Proteina C-reattiva (CRP) (quantitativa)

Trattamento

In risposta a infiammazione, trauma, infezione nel corpo, vengono prodotte sostanze specifiche - proteine ​​della fase acuta. Forniscono una protezione completa del corpo. Il principale marcatore di infiammazione nel corpo è la proteina C-reattiva, che stimola la risposta immunitaria nel corpo:

  • Accelera il processo di fagocitosi.
  • Partecipa all'attivazione del sistema di complemento.
  • Colpisce parti importanti della risposta immunitaria.

Cos'è il CRP?

La proteina C-reattiva (CRP, proteina C-reattiva, CRP) è stata chiamata per la sua capacità di legare e precipitare gli pneumococchi C-polisaccaridi - uno dei meccanismi di protezione contro l'infezione in una fase precoce.

La CRP è sintetizzata dalle cellule epatiche (epatociti) in risposta alla comparsa di antigeni, complessi immunitari, batteri nel corpo dopo l'infortunio o l'ingestione di un'infezione. La proteina consiste di 5 subunità separate, che sono combinate in una struttura pentamerica attraverso legami covalenti.

In assenza di infiammazione, le proteine ​​sono presenti nell'organismo in quantità minime. Dopo l'inizio del processo di infiammazione, si osserva un aumento della concentrazione di CRP già dopo 6-12 ore, i valori di picco si osservano dopo 48-72 ore. Il livello delle proteine ​​ritorna normale entro 5 giorni dall'insorgenza dell'infiammazione o dalla sua cessazione.

Questo indica un'alta sensibilità della proteina ai processi infiammatori nel corpo. Il tasso di CRP (a differenza di ESR) non è influenzato da processi fisiologici non associati all'infiammazione. Pertanto, la definizione di CRP è l'indicatore più affidabile e sensibile.

Secondo i risultati dello studio, è possibile giudicare in che modo la malattia viene trascurata. Le più alte concentrazioni di CRP indicano:

  • Sulla presenza di infezione nel corpo - natura parassitaria o batterica.
  • Sullo sviluppo di un tumore
  • Sulla presenza di lesioni.
  • Circa l'inizio del processo necrotico.

Indicazioni per l'analisi

Esistono numerose indicazioni per le quali viene eseguita un'analisi sulla proteina C-reattiva. È regolarmente necessario sottoporsi a ricerche:

  1. Persone anziane
  2. Pazienti sottoposti ad emodialisi.
  3. Persone ad alto rischio di aterosclerosi.
  4. Diabetici che hanno il rischio di sviluppare complicanze sullo sfondo della malattia.
  5. Per la prevenzione delle complicanze dopo l'intervento chirurgico.

Analisi obbligatorie:

  • Con malattie cardiache Ipertensione, malattia coronarica (cardiopatia coronarica) può portare a ictus, infarto. Un'analisi del CRP aiuta a determinare tempestivamente lo sviluppo di tali rischi.
  • Con la collagenosi I risultati dello studio sono utilizzati per valutare l'efficacia della terapia.
  • Per determinare l'infezione batterica (meningite, sepsi). In caso di infezione virale, il livello di proteine ​​aumenta leggermente. Pertanto, in assenza di lesioni, un aumento dell'indicatore indica la presenza di un'infezione batterica nel corpo.

norma

Il livello di proteina C-reattiva è misurato in mg / l. Per la ricerca viene utilizzato sangue venoso. A seconda del metodo e dei reagenti scelti, i risultati possono variare in diversi laboratori. Pertanto, è necessario trarre conclusioni sul possibile aumento dell'indicatore sulla base dei dati di un laboratorio.

Come si può vedere dalla tabella, il livello di CRP aumenta durante la gravidanza, che è considerata la norma.

Sulla base dei risultati, è possibile determinare il rischio di sviluppare patologie del sistema cardiovascolare del corpo.

  • Una bassa probabilità di patologia e complicanze è osservata a una concentrazione proteica di 1 mg / lo meno.
  • Il rischio medio è a una concentrazione di 1-3 mg / l.
  • Alto rischio - con tassi superiori a 5 mg / l. Nelle persone sane, questo indica una malattia precoce del cuore e dei vasi sanguigni, in quelli che hanno già malattie cardiache, una complicazione del decorso della malattia.

Le ragioni dell'aumento e le possibili conseguenze

Un aumento della concentrazione di proteine ​​nel sangue si nota dopo 6-8 ore dall'inizio dello sviluppo del processo infiammatorio nel corpo. Già nelle 14-24 ore il livello può aumentare di 20 o più volte rispetto alla norma. Questo indicatore è il primo segno di infezione. La concentrazione di proteine ​​riflette l'intensità dell'infiammazione, quindi il monitoraggio dei dati dell'analisi è importante per monitorare il decorso della malattia. Quando la malattia passa allo stadio del decorso cronico, il valore della CRP diminuisce a valori normali, aumentando notevolmente con l'esacerbazione della patologia.

La determinazione quantitativa delle proteine ​​è importante per la diagnosi. Con l'infezione virale, il tasso di CRP aumenta in minima parte. Pertanto, ad alte concentrazioni di proteine ​​nel sangue, si conclude che c'è un'infezione batterica.

L'aumento dei tassi di CRP può indicare lo sviluppo delle seguenti patologie:

  • Infezione batterica In questo caso, i valori raggiungono 100 mg / lo più (in confronto: quando le infezioni sono virali, il livello di CRP è fino a 20 mg / l, il che aiuta a distinguere la natura dell'infezione).
  • Sepsi nei neonati. Il livello di 12 mg / l.
  • Neutropenia. Negli adulti con tassi di CRP superiori a 10 mg / l, questo può essere l'unico marker di un'infezione batterica.
  • Malattie reumatiche sistemiche.
  • Vasculite.
  • Infiammazione del tratto gastrointestinale (morbo di Crohn, colite ulcerosa).
  • Amiloidosi secondaria Associata allo sviluppo delle complicanze renali.
  • Complicazioni dopo l'intervento chirurgico. Alti tassi di CRP entro 5 giorni dall'intervento indicano possibili complicazioni: ascesso della ferita, polmonite, tromboflebite.
  • Rifiuto del trapianto renale Il livello di proteine ​​in questo caso è un indicatore precoce del rifiuto.
  • Neoplasie maligne
  • Necrosi tissutale (necrosi tumorale dell'intestino crasso, polmone, tessuto renale, infarto muscolare cardiaco).

La definizione più preziosa della proteina C-reattiva viene presa in considerazione quando si determina l'attività dei processi settici e reumatici in caso di insufficienza cardiaca. L'infarto miocardico è caratterizzato da un aumento del livello di CRP nel sangue dopo 20-36 ore dall'esordio della malattia, il tasso scende al 20 ° giorno, torna alla normalità dopo 30-40 giorni. In caso di recidiva, si nota un aumento della concentrazione di proteine.

Aumentare il livello di CRP in un piccolo intervallo (fino a 10 mg / l) in una persona sana è un indicatore di un aumento del rischio di sviluppare aterosclerosi, tromboembolia e il primo infarto. Il rischio di complicanze del sistema cardiovascolare negli esseri umani con elevati livelli di CRP aumenta con i valori aumentati:

La concentrazione della proteina C-reattiva nel sangue è cruciale per la diagnosi delle malattie e il monitoraggio dell'efficacia del trattamento delle patologie. Una diagnosi tempestiva ti consentirà di trovare un trattamento efficace ed evitare possibili complicazioni gravi.

Crp in analisi biochimiche del sangue

La proteina C-reattiva del sangue è l'indicatore più importante di infiammazione

La proteina C-reattiva del sangue (CRP) è uno degli indicatori più importanti della presenza di infiammazione e altri danni ai tessuti, che viene utilizzata con successo nella moderna diagnostica clinica. Viene anche chiamato un indicatore, segnale o marker non specifico della "risposta infiammatoria", un indicatore della fase acuta.

Determinazione della proteina (CRP) rappresentante C-reattiva della fase attiva della proteina utilizzata per la diagnosi di malattie infettive acute e tumori. analisi biochimica di CRP è un metodo efficace di controllo sul processo di trattamento e per la prevenzione del pericolo di infezione batterica, la nomina o cessazione della terapia antibiotica, l'efficacia della terapia antibiotica, le dinamiche di guarigione della ferita, e così via. D.

La CRP è sintetizzata nel fegato in quasi tutte le persone sane. Questo elemento del sangue (proteina del gruppo di proteine ​​della fase acuta) svolge un ruolo chiave nell'aumentare il sistema immunitario, stimola le reazioni protettive del corpo, compresi fagocitosi, migliora l'attività funzionale dei leucociti.

La proteina C-reattiva nel sangue è il primo segno di infezione che, insieme a ESR, aiuta a rilevare il pericolo nel tempo, a diagnosticare la malattia, a prescrivere o correggere il trattamento, inclusi gli antibiotici. Nel caso di un processo patologico, la CRP reagisce molto rapidamente ai danni ai tessuti e ai processi necrotici. Più l'infiammazione è acuta e più la malattia è attiva, maggiori sono le prestazioni di questo elemento molto sensibile nel siero. Allo stesso tempo, un trattamento opportunamente scelto e una terapia efficace portano rapidamente a una diminuzione dei livelli di CRP, come evidenziato da un esame del sangue per la CRP. Quando una malattia cronica entra nella fase di abbassamento dell'infiammazione, la proteina C-reattiva non viene praticamente rilevata nel sangue. Quando si verifica l'aggravamento, la sua concentrazione ricomincia a crescere.

In assenza di un processo infiammatorio, nel plasma sanguigno possono essere presenti fino a 0,5-1 μg / ml. I livelli sierici superiori al normale (più di 0,5 mg / l) sono un segno precoce di infezione, infiammazione o lesione, invasione di microrganismi estranei o altri fattori indesiderati nel corpo.

Già dopo 4-5-6 ore dopo che un'infezione è penetrata nel corpo o nel tessuto è danneggiato, si sviluppa una reazione infiammatoria, la concentrazione proteica nel plasma inizia a salire. Con un processo infiammatorio acuto entro 12-24 ore, la presenza di CRP può aumentare fino a 20 volte o più e raggiungere un massimo in 24-72 ore. Più intenso è il processo infiammatorio, più alto è il livello di CRP nel plasma. Con un'infezione batterica può raggiungere 80-100 mg / l, gravi ustioni e sepsi - fino a 300 mg / lo più. Nell'infarto del miocardio, il livello di proteina reattiva di solito aumenta di 18 ore o più dopo l'insorgenza della malattia. Per le malattie acute croniche virali o pigre, alcuni processi reumatici e oncologici, l'analisi mostra un leggero eccesso della norma - fino a 20-30 mg / l.

Un forte aumento e un contenuto molto elevato di CRP nei segnali plasmatici sulle complicanze postoperatorie (specialmente a 4-5 giorni), l'infezione e la crescita del tumore, processo necrotico.

Alti livelli di proteina C-reattiva nel sangue possono segnalare una serie di gravi malattie: infezioni batteriche acute, parassitarie, fungine e, in misura minore, virali; Gli indicatori allo scopo dell'analisi possono essere processi reumatici affilati, l'artrite reumatoide; pancreatite acuta complicata; peritonite purulenta; la meningite; la tubercolosi; condizioni dopo operazioni pesanti; sepsi, incl. i neonati; Determinazione del rischio di primo infarto miocardico e altre complicanze cardiovascolari nelle persone con diabete e aterosclerosi. Può servire come test aggiuntivo per aiutare a determinare la progressione e la ricorrenza di tumori maligni.

Va tenuto presente che, rispetto agli adulti, il livello di CRP nei bambini è inferiore. Un falso aumento della proteina reattiva si verifica quando vengono presi contraccettivi orali, oltre che estrogeni.

Analisi del sangue CRP - trascrizione e frequenza

L'analisi biochimica del sangue CRP (proteina C-reattiva) è il modo più veloce e sicuro per confermare o negare il processo infiammatorio nel corpo. La CRP è una proteina in fase veloce prodotta nel fegato che stimola la risposta immunitaria del corpo al processo infiammatorio. Il livello di proteina C-reattiva nel siero dipende dal grado della malattia. La concentrazione di CRP aumenta ripetutamente e rapidamente con il processo infiammatorio, infezioni batteriche e parassitarie, tumori, lesioni, necrosi tessutale (infarto miocardico). Dopo 4-6 ore dopo il danno tissutale, la sintesi proteica nel fegato inizia ad aumentare. E dopo 12-24 ore il livello di proteina C-reattiva nel sangue aumenta molte volte.

Con un trattamento tempestivo ed efficace di un esame del sangue, la CRP mostrerà una diminuzione della concentrazione di proteine ​​dopo pochi giorni. L'indicatore è normalizzato il 7-14 ° giorno dopo l'inizio del trattamento. Se la malattia si è spostata dallo stadio acuto a quello cronico, il valore della proteina C-reattiva nel siero del sangue diventerà gradualmente uguale a zero. Ma con l'esacerbazione della malattia aumenterà di nuovo.

L'analisi biochimica della CRP ematica consente di distinguere un'infezione virale da un'infezione batterica. Dal momento che la natura virale della malattia, il livello delle proteine ​​aumenta leggermente. Ma con un'infezione batterica, anche se ha appena iniziato a svilupparsi, la concentrazione di proteina C-reattiva nel sangue aumenta esponenzialmente.

In una persona sana, la CRP biochimica del sangue è normalmente negativa.

Quando inviato per analisi biochimiche di CRP nel sangue

Il medico invia al paziente una CRP per biochimica del sangue nei seguenti casi:

1. Esame profilattico di pazienti anziani.

2. Determinazione della probabilità di complicazioni cardiovascolari in pazienti con diabete, aterosclerosi, che sono in emodialisi.

3. Esame dei pazienti con ipertensione, malattia coronarica, per prevenire possibili complicazioni: morte cardiaca improvvisa, ictus, infarto miocardico.

4. Identificazione delle complicanze dopo l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronariche.

5. Valutazione del rischio di restenosi, infarto miocardico ricorrente, morte dopo angioplastica in pazienti con sindrome coronarica acuta o angina pectoris.

6. Monitorare l'efficacia della prevenzione e del trattamento delle complicanze cardiovascolari con statine e acido acetilsalicilico (aspirina) in pazienti con problemi cardiaci.

7. Collagenosi (per determinare l'efficacia della terapia e la reattività del processo).

8. Monitoraggio dell'efficacia del trattamento di un'infezione batterica (ad esempio, meningite, sepsi del neonato) con farmaci antibatterici.

9. Monitoraggio dell'efficacia del trattamento delle malattie croniche (amiloidosi).

11. Malattie infettive acute.

Come prepararsi per l'analisi

Per l'analisi biochimica del sangue venoso CRP ematico viene donato. Alla vigilia del campionamento del sangue è necessario seguire semplici regole:

  • Non bere alcolici, cibi grassi e fritti.
  • Cerca di evitare picchi fisici ed emotivi.
  • L'ultimo pasto 12 ore prima dell'analisi.
  • Bere succo di frutta, tè e caffè prima dello studio è impossibile. Puoi dissetarti solo con acqua naturale.
  • Non fumare 30 minuti prima di donare il sangue.

CRP decodificante per analisi del sangue

Per decifrare il test del sangue, il CRP dovrebbe essere medico. Solo uno specialista sarà in grado di valutare correttamente quanto è aumentato il livello di proteina C-reattiva, confrontarlo con i sintomi e prescrivere il trattamento appropriato.

Sebbene la normale composizione del sangue della PCR sia negativa, vengono presi i valori positivi di riferimento da 0 a 5 mg / l. Considerare gli indicatori di CRP e condizione, sono elencati nella tabella.

Crp in analisi biochimica del sangue: che cos'è questo indicatore?

Uno dei preziosi criteri diagnostici per determinare la presenza di processi infiammatori acuti nel corpo umano utilizzando un esame del sangue biochimico è crp.

Lo studio della concentrazione di questa sostanza consente di osservare lo sviluppo di varie patologie, incluse le malattie oncologiche.

Crp: che cos'è?

Nello stato normale del corpo, è quasi impossibile determinare la proteina crp (eng - C-reactiveprotein) nel sangue, poiché in questo caso il suo valore tende a zero. Con un aumento della concentrazione di un tale marcatore nell'analisi biochimica, non vi è alcun dubbio sul verificarsi di gravi problemi di salute per il paziente.

L'indicatore crp consente di diagnosticare infarto miocardico, sepsi, necrosi e un numero di malattie infiammatorie acute. Sulla base dei valori che caratterizzano il contenuto di questa proteina reattiva nel sangue, si giunge alla conclusione sulla gravità della malattia identificata e vengono adottate misure terapeutiche per eliminarlo. In uno studio clinico su crp, anche la velocità di eritrosedimentazione (ESR) viene monitorata simultaneamente. Entrambe le categorie diagnostiche sono correlate.

Indicatore di velocità

Se è necessario determinare l'indice crp, viene esaminato il sangue dalla vena del paziente. Per misurare il livello di unità proteica è preso - mg / l. Indipendentemente dal sesso, dall'età e dallo sfondo ormonale di una persona, la concentrazione di crp nel sangue è consentita nell'intervallo da 0,5 a 1 mg / l.

Se si stabilisce che il contenuto di proteine ​​supera questo intervallo di valori, significa che qualsiasi tipo di patologia è presente nel corpo della persona esaminata. Più pienamente caratterizzano il quadro clinico può solo specialista sulla base della decodifica dei risultati di questi e altri test.

Analisi di decodifica

Il punto è che la valutazione del crp non è sempre richiesta. L'analisi biochimica del sangue viene assegnata a pazienti ambulatoriali o degenti, deterioramento dello stato di salute, che può essere associato allo sviluppo di malattie nel loro corpo:

  • cuore;
  • i reni;
  • sistema circolatorio;
  • tratto gastrointestinale;
  • sistema endocrino;
  • sistema muscolo-scheletrico;
  • sistema epatobiliare, inclusi fegato, cistifellea e altri organi e sottosistemi.

La rilevazione della proteina C-reattiva nel sangue non causa alcuna difficoltà, poiché la sua concentrazione aumenta rapidamente non appena il processo patologico inizia a svilupparsi nel corpo. Solo poche ore dopo l'inizio della risposta infiammatoria, il livello di crp aumenta.

Esiste una relazione definita tra l'intensità della risposta del corpo ai fattori patologici e l'aumento delle proteine ​​nel plasma.

Un processo infiammatorio acuto può causare un aumento della concentrazione della proteina C-reattiva di 20 o anche più volte.

Se la malattia è causata da un'infezione batterica, il valore crp aumenta a 80 - 100 mg / l.

La sepsi e gravi ustioni sono diagnosticati a 300 mg / l.

Osservando il contenuto della proteina C-reattiva nel sangue di un paziente sottoposto a intervento chirurgico il giorno prima, durante l'insorgenza di qualsiasi complicazione si osserva un forte aumento e un alto livello di questo componente del plasma.

Tuttavia, al fine di effettuare una diagnosi affidabile, non è sufficiente per uno specialista utilizzare solo i dati sullo studio dell'indicatore crp. Il quadro chiaro della malattia è rivelato nell'analisi di altri criteri per l'analisi biochimica, in particolare la VES già menzionata qui nell'articolo.

Perché l'indicatore può essere aumentato?

Le caratteristiche del marcatore preso in considerazione sono che, in determinate condizioni, l'attenzione degli specialisti merita solo un eccesso del livello normativo. A questo proposito, c'è un intero elenco di malattie infiammatorie, il cui sviluppo induce l'organismo a produrre proteine ​​C-reattive superiori alla norma:

  • la meningite;
  • infarto miocardico;
  • la tubercolosi;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • diabete mellito;
  • tumori oncologici maligni;
  • malattie autoimmuni;
  • complicazioni postoperatorie;
  • avvelenamento del sangue;
  • l'obesità;
  • infezioni parassitarie e virali;
  • innesto reazione di rigetto;
  • lo sviluppo dell'aterosclerosi;
  • reumatismi e molti altri.

Con l'aumento dei livelli di crp, vengono analizzati altri criteri per gli esami del sangue biochimici, vengono prese diverse misure per determinare la causa della malattia che si è manifestata nel corpo e viene determinato il luogo di localizzazione del processo infiammatorio. I moderni metodi diagnostici per il rilevamento tempestivo anche della malattia più complessa danno ai pazienti la speranza di una guarigione rapida e completa.

CRP (CRP) nell'analisi biochimica del sangue: aumento, normale, interpretazione degli indicatori

Quando si avverte sensibilmente una rottura, e la ragione è incomprensibile, il medico prescrive di sottoporsi a uno studio sulle norme di srb nell'analisi biochimica del sangue. La CRP non è altro che una proteina C-reattiva, un indicatore maggiore di ciò che indica la presenza di un processo infiammatorio nel corpo. Questo metodo di diagnosi di laboratorio è ampiamente usato nella medicina moderna, perché è riconosciuto come il più informativo. Sulla base dei suoi risultati, il medico sarà in grado di costruire una linea di terapia corretta.

Cos'è la proteina C-reattiva

Il sangue umano contiene un intero gruppo di proteine ​​plasmatiche. Uno di questi è la proteina C-reattiva. Questo componente del sangue è noto per la sua ipersensibilità - reagisce all'istante anche alla minima infiammazione del corpo.

La CRP viene escreta dal fegato. La sua funzione principale è quella di aumentare la difesa immunitaria del corpo.

Anche con un leggero danno ai tessuti interni, il CRP inizia a salire, costringendo così l'intero sistema a lavorare per aumentare il livello di protezione.

La proteina C-reattiva "funziona" in combinazione con polisaccaridi pneumococcici. Combinandoli, diventano una barriera alle infezioni e non permettono che si diffonda in tutto il corpo. Un tale tipo di difensori. Non è una coincidenza che quanto peggio una persona si sente, tanto più alto è il livello di questa proteina nel sangue del paziente.

La CRP stimola attivamente la produzione di leucociti e fagocitosi delle cellule. In altre parole, c'è una stimolazione attiva dell'immunità innata.

Perché fare un'analisi

La biochimica per rilevare il livello di CRP nel sangue viene assegnata per rilevare i focolai di infiammazione. Con la sua presenza, il livello di questa proteina aumenta più volte.

Questo studio aiuta a determinare la natura dell'infiammazione: virale o batterica.

Il campionamento del biomateriale viene necessariamente eseguito dopo l'operazione. Il medico curante monitora quindi la qualità della riabilitazione. La natura ha inteso che immediatamente dopo l'intervento chirurgico, il livello di proteina "vola su" al fine di proteggere al massimo il corpo dalle infezioni. Non appena il paziente inizia a tornare alla normalità, il livello di CRP si stabilizza immediatamente.

Pertanto, gli obiettivi principali dello studio sono i seguenti:

  1. Determina il grado di intensità del processo infiammatorio
  2. Verifica se la terapia farmacologica ha successo.
  3. Controllo delle complicanze postoperatorie
  4. Determina se il corpo ha iniziato a rigettare il tessuto dopo il trapianto

Ad oggi, tale diagnosi viene effettuata in due modi:

  • Il test di Veltman
  • alfa - 1 - antitripsina

Indicazioni per l'analisi

La diagnosi di laboratorio di sangue per proteina c-reattiva aumentata è nominata nei casi seguenti:

  • periodo postoperatorio;
  • condizione dopo un ictus;
  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • cardiopatia ischemica;
  • la comparsa di tumori, sia benigni che maligni;
  • infezioni con un corso nascosto.
  • esame prima dell'intervento, soprattutto prima dell'intervento di bypass delle arterie coronarie.

I medici raccomandano a tutti di sottoporsi a questo esame almeno una volta all'anno. A rischio sono uomini e donne di età superiore ai 60 anni. È meglio prevenire la malattia piuttosto che cercare di trattarla a lungo.

Preparazione per il sondaggio

L'efficacia dell'analisi dipende da quanto bene è stato presentato il biomateriale. Per evitare false interpretazioni e quindi false diagnosi, si raccomanda di seguire una serie di suggerimenti sulla preparazione per la donazione di sangue:

  1. rifiuti grasso e piccante;
  2. eliminare l'alcol;
  3. evitare il surriscaldamento o il raffreddamento eccessivo;
  4. non essere nervoso;
  5. cercare di sostenere una pausa della fame di 12 ore prima di passare l'analisi;

Cosa fa l'analisi biochimica del sangue per la CRP

Quando i risultati dell'analisi biochimica del sangue determinano il livello di srb sulle mani, è importante non iniziare il panico prima del tempo, ma cercare di capire cosa significano questi numeri misteriosi. Il risultato sarà pronto il giorno successivo alla presentazione del biomateriale.

Ogni laboratorio ha i suoi reagenti, quindi i valori di riferimento possono variare leggermente. Se prendiamo l'indice medio, si considera che il livello normale della proteina c-reattiva sia da 0 a 0,3-0,5 mg / l. Questi punti di riferimento digitali sono stati introdotti relativamente di recente. In precedenza, la decodifica poteva essere vista "positivamente", che era considerata la norma o "negativamente". In quest'ultimo caso, il numero di crocette da 1 a 4 è stato impostato accanto al risultato, maggiore è il numero di punti, maggiore è l'infiammazione.

Il tasso nelle donne può variare in base ai seguenti fattori:

  • la gravidanza;
  • uso di contraccettivi ormonali;
  • età superiore a 50 anni.

Quindi per la futura mamma, i valori normali sono fino a 3,0 mg / l. Ciò è dovuto alla ristrutturazione del background ormonale.

Una donna sopra i cinquant'anni ha una proteina c-reattiva.

Negli uomini, l'indicatore della proteina non deve superare 0, 49 mg / l.

È molto importante monitorare il livello di CRP nei bambini. Normalmente, le fluttuazioni possono variare da 0 a 10 mg / l. Qualsiasi aumento di questo indicatore è un motivo per iniziare un trattamento serio. La prima analisi viene presa nelle prime ore della vita del bambino dal cordone ombelicale. È necessario escludere la sepsi di neonati.

L'aumento della proteina c-reattiva nei bambini può essere un sintomo di meningite, influenza, rosolia e altre malattie "infantili".

Cause di deviazioni dalla norma

Molto spesso, i risultati dell'analisi delle proteine ​​sono elevati. Questo è giustificato dai seguenti motivi:

  • Malattie autoimmuni come il lupus eritematoso
  • Artrite reumatoide
  • tubercolosi
  • Cancro, accompagnato da metastasi;
  • Infezioni purulente;
  • Infezione del sangue;
  • Stadio acuto di infarto miocardico;
  • Anomalie patologiche nel sangue;
  • l'epatite;
  • Infiammazione dei polmoni;
  • Lesioni di diversa natura
  • Dopo l'intervento
  • Effetti della chemioterapia
  • la gravidanza;
  • Terapia ormonale;
  • La presenza di un innesto nel corpo
  • Uso a lungo termine di contraccettivi ormonali
  • Atleti durante il periodo di attività fisica attiva
  • Inosservanza delle regole sulla donazione del sangue

È importante sapere che con un aumento della proteina c-reattiva aumenta il contenuto di acido sialico. Il suo livello dovrebbe variare entro 730 mg / litro. Se entrambi gli indicatori sono significativamente più alti del normale, allora possiamo parlare di grave infiammazione, compresa la morte dei tessuti.

Ovviamente, l'aumento del livello di proteine ​​plasmatiche reattive è solo un sintomo. La diagnosi verrà effettuata dal medico in base allo studio. A volte sono necessari ulteriori test diagnostici. Seguire tutte le raccomandazioni, e quindi la possibilità di evitare gli spiacevoli effetti della malattia iniziata sarà massimizzata.