L'eterna arte della guarigione. Racconti della nonna per medici e pazienti (A.R. Reizis)

Cibo

È stato pubblicato il libro del nostro dottore, la professoressa Ary Romanovna Reisis "L'arte immortale della guarigione (racconti della nonna per i pazienti)". Il libro è già in vendita nelle migliori librerie Biblioglobus (M. Lubyanka), Young Guard (M. Polyanka), Labyrinth e my-shop.ru nei negozi online

"I miei pazienti vivono in questo libro, il mio amore per loro e la compassione"
A.R.Reyzis

Annotazione al libro "Undying art of healing, fiabe della nonna per medici e pazienti"

Prima di essere le note di uno dei migliori medici del paese, il professor Ara Romanovna Reisis, un pediatra, uno specialista in malattie infettive e un epatologo. Questo è un libro fantastico sulla relazione tra un medico e un paziente, sulla continuità di una professione, su insegnanti e studenti nell'arte medica. Più di settanta case history più memorabili della pratica medica di 60 anni dell'autore dimostrano costantemente una cosa: le tecnologie avanzate non possono e non sono destinate a sostituire completamente il medico. La vera medicina è sempre negli occhi. Pertanto, decenni dopo, un vero medico ricorda i suoi pazienti. Questo libro è una guida per un mondo speciale, che si chiama The Doctor's Life.
Casa editrice "Esame"

L'Ara reisifica l'immortale arte della guarigione

In realtà, non ci sono farmaci che non hanno effetti collaterali.

E da questo punto di vista, qualsiasi trattamento a vari livelli, un tentativo di navigare tra Scilla e Cariddi.

Ma ci sono situazioni che esacerbano questo confronto al limite assoluto e mettono il dottore in una situazione quasi senza speranza, costringendolo a cercare e trovare soluzioni non banali.

Ci sono così tanti esempi che si potrebbe fare un libro separato.

Tutti sono drammatici, tutti dati molta anima e ricerca medica.

Lascia che ti dia due cose piuttosto caratteristiche.

Vasilia, un'adolescente di 17 anni, era all'Istituto di tubercolosi con la tubercolosi polmonare più dura, con caverne nella fase di disintegrazione e semina. Il processo procedette così rapidamente che la ragazza subì diverse sedute di introduzione di gas nella pleura (una volta fu chiamato pneumotorace artificiale ed era ampiamente usato nel trattamento della tubercolosi polmonare, ed è ora usato raramente e in casi speciali).

Inoltre, la ragazza ha ricevuto 9 diversi farmaci anti-tubercolari, dal momento che il bacillo tubercolare isolato da lei non era sensibile alla maggior parte dei più comuni farmaci anti-tubercolari.


In questo contesto, il processo polmonare ha iniziato a soccombere gradualmente al trattamento, ma il fegato ha iniziato a rispondere al trattamento (tutti i farmaci anti-tubercolari sono tossici per il fegato in una certa misura) - l'attività delle transaminasi (ALT / AST) è aumentata di 2,0-2,5 volte.

I fisiuliatri revisionarono e modificarono il trattamento: cancellarono i farmaci più sfavorevoli per il fegato, prescrissero i cosiddetti epatoprotettori (Kars, legalon, Essentiale Forte, acido lipoico, Heptral, syrepar, ecc.) Per proteggerlo, dentro e persino per via endovenosa. Ma le transaminasi hanno continuato a insinuarsi, avendo già raggiunto 5-10 volte.

La ragazza è stata portata da me per un consulto. Eliminando l'epatite virale al livello dei test più sensibili, ho optato per la diagnosi di danno al fegato. Ma ero confuso dall'eccessiva attività delle transaminasi, quindi ho chiesto di vedere la gamma di autoanticorpi, tenendo presente la possibilità di sviluppare un'epatite autoimmune. La risposta arrivò pochi giorni dopo e colpì tutti: il titolo degli autoanticorpi antinucleari era 1: 10240. Tali figure non sono state incontrate nella mia vita medica, né prima né dopo.

Era il debutto dell'epatite autoimmune, causata e provocata dal danno al fegato.

La diagnosi è stata fatta, ma qui è una situazione in cui la sua affermazione non risolve, ma complica il compito.

Detto "A", è necessario dire "B" - per prescrivere farmaci ormonali come il prednisone. Ma questa è una condanna a morte facile. Con un simile processo tubercolare, questi farmaci sono assolutamente controindicati. Tuttavia, per sopprimere il "fuoco" autoimmune nel fegato viene deposto da loro. Ed è impossibile non estinguere: l'epatite autoimmune è più veloce di qualsiasi altro danno al fegato (anche l'epatite D, che è considerata il campione in questa parte), porta alla cirrosi del fegato per 1,5-2,0 anni.

Ed eccoli qui: Scilla e Cariddi, rocce mitiche, tra le quali dobbiamo nuotare e tenere la ragazza senza che loro chiudano e schiacciano i viaggiatori.

In questa situazione disperata, è nata l'idea di usare il farmaco, che abbiamo studiato in questo momento (vedi Parte 2: Scienza molto applicata).

Era una preparazione dell'acido ursodesossicolico della società ceca ProMedPrag chiamato Ursosan. Il farmaco ha molte proprietà favorevoli per il fegato, così come alcuni effetti sui processi autoimmuni. Certamente questa azione era significativamente più debole di quella del prednisone, ma Ursosan aveva un minimo di effetti collaterali, era molto ben tollerato, non era controindicato nella tubercolosi e poteva essere prescritto per un lungo periodo (per alcune malattie, come la cirrosi biliare primitiva, si ritiene anche autoimmune, è preso per la vita).

In questa situazione, la ragazza ha annullato tutti i farmaci anti-tubercolari e gli è stato prescritto Ursosan alla dose di 750 mg al giorno (15 mg / kg di peso corporeo). Il calcolo è stato che la diagnosi è stata fatta molto presto, proprio all'inizio della malattia, che accade con l'epatite autoimmune, purtroppo molto raramente.

Fu nell'autunno del 2007, lo stato della ragazza e gli indicatori del fegato cominciarono a migliorare gradualmente, e all'inizio del 2008 le transaminasi erano completamente normalizzate, i titoli degli autoanticorpi antinucleari diminuivano a 1: 320, poi a 1:80 (128 volte). Il miglioramento del processo polmonare iniziato al momento dello sviluppo dell'epatite autoimmune lentamente ma continuato, ea metà del 2008 la ragazza è stata dimessa dall'Istituto di tubercolosi.

È tornata a studiare all'Università. Lumumba e, finito, andò a casa in Uzbekistan. In tutti questi anni, ha continuato ad essere osservata e ad assumere Ursosan. Gli indicatori di condizione epatica sono rimasti normali e non vi è stata progressione della fibrosi, in particolare la formazione di cirrosi epatica (fibrosi zero secondo elastografia epatica).

E recentemente, durante il ricevimento, è suonata la campana: "Ara Romanovna, mi sono sposato ed ero incinta. Già 3 mesi. Cosa fare? "-" Fai nascere, sole. Dare alla luce E sii felice! "

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Voglio parlare di un'altra malattia, l'ulteriore, il più comune come una maschera di epatite virale.

Impegnati con loro non solo in medicina ma anche in termini scientifici, abbiamo imparato molte cose nuove non solo per gli epatologi, ma anche per i medici di molte altre specialità.

Questa è la cosiddetta sindrome di Gilbert.

Come sempre, alla ricerca della fonte (e di conseguenza - tempo) dell'infezione con un virus chiedo in dettaglio sulla vita, a partire dalla nascita.

La paziente mi ha detto che, secondo sua madre, aveva avuto un ittero a lungo (fino a 3 mesi) alla nascita, ma poi tutto è andato via e non mi ha disturbato prima di prestare servizio nell'esercito.

Nel primo mese di servizio, il giovane uomo si è ingiallito e gli è stata diagnosticata un'epatite infettiva (ora chiamata "epatite A") ed è stata portata in ospedale. Dopo 3 settimane, l'ittero scomparve, fu restituito all'unità, ma un mese dopo il soldato divenne di nuovo giallo e andò di nuovo in ospedale. Questa volta la malattia era abbastanza difficile, quindi gli furono somministrate infusioni a goccia per via endovenosa. Quando il giovane migliorò, fu riconosciuto come non idoneo per ulteriori servizi e inviato a un cittadino. Il motivo principale era che dopo la seconda degenza in ospedale, l'ittero non scompariva completamente.

Dopo essere tornato a casa, la paziente si sentiva bene, lavorava come autista, si era sposata, non veniva osservata da nessuna parte e nessuno prestava attenzione al bianco degli occhi a volte giallastro.

Ma con il passare degli anni, lo stato di salute cominciò a peggiorare: debolezza, affaticamento, dolore nel giusto ipocondrio, soprattutto dopo grassi e fritti.

Andammo dal dottore e al primo esame scoprimmo l'epatite B cronica e le pietre nella cistifellea.

Trattamento antivirale esausto. Risultò di avere successo (il virus cessò di essere rilevato nel sangue, ALT e AST tornarono alla normalità). I chirurghi hanno rimosso la cistifellea. Ma non è stato possibile rimuovere completamente l'ittero. Questo mi ha portato il paziente.

All'esame, infatti, il bianco degli occhi e della pelle è leggermente itterico, il fegato è leggermente ingrossato e ispessito, la milza non è palpabile, lieve indolenzimento nell'ipocondrio destro nel sito della cicatrice postoperatoria. Nell'analisi del sangue, l'unica deviazione dalla norma è la bilirubina elevata (2,0-2,5 volte). Era impossibile spiegare questo con l'epatite B inattiva Era necessario cercare un'altra ragione. C'era un pensiero sulla sindrome di Gilbert.

Studi speciali, compresi quelli genetici già disponibili in questo momento, hanno confermato la diagnosi. E poi tutta la drammatica storia della vita e della malattia di quest'uomo schierata in una serie logica legata all'originale e, come spesso accade, al fatidico errore medico.

Un giovane di 18 anni chiamato nell'esercito con la sindrome non riconosciuta di Gilbert nei primi mesi del suo servizio ha sperimentato un aumento dello sforzo psicoemotivo e fisico e si è ingiallito, come nel caso della sindrome di Gilbert in tali situazioni (lo stress e il sovraccarico fisico sono controindicati in tali pazienti).

L'ittero emergente è stato scambiato per epatite A, e il paziente è stato ricoverato in ospedale nel reparto di malattie infettive, dove era in stretto contatto con pazienti con epatite infettiva vera. E dopo un termine fisso (1-1,5 mesi), si ammalò di questa epatite, che fu erroneamente considerata come una ricaduta.

Sullo sfondo della sindrome di Gilbert, l'epatite virale è più grave, sono stati necessari fluidi per via endovenosa e altre iniezioni, non c'erano ancora siringhe, aghi e contagocce, e la loro corretta bollitura era sulla coscienza degli assistenti medici. Così è stata acquisita l'epatite B, che ha seguito un corso cronico.

"Non sarebbe la felicità, ma la sfortuna ha aiutato", dice un proverbio russo. E ci sarebbe stata questa storia con un finale molto triste, se la classica complicazione della sindrome di Gilbert - pietre nella cistifellea, non avesse detto la sua "parola" e non l'avesse costretta a vedere un dottore. C'erano già altre volte nel cortile. L'epatite B è stata trattata con successo, le pietre sono state operate su.

E la diagnosi della sindrome di Gilbert è finalmente fatta in 30 anni.

A proposito, si è scoperto che il padre del paziente aveva la colelitiasi, e suo figlio di 15 anni aveva la sclera giallastra.

Esaminare, diagnosticare e salvare dal fato paterno.

Poiché questa sindrome fu descritta da Augustine Gilbert nel 1901, sono passati più di cento anni. Oggi abbiamo altre capacità diagnostiche e molti anni di nuovi dati sul suo significato e risultati.

Manifestando, di norma, ai confini della crescita, arriva all'attenzione non solo dei pediatri, ma anche dei medici di tutte le specialità, spaventandoli con l'apparenza di ittero, che all'inizio viene quasi sempre scambiato per epatite virale.

Questo è un disturbo metabolico congenito del componente principale della bilirubina biliare. È stato considerato raro fino a poco tempo fa, quando questa diagnosi è stata fatta usando l'analisi genetica. È stato qui che si è scoperto che ogni decimo abitante del pianeta ha questa sindrome in vari gradi (dal 5% nelle medie latitudini al 35% nell'Africa equatoriale).

La rarità della sindrome di Gilbert non è l'unico mito che è stato dissipato di recente. Risultò che non era così innocuo come si pensava. Risultò essere una delle cause più frequenti di calcoli biliari, specialmente negli uomini.

Nella nostra pratica nell'ultimo decennio, ha iniziato a incontrarsi così spesso da attirare l'attenzione su di sé, quindi abbiamo analizzato i nostri dati per 20 anni. Quasi 200 bambini hanno attraversato il nostro dipartimento durante questo periodo, essendo stati ricoverati con una diagnosi di epatite virale e si sono trovati malati con la sindrome di Gilbert. Praticamente tutti nel primo decennio (1991-2000) hanno avuto una lesione delle vie biliari e il 12% ha avuto calcoli nella cistifellea.

E poi abbiamo iniziato a prevenire questi disturbi. Non appena fu diagnosticata la sindrome di Gilbert, i preparati di acido ursodesossicolico (in particolare Ursosan) furono immediatamente prescritti in corsi di 3 mesi (primavera-autunno). Di conseguenza, per il secondo decennio di osservazione (2001-2010), su 105 bambini con sindrome di Gilbert che hanno ricevuto tale profilassi, 2/3 (64,8%) non hanno riscontrato alcun disturbo nel tratto biliare e il numero di bambini con calcoli biliari bolla è sceso 4,5 volte.

E poi abbiamo iniziato a prevenire questi disturbi. Non appena fu diagnosticata la sindrome di Gilbert, i preparati di acido ursodesossicolico (in particolare Ursosan) furono immediatamente prescritti in corsi di 3 mesi (primavera-autunno). Di conseguenza, per il secondo decennio di osservazione (2001-2010), su 105 bambini con sindrome di Gilbert che hanno ricevuto tale profilassi, 2/3 (64,8%) non hanno riscontrato alcun disturbo nel tratto biliare e il numero di bambini con calcoli biliari bolla è sceso 4,5 volte.

Abbiamo sviluppato e pubblicato una linea guida per un paziente con la sindrome di Gilbert, che speriamo possa aiutare i colleghi a guidare questi pazienti, ei pazienti possono vivere comodamente con questa malattia.

Ancora e ancora torno dal lavoro sotto il peso del dolore umano.

E ogni secondo caso chiede in questo libro, in modo che rischia di diventare una "storia d'amore senza fine con un seguito".

Quanta sorda indifferenza impenetrabile, questo terribile peccato medico.

Non indifferente, se non lo sa, cercherà di scoprire se non può, cercherà opportunità e aiuto alla fine.

E l'indifferente non si riempirà, non si preoccuperà, passerà, disprezzerà e. spezzerà il destino dell'uomo.

Davanti a me c'è un uomo intelligente e intelligente, 64 anni. La specializzazione è molto lontana dalla medicina, dal filologo. Lo stile di vita è sano, il benessere non è male. Due mesi fa, come la neve sulla testa, la notizia lo colpì di avere l'epatite C, e già nella fase della cirrosi del fegato (esaminata in connessione con l'imminente impianto del dente). E qui di fronte a me stanno sedute due persone di mezza età (lui e sua moglie) in uno stato di shock e confusione. Sto cercando di capire la situazione.

È ovvio che l'epatite è malata da molto tempo: con uno stile di vita sano, l'epatite C porta alla cirrosi epatica non prima di 15-20 anni. È stato così per tanti anni che non ho mai dovuto cercare un aiuto medico per diagnosticare l'epatite C prima che si sviluppasse la cirrosi?

Si scopre che era molto attraente, inoltre, era in una buona clinica 7 anni fa per l'ipertensione e il dolore al cuore. Fammi un dettagliato, in 4 pagine, un estratto di questa clinica. Una lunga lista dei numerosi studi e dei loro risultati, la diagnosi dei principali e correlati, il trattamento, le raccomandazioni, tutti onori in onore. Ho letto molto attentamente, lottando attraverso lo scalpello dei numeri e dei nomi dei test: non potevano, non potevano testare l'epatite virale in una clinica seria nel 2008.

Nel cortile del 21 ° secolo, ora è fatto con quasi ogni ricovero. Bene, ovviamente, esaminato: un test per l'epatite B negativa, e per l'epatite C - positiva, in bianco e nero, e così è scritto. Nella diagnosi - nessun suono sull'epatite C rilevata, sul paziente, sulla sua famiglia - non una parola. Rivelato e okay. Dopotutto, è venuto con il cuore, e dal suo cuore ha trattato.

Con mani tremanti, sfoglio l'estratto: tutti i test suggeriscono che non c'è ancora la cirrosi. E non lo sarebbe. Bisognava solo prestare attenzione al risultato dell'analisi, che per qualche motivo veniva assegnata e fatta. Si doveva solo dire al paziente di questa scoperta e raccomandare di farlo. Il medico locale a cui era stata rivolta questa affermazione doveva solo leggerlo attentamente e dare l'allarme. Ognuno di loro avrebbe solo adempiuto al proprio dovere medico, non legale, interno, e avrebbe cambiato il destino umano.

La tavolozza di questioni irrisolte è infinita e stanno emergendo sempre più cose nuove.

Maftune M. ha ora 16 anni. E aveva 6 anni quando un'ambulanza la portò al 5 ° ospedale pediatrico con una diagnosi di "epatite virale" in una condizione molto seria con ittero pronunciato e un quadro di insufficienza epatica.

È diventato subito chiaro che non stava parlando di epatite virale e non stava andando. I parenti presentano estratti dalla clinica dell'Istituto di Pediatria, in cui alla ragazza è stata ripetutamente diagnosticata un'epatite autoimmune.

Questa è una condizione in cui l'immunità di una persona cambia così tanto che inizia a divorare i propri organi, in questo caso il fegato. Tradizionalmente, questa malattia è trattata con farmaci ormonali (prednisone, ecc.) E, se non è possibile estinguere questo incendio, porta rapidamente alla cirrosi. La nostra ragazza è riuscita a ripagare l'attività del processo, ma quando ha cercato di ridurre le dosi ormonali nel solito modo, il fuoco è esploso con una nuova forza. La malattia procedette come una serie continua di esacerbazioni.

Per superare questa dipendenza, è richiesta l'arte del gioiello del medico curante. E la ragazza era un "pareggio". Originaria di una delle repubbliche meridionali dell'ex Unione Sovietica, ora era una straniera che non aveva una politica medica della Federazione Russa. Potrebbe essere ospedalizzato solo in caso di emergenza per un breve periodo. Quindi era nel quinto ospedale.

In questa situazione senza speranza, ho preso la ragazza sotto osservazione. Si è scoperto che per diversi mesi si erano già date delle ragazze native trattate con dosi di prednisone nella loro mente. La situazione era in stallo. Ma ho dovuto aiutare in qualche modo.

E abbiamo iniziato questo drammatico viaggio di dieci anni. A quel tempo avevo già molta esperienza nel superare questa dipendenza ormonale, anche nei casi più avanzati, e speravo fortemente di aiutare.

Durante il primo e mezzo o due anni, siamo riusciti a farla franca con le dosi minime di mantenimento degli ormoni, senza mai causare deterioramento e aggravamento del processo. Altri 2 anni sono passati tranquillamente, e quindi è giunto il momento per l'inizio della maturazione della ragazza. Questo è un momento molto pericoloso, specialmente per le malattie autoimmuni. Per tenere sotto controllo il processo, è stato necessario apportare alcune modifiche al trattamento, in particolare, per aggiungere un altro farmaco (azatioprina) e aumentare leggermente la dose di prednisone. Tutto è andato liscio. La ragazza ha 11 anni.

E improvvisamente la nonna della ragazza chiama: "Il maftune è cattivo: tutto giallo, è uno strato, cosa fare?"

Mi portano in clinica e vedo un bambino in uno stato vicino a quello in cui è comparsa 5 anni fa nel nostro quinto ospedale. Con grande difficoltà, scopriamo che per una settimana non ha preso tutte le medicine (le prende per la reception, va in bagno e le scarica nella toilette).

Come mai, Maftuna? Sai come contiamo ogni pillola dei quarti. Sai che tutto dipende da loro. Perché l'hai fatto? Perché?

- Dio è con te, stanco di sentirsi bene, vivere senza ittero?

- Non voglio andare grasso e acne, ed è tutto da ormoni.

A quel tempo, un forte aumento della malattia doveva essere placato con dosi di ormoni, anche più grandi di quelle iniziali. E "trasferirsi" con loro ancora più a lungo. E ancora ci siamo quasi riusciti. Ma ora ogni volta che la malattia si ritirava e la ragazza cominciava a sentirsi bene, lei lanciava ormoni.

C'erano già tre di questi episodi e ognuno ci respinse e stimolò la formazione di cirrosi epatica.

Oggi Maftuna ha 16 anni. Ha una cirrosi attiva scompensata con tutte le sue complicazioni: ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale), sanguinamento dalle vene dilatate dell'esofago (appena scaricato dal reparto chirurgico, dove questa emorragia è stata interrotta questa volta).

Il linguaggio può già andare solo sul trapianto di fegato. Ma anche se tutti gli ostacoli sul percorso del trapianto possono essere superati e l'operazione stessa va bene, dopo di essa è necessario assumere ormoni per un lungo periodo e persino un'intera gamma di farmaci in modo che non vi sia alcun rifiuto del fegato trapiantato. Un circolo vizioso. Ma ci proveremo.

Questa storia, la più dolorosa, ma, sfortunatamente, non è l'unica, mi ha costretto ancora e ancora a cercare altre opzioni terapeutiche per l'epatite autoimmune. E abbiamo condotto uno studio speciale sul trattamento di questa malattia e il suo esito tra i bambini che hanno attraversato la nostra clinica per 20 anni.

I bambini, di regola, sono stati trattati con la diagnosi sbagliata di epatite virale. Ma questo risultò essere un vantaggio peculiare, dato che l'epatite autoimmune inizia generalmente con il pretesto dell'epatite virale.

Siamo rimasti inconsapevolmente alla sua origine e il vantaggio della diagnosi precoce si è rivelato decisivo per l'esito della malattia e persino per la scelta del trattamento.

Si è scoperto che in seguito il riconoscimento e l'inizio del trattamento, anche con una corretta terapia ormonale, condannano i bambini a sviluppare cirrosi epatica. Alcuni di loro dopo 20 anni non erano più vivi.

Se fosse possibile fare una diagnosi in modo tempestivo, allora il trattamento con acido ursodesossicolico (UDCA, Ursosan) era sufficiente. Il trattamento è stato lungo (3-5 anni o più), ma non ha avuto effetti collaterali gravi e ha avuto successo in termini di qualità della vita e prevenzione della cirrosi. Niente come quello che è successo con Maftuna senza successo.

Abbiamo pubblicato ripetutamente i dati e ci sembra che siano importanti sia per i medici che per i loro pazienti.

Recentemente abbiamo ricevuto una conferma involontaria di questo.

Boy Valery, 13 anni con suo padre, venne da me da Kursk nel febbraio 2012. Un atleta promettente, un giocatore di football, 5 volte a settimana - un allenamento estenuante.

Ma sia lui che i suoi genitori prendono sul serio il suo futuro sportivo e con grandi speranze.

Fortemente fisico, il bambino era malato fino all'ottobre 2011, quando l'esame clinico ha rivelato un aumento significativo degli enzimi epatici - transaminasi (ALT e AST) - prima 4-5 volte, poi 20 volte. Il ragazzo è stato portato in un ospedale locale nel dicembre 2012, dove, durante l'esame, senza rilevare l'epatite virale, i colleghi, in conformità con le nostre raccomandazioni, hanno immediatamente esaminato il paziente per gli anticorpi autoimmuni.

Dopo averli identificati, i medici hanno fatto la diagnosi "probabile epatite autoimmune" molto bene, hanno iniziato il trattamento non con gli ormoni, ma con i preparati UDCA tenendo conto della diagnosi precoce, e mi hanno mandato il ragazzo. Alla reception, si è scoperto che 2 settimane prima dell'ascesa delle transaminasi, il bambino ha iniziato a prendere l'elkar (un farmaco abbastanza "innocuo" per aumentare l'appetito, la massa muscolare, ecc.).

Ma lo ha assunto in dosi elevate (fino a 5 o più compresse al giorno), che sono grandi anche per un adulto. Inoltre, in quantità incontrollate ha assunto acido ascorbico (vitamina C).

È stata confermata la diagnosi di epatite autoimmune, probabilmente provocata da un danno al fegato. Trattamento approvato con farmaci UDCA con dose crescente.

Già al momento della mia ispezione, l'attività del processo ha iniziato a diminuire e ha continuato a diminuire per 8 mesi, quando è stata raggiunta la remissione completa (normalizzazione degli enzimi, scomparsa degli autoanticorpi).

Sullo sfondo del continuo trattamento con farmaci UDHC, il ragazzo si sentiva bene, riprendendo gradualmente l'allenamento.

All'ultimo ricevimento (ottobre 2014, 3 anni dall'esordio della malattia) di fronte a me un adolescente alto (è cresciuto di 20 cm in questo periodo) di un fisico atletico, continuando la sua carriera sportiva con pieno benessere dal fegato.

Dalla sezione "La parola del sipario"

Quante volte una persona va dal dottore nella paura e nella disperazione, senza vedere una via d'uscita, con questo grido infantile "Ho paura!". E la prima cosa da fare è farlo. allontana una persona dal margine, mostra che c'è una via d'uscita, che la strada non è lunga, ma siamo insieme e raggiungeremo.

Queste parole non possono essere inserite in nessuna raccomandazione, non possono essere prescritte come ricetta. Queste parole sono uniche per ogni particolare paziente. Non possono essere masterizzati su disco e fatti scorrere in situazioni simili. Non funzionerà.

Solo vivere la complicità. Solo un pezzo di te stesso. E non essere ingannato.

Non ridurremo mai la guarigione a sondaggi, tabelle, analisi, robot e Internet. Sono assolutamente necessari, ma sono tutti strumenti. Questa è la duplice essenza della medicina: è sia dalla scienza che dall'arte, dalla mente e dal cuore.

È come due ali, come due braccia di un bilanciere. Altrimenti, non decollare e non portare secchi pieni.

Indifferente non può essere un medico, è incompetente. Potrebbe essere un medico, potrebbe anche lavorare come medico, ma non può essere un medico.

Il nostro "Doctor House". Ara Reyzis svela qualsiasi trama di un detective medico

60 anni di esperienza medica. Centinaia di persone salvate. Migliaia di indovinelli svelati. Guarito e quelli che non potevano essere salvati. Che ti ricordi della più piccola talpa. Anche quando hai più di 80 anni e il tuo nome è coperto di leggende.

È una delle pediatri più famose del paese, un famoso epatologo, la nostra Dr. House: i bambini vengono portati da lei da tutta la Russia, quando tutto è stato provato e non c'è salvezza. Scopre: causa, speranza, trattamento. E non nasconde segreti dalla sua arte...

"Alcuni anni fa sono stato portato a vedere il paziente. Era un ragazzo di 14 anni. Il figlio di un pastore di una lontana montagna del Daghestan. Era in una nota clinica di Mosca e morì dalla fase finale della cirrosi epatica, formata dal risultato dell'epatite cronica B. E nessuno dubitò della diagnosi e dell'inevitabile esito. Entrando nella scatola e guardando il bambino, ho visto che stava davvero morendo, ma non dalla cirrosi epatica. Era un modo completamente diverso di morire. Dopo un attento esame e un'attenta analisi della storia medica, divenne chiaro che stava morendo di anemia aplastica. Alla mia richiesta urgente, il ragazzo fu immediatamente trasferito al dipartimento di malattie del sangue. Dopo 6 mesi, è stato dimesso a casa ".

Questa è solo una delle incredibili storie di approfondimento medico raccontate da Ara Reyzis nel suo libro quest'estate. Storia personale - uno sguardo. Non diventare dottori che sognano, correndo alla professione di genitori con "brutti cognomi" in tempi brutti. Ma ora il nonno Miron Solomonovich Wolfson, dopo che la rivoluzione aveva servito da ordinatore nelle infettive baracche del Cremlino, consegnò la professione alla nipote. "Non è stato il caso che abbia preso soldi da un collega. Ha trattato tutti gli inquilini di una grande casa su Pokrovka, dove viveva con la sua famiglia, gratuitamente ", dice. E questo alto servizio del nonno Myron è germogliato da un seme ad Arochka, quando lei - avendo già seppellito suo nonno - ha fatto una supposizione da bambina: diventerò dottore.

E quando al culmine del suo mezzo secolo di pratica - un professore! - all'inizio degli anni '90, ha lavorato per 1,5 anni senza stipendio, era anche la sua, la nonna... Nello zero, la gestione della clinica, dove comunque ha iniziato a condurre l'ammissione, "rompendosi sulle ginocchia", si è offerta di "alzare il prezzo" da lei servizi: "Tu, Ara Romanovna, andrai per tutti i soldi!" - rifiutò bruscamente, categoricamente. Ma sono intuizioni, intuizioni miracolose sull'orlo della vita e della morte, quando l'alto consilia non riesce a trovare la risposta, e le viene data la chiave tra le mani, da dove viene lei.

"Sfida urgente: sospetto... sul vaiolo. Arriviamo al posto. Intorno all'ospedale - un cordone della polizia. Nell'ufficio del primario il medico riunì tutto il potere medico del distretto, il tutto in abiti anti-piaga. Poi mi sono riunito e ho iniziato il solito lavoro medico. Guardo il ragazzo: la temperatura è sotto i 40 anni, tutto il corpo è veramente coperto di vesciche purulente. Ma cos'è a piedi? Gesso? Da dove "Sì, ha recentemente dimesso da noi - giaceva con una gamba rotta". - "Rimuovi l'intonaco". Sotto l'intonaco, come mi aspettavo, c'era una profonda ferita purulenta. Questa è una sepsi chirurgica naturale. "

Terzo occhio

Poteva dire loro, queste storie, all'infinito. Un bambino di un anno privo di sensi, sospettato di botulismo, giace sotto una flebo di glucosio. Reiz esamina ogni fessura del piccolo vitello e vede una spessa crosta bianca sulle labbra. "Sì, è zucchero!" Non c'è botulismo, c'è un debutto del diabete mellito di tipo 1 in fase iniziale. Poche ore dopo la ragazza è cosciente. E doveva solo essere ispezionato molto attentamente.

Paziente di 15 anni con diagnosi di "epatite di eziologia sconosciuta". Rianimazione. Né l'alcol né le droghe non prendono. E improvvisamente, in risposta alle domande, la madre dichiarò che la ragazza aveva amore, un fidanzato e l'uso di contraccettivi. Indovina il fulmine: danno medicinale al fegato! Interruzione del farmaco - e la ragazza si sta riprendendo. E dovevo solo parlare in modo confidenziale...

"Famiglia intelligente. Situazione inspiegabile: ogni anno in autunno negli ultimi tre anni, il bambino ha una rapida calvizie. Non appena trattato. " Il padre del ragazzo è morto - solo tre anni fa. E il ragazzo aveva un'abitudine ossessiva di mordicchiare la pasta secca. "E non hai notato che ha masticato erba, steli, mangiato il terreno? Succede in bambini nervosi ". Risultò che, come i maccheroni, il ragazzo tirava incessantemente il flox di mia nonna. Contenente tossina vegetale ben nota Fiori fatti nonna. La folta capigliatura del paziente è stata mostrata al dottor Reise il prossimo autunno. Ma tutto quello che dovevi fare era chiedere con cura...

Il bambino muore per grave epatite B, viene ricoverato in ospedale con la madre - allattato al seno, non riescono a capire cosa gli sia successo. Improvvisamente, la madre morde l'ostetrica e accusa che il suo bambino ha gli organi tagliati. La dottoressa Reisis chiama l'ambulanza psichiatrica e ritiene che il bambino guarirà, cessando di ricevere farmaci psicotropi con il latte materno. E dovevo solo guardare più largo...

Dare tutto il possibile

Sembrerebbe: magia! Terzo occhio! Rivelazione dall'alto! Come un puzzle sparpagliato, raccoglie in una singola foto parole cadute a caso, segni inosservati sulla pelle, estratti medici a cui nessuno aveva prestato attenzione prima... Segue la pista, ascolta con attenzione, disvela la trama della storia del detective medico...

- L'illuminazione diagnostica non è nata da zero, sembra da un desiderio molto, molto grande di aiutare. Cioè, se non riuscissi a far fronte al paziente, non capivo cosa gli stava succedendo, non mi permetteva di vivere e respirare tutto il giorno. E nessuna tecnologia allo stato dell'arte da sola - eppure sono partito in un momento in cui non c'era nemmeno l'ecografia! - non sostituirà in situazioni difficili il dottore, il suo orecchio sensibile, il cuore sensibile. Perché c'è una certa area dove nessun robot, nessuna tecnologia migliore, nessuna tecnica chirurgica di gioielleria di comunicazione tra l'anima e l'anima può essere sostituita.

60 anni di dolore di qualcun altro, supposizioni miracolose, storie di guarigione e sconfitte... 80 anni della sua biografia dietro di lui - con suo marito Vladimir, un ingegnere progettista, "il pilastro di tutta la vita", che tutto questo secolo stava fianco a fianco, lasciando il posto alla cosa principale - vocazione, e con due bambini che sono diventati dottori. 60 anni. Non bruciare, ma rianimare di nuovo con ogni paziente.

- Ora, se la ricompensa finanziaria, un fascio di denaro in sé potrebbe avere un tale effetto! Dopotutto, questa visione moderna delle cose sta uscendo da tutte le fessure: amati, prendi tutto dalla vita. Ma no! Dai tutto ciò che puoi, e poi sarai ricompensato. Mio nonno Myron procedette nei rapporti con i pazienti solo per ragioni di coscienza e compassione. Sono in medicina - la cosa principale. È luce dall'interno.

Libro: Ara Reisis "The Undying Art of Healing"

Prima di essere le note di uno dei migliori medici del paese, il professor Ara Romanovna Reisis, un pediatra, uno specialista in malattie infettive e un epatologo. Questo è un libro fantastico sulla relazione tra un medico e un paziente, sulla continuità di una professione, su insegnanti e studenti nell'arte medica. Più di settanta case history più memorabili della pratica medica di 60 anni dell'autore dimostrano costantemente una cosa: la tecnologia avanzata non può e non è destinata a sostituire completamente il medico. La vera medicina è sempre l'occhio. Pertanto, decenni dopo, un vero medico ricorda i suoi pazienti. Questo libro è una guida per un mondo speciale, che si chiama The Doctor's Life.

Editore: "EXAMEN" (2016)

ISBN: 978-5-377-09391-6, 978-5-377-10226-7, 978-5-377-10549-7

Rimborso medico Ary Reisis

Libro di rebus medico. Risolve compiti quasi detective che solo il vero Sherlock Holmes può fare. Ara Reisis "The Undying Art of Healing"

Ho letto il libro di un famoso epatologo bambino, uno dei migliori del paese, in estate, proprio in quei giorni in cui mio figlio è entrato in una scuola di medicina. I medici ci sembrano spesso celestiali, sono quelli che sanno come sistemarci, come aiutare il nostro corpo, prolungare le nostre giornate e alleviare il dolore.

Anche i medici stessi sanno questo di loro stessi. Pertanto, quando vieni al ricevimento, sono pronti a guarire il tuo corpo, altrimenti di solito siamo indifferenti a loro. Questo è particolarmente difficile quando il bambino è malato e vuoi capire cosa gli sta succedendo, e il dottore non condona le spiegazioni.

È contro questo che ho avvertito mio figlio quando ho parlato con lui della mia futura professione. E poi, dopo aver letto il libro di Ary Romanovna Reizis, mi sono reso conto che non ho bisogno di dire nulla. Tutto è stato detto e scritto da un dottore molto intelligente, esperto e eccellente.

Questo libro parla di etica medica. Ma questo non è detto da un punto di vista teorico, ma dalla posizione di un medico praticante, che ha dedicato più di 60 anni della sua vita a bambini malati. Questo è un libro su quanto sia importante capire il paziente, parlargli, conoscere la sua vita.

"Non siamo in un vivaio", ripete Ara Romanovna. "Davanti a noi non è un oggetto, ma la persona unica, amata e necessaria di qualcuno."

In effetti, la maggior parte delle storie raccontate nel libro (il libro stesso è costituito da esse), che senza una sorta di indizio "casuale", una domanda non standard e tempestiva, non ci sarebbe alcuna soluzione a questo o quel problema medico.

Il ragazzo cresce calvo ogni autunno, e poi ha ricresciuto i capelli folti. Questo va avanti da diversi anni. E nessuno specialista può spiegarlo. Tutti i test sono normali, il bambino è sano in tutto il resto, ma la completa perdita di capelli allo stesso tempo non può essere un incidente.

Chi ama la serie TV "Doctor House" apprezzerà immediatamente il grado di mistero della situazione. Ara Romanovna non invia una brigata di medici a casa del ragazzo in modo che possano perlustrare l'intera casa e trovare la causa di ciò che sta accadendo. Lei inizia a parlare.

Di fronte a lei siede un ragazzo, sua madre e sua nonna. Non possono spiegare cosa sta succedendo, sono pronti a credere nell'occhio malvagio e nel danno. E improvvisamente, durante una conversazione confidenziale, la nonna ricorda che al ragazzo piace rosicchiare la pasta.

"Questo è tutto. Reazioni nevrotiche Qualcuno gli fa un buffetto sul collo, sbatte le palpebre involontariamente, qualcuno si morde le unghie, e questo - i maccheroni.

- E anche a mio padre piaceva la pasta secca.

Alla menzione del Papa, entrambe le donne sono in lacrime: solo tre anni fa, il padre del ragazzo è morto tragicamente... "

Summer boy ha trascorso con sua nonna in campagna. Nei bambini nervosi succede che masticano erba, steli. E poi la nonna ricorda che il ragazzo con la stessa passione della pasta, mastica il phlox del cottage. E poi segue la storia delle tossine.

Ci sono un sacco di storie nello spirito della più bella serie medica: "Urgente appello alla città di N. Sospetto di vaiolo. Signore, cos'è il vaiolo? Bene, non siamo in India e nel cortile del ventesimo secolo... Intorno all'ospedale c'è un cordone di polizia di un cordone. Nell'ufficio del primario medico riunito tutto il potere medico del distretto. Tutto in abiti anti-piaga.

Malato, ragazzo di 15 anni. Fu ricoverato all'ospedale con una febbre alta e tutto in ulcere-pustole. E pochi giorni prima, uno zio è venuto alla famiglia del ragazzo - il capitano di mare, che era tornato da un viaggio intorno al mondo, che suggeriva la possibilità di vaiolo... "

No, non era il vaiolo. Non divulgherherò tutte le carte in modo che i lettori possano godere dei puzzle medici sbrogliati, compiti quasi detective che solo Sherlock Holmes può risolvere.

Nel libro con il sottotitolo "Racconti della nonna per medici e pazienti", Ara Reyzis parla di come un dottore differisce da un "leader di successo della medicina" che non diventerà mai un dottore. Racconta la storia di come il direttore della clinica ha rifiutato di curare un paziente di 55 anni dalle vene varicose dell'esofago, che potrebbe portare a sanguinamento fatale, con le parole: "Non si può fare nulla". Ara Romanovna trova una via di cura che non sconfiggerà la malattia, ma darà al paziente più anni di vita.

Questa è la cosa principale che un medico dovrebbe dare alle persone: opportunità, sollievo, speranza, partecipazione. Are Romanovna ha più di 80 anni. E lei ha scritto il suo libro non perché "si è ritirata". Lei conduce il ricevimento. E nei casi più difficili e intrattabili, i pazienti arrivano da tutto il paese e dall'estero.

Le ultime storie pubblicate nel libro risalgono al 2014. Sempre più nuovi puzzle danno vita al dottore, nonostante il fatto che sia la medicina sia la tecnologia siano diventate molto più moderne e perfette rispetto al periodo in cui Ara Reyzis iniziò a lavorare 60 anni fa. E lei continua a indovinare loro.

Il suo principio rimane invariato durante tutti questi anni: "Un medico non può sempre curare, ma può sempre aiutare una persona. Per dare un punto d'appoggio, un filo su cui aggrapparsi, qualcosa che vale la pena sopportare e vivere... "

L'Ara reisifica l'immortale arte della guarigione

Nei negozi, un pacchetto di fazzoletti di carta dovrebbe essere allegato a questo libro - non un peso, per aiutare il lettore. Anche i titolari di immunità prolungata alla lettura sentimentale di queste note da parte di un medico saranno probabilmente "consegnati". Ci sono troppe storie di vite letteralmente salvate, oltre alla vita dei bambini. E vengono raccontati semplicemente, quasi ad alta voce, quindi non ci sono ostacoli tra il cuore del lettore e ciò che sta accadendo qui - né la letteratura inutile, né l'indulgenza, né la paura di sembrare troppo appassionati o emotivi - solo rispetto e apertura.

Il partecipante e il narratore di queste storie hanno 82 anni, ma questo è un autore molto giovane - abbiamo il debutto letterario di uno dei migliori medici del paese, un pediatra ed epatologo Ary Romanovna Reizis. Non pensare che questo libro sia frutto della solitudine e del tempo libero, inevitabile per "l'età delle memorie". Ara Reisis, come nei precedenti 60 anni, lavora molto, conduce un ricevimento a Mosca, viaggia regolarmente oltre i suoi confini - per consigliare, fare rapporti. I casi più recenti descritti nel libro risalgono al 2014.

I fan delle serie Ambulance e Doctor House TV, amanti degli enigmi medici e della letteratura scientifica troveranno qualcosa per compiacere la loro mente sofisticata: il libro contiene molte informazioni su manifestazioni insolite di tutti i tipi di epatite e soluzioni professionali non banali. Ogni storia nasconde sia il dramma, sia il dolore, e l'epilogo (più spesso - felice), ognuno davvero come una serie separata - con una riserva importante: i partecipanti sono persone reali. E qualcuno che, e l'autore, non dimentica mai.

Le storie di questo libro sono delicatamente intrecciate con quartine, che non sono state scritte per un concorso con Tyutchev, ma per parenti e amici. L'epigrafe del libro è anche in versi: "Una volta mancherà lo sforzo / Placca di cura per trattenere le spalle. / E ci chiedono: / Perché sei venuto? / E risponderò: ero un dottore. "

Un bambino di due anni e mezzo è stato portato all'ospedale con epatite virale, ma per qualche motivo il trattamento abituale quasi non aiuta, quando improvvisamente la madre del bambino, ricoverata in ospedale, perché sta ancora allattando, cercando di mordere l'infermiera, dice che breve assenza di suo figlio ha tagliato organi. Si scopre: la madre ha la schizofrenia, lei prende droghe psicotrope e con lei con il latte materno e il suo ragazzo. E questo significa che non ha una droga virale, ma tossica per l'epatite, così che la separazione temporanea da sua madre, che è stata portata in un ospedale psichiatrico, risulta essere salutare per lui. Un altro ragazzo, 10 anni, in qualche modo cresce calvo ogni autunno - già per tre anni di fila. Dietro le cliniche dermatologiche, garrese e sensitivi, tutto inutilmente. Alla reception del dottore, è stato scoperto che la calvizie è iniziata dopo che il padre del ragazzo è morto tragicamente, dopo che sono apparse le reazioni nevrotiche, una delle quali era il consumo di inflorescenze di flox. Il ragazzo stava mangiando phlox contenenti tossine vegetali, ma non si pensava mai a nessuno di pensarci! Un altro bambino di sette anni, che improvvisamente ha iniziato a gonfiarsi nel giardino estivo dopo l'iniezione, e il punteggio è andato avanti per un minuto, Ara Reisis (corta e fragile) ha preso le braccia e corse all'ospedale più vicino a 2 km. Alla successiva, anche in epoca sovietica, volò ad Ashgabat e non permise che si materializzasse la piacevole ospitalità orientale: richiedeva di portarla immediatamente al paziente.

Eppure questo libro non è solo una raccolta di stupefacenti casi medici e fiabe (il suo sottotitolo è "Racconti della nonna per dottori e pazienti") su quale sia la genuina professionalità fatta di sì - sì, attenzione ai dettagli, prontezza a guardare in ogni buco del paziente, conoscenza delle ultime scoperte, una visione ampia, ovviamente. Eppure, qui non si considera solo il virtuosismo di uno specialista esperto. Questo è un libro su cosa significa essere un vero dottore.

"Non siamo in un vivaio", Ara Reizis ripete sia ai lettori che agli studenti, non siamo un oggetto, ma "l'unica persona amata e necessaria di qualcuno". A proposito, molte delle storie raccontate sono state diagnosticate solo dopo un'attenta conversazione con il paziente, di conseguenza, alcune di esse sono state salvate dalla tintura di peonia ancora non scaricata - la malattia si è rivelata psicosomatica. Rivelarlo senza una conversazione confidenziale sarebbe impossibile. Un incontro personale di un medico e un paziente, l'autore non si stanca di ripetere, non sostituirà alcuna tecnologia. La scienza medica viene "applicata" perché "applicata al paziente".

E questo libro è scritto sia per medici che per pazienti, cioè per quelli vicini e vicini, che sono tutti con cui hanno incontrato la vita, non è senza motivo che è incorniciato come un album di casa, ci sono molte fotografie e disegni per bambini in esso - guariti, salvati.

Ara Reisis. L'eterna arte della guarigione: i racconti della nonna per medici e pazienti. M.: Esame, 2015

Versione corretta La versione originale pubblicata può essere visualizzata nell'archivio di "Vedomosti" (versione smart)

www.diana-textile.ru

Medicina e salute. Questo è un libro fantastico sulla relazione tra un medico e un paziente, sulla continuità di una professione, su insegnanti e studenti nell'arte medica. La vera medicina è sempre negli occhi. Pertanto, decenni dopo, un vero medico ricorda i suoi pazienti. Prima di essere le note di uno dei migliori medici del paese, il professor Ara Romanovna Reisis, un pediatra, uno specialista in malattie infettive e un epatologo. Questo libro è una guida per un mondo speciale, che si chiama The Doctor's Life. La 2a edizione, riveduta e ampliata. Più di settanta case history più memorabili della pratica medica di 60 anni dell'autore dimostrano costantemente una cosa: le tecnologie avanzate non possono e non sono destinate a sostituire completamente il medico.

File simili

Una risposta a "Undying art of healing. Racconti della nonna per medici e pazienti Reizis Ara Romanovna "

Mi scuso per aver interferito. Sono stato qui di recente. Ma questo argomento è molto vicino a me. Posso aiutare con la risposta.

Un'arte di guarigione immortale

Raccomando ai dottori di tutte le specialità di leggere il libro del professore Ary Romanovna Reizis "The Undying Art of Healing".

Questa non è una "storia della nonna". Questa è una selezione unica di esempi clinici (ce ne sono più di 70) dal 20-30... 60 anni di follow-up.

Il libro parla di cura e compassione, coscienza e dovere - concetti quasi persi nella nostra epoca di alta tecnologia, senza i quali il medico non sarà mai considerato un professionista, e in fin dei conti "tiene il filo di tutta la vita futura del suo paziente"!

Questo è un libro molto moderno e puntuale.

Direttore generale del Centro medico Nevro-Med A. Belkin

Reis ara Romanovna dove serve

Reis ara Romanovna dove serve

Dal lunedì al venerdì: 8.00

Sabato: 8.00 domenica: 8.00

Reisis Ara Romanovna

Infettante, epatologo, pediatra

Dottore della più alta categoria, Professore

Sommario:

Ara Romanovna si è laureato presso il primo Istituto medico di Mosca. Sechenov, facoltà di medicina nel 1958.

Nel 1963 si è laureata in medicina generale in pediatria e in una scuola di specializzazione in infezioni pediatriche.

Ha iniziato le sue attività mediche dal lavoro come pediatra locale, un medico dell'asilo e un campo estivo, poi un ospedale clinico per bambini intitolato a lui. Rusakov (ora San Vladimir) - la base dell'Istituto di ricerca di Pediatria e Chirurgia Pediatrica.

Dal 1980, ha lavorato presso l'Ospedale per le malattie infettive n. 5 presso l'Istituto centrale di ricerca di epidemiologia.

Nel 1967, ha difeso con successo la sua tesi, e nel 1987, la sua tesi di dottorato, entrambe le quali sono dedicate all'epatite virale nei bambini.

L'ultima formazione avanzata 2016 nella specialità "Malattie infettive"

2017 sviluppo professionale nella specialità "Pediatria"

Ara Romanovna è un professore, uno dei maggiori esperti nel trattamento dell'epatite virale, compreso il trattamento dell'epatite nei bambini.

Dal 2007 è consulente presso il Centro di diagnostica clinica di consulenza scientifica dell'Istituto centrale di ricerca di epidemiologia.

Reisis Ara Romanovna

Iscriviti

chiamata

Registrati con un dottore

  • A proposito del dottore
  • Recensioni
  • servizi
  • Dove prende

A proposito del dottore

Reisis Ara Romanovna è specializzato in: trattamento e diagnosi di malattie infettive, malattie del fegato. Effettua un trattamento professionale: lesioni tossiche e medicinali del fegato, malattie che si sono formate sullo sfondo del diabete, obesità, cirrosi epatica. Inoltre tratta: infezioni intestinali, infezioni respiratorie, tegumenti esterni. Dr. Reisis Ara è uno specialista della categoria di qualificazione più alta.

formazione

  • Si è laureata con il massimo dei voti al Primo Istituto medico di Mosca intitolato a IM Sechenov, facoltà di medicina, poi residenza clinica e scuola di specializzazione.
  • Nel 1967 ha difeso la sua tesi, nel 1987 - tesi di dottorato. Nel campo dell'epatologia, A.R. Reisis ha 35 anni di lavoro.

Recensioni

Funziona bene e comunica bene con i pazienti.

Reis ara Romanovna dove serve

Ara Romanovna è un medico di quinta generazione, laureato con lode dal primo Istituto medico di Mosca intitolato a IM Sechenov, facoltà di medicina, poi residenza clinica e studi post-laurea.

Nel 1967 ha difeso la sua tesi, nel 1987 - tesi di dottorato. Nel campo dell'epatologia, A.R. Reisis ha 35 anni di lavoro. È autrice di oltre 300 lavori scientifici, tra cui 14 linee guida, invenzioni, co-autore di 4 monografie, ha 5 brevetti per i metodi di trattamento. Ha sollevato un'intera galassia di pediatri, sotto la sua guida sono state difese più di 10 tesi di dottorato.

Il lavoro scientifico di Ary Romanovna sui nuovi metodi per valutare la prognosi della terapia antivirale ha preso il primo posto nella competizione dei medici delle malattie infettive in Russia, il primo posto nella gastroenterologia presso l'Associazione europea dei gastroenterologi.

Essendo impegnato nella scienza, Ara Romanovna non si separò dalla pratica medica per un solo giorno. Oggi è una delle specialiste più esperte nel trattamento dell'epatite virale, sia nei bambini che negli adulti.

Molti bambini, grazie a lei, hanno affrontato l'epatite e sono cresciuti sani.

Esiste una terapia standard per il trattamento dell'epatite virale. Tuttavia, ogni paziente con le sue caratteristiche e problemi richiede non solo un'attenta attenzione, ma a volte nei casi gravi di soluzioni audaci non convenzionali. Queste sono esattamente le decisioni che Ara Romanovna fa che salva la vita del paziente.

Reisis Ara Romanovna

Specialità correlate: specialista in malattie infettive, pediatra.

Lavora nella clinica: Centro di diagnostica clinica di consulenza scientifica, Istituto centrale di ricerca di epidemiologia.

Indirizzo: Mosca, st. Novogireevskaya, casa 3a.

su 100 possibili

formazione

  • Primo Istituto medico di Mosca. Sechenov, facoltà di medicina nel 1958.
  • Nel 1963 si è laureata in medicina generale in pediatria e in una scuola di specializzazione in infezioni pediatriche.

A proposito del dottore

Reisis A.R. - Dottore in medicina di Mednauk, si è laureato con il massimo dei voti al Primo Istituto di medicina di Mosca, dopo il dott. IM Sechenov, Facoltà di Medicina, dopo di che ha conseguito una formazione in residenza e una scuola di specializzazione. Ha difeso con successo la sua tesi e tesi di dottorato. Con oltre 35 anni di esperienza nel lavoro, è riuscita a formare un'intera squadra di pediatri, 10 dei quali hanno difeso le loro tesi di dottorato sotto la guida di Ary Romanovna.

Lo specialista ha oltre 300 lavori scientifici, di cui 14 sono lavori metodologici, 4 monografie (come coautore) e 5 brevetti per metodi terapeutici. Oggi è uno dei migliori medici nel trattamento del danno epatico della genesi virale nei bambini e negli adulti. Grazie al suo lavoro, un numero enorme di bambini hanno vinto l'epatite e continuano a crescere persone sane.

Nonostante gli standard sviluppati per il trattamento dell'epatite, l'approccio deve essere individuale. La risoluzione dei problemi richiede l'uso non solo di approcci tradizionali in terapia, ma anche di alternative audaci. Grazie a questo credo, Ara Romanovna ha restituito ai pazienti una vita sana per decine di anni.

Mappa di localizzazione

Recensioni

La ricetta della nonna per purificare il fegato! Il fegato sarà pulito in un mese e l'epatite scomparirà.

Il nostro "Doctor House". Ara Reyzis svela qualsiasi trama di un detective medico

60 anni di esperienza medica. Centinaia di persone salvate. Migliaia di indovinelli svelati. Guarito e quelli che non potevano essere salvati. Che ti ricordi della più piccola talpa. Anche quando hai più di 80 anni e il tuo nome è coperto di leggende.

È una delle pediatri più famose del paese, un famoso epatologo, la nostra Dr. House: i bambini vengono portati da lei da tutta la Russia, quando tutto è stato provato e non c'è salvezza. Scopre: causa, speranza, trattamento. E non nasconde segreti dalla sua arte...

"Alcuni anni fa sono stato portato a vedere il paziente. Era un ragazzo di 14 anni. Il figlio di un pastore di una lontana montagna del Daghestan. Era in una nota clinica di Mosca e morì dalla fase finale della cirrosi epatica, formata dal risultato dell'epatite cronica B. E nessuno dubitò della diagnosi e dell'inevitabile esito. Entrando nella scatola e guardando il bambino, ho visto che stava davvero morendo, ma non dalla cirrosi epatica. Era un modo completamente diverso di morire. Dopo un attento esame e un'attenta analisi della storia medica, divenne chiaro che stava morendo di anemia aplastica. Alla mia richiesta urgente, il ragazzo fu immediatamente trasferito al dipartimento di malattie del sangue. Dopo 6 mesi, è stato dimesso a casa ".

Questa è solo una delle incredibili storie di approfondimento medico raccontate da Ara Reyzis nel suo libro quest'estate. Storia personale - uno sguardo. Non diventare dottori che sognano, correndo alla professione di genitori con "brutti cognomi" in tempi brutti. Ma ora il nonno Miron Solomonovich Wolfson, dopo che la rivoluzione aveva servito da ordinatore nelle infettive baracche del Cremlino, consegnò la professione alla nipote. "Non è stato il caso che abbia preso soldi da un collega. Ha trattato tutti gli inquilini di una grande casa su Pokrovka, dove viveva con la sua famiglia, gratuitamente ", dice. E questo alto servizio del nonno Myron è germogliato da un seme ad Arochka, quando lei - avendo già seppellito suo nonno - ha fatto una supposizione da bambina: diventerò dottore.

E quando al culmine del suo mezzo secolo di pratica - un professore! - all'inizio degli anni '90, ha lavorato per 1,5 anni senza stipendio, era anche sua, nonno... Nello zero, la gestione della clinica, dove comunque ha iniziato a condurre l'ammissione, "rompendosi sulle ginocchia", suggeriva "alzando il cartellino del prezzo" su di lei servizi: "Tu, Ara Romanovna, andrai per tutti i soldi!" - rifiutò bruscamente, categoricamente. Ma sono intuizioni, intuizioni miracolose sull'orlo della vita e della morte, quando l'alto consilia non riesce a trovare la risposta, e le viene data la chiave tra le mani, da dove viene lei.

"Sfida urgente: sospetto... sul vaiolo. Arriviamo al posto. Intorno all'ospedale - un cordone della polizia. Nell'ufficio del primario il medico riunì tutto il potere medico del distretto, il tutto in abiti anti-piaga. Poi mi sono riunito e ho iniziato il solito lavoro medico. Guardo il ragazzo: la temperatura è sotto i 40 anni, tutto il corpo è veramente coperto di vesciche purulente. Ma cos'è a piedi? Gesso? Da dove "Sì, ha recentemente dimesso da noi - giaceva con una gamba rotta". - "Rimuovi l'intonaco". Sotto l'intonaco, come mi aspettavo, c'era una profonda ferita purulenta. Questa è una sepsi chirurgica naturale. "

Terzo occhio

Poteva dire loro, queste storie, all'infinito. Un bambino di un anno privo di sensi, sospettato di botulismo, giace sotto una flebo di glucosio. Reiz esamina ogni fessura del piccolo vitello e vede una spessa crosta bianca sulle labbra. "Sì, è zucchero!" Non c'è botulismo, c'è un debutto del diabete mellito di tipo 1 in fase iniziale. Poche ore dopo la ragazza è cosciente. E doveva solo essere ispezionato molto attentamente.

Paziente di 15 anni con diagnosi di "epatite di eziologia sconosciuta". Rianimazione. Né l'alcol né le droghe non prendono. E improvvisamente, in risposta alle domande, la madre dichiarò che la ragazza aveva amore, un fidanzato e l'uso di contraccettivi. Indovina il fulmine: danno medicinale al fegato! Interruzione del farmaco - e la ragazza si sta riprendendo. E dovevo solo parlare in modo confidenziale...

"Famiglia intelligente. Situazione inspiegabile: ogni anno in autunno negli ultimi tre anni, il bambino ha una rapida calvizie. Non appena trattato. " Il padre del ragazzo è morto - solo tre anni fa. E il ragazzo aveva un'abitudine ossessiva di mordicchiare la pasta secca. "E non hai notato che ha masticato erba, steli, mangiato il terreno? Succede in bambini nervosi ". Risultò che, come i maccheroni, il ragazzo tirava incessantemente il flox di mia nonna. Contenente tossina vegetale ben nota Fiori fatti nonna. La folta capigliatura del paziente è stata mostrata al dottor Reise il prossimo autunno. Ma tutto quello che dovevi fare era chiedere con cura...

Il bambino muore per grave epatite B, viene ricoverato in ospedale con la madre - allattato al seno, non riescono a capire cosa gli sta succedendo. Improvvisamente, la madre morde l'ostetrica e accusa che il suo bambino ha gli organi tagliati. La dottoressa Reisis chiama l'ambulanza psichiatrica e ritiene che il bambino guarirà, cessando di ricevere farmaci psicotropi con il latte materno. E dovevo solo guardare più largo...

Dare tutto il possibile

Sembrerebbe: magia! Terzo occhio! Rivelazione dall'alto! Come un puzzle sparpagliato, raccoglie in una singola foto parole cadute a caso, segni inosservati sulla pelle, estratti medici a cui nessuno aveva prestato attenzione prima... Segue la pista, ascolta con attenzione, disvela la trama della storia del detective medico...

- L'illuminazione diagnostica non è nata da zero, sembra da un desiderio molto, molto grande di aiutare. Cioè, se non riuscissi a far fronte al paziente, non capivo cosa gli stava succedendo, non mi permetteva di vivere e respirare tutto il giorno. E nessuna tecnologia allo stato dell'arte da sola - eppure sono partito in un momento in cui non c'era nemmeno l'ecografia! - non sostituirà in situazioni difficili il dottore, il suo orecchio sensibile, il cuore sensibile. Perché c'è una certa area dove nessun robot, nessuna tecnologia migliore, nessuna tecnica chirurgica di gioielleria di comunicazione tra l'anima e l'anima può essere sostituita.

60 anni di dolore di qualcun altro, supposizioni miracolose, storie di guarigione e sconfitte... 80 anni della sua biografia dietro di lui - con suo marito Vladimir, un ingegnere progettista, "il pilastro di tutta la vita", che tutto questo secolo stava fianco a fianco, lasciando il posto alla cosa principale - vocazione, e con due bambini che sono diventati dottori. 60 anni. Non bruciare, ma rianimare di nuovo con ogni paziente.

- Ora, se la ricompensa finanziaria, un fascio di denaro in sé potrebbe avere un tale effetto! Dopotutto, questa visione moderna delle cose sta uscendo da tutte le fessure: amati, prendi tutto dalla vita. Ma no! Dai tutto ciò che puoi, e poi sarai ricompensato. Mio nonno Myron procedette nei rapporti con i pazienti solo per ragioni di coscienza e compassione. Sono in medicina - la cosa principale. È luce dall'interno.

Reisis Ara Romanovna

professore

Infettante, epatologo, pediatra. Dottore in Scienze Mediche, professore.

Si è laureata con il massimo dei voti al Primo Istituto medico di Mosca intitolato a IM Sechenov, facoltà di medicina, poi residenza clinica e scuola di specializzazione.

Nel 1967 ha difeso la sua tesi, nel 1987 - tesi di dottorato.

Nel campo dell'epatologia, A.R. Reisis ha 35 anni di lavoro. Ha iniziato le sue attività mediche dal lavoro come pediatra locale, un medico dell'asilo e un campo estivo, poi un ospedale clinico per bambini intitolato a lui. Rusakov (ora San Vladimir) - la base dell'Istituto di ricerca di Pediatria e Chirurgia Pediatrica.

È autrice di oltre 300 lavori scientifici, tra cui 14 linee guida, invenzioni, co-autore di 4 monografie, ha 5 brevetti per i metodi di trattamento. Ha sollevato un'intera galassia di pediatri, sotto la sua guida sono state difese più di 10 tesi di dottorato.

Il lavoro scientifico di Ary Romanovna sui nuovi metodi per valutare la prognosi della terapia antivirale ha preso il primo posto nella competizione dei medici delle malattie infettive in Russia, il primo posto nella gastroenterologia presso l'Associazione europea dei gastroenterologi.

Ara Romanovna è uno dei maggiori esperti nel trattamento dell'epatite virale, compreso il trattamento dell'epatite nei bambini.

Dal 2007 è consulente presso il Centro di diagnostica clinica di consulenza scientifica dell'Istituto centrale di ricerca di epidemiologia.

Lezioni video

Danno epatico e malattia cronica intestinale

La sindrome di Gilbert: punti di vista moderni, risultati e terapia.

Risposte alle domande

Lesioni medicinali del fegato. Modi di soluzione

Sessione Internet educativa tutta russa

Le informazioni e i materiali presentati in questo sito sono di natura scientifica, informativa e analitica, sono destinati esclusivamente ai professionisti della salute, non sono finalizzati alla promozione di beni sul mercato e non possono essere utilizzati come consigli o raccomandazioni per l'uso di farmaci e metodi di trattamento senza consultare il medico.

Le droghe, le informazioni su cui è contenuto questo sito, hanno controindicazioni, prima di usarle dovresti leggere le istruzioni e consultare uno specialista.

Il parere dell'Amministrazione potrebbe non coincidere con l'opinione degli autori e dei docenti. L'amministrazione non fornisce garanzie riguardo al sito e al suo contenuto, inclusi, a titolo esemplificativo, il valore scientifico, la pertinenza, l'accuratezza, la completezza, l'affidabilità dei dati scientifici presentati dai docenti o la conformità dei contenuti agli standard internazionali di buona pratica clinica e / o basati sulla medicina sulle prove. Il sito non è responsabile per eventuali raccomandazioni o opinioni che possono essere contenute, né per l'applicabilità dei materiali del sito a specifiche situazioni cliniche. Tutte le informazioni scientifiche sono fornite nella sua forma originale, senza garanzie di completezza o tempestività. L'amministrazione fa ogni sforzo per fornire agli utenti informazioni accurate e affidabili, ma allo stesso tempo non esclude la possibilità di errori.

Reisis Ara Romanovna

60 anni di esperienza / dottore di categoria superiore, professore

Indirizzo dell'ufficio: st. Novogireevskaya 3a (al laboratorio)

ISTRUZIONE

  • Primo Istituto medico di Mosca. Sechenov, facoltà di medicina nel 1958.
  • Nel 1963 si è laureata in medicina generale in pediatria e in una scuola di specializzazione in infezioni pediatriche.
  • Nel 1967, ha difeso con successo la sua tesi, e nel 1987, la sua tesi di dottorato, entrambe le quali sono dedicate all'epatite virale nei bambini.

Pre-appuntamento dal medico

SU POSSIBILI CONTROINDICAZIONI È NECESSARIO CONSULTARE CON LO SPECIALISTA

Sede: Russia, Mosca, st. Novogireevskaya, d.3a, metro "Autostrade", "Perovo"

Il nostro "Doctor House". Ara Reyzis svela qualsiasi trama di un detective medico

60 anni di esperienza medica. Centinaia di persone salvate. Migliaia di indovinelli svelati. Guarito e quelli che non potevano essere salvati. Che ti ricordi della più piccola talpa. Anche quando hai più di 80 anni e il tuo nome è coperto di leggende.

Incidenti medici, storie mediche, destini altrui - questo è ciò che rimane del tuo stesso destino, che tu dedichi alla "Undying Art of Healing". Come nel caso di Ary RESISS.

È una delle pediatri più famose del paese, un famoso epatologo, la nostra Dr. House: i bambini vengono portati da lei da tutta la Russia, quando tutto è stato provato e non c'è salvezza. Scopre: causa, speranza, trattamento. E non nasconde segreti dalla sua arte...

"Alcuni anni fa sono stato portato a vedere il paziente. Era un ragazzo di 14 anni. Il figlio di un pastore di una lontana montagna del Daghestan. Era in una nota clinica di Mosca e morì dalla fase finale della cirrosi epatica, formata dal risultato dell'epatite cronica B. E nessuno dubitò della diagnosi e dell'inevitabile esito. Entrando nella scatola e guardando il bambino, ho visto che stava davvero morendo, ma non dalla cirrosi epatica. Era un modo completamente diverso di morire. Dopo un attento esame e un'attenta analisi della storia medica, divenne chiaro che stava morendo di anemia aplastica. Alla mia richiesta urgente, il ragazzo fu immediatamente trasferito al dipartimento di malattie del sangue. Dopo 6 mesi, è stato dimesso a casa ".

Questa è solo una delle incredibili storie di approfondimento medico raccontate da Ara Reyzis nel suo libro quest'estate. Storia personale - uno sguardo. Non diventare dottori che sognano, correndo alla professione di genitori con "brutti cognomi" in tempi brutti. Ma ora il nonno Miron Solomonovich Wolfson, dopo che la rivoluzione aveva servito da ordinatore nelle infettive baracche del Cremlino, consegnò la professione alla nipote. "Non è stato il caso che abbia preso soldi da un collega. Ha trattato tutti gli inquilini di una grande casa su Pokrovka, dove viveva con la sua famiglia, gratuitamente ", dice. E questo alto servizio del nonno Myron è germogliato da un seme ad Arochka, quando lei - avendo già seppellito suo nonno - ha fatto una supposizione da bambina: diventerò dottore.

"Sfida urgente: sospetto... sul vaiolo. Arriviamo al posto. Intorno all'ospedale - un cordone della polizia. Nell'ufficio del primario il medico riunì tutto il potere medico del distretto, il tutto in abiti anti-piaga. Poi mi sono riunito e ho iniziato il solito lavoro medico. Guardo il ragazzo: la temperatura è sotto i 40 anni, tutto il corpo è veramente coperto di vesciche purulente. Ma cos'è a piedi? Gesso? Da dove "Sì, ha recentemente dimesso da noi - giaceva con una gamba rotta". - "Rimuovi l'intonaco". Sotto l'intonaco, come mi aspettavo, c'era una profonda ferita purulenta. Questa è una sepsi chirurgica naturale. "

Terzo occhio

Poteva dire loro, queste storie, all'infinito. Un bambino di un anno privo di sensi, sospettato di botulismo, giace sotto una flebo di glucosio. Reiz esamina ogni fessura del piccolo vitello e vede una spessa crosta bianca sulle labbra. "Sì, è zucchero!" Non c'è botulismo, c'è un debutto del diabete mellito di tipo 1 in fase iniziale. Poche ore dopo la ragazza è cosciente. E doveva solo essere ispezionato molto attentamente.

Paziente di 15 anni con diagnosi di "epatite di eziologia sconosciuta". Rianimazione. Né l'alcol né le droghe non prendono. E improvvisamente, in risposta alle domande, la madre dichiarò che la ragazza aveva amore, un fidanzato e l'uso di contraccettivi. Indovina il fulmine: danno medicinale al fegato! Interruzione del farmaco - e la ragazza si sta riprendendo. E dovevo solo parlare in modo confidenziale...

"Famiglia intelligente. Situazione inspiegabile: ogni anno in autunno negli ultimi tre anni, il bambino ha una rapida calvizie. Non appena trattato. " Il padre del ragazzo è morto - solo tre anni fa. E il ragazzo aveva un'abitudine ossessiva di mordicchiare la pasta secca. "E non hai notato che ha masticato erba, steli, mangiato il terreno? Succede in bambini nervosi ". Risultò che, come i maccheroni, il ragazzo tirava incessantemente il flox di mia nonna. Contenente tossina vegetale ben nota Fiori fatti nonna. La folta capigliatura del paziente è stata mostrata al dottor Reise il prossimo autunno. Ma tutto quello che dovevi fare era chiedere con cura...

Il bambino muore per grave epatite B, viene ricoverato in ospedale con la madre - allattato al seno, non riescono a capire cosa gli sta succedendo. Improvvisamente, la madre morde l'ostetrica e accusa che il suo bambino ha gli organi tagliati. La dottoressa Reisis chiama l'ambulanza psichiatrica e ritiene che il bambino guarirà, cessando di ricevere farmaci psicotropi con il latte materno. E dovevo solo guardare più largo...

Dare tutto il possibile

Sembrerebbe: magia! Terzo occhio! Rivelazione dall'alto! Come un puzzle sparpagliato, raccoglie in una singola foto parole cadute a caso, segni inosservati sulla pelle, estratti medici a cui nessuno aveva prestato attenzione prima... Segue la pista, ascolta con attenzione, disvela la trama della storia del detective medico...

- L'illuminazione diagnostica non è nata da zero, sembra da un desiderio molto, molto grande di aiutare. Cioè, se non riuscissi a far fronte al paziente, non capivo cosa gli stava succedendo, non mi permetteva di vivere e respirare tutto il giorno. E nessuna tecnologia allo stato dell'arte da sola - eppure sono partito in un momento in cui non c'era nemmeno l'ecografia! - non sostituirà in situazioni difficili il dottore, il suo orecchio sensibile, il cuore sensibile. Perché c'è una certa area dove nessun robot, nessuna tecnologia migliore, nessuna tecnica chirurgica di gioielleria di comunicazione tra l'anima e l'anima può essere sostituita.

60 anni di dolore di qualcun altro, supposizioni miracolose, storie di guarigione e sconfitte... 80 anni della sua biografia dietro di lui - con suo marito Vladimir, un ingegnere progettista, "il pilastro di tutta la vita", che tutto questo secolo stava fianco a fianco, lasciando il posto alla cosa principale - vocazione, e con due bambini che sono diventati dottori. 60 anni. Non bruciare, ma rianimare di nuovo con ogni paziente.

- Ora, se la ricompensa finanziaria, un fascio di denaro in sé potrebbe avere un tale effetto! Dopotutto, questa visione moderna delle cose sta uscendo da tutte le fessure: amati, prendi tutto dalla vita. Ma no! Dai tutto ciò che puoi, e poi sarai ricompensato. Mio nonno Myron procedette nei rapporti con i pazienti solo per ragioni di coscienza e compassione. Sono in medicina - la cosa principale. È luce dall'interno.

Reis ara Romanovna dove serve

Ara Reisis, un famoso epatologo e uno dei migliori pediatri del nostro paese, ha presentato al pubblico la sua prima pubblicazione, The Undying Art of Healing, in cui ha condiviso le sue storie di pratica curativa con molte vite di bambini salvati.

I fan di Dr. House saranno piacevolmente sorpresi dal contenuto di questo libro, concepito come un album di casa, con molte illustrazioni e fotografie, in quanto contiene informazioni su manifestazioni insolite di varie malattie, come l'epatite di tutti i tipi e le soluzioni insolite di un medico professionista.

Una di queste storie descritte nel libro è il caso di un ragazzo di due anni e mezzo, che è stato ricoverato in ospedale con epatite virale insieme a sua madre, mentre era allattato al seno. Nel processo di cura di un bambino, si è scoperto che sua madre soffriva di schizofrenia e dopo aver assunto i farmaci psicotropi che le erano stati prescritti, una grande dose di questi farmaci è stata assunta nel corpo del bambino insieme al latte materno.

Pertanto, il ragazzo non è virale, ma l'epatite tossica e l'unica decisione giusta che gli ha salvato la vita è stata la separazione temporanea da sua madre, che è stata portata in un ospedale psichiatrico.

Un'altra storia ci raccontò di un bambino di sette anni che, dopo un'iniezione in un asilo infantile, iniziò a sviluppare rapidamente edema, e un piccolo e fragile Ara Reisis gli salvò la vita alzando le mani e portandolo all'ospedale più vicino, nonostante la distanza di due chilometri.

La caratteristica principale di Ara Reisis era l'eccessiva cura e attenzione per i pazienti. Dopotutto, tutti i bambini che aveva mai trattato, Ara erano percepiti come "l'unica persona amata e necessaria di qualcuno". È questa importante qualità e una conversazione attenta e riservata con il paziente che l'ha aiutata in molti casi a fare una diagnosi accurata e identificare un problema reale, a volte psicosomatico.

In tutto il libro, non sono stati raccolti solo casi clinici sorprendenti, ma anche conoscenze sulle più recenti scoperte mediche, che sono la prova dell'ampia prospettiva dell'autore: uno specialista esperto e un vero medico con una lettera maiuscola.

Al momento, Romanovna Reizis ha 82 anni, ma è ancora un medico praticante, riceve bambini a Mosca, si reca alle consultazioni e fa segnalazioni in diverse città.

Libro: Reisis Ara Romanovna "The Undying Art of Healing. Racconti della nonna per medici e pazienti "

Prima di essere le note di uno dei migliori medici del paese, il professor Ara Romanovna Reisis, un pediatra, uno specialista in malattie infettive e un epatologo. Questo è un libro fantastico sulla relazione tra un medico e un paziente, sulla continuità di una professione, su insegnanti e studenti nell'arte medica. Più di settanta case history più memorabili della pratica medica di 60 anni dell'autore dimostrano costantemente una cosa: la tecnologia avanzata non può e non è destinata a sostituire completamente il medico. La vera medicina è sempre l'occhio. Pertanto, decenni dopo, un vero medico ricorda i suoi pazienti. Questo libro è una guida per un mondo speciale, che si chiama The Doctor's Life. 2a edizione, riveduta e ampliata.

Articolo Successivo

Farmacia Le Farm