Test per la colecistite

Metastasi

Recentemente, una malattia come la colecistite si verifica in molte persone. Inoltre, questa malattia è significativamente "più giovane". Infatti, nella dieta delle persone moderne ci sono cibi grassi, fast food, vari conservanti nocivi, additivi dannosi, il desiderio di dimagrire molto rapidamente per ottenere una figura da sogno.

Per un lungo periodo di tempo, la malattia in questione può procedere senza alcun sintomo o può essere mascherata da altre malattie gastrointestinali. Puoi diagnosticare una malattia con l'aiuto di alcuni test.

Cos'è la colecistite?

Questa è una condizione caratterizzata dalla presenza di un processo infiammatorio nelle pareti della cistifellea. L'infiammazione può essere innescata da fattori quali la presenza di microbi cattivi nel lume della vescica e il flusso biliare alterato. Questo disturbo può verificarsi come complicanza della malattia del calcoli biliari. Inoltre, in rari casi, la condizione può essere scatenata da una ridotta circolazione del sangue nelle pareti del dotto biliare.

Persone a rischio:

  • quelli che abusano diete mirate a perdere peso;
  • con malnutrizione, con invasioni parassitarie;
  • con infezioni nell'intestino e nel fegato.

Tutto ciò provoca violazioni, che si manifestano non solo nelle analisi. Il paziente si sente molto peggio.

A seconda dei sintomi eziologici della colecistite è:

  • calcoso - quando si formano le pietre;
  • non calcoloso - senza pietre.

A seconda del flusso ci sono:

Per una malattia acuta, i personaggi sono i seguenti:

  • gonfiore intestinale;
  • nausea, vomito;
  • forte dolore nella zona sotto il bordo destro;
  • la diarrea può spesso verificarsi.

Il dolore può essere abbastanza forte, può essere eliminato utilizzando farmaci antispastici. Inoltre, il paziente può verificare un aumento della temperatura corporea.

Se viene rilevato un elevato numero di bilirubina nelle analisi, ciò indica che il deflusso della bile è stato disturbato a causa della presenza di una pietra nel dotto che la intasa. Può anche essere un segno di infezione.

In questo caso, ci sono dolori gravi che non possono essere tollerati, il paziente appena possibile si rivolge al medico per ottenere aiuto. La pelle e il bianco degli occhi diventano gialli. È importante distinguere la condizione con altri disturbi che possono verificarsi nella cistifellea e in altri organi. Per determinare con precisione la malattia, il paziente desidera un'ecografia e i test necessari.

Quali test per la colecistite devono passare?

Grazie ai test di laboratorio, è possibile stabilire una diagnosi accurata, nonché vedere le condizioni del pancreas e del fegato. Se i parametri di laboratorio vengono modificati, questo indica la presenza di un processo infiammatorio. Le analisi dovrebbero essere effettuate durante l'intero corso terapeutico. Questo è necessario per confermare l'efficacia delle procedure.

Quale ricerca può rivelare la colecistite? Viene prescritto un esame del sangue per qualsiasi problema di salute, incluso il sospetto di presenza di infiammazione.

L'analisi biochimica di solito cambia nel caso di disturbi complessi negli organi vicini. Se il processo è nato di recente, è praticamente impossibile rilevarlo in questo studio. Se si sospetta un processo infiammatorio nella colecisti, si raccomandano i seguenti test:

  • test di funzionalità epatica - AST, ALT, timolo test, bilirubina;
  • urina e sangue amilasi;
  • GGTP: un enzima coinvolto nello scambio di processi aminoacidici;
  • fosfatasi proteica;
  • frazioni proteiche.

Inoltre, senza esito negativo, le feci e l'urina dovrebbero essere studiate. Oltre all'analisi generale dell'urina, che è in grado di mostrare il processo infiammatorio nei reni, che può indicare che una focalizzazione infettiva è entrata nei reni, è previsto anche uno studio per la presenza di bilirubina, per i pigmenti biliari, per l'urobilina.

Le feci vengono esaminate per la presenza di stercobilinogeno. Quando viene rilevata la bilirubina non trattata, è possibile parlare di tali condizioni - c'è un processo infiammatorio nella cistifellea, sono presenti delle pietre in esso, il funzionamento della cistifellea viene interrotto.

Analisi del sangue generale

Con la malattia in questione, un esame del sangue clinico è un po 'diverso. Nel periodo di esacerbazioni, aumenta il numero di neutrofilia, aumentano i leucociti, aumenta la VES. A volte può rivelare anemia. Nel periodo di remissione vi è una diminuzione del numero di leucociti, ma non molto, essi possono anche non deviare dalla norma.

Esame del sangue biochimico per colecistite

Va detto che, a seconda della forma della malattia e della sua manifestazione, tali analisi possono variare.

Nei campioni di fegato, il test del timolo può essere aumentato, indicando che l'organo non funziona normalmente. Gli enzimi AST e ALT fondamentalmente non vanno oltre i valori normali. Tuttavia, possono essere elevati in presenza di gangiosi e processi purulenti.

Gli indicatori nell'analisi dell'amilasi possono essere aumentati se il pancreas è coinvolto nel processo. Di solito GGTP mantiene le sue normali prestazioni, il numero di questo componente aumenta solo in casi complessi e trascurati. In circa il 25% dei pazienti con diagnosi di colecistite, può essere rilevato un aumento del livello di fosfatasi alcalina. Inoltre, l'analisi aumenterà la frazione di globulina.

Aumentare la bilirubina

La biochimica del sangue per la malattia in esame non è un fattore molto significativo, ma può aiutare in modo significativo a valutare in modo completo tutti i dati sullo stato di salute del paziente.

Fondamentalmente, in presenza di processi infiammatori nella cistifellea, la bilirubina non devia dai suoi valori normali. Se c'è una tale deviazione, potrebbe indicare che l'epatite tossica si è unita.

L'analisi biochimica in questo caso mostrerà un aumento della bilirubina indiretta. Se la frazione diretta predomina nell'iperbilirubinemia, allora si sospetta:

  • la presenza di colestasi extraepatica;
  • vasospasmo;
  • la presenza di pietre nei dotti biliari;
  • cambiamenti nella cistifellea di origine distruttiva.

Test di colecistite: conta ematica, metodi diagnostici di laboratorio e hardware

La diagnosi di colecistite inizia con anamnesi. Intervistando il medico raccoglie informazioni sul paziente e sulla sua malattia. Per la natura dei sintomi dopo l'esame, viene effettuata la diagnosi primaria e vengono selezionati i metodi di trattamento ottimali.

Momento importante di comparsa dei segni della malattia, presenza di dolore, febbre, sintomi dispeptici. Dipende dai sintomi clinici su quale tipo di colecistite verrà diagnosticata: acuta o cronica.

Il medico è obbligato a verificare le sue ipotesi in altri modi. L'esame esteso viene effettuato con metodi di laboratorio e hardware.

Ricerca di laboratorio

Test di laboratorio per la colecistite aiutano a valutare le condizioni generali del paziente, la salute degli organi del sistema biliare.

Solitamente prescritto:

  • Analisi clinica del sangue. Consente di determinare il numero di leucociti e piastrine, la velocità di eritrosedimentazione (ESR), il contenuto di emoglobina. La colecistite acuta è caratterizzata da leucocitosi, conta dei leucociti elevata. Cronico è caratterizzato da un livello normale di leucociti o dal suo costante declino. Con l'analisi clinica, è possibile determinare la presenza di un processo infiammatorio;
  • Analisi biochimiche Assunzione prodotta di sangue venoso con successiva ricerca. Permette di valutare lo stato del sistema biliare, identificare anomalie del fegato, disturbi metabolici, diagnosticare l'infiammazione. L'analisi mostra la quantità di bilirubina. Livelli elevati indicano problemi della colecisti e dei dotti epatici. Se i parametri della frazione diretta sono aumentati, ciò significa la possibilità di colestasi, cambiamenti distruttivi nella cistifellea, presenza di calcoli nelle vie biliari;
  • Analisi delle urine Può determinare la presenza di malattie infiammatorie e infettive;
  • Le feci vengono esaminate per escludere l'invasione parassitaria.

Durante l'analisi biochimica vengono anche esaminati campioni di fegato. Con il test del timolo si determinano i disturbi funzionali del fegato. Aumento dei livelli degli enzimi ALT e AST indica processi infiammatori e suppurativi della cistifellea.

Livelli elevati di amilasi possono verificarsi durante l'infiammazione del pancreas. Livelli eccessivi di bilirubina potrebbero non apparire nel sangue, ma esprimere ingiallimento della pelle e sclera degli occhi.

In rari casi, vengono assegnati test immunologici per determinare le patologie di natura autoimmune.

Metodi hardware per la diagnosi di colecistite

Per una corretta diagnosi e chiarimento della classificazione della colecistite condurre la diagnostica hardware.

Esame ultrasonico della cistifellea

Questo è il principale metodo diagnostico, in lingua medica chiamata colecistometria. Se l'ecografia viene eseguita da uno specialista altamente qualificato, allora altri metodi potrebbero non essere affatto necessari.

Ultrasuoni del fegato e della cistifellea

Gli ultrasuoni possono essere rilevati il ​​prima possibile:

  • Ingrandimento patologico della cistifellea;
  • Deformazione delle pareti, ispessimento, cambiamenti distruttivi nei tessuti dell'organo;
  • Violazioni delle funzioni motorie e di evacuazione associate al movimento e alla consegna della bile agli organi digestivi;
  • Anomalie strutturali;
  • Eterogeneità dei contenuti della cistifellea;
  • La presenza di pietre nell'organo e nei condotti.

La colecistometria viene eseguita a stomaco vuoto. Si raccomanda di seguire la dieta per 2-3 giorni prima dell'inizio del sondaggio. È necessario escludere i cibi a base di carboidrati e gli alimenti che aumentano la formazione di gas (pasticceria dolce, pane di segale, cavoli freschi, legumi).

Normalmente, la cistifellea dovrebbe avere una forma a pera con confini chiari. Quando si osserva sempre la colecistite ispessimento delle pareti.

Uno dei principali segni della fase acuta della malattia è l'ispessimento delle pareti, la visualizzazione del doppio contorno. Con l'ecografia si può vedere la perforazione e la cancrena. Nella colecistite cronica, le pareti sono compattate, il contenuto non è uniforme, c'è un sedimento biliare.

La presenza di pietre e sabbia nella cistifellea è determinata con precisione quasi al 100% con gli ultrasuoni. La composizione delle pietre in questo modo è impossibile da riconoscere.

Diagnostica differenziale

Clinicamente, la colecistite è simile ad altre patologie. Per stabilire la causa della condizione patologica, viene effettuata la diagnosi differenziale.

Le seguenti malattie di solito cercano di escludere:

  • Appendicite in forma acuta. Per l'infiammazione dell'appendice non è tipico dolore nel giusto ipocondrio, vomito ripetuto di bile, dolore sul lato destro dello sterno e sotto la scapola;
  • Un'ulcera Durante la perforazione delle pareti dello stomaco e del duodeno si osserva dolore acuto localizzato nella parte centrale destra. Sono associati alla perforazione delle pareti e al deflusso del succo gastrico oltre gli organi;
  • Pielonefrite. Accompagnato da colica renale, mal di schiena acuto. Il dolore può essere dato all'anca e all'inguine. La presenza di sangue nelle urine è caratteristica di questa malattia;
  • Pancreatite. Durante l'esacerbazione, c'è un dolore acuto a sinistra e chiari segni di intossicazione: nausea, vomito, peggioramento del benessere generale. Diagnosticare in modo accurato e rapido la pancreatite può essere in un ospedale.

I segni clinici aiutano a differenziare la colecistite da altre malattie, ma le prove principali saranno i risultati di studi di laboratorio e strumentali.

La diagnosi differenziale di colecistite può essere effettuata con altre malattie:

  • Colite ulcerosa;
  • Gastrite cronica in fase acuta;
  • Invasione elmintica;
  • Duodenite.

Intubazione duodenale

Nelle malattie del fegato e dei dotti biliari, l'intubazione duodenale viene utilizzata come metodo diagnostico. Con l'aiuto di iniezioni o inalazione, viene iniettato un farmaco irritante nel corpo. Stimola la funzione contrattile della cistifellea e rilassa lo sfintere.

Pertanto, la bile viene fornita al duodeno 12, la recinzione viene effettuata attraverso una sonda precedentemente inserita. Dopo aver ricevuto una porzione di bile, la sonda viene rimossa. Lo studio ottenuto con la bile consente di diagnosticare la malattia, per determinare la condizione dei dotti biliari.

Metodi per la diagnosi della bile:

  • Microscopia. La malattia indica la presenza nella bile di leucociti, epitelio cellulare, inclusioni di colesterolo;
  • Biochimica della bile. Un aumento del livello di immunoglobuline (risposta immunitaria all'infiammazione), proteine, fosfatasi alcalina e una bassa concentrazione di bilirubina indicano la colecistite.

gastroduodenoscopia

Utilizzando i dispositivi endoscopici, viene esaminata la superficie interna del duodeno e dello stomaco. Identifica la causa dell'infiammazione e il blocco dei dotti. Uno strumento ottico flessibile con un'estremità luminosa viene inserito direttamente nell'esofago. All'esame, è anche possibile vedere pizzicotti e tumori localizzati.

La gastroduodenoscopia è necessaria per i seguenti sintomi:

  • Dolore nell'addome;
  • Perdita di peso;
  • Difficoltà a deglutire;
  • vomito;
  • Manifestazioni frequenti di bruciore di stomaco;
  • l'anemia;
  • Problemi con la sedia.

endosonography

L'esame ecografico endoscopico è un tipo combinato in cui un trasduttore ultrasonico viene inserito nell'esofago, nello stomaco, nell'intestino e consente di ottenere immagini di alta qualità della superficie interna degli organi. La procedura può essere combinata con una biopsia con puntura fine dell'ago.

Con l'aiuto dell'endosonografia, la diagnostica viene effettuata nei seguenti organi:

  • Cistifellea. Patologie delle sezioni di uscita dei dotti biliari vengono rilevate;
  • Pancreas. La pancreatite viene diagnosticata nella fase acuta e cronica;
  • Lo stomaco e l'esofago per la presenza di varici cambiamenti caratteristiche di alcune malattie del fegato.
Endoscopio ad ultrasuoni

I moderni endoscopi trasmettono i dati in formato digitale, fornendo immagini di alta qualità.

hepatobiliscintigraphy

Con l'aiuto di uno studio sul radionuclide, vengono condotte diagnosi di malattie del sistema biliare, che comprendono fegato, cistifellea, pancreas e stomaco. È in corso una somministrazione endovenosa di radiofarmaci.

Dopo aver distribuito il radioisotopo ai tessuti, il radiologo produce diverse immagini successive su un dispositivo gamma. Quindi, viene valutato il lavoro degli organi, vengono registrate le condizioni dei tessuti e dei vasi e vengono rilevate le formazioni patologiche.

Tomografia computerizzata

Con il metodo informativo è inferiore agli ultrasuoni. Viene effettuato solo quando è necessario valutare in modo completo le condizioni del fegato, del pancreas e della cistifellea. Con l'aiuto della tomografia diagnosticare colecistite acuta con cambiamenti parenchimali.

Un complesso di studi diagnostici e diagnostici, sia hardware che di laboratorio, consente al medico di determinare il corso ottimale del trattamento. Di solito, la colecistite combina la terapia antinfiammatoria, la dieta e il trattamento sintomatico mirato ad alleviare la condizione generale.

La litotripsia ad onde d'urto può essere necessaria come trattamento conservativo. In alcuni casi, eseguire la rimozione chirurgica della cistifellea.

Studio di colecistite

Prima di fare una diagnosi accurata di "colecistite", il medico deve raccogliere informazioni complete sulle condizioni del paziente e studiare i sintomi in dettaglio. Per questo, oltre a raccogliere anamnesi, sono prescritti esami speciali e metodi diagnostici. Questi includono intubazione duodenale, ultrasuoni, metodi strumentali e differenziale. diagnostica.

A seconda della complessità del decorso della malattia, la cistifellea infiammata può richiedere un numero di esami hardware di conferma.

Analisi nello studio della colecistite

La diagnosi di colecistite inizia con la raccolta di informazioni dalle parole del paziente, quali sono i sintomi. Uno dei principali metodi diagnostici per l'infiammazione della cistifellea sono i test del sangue e delle urine. I segni clinici di questa malattia non sono così pronunciati. Di solito, la colecistite è affetta da dolore sulla parte destra sotto la costola, vomito frequente e nausea. Il dolore può manifestarsi nel cuore e nella parte bassa della schiena. La palpazione inizia a ferire l'intero addome. Gli studi sugli indicatori chiave aiuteranno a creare un quadro completo della malattia. Le informazioni di laboratorio offrono l'opportunità di valutare la correttezza del fegato e del pancreas. La formulazione da laboratorio della colecistite consiste in:

  • analisi del sangue (clinica) generale - se la malattia è in forma acuta, si osservano alti leucociti, ESR e neutrofili, l'emoglobina è ridotta al contrario, questi sono segni di un processo infiammatorio nel corpo; nella colecistite cronica, la leucopenia appare più spesso, cioè una diminuzione del livello dei globuli bianchi;
  • lo studio del sangue - una forma acuta della malattia è accompagnata da disproteinemia e livelli appesi di globuline; nell'infiammazione dei dotti della cistifellea, il risultato biochimico mostrerà alti valori di enzimi;
  • analisi delle urine: in caso di violazione del corretto funzionamento della cistifellea, aumento dei leucociti, albuminuria, microembruria;
  • uno studio delle feci è prescritto per escludere la sconfitta del corpo da parte dei parassiti.
Torna al sommario

Caratteristiche del suono duodenale

La colecistite è una malattia che ha un decorso a lungo termine non molto pronunciato con manifestazione periodica della fase acuta. Se la malattia è nella fase cronica, i sintomi sono debolmente espressi e l'analisi della bile aiuterà ad ottenere un quadro completo, ad eccezione degli esami. Campioni necessari vengono prelevati durante l'intubazione duodenale. La procedura viene eseguita solo a stomaco vuoto al mattino.

Il paziente ha bisogno di bere una medicina coleretica. Il medicinale aiuterà a ridurre il contenuto nella bile dei succhi dall'intestino e dallo stomaco. Ingoiare la sonda dovrebbe essere in piedi o seduto sul divano. Quindi il paziente dovrebbe sdraiarsi sul lato destro. La sonda deve essere ingerita sull'etichetta duodenale. Successivamente, a intervalli regolari (5 minuti), viene registrata la quantità di bile secreta. Il sondaggio viene effettuato in più fasi. Alla fine di questa procedura, è necessario ottenere tre porzioni di bile selezionato.

Innanzitutto, la bile viene rilasciata, avendo un colore giallo chiaro. Questo suggerisce che proviene dal flusso generale della cistifellea. Dopo aver ricevuto la prima porzione, la bile di colore scuro inizia a risaltare. Questo colore è caratteristico della riduzione attiva della cistifellea. Questi ultimi ricevono la bile leggera. A volte capita che la prima procedura non riesca a ottenere l'importo richiesto. Il suono ripetuto e le analisi vengono eseguite non prima che in 3 giorni. I campioni di bile ottenuti vengono esaminati per i leucociti, la presenza di muco, acido biliare, microliti. Un aumento del normale contenuto di queste sostanze nella bile indica la presenza di colecistite.

Metodi diagnostici strumentali

Per ottenere un quadro completo della malattia nell'infiammazione della cistifellea, vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali. Questi includono:

  • Ultrasuoni - il modo principale per determinare la malattia del sistema biliare; come risultato dell'ecografia, è possibile rivelare la compattazione o ispessimento delle pareti della cistifellea, la composizione irregolare della bile, la presenza di pietre, aderenze e altri processi patologici;
  • È necessario un ECG per verificare il funzionamento del sistema cardiovascolare; è prescritto a tutti, indipendentemente dal tipo di malattia;
  • per escludere patologia nel tratto gastrointestinale superiore, utilizzare esofagogastroduodenoscopia; il compito principale del quale è quello di valutare la condizione della papilla duodenale grande;
  • la cistifellea dovrebbe essere esaminata su una macchina a raggi X per rilevare le pietre nei condotti e direttamente nella vescica;
  • La diagnostica dei radioisotopi viene utilizzata raramente, solo nei casi in cui è necessario verificare le violazioni della motilità della cistifellea.

Diagnostica differenziale

La formulazione differenziale viene utilizzata nei casi in cui il medico deve decidere se è necessario un intervento chirurgico o se si può aiutare il paziente con farmaci. Tali metodi diagnostici comprendono la tomografia computerizzata, la colecistografia, l'uso di apparecchi a raggi X, la fibrogastroduodenoscopia. Tali studi sono necessari per escludere altre malattie che presentano segni e sintomi simili:

L'esame differenziale è necessario per l'adozione di misure estreme di trattamento colecistite.

  • l'appendicite - il vomito di bile e il dolore a destra sotto la costola non sono caratteristici di esso;
  • pielonefrite - colica epatica è il sintomo principale di questa malattia; il dolore si estende ai fianchi e all'inguine; ci saranno elementi sanguigni nelle urine;
  • ulcera peptica;
  • attacco di cuore;
  • pancreatite - è caratterizzata da grave intossicazione, tachicardia, palpazione sinistra dolorosa; Una diagnosi accurata può essere effettuata solo in ambito ospedaliero ospedaliero.

La versione differenziale dello studio e gli ultrasuoni sono utilizzati in presenza delle seguenti malattie: presenza di vermi nell'organismo, duodenite, gastrite acuta, colite ulcerosa non specifica, tossicosi capillare addominale.

I pazienti che hanno la tendenza a sviluppare la colecistite devono essere sottoposti a screening almeno una volta all'anno per verificare le loro condizioni. Se si verificano sintomi spiacevoli, è necessario consultare un medico per la diagnosi e il trattamento. Oltre ad assumere farmaci per la colecistite, è importante seguire una dieta. Non puoi assumere farmaci senza prima consultare il tuo dottore. Questo è particolarmente vero per i farmaci coleretici e gli antibiotici che solo un gastroenterologo può prescrivere.