Istruzioni per l'uso di Anovlar

Diete

Il 1 ° gennaio 1960, Bayer Schering Pharma (a quel tempo Schering) registrò il suo primo contraccettivo ormonale.

Questo primo contraccettivo ormonale segnò l'inizio di una serie continua di innovazioni di successo nel campo della contraccezione.

All'inizio

Gli scienziati di Schering iniziarono a esplorare gli ormoni negli anni '20 del XX secolo - in un'epoca in cui queste sostanze erano un'area inesplorata della medicina. Nel 1919, lo scienziato austriaco Ludwig Haberlandt mostrò che le ovaie di conigli gravide, trapiantate in femmine non gravide, sopprimevano l'ovulazione e quindi impedivano la gravidanza. Questa è stata la prima prova che la contraccezione ormonale è una vera opportunità per regolare la fertilità.

La difficoltà era che negli anni '20 la maggior parte degli ormoni non erano ancora identificati chimicamente, quindi non potevano essere prodotti in una forma pura. L'unica via d'uscita era usare estratti di organi animali - con tutte le impurità e i rischi suggeriti da questa tecnologia.

La prima compagnia ormonale di farmaci Schering Proginon® - farmaco a base di estrogeni per il trattamento dei sintomi della menopausa - apparve nel 1928.

Contraccettivi ormonali - idea femminile

Creare contraccettivi ormonali sarebbe impossibile senza due donne: Margaret Sanger e Catherine McCormick. M. Sanger era un'infermiera newyorkese che ha visto l'effetto distruttivo che numerose gravidanze e parto possono avere sulla vita di una donna, per non parlare della necessità di nutrire un gran numero di bocche affamate, di offrire ai bambini normali condizioni di vita e una buona educazione. Era completamente convinta che un contraccettivo, il cui uso sarebbe controllato dalla donna stessa, fosse l'unica soluzione reale in grado di alleviare la donna dal peso di troppe gravidanze non pianificate. M. Sanger non ha mai nascosto le sue convinzioni, nonostante il fatto che questo ha reso i suoi nemici in una società in cui gli uomini consideravano le donne avere figli, e la contraccezione era ufficialmente vietata. La creazione di un contraccettivo ormonale è diventata politicamente possibile solo negli anni '50. M. Sanger si è avvicinato a Catherine McCormick, una milionaria che ha sponsorizzato molti progetti di beneficenza ed era interessata al movimento delle donne. Insieme, M. Sanger e C. McCormick hanno convinto il dott. Gregory Pincus a creare un farmaco contraccettivo ormonale, entrato nel mercato americano nel maggio 1960 e commercializzato con il marchio Ernode®. Se Pincus era il "padre dei contraccettivi ormonali", allora Sanger e McCormick erano le loro "ostetriche".

Anovlar® - il primo contraccettivo ormonale in Europa

Meno di un anno dopo la comparsa delle pillole anticoncezionali negli Stati Uniti, il primo contraccettivo ormonale europeo ha raggiunto il mercato in Germania e poi in tutta l'Europa occidentale. Anovlar® di Bayer Schering Pharma (a quel tempo Schering) conteneva 50 μg di etinilestradiolo e 4 mg di noretisterone acetato per compressa. Per confronto, il primo contraccettivo ormonale americano conteneva 150 mcg di un componente estrogenico molto simile e 10 mg del progestinico. Già a partire da Anovlar®, la tradizione di Schering può essere rintracciata per ridurre al minimo la dose di ormoni, garantendo alta efficienza e sicurezza.

Norgestrel e Levonorgestrel - una nuova generazione di gestageni

Nel 1965 apparve sul mercato il primo contraccettivo ormonale con un nuovo progestinico, Euginon® prodotto da Schering. Ogni compressa del farmaco conteneva 500 μg del componente progestinico di norgestrel - una sostanza più potente rispetto a noretisterone, che è stata utilizzata fino a quel momento. Solo pochi anni dopo, nel 1970, Schering pubblicò Neoginon®. Questo contraccettivo ormonale era, in linea di principio, identico a Euginon®, ma invece di 500 mcg di norgestrel, conteneva 250 mcg di una molecola migliorata, levonorgestrel.
Un altro salto di qualità: il primo farmaco "mini-bevuto"

Nel 1971 Schering introdusse un principio contraccettivo completamente diverso: le mini-pillole, chiamate anche contraccettivi ormonali puramente progestinici. La composizione di Mikrolut® comprendeva solo una dose molto bassa di levonorgestrel (30 mcg per compressa) e nessun estrogeno era contenuto. I contraccettivi ormonali puramente progestinici devono essere assunti rigorosamente alla stessa ora ogni giorno, senza interruzione per il sanguinamento da sospensione. Il meccanismo d'azione di questo farmaco non è lo stesso di quello dei contraccettivi orali combinati, perché quando viene assunto di solito non sopprime l'ovulazione. L'effetto contraccettivo si basa principalmente su un cambiamento nel muco cervicale, che diventa molto viscoso e costituisce una barriera per lo sperma.

Riduzione della dose

Nel 1973, Schering ha lanciato Mikroginon®, un contraccettivo orale combinato contenente una dose ancora più bassa di ormoni di 30 mcg di etinilestradiolo e 150 mcg di levonorgestrel per pillola. Per la prima volta è apparso un contraccettivo ormonale con un contenuto di etinilestradiolo inferiore a 50 μg, che ha stabilito una classe intera di contraccettivi ormonali a basse dosi. Da allora, i contraccettivi ormonali a basse dosi sono diventati il ​​rimedio standard e i farmaci con alte dosi di estrogeni sono gradualmente scomparsi. Il Mikroginon® è ancora presente sul mercato, ancora oggi, dopo oltre 35 anni dalla sua comparsa. Questo farmaco è considerato molto efficace e ben tollerato e l'OMS è incluso nell'elenco dei farmaci essenziali da esso consigliati.

Ridurre la dose ancora di più senza influenzare negativamente il controllo del ciclo mestruale era difficile in quel momento. Tuttavia, gli scienziati di Schering hanno trovato una soluzione molto intelligente: ridurre la dose di ormoni, presi in un ciclo, mantenendo l'efficacia contraccettiva. Il primo farmaco trifase Trikvilar® ha imitato le naturali fluttuazioni ormonali che si verificano nel corpo di una donna durante il ciclo mestruale. Nella prima metà del ciclo, il progesterone nel corpo femminile non viene prodotto. Pertanto, la riduzione della dose di progesterone nei primi giorni del ciclo del farmaco è stata la decisione giusta. Triquilar® è ancora commercializzato come uno dei tanti prodotti di successo di Bayer Schering Pharma.

Un'ulteriore riduzione della dose è stata davvero raggiunta già negli anni '90.

Utili proprietà non contraccettive: un nuovo concetto di contraccettivi ormonali
Fino agli anni '70, lo sviluppo dei contraccettivi ormonali si basava sul concetto di garantire un'efficace prevenzione delle gravidanze indesiderate con la dose minima richiesta di ormoni. Tuttavia, con l'avvento del nuovo progestinico ziproterone acetato (CPA), questo approccio è cambiato. Insieme al fatto che il CPA, essendo un progestinico efficace, sopprime l'ovulazione, blocca anche l'azione degli ormoni maschili (androgeni). Ma a che serve con le pillole anticoncezionali?

Tutte le donne nelle ghiandole surrenali producono una piccola quantità di ormoni maschili (testosterone), proprio come negli uomini, gli ormoni femminili sono prodotti in quantità insignificante. Tuttavia, alcune donne producono un eccesso di testosterone endogeno, che porta a eccessiva pelle grassa, acne o aumento della crescita dei peli del viso. Schering Diane®, che è stato introdotto sul mercato nel 1978, è stato estremamente utile per queste donne. La dose di estrogeni in Diane® è stata successivamente ridotta - è così che è apparso Diane®-35, che è ancora usato come trattamento dell'acne da moderata a severa nelle donne che hanno anche bisogno di un metodo contraccettivo affidabile.

Progestin esattamente dove importa - "sistema intrauterino"

Continuando a lavorare sul miglioramento dei contraccettivi ormonali, la società Schering nel 1990 ha introdotto sul mercato il primo e finora l'unico sistema intrauterino Mirena®. Un serbatoio contenente ormoni è fissato sul caso polimerico a forma di T dell'elica, da cui una piccola quantità dell'ormone viene rilasciata ogni giorno. Mirena® è progettato per prevenire gravidanze indesiderate con dosi minime dell'ormone per un periodo fino a 5 anni. Durante il giorno vengono rilasciati 20 mcg di levonorgestrel, ma solo la metà di questa dose entra nel flusso sanguigno, che corrisponde a circa due "mini-bevuto" a settimana - il volume è davvero minimo.

Il meccanismo d'azione di Mirena® si basa sul vecchio principio del "progestin", tuttavia l'ormone agisce a livello locale, non a livello di sistema. Il muco cervicale diventa così viscoso che gli spermatozoi non sono in grado di penetrarlo. Allo stesso tempo, c'è una soppressione della funzione dell'endometrio (membrana mucosa della cavità interna dell'utero) da parte di un ormone rilasciato localmente, quindi l'addensamento ciclico dell'endometrio è praticamente assente. Inoltre, ci sono cambiamenti nella natura del sanguinamento. Mentre le donne che usano i tradizionali IUD con rivestimento in rame spesso hanno periodi abbondanti e dolorosi, sullo sfondo delle mestruazioni Mirena® in molte donne diventa molto scarsa, e circa il 20% di esse si fermano del tutto. Questo "effetto collaterale" è particolarmente utile per le donne con una forte perdita di sangue mestruale. Oggi, in molti paesi, Mirena® è indicato non solo per la contraccezione, ma anche per la correzione di sanguinamento mestruale pesante - un altro utile effetto non contraccettivo. Studi recenti hanno dimostrato che grazie a Mirene®, è stato possibile ridurre del 50% il numero di operazioni per rimuovere l'utero associato a sanguinamento mestruale pesante. Mirena®, dopo che il medico l'ha installato nell'utero, rimane efficace per 5 anni. Questo è un enorme vantaggio rispetto alle mini-pillole, che hanno un meccanismo contraccettivo simile, ma richiedono un'assunzione giornaliera molto puntuale.

La linea di farmaci Jess® - i contraccettivi ormonali di maggior successo nel mondo

Un altro nuovo progestinico con proprietà benefiche non anticoncezionali aggiuntive - Drospirenone - è stato sintetizzato dagli scienziati di Schering negli anni '90 e lanciato sul mercato nel 2000. I contraccettivi ormonali che includono drospirenone includono Yarin® e il nuovo farmaco, Jes®.

Jess® è un contraccettivo di nuova generazione. La composizione unica e il regime innovativo (24 pillole attive e 4 pillole placebo) hanno permesso di registrare Jes® negli Stati Uniti e in Russia per tre indicazioni: contraccezione, trattamento dell'acne e trattamento del disturbo premestruale. Jess® è anche il primo contraccettivo a dissipare il mito dell'aumento di peso. Il drosperinone contenuto in esso stimola l'escrezione di sodio e acqua dai reni, neutralizzando in tal modo il sodio indotto da estrogeni e la ritenzione idrica nel corpo.

Oggi, la linea di farmaci Jess® è al primo posto nella top ten dei prodotti Bayer Schering Pharm di maggior successo e gli scienziati di Bayer Schering Pharm hanno molte ottime idee su come offrire alle donne proprietà ancora più utili.

Vicino a futuri contraccettivi ormonali

Una delle idee dei moderni ricercatori nel campo della contraccezione è l'introduzione di un gruppo di vitamina B essenziale nella composizione dei contraccettivi ormonali - folato. Alle donne che pianificano una gravidanza si consiglia di iniziare a prendere acido folico almeno tre settimane prima del concepimento previsto, al fine di ridurre il rischio di difetti alla nascita del tubo neurale. Poiché molte donne rimangono incinte poco dopo l'interruzione dei contraccettivi ormonali, l'aggiunta di folato garantisce che questo elemento sia sufficiente.
Negli ultimi 50 anni, molti nuovi gestageni sono stati creati come componenti di contraccettivi ormonali. Ognuno di loro ha proprietà uniche e alcuni, come il dienogest e il drospirenone, hanno benefici aggiuntivi non legati alla contraccezione. Tuttavia, la componente estrogenica in quasi tutti i contraccettivi ormonali rimane ancora l'etinilestradiolo, un potente estrogeno sintetico sintetizzato per la prima volta da Schering nel 1938.

Ci sono stati molti tentativi di usare l'estradiolo, un estrogeno prodotto dal corpo femminile, ma la maggior parte di questi tentativi è fallita a causa del controllo insufficiente del ciclo mestruale. Il successo, infine, è stato raggiunto grazie alla combinazione di estradiolo valerato con dienogest. Questo componente estrogeno nel nuovo contraccettivo ormonale Clayra® prodotto da Bayer Schering Pharma viene immediatamente metabolizzato in estradiolo, che è identico all'estrogeno prodotto nel corpo di una donna.
Studi clinici hanno dimostrato che Clayra® previene efficacemente la gravidanza ed è caratterizzato da un adeguato controllo del ciclo e una buona tollerabilità.

Così, anche a 50 anni dalla creazione del primo contraccettivo ormonale, appaiono nuovi e interessanti sviluppi.

È possibile fare conoscenza con l'analisi del mercato russo dei contraccettivi nel rapporto dell'Accademia di congiuntura dei mercati industriali "Il mercato degli anticoncezionali in Russia"

9.2. Contraccezione ormonale

I contraccettivi ormonali sono analoghi sintetici degli ormoni sessuali femminili: estrogeni e progesterone e loro derivati. Attualmente sono state sintetizzate più di 500 varietà di contraccettivi orali (OC). Lo sviluppo della contraccezione ormonale è andato lungo il percorso di riduzione della dose giornaliera di ormoni estrogeni e introduzione di nuovi gestageni nei farmaci. Diverse nuove varianti di steroidi progestinici sono state sintetizzate (dinestrenolo, diacetato di etindiolo, medrossiprogesterone acetato, ecc.).

Nuovi risultati sono anche associati alla creazione di farmaci con il rilascio continuo di piccole dosi di ormoni introdotte nel corpo mediante iniezione, impianto o anelli vaginali contraccettivi e IUD. Il secondo modo per sviluppare la contraccezione ormonale è associato alla creazione di farmaci postcoitalici con il rilascio intermittente di grandi dosi dell'ormone.

A seconda della composizione, della dose e del metodo di utilizzo dei farmaci ormonali, si distinguono i seguenti tipi di contraccettivi ormonali: preparazioni combinate di estrogeni-progestinici; microdosi di gestageni ("mini-pili"); farmaci postcoital; farmaci prolungati; agonisti degli ormoni che liberano la gonadotropina; antagonisti del progesterone.

Le preparazioni combinate di estrogeno-progestinico sono note dal 1955. La loro composizione include estrogeni e progestogeni in vari rapporti (9.10). Secondo l'azione farmacologica dei farmaci combinati differiscono l'uno dall'altro dal rapporto tra gestageni, estrogeni, androgeni e proprietà anaboliche delle molecole. Sono applicati dal 5 ° giorno del ciclo mestruale per 21 giorni.

Il più noto nel nostro paese ovulen, non-ovlon, biseurin, anovlar e altri.Tali derivati ​​di estrogeno e progestinico, che fanno parte dei farmaci estrogeno-progestinici combinati, sono presentati in 9.11.

I progestinici, insieme all'influenza progestinica, hanno altri effetti biologici, come evidenziato dai dati presentati nel 9.12 [Runperbaum V., Rable T., 1987].

Il meccanismo d'azione dell'OC combinato si basa principalmente sul blocco dell'ovulazione mediante l'inibizione della secrezione di lyulberina da parte dell'ipotalamo e degli ormoni gonadotropici (FSH e FG) da parte della ghiandola pituitaria. L'influenza periferica viene effettuata bloccando la funzione ovarica e l'ovulazione [Sokolova 3. P., 1971; A. Khomasuridze G., 1979; Manuilova, I. A., 1983, et al.]. Sotto l'influenza di OA combinato nell'endometrio, si verifica una "regressione ghiandolare", in cui l'impianto è impossibile. Si notano cambiamenti nella mucosa vaginale e indurimento del muco cervicale, che interrompono il movimento degli spermatozoi, così come i cambiamenti nel trasporto delle uova e la capacità fertilizzante degli spermatozoi.

L'OK combinato è un metodo di contraccezione reversibile con un'efficienza del 100% [Briggs M., 1976].

Effetti collaterali: OK hanno un effetto sistemico sul corpo. Negli ultimi 10-15 anni, per quanto riguarda l'uso diffuso di OK, l'attenzione degli scienziati si è concentrata sui loro effetti collaterali. Le complicanze più gravi includono un aumentato rischio di tromboembolia, malattie vascolari, rischio di infarto miocardico, specialmente nei fumatori, fegato, reni, carboidrati, lipidi e metabolismo della vitamina, ecc. [Manuilova I. А., 1983; Manuylova I. A. et al., 1985].

Nel 1986, M. Vessey (Regno Unito) e J. Goldziehr (USA) hanno riferito di aver abbandonato i loro timori di vecchia data sul rischio di tromboembolismo.

In numerose pubblicazioni non ci sono indicazioni di un aumento dell'incidenza di tumori della mammella e dell'utero. Inoltre, ci sono indicazioni del suo declino, apparentemente dovuto alla componente gestagena, che viene utilizzato nel cancro di questi organi come un citostatico. Nelle donne dopo 10 anni di assunzione di OC, il rischio di fibromi è inferiore del 31% [Ross R., 1986].

L'uso di OK riduce il rischio di sviluppare alcuni tumori maligni, tra cui il cancro ovarico e l'endometrio. Il grado di riduzione del rischio di sviluppare il cancro ovarico dipende dalla durata dell'applicazione di OK. Se usato per più di 5 anni, il rischio è ridotto di circa il 60%. Ridurre il rischio di cancro dell'endometrio quando si utilizza il tipo combinato OK è ridotto di almeno il 50%. È stata osservata una forte diminuzione nelle donne non donatrici L'effetto protettivo del QA dura per almeno 10 anni dopo l'interruzione del trattamento. Le OC contribuiscono alla prevenzione delle malattie infiammatorie degli organi genitali, delle cisti ovariche funzionali, della dismenorrea, della sindrome premestruale, dell'anemia da carenza di ferro [D. Derman, 1986]. Tuttavia, c'è stato un aumento dell'incidenza di cancro del collo dell'utero e del fegato. Il rischio di sviluppare il cancro cervicale aumenta 6,8 volte (per le donne di età compresa tra 20 e 39 anni) e 1,8 volte (tra 40 e 49 anni) [Williams J., 1986]. Nelle donne che hanno assunto OK per 8 anni o più, il rischio di sviluppare un carcinoma epatocellulare aumenta di 3,8-4,4 volte [Forman J. et al., 1986]. Riducendo la dose di estrogeni nella composizione delle compresse a 50 μg o meno si riduceva significativamente l'incidenza di complicanze e si aumentava l'accettabilità di OK.

La contraccezione orale è il metodo di scelta per le giovani donne (di età inferiore a 35 anni) con aborti ripetuti e se ci sono controindicazioni all'uso della spirale.

Controindicazioni all'uso della spirale. Assoluto: malattie tromboemboliche, alterazione della funzionalità epatica, cirrosi epatica, insufficienza renale, danni ai vasi cerebrali, tumori maligni dell'apparato riproduttivo. Relativo: ipertensione, diabete mellito, psicosi, otosclerosi, grave precedente gravidanza (tossicosi, ittero, prurito), asma, cardiopatia reumatica, pielonefrite, obesità, emicrania, colecistite, fumo (più di 10-15 sigarette al giorno), età più vecchio di 35 anni, herpes durante una precedente gravidanza, prima e periodo postoperatorio.

La scelta del farmaco viene effettuata solo da un medico dopo uno studio preliminare delle malattie trasferite ed esistenti e dei dati di esame obiettivo. Dovresti considerare la possibilità di aumentare la sensibilità delle donne agli estrogeni o ai progestinici. Grave nausea e vomito durante una precedente gravidanza, la comparsa di edema prima delle mestruazioni, abbondante scarico mucoso dalla vagina nei giorni di ovulazione indicano una maggiore sensibilità agli estrogeni. L'eccessiva crescita dei capelli, l'acne, l'obesità marcata durante una precedente gravidanza indicano ipersensibilità agli estrogeni. Sullo sfondo dell'OC, si notano affaticamento, depressione, aumento dell'appetito, aumento di peso, diminuzione del desiderio sessuale.

Le donne con ipersensibilità agli estrogeni tollerano meglio l'OK con una predominanza di gestageni e viceversa. Giovani donne con un normale contenuto di ormoni sessuali o con una leggera predominanza di biseurina o rigevidon prescritti da estrogeni.

In caso di iperestrogenemia grave, si raccomanda l'ovidone o il continuin, poiché l'norrestina sinistra contenuta in essi ha un marcato effetto anti-estrogenico.

Ricevimento OK sullo sfondo della gravidanza in corso termini precoci, diversi autori valutano in modo diverso: alcuni ritengono che il pericolo per lo sviluppo della prole non lo è, altri hanno un'opinione diversa. Degni di nota sono gli studi condotti da C.Varga (1987). Ha mostrato che la displasia delle articolazioni dell'anca (28,9%), l'emangioma (6,6%) sono state osservate nelle neonate le cui madri sono state trattate durante la gravidanza con OC; nel gruppo di controllo, questi cambiamenti sono stati osservati rispettivamente nel 10,6 e nell'1,1% delle ragazze. Questi dati ci permettono di sollevare la questione dell'ubicazione di continuare la gravidanza nelle donne che hanno preso OK nel periodo gestazionale.

Quando pianifichi una gravidanza, dovresti interrompere l'assunzione di OK per almeno 3 mesi. Durante questo periodo, è consigliabile assumere un multivitaminico e utilizzare metodi contraccettivi di barriera.

In considerazione del fatto che non è facile prevedere possibili reazioni avverse, è necessaria una registrazione del dispensario e un'osservazione ripetuta delle donne che assumono OK, almeno una volta ogni 2-3 mesi.

Se sullo sfondo della reception OK il 13-14 ° giorno si verifica una secrezione sanguinolenta, non si deve annullare il farmaco e aumentare la dose a 1,5-2 compresse al giorno. Dopo la cessazione della dimissione, la dose viene ridotta lentamente a 1 compressa al giorno.

Le scadenti mestruazioni quando si assume OK per 2-3 mesi è un'indicazione per la loro cancellazione. Con l'uso prolungato di OK, lo sviluppo della sindrome da iper ritardato è possibile (vedere paragrafo 5.1.2). Se la mestruazione non viene ripristinata, viene mostrato uno studio approfondito del sistema ipotalamico-ipofisario-ovarico.

Si raccomanda alle giovani di assumere l'OK per 3-6 mesi con pause di 2 mesi per 1-1,5 anni. Durante le pause è necessario alternare con altri metodi di contraccezione. La fertilità dopo la cancellazione di OK persiste, le complicazioni della gravidanza, il parto e la mortalità perinatale non aumentano. Anche il numero di anomalie dello sviluppo non aumenta.

Attualmente, viene utilizzata la terza generazione di OC combinata - preparazioni combinate di estrogeni-progestinici con un basso contenuto di etinilestradiolo (30 mg o meno) e componenti progestinici (microginon, rigevidon). La creazione di questi farmaci è stata dettata dal fatto che, secondo la maggior parte dei ricercatori, le complicanze di OC sono dovute ai loro componenti estrogenici (dose e tipo). Pertanto, la creazione di farmaci con una dose inferiore di estrogeni è utile e importante. Tuttavia, dati recenti mostrano che i gestagens svolgono anche un ruolo nel verificarsi di complicanze del sistema cardiovascolare. Pertanto, è consigliabile ridurre la dose di entrambi gli ormoni. Tuttavia, ci sono dei limiti al di sotto dei quali l'affidabilità della contraccezione è compromessa e si verificano violazioni del ciclo.

Il vantaggio di questi farmaci è la loro migliore tollerabilità e la frequenza insignificante delle reazioni avverse che passano rapidamente [Manuilova I. А., 1983; Prilepskaya V.N. e altri., 1983; Serov, VN, et al., 1983]. Allo stesso tempo, le violazioni del ciclo sotto forma di emorragia "svolta" durante l'assunzione di questi farmaci sono più comuni di quando assumono OK contenente 0,05 mg di estrogeni.

Trovato che OK con basso estrogeno non cambia la risposta immunitaria del corpo alle infezioni [Baker D., Thomas J., 1984]. Questi OK possono essere prescritti a donne ad alto rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, donne sopra i 35 anni; con ereditarietà e fumatori sfavorevoli [Manuilova I. A. et al., 1985].

I contraccettivi orali combinati bifasici sono farmaci contenenti una dose costante di estrogeni e una dose variabile del progestinico (sinistra-norgestella) in diverse fasi del ciclo mestruale. Sono indicati per le donne che sono sensibili ai gestagens. Anteovin è una droga di questo tipo. La dose di etinilestradiolo in tutte le compresse è la stessa - 0,05 mg. La dose di sinistra-norgestrel in targhe di colore bianco è 0.05 g, e in targhe di colore rosa - 0,125 mg. Il farmaco viene avviato il 5 ° giorno del ciclo mestruale; prima prendi pillole bianche, poi rosa, poco più di 21 giorni.

Le controindicazioni sono le stesse della bisecurina e di altri OK. Le reazioni avverse sono simili, ad eccezione del sanguinamento "sfondamento" nel mezzo del ciclo e dell'amenorrea.

Anteovina aumenta il contenuto di lipoproteine ​​ad alta densità del 43% e quindi non ha un effetto aterogenico [Dubnitskaya L.V., 1988]. Le donne con manifestazioni cliniche di iperandrogenismo (pelle grassa, acne, irsutismo, ipertricosi, fisico intersessuale) sono mostrate in combinazione con OK bifasico.

I contraccettivi orali combinati trifase sono caratterizzati dal fatto che il contenuto di estrogeni e gestagen si avvicina al livello degli steroidi durante il ciclo normale, cioè i preparati sono adattati alle fasi del ciclo mestruale normale.

Triquilar è stato creato secondo il principio dei tre passaggi: 6 giorni - le compresse vengono assunte nella fase follicolare del ciclo mestruale, in cui la dose di gestageni è maggiore degli estrogeni; 5 giorni - durante il periodo periovulatorio, aumenta la dose di compresse di estrogeni e progestinici; 10 giorni - nella fase luteale, la dose di estrogeni nei farmaci viene ridotta e i gestageni aumentano (9.13).

Triquilar è un contraccettivo affidabile, nonostante il fatto che la dose di gestagen sia piuttosto bassa.

Il meccanismo d'azione dell'OC a tre fasi consiste nel bloccare l'ovulazione, modificando lo stato del muco cervicale. Il triquilar non influisce negativamente sul metabolismo dei lipidi, dei carboidrati e sul sistema emostatico. Può anche essere prescritto per le donne con più di 35 anni, poiché aumenta il contenuto di lipoproteine ​​ad alta densità [Policar M., 1986].

La contraccezione orale trifase può essere controindicata in alcuni gruppi di donne. Bassi livelli ormonali a volte portano alla continuazione della secrezione ovarica di ormoni, che è associata al rischio di insufficienza gonadotropica e al rischio di ovaie policistiche [Berdah J., 1985].

I contraccettivi orali sono disponibili sotto forma di pillola. I contraccettivi ormonali più comuni sono: biseurina, non ovon, ovidone, regividone, femoden, ecc.

Negli ultimi anni, ai fini della protezione, vengono utilizzati preparati ormonali - progestinici sintetici che sopprimono l'ovulazione. Questi includono enovid, infekundin, anovlar, ovulen, bisekurin.

1). Uno dei progestinici sintetici monofasici (biseurina, non ovonina, ovidone
I progestinici sintetici sono più spesso monofasici (ovidone, non ovon, anovlar) in
Il trattamento ormonale prevede la nomina di progesterone - 5 mg / giorno / m.

L'uso di progestinici sintetici: NON-ovlon, biseurina, rigidi - dal 5 ° al 25 ° giorno del ciclo mestruale (1 compressa al giorno). Se dopo un mese di trattamento non ci sono (scarse) mestruazioni, l

Kleira - il primo e unico contraccettivo orale della nuova era della contraccezione ormonale

Bayer Shering Pharma - il leader nella storia dello sviluppo di contraccettivi ormonali
1932 - Schering rilascia l'estradiolo per la prima volta.
1938 - Schering sviluppa per la prima volta l'etinilestradiolo.
1961 - Schering introduce il primo COC-Anovlar sul mercato europeo
1973 - Schering lancia Mikroginon, il primo COC a basse dosi
2000 - Schering lancia Yarinu, il primo KOK contenente drospirenone
2006- Bayer Schering Pharma lancia Jess, un COK a basse dosi con DRSP e regime 24/4
2009 - Bayer Schering Pharma lancia il mercato Qlayru: il primo KOK con estradiolo identico a EV / DSP naturale e regime di dosaggio dinamico

Evoluzione COC

1970. Efficienza raggiunta vicino al 100%.
Ulteriori sviluppi mirano a migliorare la sicurezza e ulteriori vantaggi.

2000s. Lo scopo della creazione di Klayra - KOK con un profilo di sicurezza migliorato utilizzando vantaggi precedentemente sviluppati

Le direzioni dell'evoluzione di GK:

  1. Ridurre la dose di etinilestradiolo (EE) da più di 50 mcg al giorno a meno di 20 mcg al giorno 1 e lo sviluppo di COC con estrogeno identico al naturale.
  2. L'introduzione del progestinico selettivo 2 con ulteriori benefici
  3. Creazione di nuove forme e modalità di contraccezione

1961. Anovlar (EE)
Il primo contraccettivo ormonale contenente 50 mg di etinilestradiolo e 4 mg di noretisterone acetato

1973. Microgenon (EE)
Il primo contraccettivo ormonale a basso dosaggio contenente 30 mg di etinilestradiolo e 150 mcg di levonorgestrel

2009. Clyra (E2V)
Il primo CEC di una nuova era di contraccezione ormonale con estradiolo valerato (Е2V) e dienogest in regime di dosaggio flessibile, corrispondente al ciclo mestruale naturale

Farmacocinetica di estradiolo valerato

L'E2V viene assorbito rapidamente nella mucosa intestinale e viene quasi completamente idrolizzato a estradiolo e acido valerico.

L'effetto di 2 mg di E2V sulla proliferazione endometriale è paragonabile con caratteristiche simili di 20 μg di EE

Confronto degli effetti biologici di E2V ed EE

"Farmacologia clinica e farmacoterapia" - Capitolo 19 MEDICINALI CON MALATTIE ENDOCRINE - 19.8 ORMONI E MEZZI UMANI, INFLUENZANO LE UTENZE - 19.8.12 Caratteristiche dell'uso di alcuni contraccettivi

Belousov Yu.B., Moiseev V.S., Lepakhin V.K.

Caratteristiche dell'uso di alcuni contraccettivi

Biseurin (ovulen) è un tipico contraccettivo a due componenti. 1 compressa contiene 1 mg di gestageno (etinodiolo diacetato) e 0,05-0,1 mg di estrogeno (etinilestradiolo).

Lo scopo del biseurin è tradizionale, monofasico, ciclico, vale a dire dal 5 al 25 giorno del ciclo mestruale. Dopo la sospensione, si verifica sanguinamento.

Bisicurina ha un'attività progestinica, quindi è consigliabile nominarla per le donne con un tipo equilibrato di livelli ormonali o con un piccolo margine di estrogeni. Il rapporto tra estrogeni e gestagen in bisexurin 1:20.

Ovidon è anche un contraccettivo orale bicomponente destinato alle donne con un forte vantaggio di estrogeni. Ingredienti: levonorgestrel - 0,25 mg, etinilestradiolo - 0,05 mg.

Ripevidon contiene 0,15 mg di levonogrestrolo e 0,03 mg di etinilestradiolo a. L'effetto progestinico è intenso, mentre l'effetto estrogenico è meno pronunciato.

Riguardo al numero e al rapporto tra gestageni ed estrogeni, rigevidon è una preparazione combinata contenente le dosi più piccole ma comunque significativamente efficaci che superano quelle fisiologiche del ciclo mestruale.

Continuin contiene microdosi di progestinici, è destinato ai casi in cui gli estrogeni sono controindicati. In pratica, il continuo è privo degli effetti collaterali dell'estrogeno. La compressa contiene 0,5 mg di diacetato di etinodiolo. Continuin ha estrogeni minimi (4-5%) - in assenza di effetti androgeni e anabolici.

Postinor utilizzato da donne che non vivono una vita sessuale regolare.

Anovlar contiene etinilestradiolo 0,05 mg e noretisterone e acetato 4,0 mg. Il farmaco inibisce l'ovulazione sopprimendo i disturbi dell'LH e della steroidogenesi. Allo stesso tempo, l'endometrio perde la sua capacità di introdurre un uovo fecondato. L'azione contraccettiva inizia il primo giorno di ammissione e continua dopo un corso di tre settimane durante una pausa di 7 giorni.

L'indicazione per prendere anovlar è anche dismenorrea senza danno organico alle ovaie e all'utero. Assegnare 1 pillola interna al giorno dopo la prima colazione (allo stesso tempo) dal 5 ° giorno dall'inizio delle mestruazioni per 3 settimane, dopo di che - una pausa di una settimana.

Nononon contiene etilestradiolo 0,05 mg e noretisterone acetato 1,0 mg. Le proprietà farmacologiche sono simili a quelle di Anovlar. La contraccezione affidabile non è sempre fornita nel primo ciclo di utilizzo. Il farmaco non è pratico da usare fino a 16 anni. Nel sanguinamento giovanile, il nononylon viene prescritto per 2 - 3 compresse al giorno per 10 giorni.

Recentemente, uno studio multicentrico ha dimostrato l'efficacia, la sicurezza e l'accettabilità di un farmaco contraccettivo a più fasi, il marvelone, contenente 30 μg di etinilestradiolo a e 150 μg di desogestrel. Durante l'assunzione di Marvelon, è stata osservata una diminuzione della frequenza dei cicli irregolari, nonché la durata e l'intensità del sanguinamento mestruale. Gli effetti collaterali gravi non lo erano. La frequenza dei reclami minori durante l'assunzione di un contraccettivo era inferiore rispetto a prima del test.

Marvelon non ha avuto un effetto negativo sull'emostasi, la funzionalità epatica e il metabolismo dei carboidrati. Desogestrel è il primo rappresentante di una nuova generazione di progestinici, che hanno un effetto più selettivo e un'attività meno androgenica. In virtù di ciò, non contrasta l'aumento del livello di colesterolo HDL sotto l'influenza di etinilestradiolo a (a differenza di levonorgestrel a e noretisterone a). Contraccettivo monofasico contenente desogestrel, sono tra i contraccettivi più affidabili e sicuri.

Depo-Provera 150 (medrossiprogesterone acetato) è un progestinico iniettabile a lunga durata d'azione, che viene somministrato 1 volta in 3 mesi. Il farmaco è stato creato circa 30 anni fa ed è attualmente utilizzato in oltre 90 paesi in tutto il mondo. Depo-Provera 150 è uno dei farmaci anticoncezionali più affidabili, la cui efficacia è paragonabile a quella della sterilizzazione e dei dispositivi intrauterini. Il meccanismo d'azione di Depo-Provera 150 è l'inibizione della secrezione di ormoni gonadotropici (in particolare luteinizzante) e la prevenzione dell'ovulazione. Inoltre, il farmaco inibisce i cambiamenti secretori necessari per la preparazione dell'endometrio per l'impianto di un ovulo fecondato e aumenta la viscosità del muco della cervice, che crea una barriera naturale alla penetrazione dello sperma.

I vantaggi dell'iniezione di progestinico, oltre all'elevata efficienza e sicurezza, sono:

Inoltre, Depo-Provera 150 fornisce una serie di effetti benefici aggiuntivi, in particolare, riduce il rischio di infezioni pelviche, cancro dell'endometrio (5 volte), gravidanza ectopica, migliora il decorso dell'anemia falciforme, ecc. L'amenorrea in via di sviluppo contribuisce ad un aumento del livello di emoglobina nel sangue.

L'effetto di Depo Provera 150 è completamente reversibile, anche se la funzione riproduttiva viene ripristinata con un certo ritardo. La probabilità di gravidanza dopo 6 mesi dall'interruzione dell'iniezione è del 50% e dopo 18 mesi - 100%. In media, l'ovulazione riprende dopo 5,8 mesi.

Il sospetto effetto cancerogeno di Depo-Provera 150 è stato specificamente studiato in uno studio controllato dell'OMS, condotto in 11 paesi. I risultati hanno mostrato che il farmaco contraccettivo non aumenta il rischio di sviluppare carcinoma dell'endometrio, dell'ovaio, del fegato, della mammella o del collo dell'utero. Inoltre, quando si utilizza Depo-Provera 150, la probabilità di sviluppare il cancro endometriale è ridotta. Un certo aumento del rischio di cancro cervicale è considerato accidentale, anche se questo problema è ora diventato oggetto di uno studio prospettico su larga scala.

Depo Provera 150 è ben tollerato. Dopo le prime iniezioni, possono verificarsi sanguinamento o sanguinamento, che diminuiscono con il tempo. Circa la metà delle donne dopo la 4a iniezione di Depo-Provera 150 sviluppa amenorrea. Quando l'emorragia espressa è raccomandata l'esame per escludere un tumore. Per fermare il sanguinamento, vengono prescritti contraccettivi orali contenenti estrogeni. Depo-Provera 150 non ha alcun effetto sulla pressione sanguigna, il sistema di coagulazione del sangue, ma può causare un aumento del peso corporeo. Rispetto ai derivati ​​del 19-noretisterone, il medrodossiprogesterone acetato ha un minore effetto sul metabolismo lipidico.

Effetti collaterali: sanguinamento, meno probabile una diminuzione della libido e un aumento del peso corporeo. Depo-Provera non causa cambiamenti nel feto, ma non è consigliabile utilizzarlo durante la gravidanza.

Endometriosi. Eziologia, patogenesi, clinica, trattamento.

Endometriosi (endometriosi: estremità greca ò dentro + m ē tra uterus + - ō sis, sinonimo di eterotopia endometrioide) è un processo patologico caratterizzato da una crescita benigna del tessuto che è morfologicamente e funzionalmente simile alla membrana mucosa dell'utero (endometrio), oltre la sua normale posizione. Il tessuto endometrioide è costituito da componenti epiteliali e stromali. In esso, come nell'endometrio, i cambiamenti ciclici avvengono in base alle fasi del ciclo mestruale. La formazione di cisti piene di contenuti emorragici (cisti endometrioidi) è possibile. Le caratteristiche del tessuto endometriotico sono la capacità di crescita infiltrativa, l'assenza di una capsula pronunciata (con l'eccezione delle cisti endometriali).

Per localizzazione, si distinguono l'endometriosi genitale (92-94%) ed extragenitale (6-8%). Genitale e. È la seconda malattia più comune degli organi genitali femminili (dopo i processi infiammatori). È diviso in interno ed esterno. La E. interna comprende lo strato muscolare dell'utero (adenomiosi, o E. uterus) e l'esterno è E. cervice, vagina e perineo, tube di Falloppio, ovaie, tessuto retrocervicale, peritoneo della cavità uterina-uterina e legamenti sacro-uterini. A E. interno il danno locale o diffuso di un myometrium - la diffusione e le forme focali possono esser osservati; la crescita del tessuto endometriotico nella forma di un nodo è chiamata forma nodulare di E. interno. A seconda della profondità di penetrazione del tessuto endometriale nel miometrio, ci sono tre gradi di E. interno diffuso, I - a una profondità di non più di 1 cm, II - al centro dello spessore del miometrio, Ill - a sieroso il guscio dell'utero. Singole fuochi focali di tessuto endometrioide sul peritoneo della pelvi o sulla superficie delle ovaie in assenza di aderenze e cambiamenti cicatriziali nei tessuti circostanti sono chiamati piccole forme di E.

Per extragenital includono E. ombelico, cicatrici postoperatorie, intestino (spesso colpisce il colon sigmoideo diretto e cieco), vescica, ureteri, polmoni e altri organi che non fanno parte del sistema riproduttivo.

L'eziologia e patogenesi di E. insufficientemente studiato. Le teorie più comuni riguardano lo sviluppo del tessuto endometrioide da cellule celomiche (come risultato della loro metaplasia); residui di cellule embrionali: impiantati in un posto insolito cellule endometriali, portati con sangue mestruale (per esempio, nelle tube di Falloppio, cavità addominale) nel sangue o vasi linfatici o durante operazioni sull'utero. Ci sono anche ipotesi che collegano l'occorrenza di E. con processi autoimmuni, disturbi dell'immunità cellulare. Dare importanza e fattori ereditari.

Lo sviluppo di E. genitale contribuisce a complicati aborti e parto, frequenti manipolazioni diagnostiche e terapeutiche intrauterine. disturbi ormonali, malattie infiammatorie degli organi genitali.

Il quadro clinico e la diagnosi. Una tipica manifestazione di E. genitale, ad eccezione di E. cervice, è il dolore addominale nel periodo premestruale e durante le mestruazioni, a causa del gonfiore degli elementi ghiandolari del tessuto endometriale, dell'accumulo di sangue e della secrezione delle ghiandole nelle cavità chiuse. Nel 40-50% dei casi, genitale e. È accompagnata da infertilità. In molti modi, i sintomi dipendono dalla posizione della lesione.

Per E. interna caratterizzata da dolore all'addome durante le mestruazioni (di solito irradiato all'osso sacro o bassa schiena), menorragia, scarso sanguinamento dal tratto genitale prima e dopo le mestruazioni ("daub"), ingrossamento uterino. Chiariscono la diagnosi mediante l'esame a raggi X (metrosalpingografia, pelvicografia, isteroscopia e ecografia (vedi Diagnostica ecografica, ostetricia e ginecologia).Segni radiologici della forma diffusa dell'interno "E., un aumento delle dimensioni longitudinali della cavità uterina con un'espansione del canale della sua cervice e del suo reparto istmico; se la cavità ha una forma bizzarra con contorni frastagliati, con una forma focale di esame radiografico interno E. è informativo solo se c'è comunicazione tra il centro di E. e l'utero, in questo caso le sezioni contenenti la sostanza radiopaca sono determinate nel miometrio. varie forme e dimensioni dei difetti di riempimento dell'utero, un aumento della sua cavità.

L'isteroscopia aiuta a diagnosticare la forma diffusa di E. interna, in cui nell'area delle pareti inferiori e laterali dell'utero si trova la bocca dei passaggi fistolosi dell'endometrioide, con una forma arrotondata, ovale o lineare e di colore marrone scuro o blu scuro.

Con l'aiuto di ultrasuoni con una forma diffusa di E. interno determinare l'utero arrotondato, aumentare la sua dimensione antero-posteriore, la cavità cistica nel miometrio. A una forma nodosa E interno in un myometrium rivelano un nodo di struttura disomogenea senza una capsula trasparente (in contrasto con un nodo di fibromi uterini).

La E. interna dovrebbe essere differenziata dalla sottomucosa uterina, dal carcinoma dell'endometrio (vedi Utero, tumori), dall'endomiometria cronica, dal sanguinamento uterino disfunzionale.

Le manifestazioni cliniche caratteristiche di E. cervice - sanguinamento pre e postmenstrale dal tratto genitale. Il dolore e l'infertilità, di regola, sono assenti. Sulla parte vaginale della cervice, esaminata con l'aiuto di specchi vaginali, vengono individuati punti focali ovali o irregolari di 7-8 mm di diametro sporgenti al di sopra della superficie della membrana mucosa, la dimensione dei fuochi aumenta nel periodo premestruale, il colore cambia dal rosa (nei primi giorni dopo il ciclo mestruale) a bluastro-viola (prima delle mestruazioni). Per chiarire l'estensione e la natura della lesione cervicale, viene eseguita la colposcopia, durante la quale i fuochi di E. possono essere rilevati nel periodo premestruale sulla membrana mucosa del canale cervicale. E. cervice deve essere differenziato da cisti nabotovyh ghiandole, cancro (vedi Utero, tumori), erosione cervicale, endocervicite (vedi Cervicite, eritroplastica, leucoplachia.In importanza decisiva nella diagnosi sono i dati di esame istologico del tessuto bioptico della cervice.

L'endometriosi della vagina e del perineo è caratterizzata dalla formazione di nodi e cicatrici densi e nettamente dolorosi, che a volte hanno un colore bluastro, dolori alla vagina e al retto, aggravati dai rapporti sessuali. La diagnosi si basa sui dati di ispezione, sulla palpazione delle aree interessate e sui risultati dell'esame istologico della biopsia. A causa del fatto che il processo patologico può diffondersi alla vescica, agli ureteri e al retto, è necessario condurre la cistoscopia ad ultrasuoni, la cistografia, l'urografia escretoria e l'estesa parete posteriore della vagina-rettomomanoscopia, l'irrigoscopia. La diagnosi differenziale E. una vagina viene effettuata con cancro (vedi Vaginas, tumori) e metastasi di chorionepithelioma (vedere: malattia trofoblastica.

Il principale sintomo di E. tube di Falloppio è il dolore nell'addome inferiore, aggravato durante le mestruazioni. I noduli tubulari endometriotici sono ben definiti durante la laparoscopia. La diagnosi differenziale viene effettuata con tubercolosi e cancro della tuba di Falloppio (vedi tubercolosi extrapolmonare, organi genitali femminili, tube di Falloppio, tumori).

Le manifestazioni cliniche di E. ovari dipendono dalla natura della lesione. In presenza di focolai piccoli (fino a 5 mm di diametro) di tessuto endometriale sulla superficie dell'ovaio e (o) del peritoneo pelvico (piccole forme E.) dolori addominali ciclici, si osserva infertilità. Queste forme E. sono diagnosticate in una laparoscopia.

Durante la formazione delle cisti endometrioidi, il dolore addominale è aggravato e i sintomi di irritazione peritoneale sono spesso causati dalla microperforazione delle cisti e dallo scarico del loro contenuto nella cavità addominale. Durante un esame ginecologico bimanuale, forme ovoidali o tondeggianti tondeggianti con diametro fino a 10-12 cm sono definite sul lato o dietro l'utero, che sono limitate nella mobilità a causa delle aderenze e sono fortemente dolorose. Tra i metodi di ricerca aggiuntivi per la diagnosi delle cisti ovariche endometrioidi, sono ampiamente utilizzate la scansione ecografica transaddominale e transvaginale e la laparoscopia. Sulle scansioni a ultrasuoni, le cisti ovariche endometrioidi hanno l'aspetto di formazioni con una capsula densa e un livello ridotto di conduzione del suono, all'interno del quale viene determinata una sospensione ecopositiva finemente dispersa. Durante la laparoscopia, una formazione simile a un tumore proveniente dall'ovaio con una densa capsula biancastra, saldata alla superficie posteriore dell'utero, peritoneo-uterino, peritoneo, tube di Falloppio, integument sieroso del retto e colon sigmoideo, e piccolo E. Ef. Se si sospetta un coinvolgimento nel processo patologico del colon, viene eseguita l'irrigazione e la sigmoidoscopia per chiarire l'entità del suo danno e identificare la stenosi.

Le cisti ovariche endometrioidi devono essere differenziate dalle formazioni tumorali dell'utero dell'eziologia infiammatoria (vedere Salpingite, Salpingo-ooforite, tumori ovarici benigni e maligni, tubercolosi delle appendici dell'utero (vedere Tubercolosi degli organi genitali extrapolmonari, femminili).

L'E retrocervicale è caratterizzata da un danno al tessuto situato dietro la cervice, dalla germinazione del tessuto endometriale nella parte posteriore del fornice vaginale, dal retto, dal setto retto-vaginale-vaginale. I sintomi sono dolori acuti nella parte inferiore dell'addome, che si irradiano alla vagina, al retto, al perineo, agli organi genitali esterni, alla coscia e aumentati durante i rapporti sessuali e la defecazione, nonché a un sanguinamento insufficiente dal tratto genitale prima e dopo le mestruazioni. In uno studio ginecologico bimanuale nella regione retrocervicale, vengono palpate formazioni piccole, fitte, immobili, fortemente dolenti. Nel caso della loro germinazione nella parte posteriore del fornice vaginale, quando si esamina con l'aiuto di specchi vaginali, gli "occhi" bluastri sono determinati, emettendo sangue scuro durante le mestruazioni. Una lesione del retto può essere rilevata con recto-rtoro- e irrigoscopy. Lo stato del setto retto-vaginale è chiarito dai raggi X dopo aver riempito il retto di ossigeno e un pallone di gomma inserito nella vagina con l'ossigeno; con il coinvolgimento nel processo patologico del setto retto-vaginale-vaginale è determinato dal suo ispessimento. Per confermare la diagnosi di E. biopsia retrocervicale e l'esame istologico delle formazioni patologiche sono necessari.

L'endometriosi del peritoneo dell'utero rettovascolare e dei legamenti sacro-uterini si sviluppa solitamente in pazienti con cisti ovariche endometrioidi ed E. retrocervicali accompagnati da dolori all'osso sacro e lombari, che aumentano durante le mestruazioni e durante i rapporti sessuali. Quando esame vaginale noduli palpabili di tessuto endometriale nel peritoneo o nella zona dei legamenti sacro-uterino. La diagnosi è confermata dalla laparoscopia e dall'esame istologico della biopsia.

Quando l'intestino E. marcava il dolore addominale, inizialmente coincidente con le mestruazioni, allora costante, può sviluppare un'ostruzione intestinale. E. vescica manifestata disordini disurici durante le mestruazioni, a volte ematuria. In caso di danni agli ureteri, il deflusso delle urine può essere disturbato e può svilupparsi idronefrosi. E. L'ombelico e la cicatrizzazione postoperatoria sono caratterizzati dalla comparsa di infiltrati o nodi dolorosi, la cui pelle durante il ciclo mestruale può acquisire una sfumatura bluastra. A volte ci sono perdite di sangue dalla zona colpita. E. polmone può manifestare emottisi durante le mestruazioni. La diagnosi di E. extragenitale si basa sull'anamnesi (la connessione delle manifestazioni patologiche con le mestruazioni), sul quadro clinico e sui risultati di ulteriori esami (radiologici, ecografici, endoscopici, istologici).

Il trattamento E. può essere ormonale, operativo e combinato (operativo e ormonale). Vengono anche utilizzate la terapia fisica, l'ossigenazione iperbarica, ecc.. Quando si sceglie una tattica di trattamento, vengono prese in considerazione la localizzazione e il grado di disseminazione., Gravità delle manifestazioni cliniche, età del paziente.

Con la forma diffusa di endometriosi endovenosa I in donne in età riproduttiva in assenza di sintomi gravi, è indicata la terapia ormonale con farmaci estrogeno-progestinici. I farmaci di scelta sono gli estrogeni-gestageni con un alto contenuto del componente gestageno, ad esempio anovlar, che è prescritto in modalità ciclica (1 compressa per via orale dal 5 ° al 25 ° giorno del ciclo mestruale) per 6-12 mesi. I progestinici (ad es. Norcolute, noretisterone acetato) vengono prescritti 5-10 mg per via orale per 10-12 giorni nella seconda fase del ciclo mestruale per 6-8 (talvolta 12) mesi. Con insufficiente efficacia del trattamento con gestagens secondo lo schema indicato, vengono prescritti nella stessa dose dal 5 ° al 25 ° giorno del ciclo mestruale per 6, 8 o 12 mesi. Negli ultimi anni, è stata data preferenza all'uso di un derivato del testosterone, danazolo (danolo, danoval), che ha un effetto antigonadotropico. È prescritto 400-600 mg per via orale in modalità continua per 6-8 mesi.

Con una forma diffusa di estrogeni-progestinici interni di E. II grado, farmaci progestinici, il danazolo viene usato in modalità continua per 6-9 mesi.

In caso di forma diffusa di endometriosi interna dell'III grado e della sua forma nodulare, viene eseguita l'isterectomia, nelle giovani donne, è accettabile un intervento conservativo di chirurgia plastica - rimozione dei fuochi dell'endometriosi.

Il trattamento E. utero cervicale comprende l'escissione di focolai E., seguita da criodistruzione o trattamento con un fascio CON2-laser. Dopo un intervento chirurgico con un obiettivo anti-ricaduta, i gestageni (5 mg per via orale) vengono somministrati ininterrottamente per 6 mesi.

Quando E. vagina e perineo, così come E. tube di Falloppio, il trattamento chirurgico: escissione di focolai di E. nella zona vaginale e perineo all'interno del tessuto sano, rimozione della tuba di Falloppio.

La prima fase del trattamento delle cisti ovariche endometrioidi è la chirurgia, dovuta alla vigilanza oncologica e all'inefficacia della terapia ormonale. Le cisti endometrioidi possono essere rimosse utilizzando la tecnologia laser durante la laparoscopia. Piccoli focolai di tessuto endometriale sulla superficie delle ovaie (piccole forme E.) durante laparoscopia possono essere evaporato con un fascio di CO2-laser o elettrocoagulato. La migliore è la rimozione completa di tutti i fuochi visibili di E. durante laparotomia: resezione di una o entrambe le ovaie all'interno di tessuto sano seguita da trattamento del campo operatorio con radiazioni di CO2-evaporazione laser usando CO2-laser rilevato durante l'intervento foci E. al di fuori delle ovaie.

Dopo interventi chirurgici ricostruttivi, è necessario un trattamento riparativo complesso. Nel primo periodo dopo l'intervento chirurgico, si raccomandano gli effetti di un campo magnetico alternato a bassa frequenza, l'ossigenazione iperbarica. Successivamente, viene mostrato il trattamento con ormoni anti-ricaduta con gestagens (norcolute) dal 16 ° al 25 ° giorno del ciclo mestruale per 6 mesi. o antigonadotropine (danazolo) per 4-6 mesi. in modalità continua; l'uso di fattori sanatori-resort (in particolare, bagni di radon), contribuendo all'attivazione della rigenerazione riparativa degli organi operati.

Il primo passo nel trattamento di E. retrocervical è l'escissione del tessuto endometriale per via vaginale. Questa operazione ha un valore diagnostico, perché l'esame istologico del tessuto rimosso consente di chiarire la natura del processo patologico. Produrre cryodestruction del campo chirurgico o elaborando il fascio defocused CON2-laser. Con la diffusione di E. retrocervicale sulla parete del retto con il coinvolgimento della membrana mucosa nel processo patologico e l'infiltrazione dei tessuti, è indicato il trattamento con gestagens o antigonadotropine in modalità continua per 9-12 mesi. In assenza dell'effetto della terapia ormonale, vengono eseguite la panisterectomia e la resezione della parete rettale.

Nel caso di E. peritoneo della cavità retto-uterina e dei legamenti sacro-uterino, il trattamento è operativo: durante una laparotomia, i fuochi di E. vengono asportati e cauterizzati o evaporati con un fascio di CO2-laser.

Quando E. polmoni prescrivono farmaci estrogeno-progestinici. Trattamento E. ombelico, cicatrici postoperatorie, intestino, vescica e uretere pronto.

La prognosi per la diagnosi tempestiva e il trattamento razionale di E. favorevole.

La prevenzione di E. genitale include l'introduzione di moderni contraccettivi per prevenire l'aborto, effettuando manipolazioni intrauterine diagnostiche e terapeutiche solo mediante indicazione, prevenzione delle lesioni del canale del parto e del loro trattamento (attenta cucitura delle rotture della cervice e delle pareti vaginali), trattamento tempestivo e adeguato delle malattie infiammatorie degli organi genitali e disturbi ormonali.

Al fine di prevenire la chirurgia cervicale E., si raccomanda di effettuare interventi chirurgici utilizzando la diathermosurgery o la tecnologia laser, nonché la criodistruzione per trattare le erosioni al 7 ° o 8 ° giorno del ciclo mestruale.

Bibliografia: Baskakov, VP Clinica e trattamento dell'endometriosi, L., 1979; Bodazhina V.I., Smetnik V.P. e Tumilovich L.G. Ginecologia inoperativa, p. 379, M., 1990; Bohman J.V. Guida oncologica, con. 65, L., 1989; Zheleznov, B.I. e Strizhakov A.N. Endometriosi genitale, M., 1985; Kulakov V.I., Selezneva N.D. e Krasiopolsky V.I. Ginecologia operativa, con. 233, M., 1990.

appuntamenti

Compila tutti i campi richiesti, per favore