Peritonite acuta

Trattamento

In peritonite acuta a seguito di esposizione a tossine microbiche e paresi agricole verifica vasi sanguigni del peritoneo con lo sviluppo di congestione ed edema. Allo stesso tempo, che colpisce il sistema nervoso e muscolare del tratto digestivo, che porta a ileo paralitico, la stagnazione del contenuto intestinale, la violazione di tutti i tipi di scambi, in particolare acqua-sale, che provoca una disidratazione tagliente. Dovuto all'assorbimento di tossine e prodotti di decadimento del contenuto dell'intestino aumenta intossicazione batteriche. Le funzioni fisiologiche dei sistemi vitali del corpo sono compromesse. Durante la peritonite acuta, ci sono tre fasi. La prima fase (1-2 ° giorno di inizio della malattia) è caratterizzata da infiammazione del peritoneo nella regione della fonte di infezione; la seconda fase (2-5 giorni) - in un processo che comporta una parte considerevole del peritoneo e progressivo peggioramento condizioni del paziente; in una terza fase (oltre 6 giorni) si riceve diffusa carattere peritonite - il processo si estende per tutta la cavità peritoneale o al massimo delle sue estremità, e spesso la morte del paziente. Questi termini sono relativi, dal momento che una transizione peritonite nella terza fase è già sul 2-3 ° giorno della malattia. Tuttavia, durante la peritonite possono rimanere al 1 ° e talvolta sul 2 ° stadio, se l'area infiammata è isolata dal resto di incollaggio cavità peritoneale fibrinosa e poi picchi attorno ai corpi essudato accumulati. Con tale processo locale o peritonite limitato termina con successo riassorbimento effusione, o porta alla formazione di isolati ascesso addominale. prima fase di funzionamento seguito essere trattamento di solito si arresta e previene lo sviluppo di transizione peritonite alla fase successiva.

Un segno permanente di peritonite è il dolore addominale. In un primo momento essi possono essere localizzati nella zona della fonte di infiammazione in seguito prendere versato in natura. Forti dolori costringono i pazienti a prendere una posizione forzata, più spesso con i fianchi sull'addome. L'addome è teso, non coinvolto nell'atto di respirare. La palpazione dell'addome è dolorosamente acuta. Il grado di tensione dei muscoli addominali riflette in parte la prevalenza del processo infiammatorio. Caratteristica di peritonite è peritoneale RheumaBasanUna (Shchetkina - Blumberg) con la palpazione addominale: dolore acuto si verifica quando il rapido ritiro mani palpabili. Quando si ascolta i rumori intestinali addome non vengono rilevati (cessazione della peristalsi), molto spesso c'è il vomito, che è lo sviluppo di peritonite diventa invincibile. Lingua asciutta, ricoperta di patina grigia o marrone. L'impulso si accelera quando l'infiammazione si sviluppa, il suo riempimento cade, diventa appena visibile. La pressione sanguigna diminuisce gradualmente. Temperatura elevata in un primo momento, e poi può essere ridotto, pelle pallida, lineamenti affilati, e prende la forma caratteristica della cosiddetta faccia ippocratica. Il sangue fin dai primi giorni della malattia segnato leucocitosi, in seguito passaggio dei leucociti a sinistra. Nelle urine - proteine, globuli rossi, cilindri granulari. esame a raggi X può rivelare la presenza di gas libero nella cavità addominale (peritonite quando associata con perforazione dello stomaco o nell'intestino) e l'accumulo di liquidi e gas nel piccolo intestino più livelli orizzontali. Nei pazienti anziani fragili e quelli che ricevono antibiotici, peritonite spesso procede con quadro clinico cancellati.

La prognosi della peritonite dipende dalla tempestività della diagnosi e dall'inizio del trattamento.

Pronto soccorso Se si sospetta una peritonite, è necessario il ricovero immediato in una struttura chirurgica. In nessun caso non è possibile applicare clisteri e lassativi, iniettare farmaci, oscurare il quadro clinico, non dare acqua e cibo.

Trattamento. Tipicamente, quando peritonite mostrato intervento chirurgico di emergenza, il cui compito principale è quello di eliminare focolare causato peritonite (rimozione del appendice infiammata, suturando ulcera perforata e t. D.). Durante il funzionamento del essudato cavità addominale è stato rimosso possibili tovaglioli, aspirazione, poi iniettati antibiotici cavità peritoneale. Semina scattata al passo permette essudato postoperatoria effettuare terapia antibatterica con il patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici. Quando l'operazione nella terza fase (e talvolta nel 2 °) di peritonite viene introdotta nella cavità peritoneale sottile, solitamente scarichi polietilene. Attraverso di loro, la soluzione viene versata antibiotici prescritti da un medico nel periodo post-operatorio (di solito ogni 6-8 ore per 3-5 giorni). Per non avere a sparare ogni volta la benda viene rimosso dalle estremità dei canali di scolo sotto di essa, CLAMP, avvolgere con garza sterile e benda sopra pribintovyvayut. Contemporaneamente portato trattamento complesso: mezzi protivobakteriynyh intramuscolari, in vista della regolazione di acqua e sale scambio infusione di soluzione salina o altre soluzioni, mantenendo i sistemi cardiovascolare e respiratorio. Di particolare importanza è il controllo di stasi gastrointestinale tramite aspirazione lungo dallo stomaco (cfr. Drenaggio aspirazione), la somministrazione di agenti che stimolano dell'apparato intestinale neuromuscolare (pituitrin, Neostigmina, atropina, ecc).

I pazienti che alimentano procede con cautela, solo dopo l'apparizione di segni di motilità intestinale.

Peritonite acuta Eziologia e patogenesi. La peritonite come malattia indipendente è estremamente rara. Nella maggior parte dei casi è, vale a dire un danno complicazioni secondarie o disturbi addominali o organi vicini. Il verificarsi del primario, o la cosiddetta idiopatica, peritonite spiegare infezione metastasi da qualche fonte lontana di infiammazione (tonsillite cronica, sinusite, pericardite, polmonite, ecc) di sangue e vasi linfatici, o penetrazione dell'infezione attraverso gli organi sessuali nelle donne. Nella maggior parte dei casi, peritonite acuta si verifica a causa della penetrazione nei microorganismi piogeni cavità addominale (streptococchi, stafilococchi, pneumococchi, enterococchi, E. coli, bastoni tifo gruppo) patogeni anaerobi et al.

La causa più comune di peritonite è l'appendicite acuta. L'infiammazione più veloce e più tagliente si verifica in un processo, più le condizioni per lo sviluppo di peritonite. Nelle forme distruttive di appendicite acuta e soprattutto nel processo di perforazione viene spesso osservato diffusa peritonite (general). La causa di peritonite sono spesso colecistite acuta, ulcera perforata, pancreatite acuta, rotture intestinali, malattie ginecologiche. causa meno comune di peritonite sono strozzata ernia, perforazione tifo e tubercolosi ulcere intestinali, occlusione intestinale cancrena strangolamento motivato, trombosi arteriosa mesenterica, tumori perforazione del tratto gastrointestinale, ecc Forse lo sviluppo di peritonite quando esposti peritoneo di sostanze tossiche. soluzioni antisettiche concentrate, contenuti cisti, bile, succo pancreatico, ecc.

La prima reazione penetrazione peritoneale nelle microbi cavità addominale o esposizione alla sostanza tossica è uno sviluppo di iperemia infiammatoria paresi piccolo vascolare. I vasi capillari, le arteriole, le venule e i vasi linfatici si espandono. Più estesa è l'irritazione, più vasi sanguigni sono paralizzati. Questo porta ad un significativo impegno di sangue negli organi addominali, lo sviluppo di stagnazione e di edema.

Espressa vasi sanguigni paresi piuttosto rapidamente porta alla formazione di quantità significative di essudato nella cavità addominale. Fattori immunologici causano la morte dei batteri, così da accumulare endotossine essudato, esotossine che, unitamente danneggiare ulteriormente il peritoneo, causando peritonite generalizzata.

Come risultato dell'aspirazione, insieme con l'essudato di batteri e loro tossine raccolta fenomeni di intossicazione. Sotto l'influenza di tossine nel primi a subire il sistema neuromuscolare del tratto gastrointestinale, con conseguente nelle fasi iniziali di peritonite si verifica hypercatharsis che abbastanza rapidamente sostituito da paresi, e quindi la paralisi dell'intestino. Sviluppa un'ostruzione intestinale dinamica. Rezchayshee inibizione delle cellule neuromuscolari del tratto gastrointestinale non è solo un risultato di esposizione a tossine, ma anche l'eccessivo allungamento dei gas pareti dell'intestino generati dalla decomposizione del contenuto intestinale. Violazione passaggio attraverso i vasi intestini, paralisi muscolari e porta ad una significativa liberazione di fluidi, sali e proteine ​​nel lume intestinale. Questo porta ad una violazione dell'equilibrio acqua-sale, la violazione di tutti i tipi di scambio e di equilibrio acido-base del sangue. Ci sono la disidratazione taglienti, una sostanziale riduzione Na, Ca, Cl, e proteine ​​del sangue. Queste deviazioni e inevitabilmente viene fornito con la disfunzione del fegato, pancreas, reni sono la causa di gravi cambiamenti nel sistema cardiovascolare e disturbi del sistema nervoso centrale di cui a sua volta peggiorare in modo significativo l'apporto di sangue già compromessa e innervazione del tratto gastrointestinale. pareti intestinali non sono impermeabili ai microrganismi e loro tossine, che aumenta l'infiammazione nella cavità addominale. C'è un circolo vizioso, che porta ad una significativa mortalità in caso di fuoriuscita di peritonite purulenta.

Anatomia patologica. I cambiamenti patologici nella cavità addominale sono diversi a seconda delle cause della peritonite, dello stadio di sviluppo della malattia (la durata del processo), della natura dell'infezione, delle condizioni generali del paziente.

Durante la peritonite, ci sono tre fasi. Questa divisione è in gran parte condizionale, poiché una fase passa facilmente in un'altra e questa transizione è possibile nei periodi più diversi dal momento della comparsa della malattia. D'altra parte, lo sviluppo della peritonite non passa necessariamente attraverso tutte e tre le fasi.

Nel primo stadio (di solito i primi due giorni della malattia), il processo infiammatorio è di solito locale (localizzato nella zona della fonte della peritonite) e non si estende ancora ad altre parti della cavità addominale. Iperemia peritoneale rilevata morfologicamente, versamento sieroso con una piccola quantità di fibrina. La flora microbica nell'effusione è assente o estremamente scarsa.

La seconda fase è osservata in termini da 2 a 5 giorni. Durante questo periodo, il processo si sta diffondendo, in cui tutte le nuove sezioni del peritoneo vengono gradualmente coinvolte. L'effusione acquisisce carattere sieroso-purulento, diventa torbida, con un gran numero di fiocchi di fibrina e l'essudato sieroso appare lontano dalla fonte della peritonite; La quantità di effusione può essere significativa. Il peritoneo assume un aspetto opaco e grungy con depositi di fibrina. Un grande numero di batteri appare nell'effusione. Quando un organo cavo è perforato, la peritonite di solito acquisisce rapidamente un carattere putrefattivo con essudato di colore grigio-sporco o bruno-bruno, con un odore fetido e fetido.

Nella terza fase (5-10 giorni dopo l'inizio della malattia), un versamento purulento o putrefattivo riempie l'intera cavità peritoneale e tutte le sue torsioni, il peritoneo è gonfio, infiltrato, con emorragie a chiazze. I cappi intestinali sono coperti e incollati con sovrapposizioni fibrinopurulose, gonfie, contengono una grande quantità di liquido fetido ristagnante. Questo stadio - peritonite diffusa, generale - è irreversibile ed è la fase terminale della malattia.

Deviazioni significative sono anche possibili nel tasso di peritonite; la durata delle fasi è soggetta a fluttuazioni. Ad esempio, il secondo stadio può verificarsi molto prima (1-2 giorni) o essere ritardato per un periodo più lungo. Dipende dall'età del paziente, dal tipo di flora batterica, dalle cause della peritonite.

La diffusione del processo infiammatorio nella cavità addominale dipende dalla localizzazione della fonte di peritonite. Se collocato nella parte superiore (colecistite acuta, ulcere gastroduodenali perforate, pancreatite acuta), il processo infiammatorio si diffonde lungo il canale laterale destro fino alla cavità pelvica, quindi sul canale laterale sinistro. Nella patologia della metà sinistra dell'intestino crasso, l'effusione si diffonde prima verso l'alto nello spazio subfrenico a causa dell'effetto di aspirazione del diaframma.

In caso di interruzione dell'infiammazione nell'organo che ha causato la peritonite, o l'eliminazione della fonte di peritonite (appendicectomia, colecistectomia, ecc.), La peritonite sierosa può non andare nelle seguenti fasi e il processo infiammatorio è invertito. La peritonite sierosa si arresta nel suo sviluppo dopo 6-7 giorni, sierosa-fibrinosa - dopo 1,5-2 settimane. Con una buona funzione protettiva del peritoneo o un lento sviluppo del processo infiammatorio nell'organo, la peritonite si distingue in alcune piccole parti della cavità addominale, di solito nella zona di origine (nella regione iliaca destra, nella piccola pelvi, sotto il fegato, sotto il diaframma). Il risultante albero protettivo degli organi addominali, la ghiandola impedisce lo sviluppo di peritonite comune. Con un corso favorevole, è possibile uno sviluppo inverso del processo e la sua completa subsidenza.

Durante la transizione della peritonite sierosa sierosa-fibrinosa nel purulento nella cavità addominale, si forma un ascesso (ascesso appendicolare, pelvico, ascesso subfrenico, ecc.). Il pus accumulato può "dissolvere" aderenze restrittive e irrompere nella cavità addominale libera e portare a uno sviluppo estremamente rapido di peritonite comune. Nelle prime fasi della formazione di un ascesso, movimenti bruschi del paziente, improvvisa aumento della peristalsi (lassativo), palpazione eccessivamente attiva, ecc. Possono contribuire alla violazione dell'integrità della barriera protettiva.

La peritonite saccolata limitata è più spesso formata nelle sezioni inferiori della cavità addominale. A causa del fatto che il peritoneo del piano superiore, che copre soprattutto il diaframma, ha una maggiore capacità di assorbimento rispetto al peritoneo delle sezioni inferiori, i fenomeni generali, intossicazione con peritonite limitata e locale della sezione superiore della cavità addominale sono più pronunciati e producono manifestazioni cliniche più gravi.

Il quadro clinico della peritonite acuta è estremamente vario e la sua gravità non sempre corrisponde ai cambiamenti patologici esistenti. Soprattutto spesso questa discrepanza viene osservata quando si usano antibiotici, che modificano drasticamente le manifestazioni locali e generali della peritonite. Questo può portare a sottostimare il processo, il rifiuto dell'intervento chirurgico e causare un esito letale.

Il primo segno di peritonite acuta è il dolore addominale, che è permanente e si intensifica gradualmente (ad eccezione delle perforazioni improvvise degli organi cavi, quando il dolore si alza improvvisamente ed è estremamente acuto, spesso accompagnato da shock o collasso). Il dolore si trova prima nell'area della fonte della peritonite e poi si diffonde gradualmente in tutto l'addome. Nello stesso periodo, di solito vomita (spesso indomabile) dal cibo e dalla bile mangiata. I movimenti di vomito aumentano significativamente il dolore addominale. Successivamente, il vomito potrebbe diventare fecale. Il paziente assume una posizione stazionaria forzata. Il minimo tremito, toccando l'addome, aumenta drammaticamente il dolore. La temperatura corporea sale velocemente a 38-39 °. I pazienti hanno una forte sete, l'assunzione di acqua aumenta il vomito. Nelle prime fasi della malattia si osserva una maggiore peristalsi, che aumenta significativamente il dolore addominale. Successivamente, la paralisi intestinale porta a distensione addominale, feci e gas cessano di fluire, la respirazione diventa difficile (mancanza di respiro). La condizione generale sta progressivamente peggiorando. I fenomeni di disidratazione e intossicazione crescono rapidamente. Nel caso di un processo di vasta portata, le caratteristiche del viso si acuiscono nettamente, gli occhi affondano. La pelle è pallida, fredda, sul viso è un'espressione di grave sofferenza, paura; c'è un rilassamento completo dei muscoli facciali (faccia ippocratica, facies Hippocratica). La coscienza rimane a lungo chiara. Lingua secca, ricoperta da una folta fioritura. La voce è silenziosa e spesso indistinta. Nella terza fase della peritonite, i fenomeni di insufficienza cardiovascolare aumentano rapidamente e il paziente muore.

La diagnosi di peritonite acuta nella terza fase non è difficile, ma l'assistenza medica in questo periodo è spesso inefficace. Pertanto, il riconoscimento precoce della malattia (nella prima fase), che può presentare difficoltà note, è di grande importanza.

Tra i molti primi sintomi di peritonite, non ce n'è uno che sia costante e allo stesso tempo non si verificherebbe nelle malattie della cavità addominale, che procedono senza infiammazione del peritoneo.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, il quadro clinico della peritonite che è iniziata è espresso abbastanza chiaramente. Oltre ai sintomi generali sopra descritti, vi sono numerosi segni locali pronunciati: la respirazione addominale è assente, c'è una tensione visibile sui muscoli della parete addominale anteriore. Un attento picchiettamento su di esso è acutamente doloroso, con percussione, alta timpanite rilevata nel mesogastro e spesso opaca in una qualsiasi delle aree in pendenza della cavità addominale. Alla palpazione, si nota la tensione di tutti i muscoli della parete addominale anteriore e dolore acuto in tutto l'addome. Il sintomo di Shchetkin - Blumberg (dolore acuto derivante dal rapido ritiro della mano palpante) è chiaramente espresso in tutte le parti dell'addome.

La peristalsi di solito è assente o è rappresentata da raffiche singole ad alto tono. Successivamente, si osserva un gonfiore (flatulenza dovuta alla paresi intestinale), spesso c'è un rumore di schizzi, specialmente nei casi accompagnati da espansione e paresi dello stomaco. Abbastanza spesso c'è un singhiozzo doloroso, particolarmente caratteristico della sconfitta del peritoneo diaframmatico.

Dal momento che lo sviluppo del processo purulento nella cavità addominale, la respirazione diventa più veloce, l'impulso 90-120 batte per 1 minuto, quindi più spesso diventa morbido, e successivamente filamentoso, la pressione sanguigna scende e l'ampiezza della pressione è particolarmente evidente. Aumento della frequenza cardiaca e perdita di pressione si verificano in conformità con l'aumento dei fenomeni peritoneali e intossicazione.

Di norma, il numero di leucociti nel sangue aumenta (fino a 10.000-20.000) e la formula del sangue bianco cambia: neutrofilia con uno spostamento a sinistra, linfopenia e scomparsa di eosinofili. La coagulazione del sangue viene rilevata usando l'ematocrito (vedi).

La quantità di urina diminuisce, gli eritrociti appaiono in esso.

Diagnosi differenziale Numerose malattie possono dare un quadro clinico simile alla peritonite versata (varie forme di pielonefrite e paranfrite, pancreatite acuta, esacerbazione di ulcera peptica, polmonite inferiore, ematoma retroperitoneale, uremia, ecc.). La diagnosi differenziale di peritonite con malattia renale aiuta a correggere la storia raccolta, la presenza di questi o altri disturbi disurici, una radiografia dei reni, l'esame delle urine e la cromosomicologia.

Quando la pancreatite, di regola, il dolore è localizzato nel piano superiore della cavità addominale, si irradia verso la parte posteriore, spesso ha un carattere circostante. La gravità della condizione non corrisponde ai dati di un esame obiettivo dell'addome. Le condizioni del paziente sono gravi, c'è la sindrome del dolore, vomito ripetuto, segni di intossicazione, l'addome è gonfio nella parte superiore, ma il dolore e la tensione dei muscoli della parete addominale sono moderati. La quantità di urina diastasi è generalmente aumentata.

La diagnosi di ematoma retroperitoneale o emorragia intraperitoneale è assistita da un monitoraggio dinamico delle condizioni generali del paziente, della pressione arteriosa e dell'emoglobina.

Talvolta si incontrano difficoltà significative nella differenziazione tra peritonite diffusa e locale. Nelle persone anziane indebolite, la peritonite diffusa può manifestarsi solo con cambiamenti in una parte limitata della cavità addominale.

Si incontrano grandi difficoltà nello stabilire le cause della peritonite. Sono possibili anche errori diagnostici preoperatori. Tuttavia, il significato pratico di questi errori è piccolo se non serve come motivo per ritardare l'operazione (vedere stomaco acuto) o per la scelta sbagliata dell'accesso immediato.

Trattamento. Il trattamento conservativo e il monitoraggio a lungo termine ai fini della diagnosi differenziale non dovrebbero essere usati. Terapia conservativa persistente [antibiotici, lavaggio dello stomaco e dell'intestino crasso, l'uso di farmaci e agenti che eccitano la peristalsi (atropina, prozerina) e una serie di altre misure] possono creare l'illusione del recupero: lo stato di salute migliora un po '(spesso a causa dell'euforia), il polso diminuisce, appare la peristalsi, la temperatura corporea diminuisce, l'attività intestinale a volte viene ripristinata. Una condizione simile può durare da alcuni giorni a due settimane, quindi si verifica una catastrofe: l'attività cardiovascolare si deteriora bruscamente e il paziente muore in poche ore.

L'unico metodo di trattamento della peritonite purulenta versata è un intervento immediato.

Quando si fornisce il primo soccorso, è consigliabile ridurre il dolore e ritardare lo sviluppo dell'infiammazione per assegnare un raffreddore (impacco di ghiaccio) allo stomaco. È necessario consegnare immediatamente il paziente all'ospedale chirurgico. L'introduzione di farmaci e antibiotici è controindicata in questo caso, in quanto può modificare il quadro clinico così tanto che il chirurgo non troverà motivi per un'operazione di emergenza e, quindi, arrecherà danni irreparabili al paziente. Solo quando il paziente è lontano dall'ospedale chirurgico e il suo trasporto richiederà molto tempo, l'introduzione di farmaci per la prevenzione è accettabile. Per gli stessi motivi, è consigliabile introdurre agenti cardiaci e tonici. È necessario prendere nota delle iniezioni di farmaci nel foglio di accompagnamento, indicando il tipo di farmaco, la sua quantità, il tempo di somministrazione. L'uso di lassativi, clisteri, lavanda gastrica in questa fase delle cure mediche è assolutamente controindicato.

Prima viene eseguita l'operazione, migliore è il risultato. Lo scopo principale dell'intervento chirurgico è quello di eliminare la causa della peritonite, l'eliminazione della sua fonte (appendicectomia, colecistectomia, sutura delle ulcere perforate, ecc.). Allo stesso tempo durante l'operazione, se possibile, l'essudato (pus) viene rimosso dalla cavità addominale e il drenaggio viene stabilito per l'introduzione sistematica di antibiotici nel periodo postoperatorio.

L'unica controindicazione alla chirurgia per peritonite purulenta diffusa è la condizione agonale del paziente, in cui l'operazione non ha senso, in quanto non salverà il paziente.

La preparazione del paziente per la chirurgia include una serie di misure obbligatorie, una delle quali è quella di rimuovere il contenuto dallo stomaco lavandandolo. Se la peritonite è causata da un'ulcera perforata dello stomaco o del duodeno, è limitata solo dall'aspirazione del contenuto gastrico. Lo svuotamento gastrico, da un lato, è una misura per combattere l'intossicazione, d'altra parte, una misura per prevenire il vomito durante l'anestesia, la possibile aspirazione e l'asfissia. Prima dell'operazione, a tutti i pazienti viene mostrata la somministrazione di farmaci, agenti cardiaci (tiamina, olio di canfora o Korglucon con una soluzione di glucosio al 40%). È consigliabile iniziare immediatamente l'infusione endovenosa a goccia di soluzione fisiologica o glucosata al 5%, che viene continuata durante l'operazione. Con i fenomeni di collasso o shock, è consigliabile iniziare una flebo trasfusione di sangue o di sostituti del sangue. In alcuni casi, è possibile iniziare immediatamente il trattamento con antibiotici, la cui introduzione continua dopo l'intervento chirurgico.

Quando si sceglie un metodo di anestesia, è necessario prendere in considerazione la causa della peritonite, le condizioni del paziente, la sua età. È anche importante avere un anestesista esperto o un metodo che il chirurgo preferisce. Più spesso con peritonite, anche l'origine appendicolare è operata sotto anestesia generale per intubazione. Per interventi chirurgici più complessi (colecistectomia, resezione intestinale, ecc.) O più lunghi e traumatici (per necrosi pancreatica, malattie purulente dell'utero e delle appendici, ascessi epatici, milza, ecc.), È tanto più appropriato avere un'anestesia con miorilassanti.

L'identificazione della causa esatta della peritonite prima dell'intervento chirurgico è importante per la selezione e l'accesso operativo più razionale, fornendo l'approccio più conveniente alla fonte di peritonite. Nell'appendicite acuta si preferisce un'incisione obliqua nella regione iliaca destra, nella colecistite, un'incisione parallela all'arcata costale destra, nell'ulcera gastrica perforata, nella necrosi pancreatica - laparotomia mediana superiore, nelle patologie ginecologiche - laparotomia mediana inferiore e così via. soprattutto osservare attentamente l'asepsi. La ferita deve essere protetta in strati di 2-3 strati di garza, fissandola alla pelle, all'aponeurosi, al peritoneo. Per prevenire l'infezione della ferita, è consigliabile rimuovere l'effusione dall'area della ferita adiacente alla ferita (aspiratore, salviette, ecc.) Anche prima della revisione della cavità addominale. Dalla natura del versamento si può giudicare sulla causa della peritonite (pus, bile, versamento emorragico, fecale, ecc.). È necessario rimuovere l'effusione e il cibo e le masse fecali che sono penetrate nella cavità addominale dalla zona adiacente all'incisione e dai punti di accumulo (canale laterale, bacino piccolo, spazio subfrenico sinistro). Tuttavia, la rimozione completa del pus e dell'effusione da una varietà di tasche e pieghe peritoneali è impossibile. I tentativi di rimuovere l'effusione da tutte le parti della cavità addominale possono solo contribuire all'ulteriore diffusione dell'infiammazione. Soprattutto influisce negativamente sul periodo postoperatorio pulendo il peritoneo con i tovaglioli (la lesione del peritoneo porta ad un aumento dell'infiammazione e dello sviluppo delle aderenze). Rimozione meno traumatica dell'aspiratore dell'essudato.

Il lavaggio della cavità addominale con peritonite purulenta con varie soluzioni è ora considerato controindicato, poiché questa procedura contribuisce alla diffusione dell'infezione nella cavità addominale, la penetrazione dell'essudato e del pus in altre circonvoluzioni, seguita dallo sviluppo delle ulcere.

L'opinione di alcuni chirurghi - professionisti che il tamponamento della cavità addominale gioca un ruolo importante nella lotta contro la peritonite è profondamente errata. Entro poche ore, i tamponi sono circondati da organi che aderiscono e separano completamente i tamponi dalla cavità addominale libera. Di conseguenza, i tamponi non eseguono più la funzione di drenaggio. Allo stesso tempo, irritando il peritoneo, aumentano l'essudazione e sostengono la paresi intestinale. Inoltre, lo studio dei risultati a lungo termine ha mostrato che dopo le operazioni che terminano con tamponamento, si sviluppano spesso ernie e ostruzioni adesive. Attualmente, le indicazioni per l'introduzione di tamponi nella cavità addominale sono: 1) l'impossibilità di rimuovere completamente la fonte di peritonite; 2) l'impossibilità o inaffidabilità della chiusura del moncone di un organo rimosso; 3) la possibile fonte di peritonite che rimane nella cavità addominale (tessuto necrotico, granulazioni estese, ematomi) o la mancanza di fiducia del chirurgo nella completa rimozione dell'organo interessato; 4) l'incapacità di fermare il sanguinamento parenchimale. In tutti gli altri casi, il peritoneo viene cucito saldamente. Poiché il peritoneo ha pronunciato proprietà protettive, i fenomeni di infiammazione di solito diminuiscono piuttosto rapidamente e le complicanze sono osservate molto meno frequentemente che con l'introduzione di tamponi. Il periodo postoperatorio con sutura ermetica della ferita peritoneale è sempre più facile e più favorevole.

Oltre all'eliminazione della fonte di peritonite, alla rimozione dell'essudato e del pus dalle zone addominali adiacenti all'incisione, durante l'operazione, vengono prese diverse misure per ridurre l'intossicazione e combattere la paresi intestinale. Questi includono la creazione di un'aspirazione costante di contenuti dallo stomaco e dal duodeno, blocco del novocaine renale, in rari casi - l'imposizione di una ileostomia sospesa.

Di eccezionale importanza nel trattamento della peritonite è l'uso di antibiotici; L'introduzione più efficace di dosi massicce di antibiotici nella cavità addominale per diversi giorni dopo l'operazione avviene attraverso cateteri di polietilene sottili (nipelny) inseriti tra le suture. A seconda della prevalenza del processo infiammatorio, 1-3 cateteri vengono inseriti nella cavità addominale e vengono infusi per 6-8 ore. soluzioni antibiotiche (penicillina e streptomicina) ad una dose compresa tra 500.000 e 1.000.000 UI in 50-120 ml di una soluzione di novocaina allo 0,25-0,5% per 3-5 giorni. Maggiore è la concentrazione di antibiotici nella cavità addominale, più efficace è il loro uso e meno pronunciati i loro effetti collaterali. V. A. Ivanov, M. V. Molodenkov con peritonite consiglia la somministrazione intra-aortica di antibiotici, novocaine ed heparin. L'uso di vari antibiotici, in particolare di un ampio spettro d'azione, per la peritonite purulenta ha certamente svolto un ruolo significativo nel trattamento di questi pazienti gravi. Tuttavia, l'esito della peritonite e ancora determinare un intervento chirurgico precoce e la rimozione della fonte di peritonite.

Peritonite idiopatica, pneumococcica, peritonite gonococcica sono anche soggette a trattamento chirurgico. Sebbene la loro cura sia possibile con metodi conservativi, non ci sono criteri diagnostici esatti per distinguere la peritonite di questa eziologia da peritonite acuta di diversa eziologia. La laparotomia, durante la quale è possibile la rimozione dell'essudato, l'introduzione di ingenti quantità di antibiotici contemporaneamente o attraverso il drenaggio a sinistra, favorisce la guarigione e la prevenzione delle complicanze. Un prerequisito per gli interventi chirurgici per queste peritoniti è la stretta cucitura della ferita operata (S. D. Ternovsky, V. S. Levit, P. L. Seltsovsky, ecc.).

Nel periodo postoperatorio, viene eseguito un complesso di misure terapeutiche per combattere l'intossicazione, la paresi del tratto gastrointestinale, i disturbi del sistema cardiovascolare e la respirazione. L'aspirazione costante del contenuto gastrico attraverso una sonda sottile che viene effettuata nello stomaco e collegata ad un sistema di tre bottiglie è necessaria (vedere: aspirazione lunga). È estremamente importante combattere l'intossicazione per iniettare una soluzione salina fisiologica fino a 3-5 litri al giorno per via endovenosa, per trasfondere sangue, plasma. Un mezzo efficace per combattere la paresi intestinale, oltre al blocco perirenale, è la somministrazione endovenosa di una soluzione ipertonica (10%) di cloruro di sodio nella quantità di 100-150 ml. In assenza di un effetto terapeutico da un sifone o clistere ipertonico, è consigliabile iniziare una soluzione di proserina (Sol. Proserini 0,01%) tre volte in 1 ml ogni 20 minuti per stimolare la peristalsi intestinale. Solo come rimedio estremo per la paresi persistente, che non è suscettibile di terapia conservativa, ci può essere una questione di imporre una ileostomia di sospensione (vedi Enterostomia).

È estremamente importante prescrivere nel periodo postoperatorio rimedi cardiaci, vitamine, esercizi di respirazione. Vedi anche intubazione intestinale.

Pancreatite emorragica

La pancreatite emorragica è una forma estremamente grave di danno pancreatico, caratterizzata da una rapida distruzione del parenchima dell'organo e dei vasi sanguigni con i propri enzimi, con conseguente necrosi, emorragia e peritonite. I principali sintomi della malattia sono dolore intenso e tossiemia; condizione critica dei pazienti. La diagnostica si basa sulla determinazione di un aumento significativo dell'attività degli enzimi, dei segni ecografici di danno al pancreas e dei dati dalla laparoscopia o laparotomia diagnostica. Terapia antifermentale, disintossicante, anestesia, con inefficacia - trattamento chirurgico.

Pancreatite emorragica

La pancreatite emorragica è una delle forme più gravi di danno pancreatico, accompagnata da una rapida attivazione di enzimi proteolitici, dallo sviluppo di necrosi dell'organo, dall'impregnazione del parenchima con sangue e sanguinamento. Allo stesso tempo, altri organi sono coinvolti nel processo, si forma un versamento peritoneale emorragico e si sviluppa una peritonite asettica enzimatica. Indipendentemente dalla causa, la lesione colpisce sempre gli acini (aree secretorie del pancreas che producono enzimi) e i vasi sanguigni. La malattia è caratterizzata dalla sindrome da dolore più forte e dall'intossicazione, da disturbi emodinamici, dalla possibile disintegrazione completa del pancreas e dalla morte nelle prime 24 ore. Secondo le statistiche, il 60% dei pazienti con pancreatite emorragica sviluppa disturbi mentali e un terzo dei pazienti sviluppa delirium e coma. Una caratteristica di questa forma di pancreatite è un aumento critico del livello degli enzimi pancreatici - di 7-9 volte, la presenza di focolai di emorragie nel peritoneo, apparato legamentoso. Questa è una delle patologie più gravi della gastroenterologia, la cui mortalità è estremamente elevata.

Cause di pancreatite emorragica

La pancreatite emorragica si sviluppa quando esposta a fattori che causano un'attivazione vigorosa dei sistemi enzimatici della ghiandola. Le cause principali dei gastroenterologi includono l'infiammazione, accompagnata da una violazione del flusso pancreatico, intossicazione da etanolo e altre sostanze, reflusso di succo secreto nei dotti della ghiandola durante la colelitiasi, DIC, alte dosi di radiazioni ionizzanti, danni traumatici all'organo e malattie autoimmuni.

Nella pancreatite emorragica, il danno parziale o completo all'organo si sviluppa quando si raggiunge la concentrazione critica di enzimi pancreatici - si verifica l'auto-digestione del parenchima della ghiandola con tripsina e chimotripsina (autoagressione), l'enzima elastasi distrugge le pareti dei vasi sanguigni. Il tessuto dell'organo è intriso di sangue, le sostanze aggressive entrano direttamente nella cavità addominale, causando la peritonite.

Nello sviluppo della pancreatite emorragica un ruolo importante appartiene alla violazione dei fattori umorali che regolano la produzione di enzimi digestivi. La somatostatina, il glucagone, la calcitonina e le proteine ​​antitripsina inibiscono la loro secrezione, mentre la secrezione, pancreozigina, gastrina, insulina e serotonina stimolano la loro secrezione.

Sintomi di pancreatite hemorrhagic

La pancreatite emorragica è una forma grave di pancreatite acuta, in cui i sintomi violenti si sviluppano entro poche ore. Il sintomo principale è la sindrome del dolore pronunciata. Il dolore può essere di fuoco di Sant'Antonio, irradiato alla regione lombare o diffuso in tutto l'addome; è espresso costantemente, un po 'diminuisce nella posizione con le gambe portate allo stomaco. All'inizio della malattia è caratterizzato da una discrepanza tra il dolore soggettivo e un dolore relativamente piccolo alla palpazione. L'intensità delle sensazioni corrisponde al grado di danno al pancreas. In alcuni casi, il collasso si sviluppa.

Nella pancreatite emorragica dovuta ad un aumento della concentrazione di sostanze vasoattive nel sangue, si verifica iperemia della pelle. Forse lo sviluppo di sanguinamento gastrointestinale, la comparsa di pleurite essudativa - versamento nella cavità pleurica, che può essere di natura emorragica. Caratterizzato anche da lingua secca, compromissione della funzione renale, tachicardia e diminuzione della pressione sanguigna. Con un aumento della tossiemia, la frequenza cardiaca aumenta significativamente (fino a 160-180 al minuto) sullo sfondo della temperatura corporea normale o leggermente elevata, la diuresi diminuisce fino all'anuria. Questi segni sono prognosticamente sfavorevoli.

Durante la pancreatite emorragica, ci sono tre periodi che si sostituiscono rapidamente. Il primo periodo è caratterizzato da gravi disturbi emodinamici e shock pancreatico. Entro poche ore, la tossiemia grave si sviluppa con un disturbo generalizzato della microcircolazione e della emodinamica centrale. Una tipica sindrome del dolore si sviluppa rapidamente, nel 20% dei casi - shock pancreatogeno con una condizione generale estremamente grave del paziente.

Il secondo periodo di pancreatite emorragica è accompagnato dall'aggiunta di sintomi di insolvenza funzionale degli organi vitali: aumento dell'insufficienza respiratoria, sintomi di danno tossico per il fegato, reni (con aumento dei livelli di azotemia e creatinina). I disturbi mentali sono caratterizzati da agitazione, ansia, comportamento inadeguato; possibile sviluppo del delirio e del coma.

Il terzo periodo è determinato da complicazioni distrofiche e purulente postnecrotiche: la pancreatite apostematica è formata, il flemmone di cellulosa retroperitoneale e la peritonite purulenta sono possibili. Questi sintomi di solito si sviluppano dopo pochi giorni.

Diagnosi di pancreatite emorragica

I metodi di laboratorio svolgono un ruolo importante nella diagnosi della pancreatite emorragica. Poiché la parte acinosa della ghiandola viene distrutta estremamente rapidamente, la concentrazione degli enzimi pancreatici aumenta rapidamente. Già nelle prime ore, l'attività di alfa-amilasi è due volte più alta del normale, e dopo cinque ore aumenta di 5-9 volte. Inoltre caratterizzato da livelli aumentati di elastasi.

Quando si esegue un esame ecografico di emergenza degli organi addominali, si determina un aumento delle dimensioni del pancreas, l'eterogeneità della struttura dovuta a focolai di emorragie e cambiamenti necrotici. La laparoscopia diagnostica è altamente informativa, che consente di rilevare un versamento emorragico nella cavità addominale, segni di peritonite asettica enzimatica, nonché focolai specifici di emorragie nell'omo maggiore e nel legamento gastrocolico. Quando un paziente è in condizioni critiche, viene effettuata una laparotomia, durante la quale viene controllata la cavità addominale, viene valutato lo stato del pancreas e vengono eseguite manipolazioni mediche.

Differenziare la pancreatite emorragica è necessaria con altre malattie acute degli organi addominali (perforazione delle ulcere gastriche, infarto intestinale, ostruzione intestinale acuta).

Trattamento di pancreatite hemorrhagic

Sospetta pancreatite emorragica è un'indicazione per l'ospedalizzazione di emergenza di un paziente nel reparto di chirurgia o rianimazione con terapia intensiva. Il trattamento ha lo scopo di alleviare il dolore, la tossiemia, l'arresto di ulteriori danni alla ghiandola e la prevenzione delle complicanze purulente.

Si somministrano antispastici muscolari (papaverina, drotaverina), analgesici, miscela di glucosio-novocaina, antistaminici. Viene effettuato un blocco regionale di novocaina, una flebo di soluzione salina con inibitori della proteasi (aprotinina, contrical).

Al fine di fermare la produzione di enzimi nella pancreatite emorragica, è richiesta completa fame, oltre a inibitori delle proteasi citostatici e ribonucleasi. Per alleviare il dolore, il promedolo si trova con atropina. La pancreatite hemorrhagic in la maggior parte casi è accompagnata da complicazioni infettive, perciò, la terapia antibatterica è effettuata dal primo giorno.

La correzione della tossiemia pancreatica si ottiene prescrivendo la terapia anti-enzimatica, la regolazione del bilancio idrico ed elettrolitico, l'ipovolemia. Emocorrezione extracorporea (plasmaferesi) ha un'alta efficienza.

In caso di fallimento della terapia conservativa, viene eseguito il trattamento chirurgico della pancreatite emorragica, che consiste nell'aprire la capsula della ghiandola, drenarla, rimuovere le aree necrotiche e il blocco novocanico attorno all'organo. In caso di danni estesi al pancreas (subtotale o necrosi completa), è necessario un intervento chirurgico radicale - resezione di una parte della ghiandola o panconettectomia (rimozione completa).

Prognosi e prevenzione della pancreatite emorragica

La pancreatite emorragica è la forma prognostica più sfavorevole della malattia - un esito letale si verifica nel 50% dei casi, anche con un'assistenza tempestiva. La principale causa di morte è la tossiemia pancreatica.

La prevenzione delle malattie consiste nell'eliminare l'uso di bevande alcoliche, un'alimentazione corretta, l'individuazione tempestiva e il trattamento delle malattie degli organi interni (in particolare la malattia del calcoli biliari, la colecistite, l'ulcera gastrica).

effusione

L'effusione è una condizione patologica caratterizzata dall'accumulo di qualsiasi fluido biologico in una delle cavità del corpo. L'effusione è un sintomo di infiammazione o eccesso di sangue negli organi interni o nei tessuti e il trattamento deve mirare all'eliminazione della malattia sottostante.

Versamento pleurico

L'effusione pleurica è accompagnata da dolore toracico e mancanza di respiro. Questo è l'accumulo dei seguenti fluidi nella cavità pleurica:

  • Sangue. L'emotorace può verificarsi a seguito di lesioni al torace, aneurisma aortico o disturbi della coagulazione del sangue;
  • Pus. L'empiema è una complicazione di polmonite, rottura dell'esofago, ascesso della cavità addominale o chirurgia;
  • Linfa. Il chilotorace si verifica quando varie lesioni del dotto linfatico principale o quando viene bloccato da un tumore.

Malattie che possono causare versamento pleurico:

  • Lesioni al petto;
  • Chirurgia cardiaca;
  • tumori;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Embolia polmonare;
  • la polmonite;
  • la tubercolosi;
  • istoplasmosi;
  • criptococcosi;
  • blastomicosi;
  • Koktsioidomikoz;
  • pancreatite;
  • Cirrosi del fegato;
  • Artrite reumatoide;
  • Ascesso sotto il diaframma;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Basso contenuto di proteine ​​nel sangue.

La causa dell'effusione può essere l'introduzione scorretta di cateteri o tubi di plastica per via endovenosa, così come alcuni farmaci - idralazina, procainamide, isoniazide, fenitoina e altri.

La diagnosi di accumulo di liquidi nella cavità pleurica comprende:

  • Radiografia del torace - rivela fluido;
  • Tomografia computerizzata: conferma i risultati dei raggi X, rileva un ascesso di polmoni, polmonite o un tumore;
  • Ultrasuoni - determina la posizione della più piccola quantità di liquido pleurico, che facilita il drenaggio del medico.

Nei casi in cui la fonte del versamento pleurico non sia stata identificata durante queste procedure, viene eseguita una puntura, una biopsia o una broncoscopia. La puntura consente di stabilire la presenza di funghi, batteri e cellule maligne nella composizione chimica del liquido. Per fare ciò, l'ago separa il fluido, mentre scarica la cavità. Se c'è un piccolo campione per fare una diagnosi, allora viene eseguita una biopsia della pleura aperta: il torace viene tagliato un po 'e il tessuto viene prelevato con un toratoscopio. A volte ricorrono alla broncoscopia: un esame visivo diretto delle vie respiratorie attraverso un broncoscopio. Secondo le statistiche, nel 20% dei casi, la causa dell'effusione non può essere determinata.

A seconda della gravità del versamento, il liquido in eccesso viene rimosso con un ago, un catetere o un tubo di plastica collegato al sistema di drenaggio.

Versamento al ginocchio

L'effusione del ginocchio è solitamente causata da malattie infiammatorie, lesioni o stress eccessivo. Per determinare le cause di accumulo di liquidi nel ginocchio è necessario esaminare il suo campione. La comparsa di versamento nell'articolazione è determinata da fattori quali l'età, l'obesità e il tipo di attività. Il rischio aumenta dopo 55 anni, poiché gli anziani hanno maggiori probabilità di avere una malattia articolare. Ulteriore stress sulle ginocchia può verificarsi in persone che sono in sovrappeso o in atleti professionisti. Nel tempo, i sovraccarichi portano a danni alla cartilagine, e questa è una causa comune di versamento.

Il fluido può accumularsi dopo le fratture delle ossa, la rottura del menisco o dei legamenti, così come nelle malattie croniche:

  • Coagulazione del sangue irregolare;
  • tumori;
  • cisti;
  • osteoartrite;
  • borsite;
  • Artrite reumatoide;
  • Artrite settica;
  • gotta;
  • Pseudogotta.

I segni di versamento nell'articolazione sono:

  • Gonfiore. Intorno alla rotula c'è un rigonfiamento dei tessuti, che è particolarmente evidente quando si confronta un ginocchio malato e sano;
  • Rigidità. Il fluido in eccesso interferisce con il libero movimento dell'articolazione e non consente di raddrizzare completamente la gamba;
  • Pain. L'effusione può limitare il movimento. A volte il dolore porta al fatto che una persona non può reggersi in piedi.

La diagnostica consiste nell'effettuare un numero di procedure:

  • X-ray. Mostra segni di artrite, distruzione articolare, fratture ossee;
  • Ultrasuoni. Rileva malattie di tendini e legamenti;
  • Imaging a risonanza magnetica. Rileva danni minori a articolazioni e tessuti.

I metodi invasivi comprendono esami del sangue, aspirazione articolare e artroscopia. Un esame del sangue può diagnosticare malattie infettive e infiammatorie associate a versamento, ad esempio, malattia di Lyme o gotta. L'aspirazione dell'articolazione o dell'artrocentesi viene eseguita per verificare la presenza di batteri, sangue, cristalli di acido urico e altre inclusioni nel liquido accumulato. I campioni possono anche essere prelevati durante l'ispezione della superficie dell'articolazione con un artroscopio, che viene inserito nell'articolazione.

Il trattamento farmacologico dell'effusione dell'articolazione del ginocchio ha lo scopo di eliminare la causa originaria, e nei casi più gravi la chirurgia può consistere nella rimozione di liquidi o nella sostituzione dell'articolazione.

Effusione nel bacino

L'effusione nella pelvi è una raccolta di fluido libero, che può essere osservato in condizioni normali. Ad esempio, nelle donne immediatamente dopo l'ovulazione, il contenuto liquido del follicolo rotto entra nello spazio dietro l'utero e scompare dopo 2-3 giorni. Questa caratteristica è utilizzata nel trattamento della sterilità come una sorta di marcatore di ovulazione.

Le cause dell'effusione possono essere le seguenti patologie:

  • Malattie del fegato;
  • endometriosi;
  • Rottura della cisti ovarica;
  • Salpingite purulenta;
  • Gravidanza ectopica;
  • Tumore maligno;
  • Sanguinamento nella cavità addominale di qualsiasi origine.

La diagnosi viene effettuata principalmente mediante ultrasuoni. Il trattamento può essere conservativo o operativo a seconda delle malattie associate.

La presenza di versamento nell'articolazione, nella cavità pleurica o nella zona pelvica è un importante sintomo diagnostico di varie malattie infiammatorie e richiede cure mediche immediate.

L'informazione è generalizzata e viene fornita solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Metabolismo normale

Fluido dai vasi linfatici suda nella cavità addominale. In questi pazienti, il versamento si accumula nella cavità toracica. In questo caso, il fluido nella cavità peritoneale ha una consistenza gelatinosa. Un piccolo volume di liquido nella cavità addominale è osservato in persone con deficit proteico, è combinato con edema periferico e comparsa di versamento pleurico. Da dove viene l'infezione nella cavità addominale?

L'effusione pleurica è accompagnata da dolore toracico e mancanza di respiro. Nei casi in cui la fonte del versamento pleurico non sia stata identificata durante queste procedure, viene eseguita una puntura, una biopsia o una broncoscopia. La puntura consente di stabilire la presenza di funghi, batteri e cellule maligne nella composizione chimica del liquido. Per fare ciò, l'ago separa il fluido, mentre scarica la cavità. Secondo le statistiche, nel 20% dei casi, la causa dell'effusione non può essere determinata.

Per determinare le cause di accumulo di liquidi nel ginocchio è necessario esaminare il suo campione. La comparsa di versamento nell'articolazione è determinata da fattori quali l'età, l'obesità e il tipo di attività.

Nel tempo, i sovraccarichi portano a danni alla cartilagine, e questa è una causa comune di versamento. Un esame del sangue può diagnosticare malattie infettive e infiammatorie associate a versamento, ad esempio, malattia di Lyme o gotta.

I campioni possono anche essere prelevati durante l'ispezione della superficie dell'articolazione con un artroscopio, che viene inserito nell'articolazione. Questa caratteristica è utilizzata nel trattamento della sterilità come una sorta di marcatore di ovulazione. Sanguinamento nella cavità addominale di qualsiasi origine. La diagnosi viene effettuata principalmente mediante ultrasuoni.

Nel tentativo di estrarre il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Ad esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994. sopravvissuto a oltre 900 operazioni di rimozione della neoplasia. Nel 19 ° secolo, strappare i denti cattivi era responsabilità di un comune barbiere. Il primo vibratore è stato inventato nel 19 ° secolo. Lavorava su un motore a vapore e intendeva trattare l'isteria femminile.

Cause di versamento nella pelvi

Anche se il cuore di un uomo non batte, può ancora vivere per un lungo periodo di tempo, come ci ha mostrato il pescatore norvegese Jan Revsdal. La più alta temperatura corporea è stata registrata in Willie Jones (USA), che è stata ricoverata in ospedale con una temperatura di 46,5 ° C.

Quando gli innamorati si baciano, ognuno di loro perde 6.4 calorie al minuto, ma allo stesso tempo scambiano quasi 300 tipi di batteri diversi. Un gruppo di topi beveva acqua semplice e il secondo - succo di anguria. Di conseguenza, le navi del secondo gruppo erano prive di placche di colesterolo. Le ascite sono tra i sintomi più significativi di molte malattie, in particolare il cancro e la cirrosi epatica.

Preparazione e risultati dell'ecografia addominale per fluido libero

L'ascite della cavità addominale appare e si sviluppa sullo sfondo di una violazione dell'equilibrio idrico ed elettrolitico. Patologia del parenchima e dei vasi sanguigni del fegato: cirrosi, cancro, aumento della pressione nel sistema della vena porta, malattia associata all'occlusione venosa, sindrome di Budd-Chiari.

La composizione del fluido, vypotevaya nello spazio addominale, è un ultrafiltrato di plasma sanguigno. La sua composizione è in equilibrio dinamico con i componenti del plasma. I fattori più gravi sono la stasi nel sistema delle vene portale e l'ipertensione portale associata. Normalmente, il deflusso del liquido linfatico dal fegato è da 8 a 9 litri al giorno, con ascite e cirrosi che raggiunge i 20 litri.

L'attivazione del sistema renina-angiotensina porta infine a un ritardo secondario degli ioni sodio da parte dei reni. Altri modi di sviluppo dell'idropisia nell'addome nelle malattie maligne e nelle lesioni infettive dei fogli peritoneali. In tali casi, l'ascite è associata a metastasi della carcinomatosi e all'insorgenza di essudazione infiammatoria secondaria. Un ruolo significativo è giocato dalla compressione delle vie di deflusso linfatico e dalla loro germinazione da parte del tumore stesso, dal coinvolgimento dei vasi nel processo e dalla presenza di metastasi nel parenchima epatico.

Diagnosi di ascite addominale

Ogni giorno in una persona sana, il peritoneo secerne e assorbe circa 1,5 litri di liquido libero. Sintomi dispeptic: nausea e frequenti eruttazioni. Di conseguenza, una pressione costantemente aumentata nello spazio addominale porta allo sviluppo di un'ernia ombelicale, se il trattamento non viene effettuato in tempo.

5 Trattamento conservativo, sintomatico e chirurgico

L'accumulo di versamento nella cavità addominale porta alla compressione di tutti gli organi, il livello di pressione nella cavità addominale aumenta, questo spinge il diaframma verso l'alto. La resistenza periferica aumenta nei vasi degli organi intra-addominali, aggravando l'insufficienza circolatoria. Una tale corrente patologica del fluido linfatico porta a un massiccio rifiuto delle cellule maligne dal fuoco principale, e la semina dei tessuti e degli organi interni avviene a un ritmo rapido.

In caso di trombosi della vena porta, l'ascite è testarda, mentre la sindrome del dolore è fortemente pronunciata, il fegato è leggermente cambiato nelle dimensioni, la milza è ingrandita. Lo sviluppo di reti di circolazione collaterale porta a frequenti sanguinamenti, principalmente da vene varicose dell'esofago e linfonodi emorroidali.

Nelle donne con sindrome di Meigs, un esame ecografico rileverà tumori ovarici, possibilmente maligni, che sono combinati con edema addominale e idrotorace.

È effettuato in un ospedale, sotto la supervisione di un anestesista e un chirurgo. È importante eliminare gradualmente il versamento, non più di 5-6 litri alla volta. La rapida rimozione del fluido minaccia un brusco calo della pressione sanguigna e lo sviluppo del collasso. Dopo il completamento della procedura, il paziente è ancora in posizione sdraiata su quel lato, che è libero da una puntura.

Tipi e cause di versamento pleurico

Possibile deformazione degli organi interni a causa di un forte calo della pressione intra-addominale. Inoltre, lo scarico veloce porta alla rottura della struttura (l'architettura) degli organi, lo sviluppo di ischemia e fibrosi. Ad oggi, il trattamento con questa tecnica è stato migliorato. Il trattamento dell'ascite con i rimedi popolari previene principalmente la rimozione del liquido in eccesso. I rimedi popolari sono tè diuretici. Queste sono bevande vitaminiche, che appartengono al supplemento di fitoterapia.

Le foglie di betulla in combinazione con l'equiseto sono ottimi rimedi popolari. Foglie secche miste di piante. Il volume della materia prima in mezzo bicchiere viene versato mezzo litro di acqua bollente. E dopo 15 minuti può essere preso come un diuretico. I rimedi popolari possono ripristinare e la perdita di potassio, che accompagna il trattamento dei diuretici.

Un aumento dell'addome non si verifica immediatamente, ma quando almeno 1 litro di liquido è già nella cavità addominale. L'esame ecografico è uno dei metodi più sicuri, non invasivi e allo stesso tempo affidabili per determinare il fluido libero nella cavità addominale.

Articolo Precedente

Segni di malattia del fegato

Articolo Successivo

Forte odore di urina