Ricerche di marketing sul mercato del mobile

Diete

L'industria del mobile in Russia è uno dei rami più importanti del complesso dell'industria del legno, che prevede la produzione di beni di consumo essenziali.

Il mercato moderno per la produzione di mobili è un mercato completamente nuovo, nato nel 2012. Dal 1 ° gennaio 2012 è stato costituito lo spazio economico comune (mercato unico) di Russia, Bielorussia e Kazakistan. Dal 22 agosto 2012, la Russia è entrata a far parte dell'OMC. È iniziata una graduale riduzione dei dazi doganali e, il 1 ° luglio 2014, è stata adottata la regolazione delle emissioni di formaldeide a livello di 0,5 E. Tutte queste circostanze hanno annullato il principale vantaggio competitivo dei produttori russi di mobili, che consisteva nel basso costo delle materie prime e relativamente basso costo del lavoro.

L'industria del mobile russa è stata a lungo protetta da elevati dazi all'importazione. E in assenza di competizione, non si è sviluppato in modo molto efficace.

Il nuovo mercato è caratterizzato da un'elevata concorrenza tra produttori di mobili russi e stranieri, nonché dalla dislocazione di piccole imprese dal mercato russo.

Ci sono diverse fasi nello sviluppo del mercato del mobile:

1 - Fino alla fine degli anni '80 del XX secolo. Una parte significativa del lavoro manuale, bassa qualifica dei lavoratori, alta usura fisica e morale ha portato al fatto che i parametri tecnologici, il volume e la qualità dei mobili prodotti dalle imprese non soddisfacevano le esigenze dei consumatori. La situazione era aggravata dal fatto che non esisteva un'industria metalmeccanica nazionale che producesse attrezzature specializzate per l'industria del mobile.

2 - L'inizio degli anni '90 del XX secolo. La situazione è cambiata radicalmente. Molte aziende fallirono, le imprese rimanenti cambiarono tattica e strategia. C'era una vasta selezione di non solo modelli di mobili, ma anche tecnologie, materiali, componenti dai quali è possibile realizzare questi mobili.

3 - Il periodo dal 2000 al 2008. Il mercato si sta sviluppando attivamente, il volume della produzione di mobili sta crescendo. Le vendite di prodotti per mobili sono aumentate annualmente a prezzi correnti di una media del 23%.

4 - Nel 2009. La crisi globale ha colpito anche l'industria del mobile russa. I prezzi sono aumentati, in termini di valore, le vendite nel paese sono diminuite. L'impatto negativo sull'industria del mobile ha avuto fattori quali: il deterioramento delle condizioni del credito, il rallentamento della costruzione e il potere d'acquisto.

5 - Nel 2010, il mercato ha iniziato a riprendersi. Alla fine dell'anno, la produzione interna è aumentata, così come il volume delle importazioni. Il volume del mercato è cresciuto fino al livello pre-crisi.

6 - Nel 2011 il volume di mercato è cresciuto di un altro 11% rispetto al 2010 e ha superato il livello pre-crisi. Il segmento dei mobili grigi si sta attivamente sviluppando.

7 - Nel 2012 sono stati osservati i più alti tassi di crescita del mercato. Il paese ha aumentato il volume della costruzione di alloggi, di conseguenza, il volume della produzione di mobili russi è aumentato. Allo stesso tempo, la quota delle importazioni a basso costo nel paese è aumentata, il che ha portato ad un aumento della concorrenza.

8 - Alla fine del 2013, il paese ha registrato un calo nel mercato della produzione di mobili, sia in valore che in natura. L'importazione di mobili è diminuita dell'1,6% rispetto al 2012, ma la sua quota era del 42,2%.

9 - Nel 2014 le importazioni sono aumentate del 23%. Il deprezzamento del rublo ha portato al panico dei consumatori e parte della domanda di mobili nel 2015 è stata realizzata alla fine del 2014. Tuttavia, a causa della crescita del tasso $, i prezzi dei fornitori stranieri hanno cessato di essere competitivi e le vendite agli stranieri stessi sono diventate non redditizie, specialmente per quanto riguarda i mobili di classe premium.

10 - Nel 2015 - il presente. Il cambio del dollaro ha portato ad un aumento del costo dei mobili del 20-30%. Secondo gli analisti nel 2016, il mercato dovrebbe scendere.

Al momento, il mercato della produzione di mobili in Russia non è stabile. Il mercato della produzione di mobili in generale e il mercato della produzione di mobili a Mosca e in particolare nella regione di Mosca sono giovani e hanno potenziale di sviluppo. La ragione principale per lo sviluppo del mercato di Mosca e della regione di Mosca è la necessità di preservare la quota di mercato della regione.

Descrizione del tipo di ricerca di mercato dei mobili

Oggetto della ricerca del mercato del mobile:

Il mercato per la produzione di mobili, parti di mobili e altri prodotti in legno a Mosca e nella regione di Mosca.

Scopo e ricerca del mercato del mobile:

Lo scopo di questo studio è di analizzare l'attuale situazione del mercato.

1 - Panoramica della situazione di mercato;

3 - Determinazione delle principali caratteristiche quantitative del mercato;

4 - Descrizione della struttura del mercato;

5 - Identificazione dei principali attori nel mercato;

6 - Identificazione dei principali fattori che influenzano il mercato;

7 - Identificazione delle principali tendenze del mercato;

8 - Descrizione dei consumatori sul mercato.

Mosca e regione di Mosca.

Il tempo dello studio:

Febbraio 2016

Il principale metodo di ricerca era raccogliere informazioni da fonti aperte accessibili:

1 - Stampa industriale e commercio elettronico e pubblicazioni specializzate;

2 - Risorse Internet;

3 - Materiali delle società (principali attori del settore);

4 - Articoli di rassegna analitici sulla stampa;

5 - I risultati delle agenzie di marketing e consulenza per la ricerca;

7 - Interviste con produttori e altri partecipanti al mercato;

8 - database dell'agenzia di marketing ZOOM MARKET;

9 - Servizio statistico federale;

10 - Ministero dello sviluppo economico della Federazione Russa;

11 - Servizio federale delle dogane;

12 - Servizio federale delle contribuzioni;

13 - Rapporti sulle vendite al dettaglio.

Fattori macroeconomici che influenzano il mercato del mobile:

Il mercato della produzione di mobili a Mosca e nella regione di Mosca, come una delle componenti dell'economia russa, è influenzato dai principali indicatori economici del paese.

Brevi informazioni sull'agenzia di marketing ZOOM MARKET

L'agenzia di marketing ZOOM MARKET è stata fondata nel 2008 sulla base del dipartimento marketing di una grande azienda domestica. La principale specializzazione di un'agenzia di marketing sta conducendo sondaggi d'opinione e conducendo ricerche di marketing. Durante la sua esistenza, l'agenzia ha condotto oltre 400 progetti di ricerca per oltre 150 aziende. Tra i clienti dell'agenzia di marketing ZOOM MARKET: OGGI (dall'agosto 2010 OODJI), assicurazione ORANTA, TD ICEBERRY, FG BCS, Windows di crescita, TERVOLINA, caffè Safari, GK KiN e molti altri!

Analisi del mercato del mobile in Russia

Il concetto di mercato, la sua classificazione e le sue funzioni. Caratteristiche del mercato della concorrenza monopolistica. Analisi delle politiche economiche e di prezzo delle imprese di mobili in Russia. Caratteristiche dell'organizzazione delle vendite e della concorrenza nel mercato del mobile del paese.

Invia il tuo buon lavoro nella base di conoscenza è semplice. Utilizza il modulo sottostante.

Studenti, dottorandi, giovani scienziati che usano la base di conoscenze nei loro studi e nel lavoro saranno molto grati a voi.

Pubblicato su http://www.allbest.ru/

FEDERAL STATE EDUCATIONAL

ISTITUZIONE DI BILANCIO SUPERIORE

ISTRUZIONE PROFESSIONALE

"UNIVERSITÀ FINANZIARIA

DAL GOVERNO DELLA FEDERAZIONE RUSSA

astratto

Analisi del mercato del mobile in Russia

Ha rispettato:

Studente del 1 ° anno

c. PM1-2

Zavoritnaya V.V.

Controllato: professore associato

Mosca 2014

  • introduzione
  • 1. Classificazione dei mercati
    • 1.1 Il concetto di mercato. Classificazione e funzione del mercato
    • 1.2 Modelli di mercato
    • 1.3 Concorrenza monopolistica di mercato
  • 2. Analisi del mercato del mobile in Russia
    • 2.1 Stato e struttura del mercato dei mobili in Russia
    • 2.2 Caratteristiche dei prodotti sul mercato russo dei mobili
    • 2.3 Politica economica delle imprese di mobili in Russia
      • 2.3.1 Politica dei prezzi nell'industria del mobile
      • 2.3.2 Concorrenza nel mercato del mobile
      • 2.3.3 Organizzazione delle vendite nel mercato russo dei mobili
  • conclusione
  • riferimenti

introduzione

Ho scelto "Analisi del mercato dei prodotti di arredamento" come argomento del mio saggio, quindi cercherò di analizzare il mercato del mobile in Russia, determinare la sua struttura, il grado di saturazione delle merci e il livello di concorrenza. concorrenza di vendita di mobili economica

Ad oggi, il mercato dei mobili in Russia è stato ampiamente studiato, ma ancora questo argomento è ancora abbastanza rilevante, perché questo mercato è in costante movimento. La struttura del mercato è in continua evoluzione: la politica del governo in questo settore è finalizzata alla progressiva espulsione dei produttori stranieri da parte di quelli domestici.

Il mondo attuale non può essere immaginato senza mercati, che, a loro volta, non possono essere immaginati senza competizione.

Oltre ai perfetti mercati della concorrenza, ci sono mercati della concorrenza imperfetti, che saranno discussi in questo saggio, dal momento che il mercato del mobile russo appartiene specificamente al mercato imperfetto della concorrenza.

Lo scopo di questo lavoro è quello di esaminare il mercato dei mobili in Russia e determinare il modello di mercato più appropriato per questo.

1. Classificazione dei mercati

1.1 Il concetto di mercato. Classificazione e funzione del mercato

La moderna economia di mercato è un organismo molto complesso, costituito da un gran numero di diverse strutture industriali, commerciali, finanziarie e di informazione che interagiscono sullo sfondo di un ampio sistema di norme giuridiche di business e sono unite da un unico concetto: il mercato.

Per definizione, il mercato è una struttura organizzata, in cui produttori e consumatori, venditori e acquirenti "si incontrano", in cui, a seguito dell'interazione tra la domanda dei consumatori e l'offerta dei produttori, vengono fissati i prezzi per i beni e le vendite. Quando si considera l'organizzazione strutturale del mercato, il numero di produttori (venditori) e il numero di consumatori (acquirenti) che partecipano al processo di scambio dell'equivalente universale di valore (denaro) per qualsiasi prodotto sono di importanza decisiva. Questo numero di produttori e consumatori, la natura e la struttura delle relazioni tra loro determinano l'interazione tra offerta e domanda.

Sulla base di quanto sopra, possiamo trarre le seguenti conclusioni.

Il mercato è un concetto multidimensionale. In senso stretto, può essere considerato come qualsiasi luogo di scambio (scambio) di beni e servizi. In un senso più ampio, il mercato - un insieme di processi commerciali, atti di vendita, indipendentemente da dove si verificano.

Un'economia di mercato è un sistema economico in cui la decisione su cosa, come e per chi produrre è il risultato dell'interazione di venditori e acquirenti sul mercato. Tuttavia, un'economia di mercato presuppone un alto livello di sviluppo del mercato ed è caratterizzata da caratteristiche di base quali la libera impresa, il prezzo libero (l'interferenza del governo nel processo di tariffazione per molti tipi di merci è esclusa, i prezzi forniscono ampie informazioni operative sulla domanda e fornitura di beni, costi di produzione, posizione nei mercati delle singole regioni, paesi e comunità mondiale); concorrenza (regola i prezzi e la quantità dei beni prodotti). Passiamo ora alla considerazione dei modelli di mercato esistenti.

1.2 Modelli di mercato

A seconda del rapporto tra il numero di produttori e il numero di consumatori, si distinguono i seguenti tipi di strutture competitive:

1. Un gran numero di produttori indipendenti di un prodotto omogeneo e una massa di consumatori separati di questo prodotto.

2. Un numero enorme di consumatori separati e un numero limitato di produttori, ognuno dei quali può soddisfare una quota significativa della domanda totale.

3. L'unico consumatore del prodotto e molti produttori indipendenti. In questo caso, un singolo consumatore acquisisce l'intero volume della fornitura di beni, che viene fornito dall'intero gruppo di produttori. Questa struttura crea un tipo speciale di concorrenza imperfetta, chiamata monopsia (monopolio della domanda).

4. La struttura delle interconnessioni, in cui un singolo produttore si oppone a un unico consumatore (monopolio bilaterale), non è generalmente concorrenziale, ma non è neppure un mercato.

Consideriamo più in dettaglio il principale delle strutture di mercato di cui sopra.

Il primo, il più comune e il più semplice sistema di mercato è la concorrenza perfetta.

Le condizioni per una concorrenza perfetta sono determinate dai seguenti prerequisiti:

- un gran numero di acquirenti e venditori, nessuno dei quali ha un effetto notevole sul prezzo di mercato e sulla quantità di beni

- ogni venditore produce un prodotto omogeneo che non è in alcun modo distinto dal prodotto di altri venditori

L'ultima struttura del mercato che non ho ancora recensito è l'oligopolio. Si può dire che questa struttura di mercato combina le caratteristiche del monopolio e della concorrenza monopolistica.

L'oligopolio è una struttura di mercato in cui pochissimi venditori dominano la vendita di un prodotto e l'emergere di nuovi venditori è difficile o impossibile. Le merci vendute da aziende oligopolistiche possono essere differenziate e standardizzate.

Di solito nei mercati oligopolistici domina da due a dieci imprese e che rappresenta la metà delle vendite di prodotti più comuni.

Sulla base dell'analisi dei modelli di mercato considerati, si può concludere che esistono quattro modelli di mercato noti: concorrenza perfetta, monopolio, concorrenza monopolistica e oligopolio, due dei quali sono più vicini ai modelli ideali e due sono i modelli più comuni che esistono in un'economia di mercato. È necessario ora scoprire quali dei modelli elencati del mercato riguarderanno il mercato ucraino del mobile.

1.3 Concorrenza monopolistica di mercato

Consideriamo più in dettaglio il modello del mercato della concorrenza monopolistica, poiché ritengo che sia questo modello di mercato che si avvicina di più al mercato russo dell'arredamento.

La concorrenza monopolistica implica una situazione di mercato in cui un numero relativamente elevato di piccoli produttori offre prodotti simili ma non identici. Le differenze tra competizione monopolistica e pura sono molto significative. Per la concorrenza monopolistica non è richiesta la presenza di centinaia o migliaia di imprese, un numero relativamente grande di esse.

Si può concludere che la concorrenza monopolistica si riferisce a industrie costituite da un numero relativamente elevato di imprese che operano nella produzione di prodotti differenziati, senza entrare in alleanze segrete. La competizione sui prezzi è accompagnata da una competizione non a prezzo. La facilità di ingresso contribuisce all'emergere della concorrenza delle nuove imprese a lungo termine. Tutti questi segni, a mio parere, sono inerenti al mercato del mobile, di cui analizzerò l'analisi nel prossimo capitolo.

2. Analisi del mercato del mobile in Russia

2.1 Stato e struttura del mercato dei mobili in Russia

Il mercato di Mosca oggi è condiviso da produttori e venditori di mobili come Shatura, Elektrogorskmebel, UNITEX, Ronikon, Mr. Porte "," Zetta "," Maria "," Laguna ". Allo stesso tempo, le società stesse non possono fornire statistiche accurate sulle loro quote di mercato, poiché il mercato è molto frammentato tra i produttori e le statistiche ufficiali non corrispondono alla realtà. "Entrambi gli operatori grandi e piccolissimi lavorano sul mercato, il cui numero esatto è difficile da nominare, poiché molti di essi non sono registrati, o lavorano in una piccola area limitata, e le informazioni sulle società non vanno oltre il loro accordo. In generale, ci sono circa tremila imprese sul mercato. Di conseguenza, anche i produttori di mobili di grandi dimensioni occupano non più del dieci percento del mercato. I piccoli produttori ora occupano circa l'80% del mercato, molti di loro lavorano in condizioni artigianali e producono diversi modelli di un certo tipo di mobili, acquistando componenti economici di scarsa qualità.

Secondo i dati consolidati degli analisti di potenti aziende manifatturiere, lo scorso anno un po 'più della metà di tutti i mobili acquistati rappresentava uno spazio per uffici, che in termini monetari variava da 825 milioni a 1,76 miliardi di UAH. Se valutiamo il mercato in base al numero di unità vendute, nel settore del mobile, vengono utilizzati due metodi di valutazione in parallelo: il segmento dell'ufficio era di circa il 40%.

Ora nel mercato dei mobili della Russia ci sono produttori di mobili di varie dimensioni, tra cui:

-- grandi imprese con un volume di produzione di almeno $ 220 mila al mese - 3-5%;

-- medie imprese con una produzione mensile di $ 25-35 mila - 60-65%;

-- piccole imprese con un volume di produzione inferiore a $ 25 mila al mese - 30%.

In totale, le imprese impegnate nella lavorazione del legno e nella produzione di mobili hanno registrato circa novemila unità.

Se parliamo di preferenze del settore, Mr.Doors, Felix, Maria e altri sono leader nel segmento dei mobili imbottiti, ad esempio Felix occupa una posizione di leadership nel mercato ucraino in termini di gamma di tavoli e sedie per la casa.

Per il 2014, le esportazioni di mobili ammontavano a 185 milioni di dollari. Stati Uniti e aumentato rispetto al corrispondente periodo del 2013 del 28,3%.

I consumatori di mobili di Mosca sono più di 30 paesi del mondo. La maggior parte di questi sono forniti a Polonia, Germania e Francia. C'è una tendenza a ridurre la quota delle esportazioni di mobili e la crescita in Polonia, rispettivamente, dal 3% al 13%. Nel 2014, le importazioni totali di mobili in Russia ammontavano a 177,8 milioni di dollari. USA, che è il 50,7% in più rispetto al corrispondente periodo del 2013. I prodotti di arredamento sono importati da 41 paesi del mondo.

Restano i maggiori importatori: l'Italia - 27,7 milioni di dollari. Gli Stati Uniti rappresentano il 15,6% del totale delle importazioni di mobili in Ucraina e Cina - 27,3 milioni di dollari. Stati Uniti. o 15,4%, la Federazione Russa - 24,6 milioni di dollari. Stati Uniti, o il 13,8% delle importazioni totali; Polonia - 22,9 milioni di dollari. Stati Uniti, o 12,9%; Turchia: 15,2 milioni di dollari. Stati Uniti, o 8,6%; Germania - 7,2 milioni di dollari. Stati Uniti, o 4,1%. [14, 52]

2.2 Caratteristiche dei prodotti sul mercato russo dei mobili

Il mercato dei mobili in Russia è costituito da diversi segmenti. Si tratta di mercati per mobili per ufficio, mobili imbottiti, mobili per mobili, mobili da cucina, mobili per il bagno.

I prodotti venduti nel mercato dei mobili per ufficio comprendono: tavoli, sedie, armadi, scaffali, armadi, mobili per ufficio imbottiti.

I mobili per ufficio sono utilizzati in tutto l'ambiente aziendale. I consumatori di mobili per ufficio sono tutte imprese di tutte le dimensioni e forme di proprietà.

Come visto dalle loro fasce di prezzo, i prezzi dei mobili costituiscono una grande parte del bilancio familiare. Questo suggerisce che il consumatore medio non può permettersi di acquistare mobili "con uno stipendio". E questo testimonia l'elasticità della domanda di beni rappresentati nel mercato del mobile. La domanda di mobili è elastica. Da quando il prezzo dei mobili sale, le persone si rifiutano di acquistarlo nel prossimo futuro e quando diminuiscono, cercano di risparmiare denaro per rinnovare il loro interno. Pertanto, molti produttori e ridurre i prezzi dei loro prodotti, attirando questi nuovi acquirenti.

Ciò significa che il mercato dei mobili in Russia è costituito da diversi segmenti che sono ben pieni di produttori ucraini e stranieri.

2.3 Politica economica delle imprese di mobili in Russia

2.3.1 Politica dei prezzi nell'industria del mobile

L'andamento generale dei prezzi in tutta l'industria del mobile è caratterizzato da un costante calo dei prezzi per tutti i tipi di mobili domestici.

I prezzi più bassi saranno possibili in futuro. Il mercato spietato porta via gradualmente i super profitti degli operatori. Secondo alcune indiscrezioni, la redditività in alcune produzioni di cucine raggiunge il 25%.

Si può vedere che nel mercato russo dei mobili vi è un numero molto elevato di prodotti differenziati di diverse categorie di prezzo destinati a consumatori di vari strati sociali della popolazione. Da questi segnali, questo mercato può facilmente essere attribuito al modello della concorrenza monopolistica.

2.3.2 Concorrenza nel mercato del mobile

La concorrenza nel mercato dell'arredamento sta diventando sempre più dura ogni giorno: troppe aziende sono impegnate in questo business.

Se la concorrenza precedente si riduceva principalmente a prezzi più bassi per i prodotti (a volte franco dumping) e tenendo infinite promozioni con sconti fino al 30%, ora i produttori stanno rifiutando tali metodi. Uno dei motivi: ridurre ulteriormente i prezzi - rendere la produzione non redditizia.

2.3.3 Organizzazione delle vendite nel mercato russo dei mobili

Il problema principale di tutti i produttori di mobili al momento è il basso potere d'acquisto della popolazione. La ristrutturazione dei mobili nelle famiglie russe è estremamente rara. Quindi, nei paesi europei, il muro serve per 3-4 anni, ma nel nostro paese spesso costa 8-10 anni o più.

Negli ultimi 10 anni, l'acquirente è cambiato oltre il riconoscimento. All'inizio degli anni '90, quando la domanda era in anticipo sulla fornitura, tutto è stato acquistato, soprattutto se i mobili venivano portati "dall'estero", indipendentemente dalla qualità. Sul servizio non stava parlando. Il denaro è stato pagato solo per i caricatori di non rompere i mobili al momento della consegna. La redditività delle aziende-venditori ha raggiunto il 200% e oltre.

Quindi, è chiaro che in Russia il mercato del mobile è finalmente formato, c'è la spina dorsale principale dei maggiori produttori leader, che anche "fanno il tempo" nel mercato del mobile, ci sono anche un gran numero di piccoli produttori e venditori. Sul mercato c'è un numero molto grande di diversi tipi, tipi e modelli di vari mobili, che appartiene a diverse categorie di prezzo. Poiché i prodotti sono differenziati, il prezzo non è il criterio più importante quando si sceglie un venditore. ie Il nostro mercato è in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi consumatore di diversi status sociali. Questo mercato formato è pienamente coerente con il modello della concorrenza monopolistica.

conclusione

Come risultato dell'analisi, possiamo affermare che l'industria del mobile appartiene a un tale modello di mercato come la concorrenza monopolistica.

Questo è evidenziato da tutti gli indicatori. Il numero di aziende del settore è piuttosto ampio. I prodotti di arredamento sono differenziati, le aziende manifatturiere forniscono servizi per la vendita dei loro prodotti, la promozione delle vendite viene utilizzata attivamente. Oltre alla concorrenza sui prezzi nel settore, c'è anche il non prezzo. L'ingresso di nuove imprese nel settore del mobile è relativamente facile.

C'è una tendenza ad abbassare i prezzi per i prodotti di arredamento. Le imprese riducono i prezzi, privandosi di parte dei profitti. A mio avviso, sarebbe più vantaggioso utilizzare la concorrenza non a prezzo: migliorare la qualità dei mobili, utilizzare vari metodi di promozione dei prodotti. La concorrenza non a prezzo in questo caso è più preferibile.

La politica economica dello Stato non è sufficiente per frenare l'importazione di mobili dall'estero. Sarebbe più opportuno limitare l'importazione di mobili. Ciò consentirebbe ai produttori russi di sviluppare nuove tecnologie per la produzione di mobili di lusso, che finora sono stati importati solo dall'estero.

Il mercato russo dei mobili nella fase attuale di sviluppo subirà ulteriori strutturazioni.

riferimenti

1. Ivashkovsky S.N. Microeconomia: libro di testo. - 2a ed., Corr. e aggiungi - M.: Affari, 2001.

2. McConnell, K.R., Bru, S.L. Economia: principi, problemi e politiche. K., Hagar-Demos, 1993.

3. Dizionario di riferimento "Economia di mercato" - Krasnoyarsk: LIA "Inform", 1992, p.12

4. Tigova T.N. Microeconomia: un breve corso di lezioni. - 3a ed., Stereotipo. - K.: MAUP, 2003, p.5-6

5. Akulova A. Il mercato dei mobili per la casa: le più forti sopravvive // ​​Specificamente sui mobili per la casa (Appendice ai contratti galiziani) n. 17-18, 2003

6. Il mercato del mobile: il destino accarezza il giovane e zelante // In particolare sui mobili (Appendice ai contratti galiziani) n. 14, 2002, p.1-8

Pubblicato su Allbest.ru

Documenti simili

Lo stato attuale del mercato automobilistico russo, le modalità della sua regolamentazione e l'analisi della concorrenza. Caratteristiche della politica dei prezzi di AvtoVAZ. Classificazione dei costi inclusi nel costo di produzione. Lo studio della dinamica dei prezzi per le automobili VAZ.

Analisi di grandi aziende di mobili, la loro struttura, i prodotti, il principio di funzionamento, gli obiettivi che stanno cercando di raggiungere. La dipendenza delle vendite di mobili sul tenore di vita dei consumatori. I principali tipi di mobili. Proposte per lo sviluppo del mercato del mobile.

Esame di metodi e meccanismi per l'organizzazione del mercato pubblicitario in Russia. Analisi dei risultati dell'attività pubblicitaria di imprese straniere e nazionali nel 2012-2013. Descrizione della strategia di concorrenza in questo settore, cambiamenti istituzionali.

Lo stato del moderno mercato russo e regionale del mobile. Fattori che danno forma alla qualità dei mobili. I materiali utilizzati nell'industria del mobile. Caratteristiche dei principali processi tecnologici di produzione. Metodi per l'esame dei mobili.

Il concetto di arredamento, il suo scopo e le caratteristiche della produzione in Russia. Gamma, principali produttori e la loro geografia. Calcolo del rapporto di concentrazione del mercato. Determinanti dell'offerta e della domanda. Prospettive, punti di forza e punti deboli del settore.

La concorrenza è la lotta dei produttori di materie prime per una quantità limitata di domanda effettiva da parte dei consumatori, condotta da attori nei segmenti di mercato a loro disposizione. Analisi della situazione economica del mercato farmaceutico della Federazione Russa.

Lo stato del mercato dei mobili e la concorrenza su di esso. Analisi dell'attività economica, merce, prezzo e politica di vendita dell'impresa, i suoi punti di forza e di debolezza. Sviluppo della strategia di marketing e miglioramento della ricerca di mercato.

Studio della capacità e del tasso di crescita del mercato farmaceutico in Russia. Analisi del volume di produzione e della gamma di farmaci. La strategia per il rilancio dell'industria farmaceutica. Formazione e regolamentazione della politica dei prezzi delle farmacie.

La concorrenza è un efficace coordinatore dell'attività economica. Il concetto di competizione e i suoi tipi. Analisi della concorrenza. Il processo di studio della concorrenza. Metodi per studiare la competizione. Carte funzionali Analisi sistematica dei concorrenti. Mercato del gelato.

Ricerche di mercato Caratteristiche dei cicli economici moderni. Uno studio di uno specifico mercato del prodotto e una mappa del mercato. Indicatori chiave del mercato. Valutazione delle quote di mercato e intensità della concorrenza nel mercato studiato, il tasso di crescita del mercato.

Ricerche di mercato sui mobili RBC: nuove tendenze del settore

Redattore capo Rusbase

Alla fine del 2016, gli analisti di RBC Market Research hanno condotto uno studio su larga scala del mercato russo dei mobili. Lo studio comprende un'analisi di indicatori chiave e tendenze del mercato, i risultati di sondaggi di rappresentanti dei principali attori e un sondaggio sociologico degli acquirenti di mobili.

Rusbase fornisce le tesi principali del rapporto. Altro: per riferimento.

Altri rapporti RBC Market Research: per tag.

Situazione nel mercato dei mobili

Alla fine del 2014 - l'inizio del 2015, in alcuni mercati (compreso il mercato del mobile) si osservava un livello record di vendite: gli acquirenti temevano svalutazione e comprano beni durevoli (mobili, elettrodomestici, elettronica, ecc.). Da allora, la domanda dei consumatori è diminuita: nel 2015 il volume delle vendite di mobili in Russia è diminuito del 9,9% rispetto al 2014, raggiungendo 419,8 miliardi di rubli. Nel 2016, le vendite al dettaglio hanno continuato a diminuire - sono diminuite del 5,3% (a 397,6 miliardi di rubli).

A prezzi correnti, le vendite hanno mostrato una tendenza minima, ma comunque positiva, a causa di un sostanziale aumento dei prezzi dei prodotti di arredamento sul mercato russo. Questo non si può dire sul volume del mercato dei mobili nei prezzi dei produttori e delle importazioni: fino al 2014 le dinamiche sono rimaste positive, ma nel 2015 si è registrato un declino notevole (del 7,3%). Ciò è avvenuto sia a causa di un grave calo delle importazioni sia a causa di una riduzione della produzione interna.

Il mark-up al dettaglio dei negozi al dettaglio per la vendita di mobili è in costante crescita dal 2012 e alla fine del 2015 è aumentato ancora di più, fino all'85,2%. In altre parole, alcuni rivenditori di mobili continuano a trasferire parte dei loro costi ai clienti.

Il mercato dei mobili dipende molto dagli indicatori dei tassi di cambio: la maggior parte dei componenti deve essere acquistata all'estero. Questo è sia un fattore di inibizione e crescita. La situazione di crisi degli ultimi due anni ha motivato i giocatori a ottimizzare la produzione e adattare le migliori pratiche dei mercati occidentali. Inoltre, mentre nel segmento premium, gli accessori dei principali produttori di fama mondiale non hanno nulla da opporre al mercato interno, nella categoria "meno negativo", costituisce una buona competizione per l'Occidente.

Le fluttuazioni valutarie che hanno seguito l'aumento dei prezzi di beni e servizi, il calo dei redditi russi e il calo della domanda dei consumatori hanno adeguato le strategie di molti attori. Hanno dovuto affrontare l'ottimizzazione dei processi produttivi, aggiornare la gamma, migliorare i programmi di branding e di fidelizzazione - tutto ciò ha avuto un effetto positivo sull'efficienza del mercato dell'arredamento domestico.

Nuove soluzioni

La crisi economica fa emergere nuovi modi di sviluppo del business da parte dei giocatori. Ad esempio, una tendenza interessante è emersa nel mercato immobiliare primario: le aziende di mobili in collaborazione con gli sviluppatori stanno creando soluzioni chiavi in ​​mano per nuovi appartamenti. Questo formato di lavoro è vantaggioso per i produttori di mobili: l'arredamento di appartamenti in nuovi edifici consente ai giocatori di mantenere i volumi di produzione e non ridurre i dipendenti.

Questa opzione è particolarmente interessante per gli acquirenti dei segmenti "economy" e "economy plus": ciò consente loro di risparmiare tempo e denaro quando si trasferiscono in un nuovo appartamento. I mobili costano il 40-50% in meno rispetto all'acquisto di mobili in un centro commerciale da soli: il costo dei mobili non include il noleggio dello spazio, il salario del venditore e altri elementi di marketing.

Abitudini di consumo

Secondo l'analisi di RBC Market Research, già 152 su 305 (cioè circa il 50%) dei giocatori di rete hanno i propri siti web, tuttavia non tutti i negozi online hanno la possibilità di acquistare completamente le merci - molti sono ancora i cosiddetti "showcases with prices".

Alcuni giocatori scommettono sull'e-commerce. Così, all'inizio del 2016, uno dei maggiori rivenditori del mercato russo del mobile, Hoff, ha lanciato il proprio negozio online a San Pietroburgo (le consegne sono state effettuate da un magazzino di Mosca). Nella prima metà del 2016, il volume delle vendite online è aumentato del 46,9% a 974 milioni di rubli e ammonta al 12,5% delle vendite totali.

Secondo RBC Market Research, oggi il 21,6% dei russi effettua acquisti di mobili su Internet.

Panoramica del mercato: produzione di mobili

(OKVED 2) 31.01 Produzione di mobili per uffici e imprese commerciali

Questa analisi di mercato si basa sulle informazioni fornite dall'industria indipendente e dalle fonti di notizie, nonché sulla base dei dati ufficiali del Servizio statistico federale. L'interpretazione degli indicatori si basa anche sui dati disponibili in open source. L'analisi include aree e indicatori rappresentativi che forniscono la panoramica più completa del mercato in questione. L'analisi è condotta in tutta la Federazione Russa, così come nei distretti federali; Il Distretto Federale di Crimea non è incluso in alcune recensioni a causa della mancanza di dati statistici.

INFORMAZIONI GENERALI

Mobili - un set di prodotti mobili o built-in per arredare locali residenziali e pubblici e varie zone di soggiorno umano. È destinato alla conservazione e all'esposizione di vari oggetti, seduto, sdraiato, cucinando, eseguendo scritti e altri lavori, dividendo i locali in zone separate.

I mobili possono essere classificati sia per fattore di forma (morbido, armadio), per scopo (cucina, camera da letto, lavoro), sia per il materiale utilizzato.

La necessità di mobili è uno dei principali bisogni umani; allo stesso tempo, è caratterizzato da una lunga durata e un'elevata manutenibilità. Pertanto, mentre si riduce la solvibilità complessiva, una persona può rifiutarsi di acquistare nuovi mobili aumentando la vita del vecchio.

Come oggetto di imprenditorialità, l'arredamento è di interesse soprattutto per le piccole e medie imprese. Più spesso oggi, gli imprenditori scelgono la produzione di mobili (modulari) mobili - set da cucina, armadi, ecc. Tale produzione è caratterizzata dalla relativa semplicità tecnologica rispetto, ad esempio, ai mobili imbottiti.

I principali materiali utilizzati nella produzione di mobili sono legno naturale, fibra di legno, truciolato, MDF, metallo, plastica, vetro, pietra naturale e artificiale, ecc.

SEZIONI OKVED

Tutta la produzione di mobili è inclusa nella sottoclasse 36.1 OKVED e ha la seguente divisione:

- 36.1 - produzione di mobili;

- 36.11 - produzione di sedie e altri mobili per la seduta;

- 36.12 - produzione di mobili per ufficio e imprese commerciali;

- 36.13 - produzione di mobili per cucina;

- 36.14 - fabbricazione di altri mobili;

- 36.15 - produzione di materassi.

In effetti, tutte queste aree sono relativamente equivalenti e influenzano allo stesso modo l'immagine complessiva del gruppo. Pertanto, nell'ulteriore analisi del mercato, verrà presa in considerazione la sottoclasse 36.1 di OKVED.

ANALISI DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Oggi in Russia, secondo varie stime, da 5.100 a 5.800 imprese, di cui circa 500 di grandi e medie dimensioni, sono impegnate nella produzione di mobili. La maggior parte della produzione è concentrata nei distretti federali centrali e del Volga, che rappresentano oltre la metà del volume totale di produzione nel paese.

Il mercato può essere suddiviso in due nicchie principali: mobili per la casa e mobili per edifici pubblici. Inoltre, se negli anni '90 del XX secolo, la quota di questi ultimi era di circa il 15-20%, poi entro il 2014 è cresciuta fino al 40% del totale. Inoltre, secondo gli esperti, negli ultimi anni c'è stato un rallentamento del tasso di crescita del mercato, che è molto probabilmente dovuto alla sovrapproduzione in questo settore, mentre più del 55% dei mobili in Russia è importato. La disponibilità di tecnologie di produzione e la redditività un tempo elevata delle imprese hanno creato un aumento permanente del numero di attori del mercato e una maggiore concorrenza. Tuttavia, il fattore della caduta del valore del rublo rispetto alle valute del mondo fa il proprio aggiustamento. Nei prossimi anni, a quanto pare, dovremmo aspettarci un significativo calo della quota delle importazioni; e il deprezzamento del rublo potrebbe portare ad un aumento della competitività dei prodotti di fabbricazione russa nei mercati esteri.

Tuttavia, per il mercato interno la situazione non sembra rosea. Se nel 2012 senza crisi, le ragioni principali per acquistare nuovi mobili erano la necessità di ricostituire gli arredi degli appartamenti e la necessità di sostituire i mobili che non funzionavano (un totale del 66% delle risposte degli intervistati), oggi quasi nessuno pensa a reintegrare la situazione, e ai mobili essere riparato

Gli esperti identificano le seguenti tendenze principali del mercato:

- Prospettive di ulteriore crescita del mercato, anche con un rallentamento. Tuttavia, questa previsione non tiene conto dei fattori di forza maggiore - forti fluttuazioni dei tassi di cambio, cambiamenti strutturali nell'economia russa dovuti a influenze interne ed esterne, ecc.

- Riduzione della quota del business ombra nel settore a causa dell'influenza della situazione di crisi sulle piccole imprese artigianali, anche a causa dell'elevato onere creditizio.

- Riduzione della quota del segmento premium a favore dello standard e del budget.

- Riduzione della quota di prodotti importati.

- Internet come canale di vendita di mobili sta perdendo popolarità.

ANALISI DEI DATI DEL SERVIZIO FEDERALE DELLE STATISTICHE STATALI DELLA FEDERAZIONE RUSSA

Figura 1. Dinamica degli indicatori finanziari del settore (OKVED 36,1) nel 2011-2015 (trimestre I-III), rub.

Figura 2. Dinamica dei rapporti finanziari del settore (OKVED 36,1) nel 2011-2015 (I-III trimestre).

Figura 3. Volume di produzione nell'industria (OKVED 36,1) nel 2011-2015 (trimestre I-III), in migliaia di rubli.

Secondo Rosstat, la dinamica della produzione nel settore non cambia significativamente da un anno all'altro; dal 2011 al 2014 c'è stato un certo aumento dell'indicatore. Secondo i risultati dei primi tre trimestri del 2015, il volume di produzione è stato pari al 69% del risultato dell'intero anno 2014 in termini monetari. Le entrate sono allo stesso livello - 70% nel 2015 del risultato del 2014, con una crescita costante nel periodo 2011 - 2014. Il profitto dopo il picco nel 2013, nel 2014 è diminuito del 21%; il risultato dell'utile dei primi tre trimestri del 2015 - 96,5% dell'intero anno 2014. Il calo degli utili nel 2014 con una crescita costante dei volumi di vendita è dovuto a un aumento dei costi e ad una diminuzione degli indicatori di redditività - redditività lorda, redditività delle vendite, redditività e altro. importato dai paesi dell'UE, così come dalla Cina. Tuttavia, le cifre per il 2015 superano quelle del 2014; se nel quarto trimestre del 2015 non accade niente di inaspettato nell'economia del paese, allora possiamo parlare di una certa stabilizzazione degli indicatori finanziari del settore.

Indicatori di comportamento caratteristico che riflettono l'uso del capitale preso a prestito. Nel 2014, come si può vedere dal grafico, il rapporto di autonomia è aumentato in modo significativo, il rapporto tra capitale preso in prestito e capitale proprio diminuito - gli imprenditori si rifiutano di utilizzare i prestiti bancari a causa degli alti tassi di prestito. D'altra parte, le banche sono anche più selettive nella scelta delle organizzazioni da accreditare.

Figura 4. La quota delle regioni della Federazione russa nella produzione totale in termini monetari nel 2011-2015,%

Come accennato in precedenza, il volume principale di prodotti di questo settore è prodotto nel Distretto Federale Centrale e nel Distretto Federale del Volga - secondo Rosstat, rappresentano il 67-68% della produzione totale. Al terzo posto con un grande ritardo è il Distretto Federale Meridionale. Questa distribuzione delle forze si ottiene principalmente centralizzando la produzione di grandi attori del mercato. La struttura dei ricavi e dei profitti apparirà allo stesso modo: le vendite di b2b vengono generate direttamente nella regione di produzione. La distribuzione dei prodotti finiti avviene con l'aiuto di reti di vendita di marca e multimarca, la maggior parte delle quali non appartengono al produttore o sono legalmente separate dalla produzione. Tutto ciò lascia spazio a piccoli produttori regionali che possono occupare nicchie, concentrandosi principalmente sulla produzione di mobili su misura, che è problematico per i giocatori federali a causa della lunga logistica, dei lunghi tempi di produzione e del relativo aumento del prezzo del prodotto. Tuttavia, dipende anche dalle specificità di un particolare tipo di arredamento - ad esempio, i grandi produttori di mobili imbottiti, anche nel segmento medio del prezzo, accettano volentieri gli ordini individuali, tenendo conto dei desideri del cliente nella scelta del materiale e della completezza del prodotto. Per il segmento premium, un approccio individuale nella produzione di prodotti è standard.

Figura 5. Dinamica della redditività delle vendite del settore per regione, 2011-2014,%

Figura 6. Dinamica della redditività lorda dell'industria per regione, 2011-2014,%

L'analisi delle dinamiche degli indicatori di redditività per regioni mostra le diverse direzioni delle tendenze. Ad esempio, la redditività delle vendite nel Distretto Federale dell'Estremo Oriente è aumentata dal 2,8% nel 2011 al 26,1% nel 2014. Il Distretto Federale degli Ural e il Distretto Federale del Caucaso settentrionale hanno mostrato un aumento significativo. Le stesse regioni sono cresciute in termini di margine lordo. Allo stesso tempo, altre regioni hanno mostrato una leggera diminuzione degli indicatori.

Analisi del mercato del mobile e del legno

Il mercato russo dei mobili è uno dei più competitivi: presenta sia grandi fabbriche che fabbricano mobili in serie e piccoli imprenditori che lavorano su ordini individuali. Il potenziale di sviluppo dell'industria è piuttosto ampio, ma la domanda di mobili tra i russi rimane bassa (rispetto ai paesi europei). Il volume del mercato mondiale dei mobili supera i 200 miliardi di euro all'anno, e la quota della Federazione russa al suo interno è inferiore all'1%.

Nonostante l'apparizione annuale di dozzine di nuovi giocatori nel mercato del mobile, circa il 65% del mercato dei mobili in legno appartiene al produttore nazionale. Qual è la ragione di tale patriottismo dei nostri compatrioti?

- La risposta è tradizionale: minor costo del prodotto rispetto alle controparti importate.

Analisi della domanda dei consumatori

Secondo la società di consulenza Intesco Research Group, il mercato dei mobili in legno ha registrato un forte trend di crescita dal 2010 (è aumentato di 1,7 volte in 3 anni). Ciò è dovuto sia alla crescita dell'edilizia abitativa che all'aumento dei redditi della popolazione. I mobili in legno saranno sempre richiesti: è bello, naturale e offre una vasta gamma di design per qualsiasi stile di interni. Inoltre, attraverso l'uso di vari materiali (pannelli truciolari, pannelli di fibra, pannelli truciolari, MDF), la produzione può essere ridimensionata attirando acquirenti con diverse capacità finanziarie.

Gli ultimi tre anni hanno visto non solo l'alta attività degli acquirenti, ma anche la loro disponibilità a rinnovare gli arredi delle loro case, anche se le cuffie mantengono un aspetto abbastanza presentabile. L'analisi dei motivi che hanno spinto a fare l'acquisto di nuovi mobili, sarà graficamente simile a questa:

Oggi, molti sono pronti a cambiare i mobili imbottiti dopo 4 anni di funzionamento, dal cabinet - through 5. Più frequentemente aggiornano le stanze dei bambini - ogni 2-3 anni. Più raramente - mobili per il bagno, la cucina e la camera da letto (ogni 5-7 anni).

Nella struttura della domanda tali posizioni stanno conducendo:

  • mobili per soggiorno (31,3%);
  • mobili imbottiti (23,3%);
  • cucine (16,1%);
  • camere da letto (14,2%).

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, la domanda di mobili in legno è dominata da prodotti di fascia media e bassa (e di qualità corrispondente), che occupa oltre il 75% del mercato. Allo stesso tempo, la maggior parte della domanda è soddisfatta dalle proposte di piccole e medie imprese che producono mobili per singoli ordini. La produzione seriale sta gradualmente perdendo terreno. Il motivo principale (oltre all'usura delle vecchie linee) è il cambiamento nel gusto dei nostri compatrioti. Se in precedenza la base della domanda era costituita da mobili classici con proporzioni geometriche semplici e colori prevalentemente scuri, oggi la gente desidera l'esclusività e la brillante individualità nell'ambiente interno.

C'è una chiara tendenza: i consumatori di oggi non condividono più i mobili secondo il principio "nostro o importato".

L'acquirente è interessato principalmente a:

  • la qualità del materiale e degli accessori;
  • prezzo;
  • aspetto;
  • servizio e servizi aggiuntivi (possibilità di scegliere colori, materiali, tonalità, dimensioni per determinati parametri).

L'orientamento al marchio è stato preservato solo da persone facoltose, per le quali acquistare mobili è anche una questione di prestigio. La scelta di "top class" si basa sulla fama della compagnia o sulla popolarità del paese di origine in certi ambienti sociali.

Concorso a cordone

Il primo posto nelle vendite di prodotti importati dall'Europa alla fine del 2012 appartiene all'Italia (tuttavia, come negli ultimi anni).

I primi tre sono completati da Cina e Polonia. Sono richiesti mobili ucraini e bielorussi, ma da qui provengono una grande quantità di importazioni "grigie", nonché dai paesi asiatici alle regioni orientali.

Tradizionalmente, i mobili importati costosi sono richiesti attivamente a Mosca e San Pietroburgo, mentre i produttori nazionali sono leader nelle regioni. L'adesione della Russia all'OMC non ha modificato in modo significativo la struttura delle importazioni e delle esportazioni. Tuttavia, se i mobili importati in precedenza venivano presentati principalmente nel segmento delle classi premium, e i produttori nazionali erano leader nella nicchia dei beni a basso e medio prezzo, ora sul mercato compaiono sempre più prodotti con un costo medio di produzione estera.

Una delle più grandi società che operano per consumatore medio è il gruppo Swedwood, che fa parte della IKEA Corporation. La particolarità è che parte della produzione si trova in Russia, e i prodotti sono venduti sia al mercato interno che esportati nei paesi scandinavi.

La struttura del mercato interno di mobili in legno

Come già accennato, circa il 65% del mercato russo dei mobili appartiene a un produttore nazionale. In totale, circa 2.500 aziende che producono mobili in legno sono rappresentate sul mercato russo del mobile. Di questi, solo 15 appartengono a giocatori di grandi dimensioni con volumi di produzione superiori a 1 miliardo. rubli / anno Circa duecento imprese con volumi di 0,3-1 miliardi di rubli / anno appartengono a imprese di medie dimensioni. I maggiori produttori nazionali: Elektrogorskmebel, Shatura OJSC, fabbrica di mobili di Mosca Olkhovskaya, Dubninskaya Ekomebel, Voronezh Mobili di Black Earth Region, Evanti, prima fabbrica di mobili, Dyatkovo Production Company, fabbrica Katyusha, Borovichi CJSC -Mebel ", LLC" Fabbrica di mobili Maria "," Mobili MIAS ".

Nella struttura di produzione di mobili in legno ci sono due principali regioni in cui si trova la maggior parte delle imprese di mobili:

  • Mosca e la regione (circa il 30% della produzione di mobili nel paese);
  • San Pietroburgo e la regione (circa il 17%).

Mobili in legno La Russia esporta principalmente verso i paesi della CSI (Ucraina, Uzbekistan, Kazakistan, Bielorussia) e la Scandinavia, dove vengono apprezzati i prodotti provenienti dal legno ecologico.

Mercato in numeri

Secondo gli analisti dell'Associazione delle imprese di mobili e lavorazione del legno, la redditività media della produzione di mobili in legno è del 10%. Allo stesso tempo, il lavoro su singoli ordini è più redditizio per unità di prodotto (in media 130% o 2,30 rubli di profitto per 1 rublo di costi). La produzione seriale produce circa il 70% dei profitti (1,7 rubli per 1 rublo investito), ma a causa del flusso di massa risulta più redditizio.

Ma queste cifre sono molto condizionate, poiché tutto dipende non solo dal tipo di prodotto e dalla domanda, ma anche da un numero enorme di altri fattori: la presenza di concorrenza in un dato settore in un particolare mercato di vendita, il prezzo delle materie prime, il costo dell'affitto e dell'energia, ecc.

Problemi e prospettive di sviluppo del settore

1. Il mercato dei mobili si sta sviluppando attivamente.

I mobili realizzati con materiali naturali, compreso il legno, sono sempre più richiesti. Ma il truciolato viene gradualmente estratto dal mercato dei mobili in legno con materiali più qualitativi, moderni ed ecologici - MDF. Alcuni centri commerciali si basano anche su questa pubblicità, dicendo che non vendono mobili fatti di truciolato (anche se questo non impedisce ai produttori di utilizzare sia truciolari e pannelli in fibra nella decorazione degli interni).

Ma poiché i mobili in truciolare e MDF differiscono in modo significativo nel prezzo a causa del costo dei materiali (pannelli truciolari - produzione nazionale, MDF - principalmente importati), questo processo non durerà per un anno. Ad esempio, in Europa, circa 2,3 m 3 di pannelli truciolari rappresentano ancora 1 m 3 di mobili da MDF. Abbiamo queste cifre più in alto: 1 m 3 MDF - circa 4 m 3 truciolare.

2. La fiducia dei consumatori nei produttori nazionali è piuttosto alta

Il paese ha sia lavoro disponibile che un enorme mercato. È vero, molte risorse materiali devono essere acquistate dai fornitori di importazione, perché la nostra industria della lavorazione del legno, nonostante la disponibilità di materie prime, non è in grado di fornire prodotti di alta qualità. Se la necessità dell'industria dei mobili per pannelli truciolari e pannelli in fibra di legno può ancora essere soddisfatta dalla produzione nazionale, allora i materiali più moderni (MDF e persino pannelli di mobili) circa l'85% vengono acquistati all'estero. Il paradosso della ricchezza delle risorse naturali del paese e l'assenza di risorse materiali in legno è spiegato dal fatto che le capacità produttive degli impianti di lavorazione del legno sono superate e la modernizzazione procede troppo lentamente per fornire all'industria del mobile le materie prime di cui ha bisogno.

3. Nell'ambito della concorrenza esistente, sono necessari investimenti sufficientemente ampi per entrare nel settore del mobile.

Il periodo medio di recupero della produzione di 2-3 anni è considerato un buon indicatore. L'unica possibilità di ottenere un profitto veloce è offrire al consumatore un prodotto fondamentalmente nuovo, che non è ancora stato sul mercato. La seconda opzione è una piccola produzione di mobili sotto l'ordine, che non è interessante per le imprese rispettabili.

4. Stabilità tra concorrenti

L'allineamento generale delle forze nel mercato russo del mobile non è cambiato da diversi anni: le grandi aziende con i propri centri commerciali, una rete di concessionari e una rete di franchisee, detengono saldamente la posizione di leader nel settore. Secondo gli analisti, la prospettiva di sviluppo è solo per i grandi produttori regionali, le piccole imprese saranno assorbite o lavoreranno "sotto richiesta" in una nicchia ristretta che non interessa le grandi aziende.

5. Sopravvivenza

La questione della "sopravvivenza" di un'azienda dipende dall'aderenza alla qualità, dall'adempimento rapido degli ordini e dalla flessibilità della politica dei prezzi. I grandi produttori scommettono sul flusso, quindi alle piccole imprese individuali vengono lasciati solo ordini individuali.

6. Chi beneficia

Il maggior vantaggio e il rapido sviluppo saranno dati alle aziende con una potente rete commerciale, situata non solo nelle megalopoli e nella regione centrale, ma anche in tutto il paese.

7. Focus tematico della produzione

Si consiglia di concentrare l'attenzione delle aziende di medie dimensioni sulla scelta del focus tematico della produzione, rilasciando mobili di design per alcuni stili interni. Ad esempio, l'azienda Lumi è specializzata nella produzione di mobili nel vecchio stile orientale, ma con attrezzature moderne, producendo divisori scorrevoli, schermi, tavoli di bambù, casse di ciliegie, pere, ecc.

E, infine, tutto quanto sopra non significa che non ci sia più un posto per principianti nel mercato del mobile. Indubbiamente, solo una cosa - iniziare in una grande impresa oggi sarà difficile, e lo sviluppo di piccole e medie - è disponibile a livello regionale con una corretta organizzazione dei processi di vendita e produzione.