Quali test sono prescritti per la colecistite

Cibo

La colecistite è una malattia della colecisti, accompagnata dal suo processo infiammatorio. Le analisi per la colecistite sono fornite dopo un esame generale da un medico e sono necessarie per effettuare una diagnosi accurata (colecistite cronica, acuta o iniziale). Il modo più efficace per determinare la malattia è uno studio biochimico della bile con una sonda speciale.

diagnostica

loading...

A causa del fatto che la colecistite cronica ha sintomi simili a un numero enorme di malattie del fegato e malattie del tratto gastrointestinale, il processo di studio della malattia ha le sue caratteristiche peculiari.

Dovresti sapere che alle prime manifestazioni è necessario andare immediatamente a vedere un medico, e poi condurre un esame completo per studiare il lavoro della cistifellea.

La procedura diagnostica è la seguente:

  1. Viene eseguito un primo esame dal medico, dopo di che sarà richiesto un numero di test di laboratorio designati;
  2. Campionamento materiale per ulteriori studi in laboratorio (emocromo completo, AST - determinazione degli enzimi del metabolismo proteico nel corpo, studio biochimico della cistifellea).
  3. Per creare un'immagine più completa, il medico curante può inviare al paziente una ecografia o una TAC.
  4. Dovrai anche passare attraverso una procedura piuttosto spiacevole di inserimento di una sonda per il sondaggio duodenale e il campionamento della bile;
  5. In alcuni casi, viene condotto uno studio radiologico durante il quale al paziente viene somministrato uno speciale agente radionuclide. Ulteriori componenti del farmaco attraverso il sistema circolatorio nella cistifellea. Quindi viene eseguita un'analisi spettrale delle pareti dell'organo e della bile.
  6. L'ultimo metodo con cui è possibile confermare la colecistite: analisi strutturale a raggi X.

Esame del sangue

loading...

Gli studi di laboratorio sulla composizione del sangue possono svolgere un ruolo importante nello stabilire la diagnosi corretta e scegliere le giuste tattiche per combattere la malattia. Un esame del sangue tempestivo può aiutare a rilevare le fasi iniziali della progressione di alcune pericolose complicanze che si sviluppano insieme a colecistite cronica.

Il medico può prescrivere i seguenti esami del sangue:

  1. Analisi del sangue generale
  2. Studio biochimico della composizione del sangue.
  3. Lo studio della coagulazione del sangue.
  4. Un test che determina la quantità di zucchero.
  5. Per ricevere informazioni sul gruppo sanguigno e sul suo fattore Rh.
  6. La presenza di una malattia infettiva nel paziente in studio.

Nel caso dei primi segni di colecistite, i medici raccomandano una serie di studi:

  • somministrazione di test del fegato (test alt e cali, bilirubina, timolo);
  • lo studio dell'urina e delle feci per trovare amilasi nella loro composizione;
  • Test GGT (gamma-glutamiltranspeptidiasi - un enzima contenuto nelle cellule del fegato e dei dotti biliari). Il modo più efficace per determinare l'esistenza della stasi biliare.
  • fosfatasi alcalina (con infiammazione della cistifellea aumentata di un quarto della norma);
  • frazioni proteiche.

Risultati altamente informativi nel processo infiammatorio che si sviluppa nella cistifellea, hanno un esame ematico clinico generale e uno studio della biochimica della composizione del sangue.

Se il medico curante ha una presenza sospetta di colecistite, la prima analisi nell'elenco è sempre l'esame emocromocitometrico completo. Il suo scopo è fatto nella diagnosi della maggior parte delle malattie. L'obiettivo principale di questo studio è identificare l'infezione nel corpo. Ciò è evidenziato da un aumento dei globuli bianchi.

Allo stesso tempo, un paziente con colecistite, anche in forma acuta, potrebbe non ottenere il risultato corretto, dal momento che gli indicatori di emoglobina e globuli rossi saranno nella zona del marchio normativo. Le persone che soffrono di colecistite cronica presentano deviazioni dal numero normale di eosonofili nel sangue, di regola, dell'1-2%. In una situazione in cui il numero di eosonofili è ridotto o completamente assente, questo indica un decorso grave della malattia.

Se il medico ha il minimo dubbio sull'infiammazione della cistifellea, invia il paziente a un esame del sangue biochimico.

Studio biochimico della composizione del sangue

loading...

L'analisi biochimica del sangue nella colecistite aiuterà a scoprire cosa ha causato la violazione del lavoro salutare del corpo. L'indicatore principale sarà la bilirubina. Se il contenuto nel sangue di questo elemento è superiore all'indicatore standard, allora questo indica il suo utilizzo di scarsa qualità della cistifellea. Inoltre, la rilevazione di colestasi nella composizione del sangue ci permette di parlare di violazioni nel lavoro del corpo.

In una situazione in cui vi è un aumento del livello di bilirubina nella bile, può essere fatta solo una conclusione: la bile non raggiunge l'intestino. E questo richiederà attenzione non solo alla cistifellea, ma anche al fegato.

Oltre alla bilirubina, la determinazione del livello di fosfatasi alcalina nella colecistite è di alto valore. La deviazione dalla norma nella direzione di aumentare questo indicatore indica l'esistenza di stasi biliare pronunciata. Nella forma cronica della malattia, il livello può leggermente superare la norma (fino a 200 unità / l). Durante il decorso acuto della malattia, il coefficiente è nella maggior parte dei casi notevolmente sovrastimato.

Analisi della bile

loading...

Questo tipo di studio di laboratorio aiuta a trovare deviazioni nell'equilibrio dei componenti delle sostanze e degli acidi biliari.

Nello studio di 12 ulcera duodenale producono diverse porzioni di campioni di bile. Il materiale per l'analisi è prodotto dal rilevamento frazionario e consiste di 5 fasi.

  1. Prima fase Il materiale viene raccolto dal duodeno 12. Le porzioni biliari "A" vengono raccolte entro mezz'ora immediatamente dopo l'introduzione della sonda prima dell'introduzione di una soluzione speciale;
  2. La seconda fase è la fase di contrazione dello sfintere di Oddi. Inizia subito dopo l'infusione di una soluzione speciale che stimola la contrazione della cistifellea;
  3. Terza fase. Assunzione di bile prodotta dai dotti biliari extraepatici. La durata di questa fase non supera i tre minuti dall'apertura dello sfintere di Oddi fino alla comparsa della bile dalla vescica;
  4. Quarta fase. Le porzioni biliari "B" dalla vescica vengono prodotte per 30 minuti;
  5. Quinta fase Bile dalla porzione di fegato "C". Anche la durata di questa fase non supera la mezz'ora.

Decifrando le prestazioni di questo studio, è necessario concentrarsi sulla porzione di indicatore "A". La deviazione dalla norma al lato inferiore ci consente di indicare uno stadio precoce di colecistite o epatite.

Il contenuto ridotto di bile nella porzione "B" indica la presenza di colecistite. Una colorazione bianca della bile di questo campione si osserva anche durante la colecistite cronica.

Livelli elevati o ridotti di acidi biliari nel campione della quinta fase (porzioni "C") informano sullo stadio iniziale di sviluppo della colecistite calcicola.

Analisi del test del fegato

loading...

Questo studio si basa sul test del fegato. Il fegato reagisce istantaneamente a malfunzionamenti nel normale funzionamento della cistifellea, in quanto produce bile. L'analisi rifletterà i cambiamenti che si verificano nel fegato in caso di difficoltà nel passaggio della bile attraverso il canale comune tra il fegato e l'intestino.

Quando si determina il livello elevato di test del timolo, è sicuro dire che il paziente ha problemi al fegato.

Analisi delle urine e delle feci

loading...

Per rilevare uno squilibrio nel contenuto di bilirubina nel corpo può essere lo studio delle feci e delle urine del test. Questi test aggiuntivi aiutano a determinare la qualità della cistifellea. Con il sano funzionamento del corpo, la quantità di bilirubina secreta è regolata dal fegato.

Se nel materiale raccolto viene determinato un livello basso, la pelle del paziente deve avere una sfumatura giallastra, poiché la bilirubina inizia a fluire in grandi quantità nell'epidermide. Al ricevimento di tali risultati e alla presenza di evidenti sintomi di colecistite, il medico effettua una diagnosi definitiva e prescrive il trattamento.

Ultrasuoni e tomografia computerizzata

loading...

Ultrasuoni: uno studio non invasivo del corpo umano attraverso le onde ultrasoniche. Questo metodo di diagnosi della colecistite consente di studiare separatamente la cavità addominale o ciascun organo. Grazie agli ultrasuoni, il diagnostico può determinare lo spessore delle pareti della cistifellea e le patologie fisiche esistenti dell'organo interno.

Tra le altre cose, l'ecografia può rilevare i segni di accumulo non bilanciato della bile nel corpo, così come la sua densità. Più densa è la struttura biliare, peggiore è la situazione con la pervietà dei dotti biliari e, di conseguenza, l'organo stesso.

La diagnosi ecografica e la tomografia computerizzata hanno permesso di diagnosticare il blocco dei canali e lo studio futuro della loro struttura eterogenea. Solo con l'aiuto di queste procedure la determinazione della malattia del calcoli biliari diventa reale.

Esame della cistifellea con una sonda speciale

loading...

Anche prima della procedura, al paziente viene somministrato un agente coleretico. Dopo un certo periodo di tempo, una sonda speciale viene inserita nell'intestino del paziente. Grazie a questo miracolo della tecnologia, il materiale viene raccolto per ulteriori ricerche di laboratorio.

Studiando la composizione biochimica della bile, vengono diagnosticate malattie della colecisti. L'essenza dell'analisi è che dopo aver mangiato cibo nell'intestino ci sono due diverse bile. Il primo viene consegnato direttamente dal fegato, e il secondo è il suo concentrato e proviene dalla cistifellea.

In una situazione in cui vi è infiammazione della cistifellea, la bile ristagna. Questo processo è caratterizzato da un alto contenuto di bilirubina, che non è soggetta a dissoluzione dall'acqua o da altri componenti della composizione degli elementi biliari.

conclusione

loading...

Dovresti sapere che lo studio del materiale di laboratorio in presenza di colecistite sospetta deve avvenire a stomaco vuoto, specialmente durante i test biochimici.

Inizia sempre il trattamento con un viaggio dal tuo medico (terapeuta distrettuale). Dopo aver superato un esame esterno e aver ricevuto una consulenza dettagliata da uno specialista qualificato, recarsi alle prove prescritte dal medico.

video

loading...

Diagnosi di colecistite: esame delle urine e del sangue, coprogramma, intubazione duodenale.

Esami del sangue per colecistite

loading...

Recentemente, una malattia come la colecistite si verifica in molte persone. Inoltre, questa malattia è significativamente "più giovane". Infatti, nella dieta delle persone moderne ci sono cibi grassi, fast food, vari conservanti nocivi, additivi dannosi, il desiderio di dimagrire molto rapidamente per ottenere una figura da sogno.

Per un lungo periodo di tempo, la malattia in questione può procedere senza alcun sintomo o può essere mascherata da altre malattie gastrointestinali. Puoi diagnosticare una malattia con l'aiuto di alcuni test.

Cos'è la colecistite?

loading...

Questa è una condizione caratterizzata dalla presenza di un processo infiammatorio nelle pareti della cistifellea. L'infiammazione può essere innescata da fattori quali la presenza di microbi cattivi nel lume della vescica e il flusso biliare alterato. Questo disturbo può verificarsi come complicanza della malattia del calcoli biliari. Inoltre, in rari casi, la condizione può essere scatenata da una ridotta circolazione del sangue nelle pareti del dotto biliare.

Persone a rischio:

  • quelli che abusano diete mirate a perdere peso;
  • con malnutrizione, con invasioni parassitarie;
  • con infezioni nell'intestino e nel fegato.

Tutto ciò provoca violazioni, che si manifestano non solo nelle analisi. Il paziente si sente molto peggio.

A seconda dei sintomi eziologici della colecistite è:

  • calcoso - quando si formano le pietre;
  • non calcoloso - senza pietre.

A seconda del flusso ci sono:

Per una malattia acuta, i personaggi sono i seguenti:

  • gonfiore intestinale;
  • nausea, vomito;
  • forte dolore nella zona sotto il bordo destro;
  • la diarrea può spesso verificarsi.

Il dolore può essere abbastanza forte, può essere eliminato utilizzando farmaci antispastici. Inoltre, il paziente può verificare un aumento della temperatura corporea.

Se viene rilevato un elevato numero di bilirubina nelle analisi, ciò indica che il deflusso della bile è stato disturbato a causa della presenza di una pietra nel dotto che la intasa. Può anche essere un segno di infezione.

In questo caso, ci sono dolori gravi che non possono essere tollerati, il paziente appena possibile si rivolge al medico per ottenere aiuto. La pelle e il bianco degli occhi diventano gialli. È importante distinguere la condizione con altri disturbi che possono verificarsi nella cistifellea e in altri organi. Per determinare con precisione la malattia, il paziente desidera un'ecografia e i test necessari.

Quali test per la colecistite devono passare?

loading...

Grazie ai test di laboratorio, è possibile stabilire una diagnosi accurata, nonché vedere le condizioni del pancreas e del fegato. Se i parametri di laboratorio vengono modificati, questo indica la presenza di un processo infiammatorio. Le analisi dovrebbero essere effettuate durante l'intero corso terapeutico. Questo è necessario per confermare l'efficacia delle procedure.

Quale ricerca può rivelare la colecistite? Viene prescritto un esame del sangue per qualsiasi problema di salute, incluso il sospetto di presenza di infiammazione.

L'analisi biochimica di solito cambia nel caso di disturbi complessi negli organi vicini. Se il processo è nato di recente, è praticamente impossibile rilevarlo in questo studio. Se si sospetta un processo infiammatorio nella colecisti, si raccomandano i seguenti test:

  • test di funzionalità epatica - AST, ALT, timolo test, bilirubina;
  • urina e sangue amilasi;
  • GGTP: un enzima coinvolto nello scambio di processi aminoacidici;
  • fosfatasi proteica;
  • frazioni proteiche.

Inoltre, senza esito negativo, le feci e l'urina dovrebbero essere studiate. Oltre all'analisi generale dell'urina, che è in grado di mostrare il processo infiammatorio nei reni, che può indicare che una focalizzazione infettiva è entrata nei reni, è previsto anche uno studio per la presenza di bilirubina, per i pigmenti biliari, per l'urobilina.

Le feci vengono esaminate per la presenza di stercobilinogeno. Quando viene rilevata la bilirubina non trattata, è possibile parlare di tali condizioni - c'è un processo infiammatorio nella cistifellea, sono presenti delle pietre in esso, il funzionamento della cistifellea viene interrotto.

Analisi del sangue generale

loading...

Con la malattia in questione, un esame del sangue clinico è un po 'diverso. Nel periodo di esacerbazioni, aumenta il numero di neutrofilia, aumentano i leucociti, aumenta la VES. A volte può rivelare anemia. Nel periodo di remissione vi è una diminuzione del numero di leucociti, ma non molto, essi possono anche non deviare dalla norma.

Esame del sangue biochimico per colecistite

loading...

Va detto che, a seconda della forma della malattia e della sua manifestazione, tali analisi possono variare.

Nei campioni di fegato, il test del timolo può essere aumentato, indicando che l'organo non funziona normalmente. Gli enzimi AST e ALT fondamentalmente non vanno oltre i valori normali. Tuttavia, possono essere elevati in presenza di gangiosi e processi purulenti.

Gli indicatori nell'analisi dell'amilasi possono essere aumentati se il pancreas è coinvolto nel processo. Di solito GGTP mantiene le sue normali prestazioni, il numero di questo componente aumenta solo in casi complessi e trascurati. In circa il 25% dei pazienti con diagnosi di colecistite, può essere rilevato un aumento del livello di fosfatasi alcalina. Inoltre, l'analisi aumenterà la frazione di globulina.

Aumentare la bilirubina

loading...

La biochimica del sangue per la malattia in esame non è un fattore molto significativo, ma può aiutare in modo significativo a valutare in modo completo tutti i dati sullo stato di salute del paziente.

Fondamentalmente, in presenza di processi infiammatori nella cistifellea, la bilirubina non devia dai suoi valori normali. Se c'è una tale deviazione, potrebbe indicare che l'epatite tossica si è unita.

L'analisi biochimica in questo caso mostrerà un aumento della bilirubina indiretta. Se la frazione diretta predomina nell'iperbilirubinemia, allora si sospetta:

  • la presenza di colestasi extraepatica;
  • vasospasmo;
  • la presenza di pietre nei dotti biliari;
  • cambiamenti nella cistifellea di origine distruttiva.

Test necessari per la diagnosi di colecistite

loading...

Nell'80% dei casi, un atteggiamento irresponsabile nei confronti della salute e il rifiuto di uno studio dettagliato dei biomateriali portano a un indebolimento del sistema immunitario del corpo e all'urgente ospedalizzazione di un paziente con possibile intervento chirurgico.

La moderna diagnostica medica aiuta i pazienti a rilevare i sintomi latenti della malattia in modo tempestivo e prescrive il trattamento in tempo prima che si verifichino effetti irreversibili.

Per questo, se un medico sospetta di avere qualche malattia, può riferire un paziente per un numero di test. Spesso le persone pensano che questo sia solo un "pompaggio" di denaro e niente di più.

Ma, come dimostra la pratica, è meglio passare un'analisi in più che pagare per la tua negligenza per il resto della tua vita. In questo articolo parleremo dei test che vengono utilizzati per diagnosticare la colecistite.

Definizione di colecistite e lista di analisi

loading...

La colecistite è un'infiammazione della parete della cistifellea, accompagnata da dolori parossistici o doloranti che sono coliche epatiche. I sintomi concomitanti sono nausea, vomito e aumento della temperatura corporea basale fino a 39 gradi.

Per selezionare il trattamento appropriato, è necessario stabilire il tipo e il livello della malattia. Successivamente, vengono scelti un corso di trattamento e i preparativi necessari, ad esempio, Holosas, Tykveol, ecc.

Fattori che causano colecistite: infezione batterica, ristagno di bile, ereditarietà.

Differenze tra cistifellea sana e colpita

Test diagnostici

Per diagnosticare la malattia e il grado del suo sviluppo, è necessario condurre studi di laboratorio. Gli oggetti per la ricerca sono sangue, urina, feci e bile.

Elenco dei test richiesti:

  1. Esame del sangue clinico generale.
  2. Analisi biochimica del sangue
  3. Analisi delle urine.
  4. Analisi della bile nel modo più semplice.
  5. Esame del sangue immunologico
  6. Suono duodenale.

emocromo completo

loading...

L'emocromo completo è assegnato a:

  1. Analizzare le informazioni sulla composizione cellulare delle cellule del sangue e la presenza di alterazioni patologiche.
  2. Per diagnosticare la forma acuta della malattia.
  3. Determina il focus del processo infiammatorio.

Quando si esamina un esame del sangue in un paziente con una forma cronica della malattia, gli indicatori sono spesso entro il range di normalità. Durante l'esacerbazione o nel caso del decorso della malattia in forma grave, si osservano tali cambiamenti:

  • diminuzione del livello di emoglobina nel sangue;
  • aumento del numero dei leucociti nel sangue;
  • spostamento dei leucociti a sinistra;
  • aumento dell'indice ESR.

Tecnica di prelievo del sangue

Un esame del sangue svolge un ruolo significativo nella diagnosi di colecistite

Per questa procedura, il biomateriale viene prelevato dal dito (tranne alcuni casi in cui è richiesto il sangue venoso). Prima della procedura, il dito della mano sinistra viene pulito con un panno sterile.

Quindi, fai una puntura e raccogli il sangue con una pipetta. Trasferire parte del sangue in una fiaschetta sottile e trasferire la parte in un bicchiere da laboratorio. Un tampone sterile viene premuto contro il sito di incisione.

Tassi di indicatori

  • emoglobina: da 11,7 a 17,4;
  • globuli rossi: da 3,8 a 5,8;
  • piastrine: da 150 a 400;
  • ESR: da 0 a 30;
  • leucociti: da 4.5 a 11.0.

Preparazione per l'analisi

Si raccomanda di donare il sangue a stomaco vuoto. Quando si procede sistematicamente alla donazione di sangue per ottenere risultati più accurati, è necessario eseguire un esame del sangue a intervalli regolari.

Costo di

Il prezzo dell'ordine di 180-600 rubli.

Analisi delle urine

loading...

Le fluttuazioni nell'urina studiata riflettono la presenza di patologie. I dati ottenuti aiutano a trovare una possibile causa di violazioni. In presenza di infiammazione della cistifellea o blocco dei dotti biliari, compaiono i seguenti sintomi:

  1. Cambia l'urina nel colore marrone scuro.
  2. Variazione dell'acidità (pH 2005

Come diagnosticare correttamente la colecistite ed essere in grado di distinguerla da altre malattie?


La diagnosi di colecistite, tuttavia, come qualsiasi altra malattia, inizia con un'indagine sul paziente e sul suo esame. Grazie a ciò, il medico può capire quali sintomi ha sofferto il paziente, per quanto tempo sono apparsi e suggerire quali patologie possono essere associate. E per confermare o confutare le sue ipotesi, assegna una serie di test e sondaggi.


Quindi, quando intervista un paziente, uno specialista scopre di essere preoccupato per il dolore nell'ipocondrio destro, nausea, febbre moderata, vomito, ecc., Chiede se ci siano stati casi di colecistite in famiglia. Esaminando la cavità orale, può rilevare la placca sulla lingua e la presenza di sensazioni dolorose durante la palpazione dell'addome completa il quadro. Tutto ciò lascia pochi dubbi sulla diagnosi, ma per la sua conferma finale il paziente viene inviato per ulteriori esami.

Metodi di laboratorio

I test di colecistite sono necessari per valutare i parametri del sangue, così come la salute del pancreas e del fegato. Quindi, i pazienti con presunzioni per colecistite sono prescritti:

  • Analisi clinica del sangue. Nella fase acuta, vengono diagnosticate leucocitosi con neutrofilia, VES elevata ea volte anemia. Questo indica chiaramente la presenza di infiammazione nel corpo. Ma un esame del sangue per colecistite durante la remissione di solito mostra un numero normale di leucociti o anche uno ridotto. Se il paziente soffre di una forma cronica della malattia per molti anni, allora ha spesso una leucopenia tipica.
  • Analisi biochimica del sangue L'esacerbazione della colecistite cronica può essere confermata dall'identificazione della disproteinemia con aumentati livelli di globuline. L'analisi biochimica del sangue nella colecistite, accompagnata da colangite (infiammazione dei dotti biliari), mostra un aumento dell'attività degli enzimi escretori nel siero del sangue.

Importante: a volte c'è un aumento del livello di bilirubina con colecistite. Se è insignificante, allora questo è un segno dello sviluppo dell'epatite tossica, ma i salti acuti servono come motivo per sospettare la presenza di pronunciati cambiamenti distruttivi nella colecisti, colestasi extraepatica e così via.

  • Analisi delle urine. Talvolta vengono rilevati microembruria, albuminuria e leucocituria, che sono il risultato di una malnutrizione, infezione del tessuto renale, spasmo dei vasi sanguigni o alterata permeabilità.
  • Analisi delle feci. Questo studio può essere richiesto per escludere l'invasione parassitaria.
  • Attenzione! Di solito, il trattamento del rene diretto non viene eseguito, poiché tutti i disturbi risultanti di solito scompaiono da soli quando si elimina la colecistite o si raggiunge la sua remissione.

    Intubazione duodenale

    In alcuni casi, è richiesto l'esame biochimico e batteriologico della bile, che può essere ottenuto ottenendo campioni utilizzando il suono duodenale frazionale. La procedura viene eseguita dopo aver preso uno striscio dalla faringe del paziente, necessario per determinare la presenza di infezione. Di solito è prescritto per la mattina, dal momento che il campionamento dovrebbe essere fatto a stomaco vuoto.

    Inizialmente, il paziente assume un agente coleretico, che è spesso colecistochinina, poiché è dopo il suo uso che la bile duodenale contiene la quantità minima di succo gastrico e intestinale. Quindi il paziente gradualmente ingoia la sonda, dopo che è stata inserita prima del segno duodenale, inizia a registrare la quantità di bile rilasciata ogni 5 minuti e preleva i campioni, che vengono prelevati in 5 passaggi.

    Lo studio è soggetto a 3 porzioni di bile diversa:

    • Giallo chiaro, immediatamente rilasciato (porzione A).
    • Scuro, frizzante, che sostituisce il precedente (porzione B).
    • Luce, che appare dopo lo svuotamento della cistifellea (porzione C).

    Attenzione! Se per un motivo o per un altro non è stato possibile ottenere la bile, il paziente viene prescritto atropina e papaverina per diversi giorni, dopodiché viene eseguita una seconda procedura.

    Per la diagnosi di spesa colecistite:

    • Microscopia biliare Parlare della presenza della malattia può essere rilevato nelle porzioni biliari di muco, leucociti, epitelio cellulare, microliti, cristalli di colesterolo, conglomerati di calcio bilirubinato e acidi biliari, pellicole brune e così via.
    • Analisi biochimiche della bile. In questo caso, elevati livelli di proteine, immunoglobuline G, A, fosfatasi alcalina, dialdeide malonica, S-nucleotidasi, dysproteincholia e una diminuzione della concentrazione di bilirubina e lisozima serviranno come segni di colecistite.

    Metodi strumentali

    La diagnosi della malattia della colecisti si basa sui risultati di:

    • Ultrasuoni, che è considerato il metodo principale per diagnosticare la patologia;
    • esofagogastroduodenoscopia, che viene utilizzato per studiare il tratto digerente superiore per eliminare la presenza di patologie in loro;
    • colecistografia e epatobiliscintigrafia, a causa della quale vengono rilevati sassi e malformazioni del tratto biliare impercettibili agli ultrasuoni;
    • diagnosi laparoscopica, utilizzata quando è impossibile fare un quadro obiettivo delle condizioni del paziente con metodi non invasivi.

    L'ecografia nella colecistite è uno dei principali metodi diagnostici, poiché può non solo rilevare i calcoli biliari, stimarne la dimensione e il conteggio, ma anche riconoscere la forma cronica della malattia. Di regola, si svolge la mattina a stomaco vuoto.

    I segni ecografici di colecistite cronica sono i seguenti:

    • un aumento delle dimensioni della cistifellea;
    • deformazione e ispessimento di tutte le pareti della cistifellea di oltre 3 mm;
    • compattazione o delaminazione delle pareti della bolla;
    • rughe del corpo, cioè una diminuzione significativa del suo volume;
    • Visualizzazione eterogenea della cavità della cistifellea.

    Diagnosi differenziale

    È molto importante stabilire la causa esatta del forte deterioramento delle condizioni del paziente, poiché la colecistite ha un quadro clinico simile con molte altre patologie. Pertanto, la diagnosi differenziale di colecistite acuta viene effettuata con:

    • Appendicite acuta. Molto spesso, i problemi sorgono proprio con la differenziazione di questa patologia. Il vomito ricorrente con la bile, l'irradiazione del dolore sotto la scapola destra e il sintomo di Mussie (dolore quando si preme sull'area tra le gambe del muscolo sternocleidomastoideo destro) non è caratteristico dell'infiammazione dell'appendice.
    • Ulcera peptica. È possibile distinguere la colecistite dalla perforazione della parete dello stomaco e del duodeno con le stesse caratteristiche della colecistite acuta. Inoltre, con il deflusso di contenuti gastrici all'esterno degli organi, ci sono dolori locali acuti sulla destra.
    • Pyelonephritis con colica renale. Puoi distinguerli dalla presenza di fenomeni disurici e dalla localizzazione del dolore, perché la colecistite acuta non è caratterizzata da mal di schiena, che si irradiano all'inguine e alla coscia. Inoltre, con la pielonefrite, c'è un sintomo positivo di Pasternack e la presenza di elementi del sangue nelle urine.
    • Infarto miocardico, che è dovuto a un elettrocardiogramma.
    • Pancreatite. In contrasto con la colecistite, la pancreatite acuta è accompagnata da segni di intossicazione, paresi intestinale e tachicardia che aumentano rapidamente, con dolore localizzato solitamente nell'ipocondrio sinistro e con un carattere circostante. Tuttavia, una diagnosi può essere fatta esattamente in questo caso solo nelle condizioni di un ospedale chirurgico, dove vengono eseguiti test per pancreatite e colecistite. Questo perché la colecistite può spesso causare segni di pancreatite, e questo richiede un intervento chirurgico immediato.

    Importante: la diagnosi di colecistite acuta include sempre la determinazione dell'attività dell'amilasi nelle urine. È caratterizzato da solo moderata amilazuria, ma l'eccessiva attività di questo enzima dovrebbe indurre gli esperti a suggerire la presenza di pancreatite latente. Pertanto, al fine di differenziare queste malattie, le analisi vengono eseguite a livello di amilasi nel siero.

    Anche a volte ha richiesto la diagnosi differenziale di cholecystitis con:

    • duodenite;
    • esacerbazioni di gastrite cronica;
    • pseudotubercolosi pasteurellosi;
    • mesadenite aspecifica;
    • invasione elmintica;
    • colite ulcerosa non specifica;
    • forma addominale di tossicosi capillare.

    Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa?

    Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, come ha guarito il suo stomaco. Leggi l'articolo >>

    Test per la colecistite

    La colecistite è una malattia insidiosa che ha una diagnosi simile ad altre malattie del tratto intestinale e dello stomaco. Se non viene diagnosticato in tempo, può anche essere fatale o ci sarà una rimozione della cistifellea. Pertanto, quando la comparsa di sintomi oscuri è meglio consultare un medico.

    Malattia colecistite

    La colecistite è un'infiammazione della colecisti che può essere causata da varie cause. Il suo pericolo sta nel fatto che in caso di sua diagnosi tardiva, il paziente dovrà sottoporsi a un complesso ciclo di trattamento, fino alla rimozione chirurgica della cistifellea.

    Esistono due tipi di colecistite:

    La colecistite acuta è caratterizzata da segni clinici luminosi, cioè dolore acuto nella parte inferiore destra delle costole, che dà alla scapola o alla spalla destra, vomito nausea e disagio totale del corpo.

    È importante sapere che tutte le malattie croniche, compresa la colecistite, sono difficili da curare e influenzano la vita futura del paziente. Una persona deve cambiare stile di vita e aderire ad alcune regole, senza le quali il disagio verrà avvertito e compaiono periodicamente i sintomi della malattia.

    Perché compare la colecistite? A causa del fatto che questa è una malattia di un organo che è direttamente coinvolto nella digestione del cibo ed è collegata da canali comuni con il fegato e gli intestini, è soggetta alle stesse malattie di questi organi.

    Nell'uomo, la colecistite può essere causata dai seguenti fattori:

    • penetrazione di microrganismi patogeni nella sua cavità, che iniziano la loro attività nella sua cavità e provocano l'infiammazione delle pareti del corpo e del collo;
    • parassiti (vermi) che entrano nell'intestino umano e iniziano a svilupparsi in esso, possono entrare nella cistifellea e iniziare l'attività attiva in esso e nei suoi canali, irritando e distruggendo le sue pareti;
    • la presenza di malattie ereditarie della cistifellea, ad esempio la formazione di calcoli, nonché la curvatura del collo o del corpo della cistifellea, che comportano uno scarso flusso di bile;
    • formazione di calcoli (malattia del calcoli biliari);
    • vari stress nervoso;
    • cattiva alimentazione, oltre a mangiare grandi quantità di cibi fritti, grassi e piccanti.

    Tutto ciò porta alla comparsa di colecistite.

    Come è la diagnosi di colecistite

    A causa del fatto che questo disturbo ha sintomi simili alla maggior parte delle malattie del fegato (ittero), così come il tratto gastrointestinale (vomito, nausea), la sua diagnosi ha le sue caratteristiche.

    È importante capire che per qualsiasi sintomo incomprensibile, è necessario consultare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame completo, che aiuterà a identificare la colecistite.

    La diagnosi di questa malattia è la seguente:

    • Esiste un esame medico di base, presso il quale lo specialista determina l'ulteriore corso della ricerca.
    • Analisi asd assegnate e sangue. Lo stesso Asd è uno studio speciale che viene effettuato in tutti i casi in cui vi è il sospetto di malattia al fegato o alla cistifellea. Un test asd aiuterà a identificare le anomalie nella cistifellea.
    • Il medico può prescrivere un'ecografia o una TAC. Tali studi sono gli stessi e non possono essere somministrati contemporaneamente. Se il medico consiglia di farlo, allora vuole fare soldi con il paziente.
    • Ricerca interna con una sonda speciale che inghiotte il paziente. La sonda prende campioni di bile, che vengono poi esaminati.
    • Ricerca radiologica, che comporta l'ammissione di un farmaco speciale che contiene sicuro per i radionuclidi del corpo. Entrano nel sistema circolatorio e vengono consegnati alla cistifellea, dopodiché viene eseguita un'analisi spettrale della bile e delle pareti della cistifellea.
    • X-ray. Può essere usato per determinare l'ispessimento delle pareti di questo organo, la presenza di pietre, così come il blocco dei dotti biliari.

    Come puoi vedere, ci sono molti modi per diagnosticare questa malattia.

    Ma in pratica, la maggior parte delle analisi del sangue usate, asd, così come gli ultrasuoni (ultrasuoni) o la tomografia computerizzata.

    Particolare attenzione è rivolta ad asd, poiché, appunto, lo studio di asd è in grado di rivelare qualsiasi patologia del fegato e della cistifellea. L'analisi dell'ASD è anche chiamata esame epatico per la presenza di ittero e altre patologie epatiche (cirrosi).

    sondaggio

    Esame generale da un medico

    Quando una persona inizia a provare i sintomi sopra descritti, deve contattare immediatamente uno specialista che conduce il suo esame iniziale.

    Nel corso di questo, il dottore scopre tali momenti:

    • se familiari stretti hanno malattie legate alla cistifellea o al fegato;
    • verifica lo stile di vita del paziente, se il lavoro è sedentario, se lo stress è presente e quando è stato l'ultimo;
    • scopre come viene mangiato il cibo (frequenza), così come i prodotti alimentari frequentemente consumati (grandi quantità di fritto, piccante);
    • Viene effettuato anche un esame superficiale del paziente, che include la palpazione nella parte inferiore delle costole, l'esame della pelle e la sclera degli occhi.

    Se il medico durante l'esame iniziale presume che il paziente sia interessato, vale a dire, la cistifellea, vengono quindi testati e altri studi.

    Esame del sangue

    Un esame del sangue che diagnostica questa malattia può essere di due tipi:

    • esame del sangue clinico generale;
    • analisi biochimica.

    Nel primo caso, un'analisi clinica è progettata per rivelare la presenza di un'infezione nel corpo, cioè se ci sarà un aumento del numero di leucociti, una VES accelerata.

    Ma tali indicatori sono inerenti a molte malattie infettive, quindi se il medico ha dei dubbi sul fatto che l'infezione è dovuta alla cistifellea, egli prescrive uno studio biochimico.

    Questa è un'analisi più profonda che può identificare tutti i problemi che si verificano nella cistifellea. Un tale studio mostra se c'è colestasi nel sangue, qual è il contenuto di bilirubina nel sangue. In generale, un aumento del contenuto di bilirubina suggerisce che questo elemento (la sua frazione pesante fa parte della bile) è scarsamente utilizzato.

    Generalmente, quando c'è un aumento della bilirubina nella bile, questo indica che non entra nell'intestino, che parla della malattia non solo della cistifellea, ma anche del fegato.

    La presenza di una grande quantità di bilirubina può anche essere rilevata nelle feci e nelle urine del paziente.

    Questo studio aggiuntivo si basa sul fatto che la bilirubina spesa viene eliminata dal corpo umano naturalmente attraverso le feci e l'urina.

    Durante il normale funzionamento della cistifellea, la sua quantità è strettamente controllata dal fegato, pertanto la bilirubina viene eliminata in una certa quantità.

    Quando c'è uno squilibrio della bilirubina, allora la sua quantità nelle feci e nelle urine può essere ridotta, quindi entra in grandi quantità nella pelle, che diventa gialla o c'è un aumento nella bilirubina, che è anche cattiva. Se tutto questo è visibile nelle analisi, allora diventa chiaro al medico che una persona ha la colecistite.

    L'attenzione separata merita l'analisi dell'ASD. Questo è un esame del fegato. Il fegato reagisce immediatamente alle scarse prestazioni della cistifellea, poiché produce costantemente bile. Quando un canale comune viene bloccato, attraverso il quale la bile entra nella vescica e collega il fegato, la cistifellea e l'intestino, ci sono alcuni cambiamenti nel fegato. Lo studio e come mostra.

    Lo studio ASD è anche usato nella diagnosi di qualsiasi malattia del fegato.

    Ultrasuoni e tomografia computerizzata

    Questo metodo di diagnosi di una malattia comporta le seguenti azioni:

    • Al paziente viene assegnata un'ecografia o una tomografia, in cui la cavità addominale e gli organi in essa contenuti vengono controllati con ultrasuoni.
    • L'ultrasuono è in grado di rivelare lo spessore irregolare delle pareti del corpo della cistifellea, così come la presenza di sigilli in essa sotto forma di pietre.
    • Un tale studio può anche rivelare l'accumulo disomogeneo della bile nella cavità, nonché la sua densità. È noto che la bile stagnante, che è scarsamente fuori dalla cistifellea, cambia la sua struttura a più densa.
    • La tomografia e gli ultrasuoni sono anche in grado di diagnosticare il blocco dei canali e la loro struttura eterogenea.

    Tale studio è assegnato costantemente ai pazienti, perché solo questo metodo consente di identificare la malattia del calcoli biliari.

    Esame della cistifellea con una sonda

    Il paziente, prima che inizi uno studio del genere, assume uno speciale farmaco coleretico. Dopo di che, dopo un po 'di tempo, viene inserita una sonda nel suo intestino, che a sua volta prende diversi campioni di bile escreta.

    Successivamente, viene esaminata la bile e vengono rilevate le malattie della cistifellea. Si basa sul fatto che nell'intestino, durante la digestione del cibo, due tipi di flusso biliare. Il primo è direttamente dal fegato, non concentrato, e il secondo dalla cistifellea, concentrato, che sono mescolati.

    Se l'infiammazione si verifica nella cistifellea, la bile ristagna costantemente, quindi la sua struttura sarà saturata con una grande quantità di bilirubina, che non si dissolve in acqua, e altre sostanze che indicano una malattia della cistifellea.

    Ci sono molti studi diversi che aiuteranno a identificare varie malattie della colecisti, compresa la colecistite. Senza di loro, determinare se un paziente è malato di colecistite non funzionerà. Pertanto, ai primi sintomi è necessario contattare un istituto medico e sottoporsi a un esame completo.

    Test per la colecistite

    Test di colecistite: analisi del sangue biochimica, aumento della bilirubina, asd

    La colecistite è una malattia insidiosa che ha una diagnosi simile ad altre malattie del tratto intestinale e dello stomaco. Se non viene diagnosticato in tempo, può anche essere fatale o ci sarà una rimozione della cistifellea. Pertanto, quando la comparsa di sintomi oscuri è meglio consultare un medico.

    Malattia colecistite

    La colecistite è un'infiammazione della colecisti che può essere causata da varie cause. Il suo pericolo sta nel fatto che in caso di sua diagnosi tardiva, il paziente dovrà sottoporsi a un complesso ciclo di trattamento, fino alla rimozione chirurgica della cistifellea.

    Esistono due tipi di colecistite:

    La colecistite acuta è caratterizzata da segni clinici luminosi, cioè dolore acuto nella parte inferiore destra delle costole, che dà alla scapola o alla spalla destra, vomito nausea e disagio totale del corpo.

    La colecistite cronica non fornisce sintomi clinici acuti, ma si manifesta con dolore moderato, perdita di peso, debolezza generale del corpo, nausea e vomito periodici.

    È importante sapere che tutte le malattie croniche, compresa la colecistite, sono difficili da curare e influenzano la vita futura del paziente. Una persona deve cambiare stile di vita e aderire ad alcune regole, senza le quali il disagio verrà avvertito e compaiono periodicamente i sintomi della malattia.

    Perché compare la colecistite? A causa del fatto che questa è una malattia di un organo che è direttamente coinvolto nella digestione del cibo ed è collegata da canali comuni con il fegato e gli intestini, è soggetta alle stesse malattie di questi organi.

    Nell'uomo, la colecistite può essere causata dai seguenti fattori:

    • penetrazione di microrganismi patogeni nella sua cavità, che iniziano la loro attività nella sua cavità e provocano l'infiammazione delle pareti del corpo e del collo;
    • parassiti (vermi) che entrano nell'intestino umano e iniziano a svilupparsi in esso, possono entrare nella cistifellea e iniziare l'attività attiva in esso e nei suoi canali, irritando e distruggendo le sue pareti;
    • la presenza di malattie ereditarie della cistifellea, ad esempio la formazione di calcoli, nonché la curvatura del collo o del corpo della cistifellea, che comportano uno scarso flusso di bile;
    • formazione di calcoli (malattia del calcoli biliari);
    • vari stress nervoso;
    • cattiva alimentazione, oltre a mangiare grandi quantità di cibi fritti, grassi e piccanti.

    Tutto ciò porta alla comparsa di colecistite.

    Come è la diagnosi di colecistite

    A causa del fatto che questo disturbo ha sintomi simili alla maggior parte delle malattie del fegato (ittero), così come il tratto gastrointestinale (vomito, nausea), la sua diagnosi ha le sue caratteristiche.

    È importante capire che per qualsiasi sintomo incomprensibile, è necessario consultare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame completo, che aiuterà a identificare la colecistite.

    La diagnosi di questa malattia è la seguente:

    • Esiste un esame medico di base, presso il quale lo specialista determina l'ulteriore corso della ricerca.
    • Analisi asd assegnate e sangue. Lo stesso Asd è uno studio speciale che viene effettuato in tutti i casi in cui vi è il sospetto di malattia al fegato o alla cistifellea. Un test asd aiuterà a identificare le anomalie nella cistifellea.
    • Il medico può prescrivere un'ecografia o una TAC. Tali studi sono gli stessi e non possono essere somministrati contemporaneamente. Se il medico consiglia di farlo, allora vuole fare soldi con il paziente.
    • Ricerca interna con una sonda speciale che inghiotte il paziente. La sonda prende campioni di bile, che vengono poi esaminati.
    • Ricerca radiologica, che comporta l'ammissione di un farmaco speciale che contiene sicuro per i radionuclidi del corpo. Entrano nel sistema circolatorio e vengono consegnati alla cistifellea, dopodiché viene eseguita un'analisi spettrale della bile e delle pareti della cistifellea.
    • X-ray. Può essere usato per determinare l'ispessimento delle pareti di questo organo, la presenza di pietre, così come il blocco dei dotti biliari.

    Come puoi vedere, ci sono molti modi per diagnosticare questa malattia.

    Ma in pratica, la maggior parte delle analisi del sangue usate, asd, così come gli ultrasuoni (ultrasuoni) o la tomografia computerizzata.

    Particolare attenzione è rivolta ad asd, poiché, appunto, lo studio di asd è in grado di rivelare qualsiasi patologia del fegato e della cistifellea. L'analisi dell'ASD è anche chiamata esame epatico per la presenza di ittero e altre patologie epatiche (cirrosi).

    Quando una persona inizia a provare i sintomi sopra descritti, deve contattare immediatamente uno specialista che conduce il suo esame iniziale.

    Nel corso di questo, il dottore scopre tali momenti:

    • se familiari stretti hanno malattie legate alla cistifellea o al fegato;
    • verifica lo stile di vita del paziente, se il lavoro è sedentario, se lo stress è presente e quando è stato l'ultimo;
    • scopre come viene mangiato il cibo (frequenza), così come i prodotti alimentari frequentemente consumati (grandi quantità di fritto, piccante);
    • Viene effettuato anche un esame superficiale del paziente, che include la palpazione nella parte inferiore delle costole, l'esame della pelle e la sclera degli occhi.

    Se il medico durante l'esame iniziale presume che il paziente sia interessato, vale a dire, la cistifellea, vengono quindi testati e altri studi.

    Esame del sangue

    Un esame del sangue che diagnostica questa malattia può essere di due tipi:

    • esame del sangue clinico generale;
    • analisi biochimica.

    Nel primo caso, un'analisi clinica è progettata per rivelare la presenza di un'infezione nel corpo, cioè se ci sarà un aumento del numero di leucociti, una VES accelerata.

    L'infezione può essere causata dalla presenza nella cistifellea di vari microrganismi nocivi, parassiti, nonché dal processo infiammatorio causato dal ristagno della bile o dalla presenza di calcoli formati.

    Ma tali indicatori sono inerenti a molte malattie infettive, quindi se il medico ha dei dubbi sul fatto che l'infezione è dovuta alla cistifellea, egli prescrive uno studio biochimico.

    Questa è un'analisi più profonda che può identificare tutti i problemi che si verificano nella cistifellea. Un tale studio mostra se c'è colestasi nel sangue, qual è il contenuto di bilirubina nel sangue. In generale, un aumento del contenuto di bilirubina suggerisce che questo elemento (la sua frazione pesante fa parte della bile) è scarsamente utilizzato.

    Generalmente, quando c'è un aumento della bilirubina nella bile, questo indica che non entra nell'intestino, che parla della malattia non solo della cistifellea, ma anche del fegato.

    La presenza di una grande quantità di bilirubina può anche essere rilevata nelle feci e nelle urine del paziente.

    Questo studio aggiuntivo si basa sul fatto che la bilirubina spesa viene eliminata dal corpo umano naturalmente attraverso le feci e l'urina.

    Durante il normale funzionamento della cistifellea, la sua quantità è strettamente controllata dal fegato, pertanto la bilirubina viene eliminata in una certa quantità.

    Quando c'è uno squilibrio della bilirubina, allora la sua quantità nelle feci e nelle urine può essere ridotta, quindi entra in grandi quantità nella pelle, che diventa gialla o c'è un aumento nella bilirubina, che è anche cattiva. Se tutto questo è visibile nelle analisi, allora diventa chiaro al medico che una persona ha la colecistite.

    L'attenzione separata merita l'analisi dell'ASD. Questo è un esame del fegato. Il fegato reagisce immediatamente alle scarse prestazioni della cistifellea, poiché produce costantemente bile. Quando un canale comune viene bloccato, attraverso il quale la bile entra nella vescica e collega il fegato, la cistifellea e l'intestino, ci sono alcuni cambiamenti nel fegato. Lo studio e come mostra.

    Lo studio ASD è anche usato nella diagnosi di qualsiasi malattia del fegato.

    Ultrasuoni e tomografia computerizzata

    Questo metodo di diagnosi di una malattia comporta le seguenti azioni:

    • Al paziente viene assegnata un'ecografia o una tomografia, in cui la cavità addominale e gli organi in essa contenuti vengono controllati con ultrasuoni.
    • L'ultrasuono è in grado di rivelare lo spessore irregolare delle pareti del corpo della cistifellea, così come la presenza di sigilli in essa sotto forma di pietre.
    • Un tale studio può anche rivelare l'accumulo disomogeneo della bile nella cavità, nonché la sua densità. È noto che la bile stagnante, che è scarsamente fuori dalla cistifellea, cambia la sua struttura a più densa.
    • La tomografia e gli ultrasuoni sono anche in grado di diagnosticare il blocco dei canali e la loro struttura eterogenea.

    Tale studio è assegnato costantemente ai pazienti, perché solo questo metodo consente di identificare la malattia del calcoli biliari.

    Esame della cistifellea con una sonda

    Il paziente, prima che inizi uno studio del genere, assume uno speciale farmaco coleretico. Dopo di che, dopo un po 'di tempo, viene inserita una sonda nel suo intestino, che a sua volta prende diversi campioni di bile escreta.

    Successivamente, viene esaminata la bile e vengono rilevate le malattie della cistifellea. Si basa sul fatto che nell'intestino, durante la digestione del cibo, due tipi di flusso biliare. Il primo è direttamente dal fegato, non concentrato, e il secondo dalla cistifellea, concentrato, che sono mescolati.

    Se l'infiammazione si verifica nella cistifellea, la bile ristagna costantemente, quindi la sua struttura sarà saturata con una grande quantità di bilirubina, che non si dissolve in acqua, e altre sostanze che indicano una malattia della cistifellea.

    Ci sono molti studi diversi che aiuteranno a identificare varie malattie della colecisti, compresa la colecistite. Senza di loro, determinare se un paziente è malato di colecistite non funzionerà. Pertanto, ai primi sintomi è necessario contattare un istituto medico e sottoporsi a un esame completo.

    Esami del sangue per colecistite

    In precedenza, una patologia piuttosto rara "colecistite" negli ultimi decenni è molto più comune. Lei è significativamente più giovane.

    Ciò è stato determinato dalla prevalenza nella dieta dell'uomo moderno di fast food, cibi grassi, pieni di conservanti e vari additivi nocivi, nonché dal desiderio fanatico di perdere peso in breve tempo per conformarsi agli ideali di bellezza imposti dai media.

    La malattia può essere asintomatica per lungo tempo o mascherata come altre malattie del tratto gastrointestinale. Per chiarire la situazione e chiarire la diagnosi, aiuta le analisi del sangue in laboratorio per la colecistite.

    Cos'è la colecistite?

    Sotto colecistite capire l'infiammazione delle pareti della cistifellea. Il deflusso di bile disturbato e la presenza di microrganismi patogeni nel lume della vescica possono portare al processo infiammatorio. Questa patologia può essere una complicazione della colelitiasi. Un po 'meno spesso disturbi della circolazione sanguigna nelle pareti del dotto biliare comune (dotto biliare) portano alla malattia.

    A rischio sono le persone:

    • con processi infettivi nel fegato e nell'intestino;
    • con invasioni parassitarie, con disturbi alimentari;
    • diete abusanti per la perdita di peso.

    Tutto ciò porta a deviazioni, che si manifestano non solo nei test: una persona avverte un significativo deterioramento della salute.

    Colecistite si distinguono per caratteristiche eziologiche:

    • non calculo (senza formazione di calcoli);
    • calculous (con la formazione di pietre).

    A valle sono divisi in:

    Per colecistite acuta sono caratteristici:

    • forte dolore nell'ipocondrio destro;
    • nausea;
    • vomito;
    • flatulenza;
    • spesso diarrea.

    Il dolore può essere molto intenso e può essere alleviato solo dagli antispastici. La temperatura corporea sale a 38 gradi Celsius.

    Aumento della colecistite bilirubina costituisce una violazione del deflusso di ostruzione del dotto biliare a causa di pietra, la sua inflessione o della vescica e di altri disturbi (ad esempio, l'acquisizione di infezione).

    Le sensazioni dolorose in questo caso diventano insopportabili e costringono il paziente a cercare assistenza medica qualificata. La pelle e la sclera degli occhi diventano intensamente gialle. In questo caso, la condizione deve essere differenziata con altri processi patologici nella cistifellea e negli organi interni. Test di laboratorio, esami strumentali e ultrasuoni contribuiranno a farlo nel modo più accurato.

    Quali test per la colecistite devono passare?

    Le analisi con colecistite aiutano a chiarire la diagnosi e a valutare le condizioni del fegato e del pancreas. I cambiamenti nei test di laboratorio indicano la gravità del processo infiammatorio. Gli studi sono condotti durante tutto il trattamento per confermare l'efficacia delle procedure mediche.

    Quali studi aiutano a confermare la colecistite? Un esame del sangue clinico è prescritto per qualsiasi deterioramento della salute, compreso il sospetto di un processo infiammatorio nel corpo.

    L'analisi biochimica del sangue nella colecistite cambia spesso solo con profonde violazioni nel coledoco e negli organi vicini. Il processo acuto e fresco praticamente non si riflette in questo studio. Se si sospetta l'infiammazione della colecisti da test biochimici, si consiglia di nominare:

    • test di funzionalità epatica - timolo, ALT, AST (da non confondere con ADS per colecistite - stimolante antisettico di Dorogov), bilirubina;
    • frazioni proteiche;
    • fosfatasi alcalina;
    • GGTP (gamma-glutamil transpeptidase) è un enzima coinvolto nel processo di scambio di amminoacidi;
    • amilasi di sangue e urina.

    Esaminare anche l'urina e le feci. Oltre all'analisi generale delle urine, in cui possono essere rilevati segni di infiammazione dei reni, che possono indicare che l'infezione è penetrata nei tessuti renali, è previsto uno studio per urobilin e pigmenti biliari, la presenza di bilirubina.

    Le feci sono testate per lo stercoelogeno. Se la bilirubina non processata viene rilevata nell'analisi, ciò può essere un segno di un'interruzione del funzionamento della cistifellea, della sua ostruzione alle pietre e del processo infiammatorio in essa contenuto.

    Analisi del sangue generale

    Un esame del sangue per la colecistite ha alcune peculiarità. Durante le esacerbazioni, si osserva un aumento del numero di leucociti, neutrofilia, aumento della VES. In alcuni casi, viene diagnosticata l'anemia. Durante la remissione, i leucociti non deviano dalla norma o diminuiscono leggermente.

    Esame del sangue biochimico per colecistite

    Le analisi biochimiche per la colecistite possono variare a seconda del corso e della forma.

    Nei campioni di fegato, il test timolo può aumentare, il che indica una violazione del fegato. Gli enzimi ALT e AST di solito non eccedono i limiti della norma. Ma con processi purulenti e cancrenici può aumentare. L'iperbilirubinemia può verificarsi con ostruzione di pietra.

    I test di colecistite per l'amilasi (sangue e urina) hanno migliorato i risultati solo se il pancreas è coinvolto nel processo. GGTP raramente si discosta dalla norma, solo in casi avanzati gravi nell'analisi può essere ottenuto un numero maggiore di questo enzima. In un quarto dei pazienti con colecistite, viene rilevata un'aumentata fosfatasi alcalina. Nello studio delle frazioni proteiche - disproteinemia, aumenta la frazione di globulina.

    Aumentare la bilirubina

    La bilirubina per l'infiammazione della cistifellea è solitamente normale. Una piccola deviazione di questo indicatore può confermare l'adesione di epatite tossica.

    In questo caso, può essere osservata un'aumentata bilirubina indiretta nel test del sangue biochimico per la colecistite. Se l'iperbilirubinemia è significativa con una predominanza della frazione diretta, si può sospettare:

    • ostruzione delle pietre del dotto biliare;
    • spasmo vascolare;
    • colestasi extraepatica;
    • cambiamenti distruttivi nella cistifellea.

    Video utile

    Per maggiori informazioni su cosa sia la colecistite, guarda questo video:

    conclusione

    1. È importante ricordare che i test per la colecistite devono essere assunti a stomaco vuoto, specialmente negli studi biochimici. Solo in questo caso, puoi contare su un risultato affidabile.
    2. Non andare allo studio senza visitare l'ufficio del terapeuta distrettuale. Solo dopo aver esaminato e intervistato il paziente, il medico può prescrivere la diagnostica necessaria.

    Studio di colecistite

    Prima di fare una diagnosi accurata di "colecistite", il medico deve raccogliere informazioni complete sulle condizioni del paziente e studiare i sintomi in dettaglio. Per questo, oltre a raccogliere anamnesi, sono prescritti esami speciali e metodi diagnostici. Questi includono intubazione duodenale, ultrasuoni, metodi strumentali e differenziale. diagnostica.

    A seconda della complessità del decorso della malattia, la cistifellea infiammata può richiedere un numero di esami hardware di conferma.

    Analisi nello studio della colecistite

    La diagnosi di colecistite inizia con la raccolta di informazioni dalle parole del paziente, quali sono i sintomi. Uno dei principali metodi diagnostici per l'infiammazione della cistifellea sono i test del sangue e delle urine. I segni clinici di questa malattia non sono così pronunciati. Di solito, la colecistite è affetta da dolore sulla parte destra sotto la costola, vomito frequente e nausea. Il dolore può manifestarsi nel cuore e nella parte bassa della schiena. La palpazione inizia a ferire l'intero addome. Gli studi sugli indicatori chiave aiuteranno a creare un quadro completo della malattia. Le informazioni di laboratorio offrono l'opportunità di valutare la correttezza del fegato e del pancreas. La formulazione da laboratorio della colecistite consiste in:

    • analisi del sangue (clinica) generale - se la malattia è in forma acuta, si osservano alti leucociti, ESR e neutrofili, l'emoglobina è ridotta al contrario, questi sono segni di un processo infiammatorio nel corpo; nella colecistite cronica, la leucopenia appare più spesso, cioè una diminuzione del livello dei globuli bianchi;
    • lo studio del sangue - una forma acuta della malattia è accompagnata da disproteinemia e livelli appesi di globuline; nell'infiammazione dei dotti della cistifellea, il risultato biochimico mostrerà alti valori di enzimi;
    • analisi delle urine: in caso di violazione del corretto funzionamento della cistifellea, aumento dei leucociti, albuminuria, microembruria;
    • uno studio delle feci è prescritto per escludere la sconfitta del corpo da parte dei parassiti.

    Caratteristiche del suono duodenale

    La colecistite è una malattia che ha un decorso a lungo termine non molto pronunciato con manifestazione periodica della fase acuta. Se la malattia è nella fase cronica, i sintomi sono debolmente espressi e l'analisi della bile aiuterà ad ottenere un quadro completo, ad eccezione degli esami. Campioni necessari vengono prelevati durante l'intubazione duodenale. La procedura viene eseguita solo a stomaco vuoto al mattino.

    Il paziente ha bisogno di bere una medicina coleretica. Il medicinale aiuterà a ridurre il contenuto nella bile dei succhi dall'intestino e dallo stomaco. Ingoiare la sonda dovrebbe essere in piedi o seduto sul divano. Quindi il paziente dovrebbe sdraiarsi sul lato destro. La sonda deve essere ingerita sull'etichetta duodenale. Successivamente, a intervalli regolari (5 minuti), viene registrata la quantità di bile secreta. Il sondaggio viene effettuato in più fasi. Alla fine di questa procedura, è necessario ottenere tre porzioni di bile selezionato.

    Innanzitutto, la bile viene rilasciata, avendo un colore giallo chiaro. Questo suggerisce che proviene dal flusso generale della cistifellea. Dopo aver ricevuto la prima porzione, la bile di colore scuro inizia a risaltare. Questo colore è caratteristico della riduzione attiva della cistifellea. Questi ultimi ricevono la bile leggera. A volte capita che la prima procedura non riesca a ottenere l'importo richiesto. Il suono ripetuto e le analisi vengono eseguite non prima che in 3 giorni. I campioni di bile ottenuti vengono esaminati per i leucociti, la presenza di muco, acido biliare, microliti. Un aumento del normale contenuto di queste sostanze nella bile indica la presenza di colecistite.

    Metodi diagnostici strumentali

    Per ottenere un quadro completo della malattia nell'infiammazione della cistifellea, vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali. Questi includono:

    • Ultrasuoni - il modo principale per determinare la malattia del sistema biliare; come risultato dell'ecografia, è possibile rivelare la compattazione o ispessimento delle pareti della cistifellea, la composizione irregolare della bile, la presenza di pietre, aderenze e altri processi patologici;
    • È necessario un ECG per verificare il funzionamento del sistema cardiovascolare; è prescritto a tutti, indipendentemente dal tipo di malattia;
    • per escludere patologia nel tratto gastrointestinale superiore, utilizzare esofagogastroduodenoscopia; il compito principale del quale è quello di valutare la condizione della papilla duodenale grande;
    • la cistifellea dovrebbe essere esaminata su una macchina a raggi X per rilevare le pietre nei condotti e direttamente nella vescica;
    • La diagnostica dei radioisotopi viene utilizzata raramente, solo nei casi in cui è necessario verificare le violazioni della motilità della cistifellea.

    Diagnostica differenziale

    La formulazione differenziale viene utilizzata nei casi in cui il medico deve decidere se è necessario un intervento chirurgico o se si può aiutare il paziente con farmaci. Tali metodi diagnostici comprendono la tomografia computerizzata, la colecistografia, l'uso di apparecchi a raggi X, la fibrogastroduodenoscopia. Tali studi sono necessari per escludere altre malattie che presentano segni e sintomi simili:

    L'esame differenziale è necessario per l'adozione di misure estreme di trattamento colecistite.

    • l'appendicite - il vomito di bile e il dolore a destra sotto la costola non sono caratteristici di esso;
    • pielonefrite - colica epatica è il sintomo principale di questa malattia; il dolore si estende ai fianchi e all'inguine; ci saranno elementi sanguigni nelle urine;
    • ulcera peptica;
    • attacco di cuore;
    • pancreatite - è caratterizzata da grave intossicazione, tachicardia, palpazione sinistra dolorosa; Una diagnosi accurata può essere effettuata solo in ambito ospedaliero ospedaliero.

    La versione differenziale dello studio e gli ultrasuoni sono utilizzati in presenza delle seguenti malattie: presenza di vermi nell'organismo, duodenite, gastrite acuta, colite ulcerosa non specifica, tossicosi capillare addominale.

    I pazienti che hanno la tendenza a sviluppare la colecistite devono essere sottoposti a screening almeno una volta all'anno per verificare le loro condizioni. Se si verificano sintomi spiacevoli, è necessario consultare un medico per la diagnosi e il trattamento. Oltre ad assumere farmaci per la colecistite, è importante seguire una dieta. Non puoi assumere farmaci senza prima consultare il tuo dottore. Questo è particolarmente vero per i farmaci coleretici e gli antibiotici che solo un gastroenterologo può prescrivere.

    Diagnosi di colecistite

    Il primo passo verso la cura della malattia della colecisti è la diagnosi a tempo.

    La diagnosi di colecistite inizia con l'esame del paziente, che viene dal medico con le sue lamentele.

    Durante la conversazione, il medico scopre quali sintomi causano ansia nel paziente e scopre quali patologie possono essere associate. Per confermare o smentire la diagnosi preliminare, si consiglia di condurre ulteriori esami e, dopo aver studiato i risultati ottenuti, il medico prescrive un trattamento appropriato.

    Test di laboratorio

    Se il paziente lamenta dolore nel quadrante superiore destro, nausea, vomito, e se visti dal medico cavità orale rileva le patch sulla lingua, e oltre a tutto questo, la palpazione dell'addome, ci sono sensazioni dolorose, un medico ogni ragione di credere che prima di lui paziente colecistite cronica o calcarea. Tale persona non deve solo aiutare a sbarazzarsi di sintomi spiacevoli, ma anche a prescrivere un trattamento. malattie clinica è scarsa, ma un aggravamento di una persona che sta vivendo il dolore nel quadrante superiore destro irradia alla spalla, schiena, nella zona del cuore. In questo caso, il dolore può aumentare con la flessione o la deambulazione.

    Con la colecistite calcarea, che è accompagnata dalla formazione di pietre di diversi numeri e dimensioni, la clinica è spesso complicata da ittero ostruttivo. Se al paziente viene diagnosticata una colecistite calcica, soprattutto nella fase avanzata, questa è una seria minaccia per la salute e la vita umana.

    trattamento infiammazione della colecisti viene effettuato abbastanza rapidamente, ma la presenza dell'organismo in una malattia così grave come un colecistite calculous, molti non si rendono conto fino a quel momento, a patto che non compaiono forti dolori durante la minzione. Al fine di confermare la diagnosi, perché colpisce come sarà trattata, il paziente è stato prescritto studi per stimare il sangue e le prove che possono essere utilizzati per valutare le prestazioni del fegato e del pancreas.

    La diagnosi di laboratorio di colecistite acuta viene eseguita utilizzando i seguenti test:

    1. Analisi clinica del sangue. Durante l'esacerbazione, al paziente viene diagnosticata la leucocitosi con neutrofilia, anemia, aumento della VES, che è una conferma del processo infiammatorio. Durante la remissione, il numero di leucociti è il più delle volte normale e talvolta inferiore al normale. Un paziente con una forma cronica rivela spesso una leucopenia tipica nel corso dello studio.
    2. Analisi biochimica del sangue globulina disproteinemia con crescente livello rilevato nel corso di analisi biochimica del sangue, indicante che la malattia viene aumentata, e se è accompagnata da infiammazione delle vie biliari, l'analisi mostra che gli enzimi escretorie nel siero sono arricchite fase attività.
    3. Analisi delle urine aiuta identificare possibili microhematuria, piuria e albuminuria, che si verificano spesso a causa di malnutrizione o la presenza di infezione nel tessuto renale, e talvolta aiuta a riconoscere lo spasmo dei vasi sanguigni e ridotta permeabilità.
    4. L'analisi delle feci è prescritta per escludere l'invasione parassitaria.

    Caratteristiche del suono duodenale

    La malattia citata in questo articolo è caratterizzata da un lungo corso con riacutizzazioni occasionali. La clinica delle esacerbazioni è simile alla forma acuta della malattia, ma non presenta sintomi così pronunciati. La diagnosi di colecistite cronica, oltre ai test di laboratorio, include l'esame biochimico e batteriologico della bile.

    Per ottenere i campioni necessari per lo studio, il paziente è sottoposto a intubazione duodenale frazionale. Questa procedura viene eseguita al mattino, dal momento che il prelievo viene effettuato a stomaco vuoto.

    Prima della procedura, il paziente assume un agente coleretico, di solito colecistochinina, che porta ad una diminuzione della quantità di succo intestinale e gastrico nella bile duodenale. Dopo di ciò, il paziente deve ingoiare la sonda. Quando la sonda raggiunge il segno duodenale, iniziare il processo di registrazione della quantità di bile entro ogni 5 minuti.

    Il campionamento avviene in 5 fasi, durante le quali si ricevono 3 porzioni di bile, di colore diverso:

    • Bile giallo chiaro, assegnato per primo (porzione A);
    • Bile scura e frizzante, escreta dopo la prima (porzione B);
    • Luce, appare dopo che la cistifellea si sta svuotando (porzione C).

    La diagnosi di colecistite acuta comporta studi speciali sulla bile, che aiutano a prescrivere il trattamento corretto:

    1. Sotto microscopia, muco, leucociti, microliti, acidi biliari e altri che confermano la presenza della malattia possono essere rilevati nella bile.
    2. Nello studio biochimico della bile si può determinare un aumento del livello di proteine, fosfatasi alcalina, disproteinemia e una diminuzione della concentrazione di lisozima e bilirubina.

    Metodi strumentali di base

    La clinica della forma acuta della malattia è estremamente diversificata, e per evitare errori e prescrivere il trattamento corretto, i metodi di laboratorio da soli sono indispensabili. In molti casi, l'individuazione di malattie come la colecistite cronica o calcarea richiede ulteriori ricerche, che vengono chiamate strumentali.

    L'ultrasuono è il metodo principale con il quale è possibile determinare la presenza di pietre in alcuni organi interni, per determinarne il numero e le dimensioni. Gli ultrasuoni possono determinare l'entità del problema per il quale viene fornito un trattamento speciale. La procedura viene generalmente eseguita a stomaco vuoto.

    Con l'aiuto di uno specialista ecografico determina i seguenti segni della forma cronica della malattia:

    • cambiamenti nella dimensione della cistifellea (aumenta o, al contrario, diminuisce significativamente di volume);
    • ispessimento (più di 3 mm) delle pareti della cistifellea;
    • deformità del corpo causata dalla malattia;
    • visualizzazione non uniforme della cavità dell'organo danneggiato dalla malattia.

    Metodo di diagnosi differenziale

    Per diagnosticare colecistite calculous e un trattamento adeguato, oltre a studiare lo studio della storia, clinica ed ecografia, un paziente può nominare tali metodi come esame a raggi X, imaging, e colecistografia fibrogastroduodenoscopy.

    Al fine di determinare se è necessario per eliminare la malattia o il trattamento chirurgico possono essere distribuiti farmaci, perché i calcoli nella cistifellea apparire soggettivamente piuttosto raro, il medico esegue una diagnosi differenziale.

    Spesso la causa della sua diventando un forte deterioramento del paziente e la clinica perché la malattia è molto simile ad altre patologie, diagnosi differenziale di colecistite acuta o calculous tenuto:

    1. Con appendicite acuta, con la differenziazione di cui sono associati la maggior parte dei problemi. L'appendicite non è accompagnata da vomito ripetuto della bile, un sintomo di Musse e la diffusione del dolore sotto la scapola destra.
    2. Con ulcera peptica Un paziente, in cui l'uscita del contenuto dello stomaco avviene al di fuori degli organi, avverte dolore acuto a destra.
    3. Con pielonefrite, uno dei sintomi principali di cui sono colica renale. Questa condizione è accompagnata da fenomeni disurici e localizzazione del dolore nella regione lombare con irradiazione nell'inguine e nella coscia. Allo stesso tempo, un sintomo positivo di Pasternatsky e la presenza di elementi del sangue nelle urine è caratteristico della pielonefrite.
    4. Con un attacco di cuore, per la diagnosi di cui è assegnato un ECG.
    5. Con pancreatite, che è caratterizzata da intossicazione in rapido aumento, tachicardia e paresi dell'intestino. Il dolore nei pazienti con pancreatite si fa sentire nell'ipocondrio sinistro, e si tratta di fuoco di Sant'Antonio. Per confermare la diagnosi esatta, il paziente viene esaminato in un ospedale chirurgico. Ciò è dovuto al fatto che i problemi con la cistifellea spesso causano la manifestazione di pancreatite, e il paziente in questo caso richiede un intervento chirurgico d'urgenza.

    In alcuni casi, la diagnosi differenziale è prescritta a pazienti con malattie come:

    • duodenite;
    • infestazione da vermi;
    • esacerbazione di gastrite cronica;
    • colite ulcerosa;
    • pseudotubercolosi pasteurellosi;
    • forma addominale di tossicosi capillare.

    Per identificare rapidamente la malattia, la clinica che dipende dai cambiamenti patologici nella cistifellea, in pazienti che hanno una tendenza alla malattia, dovrebbero essere sottoposti ad una visita medica preventiva, almeno una volta l'anno. Al minimo sospetto di sintomi e l'infiammazione della cistifellea, il medico prescrivere esami per confermare la diagnosi e selezionare il trattamento. Con la colecistite calcarea, i farmaci non controllati sono assolutamente controindicati. Trattamento di questa malattia implica dieta, farmaci, comprendente un ciclo di antibiotici e agenti coleretico, e viene eseguita sotto stretto controllo del gastroenterologo.