Cos'è l'epatomegalia e come trattarla?

Diete

L'epatomegalia è una sindrome patologica in cui vi è un aumento delle dimensioni del fegato. Un aumento nell'organo può verificarsi a causa di un numero di malattie, oltre a danni tossici per il fegato. Possibili cause della malattia: epatite virale e tossica, epatite adiposa, abuso di alcool, disordini metabolici, tumori benigni e maligni. Un ingrossamento del fegato e una violazione del suo funzionamento si manifestano con una serie di segni caratteristici: dolore nell'ipocondrio destro, ingiallimento della pelle, membrane mucose e sclera degli occhi, dispepsia, prurito, eruzioni cutanee e vene varicose sulla pelle. Il fegato ingrossato è una sindrome grave che è un segno di gravi danni agli organi. È necessario iniziare immediatamente il trattamento. È importante stabilire la causa dell'epatomegalia ed eliminare l'effetto di tutti i fattori negativi. Nel trattamento di importanza fondamentale è la dieta. La terapia è effettuata da rimedi popolari. Questo trattamento ha un lieve effetto positivo sul fegato, favorisce la rigenerazione dei tessuti e il ripristino della normale funzione degli organi.

Cause di danni al fegato

Il fegato è situato anatomicamente nella cavità addominale nell'ipocondrio destro. Questo corpo svolge una serie di funzioni e svolge un ruolo molto importante nel metabolismo. La funzione principale del fegato è la trasformazione di prodotti tossici in non tossici, seguita dalla loro rimozione dal corpo con le feci. Rappresenta il carico principale quando sostanze tossiche entrano nel corpo umano.
Sullo sfondo di alcune malattie e processi patologici può aumentare il fegato. Un tale aumento non è una malattia indipendente, ma un sintomo, un segno che qualcosa non va nel corpo. Questa condizione richiede un esame completo e la determinazione delle cause della malattia.

L'epatomegalia può svilupparsi sullo sfondo di disordini metabolici, danni al fegato tossici, infezioni batteriche e virali, degenerazione del tessuto fibroso o grasso, patologie del sistema cardiovascolare.

In ogni caso, il danno e la morte delle cellule epatiche si verificano, si sviluppa edema di questo organo. Esiste una sostituzione del normale parenchima epatico con tessuto fibroso o adiposo. In questo caso, la formazione di nuovo tessuto avviene più velocemente della morte di vecchie cellule, quindi il fegato aumenta di dimensioni, cambia forma. In questo stato, il corpo non è in grado di svolgere correttamente la sua funzione, si verifica l'insufficienza epatica.

L'epatomegalia moderata è una variante della norma per bambini di età compresa tra 5 e 7 anni. Questa condizione non è causata da alcun processo patologico. La terapia speciale in questo caso non è richiesta. Tuttavia, se oltre ad aumentare le dimensioni del fegato nei bambini, ci sono altri sintomi di un'interruzione del funzionamento di questo organo, è necessario condurre una diagnosi completa e identificare le cause di epatomegalia.

Anche un aumento del fegato si verifica nelle donne in gravidanza. Questa condizione è causata dallo spostamento fisiologico degli organi dovuto alla crescita del feto. Inoltre, questa sindrome può essere dovuta a tossicosi e vomito abbondante. In questo caso, tutti i sintomi di danno epatico scompaiono dopo la fine del periodo di tossicosi o dopo la nascita di un bambino.

I principali motivi che portano all'epatomegalia:

  • Epatite virale;
  • Alcune infezioni batteriche, per esempio, la mononucleosi;
  • Reazioni autoimmuni;
  • la malaria;
  • Danno epatico tossico: abuso di alcool, terapia farmacologica a lungo termine, avvelenamento grave;
  • Processo oncologico che colpisce il fegato, metastasi di altre malattie tumorali;
  • Neoplasie benigne nel fegato;
  • Blocco o ridotta pervietà dei dotti biliari;
  • Disturbi circolatori nei vasi del fegato;
  • Patologie cardiache;
  • Cancro del sangue;
  • L'amiloidosi è il processo di accumulo di una proteina patologicamente modificata nel parenchima di un organo;
  • Disturbi metabolici congeniti e acquisiti, in particolare, malattia di Wilson (deposizione di rame nel tessuto epatico) ed emocromatosi (deposito di ferro).

In alcuni casi, con un aumento delle dimensioni del fegato, il paziente sviluppa un'epatosi grassa - la sostituzione degli epatociti da parte delle cellule adipose. Ciò porta ad un accumulo prolungato di grasso negli epatociti. Questo processo è osservato nelle persone che abusano di alcol e cibi grassi. Molto spesso, questa patologia si verifica nelle persone con obesità e disturbi metabolici. Inoltre, l'epatosi grassa può svilupparsi sullo sfondo della terapia farmacologica a lungo termine e di altri effetti tossici sul fegato.

L'epatosi grassa passa attraverso diverse fasi:

  1. L'accumulo di grassi semplici. Foci separate di epatociti con un'alta concentrazione di grassi compaiono nel fegato. Allo stesso tempo, la normale struttura di un organo viene interrotta, ma le sue funzioni non sono depresse.
  2. Il numero di cellule con un'alta concentrazione di grassi aumenta e si forma anche tessuto cicatriziale. Sconvolge il normale funzionamento del fegato.
  3. La quantità di tessuto connettivo aumenta, inizia la fibrosi e quindi la cirrosi epatica.

I sintomi della malattia

Quando l'epatomegalia non aumenta solo le dimensioni del corpo. Inoltre, ci sono cambiamenti diffusi nel tessuto epatico. Il danno dell'epatocita e la necrosi del parenchima portano a disfunzione epatica. In una persona sana, il tessuto epatico è omogeneo senza foche. La superficie del corpo è liscia. Quando si verifica un cambiamento diffuso nel tessuto, gli epatociti vengono sostituiti da cellule del tessuto connettivo o adiposo. Allo stesso tempo, la struttura del tessuto viene disturbata, la forma dell'organo cambia, le sue dimensioni aumentano. Inoltre, vi è una violazione del funzionamento del fegato, che si manifesta con i segni caratteristici della malattia.

  1. Il fegato è ingrandito e facilmente palpabile durante l'esame.
  2. Sindrome del dolore: una persona avverte dolore durante il sondaggio.
  3. L'epatomegalia può essere accompagnata da un aumento di altri organi interni: milza, reni, cuore.

Questa sindrome porta allo sviluppo di insufficienza epatica e interruzione del normale funzionamento dell'intero organismo. Sintomi tipici di epatomegalia:

  1. Dolore nell'ipocondrio destro. Il dolore può essere acuto e doloroso, spesso aggravato durante lo spostamento o la modifica della posizione del corpo.
  2. La pelle, le mucose e gli sclero degli occhi diventano itterici.
  3. Prurito, eruzioni cutanee, vene a ragno.
  4. Formazione di ascite nel peritoneo.
  5. Disturbi alimentari: nausea, bruciore di stomaco, disturbi delle feci.

I sintomi della malattia possono variare a seconda della causa dell'epatomegalia. Con l'epatomegalia sullo sfondo dell'epatite virale o tossica, una persona soffre di dolore costante. Il fegato cresce in modo uniforme, diventando più compatto. Durante l'esame, il bordo inferiore dell'organo è palpabile. Il dolore aumenta con la palpazione. Inoltre, il paziente sviluppa ittero. Lo sviluppo dell'infezione causa l'intossicazione generale del corpo, che si manifesta con debolezza, mal di testa, brividi, febbre.

La cirrosi può svilupparsi come complicanza dell'epatite o a causa di effetti tossici sul fegato. Quando ciò si verifica, la distruzione delle cellule del fegato e la sostituzione del tessuto normale sulla cicatrice. Più focolai di necrosi si sviluppano nel fegato. Il paziente è in costante dolore. Ha un colore della pelle terrosa. Aumento della tendenza al sanguinamento interno.

L'epatomegalia può svilupparsi a causa di una serie di disturbi metabolici. In questo caso, oltre al fegato, sono interessati anche altri organi interni: reni, milza, polmoni, cuore, ghiandole endocrine, cervello. Le malattie metaboliche si manifestano con sintomi multipli, la cui natura è determinata dal tipo di disturbo.

Classificazione della malattia

Nel fegato ci sono due lobi: sinistra e destra. Queste parti hanno un sistema circolatorio indipendente e innervazione. In alcuni casi, la patologia colpisce solo uno dei lobi del fegato. In questo caso, una persona sviluppa un'epatomegalia parziale. A seconda di quale parte del fegato è interessata, ci sono tre tipi di epatomegalia.

  1. Epatomegalia del lobo sinistro del fegato.
    Questa è una condizione rara. Questa patologia si sviluppa sullo sfondo di un processo infettivo che coinvolge il tessuto epatico o malattie sistemiche. In particolare, le malattie infettive o non infettive del pancreas possono causare un aumento del lobo sinistro, poiché il lobo sinistro del fegato si trova vicino a questo organo.
  2. Epatomegalia del lobo destro.
    Questa condizione si sviluppa abbastanza spesso. Il lobo destro dell'organo è più funzionalmente attivo, l'intossicazione o la lesione infettiva ricade principalmente su di esso.
  3. Fegato intero ingrossato
    In questa forma di epatomegalia, si osservano cambiamenti diffusi nell'intero parenchima.

A seconda del grado di sviluppo di epatomegalia e della gravità delle manifestazioni cliniche, ci sono:

  1. Epatomegalia non specificata.
    La dimensione dell'organo aumenta leggermente: di 1-2 cm Il paziente non avverte dolore e non ci sono altre manifestazioni cliniche pronunciate di epatomegalia. L'epatomegalia non espressa, tuttavia, si manifesta con un deterioramento delle condizioni generali del corpo: affaticamento costante, debolezza e sintomi del tratto gastrointestinale (bruciore di stomaco, sensazione di pesantezza dopo aver mangiato). Diagnosticare questa condizione è possibile solo quando si esegue la diagnosi ecografica. Tale studio può essere pianificato o associato ad altre malattie. Senza trattamento, la malattia progredisce e procede alla fase successiva.
  2. Epatomegalia moderata
    Nell'epatomegalia moderata, il paziente presenta lievi variazioni diffuse nel tessuto epatico. I sintomi di insufficienza epatica peggiorano gradualmente. La diagnosi accurata della malattia è possibile anche con l'ecografia della cavità addominale.
  3. Epatomegalia severa.
    I cambiamenti diffusi nel parenchima sono più estesi, sebbene la riparazione di organi sia ancora possibile. Foci di necrosi e sostituzione di cellule morte con cellule di connessione o adipose si verificano anche nel fegato. La dimensione del fegato aumenta in modo significativo, è facilmente palpabile durante l'esame. Il paziente manifesta i sintomi caratteristici di un malfunzionamento del fegato, così come la disfunzione di altri organi interni.

Diagnosi di patologia

Durante la diagnosi è molto importante determinare la causa della malattia del fegato. Per fare ciò, eseguire una serie di procedure diagnostiche:

  1. Studio di laboratorio di sangue. L'analisi biochimica determina i test di funzionalità epatica: il livello degli enzimi epatici, che indica il funzionamento dell'organo. Inoltre, le analisi del sangue di laboratorio mostrano altre malattie sistemiche.
  2. Studio immunologico per epatite virale.
  3. Esame ecografico del fegato e di altri organi addominali.
  4. Imaging a risonanza magnetica e computerizzata.
  5. Biopsia e esame istologico del fegato.
  6. Studio del cuore: ECG, EchoCG.

L'epatomegalia diretta viene rilevata dalla palpazione e con l'aiuto della diagnostica ecografica, che consente di determinare l'esatta dimensione del fegato. Ultrasuoni mostra anche cambiamenti diffusi nel tessuto epatico.

Trattamento della malattia

Le malattie del fegato che possono portare all'epatomegalia sono molto diverse. Durante il trattamento, è importante stabilire la causa esatta della malattia ed eliminare l'effetto del fattore negativo sul fegato.

Inoltre, nella terapia è molto importante eliminare qualsiasi effetto negativo sul fegato. Devi abbandonare completamente l'uso di alcol, cibo spazzatura, se possibile, dalla terapia farmacologica. È molto importante conservare le cellule epatiche rimanenti e rallentare il processo di sostituzione del tessuto sano con tessuto fibroso. È importante seguire una dieta salutare, consumare più vitamine.

Il trattamento delle persone con epatomegalia mira a ripristinare il tessuto epatico, migliorando la nutrizione dell'organo. Inoltre, i rimedi popolari hanno un effetto positivo complesso su tutto il corpo, migliorano il metabolismo, promuovono la rimozione delle tossine dai tessuti dai tessuti.

  1. Tassa di guarigione №1. È necessario miscelare motherwort, salvia, radice di peonia, cicoria e dente di leone in un rapporto di peso uguale. In 500 ml di acqua bollente è necessario preparare 2 cucchiai di tale raccolta. L'infusione rimane a bagnomaria per mezz'ora, poi insiste ancora qualche ora e viene filtrata. Questa è la dose giornaliera del farmaco. Il brodo viene bevuto in dosi divise in piccole porzioni.
  2. Tassa di guarigione №2. È necessario mescolare nello stesso rapporto di peso l'erba di celidonia, zampe di gatto, farfara e erba di San Giovanni, foglie di piantaggine e fiori di calendula. In 500 ml di acqua bollente, vaporizzare 2 cucchiai di tale raccolta, insistere in un thermos per due ore, quindi filtrare. Dosaggio standard: 50 ml di infusione 3 volte al giorno. Il trattamento dura tre settimane, poi viene presa una pausa di due settimane.
  3. Med. Questo strumento ha un effetto curativo su tutto il corpo. Il miele viene consumato al mattino a stomaco vuoto per 2 cucchiaini. Il miele può essere sciolto in un bicchiere di acqua bollita fredda e aggiungere 2 cucchiaini di succo di limone appena spremuto.
  4. Zucca. Questo vegetale ha un effetto benefico sulle cellule del fegato. Nel trattamento con zucca fresca grattugiata. Può essere miscelato con miele o aggiunto a insalata di verdure. Il giorno mangiano 500 g di zucca fresca. Anche da questa verdura, puoi spremere il succo o cuocere una zucca al forno con miele.
  5. Barbabietole. Ecco un'altra verdura utile per il fegato. E le barbabietole crude spremono il succo, lo incubano per 15-20 minuti e lo mescolano con succo di carota fresco nel rapporto di 3:10. Il giorno, bere 100 ml di questo succo. Inoltre, le barbabietole possono essere messe in insalata o utilizzate in forma bollita.
  6. Fragole. In estate puoi bere succo di fragola appena spremuto. Dose giornaliera - 200 ml. In altri periodi dell'anno, le infusioni sono preparate da frutta secca di fragole (1 cucchiaio di frutta per tazza di acqua bollita). Bevi un bicchiere di questa infusione due volte al giorno.
  7. Bacche di ginepro Assumere fino a 15 bacche crude al giorno in diversi ricevimenti a stomaco vuoto. Il trattamento è meglio iniziare con 3 bacche al giorno, 1 prima di ogni pasto. A poco a poco, il numero di bacche aumenta fino a portarle circa 5 prima di ogni pasto tre volte al giorno.
    Per il trattamento della malattia del fegato è molto importante seguire una dieta. La nutrizione dovrebbe essere sana ed equilibrata, saturare il corpo con tutte le sostanze necessarie e non sovraccaricare il fegato.
  • Mangia 5-6 volte al giorno in piccole porzioni.
  • Il cibo dovrebbe essere bollito, cotto a vapore o cotto al forno. Il cibo fritto è proibito.
  • Dovrebbe ridurre l'assunzione di grassi. È necessario abbandonare completamente i grassi animali, sostituirli con quelli vegetali.
  • È vietato utilizzare "carboidrati leggeri": zucchero e dolciumi, pasticcini, prodotti da forno, pasta e altri prodotti e impasti, nonché patate. In quantità moderate consentito miele e marmellata.
  • Si raccomanda di ridurre il consumo di carne e pesce, eliminare completamente le varietà grasse.
  • È necessario rifiutare il cibo in salamoia, ridurre l'uso di sale, pepe, spezie.
    Il cibo dovrebbe essere cucinato in casa, fresco. Non è raccomandato mangiare prodotti semilavorati, cibo in scatola, salsicce.
  • La base del cibo dovrebbe essere verdure e cereali.
  • È utile mangiare frutta di stagione. In qualsiasi momento dell'anno, frutta e noci secche sono benefiche.

Senza una corretta alimentazione, è impossibile ripristinare la funzione del fegato. La dieta deve essere seguita fino a quando il paziente non è completamente guarito. E anche dopo la guarigione, sarà necessario osservare alcune restrizioni: rinuncerà per sempre all'alcool e non sovraccaricheranno il fegato con cibi grassi e malsani.

Prognosi e prevenzione

La prognosi della malattia dipende da molti fattori:

  • gradi di epatomegalia;
  • cause di malattia;
  • terapia in corso;
  • la presenza di malattie concomitanti.

In ogni caso, l'epatomegalia è un segnale allarmante e le conseguenze di tale malattia possono essere gravi.

Se l'epatomegalia viene rilevata in modo tempestivo e viene iniziato un trattamento adeguato, è spesso possibile ottenere il completo recupero del fegato e la normalizzazione del suo funzionamento. La natura virale dell'epatomegalia è ben adattabile alla correzione. Un fegato ingrossato sullo sfondo di epatosi e cirrosi grassa è più difficile da trattare, la prognosi in questo caso è più spesso sfavorevole. Le morti si verificano spesso con epatite fulminante - malattie che sono nate a seguito di un processo infiammatorio acuto o intossicazione epatica.

La malattia del fegato può avere varie cause. In generale, per la prevenzione dell'epatomegalia, è necessario mantenere uno stile di vita sano ed evitare effetti tossici sul fegato. Per questo è necessario non abusare di alcol, ma è meglio rinunciarvi del tutto, non auto-medicare e prendere un lungo farmaco incontrollato. Importante nella prevenzione e nutrizione della malattia. Il cibo dovrebbe essere vario e sano. È meglio dare la preferenza al cibo fatto in casa. Le persone inclini a malattie del fegato dovrebbero rifiutare cibi grassi e fritti. Per prevenire il danno grasso al fegato, devi combattere l'obesità, praticare sport, condurre uno stile di vita attivo.

È importante prevenire l'epatite virale. L'epatite B viene trasmessa dalla famiglia, l'epatite C viene trasmessa sessualmente e attraverso il sangue. È necessario limitare il contatto con gli ammalati. Prestare particolare attenzione agli operatori sanitari. Dovrebbero usare dispositivi di protezione individuale quando entrano in contatto con il sangue del paziente. Dovrebbe essere regolarmente esaminato per escludere la presenza di virus nel corpo.

Scrivi nei commenti sulla tua esperienza nel trattamento delle malattie, aiuta altri lettori del sito!
Condividi contenuti sui social network e aiuta amici e familiari!

epatomegalia

L'epatomegalia è un aumento fisiologico o patologico dei parametri metrici del fegato, manifestati diffusamente o localizzati e non in tutte le situazioni accompagnate da danni agli epatociti. L'epatomegalia del fegato può essere osservata in una versione isolata, che è il più delle volte causata da patologia organica di questo organo o in combinazione con splenomegalia, che è una manifestazione di cambiamenti sistemici nel corpo umano (insufficienza cardiaca, endoflebitis delle vene epatiche).

La diagnosi di epatomegalia non è difficile per specialisti esperti già durante l'esame obiettivo primario del fegato del paziente, nel caso di un aumento significativo delle sue dimensioni, viene rilevata una formazione simile a un tumore localizzata nell'ipocondrio destro, spostata durante l'esecuzione di movimenti respiratori. In una situazione in cui il paziente ha una sindrome da epatomegalia per un lungo periodo di tempo e viene pronunciata, si nota anche la deformità toracica.

La diagnosi di epatomegalia esclusivamente sulla base di percussione e palpazione è estremamente dubbia, quindi, per una verifica affidabile della diagnosi, l'uso di metodi strumentali di imaging è obbligatorio. La palpazione fornisce dati più specifici. In condizioni normali, la palpazione del bordo del fegato ha una consistenza morbida ed è assolutamente indolore. Con l'epatomegalia dovuta alla lesione organica del parenchima epatico, si osserva un allargamento simultaneo dell'organo e il suo consolidamento.

Cause di epatomegalia

La funzione fondamentale del fegato, come organo, è la scomposizione dei prodotti metabolici in componenti, senza segni di tossicità, che sono liberamente escreti dal corpo attraverso il naturale processo di defecazione e minzione. La scissione dei prodotti metabolici è un processo chimico complesso volto a neutralizzare sostanze tossiche e veleni. La malattia "epatomegalia" nella maggior parte dei casi è accompagnata da una violazione della funzione di detossificazione degli epatociti, quindi, veleni e / o tossine che avvelenano il corpo del paziente si accumulano nel corpo. Molti medici non considerano l'epatomegalia come una nosologia indipendente e utilizzano il termine "sindrome da epatomegalia", che riflette i cambiamenti patologici nello stato del microrganismo, come priorità.

Tutti i fattori eziologici che provocano lo sviluppo di epatomegalia sono solitamente suddivisi in tre grandi categorie: patologie epatiche organiche, condizioni patologiche accompagnate da processi metabolici compromessi nel corpo e malattie del profilo cardiovascolare.

Il danno organico al fegato si sviluppa come conseguenza del danno diretto agli epatociti, accompagnato da gonfiore dei tessuti circostanti e dal lancio di processi rigenerativi nel parenchima epatico. In una situazione in cui l'epatomegalia del fegato è causata dall'edema, le misure anti-infiammatorie arrestano rapidamente questo processo e la dimensione del fegato si normalizza in breve tempo. I processi rigenerativi che avvengono nel fegato quando gli epatociti sono danneggiati provocano un'epatomegalia più resistente e, a causa della crescita del componente sclerosante interstiziale di natura focale, la superficie del fegato diventa nodosa.

Varie patologie organiche sotto forma di epatite infiammatoria, cirrosi, cisti epatico-echinococciche, malattie oncologiche, molteplici strutture contenenti fluidi nel parenchima epatico e avvelenamento tossico generale dell'organismo possono svolgere il ruolo di malattia epatica di fondo per lo sviluppo dell'epatomegalia e varie sostanze (medicinali, alcool, tossine alimentari).

Malattie sistemiche accompagnate dallo sviluppo di disturbi metabolici nel corpo, in quasi il 90% dei casi sono accompagnate dallo sviluppo di epatomegalia, che può essere sia moderata che grave. In questa situazione, la malattia epatomegalia si sviluppa a causa dell'accumulo eccessivo di prodotti metabolici, in relazione al quale queste patologie sono combinate in un unico concetto di "malattia dell'accumulo".

Le forme eziopatogenetiche più comuni delle malattie da accumulo associate all'epatomegalia comprendono: emocromatosi, steatosi, amiloidosi e degenerazione epatocellulare. Alcune di queste patologie sono geneticamente determinate e, come fattore scatenante per lo sviluppo dell'emocromatosi, ad esempio, sono fattori eziologici modificabili che possono eliminare le manifestazioni di epatomegalia. Nell'eventualità di epatomegalia dovuta a disordini metabolici, il fattore alimentare (obesità, alcolismo, terapia incontrollata) gioca il ruolo più importante.

L'insufficienza circolatoria, che accompagna il corso di pericardite costrittiva, provoca la stasi del sangue, l'ipossia e l'edema di tutti gli organi, non escluso il fegato. Il risultato di edema del parenchima epatico è la distruzione e la compressione degli epatociti, al posto del quale si sviluppa il tessuto connettivo, accompagnato da epatomegalia. L'esito dell'epatomegalia nella maggior parte delle situazioni è la cirrosi epatica, che è una condizione terminale, che si alterna con la contrazione inversa degli organi.

Spesso, l'epatomegalia può svilupparsi durante la gravidanza, specialmente nel terzo trimestre, poiché un aumento significativo dell'utero provoca uno spostamento del fegato verso l'alto e verso destra, e il parenchima diventa più pieno di sangue. Come risultato di una diminuzione della funzione motoria del diaframma, l'escrezione della bile diventa difficile. La colestasi intraepatica, osservata nel 20% delle donne in gravidanza, che è una patologia ereditaria, è sempre manifestata dall'epatomegalia.

L'epatomegalia nel primo trimestre di gravidanza è un processo fisiologico reversibile causato dalla tossicosi. La situazione simile è stata osservata nel 2% dei casi ed è completamente livellata alla 20a settimana di gravidanza.

L'epatomegalia fisiologica in un neonato si presenta anche abbastanza spesso, tuttavia, nel corso normale della sua manifestazione, scompare abbastanza rapidamente. Tra le cause di epatomegalia patologica nei bambini più spesso osservati malattie infettive e ostruzione dei dotti biliari. L'epatomegalia in un bambino con l'età è molto meno comune e si sviluppa più spesso durante l'intossicazione.

Sintomi e segni di epatomegalia

Le manifestazioni cliniche di epatomegalia dipendono direttamente dal fattore etiopatogenetico della sua comparsa. Sintomi comuni a tutte le malattie che coinvolgono l'epatomegalia sono la comparsa di sensazioni dolorose e sentimenti di rigidità nell'ipocondrio destro, derivanti da movimenti e respirazione. I sintomi dispeptici spesso accompagnano il corso dell'epatomegalia e si manifestano come nausea, bruciore di stomaco e alitosi e disturbi delle feci sotto forma di diarrea o stitichezza.

Una manifestazione specifica di epatomegalia nelle lesioni infiammatorie del parenchima epatico è la comparsa di giallo della pelle e del prurito. Un ingrossamento del fegato è accompagnato da un aumento della densità del parenchima, in relazione al quale, il bordo del fegato è facilmente palpabile sotto l'arco costale giusto, e la palpazione provoca disagio al paziente. Le sensazioni dolorose in epatomegalia provocate dall'epatite sono permanenti e provocano gravi disagi da parte del paziente. L'epatomegalia del fegato nell'epatite è sempre accompagnata dallo sviluppo del giallo della pelle e dei sintomi di intossicazione, manifestati da debolezza, febbre bassa e mal di testa. La diagnosi tempestiva di epatomegalia, la verifica della sua causa e la selezione di un adeguato schema di trattamento farmacologico consentono di eliminare completamente la sindrome da epatomegalia.

La cirrosi epatica in uno stadio precoce dello sviluppo è accompagnata anche dallo sviluppo di epatomegalia, ma la sua presenza non è dovuta al gonfiore del parenchima, ma alla massiva distruzione di epatociti e alla sostituzione del parenchima epatico da parte del tessuto connettivo. Con il processo patologico in atto, il parenchima epatico è completamente sostituito dal tessuto connettivo. Le manifestazioni specifiche di epatomegalia nella cirrosi epatica sono frequenti episodi di sanguinamento, il colore terroso della pelle e una sindrome del dolore pulsante nel giusto ipocondrio di natura permanente.

In una situazione in cui l'epatomegalia non è provocata da danni al parenchima epatico, ma da disturbi metabolici di natura ereditaria o acquisita, si verifica un accumulo eccessivo di glicogeno, accompagnato da un lento aumento delle dimensioni del fegato. Oltre agli effetti dannosi sul fegato, c'è anche una lesione della milza e dei reni, che aumenta anche. L'epatomegalia nell'emocromatosi si sviluppa come la cirrosi epatica, tuttavia, oltre al danno epatico, vi è un danno al parenchima polmonare, pertanto, oltre ai sintomi dell'epatomegalia, il paziente sviluppa un'intensa tosse con espettorato.

Un esame obiettivo di un paziente affetto da epatomegalia, consistente nell'uso della palpazione e delle percussioni, non consente una valutazione completa delle dimensioni dell'organo e dei cambiamenti patologici nella struttura del fegato. Tuttavia, la diagnosi ecografica consente di stabilire la causa dello sviluppo di epatomegalia e la presenza di lesioni focali del parenchima. Con la scansione ad ultrasuoni, il medico della diagnosi delle radiazioni valuta non solo l'ingrandimento del fegato, ma anche la sua posizione topografica, i cambiamenti nella struttura epatica.

La scansione ad ultrasuoni consente di valutare il grado di ingrandimento del fegato e le condizioni di altri organi della cavità addominale. Informazioni più dettagliate sullo stato del fegato in epatomegalia possono essere ottenute usando tecniche come l'echoepatografia.

I segni dell'eco di epatomegalia sono di grande importanza nella verifica della malattia di fondo, che è stata la causa dello sviluppo di questa condizione patologica. L'epatomegalia nell'insufficienza cardiaca, nell'epatite acuta o nelle malattie parassitarie non è accompagnata da una modifica dell'ecostruttura epatica, che rimane omogenea. In una situazione in cui l'epatomegalia è provocata da epatite grassa, cirrosi e epatite cronica, l'ecostruttura dell'organo è rotta e i segni eco dell'epatomegalia sono di natura focale.

Sulla base della valutazione dei segni di eco dell'epatomegalia, l'entità del danno epatico può essere stimata in modo affidabile. Pertanto, l'epatomegalia grave è un segno di un aumento patologico, ma reversibile, dei parametri epatici, che si osserva ad esempio nell'emooblastosi e nella leucemia. Inoltre, nel parenchima epatico, appaiono focolai di necrosi e crescita dell'interstizio. Il fegato in questo caso raggiunge dimensioni estremamente grandi e occupa una parte significativa della cavità addominale, esercitando un effetto di spremitura sugli organi vicini.

La diagnosi di epatomegalia severa deve necessariamente essere accompagnata da una valutazione della sua struttura, del contorno e del pattern vascolare. In una situazione in cui l'epatomegalia grave è accompagnata dall'apparizione di aree di densità rocciosa, si deve prendere in considerazione un danno simile al tumore al fegato.

Epatomegalia diffusa

Il termine "epatomegalia diffusa del fegato" dovrebbe essere usato nel caso in cui i parametri del fegato superino i 130 mm. Il parenchima del fegato è diviso in due grandi lobi e ciascuno di essi viene fornito con sangue proveniente da diversi vasi e ha anche un'innervazione separata e l'escrezione biliare. L'epatomegalia diffusa implica la sconfitta di tutte le parti del parenchima epatico.

La flora streptococcica e stafilococcica provoca lo sviluppo di molti ascessi nel parenchima epatico, che si riferisce a una forma diffusa di epatomegalia. Manifestazioni di epatomegalia in questo caso consistono in tachicardia, dolore lancinante nell'ipocondrio destro, radiante alla cintura superiore della spalla, brividi severi. La terapia dell'epatomegalia diffusa causata da un'infezione da ascesso, implica l'uso di ausili chirurgici, poiché il trattamento farmacologico in questa situazione non dà l'effetto desiderato.

Il danno diffuso al parenchima epatico, accompagnato da epatomegalia, può essere osservato anche con lesioni tossiche del corpo e cirrosi. In questa situazione, l'epatomegalia è spesso associata ad un aumento delle dimensioni della milza e alla comparsa di segni di ipertensione portale.

L'epatomegalia diffusa si sviluppa il più spesso come conseguenza del danno infiammatorio degli organi. In condizioni normali, il fegato è omogeneo nella struttura e manca di deformazione o compattazione. Quando l'epatomegalia diffusa sviluppa moderati cambiamenti nella struttura del fegato, con piena conservazione della funzionalità epatica. Nell'epatomegalia severa diffusa, l'insufficienza epatica si sviluppa gradualmente, aumentano gli intossicamenti e vi è una tendenza al sanguinamento ricorrente. L'epatomegalia diffusa può svilupparsi sia sullo sfondo delle malattie del fegato, sia in caso di danno sistemico del corpo a causa di disturbi metabolici o intossicazione.

Tra le ragioni per lo sviluppo dell'epatomegalia diffusa dovrebbe essere considerato anche l'uso a lungo termine di droghe o abuso di alcool, effetti tossici che inevitabilmente provocano una violazione della funzionalità epatica, cambiamenti nella struttura e parametri metrici dell'organo.

La diagnosi della forma diffusa di epatomegalia si basa su un esame ecografico e, se vi sono cambiamenti nella struttura del parenchima epatico, il paziente è sottoposto a ulteriori esami di laboratorio (esami del sangue biochimici, marcatori di epatite virale, marcatori tumorali).

Un elemento fondamentale nel trattamento dell'epatomegalia diffusa è la stretta osservanza della dieta con un rifiuto totale degli alimenti grassi, dell'alcool, nonché l'uso di fondi, che mirano a disintossicare l'organismo in generale e il fegato in particolare.

Epatomegalia moderata

In epatomegalia moderata si intende un leggero aumento dei parametri metrici del fegato, non superiore a 20 mm, che può essere diagnosticato solo con l'uso di tecniche di imaging strumentale. I segni clinici di epatomegalia moderata sono generalmente minimi, rendendo difficile diagnosticare precocemente la condizione. Le manifestazioni cliniche di epatomegalia moderata compaiono solo con un lungo percorso e una lesione organica del parenchima, accompagnata da disfunzione dell'organo. Pertanto, l'epatomegalia moderata tende a progredire e provocare un disturbo significativo della salute del paziente.

I segni tipici di epatomegalia moderata sono manifestazioni di intossicazione generale sotto forma di debolezza immotivata, affaticamento rapido, che non ha nulla a che fare con l'attività fisica di una persona. L'epatomegalia moderata non causa quasi mai un intenso dolore nella cavità addominale, tuttavia, alcuni pazienti affetti da questa patologia, periodicamente compaiono sensazioni sgradevoli di pesantezza nell'addome destro, bruciore di stomaco e disturbi dell'appetito nella forma della sua riduzione. La comparsa anche di manifestazioni non specifiche di epatomegalia moderata dovrebbe causare un ulteriore esame strumentale del paziente al fine di eliminare la causa della sua insorgenza. Il collegamento iniziale nella diagnosi di epatomegalia moderata è un'ecografia della cavità addominale, tuttavia, si dovrebbe tenere presente che in alcuni pazienti l'ecografia può essere difficile, e quindi, si dovrebbe anche sottoporsi ad un esame tomografico computerizzato della cavità addominale.

Segni di epatomegalia moderata possono essere spesso parziali, cioè un fegato ingrossato non si verifica diffusamente, ma a causa di cambiamenti in porzioni limitate del parenchima epatico, le cui eco-indicazioni sono la rilevazione di aree di alterata omogeneità strutturale sotto forma di ascessi, tumori, metastasi.

L'epatomegalia lieve è spesso scatenata da una malattia come l'epatosi grassa, la cui base patologica è la degenerazione degli epatociti nelle cellule adipose. Il principale fattore eziopatogenetico nello sviluppo di epatomegalia moderata a causa dell'epatosi grassa è l'obesità alimentare, cioè l'uso di una grande quantità di grasso semplice da parte di una persona. L'epatosi grassa si riferisce a una forma lentamente progressiva di epatomegalia e diversi stadi si distinguono nella patogenesi del suo sviluppo.

Trattamento di epatomegalia

La scelta di un regime di trattamento adeguato per l'epatomegalia dipende in gran parte dalla forma eziopatogenetica di questa patologia e dalle caratteristiche individuali del paziente. Il compito principale del medico curante, osservando un paziente con epatomegalia, è determinare la causa principale dello sviluppo di questa sindrome e l'uso di una terapia empirica, cioè un trattamento medico o chirurgico finalizzato all'eliminazione del fattore eziologico. Gli interventi terapeutici sintomatici sono di secondaria importanza, ma dovrebbero anche essere inclusi nella terapia di base per l'epatomegalia per alleviare le condizioni del paziente.

Le misure terapeutiche per il trattamento non farmacologico in epatomegalia comprendono l'osservanza di una dieta dietetica rigorosa, un regime delicato di sforzo fisico e medicina tradizionale.

In una situazione in cui l'epatomegalia si sviluppa sullo sfondo dell'epatite, il trattamento farmacologico antivirale è una parte fondamentale del trattamento, così come i farmaci di azione epatoprotettiva, il cui effetto è quello di migliorare la funzione rigenerativa del parenchima epatico (Heptral in una dose giornaliera di 800 mg per via orale, un lungo corso).

In caso di epatomegalia dovuta a cambiamenti cirrotici nel parenchima epatico, si osserva lo sviluppo di danno epatico patologico irreversibile e, pertanto, il recupero del paziente può avvenire solo dopo il trapianto di un organo sano e la terapia farmacologica in questa situazione è puramente sintomatica. Nella natura virale dell'epatomegalia, devono essere usati farmaci immunomodulatori come l'interferone e, nel caso della cirrosi autoimmune, è indicata una terapia immunosoppressiva con Imuran per somministrazione orale di 2 mg per kg di peso del paziente.

Epatomegalia, accompagnata dallo sviluppo di insufficienza epatica, l'ascite è un'indicazione per l'uso della terapia diuretica attiva (Furosemide per via orale o endovenosa alla dose di 40 mg) e, se indicato, Laparocentesi.

Il trattamento dell'epatomegalia con l'uso della medicina tradizionale è consentito in qualsiasi momento, tuttavia questi fondi dovrebbero essere considerati solo come addizionali alla terapia principale. La zucca cruda ha un buon effetto epatoprotettivo, pertanto i pazienti che soffrono di epatomegalia moderata mostrano di mangiare una zucca cruda o al forno ogni giorno.

Epatomegalia: quale medico aiuterà? Se hai o sospetti lo sviluppo di epatomegalia, dovresti immediatamente chiedere il parere di tali medici come terapista, un gastroenterologo.

Cause, sintomi di epatomegalia e modi per affrontarlo

Una formulazione così complessa, a prima vista, come l'epatomegalia del fegato, implica un aumento delle dimensioni del corpo. Varie malattie del fegato sono provocate dallo stato separatamente, e le malattie che accompagnano tale sviluppo di eventi. Cioè, l'epatomegalia non è una condizione separata, ma piuttosto un sintomo addizionale di una malattia sottostante diversa. La diagnosi di epatomegalia del fegato viene effettuata mediante l'esame palpatorio (palpazione) e l'ecografia, a seconda della forma di sviluppo e della gravità delle trasformazioni.

Il fegato è l'organo più "paziente" del corpo umano, che funge da garante del metabolismo, un filtro di prodotti alimentari che entrano nel corpo, nonché un neutralizzatore di tossine tossiche e veleni. Sullo sfondo del fallimento dei dati importanti per i processi vitali, c'è un cambiamento nella salute e, di conseguenza, è possibile un aumento del fegato. E anche a dispetto del fatto che l'organo abbia enormi capacità rigenerative, questa condizione può significare un probabile pericolo per essa. L'epatomegalia del corpo viene diagnosticata in particolare in caso di abuso di alcol o, in caso di epatosi grassa, a seguito di una dieta non sana.

Tuttavia, l'epatomegalia (ingrossamento del fegato) è un processo completamente reversibile, a condizione che non vi siano cambiamenti cirrotici o epato-carcinoma nei tessuti dell'organo. Ma per determinare la previsione esatta della patologia, è necessario cercare aiuto medico il più presto possibile.

L'epatomegalia, come condizione separata, ha il proprio codice nella classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), codificata sotto:

Consideriamo più in dettaglio: "Quali forme ha l'epatomegalia?", "Che cos'è?", E anche "quali sono i sintomi e le misure di trattamento per questa condizione del corpo?".

Forme di epatomegalia

L'ecografia aiuta a determinare con precisione la forma dell'epatomegalia, di cui ce ne sono solo tre:

  1. Aumento non espresso di un fegato;
  2. Epatomegalia moderata;
  3. Epatomegalia severa.

Una forma inespressa è caratterizzata da un aumento del fegato di 1, massimo 2 cm. In questo caso, non c'è motivo di preoccuparsi, questa condizione può aver causato abitudini distruttive o una dieta scorretta. Si può avvertire un leggero allargamento del fegato, come un lieve malessere e una leggera perdita di appetito, disturbi addominali, prurito e bruciore di stomaco. Le modifiche alla palpazione non possono essere notate. Il periodo di trattamento principale è l'eliminazione delle cattive abitudini e l'istituzione della dieta corretta.

I sintomi del secondo stadio sono simili, ad eccezione dell'aumento del dolore nell'ipocondrio destro. I sentimenti possono essere descritti come tirare, scoppiare, lo stomaco non digerisce male il cibo, nella sua area si sente una pesantezza. Alla palpazione, l'organo allargato è sentito più chiaramente. Le ragioni possono anche essere simili ai provocatori nel primo caso, ma anche indurre un aumento del fegato nelle condizioni e nelle malattie.

L'ultimo stadio è determinato anche visivamente, senza palpazione, da allora a causa di un aumento significativo del fegato, la pelle è deformata e l'addome destro sporge sopra le altre aree. Gli organi interni vengono spostati, il loro lavoro viene compromesso. Il fegato, pur essendo in grado di occupare sia la metà che la maggior parte dello spazio addominale. I sintomi sono caratterizzati da un costante aumento e raggiungimento dell'apogeo: forte dolore, grave nausea, vomito ripetuto, forte prurito e grave giallo della pelle.

Cause di epatomegalia

Oltre alla malnutrizione e alla presenza di cattive abitudini sotto forma di abuso di alcool, le cause dell'epatomegalia sono:

  • intossicazione da avvelenamento;
  • epatite grassa;
  • l'epatite;
  • danno al fegato da parassiti;
  • disordini metabolici, specialmente grassi;
  • malattie infettive di uno qualsiasi degli organi del corpo;
  • metastasi nei tessuti degli organi;
  • cancro al fegato;
  • tumori benigni dell'organo e organi addominali adiacenti;
  • cirrosi epatica;
  • anche un cambiamento delle dimensioni del fegato può essere innescato dal blocco dei vasi sanguigni nell'organo;
  • e accumulo di rame.

Prognosi della malattia

La prognosi per l'ingrandimento del fegato è stabilita in base alla causa stabilita di epatomegalia e alla natura dei cambiamenti che interessano l'organo. Quando la causa della malattia è virale, malattie infettive del fegato e di altri organi o intossicazione, un trattamento antivirale, antibatterico o di disintossicazione avviato tempestivamente porta completamente il fegato alla normalità in un tempo relativamente breve. Se le tossine che avvelenano il fegato sono troppo tossiche, o il medico chiama la cirrosi, un'epatite o un'epatosi grassa in rapido sviluppo, o la causa dell'epatomegalia, allora la prognosi peggiora radicalmente, in particolare, la causa dell'epatomegalia conduce alla morte. Soprattutto spesso il risultato letale è previsto nei casi in cui il fegato non è solo ingrandito, ma cambia anche la struttura del suo parenchima (disturbi diffusi del fegato).

La causa immediata della morte sono:

  • sanguinamento interno dovuto allo spostamento di organi;
  • gravi disturbi diffusi;
  • insufficienza d'organo dalle funzioni previste a causa dell'abbondante crescita del tessuto connettivo.

Pertanto, alle prime spiacevoli sensazioni nell'area del fegato, è necessario rivolgersi a un medico generico o un epatologo.

Sintomi di epatomegalia

E sebbene negli stadi iniziali della patologia epatica, sia impossibile identificare visivamente le violazioni, anche nella forma iniziale, è probabile che noti i primi deboli segni di un aumento del fegato:

  • disagio nella parte destra;
  • violazioni nella digestione del cibo;
  • pelle secca

Stabilire la diagnosi in questo caso è possibile solo per uno specialista, e anche tramite ultrasuoni.

L'epatomegalia lieve si dichiara più eloquente, con ciò che appare:

  • forte dolore e pesantezza nella parte destra, sotto le costole e nello stomaco, che è esacerbata dal cambiamento di posizione del corpo;
  • abbastanza nausea;
  • vomito ripetuto;
  • la pelle, allo stesso tempo, secca, pruriginosa e diventa gialla;
  • c'è un odore sgradevole dalla bocca;
  • interrotto la regolarità e la coerenza della sedia.

Nell'ultima fase di questa patologia partecipa:

  • rigonfiamento dell'addome destro, perché il ridimensionamento diventa visibile anche dall'esterno;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale;
  • crescita nella struttura del tessuto connettivo del fegato;
  • mancanza di appetito;
  • grave compromissione della funzione digestiva.

Che cos'è l'epatomegalia diffusa?

I cambiamenti diffusi nel fegato, accompagnati da un aumento delle dimensioni del corpo, sono chiamati "epatomegalia diffusa".

L'epatomegalia diffusa è posizionata nel caso in cui l'aumento dell'organo in questa patologia superi i 130 mm. La struttura dei tessuti cambia, le foche appaiono, ma le funzioni del fegato rimangono allo stesso livello. E più a lungo si verifica una "deriva senza droga", più aumenta il rischio di sanguinamento interno e accumulo di tossine. Cambiamenti diffusi suggeriscono anche lo sviluppo di ascessi nei tessuti dell'organo e del parenchima, che si manifesta attraverso i seguenti sintomi:

  • alta temperatura corporea;
  • tachicardia;
  • dolore dolorante nel fegato, che si estende nella clavicola.

Variazioni diffuse nel parenchima epatico si verificano per i seguenti motivi:

  • processo infiammatorio nel corpo;
  • influenza regolare delle tossine sugli organi;
  • avvelenamento;
  • bere eccessivo;
  • la tossicodipendenza;
  • malattie accompagnate da disturbi metabolici;
  • e il cambiamento è dovuto a malattie epatiche in corso di natura virale o infettiva.

La diagnosi di epatomegalia, sia diffusa che di qualsiasi altro tipo, viene effettuata mediante ultrasuoni.

La dimensione del fegato è normale

Si ritiene che le dimensioni dei lobi sinistro e destro corrispondano a determinati parametri della norma. Di conseguenza, le dimensioni del fegato in un adulto, senza divisione sul pavimento, dovrebbero essere entro i seguenti limiti:

Epatomegalia nei bambini

L'epatomegalia, purtroppo, riguarda non solo gli adulti, ma anche i bambini di qualsiasi età. Il fegato aumenta nei bambini, più spesso a causa della malnutrizione, e nel periodo da 5 a 7 anni la condizione non è considerata una deviazione, perché è naturale per un corpo in crescita. L'epatomegalia, tuttavia, non dovrebbe andare oltre il "moderato".

Le cause della epatomegalia infantile sono:

  • danno epatico da parassiti;
  • vermi nell'intestino;
  • focolai di infiammazione in altri organi del corpo (ad esempio, rosolia, angina);
  • metabolismo compromesso;
  • gravi malattie del sangue (leucemia, linfoma);
  • anomalie congenite del fegato, in particolare, fibrosi;
  • deflusso alterato di bile e sangue dal corpo;
  • e capita anche che la manifestazione della patologia avvenga con malattie batteriche dell'apparato respiratorio.

Allo stesso tempo, il bambino si lamenta di dolori addominali, nausea, mancanza di appetito, spesso vomita dopo aver mangiato, e una eruzione cutanea irritante e pruriginosa appare sulla pelle. L'epatomegalia nei bambini segnala spesso una patologia congenita del fegato e lesioni virali-batteriche del corpo.

Epatomegalia nel feto durante lo sviluppo fetale e nel neonato

Grazie ai moderni metodi di diagnosi, l'epatomegalia può essere diagnosticata non solo nei neonati, ma anche prima della loro nascita. Su ultrasuoni regolari durante la gravidanza, il medico misura le dimensioni dell'organo del bambino e controlla che questi valori siano conformi. Ma si noti che eventuali violazioni possono essere solo dal secondo trimestre di gravidanza.

Questo stato appare apparentemente protetto dalle cause esterne del bambino, a causa di:

  • infezioni intrauterine trasmesse dall'organismo materno;
  • emolisi;
  • Sindrome di Down;
  • malattie cardiache;
  • metabolismo improprio di un piccolo organismo;
  • la rosolia, la sifilide o il vaiolo nella fase acuta della madre inducono anche un aumento delle dimensioni dell'organo.

L'incongruenza del fegato con le norme e il suo pericolo per un bambino in crescita può essere valutata solo da un medico professionista che lavora in consultazione con altri specialisti.

Ma, allo stesso tempo, nei neonati, un aumento del fegato, a condizione che sia moderato, è un indicatore normale, in un momento in cui la crescita di un organo di oltre 2 cm indica malattie congenite con ostruzione del dotto biliare, un tumore, alterato metabolismo e anche sulla patologia del cuore.

I sintomi principali di epatomegalia sono le seguenti manifestazioni in un neonato:

  • ittero, in cui le vene del ragno appaiono sulla pancia;
  • gonfiore all'ombelico;
  • pancia ingrossata e gonfia;
  • c'è un fallimento del seno;
  • sonno costante o, al contrario, pianto.

Nelle donne incinte può verificarsi anche un aumento del fegato, più spesso accade nelle ultime fasi della gravidanza, quando l'utero in crescita schiaccia e sposta tutti gli organi della cavità addominale, e gli ormoni correggono il lavoro di ogni sistema letteralmente. Il fegato, in questo caso, non fa eccezione e si sposta anche sul lato destro o sinistro, diventando, allo stesso tempo, più voluminoso e difficile da gestire con l'output della bile. Pertanto, non dovremmo trascurare gli esami in questo periodo, eventuali violazioni possono diventare molto gravi e portare una minaccia sia alla madre che al bambino.

Sebbene, di regola, durante la gravidanza, l'epatomegalia non sia associata a malattie, ma piuttosto il risultato di questa condizione o tossicosi.

Ma il medico può benissimo "aggiungere un unico neo", notando che la gravidanza e l'epatomegalia non escludono anche danni al fegato a causa di epatite, leucemia, diabete mellito, processi infiammatori e tumori nella cavità addominale.

trattamento

Il trattamento di epatomegalia, di regola, non causa difficoltà, ma dipende direttamente dalla causa che ha provocato il disturbo. L'auto-trattamento dello stato è escluso in considerazione del fatto che è assolutamente impossibile fermare il processo senza conoscerne le cause e le caratteristiche. Anche il trattamento con i rimedi popolari è inaccettabile, perché, più spesso, porta a un deterioramento dello stato generale di salute.

Dopo aver stabilito la causa diretta, il medico prescrive un trattamento completo di epatomegalia, che consiste in:

  • dieta;
  • gepatoprotektorov;
  • soppressione dei sintomi;
  • e anche eliminare la causa della patologia.

Il trattamento dell'epatomegalia diffusa nella fase grave, quando gli ascessi non sono suscettibili di trattamento medico, richiede un intervento chirurgico.

dieta

Alimenti dietetici, finalizzati al trattamento del fegato, eliminano gli alimenti grassi, producendo piatti con un contenuto ottimale di proteine ​​e carboidrati. Oltre al grasso, è importante rinunciare alle bevande alcoliche, così come smettere di fumare e curare la tossicodipendenza.

Un appuntamento dettagliato della dieta viene fatto da un epatologo o un nutrizionista, che sviluppa la dieta migliore, tenendo conto delle caratteristiche individuali, sia del fegato individualmente che dell'intero organismo in totale.

Tutti i piatti del menu dietetico sono cotti a vapore o i loro ingredienti vengono sottoposti a una lavorazione standard in acqua bollente, ma in nessun caso si devono mangiare cibi fritti, anche frittelle e salse con farina arrostita.

Verdure in scatola, frutta, carne in scatola e pesce, spezie, oltre a tutti i tipi di piatti freddi che possono causare uno spasmo delle vie biliari unirsi ai divieti fritti. Non meno rigorosamente non si può mettere sul tavolo caviale di pesce, uova bollite e fritte, muffin, dolci alla crema e prodotti caseari ad alto valore nutritivo.

Violazioni della dieta, la sua non conformità porta ad una brusca esacerbazione del dolore e riduce anche l'efficacia dei farmaci.

epatoprotettori

Molto spesso, un fegato ingrossato viene trattato con cardo mariano, acido urodezoxycholico e farmaci fosfolipidi.

Karsil Forte

Karsil è un preparato a base di erbe che funziona grazie all'estratto del cardo mariano maculato, Karsil Forte è un rimedio con una maggiore concentrazione della sostanza attiva a base di erbe. Una capsula contiene da 163 a 225 mg di estratto secco di cardo mariano, che è pari a 90 mg di silimarina.

Le capsule sembrano gusci di gelatina di un colore marrone chiaro, contenenti una polvere giallo pallido con un leggero odore all'interno.

Kars è controindicato nei casi in cui sia diagnosticato un grado acuto di avvelenamento o ipersensibilità di un organismo al farmaco. Poiché le informazioni sull'uso durante la gravidanza e l'allattamento sono limitate, Kars non è prescritto per le donne in questi periodi di tempo.

I bambini sono raccomandati per il trattamento del farmaco dai 12 anni di età.

Le capsule vengono prese tre volte al giorno, annaffiate con un comodo volume d'acqua, una alla volta. Il corso di trattamento del fegato è stabilito dal medico individualmente, ma, in media, la sua durata è di almeno 1 mese.

Casi di overdose, a causa di violazioni del dosaggio, Karsil, durante il suo uso attivo nel trattamento di malattie del fegato, non sono stati osservati.

Gli analoghi di Karsil, usati per trattare danni al fegato, sono considerati come:

Essentiale

Essentiale Forte N - queste sono capsule con fosfolipidi, sostanze che possono integrarsi nelle cellule del fegato e rianimare la loro attività funzionale. Il farmaco è controindicato solo nel caso di ipersensibilità del corpo a uno qualsiasi dei componenti principali o aggiuntivi del farmaco.

Seguire le regole di sicurezza quando si utilizza Essentiale non è richiesto. Il farmaco è approvato per il trattamento delle donne incinte, inoltre, è un mezzo abbastanza efficace per combattere la tossicosi. Allo stesso modo, non è proibito durante l'allattamento.

Le capsule di Essenziale sono raccomandate per i bambini dai 12 anni di età, a condizione che il loro peso corporeo raggiunga 43 kg.

L'assunzione di capsule non si limita all'assunzione di cibo, vengono prese con una quantità sufficiente di acqua per almeno 3 mesi.

Gli adulti e gli adolescenti ricevono tre capsule, due volte al giorno. Il sovradosaggio dall'inizio dell'uso del farmaco non è stato osservato.

Il farmaco deve essere preso molto regolarmente, perché le violazioni del corso possono ridurre a nulla tutto il trattamento.

I fosfolipidi essenziali sono anche contenuti in tali preparazioni:

Ursol

Ursoliv è un rimedio con il principio attivo sotto forma di acido ursodesossicolico. La prima capsula contiene 250 mg di acido, supportato da eccipienti: silice, magnesio stearato, così come mais e amido pregelatinizzato.

Non utilizzare Ursoliv se disponibile:

  • reazione allergica del corpo a uno qualsiasi dei componenti del prodotto;
  • colica epatica;
  • interruzione della cistifellea;
  • stadio acuto dell'infiammazione della colecisti e dei dotti biliari;
  • ostruzione delle vie biliari con la pietra;
  • atresia delle vie biliari;
  • pietre radiopachi nella cistifellea.

Ursoliv si applica secondo le indicazioni, l'età non importa, ma ci sono restrizioni sul peso. A seconda del peso corporeo del paziente, esiste un dosaggio standard del farmaco:

  • il dosaggio fino a 60 kg è di 2 capsule;
  • dopo i 60, ma fino a 80 kg, 3 capsule porteranno risultati;
  • da 80 a 100 kg 4 capsule sono efficaci;
  • e dopo 100 kg ha senso assumere 5 capsule per dose.

Il dosaggio è inteso per un uso singolo al giorno, preferibilmente prima di coricarsi.

I bambini dai 6 ai 18 anni, il dosaggio è sviluppato dal medico individualmente, tenendo presente la diagnosi.

Gli analoghi di Ursoliva sono:

Trattamento etiotropo

Il trattamento etiotropo comporta l'eliminazione immediata delle cause di un ingrossamento del fegato, vale a dire terapia della malattia di base. Nominato, a seconda della natura della patologia provocatoria:

  • terapia antibiotica;
  • agenti antivirali;
  • Farmaci interferone (particolarmente rilevanti nel trattamento dell'epatite virale);
  • agenti antifungini;
  • terapia ormonale;
  • o trattamento adeguato dell'oncologia, che coinvolge la chemioterapia, la chirurgia o le radiazioni.

Trattamento sintomatico

Il trattamento sintomatico ha lo scopo di alleviare i sintomi locali, come ad esempio:

  • dolore nell'addome e nell'ipocondrio destro;
  • pesantezza in queste aree;
  • bruciori di stomaco;
  • gonfiore.

Ad esempio, con il dolore, più spesso chiamano per combattere No-Shpu.

No-Spa

Particolarmente importante è l'uso di No-Shpa Forte con un alto contenuto del principio attivo, quindi una singola compressa di No-Shpa Forte contiene 80 mg di Drotaverina.

Ma-Shpa è controindicato in caso di intolleranza personale a Drotaverine, così come:

  • insufficienza epatica e renale;
  • deficit di lattasi;
  • l'allattamento al seno;
  • così come i bambini sotto i 12 anni.

Durante la gravidanza, No-Shpa non influisce sul decorso della gravidanza e sullo sviluppo fetale, né influenza il processo di recupero del parto e del postpartum. Tuttavia, le donne incinte applicano No-Shpa con grande cura.

Ai minori di 12 anni non viene prescritto il farmaco.

Le compresse sono prescritte per gli adulti nella quantità da 120 a 240 mg al giorno, zp 2 o 3 dosi. I bambini di età superiore ai 12 anni, la dose giornaliera non deve superare i 160 mg, che equivale a mezza compressa due o quattro volte al giorno.

Il trattamento è di solito sintomatico, a breve termine e si ferma con miglioramento.

prevenzione

La prevenzione della condizione è anche divisa in un insieme di misure che dipendono dalla causa della sindrome. Ma, in generale, puoi creare il seguente insieme di regole:

  1. Uno stile di vita sano: niente distrugge il fegato (in modo simile, altri organi e sistemi) quanto alcol, fumo e droghe. Pertanto, al fine di proteggere il corpo da malattie pericolose, è necessario recuperare da queste dipendenze o, meglio ancora, non provarle.
  2. Prevenzione dell'epatite virale - i virus dell'epatite non sono meno dannosi per i tessuti degli organi. Le misure preventive escludono qualsiasi contatto con il sangue di qualcun altro, suggeriscono una disinfezione estremamente completa di oggetti riutilizzabili a contatto con le secrezioni umane e la pelle traumatica, oltre che effettuati attraverso il sesso protetto.
  3. Misure preventive per prevenire l'epatite da grasso: condurre uno stile di vita attivo, spesso camminare all'aria aperta e mangiare bene.
  4. Adeguata ed esclusiva prescrizione di farmaci, perché molti farmaci con dosaggio errato hanno un effetto negativo sul fegato.
  5. Razionale, corretta alimentazione, esclusi i grassi animali, ma suggerendo il cibo su una tabella di dieta numero 5.
  6. Faticabilità fisica.

TUTTI ANCORA QUELLO CHE RISCALDA IL CALORE DEL FEGATO?

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora - la vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è dalla tua parte.

E hai già pensato alla chirurgia? È comprensibile, perché il fegato è un organo molto importante, e il suo corretto funzionamento è una garanzia di salute e benessere. Nausea e vomito, pelle giallastra o grigiastro, sapore amaro in bocca, urina scura e diarrea. Tutti questi sintomi ti sono familiari di prima mano.

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa? Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Krichevskaya, di come ha curato il fegato. Leggi l'articolo >>