Fattore reumatoide nell'analisi del sangue

Metastasi

Un esame del sangue per il fattore reumatoide è un test di laboratorio utilizzato nella diagnosi di molte malattie autoimmuni e infettive.

Il fattore reumatoide (RF) è un gruppo di anticorpi che reagiscono con le immunoglobuline G come antigene, che sono prodotti dal sistema immunitario. Il fattore reumatoide si forma come risultato di un'attività immunologica eccessivamente elevata delle plasmacellule nel tessuto articolare. Gli anticorpi delle articolazioni entrano nel flusso sanguigno dove formano immunocomplessi con IgG che danneggiano la membrana sinoviale delle articolazioni e le pareti dei vasi sanguigni, portando infine a gravi lesioni sistemiche delle articolazioni. Perché sta succedendo questo? Si ritiene che in alcune malattie le cellule immunitarie prendano i tessuti del corpo per estranei, cioè antigeni, e inizino a secernere anticorpi per la loro distruzione, ma l'esatto meccanismo del processo autoimmune non è ancora ben compreso.

Occasionalmente (nel 2-3% degli adulti e nel 5-6% delle persone anziane) un aumento del fattore reumatoide nel sangue si riscontra nelle persone sane.

Tuttavia, la determinazione del fattore reumatoide in un esame del sangue consente di diagnosticare molte malattie nelle fasi iniziali. Un traumatologo, un reumatologo o un immunologo di solito dà un rinvio allo studio del fattore reumatoide nel sangue, poiché la malattia più comune diagnosticata con questa analisi è l'artrite reumatoide.

Metodi per la determinazione del fattore reumatoide nell'analisi del sangue

Esistono diversi metodi di laboratorio per determinare il fattore reumatoide in un esame del sangue. I metodi quantitativi più spesso utilizzati per la determinazione della RF, ma per lo screening può essere effettuata ricerca qualitativa - test al lattice.

Test al lattice - un tipo di reazione di agglutinazione (particelle incollanti e precipitanti con antigeni e anticorpi adsorbiti su di essi), che si basa sulla capacità delle immunoglobuline del fattore reumatoide di reagire con le immunoglobuline di classe G. Il reagente che contiene l'immunoglobulina G adsorbita su particelle viene utilizzato per il test lattice. La presenza di agglutinazione indica la presenza di fattore reumatoide nel siero (test qualitativo). Nonostante il fatto che questo metodo di analisi sia più veloce ed economico di altri, è usato relativamente raramente, in quanto non fornisce informazioni sulla quantità di fattore reumatoide nel sangue.

Un'altra tecnica che utilizza il test di agglutinazione è il test Waaler-Rose, in cui il quoziente siero reumatoide reagisce con i globuli rossi di pecora. Attualmente, questo metodo è usato raramente.

Per decifrare i risultati dell'analisi, è necessario prendere in considerazione non solo l'età, ma anche le caratteristiche individuali dell'organismo, nonché il metodo di ricerca, quindi solo un medico può interpretare i risultati e fare una diagnosi.

La nefelometria e la turbidimetria sono più accurate e informative - metodi che consentono di determinare non solo la presenza del fattore reumatoide nel siero, ma anche la sua concentrazione in diverse diluizioni (test quantitativo). L'essenza dei metodi consiste nel misurare l'intensità del flusso luminoso che passa attraverso il plasma sanguigno con particelle sospese. Elevata torbidità significa un alto contenuto di fattore reumatoide. I tassi dipendono dalle caratteristiche del test in un particolare laboratorio.

Il più usato ELISA (ELISA). Mostra non solo il livello del fattore reumatoide, ma anche il rapporto tra i tipi di immunoglobuline che sono inclusi in esso. Questo metodo è considerato il più preciso e informativo.

Un esame del sangue per il fattore reumatoide - che cos'è?

Per gli esami del sangue per il fattore reumatoide, il sangue viene prelevato da una vena. Prima di donare il sangue, è necessario escludere l'assunzione di alcol, il fumo e lo sforzo fisico 12 ore prima dell'analisi. Durante questo periodo, non dovresti bere tè, caffè e bevande zuccherate, ma l'acqua pulita sarà utile. Si consiglia di interrompere temporaneamente l'assunzione di qualsiasi farmaco. Se ciò non è possibile, dovresti informare il medico quali farmaci sono stati assunti di recente. L'analisi è a stomaco vuoto, si consiglia di riposare per 10-15 minuti prima di prendere il sangue.

Di regola, la Federazione Russa viene studiata in combinazione con altri due indicatori: C-RB (C-reactive protein) e ASL-O (antistreptolysin-O). La definizione di questi indicatori è chiamata test reumatoide o test reumatici.

La direzione dello studio del fattore reumatoide nel sangue viene solitamente somministrata da un traumatologo, reumatologo o immunologo.

Oltre ai campioni reumatoidi, possono essere prescritti i seguenti studi supplementari per la diagnosi di malattie sistemiche e di altre patologie immunologiche:

  • emocromo completo con formula leucocitaria dispiegata - consente di identificare il processo infiammatorio nel corpo e tumori del sistema ematopoietico;
  • ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria) - il suo aumento è anche un marker di infiammazione;
  • analisi biochimica del sangue - in particolare, il livello di acido urico, la quantità di proteine ​​totali e il rapporto tra le sue frazioni;
  • analisi anti-CCP (anticorpi contro il peptide citrico ciclico) - consente di confermare la diagnosi di artrite reumatoide;
  • rilevazione di anticorpi contro organelli cellulari.

Il tasso di fattore reumatoide

Normalmente, il fattore reumatoide nel sangue è assente o determinato in concentrazioni molto basse. Il limite superiore della norma è lo stesso per uomini e donne, ma varia con l'età:

  • bambini (meno di 12 anni) - fino a 12, 5 IU / ml;
  • 12-50 anni - fino a 14 IU / ml;
  • 50 anni e più - fino a 17 IU / ml.

Tuttavia, al fine di decifrare i risultati dell'analisi, è necessario prendere in considerazione non solo l'età, ma anche le caratteristiche individuali dell'organismo, nonché il metodo di ricerca, quindi solo un medico può interpretare i risultati e formulare una diagnosi.

Alta frequenza nel test del sangue - cosa può significare?

Se lo studio ha dimostrato che il fattore reumatoide nel test del sangue è elevato, allora c'è motivo di ipotizzare patologie sistemiche (autoimmuni), cioè associate a lesioni del tessuto connettivo e ad un processo infiammatorio cronico. Questi includono:

  • l'artrite reumatoide (RA) è una malattia del tessuto connettivo che colpisce principalmente le piccole articolazioni. La forma di RA, in cui il fattore reumatoide aumenta nel siero, è definita sieropositiva;
  • Lupus eritematoso sistemico - una malattia in cui sono colpite le navi, che porta a eruzioni cutanee caratteristiche;
  • spondilite anchilosante (spondiloartrite anchilosante) è una malattia autoimmune delle articolazioni, in cui la colonna vertebrale è più colpita. La malattia con un lungo percorso porta alla deformità spinale e si china;
  • Scleroderma sistemico - caratterizzato da danni alla pelle, ai vasi sanguigni, agli organi interni e al sistema muscolo-scheletrico;
  • La sarcoidosi è una malattia in cui i granulomi si formano in diversi organi (più spesso nei polmoni) - focolai del processo infiammatorio che assomigliano a noduli densi e sono costituiti da cellule fagocitiche;
  • la dermatomiosite (malattia di Wagner) è una patologia in cui sono colpite la pelle, i vasi, i muscoli scheletrici e lisci;
  • La sindrome di Sjogren è una malattia del tessuto connettivo in cui le lesioni principali sono le ghiandole salivari e lacrimali, che porta ad asciugare gli occhi e la bocca. La sindrome di Sjogren può insorgere principalmente o come complicazione di altre malattie, come l'artrite reumatoide.

Il fattore reumatoide si forma come risultato di un'attività immunologica eccessivamente elevata delle plasmacellule nel tessuto articolare.

Inoltre, un aumento del fattore reumatoide può essere un segno delle seguenti malattie:

  • Vasculite - una lesione vascolare generalizzata che può svilupparsi in molte patologie (malattia di Takayasu, malattia di Horton e altre);
  • L'endocardite settica è un'infezione batterica del rivestimento interno del cuore che copre la sua cavità e le sue valvole. Può portare a insufficienza cardiaca e sviluppo di difetti cardiaci;
  • la mononucleosi infettiva è una malattia causata da un virus di Epstein-Barr simile all'herpes. È acuto ed è accompagnato da febbre, danni agli organi interni e comparsa di cellule mononucleate atipiche nel sangue;
  • tubercolosi, lebbra (morbo di Hansen) - malattie infettive causate da micobatteri;
  • epatite virale in fase attiva;
  • malaria, leishmaniosi, tripanosomiasi e altre malattie parassitarie;
  • malattie oncologiche - leucemia linfatica cronica, macroglobulinemia di Waldenstrom e neoplasie maligne, che danno metastasi alla membrana sinoviale delle articolazioni.

Occasionalmente (nel 2-3% degli adulti e nel 5-6% delle persone anziane) un aumento del fattore reumatoide nel sangue si riscontra nelle persone sane, ma nella maggior parte dei casi questo è un sintomo di una grave patologia, pertanto, è un motivo di trattamento urgente per l'assistenza medica.

Fattore reumatoide (RF)

Sinonimi: fattore reumatoide, RF, fattore reumatoide, RF.

Uno dei principali studi di reumatologia è l'analisi del fattore reumatoide. Le RF sono proteine ​​(anticorpi immunoglobulinici) prodotte dal sistema immunitario del corpo per distruggere le proprie cellule, che vengono erroneamente percepite come estranee. Nella diagnosi di laboratorio, il fattore reumatoide svolge il ruolo di un indicatore del processo infiammatorio e dei disturbi autoimmuni.

Lo studio sulla Federazione Russa è un test abbastanza informativo, che permette di stabilire la presenza di patologie autoimmuni, in particolare l'artrite reumatoide e la sindrome di Sjogren, oltre a una serie di altre malattie che presentano un'eziologia non immune: infezioni batteriche e virali croniche, alcuni tumori, patologie polmonari, urinarie e epatobiliari sistemi.

Informazioni generali

Il fattore reumatoide, per la maggior parte, appartiene alle immunoglobuline di classe M (IgM) ed è un anticorpo a sé stante, ma modificato sotto l'influenza della microflora immunoglobulina G patogena (IgG).

Nel periodo acuto della malattia, la RF è prodotta da cellule della membrana sinoviale (articolare) infiammata. Quando rilasciato nel flusso sanguigno, forma complessi immunitari attivi (antigene - anticorpi) che danneggiano la guaina delle articolazioni e le pareti dei vasi sanguigni.

Quando il processo patologico è cronologico, il fattore reumatoide è secreto non solo dalla membrana sinoviale, ma anche dal midollo osseo, dalla milza, dai linfonodi, dai noduli reumatoidi, ecc.

Nota: con l'età, la concentrazione di RF potrebbe aumentare. Ciò è dovuto all'invecchiamento fisiologico del corpo, quindi quasi la metà delle persone sopra i 65 anni hanno tassi di crescita stabile.

L'analisi sulla RF è un test diagnostico altamente sensibile che consente di determinare la presenza di patologia autoimmune con una precisione fino al 90%. Tuttavia, questo studio non ha la stessa alta specificità, quindi ogni quarto risultato è falso positivo. Ciò è spiegato dal fatto che la natura della Federazione Russa non è stata ancora completamente studiata dagli specialisti, ma è noto per certo che gli anticorpi di questa classe sono prodotti in quasi tutti i processi infiammatori cronici del corpo.

testimonianza

  • Sintomi caratteristici dell'artrite reumatoide:
    • dolore e dolori alle articolazioni;
    • aumento della temperatura locale;
    • arrossamento;
    • gonfiore;
    • sentirsi rigido;
    • ridotta gamma di movimento;
    • debolezza nei muscoli, ecc.;
  • Segni della sindrome di Sjogren:
    • essiccazione delle mucose della cavità orale, bulbi oculari, ecc.;
    • pelle secca e squamosa;
    • dolore e dolori muscolari, articolari;
  • Diagnostica di screening per sospette malattie autoimmuni o patologie non immuni di natura infiammatoria;
  • Diagnosi differenziale dei processi autoimmuni da altre malattie dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • Prescrivere e monitorare l'efficacia della terapia per l'artrite reumatoide e la sindrome di Sjogren.

Gli esperti possono decifrare i risultati di un test per il fattore reumatoide: reumatologo, cardiologo, medico di famiglia, pediatra, medico di famiglia.

I valori dei fattori reumatoidi sono normali

Quando si decifrano i risultati, si tenga presente che le norme e le deviazioni per i diversi laboratori possono differire. Pertanto, è importante condurre un esame e un trattamento nella stessa clinica.

La norma generalmente accettata per la Federazione Russa è considerata pari a 0-30 IU / ml.

I risultati ottenuti dovrebbero essere valutati come segue:

  • 30-50 IU / ml - RF leggermente elevato (nessun valore diagnostico);
  • 50-100 IU / ml - fattore aumentato;
  • da 100 IU / ml - significativamente aumentato (indicando una condizione critica o una prognosi sfavorevole per il trattamento delle malattie autoimmuni).

L'aumento dei valori del fattore reumatoide è caratteristico di molte malattie, pertanto, per fare una diagnosi accurata e determinare le tattiche di trattamento efficaci, sono necessari numerosi altri studi.

Fattori che influenzano il risultato:

  • Età: più il paziente è anziano, maggiore è il rischio di risultati falsi positivi;
  • Aumento della proteina C-reattiva nel periodo acuto del processo infiammatorio;
  • La presenza nel corpo di anticorpi anti-proteine ​​virali;
  • Processi allergici attivi;
  • Mutazione degli anticorpi;
  • Interruzione del processo di raccolta del sangue da parte di un operatore sanitario;
  • Violazione delle regole di preparazione per la venipuntura da parte del paziente.

Fattore reumatoide aumentato

Un risultato positivo (aumento del livello del fattore reumatico) è possibile nelle seguenti situazioni:

  • artrite reumatoide. Nel 20% dei pazienti con questa malattia, la RF non viene rilevata. Questo indica una prognosi sfavorevole per il decorso della malattia;
  • artrite reumatoide giovanile (bambini). Nei bambini fino a 5 anni della Federazione Russa è aumentato nel 20% dei casi, fino a 10 - solo il 5%;
  • La sindrome di Sjogren;
  • malattie autoimmuni sistemiche:
    • il lupus;
    • dermatomiosite;
    • gotta;
    • vasculite;
    • La sindrome di Raynaud;
    • polimiosite;
    • spondilite anchilosante;
    • sclerodermia, ecc.

Il quadro clinico della maggior parte di queste malattie è caratterizzato da danni alle articolazioni, ai vasi sanguigni e ai tessuti circostanti: connettivo, epiteliale, epidermide e derma;

  • altre condizioni patologiche:
    • endocardite (infiammazione del rivestimento interno del cuore);
    • Borreliosi (malattia di Lyme - malattia infettiva trasmessa da zecche);
    • la malaria (una malattia infettiva pericolosa per la vita trasmessa dai morsi di zanzare del genere Anopheles e accompagnata da gravi attacchi di febbre);
    • mononucleosi (patologia virale acuta, caratterizzata da lesioni dei linfonodi, faringe, milza, fegato, alterazioni del sangue e febbre grave);
    • epatite cronica (forma attiva);
    • tromboflebite (infiammazione delle pareti della vena e formazione di un coagulo di sangue sovrastante il suo lume);
    • sifilide (malattie a trasmissione sessuale);
    • tubercolosi (malattia altamente contagiosa che colpisce i polmoni, le ossa, le articolazioni, l'intestino), ecc.
  • lesioni granulomatose dei tessuti degli organi interni con la formazione di granulomi in loro:
    • sarcoidosi;
    • pneumoconiosi;
  • processi oncologici;
  • macroglobulinemia (interruzione della produzione di plasmacellule, malattia di Waldenstrom);
  • infezioni virali (cytomegalia congenita (formazione di cellule di dimensioni giganti nei tessuti) dei neonati).

Preparazione per l'analisi

Il biomateriale per l'analisi è il sangue venoso.

Il metodo di ricerca è l'immunoturbidimetria (test ELISA, immunoassorbente legato all'enzima). Inoltre, per determinare il fattore reumatico, viene eseguita una diagnosi rapida: il test del carbo- e del lattice e il test del carbo-globulina.

Per ottenere un risultato affidabile, è consigliabile utilizzare diversi metodi per identificare il fattore reumatoide.

Regole per la preparazione del prelievo di sangue:

Il tempo raccomandato per la venipuntura è dalle 8.00 alle 11.00.

  • Non mangiare cibo per 8-12 ore prima della procedura (la venopuntura nei casi di emergenza è possibile dopo 4 ore dopo uno spuntino leggero);
  • Il giorno dell'analisi (prima della manipolazione), puoi bere solo acqua senza gas;
  • 2-3 ore prima della procedura, non fumare;
  • Alla vigilia - per proteggersi dal sovraccarico fisico ed emotivo;
  • Durante il giorno - per escludere alcol, grassi, cibi piccanti e fritti;
  • Per una settimana - per annullare il trattamento con antibiotici, ormoni e altri farmaci (in consultazione con il medico).

Altri test di screening reumatologico

Esame del sangue per fattore reumatoide: preparazione e decodifica

Un esame del sangue per il fattore reumatoide è una procedura diagnostica per confermare o escludere una lesione autoimmune.

Il fattore reumatoide è il complesso proteico, che viene percepito dal sistema immunitario come estraneo. È una combinazione di autoanticorpi A, D, E, G e M.

Principalmente, il fattore reumatoide è rappresentato dalle immunoglobuline M (che rappresentano fino al 90%). Se agli stadi iniziali della malattia sono sintetizzati nelle cellule del rivestimento sinoviale dell'articolazione interessata, quindi mentre il processo progredisce, possono essere formati nei noduli reumatoidi sottocutanei, nella milza, nei linfonodi e nel midollo osseo. Una volta nel sangue, gli anticorpi reagiscono con le normali immunoglobuline (IgG). Il risultato è un complesso immunitario specifico costituito da anticorpi normali e patologici. Ha un effetto dannoso sulle pareti vascolari e sui tessuti delle articolazioni.

Normalmente, il fattore reumatoide non viene rilevato nel sangue in un'analisi qualitativa. In un test quantitativo, la sua presenza insignificante può essere determinata, non superiore a 14 IU / ml. In alcune situazioni, l'analisi è positiva con uno stato di salute del paziente completamente normale.

Esame del sangue per il fattore reumatoide: che cos'è?

Il test prevede la rilevazione nel sangue del paziente di anticorpi specifici che, in determinate circostanze, cambiano le loro caratteristiche e agiscono come un autoantigene reagendo con IgG.

Tipi di test:

  • Reazione delle Rose Waaler;
  • test al lattice;
  • determinazione del fattore nefelometrico e torbidimetrico;
  • ELISA.

Diventa un classico test di rosa vaalera attualmente usato relativamente raramente. Uno studio specifico sulla reazione di agglutinazione passiva viene effettuato utilizzando eritrociti di pecora trattati con siero anti-eritrocitario ottenuto dal sangue dei conigli.

per test al lattice (analisi qualitativa) viene utilizzata una superficie in lattice su cui vengono aggregate le normali immunoglobuline umane G. In presenza di un fattore reumatico, inizia la reazione di agglutinazione. La tecnica viene utilizzata principalmente negli studi di screening e in alcuni casi fornisce risultati falsi positivi. È relativamente semplice e non richiede attrezzature costose. Un test al lattice positivo non è una base per la verifica finale della diagnosi.

Determinazione del fattore del nefelometro e del torbidimetro (analisi quantitativa) è più accurato; i suoi risultati sono in buon accordo con il test al lattice. Il livello del complesso patologico è determinato in UI / ml. Il risultato è valutato come positivo se i numeri sono> 20 IU / ml. In particolare, su uno sfondo di artrite reumatoide, viene determinato un titolo ≥ 40 UI / ml.

Un risultato positivo si riscontra nel 2-3% dei giovani perfettamente sani e in quasi il 15% degli anziani.

Il più informativo è considerato Metodo ELISA (saggio immunoenzimatico). Con il suo aiuto, vengono determinate non solo le immunoglobuline patologiche M, ma anche Ig A, Ig E e Ig G, che non possono essere rilevate in altri test. Attualmente questa tecnica è implementata quasi ovunque.

Le Ig A sono determinate nell'artrite reumatoide grave e con concomitante vasculite (lesioni infiammatorie dei vasi sanguigni) il livello di IgG aumenta.

Dati dei criteri di valutazione (IU / ml):

  • livello leggermente elevato - da 25 a 50;
  • aumentato - 50-100;
  • significativamente aumentato - oltre 100.

I valori normali in diversi laboratori possono variare, poiché si utilizzano apparecchiature e reagenti chimici diversi. Nel modulo in cui sono inseriti i dati devono essere indicati gli indicatori di riferimento, che devono essere orientati.

Un modo per determinare la norma è una diluizione 1:20 del sangue salino. In una persona sana con una tale concentrazione di materiale biologico, il complesso patologico non viene rilevato.

Quali studi sono condotti in parallelo con la determinazione del fattore reumatoide?

Oltre agli studi di cui sopra, i laboratori eseguono l'identificazione della proteina C-reattiva che appare durante il decorso acuto del processo infiammatorio e un altro marcatore della fase acuta - antistreptolysin-O. Viene anche determinata la presenza di anticorpi al peptide ciclico della citrullina nel sangue. Sono necessari ulteriori metodi per la diagnosi differenziale con altre patologie con manifestazioni cliniche simili.

Per chiarire la diagnosi, il medico avrà anche bisogno di dati dai seguenti test di laboratorio:

  • QUERCIA (emocromo completo);
  • test del fegato (determinati da analisi del sangue per "biochimica");
  • analisi delle urine;
  • analisi del liquido sinoviale (ottenuto dalla puntura dell'articolazione);
  • test degli anticorpi antinucleari;
  • elettroforesi delle proteine ​​plasmatiche.

Analisi di decodifica per fattore reumatoide

Molto spesso (nell'80% dei casi) il complesso patologico è rilevato in pazienti affetti da artrite reumatoide (RA), in particolare - nella sua forma più comune - sinovite (infiammazione delle membrane articolari sinoviali).

L'artrite reumatoide è una malattia autoimmune cronica in cui è coinvolto il tessuto connettivo. Con questa patologia, le piccole articolazioni periferiche sono principalmente colpite.

È stabilito che ci sono due varietà di RA - sieropositivi e sieronegativi. Nel primo caso viene determinato il complesso patologico nell'analisi del sangue e nel secondo non lo è. L'alto titolo del fattore reumatoide indica un decorso progressivo del processo patologico. Un risultato negativo ottenuto con un singolo test, non è un motivo per parlare dell'assenza di RA, specialmente se esiste un sintomo caratteristico della malattia.

Numerosi studi clinici suggeriscono che la produzione attiva di anticorpi sia accompagnata da molte malattie infiammatorie con un decorso cronico.

I risultati dello studio possono essere influenzati da alcuni agenti farmacologici. Sullo sfondo della terapia, i risultati sono spesso distorti e non riflettono più il quadro reale.

Artrite reumatoide giovanile, manifestandosi nei bambini sotto i 10 anni di età, porta ad un aumento del livello del fattore reumatoide solo nel 5% dei casi, anche in presenza di un processo infiammatorio attivo. Il titolo elevato è dovuto principalmente all'immunoglobulina M. Il debutto precoce della patologia (fino a 5 anni) è accompagnato dalla comparsa di RF in media nel 20% dei bambini.

Nei bambini che sono spesso malati da molto tempo, l'analisi può essere positiva anche in assenza di segni della malattia al momento del test. Ciò è dovuto al fatto che le IgM vengono prodotte sullo sfondo di una immunostimolazione prolungata sullo sfondo delle invasioni elmintiche trasferite, infezioni virali e batteriche. Questo fattore specifico riduce il valore diagnostico della ricerca nella pratica pediatrica.

Il fattore reumatoide è sempre determinato nel caso della sindrome di Still (un tipo di RA giovanile) e della sindrome di Felty (un tipo di AR con esordio acuto) simile ad esso nei sintomi.

Con la cirrosi epatica e l'epatite attiva, l'indicatore RF aumenta di 2-4 volte.

Altre malattie in cui l'analisi sulla Federazione Russa dà risultati positivi:

La RF è solitamente elevata sullo sfondo di lesioni tumorali maligne, nonché dopo operazioni chirurgiche. Poiché la velocità di recupero e recupero torna normale.

L'indicatore tende a salire naturalmente nella vecchiaia e nella vecchiaia. Un risultato positivo può essere ottenuto se il paziente è in trattamento con farmaci anticonvulsivanti, antipertensivi della metildopa o contraccettivi orali.

Preparazione per un esame del sangue per il fattore reumatoide

Il sangue per il fattore reumatoide è preso da un paziente da una vena. Prima di prendere il materiale non dovrebbe mangiare per 8-12 ore; è meglio se il materiale viene preso al mattino a stomaco vuoto. Bevi solo acqua pulita prima di visitare il laboratorio per evitare la distorsione dei risultati.

Le persone con dipendenza da nicotina devono astenersi dal fumare per un giorno. Alcol e cibi grassi non dovrebbero essere assunti entro 24 ore. Inoltre, alla vigilia del test, l'attività fisica dovrebbe essere esclusa.

Se il paziente sta assumendo farmaci, questo dovrebbe essere segnalato al medico.

Vladimir Plisov, medico, revisore medico

2,906 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

Cosa farà il fattore reumatoide nell'analisi del sangue

Con frequenti malattie infiammatorie, lesioni delle articolazioni, il medico invia al paziente l'analisi per il fattore reumatoide (RF). La sua presenza e concentrazione nel sangue diranno molto allo specialista. Lo studio non solo aiuterà a stabilire una diagnosi accurata, ma anche a prevedere l'ulteriore decorso della malattia.

Cos'è RF

Il fattore reumatoide nel sangue appare quando un fallimento nel sistema immunitario. È un anticorpo che reagisce come un autoantigene con una propria classe di IgG di immunoglobuline. Molto spesso, la Federazione Russa fa riferimento alle IgM, molto meno alle IgA, IgD, IgG.

Gli autoantigeni che reagiscono con i propri anticorpi sono estremamente pericolosi. RF forma un complesso circolante stabile con immunoglobulina, che ha un effetto citotossico. lui:

  • danneggia la membrana sinoviale delle articolazioni;
  • provoca infiammazione;
  • effetto distruttivo sulla parete vascolare.

Di conseguenza, a causa del suo verificarsi, il paziente ha dolore alle articolazioni. E per una diagnosi accurata, il medico deve conoscere non solo la presenza, ma anche la concentrazione della RF nel sangue. guida:

  • con sospetta artrite reumatoide;
  • controllare il trattamento della malattia;
  • per la diagnosi di patologie autoimmuni;
  • nelle malattie infiammatorie croniche.

Per determinarne la concentrazione, viene utilizzata la capacità della RF di agglutinare i globuli rossi (di colla) in presenza di immunoglobuline. Questa è una delle manifestazioni della reazione tra esso e gli anticorpi ordinari.

Identificare il fattore reumatoide con vari metodi:

  • agglutinazione al lattice;
  • Reazione delle Rose Waaler;
  • nefelometria;
  • saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA).

Il più delle volte con il loro aiuto determinano la Federazione Russa, in relazione alle IgM. Ma per identificare gli autoanticorpi delle classi G, A e D è molto più difficile. Questo è il motivo per cui in caso di reazione sieronegativa (negativa) in presenza di sintomi clinici della malattia, si raccomanda di eseguire altri metodi diagnostici specificanti.

La reazione è considerata positiva se l'agglutinazione si verifica con una diluizione di 1:40 o 1:20 (modificata dal metodo Speransky). A causa dell'uso di diversi metodi per determinare la RF nei laboratori clinici, è necessario condurre studi ripetuti nella stessa in cui inizialmente è stata effettuata l'analisi.

Quali prove della presenza della Federazione Russa

Per identificare la causa della lesione, per controllare il decorso della malattia, per prevedere l'insorgenza di complicanze, il clinico dovrebbe conoscere non solo la presenza della Federazione Russa, ma anche la sua concentrazione. La norma è considerata se la Federazione Russa non supera i 25-30 IU / ml.

  1. Valori elevati di RF (aumento della concentrazione 2-4 volte) indicano l'artrite reumatoide, malattie autoimmuni che colpiscono il tessuto connettivo. E più c'è, più dura la malattia. Così come un titolo elevato indica malattie infettive, gravi patologie epatiche.
  2. In una piccola quantità della Federazione Russa rivelano anche nelle persone sane. Sebbene molti esperti ritengano che ciò indichi un'alta probabilità di artrite reumatoide in futuro.
  3. Nei pazienti con artrite reumatoide, a volte c'è una reazione sierologica negativa (variante sieronegativa della malattia). Questo è il motivo per cui sono necessari test ripetuti, nonché un esame da un ortopedico, altri studi clinici (per la presenza di frazioni proteiche e proteiche, fibrinogeno, glucosaminoglicano, acidi sialici, ecc.) E radiografie delle articolazioni.

Nel 50-90% dei casi, la presenza di RF nel sangue indica l'artrite reumatoide. Nei pazienti con un titolo molto alto si verificano gravi lesioni extra-articolari, i processi distruttivi procedono attivamente e la prognosi del decorso della malattia è sfavorevole.

Utilizzando l'analisi sulla Federazione Russa, il chirurgo ortopedico valuta l'attività del processo, e ciò è necessario al momento della determinazione

  • convenienza dell'operazione;
  • efficacia del trattamento;
  • possibile decorso della malattia e insorgenza di complicanze;
  • rischio di sviluppare patologie cardiovascolari.

Per la diagnosi di artrite reumatoide non bastano esami del sangue nella Federazione Russa. Dopotutto, la reazione può essere sieronegativa. Le ragioni di questo:

  1. Nei laboratori, gli autoanticorpi di classe IgM sono più spesso rilevati e gli anticorpi IgG e IgG IgG possono scatenare la malattia (tali anticorpi sono molto più difficili da rilevare).
  2. Errore nell'analisi. Ecco perché sono necessarie ricerche ripetute.
  3. La fase iniziale della malattia. Un aumento del titolo si verifica 6-8 settimane dopo l'inizio dei primi sintomi.
  4. Solo gli autoanticorpi che non sono in complessi con immunoglobulina sono rilevati nel sangue.

Identificare la Federazione Russa e altre patologie:

Il fattore reumatoide può essere rilevato anche nel sangue di un neonato con citomegalia congenita, così come in molte donne che hanno partorito, persone di età superiore ai 70 anni, quindi solo un medico farà una diagnosi accurata.

Quale dottore contattare

Il fattore reumatoide, che è un autoanticorpo, quando reagisce con le immunoglobuline, ha un effetto distruttivo sulle articolazioni. E il suo aspetto nel sangue suggerisce che il paziente ha l'artrite reumatoide, un'altra malattia autoimmune o infettiva. Un titolo molto alto della Federazione Russa segnala un decorso estremamente grave della malattia. Determina la sua presenza nel sangue nei laboratori clinici. E il reumatologo dirige lo studio. Un chirurgo ortopedico, un neuropatologo o un neurochirurgo possono assegnare tale studio se il paziente si rivolge a loro con lamentele di dolore alla colonna vertebrale, articolazioni o movimento limitato.

Fattore reumatoide (RF): la norma nell'analisi di donne, uomini e bambini, le cause dell'alto

Un tale studio biochimico, come la determinazione del fattore reumatoide nel siero, è ben noto a molti pazienti, specialmente quelli con problemi articolari, perché il nome stesso dell'analisi è associato a una specifica malattia, l'artrite reumatoide (RA). Infatti, il fattore reumatoide (RF) si riferisce ai principali test di laboratorio che determinano questa malattia, ma, oltre all'artrite reumatoide, è possibile identificare altre condizioni patologiche oltre all'artrite reumatoide, in particolare, le malattie infiammatorie acute nel corpo e alcune malattie sistemiche.

Per sua natura, il fattore reumatoide è un anticorpo (principalmente di classe M - fino al 90%, il restante 10% è costituito da classi di immunoglobuline A, E, G) contro altri anticorpi (classe G) e frammenti Fc.

La norma del fattore reumatoide per tutti è la stessa: nelle donne, negli uomini e nei bambini è assente (test qualitativo) o non supera 14 IU / ml (analisi quantitativa), se il corpo è a posto a questo riguardo. Tuttavia, ci sono casi in cui la RF non viene rilevata ei sintomi sono evidenti (il motivo principale dell'aumento è l'artrite reumatoide) o lo è, e la persona è sana. Puoi leggere qui sotto.

L'essenza e i tipi di analisi

L'essenza dell'analisi consiste nell'identificazione di autoanticorpi, nella maggior parte dei casi appartenenti a immunoglobuline di classe M (IgM). Anticorpi (IgM fino al 90%) in determinate condizioni patologiche sotto l'influenza di un agente infettivo cambiano le loro caratteristiche e iniziano ad agire come un autoantigene capace di interagire con altri propri anticorpi - immunoglobuline di classe G (IgG).

Attualmente, per determinare il fattore reumatoide, vengono utilizzati principalmente questi tipi di metodi di laboratorio:

  • Un test al lattice con immunoglobuline umane di classe G aggregate su una superficie di lattice che agglutinano in presenza di un fattore reumatico è un'analisi qualitativa (non quantitativa) che determina la presenza o l'assenza di RF, ma non ne indica la concentrazione. Il test al lattice è molto veloce, economico, non richiede attrezzature speciali e costi speciali di manodopera, ma è utilizzato principalmente per gli studi di screening. L'analisi espressa spesso fornisce risposte false positive, pertanto non può essere una base per stabilire una diagnosi definitiva. Normalmente, il fattore reumatico in questo studio è negativo;
  • Viene usato sempre meno, ma l'analisi classica di Vaaler-Rose (l'agglutinazione passiva con eritrociti di pecora trattati con siero di coniglio anti-eritrocitario) non ha completamente perso il suo significato pratico. Questo studio è ancora più specifico del test al lattice;
  • È in accordo con il test al lattice, ma lo supera in accuratezza e affidabilità: determinazione nefelometrica e torbidimetrica del fattore reumatoide. Il metodo è standardizzato, la concentrazione dei complessi antigene-anticorpo (AG-AT) è misurata in UI / ml (UI / ml), cioè è già un'analisi quantitativa, che indica non solo la presenza del fattore reumatoide, ma anche la sua quantità. I reumatologi elevati considerano il risultato se i valori di concentrazione superano il limite di 20 UI / ml, tuttavia, in circa il 2-3% delle persone sane e fino al 15% degli anziani (oltre i 65), questo indicatore a volte fornisce valori elevati. Nelle persone che soffrono di artrite reumatoide, specialmente con una forma rapidamente in via di sviluppo e grave, può essere piuttosto alto (le didascalie RF superano 40 lU / ml, in altri casi è piuttosto significativo).
  • Un metodo ELISA (saggio di immunoassorbimento enzimatico), che è in grado di determinare, oltre alle IgM, che non sono catturati da altri metodi di autoanticorpi delle classi A, E, G, che costituiscono il 10% di una proteina specifica, che chiamiamo fattore reumatico. Questo test è ampiamente utilizzato, implementato quasi ovunque (tranne nelle stazioni ambulanze rurali), perché è riconosciuto come il più preciso e affidabile. È stato osservato che la presenza di vasculite nell'artrite reumatoide dà una maggiore concentrazione di immunoglobuline di classe G e la comparsa di autoanticorpi di classe A è caratteristica di un decorso rapido e grave della malattia (RA).

Fino a poco tempo fa, i test di laboratorio di cui sopra sono stati presi come base per stabilire la diagnosi (RA). Allo stato attuale, le attività diagnostiche, oltre agli studi immunologici obbligatori, sono state integrate con altri metodi di laboratorio, tra cui: A-CCP (anticorpi contro il peptide citrullina ciclico - anti CCP), marcatori di fase acuta - CRP (proteina C-reattiva), ASL-O. Permettono di differenziare l'artrite reumatoide più rapidamente e con maggiore precisione da un'altra patologia sintomaticamente simile o da malattie in cui il quadro clinico è diverso da RA, ma anche la RF tende ad aumentare.

Alto livello RF e bassi valori dei fattori

Molto spesso, il fattore reumatoide viene utilizzato per diagnosticare l'artrite reumatoide, il suo aumento si osserva in circa l'80% dei pazienti con la forma più comune della malattia (sinovite).

Da ciò possiamo concludere che ci sono due forme di malattia: sieropositiva quando la RF viene rilevata nel siero e sieronegativa quando non vi è alcun fattore reumatico, ma i sintomi indicano chiaramente la presenza di un processo infiammatorio. Un alto livello RF può indicare un decorso progressivo della malattia.

Va inoltre notato che, avendo un'alta sensibilità, il fattore reumatoide non mostra una specificità così elevata (ogni 4 ° risultato risulta falso positivo), perché la sua natura non è stata studiata completamente, ma è noto che gli auanticorpi sono attivamente prodotti in molti processi infiammatori cronici.

Inoltre, la Federazione Russa non può essere determinata in presenza di segni di malattia nell'artrite reumatoide all'inizio dello sviluppo del processo patologico nel 20-25% dei pazienti, quindi un risultato negativo una tantum non può essere incoraggiante se si presentano i sintomi della malattia. Nei casi sospetti, l'analisi deve essere ripetuta dopo sei mesi e un anno (dare il tempo di aggiornare il pool di plasmacellule che producono autoanticorpi).

È irragionevole sperare in questa analisi e controllare il corso del processo e l'efficacia della terapia - i farmaci ricevuti dal paziente possono influenzare i risultati di studi che non riflettono più il quadro reale e quindi fuorviare il paziente (comincia a gioire prematuramente della guarigione, attribuendo i meriti alcuni rimedi popolari).

Il fattore reumatoide nei bambini non predetermina la diagnosi di RA.

Se negli adulti (in una donna, in un uomo - non importa), il fattore reumatoide è strettamente associato all'artrite reumatoide, quindi nei bambini la situazione è leggermente diversa. L'AR giovanile, che si forma fino a 16 anni, anche con il rapido sviluppo del processo infiammatorio, dà un aumento dei titoli russi (principalmente dovuti alle IgM) solo nel 20% dei casi - quando la malattia debutta nei bambini sotto i 5 anni di età. L'inizio dello sviluppo del processo nei bambini sotto i 10 anni si manifesta con un aumento di questo indicatore solo nel 10% dei casi.

Nel frattempo, i bambini malati spesso e di lunga durata hanno una RF elevata anche senza segni evidenti di alcuna malattia. Ciò suggerisce che gli autoanticorpi (IgM) possono essere prodotti in loro a causa dell'immunostimolazione prolungata (infezioni croniche, malattie virali recentemente trasferite e processi infiammatori, invasioni elmintiche), e la ragione non risiede nello sviluppo dell'artrite reumatoide.

Date queste caratteristiche del fattore reumatoide, i pediatri non attribuiscono alcun valore diagnostico speciale a questo studio di laboratorio.

Altre cause di elevati fattori reumatici

La causa dell'aumento della concentrazione ematica del fattore reumatoide, oltre alla versione classica dell'artrite reumatoide, può essere molte altre condizioni patologiche:

  1. Malattie infiammatorie acute (influenza, sifilide, mononucleosi infettiva, endocardite batterica, tubercolosi, epatite virale);
  2. Una vasta gamma di processi infiammatori cronici localizzati nel fegato, nei polmoni, nel sistema muscolo-scheletrico, nei reni;
  3. La sindrome di Sjogren è una malattia autoimmune che colpisce il tessuto connettivo e attira il processo della ghiandola della secrezione esterna (lacrimale, salivare - in primo luogo). I seguenti sintomi sono caratteristici della sindrome di Sjogren: secchezza degli occhi mucosi, cavità orale, organi genitali esterni, sofferenza degli organi respiratori, sistema cardiovascolare, reni;
  4. Sindrome di Felty, che è una forma speciale di RA, caratterizzata da un esordio acuto con una diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue - leucociti (leucopenia);
  5. La sindrome di Still (sindrome di Still) è una forma di artrite reumatoide giovanile (per bambini), i cui sintomi coincidono con quelli della sindrome di Felty, ma differisce negli indicatori di un esame del sangue generale: il numero di leucociti aumenta (leucocitosi);
  6. sclerodermia;
  7. Iperglobulinemia di diversa origine;
  8. Malattie linfoproliferative delle cellule B (mieloma, macroglobulinemia di Waldenstrom, malattia a catena pesante);
  9. SLE (lupus eritematoso sistemico);
  10. sarcoidosi;
  11. dermatomiosite;
  12. Intervento chirurgico;
  13. Processi oncologici.

Ovviamente, l'elenco delle condizioni che possono causare un aumento della concentrazione di fattori reumatici non è limitato all'artrite reumatoide.

Inoltre, va tenuto presente che questo indicatore aumenta naturalmente nelle persone di età avanzata (60-70 anni), nonché con l'uso di alcuni farmaci (metildopa, farmaci anticonvulsivanti e anticoncezionali), pertanto, considerarlo specifico e molto importante per la diagnosi inexpedient.

Tuttavia, il medico curante capirà e il nostro articolo è destinato a persone che cercano di interpretare i risultati della ricerca biochimica. Dopotutto, succede che dopo aver ascoltato le informazioni sull'elevato numero di un qualche tipo di analisi, in particolare i cittadini sospettosi cadono nel panico o (ancora peggio) cominciano a mostrare iniziativa e vengono trattati con vari mezzi dubbi.

Fattore reumatoide: cos'è, cosa è richiesto e come scoprirlo?

Visitando un traumatologo o un reumatologo, è possibile ricevere un referral per un esame del sangue per il fattore reumatoide (RF). Nella maggior parte dei casi, i pazienti non si rendono conto di cosa sia e perché tali dati siano necessari. Ma solo un esame del genere può rivelare varie malattie nelle prime fasi.

Qual è il fattore reumatoide

Il fattore reumatoide è una specie di gruppo di autoanticorpi. È stato scoperto nel 1940. L'RF reagisce alle particelle che entrano nel flusso sanguigno delle articolazioni colpite. Il loro accumulo e la formazione di cosiddetti complessi possono danneggiare le pareti dei vasi sanguigni.

C'è un'altra spiegazione di cosa è il fattore reumatoide. Questa proteina, che sotto l'influenza di virus, batteri o altri fattori interni è percepita dalla nostra immunità come una particella straniera. Il corpo inizia a produrre attivamente anticorpi, che vengono rilevati nei laboratori. Da quanto sopra, diventa chiaro di cosa si tratta - un fattore reumatoide.

Con l'età, la quantità di anticorpi nel sangue può aumentare. In soggetti sani di età pari o superiore a 65 anni, nel 40% dei casi si osserva una reazione ematica positiva al fattore reumatoide.

Tassi di fattore reumatoide

Molto spesso, i risultati degli esami del sangue per una persona, effettuati in diverse cliniche, possono essere diversi. Uno dei motivi è l'uso di diversi valori di misurazione. Il fattore reumatoide nel sangue viene spesso misurato in U / ml, ma si possono trovare anche UI / ml. Gli esperti ritengono che i seguenti valori di 0 - 14 UI / ml o 10 U / ml siano considerati la norma. Questo numero può verificarsi nelle persone anziane.

Anche un altro modo per determinare la norma è la diluizione. Se si prende il rapporto di 1:20, dove una unità di sangue viene diluita con venti unità di soluzione salina, in questo caso in una persona sana della Federazione Russa è impossibile rilevarla. Ma la bassa concentrazione non è sempre una prova della salute della fioritura.

I medici possono indirizzarti per un esame completo, anche se un esame del sangue rientra nei limiti normali. Perché la presenza della Federazione Russa è un indicatore dello sviluppo di molte malattie. Inoltre, la malattia può svilupparsi per diversi mesi, mentre i test saranno negativi. Solo dopo che la condizione peggiora, il fattore reumatoide sarà positivo e supererà la norma.

Aumentare il tasso di fattore reumatoide 2-4 volte è un segno dello sviluppo di malattie gravi, tra cui: sindrome di Sjogren, cirrosi epatica e molte altre.

Analisi della rilevazione del fattore reumatoide

L'essenza dell'analisi è che se c'è un fattore reumatoide nel siero umano, allora reagirà con gli anticorpi del test. Gli scienziati hanno definito questo test la reazione di Vaaler-Rose. Vengono eseguiti anche un test al lattice, un carbo test o un test della globulina carboidrata.

L'analisi del fattore reumatoide è lo studio del sangue venoso. E il paziente deve rispettare diverse prescrizioni:

  • Non mangiare prima dell'analisi di 8-12 ore;
  • bevi solo acqua pulita;
  • smettere di fumare per almeno un giorno;
  • eliminare l'attività fisica pesante il giorno prima dell'analisi;
  • togliere dalla dieta per 1 giorno cibi grassi e fritti, alcool.

Se ha trovato segni di artrite reumatoide, deve contattare immediatamente il medico per i test. È molto meglio passare attraverso tutti i test possibili, perché è così che un medico otterrà un quadro generale delle sue condizioni. Sarà in grado di creare un programma di trattamento individuale.

Quali malattie causano il fattore reumatoide

L'esame del sangue è la direzione più comune tra i medici, perché con il suo aiuto è possibile diagnosticare un gran numero di malattie o avere il tempo di rilevare le violazioni nel corpo. Un test per il fattore reumatoide è la prima raccomandazione di un reumatologo. Ma è sempre necessario ricordare che un'analisi positiva sulla RF può parlare dello sviluppo non solo dell'artrite.

Sfortunatamente, non tutte le malattie possono essere diagnosticate usando l'analisi della Federazione Russa. L'artrite reumatoide giovanile può svilupparsi nei bambini, ma il prelievo di sangue non lo rivelerà.

Artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è una malattia grave che colpisce le piccole articolazioni delle dita dei piedi e delle mani. Gli esperti identificano diversi tipi di artrite reumatoide, tra cui la sindrome di Still si verifica negli adolescenti. Esistono diversi modi per rilevare questa malattia. Un esame del sangue su RF è il più comune, ma dà risultati solo nelle prime fasi. Con forme più avanzate, i risultati possono essere negativi.

I medici hanno notato un aumento del fattore P nei pazienti con sindrome di Felty. Questa è una forma rara di artrite reumatoide, che è caratterizzata da leucopenia, così come uno stadio iniziale molto acuto di sviluppo.

Per lungo tempo, si è ritenuto che il rilevamento nel test del sangue della RF fosse possibile solo con l'artrite e l'artrite reumatoide sieropositiva è stata diagnosticata. Ma studi recenti hanno dimostrato che il fattore P può essere osservato in una persona assolutamente sana. Per questo motivo, un esame del sangue è principalmente un aiuto per fare una diagnosi definitiva.

Altre malattie

Il fattore reumatoide nel sangue può essere un segno di varie malattie. Sia di natura virale che batterica, e neoplasie maligne. Quindi i seguenti mali possono agire come provocatori per innalzare la RF:

  • l'influenza;
  • la sifilide;
  • la tubercolosi;
  • epatite virale;
  • la lebbra;
  • mononucleosi infettiva;
  • endocardite batterica.

Gli organi interni della persona e le articolazioni influenzano il livello della Federazione Russa. Se il paziente soffre di varie malattie polmonari croniche, quali: sarcoidosi, fibrosi polmonare interstiziale o pneumosclerosi. Anche il fegato malato contribuisce all'analisi positiva.

Tra i disturbi più comuni ci sono:

  • cirrosi epatica;
  • crioglobulinemia essenziale mista;
  • epatite cronica attiva.

Oltre alle malattie, le neoplasie maligne colpiscono anche il fattore reumatoide. Dopo le sessioni di chemioterapia o radioterapia, i medici notano un aumento della RF. I linfomi possono anche causare questa reazione. I casi più rari includono elevati anticorpi nella macroglobulinemia di Waldenstrom e nel mieloma multiplo.

La conoscenza dei fatti di base aiuterà una persona a non avere paura di essere messa alla prova. L'addestramento delle informazioni aiuterà il paziente a non sperimentare stress inutili durante il prelievo di sangue e ad aspettare con calma i risultati di tutti i controlli. Inoltre, la disponibilità di informazioni sui sintomi aiuterà il paziente a reagire in tempo e consultare un medico per un aiuto.

Fattore reumatoide nel sangue - cosa significa

Per la maggior parte delle persone, il concetto di "fattore reumatoide" è associato all'artrite reumatoide (RA) - malattia articolare degenerativa-distruttiva cronica. Aumentati valori di RF sono rilevati solo nel 60-80% dei pazienti con questa patologia. Elevati titoli di fattore reumatoide spesso indicano altre malattie infettive, autoimmuni e parassitarie.

Un aumento della RF è rilevato nel 5% dei giovani sani e nel 10-25% negli anziani.

La definizione di RF è un test non specifico, che è piuttosto ausiliario nella diagnosi di molte malattie. Sulla base di ciò è impossibile fare una diagnosi e si può solo sospettare una patologia. Un paziente con un fattore reumatoide elevato richiede ulteriori esami e altri test.

La definizione del fattore reumatoide è qualitativa e quantitativa. Nel primo caso, viene utilizzato un test al lattice per la diagnosi, che è in grado di determinare se la RF è stata sollevata. Per l'analisi quantitativa mediante saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA) e determinazione del nefelometro e del torbidimetro. Con il loro aiuto, è possibile scoprire in modo affidabile la quantità di immunoglobulina patologica contenuta nel sangue.

Le unità della Federazione Russa sono IU / ml (unità internazionali per millilitro).

I forum stanno attivamente discutendo su cosa l'analisi mostra come passarlo. A stomaco vuoto o no è meglio prendere sangue per la ricerca? In quali malattie viene determinato il fattore reumatoide, quale ruolo gioca nella diagnosi? In quali casi è necessario determinare la RF nei bambini e negli adulti?

Analizziamo tutto questo.

Cosa fa l'analisi sulla Federazione Russa? Aiuta a identificare i processi infiammatori e le gravi malattie autoimmuni nel corpo. Nei pazienti con artrite reumatoide, indica l'attività dei processi distruttivi nelle articolazioni, consente di valutare la gravità della malattia e predire il suo decorso. In altri casi, un aumento della RF precede lo sviluppo di malattie infiammatorie articolari.

Fattore reumatoide nel sangue - cosa significa?

Importante sapere! I medici sono sotto shock: "Esiste un rimedio efficace ed economico per i dolori articolari." Per saperne di più.

In medicina, il fattore reumatoide è una combinazione di anticorpi anormali (immunoglobuline), che sono prodotti dalle cellule della membrana intra-articolare e dal liquido sinoviale delle articolazioni. Successivamente, la milza, il tessuto linfoide e il midollo osseo sono collegati alla sintesi. Il pool di immunoglobuline anomale è rappresentato al 90% da IgM-RF. Il restante 10% comprende IgA-RF, IgE-RF e IgG-RF.

Il meccanismo patologico della sintesi della Federazione Russa inizia con alcune malattie e malfunzionamenti del sistema immunitario. Formata nelle articolazioni, il fattore reumatoide entra nel sangue, dove inizia a comportarsi come un antigene. Si lega alle sue immunoglobuline di classe G, formando con loro immunocomplessi.

I composti risultanti con flusso di sangue nella cavità articolare, dove è depositato sulle membrane sinoviali. Lì provocano lo sviluppo di reazioni citotossiche che causano infiammazione e portano alla graduale distruzione delle articolazioni. La RF tende a depositarsi sull'endotelio vascolare, causandone il danno. I livelli di RF nel sangue e nel liquido sinoviale sono in genere correlati.

La determinazione qualitativa del fattore reumatoide si basa sulla capacità di anticorpi anormali di reagire con il frammento Fc IgG. Quest'ultimo è una sorta di marcatore di processi infiammatori cronici, infezioni, malattie autoimmuni, cancro.

Quasi tutte le persone sane hanno una piccola quantità di anticorpi anormali nel sangue. Non vengono rilevati da test qualitativi positivi solo quando la RF è superiore a 8 IU / ml. Secondo varie fonti, il livello normale del fattore reumatoide nel sangue è inferiore a 10-20 U / ml.

In diversi laboratori, i normali valori di RF possono variare leggermente. Ciò è dovuto all'uso di varie apparecchiature e reagenti chimici. Pertanto, ciascun laboratorio indica le cifre di riferimento nelle forme. È su di loro e devono concentrarsi quando si valutano i risultati dell'analisi.

Metodi di determinazione

I metodi per determinare la RF sono divisi in qualitativi e quantitativi. Al primo appartiene il test al lattice e la classica reazione Vaaler-Rose, che non viene quasi mai utilizzata. Queste analisi consentono con certa certezza di identificare un aumento del fattore reumatoide.

Per il rilevamento accurato del livello della RF, viene utilizzata una determinazione quantitativa (nefelometrica o turbidimetrica). Un test ancora più perfetto è ELISA - immunoassay enzimatico. Permette di identificare la concentrazione di non solo IgM-RF, ma anche di altre immunoglobuline patologiche. Ciò apre nuove opzioni diagnostiche e rende l'analisi più informativa.

Test al lattice

Lo studio più semplice, economico e dalle prestazioni più elevate per il quale viene utilizzato il reagente contenente il lattice RF contenente IgG umane. Come il materiale di prova prende il siero. Le anormali immunoglobuline contenute in esso reagiscono con frammenti di Fc di IgG, che si trovano nel reagente.

Se il siero contiene più di 8 U / ml di fattore reumatoide, si verifica una reazione di agglutinazione pronunciata (incollatura di immunoglobuline normali e patologiche insieme). Visivamente, può essere visto come un test positivo. La durata dello studio è di circa 15-20 minuti.

Il test al lattice ha i suoi svantaggi. Questi includono un basso contenuto informativo e un'alta frequenza di risultati falsi positivi. A differenza dei metodi quantitativi, il test al lattice non consente di rilevare il livello di RF nel plasma sanguigno.

Determinazione nefelometrica e torbidimetrica della RF

I metodi si basano sulla misurazione dell'intensità del flusso luminoso che passa attraverso il plasma sanguigno con particelle solide sospese. Si riduce a causa dell'assorbimento e della dispersione della luce. La nefelometria e la turbidimetria consentono di stimare la "torbidità" del materiale in esame utilizzando uno speciale grafico di calibrazione, determinando la quantità di IgM-RF nel plasma.

Questi metodi sono più informativi e accurati rispetto al test al lattice. Si riferiscono a analisi quantitative, consentono di determinare in modo affidabile la concentrazione del fattore reumatoide nel plasma sanguigno. Sono adatti per controllare il livello della Federazione Russa in dinamica. Gli esami periodici del paziente ci permettono di stimare il tasso di progressione delle malattie autoimmuni e l'efficacia della terapia.

ELISA per la determinazione del fattore reumatoide IgM, IgG, IgA e IgE

Tutti i metodi precedenti mirano a determinare l'IgM-RF, che costituisce il 90% del pool totale di immunoglobuline patologiche. Tuttavia, non sono in grado di rilevare autoantigeni di altre classi. Questa mancanza di immunodosaggio. È possibile rilevare l'uso di ELISA, IgG-RF, IgE-RF e IgA-RF.

Un aumento del livello di IgG patologiche di solito indica un danno all'endotelio vascolare. Questo è caratteristico delle malattie autoimmuni che comportano lo sviluppo di vasculite. Un'alta concentrazione di IgA di solito indica un decorso grave e prognosticamente sfavorevole dell'artrite reumatoide.

Indicazioni per l'analisi biochimica del sangue nella Federazione Russa

È necessario passare un'analisi sulla RF a persone i cui medici sospettano la presenza di malattie articolari, malattie sistemiche del tessuto connettivo, disordini immunitari, processi infiammatori cronici, neoplasie maligne ed invasioni elmintiche. Nei bambini, la determinazione della RF è necessaria se si sospetta l'artrite reumatoide giovanile.

Prima di donare il sangue è necessario consultare il proprio medico. Egli specificherà il prezzo della ricerca e dirà quanto viene fatto, ciò che mostra. Dopo aver ricevuto i risultati, li decifrerà, sceglierà la tattica di ulteriori azioni. Forse il medico farà una diagnosi definitiva o prescriverà ulteriori test.

La definizione di RF viene visualizzata quando compaiono questi sintomi:

  • artralgia ricorrente - dolore alle articolazioni di qualsiasi luogo;
  • aumento costante della temperatura corporea a 37-38 gradi;
  • rigidità giornaliera mattutina nelle articolazioni;
  • dolori irragionevoli in muscoli, uno stomaco, una vita;
  • l'aspetto sulla pelle di piccole emorragie o eruzioni cutanee non allergiche;
  • ipercheratosi: eccessivo ispessimento della pelle in diverse parti del corpo;
  • secchezza patologica della pelle, degli occhi, della mucosa orale;
  • grave perdita di peso, costante debolezza e apatia.

Questi sintomi possono indicare malattie articolari degenerative-distruttive o malattie autoimmuni sistemiche. Eruzioni cutanee e petecchie sulla pelle sono frequenti segni di vasculite e la secchezza anormale della pelle e delle mucose spesso indica la sindrome di Sjogren.

Oltre all'analisi del sangue per il fattore reumatoide, i medici possono anche prescrivere altri test. Un esame completo del paziente comprende esami del sangue generali e biochimici, analisi delle urine, fluorografia, esame radiografico delle articolazioni in cui una persona si sente rigida o dolorosa.

Livelli di sangue

Quando si esamina un paziente con un test al lattice, un risultato negativo è considerato normale. Ciò significa che la quantità di fattore reumatoide nel sangue non supera i limiti consentiti (in un caso particolare - 8 U / ml). Tuttavia, il test al lattice nel 25% dei casi dà risultati falsi positivi. Come dimostrato dalla pratica, è più adatto per gli studi di screening che per la diagnosi nelle condizioni delle cliniche.

Se parliamo dell'analisi biochimica del sangue, negli uomini e nelle donne adulte, il contenuto di RF entro 0-14 U / ml è considerato normale. Nei bambini, questa cifra non deve superare 12,5 U / ml. Con l'età negli uomini e nelle donne, la quantità di RF nel sangue aumenta gradualmente e entro i 70 anni può raggiungere 50-60 U / ml.

Per una persona sana per adulti, è consentito il contenuto RF nel sangue entro 25 IU / ml. Tali figure sono una variante della norma in assenza di sintomi allarmanti che indicano qualsiasi malattia. In presenza di un'eruzione cutanea, dolore alle articolazioni o segni di infiammazione negli esami del sangue, il paziente necessita di ulteriore esame.

Come decodificare correttamente un esame del sangue per il fattore reumatoide

Anche i problemi "trascurati" con le articolazioni possono essere curati a casa! Basta non dimenticare di spalmarlo una volta al giorno.

Un test al lattice negativo o un livello RF inferiore a 14 U / ml nelle analisi biochimiche indica il suo contenuto normale nel sangue. Tuttavia, il fattore reumatoide è diminuito ma non indica che sei sano. Ci sono artrite reumatoide sieronegativa e spondiloartrite, in cui vi è un quadro clinico luminoso della malattia, ma la Federazione Russa è nel range di normalità. Ne parleremo più tardi.

Nel caso di un livello sospettosamente alto della RF, in determinazione quantitativa una persona ha bisogno di un ulteriore esame. A volte i risultati distorti sono il risultato di una preparazione inadeguata per l'analisi. In questo caso, al paziente viene spiegato come donare il sangue e ripetere lo studio.

Tabella 1. Risultati decodificanti in uomini e donne adulti: norma e patologia

spiegazione

Insieme alla determinazione del livello del fattore reumatoide, i medici prescrivono esami del sangue per CRP (proteina C-reattiva), ACCP (anticorpi al peptide citrullinato ciclico) e antistreptolysin-O. Questi studi sono particolarmente importanti nella diagnosi dell'artrite reumatoide.

Tasso negativo - ragione per calmarsi?

Alcuni pazienti vanno da un medico con un quadro clinico chiaramente contrassegnato di artrite reumatoide, sono testati per la radiofrequenza e risultano essere negativi. Cosa significa? Il fatto che una persona sia completamente sana, non ha l'artrite? O dovrebbe ancora preoccuparsi della sua salute?

La RF negativa non indica sempre l'assenza di artrite reumatoide o altre patologie autoimmuni.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo della RA, potrebbe non esserci alcun fattore reumatoide nel sangue; viene rilevato in seguito, con successivi esami del paziente. Pertanto, vale la pena ricordare che una singola definizione della RF non è sempre informativa. I pazienti che hanno sintomi pronunciati della malattia devono essere testati di nuovo dopo sei mesi e un anno.

Parlando di artrite reumatoide, vale la pena ricordare che è sieropositivo e sieronegativo. Quest'ultimo è caratterizzato da livelli normali di RF nel sangue in presenza di un paziente con sintomi clinici severi e segni radiografici di alterazioni degenerative delle articolazioni. Le varianti sieronegative della malattia sono più tipiche per le donne in cui l'artrite reumatoide ha debuttato in età avanzata.

In ogni quinto paziente con artrite reumatoide, i medici diagnosticano una forma sieronegativa della malattia.

I livelli normali di fattore reumatico sono anche osservati nelle spondiloartropatie sieronegative (CCA), deformando l'osteoartrosi e l'infiammazione delle articolazioni di natura non reumatica. Tutte queste malattie sono caratterizzate dalla presenza di sindrome articolare e altri sintomi patologici. Nei pazienti con spondiloartropatia, viene rilevato uno stato portatore dell'antigene HLA-B27.

Per SSA includono:

  • spondilite anchilosante giovanile;
  • spondilite anchilosante;
  • artrite reattiva (postenterocolico e urogenitale);
  • artrite psoriasica;
  • Sindrome di SAPHO e SEA;
  • artrite con malattie infiammatorie croniche intestinali (colite ulcerosa, morbo di Crohn, malattia di Whipple).

Le spondiloartropatie sieronegative interessano molto spesso i giovani maschi. Nel 62-88% dei casi, la manifestazione della malattia si verifica in 16-23 anni. Meno comunemente, le patologie si trovano nelle donne e negli uomini più anziani.

Indicatore positivo - cosa significa?

Cosa può aumentare il livello del fattore reumatico nel sangue? Di solito indica la presenza di artrite reumatoide, malattie infettive, autoimmuni o oncologiche. È possibile stabilire e confermare la diagnosi con l'aiuto di analisi aggiuntive e altri metodi di ricerca.

Alcuni autori ritengono che ci siano popolazioni di RF fisiologico e patologico. Questo può spiegare il fatto di un aumento asintomatico del livello del fattore reumatoide in soggetti senza malattie. Gli scienziati finora non sono riusciti a rilevare le differenze tra i fattori reumatoidi isolati da persone malate e sane.

Quali malattie aumentano il tasso?

Numerosi forum stanno attivamente ragionando sui motivi per aumentare la RF. Quali malattie hanno un alto livello di fattore reumatoide, come trattarle? Una terapia adeguata aiuterà ad evitare la distruzione delle articolazioni e il progressivo deterioramento delle loro funzioni? Come ridurre l'alto livello di RF nel sangue? Queste e molte altre domande interessano molte persone. Proviamo a rispondere loro.

Molto spesso, l'artrite reumatoide è la causa di un marcato aumento della RF al plasma. La prevalenza della malattia nella popolazione è dell'1-2%. Nell'80% dei casi, l'AR colpisce donne al di sopra dei 40 anni. Gli uomini soffrono raramente di questa patologia.

collagene

Le malattie del collagene comprendono le malattie sistemiche del tessuto connettivo, compresa l'artrite reumatoide. Molto spesso, un livello elevato di fattore reumatico è osservato nei pazienti con sindrome di Sjogren. Secondo le statistiche, è stato identificato il 75-95% dei pazienti. La sindrome di Sjogren è caratterizzata da danni alle ghiandole salivari e lacrimali. La malattia si manifesta con un'eccessiva secchezza della pelle e delle mucose. Quasi tutti i pazienti sviluppano la sindrome dell'occhio secco.

Meno comunemente, si osserva un aumento della concentrazione di RF nel sangue con lupus eritematoso sistemico e dermatomiosite.

La sospetta collagenosi può essere in presenza di dolori muscolari e articolari, rash eritematoso e petecchie sulla pelle. Nella maggior parte dei pazienti, c'è un costante aumento della temperatura a 37-38 gradi. Segni non specifici di infiammazione (aumento della VES, proteina C-reattiva, α2-globuline) sono rilevati nel sangue dei pazienti. La diagnosi richiede test specifici.

La maggior parte delle malattie sistemiche del tessuto connettivo ha un decorso lento ma progressivo. Anche un trattamento tempestivo e corretto non aiuta a eliminare completamente la patologia. Con l'aiuto di alcuni farmaci puoi solo rallentare il decorso di queste malattie.

Malattie infettive

Molto spesso, si osservano alti livelli di RF in alcune malattie infiammatorie acute (endocardite infettiva, influenza, rosolia e morbillo). Secondo le statistiche, un fattore reumatoide positivo è rilevato in tale 15-65% dei pazienti. Meno frequentemente (nell'8-13% dei casi) l'aumento del fattore reumatico si verifica nella tubercolosi e nella sifilide.

Altre malattie

Il fattore reumatoide può aumentare in alcune malattie sistemiche che comportano lesioni polmonari (fibrosi interstiziale, sarcoidosi) e neoplasie maligne. Alti livelli di fattore reumatico si riscontrano nel 45-70% dei pazienti con cirrosi biliare primitiva.

Nei bambini, a volte si osserva un aumento della RF nell'artrite reumatoide giovanile e nelle invasioni da elminti. L'alto contenuto di autoanticorpi (IgM-RF) nel sangue di un bambino può essere causato da infezioni croniche, frequenti malattie virali e infiammatorie. Questo spiega l'aumento del livello del fattore reumatico nei bambini malati a lungo ea lungo termine.

Fattore reumatoide nei reumatismi

In quasi tutti i pazienti con reumatismo, la quantità di fattore reumatico nel sangue è nell'intervallo di normalità. Il suo aumento può essere osservato con lo sviluppo di endocardite infettiva secondaria. Ci sono casi in cui l'aumento del livello della RF si è verificato diversi anni prima dell'inizio dei reumatismi. Tra questi due eventi non è stata ancora stabilita alcuna connessione affidabile.

Nella spondilite anchilosante e nella sclerodermia sistemica della Federazione Russa è di solito entro il range di normalità. In rari casi, la sua concentrazione nel sangue può aumentare: questo si verifica quando una massiccia lesione delle articolazioni periferiche.

Quando è necessario il trattamento

Prima di trattare qualsiasi malattia articolare o autoimmune, è necessario verificare la sua presenza. La rilevazione di un alto contenuto di fattore reumatico nel sangue non è una base per la diagnosi. Si può parlare della malattia solo se ci sono sintomi caratteristici e risultati di altri test più affidabili. Il trattamento dovrebbe iniziare solo dopo la conferma della diagnosi. Tutti i farmaci dovrebbero essere prescritti dai medici.

Per combattere la collagenosi, i glucocorticosteroidi e i farmaci citotossici sono comunemente usati. Questi farmaci inibiscono l'attività del sistema immunitario e inibiscono la sintesi di autoanticorpi. Nell'artrite reumatoide grave, l'uso di agenti biologici è molto efficace (Rituximab, Humira, Embrel, Remicade). Per combattere le malattie infettive è necessario un ciclo di terapia antibatterica, antivirale o antiparassitaria.

Per il trattamento e la prevenzione delle malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale, i nostri lettori utilizzano il metodo di trattamento rapido e non chirurgico raccomandato dai reumatologi russi, che hanno deciso di opporsi al caos farmaceutico e hanno presentato una medicina che VERAMENTE TRATTIA! Conoscemmo questa tecnica e decidemmo di offrirla alla vostra attenzione. Leggi di più.

Le persone con malattia di Sjogren hanno bisogno di un trattamento sintomatico della sindrome dell'occhio secco. A questo scopo, vengono loro prescritte lacrime artificiali. Con il concomitante danno alla tiroide, il paziente potrebbe aver bisogno di assumere Eutirox - un analogo sintetico dei suoi ormoni.

Consigli

Come prepararsi con la donazione di sangue nella Federazione Russa:

  1. Durante il giorno prima di andare in laboratorio, evitare uno sforzo fisico intenso e l'esercizio fisico.
  2. 8-12 ore prima della consegna pianificata dell'analisi abbandonare completamente l'uso del cibo.
  3. Non bere alcolici o bevande energetiche alla vigilia della tua visita all'ospedale.
  4. Un'ora prima del prelievo di sangue, smetti di fumare completamente e cerca di non essere nervoso.

Come dimenticare il dolore articolare?

  • I dolori articolari limitano i tuoi movimenti e la vita piena...
  • Sei preoccupato per il disagio, crunch e dolori sistematici...
  • Forse hai provato un sacco di droghe, creme e unguenti...
  • Ma a giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe - non ti hanno aiutato molto...

Ma l'ortopedico Valentin Dikul afferma che esiste un rimedio veramente efficace per il dolore articolare! Maggiori informazioni >>>

Vuoi ricevere lo stesso trattamento, chiedici come?