Sezione 8. Fornitura della popolazione con farmaci e prodotti medici

Metastasi

La fornitura di farmaci da parte dei cittadini della Federazione Russa comprende aree separate, che differiscono nei meccanismi di attuazione, nelle fonti di finanziamento e nel quadro normativo. La base del sistema esistente di fornitura di droga è il principio del rimborso da parte dello Stato delle spese per i farmaci per determinate categorie della popolazione, assegnati per vari motivi.

In generale, la fornitura di medicinali ai cittadini della Federazione Russa viene effettuata nel quadro dell'attuazione delle seguenti garanzie sociali.

1. Assistenza sociale statale a determinate categorie di cittadini, prevista dalla legge federale del 17 luglio 1999, n. 178-FZ "Sull'assistenza sociale statale", con ordinanza del governo della Federazione russa del 30 dicembre 2014 n. 2782-p che approva l'elenco delle più importanti e importanti farmaci per il 2015, così come gli elenchi di farmaci per uso medico e la gamma minima di farmaci necessari per fornire assistenza medica, per ordine del governo di del 29 dicembre 2014 n. 2762-p sull'approvazione di elenchi di dispositivi medici e impianti.

2. Fornitura di farmaci di alcune categorie di cittadini e pazienti con determinati tipi di malattie inclusi negli elenchi regionali per la fornitura di medicinali e prodotti medici, farmaci da prescrizione gratuitamente o con uno sconto del 50% per l'assistenza sanitaria di base, in conformità con il decreto Del Governo della Federazione Russa del 30 luglio 1994 n. 890 "Supporto statale per lo sviluppo dell'industria medica e miglioramento della fornitura di popolazione e istituzioni Parità di protezione di medicinali e prodotti medici ".

3. Fornitura di farmaci per persone con emofilia, fibrosi cistica, ganosi pituitaria, malattia di Gaucher, linfoidi, tessuti ematopoietici e correlati tumori maligni, sclerosi multipla, persone dopo trapianto di organi e (o) tessuti con preparati medicinali secondo l'elenco approvato dal governo della Federazione Russa e formato In conformità con la legge federale del 21 novembre 2011 n. 323-ФЗ "sui principi di tutela della salute dei cittadini nella Federazione Russa. L'acquisto centralizzato di farmaci costosi è un obbligo di spesa del bilancio federale.

4. Fornitura di medicinali per il trattamento di alcune malattie socialmente significative (compresa l'infezione da HIV, la tubercolosi).

5. Attuazione della politica statale nel campo dell'immunoprofilassi, prevista dalla legge federale del 17 settembre 1998 n. 157-ФЗ "Immunoprofilassi delle malattie infettive". La vaccinazione secondo il calendario nazionale di vaccinazione preventiva è un obbligo di spesa del bilancio federale e viene fornita con appalti centralizzati appropriati. La vaccinazione per indicazioni epidemiologiche è un obbligo di spesa dei bilanci delle entità costituenti della Federazione russa.

Al fine di aumentare la disponibilità di assistenza alla droga per i cittadini, il Ministero della Sanità della Russia sta lavorando per migliorare gli atti normativi che regolano la fornitura di farmaci. Ai sensi del Decreto del Presidente della Federazione Russa del 7 maggio 2012 n. 598 "Migliorare la politica statale nella sfera della sanità", il Ministero della Salute della Federazione Russa del 13 febbraio 2013 n. 66 è stato sviluppato e approvato. la sua implementazione (di seguito, la strategia).

La strategia identifica le priorità nel campo dell'offerta di droga per i prossimi 12 anni, le fasi della loro attuazione, compreso il miglioramento della legislazione e del quadro normativo, i progetti pilota in entità costituenti selezionate della Federazione Russa, seguita dall'attuazione dei risultati positivi ottenuti nella Federazione Russa.

La legge federale del 23 luglio 2014 n. 205-ФЗ "sugli emendamenti all'articolo 101 della legge federale" Basi sulla protezione della salute dei cittadini nella Federazione russa ", secondo cui è stata adottata l'autorità per l'approvvigionamento centralizzato di medicinali per i pazienti con emofilia, fibrosi cistica e nano pituitario Malattia di Gosha, neoplasie maligne di tessuti linfoidi, ematopoietici e affini, sclerosi multipla, persone dopo trapianto di organi e / o tessuti salvate dal Ministero della Sanità della Russia fino al 1 ° gennaio 2018.

La legge federale del 22 dicembre 2014, n. 429-ФЗ "Emendamenti alla legge federale sulla circolazione dei medicinali", che prevede il miglioramento del sistema di controllo e autorizzazione statale nell'ambito della circolazione dei medicinali per mezzo di controllo di qualità, efficacia e sicurezza per uso medico in tutte le fasi del trattamento, armonizzazione dei requisiti per lo svolgimento di studi preclinici, studi clinici, produzione, conservazione, trasporto, distribuzione, distruzione di medicinali, nonché norme e forme di valutazione della conformità che tengano conto degli standard internazionali, creando procedure per eliminare dalla circolazione i farmaci clinicamente inefficaci e inefficaci per uso medico, ottimizzando la registrazione statale dei medicinali per uso medico, usati per trattare le malattie rare, formazione di un elenco di farmaci intercambiabili per uso medico, miglioramento dello stato controllo dei prezzi rstvennogo sui farmaci per uso medico, anche attraverso l'istituzione di un sistema di prezzi di riferimento.

La legge federale del 31 dicembre 2014 n. 501-ФЗ "Emendamenti alla legge federale" sulle sostanze stupefacenti e sostanze psicotrope " è stata adottata, allo scopo di migliorare la procedura di dispensazione di medicinali per uso medico, in conformità con la quale il periodo di prescrizione per farmaco per un massimo di 15 giorni, è stato imposto un divieto di restituzione dei pacchetti primari usati di stupefacenti, il diritto è concesso alle organizzazioni mediche e alle loro suddivisioni separate situate nelle aree rurali In alcuni posti dove non ci sono farmacie, per vendere stupefacenti e psicofarmaci alla popolazione. Inoltre, è stato definito un nuovo principio di politica statale nel campo della tratta di stupefacenti e sostanze psicotrope in termini di disponibilità di questi farmaci e sostanze utilizzate a fini medici per i cittadini bisognosi. Eliminata la necessità di una protezione speciale nel trasporto di stupefacenti e sostanze psicotrope.

Il decreto del governo della Federazione russa del 29 marzo 2014 n. 249 "Emendamenti alle norme per lo stoccaggio di stupefacenti, sostanze psicotrope e loro precursori, approvato dal decreto del governo della Federazione russa del 31 dicembre 2009 n. 1148" è entrato in vigore. Il suddetto decreto del governo della Federazione Russa regola l'aumento del livello delle scorte di stupefacenti e sostanze psicotrope per le farmacie situate nelle zone rurali e nelle aree difficili da raggiungere e remote fino a 3 mesi (invece dell'attuale standard mensile) e negli uffici (uffici) delle organizzazioni mediche fino a 10 giorni (invece dello standard attuale di 3-5 giorni).

La Legge Federale del 31 dicembre 2014 n. 532-ФЗ "Emendamenti ad alcuni atti legislativi della Federazione Russa nella lotta alla contraffazione di prodotti contraffatti, contraffatti, di cattiva qualità e di medicinali non registrati, prodotti medicinali e integratori alimentari contraffatti" è stata adottata, finalizzata a un'efficace resistenza integrata gestione di prodotti farmaceutici e medici non sicuri così come di prodotti non registrati.

Il Decreto del Governo della Federazione Russa datato 28 agosto 2014 n. 871 "Approvazione delle regole per la formazione di liste di medicinali per uso medico e l'assortimento minimo di droghe richieste per il rendering di assistenza medica" (di seguito il Regolamento) è stato adottato, che mira a migliorare la procedura per la formazione di elenchi di farmaci per uso medico, che sono forniti nell'ambito del programma di garanzie statali di fornitura gratuita di cittadini s assistenza sanitaria, così come nella fornitura di stato di assistenza sociale sotto forma di servizi sociali, tenendo conto della loro farmaco-economica efficienza e linee guida cliniche, così come la creazione di un efficace sistema di uso razionale dei farmaci per uso medico, sulla base dei principi della medicina basata sulle evidenze. A seguito di cambiamenti legislativi, sono state create le condizioni più trasparenti per la conduzione di procedure per discutere e prendere decisioni sulla formazione di elenchi di farmaci che attualmente non hanno analoghi nella pratica normativa globale.

Ordine del governo della Federazione russa del 30 dicembre 2014 n. 2782-p ha approvato i seguenti nuovi elenchi di medicinali previsti dalla legislazione della Federazione russa:

un elenco di farmaci essenziali ed essenziali per uso medico;

l'elenco delle droghe per uso medico, incluse le droghe per uso medico, nominato su decisione di commissioni mediche di organizzazioni mediche;

l'elenco di farmaci destinati a fornire persone affette da emofilia, fibrosi cistica, nismo pituitario, malattia di Gaucher, neoplasie maligne di tessuti linfoidi, ematopoietici e correlati, sclerosi multipla, persone sottoposte a trapianto di organi e / o tessuti;

gamma minima di farmaci necessari per fornire assistenza medica.

L'elenco dei farmaci essenziali ed essenziali per uso medico per il 2015 includeva 608 articoli di farmaci, di cui 413 articoli (67%) prodotti nella Federazione Russa.

L'elenco dei farmaci per uso medico, compresi i farmaci per uso medico, nominato su decisione delle commissioni mediche di organizzazioni mediche, comprende 317 nomi, di cui 231 nomi (72%) sono prodotti nella Federazione Russa.

L'elenco di farmaci destinati a fornire persone con emofilia, fibrosi cistica, anemia ipofisaria, malattia di Gaucher, linfoidi, tessuti ematopoietici e affini, sclerosi multipla, persone dopo trapianto di organi e (o) tessuti inseriti in 22 posizioni, 14 di loro (63%) ha produzione nella Federazione Russa.

Poiché l'elenco dei farmaci essenziali ed essenziali in conformità con i requisiti delle Regole è fondamentale per il resto degli elenchi di farmaci, l'inclusione di ulteriori farmaci consente di ampliare la gamma di prodotti farmaceutici regolamentati ai prezzi e di fissare i prezzi per i più popolari prodotti sanitari nazionali nell'ambito delle garanzie statali. ti consente di contrastare efficacemente gli aumenti di prezzo irragionevoli e spese di budget di tutti i livelli nelle condizioni di instabilità finanziaria ed economica.

Nel 2014, nella Federazione Russa, l'attuazione dei programmi statali per la copertura preferenziale dei farmaci ha riguardato: 10.333 punti di distribuzione di farmaci (tra cui 3.633 punti medici e ostetrici e assistenti medici e centri ostetrici di salute), 9.493 organizzazioni mediche, 248.990 medici e 17.251 Paramedico, prescrizione di farmaci.

Nel quadro dell'attuazione da parte delle entità costituenti della Federazione russa dell'autorità delegata per l'organizzazione della fornitura di farmaci preferenziali di determinate categorie di cittadini, le medicine sono state consegnate alle entità costituenti della Federazione Russa per un totale di 42.026.378 mila rubli.

Il numero di cittadini idonei all'assistenza sociale statale sotto forma di un insieme di servizi sociali nel 2014 è stato: dal 1 ° gennaio 2014 - 3.490.435 persone, a partire dal 1 ° ottobre 2014 - 3.947.636 persone (aumento del numero - 4, 21%).

Lo standard di costi finanziari al mese per cittadino che riceve assistenza sociale statale sotto forma di servizi sociali per la fornitura di medicinali, prodotti medici e prodotti nutrizionali medici specializzati per i bambini con disabilità, nel 2014 ammontava a 671 rubli.

L'ammontare totale dei fondi forniti sotto forma di sovvenzioni ai bilanci delle entità costitutive della Federazione Russa per l'esercizio di poteri delegati, tenendo conto dell'adeguamento del numero di cittadini ammissibili all'assistenza sociale statale sotto forma di un insieme di servizi sociali, al 1 ° ottobre 2014 ammontava a 30.479.717, 3 mila rubli (Ordine del governo della Federazione Russa del 16 dicembre 2014 n. 2564-p).

Oltre a queste sovvenzioni, altri trasferimenti intergovernativi nell'ammontare di 14.000.000 di rubli sono stati diretti dal bilancio federale. i bilanci delle entità costitutive della Federazione Russa per l'attuazione di determinati poteri nel campo dell'approvvigionamento di droga, che consente di mantenere il livello richiesto di fornitura di droghe per i cittadini (Legge federale del 2 dicembre 2013 n. 349-ФЗ "Sul bilancio federale per il 2014 e per il periodo di programmazione 2015 e 2016", tabella 8, allegato 35).

Pertanto, l'ammontare totale dei fondi stanziati nel bilancio federale per i bilanci delle entità costituenti della Federazione Russa per l'esercizio dei poteri trasferiti ammontava a 44.479.717,3 migliaia di rubli.

Nell'ambito dell'attuazione da parte delle autorità statali delle entità costituenti della Federazione russa, i poteri trasferiti per l'organizzazione di prestazioni preferenziali per alcune categorie di cittadini nel 2014 hanno emesso 50.430.229 prescrizioni, il 6% in meno rispetto al 2013, di cui 50.325.166 prescrizioni per un importo di 47.572.499 migliaia. rub. (4% in più rispetto al 2013).

Al 31 dicembre 2014, 4.952 ricette erano nella Federazione Russa per la fornitura differita, che è dell'8,6% in più rispetto al 2013.

È stato osservato il maggior numero di prescrizioni non protette (in termini assoluti): nella Repubblica cecena - 200 prescrizioni (0,12% del numero totale di prescrizioni depositate nelle farmacie) e 636 rifiuti da fornire; nella Repubblica kabardino-balcanica - 443 prescrizioni (0,59%) e 321 dinieghi di sicurezza; nella regione di Kaliningrad - 219 ricette (0,08%) e 352 fallimenti da fornire; a Mosca - 522 ricette (0,01%); nella regione di Kirov - 491 ricette (0,10%); nella regione di Perm - 309 ricette (0,03%); nella regione di Smolensk - 255 ricette (0,08%).

La quota di prescrizioni detenute su disposizioni differite nelle farmacie della Federazione Russa è stata dello 0,01% (nel 2013 - 0,01%).

Fig. 1.3 La quota di ricette che sono in misura differita, il numero di prescrizioni rilasciate, nel contesto dei distretti federali al 31 dicembre 2014

Disponibilità di farmaci per la popolazione

Z. N. Mnushko, I. V. Timanyuk, Università nazionale di farmacia

Allo stato attuale, esiste una situazione paradossale nel mercato farmaceutico dell'Ucraina: nonostante il mercato dei farmaci sia già saturo, la questione delle limitate opportunità nel trattamento di pazienti ambulatoriali e ospedalizzati associati a redditi bassi della maggioranza della popolazione e finanziamenti insufficienti alle istituzioni mediche è costantemente discussa. Il problema è aggravato dal fatto che il settore farmaceutico opera in condizioni di mercato e il sistema di sanità pubblica funge da garante dell'assistenza medica gratuita. Lo sviluppo dell'industria farmaceutica nazionale deve essere correlato con una riduzione dei finanziamenti di bilancio per l'assistenza sanitaria; uso inefficiente dei fondi; un aumento della diffusione di malattie infettive e circolatorie; un aumento della resistenza agli antibiotici a causa di un trattamento inappropriato; l'emergere di epidemie di "malattie della povertà", ecc. La bassa solvibilità della maggioranza dei cittadini porta al fatto che le medicine, soprattutto costose, non sono disponibili per loro. Pertanto, in media da tre a quattro mesi, il prezzo dei farmaci nazionali e importati aumenta in media del 35-40% [8]. Pertanto, il centro dell'attenzione pubblica è l'armonizzazione degli interessi sociali ed economici della popolazione, dei soggetti di farmacia e dell'assistenza sanitaria in generale.

In questa situazione, è necessario determinare il problema dell'accessibilità dei farmaci. La maggior parte della popolazione, così come alcuni specialisti, comprendono il termine "disponibilità" di farmaci solo come possibilità di acquistare a un prezzo basso (o accessibile), mentre il concetto di accessibilità è molto più ampio (Fig. 1) [7, 9, 10].

Figura 1. Componenti per la disponibilità di farmaci

Secondo l'OMS, il concetto di "accessibilità dei farmaci" è considerato in due aspetti:

  • Accessibilità fisica (offrendo ai consumatori medicinali di alta qualità, efficaci e sicuri) - proprio sistema di produzione, importazione e vendita, principalmente attraverso una catena di farmacie;
  • Da un lato, l'accessibilità economica include un sistema di finanziamento statale compensando i pazienti e, dall'altro, un sistema di generazione di domanda di farmaci [7].

Nell'ambito dell'accessibilità fisica, qualità significa non solo la qualità dei farmaci, ma anche la qualità dei servizi forniti a un paziente (assistenza farmaceutica, consulenze mediche, ordinazione di farmaci via Internet, ecc.) [1]. L'efficacia e la sicurezza dei farmaci dovrebbero essere regolate a livello statale, mediante un approccio qualificato alla registrazione dei farmaci, in connessione con un aumento della resistenza dei patogeni ai più noti agenti antibatterici comunemente usati sotto forma di farmaci generici [3]. Il prezzo dei nuovi farmaci usati per trattare varie malattie è spesso molto alto, cioè c'è un potenziale conflitto tra il desiderio di farmaci di alta qualità e la necessità di ridurre i costi al fine di fornire alla popolazione le esigenze di trattamento. Pertanto, il sostegno dei produttori nazionali è necessario sia dallo stato che dagli investitori. L'implementazione di tali approcci non solo aumenterà l'efficacia dei farmaci, ma sosterrà anche la loro produzione, che soddisferà un numero di bisogni della popolazione. Garantire l'accessibilità implica anche il controllo sulle importazioni [2]. A causa del forte aumento del numero di farmaci contraffatti, è necessario uno stretto controllo sui farmaci importati, che consentirà di ridurre il numero di farmaci contraffatti.

È necessario semplificare la procedura di registrazione per medicinali importati di alta qualità. Poiché oltre il 70% del mercato farmaceutico rappresenta medicinali stranieri, il governo ha adottato una risoluzione che ha apportato benefici significativi alla costituzione di joint venture in Ucraina. Si prevede che le ditte straniere forniscano prodotti sotto forma di forme di dosaggio finite alla rinfusa, che saranno imballate e confezionate in conformità con gli standard mondiali nei nostri stabilimenti. Si supponeva che in questo modo le società farmaceutiche straniere con un'elevata reputazione a livello mondiale potessero essere attratte dalla cooperazione. Ciò ridurrebbe in modo significativo il costo dei prodotti importati, creerebbe nuovi posti di lavoro, ripristinerebbe il bilancio con detrazioni fiscali. Tuttavia, i costi associati alla procedura di registrazione tripla in Ucraina (dapprima il prodotto finito e alla rinfusa in una società straniera, e solo successivamente il prodotto prodotto congiuntamente), non si giustificano [6].

Un altro aspetto importante che costituisce la disponibilità fisica delle medicine è il sistema di vendite e vendite di prodotti. Prima di tutto, è necessario prestare attenzione al collocamento razionale delle farmacie, riducendo la catena di consegna della droga dal produttore al consumatore finale; in alcuni casi in questa catena sono presenti fino a 5 grossisti, il che aumenta notevolmente il costo finale delle merci.

L'accessibilità dei farmaci è più resiliente, i finanziamenti governativi per il settore sanitario sono in costante cambiamento, portando con sé cambiamenti sia positivi che negativi. Nelle condizioni del sistema di mercato per la fornitura di farmaci, vi è una riduzione costante del finanziamento del bilancio del sistema sanitario, che non può che influire sull'adeguatezza del trattamento farmacologico. L'OMS ritiene che la difficoltà dell'accesso dei pazienti ai farmaci significhi una diminuzione della qualità delle cure mediche [4]. L'effetto della solvibilità sull'acquisto di farmaci e, successivamente, sulla qualità del trattamento può essere tracciato dall'esempio di farmaci antifungini. Le più comuni malattie fungine sono le micosi dei piedi. Un certo numero di farmaci antifungini sono usati per trattare questa nosologia, ma i farmaci a base di fluconazolo sono i più efficaci, secondo i medici. Uno di questi farmaci - la società Diflucan Pfi zer kpas. 150 mg numero 1, il prezzo medio all'ingrosso è UAH 56.42; Il prezzo del fluconazolo generico varia da 5,12 a 32,67 UAH. Secondo la valutazione di esperti dei medici, l'effetto dell'uso di fluconazolo da parte di Pfier è maggiore e se il paziente ha i mezzi per acquistarlo, i dermatologi lo prescrivono [5]. Questo esempio illustra due componenti dell'accessibilità alla droga: qualità e prezzo. Se l'acquirente non dispone di fondi sufficienti per acquistare un farmaco, la qualità del trattamento viene significativamente ridotta.

In queste condizioni, è importante la validità dell'elenco dei prodotti medicinali essenziali (VED), che possono essere acquistati per i fondi di bilancio. Questo, naturalmente, salverà centinaia di vite di persone che soffrono di malattie non mortali, ma che non hanno fondi sufficienti per acquistare farmaci costosi. Garantire questo tipo di accessibilità influenzerà direttamente il paziente, che è di grande importanza sociale, e contribuirà a migliorare la pratica della prescrizione di farmaci da parte dei medici. Questo è il fattore principale che determina l'accessibilità e l'efficacia del sistema sanitario.

Per creare l'accesso ai farmaci, è necessario tenere conto della domanda di medicinali. Il monitoraggio sistematico della fornitura della popolazione dell'Ucraina con farmaci implica una valutazione della disponibilità di farmaci a seguito di un confronto tra la necessità di questi ultimi nelle principali nosologie di malattie con consumo effettivo. L'implementazione di contabilità onnipresente di morbilità, indagini dei consumatori ed esperti esperti, l'analisi delle tendenze di consumo fornirà un'opportunità per identificare i farmaci che sono caratterizzati da una forte domanda e fare previsioni.

Sotto la disponibilità di servizi farmaceutici, oltre alla possibilità di arrivare in farmacia, la presenza in esso del farmaco necessario, è necessario capire altri fattori. La cosa principale è la ricezione tempestiva di assistenza farmaceutica altamente qualificata a condizione che le spese personali del consumatore per l'acquisto di un medicinale non siano un onere insostenibile per il bilancio familiare o personale e siano in realtà la ragione del rifiuto del trattamento.

Riassumendo quanto sopra, è possibile proporre di considerare la disponibilità di farmaci, tenendo conto dell'approccio a più livelli (Figura 2).

Disponibilità di farmaci

Alla 53a Assemblea Mondiale della Sanità nel 2000, è stato osservato che per un terzo della popolazione mondiale, anche i farmaci essenziali non sono disponibili. Molti farmaci efficaci e sicuri non sono disponibili per la maggior parte delle persone che vivono in paesi in transizione nell'Europa centrale e orientale. Solo una parte insignificante della popolazione in molte regioni del mondo ha accesso a farmaci originali che vengono normalmente utilizzati nei paesi economicamente sviluppati. Il 95% dei pazienti HIV / AIDS non riceve il trattamento necessario, dal momento che il costo di un corso mensile di farmacoterapia di questa malattia in molti paesi in via di sviluppo e nei paesi con economie in transizione supera i $ 1.000. Il problema della limitata disponibilità di farmaci essenziali è complesso. Oltre ai costi elevati, un ruolo importante è spesso svolto dalla mancanza di medicinali efficaci e sicuri, dall'inosservanza dei loro standard di qualità, dalla selezione inefficiente, dall'uso e dall'uso non economici, dalla mancanza di condizioni di lavoro adeguate, dalla ricerca insufficiente e dallo sviluppo di nuovi farmaci. L'OMS ha presentato una strategia rivista per aiutare i paesi in via di sviluppo e i paesi con economie in transizione a garantire la disponibilità di medicinali di qualità al pubblico.

"IL CONCETTO DI MEDICINALI DI BASE" E LA REALTÀ

Il concetto OMS di farmaci essenziali dal 1977 ha avuto un ruolo nel migliorare l'accesso ai farmaci nei paesi in via di sviluppo. Le medicine essenziali dovrebbero soddisfare i bisogni della maggior parte della popolazione che necessita di cure mediche; devono sempre essere in quantità sufficiente e forme di dosaggio appropriate. I criteri per l'inclusione in questo gruppo di farmaci sono comprovati sicurezza ed efficacia, caratteristiche terapeutiche ben definite e un prezzo accessibile. Attualmente, meno di 20 farmaci sull'elenco dell'OMS sono protetti da brevetti.

L'elenco dell'OMS offre un numero limitato di medicinali con un elevato rapporto rischio / beneficio e un prezzo accessibile che può essere utilizzato razionalmente da medici e farmacisti. La lista dell'OMS è stata rivista più volte e nel dicembre 1999 è stata pubblicata la sua undicesima edizione. Oggi la lista è soggetta a critiche universali. Poiché uno dei criteri per l'inclusione di un farmaco nell'elenco è il suo costo, l'ultima edizione non contiene alcuni importanti farmaci usati per la shigellosi e la tubercolosi, che non sono suscettibili di trattamento con farmaci di prima linea a causa della loro resistenza ai patogeni di queste malattie. Per alcuni paesi, l'HIV / AIDS è un problema pressante di sanità pubblica. Sfortunatamente, i farmaci usati per la terapia antiretrovirale non sono ancora inclusi nella lista dell'OMS per il trattamento dell'HIV / AIDS, ad eccezione di quelli usati per prevenire la trasmissione del virus da madre a figlio.

Gli oppositori delle modifiche alla Lista affermano che i farmaci di seconda linea per il trattamento della tubercolosi e dei farmaci antiretrovirali sono nuovi e costosi. Pertanto, non dovrebbero essere inclusi nella lista, in quanto vi è una minaccia di minare i principi del "Concetto di medicinali essenziali". I fautori di un cambiamento considerano l'inclusione di nuovi e costosi farmaci nell'elenco necessario per assicurare un trattamento efficace di queste malattie nelle persone appartenenti ai poveri.

L'introduzione di farmaci innovativi nella Lista dell'OMS richiede cautela - devono essere diversi dai farmaci di prima linea, che sono più accessibili. L'inclusione nell'elenco dei farmaci di seconda linea (nuovi e costosi) dovrebbe essere accompagnata da una guida scritta sul loro uso e un'indicazione delle misure per garantirne l'accessibilità.

L'IMPATTO DELLA GLOBALIZZAZIONE SULLA DISPONIBILITÀ DEI MEDICINALI

La globalizzazione e le norme esistenti del commercio internazionale sono strettamente collegate al funzionamento del sistema sanitario nazionale. L'accordo TRIPS obbliga tutti gli Stati membri dell'OMC a fornire protezione brevettuale per i medicinali originali per un periodo di 20 anni. I paesi economicamente sviluppati dovevano rispettare le condizioni TRIPS entro il 1996, i paesi in via di sviluppo - entro il 2000, emanare norme nazionali che disciplinano i diritti di proprietà intellettuale, e per i paesi meno sviluppati questo periodo è stato prorogato fino al 2006. La tutela brevettuale dei farmaci stimola ricerca e sviluppo di nuovi farmaci. Alcuni esperti temono che la maggior parte della ricerca e dello sviluppo su scala globale sia finalizzata a soddisfare le esigenze di salute dei paesi principalmente sviluppati. Il monopolio del mercato, fornito dalla tutela brevettuale, contribuisce alla creazione di prezzi elevati per i farmaci innovativi.

PERICOLI RELATIVI AGLI EFFETTI DELL'ATTUAZIONE DELL'ACCORDO TRIPS

I paesi economicamente sviluppati richiedono ai paesi in via di sviluppo di adottare leggi sui brevetti che vadano oltre gli obblighi dell'accordo TRIPS (TRIPS plus). A loro parere, dovrebbe fornire una protezione più rigorosa dei diritti di proprietà intellettuale di quanto richiesto dall'accordo TRIPS o escludere completamente tali misure di protezione come le licenze obbligatorie e le importazioni parallele previste dall'accordo per contrastare gli effetti negativi della protezione dei brevetti sulla disponibilità di medicinali essenziali. fondi per le persone nei paesi in via di sviluppo. Allo stesso tempo, i paesi economicamente sviluppati e l'Organizzazione mondiale per la protezione della proprietà intellettuale (OMPI) offrono assistenza esperta ai paesi che desiderano conformarsi ai requisiti TRIPS.

LICENZA OBBLIGATORIA

La licenza obbligatoria è una delle condizioni dell'accordo TRIPS, che può essere utilizzata per contrastare l'impatto negativo del monopolio sul farmaco originale. La licenza obbligatoria è la concessione di una licenza per fabbricare un farmaco a terzi in casi eccezionali, quando è urgentemente necessario fornire alla popolazione il farmaco necessario o se lo strumento sarà utilizzato per il beneficio pubblico senza vantaggi commerciali. Le licenze obbligatorie differiscono da un trasferimento volontario del copyright da parte del proprietario del brevetto in quanto lo stato o un'organizzazione autorizzata partecipa al processo di implementazione. La procedura legale o amministrativa per le licenze obbligatorie è regolata dalla legislazione nazionale del paese. Per la fornitura di tale licenza, il proprietario del brevetto riceve un adeguato risarcimento. Le licenze obbligatorie sono una misura legale conforme ai termini dell'accordo TRIPS (articolo 31), che riflette un approccio equilibrato alla presa in considerazione degli interessi della società e del fabbricante. Lo stato dovrebbe sviluppare semplici procedure amministrative per il rilascio delle licenze obbligatorie. In molti paesi, le licenze obbligatorie sono parte integrante della legge sui brevetti. Ad esempio, la legge francese pertinente consente la concessione di licenze obbligatorie, a condizione che il medicinale originale sia offerto alla popolazione in quantità insufficiente o non soddisfi criteri di alta qualità o sia venduto a un prezzo elevatissimo.

IMPORTAZIONE PARALLELA

Le importazioni parallele rappresentano lo scambio di merci interstatale senza il permesso del produttore. Le importazioni parallele possono rappresentare un'alternativa interessante se lo stesso prodotto viene venduto in mercati diversi a prezzi diversi. Ad esempio, un'analisi dei prezzi condotta da HAI (Health Action International - International Organization of Health Activists) nel 1999 suggerisce che l'acyclovir 800 mg da GlaxoSmithKline in Malesia costa $ 316, in India - $ 89. Prezzo più basso droga in India a causa del fatto che in questo paese sta commercializzando versioni generiche di aciclovir. I prezzi per amoxicillina da GlaxoSmithKline variano a seconda del paese in cui il farmaco è in commercio: $ 6 per pacchetto in Pakistan, 13 - in Canada, 8 - in Nuova Zelanda, 25 - nelle Filippine, 22 - in Malesia, 14 - in Indonesia. I paesi in via di sviluppo e i paesi con economie in transizione sono interessati all'importazione parallela di medicinali. Inoltre, molti paesi europei, perseguendo una strategia per ridurre il costo delle medicine nei paesi in via di sviluppo, beneficiano del commercio parallelo.

Se la legge di un paese membro dell'OMC consente un altro uso di un oggetto di protezione brevettuale che non richiede l'autorizzazione del proprietario del brevetto, compresa la possibilità che un brevetto sia utilizzato da uno stato o da una terza parte autorizzata da tale governo, possono essere utilizzati i seguenti mezzi:

a) quando si ottiene il permesso di utilizzare un brevetto in ciascun caso, è necessario considerare l'importanza dell'argomento della protezione del brevetto dal punto di vista degli interessi dello stato;

b) tale uso della protezione brevettuale è consentito a condizione che l'utente previsto abbia esaurito tutte le possibilità di ottenere una licenza dal titolare del brevetto a pagamento e in condizioni ragionevoli, e anche che le negoziazioni sull'emissione volontaria di una licenza siano state infruttuose. I suddetti requisiti non possono essere presi in considerazione in caso di minaccia alla sicurezza nazionale, altre circostanze che richiedono un intervento urgente o in caso di uso non commerciale nell'interesse dello stato. In caso di minaccia alla sicurezza nazionale o in altre circostanze che richiedono un intervento urgente, il titolare del brevetto dovrebbe essere immediatamente informato della necessità di utilizzare l'oggetto della protezione brevettuale. Se lo stato intende utilizzare l'oggetto della protezione del brevetto per scopi non commerciali, il titolare del brevetto deve essere immediatamente informato a riguardo.

Alcune società farmaceutiche sostengono la restrizione del commercio parallelo al fine di impedire che i farmaci a basso costo dei paesi in via di sviluppo entrino nei mercati economicamente sviluppati. Tuttavia, la legislazione nazionale di Europa, Stati Uniti, Giappone e altri paesi economicamente sviluppati non consente l'introduzione di tali restrizioni. In realtà, non vi sono ragioni convincenti per vietare ai paesi in via di sviluppo e ai paesi con economie in transizione di impegnarsi in scambi paralleli. Infatti, nei paesi economicamente sviluppati, le medicine originali sono vendute a prezzi relativamente bassi a causa della forte concorrenza dei generici nei mercati dell'Europa e degli Stati Uniti.

DEFICIT DI NUOVI MEDICINALI

Ogni anno, 17 milioni di persone muoiono a causa di malattie infettive; Il 90% di loro sono residenti in paesi in via di sviluppo. Poiché non esistono farmaci efficaci, economici e facili da usare per combattere queste malattie nei paesi in via di sviluppo, le infezioni del sistema respiratorio, la malaria e la tubercolosi rimangono le principali cause di morte. Va notato che circa l'80% della popolazione mondiale vive nei paesi in via di sviluppo dell'Africa, dell'Asia e del Sud America.

Il livello di sviluppo della scienza moderna consente di creare le medicine necessarie e nella giusta quantità per combattere le malattie sopra menzionate. Tuttavia, lo sviluppo di farmaci per il trattamento di pazienti con malattie tropicali, che sono una delle principali cause di morte tra la popolazione dei paesi in via di sviluppo, le società farmaceutiche stanziano scarsi fondi. Ciò è spiegato dal fatto che attualmente la creazione di nuovi farmaci mira principalmente a soddisfare i bisogni della popolazione dei paesi economicamente sviluppati. E il profilo di morbilità e mortalità in questi e nei paesi in via di sviluppo differisce in modo significativo. Se nei paesi economicamente sviluppati viene effettuato un controllo epidemiologico efficace delle malattie infettive e vengono allocate risorse fisse per la creazione di farmaci per combattere la patologia, caratteristica soprattutto per le persone anziane, nei paesi in via di sviluppo è importante salvare la vita di bambini e giovani attraverso un trattamento tempestivo e completo malattie infettive causate da vari agenti patogeni di infezioni tropicali. Nel frattempo, su 1233 nuovi farmaci introdotti nel mercato farmaceutico globale nel 1975-1997, solo 13 sono indicati per l'uso nelle malattie tropicali. Va inoltre tenuto presente che molti agenti patogeni sono diventati resistenti a un numero di farmaci antibatterici ampiamente comprovati e disponibili. Sfortunatamente, ci sono casi in cui grandi compagnie farmaceutiche sono state costrette a interrompere la produzione di farmaci "vecchi", economici ed efficaci per il trattamento di malattie tropicali a causa della loro insufficiente redditività.

Lo sviluppo di nuovi farmaci richiede fondi significativi. Oltre a lavorare sulla creazione di un nuovo strumento, le aziende farmaceutiche devono effettuare prove precliniche e cliniche. Secondo varie stime, vengono spesi da poche decine a centinaia di milioni di dollari USA per la creazione e il lancio sul mercato di un singolo farmaco innovativo. Pertanto, la creazione di un nuovo farmaco per il trattamento di pazienti con malattie causate da agenti patogeni di infezioni tropicali, un certo onere dei costi deve prendere lo stato.

Strategia dell'OMS per ampliare l'accesso ai farmaci

1. Garantire la priorità della salute pubblica nell'accesso ai farmaci essenziali.

2. Sostenere attivamente la politica dei prezzi differenziati, che è in grado di fornire una significativa riduzione dei prezzi dei farmaci nei paesi in via di sviluppo.

3. Sviluppare e promuovere attivamente una strategia di prezzo differenziata.

4. Emettere messaggi con informazioni tecniche sui seguenti problemi:

l'effetto della competizione generica sull'aumento della disponibilità di farmaci

accelerando il lancio del mercato generico

rilasciare una licenza obbligatoria nell'interesse della salute pubblica

opzioni di prezzo dei farmaci per i paesi in via di sviluppo

l'introduzione di tariffe e tasse che possono portare ad un irragionevole aumento del prezzo dei farmaci.

5. Revisionare l'elenco dei farmaci essenziali in conformità con le attuali tendenze epidemiologiche.

6. Fornire agli Stati membri dell'OMS raccomandazioni e istruzioni tecniche in modo che gli accordi commerciali internazionali, compresi i TRIPS, non danneggino la salute pubblica.

7. Garantire il massimo utilizzo dei meccanismi di protezione dei TRIPS per contrastare gli effetti negativi della protezione dei brevetti. Un modo per raggiungere questo obiettivo è partecipare agli eventi del WIPO e agli eventi di formazione per l'attuazione pratica dell'accordo TRIPS.

8. Sviluppare, in collaborazione con l'OMPI, un progetto di legge sulla protezione della proprietà intellettuale ad uso dei paesi in via di sviluppo.

9. Incoraggiare l'istituzione di un gruppo di lavoro sull'accesso ai farmaci essenziali presso l'OMC.

10.? Per difendere la necessità di includere problemi di salute nei negoziati commerciali internazionali all'interno dell'OMC.

11. Monitorare sistematicamente l'impatto dei requisiti TRIPS sulla disponibilità di farmaci, sulle politiche sulle droghe, sul trasferimento tecnologico e sulla ricerca.

12. Sviluppare, in collaborazione con altre organizzazioni pertinenti, un programma di ricerca di base sulle malattie che attualmente non ricevono un'adeguata attenzione.

13. Avviare lo sviluppo di approcci innovativi per stimolare la ricerca nello sviluppo di farmaci essenziali, tra cui:

un aumento dei finanziamenti pubblici per la ricerca e lo sviluppo con accesso garantito per la popolazione;

requisiti di ricerca obbligatori. Ad esempio, l'obbligo per le imprese di reinvestire necessariamente una certa percentuale dei proventi dalla vendita di medicinali alla ricerca e allo sviluppo di farmaci innovativi per il trattamento di malattie che attualmente non ricevono adeguata attenzione;

lo sviluppo di una legislazione pertinente che stimolerebbe gli investimenti pubblici nello sviluppo di vaccini e medicinali per il trattamento delle malattie infettive.

14. L'OMS, insieme alle organizzazioni internazionali, ai governi nazionali e alle aziende farmaceutiche, dovrebbe sostenere attivamente i paesi in via di sviluppo al fine di accrescere la loro capacità di sviluppare medicinali efficaci e convenienti.

La sfida per gli Stati membri dell'OMS è di aumentare l'accesso dei paesi in via di sviluppo ai farmaci essenziali.

1. confermare i propri impegni nei confronti dell'OMS per quanto riguarda lo sviluppo, l'attuazione e l'attuazione del monitoraggio delle politiche nazionali in materia di droga e adottare le misure necessarie per garantire parità di accesso della popolazione ai farmaci essenziali;

2. Garantire l'inclusione delle importazioni parallele e delle licenze obbligatorie nelle legislazioni nazionali (è possibile l'assistenza consultiva dell'OMS).

3. Prevedere a livello legislativo il funzionamento di meccanismi che consentano al pubblico di rilasciare le medicine necessarie ad un prezzo accessibile, nonché la base legale per l'abolizione di imposte elevate su di loro.

4. Garantire forniture a paesi bisognosi con generici accessibili, grandi quantità di farmaci sfusi acquistati (Angro) e negoziazioni con aziende farmaceutiche per ridurre il costo dei farmaci.

5. I paesi meno sviluppati non dovrebbero armonizzare la loro legislazione nazionale con i requisiti TRIPS prima che il termine per l'attuazione di questo accordo sia il 2006.

6. Prevedere l'uso di licenze obbligatorie e importazioni parallele nelle leggi nazionali sulla protezione dei brevetti.

7. I governi nazionali e le organizzazioni competenti dovrebbero esplorare le ragioni per interrompere la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento di malattie che attualmente non ricevono un'adeguata attenzione.

Accesso ai farmaci

STRATEGIA RIVEDUTA NEL SETTORE DEI MEDICINALI

Questa strategia sulla droga fu adottata nel 1986 dalla WHA (World Health Assembly). Prevede di garantire un accesso equo a farmaci essenziali di qualità accettabile e ha anche contribuito allo sviluppo da parte dei paesi di politiche nazionali in materia di droga, compresa l'istituzione di una base legislativa, combattendo l'immorale promozione della droga sul mercato e le donazioni inadeguate. La strategia riveduta sulla droga, che è stata anche discussa attivamente alla 53a Assemblea Mondiale della Sanità, si basa sul concetto OMS di farmaci essenziali. Un elemento chiave della strategia è la "Lista provvisoria di farmaci essenziali" proposta dall'OMS.

OMC E CHI INTERAZIONE

Sulla base della risoluzione speciale dell'Assemblea mondiale della sanità (WHA52.19), all'OMS è stata data maggiore autorità per affrontare una serie di questioni relative al commercio internazionale, alla disponibilità, alla qualità e all'uso razionale dei farmaci. L'OMS ha incaricato l'OMS di studiare l'impatto degli accordi commerciali internazionali sullo stato del sistema sanitario nazionale in vari paesi. Il direttore generale dell'OMS Gro Harlem Brundtland ritiene che gli interessi di sanità pubblica dovrebbero essere una priorità negli accordi commerciali. Chi sostiene l'osservanza delle norme di uno degli accordi fondamentali dell'OMC (Organizzazione mondiale del commercio - Organizzazione mondiale del commercio) - TRIPS (Accordo sugli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio), tenendo conto degli interessi della salute nazionale. Allo stesso tempo, l'OMS incoraggia la produzione e l'uso di farmaci generici.

È impossibile garantire l'accesso a vari segmenti della popolazione a cure mediche e medicinali di qualità senza l'impegno del governo a raggiungere questo obiettivo, così come senza l'intervento del governo.

MODI PER ESPANDERE L'ACCESSO DEI MEDICINALI

Come parte di un programma per migliorare l'accesso a farmaci salvavita, il Consiglio di amministrazione dell'OMS ha adottato una risoluzione speciale in difesa del principio della differenziazione dei prezzi e la necessità di continuare a studiare l'impatto delle leggi e degli accordi che regolano la proprietà intellettuale sulla disponibilità di droghe per le persone nei paesi in via di sviluppo e nei paesi con economie in transizione. Questa risoluzione è stata adottata nel gennaio di quest'anno in una riunione del comitato esecutivo dell'OMS dopo che la questione del miglioramento dell'accesso ai farmaci per le persone nei paesi in via di sviluppo è stata esaminata dal segretariato dell'OMS. A seguito dell'incontro è stato redatto un rapporto in base al quale ci sono 4 fattori principali che non solo assicurano, ma espandono anche l'accesso ai farmaci essenziali: 1 ° - scelta razionale e uso dei farmaci; 2 ° - prezzo accessibile; 3 °: prezzi adeguati e stabili; 4 - il corretto funzionamento del sistema sanitario nazionale e la fornitura di farmaci. L'area prioritaria per cui l'OMS intende concentrarsi nel 2002-2003 migliorerà l'accesso ai farmaci essenziali usati per curare le malattie più diffuse tra le persone più povere nei paesi in via di sviluppo, tra cui l'HIV / AIDS, la tubercolosi, la malaria e alcune malattie infantili.

Gli esperti dell'OMS rilevano che nel 2001 alcuni progressi sono stati compiuti nello sviluppo di approcci alla determinazione dei prezzi dei farmaci essenziali. Nel 2002-2003 L'OMS prevede di prestare particolare attenzione al finanziamento e al corretto funzionamento del sistema di approvvigionamento di droga.

PREZZI

Per quanto riguarda i prezzi, il comitato esecutivo dell'OMS intende promuovere l'applicazione del principio della determinazione differenziata dei prezzi dei medicinali essenziali nel quadro della regolamentazione del mercato. Di conseguenza, i prezzi dei medicinali nei paesi con un livello di sviluppo economico alto, medio e basso saranno significativamente diversi. Allo stesso tempo, i prezzi più bassi per i farmaci sono attesi nei paesi meno sviluppati. L'OMS raccomanda inoltre di fornire supporto tecnico ai paesi in via di sviluppo al fine di creare un sistema di prezzi differenziati.

Durante la discussione del progetto di risoluzione dell'OMS, è stata discussa la questione del significato dell'espressione "prezzi differenziati nell'ambito della regolamentazione del mercato". I rappresentanti dei circoli farmaceutici hanno insistito sull'inserimento delle parole "nel quadro della regolamentazione del mercato" nel testo della risoluzione. Di conseguenza, la segreteria dell'OMS ha spiegato cosa si intende con questa espressione. Secondo gli esperti, "la tariffazione differenziata nel quadro della regolamentazione del mercato" è fornita da alcuni dei seguenti meccanismi: 1) il prezzo finale del farmaco dovrebbe essere determinato dal mercato locale; 2) gli sconti sulle droghe sono forniti durante i negoziati bilaterali; 3) l'acquisto di Angro (farmaci non confezionati) è effettuato a livello regionale o nazionale; 4) è consentita l'autorizzazione arbitraria del farmaco con il trasferimento della sua tecnologia di produzione; 5) se necessario, la licenza obbligatoria; 6) esiste un sistema flessibile di marketing globale dei farmaci.

Il gruppo di lavoro che ha redatto la suddetta risoluzione ha ritenuto necessario escludere alcune disposizioni dal precedente elenco di farmaci essenziali, vale a dire la proposta che i medicinali non protetti da brevetto possano essere inclusi in questo elenco.

La risoluzione richiede che la dirigenza dell'OMS continui a migliorare la metodologia per la creazione di un database informatico al fine di fornire un'opportunità per condurre un'analisi comparativa dei prezzi dei farmaci essenziali in varie regioni e paesi del mondo.

Inoltre, l'OMS sta attualmente sviluppando linee guida con HAI (Health Action International - International Organization of Healthcare Activists), che progetta di compilare dati disaggregati sui prezzi e sui prezzi dei farmaci in paesi con uno sviluppo economico medio-basso. Gli studi necessari sono già stati condotti in Armenia, Brasile, Kenya, Sud Africa e Sri Lanka.

Un rapporto del segretariato dell'OMS indica che la spesa per l'acquisto di medicinali nei paesi in via di sviluppo rappresenta tra il 25 e il 65% dell'importo totale assegnato all'assistenza sanitaria e tra il 60 e il 90% della spesa del bilancio familiare destinata all'assistenza sanitaria. Nel 2002-2003 Si prevede di concentrarsi sul miglioramento della fornitura di salute pubblica nei paesi in via di sviluppo con farmaci, il rapporto efficacia / sicurezza e disponibilità di farmaci, assicurazione medica e la ricerca di ulteriori fonti di finanziamento per il sistema sanitario. Si sta prendendo in considerazione il lavoro per mantenere la stabilità finanziaria dei sistemi sanitari nazionali che stanziano i fondi necessari per l'acquisto di medicinali, nonché per fornire sostegno al Fondo mondiale per la lotta contro l'HIV / AIDS, la tubercolosi e la malaria.

PROTEZIONE DEI BREVETTI

La risoluzione del Comitato esecutivo dell'OMS ha accolto con favore la dichiarazione adottata alla fine dello scorso anno a Doha in occasione della IV Conferenza ministeriale dell'OMC sull'allineamento dei requisiti TRIPS con le esigenze di sanità pubblica. Un'attenzione particolare è stata rivolta ad un'analisi completa dell'impatto degli accordi commerciali dell'OMC sulla parità di accesso a tutti i medicinali, in particolare quelli vitali.

La relazione della segreteria rileva che nel 2000-2001. L'OMS ha fornito consulenza e assistenza tecnica a 50 paesi membri di questa organizzazione internazionale al fine di aumentare la disponibilità di medicinali per le persone nei paesi in via di sviluppo nell'ambito degli accordi commerciali esistenti dell'OMC, compresi i TRIPS. Sono state elaborate proposte per garantire che i termini dell'accordo TRIPS siano soddisfatti dai paesi in via di sviluppo. Brasile, Spagna, Tailandia e Regno Unito hanno istituito gruppi di lavoro per studiare gli effetti della globalizzazione e l'accordo TRIPS sull'accesso ai farmaci essenziali. Gli esperti prevedono di tenere traccia dei cambiamenti che si verificano nelle politiche di tariffazione di vari paesi e società farmaceutiche, finanziando la ricerca nel campo dello sviluppo di farmaci; monitoraggio della promozione di farmaci originali e generici sul mercato, nonché il trasferimento di nuove tecnologie di produzione di droga nei paesi in via di sviluppo.

Erik Nirenberg, direttore della proprietà intellettuale e del commercio, IFPMA (Federazione internazionale delle associazioni di produttori farmaceutici), ha osservato che sebbene l'OMS abbia una significativa esperienza nel settore sanitario, l'OMC ha una maggiore esperienza nel commercio internazionale. Di conseguenza, il ruolo fondamentale nella regolamentazione del commercio internazionale di droghe continuerà ad appartenere all'OMC. Allo stesso tempo, l'OMC ascolterà le proposte costruttive dell'OMS in merito all'ampliamento dell'accesso delle fasce più povere della popolazione ai medicinali.

VANTAGGI DEL COMMERCIO DI ANGRO

Il rapporto del Segretariato dell'OMS rileva che la creazione e l'attuazione di Anglo nei paesi in via di sviluppo forniscono programmi a livello mondiale, regionale e nazionale contribuiranno a migliorare significativamente la qualità dei farmaci e a ridurre il costo del loro acquisto. Le linee guida dell'OMS sostengono la creazione della World Tuberculosis Medicines Foundation, che ridurrà significativamente il costo dei farmaci anti-tubercolari.

Nelle Americhe è stato istituito un fondo strategico per fornire medicinali efficaci e convenienti ai paesi in via di sviluppo per il trattamento dell'HIV / AIDS, della leishmaniosi, della tubercolosi e della malaria. Inoltre, il fondo si occupa di questioni relative alla prequalifica dei fornitori, alla standardizzazione dei criteri per l'ispezione dei farmaci forniti, all'armonizzazione delle specifiche dei farmaci, al controllo della qualità, alla cooperazione tecnica con vari paesi per migliorare la selezione razionale, la distribuzione e l'uso di droghe.

Un progetto dell'OMS per migliorare l'accesso ai farmaci per il trattamento dell'HIV / AIDS prevede l'istituzione di un programma speciale sulla prequalificazione dei fornitori a livello di Nazioni Unite. L'elenco dei fornitori che hanno subito la procedura di prequalifica verrà regolarmente pubblicato nelle pubblicazioni ufficiali dell'OMS.

La risoluzione del comitato esecutivo dell'OMS richiede ai paesi di unire le forze per creare un quadro normativo appropriato nei paesi in via di sviluppo al fine di migliorare l'accesso del pubblico ai farmaci. L'Oms chiede ai governi dei paesi in via di sviluppo di stabilire un elenco nazionale di farmaci essenziali, applicando un approccio scientifico che rifletta i punti principali dell'elenco dell'OMS.

Articolo Successivo

Duphalac