Epatoprotettori per il fegato

Metastasi

La terapia per la malattia del fegato consiste nell'eliminare le cause del loro verificarsi, ad esempio, per neutralizzare le tossine. Tuttavia, esiste una vasta gamma di farmaci la cui azione è volta a proteggere le cellule del corpo dalla distruzione. Cosa sono gli epatoprotettori per il fegato? Questo è un tipo speciale di mezzi che stimola il processo rigenerativo degli epatociti e li protegge dagli effetti dannosi di varie sostanze tossiche, grassi, cibi affumicati, alcol, composti chimici e altri veleni.

Quando sono necessari gli epatoprotettori

Nelle farmacie russe, c'è una vasta gamma di detergenti per il fegato che sono molto popolari. Il costo di un corso terapeutico è costoso per i pazienti, anche se non tutti ne sentono il risultato. Le discussioni sulla fattibilità e la necessità di tale trattamento negli ambienti medici sono in corso da molto tempo: nel nostro paese, un medico può prescrivere epatoprotettori in questi casi:

  • Con l'epatite virale in natura. I farmaci sono prescritti se i farmaci antivirali non mostrano l'effetto atteso o per qualsiasi ragione la terapia antivirale è impossibile.
  • Con cirrosi epatica causata dall'alcolismo. In questo caso, il principale passo verso il recupero è il rifiuto di assumere alcol, altrimenti gli epatoprotettori saranno assolutamente inutili.
  • Con epatite grassa (obesità epatica). Gli epatoprotettori sono usati come parte della terapia complessa, che comprende: una dieta a basso contenuto di grassi, farmaci antidiabetici, esercizio fisico regolare.
  • Dopo la chemioterapia L'agente epatoprotettivo aiuta a ripristinare gradualmente il fegato.
  • Con epatite tossica (dopo l'assunzione di antibiotici). Gli epatoprotettori sono efficaci in combinazione con altri farmaci per ripristinare il fegato, la dieta, il rifiuto delle cattive abitudini.
  • Con un aumento del fegato (epatomegalia). Per la rapida rigenerazione delle cellule dell'organo e il normale funzionamento dell'organo, vengono utilizzati epatoprotettori.

Tipi di epatoprotettori per il trattamento e il ripristino del fegato

La medicina moderna utilizza i requisiti per i preparativi per la pulizia e il restauro dell'organo, che sono stati creati negli anni '70 del secolo scorso, ma la medicina ideale che sarebbe stata adatta a tutti i pazienti non è stata creata. Esiste una vasta lista di farmaci per il fegato, inclusi rimedi a base di erbe e animali, integratori alimentari, fosfolipidi, vitamine, droghe sintetiche, amminoacidi. Quali epatoprotettori per il recupero del fegato sono adatti per un particolare paziente e la durata del trattamento è determinata dal medico.

Droghe di origine animale

Tali fondi sono fatti dalle cellule del fegato di un maiale o di un bovino. I preparati per il restauro del fegato puliscono efficacemente la colecisti e le vie biliari, hanno un effetto epatoprotettivo. Sono prescritti per il trattamento della cirrosi, dell'epatite, in caso di lesione alcolica dell'organo, insufficienza epatica. Le compresse per il fegato di origine animale sono rigorosamente prescritte. Questi includono:

Epatoprotettori a base di erbe

Questo gruppo comprende preparazioni a base di oli di semi diversi, foglie di carciofo, estratti di radice di liquirizia, senna, cicoria, erba di San Giovanni, belladonna, ecc. Le sostanze attive negli epatoprotettori vegetali per il fegato possono essere diverse. Spesso usato componente di farmaci è silimarina, estratta dal cardo mariano. La sostanza contiene flavonoidi naturali: silidianina, silibinina, silicristina. Le loro proprietà epatoprotettive sono dovute alla loro capacità di accelerare il recupero delle cellule epatiche.

I preparati di omeopatia includono:

Droghe sintetiche

Il trattamento del fegato con farmaci di origine sintetica è considerato il più efficace nella cirrosi biliare, nei calcoli di colesterolo, nella gastrite da reflusso, nei danni agli organi con le tossine. Gli epatoprotettori a base di acido uvsodesossicolico aiutano il primo stadio della colangite sclerosante, l'epatite virale con vari fattori aggravanti (età dei bambini, gravidanza, malattie oncologiche). La medicina sintetica aiuta a ridurre il colesterolo, migliora la secrezione pancreatica e gastrica, attiva l'escrezione della bile.

Elenco di natura sintetica degli epatoprotettori:

Fosfolipidi essenziali

Le cellule epatiche hanno uno strato fosfolipidico. L'azione dei fosfolipidi essenziali ha lo scopo di ripristinare il guscio degli epatociti attraverso l'incorporamento diretto in esso. Il valore di questi componenti per la salute del fegato non può essere sopravvalutato. I fosfolipidi essenziali sono ampiamente usati dalla moderna medicina russa, ma sono usati raramente al di fuori del paese. Possono assegnare un bambino di qualsiasi età, donne durante la gravidanza o durante l'allattamento. Gli effetti collaterali sono estremamente rari. Tra gli epatoprotettori di questo gruppo ci sono:

Aminoacidi

Gli aminoacidi sono necessari non solo per i pazienti, ma anche per le persone sane - questo è l'opinione di molti medici. Una dieta sana può saturare il corpo con la quantità necessaria di queste sostanze, ma con una carenza di aminoacidi, la loro assunzione è obbligatoria. Gli epatoprotettori amminoacidici sono raccomandati per le persone con gravi danni al fegato, ma hanno un effetto meno pronunciato rispetto ad altri tipi di farmaci per il mantenimento dell'organo ematopoietico. A causa della ademetionina (il principale ingrediente attivo), che implica la possibilità di effetti negativi, gli amminoacidi sono raramente prescritti.

Questo gruppo di epatoprotettori per il fegato include:

vitamine

In precedenza, il trattamento delle malattie del fegato consisteva nell'assunzione di vitamine, altri tipi di epatoprotettori non esistevano. Nelle farmacie moderne ci sono molti prodotti vitaminici con composizione diversa, ma non tutti sono efficaci per ripristinare la funzionalità epatica. L'accettazione di tali farmaci non danneggia nemmeno un corpo sano, ma non vale la pena aspettare un effetto significativo nel trattamento di un organo. Di regola, il medico prescrive un epatoprotettore vitaminico in combinazione con altri farmaci.

I preparati vitaminici per il trattamento delle malattie del fegato sono:

Sostanze simili alla vitamina

Gli integratori alimentari sono usati raramente come epatoprotettori per la pulizia e la normalizzazione del funzionamento del fegato, delle vie biliari, del sacco della galldec, poiché non garantiscono l'insorgenza dell'effetto terapeutico atteso. Nonostante la discutibile efficacia degli integratori alimentari, alcuni produttori hanno raccomandato i loro farmaci come efficaci epatoprotettori e farmaci. Tra il peso totale degli integratori alimentari vale la pena evidenziare:

Elenco dei migliori epatoprotettori della nuova generazione

Il guscio del fegato non ha terminazioni nervose, quindi una persona non può sentire dolore fino a quando non cresce in modo da esercitare pressione sugli organi vicini. Pertanto, spesso le malattie del fegato vengono rilevate per caso, ad esempio durante la donazione di sangue o l'esame ecografico. I processi patologici sono caratterizzati da morte cellulare rapida e irreversibile. Gli epatoprotettori della nuova generazione sono necessari per la rapida rigenerazione degli epatociti, l'eliminazione dei veleni e la prevenzione dello sviluppo di tumori.

I migliori epatoprotettori durante la chemioterapia:

La migliore medicina per il fegato nell'epatite è:

Epatoprotettori per bambini

Il fegato può funzionare normalmente solo se le membrane delle sue cellule non sono danneggiate. Nei casi in cui le membrane sono intasate, il corpo non affronta le sue responsabilità, che è la causa dello sviluppo di varie malattie. Gli adulti hanno maggiori probabilità di incontrare tali problemi, ma i bambini non evitano anche le malattie del fegato. Come trattare il fegato di un bambino? La terapia di bambini con epatoprotettori deve essere prescritta da un medico e eseguita sotto la sua supervisione.

Valutazione dei migliori prodotti per bambini:

  • Per i neonati: "Galsthen", "Hepel".
  • Bambini da 3 anni: "Essentiale", "Duphalac".
  • Bambini sopra i 4 anni: "Antral", "Metionina", "Gepabene" e altri preparati a base di cardo mariano.
  • Dai 5 ai 12 anni: "Ursosan", "Legalon", "Kars".
  • Adolescenti di età superiore a 12 anni: "Holenzim".

Dove comprare e quanto sono

I moderni epatoprotettori per il fegato sono rappresentati da un vasto assortimento, che spesso confonde le persone che vengono in farmacia. Pur avendo studiato attentamente le caratteristiche dei farmaci, è difficile determinare quale sia il migliore. Prendere una medicina economica ed efficace può solo il medico, che prescriverà il dosaggio necessario e la durata del trattamento.

Dove vengono venduti e quanto sono gli epatoprotettori a Mosca:

I migliori farmaci per il fegato: epatoprotettori con efficacia comprovata

Recentemente, il numero di persone che soffrono di malattie del fegato è aumentato in modo significativo. Fortunatamente, la moderna farmacologia offre molti modi per, se non completamente curare, almeno alleviare queste malattie. Uno dei gruppi di farmaci che svolgono una funzione simile sono gli epatoprotettori.

Che funzioni fa il fegato

Il fegato è uno degli organi più importanti del corpo umano. In realtà, è un'enorme ghiandola che prende parte a molti processi del corpo - il metabolismo di varie sostanze, comprese quelle provenienti dall'esterno, nella produzione di bile, che è coinvolto nel processo digestivo.

Le principali funzioni del fegato:

  • disintossicazione,
  • Lavorazione di vitamine e oligoelementi,
  • La digestione.

disintossicazione

Prima di tutto, il fegato è progettato per abbattere e rimuovere le tossine dal corpo. Le tossine possono venire direttamente dall'ambiente, dove possono essere la loro fonte di sostanze chimiche o farmaci, oppure possono formarsi durante la digestione. Tali composti includono fenolo, acetone, composti chetonici.

Lavorazione di vitamine e oligoelementi

Il fegato riceve varie vitamine, sia liposolubili che solubili in acqua (D, E, K, B, PP, A), così come oligoelementi - rame, ferro, acido folico. Nel fegato, sono metabolizzati e diventano disponibili per il corpo.

digestione

Un fluido speciale viene prodotto nel fegato - la bile. Entra nella cistifellea, quindi nel duodeno attraverso i dotti biliari e partecipa al processo digestivo, dividendo grassi e proteine ​​complessi.

Altre caratteristiche

Inoltre, il fegato è responsabile di funzioni come:

  • regolazione della quantità di ormoni
  • accumulo di glucosio
  • produzione di colesterolo e lipidi
  • regolazione della coagulazione del sangue e del suo volume,
  • regolazione del metabolismo
  • sintesi di anticorpi e immunoglobuline,
  • emopoiesi (durante lo sviluppo fetale e la prima infanzia).

Cause della malattia epatica

Il carico sul fegato è molto alto. E per questo motivo, il fegato ha bisogno di protezione. Soprattutto il fegato soffre se il corpo è avvelenato da alcune sostanze chimiche o alcool. In questo caso, le cellule epatiche non possono far fronte alle loro funzioni e appaiono malattie del fegato, come la cirrosi. L'epatite infettiva che colpisce il fegato può anche essere aggiunta a questi problemi.

Quali fattori possono influire negativamente sul lavoro del fegato:

  • l'alcolismo,
  • uso di sostanze stupefacenti
  • il diabete,
  • dieta malsana
  • cattive condizioni ambientali
  • trattamento farmacologico,
  • obesità
  • fattori genetici
  • mancanza di attività fisica.

Una classe di farmaci chiamati epatoprotettori è destinata a proteggere il fegato da tali complicanze. Naturalmente, non sostituiranno i farmaci che combattono le cause delle malattie del fegato, ad esempio i farmaci antivirali, ma possono migliorare il funzionamento delle cellule epatiche.

Prevenzione delle malattie del fegato

La prevenzione delle malattie del fegato è la garanzia più affidabile che non si debbano spendere enormi quantità di epatoprotettori.

La prevenzione include le seguenti misure:

  • rifiuto di bere alcolici;
  • corretta alimentazione, rifiuto di cibi piccanti e grassi;
  • igiene per prevenire l'epatite virale;
  • vaccinazione contro l'epatite;
  • rifiuto di uso incontrollato di droghe;
  • alta attività fisica;
  • controllo del peso in eccesso, zucchero, colesterolo nel sangue;
  • trattamento tempestivo delle malattie che possono influenzare il lavoro del fegato - cardiovascolare, infettiva.

Indicazioni per l'uso di farmaci per il trattamento delle malattie del fegato

Gli epatoprotettori sono usati in caso di seguenti malattie:

  • danno epatico alcolico,
  • danno al fegato della natura della droga,
  • epatite virale,
  • cirrosi ed epatosi di varie eziologie,
  • malattia del fegato grasso nel diabete e nell'obesità,
  • danno epatico alcolico.

Epatite alcolica

Se l'uso eccessivo di alcool porta a gravi disfunzioni epatiche, trasformandosi in cirrosi, molti medici prescrivono epatoprotettori ai pazienti. Tuttavia, questo tipo di farmaci non è un elisir miracoloso e non può da solo curare un fegato malato. Prima di tutto, il paziente ha bisogno di liberarsi dalla dipendenza. Altrimenti, l'uso di qualsiasi farmaco non ha senso.

Epatopatia grassa del fegato

Questa malattia è diagnosticata in molte persone con diabete e obesità. Inoltre, la malattia può verificarsi a causa della malnutrizione, mangiando grandi quantità di cibi piccanti e grassi. La malattia è espressa dal fatto che uno strato grasso comincia a formarsi nel fegato, a seguito del quale l'efficienza del fegato diminuisce. Come nel caso della cirrosi alcolica, in questo caso non ci saranno abbastanza farmaci da soli. Il paziente deve seguire contemporaneamente una dieta e iniziare a perdere peso, aumentare l'attività fisica, assumere farmaci per ridurre il colesterolo o lo zucchero nel sangue.

Epatite da farmaci o tossici

L'assunzione di determinati farmaci o l'ingestione di sostanze tossiche può portare a gravi disfunzioni del fegato. In questo caso, il medico può anche prescrivere l'uso di farmaci progettati per aiutare il recupero della funzionalità tissutale e del fegato.

Epatite virale

Esistono diversi tipi di epatite, che differiscono l'una dall'altra nei loro agenti patogeni. Queste malattie si distinguono l'una dall'altra dalle lettere A, B, C, D, E. La malattia può essere trasmessa attraverso le persone infette così come si verifica a seguito di un'immunità indebolita e la non conformità con le norme di igiene personale. La maggior parte dell'epatite è una malattia grave il cui trattamento è difficile e costoso. Ovviamente, gli epatoprotettori non sostituiranno i farmaci antivirali standard e le diete. Tuttavia, in molti casi saranno in grado di ridurre l'effetto causato dal danno del tessuto virale.

Cosa significa scegliere?

L'elenco dei farmaci per il trattamento delle malattie del fegato è molto ampio e spesso il paziente non sa quale rimedio è adatto al suo caso.

Non esiste una risposta inequivocabile alla domanda su quale medicina sia la più efficace. Per scegliere il rimedio necessario per il trattamento delle malattie del fegato, è necessario consultare un medico in modo che possa prendere una buona medicina e dire che ha bisogno di bere. Inoltre, il medico aiuterà a fare una scelta tra due farmaci che sono vicini nelle loro proprietà e suggerirà, per esempio, quale sia meglio - Hepatrine o Ovesol, Liv 52 o Kars, Hofitol o Karsil. Il fatto è che molti farmaci per il fegato sono controindicati. Inoltre, al fine di determinare la malattia del fegato, è necessario sottoporsi ad alcune procedure diagnostiche - ultrasuoni, test. Gli epatoprotettori non devono essere assunti in questo modo, per motivi di prevenzione: non è richiesta la protezione di un fegato sano. Ogni preparazione per il fegato ha lo scopo di risolvere un particolare problema.

Acquistare compresse per ripristinare il fegato dovrebbe basarsi su prove, efficacia e disponibilità. Molti pazienti esitano, non sapendo cosa comprare e si chiedono, ad esempio, Gepamerts o Essentiale - che è meglio per il prezzo? Sebbene una tale domanda possa difficilmente essere considerata appropriata, in quanto è necessario scegliere i farmaci, concentrandosi non tanto sul prezzo, ma sulle loro proprietà. Inoltre, vale la pena ricordare che non esistono farmaci economici ed efficaci, i farmaci a basso costo sono spesso inefficaci e sono anche semplici soother.

I preparati per il trattamento delle malattie del fegato possono essere preparati sia con componenti vegetali che sintetici. Ci sono farmaci per il fegato, che sono disponibili solo in forma di compresse, ci sono farmaci iniettabili e ci sono farmaci che hanno entrambe le forme di dosaggio.

Esistono diversi tipi di rimedi per il trattamento delle malattie del fegato:

  • farmaci per il fegato a base di ingredienti animali;
  • farmaci per il fegato, a base di ingredienti vegetali;
  • amminoacidi;
  • farmaci a base di acido ursodesossicolico;
  • amminoacidi;
  • Integratori alimentari;
  • vitamine;
  • fosfolipidi essenziali;
  • inibitori della perossidazione lipidica.

Fegato basato su componenti animali

Nei preparati a base di componenti animali, vengono utilizzati ingredienti derivati ​​dal fegato di animali da allevamento - maiali, bovini.

Secondo i produttori di questo tipo di farmaci, hanno un effetto disintossicante e antiossidante, stimolano la rigenerazione del parenchima.

Questi rimedi per il fegato hanno molte controindicazioni ed effetti collaterali. Ad esempio, possono causare gravi reazioni allergiche e possono anche causare infezioni con malattie infettive intrattabili. Pertanto, prima di entrare nel farmaco, si raccomanda di verificare la tolleranza individuale del farmaco da parte del paziente. Esempi di tali farmaci sono Hepatosan, Prohepar, Sirepar.

I farmaci per il fegato di questo gruppo sono disponibili su prescrizione medica. Utilizzato nel trattamento di:

  • epatite grassa,
  • epatite medicinale e tossica,
  • cirrosi.

Lo svantaggio di questo gruppo di farmaci è che possono essere utilizzati solo per epatite cronica e non per la loro forma attiva.

Hepatosan

Medicina per il fegato basata su componenti animali. Contiene cellule epatiche porcine secche.

Rilascio di forme: capsule di gelatina contenenti 200 mg del farmaco.

Indicazioni: cirrosi, epatite, epatite, insufficienza epatica, alcolismo, assunzione di farmaci tossici, disturbi digestivi.

Effetti collaterali: intolleranza individuale ai componenti del farmaco

Applicazione: le capsule vengono assunte per via orale per 15-20 minuti prima dei pasti. La dose standard è di due capsule tre volte al giorno. Il corso del trattamento è di 10 giorni.

Preparazioni a base di erbe

Nella medicina popolare sono note da tempo diverse piante che aiutavano le persone con il fegato malato. Alcuni estratti di queste piante sono ora utilizzati in preparati progettati per supportare il fegato. Rispetto ad altri tipi di farmaci, i preparati a base di ingredienti vegetali hanno un numero minimo di controindicazioni. I preparati a base di erbe hanno un effetto coleretico, migliorano la digestione, normalizzano la sintesi proteica.

Tra gli ingredienti a base di erbe, dovrebbero essere annotati i seguenti estratti.

  • frutti di cardo,
  • semi di zucca,
  • carciofo.

I preparati per il mantenimento del fegato basato su di essi sono stati a lungo usati nella medicina tradizionale e hanno funzionato bene.

Anche in preparati a base di erbe, omeopatici e integratori alimentari si possono trovare i componenti delle seguenti piante:

  • Droga Chimianis,
  • achillea,
  • cassia,
  • Dente di leone officinalis,
  • claviforme lunare,
  • albero della cinchona
  • celandine.

Cardo mariano

I farmaci più diffusi si basano sui frutti del latte di cardo. Queste piante contengono un complesso unico di vitamine e minerali. Ci sono più di 200 diverse sostanze biologicamente attive in una pianta, tra le quali vale la pena notare:

  • di rame,
  • zinco,
  • selenio,
  • vitamine,
  • acidi grassi polinsaturi.

Ma la componente più efficace trovata nei preparati con cardo mariano è la silimarina, che è un complesso di sostanze flavonoidi - silibina, silicristina e silidianina. Si ritiene che siano responsabili delle proprietà benefiche del cardo mariano. La silimarina è anche usata come antidoto per l'avvelenamento con il toadstool chiaro. Ha le seguenti proprietà:

  • antiossidante,
  • anti-infiammatori,
  • rigenerativa,
  • antitossica.

Stimola anche la formazione di nuove cellule epatiche, migliora la sintesi di fosfolipidi e proteine, previene la comparsa di tessuto connettivo nel fegato, la formazione di radicali liberi nelle cellule e ferma la distruzione delle membrane cellulari. Tuttavia, per la maggior parte dell'epatite acuta o tossica, i farmaci a base di silimarina sono inefficaci e richiedono una terapia aggiuntiva. Il corso del trattamento con silimarina è in genere di diversi mesi.

carciofo

Il carciofo ha anche guadagnato la reputazione di un medico del fegato nella medicina popolare. Contiene proteine, grassi, carboidrati, acidi organici, vitamina C, P, B1, B2, B3. Ha un effetto coleretico, migliora il metabolismo e riduce il livello di colesterolo cattivo. I principi attivi dei carciofi responsabili delle proprietà epatoprotettive sono cinarina e cinarina. Permettono di aumentare la produzione di acidi biliari e biliari, contribuendo al ripristino delle cellule del fegato. I farmaci estratti di carciofo sono usati nel trattamento dell'epatite, intossicazione da alcool, colecistite, cirrosi.

Tuttavia, non è consigliabile assumere farmaci a base di carciofo per la colestasi e l'epatite acuta, malattia calcoli biliari.

Semi di zucca

I farmaci a base di olio di semi di zucca sono anche ampiamente usati come agenti epatoprotettivi. E questo non è senza motivo, perché i semi di zucca contengono un numero di acidi grassi essenziali per la salute - oleico e linoleico, oltre a un certo numero di vitamine - B, C, beta-carotene e niacina, oli essenziali, tocoferolo. C'è motivo di credere che l'olio di semi di zucca abbia un effetto antiossidante ed è in grado di fermare la distruzione delle cellule epatocitarie.

I migliori farmaci per il fegato a base di ingredienti vegetali sono Gepabene, Karsil, Hofitol, Galstena, Hepel, Legalon, Liv 52, Tykveol, Peponen.

karsil

Preparazione di cardo con effetto antitossico. Migliora il metabolismo cellulare. Il principale ingrediente attivo è la silimarina.

Forma del prodotto: compresse contenenti 22,5 mg di silimarina.

Indicazioni per l'uso: disturbi epatici e alcolici del fegato, malattie infiammatorie del fegato, cirrosi.

Controindicazioni: intossicazione acuta, età fino a 5 anni.

Applicazione: le compresse sono intere, hanno bisogno di bere acqua. L'assunzione di pillole non dipende dall'assunzione di cibo. Il dosaggio standard per gli adulti (oltre 12 anni) è di 1-2 compresse tre volte al giorno. Il dosaggio per i bambini sotto i 12 anni è calcolato in base al peso corporeo (3 mg per 1 kg). La durata del trattamento dipende dalla gravità della condizione. Il corso standard di trattamento è di 3 mesi.

Fosfolipidi essenziali

Questa è un'altra classe comune di farmaci per il fegato. Di norma contengono estratto di soia. Contengono fosfatidilcolina e acidi grassi insaturi. Il principio della loro azione si basa sul fatto che contengono sostanze che aiutano le cellule del fegato a ripristinare le proprie pareti, più della metà, costituite da fosfolipidi. Inoltre, i fosfolipidi sono progettati per migliorare il metabolismo intracellulare, migliorare la capacità di detossificazione delle cellule, neutralizzare i veleni provenienti dall'intestino, ridurre i costi energetici del fegato, prevenire la comparsa di tessuto connettivo nel fegato, migliorare l'efficienza degli interferoni e avere proprietà antiossidanti. La sostanza più famosa appartenente alla classe dei fosfolipidi è la lecitina.

I fosfolipidi sono prescritti per le seguenti malattie del fegato:

  • degenerazione del tessuto adiposo;
  • cirrosi;
  • Alcol epatite, virale o tossico, anche cronico.

La droga più comune di questa classe è Essentiale Forte. Può essere prodotto sia in compresse che in una forma di dosaggio per iniezione e infusione. Tra gli altri farmaci di questa classe possiamo menzionare Phosphogliv, Anthrall.

I fosfolipidi essenziali hanno mostrato la massima efficacia se usati contemporaneamente agli interferoni durante il trattamento dell'epatite virale C.

Lo svantaggio di questi farmaci per ripristinare il fegato è che, per percepire l'effetto, bisogna prenderli per un lungo periodo, non meno di sei mesi. In alcuni casi, i fosfolipidi possono provocare stasi biliare. Inoltre sono rapidamente metabolizzati mediante somministrazione orale e solo una piccola parte del farmaco entra nel fegato.

Essentiale Forte

Il farmaco per ripristinare il fegato malato. Il farmaco è basato su estratto di soia contenente fino al 76% di fosfolipidi. I fosfolipidi sono progettati per proteggere le cellule del fegato fornendo all'organismo le sostanze che costituiscono le membrane degli epatociti.

Rilascio di forme: capsule di gelatina, che contengono 300 mg di principi attivi.

Indicazioni: si consiglia di utilizzare il farmaco per la degenerazione grassa del fegato, l'epatite, compreso l'alcol, la cirrosi, la psoriasi (come ulteriore mezzo), la tossicosi della gravidanza, nonché per la prevenzione dei calcoli biliari.

Controindicazioni: età fino a 12 anni, sensibilità individuale ai componenti del farmaco.

Effetti collaterali: disturbi del tratto gastrointestinale, prurito, orticaria.

Applicazione: due capsule tre volte al giorno con i pasti. La durata del corso del trattamento deve essere determinata dal medico individualmente.

Aminoacidi

Nel fegato, gli aminoacidi svolgono molte funzioni. Innanzitutto sono coinvolti nella sintesi dei fosfolipidi, abbattono i grassi, hanno un effetto rigenerante e disintossicante.

L'amminoacido più comunemente utilizzato negli epatoprotettori è l'ademetionina. Vengono anche usati altri aminoacidi, come l'ornitina.

Tuttavia, molti agenti per il trattamento del fegato con aminoacidi hanno mostrato efficacia solo quando somministrati per via endovenosa. Se assunti per via orale, gli aminoacidi sono metabolizzati in modo abbastanza forte e solo una parte relativamente piccola di essi raggiunge il fegato.

Tra questo tipo di farmaci si può notare Heptral. È un epatoprotettore popolare, usato anche come antidepressivo. Può essere usato come mezzo per normalizzare il metabolismo nel fegato. Heptral è basato su ademetionina.

Il farmaco Gepa-mertz è basato sull'aspartato di ornitina. Aiuta a ridurre i livelli di ammoniaca e può essere utilizzato per proteggere il sistema nervoso dagli effetti negativi dei prodotti che si formano nel fegato.

Portata di aminoacidi:

  • epatite grassa,
  • epatite cronica,
  • epatite tossica.

Anche spesso usato un altro farmaco a base di aminoacidi - Heptor.

I farmaci in questo gruppo possono essere assunti in compresse e somministrati per infusione (con l'aiuto di contagocce).

Geptral

Antidepressivo con proprietà epatoprotettive, antiossidanti, disintossicanti, neuroprotettive, coleretiche e colecocinetiche. Basato su ademetionina.

Forma del prodotto: compresse con 400 mg del principio attivo o 5 ml fiale con 400 mg della sostanza attiva.

Indicazioni: epatite grassa, angiocolite, epatite cronica, cirrosi, varie intossicazioni epatiche, encefalopatia, incl. causato da insufficienza epatica, depressione.

Controindicazioni: età dei bambini. Essere prudenti nominati durante la gravidanza e l'allattamento.

Effetti collaterali: angioedema, insonnia, mal di testa, diarrea.

Applicazione: le compresse vanno prese meglio tra i primi due pasti. L'assunzione giornaliera raccomandata è di 2-4 compresse. La durata del corso è stabilita dal medico.

vitamine

Affinché il fegato funzioni normalmente, è necessario consumare vitamine di gruppi diversi. Prima di tutto, queste sono le vitamine del gruppo B (tiamina, piridossina, cianocobalamina, riboflavina) e anche la vitamina E (tocoferolo). Le vitamine facilitano i processi metabolici nel fegato e accelerano il recupero delle sue cellule.

Naturalmente, le vitamine non possono essere l'unico mezzo progettato per proteggere il fegato. Di regola, sono presi come parte della complessa terapia delle malattie del fegato.

Inibitori della perossidazione lipidica

Questo è un vasto gruppo di farmaci, che tuttavia contiene lo stesso principio attivo: l'acido tioctico. Esempi di farmaci in questo gruppo:

  • Oktolipen,
  • Thiogamma,
  • Valium.

Qual è il principio di azione di questi farmaci? Si basa sull'accelerazione del ritiro dell'acido lattico dagli epatociti. Questo acido si forma nelle cellule del fegato quando l'azoto si combina con l'ossigeno. L'acido lattico ha un certo effetto tossico sulle cellule e l'uscita accelerata dell'acido lo indebolisce.

I preparati a base di acido tiottico sono utilizzati per le seguenti malattie:

  • diversi tipi di epatite
  • epatite grassa,
  • cirrosi.

Anche le preparazioni a base di acido tiottico sono utilizzate nelle malattie del sistema nervoso e dei vasi sanguigni.

Indicazioni per l'uso di droghe in questo settore:

  • neuropatia diabetica,
  • effetti dell'ictus
  • neurite,
  • aterosclerosi delle piccole arterie.

Tuttavia, la base di prove per le proprietà epatoprotettive dei farmaci a base di acido tiottico non è sufficiente, sebbene questi farmaci si siano dimostrati efficaci nel trattamento degli effetti del diabete.

I preparati di acido tiocitico possono essere usati sia sotto forma di compresse che sotto forma di iniezioni. Un altro svantaggio di questi farmaci è il loro costo relativamente alto.

Acido osssodesossicolico

È usato per dissolvere i calcoli biliari e abbassare i livelli di colesterolo nella bile. L'acido ursodesossicolico ha la più grande base di evidenza tra tutti gli epatoprotettori. Lo scopo della sua applicazione, tuttavia, è piuttosto ristretto, vale a dire il trattamento della cirrosi biliare, cioè la cirrosi causata dalla stasi biliare nel fegato. Inoltre, il farmaco viene utilizzato per la discinesia ipomotoria delle vie biliari, la presenza di piccoli sassi sabbiosi nella cistifellea o l'infiammazione delle vie biliari.

L'acido stimola il ritiro della bile dal fegato e questo ha un effetto protettivo. Tuttavia, questa azione non si applica ad altri tipi di malattie del fegato che non sono associate alla stasi biliare, ad esempio l'alcol, l'epatite tossica e virale. Inoltre, l'acido ha un effetto ipoglicemico, riduce il colesterolo nella bile, migliora la secrezione del succo gastrico e degli enzimi pancreatici. Stimola la formazione di linfociti T. Lo svantaggio della sostanza è che è controindicato in alcuni tipi di calcoli biliari, infiammazione acuta dell'intestino, cistifellea, disfunzione del pancreas e dei reni. Pertanto, non è consigliabile assumere farmaci basati su di esso senza la raccomandazione di un medico.

L'uso principale di droghe - cirrosi biliare, dissoluzione di pietre di colesterolo, vario alcool, epatite virale e tossica, compreso affilato, hepatopathy durante gravidanza, cholangitis primario. Preparati di acido ursodesossicolico possono anche essere usati nel trattamento di malattie del fegato nei bambini. A questo scopo, vengono utilizzate sospensioni di farmaci.

Esempi di preparati contenenti acido ursodesossicolico:

  • Ursofalk,
  • Urdoksa,
  • Ursosan,
  • Livodeksa.

Ursofalk

Medicina per il trattamento del fegato sulla base di acido ursodesossicolico. Lo scopo principale - la dissoluzione di calcoli biliari.

Forma del prodotto: capsule e sospensione. Contenere 250 mg di acido ursodesossicolico. La sospensione è fornita in flaconcini da 5 ml. Le restanti sostanze della sospensione sono xilitolo, glicerolo, cellulosa microcristallina, acqua.

Indicazioni: gastrite da reflusso biliare, dissoluzione di colesterolo, cirrosi biliare, epatite cronica, discinesia biliare, danno epatico alcolico.

Controindicazioni: calcoli con elevato contenuto di calcio, grave insufficienza renale ed epatica, gravidanza e allattamento.

Effetti collaterali: disturbi rari, principalmente gastrointestinali.

Applicazione: è preferibile utilizzare la sospensione per bambini e adulti con peso fino a 50 kg. Nella cirrosi biliare, la dose viene calcolata alla velocità di 14 mg / kg di peso corporeo, con calcoli biliari, la dose è di 10 mg / kg di peso corporeo. Il farmaco viene preso una volta al giorno. In caso di lesioni alcoliche, la dose giornaliera è di 10-15 mg / kg, la dose giornaliera è di 2-3. Il corso del trattamento dura 6-12 mesi.

Droghe combinate

Questi preparati possono contenere componenti appartenenti a più gruppi contemporaneamente, ad esempio fosfolipidi e preparati a base di erbe, fosfolipidi e vitamine, preparati di origine animale e vitamine. Esempi di tali farmaci sono Phosphonciale, Essel Forte, Esliver Forte, Rezalut Pro, Sierapar, Hepatrine.

Fosfontsiale

Epatoprotettore combinato Contiene fosfolipidi essenziali insieme a estratto di cardo mariano contenente silimarina - un complesso di composti flavonoidi.

Forma del prodotto: capsule contenenti 188 mg di fosfatidilcolina e 70 mg di silimarina.

Indicazioni: epatite di varia genesi, tra cui alterazione alcolica e tossica, degenerazione grassa del fegato, cirrosi, malattia da radiazioni, intossicazione.

Controindicazioni: intolleranza individuale ai componenti.

Applicazione: la medicina è meglio presa con il cibo. La dose standard è di due compresse tre volte al giorno. Il corso del trattamento dipende dalla malattia. Con l'epatite virale, è di 12 mesi, con altri tipi di malattie del fegato - tre mesi. Con la profilassi - una capsula 2-3 volte al giorno per tre mesi.

Per quali malattie è meglio utilizzare gli epatoprotettori

La scelta del farmaco dovrebbe dipendere dalla malattia specifica e dal tipo di danno epatico. Va ricordato che i mezzi universali non esistono ancora, così come gli strumenti senza effetti collaterali, quindi non dovresti prendere il primo farmaco disponibile.

Epatite virale

Nell'epatite virale, i farmaci con fosfolipidi in combinazione con interferoni sono raccomandati. Certo, questo tipo di terapia non può essere considerato l'unico possibile. Il principale tipo di farmaci per l'epatite virale rimane agenti antivirali.

Epatite tossica

Il miglior tipo di terapia per l'epatite di questo tipo è la cessazione dell'ingresso di una sostanza tossica nell'organismo (per esempio, il rifiuto di assumere farmaci, droghe, alcol). Tuttavia, Heptral e Heptor sono raccomandati per l'epatite tossica. Inoltre, Heptral è anche un antidepressivo e può essere usato per trattare i sintomi di astinenza, spesso accompagnando l'alcolismo.

Obesità epatica

Questa malattia è solitamente causata da fattori non alcolici. E ancora, qui gli epatoprotettori non possono servire da panacea. Il modo migliore per fermare la malattia è l'organizzazione di una corretta alimentazione, dieta, aumento dell'attività fisica. In questo caso, i migliori preparati fitoterapici o preparati di acidi biliari.

cirrosi

La cirrosi è un grave danno al tessuto epatico che è irreversibile. Il motivo può essere sia lesioni tossiche e virali, fattori autoimmuni, stasi biliare. Nella cirrosi tossica, la scelta può essere interrotta sui preparati con amminoacidi e nella natura biliare della malattia, sull'acido ursodesossicolico.

Quali epatoprotettori possono essere utilizzati nel trattamento dei bambini?

L'elenco di tali farmaci è piccolo. Tuttavia, farmaci come Galstena e Hepel possono essere utilizzati per i bambini, a partire dall'infanzia. Essentiale può essere prescritto dall'età di tre anni. Tuttavia, il trattamento del fegato con farmaci nei bambini può essere effettuato solo dopo la prescrizione del medico.

È possibile combinare la ricezione di mezzi che proteggono il fegato e gli antibiotici?

Si ritiene che tali agenti possano bilanciare gli effetti sul fegato di alcuni farmaci antibatterici ad alta tossicità. Tuttavia, nessuna prova seria di questo effetto esiste. Inoltre, al contrario, alcuni farmaci possono influenzare il metabolismo degli antibiotici e quindi ridurne l'efficacia.

Principi di utilizzo dei protettori del fegato

Tutti i farmaci di questo tipo devono essere prescritti da un medico. Solo lui può decidere cosa bere in caso di malattie epatiche acute o croniche. Anche se attualmente sul mercato si possono trovare molti integratori alimentari, progettati per proteggere il fegato, tuttavia, il loro uso è discutibile, e vari effetti collaterali possono ridurlo a nulla. Inoltre, è necessario informare il medico di tutti i farmaci presi, in quanto alcuni di essi possono essere tossici per il fegato. Questo è particolarmente vero per le medicine a base di erbe.

La seconda caratteristica è che i farmaci che proteggono il fegato possono essere presi solo come adiuvanti. E il loro uso sarà completamente inutile se il paziente non cerca di recuperare e aderisce alle sue abitudini che aggravano il decorso della malattia, ad esempio, consuma alcol in dosi eccessive. Nelle lesioni virali del fegato, il trattamento con agenti protettivi medicinali è inefficace rispetto alla terapia con farmaci antivirali. Con la cirrosi causata da obesità e diabete, il trattamento epatico sarà inutile senza aumentare l'attività fisica e riducendo l'eccesso di peso, riducendo il colesterolo, i farmaci antidiabetici, la dieta. Inoltre, dovrebbe essere ricordato sul trattamento di altri organi - il pancreas e la cistifellea.

Il prossimo problema che affronta la maggior parte degli strumenti progettati per proteggere il fegato è una debole base di prove della loro efficacia. Ciò si esprime nel fatto che pochissimi farmaci sono stati sottoposti a seri studi clinici. Allo stesso tempo, tali farmaci possono essere trovati sul mercato, per i quali non vi è alcuna prova seria di efficacia, a parte la pratica clinica dei singoli medici, la cui opinione può essere soggettiva. Ci sono diverse ragioni per questa situazione. Ovviamente, non bisogna sottovalutare la disonestà dei singoli produttori, che non si preoccupano della pubblicità e dell'elogio per i loro prodotti.

Tuttavia, le origini delle cose sono più profonde. Il fatto è che la visione domestica sul trattamento delle malattie del fegato è un po 'diversa nell'opinione, che esiste nella medicina occidentale. Nel nostro paese, tra molti medici e il numero schiacciante di pazienti, c'è la percezione che il fegato abbia bisogno di una protezione rafforzata da vari fattori avversi - prodotti di inquinamento industriale, prodotti chimici, alcol e medicinali. Tali nozioni generano una domanda che è soddisfatta dai produttori farmaceutici.

Nel frattempo, la protezione del fegato non può sostituire la terapia antivirale dell'epatite, né il trattamento delle malattie associate al sistema biliare, né la prevenzione delle malattie del fegato. Spesso è più facile per molte persone assumere droghe che cambiare il loro stile di vita ed evitare effetti indesiderati sul fegato - non prendere medicine discutibili, bere alcolici, mangiare bene ed evitare che sostanze chimiche potenzialmente pericolose entrino nel corpo. In questo caso, il consumatore è disposto a pagare per buoni tablet di questo tipo è un bel po 'di soldi. Ciò è facilitato dal fatto che nel nostro paese ci sono molte persone con malattie del fegato. Allo stesso tempo, nei paesi occidentali, la maggior parte dei mezzi per proteggere il fegato si riferisce agli integratori alimentari ed è accettata solo in un numero limitato di casi.

Questo significa che gli agenti per il fegato che non hanno una solida base di prove sono dei manichini? Questo non è escluso, anche se categoricamente non sarebbe giusto dirlo.

Molti farmaci, come i rimedi a base di erbe, nonostante la mancanza di prove scientifiche, sono stati usati a lungo come mezzo per proteggere il fegato e avere recensioni positive. Pertanto, sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore.

Quali rimedi per il fegato hanno un effetto positivo saldamente stabilito?

L'elenco dei farmaci con comprovata efficacia non è così grande. Prima di tutto, è l'acido ursodesossicolico e gli amminoacidi. Tuttavia, l'effetto degli amminoacidi nella maggior parte dei casi si manifesta solo con iniezioni e l'acido ursodesossicolico viene utilizzato nelle malattie del fegato per trattare solo determinate manifestazioni e non può essere considerato una preparazione di tipo universale.

epatoprotettori trattamento del fegato

Informazioni generali

Epatoprotettori - medicinali che il medico prescrive per i pazienti con funzionalità epatica compromessa e varie malattie del fegato. Gli epatoprotettori sono anche prescritti per l'epatite C, per altre epatiti tossiche, virali e alcoliche, per lesioni dovute all'assunzione di alcuni farmaci, in particolare antidolorifici, antitumorali, antibiotici, ecc.

Attualmente, l'elenco proposto di epatoprotettori per il fegato è molto ampio, quindi è spesso difficile per il paziente scegliere i migliori farmaci per il trattamento del fegato. Spesso i fattori decisivi sono il prezzo della medicina, il fatto che sia di origine vegetale, ecc. L'obiettivo principale dei pazienti è quello di trovare epatoprotettori di provata efficacia. Ma in questo caso la regola più importante è la seguente: solo un medico dovrebbe prescrivere un trattamento farmacologico per il fegato.

Quali sono gli epatoprotettori?

Attualmente, vi è la seguente classificazione di pillole, con l'ammissione di cui si suppone che il fegato sia stato restaurato:

  • fosfolipidi;
  • derivati ​​di amminoacidi;
  • medicina animale;
  • acidi biliari;
  • medicinali a base di erbe;
  • farmaci omeopatici;
  • Supplementi.

Ma non importa quanti pazienti chiedono, che è il farmaco più efficace per migliorare le prestazioni, per il mantenimento e il trattamento del fegato, non esiste una medicina ideale in grado di riparare il tessuto epatico in modo molto rapido ed efficiente.

Di norma, l'uso di tali farmaci avviene per tutto il periodo, mentre si nota l'effetto negativo di un determinato fattore sul fegato umano e si manifesta un danno pronunciato a tale effetto.

Tipi di farmaci epatoprotettivi

Allo stesso tempo, i pazienti che necessitano di protezione del fegato durante l'assunzione di antibiotici, o coloro che sono interessati a come sostenere il fegato mentre bevono alcolici, dovrebbero capire che una singola dose di questo farmaco dopo una persona consumata alcol, droghe tossiche, troppo, non dà. Pertanto, è meglio non trattare il fegato da solo, perché l'agente epatoprotettivo è solo un farmaco ausiliario durante la terapia complessa, e solo uno specialista dovrebbe determinare quale farmaco è migliore e cosa trattare.

Quando dovresti prendere gli epatoprotettori e che cos'è?

La moderna farmacologia offre una lista molto ampia di farmaci per il fegato, che sono epatoprotettori.

Ci sono anche epatoprotettori della nuova generazione, la cui lista è anche molto ampia. Dovrebbe essere preso in considerazione che tale medicina è prescritta molto spesso nel nostro paese, il trattamento del fegato con farmaci è piuttosto costoso, ma il risultato dopo il corso del trattamento non è sempre lì.

Controversie su ciò che è buono per il fegato e se c'è un senso in tali medicine, tra i medici va avanti da molto tempo. Ma al momento, questi farmaci sono prescritti dai medici per tali malattie e condizioni:

  • Epatite virale - prescritta, se la terapia antivirale non è efficace, o ci sono ragioni che non consentono il trattamento antivirale. A volte prescritto per prevenire la cirrosi della terapia complessa. Nominato indipendentemente dal fatto che il fegato sia malato di epatite C.
  • Alcol epatite, in cui vi è una minaccia di cirrosi epatica - il ripristino del fegato è possibile solo se la persona si libera dall'alcool e non beve alcolici. Se prendi epatoprotettori in parallelo con l'alcol, l'effetto non lo sarà. Nell'alcolismo, il danno epatico tossico non può curare i migliori farmaci.
  • Malattia di fegato grasso (non associata ad alcolismo) - si sviluppa con obesità, diabete di tipo 2. Con questa malattia, le cellule adipose si formano nel fegato, a seguito delle quali viene gradualmente distrutta. In questo caso, è necessario assumere gli epatoprotettori solo con un'attenta terapia di associazione: è necessario seguire una dieta, ridurre gradualmente il peso, praticare sport, assumere farmaci per il diabete, abbassare i livelli di colesterolo.
  • L'epatite B, cirrosi biliare primaria - nel complesso trattamento di tali farmaci vengono utilizzati. Altrettanto importante è una dieta per l'epatite tossica.

Pertanto, è necessario comprendere che tali rimedi non hanno un effetto rigenerante, se non si limita il consumo di alcol, non seguire una dieta. È anche molto importante assicurare un trattamento adeguato di tutte le malattie associate, poiché le affezioni epatiche, di regola, disturbano le funzioni della cistifellea e del pancreas.

In quali paesi trattano gli epatoprotettori?

Dovrebbe essere preso in considerazione quando si assume un agente epatoprotettivo che questa classe di farmaci sia disponibile solo in Russia, così come in altri paesi della CSI. L'elenco di questa classe di farmaci manca in Europa e in America.

Non sono inclusi nella lista dei farmaci usati per le malattie del fegato, dal momento che non è provato che questi farmaci siano efficaci.

Raramente in alcuni paesi, questi farmaci sono usati come integratori alimentari. È interessante notare che l'azienda francese - Sanofi, che è uno dei produttori dei fondi Essentiale, manda la maggior parte di questo farmaco nei paesi della CSI, dal momento che non vi è alcuna richiesta in altre parti del mondo.

In generale, è importante capire che la moderna industria farmaceutica è un tipo di attività molto redditizia, quindi c'è sia la concorrenza che la ricerca personalizzata sull'efficacia dei farmaci. Pertanto, è molto difficile capire quando un medicinale è veramente efficace e in quale misura. Nella descrizione di ciascuno dei gruppi di farmaci ha indicato un'opinione positiva e negativa su di loro da diverse fonti.

Per scegliere la migliore medicina per il trattamento del fegato, è necessario prendere in considerazione l'opinione del medico. Che deve finalmente determinare il nome delle compresse per il trattamento. Allo stesso tempo, il prezzo dei farmaci per il fegato non sempre gioca un ruolo decisivo.

Fosfolipidi essenziali

Prima di prendere qualsiasi fosfolipide essenziale, che cosa è, il medico dovrebbe spiegare al paziente. È importante notare che il prezzo dei fosfolipidi essenziali è piuttosto alto.

Gli extra

Se si ritiene che le istruzioni e gli spot che indicano come sostenere il fegato nell'epatite C, i fosfolipidi vengano utilizzati nel trattamento dell'epatite tossica e alcolica, nonché nella sindrome da radiazioni. Ma in realtà ci sono diversi punti di vista su come agiscono tali ipoprotettori.

Quindi, nelle istruzioni per tali farmaci, si nota che i fosfolipidi essenziali, derivati ​​dalla soia, sono componenti della parete cellulare degli epatociti.

Il meccanismo d'azione è il seguente: i fosfolipidi entrano nello strato lipidico delle pareti cellulari che sono stati danneggiati e migliorano la loro funzione.

Alcuni pazienti credono che i fosfolipidi essenziali rigenerino le cellule del fegato, ma in realtà possono solo migliorare le condizioni delle pareti cellulari.

Se una persona assume fosfolipidi, il consumo di energia del fegato diminuisce, l'attività dell'enzima aumenta, migliorano le proprietà della bile. Per ottenere il risultato, le pillole devono bere per un tempo molto lungo - almeno sei mesi. L'effetto maggiore si osserva se le iniezioni di Essentiale Forte vengono somministrate per via endovenosa.

L'assunzione di fosfolipidi aumenta la probabilità di una risposta all'interferone α (se la terapia viene eseguita per l'epatite C).

cons

Tuttavia, ci sono opinioni negative su questi medicinali. In particolare, nel 2003, negli Stati Uniti è stato condotto uno studio che non ha determinato l'effetto positivo di tali farmaci sulla funzionalità epatica. Inoltre, gli scienziati hanno scoperto che nel trattamento dell'epatite, acuta e cronica, si attiva l'infiammazione, poiché i farmaci di questo gruppo non hanno proprietà colagoghe e la bile ristagna.

Se siamo guidati da questi studi, allora la scelta di farmaci di questo tipo per il trattamento dell'epatite virale è la decisione sbagliata.

Ci sono anche prove che diverse vitamine del gruppo B, che sono presenti, ad esempio, in Essliver Forte, non sono raccomandate per essere prese allo stesso tempo.

Alcune fonti sostengono che le pillole tipo Essentiale praticamente non entrano nel fegato, essendo distribuite in tutto il corpo. Si consiglia di prendere separatamente le vitamine del gruppo B in compresse, i nomi dei farmaci possono essere ottenuti dal medico.

Pertanto, il trattamento della malattia del fegato tali farmaci possono essere inefficaci. Allo stesso tempo, il prezzo dei farmaci epoprotettivi è piuttosto alto: se prendi capsule entro un mese, il costo del trattamento sarà di circa 3.000 rubli.

Quindi, prendendo mezzi moderni di questo tipo, il paziente riceve un'efficacia discutibile. E le persone con epatite (la forma attiva della malattia) devono prenderle molto attentamente.

Articolo Precedente

Epatomegalia nei bambini

Articolo Successivo

Epatite cronica (altro)