel sangue. Di seguito sono riportati i componenti dell'analisi biochimica del sangue utilizzato nella diagnosi dell'epatite virale.

L'alanina aminotransferasi (ALT, ALT, ALT) è un enzima presente nei tessuti del fegato e rilasciato nel sangue quando viene danneggiato. Livelli elevati di ALT possono essere causati da danni al fegato, tossici o altri danni al fegato. Nell'epatite virale, il livello di ALT può variare nel tempo dai valori normali a diverse norme, quindi questo enzima deve essere monitorato ogni 3-6 mesi. Si ritiene che il livello di ALT rifletta il grado di attività dell'epatite, tuttavia, circa il 20% dei pazienti con epatite virale cronica (CVH) con livelli costantemente normali di ALT mostra gravi danni al fegato. Si può aggiungere che l'AlAT è un test sensibile e accurato per la diagnosi precoce dell'epatite acuta.

Analisi del sangue AST - aspartato aminotransferasi (AsAT, AST) è un enzima presente nei tessuti del cuore, del fegato, del muscolo scheletrico, del tessuto nervoso e dei reni e in altri organi. L'aumento di AST nel test del sangue insieme a ALT in pazienti con CVH può indicare la necrosi delle cellule epatiche. Nella diagnosi di CVG, occorre prestare particolare attenzione al rapporto AST / ALT, chiamato coefficiente de Ritis. L'eccesso di AST nell'analisi del sangue su ALT in pazienti con CVH può indicare grave fibrosi epatica o danno epatico (farmaco o alcol) al fegato. Se l'AST nell'analisi è significativamente elevata, allora questo indica la necrosi degli epatociti, accompagnata dalla disintegrazione degli organelli cellulari.

La bilirubina è uno dei componenti principali della bile. Si forma come risultato della scissione di emoglobina, mioglobina e citocromi nelle cellule del sistema reticoloendoteliale, della milza e del fegato. La bilirubina totale include la bilirubina diretta (coniugata, legata) e indiretta (non coniugata, libera). Si ritiene che l'aumento della bilirubina nel sangue (iperbilirubinemia) dovuto alla frazione diretta (più dell'80% della bilirubina totale sia la bilirubina diretta) sia di origine epatica. Questa situazione è caratteristica di CVH. Può anche essere associato ad una compromissione dell'eliminazione della bilirubina diretta dovuta alla citolisi degli epatociti. Un aumento della concentrazione dovuto alla bilirubina libera nel sangue può indicare una lesione volumetrica del parenchima epatico. Un'altra ragione potrebbe essere una patologia congenita: la sindrome di Gilbert. Inoltre, la concentrazione di bilirubina (bilirubinemia) nel sangue può aumentare con difficoltà nel flusso della bile (blocco dei dotti biliari). Durante la terapia antivirale contro l'epatite, un aumento della bilirubina può essere causato da un aumento del tasso di emolisi dei globuli rossi. Quando l'iperbilirubinemia supera i 30 μmol / l, compare l'ittero, che si manifesta con l'ingiallimento della pelle e della sclera degli occhi, nonché l'oscuramento delle urine (l'urina diventa il colore della birra scura).

La gamma-glutamiltranspeptidasi (GGT, GGTP) è un enzima la cui attività aumenta con le malattie del sistema epatobiliare (colestasi). Utilizzato nella diagnosi di ittero ostruttivo, colangite e colecistite. Il GGT viene anche utilizzato come indicatore di danno epatico tossico causato da alcol e farmaci epatotossici. GGT è stimato insieme a ALT e fosfatasi alcalina. Questo enzima si trova nel fegato, nel pancreas, nei reni. È più sensibile alle anomalie nei tessuti del fegato rispetto ad ALAT, AsAT, fosfatasi alcalina, ecc. È particolarmente sensibile all'abuso prolungato di alcol. Almeno cinque processi nel fegato aumentano la sua attività: citolisi, colestasi, intossicazione alcolica, crescita tumorale e lesioni medicinali. Con CVH, un aumento persistente del GGTP indica un grave processo nel fegato (cirrosi) o effetti tossici.

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina, AR, fosfatasi alcalina, ALP, ALKP) viene utilizzata per diagnosticare malattie del fegato accompagnate da colestasi. Un aumento congiunto di fosfatasi alcalina e GGT può indicare una patologia delle vie biliari, malattia del calcoli biliari, una violazione del deflusso biliare. Questo enzima si trova nell'epitelio dei dotti biliari, pertanto un aumento della sua attività indica colestasi di qualsiasi origine (intraepatica ed extraepatica). Un aumento isolato della fosfatasi alcalina è un segno prognostico sfavorevole e può indicare lo sviluppo del carcinoma epatocellulare.

Glucosio (Glucosio) è usato nella diagnosi di diabete, malattie endocrine e malattie del pancreas.

La ferritina (ferritina) indica depositi di ferro nel corpo. Un aumento della ferritina con CVH può indicare patologia epatica. L'aumento dei livelli di ferritina può essere un fattore che riduce l'efficacia della terapia antivirale.

Albumina (albumina) - la principale proteina plasmatica sintetizzata nel fegato: una diminuzione del suo livello può indicare patologia epatica causata da malattie acute e croniche. La diminuzione della quantità di albumina indica un grave danno epatico con una diminuzione della sua funzione proteina-sintetica, che si verifica già nella fase di cirrosi epatica.

Proteine ​​totali (Proteine ​​totali) - la concentrazione totale di proteine ​​(albumina e globuline) nel siero. Una forte diminuzione delle proteine ​​totali nell'analisi può indicare una deficienza della funzionalità epatica.

Frazioni proteiche - componenti proteici contenenti sangue. Esistono un numero piuttosto elevato di frazioni proteiche, tuttavia, per i pazienti con CVH, occorre prestare particolare attenzione a cinque principali: albumina, alfa1-globuline, alfa2-globuline, beta-globuline e gamma globuline. La diminuzione dell'albumina può parlare della patologia del fegato e dei reni. L'aumento di ciascuna delle globuline può indicare una varietà di disturbi nel fegato.

La creatinina è il risultato del metabolismo delle proteine ​​nel fegato. La creatinina viene escreta dai reni con l'urina. Un aumento del livello ematico di creatitina può indicare un malfunzionamento dei reni. L'analisi viene effettuata prima della terapia antivirale per valutarne la sicurezza.

Il test del timolo (TP) negli ultimi anni è sempre più utilizzato nella diagnosi di CVH. L'aumento del valore di TP indica la disproteinemia, caratteristica delle lesioni croniche del fegato e la gravità dei cambiamenti mesenchimali infiammatori nel corpo.

Cos'è GGT

La gamma-glutamil transferasi (GGT o GGTP) è un enzima presente in molti tessuti corporei. Normalmente, il contenuto di GGT è basso, ma se il fegato è danneggiato, l'analisi GGTP mostra innanzitutto che il GGTP è elevato: il suo livello inizia ad aumentare non appena il passaggio attraverso i canali biliari dal fegato all'intestino inizia a bloccarsi. I tumori o le pietre formati nei dotti biliari, in cui la gamma-GGT è quasi sempre elevata, possono ostacolare il dotto biliare. Pertanto, la determinazione di GGTP nel sangue è uno dei test più sensibili, la cui misurazione consente di identificare accuratamente le malattie dei dotti biliari.

Tuttavia, nonostante l'alta sensibilità, l'esame del sangue per GGT non è specifico nel distinguere le cause delle malattie del fegato, dal momento che può aumentare con diverse malattie di questo organo (cancro, epatite virale). Inoltre, il suo livello può aumentare in alcune malattie che non sono correlate al fegato (ad esempio, sindrome coronarica acuta). Questo è il motivo per cui l'analisi GGT non viene mai eseguita da sola.

D'altra parte, il plasma GGT è un test molto utile per la decodifica con altre analisi. È particolarmente importante per chiarire le cause dell'aumentata fosfatasi alcalina (ALP), un altro enzima prodotto dal fegato.

Quando la GGT è elevata nel sangue, l'ALP aumenta contemporaneamente con la malattia del fegato. Ma con le malattie delle ossa, solo ALP aumenta, mentre GGT rimane normale. Pertanto, la decifrazione dei test gama-GT può essere eseguita con successo dopo un test ALP per determinare se un ALP elevato è il risultato di una malattia ossea o di una malattia del fegato.

Quando prendere

Il test del sangue biochimico GGT può essere usato insieme ad altri test del pannello epatico, come alanina aminotransferasi (AlAT), aspartato aminotransferasi (AsAT), bilirubina e altri. Nel caso generale, quando la biochimica mostra un aumento di GGTP, ciò indica un danno al tessuto epatico, ma non indica le specifiche di questo danno. Inoltre, l'analisi del GGT può essere utilizzata per monitorare il trattamento di pazienti con alcolismo ed epatite alcolica.

Affinché il medico possa indirizzarti all'analisi del GGT, il paziente deve presentare i seguenti sintomi:

  • Debolezza, stanchezza.
  • Perdita di appetito
  • Nausea e vomito.
  • Tumore nell'addome e / o dolore.
  • Ittero.
  • Urina di colore scuro.
  • Colore della luce della sedia.
  • Prurito.

La gamma-glutamiltransferasi è sempre elevata quando l'alcol entra nel sangue anche in piccole quantità. Pertanto, una preparazione inadeguata per l'analisi, cioè l'assunzione di alcolici il giorno prima dell'analisi, dà risultati errati. Di conseguenza, la gamma-GT è notevolmente migliorata negli alcolisti cronici e negli alcolizzati. Questo è il motivo per cui l'analisi del sangue GGTP può essere utilizzata con successo per determinare a quale stadio dell'alcolismo si trova il paziente.

Inoltre, questo test può essere somministrato a pazienti che hanno bevuto in passato o che sono stati trattati per alcolismo. La cirrosi è una malattia molto insidiosa e, prima che si manifesti, si sviluppa in circa 10-15 anni. L'aumento del GGTT consentirà di individuare la patologia nel tempo e un trattamento tempestivo ritarderà lo sviluppo della patologia.

Il valore dei risultati del test per GGT

Il tasso di GGT in donne e ragazze di età superiore ad un anno è compreso tra 6 e 29 unità / l. Vale la pena notare che nelle donne l'enzima aumenta con l'età delle donne. Negli uomini, le cifre sono leggermente più alte, ma perché il tasso di GGTP è:

  • 1-6 anni: 7-19 l;
  • 7-9 anni: 9-22 l;
  • 10-13 anni: 9-24 lb;
  • 14-15 anni: 9-26 l;
  • 16-17 anni: 9-27 l;
  • 18-35 anni: 9-31 l;
  • 36-40 anni: 8-35 unità l;
  • 41-45 anni: 9-37 l;
  • 46-50 anni: 10-39 l;
  • 51-54 anni: 10-42 l;
  • 55 anni: 11-45 l;
  • Da 56 anni: 12-48 l;

Come già accennato, il tasso di GGTP è solitamente elevato quando il danno al tessuto epatico, ma la decodifica dell'analisi non indica la causa esatta della patologia. Generalmente, maggiore è il livello di glutamil transpeptidasi, maggiore è il danno. Inoltre, un aumento della GGT può indicare cirrosi o epatite, ma può anche essere il risultato di insufficienza cardiaca congenita, diabete o pancreatite. Inoltre, il GGT nel sangue può essere aumentato a causa dell'uso di sostanze tossiche per i farmaci del fegato.

Livelli elevati di GGT possono indicare malattie cardiovascolari e / o ipertensione. I farmaci che aumentano il GGT comprendono fenitoina, carbamazepina, farmaci dal gruppo di barbiturici (fenobarbital). Inoltre, i farmaci antinfiammatori non steroidei, l'abbassamento dei lipidi, gli antibiotici, i bloccanti del recettore dell'istamina (usati per il trattamento dell'eccesso di produzione di acido gastrico) possono aumentare il livello di questo enzima. Agenti antifungini, antidepressivi, testosterone aumentano anche il livello di GGT.

Valori bassi di GGT suggeriscono che il paziente ha un fegato normale e non consuma affatto bevande alcoliche. Se un livello ALP elevato è accompagnato da GGT gravemente elevato, questo esclude le malattie ossee, ma se il GGT è normale o ridotto, può essere presente un problema alle ossa. Inoltre, il clofibrato e i contraccettivi orali possono abbassare i livelli di GGT.

Cos'è il pannello epatico

Poiché l'analisi GGT deve essere considerata con altri test, si deve tenere presente che questo enzima di solito entra nel pannello epatico, che viene utilizzato per lo screening del danno epatico. È particolarmente rilevante per i pazienti sottoposti a trattamento che può influire sul fegato.

Il pannello epatico o le sue parti separate sono destinati alla diagnosi di malattie del fegato, se il paziente presenta sintomi e segni di malattie di questo organo. Se la malattia è stabilita, il test viene ripetuto a intervalli regolari per monitorare le sue condizioni e valutare l'efficacia del trattamento. Ad esempio, una serie di test di bilirubina viene eseguita per monitorare l'ittero nei neonati.

Il pannello epatico comprende diversi test eseguiti sullo stesso campione di sangue. Un tipico pannello epatico è costituito dai seguenti componenti:

  • L'ALP è un enzima legato ai dotti biliari e prodotto anche nelle ossa, nell'intestino e durante la gravidanza dalla placenta. Il più spesso aumenta con il blocco dei dotti biliari.
  • L'ALT è un enzima che si trova principalmente nel fegato, è meglio definito dall'epatite.
  • L'AST è un enzima presente nel fegato e in alcuni altri organi, specialmente nel cuore e nei muscoli del corpo.
  • La bilirubina è un pigmento biliare prodotto dal fegato. L'analisi generale della bilirubina misura la sua quantità totale nel sangue, la bilirubina diretta determina la forma legata della bilirubina (in combinazione con altri componenti) del fegato.
  • L'albumina è la principale proteina del sangue prodotta dal fegato. Il suo livello è influenzato dal funzionamento del fegato e dei reni. Una diminuzione del livello di albumina nel sangue può essere influenzata sia da una diminuzione della sua produzione da parte del fegato, sia da un aumento della sua produzione attraverso i reni nelle urine durante la disfunzione renale.
  • Total Protein - Questo test misura l'albumina e altre proteine ​​in generale, compresi gli anticorpi che combattono le infezioni.
  • AFP: l'aspetto di questa proteina è associato alla rigenerazione o proliferazione (crescita tissutale) delle cellule epatiche;

A seconda della direzione del medico curante o del laboratorio, altri test sono inclusi nel pannello epatico. Questa può essere la determinazione del tempo di protrombina per misurare la funzione di coagulazione del sangue. Poiché molti degli enzimi coinvolti nella coagulazione producono il fegato, valori anormali possono indicare un danno ad esso.

In caso di risultati negativi, i test del pannello epatico vengono eseguiti non una volta, ma a determinati intervalli di tempo, che possono richiedere da diversi giorni a settimane. Devono essere fatti per determinare se la diminuzione o l'aumento dei valori è cronico e se è necessario test aggiuntivi per identificare le cause della disfunzione epatica.