Epatite - descrizione, cause, trattamento.

Trattamento

L'epatite ha una natura multifattoriale. La causa più comune di infiammazione epatica acuta è l'epatite virale. Vi sono epatite primarie, principalmente di natura virale, e epatite secondaria che si verifica sullo sfondo di infezioni (sepsi, infezioni intestinali, yersiniosi, mononucleosi infettiva, infezione da adenovirus, ecc.) E malattie non infettive (malattie del sangue, organi digestivi, tossicosi di donne in gravidanza, ecc.). epatite acuta può verificarsi come risultato l'effetto tossico di vari farmaci (TB - PAS, tubazid, ftivazid; citostatici - azatioprina; antihelminthic - estratto di felce maschio et al.), veleni industriali (fosforo, insetticidi organofosforici, trinitroteluol et al.), Fungal veleno funghi velenosi, spugnole (muscarin, aflotoksin, ecc.), danni da radiazioni.

Il danno epatico può verificarsi anche con elmintiasi (opistorchiasi, ascariasis, echinococcosi, ecc.).

L'epatite virale è un gruppo di malattie polietiologiche che si verificano con una lesione primaria del fegato, manifestata da un aumento delle sue dimensioni e capacità funzionali alterate, nonché a vari gradi di sintomi di intossicazione e in alcuni casi con ittero.

Ad oggi, ci sono 7 virus noti che causano danni al fegato. La letteratura descrive in dettaglio il quadro clinico delle malattie causate da cinque virus (epatite A, B, C, D ed E).

Epatite A

causato da picornavirus contenente RNA. Il virus è citopatico, causa la distruzione delle cellule del fegato. Virus dell'epatite A (HAV) relativamente stabile nell'ambiente, sensibile all'effetto di soluzioni standard di candeggina, in formalina e l'irradiazione UV istantaneamente ucciso da bollire.

La fonte dell'infezione è una persona malata. Particolarmente pericolosi sono i pazienti con forme asintomatiche e cancellate della malattia.

La principale via di trasmissione è fecale-orale.

La squadra più ricettiva sono i giovani sotto i 35 anni. La percentuale di bambini rappresenta oltre il 60% e più spesso i bambini malati di 3-7 anni.

Immunità dopo aver sofferto di epatite A persistente, per tutta la vita.

Caratterizzato da aumenti stagionali (autunno-inverno) e frequenza della malattia.

Epatite B

- causato da hepadnavirus contenente DNA (HBV). La struttura del virus include quattro antigeni, di cui tre sono principali:

1) HBcAg - a forma di cuore, nucleare;

2) HBeAg - antigene da infettività;

3) HBsAg - antigene di superficie che forma il guscio esterno.

Il virus non ha un effetto citopatico diretto sugli epatociti, ma provoca varie risposte immunitarie. Il virus è altamente resistente alle alte e alle basse temperature, può resistere alla bollitura per 10 minuti, resistente a molte sostanze chimiche e alle radiazioni ultraviolette.

Fonti di infezione: pazienti con epatite B acuta e cronica, portatori di HBsAg.

Le principali vie di trasmissione sono parenterali, sessuali e transplacentali.

La suscettibilità all'epatite B è elevata (90%) dai bambini agli anziani. La malattia è asintomatica. Come risultato dell'epatite B trasferita, si forma un'immunità permanente per tutta la vita. Le variazioni stagionali nell'incidenza non sono caratteristiche.

Epatite C

- è causato da un virus contenente RNA della famiglia flavivirus e ha sette diversi genotipi. Il virus dell'epatite C (HCV) ha un effetto citopatico diretto e provoca reazioni immunopatologiche. Meno resistente agli effetti degli agenti fisico-chimici, rispetto al virus dell'epatite B. Durante l'ebollizione dura per due minuti.

Fonti di infezione, vie di trasmissione e collettività sensibile non differiscono da quelle dell'epatite B. Anche le fluttuazioni stagionali nell'incidenza non sono caratteristiche.

Epatite D

- causato da un virus RNA (NDV). Questo piccolo virus non ha il suo guscio e utilizza il guscio del virus dell'epatite B, il suo antigene di superficie. Non appartiene a nessuna delle famiglie conosciute di virus. L'NDV ha un effetto citopatico sugli epatociti. L'NDV è in grado di replicarsi solo in presenza di HBV, sopprimendo la sua attività e contribuendo alla sua eliminazione, pertanto l'infezione da NDV procede sempre insieme all'infezione da HBV. L'NDV è resistente al calore, all'azione degli acidi, ma è inattivato da alcali e proteasi.

Fonti di infezione: pazienti con epatite acuta e cronica D + B, portatori di NDV.

Le principali vie di trasmissione sono parenterali, sessuali e transplacentali.

Persone suscettibili di infezione da delta che non hanno avuto l'epatite B, così come le persone che hanno avuto HBV (portatori sani di HBsAg e pazienti con epatite cronica B). La massima suscettibilità è osservata nei bambini piccoli e nelle persone con epatite cronica B. La stagionalità non è tipica.

Epatite E

- causato da un virus RNA (HEV) appartenente alla famiglia dei calicivirus. È stata stabilita l'esistenza di due tipi di virus. HEV ha un effetto citopatico sugli epatociti. I meccanismi immunitari sono anche coinvolti nel danno epatico.

La fonte dell'infezione è una persona malata.

La principale via di trasmissione è fecale-orale.

Squadra suscettibile - la quota principale ricade sulle persone di età compresa tra 15 e 40 anni.

Epatite F

- causato da un virus con le proprietà di adenovirus. L'eziologia, l'epidemiologia, la patogenesi e la clinica sono attualmente poco conosciute.

Epatite G

- causato da un virus a RNA (HGV) appartenente alla famiglia dei flavivirus. Secondo vari dati ci sono 3-5 genotipi di HGV. La resistenza agli effetti dei fattori ambientali chimici non è stata ancora studiata.

La fonte della diffusione del virus è costituita da pazienti con epatite G cronica acuta e portatori di HGV.

Le principali vie di trasmissione sono parenterali, sessuali e transplacentali.

La suscettibilità dell'epatite G è elevata. Tra i tossicodipendenti parenterali, la suscettibilità è dell'85,2%. La stagionalità non è tipica.

Fonte: Enciclopedia della medicina tradizionale e alternativa

Epatite: classificazione, via di infezione, sintomi e trattamento

L'epatite è una malattia infiammatoria acuta o cronica del fegato che si verifica a seguito di infezione con virus specifici o effetti sul parenchima dell'organo di sostanze tossiche (ad esempio alcol, droghe, droghe, veleni). Inoltre, i processi infiammatori nel fegato possono essere autoimmuni.

Il problema dell'epatite è molto rilevante a causa dell'ampia diffusione di questa malattia tra le persone, del suo frequente decorso asintomatico e dell'alto rischio di infezione (questo vale per l'epatite infettiva). Inoltre, il fatto che una malattia infiammatoria epatica di lunga durata possa comportare lo sviluppo di cambiamenti fibrotici irreversibili nell'organo e gravi insufficienze epatiche, che non è praticamente curabile, conferisce anche particolare importanza a questo problema.

Epatite C

A seconda della causa della malattia, si distinguono i seguenti tipi di epatite:

  • Infettivo o virale. Esistono cinque tipi principali di virus dell'epatite (A, B, C, D ed E) che possono causare l'infiammazione del fegato. Inoltre, l'epatite può essere una delle manifestazioni di altre malattie infettive - infezione da citomegalovirus, parotite, rosolia, ecc.
  • tossico. Questi includono l'epatite medicinale, alcolica e in via di sviluppo con avvelenamento industriale e vegetale. Tra i farmaci, anti-tubercolosi, antivirali, farmaci sulfanamide, antibiotici, antipiretici (paracetamolo, ibuprofene), anticonvulsivanti e farmaci antitumorali hanno particolare epatotossicità.
  • autoimmune, per il quale, per ragioni sconosciute alla medicina, il sistema immunitario inizia ad attaccare i propri epatociti (cellule epatiche).

A seconda delle caratteristiche del corso, ci sono anche due forme di malattia:

  • Epatite acuta. Si sviluppa improvvisamente, accompagnato da sintomi di intossicazione, febbre, ittero (ma non sempre). In questo scenario si sviluppano la maggior parte dell'epatite virale e dell'epatite tossica causata da avvelenamento con alcuni forti veleni. Se il paziente subisce il trattamento necessario in modo tempestivo, dopo una malattia acuta, si verifica il recupero nella maggior parte dei casi.
  • Epatite cronica. Può essere il risultato di epatite virale acuta, processi autoimmuni, il risultato di abuso di alcool o trattamento prolungato con farmaci epatotossici. Inoltre, l'epatite virale B e C può svilupparsi immediatamente come malattia cronica primaria. L'epatite cronica si presenta, di solito senza sintomi, quindi viene spesso diagnosticata quando c'è già un grave danno al fegato.

Cosa succede con l'epatite?

Il meccanismo di sviluppo dell'epatite infettiva e non infettiva è un po 'diverso. Nell'epatite B virale, i virus entrano nelle cellule del fegato e cambiano l'insieme delle strutture proteiche sulla loro superficie, così il sistema immunitario inizia a uccidere gli epatociti. Più virus vengono introdotti nelle cellule, più si verifica il danno epatico più esteso. Inoltre, il normale parenchima epatico è sostituito dal tessuto connettivo, cioè la cirrosi da epatite è complicata. In questo caso, la funzione dell'organo non può che soffrire. Più chiaramente, la capacità di disintossicazione del fegato è disturbata, a causa della quale la bilirubina e altre sostanze tossiche si accumulano nel corpo.

L'epatite C si sviluppa in qualche modo con un meccanismo diverso: i virus danneggiano gli epatociti da soli, pertanto, con questo disturbo, i cambiamenti fibrosi del fegato appaiono più velocemente e il rischio di cancro aumenta in modo significativo. Nell'epatite tossica causata da forti veleni, il danno epatico può essere fulminante, accompagnato da una massiccia necrosi d'organo.

L'epatite da farmaci ha anche diversi meccanismi di sviluppo, poiché ogni medicinale ha il suo specifico effetto. Per esempio, alcuni enzimi bloccano e interrompono i processi biochimici che si verificano negli epatociti, altri danneggiano la membrana cellulare e le strutture intracellulari (mitocondri), ecc.

Nell'alcolismo cronico, si sviluppa prima la degenerazione grassa del fegato, e già nella fase successiva, l'epatite. Inoltre, l'acetaldeide (un prodotto del metabolismo dell'etanolo) ha un pronunciato effetto tossico sugli epatociti, quindi se ne viene formata molta, per esempio, con grave avvelenamento da alcol, si può sviluppare una necrosi d'organo.

Posso avere l'epatite?

Solo l'epatite virale è contagiosa. Inoltre, possono essere infettati in diversi modi:

  • Attraverso mani sporche, piatti, acqua inquinata e cibo. Questo trasmette l'epatite A ed E.
  • Attraverso il contatto con il sangue del paziente. A questo proposito, molte procedure mediche e dentistiche, procedure per manicure, pedicure, tatuaggi, piercing, uso di droghe per via iniettiva, ecc. Sono pericolose. Questo percorso di trasmissione è caratteristico dell'epatite virale B, C, D.
  • Sessualmente. Lo sperma e le perdite vaginali dei pazienti con epatite B, C, D possono anche contenere virus. Particolarmente alto rischio di infezione nelle relazioni omosessuali.

Sintomi di epatite

I primi segni di epatite acuta:

  • Aumento della temperatura corporea.
  • Dolore e pesantezza nell'ipocondrio destro.
  • Giallo di pelle e occhi.
  • Scolorimento delle feci.
  • prurito della pelle.
  • Nausea.
  • Oscuramento delle urine.
  • Grande debolezza

Tuttavia, vale la pena notare che la presenza di questi segni non è richiesta. Nei casi lievi, la malattia può iniziare inosservata dal paziente - proprio come una lieve indisposizione.

L'epatite cronica è asintomatica molto più spesso che acuta. I pazienti spesso apprendono la malattia nel processo di alcuni esami programmati. Se ci sono sintomi, di solito sono inespressi e non specifici. Quindi, i pazienti possono essere disturbati da:

  • La sensazione di pesantezza e distensione nella parte destra, aggravata dopo aver mangiato.
  • Tendenza al gonfiore.
  • Nausea periodica
  • Diminuzione dell'appetito
  • Stanchezza aumentata

In caso di comparsa dei sintomi descritti, è necessario contattare un medico generico, uno specialista in malattie infettive o un epatologo.

Diagnosi di epatite

Per diagnosticare l'epatite e identificare le sue cause, il paziente deve condurre un esame completo:

  • Esame clinico (Il medico può rilevare un aumento di fegato, scolorimento della pelle e delle mucose).
  • Ecografia addominale.
  • Test di laboratorio dell'epatite. Se si sospetta un'epatite virale, i marcatori dell'epatite dovrebbero essere ricercati nel sangue. Per questo sono usati due metodi: PCR, ELISA. Se si sospetta un'infiammazione autoimmune del fegato, si cercano anticorpi contro le strutture cellulari degli epatociti (nucleo, microsomi, antigeni della membrana plasmatica, ecc.).
  • Analisi del sangue biochimica, che permette di identificare i segni di disfunzione dell'organo e la distruzione delle sue cellule. Il paziente viene analizzato per i cosiddetti test di funzionalità epatica (ALT, AST, bilirubina totale, diretta e indiretta, fosfatasi alcalina, proteine).
  • Biopsia epatica. Questo metodo diagnostico consente di valutare con precisione le condizioni del fegato (ci sono segni di infiammazione, indurimento, ecc.).

Principi di trattamento

Nel trattamento di qualsiasi epatite, tre cose sono importanti: una terapia farmacologica ben scelta, una dieta e l'abbandono di tutte le abitudini nocive.

Il trattamento farmacologico ha due obiettivi:

  • Elimina la causa della malattia.
  • Ripristinare la funzionalità epatica e prevenire ulteriori danni all'organo.

La terapia, progettata per eseguire il primo paragrafo, è determinata dall'eziologia dell'epatite:

  • se viene dimostrata la natura virale della malattia, al paziente vengono prescritti farmaci antivirali e interferoni;
  • se antidoti tossici specifici, assorbenti, terapia di disintossicazione;
  • se autoimmune - glucocorticosteroidi.

Per ripristinare la funzione del fegato e proteggere il corpo dagli effetti nocivi, vengono prescritti epatoprotettori. Ci sono un gran numero di tali farmaci, una delle seguenti sostanze può essere un ingrediente attivo in loro:

  • Silimarina derivata dal cardo mariano. Questa sostanza arresta i processi di perossidazione e distruzione degli epatociti.
  • I fosfolipidi essenziali, che sono elementi delle membrane cellulari degli epatociti, contribuiscono al loro ripristino e alla normalizzazione dei processi metabolici nelle cellule del fegato.
  • Ornitina. Protegge non solo le cellule del fegato, ma purifica il corpo dalle tossine.
  • Lecitina (è anche un fosfolipide).
  • L'ademethina è una sostanza derivata da un amminoacido, la metionina, che normalizza i processi biochimici che si verificano nel fegato.

Dieta dell'epatite

Le regole di base della dieta mostrata nell'epatite:

  • Rifiuto completo di alcol
  • Ridurre al minimo il consumo di grassi animali (carne e pesce solo varietà a basso contenuto di grassi, latticini a basso contenuto di grassi).
  • I grassi trans contenuti in margarine, creme spalmabili, maionese e altri prodotti simili, così come carni affumicate, sottaceti, spezie piccanti, aglio non possono essere consumati.
  • L'arricchimento della dieta con verdure e frutta sia in forma grezza che lavorata termicamente. Particolarmente utili sono mele, zucche, zucchine, carote. Le zuppe sono meglio cotte in brodo vegetale.
  • Le verdure non dovrebbero essere consumate come segue: acetosa, funghi, insalate speziate, mais, spinaci, ravanelli.
  • Nella dieta deve essere una ricotta a basso contenuto di grassi, kefir, yogurt.
  • Puoi concederti dolci salutari con moderazione. Questi dolci includono miele, frutta secca, marmellata naturale.
  • Tra i cereali, la preferenza dovrebbe essere data al riso, grano saraceno, farina d'avena.
  • È meglio sostituire caffè e cacao con tisane, composte, bevande alla frutta.

I pasti dovrebbero essere bolliti, cotti a vapore, cotti senza crosta. Mangiare cibo dovrebbe essere spesso, ma a poco a poco.

Dopo l'epatite, è anche importante seguire una dieta, poiché ci vuole tempo per ripristinare completamente il fegato.

Prevenzione dell'epatite

Le principali misure per la prevenzione dell'epatite virale:

  • Vaccino contro l'epatite B (dall'epatite A prima di andare in regioni con un'alta incidenza di questa infezione).
  • Mani pulite, cibo, acqua.
  • Sesso protetto
  • Manipolazione accurata del sangue e delle secrezioni di pazienti con epatite parenterale (B, C, D).

Bene, per prevenire lo sviluppo di epatite non infettiva, è importante assumere farmaci solo come prescritto da un medico, per condurre uno stile di vita sano, essere attenti con veleni industriali, funghi, piante velenose.

Olga Zubkova, Revisore medico, Epidemiologo

10.454 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

Epatite virale

Questo articolo è stato scritto nel 1997.

Nella mente della maggior parte delle persone, sono associati concetti come l'epatite virale e la malattia di Botkin, ma non sono associati ad altri concetti: la cirrosi del fegato, il cancro del fegato. Allo stesso tempo, queste gravi malattie incurabili sono causate dagli stessi virus, che in alcuni casi possono provocare un processo acuto nel fegato, per fortuna, con un esito favorevole, e in altri - causare una malattia con esito fatale.

Quali sono i virus epatotropici?

Oggi si sa dell'esistenza di sette diversi virus che infettano il fegato, causando malattie chiamate "nomi" di agenti patogeni.

L'epatite A è causata dal virus dell'epatite A. Si manifesta principalmente nei bambini e nei giovani. Si presenta più spesso in forma lieve o moderata di gravità e termina con il pieno recupero.

L'epatite B è una malattia che in passato era chiamata epatite sierica. Ci sono 300 milioni di persone nel mondo infette dal virus dell'epatite B. Circa l'1,5% della popolazione della Bielorussia è infetto da questo virus e molti di loro sviluppano epatite cronica.

L'epatite C, precedentemente nota come epatite virale "né A-né B", è attualmente la principale malattia che si sviluppa dopo trasfusioni di sangue. Il numero di persone infette dal virus dell'epatite C è all'incirca uguale a quello dell'epatite B.

Nota del 2013

Ora il numero di infezioni da epatite virale durante la trasfusione di sangue è trascurabile. E anche se il rischio non può essere ridotto a zero, ma un sistema a più stadi per controllare i donatori e il sangue donato ha reso la trasfusione di componenti e prodotti sanguigni molto più sicura.

L'epatite D, o epatite delta, è causata da un virus che danneggia il fegato solo in associazione con il virus dell'epatite B, ma provoca le varianti più gravi della malattia, spesso fatali. Viene trasmesso allo stesso modo del virus dell'epatite B.

L'epatite E - precedentemente nota come epatite enterale "né A-né B", ricorda l'epatite A, è molto difficile per le donne incinte. Sul territorio della Bielorussia è estremamente raro.

Inoltre, il fegato può essere danneggiato da virus come il virus dell'herpes simplex, il citomegalovirus, il virus Epstein-Barr. Di solito, le malattie provocate da questi virus si sviluppano in condizioni di uno stato di immunodeficienza.

Come si diffonde l'infezione?

Epatite virale A ed E sono tipiche infezioni intestinali. Questi virus sono escreti dal corpo umano con le feci e inquinano l'ambiente. L'infezione di una persona avviene attraverso il contatto diretto con il paziente, a seguito dell'uso di acqua o cibo infetto.

Le epatiti B e D vengono trasmesse da madre a figlio durante il parto, attraverso trasfusioni di sangue, utilizzando strumenti non sterili. Allo stesso tempo, 0,0001 ml di sangue sono sufficienti per l'infezione. Il virus dell'epatite B viene anche trasmesso sessualmente, può essere trasmesso attraverso stretti contatti familiari e, a questo proposito, si verifica spesso la formazione di focolai familiari di infezione.

L'epatite C viene trasmessa principalmente attraverso trasfusioni di sangue e l'uso di attrezzature mediche non sterili. Trasmissione del virus dalla madre al feto, così come a livello sessuale molto meno frequentemente dell'epatite virale B.

L'infezione da epatite virale non è sempre accompagnata dallo sviluppo di manifestazioni cliniche pronunciate. Una persona può essere infettata per lungo tempo (nel corso degli anni) e non sospettare nulla a riguardo.

Negli ultimi anni, la Repubblica ha affrontato un nuovo problema: la crescita della tossicodipendenza. L'uso di strumenti non sterili ha portato al fatto che i virus dell'epatite hanno ulteriori opportunità per la sua diffusione. È triste vedere giovani di età compresa tra 18 e 20 anni che hanno già sviluppato epatite cronica e alcuni di loro hanno anche la cirrosi epatica. Le statistiche mostrano che l'aspettativa di vita media dei pazienti con epatite B cronica è di 30-35 anni, con epatite C - 20-30 anni. Ma quando questi due virus si combinano, la cirrosi si forma molto più velocemente.

L'infezione da virus B e C non sempre porta allo sviluppo dell'ittero. Solo nei casi in cui si sviluppa l'ittero, spesso si verifica un completo recupero e il corpo umano viene liberato dal virus. Ma affinché la malattia finisca in questo modo, è necessario non interferire con il corpo per far fronte al virus. Per fare questo, è necessario seguire rigorosamente tutti i requisiti di un medico. Ma anche così, in circa il 10% dei casi, si forma un processo cronico nel risultato dell'epatite acuta.

La situazione è molto peggiore quando si sviluppa la cosiddetta epatite cronica primaria. E questo accade come segue: una persona è stata infettata da un virus e per lungo tempo non ne sa nulla. Niente fa male, non c'è ittero e una persona può scoprire solo casualmente che è infetto, se dona sangue come donatore o, se è una donna, viene esaminato durante la gravidanza.

Nell'epatite virale A, lo stato portatore del virus non si forma e, dopo aver sofferto una malattia acuta, il virus dell'epatite A scompare dal corpo. Il "vettore" di virus viene rilevato da speciali test di laboratorio. Tutto il sangue donato è consentito per la trasfusione solo dopo aver ricevuto risultati negativi di ricerca per la presenza di virus epatotropici. Il sangue infetto viene scartato. Sfortunatamente, i moderni metodi di laboratorio non consentono di rilevare i virus nel 100% dei casi e parte del sangue sottoposto a test speciali rimane infetto. I donatori i cui virus sono rilevati nel sangue sono esclusi dalla donazione di sangue.

Difficoltà nella diagnosi di epatite

Il decorso asintomatico dell'epatite virale è pericoloso non solo come fonte nascosta di infezione per altre persone, non è sempre innocuo per il vettore stesso. Se una tale persona viene sottoposta a una biopsia puntura del fegato, allora è spesso possibile trovare un processo patologico giunto al termine, che non ha ancora manifestato sintomi clinici, ma non è ancora arrivato il momento. Ma succede anche che una persona ha lamentele causate da danni al fegato, e viene dai medici. Ma questi reclami non sono in genere specifici per il fegato. Questo può essere debolezza immotivata, riduzione delle prestazioni, dolore alle articolazioni, epistassi. Medici allo stesso tempo a lungo e testardamente alla ricerca della causa, ma non immediatamente venire alla diagnosi di "epatite cronica". E la malattia progredisce e, se il trattamento non viene avviato in tempo, il caso può portare alla formazione di cirrosi o cancro. Per diagnosticare l'epatite cronica, è necessario condurre una diagnosi piuttosto complicata. In ogni caso, il medico determina individualmente il programma d'esame.

L'esame del paziente richiede costi considerevoli: un ago per una biopsia epatica costa $ 25 e uno studio che utilizza il metodo PCR costa $ 50. Ma il trattamento dei pazienti con epatite cronica è molte volte più costoso. Il costo di una dose del corso del farmaco Intron A è di circa $ 5000, mentre l'efficacia del trattamento non supera il 50%.

Attualmente, il vaccino contro l'epatite B è ampiamente utilizzato nel mondo e dal 1996 il paese ha vaccinato con il vaccino Engerix B, ma sfortunatamente l'alto costo del farmaco non consente vaccinazioni a tutti coloro che ne hanno bisogno. Sarebbe opportuno risolvere la questione della creazione di centri di vaccinazione nella repubblica, dove una persona potrebbe comprare un vaccino e farsi vaccinare. Tali centri operano con successo in Russia. Il problema dell'epatite virale è da tempo andato oltre lo scopo di un problema medico. Data la portata della diffusione dei virus, la minaccia che essi portano alla salute della nazione, questo problema assume importanza sociale. Per combattere con successo l'epatite virale, è necessario unire gli sforzi di medici, scienziati e il pubblico in generale. Ma per risolvere professionalmente i numerosi problemi complessi associati ai problemi dell'epatite virale, è necessario prima di tutto avere una conoscenza moderna di questo problema.

Segni di epatite

Facciamo una breve escursione in epatologia per ottenere una comprensione più profonda del meccanismo per lo sviluppo di processi patologici nel fegato e in tutto il corpo. causato da virus epatotropici.

La parola "epatite" è tradotta come "infiammazione del fegato", ma sarebbe più corretto usare la parola "danno". L'essenza della malattia è la sconfitta delle cellule del fegato. All'inizio del processo patologico, i capillari intraepatici cambiano - diventano eccessivamente permeabili non solo per il fluido ematico, ma anche per le proteine ​​plasmatiche. Di conseguenza, l'edema sieroso e la distrofia della proteina si sviluppano nel fegato.

Le cellule epatiche soffrono di una carenza di nutrienti in esse, si sviluppa distrofica, e in forme gravi anche cambiamenti necrotici, il funzionamento del più importante organo interno viene interrotto.

L'epatite acuta inizia, di regola, con malessere generale, perdita di appetito, a volte con dolori muscolari e articolari, a volte con sintomi simili all'influenza. I disturbi intestinali più comunemente osservati (nausea, vomito, diarrea o stitichezza). In questo primo periodo (chiamato anche "pancreatico"), la temperatura si alza leggermente per un breve periodo, il paziente nota un leggero dolore, o piuttosto un fastidio nell'addome superiore, nel giusto ipocondrio.

Dopo 1-2 settimane, la malattia passa al successivo stadio itterico. In questo caso, le sensazioni dolorose in molti pazienti si attenuano, ma cominciano col tempo a notare che l'urina è diventata troppo scura e la sedia, al contrario, si scolorisce, la sclera degli occhi è diventata gialla. Lo stesso colore si trova chiaramente sulla mucosa del palato molle e sulla pelle - questo è particolarmente evidente alla luce del giorno.

Il sistema nervoso nel periodo acuto è un po 'depresso. I pazienti con questo spesso sperimentano uno stato mentale depresso, irritabilità, disturbi del sonno e talvolta prurito.

Il quadro clinico sopra descritto è caratteristico dell'epatite acuta (malattia di Botkin), tuttavia, anche con il suo decorso latente nel corpo, cambiamenti simili lentamente e gradualmente si sviluppano.

Abbiamo già notato che l'epatite virale A e B che procede in modo acuto nella maggior parte dei casi termina in completa guarigione. All'inizio del secolo, ha anche dato ai medici una ragione per considerare la malattia di Botkin come una malattia leggera e innocente, che chiamavano il "naso che cola delle vie biliari".

Ma l'epatite virale acuta può trasformarsi in un processo cronico se il paziente non rispetta tutte le prescrizioni del medico. L'epatite cronica porta allo sviluppo della cirrosi del fegato, la cui essenza è che le cellule epatiche morte vengono sostituite dal tessuto connettivo, il flusso sanguigno nel fegato è disturbato. Il fegato sta diventando sempre meno in grado di svolgere la sua funzione. Negli ultimi stadi della malattia, diminuisce di dimensioni, diventa molto denso e nodoso al tatto, mostra segni di ipertensione portale, i pazienti iniziano a perdere peso e crea il contrasto tra arti sottili, lineamenti incavati e un ventre ampio e gonfio che è caratteristico di questo stadio di sviluppo della malattia. quindi a causa dell'accumulo di liquido ascitico nella cavità addominale.

Esistono farmaci speciali per l'epatite virale?

Sfortunatamente, non ci sono attualmente farmaci antivirali altamente efficaci. Per il trattamento di pazienti con epatite B e C virale cronica, vengono utilizzati i preparati di interferone alfa-2b. Il trattamento viene effettuato a lungo, per mesi. Nel 30% dei casi di epatite virale B e nel 50% dei casi di epatite C, è possibile ottenere una remissione stabile, tuttavia, dopo la fine del ciclo di trattamento, le recidive sono frequenti. Solo nel 10% dei pazienti con epatite B cronica virale, il virus scompare dal sangue dopo il trattamento. Il trattamento con interferone è il primo passo per un attacco attivo ai virus.

Posso usare altri farmaci?

La maggior parte delle droghe subisce una trasformazione nel fegato. Se viene diagnosticata l'epatite, ogni episodio di prescrizione di farmaci per qualsiasi malattia deve essere discusso con il medico. L'indicazione che il farmaco è tossico per il fegato richiede la sua cancellazione incondizionata; Solo il medico determinerà quali farmaci possono essere utilizzati in ciascun caso. A volte le donne malate fanno domande sulla possibilità di contraccezione ai farmaci. I contraccettivi più moderni sono innocui per il fegato, ma nel periodo acuto dell'epatite è meglio astenersi dal prenderli.

Che mi dici del sesso?

L'attività sessuale non influisce in modo significativo sul decorso della malattia, ma va ricordato che il virus dell'epatite B viene trasmesso sessualmente.

È possibile fare esercizio fisico?

Nel periodo acuto della malattia l'attività fisica è controindicata. Quando sono in remissione, dovrebbero essere moderati. In ogni caso, il paziente dovrebbe discutere questo problema con il suo medico.

È facile prendere una famiglia?

Dipende dal tipo di virus, ma in ogni caso di epatite virale, tutti i membri della famiglia dovrebbero essere esaminati. In circa il 20% dei casi di epatite virale B, è possibile identificare quelli infetti in focolai familiari. Queste sono persone la cui infezione cronica è asintomatica. Tutti i familiari di un paziente con epatite B cronica dovrebbero ricevere vaccinazioni contro l'epatite.

La lavorazione di piatti e apparecchiature sanitarie con acqua calda e detergenti è sufficiente per impedire la trasmissione dei virus A ed E. I virus B e C non vengono trasmessi in questo modo.

Solo la contaminazione del sangue è pericolosa in termini di trasmissione di questi agenti patogeni, quindi non è possibile utilizzare un comune rasoio, spazzolino da denti, ecc.

Posso ammalarmi di nuovo?

Considerando che diversi virus causano danni al fegato, una persona può soffrire di epatite diverse volte durante la sua vita. L'immunità è prodotta solo dal virus con cui la persona è infetta. Va ricordato che l'immunità non protegge dai virus B, C e D, cioè una persona può produrre anticorpi protettivi, ma il virus rimane nel corpo umano per molto tempo. Tale persona è una fonte di infezione.

Con le lesioni epatiche, è importante osservare alcune restrizioni dietetiche: astenersi da quantità eccessive di grassi animali e prodotti a base di carne grassa, dare la preferenza a varietà a basso contenuto di grassi di carne, pesce, pollame, mangiare più fiocchi di latte, verdure, frutta; alimenti essenziali ricchi di vitamine, in particolare acido ascorbico, vitamine B6 e B12. Nel periodo primavera-inverno, quando il cibo è povero di vitamine, è necessario assumere compresse multivitaminiche. Il fegato del paziente determina una negazione categorica dell'alcol. I surrogati di alcol sono estremamente pericolosi per loro - il loro uso può portare allo sviluppo del coma epatico e alla morte del paziente. Con grande attenzione dovrebbe essere affrontato e l'uso di tinture alcoliche delle erbe, sostituendole con infusi d'acqua, estratti secchi. Tutto ciò è spiegato dal fatto che l'alcol in qualsiasi forma è una sostanza tossica per il fegato, e per il paziente è doppiamente e triplicamente velenoso.

Nikolay Shavlov.
Rivista "Salute e successo", numero 3 per il 1997.

Quali sono i sintomi dell'epatite?

9 dicembre 2015 10:07

L'epatite virale è simile e non simile l'una all'altra. I virus entrano nel corpo umano in modi diversi, manifestandosi in una malattia in tempi diversi, hanno sintomi clinici simili di intensità molto diversa. L'epatite acuta viene trattata in modo diverso se la malattia diventa cronica, la terapia varia in modo significativo e le complicanze dell'epatite sono dello stesso tipo.

Il virus dell'epatite B fu scoperto prima poco più di mezzo secolo fa, solo dieci anni dopo, il virus fu scoperto, ma quando un virus, A o B, non fu trovato con epatite, la malattia fu semplicemente chiamata "né, né A né B". La storia di quale tipo di epatite non fosse ancora chiara è continuata per i prossimi cinque anni fino a quando non è stato scoperto il virus E, sebbene non abbia davvero chiarito la situazione con "né, né A né B", perché gli europei non avevano questo tipo di epatite. La ricerca è continuata e nella metà degli anni '80 del secolo scorso è stato trovato un virus C.

Oggi sono noti sei virus dell'epatite: per i russi si conoscono A, B, C e il virus D che convive con gli ultimi due virus: probabilmente il virus dell'epatite E troverà un posto nelle statistiche dell'incidenza della Federazione Russa, ma per ora Asia del Sud, anche se ci sono state diverse infezioni non importate di epatite acuta E, probabilmente derivate da un ospite intermedio, il maiale.

Breve descrizione dell'epatite virale

I virus enterali, A ed E sono trasmessi dal fecale-orale, cioè con acqua, cibo e mani appena lavate contaminate da feci infette. Il virus E può essere trasmesso dagli animali. La malattia ha solo una forma acuta con una sintomatologia pronunciata, ma non porta mai a una malattia cronica, non importa quanto sia difficile. Non esiste una terapia antivirale specifica, il vaccino profilattico contro l'epatite A è molto efficace.
I virus B, C e D sono trasmessi attraverso il sangue infetto, una malattia acuta può verificarsi abbastanza facilmente e quasi impercettibilmente, ma spesso diventa cronica con una dubbia possibilità di cura completa, tuttavia, è stata sviluppata una terapia antivirale specifica piuttosto efficace. Dopo diversi decenni di malattia cronica, la probabilità delle complicanze più gravi e fatali è alta: cirrosi o cancro del fegato, o entrambi. La prevenzione dell'infezione da virus dell'epatite B è molto efficace.

Corso della malattia

Dopo che il virus entra nel corpo umano, la malattia non si sviluppa immediatamente, questo periodo dall'infezione alle prime manifestazioni della malattia è chiamato incubazione. La durata dell'incubazione nell'epatite, e circa 20 giorni, non meno di 7 giorni e non più di 50. La durata del periodo di incubazione per epatite parenterale B e C è limitata a 6 mesi, ma questo è molto approssimativo, perché non è sempre possibile individuare l'epatite acuta, più spesso il paziente impara la presenza di un'infezione già cronica. Questo è seguito da un periodo prodromico o predzheltushny, quando i sintomi "infiammano", e il periodo di piena fioritura è l'ittero.

In linea di principio, tutta l'epatite virale acuta può procedere facilmente, moderatamente duramente e duramente. I criteri per la gravità sono l'intensità delle manifestazioni cliniche, principalmente i sintomi di intossicazione e ittero. Il luogo di "applicazione" del virus è la cellula epatica, l'epatocita, la gravità della malattia è determinata dal numero di cellule infette: se un po ', quindi il corso è facile, rispettivamente, il più, il più pesante. L'intensità delle manifestazioni è anche influenzata dalla forza dell'immunità, che risponde dolorosamente all'introduzione del virus nella cellula epatica, e spesso i suoi difensori finiscono l'epatocita, che potrebbe persino sopravvivere senza l'aiuto dei difensori dell'immunità.

  • Il decorso lieve è caratterizzato da una condizione abbastanza soddisfacente, rapida, in 2-3 settimane, dalla regressione della colorazione itterica della pelle e delle mucose e dalla normalizzazione dei marcatori biochimici della lesione epatica nel corso di un mese.
  • Con flusso moderato, anche le condizioni del paziente sono soddisfacenti, ma occorrono fino a un mese per eliminare l'ittero, gli indici biochimici si normalizzano in solo un mese e mezzo.
  • Con un corso severo, non c'è uno stato di salute decente, i sintomi di intossicazione ti fanno sentire, il giallo della pelle è improbabile che duri meno di un mese, e la normalizzazione di parametri biochimici significativamente elevati richiederà almeno 2 mesi.

Sintomi del periodo preicterico

Lo sviluppo dell'epatite acuta nel periodo iniziale di 2-7 giorni può avvenire in diversi scenari clinici e la variante più frequente è simile all'influenza, ma non quella che chiamiamo "influenza", ma in realtà è solo un'infezione virale respiratoria con starnuti, moccio e lacrime. La variante simil-influenzale dell'epatite virale inizia improvvisamente sullo sfondo della salute completa, quando la temperatura corporea, in appena un'ora, sale a 38-39 ° C, dolori articolari e dolori muscolari. Può notevolmente gonfiare, cioè sullo sfondo di alte temperature, ci sono attacchi di freddo prima di scuotere con la completa incapacità di riscaldarsi. Con l'epatite, possono verificarsi sintomi catarrali, che non dovrebbero verificarsi con l'influenza: il naso è secco e la gola non fa male.
Un'altra opzione, quando il disturbo del tratto gastrointestinale e non la temperatura, viene alla ribalta, viene chiamato dispeptico. Il paziente perde l'appetito, si rifiuta di mangiare e nello stomaco si sente una sensazione di pesantezza e può anche verificarsi dolore. Nausea e vomito, feci frequenti, di regola, non più di cinque volte sono possibili. Molto simile a qualche tipo di infezione intestinale, che dura fino a una settimana.
Spesso, l'epatite inizia semplicemente con progressivamente crescente debolezza, sonnolenza o mal di testa. La temperatura è normale, ma non c'è forza per lavorare e anche solo per muoversi, l'umore non è a zero, ma negativo: irritabile, persino capriccioso. Questo è indicato come la variante astenovegetativa. Forse una combinazione di diverse opzioni, quindi è mista.

Il medico noterà durante questo periodo un certo aumento delle dimensioni del fegato e dolore quando si sente (palpazione) del giusto ipocondrio. Ma soprattutto, nel bel mezzo di questo periodo, la pelle, la sclera e le mucose iniziano a ingiallire, l'urina ogni volta diventa sempre più intensa color birra e le feci si schiariscono gradualmente.

  • Con l'epatite, i sintomi clinici sono i più brillanti, ma non c'è affatto tempo, tuttavia, rispetto ad altri patogeni dell'epatite virale, il quadro clinico è davvero indicativo.
  • Con l'epatite B, tutto inizia non bruscamente, ma gradualmente, durando una o due settimane. La sindrome simil-influenzale non si manifesta con la febbre con brividi, ma con un dolore lancinante alle articolazioni.
  • Con l'epatite C, otto pazienti su dieci hanno una leggera sensazione di cattiva salute quando non ci sono sintomi chiari, ma qualcosa non va, ma ciò che è sbagliato non è compreso.

Sintomi del periodo itterico

Il periodo è il cosiddetto ittero, quando i pigmenti biliari vengono rilasciati dalle cellule epatiche distrutte, dando il colore della pelle. Le feci, senza bile, "lasciando" sul sistema circolatorio, al contrario, diventano luce. L'urina si scurisce perché si ottiene nei reni dal sangue "scuro", attraverso il quale i pigmenti biliari si riversano su tutti gli organi. In linea di principio, tutto diventa giallo, tutti gli organi, ma vediamo solo la pelle. L'ittero aumenta di circa una settimana e dopo la sua intensità diminuisce gradualmente.

I sintomi clinici, manifestati nel periodo iniziale della malattia, con l'inizio dell'ittero iniziano a diminuire. La debolezza generale prevale, può essere piuttosto intensa, e la perdita di appetito con una sensazione di leggera pesantezza nell'ipocondrio destro, questo fegato, che è ingrossato da una malattia, si manifesta. La temperatura è normale Negli esami del sangue, gli enzimi epatici AST e ALT e la bilirubina sono aumentati e la natura virale dell'infiammazione è indicata da un livello ridotto di leucociti e neutrofili.

  • Con l'epatite, e l'ittero si sviluppa rapidamente, e con il suo arrivo, la sua salute migliora, di regola, le macchie di pigmento per circa due settimane.
  • Con l'epatite B, l'ittero appare gradualmente, lentamente, lo stato di salute non migliora, potrebbe persino peggiorare. L'ittero è lungo, lo stato di salute è ondulato, poi migliora, poi si deteriora di nuovo con una piccola temperatura, anche se ogni successivo deterioramento passa più facilmente rispetto al precedente.
  • Con l'epatite C, la maggior parte dei pazienti non ha ittero, i pazienti lamentano una grave debolezza associata a sintomi dispeptici. In generale, il quadro clinico è più simile alle varianti del periodo preicterico.

Periodo di recupero

In effetti, questo è un periodo di recupero graduale dall'epatite acuta, quando il colore della pelle e delle mucose viene normalizzato, viene ripristinata la funzione del fegato, che è dimostrata dai parametri biochimici del sangue. Il recupero può durare 2-3 mesi, di regola, persiste una debolezza piuttosto intensa, a volte sono possibili sensazioni spiacevoli nello stomaco e anche lieve nausea, ma la salute generale è ancora più vicina al bene, sebbene non vi sia una completa sensazione di salute.

Epatite cronica

L'epatite cronica va avanti da anni e decenni, spesso non è il benessere a parlare di problemi, ma le analisi del sangue, dove rivelano il grado di carica virale - l'attività del virus al momento. Con l'epatite B e C viene eseguito un trattamento piuttosto severo, che influisce fortemente sullo stato di salute. Le manifestazioni di epatite direttamente sono quasi impercettibili, il fegato può nascondere i suoi problemi fino a quando compaiono complicazioni come lo sviluppo di tessuto cicatriziale o carcinoma epatocellulare.

Componi il numero +7 (495) 230-00-01 o compila il modulo di feedback:

Articolo Precedente

Latte di cammello